Issuu on Google+

licEando TH E

ne t wo r k

JULY

linkati

2011

SCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOU GHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUG HSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUG HSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLIS


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


licEando ale pasc e de

sc o

vi vi an a

n av ar

ra

o all

ro

og

gi u li a

tte ma

t e am

SCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUG HSCHOOILNO TENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUSCHOOL GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOIL NOTENOUGHSCHOOILNOTE NOUNOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTE NOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNO TENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOIL NOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGH CHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHO OILNOTENOUG HSCHOOILNO TENOUGHSCHOOILN OTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTE NOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNO TENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHO OILNOTENOU GHSCHOOILNOTE NOUGHSCHOOIL NOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGH SCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOT ENOUGHSCHO OI LNOTENOU GHSCHO OILNO

ed d i

TH E

r os

gges anna sa

e

ari o

mi n e rv ini


u o y zenigata mercoledĂŹ ore 21.30 giovedĂŹ ore 14.50 rete 1 Salerno - canale 750 |digitale terreStre|


giFFoni Film Festival

41

LINK


1


giorno 6


L'amore a primavista spesso  non è che  una svista.  | | | Roberto Gervaso  | | |


licEando

K

TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


contenuti

(in ordine scomparso)


OGGI aL Gff

sala truFFaut - cittadella del cinema

IL programma

La GIUrIa INCONTra 17

Jovanotti (red Carpet) la giuria incontra

18

mauriZio casagrande

anteprima 21:30

17

linkolors laB Stefania Sabatino - pittura su magliette

21 spettacolo

walt disney pictures Italia presenta

Serata dIxaN per la Scuola

prom di Joe nussbaum (usa, 2011, 104')

Teatro dell'Osso di Lioni (av) presenta: "NrG TG che però si pronuncia Energy con la partecipazione di CrISTINa d'avENa

SaLa vaLLE antiche ramiere 15

masterclass Jovanotti

dIxaN vILLaGE - pIaZZa UmbErTO I 17:30

animaZione e musica

GIffONI vILLaGE - vIa aLdO mOrO 19

laboratori e animazioni

CHIESa COmpLESSO mONUmENTaLE dI SaN fraNCESCO 20

concerto del conservatorio musicale di salerno

GIardINO dEGLI araNCI

arena alBerto sordi 22:30

concerto 24 grana (ingresso gratuito)


6

6

questa volta non è l'unico a sentirsi un “ragazzo fortunato”. a fargli compagnia ci sono i giurati affamati di poltrone nella sala Truffaut. Jovanotti arriva al Giffoni film festival in giacca e blue jeans, sulle note di quell' 'Ombelico del mondo' che obbliga anche i più timidi a scatenarsi. “Lorenzo sei bellissimo!”. Una giovane voce femminile risuona nella platea e lui sorride con dolcezza: “Grazie, cara”. reduce dal successo strepitoso di sabato sera allo stadio Lamberti di Cava, è pronto ad essere invaso dall'euforia della cittadella del cinema. Eccolo, il re della sesta giornata di festival. “quando faccio un disco penso sempre e solo alla musica-comincia schietto-. Le mie canzoni rispetto agli inizi sono diverse: inevitabile. Il mio mestiere è proprio quello di cambiare e la cosa più bella dell'essere vivi è che si cambia”. “quello che faccio-continua il cantautore nato a roma quarantaquattro anni fa- è impegnarmi al massimo nel mio lavoro, che amo e che non vedo affatto come un sacrificio. mi faccio in quattro per ottenere il massimo dalle cose”. Si rivolge poi ai ragazzi: “Se volete raggiungere un obiettivo, impegnatevi al massimo. E se i frutti non arriveranno, il più bel regalo sarà comunque l'impegno che ci avete messo. Il vero frutto dell'impegno è l'impegno stesso”. Jovanotti spiega inoltre che “ci sono due modi di scrivere una canzone: raccontare quello che si vive o raccontare quello che si vorrebbe vivere. Io cerco di parlare di entrambe le cose, traendo molta ispirazione dall'infanzia”. “L'infanzia-osserva infatti il Lorenzo nazionale- è il serbatoio principale di ogni artista”. maurizio Casagrande, attore, comico e cabarettista partenopeo

dI viviana Navarra

classe 1961, parla dell'impegno che lo vede coinvolto in prima fila con amnesty, l'organizzazione internazionale per i diritti umani: “Siamo in un paese in cui possiamo permetterci di giocare e scherzare ma in altre parti del mondo vengono continuamente violati diritti umani fondamentali”. Giardino degli aranci. E' qui che ieri, per il ciclo reload, è stato proiettato 'Un altro mondo'. Tratto dall'omonimo romanzo di Carla vangelista, il film è la delicata storia di un viaggio che fa cambiare al protagonista lo sguardo nei confronti della vita, un viaggio sentimentale di cui Silvio muccino (regista, co-sceneggiatore e interprete principale del film) parla con delicatezza e tormento. Intanto nel pomeriggio i piccoli giurati si sono diretti verso il filangolo, lo spazio firmato fila-Giotto allestito all'interno della cittadella. Uno spazio dedicato ai più piccini per giocare ed imparare, dove vengono organizzati laboratori 3d e dove, una piccola giuria di cinefili, è invitata a giudicare il più divertente tra i corti selezionati dalla direzione artistica del festival. La cerimonia di premiazione è prevista per domani e il regista vincitore riceverà il premio speciale 'Giotto Super be-bè': un maxi matitone personalizzato Giffoni, con un supporto che ricorda la pellicola di un film. L'ora dei “24 Grana” è scoccata alle 22 e 30 in punto. Il gruppo musicale nato nel 1995 ha servito su un sound d'argento l'energia tribale e la dinamicità del digitale in una miscela di dub, reggae e rock. E' sulla loro esibizione che Giulia e Lorenzo si sono abbracciati. Un abbraccio stretto quanto un link.


con il patronicio di

uNIONE nULLafaCENTI iTaLIaNI cHE eLUdONO FaTICHE


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ

thE

t s i l i h c s a ) e l o r a p (a


jovan

licEando T H E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


notti


l o r e n Z o

c h e r u B i n i

J o v a n o t t i

star lorenzo cherubini è nato a roma il 27 settembre 1966. la sua famiglia è originaria di cortona, in provincia di arezzo, dove adesso risiede stabilmente. nel giugno del 1980 il fratello umberto (scomparso da pochi anni, a cui ha dedicato la canzone Fango) presenta lorenzo a un disc jockey di radio Foxes di cortona, dove inizia a muovere i primi passi come dJ. l’esordio musicale vero e proprio avviene nell’aprile del 1987 con il singolo walking. inizialmente il nome d’arte che lorenzo sceglie è “Joe vanotti” ma per uno sbaglio tipografico viene scritto su una locandina “Jovanotti”, errore che lorenzo trova provvidenziale. nello stesso anno inizia a lavorare al lanternone di palinuro, dove viene scoperto da claudio cecchetto, che lo assume come presentatore a deejay television e come disc jockey a radio deejay. nel 1988 Jovanotti pubblica il suo primo album, “Jovanotti for president”, che scala rapidamente le classifiche italiane , tanto che a settembre lorenzo viene invitato al Festivalbar come ospite d’onore. negli anni a seguire pubblica una serie di album di enorme successo, come “una tribù che balla” e “la mia moto”, e nel 1994 la canzone “serenata rap” si classifica come video più trasmesso in europa e persino in sudamerica. nel 1998 diventa padre, e dedica alla figlia diverse canzoni, tra cui la ninna nanna “per te” e “un raggio di sole”, con cui vince il Festivalbar. secondo i critici la maturità acquisita dal cantante incomincia ad emergere nel 2005 con l’album “Buon sangue”, al quale hanno contribuito artisti come edoardo Bennato, i planet Funk e i negramaro; il 13 dicembre 2009 esce il singolo “Baciami ancora”, con il quale si aggiudica il david di donatello come migliore colonna sonora originale. ad ottobre 2010 è stata annunciata l’uscita nel gennaio 2011 dell’album intitolato “ora”.


gIffoNI fILm festIvaL ezIo greggIo arrIva aL photocaLL 0re 18

gIffoNI fILm festIvaL ezIo greggIo sI coNcede aI sUoI faN sUL red carpet 0re 18.15

gIffoNI fILm festIvaL ezIo greggIo INcoNtra I gIUratI NeLLa saLa trUffaULt 0re 18.30


greggio

al gFF 41

lavita? mia come musica di giorgia navarra

L'emozioni non si possono spiegare, c'è chi cresce cullato dalle note di una chitarra e di un tamburo, oppure da una voce particolare, talmente particolare da definirsi di principio speciale. C'è una voce, un uomo, che ha facce riflesse nelle specchio come suo padre, che attraversa il centro del mondo, che supera la sua linea d'ombra senza paura, va avanti, e nel suo tragitto porta per mano una generazione, una generazione di cui faccio parte. Lorenzo Cherubini era mio padre, era mio padre quando in stanza ascoltando penso positivo credevo in un mondo migliore, ed è mio padre adesso, quando a Giffoni arriva come bisogna aspettarsi, senza la maschera da palcoscenico, senza il nome Jovanotti targato a fuoco sul petto, semplicemente Lorenzo e l'altro. E' un giullare di quelli buoni, di quelli che accettano le parole per quelle che sono. per lui artista significa semplicemente artista e nulla più, non crea distacco, non si separa dalla proprie convinzioni, dalle sue idee, semplicemente matura, cresce e affonda le radice del suo albero sempre più in profondità, sempre più forti nel terreno della vita. Lorenzo è un uomo che salta sulla linea tra la banalità e la poesia, perché gli piace cosi, perché è giusto essere diretti a tutti, perché è più poetico essere banali e riuscire a intensificare le emozioni in maniera semplice che decantare sonetti e allontanarsi dal mondo. Non è ottimista ne pessimista, è semplicemente se stesso, e vuole essere guardato non in maniera superficiale ma in modo profondo, perché è autentico, perché nei suoi brani, nelle sue idee non c'è un pensiero positivo o uno negativo, c'è semplicemente l'autenticità della persona, quella che ama in maniera smisurata il suo lavoro, quella che canta de andré a Spoonriver o che gira il Sud america in bicicletta. questo è Lorenzo, un uomo con mille interessi, che ama il cinema e la pittura, che apre le porte a chi merita una possibilità, semplicemente un ragazzo un po' fortunato ma molto speciale. Come ho già detto l'emozioni non si possono spiegare, se potessi forse non sarei del tutto umano, sperò però di aver fatto passare un po' di me, di quello che Lorenzo è per me, per la mia generazione, per l'importanza che ha sentirsi felici con poco. questo Jovanotti l'ha sempre fatto, Lorenzo Cherubini anche. Io credo che a questo mondo esista solo una grande chiesa che parte da CHE GUEvara e arriva fino a madrE TErESa passando da maLCOm x attraverso GaNdHI e SaN paTrIGNaNO arriva da un prete in periferia che va avanti nonostante il vaticano.


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


giFFoni

t h e Exp ErIEN CE


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


la cosa

più Bella di vivere è camBiare. cosa Faccio io di lavoro? camBio. lorenzo cherubini

(s)connected


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


gIffoNI fILm festIvaL vaLeNtINa LodovINI ImmortaLata daI fotografI aL photocaLL 0re 17

gIffoNI fILm festIvaL vaLeNtINa LodovINI sfILa sUL red carpet fIrmaNdo aUtografI 0re 17.30

gIffoNI fILm festIvaL vaLeNtINa LodovINI INcoNtra I gIUratI NeLLa saLa trUffaULt ore 18


italians

maurizio casagrande maurizio casagrande nasce a napoli il 4 novembre del 1961 da antonio casagrande, fondatore dell’accademia teatrale del mezzogiorno, dove egli trova un posto come professore di musica e solfeggio. presto scopre la passione per la recitazione, portando in scena le sue doti per la prima volta al teatro cilea di napoli. di lì a poco conosce vincenzo salemme, che lo dirigerà nella commedia teatrale “premiata pasticceria Bellavista” facendolo entrare nella sua compagnia teatrale, di cui faceva parte anche carlo Buccirosso. di lì a quel momento i due saranno insieme in diverse pellicole, come “l’amico del cuore” e “amore a prima vista”, e successivamente casagrande entra nel cast di vari telefilm e di un film internazionale, ovvero “the tourist”.


casagrande al gFF 41

maurizio, benvenuto a casa...grande di pina stella caiaZZo maurizio Casagrande entra nella Sala Truffaut e non può fare a meno di sgranare gli occhi: “ Siete tantissimi, molti di più di quanto immaginassi”. dopo essere stato per anni la perfetta spalla di vincenzo Salemme in pellicole e commedie di gran successo, l’attore partenopeo apre il dibattito alla Cittadella con un esilarante siparietto improvvisato con un giovane giurato che, prima di porgli una domanda, gli aveva rilevato il proprio sogno nel cassetto: recitare insieme a lui. E lui, risoluto, gli ha immediatamente proposto di raggiungerlo sul palco conquistandosi, così, nel giro di pochi istanti la simpatia e l’attenzione di tutta la giuria. “quando interpreto un ruolo -spiega Csasagrande- leggo con attenzione il copione ma non lo studio mai troppo. Imparare troppo la parte significa farla diventare meccanica. Invece io preferisco imparare le battute all’ultimo momento per non perdere la naturalezza”. Sul rapporto con Salemme: “Se mi posso attribuire un pregio credo possa essere quello di saper riconoscere il talento altrui non avendone paura. Ho conosciuto vincenzo al Sancarluccio, un piccolissimo teatrino di Napoli con soli trenta posti. mi resi conto subito di trovarmi di fronte ad un bravo autore per cui feci una scelta rischiosa: lasciai la compagnia del bellini con cui lavoravo per inseguire questo talentuoso squattrinato, cambiando completamente il mio percorso”. dopo essere stato per anni la spalla di vincenzo Salemme in pellicole e commedie di gran successo, maurizio ora torna al cinema con il film “Una donna per la vita”, un lungometraggio, ambientato a Napoli, le cui riprese termineranno la prossima settimana proprio nel bel capoluogo campano. La pellicola, di cui l’attore partenopeo è regista, interprete e sceneggiatore, lo vedrà recitare al fianco di Sabrina Impaccatore, Neri marcorè, margareth madè e un insieme di storici amici, tra cui lo stesso Salemme, che hanno preso parte al lavoro con brevi e simpatici cammei. “mi piace confrontarmi con nuovi ruoli e nuove avventure - ha precisato- anche se devo dire che ho molto amato interpretare il ruolo del maggiore Cipolletta in “amore a prima vista” il film a mio avviso più bello scritto da vincenzo Salemme”.


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


giFFoni

t h e Exp ErIEN CE


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando THE red CarpET

licEando T H E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEando T H E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEan do

THE

ne

tw

aSd Sdk G a S y d C qIJd vNHd G a S I d S bdfb daSmC HfGqE O a q à yGw kdbfE UIUq k w E N w IqO q EqIk yGdw OpEO f w E H qS qIU S aSm CaS Sapk CkNdS p I d C a m UJf aSJa afNbE vHaGv p d a à N q f SLd kIaS SdJbdfHdqydG d a S J f dJ aOd aSOIJ G q E I kqC H G maS CNaSf y U q O CJEq C I dUIwvfyUEq q J C UG USq pèp UUfd

or

k


licEando THE red CarpET


2011

linkati

puntualità. Grazia. bellezza. martha de Laurentis arriva sul palco di masterclass in anticipo rispetto ai giurati, troppa la sua voglia d'incontrare le giovani menti che occupano le sedie di cartone della sala, e tra una risata in compagnia coi presenti, lo staff e amici inizia il dibattito, puntualità prima di tutto. La discussione, rigorosamente in italiano, inizia in maniera prettamente tecnica sul mondo del cinema, e dopo un confronto tra il 35mm e il digitale si passa al cinema italiano: “per rialzare il cinema italiano non c'è bisogno solo di denaro -sostiene-. Ci vuole un gruppo di persone che abbiano un idea, come il neorealismo. Le cose sono cambiate, qui come in tutto il mondo, ma per creare qualcosa di nuovo c'è bisogno di nuovi gruppi di giovani, prendersi la responsabilità di rialzare il cinema, sentirselo dentro. Il cinema sta rinascendo bisogna aiutarlo a crescere.” Sentire dal vivo martha è un esperienza formativa, diretta, sorridente e innamorata del marito, una persona come poche, capace di trasmettere la voglia di fare, e quando si parla del suo campo(la produzione) è precisa e incisiva su quel che un produttore deve essere “un produttore deve seguire le sue idee, e sopratutto deve saperle affidare. dino ha avuto grandi successi, ma anche fallimenti, e dopo ogni fallimento ricominciava con delle nuove idee, con le sue passioni. La gioia e la capacità di decidere si o no, di fare indigestione di felicità, aiuta gli altri a creare.” dalle sue parole si può decifrare una gran voglia di vita, d'evoluzione. martha de Laurentis è uno di quei personaggi al centro del mondo, che al mondo guardano con sorriso e gioia di vivere.

JULY

di rosario minervini

maRtha de LauRentiis

per rialzare il cinema italiano non servono i soldi


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


co’ saNg IN coNcert

LiV licEando T H E ne t wor k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


Ve

licEando TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


guEst star 17 july paola cortellesi

licEando T H E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


GFF 41- LINK TO 17 JULY