__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

& Mediterraneo Europa

Settimanale dell’Antenna Europe Direct- Carrefour Europeo Sicilia - Direttore Responsabile Angelo Meli

ANNO XXII N. 31/20 05/08/20

Realizzare il Green Deal europeo: la Commissione punta su energie rinnovabili ed efficienza energetica

Sommario:

La Commissione ha compiuto i primi passi nel processo di revisione della direttiva sulle energie rinnovabili e della direttiva sull'efficienza energetica, invitando i cittadini e le parti interessate a esprimere la propria opinione su due tabelle di marcia. La revisione delle due direttive sarà essenziale per individuare il modo in cui le politiche energetiche in materia di energie rinnovabili e di efficienza energetica potranno contribuire alla realizzazione delle ambizioni climatiche e ambientali del Green Deal europeo. La duplice revisione rientra in un più ampio processo globale basato sull'imminente adozione del Piano degli obiettivi climatici. La Commissaria per l'Energia Kadri Simson ha dichiarato: "Per realizzare con successo l'ambizione del Green Deal europeo abbiamo iniziato a valutare l'impatto che sortirebbero obiettivi climatici più ambiziosi per il 2030 e i diversi scenari per raggiungerli. È evidente che ogni percorso verso la neutralità climatica richiede il potenziamento e l'accelerazione della produzione di energie rinnovabili e il rafforzamento della nostra azione in materia di efficienza energetica. Dobbiamo valutare tutti gli strumenti in nostro possesso per raggiungere i nostri obiettivi. Le attuali tabelle di marcia rappresentano l'inizio di un processo che orienterà la nostra azione futura a partire dal giugno 2021." La tabella di marcia relativa alla direttiva sulle energie rinnovabili valuterà se l'attuale obiettivo dell'UE in materia di energie rinnovabili (almeno il 32 % entro il 2030) debba essere innalzato e se altre parti della direttiva richiedano un adeguamento in linea con il Green Deal, ivi compreso con la strategia sulla biodiversità. La tabella di marcia relativa alla direttiva sull'efficienza energetica valuterà invece l'adeguatezza delle norme in vigore per conseguire l'attuale obiettivo in materia di efficienza energetica (almeno il 32,5 % entro il 2030). Le due tabelle di marcia sono aperte ai commenti fino al 21 settembre. La prossima fase nella revisione delle due direttive sarà una consultazione pubblica aperta che verrà lanciata nei prossimi mesi.

Entro il 21 settembre i commenti sulle tabelle di marcia

Avvisi Ass.to Regionale dell’Agricoltura

2

In arrivo 19 milioni contro il dissesto idrogeologico

3

Vino: online vademecum controlli campagna vendemmiale

4

Coronavirus: accesso agevolato ai finanziamenti per le imprese dei settori culturali e creativi

5

Via libera della UE a 3 regimi di aiuti di Stato italiani per 6 miliardi di € a sostegno delle PMI colpite dall’emergenza coronavirus

6

La pena di morte in Europa e nel mondo

9

Fondi Ue: aree interne, 34milioni per i paesi dei Nebrodi

10

Inviti a presentare proposte

11

Concorsi

17

Manifestazioni

28

Regolamenti UE

29


Avvisi Assessorato Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea AVVISO - Misura 4 Operazione 4.4.c Misura 4 Operazione 4.4.c – “Investimenti non produttivi in aziende agricole per la conservazione della biodiversità, la valorizzazione del territorio e per la pubblica utilità” E' rettificato l’elenco regionale provvisorio delle domande di sostegno non ricevibili. PIANO DI COMUNICAZIONE - MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Si pubblica l'avviso per manifestazione di interesse per l’acquisizione di spazi pubblicitari su emittenti televisive Operazione 6.4a Si pubblica il D.D.G. n. 2302 del 28/07/2020 con il quale è approvato l’estratto dell’Allegato A al D.D.G. n. 1747 del 09/08/2019, relativo alla graduatoria regionale definitiva delle domande di sostegno ammissibili e relativo punteggio, modificato con la rettifica del punteggio della Ditta Schifitto Salvatore, oggi collocata alla posizione 260 bis. Sottomisura 4.1 Sottomisura 4.1 Sostegno agli investimenti nelle aziende agricole. Bando 2016 - Fornitura di beni e servizi senza pagamento in denaro. Sottomisura 7.2 "Sostegno a investimenti finalizzati alla creazione, al miglioramento o all'espansione di ogni tipo di infrastrutture su piccola scala, compresi gli investimenti nelle energie rinnovabile e nel risparnìmio energetico". Ambito 1 - Turismo Sostenibile Azione PAL 1.3.1: "Migliorare le infrastrutture e i servizi alla popolazione del GAL anche con finalità turistiche: Codice bando: 44501 Ulteriore proroga presentazione domande di sostegno al 31 Agosto 2020. Sottomisura 7.5 "Sostegno ad investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche ed infrastrutture turistiche su piccola scala". Ambito 1 - Turismo Sostenibile Azione PAL: Realizzazione di circuiti e itinerari tematici di fruizione delle Aci: Codice bando: 41422 Ulteriore proroga presentazione domande di sostegno al 31 Agosto 2020. Sottomisura 16.3 "Cooperazione tra piccoli operatori per organizzare processi di lavoro in comune e condividere impianti e risorse, nonché per lo sviluppo/la commercializzazione del turismo". Ambito 1 - Turismo Sostenibile Azione PAL: Operatori di Qualità delle Aci: Codice bando: 41421 Ulteriore proroga presentazione domande di sostegno al 31 Agosto 2020. Sottomisura 19.2 Operazione 6.4. c " Investimenti per la creazione e lo sviluppo di attività extra-agricole" "Sostegno per la creazione o sviluppo di imprese extra agriicole nei settori Commercio, Artigianale, Turistico, Servizi dell'Innovazione Tecnologica". Ambito 1 - Turismo Sostenibile Azione PAL: Realizzazione nuove attività extra agricole nelle Terre di Aci: Codice bando: 39501 Ulteriore proroga presentazione domande di sostegno al 31 Agosto 2020. Sottomisura 8.4 Graduatoria Regionale definitiva sottomisura 8.4 - Decreto approvativo 917/2020.

A G R I C O L T U R A

http://www.psrsicilia.it/2014-2020/ PROVVEDIMENTI RIDUZIONI RESE Si rende noto che è in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (in data 07/08/2020) il DDG n. 2326 del 29 luglio 2020 con cui è stata accolta la richiesta avanzata dal Consorzio di Tutela Vini Etna DOC e con cui è stabilito, per la vendemmia 2020/2021, il limite massimo di resa a 70 quintali per ettaro, senza possibilità di superi, delle uve destinate alla produzione dei vini "Etna Rosso" ed "Etna Rosso Riserva". Comunicazione deroga utilizzo Cyantraniliprole Autorizzato l'uso in deroga per la Sicilia della s.a. di Cyantraniliprole, efficace insetticida per il contenimento di Ceratitis capitata, su colture di arancio e mandarino. Avviso - OCM Vino, Misura Ristrutturazione e riconversione vigneti - Campagna 2020/2021 Con D.D.G. n. 2353 del 31/07/2020 approvato il Bando per l'ammissione ai finanziamenti OCM Vino, Misura "Ristrutturazione e riconversione vigneti", Campagna 2020/2021, redatto ai sensi dell'art. 46 del Reg. UE n. 1308/2013. Reg. UE 1308/2013 Azioni Dirette a migliorare la produzione e commercializzazione del miele - Bando campagna 2019/2020 AVVISO

http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/ PIR_AssessoratoregionaledelleRisorseAgricoleeAlimentari/PIR_DipAgricoltura

Pagina 2

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Bando per la progettazione strategica nel settore irriguo Bellanova: “Miglioriamo la capacità di raccolta delle acque e di gestione delle risorse idriche intercettando i fabbisogni del settore”.

È stato approvato il bando di selezione per la progettazione integrata strategica di rilevanza nazionale a valore sul Fondo Sviluppo e Coesione 2014-2020 – Piano Operativo Agricoltura – Sotto piano 2 “Interventi nel campo delle infrastrutture irrigue, bonifica idraulica, difesa delle esondazioni, bacini di accumulo e programmi collegati di assistenza tecnica e consulenza”, con una dotazione finanziaria di circa 12 milioni di euro, di cui l’80%, pari a 9,6 milioni di euro in quota Sud e il 20%, pari a 2,4 milioni di euro in quota Centro Nord. Il bando è rivolto agli Enti irrigui per la progettazione di interventi classificati di rilevanza nazionale. Le proposte progettuali dovranno riguardare infrastrutture d’irrigazione esclusivamente collettiva, la cui rilevanza strategica sarà caratterizzata dalla valutazione delle finalità ambientali ed economiche di differenti aree amministrative territoriali, nel perseguire l’approvvigionamento delle risorse idriche per l’agricoltura, la riduzione e contenimento dei processi di desertificazione e salvaguardia degli ecosistemi, l’adattamento ai cambiamenti climatici e il miglioramento della qualità e quantità dei corpi idrici superficiali e sotterranei. “Le risorse idriche rappresentano un tema centrale strettamente legato alla questione climatica, alle emergenze idrogeologiche e ai problemi connessi con la carenza d’acqua. La gestione sostenibile della risorsa idrica e l’adattamento del settore agricolo agli effetti dei cambiamenti climatici costituiscono un tema della nostra azione politica e per quel futuro verde, che tutti siamo impegnati a realizzare.” Ha dichiarato la Ministra Teresa Bellanova. “Con l’approvazione di questo bando sono state impegnate tutte le risorse dedicate all’irrigazione dal Programma Operativo Agricoltura, per migliorare la capacità di raccolta delle acque e di gestione delle risorse idriche, contribuendo alla mitigazione del rischio idrogeologico, sostenendo la competitività delle produzioni agricole e zootecniche nazionali e delle filiere, intercettando i fabbisogni del settore”. Ha concluso Bellanova. Nello specifico, la dotazione finanziaria del bando approvato va ad aggiungersi alla: § dotazione del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale che ha consentito di finanziare 19 enti beneficiari (15 al Nord e 4 al Centro-Sud), per complessivi 35 progetti immediatamente cantierabili, di importo totale pari a circa 272 milioni di euro, sul totale dei 46 beneficiari risultati idonei al sostegno. Ad oggi sono stati erogati 58,7 milioni di euro di anticipi; § 142 milioni di euro sul Programma operativo agricoltura per 17 progetti in capo a 15 beneficiari (4 al Nord e 11 al Centro-Sud), nel rispetto della ripartizione territoriale prevista dal Piano (nella misura dell’80% al Sud e del 20% al Nord). Ad oggi sono stati erogati 7,8 milioni di euro di anticipi; § ulteriore dotazione del Programma Nazionale di Sviluppo Rurale pari complessivamente a € 97.000.000,00 con la quale è stato possibile scorrere l’intera graduatoria del Bando della misura 4.3 del PSRN con il finanziamento nel 2020 di ulteriori 15 progetti per un importo effettivamente finanziato di 96,7 milioni di euro; § dotazione del Fondo finalizzato al rilancio degli investimenti delle amministrazioni centrali dello Stato e allo sviluppo del Paese, per il riparto 2019, grazie ad una proposta credibile perché fondata su progetti in possesso dell’Amministrazione ed effettivamente cantierabili, ammonta ad ulteriori 295 milioni di euro, i cui primi decreti sono stati perfezionati in questi giorni, con erogazione di anticipi per circa 14 milioni. Inoltre, è ancora aperto il Bando per la selezione delle proposte di interventi irrigui, sempre a carico del Programma operativo agricoltura la cui dotazione finanziaria ammonta ad 86.114.038.40, di cui l’ottanta per cento al Sud. Il termine per la presentazione delle domande di finanziamento è stato prorogato, a causa della situazione di crisi dovuta al COVID 19, al 21 settembre 2020. In relazione a quest’ultimo provvedimento, è stata approvata una modifica conseguente alla introduzione, in deroga, di alcune semplificazioni al codice dei contratti, previste dal recente decreto legge del 16 luglio 2020 n. 76; ciò consentirà, ad un maggior numero di candidati di concorrere alla selezione. https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/15839

A G R I C O L T U R A

In arrivo 19 milioni contro il dissesto idrogeologico Diciannove milioni di euro per ripristinare i paesaggi agrari tradizionali che ricoprono un elevato interesse culturale ed ambientale, contenere i fenomeni di erosione e di dissesto idrogeologico innescati a seguito dell’abbandono dei territori. Lo prevede la graduatoria provvisoria, pubblicata dall’assessorato Agricoltura della Regione Siciliana, a valere sulla Misura 4.4 D del Programma di Sviluppo Rurale Sicilia 2014 – 2020. Recupero dei terrazzamenti in stato di degrado, con ripristino dei muretti a secco; recupero di piante di interesse storico e paesaggistico con tagli di ricostituzione; piantumazioni o interventi di recupero dei versanti per contrastare l’erosione ed il dissesto idrogeologico, sono alcuni degli interventi che sarà possibile eseguire. Soddisfatto Edy Bandiera, assessore regionale per l’Agricoltura. «Sin dall’insediamento del Governo Musumeci, - dice – abbiamo cercato di cambiare passo nell’affrontare l’emergenza determinata dal sovrappopolamento dei ghiri nei Nebrodi. Emergenza che non può essere contrastata solo con il monitoraggio, il controllo ecologico, con la collocazione di trappole e con la liberazione di rapaci. Spazio quindi ai tanti interventi finanziati che ricadono nel singolare paesaggio dei Nebrodi, caratterizzato dai noccioleti».

Pagina 3

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Vino: online vademecum controlli campagna vendemmiale 2020.

Bellanova: “Tuteliamo e promuoviamo vino, settore al centro del rilancio agroalimentare”

E’ on line sul sito del Ministero, in occasione dell’inizio della campagna vendemmiale, il vademecum dell’ICQRF per tutti gli operatori del settore vitivinicolo, dove sono riportati i principali adempimenti a carico delle imprese, le norme di riferimento e le disposizioni applicative. L’ICQRF in questo periodo dell’anno intensificherà i controlli nel settore vitivinicolo per prevenire e contrastare comportamenti non regolamentari che possono verificarsi nel corso della raccolta e movimentazione delle uve, delle operazioni di trasformazione e della circolazione dei prodotti e dei sottoprodotti vitivinicoli ottenuti. Attività ancora più rilevante soprattutto in questa fase, caratterizzata dall’entrata a regime delle misure intese a fronteggiare gli squilibri sul mercato dei prodotti vitivinicoli, già in essere o attesi, a motivo delle misure restrittive adottate in tutto il mondo contro l’emergenza epidemiologica da COVID-19. “Ci stiamo avviando verso la stagione più importante per il settore vitivinicolo: la vendemmia. Abbiano attraversato una fase emergenziale molto difficile in cui tutti i settori produttivi, e in particolare quello del vino, hanno subito un duro colpo. Adesso è il momento di reagire e ripartire più forti e coesi di prima. Come ho già ribadito più volte è mia intenzione mettere il vino al centro del rilancio agroalimentare. E questo può avvenire solo tutelando l’intero settore e scongiurando comportamenti scorretti e pratiche sleali” Cosi la Ministra Teresa Bellanova. “Grazie al lavoro degli ispettori e ispettrici dell’Icqrf abbiamo messo in campo tutti i nostri mezzi per garantire che la vendemmia che è alle porte proceda nel rispetto delle regole e all’insegna della qualità e della sicurezza per i consumatori. Siamo consapevoli che quest’anno la vendemmia sarà una fase particolarmente delicata in cui occorrerà procedere con la massima cautela. Ci aspettiamo grandi risultati. Soprattutto in questo periodo cosi critico è nostro dovere salvaguardare la salute dei cittadini, la reputazione del nostro Paese e tutta la filiera agroalimentare italiana, che ha dimostrato grande senso di responsabilità e sacrificio”. Le verifiche condotte dall’Icqrf saranno effettuate su tutto il territorio nazionale e particolare attenzione sarà rivolta anche ai prodotti provenienti dall’estero mediante controlli stradali, ferroviari ed ai porti. L’Italia, primo produttore del mondo di vino, è l’unico Stato Membro dell’UE che ha reso operativo il registro telematico del vino, uno strumento fondamentale non solo per il controllo, ma anche per gli operatori economici e per i report di settore (Cantina Italia). Gli Uffici dell’ICQRF – sul sito MIPAAFT tutti i riferimenti – sono a disposizione degli operatori di tutta Italia per assicurare il corretto svolgimento delle operazioni previste dalla normativa europea e italiana.

A G R I C O L T U R A

Bilaterale con il Ministro della Repubblica Ceca. Al centro del colloquio l'etichettatura nutrizionale fronte-pacco. Bellanova: "Confronto positivo. Concordanza importante"

"In Italia stiamo adottando il sistema di etichetta chiamato "a batteria" perché siamo convinti che i consumatori abbiano diritto a un'informazione completa e consapevole, e che per il benessere e la longevità il concetto di dieta sia essenziale. È la nostra alternativa al Nutriscore, ma è di gran lunga migliore. Non è penalizzante, non dà patenti di buono o cattivo. Un risultato che va incontro alle richieste dell'intera filiera, mettendo a valore il lavoro delle imprese e tutelando a cascata quello di tutti i lavoratori, e dell'intero made in Italy. Indicare l'apporto di un alimento al fabbisogno quotidiano delle sostanze nutritive fornisce un'informazione utile al consumatore, che potrà orientare la sua scelta in base a una dieta o regime alimentare da seguire. Un sistema che ha ricevuto il via libera dalla Commissione Europea, ed è quindi pronto per essere applicato nel nostro Paese". Così la Ministra Teresa Bellanova aprendo stamane il "positivo" bilaterale con il Ministro dell'agricoltura della Repubblica Ceca Miroslav Toman, nell'ambito dei numerosi confronti calendarizzati in queste settimane sul tema dell'etichettatura nutrizionale fronte-pacco che "la Commissione ha rimesso al centro dell'agenza europea", con l'intenzione di presentare nel 2022 una proposta legislativa per un'etichettatura nutrizionale fronte-pacco armonizzata a livello Ue ed obbligatoria. "E' importante che la Repubblica Ceca condivida le nostre posizioni, e le nostre rappresentanze a Bruxelles lavorino in stretto accordo", ha sottolineato la Ministra nel corso dell'incontro. "Un dato importante", ha detto ancora la Ministra, "anche considerando la Presidenza Ue che la Repubblica ceca eserciterà nel secondo semestre 2020, con la responsabilità di gestire il negoziato sulla proposta legislativa della Commissione". Infine, la proposta: "E' importante rendere evidente al Consiglio Agrifish di settembre che le opinioni sulle etichettature nutrizionali fronte pacco sono variegate e che le eventuali conclusioni del Consiglio di dicembre dovranno essere equilibrate. L'Italia ritiene che il testo a cui si è lavorato a Bruxelles è positivo, ma che i prodotti DOP e IGP andranno esclusi da qualunque futuro schema di etichettatura nutrizionale fronte pacco della UE".

