Page 1

BASILICA PALLADIANA (Andrea Palladio)


- Breve Introduzione e storia Il monumento su cui in seguito sarebbe intervenuto Andrea Palladio era il Palazzo della Ragione, realizzato secondo il progetto di Domenico da Venezia. Alla sinistra dell’edificio sorge tuttora la torre detta dei . Bissari (XII sec.), alta all’incirca 82 metri, il cui pinnacolo è del 1444. Realizzato in forme gotiche verso la meta del ‘400, il Palazzo della Ragione nel suo piano superiore è interamente occupato da un enorme salone senza supporti intermedi , il salone del Consiglio dei Quattrocento. L’ambiziosa copertura a carena di nave rovesciata, ricoperta di lastre di rame, era ispirata a quella del Palazzo della Ragione di Padova realizzata nel 1306. Nel Marzo del 1546, ad Andrea Palladio,gli approvano il suo progetto dal Consiglio, cosi che riprogettò il Palazzo della Ragione aggiungendo alle preesistente costruzione gotica le celebri logge in marmo bianco. Il Riprogetto di Palladio, iniziò definitivamente nel 1549 e finì nel 1561 la prima parte, un’altra nel 1564 e la Basilica completa nel 1616 cioè diciasette anni dopo la morte di Andrea Palladio. Nel 1994 è stata inserita dall’UNESCO nella lista dei beni del patrimonio dell’umanità.

Oggi la Basilica Palladiana e le sue logge progettate da Andrea Palladio

Salone dei Quattrocento (oggi ristrotturato)


Inoltre un’altra curiosità che ci può interessare di questo edificio è il fatto che il 18 Marzo del 1945, la Basilica viene coinvolta in un bombardamento assieme alla torre Bissara, malgrado fossero stati inseriti dagli angloamericani tra i monumenti che non dovevano essere colpiti durante gli attacchi aerei. Una bomba incendiaria distrusse la copertura originale della basilica, la quale venne ricostruita nell’immediato dopoguerra nelle forme originali. L’altopiano dei Sette Comuni donò ol legno necessario

- Dov’è situata. La Basilica Palladiana è un edificio Pubblico che si trova nel centro stroco di Vicenza, che affaccia su quattro piazze, P.zza dei Signori ossia la piazza più importante di Vicenza, che si accede da due vie laterali di corso Palladio, P.zza delle erbe, P.zetta Palladio dedicata all’architetto con tanto di monumento, e infine p.zza Biade dove oggi risiede la sede del comune.

Statua di Andrea Palladio, situata in Piazzetta Palladio (come possiamo notare sullo sfondo c’è la Basilica Posizione geografica della Basilica.


Bisogna dunque accennare il fatto che la Basilica, oggetto della nostra ricerca, affaccia su p.zza dei Signori come già accennato è la piazza principale del centro storico di Vicenza. Originariamente foro romano e luogo del mercato come tuttora succede ogni giovedì, all’epoca però la piazza costituisce tradizionalmente il crocevia degli affari e del tempo libero della città. La piazza ha forma rettangolare e lungo un lato maggiore sorge la Basilica e la torre Bissara, mentre nel lato opposto ci sono la Loggia del Capitanio (anch’essa opera del Palladio), il Palazzo del Monte di Pietà con la chiesa di San Vincenzo e vi trovano sbocco molti viottoli. La piazza fu cosi chiamata dalle residenze, che vi si affacciano, del podestà e del capitano, rappresentanti la signoria Veneziana

Piazza dei signori oggi.


