Page 1

OLIMPIADI DI SCIENZE NATURALI 2011 Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Antonella Conte Le Olimpiadi nazionali di Scienze Naturali organizzate dall’ANISN (Associazione Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali) si pongono i seguenti obiettivi: - fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali; - realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane; - individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le scienze naturali, sostanzialmente condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane; - confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee; - avviare alla luce del confrinto effettuato con realtà scolastiche estere una riflessione sugli eventuali aggiustamenti da apportare al curricolo di riferimento.

Fase di Istituto - Biennio

Fase di Istituto - Triennio

I primi 5 classificati:

I primi 5 classificati:

1. MANIERI ALESSANDRO 2. LICCI GIUSEPPE 3. ZANCHI SILVIA 4. INDIRLI FABRIZIO GIOVANNI 5. BALDASSARRE CATERINA

1. BIANCHINI GIORGIO 2. PODO ALESSANDRO 3. CHIRIACÒ MARTINA 4. LUGLI GIANMARCO 5. MIGLIETTA MARTA

65


Gli studenti classificati ai primi 5 posti della fase d’Istituto sono stati ammessi a partecipare alla fase regionale organizzata a Bari. E di questi sono stati ammessi alla fase nazionale: Manieri Alessandro Licci Giuseppe Baldassarre Caterina La fase nazionale dell’Olimpiade si è svolta a Castellammare di Stabia (Na) dal 6 al 8 maggio presso l’Istituto Internazionale Vesuviano per l’Archeologia e le Scienze Umane Biennio - VINCITORI DELLA GARA NAZIONALE

66

COCOMELLO GIORGIO L. S. MAMIANI Roma ROBERTI STEFANO L.S. G. GALILEI Trieste MANIERI ALESSANDRO L.S. BANZI Lecce PERVERSI FABIO L. S. G. FERRARIS Varese LICCI GIUSEPPE L.S. BANZI Lecce CORTI FRANCESCA L.S. G. MARCONI Foligno GARZON FRANCESCO L.S. ANTI Villafranca IORIO FRANCESCO L.S. MORANDI Finale Emilia SHI CHENFU ITIS CANNIZZARO Colleferro ZANETTI FILIPPO L.S. GRIGOLETTI Pordenone L.S. BANZI Lecce BALDASSARRE CATERINA I primi 10 studenti parteciperanno alla settimana di allenamento intensivo. I primi quattro in graduatoria costituiranno la squadra italiana alle Olimpiadi Internazionali di Scienze della Terra. Biennio - GRADUATORIA FINALE IESO COCOMELLO GIORGIO L. S. MAMIANI Roma MANIERI ALESSANDRO L.S. BANZI Lecce ROBERTI STEFANO L.S. G. GALILEI Trieste LICCI GIUSEPPE L.S. BANZI Lecce Baldassarre Caterina è stata ammessa a partecipare alla fase internazionale. Si è svolta a Modena la premiazione delle IESO (International Earth Science Olympiad) 2011. I ragazzi hanno dovuto cimentarsi con prove scritte e pratiche. Hanno lavorato anche in team misti con più nazioni. I paesi partecipanti sono stati 34, i ragazzi in gara 104. Dall’Australia all’Honduras, dal Kuwait a Israele, per dieci giorni (dal 5 al 14 settembre) gli studenti hanno convissuto lavorando insieme, visitando mete di interesse scientifico e bellezze artistiche del nostro Paese: osservazioni di astronomia in Val d’Aosta, misurazioni idrogeologiche nei canali di Venezia, numerose escursioni nei dintorni di Modena e altro ancora. Il ministero dell’Istruzione insieme all’università degli studi di Modena e Reggio Emilia si sono impegnati a portare le IESO in Italia che diven-


ta così il primo paese europeo ad ospitare questo evento. Un vero e proprio pieno di medaglie per la squadra italiana: Medaglia d’oro a Alessandro Manieri, Liceo Sc. “Banzi Bazoli” - Lecce

Medaglia di argento a Giuseppe Licci, Liceo Sc. “Banzi Bazoli” - Lecce

Medaglia di bronzo a Caterina Baldassarre, Liceo Sc. “Banzi Bazoli” - Lecce

67


68

Grande risultato della squadra italiana alle IBO, Olimpiadi Internazionali di Biologia, appena conclusesi a Taipei (Taiwan).


A cura di Anna Pascucci , referente nazionale ANISN I quattro studenti della squadra italiana hanno vinto Tre medaglie di argento ed una di bronzo alle Olimpiadi Internazionali di Biologia (IBO) che si sono tenute a Taipei, dal 10 al 17 luglio 2011. 58 i paesi del mondo partecipanti, dalla Cina, Giappone, India, all’Iran, USA, Canada, Australia e tutti i paesi europei. 239 gli studenti. 4 le prove pratiche e due le teoriche, tutte molto complesse ed articolate. Il risultato conseguito dall’Italia la pone al secondo posto tra i paesi Europei! Gli studenti, appartenenti alle scuole secondarie superiori di tutte le regioni italiane, sono stati selezionati da un esercito di insegnanti a partire da 25.000 studenti delle scuole superiori italiane. L’ANISN ha curato tutte le fasi: la elaborazione delle prove di selezione, l’organizzazione della fase regionale in tutte le regioni italiane, la fase nazionale. Tra i circa 100 studenti che hanno partecipato alle prove nazionali sono stati selezionati 10 studenti che sono stati preparati dai docenti dei dipartimenti DiSSPAPA, ARBOPAVE e DEZA della Facolta’ di Agraria , insieme a ricercatori del CNR-IGV e IPP di Portici.Sottoposti ad un training intensivo soprattutto sperimentale sulle aree disciplinari oggetto della competizione, ovvero: Biologia cellulare, Genetica ed evoluzione, Anatomia e fisiologia delle piante, Anatomia e fisiologia degli animali, Etologia, Ecologia e Biosistematica. La partecipazione alla giuria internazionale che ha selezionato, tradotto e revisionato le prove. Il Ministero ha supportato l’iniziativa. L’Italia è al quarto anno di partecipazione. Di seguito i nomi dei vincitori in ordine di classifica • Daniele Cervettini del Liceo Sc. “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria medaglia d’argento (41 posto nella graduatoria mondiale dei 239 ragazzi) • Luca Biavati del Liceo Sc. Tec. “Alberghetti” di Imola medaglia d’argento • Martina Chiriacò Liceo Sc. “Banzi Bazoli” Lecce medaglia d’argento • Alessio Capobianco del Liceo Sc. “Alberti” di Cagliari medaglia di bronzo