Pagina 4

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Coronavirus: accesso agevolato ai finanziamenti per le imprese dei settori culturali e creativi La Commissione e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) hanno varato nuove misure di sostegno per agevolare l’accesso delle imprese culturali e creative ai finanziamenti. Il FEI fornirà maggiore flessibilità nelle sue garanzie e controgaranzie agli intermediari finanziari con l’obiettivo finale di attenuare i vincoli economici provocati dalla crisi del coronavirus. In concreto, le imprese beneficeranno ad esempio di estensioni dei termini di rimborso o di temporanee interruzioni del credito. Ciò aiuterà vari settori creativi, tra cui i media, gli audiovisivi, la progettazione, le arti visive, la musica e i sottosettori dell’architettura. Thierry Breton, commissario per il Mercato interno, ha dichiarato: “Lo shock sociale ed economico causato dalla pandemia di coronavirus è senza precedenti nella nostra generazione. Il settore creativo e culturale è stato particolarmente colpito e si tratta di un settore che tocca la vita quotidiana e contribuisce a formare i nostri pareri, i nostri valori e la nostra cultura. Per questo motivo la revisione di questo strumento finanziario è di vitale importanza per aiutare tale industria ad accedere più facilmente ai finanziamenti e, di conseguenza, a superare l’attuale tempesta.” Le nuove misure di sostegno saranno disponibili sul mercato a partire dall’agosto 2020 e si applicheranno retroattivamente ai prestiti scaduti a decorrere dal 1º aprile 2020. Ciò avverrà nell’ambito del già esistente Strumento di garanzia per i settori culturali e creativi da 251 milioni di EUR mediante un nuovo bando. Dello strumento beneficeranno gli intermediari finanziari esistenti che già lavorano con il Fondo europeo per gli investimenti e nuovi beneficiari. La revisione di questo strumento finanziario — che ha già sostenuto più di 2.000 imprese del settore culturale e creativo in tutta Europa — migliorerà ulteriormente l’accesso ai finanziamenti per le PMI e le piccole imprese pubbliche del settore, incentivando gli intermediari finanziari a fornire condizioni e termini più flessibili in materia di prestiti.

Coronavirus: Le autorità dell’UE per la protezione dei consumatori e la Commissione effettuano controlli completi per proteggere i consumatori dalle truffe online La Commissione europea e la rete di cooperazione per la tutela dei consumatori (rete CPC) hanno pubblicato oggi i risultati della seconda indagine ad alto livello sulle truffe collegate al coronavirus condotta a giugno a seguito dell’invito della Commissione finalizzato a lottare contro i prodotti e gli annunci pubblicitari ingannevoli legati alla Covid-19. Ciò fa seguito all’indagine ad alto livello sulle piattaforme svolta a maggio. Tra i 73 controlli sulle principali piattaforme, un terzo (23 controlli) ha riscontrato un numero significativo di offerte e pubblicità discutibili. Queste società sono state informate dei risultati generali e hanno fornito relazioni aggiornate sulle misure da loro adottate per far fronte alla questione. Didier Reynders, Commissario per la giustizia, ha dichiarato: “ Le principali piattaforme online continuano a seguire la nostra richiesta di collaborare strettamente con la Commissione europea e con le autorità nazionali per la tutela dei consumatori. I controlli più recenti effettuati da queste autorità dimostrano che non è tempo di abbassare la guardia. La cooperazione tra le autorità e i principali attori dei mercati digitali è uno strumento potente ed efficace per proteggere i consumatori in questi tempi destabilizzanti.” Grazie a queste attività, Google ha dichiarato di aver bloccato o rimosso più di 200 milioni di annunci relativi al coronavirus a livello globale negli ultimi mesi e eBay ha riferito di aver bloccato o rimosso più di 31 milioni di inserzioni che violavano le loro politiche in materia di coronavirus. Facebook ha dichiarato di aver rimosso almeno 2,3 milioni di contenuti di Facebook e Instagram collegati al coronavirus a livello mondiale, di cui 27.000 all’interno dell’UE nel mese di maggio. Nel corso delle ultime settimane, la maggior parte delle piattaforme ha segnalato un netto calo delle inserzioni di prodotti legati al coronavirus. Ad esempio, Amazon ha segnalato una diminuzione del 95 % del numero settimanale di nuovi annunci di prodotti che promettono risultati contro il coronavirus rispetto alla media di marzo, con Rakubten e Allegro che segnalano tendenze analoghe. Le autorità della rete CPC daranno seguito a questi risultati e, se necessario, adotteranno misure esecutive e la rete proseguirà i lavori sui temi legati alle frodi. Tutte le informazioni sul modo in cui la Commissione si adopera per ostacolare le truffe ai danni dei consumatori in relazione al coronavirus sono disponibili qui.

A T T U A L I T A ’

La Commissione accoglie con favore l’accordo sulla revisione delle norme che disciplinano le accise sull’alcol La Commissione accoglie con favore l’accordo raggiunto oggi in seno al Consiglio sulle nuove norme che disciplinano le accise sull’alcol all’interno dell’UE. L’accordo spiana la via a un migliore contesto imprenditoriale e a costi ridotti per le piccole imprese produttrici di alcol. Grazie alle nuove norme concordate, i piccoli produttori e i produttori artigianali di alcol disporranno di un nuovo sistema di certificazione a livello europeo che attesti il loro accesso ad aliquote di imposta più basse in tutta l’Unione. Ciò avrà un impatto positivo sui consumatori, che beneficeranno di una repressione dell’uso illegale di alcol denaturato per produrre bevande contraffatte. La salute dei consumatori beneficerà anche della repressione dell’uso illegale di alcol denaturato esente da imposta per produrre bevande contraffatte. Sarà anche innalzata la soglia della birra a bassa gradazione alcolica cui possono essere applicate aliquote ridotte. Commentando l’accordo, Paolo Gentiloni, Commissario per l’Economia, ha dichiarato: “L’accordo odierno è un passo avanti positivo verso un regime fiscale più moderno ed equo per l’alcol, che al contempo aiuterà anche la nostra lotta contro le frodi.” Le nuove norme saranno applicabili a decorrere dal 1º gennaio 2022. La Commissione controllerà l’introduzione di un’accisa o di aliquote di accisa ridotte per la produzione privata di alcol etilico e riferirà al Pagina 5 Consiglio in merito a tale misura.

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Politica di coesione: la Commissione avvia una consultazione pubblica sull’iniziativa relativa agli investimenti interregionali in materia di innovazione La Commissione europea avvia una consultazione pubblica per sentire i punti di vista dei cittadini e delle parti interessate in merito all’iniziativa sugli investimenti interregionali in materia di innovazione (I3) che la Commissione ha proposto di istituire nel prossimo periodo di programmazione. L’obiettivo è raccogliere idee per ulteriori sviluppi di questo nuovo strumento, in particolare per quanto riguarda aspetti specifici quali i settori prioritari per gli investimenti, i collegamenti con le priorità dell’UE, i meccanismi di attuazione, il tipo di sostegno, le esigenze in materia di investimenti, le situazioni di fallimento di mercato, la propensione agli investimenti e altro ancora. Elisa Ferreira, Commissaria europea per le riforme, ha dichiarato: “Vorrei vivamente incoraggiare le parti interessate a livello nazionale, regionale e locale a partecipare alla consultazione pubblica sulla futura iniziativa relativa agli investimenti interregionali in materia di innovazione. Vogliamo sapere, tra le altre cose, in che modo questo strumento può aiutarli nel miglior modo a livello di governance, coinvolgendo diverse categorie di regioni e attivando le sinergie con altre opportunità di finanziamento dell’UE”. Il periodo 2021-2027 cercherà di rafforzare la cooperazione interregionale per l’innovazione tramite il Fondo europeo di sviluppo regionale, con una dotazione di bilancio approssimativa di 500 milioni di EUR. In tale contesto, la Commissione ha proposto di istituire una nuova iniziativa relativa agli investimenti interregionali in materia di innovazione per aiutare gli attori coinvolti nelle strategie di specializzazione intelligente (S3) a formare cluster nonché ad intensificare e promuovere l’innovazione sul mercato europeo. L’obiettivo è mobilitare investimenti pubblico-privati, aumentando l’impatto del bilancio disponibile. La consultazione terminerà il 30 settembre 2020.

Via libera della Commissione a 3 regimi di aiuti di Stato italiani per 6 miliardi di € a sostegno delle PMI colpite dall’emergenza coronavirus

A T T U A L I T A ’

La Commissione europea ha approvato tre regimi di aiuti di Stato italiani con un bilancio complessivo di 6 miliardi di €. Si tratta principalmente di incentivi per la ricapitalizzazione, da parte di investitori privati, delle piccole e medie imprese (PMI) colpite dall’emergenza coronavirus. I tre regimi sono stati direttamente approvati rispettivamente a norma dell’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE) e del quadro temporaneo per gli aiuti di Stato. Margrethe Vestager, Vicepresidente esecutiva responsabile della politica di concorrenza, ha dichiarato: “Con questi tre regimi, per i quali è previsto un bilancio complessivo di 6 miliardi €, l’Italia sosterrà ulteriormente le PMI colpite dall’emergenza coronavirus, rafforzandone la capitalizzazione e agevolandone l’accesso ai finanziamenti in questi tempi così difficili. Obiettivo di questi regimi è incentivare gli investitori privati ad aiutare le imprese a far fronte ai problemi di liquidità che le affliggono a causa della pandemia e a proseguire l’attività. Continueremo a lavorare in stretta collaborazione con gli Stati membri per trovare soluzioni praticabili in grado di mitigare l’impatto economico dell’emergenza coronavirus nel rispetto delle norme dell’UE.” Le misure italiane di sostegno In conformità alle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato, l’Italia ha notificato alla Commissione tre regimi con un bilancio complessivo di 6 miliardi di € per facilitare la provvista di capitali e di liquidità alle società colpite dall’emergenza coronavirus. Questi regimi, tra loro complementari e intesi a incentivare la mobilitazione di investimenti privati, comportano: nell’ambito del primo regime, una sovvenzione associata a un credito d’imposta. Gli investitori privati che conferiscono capitali nelle imprese colpite avranno diritto a beneficiare di un credito d’imposta pari fino al 20% dell’importo investito. Gli aiuti nel quadro di questo regime saranno quindi concessi sia all’investitore (che beneficia dell’agevolazione fiscale) sia all’impresa beneficiaria (destinataria dell’investimento); nel caso della seconda misura, un regime di credito d’imposta, in base al quale le imprese stesse beneficiano di un credito d’imposta pari fino al 30% dell’aumento di capitale; nel caso del terzo regime, infine, un sostegno pubblico che si concretizzerà in prestiti subordinati. Tutti i regimi saranno accessibili alle imprese che hanno subito una grave riduzione dei ricavi a marzo e ad aprile 2020, a condizione che venga approvato e attuato un aumento di capitale. I regimi in questione mirano pertanto a migliorare l’accesso ai finanziamenti esterni da parte delle imprese più gravemente colpite dall’impatto economico dell’emergenza coronavirus: si tratta quindi di un contributo volto a garantire la prosecuzione dell’attività imprenditoriale. La Commissione ha concluso che gli aiuti alle imprese beneficiarie nell’ambito dei tre regimi sono compatibili con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. In particolare, i) per quanto concerne i primi due regimi, gli aiuti non supereranno 800 000 € per impresa (eccetto che nel settore dell’agricoltura primaria e in quello della pesca e dell’acquacoltura, settori in cui si applicano rispettivamente i limiti di 100 000 € e 120 000 € per impresa; ii) per quanto concerne il terzo regime, gli aiuti non supereranno il 12,5% del fatturato del beneficiario nel 2019, come previsto dal quadro temporaneo. Gli aiuti alle imprese nel quadro di questi tre regimi sono limitati nel tempo e possono essere concessi solo entro la fine del 2020. Quanto agli aiuti agli investitori nell’ambito del primo regime, la Commissione ha valutato la misura in conformità alle norme sugli aiuti di Stato, in particolare all’articolo 107, paragrafo 3), lettera b) TFUE, che consente alla Commissione di approvare le misure di aiuto di Stato attuate dagli Stati membri per porre rimedio a un grave turbamento della loro economia. Pagina 6 Continua nella pagina successiva

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


% La Commissione ha constatato che gli aiuti sono compatibili con i principi enunciati nel trattato UE e con i principi generali contenuti nel quadro temporaneo, in quanto ben mirati a porre rimedio a un grave turbamento dell’economia italiana. A tale riguardo, la Commissione ha ritenuto che si tratta di aiuti concessi semplicemente per incentivare e facilitare gli investimenti privati nelle imprese beneficiarie che hanno subito una consistente riduzione del fatturato a seguito della crisi legata al coronavirus. L’intermediazione degli investitori privati è quindi indispensabile per la realizzazione degli investimenti. La Commissione ha concluso che i tre regimi sono necessari, opportuni e proporzionati a quanto occorre per porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di uno Stato membro, in linea con l’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), TFUE e con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo. Su tale base la Commissione ha approvato le misure in conformità alle norme dell’UE sugli aiuti di Stato. Contesto In situazioni economiche particolarmente gravi, come quella in cui si trovano attualmente tutti gli Stati membri e il Regno Unito a causa dell’emergenza coronavirus, le norme dell’UE sugli aiuti di Stato consentono agli Stati membri di concedere sostegno per porre rimedio a un grave turbamento della loro economia. Ciò è previsto dall’articolo 107, paragrafo 3,lettera b), del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE). Il 19 marzo 2020 la Commissione ha adottato un quadro temporaneo per gli aiuti di Stato per consentire agli Stati membri di avvalersi pienamente della flessibilità prevista dalle norme sugli aiuti di Stato al fine di sostenere l’economia nel contesto dell’emergenza della COVID-19. Il quadro temporaneo, modificato il 3 aprile 2020,l’8 maggio 2020 e il 29 giugno 2020, prevede che gli Stati membri possano concedere i seguenti tipi di aiuti: sovvenzioni dirette, conferimenti di capitale, agevolazioni fiscali selettive e anticipi fino a 100 000 € a un’impresa operante nel settore dell’agricoltura primaria, 120 000 € a un’impresa operante nel settore della pesca e dell’acquacoltura e 800 000 € a un’impresa operante in qualsiasi altro settore che deve far fronte a urgenti esigenze di liquidità. Gli Stati membri possono inoltre concedere prestiti a tasso zero o garanzie su prestiti a copertura del 100% del rischio fino al valore nominale di 800 000 € per impresa, ad eccezione del settore agricolo primario e del settore della pesca e dell’acquacoltura, per cui si applicano i limiti rispettivamente di 100 000 € e 120 000 € per impresa; ii) garanzie di Stato per prestiti contratti dalle imprese per assicurare che le banche continuino a erogare prestiti ai clienti che ne hanno bisogno. Queste garanzie di Stato possono coprire fino al 90 % del rischio sui prestiti per aiutare le imprese a coprire il fabbisogno immediato di capitale di esercizio e per gli investimenti; iii) prestiti pubblici agevolati alle imprese (debito privilegiato o debito subordinato) con tassi di interesse agevolati alle imprese. Questi prestiti possono aiutare le imprese a coprire il fabbisogno immediato di capitale di esercizio e per gli investimenti; iv) garanzie per le banche che veicolano gli aiuti di Stato all’economia reale. Tali aiuti sono considerati aiuti diretti a favore dei clienti delle banche e non delle banche stesse e sono forniti orientamenti per ridurre al minimo la distorsione della concorrenza tra le banche; v) assicurazione pubblica del credito all’esportazione a breve termine per tutti i paesi, senza che lo Stato membro in questione debba dimostrare che il paese interessato è temporaneamente “non assicurabile sul mercato”; vi) sostegno per le attività di ricerca e sviluppo (R&S) connesse al coronavirus al fine di far fronte all’attuale crisi sanitaria con sovvenzioni dirette, anticipi rimborsabili o agevolazioni fiscali. Un sostegno supplementare può essere concesso a progetti transfrontalieri di cooperazione tra Stati membri; vii) sostegno alla costruzione e all’ammodernamento di impianti di prova per elaborare e testare prodotti (compresi i vaccini, i ventilatori meccanici e gli indumenti di protezione) utili a fronteggiare la pandemia di COVID19 fino alla prima applicazione industriale. Questo può assumere la forma di sovvenzioni dirette, agevolazioni fiscali o anticipi rimborsabili e garanzie a copertura di perdite. Le imprese possono beneficiare di un sostegno supplementare se in esse investe più di uno Stato membro e se l’investimento è concluso entro due mesi dalla concessione dell’aiuto; viii) sostegno alla produzione di prodotti utili per contrastare la pandemia di COVID-19 sotto forma di sovvenzioni dirette, agevolazioni fiscali, anticipi rimborsabili e garanzie a copertura di perdite. Le imprese possono beneficiare di un sostegno supplementare se in esse investe più di uno Stato membro e se l’investimento è concluso entro due mesi dalla concessione dell’aiuto; ix) sostegno mirato sotto forma di differimento del pagamento delle imposte e/o di sospensione del versamento dei contributi previdenziali per i settori, le regioni o i tipi di imprese particolarmente colpiti dalla pandemia; x) sostegno mirato sotto forma di integrazioni salariali per i dipendenti alle imprese in settori o regioni che hanno maggiormente sofferto a causa della pandemia di COVID-19 e che altrimenti avrebbero dovuto licenziare del personale; xi) aiuto mirato alla ricapitalizzazione per le società non finanziarie, se non è disponibile un’altra soluzione adeguata. Sono approntate garanzie per evitare indebite distorsioni della concorrenza nel mercato unico: condizioni riguardanti la necessità, l’adeguatezza e l’entità dell’intervento; condizioni riguardanti l’ingresso dello Stato nel capitale delle imprese e la relativa remunerazione; condizioni riguardanti l’uscita dello Stato dal capitale delle imprese interessate; condizioni relative alla governance, incluso il divieto di dividendi e massimali di remunerazione per la direzione; divieto di sovvenzioni incrociate e divieto di acquisizioni e misure aggiuntive per limitare le distorsioni della concorrenza; obblighi di trasparenza e comunicazione. Il quadro temporaneo permette agli Stati membri di combinare tra loro tutte le misure di sostegno ad eccezione dei prestiti e delle garanzie sullo stesso prestito, sempre nel rispetto dei massimali fissati nel quadro.