- Il restauro Il restauro più importante, che è stato fatto nella Basilica, è anche quello più recente iniziato nel 2007 ci sono stati importanti lavori : la copertura è stata sezionata per rimuovere gli arconi portanti in cemento armato della ricostruzione postbellica per sostituirli con leggeri archi in legno lamellare. Si è intervenuti inoltre per ripulire e consolidare tutte le facciate, dotando l’edificio di una suggestiva illuminazione. Il termine dei lavori di ristrutturazione è slittato fino alla metà del 2012, pertanto i lavori sono stati proseguiti per tutto il 2008, proprio l’anno in cui si è celebrato il 500 anniversario della nascita del Palladio, con ovviamente molte polemiche al riguardo, anche se l’edificio non è mai stato interamente celato dalle armature

Facciata restaurata che da su P.zza de Signori

Foto restauro del tetto e arconi


Foto specifica del rivestimento del tetto in rame e degli archi che lo sorreggono

Le famose logge progettate da Andrea Palladio, in fase di restauro dal 2007 al 2012.


Le scale che recano al secondo piano dove molte volte avvengono mostre ed eventi culturali.

L’illuminazione di cui è stata dotata la costruzione dopo il restauro, in modo tale da farne risaltare la sua bellezza anche di notte e di poterne fare anche uso.


- Oggi le funzioni della Basilica

Se una volta era il Palazzo della Ragione, oggi la Basilica ha cambiato la sua funzionalità. Dopo il lungo restauro di cui abbiamo parlato poco fa, l’edificio viene utilizzato come spazio commerciale grazie ai suoi tre spazi espositivi indipendenti, è teatro di mostre d’arte e di architettura; ultimamente molto più frequenti (Grazie al restauro fatto) che si svolgono all’interno. Le mostre finora fatte sono poche ma di sostanza: “Da Raffaello a Picasso” è stata la prima dove c’è stata molta affluenza, ma ancora di più, circa 35.000 le persone che sono venute a visitare la mostra che è stata fatta di recente “Monet”.

Mostra “Da Raffaello verso Picasso” presso la Basilica Palladiana avvenuta alla riapertura dopo il restuaro.


All’esterno e nei terrazzi della costruzione invece la funzionabilità varia, non è più culturale dedicata a mostre e visite, ma bensì commerciale. La basilica è dotata di tre “corridoi” i quali ospitano negozi e bar, molto frequentati dai giovani d’oggi e sicuramente da turisti che vengono a visitare il Palazzo stesso. I negozi sono molto piccoli quasi delle nicchie, sono per lo più artigiani come orologiai e antiquari quindi sono negozi di un certo pregio con un determinato tipo di clientela. I bar,invece, assumono una faccia diversa sono anche loro piccoli e riservati però sono molto frequentati da giovani ragazzi soprattutto nel periodo primaverile, quando i bar dispongono di un patio da mettere nelle corrispettive piazze a seconda di dove affaccia il bar o negozio.

Uno dei bar che ospita la basilica Patio del Bar che affaccia in Piazza dei Signori


Una parte dei negozi che risiede all’interno della basilica. In questo caso sono oreficerie.

Una novità che di recente ha dato il Giornale di Vicenza è che In Basilica Palladiana arriverà il “Museo del Gioiello”. Lo gestirà Fiera di Vicenza in uno spazio di oltre 400 metri quadrati che si snoderà tra i locali dell’ex Lamec e il piano ammezzato del monumento. Il nuovo museo sarà accessibile anche dallo scalone principale della Basilica e sarà utilizzato da Fiera di Vicenza per tutte le attività espositive, culturali e promozionali connesse con la sua attività e le sue manifestazioni. Oltre alle mostre, infatti, Fiera di Vicenza potrà utilizzare gli spazi per eventi di gala istituzionali, anche in orari serali, contribuendo ad arricchire il prestigio e la vitalità del monumento restaurato.


Altra novità meno recente è stata il riutilizzo delle terrazza principale, l’anno scorso è stata utilizzata nel periodo primaverile/estivo, per ospitare eventi di musica o altro, una vera e propria attrazione, si poteva visitare la basilica e ciò che risiedeva dentro come molte cose simili, ascoltare musica, fare il cosi detto “shopping”, bersi un aperitivo ammirando la vista di Vicenza in un’architettura splendida.

Situazione nel terrazzo all’aperto al terzo piano, dove si manifestavano eventi.

Basilica palladiana Pier Marco Cabrini  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you