69


OLIMPIADI DELLA CHIMICA 2011 Coordiantore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Simonetta Quarta La Società Chimica Italiana (SCI) organizza ogni anno i Giochi della Chimica, una manifestazione culturale che ha lo scopo di stimolare tra i giovani l’amore per questa disciplina e anche di selezionare la squadra italiana per partecipare alle Olimpiadi internazionali della Chimica. Le Olimpiadi internazionali della Chimica (IChO) sono una competizione di Chimica riservata agli studenti delle scuole secondarie, che ha lo scopo di promuovere contatti internazionali tra gli operatori della chimica. Intende incentivare le attività degli studenti interessati alla Chimica per mezzo della risoluzione autonoma e creativa di problemi chimici. Le competizioni che si tengono nell’ambito delle IChO aiutano a migliorare le relazioni amichevoli fra giovani di paesi diversi e incoraggiano la cooperazione e la comprensione internazionale.

Giochi della Chimica - Fase di Istituto ALUNNO

70 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10.

CHIRIACÒ Martina DE BELLIS Iacopo SISINNI Antonio PODO Alessandro BIANCHINI Giorgio LUGLI Gianmarco FUMAROLA Alessandro GIURI Antonio LUGLI Bianca NICOLÌ Pierpaolo

CL.

PUNTI

5ª D 5ª C 4ª C 4ª C 4ª C 5ª C 5ª C 5ª C 4ª D 4ª D

86 82 82 79 78 78 70 70 70 62

I primi nove classificati, ad eccezione di Podo Alessandro, impegnato alla Bocconi nello stesso giorno, si sono recati il 14 maggio 2011 presso il Campus dell’Università di Bari, accompagnati dalla Prof.ssa Simonetta Quarta, per sostenere la prova regionale dei Giochi della Chimica.

Giochi della Chimica - Fase regionale ALUNNO 1. 2. 3. 4. 5. 5. 6. 7. 7.

LUGLI GIANMARCO CHIRIACÒ MARTINA SGHERZA Damiano GRECO Giovanni LONIGRO Davide MARIELLO Massimo FIUSCO Francesco CAROLI Roberto FUMAROLA ALESSANDRO

PUNTI

ISTITUTO

CITTÀ

160 154 153 151 143 143 142 138 138

L.S. G. Banzi Bazoli L.S. G. Banzi Bazoli I.T.I.S. G. Ferraris I.T.I.S. E. Fermi L.S. E. L. Cartesio I.I.S.S. Q. Ennio I.T.I.S. E. Maiorana L.C. Tito Livio L.S.G. Banzi Bazoli

Lecce Lecce Molfetta (Ba) Lecce Triggiano (Ba) Gallipoli (Le) Brindisi Martina Franca (Ta) Lecce


I nostri studenti Lugli Gianmarco, Chiriacò Martina e Fumarola Alessandro sono stati premiati venerdì 20 Maggio 2011 presso l’aula “Cramarossa” del Dipartimento di Chimica (Campus universitario – Bari)

Sono stati selezionati per la fase nazionale Lugli Gianmarco, Chiriacò Martina. La prima prova, che rappresentava la finale nazionale dei Giochi della Chimica, ha avuto luogo il 27 maggio a Frascati con il seguente esito: Classe B (triennio non ad indirizzo chimico)

LUGLI GIANMARCO Liceo Scientifico “G. BANZI BAZOLI” Lecce - classe V C 1° posto MEDAGLIA DI ORO

71


72

Da “La Gazzetta del Mezzogiorno” del 30 maggio 2011


Progetti Area Eccellenza

AREA UMANISTICA

CONCORSI COMPETIZIONI GARE NAZIONALI

73

AREA LINGUISTICA

INTERCULTURA

PET

FIRST


74

Studenti partecipanti: (Canale 1) Antonucci G., Asdrubalini A., Capone A., Caprioli B., Campanelli P., Chirizzi L., Cozzolino C., Ciaccia M., De Mitri M., De Giorgi F., De Giorgi G., Fasano F., D’Agostino G., Lerario G., Nicolì P., Palazzo G., Petrelli B., Putignano F., Rizzelli V., Ruggero S., Scarciglia G., Scardia M., Sisinni A. (Canale 2) Martino C., Siciliano V., Rapanà A.