A T T U A L I T A ’

Pagina 7

Continua nella pagina successiva

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


%

Gli Stati membri possono inoltre combinare tutte le misure di sostegno concesse nell’ambito di tale quadro con le possibilità già previste per concedere aiuti de minimis alle imprese, fino a un massimo di 25 000 € nell’arco di tre esercizi finanziari a quelle che operano nel settore dell’agricoltura primaria, di 30 000 € a quelle nel settore della pesca e dell’acquacoltura e di 200 000 € per quelle attive in tutti gli altri settori. Al tempo stesso gli Stati membri devono impegnarsi ad evitare cumuli indebiti delle misure di sostegno a favore delle stesse imprese, limitandone l’importo a quanto necessario per sopperire al fabbisogno effettivo. Il quadro temporaneo integra inoltre le numerose altre possibilità di cui gli Stati membri già dispongono per attenuare l’impatto socioeconomico dell’emergenza coronavirus, in linea con le norme dell’UE sugli aiuti di Stato. Il 13 marzo 2020 la Commissione ha adottato una Comunicazione relativa a una risposta economica coordinata all’emergenza COVID-19 che illustra queste possibilità. Ad esempio, gli Stati membri possono introdurre modifiche di portata generale a favore delle imprese (quali il differimento delle imposte o il sostegno alla cassa integrazione in tutti i settori), che non rientrano nel campo di applicazione delle norme sugli aiuti di Stato. Possono inoltre concedere compensazioni alle imprese per i danni subiti e direttamente causati dalla pandemia di COVID-19. Il quadro temporaneo sarà in vigore fino alla fine di dicembre 2020. Esclusivamente per le misure di ricapitalizzazione la Commissione ha prorogato tale periodo fino alla fine di giugno 2021 poiché i problemi di solvibilità potrebbero manifestarsi solo in una fase successiva con l’evolversi della crisi. Al fine di garantire la certezza del diritto, la Commissione valuterà prima di tali date se il quadro debba essere prorogato. La versione non riservata della decisione sarà consultabile sotto il numero SA.57289 nel registro degli aiuti di Stato sul sito web della DG Concorrenza della Commissione una volta risolte eventuali questioni di riservatezza. Le nuove decisioni in materia di aiuti di Stato pubblicate su Internet e nella Gazzetta ufficiale figurano nel bollettino elettronico di informazione settimanale in materia di aiuti di Stato (State Aid Weekly e-News). Ulteriori informazioni sul quadro temporaneo e su altri interventi adottati dalla Commissione per affrontare l’impatto economico dell’emergenza coronavirus sono disponibili qui.

Coronavirus: la cronologia delle azioni UE

A T T U A L I T A ’

L’UE sta prendendo provvedimenti per contrastare la pandemia e mitigarne gli effetti. Scopri la sequenza temporale delle azioni UE per argomento Scopri che cosa sta facendo l’UE per sanità, ricerca, economia, lavoro, società, viaggi e trasporti e per aiutare i paesi partner nel mondo nella lotta contro COVID19. SANITÀ Sostenere i settori della sanità pubblica e garantire la disponibilità di attrezzature mediche RICERCA Sostenere la ricerca e l’innovazione per terapie e vaccini efficaci ECONOMIA Sostenere il settore finanziario e le imprese OCCUPAZIONE E SOCIETÀ Tutelare il reddito delle famiglie e i posti di lavoro durante la crisi VIAGGI E TRASPORTI Limitare i viaggi e garantire la fornitura di servizi critici RISPOSTA GLOBALE DELL’UE Sostenere i paesi partner dell’UE negli sforzi per contrastare la pandemia Le informazioni false sulla pandemia sono tantissime e ostacolano gli sforzi per contrastare COVID19. L’UE fornisce e promuove informazioni affidabili sul coronavirus e collabora con le piattaforme online per rimuovere notizie false e truffe. Il 10 giugno la Commissione europea ha proposto azioni concrete che possono essere messe in atto rapidamente per combattere la disinformazione. https://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/society/20200424STO77802/coronavirus-laPagina 8 cronologia-delle-azioni-ue

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


La pena di morte in Europa e nel mondo: i fatti chiave Il Parlamento si oppone duramente alla pena capitale e si batte per la sua abolizione a livello globale. La pena di morte: i fatti e le cifre Secondo i dati del 2019 sono 142 i paesi nel mondo che hanno abolito la pena di morte per legge o nella pratica, lasciando a 56 il numero dei paesi che ancora praticano esecuzioni capitali. Sono state almeno 657 le esecuzioni registrate in 20 paesi (escludendo la Cina, dove si crede che siano migliaia le sentenze eseguite), mentre sono oltre 25mila le persone nel braccio della morte. Il numero di esecuzioni nel 2019 è stato il più basso dell'ultimo decennio. Nel 2018 le esecuzioni erano state 690, mentre nel 2017 ne erano state eseguite 993. Circa l’86% di tutte le esecuzioni registrate nel 2019 ha avuto luogo in quattro paesi - Iran, Arabia Saudita, Iraq e Egitto. Tali stime sono ignote per la Cina, che protegge questi dati con il segreto di stato. (Fonte: Amnesty International) C’è una forte opposizione contro l’abolizione della pena di morte in Asia, nel mondo arabo e negli Stati Uniti. Tuttavia quattro quinti dei 55 paesi in Africa hanno abolito la pena di morte o hanno stabilito delle moratorie. COME L’UE COMBATTE LA PENA DI MORTE Come parte del suo impegno per difendere i diritti umani, l’Unione europea è il più grande donatore nella lotta contro la pena di morte nel mondo. Tutti i paesi europei hanno abolito la pena di morte in linea con la Convenzione europea dei diritti dell'uomo. L’UE combatte la pena di morte in molti modi. Ad esempio vieta il commercio di merci che potrebbero essere utilizzate per la pena di morte e utilizza le politiche commerciali per incoraggiare il rispetto dei diritti dell’uomo. Inoltre supporta le organizzazioni della società civile nei paesi che ancora applicano la pena di morte, facendo un lavoro di documentazione e di sensibilizzazione. L’Unione europea, come osservatore permanente dell’ONU, sostiene convintamente tutte le azioni che pongono fine alla pena di morte dove è ancora praticata. Il Parlamento europeo adotta le risoluzioni e ospita i dibattiti che condannano le azioni dei paesi che ancora utilizzano la pena capitale. Una risoluzione del 2015 sulla pena di morte condannava il suo uso per sopprimere l’opposizione, oppure per ragioni di credo religioso, omosessualità e adulterio. La Bielorussia è l’unico paese del continente europeo che continua a praticare le esecuzioni capitali. In Russia c’è invece una moratoria.

A T T U A L I T A ’

Pagina 9

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Le statistiche sugli incidenti stradali mortali nell’UE Le strade dell’UE sono le più sicure del mondo. Ma quali paesi hanno registrato i dati migliori in termini di sicurezza stradale? Scopri questo e molto di più nella nostra infografica Ogni anno migliaia di persone perdono la vita o riportano ferite gravi a seguito di incidenti avvenuti sulle strade dell’UE. Tra il 2010 e il 2019, il numero delle morti sulle strade in Europa è calato del 23%. Nel 2019 otto paesi hanno registrato i tassi di mortalità più bassi, ma i dati dimostrano che la diminuzione del tasso di mortalità sulle strade sta rallentando. Nel 2019 i paesi europei con i migliori punteggi per la sicurezza stradale sono stati Svezia e Irlanda, mentre quelli con i peggiori punteggi sono stati Romania, Bulgaria e Polonia. Nel 2019 l’Italia ha registrato una media di 55 vittime della strada per milione di abitanti, un dato leggermente superiore alla media dell'UE (51 vittime per milione di abitanti). Il numero delle vittime è sceso dell'1% rispetto al 2018, mentre la diminuzione nel corso degli ultimi dieci anni è stata del 20%. Nel 2018 il 12% delle persone morte nell’UE in incidenti stradali avevano tra i 18 e i 24 anni, mentre solo l’8% della popolazione europea rientra in questa fascia d’età. Le morti in questa fascia d'età sono scese del 43% dal 2010, ma i dati mostrano che i giovani continuano ad avere una probabilità sproporzionatamente maggiore di essere coinvolti in un incidente stradale mortale. Il numero di vittime anziane (al di sopra dei 65 anni) è salito dal 22% nel 2010 al 28% nel 2018, mentre il 2% delle vittime è rappresentato da bambini e ragazzi al di sotto dei 15 anni. La maggior parte delle vittime della strada nell'UE sono uomini (76%). Si tratta di una statistica relativamente stabile dal 2010 e simile in tutti i paesi dell'UE. Cosa sta facendo l’UE per ridurre il numero di incidenti stradali? Il 16 aprile 2019 il Parlamento europeo ha votato le nuove norme che rendono obbligatori 30 dispositivi avanzati di sicurezza, come il sistema di adattamento intelligente della velocità, il sistema di avviso della distrazione del conducente e il sistema di frenata d’emergenza. Le tecnologie di sicurezza obbligatorie potrebbero salvare oltre 25mila vite ed evitare almeno 140mila feriti gravi entro il 2038. Il 95% degli incidenti stradali dipende infatti da errori di tipo umano. Per rendere le strade più sicure, l’UE ha anche rafforzato le norme sulla gestione della sicurezza delle infrastrutture ed è al lavoro per garantire norme comuni per i veicoli a guida autonoma.

Uici Sicilia, Minincleri confermato presidente “Saranno sicuramente – ha detto - cinque anni di intenso lavoro, sulla linea di quanto fatto finora”. Il presidente nazionale dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti Barbuto, “Le risorse di grande valore della Sicilia, dalla Stamperia Braille al Polo Tattile Multimediale, dall’Helen Keller agli Istituti, siano patrimonio non solo italiano ma dei Paesi dell’Europa e del Mediterraneo” Un lungo e caloroso applauso ha sottolineato la conferma, all’unanimità, di Gaetano Minincleri a presidente regionale dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti. I diciannove consiglieri regionali su ventuno presenti nell’auditorium del Polo Tattile Multimediale di Catania nel corso dell’assemblea presieduta dal consigliere anziano Enzo Gueli e con segretario Giorgio Silvestro, hanno poi votato la Direzione regionale, eleggendo Francesca Olivieri, Rosa Lattuga, lo stesso Enzo Gueli e Salvatore Imbrogio Ponaro. Presente alle operazioni di voto anche il presidente nazionale dell’Uici, il catanese Mario Barbuto, il quale ha sottolineato come la Sicilia “è una delle regioni più importanti per la nostra Associazione”. “Questo perché – ha spiegato – assomma e gestisce risorse di primo livello e di grande valore per ciechi e ipovedenti non solo siciliani. Pensiamo alla Stamperia Braille e al Polo Tattile Multimediale di Catania, al Centro Helen Keller con i cani guida e il Polo dell’Autonomia di Messina, ai due istituti per ciechi di Palermo e Catania”. “Auspichiamo – ha detto ancora che dalla Sicilia, con il sostegno che Presidente e Direzione riceveranno dalla Presidenza nazionale, parta un’opera di riconfigurazione di queste strutture e istituzioni in modo che tutte insieme possano lavorare sinergicamente. E non solo per la Sicilia e per l’Italia, ma guardando anche alla quarta sponda del Mediterraneo, cioè quella africana, e a Paesi come Spagna, Grecia, Francia, Portogallo e nazioni del centro Europa”.

A T T U A L I T A ’

Fondi Ue: aree interne, 34milioni per i paesi dei Nebrodi Continua il sostegno della Regione Siciliana alle aree interne dell’Isola. Ora tocca a quella dei Nebrodi, con i suoi 21 comuni tra l’entroterra e il mare: Castel di Lucio, Mistretta, Motta d’Affermo, Pettineo, Reitano, Santo Stefano di Camastra, Tusa, Alcara li Fusi, Caronia, Castell’Umberto, Frazzanò, Galati Mamertino, Longi, Militello Rosmarino, Mirto, Naso, San Fratello, San Marco d’Alunzio, San Salvatore di Fitalia, Sant’Agata di Militello, Tortorici. E’ infatti in corso la fase di sottoscrizione dell’Accordo di programma quadro (Apq) con ministeri ed enti locali per la realizzazione degli interventi previsti nei comuni coinvolti. Quella dei Nebrodi è una delle cinque aree interne siciliane inserite nella Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), insieme con “Terre Sicane”, “Calatino”, “Nebrodi”, “Madonie”, “Simeto Etna”. Si tratta di zone strategiche per tutta la Sicilia, ma che presentano difficoltà nel garantire i diritti di cittadinanza e criticità di carattere territoriale. Al territorio dei Nebrodi, sono stati destinati dalla Regione oltre 34 milioni di euro, dei quali 3,7 milioni di euro stanziati sulla base della legge 205/2017 (bilancio di previsione dello Stato per il 2018), 28,5 milioni provenienti dal l Po Fesr Sicilia 2014-2020 e il rimanente 1,6 milioni a carico dei programmi operativi Fse e Psr. Molti dei progetti cantierabili riguardano lavori infrastrutturali e di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di strade ed edifici, interventi per l’implementazione di reti e servizi digitali e azioni per la promozione e la valorizzazione del territorio. Anche nell’Area dei Nebrodi, dunque, si dovranno attuare azioni finalizzate all’innalzamento quantitativo e qualitativo dei servizi essenziali rivolti alla popolazione insieme a progetti di sviluppo locale che dovranno essere indirizzati in particolare ai seguenti settori: tutela del territorio e comunità locali; valorizzazione risorse naturali, culturali e turismo; sistemi Pagina 10 agroalimentari e sviluppo locale; risparmio energetico e filiere locali di energia rinnovabile; artigianato.

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


AL VIA IL “SOCIAL FILM PRODUCTION CON IL SUD” RACCONTARE IL SUD ATTRAVERSO FENOMENI SOCIALI Dopo il successo della prima edizione, ritorna “Social Film Production Con il Sud” il bando che fa incontrare il mondo del Cinema – imprese cinematografiche italiane o internazionali – con il Terzo settore – organizzazioni non profit meridionali – per raccontare il Sud Italia attraverso i suoi fenomeni sociali. L’iniziativa è promossa da Fondazione CON IL SUD e Fondazione Apulia Film Commission che mettono a disposizione complessivamente 400 mila euro per produrre 10 opere in altrettante categorie tematiche: “Ambiente”, “Cultura”, “Legalità”, “Territorio”, “Diritti”, “Nuove generazioni”, “Il pensiero femminile”, “Cittadinanza attiva”, “Oltre i luoghi comuni” e “Emergenza Covid”. Il bando, la cui scadenza è fissata per il 30 settembre 2020 alle ore 12, è disponibile nella sezione “Bandi e iniziative” del nostro sito, sul sito di Fondazione Apulia Film Commission al seguente link, nonché sul sito dell’iniziativa www.socialfilmproductionconilsud.it. L’obiettivo principale della nuova edizione, è di promuovere e favorire la collaborazione tra due mondi apparentemente lontani, quello del cinema e del terzo settore, per raccontare il Sud Italia attraverso i suoi fenomeni sociali. L’avviso pubblico “Social Film Production Con il Sud” (evoluzione del precedente “Social Film Fund Con il Sud”), vede insieme per la seconda volta come ideatori e promotori dell’iniziativa la Fondazione CON IL SUD e la Fondazione Apulia Film Commission. In particolare, le due Fondazioni mettono a disposizione complessivamente 400 mila euro per la realizzazione di 10 opere filmiche (40.000 euro complessivi a progetto), tra documentari (Categoria DOC, con durata tra 20 e 52 minuti) e cortometraggi (categoria SHORT, con durata tra 5 e 20 minuti). L’iniziativa si rivolge a partenariati composti da almeno tre organizzazioni: l’impresa cinematografica proponente dovrà essere affiancata da almeno due realtà del Terzo settore meridionale (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia), che avranno un ruolo di valorizzazione e promozione della tematica affrontata, nella fase di ideazione e produzione e/o in quella di divulgazione. Le riprese, così come le attività di promozione sul territorio, potranno essere svolte in Puglia e nelle altre regioni meridionali. Con riferimento al nucleo narrativo dei progetti, il bando prevede nello specifico 10 categorie tematiche: AMBIENTE (tutela, cura e valorizzazione del patrimonio ambientale; valorizzazione e promozione del paesaggio; biodiversità; sviluppo sostenibile); CULTURA (tutela, cura e valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale; promozione culturale; turismo culturale); LEGALITA’ (educazione alla legalità; contrasto alla criminalità organizzata; valorizzazione di beni confiscati alle mafie; percorsi di inclusione socio-lavorativa di persone detenute); TERRITORIO (promozione dell’economia sociale nell’ambito dello sviluppo del territorio; recupero di terreni abbandonati; resilienza; housing sociale; periferie urbane; spopolamento aree interne); DIRITTI (cura e integrazione delle persone con disabilità e degli anziani; integrazione degli immigrati; contrasto alla violenza e promozione della parità di genere); NUOVE GENERAZIONI (servizi per l’infanzia, contrasto alla dispersione scolastica e alla povertà educativa; contrasto al lavoro minorile; accoglienza e interazione dei minori stranieri non accompagnati; promozione dei giovani talenti in ambito economico sociale e della ricerca scientifica); IL PENSIERO FEMMINILE (il femminile oltre ogni stereotipo in ambito sociale, culturale, economico, scientifico); CITTADINANZA ATTIVA (promozione della cittadinanza attiva, volontariato; promozione della partecipazione attraverso lo sport sociale o l’arte); OLTRE I LUOGHI COMUNI (contrasto alla narrazione stereotipata di comunità e persone); EMERGENZA COVID (solidarietà e promozione del valore di comunità in risposta all’emergenza sanitaria, sociale ed economica, causata dal coronavirus). Ogni impresa cinematografica potrà partecipare, con lo stesso progetto, a più categorie tematiche o presentare più progetti su differenti categorie tematiche (regista e organizzazione non profit potranno però collaborare con una sola impresa cinematografica). I temi sociali indicate nelle dieci categorie potranno essere affrontate con linguaggi e stili differenti, non tralasciando i più “leggeri” e accessibili come ad esempio quelli della commedia. La precedente edizione del bando promossa in via sperimentale nel 2018, ha registrato un grande interesse tanto da registrare la partecipazione di 350 organizzazioni tra imprese cinematografiche e organizzazioni di terzo settore. Le 10 opere selezionate hanno ottenuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali – tra cui la vittoria alla Festa del Cinema di Roma del docufilm “Santa Subito” di Alessandro Piva – ma, soprattutto, hanno contributo ad alimentare e qualificare una originale narrazione sul Sud attraverso i fenomeni sociali che lo attraversano, presso le comunità locali e, attraverso i festival, gli incontri, i canali distributivi e, più in generale, verso l’opinione pubblica. L’iniziativa è realizzata da Fondazione CON IL SUD e Apulia Film Commission, finanziata dalla Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale, nell’ambito del Piano strategico “Custodiamo la Cultura in Puglia” a valere su risorse FSC Puglia 2014-2020 – Patto per la Puglia e da risorse proprie di Fondazione CON IL SUD.

