Issuu on Google+

JULY

licEaNdo TH E

ne t wo r k

SCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOU GHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUG HSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLISNOTENOUG HSCHOOLISNOTENOUGHSCHOOLIS

liNkati 2011


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


licEaNdo ale pasc e de

sc o

vi vi an a

n av ar

ra

o all

ro

og

gi u li a

tte ma

t e am

SCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUG HSCHOOILNO TENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUSCHOOL GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOIL NOTENOUGHSCHOOILNOTE NOUNOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTE NOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNO TENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOIL NOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGH CHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHO OILNOTENOUG HSCHOOILNO TENOUGHSCHOOILN OTENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTE NOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGHSCHOOILNO TENOUGHSCHOOILNOTENOUGHSCHO OILNOTENOU GHSCHOOILNOTE NOUGHSCHOOIL NOTENOU GHSCHOOILNOTENOUGH SCHOOILNOTENOU GHSCHOOILNOT ENOUGHSCHO OI LNOTENOU GHSCHO OILNO

ed d i

TH E

r os

gges anna sa

e

ari o

mi n e rv ini


u o y zenigata mercoledĂŹ ore 21.30 giovedĂŹ ore 14.50 rete 1 Salerno - canale 750 |digitale terreStre|


giFFoni Film Festival

41

LINK


1 giorno 5


1

1


La prima cosa per fare musica è non fare rumore. | | | José Bergamin  | | |


q

licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


contenuti

(in ordine scomparso)


OGGI aL Gff

sala alBerto sordi - cittadella del cinema

IL programma

La GIUrIa INCONTra 17:15

matteo Branciamore (red Carpet)

sala truFFaut - cittadella del cinema

17

linkolors laB alexander Jakhnagiev - performance "Sotto l'Ombrello"

moviemax Italia presenta bOx OffICE 3d di Ezio Greggio (Italia, 2011) (versione italiana - proiezione riservata alle giurie)

21

spettacolo Night for aura: il Sociale del Giffoni Experience - melodie napoletane con angelica Sepe

La GIUrIa INCONTra 18

- Cabaret di Enzo Costanza

valentina lodovini

- premio aura-Giffoni 2011 al prof. Giuseppe profiti, presidente Ospedale pedia

(red Carpet)

- aura per l'Honduras - immagini e parole da una terra lontana - Esibizione degli Sbandieratori Citta di Cava de' Tirreni

special event 19

universal pictures italia presenta:

22:30

kung Fu panda 2 (in 3d) (usa, 2011, 90')

reload IN UN mONdO mIGLIOrE di Susanne bier (danimarca, 2010, 113')

21:30

Universal pictures Italia presenta: kUNG fU paNda 2 (in 3d) di Jennifer yuh

antiche ramiere 15

arena alBerto sordi 22:30

concerto co' sang

masterclass

willwoosh dIxaN vILLaGE - pIaZZa UmbErTO I 17:30 animaZione e musica GIffONI vILLaGE - vIa aLdO mOrO 19 laboratori e animazioni CHIESa COmpLESSO mONUmENTaLE dI SaN fraNCESCO 20 concerto del conservatorio musicale di salerno "g. martucci" giardino degli aranci