Olimpiadi della Filosofia Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Anna Lisa Leonetti Destinatari: studenti del triennio Periodo: marzo 2011 La Società Filosofica Italiana (SFI), d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca organizza la Olimpiade di Filosofia, manifestazione nazionale e internazionale riservata agli studenti e alle studentesse della scuola secondaria superiore. La selezione, al fine di incentivare la partecipazione di un maggior numero di studenti, a livello di singolo istituto e a livello regionale, è basata su due canali distinti: Canale 1 - Nazionale in lingua italiana, Canale 2 Internazionale in una delle seguenti lingue: inglese, francese, tedesco. La gara, sia a livello di istituto che a livello regionale, è basata su un’unica prova scritta consistente in un saggio di argomento filosofico scritto in italiano (Canale 1) o in una delle suddette lingue straniere (Canale 2). La selezione nazionale, invece, come nella competizione internazionale, contempla l’utilizzo esclusivo della lingua straniera: pertanto la prova consiste nella stesura di un saggio di argomento filosofico scritto in una delle su


citate lingue straniere. Dunque, hanno accesso alla gara nazionale soltanto gli studenti che hanno seguito le selezioni del Canale 2. Gli alunni del Liceo Scientifico “Banzi-Bazoli” hanno partecipato, nell’a.s. 2010-2011, alla XIX edizione delle Olimpiadi di Filosofia sul tema “Power and Powerlessness in philosophy”. La competizione prevedeva la stesura di un saggio problematico e argomentativo sul tema in oggetto. Fase di istituto: nella fase di Istituto sono risultati vincitori rispettivamente per il canale 1 (lingua italiana) Gabriele Antonucci, cl. V C, e per il canale 2 (lingua inglese) Alessandro Rapanà, cl. V E. Fase regionale: nella fase regionale Antonucci si è classificato primo, ottenendo un risultato prestigioso grazie alla trattazione di un tema che ha evidenziato le problematiche del nichilismo e Rapanà si è classificato al terzo posto mostrando delle competenze nella lingua inglese certamente eccellenti.

75


CONCORSO “LO SCRIVO IO” organizzato dalla “Gazzetta del Mezzogiorno” Alunni partecipanti IV L Madiha Ahroud, Serena Bomba, Teodoro Buongiorno, Vittoria Calabrese, Leandra Capoccia, Eva Corsi, Massimiliano De Blasi, Salvatore De Blasi, Eleonora De Filippi, Giulia Evangelista, Alessia Galli, Clarissa Guerrieri, Chiara Martino, Maria Valentina Pallara, Sara Petrachi, Beatrice Diana Petrelli, Giovanna Laura Rizzo, Michela Tarallo. IID Rossella Mizzi, Silvia Zanchi

Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referenti: Prof.ssa A.M. Crisigiovanni, Prof.ssa C. De Nunzio

76

Il Concorso è riservato a tutti gli studenti che frequentano le scuole della Provincia di Lecce, dalla prima elementare all’Università. Per partecipare gli studenti assumono il ruolo di corrispondente della “Gazzetta del Mezzogiorno” e possono inviare articoli, commenti, interviste, fotografie, disegni, vignette, poesie. Gli elaborati più meritevoli sono pubblicati su un’apposita pagina del giornale (edizione di Lecce). Al termine del Concorso una commissione formata da giornalisti della Gazzetta, da insegnanti e da esperti ha premiato i migliori elaborati pubblicati con borse di studio, targhe di merito, pacchi libro, attrezzature sportive, oggetti vari. Gli studenti premiati del Liceo, cl. II D: Rossella Mizzi (borsa di studio di € 250) e Silvia Zanchi (collana di libri).


Una speciale sezione del Concorso si è occupata dei giornali scolastici (su carta stampata oppure on line) pubblicati nel periodo da giugno 2011 ad aprile 2012. Il giornale “Sessantesimo minuto” realizzato dagli studenti del Liceo Banzi è stato premiato con targa di merito.

77


CONCORSO

“Lo scrivo io” LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

78

La classe IV L - Liceo Scientifico “G. Banzi Bazoli”, vincitrice del Concorso con il racconto “Una bella fiaba diventa realtà” ha proposto il suo lavoro in versione inglese nell’ambito dell’iniziativa culturale “Per Maria d’Enghien e la sua prediletta Torre di Belloluogo” patrocinata dalla Città di Lecce - Assessorato alla Cultura, nell’ambito della rassegna ITINERARIO ROSA 2011, promossa e organizzata da Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo.

Nella foto il Dirigente scolastico, prof. Giuseppe Elia, la prof.ssa Carla De Nunzio e due studentesse ritirano il premio, del concorso “Una bella fiaba diventa realtà”, assegnato alla classe IV L del Liceo “Banzi”.


Il Galantuomo 2011 5°concorso internazionale di poesia in lingua e vernacolo salentino Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Profssa. Anna Rita Faggiano

79 Studenti partecipanti: Paiano Matteo, Antonucci Gabriele, Mariano Mariano Luigi, Saulle Giorgia.

Il Galantuomo è un concorso internazionale di poesia a cui partecipano in una categoria apposita gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Il liceo Banzi da anni è sempre presente con i suoi alunni che liberamente si mettono in gioco per creare testi poetici in cui esprimere idee, emozioni, sentimenti, con cui comunicare paure, dubbi, speranze che solo nel linguaggio antico, ma sempre moderno della poesia possono essere manifestati. Giorgia Saulle ha vinto il primo premio con il componimento intitolato “Il pescatore”. Hanno vinto il secondo premio ex-aequo Gabriele Antonucci con il componimento “Vivere un giorno” e Matteo Paiano con “Fresca brezza del mattino”. Luigi Mariano Mariano ha vinto il terzo premio con il componimento “Se finisce”.