I N V I T I A P R E S E N T A R E P R O P O S T E

https://www.fondazioneconilsud.it/news/opportunita-per-cinema-e-terzo-settore-al-via-social-film-production-con -il-sud/?utm_source=newsletter&utm_campaign=Mailup_17luglio

Pagina 11

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Bando “Un domani possibile” Si chiama “Un domani possibile” l’ottavo bando di Con i Bambini, per favorire l’inclusione e l’autonomia dei minori e dei giovani migranti arrivati soli nel nostro Paese. Il bando è realizzato in collaborazione con “Never Alone – Per un domani possibile”, iniziativa nata nell’ambito del programma europeo “EPIM – European Programme for Integration and Migration” e promossa da Fondazione Cariplo, Fondazione Compagnia di San Paolo, Fondazione CON IL SUD, Fondazione CRT, Fondazione CRC, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Fondazione Peppino Vismara, ed è in continuità con i bandi precedenti realizzati nel quadro di tale iniziativa. Con i Bambini intende sostenere interventi, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che contribuiscano a offrire opportunità educative e di inclusione alle e ai giovani migranti, di età compresa tra i 17 ed i 21 anni, che hanno fatto ingresso in Italia da minorenni e da soli, fornendo loro un percorso di inserimento lavorativo di medio-lungo periodo, soluzioni abitative adeguate e l’integrazione in reti e relazioni sociali solide. Possono partecipare al bando partenariati composti da almeno 4 enti: un’organizzazione di Terzo settore con ruolo di soggetto responsabile; almeno un altro ente di Terzo settore con esperienza negli ambiti previsti dal bando; almeno un soggetto autorizzato allo svolgimento di attività di intermediazione al lavoro e almeno un partner pubblico il cui ruolo risulti funzionale al raggiungimento degli obiettivi previsti. Inoltre, potranno far parte del partenariato anche altre organizzazioni non profit, istituzioni, enti di formazione e della ricerca, imprese. Le proposte dovranno prevedere interventi in almeno due delle tre aree geografiche previste nel Bando (Nord, Centro, Sud e Isole). Complessivamente, attraverso il bando “Un domani possibile” sono messi a disposizione 5 milioni di euro. I progetti devono essere presentati esclusivamente online, tramite la piattaforma Chàiros, entro il 9 ottobre 2020. Le proposte valutate positivamente saranno sottoposte ad un’ulteriore fase di progettazione esecutiva in collaborazione con gli uffici di Con i Bambini, al termine della quale si procederà all’eventuale assegnazione del contributo. Come per i precedenti bandi di Con i Bambini, è prevista la valutazione di impatto dei progetti finanziati attraverso una successiva selezione di un ente terzo, in modo da poter procedere a una valutazione complessiva dell’efficacia delle azioni realizzate. Si stima che siano circa 60.000 i minori stranieri giunti in Italia da soli e diventati maggiorenni negli ultimi 5 anni, di cui ben 8.000 soltanto lo scorso anno. Secondo i dati del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, al 31 dicembre 2019 erano presenti in Italia 6.054 minori stranieri non accompagnati, ripartiti su quasi tutto il territorio italiano, ma concentrati prevalentemente in poche regioni: in particolare Sicilia (19,2%), seguita da Lombardia (13,6%), Friuli Venezia Giulia (11%) ed Emilia-Romagna (10%). I dati relativi alla distribuzione dell’età evidenziano che il 61,5% ha 17 anni, mentre nel 2015 i diciassettenni erano il 54%. I sedicenni rappresentano oggi il 26,1%, seguiti dai quindicenni (7,2%) e da chi ha meno di 15 anni (5,2%). I minori stranieri non accompagnati presenti sul territorio italiano si caratterizzano quindi per avere un’età sempre più alta e, di conseguenza, hanno a disposizione un tempo più breve per acquisire un’autonomia di vita che consenta loro di continuare il percorso di inclusione sociale avviato da minorenni. In generale, si osserva una maggiore fragilità psicologica, dovuta non solo al trauma del percorso migratorio, ma anche alla precarietà e all’incertezza rispetto al futuro. In conseguenza delle recenti riforme normative e, in particolare, dell’entrata in vigore della Legge 132/2018, la situazione è diventata ancora più complessa. Al compimento dei 18 anni vengono agevolati nella permanenza nel sistema di accoglienza SIPROIMI (ex SPRAR) solo i ragazzi che erano già accolti in tali strutture da minorenni e che hanno ottenuto il prosieguo amministrativo fino al ventunesimo anno. Per i neomaggiorenni che non erano in strutture SIPROIMI da minori la questione abitativa è ancora più critica perché devono trovare alloggi alternativi. Altrettanto complesso è diventato l’avvio di percorsi di inserimento lavorativo per le problematiche connesse all’iscrizione anagrafica. L’abolizione della protezione per motivi umanitari ha comportato una drastica riduzione delle richieste di protezione internazionale da parte dei minori non accompagnati. Per restare regolarmente sul territorio nazionale dopo il raggiungimento della maggiore età, diventa quindi cruciale per loro non soltanto il possesso di un passaporto, ma anche l’inserimento in un’attività lavorativa e/o di studio di medio-lungo periodo, la disponibilità di una soluzione abitativa e la possibilità di contare su relazioni umane solide e affidabili. Sui complessi percorsi di inclusione incidono inoltre il livello generalmente basso di istruzione di questi giovani, la difficoltà di accesso a opportunità educative adeguate alle loro condizioni e la scarsità di offerte culturali capaci di rafforzarne identità, aspirazioni e senso di fiducia verso il futuro. La povertà educativa è quindi un fattore che influisce in maniera decisiva sulla possibilità di realizzare un percorso che permetta loro, al compimento del diciottesimo anno, di rimanere legalmente nel nostro Paese. Il bando è disponibile al seguente link> https://www.fondazioneconilsud.it/news/un-domani-possibile-per-i-minori-stranieri-che-arrivano-soli-in-italia/? utm_source=newsletter&utm_campaign=Mailup_17luglio

I N V I T I A P R E S E N T A R E P R O P O S T E

Pagina 12

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Nuovo invito del valore di 10,5 milioni di euro a presentare progetti in materia di cibersicurezza La Commissione ha pubblicato, tramite il meccanismo per collegare l'Europa (CEF), un nuovo invito, del valore di 10,5 milioni di EUR, a presentare progetti volti a rafforzare le capacità di cibersicurezza dell'Europa e la cooperazione tra gli Stati membri. I progetti riguarderanno vari ambiti, quali la risposta coordinata agli incidenti di cibersicurezza, la certificazione della cibersicurezza, lo sviluppo delle capacità, la cooperazione istituzionale in materia di cibersicurezza e la cooperazione tra pubblico e privato. Thierry Breton, Commissario per il Mercato interno, ha dichiarato: "Il sostegno a progetti concreti nel settore della cibersicurezza contribuisce a far progredire le tecnologie e le soluzioni innovative in modo mirato. L'invito pubblicato oggi contribuirà a rafforzare la nostra resilienza contro le minacce informatiche, in linea con le nostre ambizioni digitali e con la nostra strategia globale, che comprende il regolamento sulla cibersicurezza, la direttiva NIS e le raccomandazioni del programma di cibersicurezza.” Il termine entro il quale presentare i progetti sulla pagina web dei bandi telecom 2020 del CEF è il 5 novembre e l'assegnazione delle sovvenzioni dovrebbe essere annunciata a maggio 2021. Maggiori informazioni sul nuovo invito sono disponibili qui. Maggiori informazioni sulle azioni dell'UE volte a rafforzare le capacità di cibersicurezza sono disponibili in queste domande e risposte, mentre i progetti in materia di cibersicurezza finanziati dall'UE sono reperibili qui.

INVITO A PRESENTARE PROPOSTE 2020 — EAC/A03/2020 Accreditamento Erasmus nel settore della gioventù

I N V I T I A P R E S E N T A R E

La proposta di programma UE 2021-2027 per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport si basa sugli articoli 165 e 166 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea e sul principio di sussidiarietà. Gli accreditamenti Erasmus sono uno strumento a disposizione delle organizzazioni che desiderano aprirsi alla cooperazione e agli scambi transfrontalieri. Le organizzazioni Erasmus accreditate otterranno un accesso agevolato alle opportunità di finanziamento previste nell’ambito dell’azione chiave 1 del futuro programma (2021-2027). Le condizioni per l’accesso ai finanziamenti da parte delle organizzazioni accreditate saranno definite mediante inviti annuali a presentare proposte pubblicati dalla Commissione europea. L’aggiudicazione dell’accreditamento Erasmus nel settore della gioventù conferma che il richiedente dispone di processi e misure adeguati ed efficaci per svolgere nel modo previsto attività di mobilità ai fini dell’apprendimento di elevata qualità e utilizzarle a beneficio del settore della gioventù. Questa azione persegue i seguenti obiettivi: rafforzare lo sviluppo personale e professionale dei giovani attraverso attività di mobilità ai fini dell’apprendimento non formali e informali promuovere la responsabilizzazione dei giovani, la loro cittadinanza attiva e la loro partecipazione alla vita democratica promuovere lo sviluppo della qualità nell’ambito dell’animazione socioeducativa a livello locale, regionale, nazionale, europeo e internazionale sviluppando le capacità delle organizzazioni attive nel settore della gioventù e sostenendo lo sviluppo professionale degli animatori socioeducativi promuovere l’inclusione e la diversità, il dialogo interculturale e i valori della solidarietà, delle pari opportunità e dei diritti umani tra i giovani in Europa Possono candidarsi unicamente i richiedenti che soddisfano i requisiti di cui all’articolo 23, paragrafo 1, del regolamento (UE) n. 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2013, che istituisce «Erasmus+»: il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport e che abroga le decisioni n. 1719/2006/CE, n. 1720/2006/CE e n. 1298/2008/CE (1). L’accreditamento Erasmus nel settore della gioventù è aperto alla partecipazione di qualsiasi organismo pubblico o privato stabilito Per conseguire l’accreditamento nell’ambito del presente invito, le candidature devono essere presentate entro il 31 dicembre 2021. Le proposte saranno valutate sulla base dei criteri di aggiudicazione nonché dei criteri di esclusione e selezione definiti nelle norme sulla presentazione delle candidature. L’agenzia nazionale responsabile della selezione nominerà un comitato di valutazione incaricato di sovrintendere alla gestione dell’intero processo di selezione. Sulla base della valutazione degli esperti, il comitato di valutazione definirà un elenco delle candidature proposte per la selezione. La proposta della Commissione relativa a un regolamento che istituisce il programma dell’Unione 2021-2027 per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport è disponibile al seguente indirizzo: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?qid=1585129325950&uri=CELEX%3A52018PC0367 Le condizioni, le norme e le procedure dettagliate relative al presente invito a richiedere l’accreditamento possono essere reperite nelle norme sulla presentazione delle candidature, disponibili al seguente indirizzo Internet: https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/calls/2020-erasmusaccreditation-youth Pagina 13 GUUE C 227 del 10/07/2020

P R O P O S T E

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Invito a presentare proposte 2020 Programma Erasmus+ Il presente invito a presentare proposte si basa sul regolamento (UE) n. 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2013, che istituisce «Erasmus+», il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport e sui programmi di lavoro annuale Erasmus+ per il 2019 e il 2020. Il programma Erasmus+ riguarda

Azione chiave 1 Mobilità individuale nel settore della gioventù

1o ottobre 2020 alle ore 12:00

Azione chiave 2 Partenariati strategici nel settore della gioventù

1o ottobre 2020 alle ore 12:00

il periodo dal 2014 al 2020 Qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, può candidarsi per richiedere finanziamenti nell’ambito del programma Erasmus+. Il bilancio totale destinato al presente invito a presentare proposte è stimato in 3 207,4 milioni di EUR. La scadenza di tutti i termini per la presentazione delle domande riportati di seguito è fissata in relazione all’ora di Bruxelles. Le condizioni dettagliate del presente invito a presentare proposte, comprese le priorità, sono disponibili nella guida al programma Erasmus+ al seguente indirizzo Internet: https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/ resources/programme-guide_it. GUUE C 373 del 05/11/19

Invito a presentare proposte 2020 - EAC/A03/2019 Corpo europeo di solidarietà Il presente invito a presentare proposte comprende le seguenti iniziative del corpo europeo di solidarietà: Progetti di volontariato Partenariati di volontariato (accordi specifici per il 2020 nell’ambito dell’accordo quadro di partenariato 2018-2020) Gruppi di volontariato in settori ad alta priorità Tirocini e lavori Progetti di solidarietà Etichetta di qualità Qualsiasi organismo pubblico o privato può presentare una domanda di finanziamento nell’ambito del corpo europeo di solidarietà. I gruppi di giovani registrati nel portale del corpo europeo di solidarietà possono inoltre presentare una domanda di finanziamento per progetti di solidarietà. Il bilancio totale stanziato per il presente invito è stimato a 117 650 000 EUR e si basa sul programma di lavoro annuale 2020 del corpo europeo di solidarietà. La scadenza di tutti i termini per la presentazione delle domande riportati di seguito è fissata alle ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles. Progetti di volontariato

1 ottobre 2020

Gruppi di volontariato in settori ad alta priorità

17 settembre 2020

Tirocini e lavori

1 ottobre 2020

Progetti di solidarietà

1 ottobre 2020

Le condizioni dettagliate del presente invito a presentare proposte, comprese le priorità, sono disponibili nella guida del corpo europeo di solidarietà 2020 al seguente indirizzo: https://ec.europa.eu/youth/solidarity-corps GUUE C 382 del 11/11/19

Invito a presentare proposte per sovvenzioni destinate a programmi di promozione multipli riguardanti prodotti agricoli attuati nel mercato interno e nei paesi terzi al fine di ripristinare la situazione del mercato a norma del regolamento (UE) n. 1144/2014 (2020/C 216/12) Con la presente si comunica l’apertura di un invito a presentare proposte per programmi di promozione multipli pubblicati nell’ambito del programma di lavoro annuale 2020 per la promozione di prodotti agricoli al fine di ripristinare la situazione del mercato nel settore. La dotazione di bilancio indicativa disponibile per le proposte selezionate nell’ambito del presente invito è complessivamente pari a 5 milioni di EUR. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 27 agosto 2020. Il testo integrale dell’invito è disponibile sul portale relativo ai finanziamenti e agli appalti (Funding & Tenders) (https://ec. europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/home) unitamente alle indicazioni destinate ai proponenti sulle modalità di presentazione delle proposte. Tutte le informazioni pertinenti saranno aggiornate, se necessario, sul medesimo portale. GUUE C 216 del 30/06/2020

I N V I T I A P R E S E N T A R E P R O P O S T E

Pagina 14

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


INVITO A RICHIEDERE L’ACCREDITAMENTO — EAC/ A02/2020 Accreditamento Erasmus nei settori dell’istruzione degli adulti, dell’istruzione e formazione professionale e dell’istruzione scolastica Il programma UE 2021-2027 per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport proposto dalla Commissione europea il 30 maggio 2018 (di seguito «il programma») non è ancora stato adottato dai legislatori europei. Tuttavia, il presente invito a richiedere l’accreditamento viene pubblicato per agevolare la candidatura dei potenziali beneficiari delle sovvenzioni dell’Unione europea non appena i legislatori europei avranno adottato la base giuridica. Gli accreditamenti Erasmus sono uno strumento a disposizione delle organizzazioni di istruzione e formazione che desiderano aprirsi alla cooperazione e agli scambi transfrontalieri. Le organizzazioni Erasmus accreditate otterranno un accesso agevolato alle opportunità di finanziamento previste nell’ambito dell’azione chiave 1 del futuro programma (2021-2027). Le condizioni per l’accesso ai finanziamenti da parte delle organizzazioni accreditate saranno definite mediate inviti annuali a presentare proposte pubblicati dalla Commissione europea. Possono candidarsi unicamente i richiedenti dotati di personalità giuridica ai sensi del regolamento (UE) n. 1288/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2013, che istituisce «Erasmus+»: il programma dell’Unione per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. La scadenza per la presentazione delle candidature per l’accreditamento Erasmus è il 29 ottobre 2020. La data indicativa di pubblicazione dei risultati della selezione è il 16 febbraio 2021. La proposta della Commissione relativa a un regolamento che istituisce il programma dell’Unione 2021-2027 per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport è disponibile al seguente indirizzo: https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?qid=1585129325950&uri=CELEX%3°52018PC0367 Le condizioni, le norme e le procedure dettagliate relative al presente invito a richiedere l’accreditamento possono essere reperite nelle norme sulla presentazione delle candidature, disponibili al seguente indirizzo internet: https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/calls/2020-erasmus-accreditation GUUE C 178 del 28/05/2020