5

5

marco Cesaroni, al secolo matteo branciamore, arriva sul red carpet in blue jeans, t-shirt bianca e scarpe da ginnastica. “L'entusiasmo dei ragazzi ti dà la spinta per fare bene il tuo lavoro-dice svelando un sorriso sincero-. Ti fa sentire importante”. L'attore romano classe 1981 parla di 'Cinque', l'ultima pellicola che lo vede protagonista: “Sono contento di aver preso parte ad un film indipendente. per il mio ruolo mi sono ispirato all'anti-marco Cesaroni. avete presente il bravo ragazzo di sani principi? Ecco, in 'Cinque' sono totalmente l'opposto: un ragazzaccio che sceglie una brutta strada”. “Il film vuole lanciare un messaggio importante -continua branciamore-: la strada del male conduce solo e soltanto al male”. Ezio Greggio, intanto, firma autografi e parla di 'box Office 3d', film da lui scritto e interpretato, che uscirà nelle sale il 9 settembre: “E' la più grande parodia mai prodotta: dal Codice da vinci ad avatar, da Harry potter al Signore degli anelli, da fast and furios a Twilight. vi giuro che fa più ridere dei discorsi del ministro brunetta”. valentina Lodovini, caschetto bruno e sguardo ammaliatore, ne è convinta: “il Giffoni film festival è il più grande esempio di civiltà per qualsiasi società democratica multirazziale”. “Il confronto che c'è tra i ragazzi, la tolleranza e il rispetto che si imparano stando a stretto contatto gli uni con gli altri-considera l'attrice- fanno di questa kermesse qualcosa di unico, qualcosa di straordinario”. La protagonista di 'benvenuti al Sud', “cresciuta a pane e al pacino”, ha rifiutato di interpretare una pellicola biografica su anna magnani perché “la magnani è come la madonna: non si tocca”. Giffoni cinema. Si chiama 'The

dI viviana Navarra

year dolly parton was my mom' il film del giorno. Siamo nel 1976. Elizabeth, 11 anni, è una normalissima bambina di periferia che aspetta con ansia di fare il suo ingresso nell'adolescenza, fino a quando scopre involontariamente di essere stata adottata e di aver vissuto fino a quel momento nella menzogna. La ricerca della sua vera madre, dominata dalla fantasia, semina il caos nella sua esistenza. Guidata solo dalla sua immaginazione e da una tavola per sedute spiritiche, Elizabeth si lascia tutto alle spalle e parte alla ricerca della sua vera identità, per capire chi sia veramente e quali siano le sue vere radici. di conseguenza la madre adottiva, marion, è costretta ad uscire dal mondo che con tanta cura aveva costruito e a seguire la figlia. Comincia così un viaggio che è anche un percorso di ricerca: una madre cerca una figlia, una figlia cerca una madre ed entrambe cercano se stesse. Tempo di concerto. Tempo di Co'Sang, protagonisti della quinta notte di festival. Il duo hip hop italiano è composto da antonio riccardi (detto Ntò) e Luca Imprudente (O'Luchè). Entrambi scrivono testi e “rappano” principalmente in lingua napoletana. Cresciuti nel quartiere marianella (Napoli), ai confini con Scampia, piscinola, Chiaiano e miano, hanno iniziato il loro percorso musicale con la partecipazione all'album 'Spaccanapoli' nel 1997, con la traccia 'paura Che passa' scritta e prodotta con denè e daiana, inizialmente membri del gruppo. La divisione tra Ntò & O'Luchè e denè & daiana assesta la band con l'attuale formazione, dedita ad uno stile che si esprime soprattutto nei live. Uno stile che si esprime al Gff, “l'isola che c'è”.


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ

E t N E m a m i s s o pr

lib er o o p m e po’ di t n u o avrann o d n a (ma qu

italiaN jo

storie di ordinario (s)faticam


con il patronicio di

E

o)

ob

mento

uNIONE nULLafaCENTI iTaLIaNI cHE eLUdONO FaTICHE


italiaNs

E z i o

g r e g g i o

e’ un attore, conduttore televisivo, regista, sceneggiatore, scrittore e comico italiano. È anche giornalista pubblicista iscritto all'ordine dei giornalisti. insieme al suo socio enzo iacchetti, è una delle figure di spicco di mediaset e anche uno dei conduttori più emblematici di striscia la notizia. la prima ribalta televisiva il giovane ezio la ottiene nella storica telebiella, prima tv locale italiana. il regista peppo sacchi, fondatore di telebiella, ricorda nel suo libro autobiografico il crepuscolo della tv gli esordi dell'allora diciottenne greggio. debuttò come cabarettista nel 1978 alla rai con i programmi la sberla e tutto compreso di giancarlo nicotra e giancarlo magalli. il primo film di greggio fu sbamm! del 1980, di cui curò anche il soggetto e la sceneggiatura. da vari anni è direttore del monte-carlo Film festival de la comédie, e risiede nella città monegasca.


gIffoNI fILm festIvaL ezIo greggIo arrIva aL photocaLL 0re 18

gIffoNI fILm festIvaL ezIo greggIo sI coNcede aI sUoI faN sUL red carpet 0re 18.15

gIffoNI fILm festIvaL ezIo greggIo INcoNtra I gIUratI NeLLa saLa trUffaULt 0re 18.30


gregg

licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


gio

al gFF 41 Entra in sala uno dei comici più importanti della televisione italiana, in completo grigio, tra gli applausi dei giurati arriva in sala Ezio Greggio. è in grande spolvero, è venuto qui per presentare alla grande la sua ultima fatica cinematografica “boxoffice 3d” che uscirà in sala il 9 Settembre, inizia subito parlando del perché di girare questo film: “Ho sempre amato il genere parodistico, mi sono innamorato di questo genere dopo aver visto “frankenstein Junior” del grande mel brooks, questo film è nato soprattutto per deformazione professionale, vedendo certi film mi sembrava naturale farne una parodia” continua l’attore biellese “ho cercato di prendere in giro le grandi produzioni americane, la cosa più importante di tutte è che mi sono voluto attenere il più possibile all’ambientazione originale del film, per rendere più realistico il tutto.” Gli viene chiesto anche il perché dell’uso della tecnologia 3d, lui tranquillissimo risponde: “mi sembrava fondamentale l’utilizzo del 3d in alcune parti del fim, poi sono il primo in Italia a far uscire un film con questa tecnologia, una bella soddisfazione”. Il poliedrico artista parla della sua amicizia con il suo storico collega Enzo Iacchetti: “Ci siamo conosciuti da maurizio Costanzo, eravamo entrambi ospiti in trasmissione, a quel tempo cercavo una spalla per affiancarmi alla conduzione di “Striscia la notizia”, organizzai un pranzo per parlare con Enzo e vidi che le nostre idee erano molto simili, da lì è nata la nostra storia, posso affermare tranquillamente che ho un fratello da una madre diversa, si chiama Enzo Iacchetti” viene chiesto al comico classe ’54 l’importanza di un artista del calibro di Gigi proietti all’interno di “boxoffice”: “Gigi è uno dei miei attori preferiti, oltre a essere un grande amico è un grande professionista, la sua scuola è qualcosa di straordinario, si può tranquillamente considerarlo nell’olimpo degli attori italiani”. parla anche del suo lavoro da giornalista: “Striscia la notizia è un programma meraviglioso per me, mi consente allo stesso tempo di essere comico e giornalista, credo che nell’Italia attuale in cui ci sono persone cattive sia fondamentale un telegiornale satirico del genere” Si congeda dalla sala Truffaut con un semplice pensiero “molto spesso è più facile far scendere una lacrima che far ridere, viva la parodia, viva la comicità!”.

Ezio, la voce della simpatia

di

mario passaro


giFFoni

t h e Exp ErIEN CE


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


gIffoNI fILm festIvaL vaLeNtINa LodovINI ImmortaLata daI fotografI aL photocaLL 0re 17

gIffoNI fILm festIvaL vaLeNtINa LodovINI sfILa sUL red carpet fIrmaNdo aUtografI 0re 17.30

gIffoNI fILm festIvaL vaLeNtINa LodovINI INcoNtra I gIUratI NeLLa saLa trUffaULt ore 18


italiaNs

valentina lodovini

di origini umbre, è nata a umbertide, ma risiede a sansepolcro, dove ha trascorso l'infanzia e la giovinezza. all'età di 19 anni decide di intraprendere l'attività di attrice; dopo alcuni corsi di cinema, nel 2001 si iscrive al corso per interpreti del centro sperimentale di cinematografia di roma. tra i suoi lavori, ricordiamo i film ovunque sei (2004), regia di michele placido, l'amico di famiglia (2006), regia di paolo sorrentino, e a casa nostra (2006), regia di Francesca comencini. nel 2008 ottiene una candidatura ai david di donatello per l'interpretazione di mara nel film di carlo mazzacurati la giusta distanza (2007). nell'ottobre dello stesso anno appare su rai 1 nella miniserie televisiva coco chanel, regia di christian duguay, dedicata alla creatrice di moda coco chanel. nel 2009 appare sul grande schermo con Fortapàsc, regia di marco risi, film su giancarlo siani, giornalista de il mattino ucciso nel 1985 dalla camorra, e con generazione mille euro, regia di massimo venier. grazie a queste due interpretazioni, vince il ciak d'oro come rivelazione dell'anno. nel 2011 vince il david di donatello come migliore attrice non protagonista per la sua interpretazione in Benvenuti al sud.


lodovini al gFF 41

lodovini, benvenuta a... Giffoni di pina stella caiaZZo bellissima. E anche di più. valentina Lodovini conquista subito Giffoni, in particolare i giovani giurati del festival. “La presenza qui a Giffoni di tanti ragazzi che, seppur di diversa nazionalità, convivono e si confrontano con rispetto -spiega l’attrice di benvenuti al Sud- rende questo festival un esempio di civiltà per qualsiasi società democratica multirazziale”. Un passaggio sul suo lavoro: “Come attrice non mi posso lamentare -confessa la Lodovino- ma mi piacerebbe vedere più donne al montaggio, alla regia, alla direzione della fotografia… lì ancora non c’è sufficiente spazio, come del resto non c’è nella società, dove spesso le donne si trovano a ricoprire il ruolo delle casalinghe senza averlo scelto”. E a proposito di donne l’attrice, che ha partecipato ad un bellissimo spot della Comencini per il movimento “Se non ora quando?”, commenta così le recenti burrascose vicende dei bunga bunga del nostro presidente del Consiglio Silvio berlusconi: “mi fa tristezza chi paga e chi si vende. La compagnia non ha valore!”. In molti la paragonano a monica bellucci: ““detesto le etichette - ha precisato-. Le etichette non durano, hanno la data di scadenza!”.La procace attrice, che vedremo presto recitare sui grandi schermi accanto a valerio mastrandrea nella pellicola di francesco patierno “Cose dell’altro mondo”, ha di recente rinunciato al progetto di un film-biografia dedicato ad anna magnani. “Non sono contraria alle biografie ma non potrei mai accettare un progetto così. La magnani è per me la madonna, un’attrice che ha cambiato la storia del cinema. va toccata con rispetto”.


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


giFFoni

t h e Exp ErIEN CE


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


dai Cesaroni al festival di Giffoni il passo è breve ma deciso. matteo branciamore fa tappa nella Cittadella del Cinema poco dopo le 16 con una t-shirt bianca e rigorosamente in jeans. «qui c’è un’atmosfera meravigliosa, più che un festival è una festa. Torno nei panni di marco dopo aver cambiato completamente ruolo in “5”, dove interpretavo l’esatto opposto del bravo ragazzo, un vizioso criminale da riformatorio. Sono contento di aver sperimentato un personaggio diverso soprattutto perché si trattava di un progetto indipendente, un’eccezione in Italia». I giurati di Giffoni attendono la nuova stagione dei “Cesaroni”: “Non posso dire a chi regalerò il mio cuore, starete a vedere. L’unica indiscrezione che posso svelare è che la sceneggiatura sarà sulla scia delle prime due stagioni, più immediata e giovane, torneremo al mood fresco degli esordi». Il ritorno di Elena Sofia ricci? «E’ una certezza per il successo, Elena era una componente importante per il pubblico». anche alessandra mastronardi è nel cast del prossimo film di woody allen: «E’ davvero bravissima” dice senza il minimo dubbio branciamore. Che poi si sofferma sui progetti in in cantiere: «farò una commedia prossimamente mentre ho finito di girare un piccolo ruolo in “marco d’aviano”, l’ultimo film di renzo martinelli con fahrid murray abraham».

MATTEO BRANCIAMORE

cesaroni non si diventa si... nasce

(s)CONNECTEd


licEaNdo THE red CarpET

licEaNdo T H E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


licEaNdo THE red CarpET


2011

liNkati JULY

Ci sono momenti in cui le parole sono semplicemente inutili e superflue. alle ore 19 del 15 Luglio, appena uscito dalla location delle antiche ramiere, ho provato finalmente in me qualcosa di nuovo , una nuova visione del mondo, della musica, della gente. Capone (fondatore del gruppo Capone&bungtbangt) non è un ragazzo come gli altri, è una persona con un idea, un'idea diversa che è in realtà semplicemente genialità. Non so chi di voi ha mai avuto la fortuna di sentire quest'uomo in concerto, chi è riuscito a vederlo avrà sicuramente notato gli strumenti poco convenzionali che il gruppo utilizza, ma sentirlo parlare, sentirlo insegnare ai giurati qualcosa di nuovo, fuori dagli schemi convenzionali della musica mondiale è un esperienza unica, è un esperienza che ti prende dentro, che ti fa sentire libero. Capone si presenta come uno dei tanti, come una persona da incontrare al bar per bersi una birra, molto probabilmente era più emozionato lui di noi, troppo snob forse noi giurati per apprezzare fin dall'inizio un personaggio cosi, poi il sole, inizia a insegnarci qualcosa di nuovo e pure già conosciuto dai presenti, quella libertà d'idea che contraddistingue i grandi uomini. Capone ci spiega come crea, come si suonano e perché utilizza strumenti realizzati con materiali che tutti noi abbiamo in casa, e nelle sue parole non c'è una distacco, una supponenza tipica dei musicisti(che come lui insegnano nelle più grandi accademie da Tokyo a Cuba) ma un umiltà profonda e un sorriso contagioso, che mi trascina sempre più dentro allo spettacolo. Incapace di allontanarmi dell'insegnamento e dall'insegnante resto quasi incantato dalle storie che ci racconta, da una chitarra elettrica fatta con una scopa e un elastico, a un tamburo formato da lattine, tutto è interessante, tutto necessario, tutto ha un senso profondo che nasce dalla capacità d'inventarsi, dalla voglia di costruire il proprio futuro e il proprio mondo non camminando su un tragitto prestabilito ma osservando tutto con gli occhi di un bambino che poco ha e tanto riesce a creare. Capone rapisce tutti un po' alla volta, scherza e ride coi ragazzi in quello che è stato il primo workshop nella storia di masterclass. alle 19 e 5 del 15 Luglio ero una persona migliore.

di rosario minervini

CAPONE & BuNgtBANgt

Quando la musica fa la...differenziata


giFFoni

t h e E xp E rI E N CE


co’ saNg IN coNcert

licEaNdo T H E ne t wor k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ

LIV


VE

licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


capoNe & BUNgtBaNgt

LIV licEaNdo T H E ne t wor k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


VE

licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


GuEst star 17 july jovanotti

licEaNdo TH E ne t wo r k

aSdGaSydGaSIdOaqàkwENfwEHSpIdCapdaàNdaSJfGqEIGyUqOIqJCSdkCvNHdSHfGqEUIUqwOpEOqSCkNdSvHaGvfdqydGaSOIJHCNaSfCvfyUEqUGUqIJddaSmCkdbfEqyGdwqIUSapkmafNbEqSdJbdfHaOdkqCmaSCJEqdUIwUSqpèpUfd bdfbyGwIqOEqIkaSmCaSUJfaSJaSLdkIaSdJ


GFF 41- LINK TO 16 JULY