IL PESCATORE L’orizzonte è lì: lontano, ma non troppo. Lo vedo. Lo sogno. Un pescatore sul suo legno si guadagna la vita pagandola con l’amaro sudore. Getta le reti, intrise di fatica e lavoro e una ruga di felicità gli colora il viso. I suoi occhi brillanti esprimono ciò che il cuore nasconde; forse una speranza mai morta in lui. La notte avanza tra le onde, ma lui non ha paura. È tutto un gioco di colori e sentimenti; di sorrisi mancati e di amori perduti, che il mare protegge ma non restituisce.

Giorgia SAULLE Primo premio


3° Premio - Giornalista per un giorno SERGIO VANTAGGIATO Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Anna Maria Crisigiovanni Il Concorso, organizzato dal Panathlon Club Lecce, nella persona del presidente Dott. Ludovico Malorgio, con il Patrocinio e la collaborazione della Provincia di Lecce, dell’Ufficio Scolastico provinciale e dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, è dedicato al giovane giornalista salentino deceduto tragicamente a Parigi nel 2007. E’ riservato agli studenti delle scuole medie superiori della Provincia di Lecce che vogliono cimentarsi nella scrittura di un articolo a tema sportivo su uno dei seguenti argomenti: 1. Non si può costruire un campione. I genitori che lo pretendono, tra rimpianti e rivalse, fanno il male dei loro figli. - 2. La violenza dentro e fuori gli stadi: in che modo e con quali mezzi si può contrastare efficacemente questo grave fenomeno del calcio? - 3. Lo sport a scuola: come si fa e come vorresti farlo. - L’alunna, Silvia Zanchi, frequentante la classe II D, si è classificata al terzo posto vincendo una borsa di studio di € 200 con un articolo relativo alla prima traccia.

80


Progetto Intercultura Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Anna Rita Faggiano Si è svolta dal 27 marzo al 2 aprile, presso il Liceo Scientifico “G. Banzi Bazoli” di Lecce, la “IV Settimana Interculturale Salentina” organizzata dal Liceo in collaborazione con il centro locale dell’Associazione AFS Intercultura ONLUS. Il tema dell’edizione di quest’anno è stato “Identità in gioco” e si inserisce nell’ambito del Progetto PON C-3-FSE “Percorsi interculturali nella società del Terzo Millennio”. Gli studenti italiani hanno svolto incontri di preparazione tenuti da tutor di AFS Intercultura Lecce e dalla prof.ssa Palomba dell’Università del Salento sul tema dell’identità che ben si coniuga con l’evento del 2011: i 150 dell’Unità italiana. Le attività previste nell’ambito della settimana hanno incluso, tra le altre, uno scambio di classi con la Parola Senior School di Parola (Finlandia), l’ospitalità di alcuni studenti esteri in Italia con un programma di studio AFS Intercultura, visite sul territorio, incontri-dibattito su tematiche interculturali e lezioni nelle classi insieme agli allievi del Liceo. I protagonisti della settimana sono stati 19 ragazzi finlandesi con il loro preside e alcuni dei loro insegnanti, ospitati da altrettanti studenti della classe III L del corso Maxilinguistico del Liceo Banzi di Lecce, 5 studenti di Intercultura provenienti da altre città italiane ed 11 studenti di Intercultura residenti in provincia di Lecce. In particolare gli ospiti stranieri stanno visitando le località più belle del Salento, quali Otranto e Gallipoli, e della Puglia. In programma, infatti, c’è anche una visita ad Alberobello e ai suoi trulli, giustamente considerati dall’UNESCO patrimonio dell’Umanità. Mobilità individuale in uscita a.s. 2010/11: 1. Monaco Maria Maddalena (cl.4 sez. L) anno in Germania 2. Putignano Francesca (cl. 4 sez. B) trimestre in Austria 3. Podo Alessandro (cl. 4 sez. C) bimestre in Australia Mobilità individuale in entrata a.s. 2010/11: 1. Brighton Hatfield (USA) 2. Paula Megumi Kahawara (Brasile) 3. Francisca Fonseca Vasquez (Cile) 4. Monique Gall (Australia)

81


AREA SCAMBIO CLASSE Mobilità di gruppo a.s. 2010/11 Scambio – classe tra: Liceo “Banzi” di Lecce (Italia) e High School di Parola (Finlandia) nell’ambito della

IV Settimana Interculturale Salentina: 27 marzo - 2 aprile 2011 Partecipanti:

- 19 studenti, 3 docenti e il LECCE • Dirigente Scolastico dell’High School di Parola (Finlandia) - 5 studenti di AFS Students provenienti da: Germania, Austria, Tailandia, Paraguay - Classe 3 sez. L del Liceo “Banzi” - 3 studenti - mobilità individuale: Brighton Hatfield (USA), Paula Megumi Kahawara (Brasile), Francisca Fonseca Vasquez (Cile)

82

Litorale salentino

L’incontro tra i Dirigenti, Reijo Järvinen e Giuseppe Elia


PROGETTO PET

Gli esami CambridgeESOL propongono cinque livelli corrispondenti a quelli del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue che vanno dal livello A2 a C2. • KET (Key English Test) • PET (Preliminary English Test) • FCE (First Certificate in English) • CAE (Certificate in Advanced English) • CPE (Certificate of Proficiency in English) PET) - test preliminare di lingua Il Cambridge Preliminary English Test (P inglese - rappresenta il secondo livello degli esami Cambridge in English for Speakers of Other Languages (ESOL). Considerato un esame di livello mediobasso e inserito al livello B1 dal Quadro Comune Europeo del Consiglio d’Europa il PET valuta la capacità di comunicazione quotidiana nella lingua scritta e parlata. Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Marina Maffey Studenti partecipanti: Baglivo Francesco, Bardoscia Anna, Basta Francesca, Benegiamo Laura, Borruto Mario, Calogiuri Eleonora, Caroppo Ilaria, D’ Antona Luca, D’Oria Francesco, De Luca Simone, De Rinaldis Ilaria, De Simone Serena, Delli Noci Stefano, Ferrari Greta, Ferriero Francesco, Franco Martina, Frisenna Stefano, Greco Rossella, Guerrieri Francesca, Ingrosso Federica, Ivagnes Andrea, Marcucci Francesca, Margiotta Ettore, Martano Grazia, Mazzotta Laura, Metrangolo Valentina, Muscatello Vincenzo, Palamà Giusy, Petracca Ilaria, Pezzuto Michele, Pirti Luca, Pisanò Sara, Rossetti Roberta, Sacquegna Simone, Scardia Luca, Scaringella Marianna, Tommasi Francesco

Destinatari: il corso è rivolto a studenti delle terze classi del liceo. Durata: novembre 2010 - aprile 2011 Descrizione attività: da qualche anno l’attenzione per la lingua straniera ha superato i confini delle aule scolastiche. Tra le lingue europee, la lingua inglese è diventata la lingua di comunicazione per eccellenza capace di superare ed abbattere ogni barriera linguistica. L’attività formativa prevede lo sviluppo e l’approfondimento delle abilità linguistiche attraverso la somministrazione di “papers” per abituare gli studenti all’esperienza dell’esame PET. Obiettivi conseguiti: conseguimento della certificazione PET, livello B1 (Quadro di riferimento Europeo), ampliamento e sviluppo delle abilità linguistiche per migliorare le capacità relazionali e per favorire l’apertura ad una dimensione interculturale. Metodologie utilizzate: calibrare le attività sulle conoscenze, abilità e competenze linguistiche possedute, stimolare l’interesse offrendo l’opportunità di riutilizzare strutture e lessico in situazioni reali.

83


PROGETTO FIRST CERTIFICATE

84

Studenti partecipanti: Assiro Andrea, Baldassarre Riccardo, Bianchini Giorgio, Boksi Reisa, Bomba Serena, Bruno Riccardo, Cappello Chiara, Contaldo Gabriele, Cozzolino Chiara, De Blasi Massimiliano, De Blasi Salvatore, De Leonardis Rossella, De Marco Alessandro, De Vito Emanuele, Dell’Anna Caterina, Gaudio Ilaria, Gerardi Andrea, Giorgino Jacopo, Greco Damiano, Invidia Stefano, Lerario Giorgia, Longo Valentina, Manfreda Valeria, Messa Federico, Mola Alberto, Olivieri Roberto, Pedone Gabriele, Rella Alessia, Scarciglia Francesca, Sisinni Antonio

Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Maria Cristina Coclite Esperti: Prof.ssa Maria Cristina Coclite, Prof.ssa Anna Perrone Destinatari: studenti delle classi terze, quarte e qinte Durata: 80 ore - Periodo: 9 gennaio - 9 giugno 2011 Descrizione attività: accertamento dei prerequisiti e selezione degli allievi. Orientamento e supporto all’inserimento e ricaduta sui curricoli specifici degli allievi. L’attività formativa prevede lo sviluppo e l’approfondimento delle abilità linguistiche attraverso la somministrazione di “papers” per abituare gli studenti all’esperienza dell’esame FIRST e una serie di esercizi riguardanti gli aspetti più particolari della lingua inglese. Obiettivi conseguiti: conseguimento della certificazione FIRST, livello B2 (Quadro di riferimento Europeo), ampliamento e sviluppo delle abilità linguistiche per migliorare le capacità relazionali e per favorire l’apertura ad una dimensione interculturale. Metodologie utilizzate: porre gli studenti al centro del processo formativo e calibrare le attività sulle conoscenze, abilità e competenze possedute, stimolare l’interesse attraverso una serie di percorsi mirati alla ricerca e allo studio, offrire l’opportunità di riutilizzare strutture e lessico in situazioni reali e di sviluppare l’abilità di ascolto attraverso l’uso di brani, conversazioni e interviste registrati da “native speakers”.


PARTE IV

CELEBRAZIONE 150° UNITÀ D’ITALIA Eventi e manifestazioni


Il 150° dell’Unità d’Italia... ...un’occasione per sentirci tutti più “fratelli” a cura del Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Elia

86

Il 2011 è stato un anno prezioso per qualche riflessione sul significato dell’Italia e dell’essere italiani a 150 anni della data-simbolo del raggiungimento dell’unità. Il percorso si è snodato interessante e ricco di appuntamenti, ed in particolare chi voleva far memoria e al tempo stesso riferirsi al presente, ha avuto opportunità, sollecitazioni e stimoli interessanti, con qualche interrogativo sull’idea di nazione che abbiamo, a fronte anche di mai sopite spinte di secessione. Cantiamo l’inno nazionale “Fratelli d’Italia”, ma sottolineava con ironia e sarcasmo Enzo Biagi, grande giornalista e scrittore, che è improprio in quanto siamo sempre più un Paese di “figli unici”, che si affratellano solo in occasione di qualche evento calcistico o di qualche evento epocale. Per il resto, vige e spopola un grande individualismo e le stesse feste nazionali, a differenza di come le sentono e le vivono per esempio i vicini francesi e svizzeri, sono un’occasione per “ponti”, gite, scampagnate e a volte ci si rammarica se la data cade di sabato o di domenica e fa “crollare progetti” di viaggi. In Francia in occasione del 14 Luglio o in Svizzera il 1 Agosto, quando ogni anno si celebra il “Natale della patria”, ci si accorge subito del clima di partecipazione popolare osservando le bandiere nazionali su tutti gli edifici pubblici ma anche su una grandissima quantità di case, dappertutto, in città e anche sull’ultimo paesino di valle, e le celebrazioni organizzate dalle autorità, soprattutto al sopraggiungere della sera, vedono una folta rispondenza di popolazione. C’è complessivamente un altro clima, c’è un’altra partecipazione, si sente l’incidenza di valori come identità, appartenenza, coesione, unità, tensione morale condivisa, insomma l’orgoglio di essere citadini di una nazione, con una storia e con un futuro verso il quale tendere insieme. In Italia molti nobili intendimenti vengono impoveriti se non addirittura umiliati, come si è visto con l’avvilente dibattito se aderire o meno alla festa nazionale dell’unità d’Italia il 17 Marzo. In ogni modo occorre riconoscere che grazie all’impulso di alcune autorità da Roma fino ai nostri Comuni, in prima il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, si sono ottenuti risultati anche superiori alle attese, e si sono coinvolte anche le nuove generazioni, in particolare attraverso la principale e più estesa agenzia formativa d’oggi, cioè la SCUOLA. Si è parlato dell’Italia, del risorgimento, di chi l’ha fatto, di come si è estesa la voglia di indipendenza degli stranieri, del martirio di molti che hanno voluto credere all’Idea e all’Ideale.


Si è fatta l’Italia: forse si dovevano fare – prima – gli italiani: ma questo è un ritardo sempre recuperabile, se lo si vuole. E grazie alle celebrazioni e alle molteplici iniziative messe in calendario e attuate, si sono conosciuti i protagonisti, donne e uomini che hanno costruito l’Italia, le infinite circostanze, le strategie, le battaglie. Una grande fiammata tricolore ci è giunta grazie all’estro e alla genialità di Roberto Benigni che dalla ribalta di Sanremo ha fatto prima di tutto conoscere e poi anche amare l’inno nazionale. È stato bellissimo, Benigni ha acceso e alimentato un insieme di emozioni con la sua magistrale interpretazione, esaltata da tutti, ma ci auguriamo che non si debba attendere lo spettacolo di un artista per fare un discorso serio sul nostro Paese e si continui con riflessioni sull’essere italiani e sentirci tutti più “fratelli”.

87

Il Liceo “Banzi” per festeggiare l’Unità d’Italia ma, soprattutto, per offrire agli studenti momenti di riflessione, strumenti e informazioni ha programmato all’interno del proprio progetto educativo attività ed eventi aderendo anche alle più significative iniziative proposte a livello locale e nazionale. Fra queste le più significative sono state: 16 marzo: “Il Millenario. Un quiz per l’Unità” 17 marzo: Concorso Quotidiano di Puglia: “La più bella pagina per i 150 anni dell’Unità d’Italia” 26-27 marzo: F.A.I. per i 150 anni dell’Unità d’Italia 5 maggio: Incontro con l’astronauta Umberto Guidoni “Dalla terra alla luna” 17 maggio: Incontro con il cardinale Salvatore De Giorgi 30 maggio: Didattica delle scienze nella scuola salentina dopo l’Unità 29 luglio: “Una meridiana al Liceo Scientifico”


88

Studenti partecipanti: Edoardo Polito, Pierfrancesco Campanelli, Gabriele Dell’Aquila, Marco Miglietta, Serena Ruggiero, Martina Ciaccia, Federico Chiarelli e Alessandro De Marco

17 marzo 2011 - Concorso: l’Unità d’Italia vista dagli studenti bandito da “Nuovo Quotidiano di Puglia” Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Lucia Mancini Periodo: febbraio-marzo 2011 Descrizione attività: l’idea di fondo condivisa dagli studenti era quella di comunicare la convinzione che l’Unità d’Italia sia un valore ancora fortemente sentito dagli italiani e soprattutto dai giovani. Dopo aver svolto ricerche storiche sia con strumenti tradizionali (archivio, biblioteche) sia in Internet, si è progettato la pagina del giornale dal punto di vista grafico e del contenuto. Al centro è stata messa una cartina geografica dell’Italia che nella metà di sinistra riprendeva la divisione politica antecedente all’Unità d’Italia, nella parte destra l’attuale organizzazione politica. Ai due lati della cartina sono stati collocati due articoli di cui uno, intitolato: ”Un comune sentire”è stato scritto immaginando i desideri,le speranze e l’impegno di tutti coloro che nel 1861 credevano e lottavano per una Patria comune. Il secondo articolo intitolato: “L’Italia si è desta”è stato scritto con gli occhi di un giovane studente del 2011 che vive il 150° dell’Unità con la convinzione che i valori del Risorgimento sono ancora vivi e condivisi e che le azioni nobili degli uomini coraggiosi non trovano spazio solo nei manuali di storia ma palpitano in ogni giovane cuore che sa far propri i valori e l’insegnamenti della storia. Il titolo dell’articolo”Non c’è cor che non batta per te” è un


verso dell’ode di Manzoni: ”Marzo 1821” e, oltre a voler testimoniare l’ammirazione per uno dei più grandi autori dell’Ottocento, esprime efficacemente il senso di coralità rispetto all’evento. In fondo alla pagina un sentito e doveroso tributo al Risorgimento salentino con un articolo dedicato alla nostra patriota Antonietta De pace Obiettivi conseguiti: gli Studenti hanno acquisito consapevolezza storica, capacità di ricostruzione di biografie a partire da documenti, capacità di organizzare testi descrittivi e narrativi di tipo giornalistico, abilità grafiche e informatiche per la costruzione della pagine sulla base di un templet fornito dal quotidiano. Metodologia utilizzate: lezione frontale; esercitazioni pratiche, utilizzo di materiali storici, di archivio, on-line, utilizzo di tecniche giornalistiche e di strumenti informatici per la composizione della pagina.

89


I° Premio al Liceo Scientifico Banzi

La più bella pagina per i 150 anni dell’Unità d’Italia

90


Studenti partecipanti: Agrosì Domenico, Boksi Reisa, Bruno Giulio, Casilli Maria Grazia, Centonze Giulia, Degli Angeli Graziano, Galati Rosalinda, Guido Irene, Inguscio Sara, Invidia Stefano, Lofari Silvia, Mastrolia Elisa, Miglietta Elisa, Monte Simona, Piliego Anastasia, Spedicato Gloria

16 marzo 2011: Celebrazione del 150° anniversario dell’Unità di Italia

“Il Millenario. Un quiz per l’Unità” Coordinatore: Prof. Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Anna Scarsella Destinatari: studenti classi IV e V Periodo: febbraio-marzo 2011 Descrizione attività: in occasione della celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, la classe IV della sezione A del Liceo Scientifico Banzi Bazoli, ha deciso di organizzare un quiz, sullo schema del format televisivo de “L’eredità”, sui temi e gli avvenimenti del Risorgimento Italiano. Sotto la supervisione della docente di storia, prof. Anna Scarsella, gli studenti della classe IV A, cercando un nuovo modo di imparare la storia divertendosi attraverso la didattica laboratoriale, coinvolgendo in questo tutti gli studenti delle quarte e quinte classi del liceo, hanno formulato ben 79 domande con quattro possibilità di risposta, sugli avvenimenti e personaggi più significativi del nostro Risorgimento. Ciò ha permesso loro di andare oltre il manuale, per ricercare notizie e fatti, in particolare del risorgimento salentino, poco conosciuti, oltre che di scoprire il significato di simboli e bandiere che hanno fatto la storia d’Italia. L’invito, esteso alle classi quarte e quinte dell’Istituto, ha fatto registrare numerosi partecipanti, divisi poi in otto squadre (i cui componenti non appartenevano alla stessa classe, in modo da creare un sano spirito di competizione) che, con i nomi dei personaggi storici (Mameli, Mazzini, Garibaldi, Nievo, Bixio, Cavour, Pisacane e Verdi) si sono sfidati nell’Aula Magna del Liceo, allestita per l’occasione con tricolori e coccar-

91


de, in scontri ad eliminazione diretta (quarti di finale, semifinale e finale). La gara è stata introdotta dalla intonazione partecipata e commossa dell’ inno di Mameli da parte di tutti gli studenti, ed intervallata dalla proiezione di due video, dai contenuti patriottici, realizzati dagli alunni della classe 4^ sez. H, guidati dalla prof.ssa Tiziana Montinaro.

92

L’idea di tradurre il quiz in un gioco da tavolo è nata subito dopo l’evento. Gli studenti hanno così continuato la ricerca, questa volta di immagini per comporre la plancia di gioco (tipo gioco dell’oca), con al centro una cartina dell’Italia dell’800. Anche qui la ricerca ha portato gli studenti a comprendere meglio e a scoprire immagini e quadri dell’epoca a volte dimenticate. Quarantotto immagini per comporre il gioco, sei segnalini con le figure dei patrioti italiani (Mazzini, Bixio, Cavour, Vittorio Emanuele II, Mameli e Antonietta De Pace), due dadi da gioco, 79 carte con le domande, le quattro risposte e la risposta esatta che ricostruisce la storia dell’evento, 20 carte “fortuna”, che prendendo spunto da vittorie e sconfitte dei nostri patrioti rallentano o accelerano il percorso; completano il gioco da tavola che, con l’immagine della bandiera italiana sulla scatola, prende il nome di “Il Millenario. Un quiz per l’Unità”.

Il gioco da tavolo, realizzato con il contributo del Comune di Carmiano, nella persona del sindaco dott. Giancarlo Mazzotta, è stato donato al Ministro dell’Istruzione Profumo e al suo staff, in occasione della sua visita al nostro Liceo.


Studenti partecipanti: classe IV B:Dell’Aquila Gabriele, Zippo Francesco, Contaldo Gabriele, Greco Damiano, Polito Edoardo, Caricato Sara, Mastrolia Silvia, Leone Silvia,Miglietta Giulia, Giorgino Jacopo, Campanelli Pierfrancesco, Marra Angelica. Classe IV I: Ciaccia Martina, Orlandini Luigi, De Mitri Marco, Rosato Mattia, De Luca Alessia, Politi Chiara, De Marco Alessandro, Caputo Luigi, Chiarelli Federico, Ruggiero Serena, Chiriacò Carlotta, Epifani Marco, Mazzeo Daria, Palazzo Giovanni, Trevisi Alfredo, Miglietta Marco, Balestrieri Andrea.

26-27 marzo 2011: Celebrazione del 150° anniversario dell’Unità di Italia

F.A.I. per i 150 anni dell’Unità d’Italia Coordinatore: Dirigente Giuseppe Elia Referente: Prof.ssa Lucia Mancini Destinatari: studenti classi IV sez.B e I Periodo: gennaio-marzo 2011 Descrizione attività: il progetto è nato da una collaborazione tra il Liceo Banzi e il F.A.I. (Fondo Italiano per l’Ambiente). Il F.A.I. ci ha chiesto di produrre una serie di materiali che avessero come tema il Risorgimento salentino, riassunto attraverso le biografie dei suoi rappresentanti più significativi. L’obiettivo condiviso dagli studenti è stato quello di costruire l’identità nazionale attraverso il recupero della storia locale. Grazie alla collaborazione del Direttore della Biblioteca Provinciale, Dr. Alessandro La Porta e della Responsabile per la Delegazione del F.A.I. Prof. Adriana Greco, gli studenti hanno avuto accesso a materiali propriamente storici, come i giornali e i testi dell’epoca da cui hanno tratto una serie di informazioni utili che,unite a quelle reperite in rete, hanno permesso loro di elaborare delle biografie ragionate su: Antonietta De Pace, Gioacchino Toma, Liborio Romano, Sigismondo Castromediano, Giuseppe Pisanelli,

93


94

Oronzo De Donno, Bonaventura Mazzarella, Giuseppe Libertini e Giuseppe Garibaldi che, pur non avendo origini salentine, è stato un punto di riferimento per tanti giovani del sud che in nome dell’Italia unita parteciparono all’impresa dei mille. Alcuni studenti affascinati dagli articoli del giornale dell’epoca:”Il cittadino leccese” hanno elaborato un saggio sull’importanza della stampa nel processo di unificazione. Altri studenti hanno preferito esprimere il senso di appartenenza alla nazione, realizzando un DVD in cui attraverso il recupero di aspetti della storia e della cultura ottocentesca si sottolineava, altresì, i riflessi che il movimento politico e culturale per l’unità del paese ha avuto nel Salento. I lavori realizzati sono stati presentati con successo al pubblico nel corso della manifestazione che si è tenuta il 27 marzo 2011. L’evento è stato impreziosito dall’esibizione dell’orchestra di Flauti “Fortunae Flatus” diretto dal M° Luigi Bisanti, daI Coro misto del Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce diretto dal M° Tina Patavia e dal soprano Silvia Rosato Franchini che hanno acceso l’entusiasmo della platea proponendo brani celebri del Risorgimento. Il concerto si è concluso con il trascinante e partecipato Inno di Mameli.

Obiettivi conseguiti: gli studenti hanno acquisito consapevolezza storica, capacità di ricostruzione di biografie a partire da documenti, capacità di organizzare testi descrittivi e narrativi, capacità di comunicare in pubblico i contenuti acquisiti ed elaborati. Metodologia utilizzata: lezioni frontali, esercitazioni pratiche, utilizzo di materiali storici, di archivio, on-line, utilizzo di presentazione divulgativa attraverso video e power point.


95

Le classi del Liceo Scientifico “G. Banzi Bazoli” II N della Prof.ssa Tornese, IV B e IV I della Prof.ssa Mancini hanno aderito all’iniziativa del F.A.I. (Fondo Ambiente Italiano) in veste di aspiranti Ciceroni. Gli studenti hanno relazionato ai numerosi visitatori sui personaggi che hanno reso celebre il risorgimento salentino: Antonietta De Pace, Sigismondo Castromediano, Buonaventura Mazzarella, Gioacchino Toma, Giuseppe Libertini, Oronzo De Donno, Annibale d’Ambrosio, Giuseppe Pisanelli e Liborio Romano. La manifestazione è stata ospitata nella sede della biblioteca N. Bernardini sabato 26 e domenica 27 marzo. Tra il grande successo di pubblico, particolarmente entusiasta è stato il Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Elia, che ha apprezzato l’impegno e l’entusiasmo profusi dagli studenti che hanno saputo esprimere attraverso la vita dei patrioti la rinnovata emozione per l’Amor di Patria. La giornata è stata impreziosita dall’esecuzione dell’Orchestra “Fortunae Flatus” del Conservatorio T. Schipa di Lecce, diret-


ta dal M° Luigi Bisanti con un programma musicale di brani risorgimentali, tratti dai più salienti passi delle opere di Verdi, Händel e Novaro. Alla fine della manifestazione si sono uniti al plauso del Dirigente anche quello del responsabile dei F.A.I. avv. Giorgio Aguglia e quello del direttore della biblioteca Alessandro Laporta auspicando altre occasioni di collaborazione. A conclusione il Dirigente Scolastico Giuseppe Elia richiama l’importante aspetto per il quale i giovani hanno riscoperto “ORGOGLIO E FIDUCIA”. (dal “Quotidiano di Lecce” - 28 marzo 2011)

96

“Chi avrebbe mai pensato che la storia della nostra realtà locale fosse così ricca di personaggi che spinti dall’Amor di Patria hanno reso possibile l’unità? La possibilità offertaci dal F.A.I. (Fondo Ambiente Italiano) di esporre la nostra storia e la storia delle nostre figure patriottiche ha permesso noi di entrare in contatto con i valori e le virtù dell’epoca risorgimentale, che abbiam tentato di far emergere nelle nostre relazioni e attraverso le nostre parole: abbiamo imparato quanto possa essere formativo portare al di fuori dell’aula le nostre conoscenze interagendo con il territorio”. Edoardo Polito, Jacopo A. Giorgino, Pierfrancesco Campanelli (4B)

annuario 65-96  
Advertisement