Bando Socio Sanitario: povertà sanitaria e nuove dipendenze al Sud

I N V I T I A P R E S E N T A R E

La scadenza è stata prorogata al 28 agosto. La Fondazione CON IL SUD mette a disposizione 4,5 milioni di euro per l’accesso alle cure di persone in condizione di povertà sanitaria e per sperimentare cure contro le “new addictions” (gioco d’azzardo patologico, shopping compulsivo, dipendenza da internet, social network, videogiochi, ecc). Il Bando è rivolto al Terzo settore e agli enti pubblici socio-sanitari del Sud Italia. Povertà sanitaria e nuove dipendenze: due ambiti in cui diventa sempre più necessario intervenire. I dati parlano chiaro: da una parte, oltre 12 milioni di italiani che, anche come conseguenza dell’arretramento del finanziamento pubblico in sanità, nell’ultimo anno sono stati costretti a rinviare o rinunciare a prestazioni sanitarie per motivi economici; dall’altra la sempre maggiore diffusione delle nuove dipendenze, in cui non è implicato l’uso e abuso di sostanze chimiche, ma di un comportamento o un’attività lecita e socialmente accettata. Si tratta di problematiche come il gioco d’azzardo patologico, lo shopping compulsivo, la cosiddetta “new technologies addiction” (dipendenza da TV, internet, social network, videogiochi) che spesso continuano ad essere curate secondo gli standard applicati per il trattamento delle dipendenze da sostanze come droghe e alcol. In questo contesto la Fondazione CON IL SUD promuove la quarta edizione del Bando Socio Sanitario, mettendo a disposizione 4,5 milioni di euro per sostenere interventi di contrasto alla povertà sanitaria e la sperimentazione di cure specifiche per le “nuove dipendenze” al Sud. L’iniziativa si rivolge alle organizzazioni di terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia che potranno proporre interventi in uno solo degli ambiti previsti: lo sviluppo di sistemi innovativi e integrati di accesso alle cure per persone in condizione di povertà sanitaria (a disposizione 3 milioni di euro) oppure la sperimentazione di metodologie alternative di cura per le nuove dipendenze (a disposizione 1,5 milioni di euro). Le partnership di progetto dovranno essere composte da almeno tre organizzazioni: due del Terzo settore più l’ente pubblico responsabile dei servizi socio-sanitari del territorio in cui si vuole intervenire. Potrà essere coinvolto anche il mondo delle istituzioni, dell’università, della ricerca e quello economico. Il Bando prevede due fasi: la prima, finalizzata alla selezione delle proposte con maggiore potenziale impatto sul territorio e la seconda, di progettazione esecutiva, con l’obiettivo di ridefinire eventuali criticità rilevate nella fase di valutazione. “Fenomeni come la migrazione sanitaria evidenziano ancora una volta una forte disparità tra Nord e Sud: a livello di offerta sanitaria, ma anche di standard qualitativi”, ha commentato Carlo Borgomeo, Presidente della Fondazione CON IL SUD. “E’ ormai evidente che il Terzo settore assume oggi un ruolo importantissimo anche in questo ambito, fornendo sempre più spesso servizi che il Sistema Sanitario Nazionale ha difficoltà ad erogare e garantendo quindi la possibilità di cure a moltissime persone in difficoltà. Un ruolo, quello del Terzo settore, che non può e non deve essere sostitutivo o alternativo a quello pubblico, ma complementare.” Le proposte dovranno essere presentate online entro il 28 agosto 2020, attraverso la piattaforma Chàiros. Sulla piattaforma sono presenti due diverse “voci”, a seconda della linea di intervento prescelta (a) Povertà sanitaria; b) Nuove dipendenze. Tutte le informazioni sono disponibili nella sezione bandi. Con le tre precedenti edizioni del bando sono stati sostenuti, con circa 13 milioni di euro, 36 progetti per la cura e integrazione di persone disabili e anziani non autosufficienti. https://www.fondazioneconilsud.it/news/bando-sociosanitario-poverta-sanitaria-e-nuove-dipendenze-al-sud/?utm_source=newsletter&utm_campaign=Mailup_29maggio Pagina 15

P R O P O S T E

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


MISE: pubblicato il bando “Voucher 31” per le start up innovative A partire da lunedì 15 giugno, si potranno presentare le domande per richiedere il "Voucher 3I - Investire in innovazione", che mira a sostenere la competitività delle start up innovative finanziando i servizi di consulenza necessari a valorizzare e tutelare, in Italia e all’estero, i processi tecnologici attraverso la brevettabilità dell’invenzione. Lo rende noto il Mise, sottolineando che con la pubblicazione odierna del bando diventa, infatti, operativa la misura agevolativa prevista dal “Decreto Crescita”, che prevede uno stanziamento di 19,5 milioni per il triennio 2019-2021. Per avere diritto al voucher, i servizi di consulenza dovranno essere forniti da consulenti in proprietà industriale o avvocati, iscritti in appositi elenchi predisposti rispettivamente dall’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e dal Consiglio nazionale forense. I servizi acquisibili con il voucher riguardano: la realizzazione di ricerche di anteriorità preventive e la verifica della brevettabilità dell’invenzione; la stesura della domanda di brevetto e il suo deposito presso l'Ufficio italiano brevetti e marchi; il deposito all’estero di una domanda nazionale di brevetto. Le domande dovranno essere presentate a Invitalia, che gestisce la procedura.

Connessione gratis nei Comuni grazie a WIFI4EU, il progetto da 120 milioni euro esteso di altri 8 mesi Sono già quasi 30 mila i comuni che si sono registrati. Ma in considerazione della crisi da Coronavirus che colpisce attualmente comuni e regioni di tutta Europa, la Commissione europea ha deciso di concedere una proroga dei tempi di installazione a tutti i beneficiari di WiFi4EU, il progetto che mira a fornire connettività Wi-Fi pubblica gratuita per le reti di cittadini e visitatori, da 6 mila a 8 mila comunità entro il 2020 in tutta l’UE. Dai 18 mesi iniziali, il periodo concesso per finalizzare l’installazione della rete è stato prorogato di altri 8 mesi. L’iniziativa WiFi4EU è aperta agli enti pubblici di tutti gli Stati membri dell’UE e dei paesi SEE partecipanti (Norvegia e Islanda). I comuni selezionati riceveranno un voucher di 15 mila euro da utilizzare per installare un hotspot Wi-Fi funzionante, entro il tempo previsto. Con WiFi4EU la Commissione europea intende promuovere le connessioni wi-fi gratuite per i cittadini e i visitatori in spazi pubblici quali parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, musei e centri sanitari in tutta Europa. L’iniziativa, che avrà un bilancio di 120 milioni di euro tra il 2018 e il 2020 ,favorirà l’installazione di dispositivi per il wi-fi all’avanguardia nei centri delle città. L’invito a presentare la domanda è rivolto ai comuni e alle associazioni costituite dai comuni. Qui l’elenco dei soggetti ammissibili. I beneficiari saranno selezionati in base all’ordine di presentazione delle domande, per registrarsi basta cliccare qui: https://wifi4eu.ec.europa.eu/#/beneficiary-landing

Invito a presentare proposte per sovvenzioni destinate a programmi di promozione semplici riguardanti prodotti agricoli attuati nel mercato interno e nei paesi terzi al fine di ripristinare la situazione del mercato a norma del regolamento (UE) n. 1144/2014 (2020/C 216/11) Con la presente si comunica l’apertura di un invito a presentare proposte per programmi di promozione semplici pubblicati nell’ambito del programma di lavoro annuale 2020 per la promozione di prodotti agricoli al fine di ripristinare la situazione del mercato nel settore. La dotazione di bilancio indicativa disponibile per le proposte selezionate nell’ambito del presente invito è complessivamente pari a 5 milioni di EUR. Il termine ultimo per la presentazione delle proposte è il 27 agosto 2020. Il testo integrale dell’invito è disponibile sul portale relativo ai finanziamenti e agli appalti (Funding & Tenders) (https://ec. europa.eu/info/funding-tenders/ opportunities/portal/screen/home) unitamente alle indicazioni destinate ai proponenti sulle modalità di presentazione delle proposte. Tutte le informazioni pertinenti saranno aggiornate, se necessario, sul medesimo portale. GUUE C 216 del 30/06/2020

Invito a presentare proposte L’Istituto Banca europea per gli investimenti propone una nuova borsa di studio EIBURS nell’ambito del suo Programma Sapere

I N V I T I A P R E S E N T A R E P R O P O S T E

Per ottenere una borsa di ricerca a titolo del Programma Sapere dell’Istituto Banca europea per gli investimenti esistono diverse possibilità, tra cui la seguente: EIBURS (EIB University Research Sponsorship Programme), programma di sostegno alla ricerca universitaria EIBURS offre borse di studio a facoltà universitarie o centri di ricerca associati a università nell’UE, nei paesi candidati o potenziali candidati impegnati in filoni di ricerca di significativo interesse per la Banca. Le borse di studio EIBURS, che prevedono una dotazione complessiva fino a 100 000 EUR su un periodo di tre anni, sono assegnate con una procedura selettiva a facoltà o centri di ricerca universitari interessati che possiedono una comprovata esperienza nell’ambito prescelto. Il superamento della selezione comporta la consegna di diversi prodotti finali che saranno oggetto di accordo contrattuale con la Banca europea per gli investimenti. Per l’anno accademico 2020/2021, il programma EIBURS invita a presentare proposte su un nuovo tema di ricerca: «Impatto dell’integrazione di genere nei progetti infrastrutturali» Le proposte devono essere redatte in inglese e presentate entro le ore 24:00 (CET) del 30 settembre 2020. Le proposte presentate dopo tale data non saranno prese in considerazione. L’indirizzo e-mail da utilizzare per l’invio delle proposte è il seguente: Events.EIBInstitute@eib.org Maggiori informazioni sul processo di selezione EIBURS e sull’Istituto BEI sono disponibili al seguente indirizzo: http://institute.eib.org/. GUUE C 227 del 10/07/2020 Pagina 16

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Toolkit SALTO “Peace on the Streets!" Un toolkit sulle strategie di campagne e la pianificazione di progetti sui temi della pace, la non violenza e l'antimilitarismo. L’obiettivo è fornire agli operatori giovanili e agli attivisti per la pace più strumenti per pianificare azioni e campagne di successo legate alla pace, alla non violenza e all'antimilitarismo. Il toolkit include: - Suggerimenti e strumenti su come avviare una campagna e un'azione di pace - Esempi di diverse forme di azione e buone pratiche di campagne e azioni di successo - Consigli sulla narrazione strategica - Suggerimenti su come ottenere denaro per campagne e azioni https://www.salto-youth.net/downloads/toolbox_tool_download-file-2248/toolkit_Peace-on-the-Streets.pdf

BANDO DI CONCORSO GENERALE EPSO/AST-C/10/20 SEGRETARI (SC 1/SC 2)

Termine ultimo per l’iscrizione: 8 settembre 2020 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza un concorso generale per esami al fine di costituire elenchi di riserva dai quali le istituzioni dell’Unione europea potranno attingere per l’assunzione di Proposte di Lavoro nuovi funzionari « segretari » (gruppo di funzioni https://www.eurocultura.it/partire/lavoro-all-estero/colti-al-voloAST-SC). Il presente bando di concorso e i suoi lavoro-all-estero allegati costituiscono il quadro giuridicamente vincolante delle procedure di selezione. Numero dei posti disponibili nell’elenco di riserva: Vivi un'esperienza di soggiorno Il presente bando di concorso generale ripresso una famiglia guarda due gradi. È possibile candidarsi per uno solo di essi Le migliori famiglie ospitanti in oltre 160 Paesi, dalle metropoli Grado SC 1: 328 Grado SC 2: 207 più note ai centri medio piccoli più graziosi. I candidati devono conoscere almeno 2 lingue https://www.homestay.com/it? ufficiali dell’UE, la prima almeno al livello C1 utm_medium=affiliate&utm_source=eurocultura-homestay(lingua 1: conoscenza approfondita) e la seconitalian da almeno al livello B2 (lingua 2: conoscenza soddisfacente). Grado SC 1: studi secondari attestati da un diploma che dia accesso all’istruzione superiore, seguiti da un’esperienza professionale della durata di almeno 3 anni direttamente attinente alla natura delle funzioni da svolgere oppure una formazione professionale (equivalente al livello 4 del quadro europeo delle qualifiche (http://ec.europa.eu/ ploteus/search/site?f%5B0%5D=im_field_entity_type%3A97), seguita da almeno 3 anni di esperienza professionale direttamente attinente alla natura delle funzioni da svolgere Grado SC 2: studi secondari attestati da un diploma che dia accesso all’istruzione superiore, seguiti da un’esperienza professionale della durata di almeno 7 anni direttamente attinente alla natura delle funzioni da svolgere oppure una formazione professionale (equivalente al livello 4 del quadro europeo delle qualifiche (http://ec.europa.eu/ ploteus/search/site?f%5B0%5D=im_field_entity_type%3A97), seguita da almeno 7 anni di esperienza professionale direttamente attinente alla natura delle funzioni da svolgere Occorre iscriversi per via elettronica collegandosi al sito dell’EPSO http://jobs.eu-careers.eu entro la seguente data: 8 settembre 2020 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell’EPSO: https://epso.europa.eu/ GUUE C / A 211 del 25/06/2020

C O N C O R S I

Erasmus+ Covid-19 Mobility Status: nuovo strumento online! A causa dell'attuale crisi sanitaria, lo spazio europeo dell'istruzione superiore e la mobilità Erasmus in particolare, hanno subito pesanti sconvolgimenti e numerosi studenti e istituti di istruzione superiore (IIS) si trovano ad affrontare non poche incertezze. Per essere di aiuto agli studenti in questi tempi senza precedenti, la European University Foundation, con il sostegno dell'Agenzia nazionale svizzera per la mobilità Movetia e dell'Università di Porto, ha sviluppato il sito web Erasmus+ Covid-19 Mobility Status, uno strumento online dove gli studenti possono verificare informazioni utili riguardanti l'università europea che li ospita per il semestre autunnale 2020/2021. Le informazioni sono fornite dagli stessi istituti di istruzione superiore attraverso questo servizio online, che può essere utilizzato gratuitamente. Per effettuare la ricerca di un IIS, basta digitare il nome, la città o il Paese nella casella di ricerca. Lo strumento Erasmus+ Covid-19 Mobility Status è un ottimo esempio di come la digitalizzazione può supportare le procedure amministrative che circondano le mobilità Erasmus, lasciando più tempo per attività orientate alla qualità. La banca dati contiene attualmente le voci di oltre 700 istituzioni ed è ancora in fase di sviluppo. https://covid.uni-foundation.eu/? fbclid=IwAR2pI9uBxnsK1JeUKbJ5ZXw9p5nvvs0FVzuizOlN7NUBJr7qVV9upu9caWI Pagina 17

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


ESC (Corpo Europeo di Solidarietà) Per nuove opportunità SVE e Scambi internazionali: Euromed Carrefour Sicilia : https://www.facebook.com/euromedcarrefour.europedirect/ Info Associazione Culturale Strauss: Telefono: 0934 951144 E-mail: arcistrauss@arcistrauss.it , kype: associazione.culturale.strauss SVE: evs@arcistrauss.it Associazione info@volontariatointernazionale.org http://associazionejoint.org/ Contatti: RIVE - Via Giovanola 25/C 20142 Milano tel. 02 45472364 mail: info@serviziovolontarioeuropeo.it Info: CANTIERI CREATIVI JUMP IN via della repubblica 32 73037 Poggiardo (LE) Mail selezionejumpin@hotmail.it Web Site: WWW.JUMPINWEB.EU

Stage all'estero

https://www.eurocultura.it/partire/stage-all-estero/coltial-volo-stage-all-estero

Tutti i concorsi dell’Unione Europea alla pagina:

http://www.carrefoursicilia.it/CONCORSI1.htm Lavoro, stage, scambi e tirocini su https:// www.eurocultura.it/

Potete trovare altri concorsi Nel sito dell’Informagiovani: https://www.informa-giovani.net/notizie? utm_medium=email&utm_source=VOXmail% 3A565606+Nessuna+cartella&utm_campaign=VO Xmail% 3A1542051+Oltre+1.600+posti+per+laureati+e+di plomati%2C+borse+di+studio+

Volontariato all’estero

https://www.eurocultura.it/partire/volontariato-all-estero/colti-al-volo-volontariato

Per altre opportunità

Nella nostra pagina Facebook troverete altre opportunità di lavoro e studio: https://www.facebook.com/pg/ euromedcarrefour.europedirect/posts/? ref=notif http://www.carrefoursicilia.it/GIOVANI.htm https://www.portaledeigiovani.it/

Lifelong Learning Awards 2020

C O N C O R ! S I

Nel 2016, la Piattaforma per l'apprendimento permanente (LLLP) ha lanciato i Lifelong Learning Awards per celebrare le pratiche creative ed inclusive. L'obiettivo del Premio per l'apprendimento permanente è quello di dare visibilità alle pratiche innovative che si realizzano in tutta Europa al fine di attirare l'attenzione del pubblico sull'apprendimento permanente e di ispirare nuove azioni e politiche. La Piattaforma per l'apprendimento permanente seleziona ogni anno la sua priorità specifica che può essere collePubblicazione di un posto gata all'anno europeo se il tema è rilevante. Per i LLLAwards 2020, il tema è "Apprendimento permanente per società sostevacante per la posizione nibili" (Lifelong Learning For Sustainable Societies). Questo amdi direttore esecutivo pio tema è declinato nelle attività e nelle categorie dei premi. (Agente temporaneo — grado AD 14) AgenL'obiettivo dei LLLAwards è infatti quello di riconoscere zia europea di controllo della pesca e premiare tre iniziative in tre diverse categorie, come segue: (EFCA) — Vigo (Spagna) 1. L'apprendimento che dà potere - Il futuro dell'apprendimento 2. L'apprendimento che conta - Il futuro delle competenze L’Agenzia europea di controllo della pesca 3. Apprendimento che dura - Apprendimento sostenibile (EFCA o «l’Agenzia») è un’agenzia dell’UE Si prega di leggere con attenzione i criteri di ammissibilità prima di con sede a Vigo (Spagna). La sua missione e presentare la candidatura. Scadenza: 31 agosto 2020. i suoi compiti sono definiti nel capo II del regohttp://lllplatform.eu/what-we-do/lll-awards/ lamento e comprendono, tra l’altro, il coordinamento operativo delle attività di controllo e di ispezione della pesca praticate dagli Stati membri e l’assistenza ai medesimi affinché rispettino le norme della politica comune della pesca, al fine di assicurarne l’applicazione effettiva e uniforme. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web dell’EFCA: https://www.efca.europa.eu/en. Requisiti: Cittadinanza: essere cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea Laurea o diploma universitario un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa attestato da un diploma quando la durata normale di tali studi è di quattro anni o più, o un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa attestata da un diploma, e almeno un anno di esperienza professionale specifica, quando la durata normale di tali studi è di almeno tre anni Esperienza professionale: aver maturato almeno 15 anni di esperienza post laurea dopo avere acquisito la qualifica di cui sopra, di cui almeno 5 anni di esperienza maturata in un ambito rilevante per l’attività dell’Agenzia Esperienza in funzione dirigenziale: almeno cinque anni di esperienza professionale maturati in una funzione dirigenziale di alto livello Conoscenze linguistiche: possedere una conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell’Unione europea e una conoscenza soddisfacente di un’altra lingua ufficiale dell’Unione europea Limiti di età: essere in grado di portare a termine il mandato quinquennale prima di raggiungere l’età del pensionamento che, per gli agenti temporanei dell’Unione europea, scatta alla fine del mese in cui compiono 66 anni. Per presentare la propria candidatura occorre iscriversi via Internet collegandosi al seguente sito e seguire le istruzioni relative alle varie fasi della procedura: https://ec.europa.eu/dgs/human-resources/ seniormanagementvacancies/, entro il 9 settembre 2020 ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles GUUE C / A 231 del 14/07/2020 Pagina 18

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Quanto sai dei diritti umani nell'UE? Quiz del Parlamento Europeo Come cittadini dell'Unione Europea, godiamo di numerosi diritti. L'UE si impegna a proteggere i diritti umani in Europa e oltre. Il Parlamento europeo cerca di aumentare la consapevolezza organizzando dibattiti, adottando risoluzioni e riconoscendo gli sforzi dei difensori dei diritti umani con un premio annuale. Mettete alla prova le vostre conoscenze sui diritti umani nell’UE con questo quiz. https://www.europarl.europa.eu/news/en/headlines/society/20191205STO68454/quiz-how-much-do-you-knowabout-human-rights-in-the-eu

Concorso People in Mind 2020

People In Mind è un concorso di arti grafiche aperto a tutti, nato con l'obiettivo di sensibilizzare sul tema della lotta contro lo stigma nei confronti delle persone che soffrono di disturbi mentali. L’iniziativa ha invitato ad esprimere, tramite la pittura, il fumetto o il disegno, cosa significhi "avere a mente" e "mettere al centro" le persone con disturbi mentali per ricordare da un lato che la vita non dovrebbe essere interrotta o compromessa dalle malattie mentali, e dall’altro che è importante conoscere queste patologie e il loro impatto sulla vita delle persone e dei loro familiari per capire cosa significa vivere con disturbi mentali. Dopo il successo dello scorso anno, Lundbeck Italia ha lanciato la seconda edizione del concorso che quest'anno tra le categorie ammesse, oltre a pittura, disegno e fumetto, prevede anche la fotografia digitale. Per ciascuna categoria – disegno, pittura, fumetto, fotografia digitale – i membri della giuria di esperti voteranno le opere in gara. A fine votazione, la giuria decreterà le 12 opere finaliste (le prime 3 classificate per ogni categoria). A partire da settembre 2020, anche i membri della Community People in Mind potranno votare le loro opere preferite. Premio giuria: 4 opere, la prima classificata di ogni categoria, riceveranno un buono del valore di 1000 euro.Premio community: 4 opere, la prima classificata di ogni categoria, saranno premiate direttamente dalla Community People In Mind. 24 opere finaliste, sei per categoria, saranno esposte all’evento di premiazione, che si terrà a Roma nel 2021, e saranno vendute a scopo benefico nel corso del 2022. Scadenza: 10 ottobre 2020. http://www.concorsopeopleinmind.it/

Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee Il 1giugno 2020 è stato lanciato il bando della nona edizione del Premio Francesco Fabbri per le Arti Contemporanee. Il Premio si articola in due sezioni: Arte emergente e Fotografia contemporanea. La prima è dedicata agli autori under 35 che, secondo una logica intermediale, potranno partecipare con ogni forma creativa visiva: dalla pittura all’installazione, dalla fotografia alla videoarte, dalla performance e sound art fino al disegno e alla grafica. La seconda sezione invece, priva di limiti anagrafici, è dedicata alla Fotografia contemporanea attraverso una varietà di concezioni dello specifico medium, in continuità con l’attività di Fondazione Francesco Fabbri che promuove il Festival F4 / un’idea di Fotografia ed il Master in Photography dell’Università IUAV. A entrambe le sezioni potranno partecipare autori da ogni paese del mondo. I due vincitori riceveranno un premio acquisto di 5.000 euro ciascuno, le opere entreranno nella collezione permanente di Fondazione Francesco Fabbri e saranno custodite nel centro residenziale di Casa Fabbri. Le opere finaliste saranno esposte a Villa Brandolini a Pieve di Soligo (Tv) dal 21 novembre al 20 dicembre 2020; durante il vernissage saranno proclamati i vincitori alla presenza degli operatori, della stampa e del pubblico. Fondazione Fabbri consapevole della grave crisi in cui versa il sistema culturale a seguito della pandemia di COVID-19, ed in particolare la condizione dei lavoratori dell’arte, ha deciso di rendere totalmente gratuita l’iscrizione all’edizione 2020 del Premio Fabbri. Scadenza: 4 settembre 2020. https://www.fondazionefrancescofabbri.it/it/arti/premio-francesco-fabbri-2020/

C O N C O R S I

AVVISO DI POSTO VACANTE Presidente Rif. 202016TAAD15 L’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (EIOPA) è un’autorità indipendente dell’Unione europea istituita il 1o gennaio 2011 dal regolamento (UE) n. 1094/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio. L’EIOPA ha un ruolo centrale nella vigilanza delle compagnie assicurative e riassicurative e delle pensioni aziendali e professionali nell’UE. Per la sede di Francoforte sul Meno, in Germania, l’EIOPA invita a presentare candidature per la posizione di Presidente. Requisiti: Un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa attestata da un diploma, quando la durata normale di tali studi è di almeno quattro anni, o un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa attestata da un diploma6 e un’esperienza professionale pertinente di almeno un anno, quando la durata normale di tali studi è di almeno tre anni Per essere idoneo alla posizione, il candidato deve avere almeno 15 anni di comprovata esperienza professionale(8), dopo il completamento della formazione di cui al punto 1.2.1., dei quali almeno cinque devono essere stati maturati in funzioni di alto livello nei settori di competenza dell’EIOPA. Per ragioni operative, essendo l’inglese la lingua di lavoro dell’EIOPA, è richiesta un’ottima conoscenza di tale lingua, sia scritta sia parlata. Per essere idoneo alla posizione, il candidato deve essere in grado di portare a termine il mandato quinquennale prima di raggiungere l’età del pensionamento, che per gli agenti temporanei dell’Unione europea scatta alla fine del mese di compimento del 66o anno d’età. Le candidature, in lingua inglese, datate e firmate, corredate di un curriculum vitae e una lettera di motivazione, devono essere presentate al seguente indirizzo: 202016TAAD15@eiopa.europa.eu entro le ore 23:59 CET del 31 agosto 2020. GUUE C 233 del 15/7/2020

Pagina 19

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Piattaforma “One Star, One Wish” La piattaforma “One Star, One Wish” è stata ideata dalla Rappresentanza della Commissione europea in Belgio per celebrare la solidarietà europea e rendere omaggio a tutti i cittadini che stanno lavorando giorno e notte per aiutare l’Europa ad affrontare l’emergenza da COVID-19. La piattaforma funziona così: i partecipanti sono invitati a caricare una stella che può essere disegnata e/o personalizzata (sulla base del modello fornito nel sito internet) e dedicarla ad una causa, ad una persona amata o a qualcuno che si vuole ringraziare. Tutte le stelle formeranno un mosaico europeo che riprodurrà la bandiera dell’Unione europea. La Rep in Belgio ha condiviso questo progetto con noi e noi con voi per far sì che le stelle provengano da cittadini di tutti gli Stati dell’UE. Potete partecipare voi in prima persona e/o inoltrare il link del sito web ai vostri contatti. In Belgio i destinatari sono stati scuole/ragazzi/genitori. Per ragioni di budget, il sito è disponibile soltanto in francese, olandese, tedesco e inglese. Per ragioni di protezione dei dati, le stelle possono essere caricate soltanto dagli adulti https://sharingbox.com/1star1wish/index-en.html

AVVISO DI POSTO VACANTE PRESIDENTE DELL’ESMA (F/M) RIF.: ESMA/2020/VAC11/AD15 Tipo di contratto

Agente temporaneo

Gruppo di funzioni e grado

AD 15

Durata del contratto

Cinque anni, con possibilità di rinnovo una sola volta

Dipartimento

ESMA/Alta dirigenza

Sede di servizio

Parigi (Francia)

Termine per la presentazione delle candidature

2 settembre 2020 (23:59, ora locale di Parigi)

Elenco di riserva valido fino al

31 dicembre 2021

L’ESMA organizza una procedura di selezione per il posto di presidente dell’ESMA. Il presidente dell’ESMA è un professionista indipendente a tempo pieno, membro del personale dell’Autorità, con sede a Parigi, in Francia. Svolge il ruolo di presidente ed è membro con diritto di voto del consiglio delle autorità di vigilanza e del consiglio di amministrazione dell’ESMA. Il presidente è il volto dell’Autorità e definisce l’orientamento strategico a lungo termine di quest’ultima. Il mandato del presidente è di cinque anni ed è rinnovabile una volta. Requisiti: avere un livello di studi corrispondente per lo meno a una formazione universitaria completa quadriennale attestata da un diploma e un’esperienza professionale comprovata di quindici (15) anni maturata dopo il conseguimento di tale diploma avere un livello di studi corrispondente per lo meno a una formazione universitaria completa triennale attestata da un diploma e un’esperienza professionale comprovata di sedici (16) anni maturata dopo il conseguimento di tale diploma Almeno quindici (15) anni di esperienza (acquisita dopo il livello di istruzione richiesto, cfr. parte 3 A), di cui almeno cinque (5) anni in una posizione dirigenziale nell’ambito del mandato dell’ESMA Ottima padronanza scritta e orale della lingua inglese Gli interessati devono presentare la candidatura trasmettendo la documentazione descritta di seguito all’indirizzo di posta elettronica vacancies@esma.europa.eu entro la scadenza indicata. La domanda deve contenere: il CV (in formato Europass) e una lettera di motivazione in inglese (lingua di lavoro dell’ESMA). GUUE C 242 A del 22/07/2020

C O N C O R S I

Sono aperte le candidature all’11a edizione dell’Access City Award La Commissione ha dato il via all’11a edizione dell’Access City Award, il concorso che riconosce e celebra la volontà, la capacità e gli sforzi delle città dell’UE per diventare più accessibili alle persone con disabilità e agli anziani. Le città accessibili possono contribuire a garantire condizioni di accesso eque, a migliorare la qualità della vita e a far sì che tutti possano beneficiare di tutte le risorse e le amenità che hanno da offrire. Negli ultimi mesi, inoltre, le città hanno dimostrato di poter svolgere un ruolo importante per fronteggiare le sfide globali, come la pandemia di coronavirus, e il concorso di quest'anno rifletterà questo aspetto. Helena Dalli, Commissaria per l’Uguaglianza, ha dichiarato: "Le città sono in prima linea nel fronteggiare le sfide connesse alla pandemia di coronavirus. Garantire a tutti l'accesso ai luoghi e ai servizi pubblici è più che mai una priorità. Per questo quest’anno ci sarà una menzione speciale “accessibilità dei servizi pubblici in tempi di pandemia” per premiare gli sforzi delle città.” Le città dell'UE con oltre 50 000 abitanti possono candidarsi fino al 9 settembre prossimo. Visto il successo delle precedenti edizioni, la Commissione europea continuerà a premiare le città 1a, 2a e 3a classificata, rispettivamente con 150 000 EUR, 120 000 EUR e 80 000 EUR. La Commissaria Dalli svelerà i vincitori alla cerimonia di premiazione che si terrà all'inizio di dicembre. Lo scorso anno, ad aggiudicarsi l’Access City Award 2020 è stata Varsavia, per essere riuscita a migliorare in modo sostanziale la sua accessibilità in un breve lasso di tempo. Maggiori informazioni sull’Access City Award sono disponibili qui. Maggiori informazioni su come candidarsi all'edizione 2021 sono disponibili qui.

Pagina 20

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Con nuovi colori e ancora più energia, al via l’edizione 2020 di Art and Act! Siamo felici di annunciare l’apertura della seconda edizione di Art and Act – Marie Marzloff Award. Art and Act è un concorso artistico internazionale ispirato alle idee e alle passioni di Marie Marzloff (02/11/1980 -13/02/2018). Art and Act offre a persone provenienti da ogni parte del mondo l’opportunità di combinare creatività e pensiero critico in opere d’arte originali che affrontino le sfide della contemporaneità e incoraggino una riflessione sul nostro tempo. Quest’anno artiste ed artisti avranno la possibilità di fare luce sulle conseguenze della crisi che sta avendo un forte impatto sulle nostre vite e sulla nostra società. Abbiamo già osservato alcune di queste ricadute negative quali il trasformarsi del distanziamento fisico in mancanza di relazioni umane e paura dell’Altro, la povertà crescente, il prolungamento della chiusura delle scuole e la necessità di fornire un supporto educativo alle persone che non hanno accesso a strumenti digitali, l’inasprirsi del divario di genere nonché l’aumento della violenza di genere, ecc. Sono diversi gli scenari che si aprono di fronte ai nostri occhi e per questo ti invitiamo a unirti a noi in questo processo di riflessione condividendo, attraverso la magia dell’arte, idee sul futuro delle nostre comunità. Il tema dell’edizione 2020: Finestre di comunità Il 2020 ridisegna, a livello mondiale, gli spazi e i tempi del nostro vivere comunitario portando con sé la riflessione sui cambiamenti sociali connessi. La finestra è il nostro nuovo punto di osservazione, reale e metaforico, sul mondo che ci circonda e sugli scenari che lo attendono, siano essi legati alla nostra comunità locale o alla comunità-mondo. Le disuguaglianze si accentuano e nuove prospettive di cooperazione e dialogo si intravedono e sembrano necessarie. Abbiamo imparato ad osservare il mondo a distanza e ci siamo riavvicinati a noi stessi praticando una forte introspezione. L’esperienza di “io senza l’altro”, ci fa riflettere sul senso di comunità e ci sfida a continuare a costruirne nuove identità e significati. E tu, quale “immaginario di comunità” osservi dalla tua finestra? Linee guida Chiediamo ad artisti, professionisti, dilettanti e studenti di inviare un’opera che interpreti il tema scelto per l’edizione 2020. Le opere dovranno essere capaci di stimolare la riflessione critica e rispecchiare idee creative che mostrino opportunità e considerazioni di carattere concettuale, sociale e politico e dovranno ispirarsi al tema scelto per quest’anno e allo spirito del concorso. I candidati dovranno inviare un’opera originale. Sono ammesse tutte le tipologie di arti grafiche: disegni, illustrazioni, dipinti, illustrazioni digitali, fotografie, fumetti, collage e non solo. Al concorso potranno prendere parte anche collettivi artistici. Ogni artista o collettivo potrà partecipare presentando un’unica opera. La partecipazione è gratuita. Inoltre, le opere vincitrici faranno parte delle campagne di comunicazione del CESIE. Inviare la documentazione richiesta attraverso il modulo online entro il 1° ottobre 2020. Una selezione delle opere sarà esposta nel corso di un evento annuale organizzato dal CESIE. Per maggiori info: https://cesie.org/artandact/

C O N C O R S I

L’Istituto Banca europea per gli investimenti propone una nuova borsa di studio EIBURS nell’ambito del suo Programma Sapere

Per ottenere una borsa di ricerca a titolo del Programma Sapere dell’Istituto Banca europea per gli investimenti esistono diverse possibilità, tra cui la seguente: EIBURS (EIB University Research Sponsorship Programme), programma di sostegno alla ricerca universitaria. Le borse di studio EIBURS, che prevedono una dotazione annua complessiva fino a 100 000 EUR su un periodo di tre anni, sono assegnate con una procedura selettiva a facoltà o centri di ricerca universitari interessati che possiedono una comprovata esperienza nell’ambito prescelto. Il superamento della selezione comporta la consegna di diversi prodotti finali che saranno oggetto di accordo contrattuale con la Banca europea per gli investimenti. Per l’anno accademico 2020/2021 il programma EIBURS invita a presentare proposte su un nuovo tema di ricerca: «Competitività, crescita e digitalizzazione delle imprese» La BEI è interessata a ricevere una proposta di ricerca esaustiva che analizzi i temi descritti avvalendosi non solo di dati a livello di impresa ma anche di quelli provenienti dall’indagine EIBIS, in coordinamento e in cooperazione con il Dipartimento Studi economici della BEI in quanto depositario di questi ultimi. Le proposte devono essere redatte in inglese e presentate entro le ore 24:00 (CET) del 30 settembre 2020. Le proposte presentate dopo tale data non saranno prese in considerazione. L’indirizzo e-mail da utilizzare per l’invio delle proposte è il seguente: Events.EIBInstitute@eib.org Maggiori informazioni sul processo di selezione EIBURS e sull’Istituto BEI sono disponibili al seguente indirizzo: http://institute.eib.org/. GUUE C 219 del 03/07/20

Pagina 21

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


TuttoMondo Contest sulla parità di genere Save the Children Italia Onlus ha lanciato la settima edizione del TuttoMondo Contest, un concorso artistico a tema per audiovisivi, fotografia e scrittura. Possono partecipare al concorso opere realizzate da giovani fino ai 21 anni e prodotte nei più svariati contesti sociali: scuole, centri di aggregazione, associazioni, gruppi informali, ma anche da singoli autori. I minori possono partecipare a condizione che sia stata espressa autorizzazione da parte del genitore o legale rappresentante. Il tema di questa edizione è: “Il mondo con occhi di ragazza”. In Italia violenza e stereotipi di genere impediscono a donne e ragazze di prendere decisioni libere in merito alla propria vita. Le donne continuano a lavorare di più degli uomini, guadagnano meno, hanno meno possibilità di scelta e subiscono violenza a casa e negli spazi pubblici. Tutto Mondo Contest si divide in 3 categorie: - Audio - visivo (cortometraggio o audio documentario della durata max di 15 minuti) - Fotografia (reportage fotografico, max 3 scatti) - Narrazione (max 2 cartelle) I partecipanti potranno concorrere per più categorie. PREMI - Premio Generazione Alpha - Bambini Scuole (fino ai 12 anni) Categoria Controcampi - Premio “Adolescenti Scuole” (dai 13 ai Il MoMA, Museum of Modern Art di New York, ha lanciato “Seeing 21 anni) Through Photographs”, un corso online di fotografia gratuito e - Premio “Adolescenti gruppi informali e aperto a tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo della fotosingoli” (dai 13 ai 21 anni) grafia. Il corso si rivolge sia a principianti che ad appassionati più Categoria Il mondo oltre i selfie esperti della macchina fotografica, che vogliono migliorare le proprie - Premio “Adolescenti Scuole” (dai 13 ai conoscenze sulle tecniche di esposizione, di utilizzo di luce e colore e, 21 anni) in generale, imparare a scattare fotografie di qualità. Le lezioni sono - Premio “Adolescenti gruppi informali e tenute da Sarah Meister, curatrice del dipartimento di fotografia del singoli” (dai 13 ai 21 anni) museo di arte moderna. Il corso, suddiviso in 6 sessioni, è Categoria Scrivo quindi so(g)no in lingua inglese, ma con possibilità di inserire sottotitoli in italiano, - Premio “Adolescenti Scuole” (dai 13 ai francese, serbo, cinese, russo, inglese e spagnolo. Alla fine di ogni 21 anni) sessione è previsto un quiz. - Premio “Adolescenti gruppi informali e https://www.coursera.org/learn/photography singoli” (dai 13 ai 21 anni) Verranno inoltre assegnate: -Menzione speciale Save the Children -Menzione speciale SottoSopra Le opere dei 7 vincitori saranno premiate dalla Giuria durante l’evento finale. Ai vincitori verranno assegnate delle gift card del valore di 500 € ciascuna per l’acquisto di attrezzatura audiovisiva, fotografica e/o la frequenza a corsi di specializzazione. La partecipazione è gratuita. Per partecipare è necessario compilare la scheda di iscrizione sul sito. Scadenza: 4 settembre 2020. https://www.savethechildren.it/tutto-mondo-contest

Corso di fotografia online gratuito del Moma

C O N C O R S I

Concorso foto e video #DiscoverEU #Competition Partecipa al concorso DiscoverEU e avrai la possibilità di vincere premi straordinari. Ci sarà un concorso al mese, a partire dal 1° luglio e fino al 28 febbraio 2021. Il tema centrale del concorso è: Espandi la tua comfort zone con #DiscoverEU, anche da casa! Tema di luglio: Ricrea l'aspetto che preferisci della cultura europea con una foto o un video! Ecco cosa fare per partecipare: 1. Condividi foto o video brevi (massimo 15 secondi) sul tuo profilo pubblico Instagram 2. Aggiungi al tuo post gli hashtag #DiscoverEU e #Competition 3. Tagga l'account Instagram del Portale europeo per i giovani (@european_youth_eu) nella foto o nel post 4. Compila il questionario disponibile qui: https://europea.eu/youth /discovereu/competition/consent (ti servirà il tuo codice di candidatura: lo trovi nell'e-mail che hai ricevuto dopo aver inviato la candidatura a DiscoverEU) 5. Chiedi ai tuoi amici di mettere un "Mi piace" alla tua foto o al tuo video. Il concorso è riservato ai giovani che si sono candidati a #DiscoverEU nelle tornate di dicembre 2018 e maggio 2019 (partecipanti selezionati e non selezionati). I vincitori riceveranno un premio del valore di 100 EUR. https://europa.eu/youth/discovereu/competition/terms-conditions_it

Premio Impresa Ambiente Un premio rivolto a imprese, enti pubblici e privati italiani che abbiano contribuito con progetti, soluzioni o prodotti a migliorare l’impatto economico, sociale e ambientale in Italia. Si tratta del Premio Impresa Ambiente, organizzato dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, con la collaborazione di Unioncamere e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare. Il premio è diviso in 4 categorie: migliore gestione; miglior prodotto; miglior processo/tecnologia; migliore cooperazione internazionale. È inoltre previsto un “Premio Speciale Giovane Imprenditore”, riservato a titolari o dirigenti d’impresa under 40. Attivo dal 2006, il Premio Impresa Ambiente è stato assegnato finora a 32 imprese. Più di 60 sono le realtà imprenditoriali italiane che hanno ricevuto una menzione speciale per essere riuscite a cogliere i cambiamenti e le opportunità dell’economia green e sviluppare soluzioni e tecnologie utili all’ambiente e alla società. Scadenza: 30 settembre 2020. https://www.premioimpresambiente.it/premio/bando/

Pagina 22

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Un Bando più equo per pagare più borse di studio.

Università, Accademie, Conservatori: varato il bando di concorso ERSU per borse di studio, posti letto e ristorazione per l’anno accademico 2020/21

Il C. di A. dell’Ersu ha emanato, oggi, il Bando di concorso per l’anno accademico 2020/21 per l’attribuzione di borse di studio e altri contributi e servizi (servizi abitativi, ristorazione, etc.) per il diritto allo studio universitario destinati: agli studenti universitari dell’Università degli Studi di Palermo e dell’Università Pubblica non statale LUMSA di Palermo; agli studenti delle Accademie di Belle Arti di Palermo, Kandinskij” di Trapani, “Abadir” di San Martino delle Scale, “Michelangelo” di Agrigento; agli studenti dei Conservatori di Musica “Scarlatti” di Palermo, “Scontrino” di Trapani, “Toscanini” di Ribera. “Il Consiglio di Amministrazione ha fatto un lavoro per cui esprimo soddisfazione – afferma il presidente dell'Ersu, Giuseppe Di Miceli. Abbiamo lavorato – continua il presidente Di Miceli - per garantire agli studenti meritevoli e bisognosi il giusto sostegno in termini economici e di servizi, anche in questo particolare momento in cui stiamo lavorando per accogliere nelle università, conservatori di musica e accademie di belle arti siciliane, tutti gli studenti che stanno decidendo di ritornare in Sicilia per proseguire gli studi. Un ringraziamento per il lavoro svolto va, quindi, a tutti i componenti del C. di A., alla dirigenza e ai lavoratori dell’Ersu Palermo, impegnati nella missione del diritto allo studio”. Le borse di studio Ersu Palermo sono destinate agli studenti della Sicilia occidentale dei corsi di: laurea triennale, laurea magistrale a ciclo unico e laurea magistrale biennale (nuovo ordinamento); dottorato di ricerca purché non retribuiti; specializzazione (ad eccezione di quelli dell’area medica di cui al D.LG.S. 17 agosto 1999 n. 368) purché non retribuiti; dell’Alta Formazione Artistica e dell'Alta Formazione Musicale cui si accede con il possesso del titolo di diploma di scuola media superiore. La domanda di concorso dovrà essere compilata online (sul sito www.ersupalermo.it a partire da domani 21 luglio): scadenza fissata per le ore 14 di giorno 4 settembre 2020, secondo le modalità previste dal bando di concorso pubblicato sul sito www.ersupalermo.it I requisiti per potere partecipare al concorso sono di reddito (certificato dai CAF, centri di assistenza fiscali) non dovendo superare un ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) di euro 20.626,32 e un ISPE (Indicatore della Situazione Patrimoniale Equivalente) di euro 51.361,58. Per gli studenti frequentanti il secondo anno e successivi ci sono anche dei requisiti di merito minimo da possedere secondo apposite tabelle. Ai fini dell’assegnazione della borsa di studio, del posto letto e dei pasti, gli studenti sono considerati, in relazione alla loro residenza e rispetto al polo didattico frequentato, come: studenti “in sede”; studenti “pendolari”; studenti “fuori sede”. Per l’attribuzione dei benefici si tiene conto se il valore ISEE sia inferiore o uguale ai 2/3 del limite, oppure compreso fra i 2/3 ed il limite massimo. Le borse di studio variano, in base alla classificazione dello studente, da un minimo di 1.189,05 euro (+ 180 pasti gratuiti in numero prestabilito) a un massimo di 2.757,74 euro (+ 300 pasti gratuiti in numero prestabilito). Agli studenti risultati idonei al concorso, sarà effettuato d’ufficio il rimborso della tassa regionale per il diritto allo studio di 140 euro pagata all’atto dell’iscrizione presso l’istituzione universitaria prescelta. Nell’ambito dei contributi economici, oltre alle borse di studio ordinarie, il bando di concorso prevede anche borse di studio riservate a studenti: diversamente abili; stranieri provenienti da paesi extracomunitari; stranieri rifugiati politici, aventi diritto alla protezione internazionale; orfani di vittime del lavoro; stranieri figli di emigrati siciliani all'estero; orfani di vittime per motivi di mafia; vittime dell'usura e/o studenti figli di vittime dell'usura; residenti nelle isole minori ricadenti nel territorio della Regione Siciliana; orfani che dimostrino di essere ospiti o essere stati ospiti in una struttura di accoglienza, pubblica o privata. In particolare quest'anno è stata aumentata la riserva per gli studenti stranieri figli di emigrati siciliani all'estero. Sono, inoltre, previsti altri specifici contributi: per gli studenti diversamente abili con invalidità pari o superiore al 66% o in condizioni di gravità di cui all'art.3 comma 3 della L. 104/92; per studenti laureati in corso (premio di laurea). I servizi messi a concorso sono, invece, di tipo residenziale e di ristorazione. Sono numero 800, di cui 25 a Caltanissetta, i posti letto destinati agli studenti fuori sede (rispetto al corso di laurea avente sede a Palermo e a Caltanissetta). Il servizio di ristorazione sarà disponibile: a Palermo presso le residenze Santi Romano, San Saverio, Santissima Nunziata e Policlinico Universitario ( Ospedale Civico); ad Agrigento, Caltanissetta e Trapani presso apposite strutture convenzionate; a Palermo, è attivo il servizio di ristorazione anche per gli ospiti delle residenze Schiavuzzo, Casa del Goliardo, Biscottari. Gli studenti, in base alla loro condizione, avranno diritto a un numero prestabilito di pasti. Per ogni ulteriore informazione: PALERMO – URP ERSU - Ufficio Relazioni con il Pubblico. Viale Delle Scienze ed. 1 Tel. 091.6546050/6056/2104/5940/1111 (centralino) - Mail borse@ersupalermo.it Orari apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9/13 e mercoledì anche ore 15/17 AGRIGENTO - Sede decentrata ERSU- Via Quartararo, 6 (interno ITG “Brunelleschi”) c/o Polo UniversitarioAgrigento-Tel 091.6546050/6056/2104/5940/1111 (centralino) Mail borse@ersupalermo.it Orari apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9/13, martedì e mercoledì anche ore 15/17 CALTANISSETTA- Sede decentrata ERSU – residenza universitaria “ex convento San Domenico” - Via San Domenico, 45 - Orari apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì ore 9/13 e mercoledì anche ore 15/17 Mail borse@ersupalermo.it Tel. 091.6546050/6056/2104/5940/1111 (centralino)

C O N C O R S I

Pagina 23

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Farnesina e Anica lanciano “Corti d’Autore”

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI), in collaborazione con ANICA, lancia il progetto “Corti d’Autore”, un’iniziativa della Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese della Farnesina con il preciso intento di promuovere una nuova narrazione delle qualità e dell'attrattività italiana post Covid. L’iniziativa prevede l’ideazione e la realizzazione di cinque cortometraggi, originali e inediti, firmati da autori noti a livello nazionale e internazionale, della durata massima di 3 minuti, che descrivano l’eccellenza italiana in cinque macro-aree artistiche: design, architettura, moda; editoria, lingua italiana (con riguardo anche al settimo centenario della scomparsa di Dante Alighieri); cinema e audiovisivo; spettacolo dal vivo; arte e patrimonio. A partire dal 2021 i cortometraggi saranno diffusi online sui canali della Farnesina e accompagneranno l’attività di promozione dell’Italia svolta all’estero dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale attraverso la rete di Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura. I temi portanti emersi nelle fasi preparatorie dell’iniziativa e che potrebbero essere oggetto delle produzioni sono: - “La fabbrica delle cose". L'Italia leader del saper fare bene. - Un Paese altamente competitivo, molto più capace della propria stessa auto-narrazione. - Un Paese meraviglioso, che non teme di guardare e raccontare le proprie contraddizioni, come avvenne con il Neorealismo. - Un Paese sorprendente, denso di vibranti innovazioni e giovani protagonisti, oltre i consueti luoghi comuni. - I diversi territori come espressione integrata della bellezza diffusa e del radicamento manifatturiero. La selezione dei progetti sarà curata da una giuria d’Eccellenza composta da cinque indiscusse personalità del mondo dell’audiovisivo italiano e con uno sguardo internazionale: Maria Pia Ammirati, Piera Detassis, Monica Maggioni, Ludovica Rampoldi, Gabriele Salvatores. Il regolamento della call e le linee guida del progetto sono pubblicate a questo link. La call rimarrà aperta fino al 4 settembre 2020 e gli esiti saranno comunicati entro il 18 dello stesso mese. I progetti dovranno essere realizzati entro il 20 novembre 2020.

Nuovi bandi e opportunità pubblicati

Bandi END nelle agenzie Scadenza: 09 settembre 2020 Istituzione: SEAE – SERVIZIO EUROPEO PER L’AZIONE ESTERNA Codice posto: SEAE/ END/2020/174800 Guarda tutti i BANDI Guida Metodologica di WECAN - Women’s END nelle agenzie >>> Bandi END nelle istituzioni Entrepreneurship CoAches traiNing Scadenza: 04 settembre 2020 Istituzione: CONSIGLIO DELL’UNIONE Il Centro per lo Sviluppo Creativo “Danilo Dolci”, un’organizzaEUROPEA zione no profit che coinvolge giovani e adulti, operando principalCodice posto: CONSUE/END/5/2020 mente attraverso progetti in ambito educativo in collaborazione con Guarda tutti i bandi END nelle istituzioni > scuole, università, istituzioni, associazioni e gruppi sociali a livello Bandi in Altre opportunità sia locale che internazionale (per maggiori informazioScadenza: 28 agosto 2020 ni, www.danilodolci.org). è felice di presentare la Guida MetodologiIstituzione: ELA - AUTORITÀ EUROPEA ca di WECAN - Women’s Entrepreneurship CoAches traiNing, DEL LAVORO un progetto finanziato dal programma Erasmus+ (Ka2: Partenariati Codice posto: ELA/AD/2020/4-5-6-7 Strategici | Scuole) e composto da altri cinque partner europei: Guarda tutti i concorsi in altre opportunità > • Eurocircle Association (Francia), 9 Bandi END nelle agenzie Scadenza: 18 SETTEMBRE 2020 • Center for Knowledge Management (Macedonia del Nord), Istituzione: COMMISSIONE • Greek Association of Women Entrepreneurs (Grecia), Codice posto: BUDG.E1-E2-E3, CLIMA.C1, DEVCO.03, ECFIN.A3_A, • I BOX CREATE (Spagna) ENER.B4, GROW.C3, OLAF.B1, SANCSI Center for Social Innovation (Cipro). TE.B3, SANTE.B5 WECAN vuole supportare lo sviluppo delle competenze imprenditoGuarda tutti i bandi END nelle istituzioni > riali fondamentali e trasversali attraverso un programma di coaching Avvisi di Incarico e Bandi personalizzato, aumentando lo spirito di iniziativa e quello imprendiScadenza: 30 settembre 2020 toriale di giovani imprenditrici o aspiranti tali e allo stesso tempo ISRAELE - Bando per il finanziamento incoraggiando le donne in cerca di un lavoro. Il progetto si rivolge da della mobilità in Israele di start-up italiane un lato ai trainer di adulti e alle imprenditrici con esperienza affinché sulla base dell’accordo Italo-Israeliano di migliorino le loro capacità di coaching, e dall’altro alle imprenditrici di Cooperazione Industriale, Scientifica e domani che, desiderose di avviare un’attività tutta loro, hanno solTecnologica “Accelerate in Israel” tanto bisogno degli insegnamenti di chi sa come farlo perché ha già [it/politica_estera/ intrapreso un percorso simile. Grazie ad un apprendimento creaticooperscientificatecnologica/ vo e non formale che ha come riferimento i Framework Euroavvisiincaricobandi.html]Guarda tutti i banpei per l’apprendimento permanente e le competenze imprenditoriadi scientifici >> li, un approccio peer-to-peer, di riflessione e di co-creazione, la Bandi END nelle agenzie Guida ti proporrà come Coach per tutte le donne che vogliono fare Scadenza: 08 settembre 2020 impresa ma che devono ancora rimuovere alcuni ostacoli lungo il Agenzia: EEAS – European External Acloro percorso. Cliccando al seguente link potrete scaricarla nella tion Service Codice posto: SEAE/ versione inglese (presto seguirà quella in italiano): END/2020/294833 Scadenza: 18 settembre 2020 http://wecanproject.eu/index.php/en/intellectual-outputs/ Agenzia: EEAS – European External Acmethodological-guide3. tion Service Codice posto: SEAE/ END/2020/165639 Guarda tutti i bandi END nelle agenzie >

C O N C O R S I

Pagina 24

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Aperte le candidature al Premio del CESE per la solidarietà civile dedicato alla lotta contro il coronavirus

Il CESE premierà fino a 29 iniziative di solidarietà promosse nell'UE e nel Regno Unito per combattere la pandemia di Covid-19 e attutire i suoi effetti devastanti. Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) sta organizzando il Premio per la solidarietà civile, un riconoscimento speciale dedicato al tema "La società civile contro la Covid-19", che quest'anno sostituirà l'emblematico Premio per la società civile che il Comitato assegna ogni anno. Il Premio per la solidarietà civile renderà omaggio alle iniziative creative ed efficaci realizzate da cittadini, organizzazioni della società civile e società private che si sono distinti per il loro contributo eccezionale per far fronte all'emergenza Covid-19 e alle sue molteplici e gravi conseguenze, rafforzando così la solidarietà europea e contribuendo a creare un'identità europea fondata su valori comuni dell'UE. Con questo premio il CESE intende accrescere la visibilità di tali iniziative, richiamando l'attenzione sul loro impatto e rendendo omaggio a tutte quelle persone che hanno lottato contro il coronavirus, dando prova di coraggio, impegno, solidarietà e incredibile senso di responsabilità. Per potersi candidare, i partecipanti devono essere residenti o stabiliti in uno Stato membro dell'Unione europea. I residenti, le società e le organizzazioni della società civile stabiliti nel Regno Unito sono anch'essi ammissibili a presentare la propria candidatura. Benché la maggioranza della popolazione del Regno Unito abbia votato a favore della Brexit e il paese stia abbandonando l'UE, il CESE vuole dimostrare che non intende rompere i legami con la società civile di questo ex Stato membro e che, al contrario, desidera mantenere delle relazioni strette. Il CESE assegnerà fino a 29 premi, per un importo di 10 000 euro ciascuno, a iniziative realizzate sul territorio dell'UE o del Regno Unito. Sono previsti ventisette premi per progetti attuati negli Stati membri, uno per un'iniziativa realizzata nel Regno Unito e uno per un progetto con un orientamento transfrontaliero o europeo. Tutti i progetti, compresi quelli presentati da imprese orientate al profitto, devono essere rigorosamente privi di scopo di lucro e non possono ricevere finanziamenti pubblici superiori al 50 %. Le iniziative devono essere direttamente collegate alla Covid-19 e specificamente finalizzate a combattere il virus o ad affrontarne le conseguenze. Per essere ammissibili, le iniziative devono essere già state realizzate o essere in corso. Sono ammissibili anche i progetti che sono stati avviati prima dell'insorgenza della pandemia e che sono stati adattati per rispondere tempestivamente alle nuove sfide. Il termine per la presentazione delle candidature scade il 30 settembre 2019 alle ore 12:00. La cerimonia di consegna dei premi si svolgerà nel gennaio 2021 durante la sessione plenaria del CESE. Maggiori informazioni sul tema del Premio CESE per la solidarietà civile Il CESE — l'organo dell'UE attraverso il quale si esprimono le ONG, i sindacati e le organizzazioni dei datori di lavoro a livello dell'Unione — ha più volte sottolineato che la solidarietà e l'azione concertata europee sono cruciali per risolvere una pandemia di proporzioni senza precedenti come quella provocata dalla Covid-19 e per superare la crisi economica e sociale che si profila per l'Europa su una scala mai vista dalla seconda Guerra mondiale. Al tempo stesso, il CESE sottolinea l'inestimabile lavoro svolto dalla società civile europea e da un gran numero di persone durante la crisi, molte delle quali hanno dimostrato, attraverso azioni diverse, una solidarietà senza precedenti con le persone maggiormente colpite dalla crisi. Altre hanno compiuto sforzi enormi per integrare le misure introdotte dalle autorità degli Stati membri. Alcune hanno partecipato alla prevenzione e alla gestione delle emergenze e delle catastrofi, il che si è rivelato essenziale per lottare contro la pandemia e attenuarne gli effetti. Le iniziative proposte per il Premio possono riguardare un'ampia gamma di temi, e possono comprendere: · azioni connesse alla salute, alle attrezzature sanitarie, ai dispositivi medici, all'assistenza e alle cure; · iniziative temporanee volte ad attenuare gli effetti immediati della crisi provocata dal coronavirus e a soddisfare le necessità urgenti dei gruppi destinatari; · misure specifiche per aiutare le persone o i gruppi più indigenti, svantaggiati o vulnerabili (compresi i rifugiati), proteggerli dalla malattia stessa e alleviare l'impatto della crisi; · iniziative connesse alla situazione di specifici gruppi di destinatari durante il confinamento; · iniziative volte ad affrontare le conseguenze economiche e occupazionali della crisi sanitaria; · iniziative a sostegno della ripresa dell'economia europea o di specifici settori in seguito alla pandemia; · iniziative volte ad aumentare la capacità di reazione in caso di crisi analoghe in futuro. Si segnala che non si tratta di un elenco esaustivo. L'elenco completo delle condizioni per partecipare e il modulo di candidatura online sono disponibili su un'apposita pagina del sito Internet del CESE: www.eesc.europa.eu/civilsolidarityprize. Nel 2020 verrà conferito il Premio per la solidarietà civile invece dell'emblematico Premio CESE per la società civile, che ogni anno rende omaggio alle organizzazioni della società civile e/o alle persone le cui iniziative e progetti hanno contribuito in misura significativa alla promozione dei valori comuni che sostengono la coesione e l'integrazione europea. A differenza del Premio per la solidarietà civile, esso non ricompensa i progetti realizzati da imprese private. Nel 2019 l'undicesima edizione del Premio CESE per la società civile è stata dedicata all'emancipazione femminile e alla lotta per la parità di genere. Vi invitiamo a incoraggiare le organizzazioni della società civile, i singoli individui e le società private del vostro paese a candidarsi al Premio CESE per la solidarietà civile, aiutando così i progetti di valore a ottenere il giusto riconoscimento. Per maggiori informazioni si prega di contattare: Unità Stampa del CESE – Laura Lui laurairena.lui@eesc.europa.eu

C O N C O R S I

Pagina 25

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


European Schoolnet Academy: catalogo dei corsi online La European Schoolnet Academy ha pubblicato il suo nuovo catalogo dei corsi per l'autunno. Una serie di cinque corsi è disponibile per insegnanti e altri professionisti del settore dell'istruzione a partire da settembre 2020. I corsi della European Schoolnet Academy sono pensati per offrire supporto ad una vasta comunità di educatori in tutta Europa nell’affrontare le sfide quotidiane del loro lavoro, offrendo principalmente corsi online aperti (MOOC), completamente gratuiti e aperti a tutti, senza limite al numero di partecipanti. Il nuovo programma di corsi online questo semestre copre le aree del coding, dell'educazione STEM e delle competenze digitali. Il catalogo fornisce una breve panoramica di ciascuno di questi corsi e le date di inizio. Sono già aperte le iscrizioni ai corsi di educazione STEM; seguiranno presto le pagine di registrazione per gli altri corsi. http://www.eun.org/news/detail?articleId=5279600

Nuova Circolare informativa BIAT 2020 Taormina 9-11 dicembre 2020 nuova scadenza adesioni 9/9/2020 Facendo seguito alla precedente email del 8 novembre 2019 e successive, di segnalazione dell'iniziativa indicata in oggetto, BIAT 2020, il cui svolgimento inizialmente era previsto a Palermo lo scorso 2 e 3 aprile 2020, poi sospeso a causa della situazione epidemiologica in costante evoluzione, si informano le SS.LL. in indirizzo che l'ICE-Agenzia ha provveduto ad una nuova circolarizzazione per acquisire eventuali nuovi partecipanti ed a ricalendarizzare la manifestazione. Ciò premesso ritenendo più probabile la normalizzazione della situazione sanitaria risultano aggiornate sia le date sia il luogo di svolgimento della BIAT 2020. Le nuove date sono 9-11 dicembre 2020 a Taormina presso il Palazzo dei Congressi. Come in precedenza comunicato la BIAT è un evento destinato alle start-up, piccole e medie imprese innovative, università, parchi tecnologici, centri di ricerca, la partecipazione è totalmente gratuita. La nuova data di scadenza delle adesioni per la presentazione di nuovi progetti è il 9/9/2020. Invieremo aggiornamenti appena disponibili. Regione Siciliana – Presidenza Dipartimento Affari Extraregionali Servizio 3 Coordinamento di Attività di Internazionalizzazione Dirigente Dr.ssa Loredana Guarino Via Generale Magliocco, 46 - 90141 Palermo Tel: 091 70 75928 @: servizio3.dae@regione.sicilia.it

C O N C O R S I

BANDO DI CONCORSO GENERALE – EPSO/AD/381/20 AMMINISTRATORI (AD 5) NEL SETTORE DEL DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA L’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) organizza il seguente concorso generale: EPSO/ AD/381/20 – AMMINISTRATORI (AD 5) NEL SETTORE DEL DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA. Il bando di concorso è pubblicato in 24 lingue nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea C 250 A del 30 luglio 2020. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito dell’EPSO: https://epso.europa.eu/ Requisiti: I candidati devono avere una conoscenza approfondita (almeno al livello C1) di almeno 2 lingue ufficiali dell’UE . La lingua 2 è obbligatoriamente l’inglese o il francese Un livello di studi corrispondente a una formazione universitaria completa della durata di almeno 4 anni attestata da un diploma di laurea in giurisprudenza o l’autorizzazione ad esercitare attività professionali in uno Stato membro con uno dei titoli professionali elencati all’articolo 1, paragrafo 2, lettera a), della direttiva 98/5/CE, del 16 febbraio 1998, volta a facilitare l’esercizio permanente della professione di avvocato in uno Stato membro diverso da quello in cui è stata acquistata la qualifica Occorre iscriversi per via elettronica collegandosi al sito dell’EPSO http://jobs.eu-careers.eu entro la seguente data: 15 settembre 2020 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles GUUE C /A 250 del 30/07/2020

Pagina 26

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Tirocinio presso l'Istituto Europeo della Pubblica Amministrazione L'Istituto Europeo della Pubblica Amministrazione (EIPA) è il principale centro di eccellenza in Europa per l'integrazione europea e le nuove sfide per la gestione pubblica. Oltre alla sede centrale di Maastricht, l'EIPA ha un centro in Lussemburgo. Al momento è alla ricerca di un tirocinante per l’assistenza temporanea nell'unità di governance dell'UE a Maastricht. La posizione è a tempo parziale (20 ore alla settimana). Il tirocinante fornirà sostegno nelle attività di formazione e di ricerca dell'unità, in particolare nel settore dell'azione esterna dell'UE: -Ricerca a sostegno della preparazione di seminari e altri progetti -Ricerca di documenti e altri materiali ed esempi nel contesto della politica estera dell'UE e del processo decisionale nel settore dell'azione esterna -Assistenza nella costruzione di casi di studio ed esercizi di apprendimento -Assistenza nella preparazione delle presentazioni in collaborazione con i responsabili del progetto -Aiutare nello sviluppo di materiali visivi e nell'implementazione di metodologie online Requisiti -Essere iscritti come studenti in un'università dell'UE -Almeno tre anni di formazione universitaria in uno dei seguenti campi, in ordine di preferenza: Studi europei con particolare attenzione all'azione esterna, Relazioni internazionali con particolare attenzione all'UE, Diritto internazionale con particolare attenzione al diritto dell'azione esterna dell'UE -Una buona conoscenza delle istituzioni e dei processi politici dell'UE -Buone capacità linguistiche e di comunicazione in inglese (C2 o lingua madre) -Ottime conoscenze informatiche -Eccellenti capacità di ricerca -Preferibilmente la nazionalità di uno degli Stati membri dell'UE, dei paesi candidati all'adesione all'UE o di uno dei paesi SEE, della Svizzera o del Regno Unito. Si prega di inviare la candidatura via e-mail entro il 16 agosto 2020 a personnel@eipa.eu (numero di posto vacante V0203). La candidatura deve essere redatta in inglese e deve includere un CV e una lettera di motivazione. Saranno contattati solo i candidati selezionati. I colloqui sono previsti per la settimana del 23 agosto. Data di inizio: settembre 2020. http://jobs.euractiv.com/job/student-assistant-205170? utm_source=jobletter&utm_medium=email&utm_campaign=03-Aug-2020

C O N C O R S I

Regione, l'Arpa assume 57 tecnici e funzionari La Regione mette in palio 57 incarichi a tempo indeterminato all’Agenzia per l’ambiente, uno degli organi interni collegato direttamente all’assessorato al Territorio. L’Agenzia per l’ambiente cerca 31 collaboratori fra sanitari, tecnici e professionali da inquadrare nella più alta categoria regionale, la D. Cerca anche 10 collaboratori amministrativi, sempre da assumere in categoria D. Il bando prevede poi 9 assistenti tecnici di categoria C, 4 assistenti amministrativi di categoria C e 3 autisti da inquadrare in categoria B. Per presentare la domanda c’è tempo fino al 31 agosto. Ancora più nel dettaglio, fra le figure più elevate si cercano 2 tecnici di laboratorio, altrettanti tossicologi, 10 chimici, 4 biologi, 3 agronomi, 1 psicologo, 2 fisici, 3 geologi, 1 ingegnere e un architetto. Si tratta ovviamente di profili per cui è richiesta la laurea specifica. Per quanto riguarda le figure da inquadrare in categoria C, 4 sono amministrativi, 3 periti chimici, 2 periti informatici, 2 assistenti tecnici e 2 geometri. In questo caso non è necessaria la laurea per partecipare al bando. Insieme alla domanda andrà inviata all’Arpa la ricevuta del pagamento della tassa di concorso, che costa 10 euro e non sarà rimborsabile neppure in caso di rinuncia alla selezione. E ’prevista la possibilità, nel caso di elevato numero di domande, di introdurre una prova preselettiva per ridurre i candidati. Successivamente sono previste le prove scritte, quella pratica e quella orale. Il bando completo è consultabile sul sito dell’Agenzia regionale per l’ambiente.

Pagina 27

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


A Trento la mostra "Si combatteva qui! Teatri di battaglie 1940 - 1945"

19-23 agosto: ecofestival Festambiente 2020

Fino al 6 settembre 2020 è in esposizione a Trento la mostra fotografica “Si combatteva qui! Alpi teatri di battaglie 1940 - 1945”, che documenta lo stato attuale dei luoghi di combattimento della Seconda guerra mondiale lungo le Alpi in 5 stati europei. Festambiente è il festival naData: 02/06/2020 - 09/09/2020 Luogo: Trento, Le zionale di Legambiente, che si Gallerie di Piedicastello, Fondazione Museo Stori- svolge dal 19 al 23 agosto a Rispescia (GR), alle porte del co del Trentino La mostra, patrocinata dalla RapParco regionale della Maremma. presentanza in Italia della Commissione europea, Cultura, cinema, mostre, spettacoli, dibattiti, conferenze, laboha lo scopo di ricordare le sofferenze di chi ebbe a ratori per bambini e molto altro ancora, per immergersi nell'amcombattere quella Guerra e di non dimenticare il biente a tutto tondo. costo del sacrificio umano, guidando il visitatore ad https://www.festambiente.it/ una più profonda comprensione del valore della pace e dell’Unione europea che da 75 anni previene il crearsi di nuovi conflitti armati. L’autore riflette sul significato di confine e sull’importanza dei trattati che hanno portato al processo di integrazione europea fino all’Unione di oggi. La data di apertura della mostra è simbolica essendo il 2 giugno la Festa della Repubblica ed il 10 giugno l’anniversario dell’ottantesimo dell’entrata in guerra dell’Italia contro la Francia e l’Inghilterra. Nei giorni precedenti alla chiusura della mostra, in occasione del Trento Film Festival, verrà presentato il libro "Alpi teatri di battaglie! 1940 – 1945" (Hoepli), un libro per comprendere le battaglie dimenticate della Seconda guerra mondiale, con introduzione storica, il portfolio fotografico e un atlante di mappe, per aiutare il lettore a rintracciare i luoghi di combattimento grazie a utili descrizioni. La mostra verrà successivamente esposta presso il Palazzo Ducale di Genova dal 11 al 27 settembre 2020. Questo reportage è il nuovo capitolo rispetto al precedente dedicato alla Grande Guerra.

8-9 settembre: IF2020, online Ideas Festival One Policy Place presenta IF2020, l’Ideas Festival! Riunendo online 2.000 politici, accademici, imprenditori ed esperti provenienti da tutto il mondo, IF2020 combina gli aspetti culturali tradizionali di un festival con dibattiti politici di alto livello incentrati sul Green Deal, sulla transizione digitale e sul Recovery Plan per discutere e presentare soluzioni alle sfide sociali di oggi. Gli stand virtuali del Festival offriranno una serie di attività culturali da scoprire nel corso delle due giornate, e le imprese locali e le startup internazionali potranno presentare le loro idee per soluzioni innovative che mirano a cambiare il modo in cui pensiamo il mondo e avranno l'opportunità di far crescere la propria rete attraverso le sessioni di networking. https://hopin.to/events/if-ideas-festival-by-opp

“DL Semplificazioni: le novità introdotte in materia di appalti e contratti pubblici”; Videoconferenza, 6 agosto 2020, ore 9.00

L’ANCI Sicilia ha previsto un webinar dal titolo: “DL Semplificazioni: le novità introdotte in materia di appalti e contratti pubblici” La videoconferenza si svolgerà, con le modalità sotto specificate, giovedì 6 agosto 2020, dalle ore 9.00 alle ore 10.30, e vedrà la partecipazione dell’ing. Loris Pierbattista, direttore del Servizio Centrale di Committenza del Comune di Ascoli Piceno. Stante la rilevanza delle norme introdotte dal DL Semplificazioni in materia di appalti e di contratti pubblici, l’incontro ha l’obiettivo di consentire una prima analisi delle principali novità che avranno un significativo impatto sull’attività degli Enti locali.

Summer School di Marsala Siamo felici di annunciare la V edizione della Summer School di Marsala (24-27 agosto) dal titolo “Tempo di passaggi. Ripensare la politica e i suoi mutamenti. Dalla virtù al virtuale”, organizzata dal Dipartimento DEMS di Palermo. Quest’anno le lezioni si terranno in modalità telematica. Non senza emozione comunichiamo che la prolusione inaugurale sarà tenuta da Romano Prodi, alla presenza del sindaco di Marsala Alberto Di Girolamo Sindaco, il Magnifico Rettore dell’Università di Palermo Fabrizio Micari e il Direttore del Dems Alessandro Bellavista Le conclusioni saranno affidate a Massimo Bray

M A N I F E S T A Z I O N I Pagina 28

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020


Regolamenti della Commissione Europea Decisione n. 20-W-3 del consiglio di amministrazione dell’agenzia europea di controllo della pesca, del 22 aprile 2020, che stabilisce norme interne relative alla limitazione di determinati diritti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali nell’ambito delle attività svolte dall’Agenzia europea di controllo della pesca GUUE L 251 del 03/08/2020

Decisione (UE) 2020/1076 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 giugno 2020, relativa alla mobilitazione del Fondo di solidarietà dell’Unione europea al fine di fornire assistenza a Portogallo, Spagna, Italia e Austria GUUE L 253 del 04/08/2020

Regolamento di esecuzione (UE) 2020/1154 della Commissione, del 29 luglio 2020, recante iscrizione di una denominazione nel registro delle denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche protette «Miód spadziowy z Beskidu Wyspowego» (DOP) GUUE L 255 del 05/08/2020

L’Antenna Europe Direct vi augura Buone Vacanze Settimanale dell’Antenna Europe Direct - Euromed Carrefour Sicilia Occidentale Direttore responsabile: Angelo Meli. Redazione: Maria Rita Sgammeglia – Maria Oliveri - Desiree Ragazzi - Marco Tornambè – Simona Chines – Maria Tuzzo — Dario Cirrincione - Salvo Gemmellaro- Antonella Lombardi — Cinzia Costa Iscrizione Tribunale di Palermo n. 26 del 20/21.10.1998 Stampato in proprio Sede legale: via Principe di Villafranca, 50 - 90141 – Palermo Studenti e gruppi superiori a n. 4 persone, devono prenotare e concordare giorno e orario della visita telefonando al Tel. 091/335081 338 3942899 Indirizzo e-mail: carrefoursic@hotmail.com Sito Internet: ww.carrefoursicilia.it n. verde 00800 67891011 servizio La tua Europa http://europa.eu/youreurope Gli uffici sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle 17:00 I numeri precedenti della nostra newsletter sono scaricabili dal nostro archivio online, alla pagina: http://www.carrefoursicilia.it/ArchBoll/Arch.Bollettini.htm . Si ringraziano per la disponibilità i Carrefour Italiani. La riproduzione delle notizie è possibile solo se viene citata la fonteGli avvisi sono pubblicati a solo scopo informativo; si ricorda che fanno fede unicamente i testi della legislazione dell'Unione europea pubblicati nelle edizioni cartacee della Gazzetta Ufficiale della Comunità Europea. I contenuti di questa newsletter rappresentano il punto di vista degli autori e non necessariamente la posizione della Commissione europea. Pagina 29

Europa & Mediterraneo n. 31 del 05/08/2020

Profile for Liliana Carmela Caci

Bollettino Europa & Mediterraneo n° 31 del 5 agosto 2020  

Advertisement
Advertisement

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded