Page 1

80501

GIOVEDÌ 1 MAGGIO 2008

Quotidiano di Piacenza fondato da Ernesto Prati nel 1883

Internet: www.liberta.it

Anno CXXVI - N. 104 Solo Libertà € 1,00 CD “Maria Callas” solo per Provincia di Piacenza + € 8,90 CD “Bob Dylan” solo per Provincia di Piacenza + € 6,90

EDITORIALE LIBERTÀ S.P.A. - VIA BENEDETTINE 68 - 29100 PIACENZA - TEL. CENTRALINO 0523/39.39.39 - FAX: 0523/34.79.76 - FAX UFF. ABBONAMENTI: 0523/39.39.62 * LIBERTÀ ON LINE: TEL. 0523/32.62.62 - * INSERZIONI: ALTRIMEDIA PUBBLICITÀ VIA GIARELLI 4/6 TEL. 0523/38.48.11 - WWW.ALTRIMEDIA.IT * PUBBLICITÀ NAZIONALE: A. MANZONI & C. S.P.A. MILANO, VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/57.494.211 - FAX 02/57.494.973 * SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE 45% ART. 2 COMMA 20/B LEGGE 662/96 - PC

9 771593 490004

.A BOLOGNA.

.AL MUNICIPALE.

.IL 10 MAGGIO.

.BOXE AL PALAZZETTO.

Maestri del lavoro: brillano le stelle dei sei piacentini

Il mezzosoprano Halevy: amo molto Rossini difficile ma incantevole

Piero Mazzarella porta a Bobbio un testo di Porta

Per Chiofalo titolo stregato: pareggia con Niro

di FEDERICO FRIGHI

di ELEONORA BAGAROTTI

di ANNA ANSELMI

di LUIGI CARINI

.A PAGINA 9.

.A PAGINA 27.

.A PAGINA 31.

.A PAGINA 35.

.DOPO 125 ANNI IL QUOTIDIANO DEI PIACENTINI ENTRA NEL FUTURO: DAL 3 MAGGIO FULL COLOR, NUOVO FORMATO, NUOVA GRAFICA, NUOVA ROTATIVA .

L’ultima Libertà in bianco e nero Appuntamento a sabato:in regalo il giornale tutto a colori Ecco il nuovo Centro Stampa: ieri il primo numero zero di 64 pagine Addio, Libertà in bianco e nero. Ieri al Centro Stampa la nuova rotativa ha sfornato il “numero zero” a 64 pagine in un clima di festa, alla sera la vecchia rotativa ha sfornato l’ultimo numero col vecchio formato.

..

.L’EDITORIALE.

Tutti i colori che non abbiamo potuto darvi

ALLE PAGINE 2 e 3

.LA PRESIDENTE.

di ALBERTO AGOSTI

«Il Centro dedicato a Marcello Prati»

C

RANCATI a pagina 3

.LE GRANDI FIRME.

Quattro giornalisti raccontano Libertà A PAGINA 2

.NUOVO FORMATO.

Gli inserzionisti credono nel progetto La grande squadra di Libertà riunita accanto alla nuova rotativa Wifag che ieri ha stampato il “numero zero” del giornale full color [Foto Lunini] -

E’stato eletto presidente della Camera

Fini: onoriamo insieme Parte l’assalto allo scudetto 25 Aprile e 1° Maggio Copra Nordmeccanica stasera a Trento gioca la prima gara di finale ROMA - Fa l’elogio del primo maggio e della Festa della Liberazione ma non dice una parola né sulla Resistenza né sul fascismo. Chiede uno stop alla stagione dell’odio, rende omaggio alla bandiera Tricolore perchè "é in essa che si riconosce il nostro popolo" e invoca riforme condivise: "La XVI dovrà essere una legislatura costituente". Gianfranco Fini, 56 anni, ex missino e fondatore di An sale sullo scranno più alto di Montecitorio e fa cadere un tabù. Per la prima volta dal 1948, a presiedere l’Assemblea di Montecitorio è un uomo di destra. Tutto avviene alla quarta votazione e senza suspense perché l’attesa è solo per certificare il raggiungimento del quorum. Tutti i deputati si alzano in piedi per un lungo applauso bipartisan.

INTERVIENE IL GARANTE

Redditi su Internet: bloccati I dati sono stati inseriti sul web dall’Agenzia delle Entrate. L’Autorità per la privacy impone lo stop.Visco: tutto legale

PIACENZA - Campionato numero 63, atto finale. Tutto in due partite, forse tre. Una stagione intera racchiusa ora in soli pochi set. Con lo scudetto dopo la linea del traguardo da prendere e cucirsi addosso. Il Copra Nordmeccanica per il secondo anno consecutivo è una delle protagoniste di questa finale scudetto. L’altro attore di questa sfida è l’Itas Diatec Trentino che, dopo aver chiuso al primo posto la regular season, ha superato quarti e semifinali per 2-0 e soprattutto lasciando agli avversari solo un set. Prima partita stasera a Trento (ore 21, diretta Sky Sport), seconda partita domenica al Palabanca (ore 18.30, diretta Sky Sport 2), eventuale terza partita mercoledì 7 a Trento (ore 20.30, diretta Sky Sport 2).

A PAGINA 4

■ SEGUE A PAGINA 4

BOSCO a pagina 33

RIZZARDI a pagina 5

A Piacenza il primato positivo dei disoccupati Per i maschi la percentuale è di 1,1% contro il 2,1 della regione.Meno bene le donne PIACENZA - I disoccupati sono sempre meno numerosi e Piacenza registra un record positivo in Emilia Romagna sul versante maschile: 1,1 per cento il tasso di disoccupati, contro il 2,1 in regione. Per le donne è un’altra faccenda. Il tasso piacentino si arrocca sul 4 per cento circa, perfettamente in linea con la media regionale. Il bicchiere è mezzo pieno se consideriamo l’insieme dei due generi, il tasso complessivo si assesta sul 2,2 per cento.

BG 11 SOFFIENTINI a pagina

BOB DYLAN

MI

IN 3 CD DELLA BOOTLEG SERIES “RARE & UNRELEASED 1961-1991”

OGGI in edicola IL TERZO ALCD

A PAGINA 3

IL TEMPO DOMANI

PV Pavia

Lodi

Cremona

Piacenza

a soli 6,90 Euro in più con

GE

IL BILANCIO DI PIACENZA

ANCHE TURCHIA ED EGITTO

Turisti raddoppiati in 8 anni

Vacanze per anziani: tutte le mete

L’andamento dell’anno scorso BS è stato molto VR positivo a confronto con quello del MN 2006 nonostante il periodo di crisi RE diffusa

Prime partenze il 3 giugno per Cavi di Lavagna. Il programma proseguirà fino ad ottobre.Tariffe dimezzate per i nipoti che accompagnano i nonni

PINOTTI a pagina 16 MO

BO

SP

SEGALINI a pagina 15

.MESSA PER IL 1° MAGGIO .

.L’APPELLO DELLA MONTAGNA .

Il vescovo chiede un patto per il lavoro

La burocrazia uccide le fiere dei cavalli

FRIGHI a pagina 13

MENEGHELLI a pagina 17

Il presidente di Enìa:in pianura padana c’è poca acqua,la situazione è seria

Piacenza rischia di restare a secco PIACENZA - Emergenza idrica nella pianura padana: Parma e a Piacenza le più a rischio. Il presidente di Enìa Andrea Allodi, in occasione di un incontro tenutosi ieri nella città ducale, è stato esplicito: «La situazione nella Pianura padana e’ molto grave - ha affermato il numero uno di Enìa -. Delle tre province in cui opera Enia, Reggio Emilia è quella che sta un po’ meglio mentre a Piacenza e Parma il problema è serio.

c.01.05.08

ari lettori di Libertà, quello che state sfogliando in questo momento è un giornale importante e quando, tra poco, lo chiuderete, insieme a queste pagine di carta inchiostrata (un po’ troppo inchiostrata, come ci fate sapere spesso), chiuderete anche una serie storica iniziata 125 anni fa: questo è l’ultimo giornale in bianco e nero. Da sabato 3 maggio Libertà vi racconterà Piacenza, l’Italia e il mondo completamente a colori. Per noi è una rivoluzione (e un’emozione), per voi sarà un grande cambiamento. La scelta di passare a un giornale “full color” non è stata facile perché interrompere una tradizione consolidata, un’abitudine acquisita non è mai indolore. Quando è arrivato il momento delle decisioni siete stati proprio voi lettori a darci un aiuto: in tanti ci avete chiesto negli ultimi anni: «Ma perchè non fate il giornale a colori?». Una domanda che ci siamo sentiti fare anche tutte le volte che sono venute a trovarci le redazioni dei giornali scolastici. I giovani redattori, cresciuti a tv e videogiochi, sentono il bianco e nero come una prigione antiquata. Ed effettivamente un po’ prigionieri ci siamo sentiti anche noi quando, guardando splendide fotografie piene di colori vivaci, abbiamo pensato a quale sarebbe stato il poco esaltante risultato che quelle immagini avrebbero avuto il giorno dopo sulle pagine di Libertà. Ingabbiati dal bianco e nero abbiamo dovuto rinunciare a regalarvi il rosso squillante delle feste per la promozione del Piacenza in serie A, non abbiamo potuto darvi il giallo esplosivo dei campi di girasole attraversati dalla carovana multicolore del Giro d’Italia e nemmeno il viola delle orchidee selvatiche sui prati dell’Aserei durante la marcia dei 33 chilometri avrebbe meritato di essere mortificato in un insignificante grigio.

A PAGINA 14

AI LETTORI Domani, venerdì 2 maggio come tutti gli altri quotidiani, non sarà in edicola. L’appuntamento con i lettori è per sabato 3 Buon Primo maggio a tutti

LISTA NOZZE

NUOVA SEDE

Via S. Donnino, 19 - Piacenza Tel. 0523.327336


2

LE INIZIATIVE DI LIBERTÀ

Giovedì 1 maggio 2008

I racconti di giornalisti piacentini che qui hanno iniziato la professione

-2 Libertà più gagliarda che mai ..

di PIERLUIGI MAGNASCHI o cominciato su Libertà, a scrivere per un quotidiano. Avevo 15 anni ma un fisico da 20 per cui feci capire a Gian Franco Scognamiglio, allora responsabile dell’informazione dalla provincia, di essere un ventenne. Giocai, insomma, sull’età “percepita” così come adesso si parla di inflazione “percepita” per distrarre l’attenzione dall’inflazione “reale” che così, in base a questi criteri chewing-gum, morde ma non conta. Subentravo all’ufficiale dell’anagrafe del Comune di Carpaneto Piacentino, il mio paese di nascita. Allora, nella metà degli anni Cinquanta, erano tutti ufficiali, dal capo dell’ufficio postale agli impiegati comunali. Partivo agevolato perché non ci voleva molto a fare giornalisticamente meglio dell’ufficiale dell’anagrafe. Ottima persona, intendiamoci, scrupoloso e puntuale, ma si limitava a mandare alla Libertà, una volta al mese, l’elenco dei nati, dei morti, degli sposati e di coloro che avevano fatto gli annunci di matrimonio. Informazioni innocue ma che oggi sarebbero impossibili da dare con la legge sulla Privacy che impedisce la diffusione delle sciocchezze irrilevanti, anche se ufficiali, come i nati e i morti, senza riuscire ad impedire, invece, le violazioni profonde della privacy come ad esempio, la conservazione di tutti gli sms scambiatasi fra privati cittadini. Insomma cercai di fare bella figura. E, vista la partenza, non fu difficile. Io, che fino ad allora non avevo mai guadagnato una lira (se non la paghetta, non meritata ma puntualmente riscossa, che mi davano i miei zii di Paderna per il lavoro estivo nella loro azienda agricola) cominciai, con la Libertà, a guadagnare dei soldi. Pochi, intendiamoci, ma veri. Mi fecero sapere dalla Libertà che Marcello Prati, l’amministratore di allora, aveva stilato un prezziario che sarebbe stato applicato anche a me. Cinquanta lire a notizia e cinque lire alla riga. Non le righe scritte ma quella pubblicate, eh! Ok. Per cui, alla fine di ogni mese, compilavo, con scrittura fine, un modulo pre-stampato nel quale indicavo la data di pubblicazione della notizia, l’inizio del titolo e le righe di lunghezza. Poi facevo il conto delle notizie e le moltiplicavo per cinquanta lire l’una. E ottenevo tot. Quindi contavo le righe di ogni pezzo e le moltiplicavo per 5 lire l’una. E ottenevo un altro tot. Infine sommavo i due tot, e ottenevo la cifra attesa. imettevo poi i fogli così puntualmente compilati in una busta azzurrina che era di carta così sottile che, quando la maneggiavo, trattenevo il respiro per essere sicuro non aspirarla. La busta mi era fornita da Libertà con, non solo l’indirizzo del giornale già stampato su di essa, ma anche una dizione miracolistica: “Fuori Sacco”. Quella scritta voleva dire che la busta veniva consegnata senza fare tutto il giro della posta comune, cioè fuori dal sacco della corrispondenza ordinaria, per mano dell’autista dell’autobus Sea della linea Lugagnano-Piacenza. Mi sono sempre domandato se quei miei calcoli certosini sarebbero mai stati controllati a Piacenza e da chi. Non l’ho mai chiesto. Né mai l’ho saputo. Ma ho la sensazione che essi fossero controllati minuziosamente come, del resto, esigevano quei tempi, intrisi di occhiuta diffidenza e di parsimonia infinita e in cui non si sprecava mai niente. Altro che raccolta differenziata. Si scriveva, ad esempio, sul retro delle buste che, sciolte con il tagliacarte con una grande abilità fatta di piccoli tocchi, si trasformavano subito in un vero foglio di carta. Inoltre mi venne anche dato un tesserino da, diciamo così, giornalista. Era un tesserino farlocco, di cartoncino flebile, di colore azzurrino. Portava la mia fotografia attaccata con una griffatrice. Quelle griffe d’acciaio che puzzavano di ferro, mi davano fastidio. Le sentivo come impresse nella mia faccia, sia pure solo in fotografia. Erano ineleganti, oltre tutto. Ma non mi permisi mai di sostituirle con la colla anche se questa attacca in modo più soave, senza farsi vedere e soprattutto senza alcuna intrusione sulla faccia degli altri. Non usai la colla perché ero, già allora, un legalista per cui un documento, anche se farlocco, per me era sempre un documento. E quindi non poteva essere manomesso. Sotto la foto poi, c’era una frase straordinariamente furba. Diceva: “Si prega di fargli le agevolazioni d’uso”. Cioè, in sostanza : ci rimettiamo al vostro buon cuore. In pratica, lasciava capire la frase: stò tizio imbalsamato nella foto sovrastante non ha alcun diritto ma, se proprio volete “agevolarlo”, grazie. In ogni caso,

H

R

vedete voi. Tentai quindi di entrare gratis al cinema Sociale di Carpaneto, gestito da un’anziana signora piccolissima e magra che non sorrideva a nessuno e che, ovviamente, mi re- Pierluigi spinse con Magnaschi perdite, senza nemmeno dirmelo, ma guardandomi semplicemente con l’occhio sorpreso, appannato e risentito come se le avessi fatto delle avances irripetibili. Dopo quel fracassante (anche se silenzioso) esordio, la tessera che consentiva di farmi “le agevolazioni d’uso” non la mostrai più a nessuno. Tuttavia la tenevo ugualmente cara nel portafoglio, da esibire in caso di necessità, da usare cioè come un salvagente giornalistico, sperando che, in quel caso, il mio interlocutore non volesse intralciarmi. a non mi è mai servita. Ad ogni modo ce l’ho ancora, nel fondo di un cassetto. La tengo perché mi ricorda un’Italia che, da tempo, non c’è più ma che non mi dispiaceva affatto. La mia corrispondenza a la Libertà, da Carpaneto, è stata molto istruttiva, ricca di esperienze e persino divertente. Il mio primo vero servizio, firmato, lo feci in tandem con un straordinario fotoreporter, Gianni Gaudenzi di Bettola con studio anche a Gropparello. Gaudenzi era sempre piegato su di sé come un’ostrica perché usava il suo corpo per accogliere, al centro del ventre, (o dentro di esso?) una macchina fotografica Rolleiflex sempre pronta a scattare. Questa macchina, era dotata di una sorta di sfollagente nero che si esibiva impettito al suo fianco e che era il flash. Quando scattava, il flash faceva un boato soffuso e inondava di luce il ritrattato che, spesso, dallo spavento, sbarrava gli occhi come se fosse finito contro una porta a vetri senza accorgersi che era chiusa. L’argomento del mio primo articolo firmato era la concessione della medaglia della “fedeltà al lavoro” del campanaro di San Giorgio. Partimmo, io e Gianni Gaudenzi, da Carpaneto, con la 500 di quest’ultimo, che era piccola ma decapottabile. La decapottammo. Dovevamo fare solo dieci chilometri. A quei tempi io ero intriso come una spugna dei servizi “al seguito del Tour de France” di “Nando Martellini, Sergio Zavoli e Adone Carapezzi” che, dopo averli sentiti da una radio bolsa e reticente, ripetevo a memoria, tra me e me, come se anch’io fossi ai microfoni della Rai. Per questo, a bordo della 500 decapottata, con il vento in fronte, mi sembrava di essere anch’io un suiveur, un inviato del Tour, come scriveva Orio Vergani sul Corriere della sera. l campanaro di San Giorgio, fu molto gentile. Ci raccontò con entusiasmo la sua vita anche perché, forse, non glielo aveva mai chiesto nessuno prima di noi. Pur essendo un ottantenne, il campanaro di San Giorgio ci portò agevolmente fino in cima alla torre, attraverso delle scale di legno ripide e approssimative. Noi arrivammo in cima affranti, con il fiatone non più trattenuto. Il fotografo Gianni Gaudenzi, che fischiava come un uscio arrugginito, aveva almeno, dalla sua, la scusa di fumare tre pacchetti di Gauloises. Io invece ero, semplicemente, cotto. E, per di più, senza alcun’altra attenuante. Le foto erano belle, il servizio mi sembrava ben costruito. Dopo averlo spedito, ogni mattina, alle sette, andavo all’edicola. Partivo da Carpaneto alle 7 e un quarto per andare in pullman a scuola a Piacenza. Non potendomi permettere di acquistare tutti i giorni la Libertà chiedevo al mio amico Giancarlo di farmela vedere, senza spiegargli il motivo, per la vergogna. Aprivo febbrilmente il giornale sulle pagine di provincia e non vedevo mai comparire il mio articolo. Per me, dopo i primi due o tre giorni, era, ogni volta, come una pugnalata secca allo stomaco. Il servizio (ben dato, debbo dire) poi uscì. Ma venne pubblicato ben tre settimane dopo, quando ormai mi ero psicologicamente ritirato dalla professione giornalistica. Se volevano i nati e i morti, quelli lì di Piacenza, che trovassero un altro impiegato comunale, mi dicevo. Ma poi, fortunatamente per me, le cose sono andate diversamente. Non so per Libertà. Che in ogni caso, nonostante i miei servizi, è riuscita a diventare più che centenaria. Non solo, ora entra nel Terzo Millennio più gagliarda che mai. Prosit.

.IL NUOVO.

L’anima di Libertà e l’entusiasmo dei letrori di LUIGI BACIALLI

D

M

I

odici anni orsono, pochi giorni dopo il mio arrivo a Libertà, fui invitato a tenere una conferenza sul giornalismo alla Famiglia Piasinteina. Qualche anima buona, cinque minuti prima dell’incontro, mi mise sull’avviso: occhio che sono i piacentini dal sass. Annuii, facendo finta di sapere già tutto di quel che sul momento pensai fosse una misteriosissima sigla. Varcai la soglia di un grigio edificio e notai subito che l’atmosfera era di cortese freddezza. Ci sono momenti, diceva il celebre Jeeves uscito dalla penna di Wodehouse, in cui, nonostante i molti sorrisi di circostanza, l’ospite si sente addosso sguardi sospettosi e diffidenti. Specie quando, come mi è capitato di notare negli ultimi anni anche nel Nordest, l’ospite è "foresto". Mi pare di ricordare che di fronte al tavolo del relatore fossero sedute, in prima fila, cinque elegantissime signore di una certa età e, nell’ultima fila, altrettanti azzimati signori che immaginai fossero Luigi Bacialli, già i gentili con- direttore di Libertà sorti. In mezzo dieci file di sedie vuote. Un vuoto pneumatico davvero singolare. Giovialmente invitai i signori ad avvicinarsi, ma loro non fecero un plissé. Che quel S.a.s significasse Seduti assolutamente statici? Tutto faceva supporre che non si sarebbe trattato di un incontro ma di un processo all’intruso. Invece, rotto il ghiaccio, il clima mutò improvvisamente. Gli uomini si sistemarono in seconda fila e mentre raccontavo episodi e aneddoti sulla Casta stampata passata e presente anche la più compassata e silenziosa delle signore presenti prese a ridere e a interloquire, fioccarono le domande e le testimonianze in presa diretta su pregi e difetti di Piacenza e dei piacentini, affiorarono ricordi, malesseri e nostalgie e quelle che all’inizio sembravano statue di sale fecero discorsi proiettati nel futuro, grondanti voglia di innovazione e di cambiamento. Fui sinceramente sorpreso dalla catarsi. Congedandomi, commosso da tanta ospitalità, sentii dire a un professionista dal naso aquilino: «Si ricordi sempre che i piacentini sono come i loro palazzi, brutti fuori e belli dentro». Quella notte sognai le signore vestite di nero e lastricate di spille luccicanti, cavalcare potenti moto nel deserto dell’Arizona e i mariti in smoking attraversare solennemente Piazza Cavalli appesi ai wind surf. Fu come un presagio. Piacenza non era più la bella addormentata ma era sveglia da tempo e aveva una gran voglia di vivere e di farsi sentire. Cambiammo radicalmente un giornale immutato nel tempo. Necrologi a fondo pagina, ampio spazio alle lettere, riforma grafica da capogiro. Tutti i piacentini, anche i più conservatori, apprezzarono. L’importante, diceva Montanelli, quando si modifica il corpo del giornale è lasciargli l’anima. Un giornale nuovissimo ma che non dimentica la storia e le tradizioni della sua gente e del territorio in cui viene diffuso. Per questo credo che da sabato Libertà, full color e completamente rinnovata, darà un’altra iniezione di entusiasmo ai suoi lettori. Che, potete scommetterci, essendo solo apparentemente acque chete, approveranno senza riserve una simile rivoluzione. Andando ancora più fieri e orgogliosi, sul sass e in ogni dove, del loro impareggiabile giornale.

1980, la bellissima parata delle linotype nella storica tipografia di Libertà oggi Museo della Stampa “Marcello Prati” [Archivio Storico Libertà] ..

.IL CAPO REDATTORE DEL CORRIERE DELLA SERA.

Così diventai il cronista del nucleare all’italiana di GIANGIACOMO SCHIAVI i chiamava Jula, Giovanni Jula. Alto, magro, i capelli bianchi, il pizzo candido, i baffi curati, la giacca azzurra sui calzoni blu. Era un Prefetto con la maiusco- Giangiacomo la: parlava Schiavi attraverso comunicati scritti in un indecifrabile burocratese e in redazione il riassunto da mettere in pagina veniva controllato riga per riga, quasi sempre dal capo. Ma quella domenica mattina aveva perso le staffe, i giornali parlavano di nube radioattiva in una centrale americana, qualcuno chiedeva del piano d’emergenza per Caorso,un radicale magro come un chiodo gridava "Nucleare? No grazie" e minacciava lo sciopero della fame davanti alla prefettura. Sua eccellenza aprì la porta dell’ufficio, di emergenza nessuno gli aveva mai parlato, sul tavolo c’era una cartelletta con l’intestazione: ministero dell’Interno. Dentro un paio di fogli, una piantina e una foto della centrale. Nient’altro. Si avvicinò alla finestra e fece tutto da solo: tirò fuori dal taschino della giacca un amuleto, un cornetto rosso, lo accarezzò e mi guardò con aria sconsolata: mancava un anno alla sua pensione. "Un incidente a Caorso? Facimme “e corna", disse al giovane cronista di Libertà Portai in redazione quel rabbioso scongiuro, il segno di un’ incredibile impotenza che nell’Italia del 1979 aleggiava attorno alla sicurezza nucleare. E immaginavo un titolo d’apertura grande come il nostro proto Morovich, un gigante slavo che in tipografia incoraggiava i giovani a osare, a non essere prigionieri di conformismi e vecchi schemi. La domenica Libertà si con-

S

Giangiacomo Schiavi nella vecchia tipografia con l’impaginatore Nino Bosoni

qualche linotipista fingeva un incredulo stupore: "Fideg...". Ma sul nucleare era dura. La linea della prudenza non ammetteva deroghe: anche davanti a uno sgangherato piano d’emergenza e ad un rappresentante del governo che si affidava ad un amuleto, non era concesso mancare di rispetto alle istituzioni. Ci sono testimoni?, mi avrebbe chiesto il direttore. No. Ha registrato? No. E allora meglio non rischiare di essere smentiti il giorno dopo. Uno sfogo privato è un titolo di giornale? Riuscii a scrivere "facimme ’e corna" nell’attacco del pez-

cedeva qualche sperimentazione. Le foto di Prospero Cravedi si dilatavano nello sport, i collaboratori facevano la fila davanti al centralino; se c’era di turno Gianni Manstretta s’inventava un pezzo sui pellegrinaggi da Mamma Rosa, la veggente di San Damiano che portava una folla da stadio attorno al pero fiorito fuori stagione, e diceva che era un miracolo della Madonna. In terza, di spalla, c’era una foto in bianco e nero della ragazza del lunedì, come nei tabloid londinesi; e quando il tipografo Bosoni impaginava,

zo. Ma non lo vedevo stampato su Libertà. Faceva l’effetto di uno sberleffo, una caduta di stile. II giornalismo non è sempre cinico e impietoso. Pensando al direttore che me l’avrebbe fatto notare mi autocensurai, e forse fu un errore. Scrissi dell’improvvisazione, dei ritardi, delle polemiche sul piano d’emergenza. E rinunciai al mio piccolo scoop. Guardavo sulla scrivania "La Provincia" di Cremona con la foto della centrale di Caorso: il Mostro, la chiamavano allora i colleghi di là dal Po. L’austero giornale degli agricoltori sembrava il "Manifesto". Pensavo fosse sulla linea giusta. Ma anni dopo, sul nucleare, si ricrederanno tutti. Regalai la battuta sulle corna del prefetto a due inviati dell’"Europeo", arrivati a Caorso il giorno dopo. Ne erano entusiasti. Pensavo a un impeachement per il funzionario dello Stato. Invece non successe nulla. Qualcuno sorrise, altri pensarono a una frase inventata. Senza prove, nessuno voleva crederci. Noi scriviamo sull’acqua come le farfalle, mi dirà un giorno il grande Montanelli. Una settimana dopo il giudice Milana aprì un’inchiesta sul piano d’emergenza che non c’era. Il prefetto convocò Comune, Enel e Provincia per ridiscutere tutto. Un assessore comunista, Pierluigi Filippi, si trasformò nel Tayllerand dell’atomo: il nuovo piano per Caorso diventò un modello da esportare. Libertà mi affidò il compito di tenere d’occhio la centrale ogni giorno: diventai cronista del nucleare all’italiana. Il prefetto arrivò sereno alla pensione. Ma io quel "facimme e corna" me lo portai dietro per un pò. Fino all’esame da giornalista. A Roma, tra i temi, ce n’era uno sul nucleare. Il mio ricevette inaspettatamente l’elogio della commissione. All’orale, il collega che mi interrogava, commentò anche lo scritto: "Bella quell’invenzione sul prefetto che fa gli scongiuri. Nessuno di noi ci ha creduto, sembrava quasi vera...".

..

.I RICORDI PIACENTINI DEL GIORNALISTA DI REPUBBLICA. hissà se esiste ancora il bar Suez, là in via Lanza, al Belvedere. Duecento metri più avanti era già piena campagna. Dentro, tavoli di fòrmica, stretti in un corridoio più che in un salone. E una gran nuvola di fumo, sempre. Attorno a quei tavoli, lavoratori dell’Italia primi anni ’60: operai e muratori e camionisti, giovani uomini che in un caffè o in una bibita cercavano un breve ristoro dopo giornate segnate da fatiche fisiche oggi per fortuna inimmaginabili. Sui tavoli di quel bar c’era un’"attrattiva": il giornale. E il giornale era "Libertà", o meglio "la Libertà", con l’articolo aggiunto d’autorità, perché ai piacentini piace dire così e sulle abitudini del popolo c’è poco da discutere. Mio padre era tra i clienti del bar Suez. Aveva frequentato le

C

Con mio padre al bar Suez scoprii un giocattolo chiamato la Libertà di PIETRO VISCONTI poche scuole - elementari e qualche corso d’avviamento professionale - riservate ai ragazzi delle campagne nell’Italia del tempo di guerra. Ma gli piaceva tanto leggere il giornale. Credo andasse al bar per questo, più che per il caffè. Bisognerà forse ricordare che l’acquisto di un quotidiano, in quegli anni, non era sempre compatibile con certi magri bilanci domestici. Il giornale era roba da ricchi e i locali pubblici avevano il merito di renderlo accessibile anche a chi non poteva acquistarlo tutti i giorni in edicola. Tenuto per mano da mio padre,

a volte varcavo anch’io la soglia del bar Suez. Ero un bambino di cinque anni e "la Libertà" diventò il mio giocattolo preferito, molto di più del camion giallo e rosso che mi aveva Pietro portato Santa Visconti Lucia. Raccontano le leggende familiari che, nonostante l’età prescola-

re, mi riuscisse il "prodigio" di leggere i brani di alcuni articoli. E che questa scena del bambino-lettore divertisse molto gli avventori. Mio padre - come accade a tutti i padri del mondo ne era felice. Fu una delle ultime gioie della sua brevissima esistenza. Ci ho ripensato tante volte da adulto. E mi sono convinto che a spingermi verso il giornalismo è stato, per le vie misteriose in cui si intrecciano sentimento e ragione, anche la nostalgia di quegli esercizi di lettura al bar Suez. In qualche modo volevo restare insieme al mio papà, come lo eravamo stati sfogliando "la Libertà" e annerendoci le dita con lo stesso inchiostro. È stato un piccolo miracolo di quelle pagine in bianco e nero che finiscono oggi con questo giornale, e che restano


LE INIZIATIVE DI LIBERTÀ

Giovedì 1 maggio 2008

3

La famiglia di Libertà al Centro Stampa per il “numero zero”del giornale rinnovato

-2 «Dedicato a Marcello Prati» «Un prodotto al top»

Gli inserzionisti credono nel progetto

P

iù piccolo è più bello. Uno slogan che si addice al nuovo formato di Libertà, che avrà dimensioni ridotte ma sarà di più facile lettura e soprattutto completamente a colori. Un vantaggio per i lettori, ma anche per gli investitori pubblicitari. «Assolutamente sì - conferma il direttore di Altrimedia, Ernesto Palmieri - questa novità ci consentirà di andare ulteriormente incontro alle esigenze dei nostri partner commerciali: possiamo offrire un prodotto al top, che ci renderà e li renderà ancora più competitivi. Gli inserzionisti lo hanno capito, in parecchi hanno acquistato gli spazi già sei mesi fa: un attestato di fiducia innanzitutto verso le editrici, ma anche nei confronti della credibilità che Altrimedia, Libertà e Telelibertà si sono guadagnate nel corso degli anni». La campagna pubblicitaria per il lancio del nuovo formato è stata curata dal creativo Mauro Ferrari: «Ci siamo mossi su due binari spiega - facendo conoscere ai cittadini innanzitutto la solida realtà industriale che sta alla base del progetto: per questo abbiamo voluto far vedere il nuovo stabilimento, la rotativa, gli altri impianti. Ci siamo poi concentrati sul quotidiano e i suoi contenuti, trasmettendo sempre ottimismo e positività: in questo momento dove c’è grande disorientamento generale, i lettori devono sapere che un’istituzione come Libertà cambia in meglio. Lo slogan "Libertà crede nel futuro" non è limitato solo al giornale o all’azienda, ma si rivolge a tutta la comunità. Infine - conclude Ferrari - era doveroso spiegare che il formato ridotto rappresenta una svolta epocale che darà più forza al giornale: sarà più bello, più pratico, più ricco di notizie e iniziative». Uno sforzo comune che vede come protagonisti di rilievo anche tutti gli operatori della tipografia: «Ci attende sicuramente un lavoro molto impegnativo - spiega il "proto", Pietro Libè - visto che preparare tutte le pagine a colori non sarà una passeggiata, soprattutto per i primi tempi. Ma anche noi, come il resto dei dell’azienda, abbiamo sposato questa nuova sfida con grande entusiasmo e siamo pronti a fare tutti gli sforzi necessari per consentire a Libertà di entrare nel futuro, perchè è di questo che si tratta. Il nuovo giornale è molto bello, sono certo che i lettori lo apprezzeranno particolarmente. Siamo orgogliosi - conclude Libè - di fare parte di un progetto così ambizioso, che farà a compiere a tutta la struttura un passo in avanti fondamentale». mr

La famiglia di Libertà davanti alla nuova rotativa Wifag che ha sfornato il “numero zero” del giornale rinnovato e che domani sera manderà in edicola il primo numero in omaggio [fotoservizio Lunini]

di MICHELE RANCATI

L

a forza della tradizione, l’entusiasmo di una nuova e ambiziosa sfida. Basterebbe una fotografia per descrivere la svolta epocale che sta per coinvolgere l’Editoriale Libertà e che da sabato arriverà anche nelle case dei piacentini: editrici, direttori, dirigenti, impiegati, operai, giornalisti, grafici, collaboratori e pensionati, tutti in posa di fronte alla Wifag Of 370, la rotativa svizzera che da domani notte sfornerà il nuovo formato del quotidiano di Piacenza. Il quale, dopo 125 anni di storia, si rifà il trucco: «Sarà più piccolo e maneggevole, ma non per questo meno ricco di notizie e di iniziative. Resterà il giornale che i piacentini amano da oltre un secolo». Lo hanno spiegato ieri le e-

ditrici Donatella Ronconi e Enrica Prati aspettando il "numero zero" uscito dallo stabilimento nuovo di zecca di via dei Dossarelli, che oltre alla rotativa ospita un modernissimo impianto di confezionamento e spedizione e una sofisticata cabina di controllo elettronico di tutti i parametri dei macchinari. «Inizia oggi il nostro domani ha affermato la presidente e amministratore delegato Donatella Ronconi - che riserverà ancora tante sorprese positive ai nostri affezionati lettori. Dedico questo nuovo Centro Stampa a Marcello Prati che ha sempre guardato al futuro e all’innovazione. Questo grande sforzo è rivolto soprattutto a loro, che potranno avere tra le mani un giornale sempre più bello, tutto a colori e dai contenuti ancora migliori. Vivere un pas-

.DOMANI DALLE 23.

La nascita in diretta su Telelibertà

T

elelibertà seguirà in diretta la nascita del nuovo giornale. Dalle 23 di domani 2 maggio dal nuovo centro stampa nei pressi della Caorsana sarà possibile scoprire tutti i dettagli della svolta tecnologica e grafica di Libertà. Insieme a tecnici, stampatori, giornalisti, Telelibertà racconterà tutte le curiosità che stanno dietro al rinnovamento del quotidiano di Piacenza. Al termine sarà possibile vedere in anteprima il nuovo giornale, il cui primo numero, lo ricordiamo, sarà gratuitamente in edicola per fare subito “amicizia” con i piacentini. saggio storico come questo - ha aggiunto - per l’azienda rappresenta una straordinaria emozione, che abbiamo voluto condividere con le donne e gli uomini della nostra "famiglia": non solo Li-

bertà, ma anche Telelibertà e Altrimedia. Mi fa particolarmente piacere vedere che come sempre a questi appuntamenti non mancano i pensionati - ha concluso - che testimoniano l’attaccamento che

caratterizza tutti i nostri dipendenti. Guardiamo al futuro con fiducia, sapendo che ci sorreggono valori forti e una squadra molto unita». Per l’amministratore delegato Enrica Prati a rendere vincente il progetto sono proprio le persone che ne fanno parte: «Ci sono uno stabilimento e tanti impianti nuovi, all’avanguardia tecnologicamente. Ma tutto sarebbe destinato a rimanere freddo e inoperoso se non fosse animato dallo straordinario gruppo di donne e uomini che crede in Libertà. Da parte nostra non possiamo che ringraziare coloro che si sono applicati con impegno per rendere possibile questo cambio di straordinaria rilevanza, chissà che questo non sia solo il primo passo di un percorso che potrà regalare anche altre sorprese».

Al battesimo del "numero zero" non potevano ovviamente mancare anche il direttore generale dell’Editoriale Libertà Marco Zazzali e il direttore del quotidiano Gaetano Rizzuto, che ha curato il progetto editoriale che accompagnerà il nuovo formato (quello grafico è dell’art director Paolo Terzago). «Cambiamo - spiega il direttore Rizzuto - ma nel solco della tradizione. Vogliamo realizzare un giornale più moderno e completo, sviluppando di più la sua forza di quotidiano locale, un giornale che i piacentini sentono di famiglia, bene informato e credibile. Da 125 anni siamo un marchio di qualità, un’istituzione ancorata al territorio: vogliamo restare fedeli alla nostra tradizione, ma nello stesso tempo essere capaci di rappresentare e interpretare il nuovo che cresce».

-

«L’avessimo avuta noi una “Ferrari” così» I pensionati:rispetto ai nostri tempi è cambiata la rotativa, non l’entusiasmo

C

’era chi la guardava con ammirazione e chi con rispetto, qualcuno addirittura con un pizzico di invidia: «Se ce l’avessimo avuta noi a nostri tempi una "Ferrari" così». Oggetto dell’interesse la rotativa Wifag che stamperà il nuovo formato di Libertà, protagonista del commento il solito folto gruppo di pensionati dell’azienda che non manca mai a tutte le iniziative dell’Editoriale. C’erano anche loro, ieri pomeriggio, ad aspettare il numero zero del quotidiano, ciascuno con dieci, cento, mille aneddoti da raccontare a chi si appresta a entrare in un futuro fatto di full color e tecnologia avanzata, ma che non può e non deve ignorare le radici dell’azienda in cui lavora. Nereo Iosefo, per tutti solo Nereo, entrò in via Benedettine nel 1940 e ci uscì nel 1979: «Ho visto passare tutte le rotative: le due duplex, la Marinoni, la Ghost e adesso sono qui a scoprire anche questa. E’ enorme, le nostre erano molto più piccole e i nostri

Tre dei pensionati presenti ieri al Centro Stampa: Nereo Iosefo, Giorgio De Petro e Camillo Minuti

compiti erano molto diversi da quelli dei nostri colleghi di adesso: quello che vedo immutato è lo spirito, l’entusiasmo di fare que-

sto mestiere». «Anche se devo dire che noi - aggiunge Camillo Minuti, tipografo di Libertà dal 1956 al 1987 - erava-

mo più artisti: assemblavamo noi molte pubblicità, il cliente arrivava con il manoscritto e noi la rielaboravamo. Ci sporcavamo mol-

to le mani, ma andavamo a casa orgogliosi di quanto avevamo fatto». Qualcuno, addirittura, le mani se le tagliava tutte le notti: «Era il destino di noi spedizionieri commenta Giorgio De Petro, 40 passati in via Benedettine - che dovevamo sistemare a dovere i pacchi di giornali. Gli edicolanti si mettevano in fila già alle 2 di notte per avere qualche copia in più, allora non se ne stampavano tante e più di una volta litigavano per strapparsele tra di loro. Con questo gigante non avranno di questi problemi». «Era un lavoro molto fisico - prosegue Antonio Guidotti, spedizioniere dal 1964 al 1987 - diciamo che non avevamo bisogno di andare in palestra per mantenerci in forma. Non potevamo mancare a un passaggio così importante, ci sentiamo tutti parte di una storia che è grazie a queste innovazioni è destinata a durare ancora a lungo». Tutti sembrano commossi, tutti concordano nel ritenersi parte di

Il team dei rotativisti; in alto, da sinistra, Enrica Prati sfoglia il “numero zero”; il giornale appena sfornato e Alessandro Siena dà il via al processo di stampa

un’unica famiglia: «Abbiamo trascorso anni meravigliosi, non solo dal punto di vista professionale, ma anche e soprattutto da quello umano. Vedere Libertà che cresce è un orgoglio per tutti noi». Parole sottoscritte anche da Bruno Campominosi e Tino Balderacchi, che sottolinea la massic-

cia presenza di giovani negli organici attuali: «Ai nostri tempi ce n’erano meno, l’entusiasmo che sta caratterizzando questo passaggio è senza dubbio merito anche loro, che ripongono una grande speranza nel futuro di tutta l’azienda». mir


IN ITALIA

4

Giovedì 1 maggio 2008

La pubblicazione delle dichiarazioni dei contribuenti riguarda il 2005.L’Agenzia delle Entrate:è previsto dalla legge

Redditi degli italiani on line, è bufera Sito in tilt per i troppi accessi, poi oscurato dal Garante della privacy ROMA - Cade l’ultimo “tabù fiscale” italiano, ma per poco: tutti i redditi del 2005 di tutti i contribuenti vengono infatti pubblicati in internet sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Ma questa ’ventata di trasparenza fiscale’ dura appena 24 ore: il garante della privacy interviene: stop agli elenchi e stop alla pubblicazione dei nomi per gli organi di stampa. Questo anche se “Italia Oggi”, che ha anticipato la notizia, qualche nome lo ha già pubblicato, almeno i più noti. La vicenda tiene banco tutto il giorno e in serata il viceministro Vincenzo Visco ne potrebbe aver parlato anche con il premier, Romano Prodi che ha incontrato a Palazzo Chigi. Visco comunque in una nota spiega di aver chiesto spiegazioni alle Entrate. E l’Agenzia in serata risponde con tanto di riferimenti normativi. Il succo della risposta è: la pubblicazione degli elenchi non è una novità, è prevista dalla legge e la stessa autorità per la tutela della privacy ha in passato affermato che «non vi è incompatibilità tra la protezione dei dati personali e determinate forme di pubblicità di dati previste per finalità di interesse pubblico». Il presidente dell’autorità, Francesco Pizzetti, però spiega intan-

to che la diffusione dei dati è stata bloccata perchè «priva di una base normativa adeguata». Insomma la polemica monta e una vera e propria ’bufera’ si abbatte intanto sull’Agenzia delle Entrate: appena si diffonde la voce degli elenchi il sito viene preso d’assalto, da giornalisti a caccia dei soliti noti ma soprattutto dai curiosi, e va in tilt. Quando riprende a funzionare parzialmente i link dei comuni dai quali consultare

.REDDITI SUL WEB .

Vincenzo Visco: a Palazzo Chigi ha incontrato Prodi

gli elenchi non sono più consultabili. E l’Agenzia delle Entrate dopo qualche ora conferma: «A causa dell’elevato numero di accessi al sito ed al fine di fornire ulteriori delucidazioni al Garante per la protezione dei dati personali, è

sospesa la disponibilità degli elenchi». La stessa Agenzia delle Entrate spiegava nel provvedimento di pubblicazione firmato dal direttore, Massimo Romano, che la diffusione degli elenchi con le impo-

ste pagate nel 2005 era «a norma di legge». Insomma, l’obiettivo era la trasparenza e c’era anche l’ok del Garante per la privacy. Ma lo stesso garante si smarca («non ne sapevamo nulla») e nel pomeriggio decide: stop alla diffusione dei nomi. Questo perchè «per tale forma di diffusione sussistono allo stato evidenti e rilevanti problemi di conformità con il quadro normativo in materia», inoltre si invitano i «mezzi di informazione a non divulgare i dati estratti dagli elenchi resi disponibili in Internet». Poi l’intervento di Pizzetti. Il “polverone” sembra comunque destinato a non placarsi rapidamente anche perchè per chiunque sapere quanto guadagna, ad esempio, il vicino di casa, o meglio ancora il proprio dentista o meccanico, sarebbe un boccone ghiotto se, ad esempio, si scoprisse che questi ultimi dichiarano al fisco meno di quanto gli abbiamo pagato come prestazione professionale.

Divise le associazioni dei consumatori,Bersani:decida il Garante

Grillo infuriato: «Così si danno informazioni utili ai criminali» ROMA - La pubblicazione on-line dei redditi dei cittadini è un atto «di trasparenza democratica» oppure una «chiara violazione della privacy»? Su questo si sono infiammati gli animi dei dirigenti delle associazioni consumatori, degli ordini professionali, oltre quelli dei futuri appartenenti alla maggioranza del nuovo governo. E, per la verità, sono state più le critiche che i consensi a prevalere, non tanto perchè le dichiarazioni non fossero pubbliche per legge, ma perchè sono state messe on-line dove anche i ragazzini hanno potuto mettere il naso sui redditi del vicino di casa senza lasciare traccia. Il più feroce è stato Beppe Grillo: «Questo ex governo di imbelli, presuntuosi e deficienti fornisce ai criminali le informazioni sul reddito e l’indirizzo della ca-

sa del contribuente. E’ una colonna infame». E ancora: «I rapimenti delle persone saranno facilitati, il pizzo potrà essere proporzionato al reddito dichiarato. La criminalità organizzata non dovrà più indagare, presumere, potrà andare a colpo sicuro». Le associazioni dei consumatori sono divise. «E’ un vergognoso strumento di delazione», accusano Adusbef e Federconsumatori, mentre il Codacons e l’Aduc denunciano «una grave violazione dei diritti fondamentali dei cittadini», preannunciando ricorsi. Il Movimento in Difesa del Cittadino sostiene, però, che si tratta di un passo a-

vanti verso la trasparenza: «In particolare sarebbe un atto di grande civiltà e di trasparenza politica che ogni candidato alle elezioni politiche e amministrative pubblicasse la sua dichiarazione dei redditi al momento della candidatura». Di parere opposto Adusbef e Federconsumatori che, durante il pomeriggio, affilano le loro polemiche, e sostengono: «Gli elenchi on-line attivano solo la morbosa curiosità dei vicini e dei parenti verso redditi onestamente guadagnati» ed «espongono i contribuenti ad atti ritorsivi, mentre lasciano indisturbati i soliti evasori». Il presidente del Codacons Carlo Rienzi minaccia di arrivare alla Corte europea della Giustizia «in quanto è chiaro che in materia di privacy la legge italiana è insufficiente». E annuncia di aver predisposto un

sito "www.codacons.it" con un modello che gli «utenti possono scaricare per avviare le dovute azioni contro l’Agenzia delle Entrate e chiedere fino a 1000 euro ciascuno di indennizzo per la grave violazione della privacy subita». Il ministro dello Sviluppo Pier Luigi Bersani invece sostiene che «la questione è semplice. La pubblica amministrazione deve garantire la massima trasparenza. Sta al garante della privacy dire fin dove si può arrivare». L’opposizione si è scatenata contro Visco. Anche Luca Volontè, Udc, sostiene che la pubblicazione on-line delle dichiarazioni dei redditi di milioni di cittadini italiani è la «più evidente dimostrazione dell’istinto vendicativo che Visco nutre nei confronti di chi lo ha punito nella tornata elettorale». Il presiden-

te del Consiglio nazionale dei commercialisti Claudio Siciliotti commenta che «nella peggiore dell’ipotesi, oltre al terrificante rischio che ognuno sia controllore e all’occorrenza delatore dell’altro, fa correre non pochi rischi in termini di sicurezza, facendo aumentare fenomeni delinquenziali, quali, ad esempio, estorsioni e rapine». Per l’economista Renato Brunetta «è corretto che tutti conoscano il reddito dei cittadini italiani e che i redditi siano totalmente conoscibili. Ma va evitato il fisco-spettacolo. La trasparenza in materia fiscale è un obbligo ma vanno studiati i modi e le forme». Molto meno conciliatori i toni degli esponenti della Pdl. Guido Crosetto la definisce «una viscata che non aiuta né i contribuenti né il Paese». Antonella Fantò

.L’OPINIONE.

Guai a chi si impiccia di MINO FUCCILLO l mio reddito e quello del vicino di casa in vetrina su Internet, oltre a quello del deputato e del calciatore. Sulle rivelazioni del secondo tipo non abbiamo nulla da obiettare, le troviamo "giuste" e intriganti, infatti ieri il sito dell’Agenzia delle Entrate era ingolfato più di un casello a Ferragosto, tutti a guardare e nessuno si sentiva un guardone. Ma le esposizioni del primo tipo, quelle dove si può vedere me, proprio me e anche zia e anche nonno, quelle ci danno invece fastidio, sotto e sopra la pelle. Fedele interprete di un genuino sentimento popolare, Beppe Grillo che in ogni piazza denuda ogni casta fortemente si indigna se diventa pubblico che lui, proprio lui, nel 2005 guadagnava milioni. Cosa è che ci spaventa, ci turba, e ci appare ingiusto? Il farci scoprire poveri? Una "vergogna" sociale per un conclamato non successo di reddito? Improbabile: questa sensibilità "contadina" è desueta e obsoleta. Allora la paura di farci scoprire ricchi? Nemmeno: la ricchezza quando c’è la esibiamo in ogni modo. Sfacciato, trionfante, anche volgare. Con indulgenza riconosciamo noi stessi e il nostro prossimo nei personaggi dell’ultimo film di Verdone. Allora, se non è pudore, cos’è? Ci dà fastidio sia pubblico il reddito o la dichiarazione dei redditi? Non sono proprio la stessa cosa. Infatti invochiamo inviolabile e sacrosanta privacy sulla seconda mentre il primo lo ostentiamo. E non sentiamo di violare proprio nulla, anzi ci piace l’idea siano noti i compensi di attori, veline, dentisti, amministratori delegati, autofficine e partiti politici. Conoscere il reddito ci sembra un atto di democrazia e di do-

I

veroso controllo, insomma un diritto. Che siano conosciute le dichiarazione dei redditi ci appare invece oppressiva e malevola intrusione nel privato. Come mai? Succede perchè consideriamo "privato" il rapporto tra individuo e fisco. Per noi italiani questo rapporto è la risultante di individuali abilità, una somma cui si perviene per private vie e non una cifra standard e a tutti comune. Quindi, chi vuol conoscere o fa conoscere questo rapporto ficca il naso nei "fatti nostri". Rendere pubbliche le dichiarazioni dei redditi viola il postulato del "io mi faccio i fatti miei e guai a chi si impiccia". Certo, il nostro è un mondo rovesciato rispetto a quello di quasi tutti gli altri paesi, anglosassoni e latini, dove il reddito è privato e protetto dalla privacy ma la dichiarazione dei redditi è pubblica perchè mai come in questo caso i "fatti miei" sono fatti che riguardano e toccano gli altri. Sarà rovesciato, ma è il nostro mondo e ci piace così. Rovesciata è infatti anche la nostra tutela della privacy, inesistente o distratta quando si tratta di redditi, occhiuta e rigida quando appare in rete la dichiarazione dei redditi. C’è in questa insofferenza un’implicita confessione di massa della non corrispondenza della dichiarazione pubblica rispetto al reddito privato? C’è, ma a dirlo così si parla la lingua della vecchia Italia, si fa la figura di chi non capisce quella nuova. Meglio dirlo riparati dietro le parole di Fini, neo presidente della Camera: "Libertà non è solo diritti, ma anche doveri e regole". Davvero? Se non sono chiacchiere da insediamento, una vasta opera di pedagogia sociale attende i nuovi governanti.

-

Economia Usa ferma,recessione rinviata

La Fed taglia i tassi

Primo Maggio, 12 milioni in viaggio

Costo del denaro ridotto al 2% Ponte:tra le mete città d’arte, ma oggi musei chiusi a Firenze.Mega-concerto a Roma NEW YORK - L’economia sta- cana entrò in recessione. tunitense è ferma e per so- Ma risultano in calo anche stenerla la Fed taglia, per la gli investimenti aziendali, settima volta in sette mesi, che cedono il 2,5%, regiil costo del denaro portan- strando così la contrazione dolo al 2%. Il pil nel primo più marcata dal primo tritrimestre ha mostrato una mestre 2004. Crollano inolcrescita anemica: appena il tre gli investimenti nel com+0,6%, un dato superiore al- parto delle costruzioni residenziali segnando le attese ma che un -27%, il più fornon deve spingere te ribasso dal a «stappare alcu1981, sottraendo al na bottiglia di pil 1,23 punti perchampagne» per centuali. In aufesteggiare, visto mento invece i che - spiegano prezzi: l’indice gesenza mezzi ternerale dell’ inflamini gli analisti zione, calcolato l’evitata contrasulla base dei zione del pil è imprezzi di beni e putabile solo alservizi acquistati l’aumento delle dai consumatori, Ben Bernanke scorte. Una recessione, «se già non presidente della Fed sale nel primo trimestre al 2,6% dal c’è, resta possibiprecedente +2,4%. Il tasso le», spiegano. A constatare che l’econo- di inflazione “core” (al netmia statunitense «continua to di cibo e petrolio), è invea essere debole» è anche la ce sceso al 2,2% dal 2,5% del Fed che, segnalando fra le precedente trimestre. Querighe una possibile pausa st’ultimo indice è considenel ciclo di politica moneta- rato l’indicatore ’privilegiaria ribassista, assicura che to’ dalla Federal Reserve farà il necessario per soste- per definire le sue scelte di nere la crescita e il control- politica monetaria. Proprio lo dei prezzi, anche se i tagli la Fed segnala che le incerfinora decisi sono «sostan- tezze sulle prospettive per i ziosi» e dovrebbero servire prezzi restano «elevate: moda «stimolo». La banca cen- nitoreremo con attenzione trale Usa, poi, per la prima la situazione». Nel comunicare al mercavolta non parla esplicitamente di rischio al ribasso to, che lo dava per scontato, per la crescita. Nei primi l’ennesimo taglio del costo tre mesi dell’anno l’econo- del denaro dal 2,25% al 2%, mia a stelle e strisce è cre- la banca centrale ha trattegsciuta di un modesto 0,6%, giato un quadro non proriflettendo il cauto atteggia- prio roseo, con l’attività emento dei consumatori a- conomica che «resta debomericani alle prese con il le» e i mercati ancora «sotto caro-prezzi, il deteriora- stress». Quanto al mercato mento del mercato del lavo- immobiliare, «le condizioni ro e le difficoltà del mercato creditizie restrittive e il immobiliare. Le esportazio- peggioramento della conni spinte dal dollaro debole trazione del comparto resie l’aumento delle scorte so- denziale probabilmente peno gli unici due fattori che seranno sulla crescita ecohanno consentito al pil di nomica nei prossimi trimerestare in territorio positi- stri». Comunque - segnala vo. Già solo senza l’aumen- «il sostanzioso allentamento delle scorte, il pil si sa- to delle condizioni monetarie fatto finora, assieme alle rebbe contratto. A pesare è stata la brusca misure in corso per sostenefrenata dei consumi, moto- re la liquidità dei mercati, re della crescita statuniten- dovrebbero aiutare a prose: nel primo trimestre so- muovere una crescita mono saliti solo dell’1%, la cre- derata nel tempo e a mitigascita più bassa dal 2001 re i rischi per l’attività ecoquando l’economia ameri- nomica».

ROMA - Traffico intenso e bel tempo, al via l’esodo per il ponte del primo maggio: tra ieri e lunedì 5 maggio saranno 12 milioni gli italiani in movimento (il 70% si sposterà in auto, mentre un’altra cospicua fetta, il 25%, utilizzerà il treno, e un 5% l’aereo). La festività dovrebbe essere caratterizzata dal sole, con temperature quasi estive nonostante un inizio nuvoloso al centro-nord. Tra le mete preferite, località di montagna e balneari e città d’arte (ma musei statali chiusi a Firenze e Napoli). Oggi una perturbazione atlantica raggiungerà la Penisola, ma secondo le previsioni porterà nubi e piogge solo al Nord, mentre al centro-sud tornerà il bel tempo. TRAFFICO - Fino a lunedì, Autostrade per l’Italia prevede complessivamente oltre 12 milioni di veicoli in movimento sulla rete del gruppo. Flussi intensi sui seguenti tratti autostradali: A1 Milano-Napoli in uscita dai grandi centri urbani e nei tratti tra Bologna e Firenze e da Roma verso Napoli; A3 Napoli-Salerno; A4 Milano-Brescia, in entrambe le direzioni; A14 Adriatica, tra Bologna e Cattolica e nel tratto marchigiano-abruzzese; autostrade liguri (A10 Genova-Savona, A12 GenovaSestri Levante, A26 dei Trafori); autostrade tirreniche A12 RomaCivitavecchia, A11 Firenze-Pisa; autostrade abruzzesi A24 Roma-

Teramo e A25 Roma-Pescara. La circolazione sarà agevolata dalla completa rimozione dei canteri di lavoro e dal divieto di circolazione dei mezzi pesanti (ieri, oggi e domenica 4, ore 8-22). I rientri in città si concentreranno domenica pomeriggio-sera e nella mattina di lunedì, quando riprenderà il traffico commerciale. UN MILIONE DI VIAGGIATORI IN TRENO - Lo dicono i dati delle Ferrovie dello Stato sino al 4 maggio. Le Fs sono pronte a far fronte al

«Sea paghi i danni»: Alitalia al contrattacco su Malpensa ROMA - Alitalia contrattacca. Per mesi sotto accusa per i tagli all’aeroporto di Milano Malpensa la compagnia replica accusando la società di gestione aeroportuale Sea di aver «alimentato» un «notevole clamore di stampa e di media», tanto da aver anche turbato il processo per la privatizzazione. Ed a Sea, che aveva presentato un ricorso per danni stimati in un miliardo e duecento milioni, Alitalia risponde in giudizio chiedendo un risarcimento per la stessa cifra. Lo scontro si trasferirà di fronte ai giudici del Tribunale di Busto Arsizio dal 28 maggio, giorno della prima udienza. La scelta di Alitalia risale al piano di sopravvivenza messo a punto la scorsa estate: di fronte a perdite che hanno portato la compagnia

sull’orlo del commissariamento il consiglio di amministrazione aveva deciso, tra altre misure, di rinunciare a Malpensa come secondo hub per i voli intercontinentali, una soluzione che secondo i dati della compagnia era causa di 200 milioni di perdite l’anno. Lo scontro, durissimo, è diventato subito anche politico. A pochi giorni dall’annuncio di una intesa tra Sea e Lufthansa, tra i primi accordi per colmare il vuoto lasciato da Alitalia, la compagnia di bandiera ha annunciato il controricorso: sostiene che non c’era «alcun vincolo» contrattuale, e che Sea non avrebbe subito danni perchè gli investimenti sono serviti a realizzare infrastrutture a disposizione di qualsiasi altra compagnia voglia servirsi dello scalo lombardo.

grande flusso di viaggiatori, rivolgendo una particolare attenzione a Roma, dove sono attesi i partecipanti al tradizionale concerto. PICNIC PER 3 MILIONI - È la stima della Coldiretti su quanti sceglieranno di trascorrere il primo maggio al mare, al lago o in campagna, secondo una tradizione che in molte regioni consisterà in un picnic a base di fave e pecorino. LE METE - Secondo l’Osservatorio di Milano, i vacanzieri hanno

scelto le città d’arte, Roma, Venezia e Firenze e le località montane, in particolare la Val d’Aosta e il Trentino Alto Adige. Infine, c’è chi ha scelto una capitale europea, in testa Parigi seguita da Londra e Barcellona. Ma rispetto allo scorso anno, dice Massimo Todisco direttore dell’Osservatorio, si registra una diminuzione del 4% di vacanzieri, per l’aggravarsi della situazione economica del paese che pesa sempre più sui bilanci familiari. SANTAMARIA E IL CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO - «Questo è il vero palco del rock italiano»: Claudio Santamaria regala tutto il suo entusiasmo per l’atmosfera che si respira a Piazza San Giovanni a Roma. Sul palco, martellate e note si alternano, perché tutto sia pronto per il tradizionale Concertone del Primo Maggio indetto da Cgil, Cisl e Uil (in diretta su Raitre dalle 15.15). "Più reddito, più sicurezza! Basta morti sul lavoro", questo il tema del 2008 che ha dato vita a una raccolta fondi, aperta fino a dicembre, per aiutare le famiglie colpite dalle morti bianche. Quest’anno il Concertone si fa tecnologico: ripreso in Alta Definizione, con una scenografia illuminata di 200 metri e un a Flycam che "vola" dal palco al cuore del pubblico, darà vita a un Dvd che contribuirà alla raccolta fondi.

..

.DALLA PRIMA.

Tutti i colori che non abbiamo potuto darvi il verde -azzurro del Trebbia in maggio (sempre più raro, purtroppo) avrebbe dovuto entrare nelle vostre case insieme all’azzurro del cielo della Valnure per la Festa in quota al lago Moo. Ed è proprio la bellezza della nostra provincia che all’inizio degli anni Ottanta tenne a battesimo la prima volta del colore su Libertà: un esperimento voluto da Ernesto Prati: la fotografia della serpentina del Trebbia a San Salvatore venne pubblicata a colori sulla prima pagina di Libertà Lunedì. Purtroppo la possibilità di stampare a colori è rimasta fino a oggi soltanto episodica e limitata a pochissime pagine del giornale. E’ stata una lunga storia di rinunce che oggi finisce. Con la nuova rotativa cade la schiavitù del bianco e nero. Da domani si cambia: largo all’arcobaleno.

E

Alberto Agosti

AVVISO AGLI ABBONATI Da sabato 3 maggio c’è più Libertà: più notizie e più colore. In tale occasione anche gli abbonati riceveranno Libertà gratuitamente; verrà infatti prorogata di un giorno la durata degli abbonamenti in corso c.30.04.08


IN PRIMO PIANO

Giovedì 1 maggio 2008 ROMA - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha definito il discorso di Fini «certamente non di parte» e ha detto di aver molto gradito «il riferimento al tema del lavoro e della sicurezza sul lavoro». Complimenti che il neo presidente della Camera ricambia poche ore dopo: «Sono grato al Capo dello Stato per l’apprezzamento pubblico che ha voluto esprimere. Mi auguro che non ci sia più una stagione di conflitti tra le istituzioni». L’elezione del leader di An a Montecitorio ha suscitato entusiasmo e anche qualche lacrima dai suoi di An. La Russa e Giorgia Meloni, che si sentono «sdoganati» e non più ospiti della democrazia, con Fini alla Camera e in Campidoglio Alemanno, che parla di legittimazione compiuta. Berlusconi dice che Fini è stato «molto bravo»,

5

di «30 milioni di matti in giro, e se non lo facciamo, mi chiederanno cosa fare». Casini dice che Fini ha fatto un «ottimo discorso» e dice di condividere «in pieno» le parole sulla «minaccia» del relativismo culturale. Buttiglione trova «interessanti» le che voto sopra il Po, dovete venire». parole di Fini, che sono piaciute anBossi parla molto, ma sul tricolore che alla teodem Paola Binetti, cattonon cambia idea: trova logico che ne lica del Pd. Franco Monaco dice che parli anche Fini, perché è «un fatto sto- Il presidente Fini può essere condiviso, ma a due rico». Giorgio Napolitano condizioni: che il relativismo non Da lui ha sentito «un discorso ponderato». Ma la sua bandiera rimane il verde e il sia confuso con il sano pluralismo; che la sorbianco della Padania, simbolo del suo federali- gente dei valori rimanga nella società, e quindi smo, che non ama il nazionalismo centralista, niente «deriva verso lo stato etico». altrimenti «la gente si incazza». Esagera e parla Renato Venditti

Consensi bipartisan a Fini.Complimenti telefonici da Veltroni ricoverato in clinica

Napolitano:un discorso certamente non di parte e aggiunge: «Adesso manca solo il mio discorso». Il segretario del Pd Walter Veltroni ha telefonato a Fini e gli ha fatto i suoi complimenti da una clinica, dove è andato per un lieve intervento di calcoli. D’Alema ha «apprezzato lo sforzo» di uno che si definisce «uomo di parte», ma ora ci sarà «l’onere della prova». Le parole dette sulle ricorrenze, non gli sono sembrate di circostanza, ma con una precisazione sul 25 Aprile. Fini ha

denunciato «tutti i totalitarismi», ma - dice D’Alema - «se gli fosse sfuggito un riferimento all’antifascismo, avrebbe dato al suo dire qualcosa di più autentico». Fini ha parlato di legislatura costituente. Ma l’accordo, per D’Alema, dipenderà da come saranno fatte la legge elettorale e le altre riforme. «Umberto, hai sentito?», domanda a Bossi, «le riforme si fanno bipartisan, quindi ci devi chiamare». Bossi risponde: «Se volete prendere qual-

La legislatura che si è appena aperta «dovrà essere davvero costituente».Dito puntato sul «crescente relativismo culturale e morale»

Fini presidente della Camera: elogio del 25 Aprile Forte richiamo ai fondamenti della religione cristiana, denuncia dei totalitarismi .MONTECITORIO.

La prima volta di un uomo di destra ROMA - Con l’elezione di Gianfranco Fini a presidente della Camera dai deputati della XVI legislatura, cade un tabù. Per la prima volta dal ’48 a presiedere Montecitorio c’è un uomo di destra. Ci sono stati i comunisti (Pietro Ingrao, Nilde Iotti, Fausto Bertinotti) ed i post-comunisti (Giorgio Napolitano, Luciano Violante), i democristiani (Giovanni Gronchi, Giovanni Leone, Brunetto Bucciarelli Ducci e Oscar Luigi Scalfaro) ed i post-Dc (Pier Ferdinando Casini), i socialisti (Sandro Pertini) ed anche i leghisti (Irene Pivetti). Ma mai un erede di quella che nella storia repubblicana è la tradizione politica della destra. Alla Camera dei deputati Fini arriva a 31 anni, nel 1983. Da allora non ha mai lasciato Montecitorio, eletto per otto intere legislature. La sua carriera politica inizia da giovane segretario del Fronte della Gioventù, nel ’77. Solo dieci anni dopo, alla festa del Msi-Dn a Mirabello, Giorgio Almirante lo indica poco prima di morire come suo delfino. Nel congresso di Sorrento, a dicembre, Fini viene eletto segretario e (a parte la breve parentesi della segreteria di Pino Rauti tra il ’90 e il ’91) resta alla guida prima del Msi e poi di Alleanza Nazionale (carica che ora però lascerà per sedere sullo scranno più alto di Montecitorio). L’approdo di Fini alla guida della Camera - che qualcuno vede come lo ’sdogamentò definitivo del delfino di Almirante - è oggi un fatto del tutto normale, l’importante tassello che si aggiunge ad un curriculum istituzionale pieno di onorificenze: vicepresidente del Consiglio nel secondo governo Berlusconi, tra i costituenti alla Convenzione europea, ministro degli Esteri dal novembre 2004. Non altrettanto scontato, nel primo breve governo Berlusconi, era stato invece l’ingresso a Palazzo Chigi di un vicepresidente (Giuseppe Tatarella) e ben cinque ministri della destra. Allora, Fini denunciava «la menzognera campagna di delegittimazione delle sinistre su un inesistente pericolo di ritorno al fascismo». Pochi mesi dopo, con la svolta di Fiuggi, Fini chiede ai camerati missini di «lasciare la casa del padre», per poi incamminarsi su una strada di drastiche revisioni storiche: le visite a San Sabba, alle Fosse Ardeatine e ad Auschwitz, il mea culpa sulle leggi razziali, la catalogazione della Repubblica Sociale tra le pagine vergognose della storia italiana, il fascismo nell’alveo di ciò che fu il “Male Assoluto”, il mutato giudizio su Mussolini non più grande statista del ’900. Fino allo storico viaggio in Israele, a lungo negato, dove il leader della destra italiana riceve l’accoglienza solenne riservata a capi di Stato e premier e passa la cruna dell’ago del giudizio degli “italkim”, gli ebrei italiani che fino all’ultimo si erano rifiutati di stringergli la mano. Il leader di An mette crediti diplomatici nel suo carniere, poi utili per l’approdo alla Farnesina. Insieme, un tragitto parallelo fatto di scelte politiche e piccoli passi privati. Fino alla nuova svolta politica, con la scelta di sciogliere Alleanza Nazionale nel Popolo delle Libertà.

ROMA - Fa l’elogio del primo maggio e della Festa della Liberazione pur senza parlare di Resistenza né di fascismo. Chiede uno stop alla stagione dell’odio, rende omaggio alla bandiera Tricolore perchè «è in essa che si riconosce il nostro popolo» e invoca riforme condivise: «La XVI dovrà essere una legislatura costituente». Gianfranco Fini, 56 anni, ex missino e fondatore di An sale sullo scranno più alto di Montecitorio e fa cadere un tabù. Per la prima volta dal 1948, a presiedere l’Assemblea di Montecitorio è un uomo di destra. Tutto avviene alla quarta votazione e senza suspense perché l’attesa è solo per certificare il raggiungimento del quorum: 335 sono i voti dei deputati del Pdl, 259 le schede bianche (Pd), 3 i voti dispersi e 7 le preferenze che vanno a Daniele Marantelli (il deputato varesino del Pd, vicino a D’Alema e sensibilissimo alle tematiche del federalismo). Castagnetti proclama l’elezione di Gianfranco Fini a presidente della Camera e nell’aula di Montecitorio tutti i deputati si alzano in piedi per un lungo applauso bipartisan. Nel suo discorso di investitura, pur riconoscendosi «uomo di parte» come lo sono stati i suoi predecessori Violante, Casini e Bertinotti, Fini si impegna a tutelare la «parità di diritto» di tutti i deputati. La precisazione è accompagnata da un forte richiamo ai «fondamenti della religione cristiana» come elemento «dell’identità della nostra Patria» e da un «deferente omaggio» al Papa, «guida spirituale della larghissima maggioranza del popolo italiano». Fini parla per 14 minuti e la parte centrale del suo discorso è dedicata a due date simbolo per la sinistra: il 25 Aprile e il Primo Maggio. «Sono giornate in cui si onorano valori autenticamente condivisi e avvertiti come vivi e vitali da tutti gli i-

Alla vigilia del Primo Maggio dal neopresidente un imperativo morale per mettere fine alle morti bianche Il neo eletto presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini

taliani, specie i più giovani» dice il primo presidente post-missino di Montecitorio, per poi precisare che «coloro che si ostinano ad erigere steccati di odio o a negare le infamie dei totalitarismi sono pochi quanto isolati nella coscienza civile degli italiani». E pazienza se dallo scranno più alto di Montecitorio si parla della Festa della Liberazione senza riferimenti al fascismo. Fini dà quasi per scontate la «ricostruzione di una memoria condivisa e una sincera pacificazione nazionale, nel rispetto della verità storica, tra vincitori e vinti di ieri». «Sono traguardi ormai raggiunti» assicura il successore di Bertinotti che, parlando in aula, incassa sedici applausi,

più due battimani appena accennati. Se celebrare «ogni anno» la ritrovata libertà del popolo è «un dovere a cui nessuno può sottrarsi», Fini avverte però che la libertà oggi è minacciata da rischi di altra natura: «L’insidia maggiore» dice «viene dal diffuso e crescente relativismo culturale e morale». Un pericolo che la politica può sventare riconoscendo il ruolo centrale della famiglia e della scuola. Quanto alle riforme, il neo presidente della Camera assicura che la legislatura che si è appena aperta sarà «davvero costituente» e sottolinea due urgenze: superare il bicameralismo perfetto e realizzare il federalismo «solidale». E si dovrà ripartire dalle modifiche approvate dalla commissio-

ne Affari Costituzionali nella scorsa legislatura. «Quel che occorre» precisa Fini «è un federalismo che non pregiudichi l’interesse nazionale». Alla vigilia del primo maggio, una consistente parte del discorso di insediamento è dedicata al lavoro e al «diritto» di ogni cittadino di averne uno «dignitoso ed equamente retribuito», condizione necessaria «per liberare le famiglie dal bisogno e dall’emarginazione sociale». Riprendendo un tema caro al suo predecessore Bertinotti (che ieri gli ha passato il testimone nella sala del governo con un velocissimo brindisi) Fini ha segnalato «l’imperativo morale» di mettere fine alle morti bianche. Gabriele Rizzardi

-

Totoministri, Montezemolo più vicino Incontro a palazzo Grazioli con Berlusconi.Passo indietro di An sul Welfare Financial Times: per il Cavaliere due mandati fallimentari ROMA - “I suoi primi due mandati di governo sono stati totalmente fallimentari. La terza volta - e con un mandato di questa forza - non può esserci alcuna scusa per sprecarlo”. Così il quotidiano britannico Financial Times commenta l’elezione di Silvio Berlusconi alla Presidenza del Consiglio. “Berlusconi adesso ha una chiara maggioranza in entrambe le Camere del parlamento italiano e controlla anche le città di Roma e Milano. Questo dà al primo ministro in pectore un controllo forte della scena politica nazionale che non ha confronti con il recente passato”. Il Financial Times pone anche l’accento sul fatto che “Alemanno è il primo sindaco di Roma di estrema destra dalla caduta del regime di Benito Mussolini nel 1943”. “La vittoria di Alemanno di sicuro sconcerterà alcuni osservatori internazionali. An è la diretta discendente del fascismo di Mussolini e alcune volte rivela una certa dose di squadrismo (thuggishness)”, sostiene il quotidiano. “Tuttavia Gianfranco Fini, lo storico leader del partito, ha ripudiato fermamente il fascismo e l’antisemitismo”. “In ogni modo l’elezione di Alemanno fornisce una pausa per riflettere. Se il nuovo sindaco sta cercando lo stesso rispetto, deve fare un reale sforzo per sollevare una città il cui prestigio è diminuito per decenni a confronto con le sue rivali europee. Deve avanzare proposte serie per dare impulso alle infrastrutture della capitale e per affrontare il suo intollerabile livello di microcriminalità. Questo significa abbandonare gli impegni provocatori, così come la sua irrealistica volontà di espellere i nomadi”, scrive il Financial Times.

ROMA - Silvio Berlusconi non ha rinunciato a tentare il colpo a sorpresa per il suo governo. La stella, il Ronaldinho da assicurare alla nuova squadra per assicurargli il consenso dei tifosi. Ieri è così tornato all’attacco di Luca Cordero di Montezemolo. In un incontro di oltre due ore a Palazzo Grazioli il Cavaliere ha prospettato diversi ruoli all’ex presidente di Confindustria, da quello che avrebbe preferito di ministro delle Attività produttive, che il presidente della Fiat ha però escluso, a quello più defilato e super partes di “mister Made in Italy”, una sorta di ambasciatore della nostra economia nel mondo. «Sarai il nostro fiore all’occhiello nel mondo, con i successi che hai riportato», lo avrebbe adulato il Cavaliere. Promettendogli inoltre per i primi 100 giorni provvedimenti come l’abolizione dell’Ici e la detassazione degli straordinari. Montezemolo avrebbe condiviso, augurandosi un clima bi-

partisan per le riforme. E in questo quadro sarebbe tentato anche a dire di «sì» a Berlusconi per un ruolo non schierato. Il Cavaliere ha intanto chiuso la questione più spinosa verso la formazione del nuovo governo, quella relativa alla collocazione del presidente della Lombardia. Roberto Formigoni resterà al suo posto, ma sarà anche vice presidente di Forza Italia con la promessa di Berlusconi che nel 2010 sarà ricandidato. Denis Verdini sarà invece il nuovo coordinatore nazionale per sostituire Sandro Bondi, prossimo ministro dei Beni culturali. Fra gli altri incontri a Palazzo Grazioli, Berlusconi ha visto anche Gianni De Gennaro, commissario per i rifiuti a Napoli in scadenza il prossimo 8 maggio. Si è tornato a parlare di una possibile offerta anche per lui, ma probabilmente nell’incontro si è parlato dell’emergenza rifiuti e di una possibile proroga del suo mandato.

A sinistra il premier “in pectore” Silvio Berlusconi e, sopra, Luca Cordero di Montezemolo

Risolto invece anche l’inizio di braccio di ferro fra Forza Italia e An sulla poltrona del Welfare, inizialmente prenotata da Aleman-

no e in un primo momento rivendicata comunque dal partito di Fini. Ieri è arrivato il passo indietro: «Non è fondamentale che sia

assegnato ad An il ministero che sarebbe toccato a Gianni Alemanno», ha assicurato Giorgia Meloni. Per ora ad An sembrano dunque andare tre ministeri, due di prima linea più uno senza portafoglio. Vale a dire La Russa (Difesa), Matteoli (Infrastrutture) e Poli Bortone (Politiche comunitarie). Ma proprio a Giorgia Meloni potrebbe andare un altro dicastero senza portafoglio. Al Welfare riprende invece forza l’ipotesi del forzista Maurizio

Sacconi. Alla Giustizia resta in pole position Elio Vito, una soluzione che però non sembra convincere del tutto lo stesso Berlusconi consapevole del fatto che si esporrebbe all’accusa di riservare la delicata poltrona ad uno dei suoi uomini più fedeli e fidati. Il Cavaliere avrebbe preferito un ritorno del leghista Roberto Castelli alla Giustizia. Ma Bossi preferirebbe averlo alle Infrastrutture «per fare le strade al Nord». Andrea Palombi

Alemanno: via la teca dell’Ara Pacis

Emergenza rifiuti: De Gennaro dal Cavaliere Il neosindaco chiederà un referendum per rimuovere la copertura Il 6 maggio deferimento all’Unione europea ROMA - Il neosindaco di Roma Gianni Alemanno non ha dimenticato quello che andava ripetendo dal 2006, cioè che la teca realizzata dall’architetto americano Richard Meier per l’Ara Pacis, per sostituire quella, degradata dallo smog, di Vittorio Manlio Morpurgo «è uno sfregio per la città». Così, appena insediato come sindaco di Roma, Alemanno ha detto che, pur non essendo ovviamente una priorità, «la teca di Meier è un intervento da rimuovere». In serata poi, ospite a Porta a porta ha aggiustato il tiro. «Penso di fare una cosa - ha detto - alla prima occasione buona, chiederò un referendum in città teca Meier sì o no e decideranno i cittadini e, se dicono no, quando ci saranno i tempi e i modi per farlo, la rimuoveremo». La teca, però, secondo lui «potrebbe essere spostata in periferia», dove «ci sono molti quartieri moderni e quindi là un’opera moderna va bene». L’annuncio ha comunque provocato l’immediata reazione, da oltreoceano, dell’architetto americano che nel ’96, su incarico dell’allora sindaco Francesco Rutelli, progettò l’imponen-

La struttura dell’Ara Pacis

te contenitore in travertino, intonaco e vetro, con scalinata monumentale e fontana, per tutelare il monumento che Augusto volle per celebrare la conquista della pace, nel 13 a.C. Meier ha fatto sapere subito che è pronto a parlarne con Alemanno in qualsiasi momento e di essere disposto a spostarsi a

Roma, se necessario, ma l’Ara Pacis - ha fatto notare - è diventata a Roma «la terza destinazione turistica più popolare dopo San Pietro e il Colosseo». Meier, considerato uno dei maggiori architetti statunitensi viventi, a Roma ha costruito per il giubileo la chiesa di Tor Tre Teste, considerata una delle più belle chiese contemporanee, che nessuno ha contestato. La polemica sull’Ara Pacis parte invece da lontano. Già nel maggio 2006, Alemanno visitando il museo con Vittorio Sgarbi, aveva parlato di progetti alternativi a quello di Meier, realizzati da architetti di fama internazionale come Liam ÒConnor, Leon Krier, Colin Rowe. Oggi il suo annuncio ha soddisfatto Sgarbi, che ha detto di sentirsi «finalmente vendicato». Sul fronte opposto l’ex assessore capitolino alla cultura Silvio Di Francia: ha ricordato che «a favore dell’opera di Meier c’è stato l’apprezzamento di grandi architetti internazionali, così come quello dei 467 mila cittadini romani e turisti che l’hanno visitata in questi due anni». Carla Sannia

NAPOLI - Sono ore decisive per l’emergenza rifiuti in Campania dove si contano i giorni in vista della scadenza del mandato del commissario straordinario De Gennaro. Ieri l’uomo indicato dal governo Prodi per risolvere l’annosa questione della spazzatura, ha incontrato a Palazzo Grazioli il premier in pectore Berlusconi e il suo braccio destro Gianni Letta, un meeting durato due ore al termine del quale De Gennaro non ha rilasciato dichiarazioni. Sul tavolo due questioni base: la scadenza del mandato e la corsa contro il tempo in un contesto che rischia di non trovare uno sbocco determinante se non si provvederà a sbloccare almeno un grosso sito di stoccaggio. In questa direzione, seguendo le richieste del supercommissario, il sindaco di Napoli Iervolino ha fatto presente che l’utilizzo di una cava nel quartiere Nord di Chiaiano a Napoli «è una strada che piaccia o non piaccia deve esser percorsa». Il primo cittadino lo ha ribadito all’indomani della fiaccolata di protesta degli abitanti della zona. Il sindaco di Napoli ha sottolineato che Gianni De Gennaro «ha chiesto a me, al presidente Antonio Bassolino e al presidente della Provincia Dino Di Palma di adoperarci per

aiutarlo» e che la tutela del quartiere sarebbe già stata affrontata. «Noi Chiaiano l’abbiamo difesa in tutti i modi - ha affermato la Iervolino - quando si pensava di mettere la discarica al posto del Parco delle Colline. Adesso il parco è assicurato e finanziato e la salute della gente assicurata perchè il sito è fuori dal centro abitato». Il governatore Antonio Bassolino ha dal canto suo appoggiato l’ipotesi di una proroga temporanea dopo il 20 maggio per De Gennaro. Intanto però gli sforzi fatti finora per risolvere la tragica situazione dello smaltimento dei rifiuti in Campania non sono sufficienti per cui la Commissione ha deciso di deferire l’Italia alla Corte di giustizia europea il 6 maggio. Il passo politico finale è stato

fatto ieri dall’esecutivo comunitario ma per motivi di procedura, e di festività che si accavallano, la decisione formale sarà varata solo martedì prossimo. «Siamo ancora convinti che l’Italia non rispetti la normativa dell’Unione europea sui rifiuti - ha detto Barbara Helfferich portavoce del Commissario Ue all’Ambiente Stavros Dimas - il provvedimento è già nero su bianco e ha passato il vaglio dei capi di gabinetto che si riuniscono ogni settimana per preparare le decisioni dei loro Commissari». Secondo la Helffech, l’atto di deferimento dell’Italia alla Corte di giustizia è stato esaminato ieri per l’ultima volta e dalla Commissione nessuna voce si è levata per difendere in extremis il nostro Paese.

ULTIME OPEL ASTRA familiari

ECOGAS VECCHIO MODELLO

solo € 9.900,00

c.30.04.08

.DA LONDRA .

Immatricolazione compresa! Dilazioni a zero anticipo + Permute + Rottamazioni *Versione ecologica, può circolare in zone a traff. limitato

Autoag. PILOTA - Via 1° Maggio, 85/D PC - Tel. 0523.713175 - 333.6047437


IN ITALIA

6

Giovedì 1 maggio 2008

In vigore il decreto che aggiorna la legge 40:resta il divieto per eugenetica,previsti più sostegni psicologici

IN BREVE MALATTIA TROPICALE

Fecondazione, sì a diagnosi pre-impianto Dal ministro Turco le nuove linee guida, il Pdl insorge:«scorrettezza» .PALERMO .

Abusi su tre bambini: tra gli arrestati c’è anche la madre PALERMO - Tre fratellini costretti, per mesi, a partecipare ai giochi erotici organizzati dalla madre, da una coppia di amici della donna e da un minorenne: la storia di degrado e abusi, che ha sullo sfondo il popoloso quartiere palermitano di Ballarò, già teatro, dieci anni fa, di una maxi inchiesta sulla pedofilia, è stata scoperta dalla polizia. In carcere, con l’accusa di violenza sessuale di gruppo, sono finiti la madre dei piccoli, tutti minori di 10 anni, una coppia e un ragazzo di 17 anni. A raccontare gli abusi è stata una delle bambine, che come i fratellini, era stata da tempo allontanata dalla famiglia: il tribunale dei minori, su segnalazione dei servizi sociali, infatti, non aveva ritenuto la madre, che non ha un reddito fisso e fa lavori saltuari, in grado di occuparsi dei tre figli. Ai responsabili della struttura la bimba ha raccontato gli abusi subiti. La polizia ha quindi avviato un’inchiesta: gli agenti, con l’assistenza degli psichiatri, hanno ascoltato anche i fratellini, che vivono in due diverse case-famiglia e che hanno confermato le accuse. L’inchiesta, coordinata dai pm Francesca Lo Verso e Alessia Sinatra, tratteggia uno spaccato drammatico. Gli incontri sessuali avvenivano nell’abitazione della coppia finita in cella. La madre dei tre minorenni, che è separata dal marito, portava lì i figli che venivano costretti ad assistere e, a volte, a partecipare a "giochi sessuali di gruppo". I piccoli hanno raccontato che la madre, un altro ragazzino di 17 anni - anch’egli arrestato - e la coppia sceglievano, facendo ruotare una bottiglia, chi dei tre avrebbe subito l’abuso. Secondo gli investigatori, gli indagati, all’interno dell’abitazione, non si sarebbero limitati ai giochi sessuali ma avrebbero anche fumato sostanze stupefacenti e avrebbero guardato film pornografici, sempre in presenza dei tre bambini. Gli inquirenti continuano a indagare per accertare se altri adulti siano stati coinvolti nelle violenze. La vicenda evoca quanto scoperto dalla polizia 10 anni fa, sempre a Ballarò, dove, per pochi spiccioli, i bambini venivano costretti a partecipare a video a luci rosse. I filmini venivano girati nel retrobottega di una tabaccheria. L’indagine scattò in seguito alle testimonianze raccolte da due sacerdoti che operavano nel rione. Erano oltre 50 i piccoli sfruttati, tutti tra gli 8 e i 14 anni: confermarono agli agenti e agli psicologi di essere stati costretti a compiere "prestazioni proibite", davanti alle telecamere. Tra gli sfruttatori spesso c’erano anche loro familiari.

CITTÀ LAT. VIA CAMPAGNA (A3908) Appartamento in piccola palazzina ben tenuto composto di 3 vani e servizi, bal€ 125.000 tratt. coni e cantina VIALE S. AMBROGIO (A2424) Monolocale al primo piano, a reddito. € 60.000 tratt. Ottimo investimento

VIA SAN BARTOLOMEO (A4375) Loft di mq. 200 disposto su 2 livelli di 4 vani e tripli servizi, garage, posto auto, cortile di mq. 30 di proprietà Finiture extra lusso PREZZO INTERESSANTE

MILANO - Via libera alla diagnosi preimpianto, possibilità di ricorrere alle tecniche riproduttive anche per le coppie portatrici di malattie virali sessualmente trasmissibili come l’Hiv o l’epatite e più sostegni psicologici adeguati. Sono le principali novità introdotte Dopo le sentenze di vari Tribunali e in particolare del Tar del Lazio nell’ottobre 2007, il decreto, a lungo atteso dalle associazioni di pazienti, aggiorna quello precedente pubblicato in Gazzetta il 16 agosto 2004. Elimina innanzitutto il divieto alla diagnosi preimpianto degli embrioni da impiantare in utero (era concessa solo quella "osservazionale"), mantenendo però il divieto a qualsiasi diagnosi a fini eugenetici così come previsto dalla legge. Finora inoltre la procreazione medicalmente assistita era consentita solo per risolvere problemi di sterilità o infertilità e solo se non ci sono altri metodi terapeutici efficaci: nelle nuove linee viene riconosciuta la possibilità di ricorrervi anche alle coppie in cui l’uomo sia portatore di malattie virali sessualmente trasmissibili, e in particolare del virus Hiv e di quelli delle epatiti B e C. Tali condizioni vengono assimilate ai casi di infertilità per i quali è concessa la fecondazione assistita: c’è infatti un elevato rischio di infezione per la madre e il feto e tale rischio, di fatto, preclude la possibilità di avere un figlio a queste coppie. Infine nel decreto viene stabilito che ogni centro dove si utilizzano queste tecniche

La diagnosi genetica preimpianto CHE COS'È

È una tecnica che, in caso di procreazione assistita, consente di selezionare gli embrioni non affetti da gravi anomalie genetiche prima dell'impianto in utero

COME VIENE ESEGUITA Le cellule uovo vengono fecondate in vitro

ALCUNE DELLE MALATTIE DIAGNOSTICABILI

Gli ovuli fecondati vengono lasciati sviluppare fino allo stadio di 6-8 cellule

anemia falciforme emofilia A e B fibrosi cistica

Da ogni embrione viene prelevata una cellula che viene sottoposta a test genetici

IN ITALIA Mentre la legge 40 limitava le indagini a quelle di solo tipo "osservazionale", le linee guida consentono di nuovo la diagnosi preimpianto

diversi tipi di distrofia talassemia

Livia Turco: aggiornate le linee guiida della legge 40

dovrà assicurare la presenza di un adeguato sostegno psicologico alle coppie e alle donne «durante tutto il percorso assistenziale, prima, durante e dopo l’effettuazione delle tecniche o anche a seguito del fallimento delle stesse» ha spiegato il ministro della Salute uscente. «Queste nuove linee guida - ha aggiunto la Turco - centrano due obiettivi: la piena e corretta

In seguito vengono impiantati nell'utero materno solo gli embrioni sani

ANSA-CENTIMETRI

applicazione della legge 40 e la necessità di fornire idonee e puntuali indicazioni agli operatori sanitari alla luce delle nuove risultanze cliniche e del mutato quadro di riferimento giuridico». Apprezzato da Pd, Idv, Cgil e associazioni dei pazienti, il provvedimento arriva a pochi giorni dal varo del nuovo governo e scatena l’immediata alzata di scudi della nuova

maggioranza che accusa il ministro di «comportamento scorretto». «Il nuovo governo dovrà correggere le nuove linee guida» annuncia nel Pdl Carlo Giovanardi. «Stravolge il dettato normativo della legge 40» aggiunge Isabella Bertolini che parla di «una grave scorrettezza istituzionale». Anche per l’Udc è «una freccia avvelenata che ha il sapore della vendetta».

Parla poi di «chiara impronta eugenetica» Adriano Pessina, direttore del centro Bioetica dell’università Cattolica. Per il presidente del Movimento per la Vita Carlo Casini «è evidente l’intenzione di condizionare il giudizio del prossimo ministro». Critiche anche le parlamentari teodem del Pd Emanuela Baio e Paola Binetti. m. v.

-

Tentano rapina in banca: «Abbiamo debiti» A Milano, un dirigente e un operaio pregiudicati si arrendono ai carabinieri .IL DRAMMA IN UN PAESE DELLA CARNIA .

Bambino morto nel cantiere: il padre indagato, esclusa l’autopsia UDINE - L’altro ieri ha visto morire il figlio di otto anni sotto i propri occhi; ieri si è trovato indagato per quella tragedia che lo ha sconvolto. È il dramma dell’artigiano di Sutrio (Udine) che, dopo l’incidente avvenuto nel suo cantiere, è stato iscritto ieri nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Tolmezzo (Udine) per l’ipotesi di reato di omicidio colposo, proprio per la morte del figlio. L’iscrizione è stata fatta quale atto dovuto, ma nonostante questo aggiunge ulteriore dramma alla tragedia che dall’altro ieri pomeriggio ha stravolto la vita dell’artigiano e della sua famiglia. L’intero paese si è stretto intorno a loro: per tutta la notte, nella cella mortuaria del piccolo paese nelle montagne della Carnia, parenti, amici, semplici conoscenti hanno vegliato la salma del bambino che l’altro ieri era andato nel cantiere dove lavorava il papà per fargli una sorpresa. Doveva andare a fare allenamento: da pochi giorni era stato tesserato per la squadra dei "pulcini" del paese; domenica avrebbe giocato la prima partita della sua vita. All’ultimo momento, però, ha detto alla mamma che preferiva andare ad abbracciare il papà e, così, è entrato nel cantiere proprio nel momento in cui dal "pallet" sollevato dalla gru azionata dal padre, sono scivolati impalcature e altri attrezzi, che lo hanno travolto e ucciso. Una dinamica chiara, che ha indotto il sostituto Procuratore della Repubblica di Tolmezzo, Andrea Gondolo, a non disporre l’autopsia.

(A2453) DANTE ZONA VIALE Appartamento composto da 1 letto, cucinotto, tinello, sala, bagno, ripostiglio, € 120.000 tratt. cantina e balcone VIA FARINI (A3920) Appartamento recentemente ristrutturato, composto da 3 vani, servizi, balconi, cantina, box. € 165.000 VIA LANZA (A2434) Appartamento composto da cucina abitabile, sala, 1 bagno, 1 camera matrimoniale, terrazza di mq. 60, cantina e box. Buone finiture in€ 158.000 terne CLINICA PIACENZA (A3864) In palazzina appartamento con ingresso, soggiorno, cucina, 2 letto matrimoniali, bagno, lavanderia, 2 balconi, cantina e garage. € 205.000 VIA MORIGI (A3906) Appartamento in piccola palazzina di 3 vani più servizi, balcone, cantina, posto auto. € 138.000 tratt. (A3886) PIACENZA CLINICA Appartamento in piccola palazzina, composto da 3 vani più servizi, balconi, can€ 155.000 tina e box.

VIA ERCOLE (A3902) Appartamento di mq. 95 di 3 vani, servizi, balconi, cantina € 162.000 e garage PIAZZA CAVALLI (A3904) In casa d’epoca, appartamento con soffitti in volta di mq. 130, salone, cucina abitabile, 2 letto, 2 bagni, cantina e garage. Finiture extra. PREZZO ADEGUATO

VIA GAMBARA (A4373) Appartamento di 4 vani più doppi servizi, balconi, box . Ottime finiture. Possibilità 2° box € 230.000

PIAZZA CAVALLI (A2450) In palazzo d’epoca ristrutturato, appartamento con soppalco con finiture ricercate. VIA POGGIALI (A2242) Appartamento con ingresso, soggiorno, cucina grande, 1 letto, ripostiglio, bagno, cantina. Buone € 135.000 condizioni.

(A3802) FARNESIANA ZONA Appartamento di nuova costruzione di servizi, vani, 3 da composto 115 mq. cantina, box e mansarda con terrazza € 215.000

(A4389) CONCILIAZIONE VIA Appartamento di 4 vani e doppi servizi, balconi, cantina, buone finiture interne € 215.000

SANTIMENTO (CPA94) Casa semindipendente, disposta su 2 livelli di mq. 160, composta da 4 vani, cucina, doppi servizi, lavanderia, ripostiglio, terrazza, portichetto. Finiture di ottimo livello, travi e mattoncini a vista, tetto in legno. € 145.000 tratt.

PROVINCIA

VIA TANSINI (A3885) Appartamento in piccola palazzina di 3 vani e servizi, balconi, aria condizionata, cantina e box. € 180.000 Buone finiture

SAN NICOLO’ (AP929) App.to di ampia metratura composto da soggiorno, cucina abitabile, camera matrimoniale, ampia mansarda, doppi servizi, 3 terrazzi, cantina, box doppio. Finiture extra. Posizione tranquil€ 195.000 tratt. la

VIA ROSSI (A3894) In piccolo condominio, appartamento ben tenuto composto da 2 matrimoniali, soggiorno, cucina abitabile, 1 bagno, balcone, cantina e gara€ 145.000 ge

SAN NICOLO’ (AP886) Appartamento comp. da 3 vani, cucina abitabile, bagno, lavanderia, 2 terrazzi, box doppio, finiture ottime, posizione tranquilla. € 145.000

MILANO - «L’ho fatto perché avevo bisogno di soldi. Lo stipendio non mi basta più e tengo famiglia», così ha risposto Antonio Canzanella, 40 anni, già condannato per rapina, che ieri ha tentato l’ennesimo colpo banca assieme al complice Oscar Terzi, 32 anni, operaio a Senago e anche lui pregiudicato e condannato per aver rapinato nel 2001 la stessa agenzia nella quale ieri è stato dato l’assalto. Oscar Terzi era tornato in libertà grazie all’indulto. Ma i carabinieri non hanno creduto alla storia "due poveri disperati", tant’è che Antonio Canzanella non risulta nullatenente, infatti l’uomo lavora come dirigente di una piccola azienda di depurazioni a Garbagnate, in provincia di Milano e guadagna la dignitosa cifra di 2.000 euro al mese. Oscar Terzi lavora come operaio. I due hanno deciso di tentare la rapina perché, a quanto dichiarato agli inquirenti, hanno contratto dei debiti e non sapevano come risolvere il problema. Unica soluzione, a loro avviso, era di tornare a fare i banditi e così Oscar Terzi ha ben pensato di colpire il Credito Artigiano che già aveva preso di mira nella sua carriera di rapinatore. Canzanella e Terzi hanno fatto irruzione alle 10,30 di ieri mattina al Credito Artigiano di Cesano Maderno, vicino a Monza, pronti a fuggire con un sostanzioso bottino. Per fotuna, in quel momento, in banca non c’erano clienti ma solo gli impiegati. Pistole alla ma-

SAN NICOLO’ (AP968) Bilocale ristrutturato a nuovo, completamente arredato, libero subito, Ottime finiture. € 98.000 GOSSOLENGO (CPA20) Casa semindipendente di recente costruzione, composta da 4 vani più cucina abitabile, doppi servizi, terrazzo, box, giardino privato e posto auto. Finiture € 250.000 extra GOSSOLENGO PAESE (AP828): appartamento con giardino in palazzina di recente costruzione, composto da 3 vani più servizi, cantina e box doppio. Finiture € 190.000 extra. Posizione tranquilla. QUARTO (AP938) Appartamento indipendente di nuova costruzione, con giardino di proprietà, composto da 3 vani e cucina abitab., doppi servizi, ripostiglio e Info in ufficio box. Finiture signorili. QUARTO (AP938) Villa semindipendente di nuova realizzazione, composta da 3 vani e doppi servizi, cucina abitabile, box, giardino, finiture di ottimo livello. INFO IN UFFICIO

RIVALTA (CPA67) Villa indipendente con piscina, su lotto di 3.000 mq. piantumato oltre a 3.000 mq. di bosco, composta da 5 vani e doppi servizi, cantina 2 porticati, box triplo. INFO IN UFFICIO Libera subito. CROARA (AP967) Appartamento indipendente, di nuova realizzazione, di 2 vani più servizi, soppalco, portichetto, giardino, posto auto, completamente arredato. Libero subito. Finiture di ottimo li€ 198.000 vello. PONTENURE (AP898) App.to in trifamiliare composto da 4 vani più cucina abitabile, bagno ripostiglio, terrazzo, 2 cantine, box grande e posto auto: Ottime finiture, posizione tran€ 150.000 tratt. quilla.

no (una semiatomatica calibro 7.65 con 15 con il colpo in canna e una pistola giocattolo), con in testa folte parrucche, calzamaglia calato sul volto e guanti, hanno gridato con voce tonante: «Questa è una rapina! Fuori tutti i soldi!». Poi hanno preso in ostaggio il direttore Aldo Losi, 45 anni, e uno dei cassieri. In quell’istante è scattato l’allarme collegato con la più vicina caserma dei carabineri. E in pochi minuti davanti alla banca sono giunti ben 15 uomini dell’Arma. Prima che i due banditi uscissero trascinando con sè gli ostaggi, le tre pattuglie dei carabinieri hanno circondato la zona ed è così iniziata la trattativa proseguita da due militari che hanno affrontato senza indugio i malviventi che tenevano sotto tiro il direttore e il cassiere. Canzanella e Terzi hanno puntato le pistole alla testa degli ostaggi chiedendo ai carabinieri di lasciarli fuggire altrimenti avrebbero fatto fuoco. Poi però hanno dunque liberato gli ostaggi e si sono fatti ammanettare. A convincere i due rapinatori ad arrendersi sono stati il comandante dei carabineri di Cesano Maderno, Mauro Maronese, e il collega del nucelo operativo di Desio, maresciallo Sebastiano Ciancimino. Canzanella e Terzi, spaventati quanto i due ostaggi, si sono rivolti ai due carabinieri dicendo: «Lasciamo le armi a terra ma voi non sparateci. Siamo pieni di debiti e per questo volevamo fare il colpo». Roberta Rizzo

CORSO VITTORIO EMANUELE Nel primo tratto, negozio di mq. 150 con annesso magazzino di 50 mq. . Affittasi solo referenziati

PONTENURE (AP864) Bilocale di nuova realizzazione di mq. 68 con cantina, 2 terrazzi, posto auto. Ottime finiture, pronta consegna. Possibilità di ulteriore posto € 105.000 auto coperto.

PITTOLO (AP963) Appartamento in quadrifamiliare composto da 3 vani e cucina abitabile, tripli servizi, ampia mansarda, 2 balconi, cantina, box doppio.

PARCO DELLA GALLEANA (A4388) Appartamento di 3 vani e servizi, balcone e mansarda di mq. 80, cantina e box € 260.000 tratt. 3 KM. DA PIACENZA (CC248) Villa indipendente composta da appartamento monopiano di 160 mq. con 4 vani più cucina, tinello, doppi servizi, terrazza oltre ampia taverna, cantina, lavanderia, box doppio, 1.500 mq.di giardino piantumato € 400.000 e orto. Ottime finiture.

BARRIERA GENOVA (A3919) Appartamento p. alto, luminoso, mq. 110, 3 vani più servizi, cantina, box. OCCASIONE

dal decreto ministeriale che aggiorna le linee guida della legge 40 sulla procreazione medicalmente assistita. Firmato l’11 aprile dal ministro Livia Turco, da ieri è in Gazzetta Ufficiale. Ed è subito polemica politica e alzata di scudi del mondo cattolico.

BAGNOLO (RU255) Rustico indip. parzialmente ristrutt. con terreno accorpato, poss.tà 2 o 3 unità abitative. Posiz. molto panoramica e tranquilla. RIVERGARO CENTRO PAESE (AP954) Appartamento in piccola palazzina, comp. da 3 vani e cucina ab., 2 letto, cantina, p. auto, orto. Ristruttur. Libero subito. € 135.000 RIVERGARO CENTRO PAESE (AP965) Appartamento di ampia metratura composto da soggiorno, cucina abitabile, bagno, ripostiglio, 2 terrazze, cantina, box grande, buone finiture. Libero subito. € 185.000 GARIGA (AP924) Appartamento ristrutturato a nuovo con ottime finiture, composto da 3 vani più cucina abit., bagno, ripostiglio, 2 balconi, cantina, box doppio, posto auto. Posizione tranquilla. € 155.000 PODENZANO (AP962) Appartamento in piccola palazzina, completamente ristrutturato, composto di 3 vani e cucina, bagno, terrazzo, ripostiglio, cantina, box € 135.000 doppio. Ottime finiture. SAN POLO (AP957) Bilocale di nuova realizzazione, ampia metratura, disposto su 2 livelli, in ingresso indipendente e giardino privato. Finiture di ottimo livello SAN POLO (CPA90) Villetta semindipendente, di nuova realizzazione, composta da 3 vani e cucina, doppi servizi, giardino privato. Finiture di ottimo livello € 225.000

BOBBIO (AP890) Ottima posizione: appartamento di 3 vani più doppi servizi, terrazzo, box e cantina: Ottime ed accurate finiture.

LOCALI COMMERCIALI

VIA EMILIA Fronte strada, negozio di mq. 45 con 1 vetrina e servizi. € 4.000 PREZZO AFFARE GARIGA Capannone di mq. 750 ca, su lotto di mq. 2.200 con 100 mq. di uffici. PREZZO INTERESSANTE VENDESI

REGGIO CALABRIA

Trovata la ragazzina scomparsa in Friuli È stata rintracciata ieri a Reggio Calabria la quindicenne di Tricesimo (Udine) scomparsa da casa il 12 aprile scorso. Secondo quanto riferito dai Carabinieri, la giovane si trovava in un appartamento della città calabra, ospite di una famiglia di origine sudamericana, e si trova in buone condizioni. La famiglia di Reggio che ospitava Valentina è composta da una donna e dal figlio di 18 anni. Con quest’ultimo la ragazzina aveva stretto un rapporto di conoscenza via Internet. Madre e figlio sono stati iscritti nel registro degli indagati con l’ipotesi di reato di sottrazione di minore. QUINTO EPISODIO IN 20 GIORNI

Minorenne peruviana stuprata a Milano Si era fidata di un connazionale che aveva conosciuto da qualche giorno, una ragazza peruviana diciassettenne ospite di un istituto di assistenza. Lui, solo di qualche anno più grande, era gentile e simpatico e l’altro ieri sera l’aveva invitata ad uscire per una cena in un ristorante. L’ha lasciata invece in lacrime, sotto choc, in una strada della periferia milanese dopo averla violentata in un portone. LAMEZIA TERME

Imprenditore ucciso era stato assessore Un nuovo omicidio eccellente in Calabria. A cadere sotto i colpi dei killer è stato, questa volta, davanti al cancello di casa, a Lamezia Terme, l’imprenditore ittico Gino Benincasa, di 64 anni, da un anno circa uscito dalla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Sembra essere quella del regolamento di conti all’interno delle cosche locali la pista privilegiata dagli investigatori. Consigliere comunale a Lamezia, eletto nelle liste dell’ex Psi già dagli anni ’80, Benincasa aveva ricoperto più volte la carica di assessore nel 1991, proprio nel periodo in cui il Consiglio comunale lametino venne sciolto per la prima volta per infiltrazioni mafiose.

BAR (AC276) Con avviamento decennale, attrezzature di proprietà, in buono stato. Possibile forte incremento € 60.000 BAR (AC379) In periferia con affitto gratuito, ampio dehors, ottimi incassi, adatto a 2 persone, vasto parcheg. € 140.000

BAR (AC552) A 5 km città, fronte strada d’intenso passaggio, buone attrezzature, € 160.000 eccezionale redditività ZONA ORSINA Capannone di mq. 330 con annessa palazzina di mq 200 box doppio giardino circostante, buone finiture, impianti a norma. INFO IN UFFICIO BARRIERA TORINO Capannoncino di mq. 135 ca, con cortile di proprietà. € 90.000 INFRANGIBILE Ufficio in piccola palazzina di 3 vani più servizi, impianti a nor€ 8.500 ma, 2 box. GOSSOLENGO Capannone mq. 400 con annessi palazzina e uffici di mq. 300. VENDESI Buone finiture interne. PONTENURE Capannone recente costruzione di mq. 750 su lotto di mq. 1.700 € 330.000

BAR DI QUARTIERE (AC610) Avviam. trentennale, ottimi arredi ed attrezzature, piccolo dehors. Affitto mite € 110.000 BAR TABACCHI (AC606) Zona centrale, buon avviamento, buone attrezzature BAR TABACCHERIA (AC643) In centro storico con plateatico, buoni arredi, affitto mite, adatto a 2 persone con reddito per nucleo di 4 persone TABACCHERIA (AC626) In zona di passaggio vic.ze uffici, centri polifunz. e fermata bus locale, con avv. trentennale, contratto di locaz. vantaggioso CEDESI PIZZERIA (AC665) In centro paese, su via di intenso traffico, ideale per 3 persone. Ottime attrezzature, buona redditività CEDESI PIZZA E GELATO (AC302) In posizione strateg., unica nella zona, vendita pizza e gelato d’asporto, attrezzatura completa, ottimo contratto affitto, ideale 2 persone, ottimo utile. PREZZO A RICHIESTA RISTORANTE (AC598) Zona di forte passaggio, ideale 2/3 persone, ottime attrezzature, 50 posti, avviamento decen€ 120.000 nale, buon reddito.

PONTE TREBBIA Capannone recente costruzione di mq. 410 con uf€ 16.000 ficio e doppi servizi ZONA VIA DANTE Negozio di mq. 50 di 2 vani più servizi. Attualmente locato. Ottimo investimento. VENDESI € 80.000

ATTIVITÀ COMMERCIALI SAN NICOLO’ Capannone ad uso deposito di 300 mq. con ufficio e ser€ 145.000 vizi.

Un nuovo caso di dengue, virus tropicale che si trasmette attraverso la puntura della zanzara tigre è stato scoperto in provincia di Parma. Dopo il caso registrato circa una settimana fa a Basilicanova, infetta una donna di 47 anni di ritorno da un viaggio nelle Maldive, questa volta è stata colpita una donna, di nazionalità brasiliana, ritornata in Italia dopo un periodo di permanenza nel paese sudamericano. La donna abita a Busseto ed è ricoverata all’Ospedale di Fidenza: sta già molto meglio. Immediato l’intervento di disinfestazione nell’area dell’abitazione della persona colpita dal virus.

BAR (AC632) In trafficata via cittadina, vicinanze scuole, buona visibilità, affitto quasi nullo, buon reddito

ZONA BADAGNANO (RU258) Piccolo stallino con fienile, da ristrutturare, completamente indipendente, con possibilità di ampliamento, lotto € 55.000 di circa 2.500 mq..

SAN GIORGIO (AP949) In quadrifamiliare di nuova realizzazione bilocale con ingresso indipendente, cantina, box gran- PONTE TREBBIA Capannone di mq. € 137.000 2.400 su lotto di mq 500 ca. comprensivo de. Ottime finiture di 100 mq. di uffici, spogliatoi. VENDESI CARPANETO (AP952) Appartamento GARIGA Capannone di mq. 200 ristrutindipendente in palazzina di nuova reaturato a nuovo con 200 mq. di cortile di lizzazione, composto da 3 vani e cucina, proprietà. VENDESI bagno, terrazza, balcone, lavand., box mq. ca., grande e giardino. Finiture extra. Libero VIA COLOMBO Ufficio di 100 € 7.000 Senza spese di mediazione buone finiture interne. subito. Negozio di 130 mq. con CALZOLAI VIA CARPANETO (AP941) Appartamento in servizi. piccola palazzina, composto da 3 vani AFFITTASI SOLO A REFERENZIATI più cucina, ripostiglio, doppi servizi, balVEGGIOLETTA Capannone di mq. 400 e doppio box cone, cantina, lavanderia, ca con 800 mq. di area di proprietà. posto auto. Ottime finiture, posizione € 250.000 € 158.000 tratt. tranquilla. VIA CONCILIAZIONE Ufficio di 140 mq. comp. da 4 vani, reception, archivio, dopCARPANETO PAESE (CP943) villa pi servizi. Buone finit. interne.€ 220.000 indipendente composta da appartaVEGGIOLETTA Capannone di 800 mq. mento monopiano di 4 vani più cucisu lotto di 2.200 mq. circa, con servizi, na, bagno e terrazzo, oltre a ugual AFFITTASI spogliatoi. metratura di scantinato con bagno, VIA CAMPAGNA Negozio con 1 vetrina lavanderia, taverna, box doppio. € 270.000 Libera subito. di 50 mq. ristrutturato a nuovo, impianti a € 6.000 norma RONCAGLIA (AP935) Appartamento in VIA EMILIA PARMENSE Locale compiccola palazzina ristrutturato a nuovo merciale fronte strada di mq. 2.000 su 2 con ottime finiture, composto da 3 vani livelli e 350 mq. di uffici AFFITTASI/VENDESI più cucina ab., bagno, rip., 2 terrazze, cantina, box doppio e orto. Parzialmente arredato, libero subito. € 128.000 tratt.

Dengue, secondo caso nel Parmense

TABACCHERIA (AC574) Profumeria, lotto e oggettistica, in prossimità del centro storico, ottima redditività dimostrabile. € 150.000 DEGUSTAZIONE (AC601) In centro città con clientela affez., forti utili dimostrabili, affitto modico. TRATTATIVE RISERVATE DEGUSTAZIONE (AC680) In posizione strategica, con fantastica visibilità, possibilità piccolo dehors, arredi ed attrezza€ 110.000 ture in buono stato

RISTORANTE (AC595) Ambiente caratteristico in locali ristrutturati, 40 posti, oltre ad ampio dehors esterno, attrezzature eccellenti, ideale per nucleo familiare. TRATTATIVE RISERVATE TRATTORIA IN COLLINA (AC651) In posizione strategica con annessa abitazione, affitto mite, saloni con camini, dehors coperto, adatto a nucleo familia€ 119.000 re, ottimi guadagni EDICOLA (AC583) Ottima posizione su via di passaggio, avviamento ventenna€ 130.000 le, buon utile dimostrabile LAVANDERIA (AC599) Unica in Centro Commerciale, ottime attrezzature, affitto CEDESI mite, buon volume d’affari. ATTIVITA’ ARTIGIANALE (AC602) Produzione pasta fresca, clientela consolidata con forniture all’ingrosso, locale vendita oltre a laboratorio professionalm. CEDESI attrezzato, utile garantito


ATTUALITÀ

Giovedì 1 maggio 2008

7 IN BREVE

I conti delle famiglie italiane si fanno sempre più salati.In aumento anche tariffe energetiche e casa

UN FATTORINO NEGLI STATI UNITI

L’inflazione resta al 3,3%,volano alimentari

Salva donna bloccata sotto il marito morto Un fattorino americano che distribuisce giornali a domicilio ha salvato una donna anziana che da tre giorni era bloccata sul pavimento di casa sotto il corpo del marito morto. Insospettito dai giornali accumulati nel giardino della casa di Carbondale, Illinois, in cui vivevano l’85enne Blanche Roberts e il marito di 77 anni, Fred Roberts, il fattorino che tutte le mattine distribuisce il quotidiano locale è entrato nell’abitazione dell’anziana coppia per accertarsi che non ci fossero problemi e ha trovato la donna immobilizzata.

In un anno il prezzo della pasta è aumentato del 18,6 per cento ROMA - Continua la corsa dei prezzi. E i conti delle famiglie italiane si fanno sempre più salati. Farli quadrare diventa un’impresa ardua, se si considera che vittime del carovita sono soprattutto i beni di prima necessità: cibo, casa, energia. Ad aprile, l’inflazione annua è rimasta stabile al 3,3%, lo stesso dato di marzo, ad un passo dal 3,4% di settembre 1996, il livello più alto degli ultimi 12 anni. Il dato, hanno infatti sottolineato i ricercatori dell’Istat presentando la stima preliminare, è il risultato di una accelerazione della crescita dei prezzi dei beni (+3,6% su base annua).

L’andamento dell’inflazione VARIAZIONE ANNUA 3,4 3,2 3,0 2,8 2,6 2,4 2,2 2,0 1,8 1,6

+2,1

PREZZI - Ad aprile il capitolo degli alimentari e bevande analcoliche ha registrato un aumento dello 0,5% rispetto a marzo e del 5,5% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. A correre sono soprattutto i prezzi dei prodotti lavorati, che hanno messo a segno un incremento del 5,9% su base annua (+4,8% i prodotti non lavorati). In accelerazione pane e cereali (+10,6% rispetto ad aprile 2007); in particolare il pane ha registrato un aumento del 13,1%, la pasta un rialzo del 18,6%. Latte formaggi e uova hanno conquistato un +8,3%,

+2,4

+3,3

+2,6

+1,7 +1,5 +1,5 +1,7 +1,6 +1,6 APR

E contestualmente di un rallentamento della crescita dei servizi (+2,9% su base annua) Così l’inflazione non accenna a scendere (nell’area euro è attesa in calo al 3,3% dal 3,6% di marzo) ma, al contrario, e solo per citare i rincari più evidenti, pane, pasta, bollette e gasolio raggiungono vette sempre più alte. Sullo sfondo, anche le fiammate sui mercati internazionali delle materie prime, petrolifere e alimentari, e in ambito nazionale l’aggiornamento trimestrale delle tariffe elettriche e del gas. ALIMENTARI SPINGONO

+3,3 +3,0 +2,9

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC

GEN

FEB

MAR

APR*

VARIAZIONE MENSILE

+0,5 0,5 0,4 0,3 0,2

+0,4 +0,2

+0,3

+0,3

+0,3

+0,4 +0,2

+0,2 +0,2 +0,2

+0,1

0,1

0,0 APR

MAG

GIU

LUG

AGO

SET

OTT

NOV

DIC

2007 Fonte: Istat

FEB

MAR

APR*

2008

dati in % *stima preliminare

con la punta del 10,8% per il latte. La frutta ha messo a segno un incremento del 6,3%. In controtendenza, la carne con un lieve rallentamento del tasso tendenziale (+3,7%); all’interno del comparto, il pollame ha segnato un -0,3% con-

GEN

ANSA-CENTIMETRI

giunturale e un +5,4% tendenziale. ENERGIA E TARIFFE SÙ, GASOLIO ALLE STELLE (+19,3%) Aumenti a due cifre per il prezzo del gasolio, che ad aprile è cresciuto del 19,3% rispetto allo stesso mese del 2007, facendo segnare una for-

bice con la benzina, aumentata ’solò dell’8,7%, sempre su base annua. In generale il capitolo energia ha registrato un aumento del 10,3% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso e dell’1% rispetto a marzo. A pesare, soprattutto il comparto degli energetici regolamentati: le tariffe elettriche hanno segnato un incremento del 3,3% a livello congiunturale e del 9,2% a livello tendenziale; +2,4% e +6,9% rispettivamente i rincari per le tariffe del gas. PER LA CASA SPESA SEMPRE PIÙ CARA - Neppure la casa è al riparo dai rialzi. Il capitolo “Abitazione, acqua, elettricità e combustibili” ha messo a segno un rialzo del 5,8% su base annua (il più alto ad aprile tra tutti i capitoli di spesa) e dell’1,2% su base mensile. Gli affitti crescono alla velocità del 2,4% annuo. UE-15, INFLAZIONE CALA AL

3,3% - Ieri è stata pubblicata anche la stima flash di Eurostat, secondo la quale ad aprile il tasso di inflazione dei 15 Paesi che compongono l’area dell’euro si attesterà al 3,3%, in diminuzione rispetto al 3,6% di marzo. CONSUMATORI, AGIRE PER FRENARE STANGATA - Il nuovo governo intervenga rapidamente con provvedimenti ad hoc per contenere i prezzi e le tariffe: è la richiesta che arriva dai consumatori. Per il Codacons, «l’inflazione galoppante al 3,3% determinerà a fine anno una stangata pari ad almeno 1.300 euro a famiglia». La Confcommercio sottolinea, invece, «l’effetto “calmieratore” derivante da un’accentuata stagnazione dei consumi», mentre la Confesercenti invita a «riconoscere il senso di responsabilità della filiera».

SUA LA “TEORIA DEL CONFLITTO”

Si è spento il sociologo Tilly Si è spento a New York Charles Tilly, vinto da un linfoma all’età di 78 anni, uno degli studiosi di sociologia più importanti a livello internazionale, specializzato nell’analisi dei rapporti tra politica, economia e società nel loro contesto storico. In polemica con le analisi che centrano la politica del conflitto su termini individuali, la sua teoria pone l’accento su come siano invece i gruppi sociali a organizzarsi e competere reciprocamente. Tilly, nato a Chicago il 20 gennaio del 1929.

r.e.

-

I figli potrebbero non essere le sole vittime

Austria, su Fritzl l’ombra di un vecchio omicidio VIENNA - Nuovi tasselli si vanno ad aggiungere al mosaico dell’orrore di Amstetten. La polizia dell’Alta Austria ha riaperto l’inchiesta su di una ragazza trovata morta vent’anni fa in un lago vicino al camping di Josef Fritzl, e ieri la tv Orf ha trasmesso un video del nonno-padre in vacanza al sole della Thailandia, mentre i figli languivano sottoterra nella cantina prigione. Ma i figli di Josef potrebbero non essere le uniche sue vittime. La polizia dell’Alta Austria, la regione confinante con quella di Amstetten, ha riaperto l’inchiesta su di una ragazza di 17 anni stuprata e uccisa nel 1986 sulla riva del lago Mondsee, vicino a un camping gestito da Fritzl e dalla moglie. L’uomo era stato condannato negli anni Sessanta per tentato stupro e incendio doloso. E ora gli inquirenti vogliono

capire se può essere coinvolto nella morte della ragazza, rimasta senza colpevole. Il video trasmesso dalla Orf mostra Josef Fritzl abbronzatissimo, sorridente in un bar e in spiaggia, mentre si fa massaggiare o fa una gita in elefante. A girarlo è stato un amico tedesco del padre-nonno, che ha raccontato di essere stato due volte con Fritzl nel paese asiatico e di avergli fatto visita nella casa di Amstetten, senza mai accorgersi di nulla. Il video trasmesso prova che Josef si allontanava da casa anche per periodi lunghi, lasciando Elisabeth e i suoi figli abbandonati e rinchiusi nella cantina prigione, senza la possibilità di contattare il mondo esterno. Nel sotterraneo c’erano un frigorifero e un freezer, che permettevano alla famiglia di sopravvivere solo per alcune settimane.

Germania: la Nutella nelle trappole contro i topi BERLINO - La Germania è invasa da alcune centinaia di milioni di ratti delle fogne, gli stessi che a Venezia chiamano pantegane e che lentamente si vanno evolvendo in una super-razza la cui diffusione è seguita con grande preoccupazione. Si tratta di animali in grado di raggiungere i 600 grammi di peso, che hanno da tempo soppiantato il rattus rattus, più piccolo. In attesa dell’eventuale ritorno del pifferaio magico di Hameln, dal nome della cittadina della Bassa Sassonia immortalata in una favola dei fratelli Grimm, per la lotta contro questi roditori si fa ricorso anche alla Nutella. Il settimanale tedesco Stern ieri in edicola ha seguito una esperta in derattizzazione, la quale nelle trappole usa proprio cucchiai di Nutella o briciole di marzapane per attirare i roditori e far mangiare loro il veleno.

Morto il padre dell’Lsd

AFGHANISTAN

Albert Hoffman scoprì per caso l’allucinogeno

Uccisi due attentatori del presidente Karzai

ZURIGO - È morto all’età di 102 il chimico svizzero Albert Hoffman, che nel 1943 scoprì l’Lsd, che sperimentò su se stesso, e che scrisse delle prime esperienze scientifiche psichedeliche della storia. Hoffman è morto martedì nella sua casa di Basilea, secondo quanto riporta il sito californiano del Multidisciplinary Association for Psychedelic Studies. Nato l’11 gennaio del 1906, Hoffman scoprì l’acido lisergico per caso, quando, durante un esperimento in laboratorio, gliene cadde un pò su una mano, dandogli un senso di vertigine: «Un incredibile senso di irrequietezze associato a uno strano stordimento» è la descrizione che diede di quella prima, casuale esperienza. Hoffman riprodusse poi l’Lsd e ne assunse una piccola dose:

«In casa mi distesi con uno strano e spiacevole senso di intossicazione caratterizzata da un’immaginazione stimolata all’estremo». «Come sospeso in un sogno, con gli occhi chiusi perchè trovavo la luce del sole troppo abbagliante, ho sperimentato un flusso ininterrotto di immagini fantastiche, forme meravigliose con giochi caleidoscopici di colori straordinariamente intensi», fu la descrizione che Hofmann fece di una delle prime esperienze letta in Svizzera nel 2006 durante un convegno sull’ Lsd per festeggiare i suoi 100 anni. «Dopo alcune ore l’effetto gradualmente svanì», aggiunse Hoffman, che da solo e in compagnia di altre persone condusse diversi esperimenti, prendendo anche appunti sulle sensazioni intense e difficili da seguire che si accavalla-

vano nella sua mente. Hoffman credeva che l’Lsd potesse aiutarci a comprendere la struttura della mente umana, a seguirne i percorsi e i processi associativi, le origini dell’immaginazione. Che potesse aiutarci a comprendere e individuare patologie come la schizofrenia. Lo studio sull’Lsd fu continuato negli anni Sessanta da Timothy Leary, professore di Harvard, che condusse controversi esperimenti con i suoi studenti studiando le possibilità di espansione delle facoltà cerebrali connesse all’acido, contribuendo anche alla sua diffusione come droga allucinogena fra i giovani in quegli anni. Lo stesso Hoffman, che la sperimentò con finalità curative, condannò sempre la diffusione dell’Lsd come droga e ogni abuso.

Due taleban coinvolti a nel fallito attentato di domenica al presidente afghano Hamid Karzai a Kabul sono stati uccisi oggi in un raid delle forze di sicurezza nella capitale afghana. Lo ha annunciato un portavoce dei taleban, precisando che la moglie e un figlio di uno dei due uccisi sono morti anch’essi nei combattimenti. Nella notte i servizi di sicurezza e la polizia avevano attaccato una casa nella quale dei combattenti islamici si erano rifugiati in un quartiere occidentale di Kabul. I due taleban uccisi si chiamavano Attah Mohammad e Mirwais e secondo il portavoce, Zabihullah Mujahid, hanno resistito oltre dieci ore all’attacco delle forze afghane con scambio di tiri e lancio di granate.

“Mia moglie ed io, quando abbiamo fatto testamento, alla fine dell’elenco abbiamo scritto che facciamo un lascito alla Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Non ci è costato nulla, qualcosa di meno ai nostri eredi ma saranno d’accordo anche loro. Noi comunque siamo molto contenti di averlo fatto! Sappiamo che, quando non ci saremo più, qualcun altro continuerà a combattere questa malattia, a ridare salute e gioia a tante persone. Magari ad un bambino.”

“NOI ABBIAMO SCELTO.”

Rosa e Francesco Alberoni Per saperne di più, ci contatti al numero 02 794707 o visiti il sito www.fondazionefirc.it

Con la ricerca, contro il cancro.


ECONOMIA

8

Giovedì 1 maggio 2008

.MIBTEL A +0,55% .

Euro/Dollaro

Euro/Yen

Mibtel

Mib30

All stars

Piazza Affari:seduta piatta Bene Mediaset e Telecom

1,5540

162,6200

25.752

34.540

13.199

1.613

(-0,199%)

(0,550%)

(0,547%)

(0,395%)

(0,717%)

(0,193%)

MILANO - Giornata senza grandi spunti per Piazza Affari che, come Wall Street e tutti i listini europei, ha lavorato in attesa della decisione della Federal Reserve sui tassi statunitensi, mentre sono usciti i dati sul Pil Usa leggermente migliori delle attese: l’indice Mibtel ha chiuso in aumento dello 0,55% a 25.752 punti. In un clima pre-festivo si sono messe in luce Mediaset, Telecom e Alitalia, mentre Banca Popolare di Milano ha perso quasi tre punti. Debole Fiat prima della variazione del rating S&P, sostanzialmente ferma Tiscali, in leggera crescita A.S. Roma. ACQUISTI SU MEDIASET E TELECOM, SCIVOLANO BPM E SAIPEM - In una giornata di scarsi scambi, spiccano la crescita di Finmeccanica (+3,51%) e Seat Pagine Gialle (+3,33%) ma soprattutto gli acquisti registrati per l’intera seduta dai titoli Mediaset e Telecom Italia, che hanno chiuso con un aumento rispettivamente del 3,17% a 5,86 euro e del 3,05% a quota 1,35. Per contro, sul listino ha pesato il calo di Banca Popolare di Milano (2,81% a 7,92 euro) e di Saipem, che ha perso il 2,22% a quota 28,23 euro. FIAT IN CALO PRIMA DEL RATING S&P, BENE L’ESPRESSO - Seduta negativa per Fiat, che ha chiuso con un calo dell’1,32% a 14,3 euro dopo l’annuncio di aver rilevato il 70% della serba Zastava. Il titolo della casa torinese non ha però potuto registrare gli effetti del miglioramento del rating di Standard & Poor’s sul debito, in quanto la variazione di giudizio è stata comunicata a mercati chiusi. Tra i migliori guadagni del giorno si segnalano anche Autogrill e L’Espresso, che hanno ot-

tenuto un aumento del 3,17% e del 2,35%. ALITALIA CRESCE TRA POCHI SCAMBI, IN AUMENTO A.S. ROMA - Giornata di qualche acquisto per Alitalia che, trattata con il consueto sistema dell’asta unica, ha chiuso con una crescita del 7,87% a 0,54 euro tra scambi però scarsissimi. Non molto diversa la seduta per A.S. Roma, che ha chiuso in aumento del 3,04% a 1,08 euro, tra contrattazioni che hanno interessato solo lo 0,75% del capitale sociale. Ferma a 0,29 euro la S.S. Lazio. BANCHE POCO TRATTATE, TISCALI PIATTA - Si raffredda l’entusiasmo sulle banche e, in particolare, su Banco popolare (+1,66%) dopo che con Credit Agricole è stato concluso un accordo nel credito al consumo che prevede l’integrazione fra Agos e Ducato. Strappa invece del 21,91% a 14,8 euro la Popolare di Intra sull’annuncio che la controllante Veneto Banca Holding lancerà un’offerta di acquisto e scambio finalizzata al delisting del titolo della banca piemontese. Senza particolari spunti Unicredit (-0,31%) e IntesaSanpaolo (+0,90%), così come Tiscali, che ha chiuso con un guadagno dello 0,68% a 2,52 euro dopo che Vodafone ha smentito indiscrezioni di stampa dicendo di non aver presentato un’offerta per la società italiana. NEW YORK ALLUNGA PRIMA DELLA FED - Wall Street accelera in attesa dell’annuncio della Fed sui tassi di interesse, ritrovando l’ottimismo dopo i dati migliori del previsto sulla crescita Usa e con il greggio in calo. Alle 19,30 italiane il Dow Jones guadagna lo 0,92% a 12.950 punti, lo S&P 500 sale dello 0,45% a 1.397 punti e il Nasdaq segna +0,55% a 1.944,30.

Pagina in collaborazione con

Fonte dati Radiocor

Comit

Francoforte

Eurostoxx 50

Dow Jones

Nasdaq

Tokyo

Hong Kong

6.949

3.825

12.818

2.412

13.850

25.755

(0,922%)

(0,827%)

(-0,11%)

(-0,55%)

(-0,319%)

(-0,613%)

Borse estere

Titoli di stato Ultimo

Amsterdam Index Atene (ind. Gen) Bruxelles -bel 20 Dj Euro Stoxx Dj Euro Stoxx 50 Dow Jones (prov.) Francoforte Hang Seng Index Helsinki Johannesburg Londra Ft-100 Madrid Ibex 35 Nasdaq Comp (prov.) Oslo-Top25

475,56 4214,16 3925,43 366,23 3825,02 12948,2 6948,82 25755,3 9729,21 27274,9 6087,30 13798,3 2442,33 405,23

Diff. % Min. anno Max anno var. % i.a. 0,92 2,24 0,44 0,80 0,83 0,91 0,92 -0,61 1,49 0,16 -0,03 0,67 0,67 1,34

415,92 3760,79 3460,00 328,12 3431,82 11740,1 6182,30 21084,6 9190,48 24702,8 5414,40 12254,6 2169,34 324,06

509,77 5207,44 4117,49 409,93 4339,23 13056,7 7949,11 27615,8 11506,0 29836,3 6479,40 15002,5 2609,63 422,59

Ultimo

-7,78 -18,21 -5,35 -11,77 -13,16 -3,12 -13,86 -5,90 -16,12 -9,81 -6,02 -9,12 -8,68 -3,99

Parigi Cac 40

Diff. % Min. anno Max anno var. % i.a.

4996,54

0,39

4431,04

5550,36

-11,21

235,00

0,76

199,68

235,77

-2,60

3147,79

-0,78

2792,75

3461,22

-8,65

308,38

-0,37

284,21

334,86

-9,41

Sydney Gen.

5657,00

-0,28

5163,80

6434,10

-11,94

Tokio Nikkey

13850,0

-0,32

11787,5

15307,8

-9,52

Toronto (prov.)

13918,5

0,67

12132,1

14321,2

0,85

Vienna Atx

4264,79

1,98

3524,64

4509,24

-5,50

Zurigo Smi

7529,00

0,90

6774,26

8484,46

-11,26

Seul Kospi 200 Singapore Straits T Stoccolma

Titoli

Mibtel Generale Mib 30 Comit Globale Comit 30 Mib Storico Mediobanca Ind Intesa M. Rist. Midex All Stars S & P Mib Mib Star Mib Servizi Mib Ser Distribuz Mib Ser Editoriale Mib Ser Pubbl Util Mib Ser Trasp Tur Mib Industriali Mib Ind Alimentari

Prec.

25752,00 34540,00 1612,69 345,40 24983,00 93,84 167,40 30155,00 13199,00 33954,00 N.R. 3320,00 1240,00 1209,00 3418,00 5733,00 2274,00 769,00

Diff.%

25612,00 34404,00 1609,59 344,04 24935,00 93,66 166,19 29801,00 13105,00 33841,00 N.R. 3306,00 1237,00 1194,00 3410,00 5676,00 2271,00 765,00

Min. anno

0,55 0,40 0,19 0,40 0,19 0,19 0,73 1,19 0,72 0,33 0,00 0,42 0,24 1,26 0,24 1,00 0,13 0,52

23114,00 30854,00 1452,13 308,54 22490,00 84,12 152,86 27689,00 11938,00 30371,00 N.R. 3100,00 1197,00 1136,00 3201,00 5279,00 2005,00 744,00

Max anno

Ultimo

29058,00 38433,00 1833,53 384,33 28406,00 106,98 192,49 35861,00 14556,00 38063,00 N.R. 4165,00 1611,00 1543,00 4339,00 7062,00 2443,00 889,00

Mib Ind Auto Mib Ind Cartarie Mib Ind Chimici Mib Ind Costruzioni Mib Ind Elettr Mib Ind Imp Macc Mib Ind Diversi Mib Ind Min Metall Mib Ind Tess Abbigl Mib Finanziari Mib Fin Assicurazioni Mib Fin Banche Mib Fin Partecipaz. Mib Fin Diversi Mib Fin Immobiliari Tasso Uff. Rifer.

Euro a pronti e a termine 1M.D. Dollaro Usa Franco Svizzero Sterlina Inglese Yen Giapponese 156,9928

1M.L.

2M.D.

3M.L.

6M.D.

6M.L. 12M.D 12M.L.

1,5546 1,5549 1,5523 1,5526 1,5501 1,5503 1,5432 1,5436 1,5328 1,5331 1,6179 1,6188 1,6150 1,6160 1,6124 1,6136 1,6050 1,6064 1,5943 1,5954 0,7862 0,7866 0,7867 0,7871 0,7874 0,7878 0,7887 0,7892 0,7916 0,7921 162,0388162,1632161,5211161,6484160,9943161,1295159,5264159,6882 157,0558

Quotazioni Fib 30 Uff. oggi

Uff. ieri

Diff. %

Vol. pr.

Min. anno

33105

32962

0,43

13341

29501

S&P/MIB-GIU 2008 S&P/MIB-SET 2008

33313

33172

0,43

Cambi (per un euro)

42

Max anno Var. % i.a 37515

28581

0

38400

0

Ultimo

Prec.

Dollaro Usa Yen Giapponese Sterlina Inglese Franco Svizzero Corona Svedese Corona Norvegese Corona Danese Dollaro Canadese Dollaro Australiano Fiorino Ungherese Corona Ceca Zloty Polacco Corona Estone Dollaro Neozeland. Rand Sudafricano Real Brasiliano Peso Messicano

1,554 162,620 0,790 1,615 9,358 7,974 7,462 1,569 1,661 253,320 25,205 3,452 15,647 1,999 11,821 2,643 16,360

1,557 161,730 0,789 1,615 9,358 7,980 7,461 1,578 1,671 252,930 25,250 3,456 15,647 2,010 11,817 2,641 16,346

713,00 296,00 1000,00 2779,00 1655,00 8514,00 1306,00 3268,00 2438,00 2350,00 1924,00 3010,00 1861,00 4523,00 2061,00 4,00

Var. %

Diff.%

Min. anno

Titoli

-0,02

BTP 15/09/23 5,2%

101,090

0,34

BTP 15/06/08 2,5%

99,810

0,01

BTP 22/12/23 8,5%

154,000

0,00

BTP 15/09/08 3,5%

99,810

-0,01

BTP 01/11/23 9%

145,560

0,71

BTP 15/04/09 3%

99,060

0,00

BTP 01/11/26 7,25%

128,390

0,65

BTP 01/02/09 3%

99,250

0,01 BTP 01/11/27 6,5%

119,520

0,50

103,770

0,84

0,00 -0,34 0,00 -0,72 1,99 -0,78 0,61 -0,12 1,44 0,21 0,26 0,23 0,16 -0,02 -0,39 0,00

620,00 282,00 963,00 2289,00 1493,00 6533,00 1148,00 2777,00 2205,00 2116,00 1799,00 2663,00 1724,00 3505,00 1891,00 N.R.

Giorni 10 42 71 102 133 163 193 223 255 287 315 345

Pr. Netti 99,910 99,550 99,240 98,880 98,560 98,280 97,940 97,580 97,250 96,880 96,590 96,280

Libor 2,8025

3 Mesi

4,8570

2,8500

4,8820

2,9650

4,9550

3,0787

1 settimana

4,26063

4,31981

4,44781

4,68125

4,74627

3 mesi

4,85563

4,92307

4 mesi

4,86750

4,93510

5 mesi

4,87750

4,94524

6 mesi

4,88438

4,95222

9 mesi

4,91813

4,98644

1 anno

4,95688

5,02573

113,530

0,60

BTP 15/09/10 0,95%

98,550

-0,07

BTP 01/02/33 5,75%

110,590

0,69

BTP 15/06/10 2,75%

97,450

0,06

BTP 01/08/34 5%

100,040

0,87

BTP 15/01/10 3%

98,380

0,06

BTP 01/02/37 4%

84,850

1,01

BTP 01/03/10 4%

99,950

0,07 BTP 15/09/35 2,35%

96,760

1,11

BTP 01/08/39 5%

99,820

0,91

100,020

0,00

BTP 01/11/11 1,9%

96,100

0,00

CCT 01/09/08 T.V.

BTP 15/03/11 3,5%

98,480

0,14

CCT 01/07/08 T.V.

100,030

0,00

BTP 15/09/11 3,75%

98,820

0,12

CCT 01/07/09 T.V.

100,110

0,01

BTP 01/02/11 3,75%

99,030

0,14

CCT 01/04/09 T.V.

100,150

0,00

BTP 01/08/11 5,25%

103,390

0,11

CCT 01/08/09 T.V.

100,070

-0,01

BTP 15/09/12 1,85%

100,280

0,03

99,490

0,17

CCT 01/10/09 T.V.

100,180

0,01

BTP 15/10/12 4,25%

100,300

0,17

CCT 01/07/09 T.V.

100,100

0,08

BTP 01/02/12 5%

102,920

0,15

CCT 31/12/09 T.V.

93,630

0,12

BTP 01/08/13 4,25%

100,500

0,21

CCT 01/02/10 T.V.

100,100

0,02

BTP 01/02/13 4,75%

102,600

0,24

CCT 01/06/10 T.V.

100,100

0,01

BTP 15/09/14 2,15%

101,520

0,16

CCT 01/12/10 T.V.

100,070

0,02

BTP 01/08/14 4,25%

100,390

0,23

CCT 30/04/10 T.V.

92,280

0,11

BTP 01/08/15 3,75%

96,740

0,23 CCT 01/05/11 T.V.

100,030

0,01

99,990

0,00

BTP 15/04/12 4%

Euribor 4,3900

12mesi

4,38688

BTP 01/05/31 6%

882,00 460,00 1146,00 3017,00 1793,00 8725,00 1691,00 3370,00 3159,00 2671,00 2116,00 3417,00 2335,00 6320,00 2494,00 N.R.

6 Mesi

2 mesi

0,01

0,12

Offerta

1 mese

0,05

100,410

0,07

4,29635

4,36099

100,350

BTP 01/05/09 4,5%

103,350

BTP 01/02/15 4,25%

100,090

0,26

BTP 01/08/16 3,75%

95,800

0,31

CCT 01/11/11 T.V.

BTP 15/09/17 2,1%

99,540

0,24

CCT 01/03/12 T.V.

100,040

0,03

BTP 01/02/17 4%

96,860

0,38

CCT 01/11/12 T.V.

99,960

0,02

105,950

0,30

CCT 01/07/13 T.V.

99,900

0,00

BTP 01/02/18 4%

99,860

0,46

CCT 01/03/14 T.V.

99,890

0,00

BTP 01/08/18 4,5%

99,280

N.D. CCT 01/12/14 T.V.

99,890

0,01

CTZ 30/05/08 Z.C.

99,730

0,01

BTP 01/08/17 5,25%

Euribor - Libor/Doll

Var.%

BTP 01/11/09 4,25%

100,910

Rend.* 0,000 3,400 3,400 3,430 3,500 3,410 3,470 3,530 3,540 3,650 3,600 3,570

Ieri

BTP 01/11/29 5,25%

BTP 01/11/10 5,5%

4,23750

4,30125

0,04

BTP 01/08/10 4,5%

Domanda

2 settimane

99,730

Max anno

Over Night

Periodo

-0,20 0,55 0,15 -0,04 0,00 -0,08 0,01 -0,59 -0,58 0,15 -0,18 -0,14 0,00 -0,52 0,03 0,08 0,08

Scadenza 15 Mag 2008 16 Giu 2008 15 Lug 2008 15 Ago 2008 15 Set 2008 15 Ott 2008 14 Nov 2008 14 Dic 2008 15 Gen 2009 16 Feb 2009 16 Mar 2009 15 Apr 2009 * Rendimento netto Periodo 1 Mese

Tassi interbancari

Valute estere

713,00 295,00 1000,00 2759,00 1688,00 8448,00 1314,00 3264,00 2473,00 2355,00 1929,00 3017,00 1864,00 4522,00 2053,00 4,00

Prec.

BOT 2M.L. 3M.D.

Ieri

BTP 15/06/09 3,75%

Indici Ultimo

Var.%

100,500

BTP 15/09/08 1,65%

BTP 01/02/19 4,25%

97,490

0,45

BTP 01/02/20 4,5%

98,990

0,49

BTP 01/08/21 3,75%

90,880

0,69

CTZ 31/12/08 Z.C.

97,410

0,01

BTP 01/08/23 4,75%

99,320

0,76

CTZ 30/06/09 Z.C.

95,510

0,06

Monete Ultimo

Mercato Expandi Antichi Pel 7,580 (1,07), Apulia Pront 0,6467 (2,25), Arkimedica 1,420 (-0,70), Autostrade Mer. 15,900 (-2,63), B&c Speakers 4,075 (-3,50), Biancamano 2,328 (1,22), Bioera 9,460 (-0,32), Borgosesia 1,502 (-1,83), Borgosesia Rnc 1,700 (0,83), Bouty Health 1,040 (6,12), Caleffi 2,790 (1,82), Cia 0,2409 (-0,58), Cogeme Set 4,642 (0,52), Conafi Prestito' 1,983 (-0,60), Fnm 1,131 (1,62), Greenvision 20,45 (-0,20), Iw Bank 2,730 (1,11), Kerself 8,979 (-0,64), Mondo He 0,8839 (-0,94), Monti Ascensori 2,540 (0,28), Noemalife 7,500 (0,07), Novare 0,9500 (-4,04), Pierrel 7,150 (0,00), Piquadro 1,740 (1,93), Pop Emilia Romagna 114,71 (-0,34), Pop.Emilia Romagna 14,250 (1,79), Pop.Sondrio 9,000 (0,00), Pramac 3,240 (2,86), Rcf 1,560 (0,65), Realty Vailog 2,839 (0,04), Rgi 1,808 (-2,53), Rosss 2,010 (0,50), Screen Service Bt 0,8200 (-1,32), Servizi Italia 5,145 (0,88), Tamburi 1,880 (0,00), Toscana Fin 1,836 (2,51), Valsoia 5,217 (-1,04), Yorkville Bhn 0,7900 (0,60)

Lettera

Ultimo

Oro Fino (per Gr.)

Denaro 17,770

18,080

Argento (per Kg.)

315,040

351,190

Sterlina (v.C)

120,080

144,610

Sterlina (n.C)

120,080

145,640

Sterlina (post.74)

120,080

145,640

Marengo Italiano

103,290

119,820

Marengo Svizzero

100,190

116,720

Marengo Francese

99,160

116,720

10 Dollari Indiano 20 Dollari Liberty 20 Dollari St.Gaude 4 Ducati Austria 100 Corone Austria 100 Pesos Cile Krugerrand 50 Pesos Messico

Denaro

Lettera

Marengo Belga

99,160

116,720

Marengo Austriaco

99,160

116,720

20 Marchi

118,790

139,440

LONDRA,30 Apr - Fixing A.M.:867,75 USD/ONCIA

10 Dollari Liberty

361,520

382,180

LONDRA,30 Apr - Fixing P.M.:871,00 USD/ONCIA

366,680 645,570 645,570 222,080 500,960 343,440 516,460 619,750

392,510 671,390 676,560 278,890 583,600 371,850 568,100 671,390

Oro - fixing Londra

Il mercato azionario del 30 aprile 2008 Prezzo uff. euro

Prezzo rif. euro

Var. % giorno

Var. % i. anno

Min. anno

Max. anno

Capital. mln euro

2,362 12,208 5,426 80,45 2,835 1,564 7,43 1,989 1,765 17,26 1,379 0,6724 0,548 8,363 2,087 1,944 9,959 0,0683 1,579 5,453 20,9 11,453 9,676 6,846

2,365 12,495 5,42 81,4 2,846 1,569 7,41 1,972 1,772 17,255 1,382 0,6653 0,548 8,415 2,186 1,951 9,967 0,0692 1,584 5,405 21,05 11,418 9,787 7,031

0,47 2,79 0,2 1,22 0,74 0,06 0,65 -0,8 1,32 -2,96

-24,2 -13,9 -18,8 -3,6 -16,9 -13 16,4 -40,8 -33,8 -4,3 -34 -4,2 -29,1 -5,5 -39,6 -9,4 15,6 -42,6 -5,2 6,6 -18,9 -23,6 -16,6 -22,4

2,197 11,394 5,335 53,11 2,361 1,223 5,988 1,56 1,713 16,651 1,24 0,5525 0,2269 7,837 1,818 1,604 7,17 0,0547 1,434 4,017 18,632 11,235 9,23 6,023

3,118 14,433 6,981 83,18 3,431 1,833 7,689 3,412 2,632 18,029 2,128 0,7058 0,7907 8,804 3,568 2,16 9,959 0,1461 1,82 5,453 25,65 14,991 11,573 8,889

7.400 2.600 298 336 102 73 503 202 190 156 150 269 760 7.080 414 204 996 53 370 537 11.949 1.008 2.462 994

14,63 2,523 2,61 6,805 6,551 0,8345 5,791 9,505 5,358 6,897 12,716 0,4079 1,403 13,689 14,897 8,691 14,749 7,977 7,454 1,881 0,27 48,74 3,084 0,951 8,429 0,7212 1,24 13,782 28 2,826 37,21 8,137 0,3814 7,498 1,844 16,308 11,113

14,63 2,535 2,61 6,789 6,55 0,8402 5,82 9,521 5,332 6,935 12,779 0,4149 1,408 13,81 14,99 8,99 14,854 7,926 7,571 1,882 0,2705 48,61 3,074 0,9487 8,432 0,7205 1,24 13,804 28 2,847 37,11 8,184 0,3844 7,518 1,825 16,433 11,111

-11,9 -23,3 -20,1 -3,9 -5,6 -4 -15,7 6 -24,4 -27,7 -15,6 -38,7 -24,8 -7,2 -10,4 -6,9 29,6 -13,9 -17,8 -5,6 -16,2 -5,2 14,4 -14,1 -30,7 -2,4 -21,6 7,2 9,5 -27 4,5 -25,2 -19,2 -21,9 -7,4 -13,4 -11,9

12,853 2,247 2,318 6,021 5,98 0,6488 4,621 7,912 4,857 4,829 10,427 0,3176 1,316 11,179 13,892 7,157 9,544 6,972 6,914 1,466 0,2354 45,94 1,623 0,8694 8,004 0,6109 1,173 11,237 21,2 2,755 28,02 8,102 0,3479 6,805 1,527 14,403 9,234

16,83 3,293 3,245 7,11 7 0,8741 6,779 10,516 7,119 9,486 15,087 0,6597 1,917 14,585 16,603 9,394 14,749 9,176 9,266 2,294 0,3273 52,8 3,636 1,178 11,969 0,7837 1,649 14,647 29,5 3,859 37,24 10,97 0,4856 9,521 2,192 18,763 12,507

N.R. 4.074 458 796 87 303 645 297 834 1.162 8.144 N.R. 179 N.R. 98 469 830 3.311 163 115 183 N.R. N.R. 190 1.540 1.382 93 378 122 73 209 543 275 2.252 196 2.697 452

A A2a Acea Acegas-aps Acotel Acq. Potab. Acsm Actelios Aedes Aeffe Aerop. Firenze Aicon Alerion Alitalia Alleanza Amplifon Anima Ansaldo Sts Arena Ascopiave Astaldi Atlantia Auto To-mi Autogrill Azimut H.

0,41 7,87 0,62 11,93 -0,15 0,57 -0,43 2,08 1,3 -0,4 3,17 1,21

B B. Bilbao Viz. B. Carige B. Carige Risp B. Desio B. Desio R Nc B. Finnat B. Generali B. Ifis B. Intermobiliare B. Italease B. Popolare B. Popolare 10 W B. Profilo B. Santander B. Sard. R Nc B.P. Etruria E L. B.P. Intra B.P. Milano B.P. Spoleto Basicnet Bastogi Bb Biotech Bca Ifis 08 W Beghelli Benetton Beni Stabili Bialetti Biesse Boero Bolzoni Bon. Ferraresi Brembo Brioschi Bulgari Buongiorno Spa Buzzi Unicem Buzzi Unicem R Nc

-0,81 1,36 3,65 2,04 1,15 -0,67 0,85 -0,59 1,66 3,8 1,81 1,32 0,67 8,98 21,91 -2,81 9,88 5,32 -0,92 -0,61 -2,35 0,59 -0,35 -0,57 0,98 6,18 3,32 -0,11 -0,88 1,37 1,02 1,99 -1,08 -1,5 -0,8

2,742 30,29 7,637 9,369 2,453 5,15 3,962 1,022 5,788 0,71 6,156 34,14 2,485 0,5072 5,691 5,916 2,702 0,4011 1,944 1,644 1,08 4,8 0,6829 1,189 8,437 2,983 0,7594 1,432

2,781 30,19 7,636 9,395 2,464 5,195 3,982 1,024 5,811 0,71 6,155 34,53 2,453 0,5004 5,746 5,959 2,7 0,4028 1,942 1,683 1,089 4,815 0,6907 1,21 8,535 2,985 0,759 1,431

2,96 0,8 0,33 0,21 1,82 1,37 0,3 1,19 0,76 -2,74 0,44 2,1 -0,28 -3,23 2,57 0,68 -0,15 -1,27 1,09 2,87 -0,27 0,92 1,54 6,14 0,85 0,07 5,42 -1,58

-4,7 3,4 -14,9 -8,1 -42 -15,4 -10,8 -24,1 -11,2 -22,1 -9,4 -1,4 -26,7 -62,8 -8,8 -0,4 -31 -26,9 -31,9 -35,2 -23,3 -24,1 -37,8 -29,8 -11 21,9 -21,7 -23,1

2,641 25,38 7,498 8,98 2,3 4,651 3,636 1,002 5,265 0,6249 4,435 26,48 1,819 0,3204 4,964 5,179 2,285 0,2838 1,721 1,632 0,9322 4,272 0,669 1,051 7,885 2,18 0,5931 1,29

3,049 30,72 9,09 10,117 4,321 6,13 4,452 1,401 6,598 0,9 6,865 34,7 3,891 1,367 6,521 6,372 3,86 0,5434 3,016 2,54 1,426 6,377 1,086 1,706 9,48 2,983 0,9719 1,847

781 1.870 1.226 84 192 619 495 376 1.681 36 259 1.759 31 N.R. 97 941 27 54 351 1.300 111 101 491 N.R. 2.382 423 46 48

2,18 14,762 2,198 23,19 15,158

2,18 14,652 2,201 23,36 15,217

1,11 -1,33 0,73 0,56 0,69

-20,8 -10,5 -41,4 8,7 -6,3

1,878 11,301 1,784 16,524 12,509

2,766 16,372 3,712 24,53 15,862

327 239 182 948 613

D D'amico Dada Damiani Danieli Danieli R Nc

Prezzo rif. euro

Var. % giorno

Var. % i. anno

Min. anno

Max. anno

Capital. mln euro

2,886 5,808 2,994 1,8 11,827 4,171 23,58 9,969 1,693

2,888 5,839 2,995 1,815 11,652 4,171 23,47 9,961 1,694

3,14 2,46 1,42 4,43 0,19 0,02 1,73 0,76 0,18

-35,1 -1,4 -20,8 -13,9 -10,2 -17,8 -33,6 5,7 19,9

2,804 5,485 2,644 1,543 10,957 3,834 19,849 8,027 1,024

4,48 6,078 3,851 2,127 13,336 5,281 34,79 11,08 1,693

29 371 448 552 651 59 267 76 565

2,233 1,584 1,585 3,122 25,12 2,514 4,75 7,008 2,781 21,75 24,73 9 14,028 4,137 7,003 1,282 4,891 2,055 0,2652 1,554

2,261 1,59 1,58 3,099 25,17 2,503 4,75 6,99 2,81 22,03 24,77 9,067 14,144 4,16 7,05 1,285 4,924 2,049 0,2676 1,553

2,35 2,71 -0,5 -0,96 0,64 0,04 0,83 -1,22 2,18 0,73 0,45 3,41 0,17 1,91 0,04 0,55 2,37 0,2 -0,19 -0,13

-26,2 -26,5 -20,8 -21,3 -5,7 -26,4 -10,1 -13,8 -7,6 -22,5 -1,6 -23,6 8,9 3,7 -16,3 -37,9 -3,2 -39,8 -31 -12,7

2,204 1,552 1,58 2,23 23 2,169 4,304 6,541 2,297 20,94 21,08 8,704 9,772 3,115 5,582 1,035 3,936 1,657 0,2487 1,23

2,993 2,207 2,032 3,997 27,32 3,417 5,262 8,204 2,975 27,33 25,61 11,661 14,49 4,258 8,288 2,057 4,988 3,408 0,395 1,98

970 8.207 175 133 121 159 131 43.348 264 272 99.053 968 2.109 372 367 31 171 134 26 53

19,904 14,46 10,783 10,563 8,344 7,116 0,5743 0,4732 22,18 6,92 25,83 5,63 16,789 3,564

19,902 14,397 10,86 10,6 8,395 7,049 0,5835 0,47 22,4 6,9 25,9 5,7 17,03 3,598

0,4 -1,32 0,7 -0,1 0,32 -0,68 3,83 0,95 3,51 0,06 0,35 -1,55 1,75 -0,42

-20,3 -17,4 -25,4 -26,8 9,8 46,7 -21,7 -9,3 1,2 -14 -8,1 -12,9 -12,7 -43,9

17,856 12,152 9,176 9,351 6,1 3,77 0,5439 0,4257 18,475 6,187 25,11 5,444 16,446 3,553

25,67 17,702 14,614 14,679 9,467 10,221 0,7622 0,5382 22,18 8,004 29,69 6,705 19,875 6,146

1.583 15.794 1.114 844 39 241 6 24 9.431 25 3.235 N.R. 727 40

1,798 7,398 4,643 0,9111 0,951 28,47 9,259 4,104 1,257 6,997 0,0104 0,0034 4,219 4,03

1,798 7,45 4,705 0,9141 0,951 28,53 9,302 4,133 1,265 7,01 0,0106 0,0034 4,22 4,044

1,58 0,09 2,28 2,85 -4,9 0,63 2,12 6,14 1,77 0,29 12,77 6,25 -0,24 0,5

-20,2 5,2 -9,3 -23,1 -14,3 -7,8 -32,5 -10,6 -19,7 -19,1 73,3 112,5 -24,3 -5,8

1,666 6,481 4,284 0,807 0,9 26,85 8,817 3,342 1,163 6,767 0,005 0,001 3,819 3,441

2,267 8,168 5,184 1,2 1,11 31,43 13,602 4,83 1,523 8,636 0,0104 0,0034 5,504 4,325

94 332 67 1.339 4 40.143 2.400 493 57 258 8 N.R. 558 273

2,415

2,432

2,31

-20,9

2,287

3,042

2.494

0,1546 17,046 5,271 4,33 4,141 13,577 2,219 0,8841 3,917 7,21 7,774 10,8

0,1544 16,97 5,371 4,34 4,15 13,515 2,218 0,8859 3,908 7,21 7,756 10,8

-0,39 -0,67 2,85 1,54

20,1 -25,3 -17,5 -24,9 -27,8 -2,7 8,7 -31,3 -14,4 -23,6 -26,5 -16,9

0,103 15,56 4,515 3,923 3,567 12,198 1,755 0,8804 2,514 7,18 7,326 10,8

0,1582 22,99 6,342 5,844 5,637 14,121 2,518 1,297 4,596 9,44 10,671 13,34

635 1.309 5.475 162 179 463 686 303 1.573 12 883 6

E Ed. Espresso Edison Edison R Eems El.En Elica Emak Enel Enertad Engineering I.I. Eni Enia Erg Ergo Previdenza Esprinet Eurofly Eurotech Eutelia Everel Group Exprivia

F Fastweb Fiat Fiat Priv Fiat R Nc Fidia Fiera Milano Fil. Pollone Finarte C.Aste Finmecc. Fmr Art'e' Fondiaria-sai Fondiaria-sai 08 W Fondiaria-sai R Nc Fullsix

G Gabetti Prop. S. Gasplus Gefran Gemina Gemina R Nc Generali Geox Gewiss Grandi Viaggi Granitifiandre Greenergy Capital Greenergycap 11 W Gruppo Coin Guala Closures

H Hera

C C. Artigiano C. Bergam. C. Valtellinese Cad It Cairo Comm. Caltagirone Caltagirone Ed. Cam-fin. Campari Cape Live Carraro Cattolica Ass. Cdc Cell Therapeutics Cembre Cementir Hold Cent. Latte To Chl Ciccolella Cir Class Cobra Cofide Cr. Valtellin.09 ** Credem Cremonini Crespi Csp

Data Service Datalogic De' Longhi Dea Capital Diasorin Digital Bros Digital M. Techn. Dmail Gr. Ducati

Prezzo uff. euro

Intek Intek 05-08 W Intek R Nc Interpump Intesa Sanp. R Nc Intesa Sanpaolo Inv E Sviluppo Med Inv. E Svil.Med.11 Inv. E Svilup. 09 W Invest. E Svil. Ipi Spa Irce Iride Iride 08 W Isagro It Holding It Way Italcementi Italcementi R Nc Italmobiliare Italmobiliare R Nc Juventus Fc

Prezzo uff. euro

Prezzo rif. euro

Var. % giorno

Var. % i. anno

Min. anno

Max. anno

Capital. mln euro

0,5609 0,0969 1,018 5,715 4,505 4,773 0,98 0,0372 0,029 0,1462 3,478 2,754 1,938 0,433 4,091 0,6466 5,808 13,849 9,992 60,46 45,25 1,078

0,5601 0,0931 1,02 5,687 4,55 4,808 0,98 0,0373 0,0283 0,1452 3,49 2,78 1,979 0,4312 4,125 0,652 5,763 13,928 10,215 61,06 45,98 1,082

0,13 -18,33 5,7 -0,32 1,7 0,9 -2,97 3,9 1,07 -2,09

-18,6 -26 0,5 -18,5 -9,4 -11,6

0,07 5,1 1,7 -1,46 2,94 -2,32 1,83 2,24 0,69 2,7 -0,37

-17,4 -16,7 -8,4 5,6 -23,6 -43,3 -14,4 -40,7 -18,8 -5 -7,3 -3,6 -6 10,9

0,5524 0,0161 0,9004 5,412 3,873 4,218 0,96 0,0261 0,0235 0,1267 3,113 2,221 1,865 0,413 2,104 0,5032 5,716 11,763 8,018 53,34 37,01 0,758

0,7052 0,1227 1,044 7,012 4,96 5,327 1,15 0,245 0,0386 0,1858 4,83 2,82 2,588 0,7964 5,138 1,092 7,359 14,447 10,754 67,33 48,19 1,108

195 N.R. 16 457 4.201 56.557 50 N.R. N.R. 35 142 78 1.419 N.R. 72 159 26 2.453 1.054 1.341 740 217

0,3197 1,051 0,1679 1,288

0,3194 1,05 0,168 1,286

2,37 0,38 1,08 1,18

-15,5 -29,5 -35,3 -15,7

0,2305 0,9998 0,1285 1,172

0,3796 1,479 0,2635 1,513

29 248 N.R. 25

1,523 3,076 1,836 0,298 19,743 18,006

1,545 3,073 1,841 0,298 19,83 18,135

3,07 -0,9 0,71

-9 34,9 6,9 4,6 -20,4 -16,8

1,207 2,279 1,308 0,25 18,281 14,787

1,661 3,253 1,836 0,39 25,01 21,37

47 346 25 20 3.001 8.334

2,199 3,808 0,6938 5,08 1,504 16,857 6,772 6,702 5,774 13,42 3,872 3,694 2,488 0,7 19,99 4,142 4,173 8,292 4,026 2,068 5,579 6,948 0,685 2,195 0,5119 0,5044 4,032

2,2 3,827 0,6935 5,133 1,516 17,031 6,782 6,827 5,865 13,43 3,873 3,712 2,485 0,7 19,99 4,164 4,201 8,3 4,024 2,07 5,6 6,954 0,681 2,193 0,5173 0,5 4,054

0,7 0,21 2,46 -1,01 0,1 1,16 0,23 -1,59 0,14 -0,33 -0,34 -0,56

-16,4 8,3 -6,8 -23,3 -20,6 -9,2 -2,6 -16,9 -16,2 -4,6 -29,5 -13,4 -30,4 -29 -11,2 -21,8 -21,1 -0,7 -20,2 0,2 -0,2 -39,8 -24,2 -26,3 -12,4 -10,9 -7,8

2,145 2,976 0,66 4,84 1,463 15,681 5,973 5,781 5,295 11,766 3,727 3,05 2,488 0,54 17,9 4,033 4,173 6,806 3,852 1,945 4,843 5,577 0,6444 2,144 0,449 0,4414 3,154

2,635 3,808 0,7811 6,723 1,863 18,707 7,319 8,167 6,816 14,066 5,421 4,254 3,566 0,986 22 5,299 5,248 8,404 5,168 2,147 5,605 11,505 0,9016 2,967 0,63 0,6092 4,386

66 1.228 379 519 94 504 451 62 6.820 10.999 2.825 283 314 N.R. 76 1.874 128 143 266 216 1.447 31 103 5.387 67 13 159

2,514 0,4596 0,1495 2,908

2,493 0,462 0,1495 2,923

-1,73 0,5 -0,99 0,17

-6,3 -43,6 -42 -18,9

2,048 0,4327 0,1229 2,904

2,789 0,8119 0,2552 3,696

309 20 N.R. 337

0,8542 1,424

0,8589 1,431

0,46 0,7

-12,7 -32,6

0,7502 0,9531

1,058 2,102

29 37

3,314 2,169 1,241

3,31 2,198 1,247

0,18 2,19 1,14

-23,9 -18,1 -24,3

2,991 2,108 1,199

4,408 2,652 1,661

150 3.617 N.R.

K Kaitech Kme Group Kme Group 09 W Kme Group Rsp

L La Doria Landi Renzo Lavorwash Lazio Lottomatica Luxottica

0,92 1,91

M Maffei Maire Tecnimont Management E C Marazzi Group Marcolin Mariella Burani Marr Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Mediterr. Acque Meliorbanca Mid Industry 10 W Mid Industry Cap Milano Ass Milano Ass R Nc Mirato Mittel Molmed Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si Montefibre Montefibre R Nc Mutuionline

0,95 -1,63 2,15 2,43 3,34 1,47 2,19 3,17 0,3 0,13 -0,11 -4,11

N

I-J I. Lombarda Ifi Priv Ifil Ifil R Nc Il Sole 24 Ore Ima Imm. Grande Dis. Immsi Impregilo Impregilo R Nc Indesit Comp. Indesit R Nc

I migliori di ieri B.P. Intra Greenergy Capital Amplifon B.P. Spoleto B.P. Etruria E L. Alitalia Biesse Gewiss Intek R Nc Crespi

2,5 -0,94 0,39 0,8 3,95

I peggiori di ieri

Prezzo rif. euro

Var % giorno

14,854 0,0106 2,186 7,571 8,99 0,548 13,804 4,133 1,02 0,759

21,91 12,77 11,93 9,88 8,98 7,87 6,18 6,14 5,7 5,42

Gemina R Nc Pininfarina Cell Therapeutics Inv E Sviluppo Med Aerop. Firenze B.P. Milano Cape Live Snai Zignago Vetro It Way

Nav. Montanari Negri Bossi Negri Bossi 10 W Nice

O Olidata Omnia Network

P Panariagroup I.C. Parmalat Parmalat 15 W

I migliori da inizio anno

Prezzo rif. euro

Var % giorno

0,951 8,944 0,5004 0,98 17,255 7,926 0,71 3,631 4,686 5,763

-4,9 -4,81 -3,23 -2,97 -2,96 -2,81 -2,74 -2,52 -2,35 -2,32

I peggiori da inizio anno

Prezzo Var % Var % euro su prec. i. a. Greenergy Capital Roma A.S. Fiera Milano Tiscali Landi Renzo B.P. Intra Trevi Cremonini I. Lombarda Ducati

0,0104 13,04 73,33 1,101 2,51 69,18 7,116 -2,4 46,72 2,513 0,48 39,98 3,076 -0,26 34,91 14,749 23,84 29,55 14,957 -2,06 23,33 2,983 0,03 21,9 0,1546 -0,39 20,12 1,693 0,18 19,9

Prezzo Var % Var % euro su prec. i. a. Cell Therapeutics Seat P. G. Risanamento Seat P. G. R Fullsix Negri Bossi Arena Poligr. Ed. Cairo Comm. Damiani

0,5072 0,1222 1,741 0,1385 3,564 0,4596 0,0683 0,6432 2,453 2,198

-1,91 0,49 -0,29 0,95 -0,7 0,37 -0,29 -2,35 0,16 0,32

-62,8 -54,7 -52 -48,5 -43,9 -43,6 -42,6 -42,4 -42 -41,4

Permasteelisa Piaggio Pininfarina Pirelli & C R Nc Pirelli & C R.E. Pirelli & C. Poligr. Ed. Poligrafica S.F. Poltrona Frau Polynt Premafin Premuda Prima Ind. Prysmian

Prezzo uff. euro

Prezzo rif. euro

Var. % giorno

Var. % i. anno

Min. anno

Max. anno

Capital. mln euro

13,624 1,442 9,11 0,6044 19,727 0,5247 0,6432 14,022 1,312 3,648 1,491 1,326 29,24 15,384

13,643 1,45 8,944 0,6047 19,464 0,525 0,6418 14,021 1,313 3,645 1,504 1,322 29,11 15,291

0,24 1,19 -4,81 0,7 -2,24 0,96 -0,96 -0,05 1 0,05 0,74 0,92 -1,49 -1

0,8 -37,5 -17,3 -2,8 -20,7 -10,3 -42,4 -12,9 -39 4,1 -23,3 -18,3 1,6 -7,5

10,64 1,442 6,924 0,5486 19,166 0,4928 0,625 12,665 1,035 3,472 1,454 1,18 20,72 12,461

14,41 2,33 14,801 0,6379 27,43 0,587 1,113 17,855 2,149 3,655 1,95 1,615 32,48 16,316

376 571 85 82 840 2.746 85 17 184 377 612 187 135 2.776

0,4004 0,42 1,619 2,244 2,876 4,665 0,3748 22,71 0,2221 1,681 1,741 1,101

0,412 0,42 1,633 2,264 2,872 4,703 0,3743 22,86 0,2206 1,689 1,745 1,086

-1,75 2,64 2,35 1,88 0,19

-19,7 -29,1 -24,7 -11,1 -23,6 -34,7 4 -14,1 -1 -52 69,2

0,4004 0,3518 1,565 2,226 1,983 4,344 0,3588 17,866 0,1948 1,426 1,339 0,5602

0,4004 0,5202 2,234 2,949 3,141 6,307 0,5847 23,94 0,3037 1,691 3,632 1,184

112 22 48 1.644 132 970 141 206 94 90 478 146

19,913 1,528 17,786 14,88 1,772 28,61 28 3,626 9,677 9,99 0,0428 0,1222 0,1385 7,926 2,614 2,15 3,704 4,075 0,5867 0,0259 5,216 3,207 4,547 0,4447 1,072 1,326 4,48 7,535

19,85 1,575 17,783 15,093 1,782 28,23 28 3,679 9,9 9,99 0,0424 0,1241 0,1389 8,06 2,618 2,15 3,631 4,074 0,586 0,0257 5,206 3,193 4,561 0,448 1,08 1,312 4,48 7,538

-0,71 3,69 -0,75 0,79 1,31 -2,22 -0,07 -0,46 4,21 1,4 0,24 3,33 1,02 2,45 0,31

15,993 1,424 16,246 13,649 1,679 21,84 23 2,719 9,06 9,675 0,0391 0,1046 0,1247 7,749 2,156 2,1 2,871 3,943 0,4352 0,021 4,393 3,207 4,4 0,4269 0,7699 1,119 4,48 6,352

22,62 2,005 21,04 17,513 2,341 30,23 28,49 4,042 12,51 12,046 0,047 0,2694 0,2679 10,3 2,647 2,62 5,177 4,638 0,7092 0,0345 6,44 4,684 5,047 0,5106 1,356 2 4,95 9,745

230 142 272 111 506 12.624 5 3.448 95 553 26 1.003 19 1.803 580 132 433 7.972 83 N.R. 201 372 412 188 504 72

-1,4

-10,7 -23,7 -13,8 -14,6 -23 4,8 -1,8 -8,2 -22,6 -7,6 -8,9 -54,7 -48,5 -23,2 -0,2 -17,1 -28,1 -6,2 -18,9 -27,3 -17,4 -24,8 -5 0,4 -20,1 -34,3 -9,5 -23,6

19,924 0,14 0,1434 1,336 1,046 16,646 2,84 2,513 39,05 14,957 2,492 12,264

19,97 0,14 0,1458 1,352 1,055 16,882 2,84 2,524 38,84 14,906 2,511 12,581

0,1 0,72 3,77 3,05 1,54 1,8 0,07 0,68 -0,92 -0,64 -0,99 3,89

-4,7 -36,8 -39 -37,2 -35,2 9,1 3,6 40 -18,8 23,3 -18,1 -4,7

19,6 0,1215 0,1247 1,212 0,9417 12,156 2,633 1,309 34,55 8,965 2,213 9,675

23,19 0,22 0,2356 2,143 1,609 17,502 2,909 2,513 48,11 15,316 3,325 15,957

35 8 473 17.877 6.303 N.R. 5.682 1.067 1.190 957 70 32

16,859 0,2499 4,886 5,18 2,091 1,872

16,984 0,2553 4,881 5,134 2,105 1,88

1,28 2,24 -0,31 -0,83 2,09 1,13

-10 -21,6 -13,7 -11,6 -10,6 -13,2

14,773 0,2161 4,18 4,49 1,655 1,486

18,701 0,4182 5,697 5,875 2,339 2,16

10.775 270 65.201 112 3.094 1.706

0,428 3,31 9,196 13,847

0,4255 3,33 9,1 13,943

5,01 2,46 -0,02 1,71

-7,7 -2 -19,6 14,4

0,2824 2,964 7,967 9,235

0,5004 3,375 11,161 14,016

55 100 403 452

4,689 3,048 3,454

4,686 3,048 3,49

-2,35 2,41

1,9 -7 -1,3

4,02 2,763 3,055

4,869 3,3 3,838

375 74 12

0,4611

0,4539

-0,44

-1,9

0,4611

0,4698

N.R.

R R. Ginori 1735 Ratti Rcs Mediag. R Nc Rcs Mediagroup Rdb Recordati Reno De Medici Reply Retelit Ricchetti Risanamento Roma A.S.

-0,17 -0,32 1,62 0,35 3,04

S Sabaf Sadi Serv.Ind. Saes G. Saes G. R Nc Safilo Group Saipem Saipem R Saras Sat Save Schiapp. Seat P. G. Seat P. G. R Sias Sirti Smurfit Sisa Snai Snam Rete Gas Snia Snia 10 W Socotherm Sogefi Sol Sopaf Sorin Stefanel Stefanel R Stmicroelectr.

-2,52 -0,83 0,17 -0,39 -2 0,91 0,04 3,35 -0,46

N.R.

T Tas Tel. I. Media R Nc Telecom I. Media Telecom Italia Telecom Italia R Tenaris Terna Tiscali Tod's Trevi Trevisan Comet. Txt E-solutions

U Ubi Banca Uni Land Unicredito Unicredito R Unipol Unipol Priv

V V.D. Ventaglio Vianini I. Vianini L. Vittoria

Z Zignago Vetro Zucchi Zucchi R Nc

DIRITTI Monte Paschi Axa

La variazione percentuale giornaliera è calcolata sui prezzi di riferimento


ECONOMIA

Giovedì 1 maggio 2008

IL PRIMO MAGGIO

9

Verranno premiati oggi a Bologna tra gli 81 dipendenti pubblici e privati di tutta l’Emilia Romagna segnalati nel 2007

Lavoro, brillano sei stelle piacentine Sono stati“maestri”nella loro azienda e nella loro professione

Sono sei i piacentini che oggi riceveranno la stella al merito del lavoro. A partire dalle 10 e 30 il Teatro Comunale di Bologna ospita la cerimonia organizzata dalla prefettura felsinea per la consegna delle stelle al merito del lavoro a coloro che sono stati insigniti di questo importante riconoscimento in Emilia-Romagna. Nella manifestazione le onorificenze (conferite dal Presidente della Repubblica, su proposta del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali) saranno consegnate agli 81 lavoratori emiliano-romagnoli, dei quali 16 donne. Tra questi figurano anche sei piacentini: si tratta di Sergio Caccialanza (dipendente della Rdb di Pontenure), Carlo Diemmi (dipendente CariParma), Carmine Gallo (Azienda Agricola Sito Novo di Calendasco), Giuseppe Molinaroli, (Impresa Molinaroli Costruzioni di Piacenza), Emilio Marani (Safta Piacenza), Giovanni Paraboschi (Saipem). In totale, l’elenco dei maestri del lavoro di Piacenza aggiornato al 2007 può contare su 143 soci. Il console, ossia il rappresentante della federazione nella nostra provincia, è Aldo Tagliaferri. la sede provinciale dei Maestri del Lavoro si sta trasferendo in questi giorni da via Negrotti 66 alla nuova sede di piazza Sant’Antonino 1 (presso gli uffici che già ospitano Federmanager). La decorazione della “Stella al merito del lavoro”, istituita con il regio decreto 30 dicembre 1923, n. 3167, è concessa ai lavoratori ed alle lavoratrici dipendenti da imprese pubbliche e private che abbiano almeno uno dei seguenti titoli: si siano particolarmente distinti per singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale; abbiano con invenzioni o innovazioni nel campo tecnico e produttivo migliorato l’efficienza degli strumenti, delle macchine e dei metodi di lavorazione; abbiano contribuito in modo originale al perfezionamento delle misure di sicurezza del lavoro; si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale. Federico Frighi

.ALESSANDRO VATTERONI .

.EMILIO MARANI .

.CARMINE GALLO .

Sempre fedele alla Safta dall’età di sedici anni

L’ingegnere che organizza il trasporto del petrolio

Un mago nella gestione dei fondi agricoli

Emilio Marani è impiegato alle proprie dipendenze della Safta dal 7 gennaio 1971. Dopo le scuole media inferiori, a soli 16 anni, ha iniziato la sua esperienza professionale in Safta come apprendista elettricista. Ha svolto con successo Emilio ed efficacia il previsto percorso di formazione Marani ed addestramento ed ha assunto la qualifica di operaio. Nel 1975 ha sospeso temporaneamente il suo servizio per assolvere agli obblighi di leva (Corpo dell’Aeronautica). Ritornato in azienda ha proseguito nella sua crescita professionale, approfondendo la conoscenza delle tecnologie aziendali, apprendendo l’uso dei sistemi informativi ed acquisendo sempre nuove competenze tecniche. Nel 1985 è stato promosso alla qualifica di impiegato tecnico, con mansioni non più soltanto operative ma di coordinamento e sviluppo dell’attività di manutenzione e miglioramento delle tecnologie. In questi anni assume la gestione operativa del Laboratorio Strumentazione Interna, con il compito di monitorare il funzionamento della strumentazione elettronica aziendale di processo, nell’ambito del Sistema Qualità aziendale. Dal 2005 gli è stata affidata la responsabilità del Reparto Manutenzione Elettrica, coordina fornitori esterni e partecipa fattivamente allo sviluppo della tecnologia aziendale.

Alessandro Vatteroni, nato a Massa Carrara nel 1948, si laurea presso l’Università di Pisa nel 1974 come ingegnere chimico e nello stesso anno prende lavoro presso la Raffineria di petrolio della Soc. Gulf di Bertonico (Lodi), poAlessandro nendo la propria residenza a Piacenza. Qui viVatteroni ve ininterrottamente da 34 anni, è sposato ed ha tre figli. Nella raffineria Gulf di Bertonico lavora per sei anni proponendosi come giovane ingegnere, ricoprendo via via varie posizioni di maggior responsabilità fino a diventare responsabile della manutenzione della raffineria. Nel 1980 passa alle dipendenze della raffineria Api di Ancona dove sviluppa le proprie conoscenze tecniche, acquisite negli studi e nella precedente esperienza lavorativa, nel campo del risparmio energetico industriale. Nel 1981 svolge il proprio lavoro presso lo stabilimento di Casalpusterlengo (Lodi) della Saffa, stabilimento di produzione di pannelli truciolare. Nel 1983 approda all’Eni spa. Dal 1983 al 2002 , per ben 19 anni, lavora presso la raffineria Eni R&M di Sannazzaro dè Burgondi (Pavia). Vatteroni ricopre la posizione di responsabile della Logistica della raffineria. Dal 2002, sempre in ambito Eni, è anche responsabile logistico del trasporto del greggio nell’area Nord Ovest dell’Italia.

Nel 1970 il signor Carmine Gallo (nato 65 anni fa a Bella, in provincia di Potenza) viene assunto come fattore responsabile dei vari fondi agricoli della Ditta Dodi Francesco nel sito Nuovo di Calendasco ed in quello di Cotrebbia Vecchia di CalenCarmine dasco. Nell’arco del primo decennio della sua atGallo tività di lavoratore dipendente Gallo mette in evidenza tutte le sue peculiari caratteristiche professionali e le sue doti organizzative prendendosi cura interamente sia della gestione dei vari fondi agricoli dell’azienda, sia curando i rapporti con i vari fornitori per quel che riguarda gli acquisti e con i clienti per la vendita dei vari raccolti delle colture prodotte. Il signor Gallo in seguito acquisisce anche la conduzione di altre aziende agricole, Sito Novo di Castelsangiovanni e Pinigallia di Gragnano, di proprietà di Fausto Cantù. Specializza la sua attività nella rotazione delle colture con un indirizzo particolare ai cereali ed alle barbabietole, ottenendo alti rendimenti e buoni ricavi nella vendita dei prodotti. Attualmente è ancora dipendente delle due aziende. In questi trentasette anni di ininterrotta collaborazione ha contribuito allo sviluppo ed alla modernizzazione del lavoro agricolo, ha sempre dato ampia disponibilità a formare nuovi colleghi soprattutto giovani leve che si avvicinano al mondo dell’agricoltura.

.GIUSEPPE MOLINAROLI .

.GIOVANNI PARABOSCHI .

.SERGIO CACCIALANZA .

Da semplice manovale a capo dei cantieri Giuseppe Molinaroli, nato a San Pietro in Cerro nel 1935, è alle dipendenze dell’impresa del fratello, la “Molinaroli costruzioni snc”; dall’età di 19 anni con la qualifica iniziale di manovale, ha percorso nella stessa impresa tutti i possibili staGiuseppe di di carriera nel settore edilizio fino ad arrivare Molinaroli alla gestione autonoma dell’opera in costruzione, con la qualifica di capo cantiere. È felicemente sposato ed ha due figli. La sua conduzione del cantiere è irreprensibile distinguendosi per disciplina, ordine, laboriosità e redditività in poche parole una garanzia e tranquillità per l’azienda. Nella conduzione del cantiere ha sempre rivolto e rivolge tuttora i propri sforzi organizzativi per operare in condizioni di massima sicurezza nel rispetto della propria ed altrui incolumità. Nella sua lunga carriera Molinaroli si è impegnato brillantemente, riuscendo a svolgere mansioni che solitamente sono dei tecnici ed a godere della loro piena fiducia. Così operando ha trasmesso ai propri collaboratori di cantiere l’entusiasmo per il proprio lavoro e le nozioni tecniche in suo possesso. Attualmente ricopre la qualifica di Coordinatore di cantieri dell’azienda che ha 38 dipendenti. L’impresa edile Molinaroli Costruzioni s.n.c. opera da oltre 50 anni nel settore delle costruzioni civili industriali e delle urbanizzazioni con particolare specializzazione nel settore impiantistico di qualunque tipo.

Assieme alla Saipem in giro per il mondo

Per l’Rdb è l’uomo dei personal computer

Giovanni Paraboschi - nato a Piacenza nel 1933 - è stato assunto dalla Saipem nel 1958 come operaio specializzato ed è andato in pensione nel 1987. Prima di giungere alla Saipem aveva lavorato, tra l’altro, come apprendista Giovanni meccanico di biciclette presso l’officina NeParaboschi gri di Piacenza. Una volta giunto in Saipem Paraboschi è stato, senza ombra di dubbio, un ottimo collaboratore in termini di laboriosità, fedeltà e onestà distinguendosi prima come operaio, poi come capo squadra e infine come capo cantiere. Ha eseguito e sovrinteso i montaggi di impianti petrolchimici in Giordania, a Porto Marghera, in Marocco, a Gela, a Livorno, a Falconara, in Belgio, a Caviaga, alle Bahamas, a Taranto, ad Algeri, a San Donato, solo per citare alcuni sui luoghi di lavoro. Si è inoltre distinto per avere sempre creato le condizioni di lavoro in massima sicurezza tanto che durante tutto il periodo di collaborazione non si sono mai verificati incidenti di nessun genere. Negli anni trascorsi in sede, come impiegato di concetto, dal 1976 al 1987 ha ricoperto, con impegno e ottimi risultati, la mansione di formatore di operai e capi squadra, contribuendo pertanto in termini di efficienza e competenza alla delicata fase della preparazione di nuove generazioni di personale Saipem.

LA LENTE SUL COMMERCIO

Sergio Caccialanza, nato a Piacenza il 6 luglio 1946, residente a Piacenza, padre di due figli, ha conseguito il diploma di geometra nel 1966 presso l’Istituto Tecnico “A.Tramello” di Piacenza. II 3 ottobre del 1966 è stato assunto con Sergio la qualifica d’impiegato presso l’ufficio tecnico Caccialanza della Rdb di Piacenza dove ha lavorato per 38 anni. Nel 1969, viene trasferito nel nascente ufficio Edp. Presso la scuola di specializzazione della società General Electric consegue l’attestato di programmatore sui sistemi elettronici. Nell’anno 1974, a seguito d’ulteriori corsi di formazione, assume l’incarico d’analista di procedure. Nel 1977 diviene responsabile di un gruppo di programmazione; nel 1980 ha la responsabilità di coordinare i gruppi di sviluppo delle procedure informatiche distribuite sul territorio nazionale. Nel 1985 viene nominato responsabile dei sistemi informativi. Contemporaneamente alla realizzazione del nuovo sistema, promuove l’introduzione di personal computer nei vari uffici dell’azienda. Nell’anno 1992 a seguito dei risultati ottenuti e per le responsabilità derivanti dall’incarico viene nominato dirigente. In quegli anni ha spinto, inoltre, l’introduzione della telematica in azienda. A fine dell’anno 2004, dopo aver portato a termine il progetto del nuovo sistema informativo aziendale, va in pensione.

in collaborazione con l’Unione Commercianti di Piacenza

-

Il “fuori casa” protagonista a Cibus 2008 A Parma la rassegna si aprirà con la giornata organizzata dalla Federazione pubblici esercizi PIACENZA - Per Cibus 2008 (dal 5 all’8 maggio), la Federazione dei Pubblici Esercizi aderente all’Unione Commercianti si presenta in grande. Il costante sviluppo dei consumi alimentari fuori casa nel nostro paese come nelle altre nazione europee, sta facendo assumere alle imprese di pubblico esercizio un ruolo socio economico nuovo e in continua crescita. Il settore conta Baristi, ristoratori, cuochi, semplici appassionati si ritroveranno dalle 14.30 presso la sala dei Trecento per confrontarsi sui problemi del settore in uno scenario di incertezza economica e contrazione dei consumi, ma con la voglia di ricostruire i punti di riferimento di un mercato e di un settore in continua evoluzione. Interverranno esponenti dell’industria alimentare e dei servizi per la ristorazione, studiosi di mercato, membri delle Istituzioni,

IN BREVE ■ GRANDE SUCCESSO PER L’EDIZIONE 2008 DEL BUY EMILIA ROMAGNA

Si conclude nella giornata di oggi il tour dei buyer internazionali altamente qualificati provenienti da America del Nord, Francia, Germania, Europa dell’Est, Giappone e dall’India, che in questi giorni hanno avuto modo di conoscere la realtà turistico - territoriale della Regione Emilia Romagna. L’educational tour ha fatto tappa nella nostra provincia nella giornata di lunedì 28 aprile scorso e ha riscosso un grande successo tra i buyer stranieri che hanno potuto apprezzare la visita ad alcuni castelli e borghi del nostro territorio, nonché degustarne i vini e i prodotti tipici. Il tour si è concluso con la visita alla nostra città e la cena in un ristorante tipico, a cui era presente anche il funzionario dell’Unione Commercianti - Alberto Malvicini, referente di "Asshotels" - che ha potuto raccogliere direttamente i positivi pareri degli operatori stranieri. «I buyer hanno manifestato sincero entusiasmo per l’iniziativa del Buy E.R. - afferma Malvicini -e, in particolare, per il tour nel nostro territorio. Tale risultato conferma che la nostra provincia ha grandi potenzialità di sviluppo turistico ed è quindi necessario creare sinergie tra i soggetti pubblici e privati, quali appunto le strutture ricettive, per potenziare l’ospitalità e la promozione delle nostre tipicità».

già 240 mila aziende, dà lavoro a poco meno di un milione di persone e totalizza 47 miliardi di fatturato. La quattordicesima edizione della rassegna internazionale più importante dedicata all’eccellenza alimentare nel mondo si aprirà a Parma con la "Giornata della Ristorazione Fuoricasa" interamente organizzata dalla federazione dei pubblici esercizi.

giornalisti e esercenti di ristoranti e bar provenienti da tutta Italia. «Come affermato anche dal direttore nazionale, il cambiamento nei consumi fuori casa - dichiara Marco Savini, presidente del Sindacato dei Pubblici esercizi di Piacenza - è il risultato di una continua evoluzione che incide pesantemente a livello dell’offerta. Per non abbassare la qualità offerta dai pubblici esercizi è necessario che il tema della ristorazione rientri a pieno

titolo nell’agenda politica del Paese e dell’intera filiera agroalimentare». All’interno del padiglione 7, chef stellati (alcuni anche patron), saranno i protagonisti di "Ristoshow", uno spazio dove verranno affrontate le problematiche con i quali i gestori di pubblici esercizi si confrontano quotidianamente. Nelle quattro giornate della fiera, si parlerà di come far convivere tradizione e innovazione nella gastronomia, di politiche di prezzo e della

Marco Savini, presidente provinciale Fipe

gestione di un locale. Al termine di ogni incontro è prevista una lezione di cucina da parte dello chef che preparerà anche un menu speciale per gli ospiti in un’elegante area adiacente, "RistoVip", rimanendo poi a disposizione per illustrare i piatti proposti.

Per rappresentare meglio le complessità e la varietà del mondo dei pubblici esercizi sarà allestita un’area espositiva denominata "Piazza Italia" dove gli operatori potranno confrontarsi su criticità e opportunità di un settore che crea turismo e ricchezza per il paese. Nella giornata inaugurale verrà presentata una convenzione fra Fipe e Ltm Channel (presente in fiera), un circuito di web tv per portare nei bar "la televisione per i bar". Gli associati interessati potranno rivolgersi direttamente presso gli uffici dell’Unione Commercianti negli orari di apertura per poter ottenere uno sconto sul costo del biglietto di accesso alla manifestazione (tel. 0523/461811).

Gioiellieri e orefici, Marisa Egalini confermata presidente Il rinnovo delle cariche dell’Associazione piacentina per continuare a lavorare a favore del settore PIACENZA - Nell’assemblea dei soci svoltasi nei giorni scorsi si sono rinnovate le cariche sociali dell’Associazione piacentina gioiellieri e orefici, aderente a Confcommercio. Per il triennio 2008-2010, è stata riconfermata la carica di Presidente a Marisa Egalini, titolare della gioielleria "Fratelli Egalini"; vicepresidente è stato eletto Sergio Fugazzi e consiglieri sono stati eletti Luisa Molinari, Gianfranco Porcu, Maria Grazia Cristalli (referente per la provincia) e Silvia Fugazzi (referente per i giovani del settore). «Ringrazio i soci per la partecipazione all’assemblea e la fiducia che mi è stata accordata - afferma il neo rieletto presidente Egalini -; il sindacato opera da anni sul territorio piacentino con l’obiettivo di tutelare gli interessi della categoria e di promuovere iniziative volte a favorire lo sviluppo economico del settore e la formazione professionale degli operatori - continua il presidente Egalini - e poiché il settore sta attraversando un momento particolare, in cui la concorrenza è sempre più agguerrita, diventa fondamentale fare squadra e affrontare insieme i cambiamenti, scambiandosi idee, esperienze e

informazioni». «Iniziative come il corso di gemmologia che abbiamo organizzato lo scorso anno - prosegue il presidente Egalini - hanno confermato la necessità di porre in essere progetti e azioni di aggiornamento e di crescita degli operatori, al fine di dotarsi di competenze professionali in grado di rispondere

ai cambiamenti del mercato e dei gusti dei consumatori e alla loro tutela». «La scelta di eleggere tra i consiglieri le figure dei referenti per le aziende operanti sul territorio provinciale e per i giovani - conclude il presidente - rappresenta un’importante strategia per comunicare in modo più diretto ed efficiente

con le diverse categorie di operatori del settore». Durante l’assemblea sono stati affrontati anche i temi relativi alle nuove disposizioni in materia di normativa antiriciclaggio e alle nuove modalità di adempimento per i servizi di metrologia legale. Per ogni ulteriore informazione relativa alle attività del-

l’associazione e alle modalità di adesione è possibile rivolgersi al sindacato gioiellieri e orefici piacentini presso gli uffici dell’Unione Commercianti in Strada Bobbiese, 2 a Piacenza, 0523/461811 nei seguenti orari di apertura: da lunedì a venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30 (martedì pomeriggio chiuso).

.LA DISFIDA DEI PISAREI A CARPANETO.

Premiati Chiappini Dattilo e Cesena CARPANETO - Alla fine, ha vinto comunque il nostro piatto tipico e l’impegno dei tanti pubblici esercizi (ristoranti, osterie e trattorie, enoteche, pizzerie,…) che hanno animato il concorso "Disfida dei Pisarei" e le altre iniziative all’interno del "Gutturnio Festival". Relativamente al concorso, il premio per la ricetta tradizionale è stato vinta da Filippo Chiappini Dattilo, de "L’antica osteria del teatro"di Piacenza, mentre il premio per la ricetta innovativa è andato a Claudio Cesena, de "L’antica osteria della pesa", ora a Cascina Scottina di Cadeo. A completamento dei menù, vi è stato anche il contributo di Daniele Repetti, chef del "Nido del Picchio". Alla serata di premiazione era presente Gianluca Barbieri - ViceDirettore dell’Unione Commercianti - che ha confermato il successo dell’iniziativa. e ringrazia i numerosi pubblici esercizi aderenti all’Associazione e alla Fipe che hanno partecipato. «E’ stata davvero una bella iniziativa - afferma Barbieri - e vorrei fare i complimenti sia agli organizzatori del Gutturnio Festival, sia ai ristoratori e alle cantine che hanno dato il proprio contributo. Confermiamo la disponibilità della nostra Associazione a collaborare anche in futuro per eventi in grado di promuovere il nostro territorio e i suoi prodotti tipici».

CARPANETO - I cuochi premiati con le autorità

.DALL’UNIONE .

Impegno per l’asparago PIACENZA - Era presente anche il direttore dell’Unione Commercianti - Giovanni Struzzola - alla firma della costituzione del "Consorzio per la tutela e la promozione dell’asparago piacentino" che si è tenuta presso gli uffici del Palazzo dell’agricoltura della Provincia di Piacenza. Il Consorzio nasce con la finalità di valorizzare e tutelare un prodotto locale attraverso la creazione di un marchio di riconoscimento, in grado di garantire al consumatore la qualità e la provenienza del prodotto stesso. In questo modo, i singoli produttori che aderiranno al consorzio potranno utilizzare il marchio di riconoscimento. L’iniziativa coinvolge, tra gli altri, l’Amministrazione comunale di Pontenure che, in collaborazione con i ristoranti piacentini, sta promuovendo la "Strada del gusto dell’Asparago 2008", che ha lo scopo di proporre menù degustazione in grado di esaltare le caratteristiche di questo particolare ortaggio fresco, prodotto tipico di antica tradizione agricola. «L’impegno di tanti ristoranti locali che mettono a disposizione la loro professionalità per questa iniziativa - afferma il direttore Struzzola - rappresenta un segnale importante nella logica di collaborazione sempre più strategica tra soggetti pubblici e privati nella promozione dei prodotti tipici del nostro territorio. Ringrazio pertanto - conclude il direttore - i numerosi nostri ristoratori associati che stanno realizzando per l’occasione menù ad hoc attraverso l’utilizzo dell’asparago come ingrediente principale e che stanno suggerendo degustazioni di vini in grado di accompagnare i piatti proposti». Per ogni ulteriore informazione circa questa iniziativa, è possibile contattare negli orari di apertura gli uffici dell’Unione Commercianti al numero 0523/461811 o inviare una mail all’indirizzo mail affarigenerali@unionecommerciantipc.it .


10

GiovedĂŹ 1 maggio 2008


Piacenza

Fax: 0523-347.976

e-mail:cronaca@liberta.it

- Pagina 11

Giovedì 1 maggio 2008

«Giù le mani dalle Ato»

«Acqua, Piacenza soffre»

Terza età, vacanze al via

I sindaci piacentini dicono no al progetto della Regione Emilia Romagna di "soppressione" delle Agenzie d’ambito (Ato) provinciali. Ieri, durante l’assemblea dell’Ato tenutasi a palazzo Mercanti, è stato approvato all’unanimità un documento destinato a prendere presto la via di Bologna, con vari punti all’ordine.

Emergenza idrica nella pianura padana: Parma e a Piacenza le più a rischio. Il presidente di Enìa Andrea Allodi, in un incontro tenutosi ieri nella città ducale, è stato esplicito: «La situazione nella Pianura padana e’ molto grave - ha affermato -. A Piacenza e Parma il problema è serio. Il rischio di rimanere a secco è alto».

Mar Adriatico, Liguria, Trentino o Sicilia. Località termali - Montecatini, Chianciano, Ischia - e trasferte all’estero: Grecia, Egitto, Turchia, Maiorca. Sono al via da martedì 6 maggio le prenotazioni per la nuova stagione di vacanze per la terza età, un appuntamento che interessa circa 1900 piacentini coi capelli bianchi.

[PINOTTI A PAGINA 12]

[SERVIZIO A PAGINA 14]

[SEGALINI A PAGINA]

Soddisfatto Tribi:abbiamo i migliori risultati in Emilia Romagna.Ora via libera agli incentivi per promuovere la stabilità IL RAPPORTO ISTAT-PROVINCIA

In tre anni dimezzate le persone senza lavoro: il tasso è sceso al 2,2 per cento (2,9 in regione e 6,1 in Italia) FERDINANDO TRIBI Assessore provinciale al lavoro

Avviamenti al lavoro in provincia di Piacenza per settori e genere, 2007 SETTORI Agricoltura Industria metalmeccanica Industria alimentare Industria gomma e plastica Industria legno e arredamento Industria vetro Industria cemento Industria chimica - farmaceutica Industria tessile e abbigliamento Industria pelli e cuoio Industria carta Grafica e editoria Edilizia Energia, acqua, gas Altri settori industria e artigianato Commercio Alberghi e pubblici esercizi Barbieri, parrucchieri, estetiste Trasporti e magazzinaggio Personale domestico Cooperative sociali Case di cura, ist. socio-assistenz.li Pulizie Studi professionali Banche ed assicurazioni Cinema, teatro, radio, tv Palestre e impianti sportivi Igiene urbana Lavanderie Vigilanza privata Scuole private Formazione professionale Altri servizi (settore privato) Scuole Enti locali Ministeri Sanità Enti pubblici non economici Poste Altri pubblico impiego Non indicato TOTALE GENERALE

MASCHI 3.617 6.218 701 23 217 455 216 152 84 8 31 128 3.021 29 86 2.589 1.311 13 3.092 404 404 31 389 57 183 117 129 46 12 63 36 45 208 502 56 104 76 4 70 51 1.473 26.451

FEMMINE 2.630 1.144 1.187 30 63 290 31 90 158 67 11 137 166 14 24 3.707 3.617 195 658 2.053 1.212 256 1.069 342 239 155 64 61 61 2 284 84 230 3196 674 240 208 435 121 168 1.220 26.593

TOTALE 6.247 7.362 1.888 53 280 745 247 242 242 75 42 265 3.187 43 110 6.296 4.928 208 3.750 2.457 1.616 287 1.458 399 422 272 193 107 73 65 320 129 438 3.698 730 344 284 439 191 219 2.693 53.044

.AMMORTIZZATORI SOCIALI .

Diminuiscono i lavoratori in mobilità Per la prima volta il saldo è a favore del riassorbimento Un altro dato positivo che emerge dal dossier sul mercato del lavoro riguarda i cosiddetti stock della mobilità, vale a dire il numero di lavoratori in mobilita. Il dato generale è purtroppo elevato: si assesta sul migliaio di unità, ma tuttavia è in diminuzione rispetto al passato - si fa notare - e ciò significa che a fronte delle centinaia di lavoratori che ogni anno si aggiungono, un numero ancor maggiore viene ricollocato. Per la prima volta lo stock complessivo è in calo. E per la precisione, i lavoratori presenti nelle liste provinciali di mobilità al 31 dicembre 2007 risultano pari a 1.232 unità, in calo rispetto all’anno precedente di 62 unità (-5 per cento). Nel 2007 complessivamente sono stati licenziati e collocati in mobilità 185 lavoratori, confermando la forte contrazione del ricorso a questo ammortizzatore sociale già rilevata nel 2006, quando erano stati licenziati 223 lavoratori (nel 2005 erano invece state coinvolte 350 persone). Le aziende che occupano più di 15 dipendenti interessate nel 2007 dalle procedure di mobilità risultano distribuite in settori produttivi diversificati: 5 nel comparto metalmeccanico, 5 del commercio, 3 dell’industria agroalimentare, 2 delle costruzioni, 1 rispettivamente della grafica, dell’industria del vetro e di quella tessile. In generale i dati riferiti alla mobilità mostrano per il 2007 una buona situazione congiunturale per le imprese di medio-grandi dimensioni, soprattutto nei settori manifatturieri fortemente orientati verso i mercati esteri. Vi è comunque da segnalare il momento di difficoltà attraversato da alcune grandi imprese storiche nel tessuto imprenditoriale locale, in particolare appartenenti ai settori dell’agroalimentare e della grafica-editoria. Si tratta, comunque, di crisi isolate, che coinvolgono singole imprese e non interi settori o filiere produttive. Il clima di fiducia delle imprese nei confronti di

L’assessore Ferdinando Tribi e Manuela Moreni [Fto Cravedi]

un andamento favorevole dell’economia è diminuito nella seconda metà dell’anno, quando hanno iniziato a farsi sentire alcuni segnali di rallentamento della crescita. I motivi si ritrovano nella difficile situazione economica internazionale, che preoccupa il sistema imprenditoriale, e nell’emergere di alcuni problemi con cui le imprese si devono confrontare, primi fra tutti l’andamento del dollaro e gli alti costi dell’energia. In quanto al profilo degli iscritti nelle liste di mobilità, i dati mostrano una prevalenza delle classi più avanzate: il 59 per cento degli iscritti supera i 40 anni, e particolarmente numerosa risulta la classe degli ultracinquantenni (26 per cento del totale). I giovani sotto i 30 anni rappresentano una minoranza (12 per cento), mentre gli iscritti appartenenti alla fascia 30-39 anni costituiscono il 29 per cento del totale.

.DATI INPS.

Cassa integrazione ai minimi storici tra il 2006 e il 2007 Buone notizie anche per la Cassa integrazione guadagni autorizzata nel 2007, indicatore per capire le difficoltà congiunturali attraversate dal sistema produttivo locale. Dai dati Inps risulta che nel biennio 2004-2005 le imprese piacentine hanno fatto ampio ricorso alla Cig, a conferma del periodo di debolezza del ciclo economico. Nell’anno successivo si è fortemente ridotto l’utilizzo di questo ammortizzatore sociale, sia negli interventi ordinari (scesi da 323mila ore autorizzate nel 2005 a poco più di 46mila nel 2006) che in quelli straordinari (da quasi 246mila ore a 78.526). Tale contrazione ha rappresentato un segnale positivo della ripresa dal periodo di crisi attraversato dal sistema produttivo locale, che è stata confermata nel corso del 2007: le ore autorizzate per interventi ordinari sono state circa 22mila, la metà dell’anno precedente, mentre le ore autorizzate per gli interventi di carattere straordinario, la cui concessione è subordinata a stati di crisi o ristrutturazioni, riconversioni o riorganizzazioni, sono risultate 96.754, in crescita rispetto alle 78.526 del 2006, ma molto al di sotto rispetto ai livelli osservati nel biennio 2004/2005.

Osservatorio Mercato del Lavoro Provincia di Piacenza

C’era una volta il disoccupato Record positivo di Piacenza, ma non per le donne C’era una volta il disoccupato. Ma è storia vecchia, la categoria sta estinguendosi, assorbita dal mercato della flessibilità perenne. E Piacenza registra un record positivo in Emilia Romagna sul versante maschile: 1,1 per cento il tasso di disoccupati, contro il 2,1 in regione. Cosa mai successa. Per le donne è un’altra faccenda. Il tasso piacentino si arrocca sul 4 per cento circa, perfettamente in linea con la media regionale. Il bicchiere è mezzo pieno se consideriamo l’insieme dei due generi, il tasso complessivo si assesta sul 2,2 per cento, la metà rispetto a tre anni fa, inferiore a quello regionale (2,9) e italiano (6,1). Un primato storico. Nella nostra provincia però aumenta pure l’indice di occupazione generale dei lavoratori nella fascia dai 15 ai 64 anni. Secondo i dati Istat riferiti al 2007 e integrati con quelli dell’Osservatorio del Mercato del Lavoro, sono più di 3mila le persone che hanno trovato impiego rispetto all’anno precedente. «Sicuramente è un risultato importante sul piano occupazionale - commenta l’assessore Ferdinando Tribi (Politiche del lavoro) illustrando con soddisfazione le cifre di una nuova stabilità lavorativa - Piacenza con la disoccupazione al 2,2 per cento è la provincia che osserva il più netto migliora-

.UN’ESPERIENZA FORMATIVA CHE SARÀ RIPROPOSTA .

Storia di Hedija: mi ha salvato il tirocinio Dopo le pulizie e la fabbrica l’impiego stabile in uno studio di commercialista

Pulcheria, la festa dei talenti al femminile

mento in una regione seconda in Italia solo al Trentino Alto Adige». Accanto a performance da podio, ci sono però amare sacche d’ombra che riguardano l’universo del lavoro femminile. Rimane fisso il valore di quattro disoccupate su cento, un filo di più rispet-

I controlli della Polizia stradale oggi Giovedì

01 MAGGIO

si sono rivelati i tirocini provin(p.s.) Il lavoro di “lei” non decolla ciali (collegati alle politiche di paancora? Accade. E accade in una ri opportunità): nel 60 per cento provincia dove il manifatturiero dei casi le tirocinanti vengono asosserva l’assessore provinciale sorbite dalle aziende dove viene Fernando Tribi (Politiche del Lasvolta la formazione. Un esempio voro) - così come a Forlì e Cesena si positivo, in tal senso, arriva dalla giocava un tempo su fronti femmistoria di Hedija Djogic, trentanili, il tessile, la pelletteria, i calduenne bosniaca, in Italia dai 18 zaturifici, poi svaporati nella comanni, a Piacenza da dieci. Hedija petitività globale, mentre prospe- Hedija Djogic si è diplomata in ragioneria e ha ra un’industria più al maschile come la meccanica. Tanto da far sì che Tribi cambiato tanti lavori: pulizie, fabbrica. Poi lanci un appello: «Vogliamo sostenere con imbocca la strada del tirocinio provinciale risorse le imprese che fanno progetti di in- e avrà la fortuna di trovare (e lì di rimaneserimento al femminile». E le donne oggi re) lo studio della commercialista Antocercano più lavoro, le famiglie monoreddi- nella Tiozzo. La stabilità porta anche una to non reggono - spiega Manuela Moreni famiglia e una bimba, Sara, di 4 anni e mez(dirigente provinciale del Servizio Forma- zo. Hedija si trova benissimo al lavoro: zione) e un buon strumento di inserimento «Non ci speravo, non è facile conoscere gen-

to alla regione (3,9), per la verità sale il tasso di occupazione generale femminile, 56 per cento, ma quello emiliano romagnolo è al 62 (in Italia si viaggia sul 46,6). Sull’altra metà del cielo, in armonia con sugli obiettivi di Lisbona (60 per cento di occupazione entro il 2010) Piacenza dovrà dar-

FARMACIE DI TURNO A PIACENZA SERVIZIO DIURNO (dalle 8,30 alle 22)

S.S. 9 - Via Emilia S.S. 45 - Val Trebbia Controlli velocità

◗ DR. FIORANI - P.zza Borgo, 40 ◗ BESURICA - Via Malaspina, 2/A SERVIZIO NOTTURNO (dalle 22 alle 8,30) ZIA

ERIO DE IST

B

I POL

'INTERNO LL

ST RADALE

9

MIN

1

PA TE

N RO TE D 2 M SS I GU 3 A I ID 13 RIA 4a A 26 .03. 4b REP 26 .02. 50 R UBB 7 98 .0 OM LI 2. 8 CA 98 A PIA (R ITAL RO ZZ 4c M) IA NA M AG A M 5 (R IUS CTC EP M RM ) -R PE 64 M VER 56 DI, 78 9X 10

◗ COMUNALE N.5 - Via Manfredi, 72/B Il numero telefonico 0523/33.00.33 dà indicazione delle farmacie di turno del capoluogo

si «una direzione di marcia» ben precisa. Una strategia d’attacco su più fronti. Ma la fotografia presentata ieri in Provincia basta e avanza a testimoniare uno stato di salute complessivamente buono, argomenta Tribi, figlio della validità delle politiche attive del lavoro di

te che ti inserisce e ti spiega. Il mercato resta molto difficile e per le donne straniere è peggio, come se sapessimo fare solo pulizie. Quando dici il tuo nome al datore, cambia tutto, ma ci sono molte straniere che hanno studiato». Qualcosa però sta cambiando, aumentano le commesse, le bariste straniere. Prima mosche bianche. «Io non mi sono mai persa d’animo, e non mi sono mai vergognata di far pulizie o la baby sitter, sono lavori onesti e puliti, non ero disperata ma ho continuato a cercare». E infine un commento che suona come un ritornello tante volte sentito, ma sempre attuale: per le donne è difficile lavorare avendo famiglia, serve elasticità d’orario, c’è mancanza di servizi. E d’estate - senza strutture di accoglienza per i più piccoli - la baby sitter costa il doppio.

programmazione pluriennale che in in tre anni hanno dimezzato la disoccupazione portandola ad una soglia «meno che fisiologica». Giudizio positivo anche sulle politiche di formazione messe in campo per saldare scuola e lavoro. I problemi di “lei” sono ben noti e si traducono in una forma di re-

sistenza femminile a cercare lavoro per le enormi difficoltà a conciliarlo con il resto della vita. «Dovremo incentivare le politiche per armonizzare tempi di vita e di lavoro, fare ulteriori sforzi sui servizi» è la promessa. E nella consapevolezza di un problema in più, la tendenza di molte ad operare ai

3 GRANDI NOVITÀ - MiXtreme (percorso vita) - Jamaica - Cinema4D

Concessionaria per la pubblicità su “Libertà”

Via Giarelli, 4/6 - Piacenza Servizio necrologie  0523/384999 Uffici Commerciali  0523/384811 r.a.

patrizia.soffientini@liberta.it c.01.05.08

01-05

Domenica 27.04.08 è stato smarrito in località Rizzolo Cascinotta cane setter femmina bianco-nero. Si diffida ignoto detentore cell. 333.6710401

bordi del lavoro nero specialmente nel settore gettonatissimo della cura alla persona, lo stesso filone dove peraltro aumenta con più forza il tasso di occupazione: siamo una provincia “con i capelli bianchi”, senza però che questo si traduca in una effettiva e ampia emersione dal nero, per esempio di larghe fette del badantato. Questo è il quadro, presentato con l’aiuto di Elena Bensi (Osservatorio) e Manuela Moreni, dirigente del Servizio Formazione. Il futuro punta al consolidamento generale, a una maggior qualità del lavoro, anzitutto sul fronte contrattuale e a politiche di incentivazione mirata. «Il lavoro non è fatto solo di numeri, ci vuole qualità e soddisfazione. Oggi solo un terzo di avviamenti sono a tempo indeterminato» annota Tribi. La flessibilità virtuosa in ingresso non si stabilizza, rischia di diventare precarietà. «Metteremo in campo risorse per le imprese che trasformino lavori a termine in lavori a tempo indeterminato - è il proposito - e per chi assume lavoratori in mobilità o disoccupati da tempo. In agenda anche un nuovo bando per l’inclusione sociale». Mentre cresce la richiesta da parte di diversamente abili di entrare nel lavoro in tempi critici per il reddito. Patrizia Soffientini

Corso Europa - Presso Cinestar (PC) - Ampio parcheggio


CRONACA DI PIACENZA

12 L’ASSEMBLEA PROVINCIALE

Giovedì 1 maggio 2008

Ribadito ieri il fermo “no“ al progetto della Regione Emilia Romagna di "soppressione" delle Agenzie d’ambito

I sindaci piacentini: giù le mani dalle Ato Reggi:«Faremo la fine di Trenitalia e del servizio ferroviario»

.NEL MIRINO I PIANI DI INVESTIMENTO PER GLI ACQUEDOTTI .

Ma il Sole 24 Ore traccia un ritratto in chiaroscuro della loro attività (pin) Esperienza positiva da difendere, quella dell’Ato, per i sindaci piacentini. Ma il Sole 24 Ore di ieri (supplemento del Centro Nord) traccia un ritratto in chiaroscuro dell’attività delle Agenzie d’ambito. Secondo il comitato di controllo, poco meno di un ambito regionale su tre, intendendo Emilia Romagna, Umbria e Toscana, rispetta i piani di investimento per le reti degli acquedotti. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto sullo stato dei servizi idrici, a cura del Comitato per vigilanza dell’uso delle risorse idriche, che sollecita nuovi investimenti nel settore. Nella nostra Regione, a fronte di previsioni nei piani d’ambito per circa 764 milioni di euro, scrive il quotidiano di Confindustria, in un arco temporale medio di quattro anni, due Ato spiccano in maniera particolare: si tratta delle Agenzie d’Ambito di Ferrara e Modena, che hanno

portato a casa rispettivamente il 113% e il 100% di quanto preventivato. Fanalino di coda è Piacenza, che abbassa la media positiva regionale. L’Ato piacentino è fermo al 57%, con la spesa di 17 milioni di euro sui 30mila preventivati. Passando invece alle altre Regioni, in Toscana, su 3 miliardi di euro di interventi prospettati, ne sono stati realizzati, solo per 640 milioni di euro, entro lo scorso anno. In Umbria, invece, c’è solo l’Ato di Terni che deve recuperare, mentre nelle Marche, sono disponibili i dati di solo due Ato su cinque, l’ambito di Macerata risulta fermo al 78%. Nuovi investimenti, sono stati sollecitati dal comitato di vigilanza, sia per far fronte alla necessità di poter contare su nuove infrastrutture, sia per contrastare il problema dell’approvvigionamento idrico. Tema cruciale anche per il territorio piacentino.

I sindaci piacentini dicono no al progetto della Regione Emilia Romagna di "soppressione" delle Agenzie d’ambito (Ato) provinciali. Ieri, durante l’assemblea dell’Ato tenutasi a palazzo Mercanti, è stato approvato all’unanimità un documento destinato a prendere presto la via di Bologna, insieme ad una serie di emendamenti alla normativa. I tempi, infatti, stringono: l’iter della nuova legge regionale partirà lunedì prossimo, 5 maggio. «Con la nuova legge, faremo la fine di Trenitalia e del servizio ferroviario». «Dove i sindaci si prendono le contestazioni dei cittadini, ma le decisioni e la firma dei contratti di servizio si fanno a Bologna afferma il presidente dell’Ato, Roberto Reggi - le nostre critiche alla proposta regionale sono di metodo e di merito. Non si è fatta alcuna riflessione sui primi anni di funzionamento delle Ato coinvolgendo i diretti interessati, e la perdita dei poteri di controllo della qualità in tema di acqua e rifiuti, di tariffazione e di gestione degli investimenti, significherebbe perdere tutte le nostre competenze. Non dimentichiamo gli effetti positivi di questi ultimi tre anni. Per que-

sto ci batteremo fino alla fine perchè vengano lasciate in capo ai Comuni le capacità di scelta su servizi fondamentali per i cittadini». Presente alla riunione il consigliere regionale del Pd, Nino Beretta (assenti i colleghi di centro destra, Luigi Francesconi e Maurizio Parma), chiamato ieri a svolgere l’infelice ruolo dell’avvocato del diavolo. «Questa legge non nasce da un’improvvisazione della Regione - fa notare Beretta -, è un percorso motivato da un’esigenza di semplificazione e di riduzione dei costi della politica. Esigenza che nasce dall’esigenza di una riforma del ser-

Un momento dell’assemblea dell’Agenzia d’ambito ieri in Comune [foto Cravedi]

vizio pubblico, con il rafforzamento del livello di controllo politico. La preoccupazione che condivido è quella legata al processo di incardinamento di questa ulteriore competenza dentro alla struttura burocratica della Regione». Posizione subito criticata dal

Contrato di quartiere e riqualificazione del quartiere

La Commissione consigliare 4 ha dato ieri il benestare alla modifica del documento

Via Roma, appaltato il servizio di accompagnamento sociale: una partita da 500mila euro

Società farmacie, okay al nuovo statuto

(mir) Saranno l’associazione temporanea d’impresa costituita da consorzio Il Solco, coop L’Arco e Incentiva srl e la cooperativa Unicoop a giocarsi l’appalto triennale per l’affidamento della progettazione e dell’esecuzione del servizio di accompagnamento sociale e dell’agenzia di sviluppo locale della zona di barriera Roma interessata dagli interventi finanziati dal secondo Contratto di quartiere. La cifra di partenza è di 500mila euro (comprensivi di iva), interamente coperti da uno stanziamento statale che si somma agli altri 9 milioni (in arrivo da Roma e da Bologna) che serviranno per riqualificare una porzione di città bisognosa di una decisa iniezione di vitalità. E proprio di questo si dovrà occupare l’agenzia di sviluppo locale, mentre il servizio di accompagnamento sociale ser-

virà per promuovere e realizzare quelle politiche di integrazione indispensabili in un quartiere a forte presenza di immigrati. Ieri mattina la commissione aggiudicatrice di Palazzo Mercanti ha aperto le tre offerte arrivate: quelle dell’Ati e di Unicoop sono state promosse tecnicamente, mentre quella arrivata da Publisì comunicazione di Cristiano Grandi, Assistenza plus e Resmini engineering non è stata ammessa per la mancanza di un requisito. La gara può così ritenersi partita ufficialmente, gli incaricati del Comune dovranno ora valutare i progetti contenuti nelle proposte, dopodichè apriranno in seduta pubblica anche le offerte economiche. Una procedura che potrebbe richiedere diversi giorni di analisi.

Paparo:una seduta aperta a negozianti e residenti per parlare del centro (mir) La commissione consiliare numero 4 ha dato il via libera, non senza qualche critica della minoranza, alla modifica dello statuto della società che gestisce le farmacie comunali. Ora la pratica è attesa dal passaggio in consiglio comunale, dopodichè (in caso di approvazione che appare scontata) verrà pubblicato il terzo bando per reperire un socio privato. Il cambio di statuto, infatti, è stato deciso dalla giunta proprio per favorire l’ingresso di un soggetto che possa affiancare Palazzo Mercanti: la novità licenziata ieri non è rappresentata dall’aspetto economico della gara (il prezzo richiesto per il 40 per cento è pari a un milione 55mila euro, corrispondente ad un valore unitario di 26,38 euro per ogni singola quota sociale), ma dal maggiore peso decisionale che sarà attribuito al socio di minoranza. Il quale potrà nominare l’amministratore delegato. "Avrà un’ampia capacità decisionale - ha spiegato l’assessore Anna Maria Fellegara rispondendo alle sollecitazioni di Filiberto Putzu (Forza Italia-Pdl) - e ci aspettiamo che possa dare un forte slancio all’attività delle tre far-

macie comunali, che comunque nel 2007 hanno fatto registrare un risultato di bilancio positivo, con un utile complessivo di circa 150mila euro. Dal punto di vista strutturale e non cambierà nulla, una gestione portata avanti da un vero professionista del settore consentirà di far decollare il progetto di farmacia polo e di portare utili sempre maggiori". Marco Tassi (AnPdl) ha però criticato le scelte del Comune: "Così facendo si mette in atto una concorrenza sleale nei confronti degli altri privati, così Anna Maria Fellegara come avverrebbe se fosse davvero creata l’agenzia per l’affitto". La Fellegara ha anche rassicurato Giulia Piroli (Pd) sul futuro dei dipendenti delle tre strutture comunali, in particolare dei 4 a tempo determinato (preoccupazione anche di Gianni D’A-

-

Cimitero, i fioristi traslocheranno Entro ottobre i tre chioschi si sposteranno sul lato del parcheggio .EMILIA ROMAGNA.

Sconti sulla spesa: grande distribuzione contro il carovita Contro il caro-prezzi, prodotti di prima necessità in promozione per tutto il 2008 Federdistribuzione ha annunciato infatti che sono al via le promozioni in Emilia Romagna. Dal 2 maggio partirà dunque l’iniziativa, dall’organizzazione che raggruppa la GDO italiana, ovvero la grande distribuzione organizzata in Italia. Le insegne di Federdistribuzione che aderiscono all’iniziativa si impegneranno ad inserire in ogni promozione, con sconti tra il 10% e il 40% e fino alla fine del 2008, almeno una referenza per ognuna delle categorie di prodotto che sono quelle più colpite dal rialzo dei prezzi e che rappresentano le principali voci di spesa delle famiglie, essendo responsabili del 30% degli acquisti abituali effettuati in un supermercato. L’iniziativa, che si estende a livello nazionale su oltre 13mila esercizi, coinvolgerà complessivamente circa 530 punti vendita in tutta la regione. Le aziende daranno adeguata evidenza all’operazione, eventualmente anche attraverso apposite vetrofanie, che segnaleranno le categorie di prodotti che i consumatori troveranno sullo scaffale a prezzo scontato. Nel dettaglio sono: merendine; biscotti frollini; latte UHT; yogurt; caffè; pasta di semola; pasta all’uovo; riso; pomodori passati, polpa o pelati; formaggi; salumi; olio extravergine d’oliva; acqua minerale; bevande gassate/non gassate; vino; detersivi, polvere o liquidi; carta igienica. «Con questa iniziativa vogliamo fornire con certezza alle famiglie opportunità d’acquisto con sconti rilevanti sulla spesa effettuata regolarmente», ha commentato Paolo Barberini, presidente di Federdistribuzione, «dando in questo modo un forte segnale alle famiglie dell’Emilia Romagna di responsabilizzazione del settore e fiducia e positività per il loro futuro».

(mir) -Entro ottobre i tre fiorai che hanno il loro chiosco davanti al cimitero urbano traslocheranno nel vicino parcheggio, proprio all’angolo del camposanto che si affaccia sulla strada Caorsana, per consentire la realizzazione del “rotondone” che immetterà sul sovrappasso della ferrovia. Ieri pomeriggio l’assessore ai Lavori pubblici Ignazio Brambati ha compiuto un sopralluogo assieme ad un tecnico comunale, l’ingegner Giovanni Carini, e ai titolari dei tre chioschi per la vendita dei fiori che dovranno spostarsi. «Il trasloco di poche centinaia di metri non dovrebbe creare alcun problema a questi commercianti - spiega Brambati - anche perché an-

Brambati e uno dei fioristi che traslocheranno

dranno a collocarsi su un angolo comunque molto vicino all’ingresso principale e ancor più vicino al parcheggio del quale si serve la maggior parte dei frequentatori del cimitero». La realizzazione della maxirotonda fa parte del più ampio progetto di riqualificazione di

via Caorsana («che procede secondo i tempi prefissati» ci tiene a precisare Brambati) e prevede anche lavori davanti al cimitero urbano. «Resterà una piazzetta accessibile per i veicoli dei riti funebri - prosegue l’assessore - che sarà rifatta con una pavimentazione in pietra e nuovo verde».

.DOPO L’ANNUNCIO DEL SINDACO REGGI .

Palazzo uffici, pioggia di polemiche La scelta ex-Unicem contestata da D’Amo,Trespidi,Tassi e Monica (mir) La "bomba" Palazzo Uffici è scoppiata improvvisamente e i suoi strascichi polemici promettono di monopolizzare il dibattito politico cittadino almeno fino alla pausa estiva. E poco importa alla minoranza se il sindaco Roberto Reggi promette di portare al più presto il progetto di realizzare l’edificio nell’area ex Unicem (rispolverato a distanza di un anno) all’attenzione del consiglio comunale. Le "bordate" sono già cominciate e c’è da scommettere che non saranno le ultime. Nella scorsa legislatura, pur trovandosi in maggioranza, Gianni D’Amo (Piacenza comune) aveva avuto proprio in questa pratica uno dei motivi di scontro con l’Amministrazione. «Mi sono andato a rileggere tutte le carte - spiega - e mi sembra che tutti i dubbi che avevo sollevato allora rimangano: che superficie avrà la zona commerciale che sorgerà con il nuovo palazzo e che servirà a finanziare il progetto? E quale sarà il suo impatto sui cento negozi di vicinato di via Dante, considerato che proprio di fronte c’è già l’Esselunga? E le conseguenze sul traffico? E pensare che proprio lunedì il consiglio aveva approvato una mozio-

Gianni D’Amo

Marco Tassi

Massimo Trespidi

Francesco Monica

ne in cui si chiedeva di essere costantemente informati su questa partita prima di ogni decisione». Massimo Trespidi (Forza Italia-Pdl) ieri ha invece aperto la busta che aveva consegnato martedì mattina al dirigente comunale Giorgio Braghieri: «C’è scritto esattamente quello che sarebbe successo poche ore dopo in giunta - afferma l’azzurro - il che

significa che l’Amministrazione ha solo finto di ricercare una valida alternativa all’idea originale, gettando fumo negli occhi ai cittadini e spendendo inutilmente i loro soldi. Ribadisco che secondo noi andrebbe sistemato l’ex ospedale militare di via Palmerio». Marco Tassi (An-Pdl) auspica che la pratica faccia la fine della precedente legislatura: «E’ un progetto sbagliato, confermo la mia totale contrarietà alla costruzione di qualunque nuovo palazzo per gli uffici, ovunque lo si voglia mettere: non è tra le priorità della città, che ha bisogno di altre infrastrutture. A partire dal parcheggio di piazza Cittadella: è atteso da anni soprattutto da commercianti e residenti del centro storico, la cifra è già a bilancio ma nulla si muove». Infine La Destra, per bocca di Francesco Monica, «deplora la decisione della giunta: se è realmente necessario individuare un nuovo Palazzo degli uffici, la scelta avrebbe dovuto cadere sulla ristrutturazione degli ex Magazzini generali di via Colombo, operazione utile anche per riqualificare una zona difficile della città».

mo di Piacenza comune). Sandro Ballenini (Forza Italia-Pdl) e Carlo Mazza (Misto) si sono detti poco fiduciosi sulla riuscita di questo terzo bando, sottolineando il tempo che a loro avviso si sarebbe perso a causa dei marcati errori presenti nello statuto. In difesa dell’Amministrazione sono intervenuti Giorgio Cisini e Christian Fiazza del Pd: "Crediamo che questa nuova gara andrà a buon fine - hanno detto - e che comunque le altre siano servite a sondare il mercato. In questi mesi la società ha lavorato bene, prova ne sia l’utile che è stato registrato: con più "cavalli" nel motore si riuscirà a fare ancora meglio". Alla fine del dibattito, approvazione con i soli voti favorevoli della maggioranza. Su proposta di Andrea Paparo (An-Pdl), la commissione ha poi dato il proprio benestare alla convocazione di una seduta in cui invitare le associazioni di commercianti e di residenti del centro storico, l’assessore Sabrina Freda e i rappresentanti del Quartiere 1 per discutere delle problematiche del "cuore" della città.

vice presidente dell’Ato, Carlo Capelli: «A tre anni di distanza da una legge regionale sperimentale che inizia ora a dare i suoi frutti, si vuole fare tabula rasa di un’esperienza positiva. Non sono nemmeno chiari i risvolti pratici della nuova legge, che comporterà la sottoscrizione di una convenzione con la Regione. Ma chi ha i poteri per farlo? E chi, vista la nostra contrarietà, ha intenzione di prendersi questa responsabilità? Il sindaco Reggi o il presidente Boiardi? Non credo che questa legge porti dei vantaggi in termini di economicità, anzi farà lievitare i costi. I compiti svolti dalle Ato saranno esternalizzati dalla Regione». «Va salvaguardata - fa notare Mario Chiesa (Vigolzone) - la conoscenza del territorio, affidata alle istituzioni più vicine ai cittadini, i Comuni». Da Luigi Bertuzzi (Coli) è arrivata invece la proposta di dare mandato alla Provincia di trattare l’argomento con la Regione. Ma l’assenza degli amministratori di corso Garibaldi (il presidente del consiglio, Gabriele Gualazzini, è membro del cda, mentre ieri sedeva tra il pubblico la capogruppo Ds Adriana Bertoni) non è sfuggita ai sindaci, che hanno rimarcato la cosa. Approvato anche il regolamento per la gestione del servizio di fognatura e depurazione, così come il piano per la stabilizzazione di tre lavoratori a tempo determinato. Paola Pinotti


CRONACA DI PIACENZA

Giovedì 1 maggio 2008 DANNEGGIATA UNA COOPERATIVA.

IN UNA TABACCHERIA DI VIA COLOMBO.

..

..

Vetrina rotta e ragazzino in fuga: bravata sotto i portici del Cheope

Ricarica il cellullare e scappa lasciando fotocopia della carta di identità (falsa)

■ (mot) Vetrina rotta e ragazzini in fuga. Non è la cronaca dell’ennesima

■ (mot) Ricarica il cellulare e scappa. Lasciando alla commessa la fotocopia del documento di identità. E’ successo ieri mattina nella tabaccheria di via Colombo, nei pressi del palazzo dell’Agricoltura. Stando a quanto ha riferito la commessa, un uomo sui 35 anni di origine straniera è entrato per effettuare una ricarica del cellulare (operatore Vodafone) tramite il terminale utilizzato per il gioco del Lotto. Al momento di pagare l’uomo ha tergiversato ed ha detto di avere i contanti in macchina. Allora, per guadagnarsi la fiducia dell’esercente, gli avrebbe lasciato una fotocopia della carta d’identità, che tuttavia parrebbe esser falsa. Su quello che sembra essere un raggiro in piena regola stanno indagano gli agenti della polizia di stato che hanno effettuato un sopralluogo ricavandone indicazioni utili a individuare il truffatore.

spaccata, ma la bravata messa in atto - probabilmente in modo involontario- da alcuni ragazzini che, zaino in spalla, hanno quasi infranto una vetrina di una società cooperativa sotto ai portici di palazzo Cheope. Sarebbe stata la loro foga a rompere la vetrina, almeno questo hanno "raccontato" le immagini delle telecamere a circuito chiuso dello stabile in cui trova posto l’associazione industriali piacentini. Sembra che i tre ragazzini si stessero spintonando, quando uno di loro è finito contro la vetrina di una cooperativa che si occupa di assistenza nelle case protette. Il negozio è accanto ad una banca, un ufficio postale e una tabaccheria, quindi la polizia - chiamata dai commercianti - ha provveduto ai rilievi del caso. Dei ragazzini nessuna traccia, ma niente è stato rubato.

La vetrina danneggiata da un bambino [foto Lunini]

13

Sull’episodio stanno indagando gli agenti della polizia di Stato

In cattedrale ieri sera le categorie del mondo produttivo piacentino per la messa del primo maggio Ok al bilancio 2007.Utile da 5,1 milioni

«Patto di solidarietà per il lavoro»

Rdb, agli azionisti i primi dividendi

Il vescovo chiede tutela per i precari e i disoccupati Ammontano a 0,10 euro per azione Un patto di solidarietà per il lavoro basato sui valori fondamentali della dignità umana anche nei periodi di profondo mutamento della realtà sociale. È quanto ha chiesto il vescovo Gianni Ambrosio ieri sera durante l’omelia nella messa dedicata ai lavoratori: «Coloro che hanno responsabilità non si dimentichino dei disoccupati, dei precari, di chi è schiavo del profitto anche la domenica e mettano invece sempre al centro il capitale umano». Una celebrazione promossa, come ogni anno, dall’Ufficio diocesano per la pastorale del lavoro in occasione della solennità di San Giuseppe Lavoratore e che ha visto la partecipazione in cattedrale di numerosi esponenti del mondo produttivo locale. In prima fila, oltre ad Enrico Corti e Giovanni Groppi della Pastorale del lavoro, il sindaco Roberto Reggi, l’assessore provinciale Gianluigi Ziliani, il segretario provin-

ciale Cisl Sandro Busca e il segretario aggiunto Cisl Gianni Salerno. Poi, tra gli altri, il console dei maestri del lavoro, Aldo Tagliaferri, il direttore dell’Unione commercianti, Giovanni Struzzola che leggerà un breve intervento. Monsignor Ambrosio parte dalla prima lettura, dal libro della Genesi, ed osserva come il progetto di Dio preveda il lavoro dell’uomo e il primato della sua valenza etica. È da qui, da questo fondamento biblico inderogabile che «il lavoro non può essere considerato come uno dei tanti elementi impersonali dell’organizzazione produttiva». Il vescovo cita Giovanni Paolo II quando afferma il primato dell’uomo e dei suoi diritti in qualsiasi tipologia di mansione (anche la più umile e monotona) esso svolga, Benedetto XVI quando ammonisce a non far sì che la domenica venga omologata agli altri giorni della settimana. Trac-

A sin., il vescovo tra monsignor Ferrari (a sin.) e monsignor Segalini; a dest., le categorie economiche in duomo [foto Cravedi]

cia infine una carta di valori irrinunciabili «così come insegna la parola di Dio». Una sorta di vademecum per i vari esponenti delle categorie produttive, della scuola, per i rappresentanti dei manager che all’offertorio portano al vescovo una somma di denaro per la Casa della Carità. «Ogni ordinamento sociale deve fare in

modo che il lavoro sia un bene umano fondamentale e sia accessibile a tutti - osserva Ambrosio -. È necessario che tutti siano in grado di cogliere le opportunità offerte». Poi «l’organizzazione e lo svolgimento del lavoro nel pieno rispetto della dignità umana e al servizio del bene comune». Ancora «il monito a non lasciarsi asservire

da un lavoro, da un’organizzazione che disattende la centralità del capitale umano». Infine «il settimo giorno benedetto da Dio». «Da qui - evidenzia il vescovo - ha origine il riposo festivo che conferisce il senso al lavoro stesso affinché l’uomo non diventi schiavo della produzione e del consumo». Federico Frighi

(p.s.) Prima assemblea di Rdb da società quotata. Ieri all’appuntamento di Pontenure, oltre ai soci uniti nel patto di sindacato, sono convenuti tanti nuovi azionisti e l’assemblea ha avuto necessariamente un andamento più formale «ma in un clima molto positivo» commenta l’amministratore delegato Renzo Arletti, grazie anche ad una rimonta del titolo, dopo le note tempeste borsistiche, che nell’ultimo mese è passato da 2 euro a 2.80, con un 40 per cento di incremento. Una iniezione di fiducia di cui c’era bisogno in una fase complessa per l’edilizia, alla quale Rdb risponde allargando gli orizzonti, come confermano i rapporti stretti in Arabia Saudita. Ieri l’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio 2007 che presenta ricavi della produzione pari a 333,3 milioni di euro (+79 per cento), un utile netto consolidato pari a 5,1 milioni di euro. E’ stato quindi deliberato un dividendo di 0,10 euro per azione in pagamento dal 15 maggio 2008 e

Export, ponte robusto tra Piacenza e Nord Africa Nel 2007 esportazioni per 118milioni di euro.Impegno su fronte petrolifero e raccorderia IERI SERA

Tenta il furto ad una cassa dell’Ipercoop Scoperto, scappa a piedi oltre la tangenziale Cerca di rubare ad una cassa dell’Ipercoop Gotico ma, visto dal metronotte, scappa a piedi attraversando la tangenziale e fuggendo nei campi. È accaduto ieri sera. Un camionista ha avvertito la polizia di aver visto il fuggitivo nelle palazzine di via Mafalda di Savoia. E’ probabile che nei pressi avesse un complice con un’auto ad attenderlo. Sul posto una volante della polizia (nella foto di Lunini).

Sempre più stretti i legami commerciali tra Emilia Romagna e il Nord Africa, inclusi nuovi insediamenti industriali. Piacenza nel 2007 risulta essere la quinta provincia in regione per valori di export (118,7 milioni di euro contro un import di 12,5 milioni) dopo Bologna, Modena, Reggio Emilia e Parma, quest’ultima a quota 126,5 milioni di export. Nel complesso gli scambi commerciali regionali sono cresciuti del 65 per cento in 7 anni e vedono il Marocco in crescita del 110 per cento e l’Egitto del 93 per cento. E’ la fotografia fornita dal “Sole 24 Ore” di ieri, che mostra una certa effervescenza negli scambi africani. Peraltro, l’assessore regionale Duccio Campagnoli afferma che l’A-

frica è di fatto l’interlocutore del futuro. Per Piacenza sono l’Egitto, la Tunisia, il Marocco, l’Algeria e la Libia i partner ideali. Più i primi tre Paesi, perché la Libia ha ancora una forte impronta statalista e l’Algeria è politicamente poco stabile. Il Consorzio Esportatori Piacentini poco meno di dieci giorni fa ha svolto una missione in Egitto e sempre quest’anno ha partecipato alla fiera campionaria di Tripoli. Forte l’export, ma non inesistente l’import che riguarda anche prodotti alimentari. Un esempio, dalla Tunisia si importano pomodori essiccati. Gli scambi relativi all’export sono spesso collegati all’industria petrolifera, all’impiantistica industriale, alla raccorderia, ma an-

che alle grandi cucine, alla refrigerazione. Va detto però che, nel caso piacentino, i dati di fonte camerale mostrano una variazione di segno negativo sull’export tra il 2006 e il 2007 (-14,8 per cento) e invece un incremento del 56 per cento dell’import. In generale, a dare man forte agli scambi commerciali è anche una burocrazia più snella in Nord Africa rispetto ad altri Paesi. Il codice del commercio e quello civile sono molto evoluti e si rifanno in parte alla legislazione francese, le leggi islamiche non riguardano il commercio e quindi non sono di ostacolo a chi vuole intraprendere in questo paese.

La presentazione della quotazione di Rdb

con stacco-cedola il 12 maggio. Il patrimonio netto consolidato al dicembre 2007 risulta di 182,6 milioni di euro contro i 122,4 dell’anno precedente, l’indebitamento finanziario ammonta a 55,6 milioni di euro. L’assemblea ha anche rinnovato l’autorizzazione, per 18 mesi a partire da oggi, all’acquisto e alla vendita di azioni proprie, fino ad un massimo pari al 10 per cento del capitale sociale, e comunque nei limiti e per le finalità previste dalla legge e dalle prassi di mercato. L’acquisto e la vendita di azioni proprie risponde alla possibilità di investire in azioni della società a prezzi inferiori al loro effettivo valore basato sulla reale consistenza economica del patrimonio netto e sulle prospettive reddituali dell’azienda. Da mettere in conto la possibilità di ridurre il costo medio del capitale sociale e l’eventuale utilizzo di azioni proprie al servizio di eventuali piani di incentivazione azionaria riservata ad amministratori, dipendenti, collaboratori della società o delle società collegate. Rdb si prepara anche alla grande festa per il centenario, il 6 giugno prossimo.

Domani pomeriggio con due percorsi di 5 e di 10 chilometri

Torna la “marcia della Pellegrina”

AGENZIA IMMOBILIARE Via Mazzini, 33 - Piacenza Tel. (0523) 384842/43 ric. aut.

Tre ore di tempo per una“passeggiata”di solidarietà La speranza vissuta e sperimentata: è il punto di forza del messaggio che sarà lanciato domani dalla casa accoglienza per malati di Aids "Don Venturini", dove la fiducia in se stessi, negli altri e nella possibilità di vivere un presente migliore e un futuro diverso, trova concretezza. "Diamo voce alla speranza" è infatti lo slogan che accompagnerà la quindicesima edizione della camminata della solidarietà con ritrovo, partenza e arrivo nella struttura gestita dall’associazione "La Ricerca" alla Pellegrina. Sono ormai quindici anni che qui, giorno dopo giorno, operatori e volontari camminano insieme alle persone che soffrono. E come ogni inizio di maggio vogliono farlo anche a gran voce e fuor di metafora insieme a tantissima gente con la tradizionale marcia organizzata dall’associazione e fermamente voluta e promossa da volontari e amici a sostegno della struttura della Pellegrina, un’iniziativa che ogni anno si rivela una manifestazione podistica affollatissima grazie al determinante apporto organizzativo del Comitato provinciale marce non competitive Piacenza con il patrocinio di Federazione internazionale sport popolari, Federazione italiana amatori sport popolari e Groupama assicurazioni. Negli ultimi tempi la "Don Venturini", la casa che accoglie persone che soffrono di questa patologia, sta andando abbondantemente oltre la me-

ra assistenza, impegnandosi sempre più nella "ricostruzione", guardando al futuro: vengono ad esempio individuate strutture idonee dove l’utente possa vivere dopo la dimissione dalla struttura, vengono realizzati percorsi intermedi come l’assistenza domiciliare, una sistemazione abitativa protetta, l’inserimento lavorativo. La manifestazione podistica, ricordiamo, è "non competitiva a passo libero e aperta a tutti", valida per concorso nazionale Fiasp Pedalato; valida per il concorso internazionale IVV. A partenza libera, dalle 18,30 alle 19,30, dalla "Pellegrina" (inizio raduno alle 18 in Strada Agazzana 68), prevede due percorsi con ristoro: il circuito bambini (di 5 chilometri che raggiunge Ca’ dei Rossi e Mola) e il circuito adulti (di 10 chilometri che si estende alla Stradazza, poi alle località Bardinezza e Lombardina, costeggia il Rio Comune per tornare verso la Mola e Cà dei Rossi). Per entrambi il tempo massimo di percorrenza è di 3 ore. Si terrà anche in caso di maltempo. Come in ogni edizione, l’organizzazione potrà contare sul necessario servizio ambulanza grazie ai volontari della Pubblica Assistenza, con il collegamento radio CB. Compagni di camminata di ogni anno, con il Gruppo Marciatori Piacenza, anche gli sponsor: Lafer spa e Spaccio Serafini. Clara Dolci

.LA PUNTATA DI IERI SERA SU “TELELIBERTÀ” .

Penelope incontra gli scrittori

I protagonisti della puntata di Penelope in onda ieri su Telelibertà

“Il desiderio di scrivere, la forza della scrittura, il valore del nero su bianco”. Ieri sera Penelope ha portato la storia di alcuni piacentini che amano scrivere. In apertura la testimonianza dell’avvocato Massimo Solari autore di un libro dedicato a sua moglie Mariella, alla loro vita, alla malattia e alla scomparsa di lei. Poi ospiti in studio alcune scrittrici (Giusy Cafaro Panico, Elisabetta Paraboschi, Monia Sogni, Doriana Riva, Emanuela Affaticati e Ottavio Torresendi) del gruppo letterario “Volatori Rapidi”, nato un anno fa proprio allo Spazio Rotative in occasione di una manifestazione letteraria. Penelope torna mercoledì prossimo alle 20.45.

aginvest@tin.it VIA BEVERORA

CITTA’

IN CONDOMINIO SIGNORILE APPARTAMENTO LUMINOSISSIMO DAGLI OTTIMI AFFACCI: ingresso, salone, cucina, 2 letto, bagno, balcone, cantina e box. Euro 350.000 tratt.

VIA MALCHIODA VIC.ZE

IN PALAZZINA DI POCHE UNITÀ APPARTAMENTO CON INGRESSO INDIPENDENTE: soggiorno, cucina a vista, 1 letto matr., 1 studio, bagno, cantina grande. Buone finiture. Euro 125.000

VIA BENEDETTINE LAT. IN CONDOMINIO SIGNORILE APPARTAMENTO AL PIANO ALTO: salone c/ampio balcone, cucina abit., 3 letto doppi servizi, cantina e garage. buone finiture. Euro 250.000

LAT. VIA FARNESIANA

SPLENDIDA VILLA DI AMPIA METRATURA CON GIARDINO CIRCOSTANTE: soggiorno e sala da pranzo con vetrate e accesso a portico e giardino, cucina abit, studio, 3 letto matr, tripli servizi, taverna, cantina e garage triplo. Ottime finiture. Informazioni in ufficio

PIAZZA DUOMO VIC.ZE

IN PALAZZO ANTICO BILOCALE COMPLETAMENTE ARREDATO CON INGRESSO INDIPEND. Buone condizioni. Euro 120.000

PROVINCIA

VIA VENETO LAT. IN PALAZZINA DI NUOVA REALIZZAZIONE affacciata sui giardini APPARTAMENTI di varie metrature con giardino privato e ampi terrazzi. Splendido attico di mq. 200. OTTIMO CAPITOLATO. Informazioni in ufficio

PIAZZA DUOMO VIC.ZE

MONTALE

IN CONDOMINIO SIGNORILE AL PIANO ALTO CON ASCENSORE APPARTAMENTO: Ingresso, ampio soggiorno, cucina ab., disimpegni, bagno, 1 letto matr., cantina e solaio. Euro 145.000 tratt.

IN PALAZZO ANTICO RISTRUTTURATO APP.TO CON INGRESSO INDIPENDENTE ED AMPIO TERRAZZO dagli affacci suggestivi: salone c/camino, grande cucina, 4 letto, 3 bagni, lavanderia. Garage e posto auto. Soffitti a volta affrescati. Possibilità di personalizzare finiture. Informazioni in ufficio

SPLENDIDA VILLETTA DALLE OTTIME E RICERCATE FINITURE: ampio soggiorno, cucina abit, 3 letto ampie, tripli servizi, mansarda pavimentata e riscaldata, taverna, lavanderia e garage. Euro 275.000

BESURICA

ZONA TRIBUNALE

IN PALAZZO DI RECENTE RISTRUTTURAZIONE SPLENDIDO APPARTAMENTO: Soggiorno con camino, cucina abit, 2 letto, studio, doppi servizi e garage possib posto auto. ottime e ricercate finiture. Euro 390.000 tratt.

VIA SAN GIOVANNI

IN PALAZZINA DI POCHE UNITÀ DI RECENTE COSTRUZIONE APPARTAMENTO: soggiorno, cucina, 1 letto, bagno, 2 ampi balconi, cantina. Ottime finiture.Euro 140.000 tratt.

PIAZZA CAVALLI VIC.ZE

IN CASA D'EPOCA DI RECENTE RISTRUTTURAZIONE AMPIO BILOCALE CON TERRAZZO E GARAGE: soggiorno, cucinotto, 1 letto matr., antibagno + bagno c/finestra. Ottime finiture. Soffitto a cassettoni. Euro 200.000 + box

C.SO VITT. EMANUELE

CASA COMPLETAMENTE RISTRUTTURATA COMPOSTA DA 3 MINI APPARTAMENTI DI MQ. 60 C.A L’UNO, CORTILE DI PROPRIETÀ E TAVERNA C/SERVIZIO. GIÀ A REDDITO. Euro 280.000

LA VERZA

IN QUADRIFAMILIARE SPLENDIDO APPARTAMENTO SU 2 LIVELLI CON TERRAZZO: ampio soggiorno, cucina abit., sala pranzo, 3 letto, doppi servizi, garage doppio e posto auto coperto. OTTIME E RICERCATE FINITURE. Euro 250.000

IN CONDOMINIO SIGNORILE AL PIANO ALTO APPARTAMENTO CON TERRAZZO: soggiorno, cucina abit., 1 letto matr. + studio, 1 bagno, ripostiglio, cantina e grande garage. Buonissime finiture. Euro 200.000 + garage

ZONA CHEOPE

IN CONDOMINIO SIGNORILE AL PIANO ALTO LUMINOSISSIMO APPARTAMENTO: ampio soggiorno, cucina abit., 2 letto, bagno, ripostiglio, 2 balconi, cantina e garage. Buonissime finiture. Euro 280.000

PIAZZA CAVALLI VIC.ZE

AL PIANO ALTO APPARTAMENTO DI MQ. 200 CON SUGGESTIVI AFFACCI : ampio salone, tinello, cucina, 3 letto matr., studio, doppi servizi, cantina e garage. Info in ufficio

VIA S. EUFEMIA VIC.

B.RA GENOVA VIC.ZE

posizione tranquilla VILLA COMPOSTA DA 2 APPARTAMENTI + AMPIO BILOCALE: la villa è di recente ristrutturazione, gli appartamenti in ottime condizioni sono di mq 140 ca l’uno composti da: salone, cucina abit, 2 letto matrim, doppi servizi, lavanderia e terrazzi. Ampio giardino circostante, 3 garage. Informazioni esclusivamente in ufficio

ROTTOFRENO

IN PALAZZINA DI RECENTE REALIZZAZIONE APPARTAMENTO CON GIARDINO E TERRAZZO: Ingresso, ampio soggiorno con cucina a vista, 2 letto, bagno, ripostiglio, cantina e garage. Euro 150.000

BORGONOVO CENTRO

IN PALAZZINA FRONTE GIARDINI APPARTAMENTO: soggiorno, cucina abit., 2 letto, doppi servizi, 2 balconi, cantina e garage. Ottime finiture. Euro 160.000

VIA SANTA FRANCA IN SIGNORILE CONDOMINIO COMPLETAMENTE RISTRUTTURATO disponiamo di appartamenti di varie metrature con terrazzo, SPLENDIDO ATTICO CON AFFACCIO SUL CENTRO STORICO E GARAGE; ottimo capitolato con possibilità di scelta finiture. Ulteriore opportunità di acquisto di immobili già a reddito o al rustico. Informazioni in ufficio

TRAVO VIC.ZE

IN POSIZIONE PANORAMICA VILLETTA CON GIARDINO DI MQ. 1000 CA: soggiorno, cucina a vista, 3 letto, doppi servizi. Buone finiture. Euro 200.000 tratt.

GOSSOLENGO

IN QUADRIFAMILIARE DI RECENTE COSTRUZIONE APP.TO al 1° e ultimo piano: soggiorno, cucina, 2 letto, bagno, balconi e garage doppio. ottime finiture. Euro 180.000 tratt.

TRAVO

VEGGIOLETTA AFFITTASI

CAPANNONE di mq 780, recente costruzione con uffici, spogliatoi e servizi. AREA ESTERNA DI MQ 1200 Seminterrato di mq 200. Altezza mt 6,50 , ganci carro ponte, 5 portoni, 2 ingressi di 8 mt. OTTIME CONDIZIONI. Informazioni in ufficio

GOSSOLENGO

IN SIGNORILE CONTESTO APPARTAMENTO COMPLETAMENTE ARREDATO DI MQ. 90 CA C/INGRESSO INDIPENDENTE:Soggiorno c/terrazzino, cucina abit, 1 letto matr. (poss 2) bagno grande, posto auto. Ottime e ricercate finiture: parquet, pietra, mosaico di bisazza. Euro 155.000

BESURICA

VILLETTA CON GIARDINO IN POSIZIONE TRANQUILLA: soggiorno, cucina abit, 2 letto matr., doppi servizi, taverna, lavanderia, ampio garage. OTTIME CONDIZIONI. Euro 235.000

IN CENTRO PAESE AFFACCIATA SUL TREBBIA VILLETTA composta da: ampio soggiorno con camino, cucina abit., 3 letto, tripli servizi, oltre a mansarda, seminterrato e 2 garage. Giardino antistante. Buone condizioni. Euro 250.000 tratt.


14

CRONACA DI PIACENZA

Giovedì 1 maggio 2008

AL CENTRO GIOVANILE SPAZIO 4.

CAMMINIAMO INSIEME.

..

..

Festa studentesca: tre concerti, il balletto di Artedanza e giochi interattivi

"Quattro passi in Città", visita guidata alla chiesa di San Sisto

■ (ch.cec.) In un tardo pomeriggio primaverile lo Spazio 4 si è animato. Un luogo comunale pubblico, aperto ai giovani dove ieri pomeriggio i ragazzi delle scuole superiori piacentine si sono dati appuntamento davanti al palco che ha ospitato i concerti dei tre gruppi ET3 Gang, Noise Pollution e The Iron Phoenix. Musica alternata a giochi interattivi come "codice cercasi", per trovare e formare tra i presenti un gruppo, sulla base di etichette uguali precedentemente sparse nelle scuole. I numerosi partecipanti hanno inoltre assistito al balletto di danza moderna offerto dalle allieve della Scuola Artedanza di Piacenza. I ragazzi, al termine delle attività all’aperto, dove erano presenti banchetti di Legambiente, Emergency, Lila e Informagiovani, sono stati ristorati dai cibi e dalle bibite del gratuito aperitivo.

■ “Quattro passi in Città” era l’appuntamento di ieri di Camminiamo Insieme che ha portato i partecipanti non di corsa, ma a passeggio - con ritrovo in Piazza Cittadella di fronte a Palazzo Farnese - e successiva visita alla chiesa di San Sisto. Dopo l’esperienza positiva delle scorse stagioni Uisp Piacenza ha organizzato per tutti i cittadini/e over 55 un nuovo ciclo di passeggiate nei parchi della nostra città. L’attività prevede 7 incontri settimanali della durata di un’ ora che si svolgono tutti i mercoledì a partire dal 26 marzo alle ore 15. L’iniziativa è un corollario dell’attenzione che UISP dedica da anni ai suoi “ragazzi over 55”, per cui terminate le lezioni di ginnastica dolce in palestra, gli Istruttori UISP si uniscono ancora una volta al sempre più numeroso gruppo di persone che amano continuare a fare “sport per tutti” in un contesto naturale.

In scaletta ieri c’erano anche i concerti di tre gruppi musicali

La visita guidata in San Sisto [foto Cravedi]

Allodi,in un incontro di ieri a Parma,è stato chiaro:la situazione nella Pianura padana è seria Era tra i fondatori del Fronte d’Azione

Emergenza idrica, Piacenza soffre

Addio all’avvocato che difese il Tricolore

Il presidente di Enìa:il rischio di rimanere a secco è alto Domani i funerali di Arnaldo Elia .AL MUNICIPALE.

Ultimi biglietti gratuiti per lo spettacolo “Gocce” di lunedì Ultimi giorni per la prenotazione gratuita dei biglietti per lo spettacolo teatrale “Gocce”, in programma lunedì 5 maggio alle ore 21 al Teatro Municipale. “Gocce”, una produzione Manicomics Teatro – Enìa s.p.a. in collaborazione con il Comune di Piacenza, è uno spettacolo teatrale sul tema dell’acqua pensato come momento per stimolare una cultura dell’acqua e una più forte consapevolezza del valore di questa preziosa risorsa, della sua priorità per la vita e per le attività dei nostri territori. La sceneggiatura dello spettacolo è scaturita anche dalle sollecitazioni del laboratorio didattico-creativo realizzato con gli studenti delle scuole primarie del territorio di Piacenza, Parma e Reggio Emilia. Quindici le classi coinvolte sui tre territori. A Piacenza hanno collaborato al progetto: la 5D della “Pezzani”, la 4B della “Giordani”, la 4A della “Carella”, la 4A della “De Amicis” e la 5^ della Scuola di Mucinasso-Piacenza. La scena si svolge nell’anno 2025. In un paesaggio desolato e arido due uomini provenienti da paesi diversi si incontrano davanti ad un albero smunto. Sarà l’inizio di una guerra? Per le prenotazioni è necessario contattare le Relazioni Esterne Enìa di Piacenza al n. 0523.549910 oppure all’indirizzo e mail: comunicazione.pc@eniaspa.it

Emergenza idrica nella pianura padana: Parma e a Piacenza le più a rischio. Il presidente di Enìa Andrea Allodi, in occasione di un incontro tenutosi ieri nella città ducale, è stato esplicito: «La situazione nella Pianura padana e’ molto grave - ha affermato il numero uno di Enìa -. Delle tre province in cui opera Enia, Reggio Emilia è quella che sta un po’ meglio mentre a Piacenza e Parma il problema è serio. Il rischio di rimanere a secco è alto perchè l’acqua è una risorsa sempre più scarsa». Allodi, proseguendo sull’argomento dell’emergenza idrica, ha quindi aggiunto che «negli ultimi anni, con sempre maggiore frequenza, a fine estate ci chiediamo se riusciremo a farla arrivare in alcune zone». Chiara la posizione espressa dal presidente di Enìa: «Servono - ha detto - interventi strutturali». A partire, secondo Allodi, da una «riqualificazione del ciclo idrico del territorio e quindi una revisione delle modalità con cui viene distribuita l’acqua». Sempre in base alle dichiarazioni del numero uno della multiutility, infatti, «non è più

Allodi: Reggio meglio, mentre a Piacenza e Parma il problema è serio, occorrono interventi strutturali sostenibile invertire il ciclo naturale e quindi spendere soldi e consumare energia per portare l’acqua dalla pianura alla montagna quando invece cade dall’alto. L’acqua deve essere raccolta in caduta e distribuita». Il rischio, diversamente, che cospira dietro l’angolo sarebbe

35%, mentre in quella in superficie, ad esempio del Taro, i nitrati presenti sono al massimo all’1,5%. Cio’ comporta ulteriori spese per la depurazione. Enia consuma 400 milioni di chilo watt all’ora per pulire l’acqua». red.cro.

.UNA PATOLOGIA IN CRESCITA .

Morbo di Alzheimer, sei lezioni per capire e convivere con i malati L’Alzheimer colpisce sempre più persone, acuendo una situazione in crescita a livello esponenziale, che anche il presidente dell’associazione Alzheimer Piacenza, Andrea Gelati descrive come «una malattia che coinvolge e destabilizza oltre al malato anche i familiari». Ed è stato proprio Gelati, l’altra sera nel corso della riunione annuale per l’approvazione del bilancio conclusivo dell’associazione, a sottolineare la rilevanza sociale della patologia. Ad ascoltarlo e ad intervenire al dibattito che è seguito alla presentazione dei progetti futuri, erano presenti dieci dei cento soci dell’associazione. I soci che si sono dati appuntamento nei locali della sede di via Mazzini, pur volendo rimanere nell’anonimato, hanno voluto condividere le sofferenze e le difficoltà di vivere la quotidianità con una persona affetta dal morbo di Alzheimer. «Una vita che spesso si è costretti a condurre nella solitudine dei legami famigliari - ha

commentato una signora - e nell’esclusione da una socialità, per la quale non si ha più ne tempo ne serenità di assaporare». Un signore presente alla riunione ha sottolineato «la sensazione che si ha di essere abbandonati dalle istituzioni». Un sentimento condiviso dalle altre persone che hanno testimoniato come nel momento in cui si conosce la diagnosi del familiare, non ci sia un percorso indicato «ma spesso - ha aggiunto un’associata - bisogna capire come districarsi tra le diverse cure e gli specialisti presenti nel territorio». E sebbene le cause della malattia siano ancora ignote e non esista una cura miracolosa, «riteniamo importante - ha dichiarato il presidente Gelati a nome dell’associazione - il supporto sia logistico, economico e soprattutto psicologico dei familiari dei malati». Azioni e battaglie che l’associazione piacentina promuove da tempo attraverso campagne informative, sensibilizzative e so-

Lettera della Fand,federazione associazioni nazionali disabili

«Disabili considerati utenti di “serie B” sugli autobus della nostra provincia» La Fand, federazione associazioni nazionali disabili, ritorna ad occuparsi di mezzi pubblici e lo fa con una lettera aperta in cui chiede all’azienda Tempi di prendere in considerazione alcune loro richieste. «Nel corso dell’ultima riunione, del 29 aprile scorso, partendo dall’osservazione di alcune realtà vicine al nostro territorio, come ad esempio la Lombardia, siamo arrivati a formulare una serie di richieste - ha spiegato Luigi Novelli, presidente della Fand di Piacenza Intendiamo , in particolare, sollecitare l’ente Provincia a considerare l’opportunità di adottare una Carta di Trasporto da riservare: a ciechi e ipovedenti, sordomuti, invalidi civili al 100% e invalidi per servizio. Secondo la nostra proposta questa carta dovrebbe esser concessa sotto forma di abbonamento annuale per tutti i residenti della provincia ad un costo simbolico, per dare la possibilità a queste persone di muoversi liberamente sul nostro territorio. Per non creare problemi a pendolari e studenti si potrebbe anche limitare l’utilizzo dei mezzi al di fuori delle fasce orari di punta». «Avere qualche utente in più nelle ore in cui i mezzi girano solitamente vuoti - prosegue Novelli - non credo rappresenti un problema per l’azienda. Per quando riguarda l’azienda di trasporto pubblico abbiamo due richieste che avevamo inoltrato da tempo e che purtroppo non sono ancora state ascoltate. Prima tra tutte quella dell’adeguamento delle porte d’accesso dei mezzi di trasporto in conformità alla legge handicap 104/92, che prevede l’introduzione di sistemi per agevolare la salita alle persone con difficoltà di deambulazione. In questo modo le persone con difficoltà motorie sarebbero indipendenti e non dovrebbero chiedere, come succede oggi, aiuto ad altri. La seconda questione è quella della pubblicazione dell’elenco del sistema di tariffe agevolate che

rappresentato dall’abbassamento delle falde: «A settembre 2007 erano diminuite di 9 metri». Con un dato sorprendente per i profani: l’acqua di falda sarebbe infatti molto più inquinata di quella in superficie». Dice Allodi: «In falda la presenza di nitrati arriva al

Lutto nel mondo del foro piacenti- da così Maurizio Callegari per il no. È morto l’altro giorno nella cli- Fronte d’Azione - che a un certo nica Sant’Antonino l’avvocato Ar- punto si era ritirata a vita privata. naldo Elia. Penalista, l’avvocato Fu il primo a prendere pubblicaElia, oltre alla professione che lo mente posizione sull’esposizione portava a vestire la toga, era spin- del tricolore dagli edifici pubblici to anche da una grande passione e condusse una battaglia affinché la bandiera venisse efcivile che lo ha portato fettivamente esposta». spesso ad occuparsi Incallito censore dalla della vita della città. pagine delle lettere di La sua passione lo aveLibertà, l’avvocato Eva fatto entrare in prilia partecipava attivama persona nella lista mente alla vita del che, appoggiata dal quartiere nel quale aFronte d’Azione, dalbitava: la zona della l’associazione culturastazione ferroviaria. le La Lupa e della Fiamma Tricolore, a«Eravamo andati asveva sostenuto la cansieme dal prefetto didatura a sindaco di continua Callegari - a Pietro Zoncati nel portare le 1.300 firme L’avvocato 2002. L’anno precedenper chiedere più sicuArnaldo Elia te aveva dato il suo rezza per i Giardini contributo fondamentale alla fon- Margherita». Tra le sue passioni dazione del Fronte d’Azione per il c’era quella per gli animali. Molquale aveva redatto l’atto costitu- ti lo ricorderanno mentre portativo, datato 30 giugno 2001. Abita- va a passeggio il suo cagnolino. I va in via Genocchi. «Era una per- funerali si terranno domani, 2 sona molto disponibile - lo ricor- maggio, alle ore 16

Luigi Novelli e (a lato) la prova bus per un disabile. Gli invalidi lamentano la difficile accessibilità dei mezzi

.UN CHILO DI SOLIDARIETÀ .

Sabato e domenica riso in offerta per il progetto di Africa Mission Torna l’iniziativa di solidarietà di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo “Quando il riso fa bene…". C’è anche Piacenza, tra le 700 piazze italiane che sabato 3 e domenica 4 maggio saranno coinvolte nell’iniziativa "Abbiamo riso per una cosa seria", promossa dalla Federazione Focsiv cui aderisce, nella nostra città, Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo. Dalle 9 alle 19 di sabato e dalle 9 alle 13 di domenica, presso lo stand all’angolo tra via Cavour e via piazza Cavalli, a fronte di un contributo di cinque euro si potrà avere una confezione da 1 kg di riso thai certificato Fairtrade - dunque appartenente al circuito equo e solidale - prodotto in Thailandia. Il ricavato dell’iniziativa permetterà di sostenere il progetto "Taglio e cucito" che Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo porta avanti a Loputuk, in Uganda: un corso di formazione rivolto alle donne, e insieme corsi di educazione alla salute e di alfabetizzazione. usufruiscono di contributi regionali. Ad oggi infatti negli sportelli di Tempi nessuno sa dire a quando ammonta la cifra degli abbonamenti speciali, cioè quanto della cifra totale paga l’utente e quanto invece e finanziato dalla regione». Oltre a vigilare sulle situazioni critiche la Fand si occupa anche di divulgare le buone notizie. «Lo scorso 23 aprile è stato firmato un decreto con i nuovi livelli essenziali di assistenza - ha comunicato il segretario della

Fand Francesco Fornaciari nel documento è contenuto il complesso delle prestazioni e dei servizi che gli invalidi possono richiedere al Servizio Sanitario Nazionale . La buona notizia e che con questa nuova normativa le agevolazioni sono aumentate, in particolare per la richiesta di protesi e di prestazioni mediche, con una attenzione particolare anche alle cure termali che finalmente vengono considerate con il giusto peso». Arianna Groppi

prattutto di sostegno. «Stiamo portando avanti diversi progetti tra i quali - ha spiegato Andrea Gelati - il corso di formazione rivolto ai familiari e a chi si prende cura dei pazienti affetti da demenza». Un progetto che si sviluppa in sei incontri, in ognuno dei quali verrà affrontato un tema specifico con l’aiuto di persone competenti, spesso medici. Il corso inizierà il prossimo 6 maggio con l’analisi dell’argomento “Le demenze: criteri diagnostici”, dove interverrà il dottore Sergio Cammarata, per proseguire il 13, il 20, il 27 maggio ed il 3 e 10 giugno. «Il corso, che si terrà nella nostra sede - ha concluso Gelati - realizza la nostra volontà di soci e soggetti che vivono da vicino la malattia di un amico o un parente, di perseguire una formazione permanente che diffonda capacità e competenze tra i familiari dei malati e nel territorio». Chiara Cecutta

Un momento dell’incontro [foto Franzini]


CRONACA DI PIACENZA

Giovedì 1 maggio 2008 (sim.seg.) La buona notizia è che stavolta l’inflazione tendenziale - e cioè di un anno - a Piacenza è rimasta sotto a quella nazionale (+ 3 per cento all’ombra del Gotico, 3,3 per cento in Italia). La notizia meno entusiasmante, tanto per non allontanarsi dal recinto delle ultime rilevazioni, è che l’aumento mensile dei prezzi a Piacenza è stato dello 0,2 per cento, 0,1 per cento la variazione nazionale. Apparenti contraddizioni, toccherà agli esperti spiegare se di ciò si tratta. Aprile, secondo l’anticipazione dell’indice provvisorio dell’Istat, fotografa per Piacenza una situazione sostanzialmente di stallo del carovita, pur a livelli di tutto rispetto. E anche se, all’interno dei singoli comparti, diverse voci continuano a tendere verso l’alto, con

15

prile alla voce dei servizi sanitari (compensati, ma solo a livello di medie, dalla diminuzione del costo di diversi farmare). Particolarmente doloroso maci): tra marper le tasche delle famiglie anche di zo ed aprile, a Piacenza il minisalasso provocato Piacenza, l’apdalle spese per la casa: energia e Raffaella Guelmi, l’assessore comunale combustibili, visto che in un mese Katia Tarasconi e Sandro Busca [f. Cravedi] parecchio per l’aerosol è rinsoltanto l’energia elettrica è cresciuta del + 3,3 per cento, il gas per cuocere i cibi carato del +4,6 per cento, l’onorario dell’ocudel 3,9 per cento, il gas per riscaldamento del lista privato è del 2,7 per cento, l’apparecchio ortodontico del + 2,9 per cento, l’ecografia è + 4,2 per cento. Aumenti importanti si sono registrati ad a- salita di un + 2,6 per cento.

ISTAT - Inflazione allo 0,2 per cento mensile:più cari farina,pesce,gas,oculista

Aprile non rallenta la corsa dei prezzi dei documenti anagrafici (- 42 per cento). Perchè, dall’ultimo mese, è possibile ottenere la carta d’identità sia nella più economica versione del passato, quella in carta, sia nel formato elettronico. Nei prodotti di spesa quotidiana, rispetto soltanto ad un mese fa, sono rincarati la pasta all’uovo (+ 2,6 per cento), la farina di frumento (+ 4,5 per cento), il pesce fresco (+ 5,7 per cento quello d’acqua dolce, + 2,3 per cento di

conseguente aggravio delle spese delle famiglie. Ieri in municipio si è tenuta la consueta riunione della commissione prezzi, a cui è seguito l’incontro Istat con l’assessore Katia Tarasconi e Raffaella Guelmi (Ufficio Statistiche); all’incontro era presente anche il segretario provinciale Cisl Sandro Busca. L’unica significativa diminuzione di prezzo, per Piacenza, ad aprile è risultata quella

Parte la nuova stagione di ferie per la terza età:Adriatico e mar Ligure tra le mete,ma anche Turchia e Egitto

ESTATE FUORI CITTÀ

Soggiorni per anziani, la carica dei 1900 Al via martedì le prenotazioni, prime partenze il 3 giugno .IL PROGRAMMA COMPLETO 2008 .

Tredici i periodi di vacanza ■ Cavi di Lavagna Hotel Real Park: dal 15 giugno al 28 giugno. ■ Bordighera Hotel Savoy: dal 3 giugno al 17 giugno; dal 17 giugno al primo luglio; dal primo luglio al 15 luglio; dal 2 al 16 settembre; dal 16 al 30 settembre. ■ Lignano Pineta Hotel Mimosa dal 30 maggio al 14 giugno; dal 14 al 28 giugno; dal 28 giugno al 12 luglio; dal 12 al 26 luglio; dal primo al 15 settembre. ■ Vieste Hotel Oasis Beach: dal primo settembre al 15 settembre. ■ Torre Pedrera Hotel Ben Hur: dal 14 al 28 giugno; dal 26 luglio al 9 agosto. ■ Cattolica Hotel Milton: dal 28 giugno al 12 luglio; dal 12 luglio al 26 luglio; dal 26 luglio al 9 agosto; dal 20 agosto al 3 settembre. ■ Dalmazia Hotel Niko: dal 12 al 26 luglio. ■ Gabicce Mare Hotel Lidia: dal 15 giugno al 29 giugno; dal 29 giugno al 13 luglio; dal 13 luglio al 27 luglio; dal 27 luglio al 10 agosto; dal 10 agosto al 24 agosto; dal 24 agosto al 7 settembre; dal 7 set-

tembre al 21 settembre. ■ Gabicce Hotel Rex: dal 16 giugno al 30 giugno; dal 14 luglio al 28 luglio; dal 20 agosto al 3 settembre. ■ Igea Marina Hotel Florida: dal 6 luglio al 20 luglio; dal 20 luglio al 3 agosto. ■ Valverde di Cesenatico Hotel Terrasse: dal 22 giugno al 16 luglio. ■ Varazze Hotel Ideale: dal 15 al 29 settembre. ■ Molina in Val di Fiemme Hotel Italia: dal 21 giugno al 5 luglio; dal 5 luglio al 19 luglio; dal 19 luglio al 2 agosto. ■ Passo dell’Aprica Park Bozzi: dal 13 luglio al 27 luglio; dal 27 luglio al 10 agosto. ■ Moena Hotel Vallechiara: dal 7 luglio al 21 luglio. ■ Cerignale in Valtrebbia Hotel Del Pino: dal 27 giugno all’11 luglio; dall’11 luglio al 25 luglio; dal 25 luglio al 8 agosto; dal 18 agosto all’1 settembre. ■ Fiera di Primiero - Trento Hotel Relais Orsingher: dal 12 luglio al 26 luglio. ■ Pinzolo

Hotel Olimpic Royal: dal 29 giugno al 13 luglio. ■ Lutago - Valle Aurina Alto Adige Hotel Schwartzbachhoff: dal 28 giugno al 12 luglio. ■ Chianciano Terme Hotel Cristallo: dall’1 al 15 luglio. Hotel Giglio: dal 15 al 29 luglio. Hotel Giglio: dal 16 al 30 settembre. ■ Montecatini Hotel nuovo Savi: dal 15 al 29 giugno. Hotel Florio: dal 21 settembre al 5 ottobre. ■ Sciacca (Sicilia) Hotel club Lipari (viaggio in aereo): dal 10 al 24 ottobre. ■ Ischia: dal 29 settembre al 12 ottobre. Hotel Conte: dal 29 settembre al 12 ottobre. Hotel Royal terme ■ Corfu (Grecia) Hotel Messonghi Beach: dal 23 agosto al 6 settembre. Turchia - Tabarka Sea club dair ismail: dal 19 settembre al 10 ottobre. ■ Maiorca Palmira Cormoran:dal 7 al 21 settembre ■ El Quseir (Egitto) Hotel Flamenco: dal 22 settembre al 6 ottobre.

Mar Adriatico, Liguria, Trentino o Sicilia. Località termali Montecatini, Chianciano, Ischia - e trasferte all’estero: Grecia, Egitto, Turchia, Maiorca. Sono al via da martedì 6 maggio le prenotazioni per la nuova stagione di vacanze estive per la terza età promossa dal Comune di Piacenza. Un appuntamento che ogni anno coinvolge un bacino di circa 1900 presenze, considerando solo il periodo estivo, che va incontro agli anziani in quanto le tariffe sono a costi contenuti. Prime partenze il 3 giugno (Cavi di Lavagna), ma il programma proseguirà fino ad ottobre. Ieri l’assessore ai Servizi sociali del Comune, Giovanna Palladini, insieme al responsabile del servizio, Giulio Rancati, hanno dato il via al rinnovato progetto di soggiorni climatici per anziani e adulti inabili; partner tecnico, l’agenzia viaggi Zodiaco, dove ognuno di coloro che vorranno aderire si dovrà presentare per la prenotazione secondo le seguenti modalità, dopo che Palazzo Mercanti ha già inviato 4.500 lettere ai possibili utenti del servizio. Tutti coloro che hanno già partecipato a qualche vacanza organizzata dal Comune (anche una sola volta) stanno ricevendo a casa, via posta, un tagliando con allegato il programma dell’Estate 2008, nel quale è indicato il giorno e l’ora in cui, chi è interessato, potrà presentarsi all’Agenzia Viaggi dello Zodiaco per prenotare un turno fra quelli disponi-

.LA CURIOSITÀ.

Nonni e nipoti: i bambini pagano metà tariffa Torna anche per l’edizione 2008 la formula Nonni & nipotini: ovvero, taglio del 50 per cento della tariffa di soggiorno per il bambino (fino a 12 anni di età). Una formula, hanno descritto ieri i responsabili, sorta per rispondere ad una esigenza emersa in questi ultimi anni, nei quali si è valorizzata sempre più la figura dei nonni quale primo sostegno alle nuove famiglie formate dai figli e dalle figlie nella cura anche quotidiana dei nipotini. «Abbiamo mantenuto questa formula che, proprio al termine dell’impegnativo anno scolastico - ha spiegato Rancati - consente di far trascorrere il tradizionale periodo di riposo e gioco al mare insieme a nonni e nipoti a costi contenuti. Infatti nel 2008 oltre alla Romagna sono presenti anche destinazioni in Liguria e Trentino per complessive 5 diverse località di villeggiatura con 7 differenti turni. La cosa interessante è che ci siamo attivati per far sì che questa possibilità gravasse molto poco sulle tasche delle famiglie, così come le proposte riservate alla terza età si distinguono anche per l’aspetto economico».

Il responsabile del servizio Giulio Rancati e l’assessore Giovanna Palladini [f.Cravedi]

no prestabilito, può telefonare, spiegando il suo caso, all’Agenzia Viaggi dello Zodiaco (Via Manfredi 12, Tel. 0523.713477). Chi infine non avesse ricevuto a casa la lettera con la prenotazione, può chiamare l’Ufficio Attività Promozionali del Comune, Via Taverna 39, tel 0523-492724. Coloro che invece non hanno mai partecipato ed intendono farlo per la prima volta, potranno recarsi, senza alcuna formalità, sempre presso l’Agenzia Viaggi dello Zodiaco in via Veneto 13/a il 7 maggio dalle 9,00 alle 12,30 e il 9 maggio dalle 15 alle 17. I soggiorni sono riservati ai piacentini residenti di almeno 57 anni (donne) e 60 (se uomini). Possono partecipare anche persone più giovani se in condizioni psicofisiche svantaggiate. Simona Segalini

L’assessore Palladini: questo servizio mira a prevenire l’insorgere di situazioni di emarginazione bili. Il tagliando è personale e non cedibile e comunque consente la prenotazione per due o più persone che decidano di partire insieme alloggiando nella medesima camera. La prenotazione può anche essere fatta da un familiare od un amico, purché si presenti con il tagliando dell’interessato ed un documento dello stesso. Se, il titolare del tagliando non avesse nessuna possibilità di iscriversi nel gior-

Ieri al liceo di viale Risorgimento il sindaco ha incontrato le due delegazioni vincitrici

«All’Europa dei giovani l’Italia la portiamo noi» Studenti del Gioia e del Respighi portacolori al baby Parlamento europeo Piacenza capitale dei baby parlamentari europei. Sono infatti stati accolti calorosamente e ringraziati, ieri, dal sindaco Roberto Reggi e dall’assessore provinciale al Sistema scolastico Fernando Tribi, i giovanissimi rappresentati di Gioia e Respighi che, dopo aver superato le sedute nazionali, rappresenteranno l’Italia nelle sessioni dello Youth Parliament a Rennes e Stoccolma. Ovvia grande soddisfazione per entrambe le parti, scolastiche ed istituzionali. Gli alunni presentati dalla dirigente della struttura di viale Risorgimento Gianna Arvedi - hanno raccontato agli amministratori locali la loro esperienza, chiarendo come si sono svolte le competizioni selettive cui hanno preso parte, separatamente, a Livorno e Bologna. Mesi di preparazione e studio culminati nel più bel sogno che si potesse sperare. «La risoluzione ci chiedeva come sviluppare la ricerca scientifica in una dimensione più europea - rileva un esponente della delegazione dello scientifico, Lorenzo Bacchi -, e come aiutare i Paesi membri meno sviluppati a raggiungere il livello di Europa, Giappone e Stati Uniti. I punti salienti della nostra proposta, quindi, sono stati il Settimo programma quadro della ricerca, che si propone di creare politi-

Le due delegazioni piacentine hanno primeggiato nelle selezioni nazionali di Livorno (Respighi) e Bologna (Gioia) [f.Cravedi]

che comuni per ridurre al minimo il dispendio economico e finalizzare al massimo i risultati ottenuti, creando una collaborazione tra i ricercatori comunitari, mettendo loro a disposizione i migliori laboratori per chi ha un progetto più avanzato, valorizzando anche gli studiosi più giovani». Il dibattito, rigorosamente in francese ed inglese, si è dipanato attraverso un serrato confronto dialettico tra i gruppi candidati, ognuno con le proprie idee, con la confutazione reciproca delle tesi. Medesimo, splendido, successo bolognese per il Gioia: «La nostra risoluzione aveva come te-

ma il welfare state - illustra Anna Stella Poli, studentessa referente di delegazione -. Abbiamo scelto di focalizzare l’attenzione sui problemi che ci interesseranno direttamente, come l’occupazione femminile, la mobilità e la parificazione dei diplomi a livello europeo». Il prossimo passo, dunque, tra qualche mese, vedrà gli studenti piacentini - a Stoccolma e Rennes - confrontarsi con colleghi provenienti da 33 nazioni europee, per dieci giorni, con la possibilità di redigere una risoluzione da sottoporre al Parlamento "dei grandi". «Voglio fare i complimenti a voi ed ai vostri insegnanti - si congratula il

primo cittadino -, è una gioia per tutta la città il vostro risultato. Questo segnala il livello di qualità della scuola piacentina, anche al di là delle mura». Concorde Tribi, che ha sottolineato la grande opportunità per «affrontare il futuro». La preside Arvedi, poi, auspica che «la bellissima esperienza serva anche a tutti gli altri studenti». Alle delegazioni vincitrici, in riconoscimento, sono stati consegnati dei dvd, rappresentanti la sessione italiana del Parlamento dei giovani svoltasi a Piacenza lo scorso anno, ed una guida della Provincia. Alessandro Rovellini

Offerte dall’1 al 14 maggio

grandi marche piccoli prezzi Pasta di semola BARILLA vari formati O SCONT gr. 500 %

20

Sopra, Maria Grazia Binaghi, Domenico Grassi e Marinella Riscassi, all’incontro di presentazione delle iniziative in calendario per tre giorni [f.Bellardo]

Amano, confortano, lavorano, salvano. In quattro verbi, cent’anni di crocerossine. E’ tutto pronto, infatti, per le celebrazioni della Giornata mondiale della Croce rossa che, nel 2008, cade nel centenario di fondazione del Corpo delle infermiere volontarie. Un’occasione importante, nel solco di una tradizione di umanità e universalità in vita dal 1908, 44 anni dopo la nascita della Cr. Ieri, nella sede di viale Malta, sono stati presentati gli eventi che animeranno il weekend. Si parte domani, alle 21, al President, con il concerto del "Nicolini Sound 95 Gospel Choir". Sabato, invece, in una prassi di riconoscimento virtuosa e comune a tutte le città italiane, verrà intitolata alle crocerossine l’area verde di via Grandi, alla presenza del sindaco Roberto Reggi. Domenica, poi, la giornata clou: alle 10 e 30 messa in piazza Cavalli,

con il saluto di varie autorità e l’inaugurazione, nella Pmi allestita per l’appuntamento, di una mostra fotografica dedicata alle infermiere volontarie, seguita dalla consegna del "Premio della bontà". Al pomeriggio, dalle 15, il "Gruppo Pionieri" intratterrà bambini e ragazzi con giochi ed animazioni. Per tutto il giorno, in altri due gazebo, sarà possibile effettuare il controllo gratuito di glicemia, colesterolo, pressione, saturazione e frequenza cardiaca. Alla sera, infine, i festeggiamenti si concluderanno al circolo "Music land" di Sant’Antonio. Alla presentazione della manifestazione hanno partecipato Domenico Grassi, presidente provinciale Cri, Mariagrazia Binaghi, ispettrice del comitato femminile e Marinella Riscassi, parigrado delle infermiere volontarie. rover

O SCONT

35

%

min.

min.

.CROCE ROSSA, DA DOMANI LE CELEBRAZIONI PER LA GIORNATA MONDIALE .

I giardini di via Grandi intitolati ai cent’anni delle crocerossine

Invernizzina INVERNIZZI gr. 500

0

64

,

PREZZO SCONTATO

Al kg. € 1,28

Olio extra vergine di oliva Le macine CARAPELLI ml. 1000

3

50

,

PREZZO SCONTATO

Al kg. € 7,00

Carte d’Or Selection ALGIDA vari gusti gr. 500 O SCONT

O SCONT

30

%

30

%

min.

min.

3

90

,

PREZZO SCONTATO

2

40

,

PREZZO SCONTATO

Al kg. € 4,80

PIACENZA V.le S. Ambrogio, 31 tel 0523-305439 SAN GIORGIO PIACENTINO Via Cavour, 3 tel 0523-370185 SAN NICOLÒ Via Curiel, 5 tel 0523-761343 VIGOLZONE Via Roma, 114 tel 0523-879482


Provincia

Fax: 0523-347.977

e-mail:provincia@liberta.it

Giovedì 1 maggio 2008 - Pagina 16

«Cercate il bene comune»

Basi aperte all’entusiamo

Truffe, aiuto agli anziani

Un centinaio di amministratori comunali si sono riuniti nel castello di Rivalta per incontrare il vescovo, Gianni Ambrosio. Incontro rivolto agli amministratori dei Comuni appartenenti al vicariato della bassa e media Valtrebbia e Valluretta. Ambrosio ha voluto mettere l’accento sull’importanza di impegnarsi a favore del [DELFANTI A PAGINA 18] bene comune.

Si sono sentiti protagonisti, non hanno mai avuto momenti improvvisati, hanno potuto giocare come ormai i bambini non sanno più fare. Tutto questo è stato ed è “Basi aperte”, il progetto di educazione applicata promosso dal settore Specializzazioni dell’Agesci e dal ministero dell’Istruzione terminato nel territorio pia[PLUCANI A PAGINA 18] centino qualche settimana fa.

“Un aiuto agli anziani contro furti e truffe” è il titolo dell’assemblea pubblica che si terrà il 9 maggio, venerdì, alle 15 nella sala consiliare di Fiorenzuola, organizzata dall’amministrazione comunale insieme ai pensionati della Cna (Confederazione nazionale artigianato) di Piacenza e alla Coop consumatori Nord Est. [MENEGHELLI A PAGINA 21]

Gli alberghi rappresentano il quaranta per cento delle strutture ricettive piacentine

PIACENZA - (pin) Nel 2007 sono risultate essere funzionanti 247 strutture turistico-ricettive (compresi 8 campeggi) nel Piacentino, per un totale complessivo di 7.749 posti letto. Prendendo in esame i soli alberghi, questi rappresentano il 40% delle strutture turistiche piacentine, per il 48,5% della capacità ricettiva globale della provincia. Che si concentra nel capoluogo e nella pianura, secondo i dati contenuti nel report 2007 del movimento turistico in provincia, per il 38,5%, pari al 45% dei posti letto complessivamente disponibili sul territorio. Esaminando i dati sulle

Fra gli stranieri dominano i cinesi per viaggi di affari strutture ricettive, nel 2007 sono stati registrati 231.729 arrivi per un totale di 616.373 presenze, per una permanenza media di 2,6 giorni (2,8 per i turisti italiani e 2,4 per gli stranieri) per ciascun turista. Il territorio piacentino si presta a due tipi di vocazioni turistiche: da un lato si afferma come meta di turismo d’affari e di transito per quanto riguarda l’area di città e di

pianura, dall’altro sviluppa la propria capacità attrattiva come destinazione di turismo relax, turismo sportivo e, infine, turismo culturale. Si registra così un’inversione di tendenza della permanenza media, che tende a prolungarsi. Prendendo in esame il territorio piacentino, diviso per aree geografiche, il capoluogo è la destinazione prescelta per quanto riguarda

gli arrivi, così come è di senso positivo la variazione registrata in Valdarda e Valtidone. Resta invariata la situazione in Valtrebbia e Valnure, la pianura presenta un calo del 5%. Tutte le zone, ad eccezione della Valnure, mostrano un andamento di segno positivo delle presenze, che in alcuni casi raggiungono cifre importanti come in Valtidone, che guadagna terreno

rispetto al gap che la separava dalle altre vallate, in grado sempre di presentare valori di permanenza compresi tra i 4 e i 6,5 giorni. Relativamente alle presenze medie, il massimo riportato viene registrato in Valnure con 6,5 giorni, e in Valdarda con 4,7 giorni per turista. Capoluogo e pianura vedono una presenza di due giorni, indicata per un viaggio di affari.

Esaminando la nazionalità dei turisti in visita nel Piacentino, al 61% sono italiani (63% nel 2006). Di questi l’83% preferisce alloggiare in albergo con una permanenza media di 2,4 giorni (2 nel 2006). All’interno del 39% dei turisti stranieri, per la prima volta dominano i cinesi, probabilmente a Piacenza per un turismo d’affari, distanziati per ben 5 punti percentuali dai turisti stranieri finora prevalenti, i francesi, e per 8 dai tedeschi. A seguire, sempre provenienti dal continente europeo, belgi, inglesi, olandesi e svizzeri.

Il bilancio del 2007,nel raffronto con il periodo precedente,è estremamente positivo.«Ma adesso bisogna andare avanti»

PIACENZA CHE PIACE

Turisti raddoppiati nel giro di 8 anni Magnelli:«Incremento malgrado gli anni difficili di crisi diffusa»

PIACENZA - Turismo piacentino, eppur si muove. Settore divenuto, negli ultimi mesi, terreno di scontro politico, ragione per cui ieri, l’assessore provinciale con delega alla promozione del piacentino, Mario Magnelli, ha lasciato che fossero i numeri a parlare. Nell’arco di 8 anni, dal 2000 al 2007, gli arrivi a Piacenza sono cresciuti del 47%, mentre le presenze (i pernottamenti) sono salite addirittura del 59%. Prendendo in esame quest’ultimo aspetto, il 2007 è cresciuto complessivamente del 7% rispetto al 2006, anno che ha pagato la chiusura, in città di due strutture alberghiere. «Il report dell’anno 2007 - dice l’assessore Magnelli, durante la conferenza stampa di presentazione cui ha preso parte anche il dirigente Bruno Bedani - mostra dati estremamente positivi, che rivelano una crescita costante delle presenze di turisti nel nostro territorio, l’unico vero termometro dello stato di salute del turismo piacentino. Che si rafforza, prendendo in esame gli 8 anni compresi tra il 2000 e il 2007, con una crescita degli arrivi a Piacenza del 47%, mentre le presenze sono salite addirittura del 59%. Altro aspetto da sottolineare, il fatto che questi incrementi interessano tutto il territorio, non sono focalizzati su pochi prodotti». «Questo significa - ha proseguito Magnelli - che è stata un’intuizione giusta il voler lavorare su temi incrociati, le città d’arte, la montagna e il relax, il Po, l’enogastronomia nel suo complesso, a maggior ragione perché registriamo un incremento in anni difficili, di crisi diffusa, che ha visto comprimere i consumi non indispensabili, come sono quelli legati al turismo. Questo significa che abbiamo programmato bene, qualificando la nostra offerta turistica. Puntando non solo alla promozione, ma anche alla “vendita”: l’integrazione di questi due aspetti, ai quali i nostri operatori hanno collaborato con una diversificazione dell’offerta, si è rivelata essere vincente. Risultati frutto anche dell’operato del mio predecessore, Vittorio Anelli, a prova che il ruolo svolto dalla Provincia dal 2000 ad oggi per costruire un nuovo sistema turistico è stato di grande rilievo». Entro l’anno - ha detto ancora Magnelli - «faremo un “tagliando” delle linee strategiche definite nel 2005. Ci soddisfa il fatto che dopo tre anni i dati ci diano ragione, ma non vogliamo fermarci: intendiamo lanciare nuovi indirizzi, seguire strade più avanzate. Convinti come sia-

mo che in un settore competitivo come quello turistico non ci si possa adagiare sui risultati ottenuti ma occorra andare avanti». «I risultati positivi ottenuti - ha sottolineato l’assessore al turismo del Comune di Piacenza Paolo Dosi, anch’egli presente in conferenza stampa - sono frutto

della programmazione svolta dalla Provincia, cui compete la delega in materia, e della collaborazione sempre più stretta avviata con il Comune. Piacenza è un terreno che vede ancora ampi margini di scoperta, quindi il cammino che abbiamo di fronte è ancora lungo. Tra le nostre prerogati-

ve figura il valorizzare il circuito museale, che si è recentemente arricchito del nuovo museo di storia naturale, e il rilancio della Ricci Oddi, utilizzando il palazzo ex Enel. Mi auguro che queste opportunità sollecitino operatori privati, per meglio calibrare l’offerta di ospitalità che in città sta

diventando carente, anche in vista di Expo 2015». «Non so se siamo pronti a compiere questo passo - osserva il rappresentante dell’Unione Commercianti e di Asshotel, Alberto Malvicini, presente ieri in conferenza stampa -. Alcuni nostri operatori registrano sold out nel fine settimana, ma

Il report 2007 è stato presentato dall’assessore provinciale Mario Magnelli, durante la conferenza stampa cui ha preso parte anche il dirigente Bruno Bedani. A destra pranzo d’agosto al parco provinciale di Monte Moria [foto Pagani]

Le caratteristiche e l’evoluzione del movimento turistico: le presenze 2007

hanno difficoltà a "coprire" le altre giornate. L’apertura di nuove strutture in città potrebbe creare una crisi del sistema ricettivo, meglio differenziare l’offerta in provincia, ad esempio con agriturismi, e qualificando i servizi già presenti". Paola Pinotti

L’AGENDA DEL TEMPO LIBERO CALENDARIO OGGI, GIOVEDÌ 1° MAGGIO BOBBIO - Al cinema le Grazie commedia dialettale “Pr’amour o par forsa” con la compagnia “Ar teator dra Familia Bubièiza” BORGONOVO - Pedalata ecologica: partenza alle 15 da piazza della Rocca CALENDASCO - Al Biffulus (Guado di Sigerico) stamattina partita di rugby per i bambini. Nel pomeriggio sfide di rugby per grandi CASTELLARQUATO - Mostra mercato del cane CASTELSANGIOVANNI - Alle 10 presso la caserma dei carabinieri, messa per i lavoratori dedicata alle forze dell’ordine FARINI - Prima fiera della torta di patate. Ore 10 inaugurazione alle 10 e 15 presentazione del progetto sulla filiera della patata e apertura degli stand gastronomici. FIORENZUOLA - Dalle ore 7 partenza della trentanovesima marcia internazionale del Primo maggio su sei distanze PIANELLO - Festa d’la galeina grisa RIVERGARO - Nelle vie del paese mercatino degli hobbisti creativi SAN NAZZARO - Gita sul Po con Calpurnia, sosta a Roncarolo per il pranzo. Imbarco alle 11

DOMANI, VENERDÌ 2

39%

BOBBIO - Al cinema le Grazie commedia dialettale “Pr’amour o par forsa” con la compagnia “Ar teator dra Familia Bubièiza” CAORSO - Mercatino serale nelle vie del paese. Dalle 21 piano bar. GOSSOLENGO - Dalle ore 18 partenza dalla Pellegrina della 15ma camminata serale di solidarietà

61%

(Comunicare le manifestazioni a: appuntamenti@liberta.it oppure al fax: 0523-347977)

Castellarquato, l’auspicio di una rapida soluzione L’assessore provinciale:«Difficoltà nel borgo ma nessuna ripercussione negativa sul settore» PIACENZA - La situazione di impasse in cui si trova Castellarquato, gioiello del panorama turistico e culturale di Piacenza, rischia di compromettere i positivi risultati ottenuti sul campo della promozione del nostro territorio? Il problema non sussiste, osserva l’assessore provinciale al turismo Mario Magnelli.

Mercato serale

«A noi non risulta - dice l’assessore - che quanto sta accadendo a Castellarquato abbia avuto ripercussioni negative sulla tenuta del settore turistico piacentino. Come amministrazione provinciale abbiamo già svolto il compito che ci compete, ossia accompagnare le amministrazioni nel percorso di programmazione turistica, ed o-

periamo affinché il sistema turistico piacentino nel suo complesso non abbia a soffrire». «La situazione del comune arquatese - afferma l’assessore Magnelli - che indubbiamente mostra qualche difficoltà, è legata ai rapporti tra il Comune e la società partecipata cui è stata affidata l’attività di promozione turisti-

Artisti in strada

venerdì

2 maggio 2008 ore 21.00 Piano Bar con Romano I prossimi appuntamenti:

venerdì

9 Maggio: CINZIA & MASSY

30 Maggio: BRUNO MORSIA

16 Maggio: TERRY & SIMONA

6 Giugno: GIANNI & SHER

Ampio parcheggio Grande parco attrezzato Camere singole e matrimoniali

Ampie sale per banchetti e cerimonie Sale per convegni e conferenze

Siete tutti invitati Giovedì 1° maggio dalle ore 19.00 all’inaugurazione Brindisi e buffet Loc. Chiavenna Landi - 29016 Cortemaggiore (PC) via Piacenza, 35 Tel. ristorante 0523 835355 - Tel. albergo 0523 836884 Sito web: www.latavolarotonda.info

23 Maggio: BANDA PONTEDELL’OLIO c.01.05.08

ca (e che gestisce tutte le strutture presenti nel borgo, ndr), nei quali noi ovviamente non interveniamo, perché non ci compete e la questione deve essere affidata alla piena autonomia dell’ente preposto». «Il nostro auspicio - conclude Magnelli - è che la situazione possa trovare presto una soluzione». pin.

FARMACIE DI TURNO TURNO DIURNO E NOTTURNO (dalle 8,30 di venerdì 25/04 alle 8,30 di venerdì 02/05) ◗ ROTTOFRENO - dr. Zangrandi, Via Emilia, 29/A ◗ RIVERGARO - dr. Massarini, Via San Rocco, 16 ◗ GROPPARELLO - dr. Zampetti, P.zza Roma, 8 ◗ CAORSO - dr. Genesi, Via Roma, 2/A ◗ BOBBIO - dr. Garilli, Piazza S. Francesco, 17 ◗ OTTONE - OTTONE SNC. Piazza della Vittoria, 40 ◗ FIORENZUOLA - dr. Mantovani - P.zza Molinari, 2 TURNO DIURNO (dalle 8,30 di venerdì 25/04 alle 19,30 di giovedì 01/05) ◗ CASTELSANGIOVANNI - dr. Sacchi, Corso Matteotti, 76 ◗ NIBBIANO - dr. Bosi, Piazza Martiri della Libertà, 6 ◗ ZIANO - dr. Lechi Elena, Via Roma, 78 ◗ GAZZOLA - dr. Fronte, Via Roma, 82/1 ◗ FARINI - Eredi dr. Reggi, Via Roma, 38 ◗ SAN POLO - dr. Colosio, Via Colombo, 24 ◗ CORTEMAGGIORE - dr. Erba, Via Cavour, 22 ◗ VIGOLO MARCHESE - dr. Tosatti, Via Verdi, 5 ◗ LUGAGNANO - dr. Sozzi, P.zza IV Novembre, 19


PROVINCIA

Giovedì 1 maggio 2008

Sabato e domenica l’evento sportivo lungo la Via degli Abati

Parte la marcia dei 110 chilometri La marcia sarà da Pontremoli a Bobbio

BOBBIO - Sabato 3 e domenica 4 maggio prende il via la prima edizione non competitiva dell’ultra trail “105 The Abbots Way” che va da Pontremoli a Bobbio. Un grande evento sportivo che attraversa due regioni, tre province e sei comuni ed è organizzato da appassionati di corsa e natura. La “105 The Abbots Way” è una corsa in

natura di 105 chilometri (110 per l’esattezza) da disputare in due giorni, con partenza da Pontremoli e arrivo a Bobbio con tappa a Bardi. La “105 The Abbots Way” rientra nella categoria “ultra trail”, cioè una corsa in natura che supera i canonici 42 chilometri della maratona, e si disputa fra strade

sterrare e sentieri che attraversano boschi, prati e piccoli paesi di montagna, lambendo laghi, fiumi e cascate, penetrando tra i luoghi più intimi, sconosciuti e rarefatti dell’appennino tosco-emiliano. La gara è al suo primo anno, è considerata l’edizione zero e non è competitiva. Le ultra trail, come le ecomaratone, stanno attual-

mente prendendo sempre più piede in Italia, complice forse il fatto, ormai, dell’insostenibile grado di smog anche nelle città di provincia. La gara, che tocca due regioni, tre province e sei comuni, ha il sostegno logistico ed il consenso di tutti i comuni interessati (Pontremoli, Borgotaro, Bardi, Farini, Coli, Bobbio). La “105 The Abbots Way” ripercorre l’antica Via degli Abati che nacque quando l’abate e santo irlandese Colombano fondò la celebre abbazia di Bobbio e venne utilizzata dai monaci per raggiungere Roma.

17

.GRAVAGHI NEL CDA DI PC TURISMI .

MORFASSO - Sindaco e presidente della Comunità montana contro le norme sul “benessere animale”

«La burocrazia rischia di uccidere le rassegne dei cavalli bardigiani» IN BREVE PEDALATA ECOLOGICA A BORGONOVO BORGONOVO - (mm) Parte oggi alle 15 da Borgonovo la pedalata ecologica organizzata dal Comune in collaborazione con il Velosport e Pedalmoto. La biciclettata sarà aperta a tutti. Il ritrovo è previsto alle 15 in piazza delle rocca con partenza alle 15,30 lungo viale Marconi, via Mottaziana, via XXV Aprile, via Bilegno, località Malpaga, ciclabile per Bruso (dove gli alpini allestiranno un ristoro) e poi rientro a Borgonovo. IL COMUNE DI RIVERGARO PREMIA GLI EX DIPENDENTI RIVERGARO - (s.m.) Sabato alle 12 in municipio il Comune di Rivergaro festeggerà i suoi ex dipendenti. Per la festa dei lavoratori, renderà omaggio a chi ha raggiunto la pensione dopo aver svolto vari anni di servizio per l’amministrazione. Sono quattro le persone alle quali sarà consegnata una targa di riconoscimento: Giovanna Manfredi, Luciano Biaggi, Giuseppe Mazzocchi e Mariano Costa. Tutti ex dipendenti che hanno raggiunto la pensione dal 2004 ad oggi. OGGI A RIVERGARO MERCATINO DEGLI HOBBISTI RIVERGARO - (sm) Oggi il mercatino degli hobbisti arriva a Rivergaro. Sono attese più di cento bancarelle a partire dalla mattinata. «Un appuntamento sempre più richiesto sia dai cittadini che dagli stessi hobbisti», ha detto Gianfranco Castellani, presidente della Pro loco Tramballando che, assieme ai soci, si occupa dell’organizzazione di questa giornata del 1° maggio giunta alla terza edizione ma che, già da anni, è proposta anche il 15 agosto. La rassegna sarà allestita da via San Rocco in un serpentone di bancarelle fino in piazza Paolo. COMMEDIA DIALETTALE DOMENICA A GRAGNANO GRAGNANO - Si terrà domenica l’ultima serata della 13ª rassegna “Insieme per solidarietà” organizzata dal circolo Mcl di Gragnano. Sul palco del salone Don Bosco alle 21 sarà l’Allegra combriccola di Borgonovo con la commedia dialettale “Agenzia investigativa occhio di lince”. La serata sostiene la parrocchia San Michele Arcangelo di Gragnano. FERRIERE, STRADE CHIUSE PER IL CANTAMAGGIO FERRIERE - Domenica, in occasione della 6ª rassegna interregionale Cantamaggio, saranno chiuse al traffico (con divieto di sosta) piazza delle Miniere, piazza ex municipio, via San Nicola dalle 7 e 30 alle 20.

MORFASSO - «La burocrazia trasformerà i nostri magnifici esemplari di cavalli bardigiani in bistecche, alla faccia di tutte le belle leggi sul benessere animale»: è un grido d’allarme ironico e provocatorio quello che il sindaco di Morfasso Marco Rigolli lancia dal nostro quotidiano, prendendo posizione rispetto alle cosiddette “norme del benessere animale”, secondo lui troppo vincolanti. Le norme sono state diffuse di recente dal servizio sanitario regionale a tutti i comuni che nel territorio provinciale propongono le rassegne del cavallo bardigiano. Domenica scorsa è stata la volta di Bettola; domenica prossima sarà il turno proprio di Morfasso. A proporre queste rassegne della durata di un giorno, dove gli appassionati mettono in mostra i loro esemplari di cavalli bardigiani, anche i Comuni di Farini e Ferriere. Rigolli ha inoltrato una lettera critica nei confronti delle normative sul benessere animale, a tutte le amministrazioni comunali citate oltre che alla Comunità Montana delle Valli Nure e Arda, trovando la condivisione del presidente Gianluigi Molinari. «Le amministrazioni comunali interessate, compresa la mia

- spiega Rigolli - si sono prodigate in questi anni per far costruire zone come centri equestri, dove poter esporre questi esemplari all’ammirazione del pubblico, per queste sane sfide tra gli allevatori proprietari». Una quarantina quelli che si attendono domenica a Morfasso, per un totale di un centinaio di capi. «Francamente alcune norme - spiega Rigolli - non hanno molto senso, per chi conosce queste rassegne: è prescritta ad esempio la comunicazione di quali capi saranno presenti. Capisco la norma, ma se un allevatore di montagna, magari anziano, mi si presenta il giorno stesso, cosa fac-

Cavalli bardigiani domenica scorsa a Bettola [foto Marina]

cio, lo mando via?». Lascia perplesso Rigolli anche la norma che prescrive l’obbligo di collocare i cavalli in zone ombreggiate. «Sono figlio di agricoltori, e portavo le bestie al pascolo. Non hanno mai cercato l’ombra, semmai cercavano il tepore del sole». Rigolli cita anche alcune “biz-

.CAVALLI IN MOSTRA MA A DETERMINATE CONDIZIONI . PIACENZA - (men.) Le norme per il benessere animale emanate dalla Regione (in recepimento di alcune direttive comunitarie) prescrivono una serie di requisiti minimi per il rilascio di parere tecnico favorevole a rassegne come quella del cavallo bardigiano. Tra i requisiti sanitari, sono richiesti il documento di identificazione dell’animale, il test sierologico favorevole e la dichiarazione di provenienza. Numerosi i requisiti di sicurezza dei visitatori e degli animali: si va dalla predisposizione di una relazione sull’organizzazione dell’iniziativa, alla planimetria dell’area dedicata al-

Prescrizioni dettagliate sull’organizzazione e la sistemazione la manifestazione. L’area deve prevedere una serie di zone: corridoi riservati alla movimentazione degli animali, corridoi per il pubblico, zona dedicata al carico e scarico di animali appositamente attrezzata con acqua corrente a sufficiente pressione per il lavaggio degli automezzi. Occorre naturalmente l’area di esposizione degli animali (chiamata ring) ma an-

che un’area di ricovero per le bestie con possibilità di abbeveramento e foraggiamento, con garanzia di dispositivi di attacco degli animali, costruiti in modo che non vi siano spigoli taglienti o sporgenti e un’area da adibire all’isolamento e all’osservazione degli animali infetti o sospetti tali. Le aree vanno delimitate con attrezzature robuste, e poste in luoghi ombreggiati e con idonee separazioni tra animali adulti, giovani, femmine con puledri e stalloni. Occorre infine una chiara cartellonistica per individuare le aree della manifestazione. dm

«Turismo, semplificare è il ruolo della politica» PIACENZA - (pin) «Vogliamo far emergere Piacenza con la P maiuscola». Così Giulio Gravaghi, fresco di nomina nel consiglio di amministrazione di Piacenza Turismi, recentemente allargatosi da 13 a 16 membri, indica le sue priorità per la società di promozione turistica. Gravaghi è presidente de “Il Cenacolo”, realtà attiva principalmente nell’organizzazione di eventi (uno su tutti il convegno-evento dedicato alla logistica, ChainLog) e all’ottavo posto nella compagine societaria di Pc Turismi, di cui detiene il 2,62% delle quote. «Decisione presa - dice Gravaghi - perché Piacenza Turismi rappresenta una realtà imprenditoriale che può rappresentare un’opportunità per la nostra società». Ma l’opinione di un socio privato non può esimersi dal prendere in esame anche i contrasti, più o meno accesi, che Piacenza Turismi ha avuto con parte delle istituzioni politiche piacentine. «Non voglio entrare in polemica, ma credo che il ruolo del politico sia quello di dare indirizzi, fare strategie, operare in sintonia per il governo del territorio. Rispetto al settore turistico, che nella nostra realtà vede il proliferare di organismi e di società, la politica dovrebbe intervenire per semplificare questa situazione - osserva Gravaghi -: questa moltiplicazione di competenze rischia di farci perdere competitività. Già Piacenza opera in un piccolo contesto, meglio fare massa critica, utilizzando come

catalizzatori le capacità attrattive del capoluogo e di Castellarquato. Ho molto apprezzato il rimando dell’assessore Magnelli al rispetto delle regole, e all’impossibilità, stante le disposizioni normative, di affidare servizi se non attraverso gare d’appalto. Ma in questi anni nel settore turistico non abbiamo visto pubblicazioni di bando, mentre spesso i servizi sono stati affidati direttamente. Non appena saranno indette gare, Pc Turismi sicuramente vi concorrerà, mettendo a disposizione le proprie competenze. Ma per quanto riguarda i settori e le attività in cui non sarà necessario procedere a gare, non vedo perché non si possa considerare, nel rispetto delle regole, una società di cui si è azionisti di maggioranza». Società di cui, ricorda Gravaghi, si è apprezzato il business plan, recentemente approvato, pur senza nascondere qualche riserva. «Noi siamo pronti a lavorare: Expo 2015 rappresenta una grandissima opportunità a soli sessanta chilometri di distanza dal capoluogo. Ma se Pc Turismi dice di puntare soprattutto all’incoming, come asse strategico di sviluppo, non va trascurato il problema dei posti letto. Piacenza ha visto, negli ultimi anni, chiudersi due strutture alberghiere, non rimpiazzate. E lo stesso Castellarquato non può contare, in paese, su di un albergo. Così come Grazzano Visconti, tra i poli attrattivi della nostra Provincia. E’ un tema che dovrà essere affrontato».

-

CARPANETO - Oggi attesi oltre 60 iscritti

Auto d’epoca in gara al trofeo Valvezzeno CARPANETO - Oggi si svolge la dodicesima edizione del trofeo Valvezzeno, organizzato dall’associazione culturale “Valvezzeno old motocycles and cars”, presieduta da Francesco Falorni. La gara, iscritta al calendario nazionale Csai, è considerata una classica nella sua specialità a livello nazionale: quest’anno conta oltre sessanta iscritti. La partenza e l’arrivo si terranno a Carpaneto, mentre il percorso, completamente nuovo, che prevederà anche alcuni tratti di sterrato, si svolgerà in gran parte nel territorio di Gropparello, con una percorrenza totale di 110 chilometri passando da un crinale all’altro. La partenza sarà a Carpaneto alle ore 10.30; durante il percorso si passerà per Case Bruciate, Torre di Masana, Diolo, Magnano e Travazzano per poi entrare nel comune di Gropparello passando da Tavasca, Sariano, Gropparello, Gusano, Tollara, Castione, Santa Maria, Ronco

per poi rifare tutto il percorso a ritroso fino alla piazza di Carpaneto. Qui, dopo 34 prove cronometrate, la prima auto dovrebbe arrivare intorno alle ore 13,30. All’iniziativa hanno aderito una buona rappresentanza di top driver e varie macchine che parteciperanno alla prossima Mille Miglia e che approfittano del trofeo Valvezzeno per testare e mettere a punto l’auto per la grande corsa. Dopo il pranzo che avverrà a Carpaneto, sotto i portici di Palazzo Scotti, avrà luogo l’ormai tradizionale circuito cittadino dove, con le piazze chiuse al traffico, si deciderà il vincitore del trofeo Valvezzeno che ormai da 12 anni attira nel nostro territorio i migliori specialisti della regolarità provenienti da tutto il Centro nord. Tra le auto più antiche vi sono una Aston Martin Le Mans del 1932, una Fiat Moretti 508 S del 1936. I team piacentini sono Gmt e Piacenza Corse. Ornella Quaglia

Nascono le oasi per i pescatori Nuovi spazi per gli appassionati di carp fishing e campeggio PIACENZA - Le rive del Po e di alcuni torrenti, ma anche della diga del Molato saranno a disposizione per tutta la bella stagione degli appassionati di carp fishing, a cui sarà consentito anche campeggiare con tende e roulotte. I territori piacentini in cui i pescatori potranno pernottare sono nei Comuni di Monticelli, Caorso e Nibbiano, dove i sindaci hanno emesso tre ordinanze “ad hoc”, che regolamentano la sosta dei pescatori e precisano i luoghi ad essa deputata. Le ordinanze recepiscono varie disposizioni di legge, a partire da una delibera della giunta regionale risalente al 2003, volta a favorire tra l’altro il carp fishing, che si conclude con la liberazione in acqua del pesce, nei tratti e con le modalità individuate dalle Province, e l’ordinanza dell’Amministrazione provinciale datata luglio 2007, emessa su iniziativa dell’Arcipesca piacentina, che su richiesta dei pe-

Turismo, Gazzola scommette su Annibale Aula didattica in municipio e percorsi escursionistici nei luoghi della storica battaglia GAZZOLA - Gazzola scommette su Annibale per la valorizzazione turistica delle sue colline e di quel tratto di Trebbia che nel 218 a.C. fu teatro di una delle più celebri battaglie della storia, che vide i cartaginesi vittoriosi sui romani. «Entro giugno spiega il sindaco Stefano Tramelli - presenteremo in Provincia il progetto preliminare che ci consentirà di concorrere a un bando di fondi europei». L’iniziativa, avviata con Rivergaro, Gragnano e Gossolengo, vede il Comune di Gazzola promotore e la Provincia in un ruolo di coordinamento. «L’idea - dice Tramelli - è di realizzare un’aula didattica nel municipio e di individuare nel territorio itinerari escursionistici, con apparati didascalici per consentire una lettura sul posto di quanto accadde nella battaglia. Vorremmo anche indire un concorso per una scultura a ricordo dell’evento, da collocare in una posizione strategica nel costituendo parco del Basso Trebbia». Intanto il progetto di valorizzazione territoriale “La batta-

zarrie”: «Una norma chiede che non ci siano nelle recinzioni degli “spigoli taglienti”. Se presa alla lettera questa norma diventa ridicola». «Le norme igienico sanitarie - prosegue il primo cittadino - sono completamente condivisibili, ma troppi vincoli rischiano di rovesciare gli intenti di protezione degli animali: Se si mettono tante regole, si scoraggiano gli allevatori, e quindi il cavallo bardigiano si estinguerà». «Non dimentichiamo - aggiunge il presidente di Comunità Montana Molinari che questi allevatori sono dei veri appassionati: sono loro i primi tutori dei cavalli che portano in rassegna. Non c’è bisogno di mille regole per prescrivere la cura di questi animali. Molte feste della nostra montagna sono su base volontaristica. Porre decine di prescrizioni, rischia di far venire meno la buona volontà della gente che organizza questi eventi». Donata Meneghelli

PIACENZA - L’assemblea dei soci di Piacenza Turismi tenuta martedì

GAZZOLA - La mostra di Bruno Orsi allestita nel municipio e aperta fino al 25 maggio

glia tra Annibale e i Romani sul Trebbia” sta vivendo un altro capitolo nella mostra di Bruno Orsi, ospitata fino al 25 maggio nel municipio di Gazzola (sabato e domenica, dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19). Il pittore, ex pugile, fondatore e direttore della Società Pugilistica Boxe Piacenza, trascorre l’estate nella zona di Rivalta e da lì si è mosso per

raggiungere i luoghi storici della battaglia, soffermandosi in particolare tra Ancarano e Rivergaro (dove si accamparono i romani), Sarturano (dove secondo un’ipotesi mise le tende Annibale), tra Gazzola e Canneto di Tuna (dove secondo un’altra teoria era il campo punico), nel tratto del Rio Gerosa a Monteraschio (dove si sarebbe imbosca-

ta la cavalleria di Magone, artefice di un riuscito attacco a sorpresa). Il suo viaggio inizia nel Pavese per proseguire in Alta Valtrebbia fino a Zerba e Tartago, due toponimi che racchiuderebbero in sé le parole Djerba e Carthago. Al catalogo, la cui pubblicazione è stata sostenuta dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano, hanno contribuito i giovani del Gruppo di gestione della Biblioteca (Elena Antonini, Silvia Cavallotti, Paola Zambelli, Patrizia Barbieri, Jessica Caltaldi e Valentina del Redentore), che stanno curando la catalogazione dei libri della raccolta pubblica di Gazzola. Su Annibale e il Trebbia hanno lavorato anche gli alunni della locale scuola elementare, nel progetto “Adotta il tuo fiume”, con l’insegnante referente Paola Buscarini. La loro attività, incentrata soprattutto sull’osservazione naturalistica e ambientale, confluirà in un cd che sarà presentato alla festa di fine anno. I bambini visiteranno la mostra di Orsi. Anna Anselmi

.PERCORSO NATURALISTICO TRA ARGINI, LANCHE E CAMPI.

Nella Bassa cicloturisti sulla “via degli aironi” CASTELVETRO - (a.stri.) “La via degli aironi” è il nome del percorso naturalistico tra gli argini, le lanche e i campi di Castelvetro e Monticelli, fruibile da quest’anno da tutti gli amanti delle passeggiate e delle gite in bicicletta tra le bellezze paesaggistiche della Bassa. Il percorso circolare, curato dal gruppo marciatori Avis di Castelvetro e promosso da entrambe le amministrazioni comunali, si snoda per una lunghezza di circa 18 chilometri. Per gli interessati è stata realizzata anche una piccola guida (disponibile presso l’edicola di via Duchi Molinari), realizzata da Manuela Pagani e Camilla Pellegrini con la collaborazione della referente della biblioteca di Castelvetro, Elena Bandirali, con alcuni intervenscatori aveva chiesto di trovare per loro luoghi idonei al campeggio. Il carp fishing è per definizione una tipologia di pesca sportiva in acqua dolce che prevede generalmente il rila-

ti degli amministratori castelvetrini Giancarlo Bossi e Paolo Rubini, di Giuseppe Pompini e Anna Maffini, con il coordinamento di Enrico Scaravella per Monticelli e le illustrazioni di Gianmaria Pellegrini. Al suo interno si trovano la descrizione dei due tracciati, notizie storiche e ambientali e curiosità legate ai luoghi e alla fauna che è possibile avvistare lungo il cammino. Il tragitto più breve, di 10 chilometri, va da via Maginot alla lanca omonima, prosegue sulle rive del Po e sugli argini; il più lungo, di 18 chilometri, parte da via Soldati, a Castelvetro, prosegue per Croce Santo Spirito, l’argine maestro e il ponte sul Po, la lanca Maginot, la Rocca di Monticelli, località Santi e Olza.

scio delle prede (“catch and release”) dopo la loro cattura. A praticarlo sono molti pescatori, che si spostano sulle rive del Po non solo da Piacenza e provincia, ma anche dalle regioni

Domenica a Bosco dei Santi la benedizione dei trattori PIACENZA - E’ giunta alla ventiquattresima edizione la tradizionale benedizione dei trattori a Bosco dei Santi. Sono più di una trentina i trattori e i mezzi agricoli d’epoca attesi per domenica 4 maggio nella piccola frazione vicino a Gerbido. La sfilata delle macchine, alcune nuove ma soprattutto le “vecchie glorie” che hanno fatto la storia dell’agricoltura, inizierà già dalla mattina, ma il culmine della giornata sarà alle ore 17 in occasione della cerimonia. Saranno presenti monsignor Lino Ferrari, vicario della diocesi, don Giuseppe Sbuttoni, parroco di Gerbido e don Luigi Strazzoni di Roncaglia. Dopo la benedizione di tutte le macchine ci sarà, come ogni anno, la consegna di una quindicina di targhe: riconoscimenti rivolti agli espositori e a coloro che, in qualche modo, hanno dimostrato con la loro attività un particolare attacca-

mento alla terra e alle tradizioni. Alla giornata parteciperanno anche diverse autorità, tra gli altri, sono attesi il vicepresidente della Provincia e assessore all’agricoltura, Mario Spezia e il preside della facoltà di Agraria dell’università Cattolica di Piacenza, Gianfranco Piva. A fare gli onori di casa ci penserà come sempre Antonio Marchini, presidente dell’associazione “La Mietitrebbia” che da diversi anni organizza questa festa animandola con le sue innumerevoli poesie, barzellette e battute in vernacolo piacentino. In serata, poi, l’orchestra di Sante Marenghi proseguirà nell’intrattenimento per tutti coloro che si fermeranno anche per la cena preparata dallo staff “La Mietitrebbia”, capitanato da Aldo Ferrari, capocuoco e vicepresidente dell’associazione. Silvia Merlini

confinanti e addirittura da Paesi stranieri come la Svizzera e la Germania. «Incentivare il turismo - spiega il presidente dell’Arcipesca, Enzo Savoretti - è uno dei motivi per cui abbiamo proposto di trovare zone dedicate al carp fishing. Alcune sono ora a disposizione: nelle prossime settimane e nei prossimi mesi lavoreremo in accordo con altri sindaci per estendere le ordinanze ad altre zone del nostro territorio». Le nuove aree per il carp fishing sono, nel territorio caorsano, alla foce del torrente Nure e lungo il torrente Chiavenna. Una recente modifica alla Carta della regolamentazione della pesca, datata marzo 2008, prevede invece il divieto pesca nella zona antistante l’Isola de’ Pinedo, com’era già per l’area dell’oasi omonima e della centrale nucleare di Caorso. Quanto a Monticelli, si potrà pescare a San Nazzaro (dalla foce del Chiavenna alla conca di Isola Serafini), dalla località Tinazzo (riva destra del Po) alla lanca della Maginot (ad esclusione del tratto che ricade nella provincia di Cremona, soggetto a normative diverse). E ancora, nel territorio di Nibbiano, sarà a disposizione dei pescatori che vorranno pernottare la riva sinistra della diga del Molato. Il carp fishing è consentito anche lungo la sponda destra della diga di Mignano, dove per il momento non è però possibile trascorrere la notte. Alessia Strinati


PROVINCIA

18

Giovedì 1 maggio 2008

CAORSO - L’ultimo desiderio di Massari ai familiari:«Nessuno pianga al funerale»

Una corona di fiori a forma di volante CAORSO - L’imprenditore Sandro Massari alla guida del camion [foto Lunardini]

CAORSO - (a.stri.) Un uomo affabile e allegro, con la battuta pronta, sempre disponibile. E un grande appassionato di motori. I familiari e gli amici ricordano così Sandro Massari, il 50enne originario di San Nazzaro, titolare di una nota azienda di autotrasporti a Caorso. Una folla di persone ieri sera ha partecipato al rosario nell’abitazione di via I Maggio, a pochi passi dalla

sua ditta, dove Massari viveva con la moglie Gabriella e la figlia Giada. Tanta gente è attesa ai funerali, che si terranno domani alle 10 nella chiesa di San Nazzaro. Sandro Massari conduceva l’azienda con il fratello maggiore, Beniamino, e il minore, Andrea. Il suo compito principale era testare ogni nuovo camion e dare poi la sua opinione sulle presta-

zioni e sulla sicurezza del mezzo, prima di affidarlo ai dipendenti incaricati di trasportare la merce nel Centro e Nord Italia. Si occupava della loro sicurezza alla guida e divideva con loro anche il carico di lavoro: amava viaggiare, osservare dal finestrino del camion paesaggi nuovi, e lo faceva spesso trasportando prodotti nelle varie regioni italiane. «Sandro era una per-

GAZZOLA - Al castello di Rivalta invitati sindaci e assessori della bassa e media Valtrebbia e Valluretta

sona umile - raccontano i fratelli - Amava molto la compagnia, era il “collante” tra le persone: aveva sempre la battuta pronta, era allegro e cordiale, ma anche schietto e sincero». La sua passione più grande erano i motori: oltre ai camion gli piacevano le moto e le automobili sportive, e andava fiero della sua Audi RS4 gialla. Ultimamente, poiché già non stava bene, parlava con i familiari di ciò che avrebbe voluto che facessero per lui se fosse scomparso. Ha chiesto loro una corona di fiori a forma di volante, per ricordare la sua grande passione per la guida, e un’altra cosa: che nessuno piangesse al suo funerale

.ORGANIZZATORI E DOCENTI A CONFRONTO .

«Prima di tutto il bene comune» Il vescovo ha incontrato gli amministratori locali GAZZOLA - Un centinaio di amministratori comunali riuniti nel castello di Rivalta. Non si tratta di una festa o di una ricorrenza particolare, ma dell’incontro che martedì sera ha tenuto il vescovo della diocesi di Piacenza-Bobbio, Gianni Ambrosio. Incontro rivolto a sindaci, assessori e consiglieri dei Comuni appartenenti al vicariato della bassa e media Valtrebbia e Valluretta. Ambrosio ha voluto mettere l’accento sull’importanza del bene comune, argomento che deve essere tenuto in considerazione in ogni scelta di vita, personale o politica che sia.

.DON CARBENI . -

«Positivo riprendere l’esperienza interrotta» GAZZOLA - (rd) Dietro all’incontro dell’altra sera tra il vescovo Gianni Ambrosio ed i sindaci del vicariato bassa e media Valtrebbia e Valluretta c’era la mano di don Claudio Carbeni. «Penso sia bello proseguire gli incontri nati nel 2003 con la visita nella nostra parte di diocesi dell’allora vescovo Luciano Monari dice il vicario di zona e parroco di Gragnano -. L’anno scorso, purtroppo il ciclo è stato interrotto; ora, però, con l’arrivo nella nostra diocesi di monsignor Gianni Ambrosio, possiamo riprendere il discorso». Il vescovo stesso ha voluto aprire la serata, lanciando un positivo messaggio di coesione tra le varie realtà, clericali e politiche. Tutte e due, secondo il vescovo, devono avere come fine ultimo il bene comune. «Ora che il ghiaccio è stato rotto, penso valga la pena di trovarsi nel nuovo anno per approfondire il discorso», ha detto don Claudio. Positiva la risposta dei vari amministratori, la cui adesione all’idea di ripetere costantemente l’incontro è stata immediata. «La chiesa si prende cura dell’uomo spirituale, le amministrazioni fanno la stessa cosa per l’uomo nella sua parte più materiale - dice Patrizia Calza, assessore del Comune di Gragnano -. Trovarci in questo luogo insolito, quasi familiare rispetto alle fredde aule comunali, può aiutarci a risolvere tanti problemi, parlandone e discutendone con serenità. Come dice il vescovo, la cosa più importante è il bene comune». Prima delle conclusioni affidate a monsignor Lino Ferrari, vicario generale della diocesi, intervenuto per complimentarsi per la riuscita della serata, c’è stato l’intervento del sindaco Mauro Segalini di Piozzano.

«La democrazia ha necessità imprescindibili, cui non si può venir meno - dice il vescovo tra le pareti della sala conferenze -. In queste gioca una buona parte il confronto; spesso, però, confrontare idee, mosse da mentalità diverse, porta allo scontro ed all’emarginazione dell’altro. Sarebbe bene che queste divisioni finissero, facendo sì che i remi della barca su cui viaggiamo si muovano tutti nella stessa direzione. Il traguardo da raggiungere è il bene comune». Quando si parla di idee politiche, il vescovo ha chiara la strada da seguire. «La realtà è al di sopra di ogni ideologismo. E’ proprio dalla realtà che dobbiamo partire per capire le cose giuste e belle da realizzare». Monsignor Ambrosio parla di nuova dimensione della speranza: «Questa parte manca a tutti. Credo, tuttavia, che nell’idea di bene comune non possa latitare, venir meno, questa caratteristica dell’uomo. Dico questo per un motivo sopra tutti: senza speranza, non si può progettare qualcosa di buono per le nostre esistenze». Gli amministratori di Rottofreno, Gazzola, Gragnano, Calendasco, Piozzano, Agazzano, Perino, Rivergaro e Travo hanno ascoltato con

GAZZOLA Il vescovo Ambrosio con sindaci, assessori e consiglieri comunali all’incontro organizzato martedì sera al castello di Rivalta: «Il bene comune deve venire prima di tutto» [foto Bersani]

interesse le indicazioni del vescovo per poi portare le loro esperienze personali. Primo a intervenire il sindaco di Rottofreno, Giulio Maserati: «La serata rappresenta un momento importante per noi, dandoci la possibilità di soffermaci a riflettere sui fondamentali della

nostra vita. Parliamo di bene comune, lo stesso che vedo molto distante in questi tempi. Gli esempi di vandalismi, mancanza di rispetto e delinquenza non si contano più. Un altro aspetto importante che riguarda noi amministratori, indipendentemente dal colore po-

litico, è il modo di collaborare. Anzi, sarebbe meglio dire il modo di non collaborare». Secondo Maserati, infatti, mai come ora manca negli organi amministrativi una «volontà comune di fare le cose giuste nella maniera appropriata». «Credo che stasera potremmo iniziare a tracciare delle linee guida, per il futuro e per il bene comune», conclude il primo cittadino». Sempre da Rottofreno, arriva il parere dell’assessore Rita Negrati. «Confrontarsi è importante, ma non sempre la solitudine amministrativa è negativa. Sentirsi soli in determinate scelte, significa anche confrontarsi con la propria coscienza». Tra gli intervenuti anche il consigliere comunale di RottofrenoEugenio Gentile. Il sindaco Andrea Barocelli di Gragnano ha infine messo l’accento sull’importanza dei servizi alla persona. Riccardo Delfanti

-

Il Primo Maggio si tinge di verde Gazzola, il popolo della Lega in piazza per la festa dei lavoratori GAZZOLA - La festa dei lavoratori stavolta si colora di verde. «Le analisi del voto del 13 e 14 aprile confermano che siamo il partito degli operai esordisce Pietro Pisani, responsabile provinciale Enti locali per il Carroccio -. La sinistra non può avere il monopolio del Primo Maggio, i padani hanno pieno diritto di rivendicare questa giornata». Con queste premesse, la Lega nord oggi pomeriggio radunerà vecchi e nuovi sostenitori all’ombra del castello di Gazzola. «Nella piazza del Comune brinderemo due volte: per celebrare la giornata del lavoro e per festeggiare lo storico risultato conseguito alle elezioni politiche», spiega Carlo Segalini, segretario di circoscrizione e consigliere comunale a Gazzola. A fare gli onori di casa ci saranno l’onorevole Massimo Polledri e il consigliere re-

Rivergaro,a partire da martedì

La presentazione della festa di Gazzola alla sede della Lega Nord [foto Lunini]

gionale Maurizio Parma, assieme a tutti i consiglieri eletti in provincia. «Abbiamo vinto le elezioni ed è giusto festeggiare - precisa Davide Allegri, vicepresidente provinciale del Carroccio - ma adesso dobbiamo rispettare gli impegni presi e per questo c’è bisogno di tutti. A Gazzola potremo scambiare opinio-

Quattro incontri dedicati ai temi di Protezione civile

A Olgisio si apre il mese mariano

RIVERGARO - Inizierà martedì, alle 20,30, nell’auditorium di via Don Veneziani, a Rivergaro, un ciclo di quattro incontri informativi dedicati alla Protezione civile. Si tratta di serate aperte a chiunque sia interessato all’argomento e, in particolare, a chi eventualmente sia disponibile a impegnarsi prestando il suo servizio di volontario in attività legate alla gestione delle emergenze. A promuovere questa iniziativa è l’Unione dei Comuni Bassa Valtrebbia e Valluretta, che gestisce in modo associato la funzione di Protezione civile per conto dei Comuni di Agazzano, Gazzola, Gossolengo, Gragnano, Piozzano e Rivergaro. L’intento, come spiega il comandante della polizia municipale Valtrebbia Valluretta Paolo Giovannini, è di sensibilizzare gli abitanti del territorio alle tematiche della Protezione civile e creare i presupposti per avere nuovi L’elicottero volontari da inserire nelle strut- in azione a Cerignale ture di prossima costituzione o in quelle già esistenti che attualmente operano sul territorio: la Pubblica assistenza Sant’Agata di Rivergaro e Gossolengo e le delegazioni di Piozzano e di Agazzano della Croce Rossa Italiana. «Con questo momento formativo - spiega - si promuove la cultura della prevenzione, intesa come rispetto dell’ambiente dove quotidianamente viviamo». All’incontro in programma per martedì interverranno autorità provinciali e regionali di Protezione civile.

PIANELLO - Una messa tutti i sabati e le domeniche di maggio. E’ quanto prevede il programma del mese mariano nel santuario della Beata Vergine del Sasso che fa parte della parrocchia di Olgisio, in territorio comunale di Pianello. I riti religiosi inizieranno ogni sabato e ogni domenica alle ore 16. Particolarmente solenne sarà la celebrazione di domenica 18 maggio, quando si terrà la festa del santuario: sono in programma (con inizio, anche in questo caso, alle 16) una messa solenne e il bacio della reliquia della Madonna del Sasso, cui farà seguito una processione. Un altro momento significativo delle celebrazioni mariane al santuario è previsto per la domenica successiva, La statua della 25 maggio, ultima domenica Madonna del Sasso del mese, quando (sempre al- e il sacrestano le 16) sarà impartita la bene- Giuseppe Badenchini dizione a tutti i bambini. A differenza delle precedenti celebrazioni, la chiusura del mese di maggio si terrà non al pomeriggio ma alla sera, con inizio alle 21 di sabato 31 maggio: è prevista la recita del rosario cantato. Al termine i fedeli accompagneranno in processione con le fiaccole la statua della Madonna del Sasso.

ni e impressioni, anche in vista delle prossime elezioni a Piacenza. Nel 2009, non dimentichiamolo, ci saranno le Provinciali ed il rinnovo di gran parte dei consigli comunali». La festa in piazza comincerà nel pomeriggio, ma il momento clou è previsto per le 19. Dopo l’aperitivo sarà of-

ferto un ricco buffet che proseguirà per tutta la serata. Il “primo” Primo Maggio della Lega si annuncia come una sorta di festa provinciale del Carroccio. «La scelta è caduta sul castello di Gazzola per la bellezza del luogo - dicono gli organizzatori - e in quanto ideale crocevia delle zone dove abbiamo avuto i maggiori consensi». Pisani aggiunge che la Lega è «temporaneamente» alleata al centrodestra: «A noi padani interessa soprattutto l’indipendenza del Nord e la coalizione di Berlusconi al momento è l’unica a dare garanzie precise. All’interno del nostro movimento ci sono tante idee, oggi potremo incontrarci, conoscerci per crescere ed aumentare il nostro consenso». Al Primo Maggio sotto il sole delle Alpi sono state invitate tutte le autorità della provincia. Michele Borghi

Ragazzi a Spettine nell’edizione 2008 di “Basi Aperte” e un momento della conviviale scout che ha concluso la verifica del progetto e il primo esame degli elaborati presentati dagli studenti

Basi aperte, scuola di gioia di vivere PIACENZA - Si sono sentiti protagonisti, non hanno mai avuto momenti improvvisati, hanno potuto giocare come ormai i bambini non sanno più fare. Soprattutto hanno frequentato una “scuola di ottimismo”, di “pensiero positivo”. Tutto questo è stato ed è “Basi aperte”, il progetto di educazione applicata promosso dal settore Specializzazioni dell’Agesci e dal ministero dell’Istruzione terminato nel territorio piacentino qualche settimana fa. Nel tardo pomeriggio di martedì gli insegnanti e i responsabili scout che hanno vissuto, con gli studenti, l’undicesima edizione di “Basi aperte”, si sono riuniti nel salone della parrocchia cittadina del Preziosissimo Sangue a verificare la validità dell’esperienza: 17 scuole, 42 classi, oltre 800 allievi, 80 capi scout, 14 esperti. I ragazzi, secondo gli insegnanti, hanno partecipato attivamente ai moduli proposti dai capi scout e dagli esperti esterni che hanno offerto la loro collaborazione, e nulla è mai stato lasciato al caso. Si sono anche molto divertiti, con il gioco e con le attività nella natura. Tutti hanno dimostrato un grande impegno ed entusiasmo che si sono riflessi nei lavori di reportage e di documentazione per partecipare al concorso “La tua esperienza…racconta” novità di questa edizione di “Basi aperte”. Già martedì sera erano stati esposti i lavori di alcune classi: cartelloni, dipinti, video, presentazioni grafiche, che so-

no stati oggetto di una prima presa visione da parte di alcuni componenti della commissione che valuterà i lavori migliori secondo diversi criteri di valutazione: capacità di analizzare i contenuti, di cogliere lo spirito della giornata, di comunicare attraverso i mezzi utilizzati, di superare gli stereotipi (originalità), di progettare. Sarà inoltre presa in considerazione la forza espressiva dell’elaborato. Il regista Beppe Davoli, il giornalista Ludovico Lalatta e l’insegnante di scuola elementare Elisabetta Menozzi, hanno passato in rassegna il materiale e partecipato al momento conviviale della cena preparata dai cugini Sandro e Giuseppe Mogavero (il primo è scout, il secondo medico residente in Sicilia). Una cena della tradizione siciliana che i presenti hanno molto apprezzato, dal primo (pasta con le sarde) fino al dolce (riso al latte). A tavola i capi modulo, alcuni insegnanti, Gigi Menozzi, responsabile Specializzazioni della base di Spettine, Norberto Ramella, pedagogo della pattuglia nazionale delle Specializzazioni, Rino Cartoni, dirigente scolastico della “Calvino”, Bruno Busconi di Radio Scout, Mario Zumbo, architetto che per 40 anni ha lavorato nel Comune di Piacenza e responsabile del nuovo modulo “Scoprire la natura nella città”, attraverso cui i ragazzi sono andati alla scoperta della città, il luogo in cui vivono, che è fatta anche di natura, trasformata dall’uomo per le sue esigenze. Nadia Plucani

Numeri da record per la Pubblica Valnure Pontedellolio, nel 2007 percorsi oltre 170mila chilometri.Nuovi mezzi in arrivo PONTEDELLOLIO - Martedì scorso si è tenuta l’assemblea annuale della Pubblica assistenza Valnure per l’approvazione del bilancio 2007 e del previsionale 2008. Nella relazione d’apertura, il presidente Giorgio Villa ha illustrato tutte le novità introdotte dal consiglio direttivo. Nel 2007 sono stati acquistati due defibrillatori semiautomatici per essere sempre all’avanguardia nel settore della rianimazione e migliorare ulteriormente il servizio. C’è stata inoltre la creazione di un database per computer che garantirà una più fluida e chiara gestione contabile dell’associazione. «Motivo d’orgoglio - ha puntualizzato Villa - è il nuovo sito internet “pubblicavalnure.it” dove si possono trovare notizie utili sulle modalità di primo soccorso». Il sito in meno di un anno ha avuto più di 70.000 contatti. Lo scorso anno la Pav ha consolidato l’impegno con le scuole elementari e medie di Bettola, Pontedellolio e Vigolzone, prestandosi per dimostrazioni pratiche destinate agli alunni e in corsi di aggiornamento per gli insegnanti.

PONTEDELLOLIO - Da sin. Giuseppe Gregori, Giorgio Villa e Vincenzo Lappi

Per i bambini delle elementari è stato indetto un concorso di disegno e l’opera migliore verrà premiata in occasione della festa sociale. In merito ai programmi del 2008, Villa conferma che sarà un anno molto impegnativo per l’associazione ancora una volta protagonista con nuovi programmi e progetti. L’impegno maggiore vedrà tut-

ti i militi coinvolti nella manifestazione dei primi giorni di luglio, in occasione del 25esimo anniversario di fondazione. La giornata vuole essere un riconoscimento per il lavoro fatto negli scorsi anni e di buon auspicio per gli anni a venire. Per l’occasione verranno inaugurate una ambulanza e una automedica nuove di zecca.

Il presidente ha voluto ringraziare e lodare tutti i militi che, dimostrando conoscenza e grandi doti umanitarie, danno un valore aggiunto all’opera di solidarietà. L’amministratore Vincenzo Lappi ha illustrato i dati di bilancio 2007 che si sono chiusi con un utile di gestione pari a 11.782 euro, rispetto all’utile di 876 euro dell’anno precedente; l’assemblea ha approvato all’unanimità. Particolarmente significativi sono i dati riguardanti i servizi che la Pubblica assistenza ha effettuato nel corso del 2007: 1077 interventi in emergenza per un totale di 54.796 km; 601 dimissioni e trasferimenti per 37.872 km; 629 day hospital e visite specialistiche per 41.914 km; 124 emodialisi e terapia riabilitativa per 5.616 km; 139 manifestazioni sportive per 7.365 km; 413 altri interventi per 21.173 km. In totale 2.983 interventi per complessivi 168.736 km. Numeri importanti anche per il servizio di guardia medica: 801 prestazioni tra ambulatorio e domicilio per un totale di 1.661 chilometri. Giuseppe Gazzola


GiovedĂŹ 1 maggio 2008

19


PROVINCIA

20

Giovedì 1 maggio 2008

SAN GIORGIO - La polizia di Valnure tra gli studenti

Lezioni per il “patentino”

Il Comune di San Giorgio contribuisce alle spese per i corsi

SAN GIORGIO - (sb)Anche quest’anno a San Giorgio l’istituto comprensivo organizza, in collaborazione con il corpo di polizia municipale della Valnure e l’amministrazione comunale, corsi propedeutici al conseguimento del “patentino’” per la guida dei ciclomotori. Le lezioni sono ormai in dirittura d’arrivo: i giovanissimi candidati hanno frequentato gli insegnamenti

impartiti dai propri docenti (coordinati dal professor Cavallotti) e da agenti della municipale sugli aspetti inerenti sia all’ambito educativo sia agli aspetti più strettamente tecnici. Dopo aver conseguito l’attestato di frequenza, nel mese di maggio, i ragazzi interessati dovranno ottenere anche il rilascio di un certificato medico di idoneità fisica. Per sostenere l’inizia-

tiva, l’amministrazione comunale di San Giorgio ha deciso anche quest’anno di contribuire alle spese dei genitori: il dottor Giovanni Quaratino, consigliere comunale e medico abilitato al rilascio di tali documentazioni, sarà a disposizione degli alunni per visite mediche gratuite. La collaborazione rinnovata tra scuola, polizia municipale e amministrazione comunale consentirà quindi alle famiglie di risparmiare i circa 250 euro necessari per ottenere privatamente il patentino per ciclomotori.

La partenza sarà ogni mattina dal quartiere di San Bernardino.Due volontari guideranno la comitiva

Castello, lunedì riparte il Pedibus Per i bambini un percorso sicuro tra casa e scuola CASTELSANGIOVANNI - Riparte lunedì a Castelsangiovanni il Pedibus. Il percorso sicuro casa-scuola prenderà di nuovo il via e coinvolgerà una decina di bimbi che ogni mattina, da lunedì e alla fine dell’anno scolastico, si recheranno a scuola a piedi accompagnati da due volontari. Per tutti i partecipanti lunedì mattina è stata organizzata un piccola festa inaugurale in piazza XX Settembre dove, poco prima dell’ingresso a scuola, verranno lanciati in cielo palloncini colorati. Il percorso del Pedibus, come illustrato ieri mattina dal preside del comprensivo Pillade Cavallotti insieme all’assessore all’ambiente Giovanni Cattanei, sarà lo stesso dello scorso anno: dalla zona di san Bernardino con partenza da via Illica (dove la fermata sarà contrassegnata da un cartellone bianco con apposita scritta). Le fermate successive saranno quella all’incrocio tra via Dante e via Emilia Pavese, in prossimità del parcheggio del Lidl, in via Bottarone (vicino la chiesa di San Rocco) e poi in piazza XX Settembre, vicino alle scuole Casaroli. Tutti i bambini porteranno una pettorina, mentre ai volontari verrà dato un registro con annotati, fermata per fermata, i nomi di tutti i bam-

.STASERA IL RIENTRO, DOMENICA GRANDE FESTA.

Casaliggio si prepara a riabbracciare Tomas e Tobias GRAGNANO - (mar.mil.) Casaliggio si prepara a riabbracciare Tomas e Tobias che stasera faranno rientro, insieme ai genitori dagli Stati Uniti dopo gli 8 mesi trascorsi in un ospedale di New York dove sono stati sottoposti a due interventi chirurgici nel tentativo di renderli il più autonomi possibile. Nel frattempo tutto il paese sta preparando una grande festa di accoglienza domenica pomeriggio nel campo adiacente la chiesa. «Sarà una grande festa di bentornato aperta a tutti» spiega il parroco don Artemio Bonzanini, che un paio di mesi fa era volato a New York in visita ai bimbi con una delegazione di parrocchiani. Alla festa, che inizierà alle 16 nel campo parrocchiale, sono invitati anche tutti i piacentini che in questi mesi sono stati solidali con i due piccoli, affetti dalla nascita da paralisi celebrale, e che ne hanno seguito a distanbini che saliranno sul pedibus. Quest’ultimo funzionerà come un vero e proprio autobus con tanto di orari da rispettare e funzionerà sia all’andata che al ritorno dal lunedì al venerdì con due volontari per “corsa” che vigileranno sui bimbi. Oltre al giro mattutino gli alunni potranno

za le vicende. I primi a salutare Tomas e Tobias di rientro dagli Stati Uniti saranno i coetanei che leggeranno poesie, pensieri e intoneranno canti di benvenuto. Alle 17 sono in programma i saluti del parroco e di chi vorrà esprimere il proprio bentornato ai gemellini. Subito dopo sarà proiettato un filmato che riassume le tappe salienti del percorso di cure che Tomas e Tobias hanno dovuto sostenere. Nel frattempo si prepara anche la delegazione che stasera accoglierà la famiglia all’aeroporto di Linate. Partirà da Agazzano un’ambulanza della Croce Rossa che trasporterà i due fratellini dall’aeroporto fino all’abitazione di Casaliggio. Una volta rientrati, Tomas e Tobias dovranno proseguire le cure iniziate in America affrontando un lungo percorso riabilitativo nella speranza di renderli quanto più autonomi possibile.

infatti utilizzare il Pedibus anche per tornare a casa. «Questo - come spiega dalla dirigente dei servizi scolastici Piera Ferrari presente ieri mattina insieme alla docente vicaria Luigina Barabaschi - dopo che nei giorni scorsi siamo riusciti a reperire una squa-

dra di una decina di volontari che nell’arco della settimana si daranno il cambio per accompagnare i bimbi». Nel frattempo in questi giorni si cercano anche altri volontari grazie a cui poter attivare il secondo percorso, quello della zona del bocciodromo fino a piazza XX Settembre

La presentazione del Pedibus [f.Bersani]

(scuole Casaroli). «Anche su questo percorso - spiega la Ferrari - abbiamo avuto richieste di un certo numero di bambini che vorrebbero partire con il pedibus, ma non abbiamo ancora trovato una squadra di volontari sufficienti a far partire il servizio. Non escludiamo - prosegue la dirigente dei servizi del comprensivo di Castello - che entro la fine dell’anno possiamo far partire anche l’altro percorso». I tragitti, lo ricordiamo, erano stati studiati dai tecnici del servizio viabilità e lavori pubblici del comune per cui ieri mattina era presente Crisanti. «L’auspicio - conclude la Ferrari - è quello di riproporre il Pedibus anche il prossimo anno». Mariangela Milani

.FIORENZUOLA .

.PROVINCIA .

La solidarietà protagonista del Primo Maggio

Fari puntati sui Servizi per l’infanzia

FIORENZUOLA - (d.m.) Hanno ridato il sorriso a tanti bambini, i volontari del Gruppo lavoratori Prati Rosili di Fiorenzuola: attraverso donazioni benefiche hanno contribuito a finanziare il viaggio della speranza negli Stati Uniti dei gemellini di Casaliggio Thomas e Tobias, o il viaggio di William, l’adolescente piacentino pure bisognoso di cure negli Usa. E ancora prima avevano finanziato l’attività di cura dei bimbi cardiopatici, che si realizza alla pediatria di Fiorenzuola in collaborazione con “Fiorenzuola oltre confini” e l’associazione bambini cardiopatici. I lavoratori Prati Rosili proseguono nella loro opera di solidarietà: anche quest’anno infatti devolveranno in beneficenza il ricavato della festa del I Maggio in piazzale Darwin. Solidarietà e lavoro sono un binomio indissolubile per tutti i volontari che prestano la loro opera gratuita per la buona riuscita della manifestazione. La festa si apre da qualche anno con la messa dei lavoratori che oggi verrà celebrata all’aperto alle ore 10 (in piazzale Darwin). Seguirà l’incontro conviviale con gli anziani organizzato dal sindacato pensionati italiani, quindi il pranzo tradizionale del I Maggio. Nel pomeriggio spazio all’animazione per i più piccoli con “I Tre moschettieri”. La festa prosegue fino a domenica compresa: ogni sera, oltre agli stand gastronomici, buona musica con la Treves Blues Band, le Ombre, Alex & The King oh the night, e i Blues on the road. La festa del lavoratore a Fiorenzuola è arrivata alla 28esima edizione. Tre anni fa il gruppo lavoratori Prati Rosili, che la organizza, era stato insignito del prestigioso premio San Fiorenzo. Ma il premio migliore, per il gruppo di volontari, resta quello del sorriso dei bambini aiutati in tutti questi anni.

PIACENZA - (pin) Luci accese sulla primissima infanzia, grazie a due iniziative dedicate ai servizi per l’infanzia e realizzate dalla Provincia, con il coordinamento pedagogico provinciale, organismo che comprende i coordinatori dei servizi educativi 0-3 anni del territorio. Erano presenti alla presentazione l’assessore alle politiche sociali Paola Gazzolo, Pina Tromellini, pedagogista e formatrice del coordinamento, Carolina Soldati, componente del coordinamento pedagogico, Antonella Dosi, dirigente del servizio sistema scolastico della Provincia, Giovanna Tanzi, coordinatrice del coordinamento pedagogico provinciale, e Martina Schiavi, dello stesso servizio. A loro è stata affidata la presentazione del volume “Strumenti intorno a un tavolo”, curato dal coordinamento pedagogico, che si offre come raccolta di strumenti operativi a supporto del lavoro degli educatori nei servizi per la prima infanzia. La seconda iniziativa messa in campo è il seminario “Il bambino soggetto di diritti”, che si terrà martedì 6 maggio, in mattinata, all’auditorium della Fondazione. Si inizia con l’intervento dell’assessore Gazzolo; di seguito le relazioni, coordinate dalla funzionaria della Regione Sandra Benedetti. Interverranno la Tanzi, Roberto Maurizio, consulente del Servizio sistema scolastico della Provincia e le coordinatrici pedagogiche, Carolina Soldati, Valeria Mariani e Roberta Ferdenzi. Alle 12 tavola rotonda, coordinata da Antonella Dosi, con Stefano Borotti, direttore della Unicoop, Giovanni Castagnetti, assessore al Futuro del Comune di Piacenza, Fernanda Cerri, assessore all’istruzione del Comune di Rottofreno, Antonio Mazzocchi, sindaco del Comune di Farini, e Raffaella Morsia, responsabile delle politiche per l’infanzia della Cgil.

-

CASTELSANGIOVANNI - I volontari passeranno casa per casa

Ecotrappole e trattamenti larvicidi Scatta il piano contro la zanzara tigre CASTELSANGIOVANNI - (mm) Una cintura di monitoraggio fatta di 7 ovitrappole poste sul perimetro di Castelsangiovanni, una squadra di volontari che distribuiranno casa per casa i trattamenti gratuiti da effettuare nelle tombinature, i trattamenti effettuati dal Comune nelle tombinature pubbliche e, in caso di necessità, sul verde pubblico. Sono i principali provvedimenti contenuti nel piano anti-zanzara tigre messo a punto dall’Ufficio ambiente del Comune. I primi provvedimenti partiranno domani con le ecotrappole. «Si tratta di sette piccoli bicchieri neri - ha spiegato Maurizio Bollati che insieme ai colleghi dell’ufficio ambiente e all’assessore Giovanni Cattanei ha illustrato i dettagli del piano - il colore che più attrae la zanzara tigre, contenenti acqua e un listello di masonite dove gli insetti depongono le uova». Da domani

L’incontro sul piano anti-zanzara [f.Bersani]

ogni settimana gli incaricati passeranno a prelevare i listelli poi inviati ad Arpa e Ausl per il monitoraggio. Le ovitrappole sono posizionate in via Cabrini (zona cimitero), in via Ferraris, via Sauro (zona scuola materna), nel piazzale dell’ospedale (dietro la statua di padre Pio) e in via da Vinci. Se ne

aggiungono altre due in via Monteverdi a Fontana Pradosa e in un vivaio di Pievetta. La novità di quest’anno saranno i volontari che passeranno casa per casa a distribuire le pastiglie da sciogliere nei tombini privati (e che si potranno ritirare anche all’ufficio ambiente). «Questo - ha spiegato il responsabile Silvano Gallerati - per rendere la distribuzione ancora più capillare ed efficace». Hanno già dato la loro disponibilità le guardie ecologiche e i volontari civici. Il Comune la prossima settimana inizierà i trattamenti larvicidi. Intanto è iniziata la campagna informativa con la distribuzione di volantini e ordinanze inviate a commercianti e amministratori di condominio. Si pensa anche a incontri informativi nelle scuole. «Perché gli sforzi non siano vani - ha commentato Cattanei - è fondamentale che tutti i castellani collaborino».

“Favole in festa” nella Bassa Dieci giorni di iniziative dedicate al mondo dell’infanzia MONTICELLI - (as) “Favole in festa” è il nome dell’iniziativa per i più piccoli che andrà in scena dal 17 al 26 maggio nei luoghi più caratteristici della Bassa. La manifestazione, ideata da Amilcare Acerbi, è promossa dai Comuni di Monticelli, Caorso, Villanova e San Pietro in Cerro, organizzata dalla società Parco degli Antichi Frutteti di Monticelli e dal centro studi Cultura-gioco-ambiente di Pavia con la collaborazione delle biblioteche e delle Pro loco dei 4 paesi coinvolti, Piacenza Turismi e la sezione ragazzi della biblioteca Sala Borsa di Bologna. Il primo appuntamento sarà a Monticelli il 17 maggio, con una mostra-mercato del libro per ragazzi, la presentazione delle opere dell’illustratore e fotografo milanese Giovanni Caviezel e del narratore Fuad Aziz. Il 18 maggio si proseguirà con “Cibi magici? Caccia alla pappa”, con Giovanni Caviezel e la storia “Pappa reale dell’apicultore” Amedeo Garini, con un laboratorio creativo con Gabriella Strino, per ascoltare e inventare storie alla maniera di Gianni Rodari, e con un laboratorio sull’arte della carta a cura di Margherita Labbe, con “Storie e giochi di re, cavalieri, fantasmi, maghi e strani animali del Nord Europa”, presentati da Manuel Pucci

UOMO DONNA BAMBINO

di Saltamartino con i disegni dei ragazzi sopravissuti allo tsunami e il racconto di Jansan Wanigabaduge. A San Nazzaro narratori di storie del fiume saranno Fabrizio Caraffini e il campione di motonautica Daniele Roda. Tra San Pietro in Cerro e Polignano ci saranno “Le meravigliose storie dell’uomo, tra fiori, cibi, acqua e fuoco”. Il 19 maggio appuntamenti per le scuole: in replica le iniziative del giorno precedente e due novità: nel salumificio di San Nazzaro, in mattinata, andrà in scena “Storie di porcellini, salamini e coppettine”, raccontato dalla scrittrice genovese Nicoletta Torre, che si sposterà nel pomeriggio in un caseificio di Borgonovo di Monticelli per raccontare “La strana storia di quando ai topi non piaceva il formaggio”. A S.Nazzaro un incontro con l’appassionato di paleontologia Oscar Gandini, e il seminario “Tra natura e cultura, il libro... Il rapporto tra i giovanissimi e l’arte nelle esperienze del castello di Rivoli”, con Anna Pironti, del Museo d’arte contemporanea di Rivoli. La manifestazione proseguirà il 25 e 26 maggio con altre repliche e un seminario sul valore e la funzione delle favole nel mondo contemporaneo (intervengono gli scrittori Roberto Denti e Vinicio Ongini).

di Morlacchini

INTIMO BIANCHERIA MATERASSI

COMPLETAMENTE RINNOVATO - 1000 MQ.DI QUALITÀ CORTESIA E RISPARMIO

p.01.05.08

NUOVI ARRIVI DODIPETTO TANDEM CAMPAGNOLO E TANTISSIMO PRONTO MODA E ART. PER CERIMONIE MASCHIO E FEMMINA

LEBOLE ABBIGLIAMENTO DONNA E TAGLIE FORTI NUOVI ARRIVI CONTINUI MAGLIE CAMICETTE PINOCHIETTI BERMUDA MODA MADE IN ITALY TUTTI € 10,00 Magliette in puro cotone vari modelli m/manica Twin set in voile fantasia tg.unica Casacche m/manica viscosa/ fantasia/ t.unita Giacche in puro lino Camicette in puro lino + Pantalone coordinabile 23.00 Giacche in puro cotone + Pantalone coordinabile

GONNE PRONTO da € 7,50 da € 15,00 da € 18,00 da € 29,90 da € 23,00 a€ da € 29.90 a € 20.00

Jeans moda giovane a partire da € 15.00 COLLEZIONE ESTATE 2008 MAGLIERIA M/M GYMNASIUM IN PIÙ SVARIATI MODELLI E COLORI Gonne elasticizzate tutto elastico TG. 46-64 da € 18.00 Pinochietto in cotone elasticizz. Dalla 42 alla 60 € 10.00 Pinochietti in maglia di cotone a sole € 5.00 Casacca tg. Unica overmaxi da € 27.00 Camicione over maxi da € 22.00 PRONTO MODA TAGLIE FORTI CASACCHE COMPLETI CALZONI PINOCHIETTI CAMICETTA ABITI CON NUOVI ARRIVI SETTIMANALI

OGGI 1 MAGGIO APERTO AL POMERIGGIO 15.30 - 19.30 CENTRO SPECIALIZZATO TAGLIE FORTI OLTRE LA TG. 70 UOMO DONNA GIOVANE E CLASSICO CON NUOVI ARRIVI SETTIMANALI

MAGGIO

APERTO ANCHE LA DOMENICA POMERIGGIO 15.30 - 19.30 GIOVEDÌ POMERIGGIO CHIUSO

ABBIGLIAMENTO UOMO E TAGLIE FORTI Jeans elasticizzati vari modelli da € 10.00 Jeans in tela elasticizzati colorati da € 15.00 Polo m/m puro cotone da € 5.00 Camicie m/m puro cotone da € 5.00 VASTO ASSORTIMENTO CAMICIE GRANDI FIRME "NAVIGARE-PAUL E SHARK-ROCCO BAROCCO" Jeans pronto moda tg. 44-54 da € 15.00 Jeans elasticizzati leggeri tg. 46/62 da € 16.90 Pantalone classico m/terital tg. 46/64 da € 33.00 Jeans in tela colorata elastic. Tg. 46/62 da € 22,50 JEANS E PANTALONI "HOLIDAY" IN TESSUTI LEGGERI E PESANTI Pantalone c/mascone e elastico in vari colori tg.m/3xL da € 15.00

Giubbino in microfibra da € 49.00 TAGLIE FORTI UOMO OLTRE LA 70 Pantalone c/mascone+elastico tg. 3xL-6XL da € 20.00 Jeans tela colorata tg. 55-71 da € 25.00 Pantalone classico tessuto calettato tg.55/65 da € 49.00 Polo m/m navigare 100% cotone tg.4XL-7XL da € 29.90 Polo m/m taschino puto cotone da € 8.00 Polo m/lunga in puro cotone 3/5XL da € 12.50 Gilet di tela foderata tg.3XL-7XL € 37.00 Vasto assortimento magliette m/manica 3XL-7XL da € 7.50 Jeanseria giovane tg. Forti a partire da € 48.00 Jeans elasticizz. Dalla 57alla /69/71 € 35.00 Jeans classico leggero dalla 57 alla 73 € 32.00 Pant. Classico tela in vari colori dalla 57 alla 75 € 26.00

ABBIGLIAMENTO BAMBINO E NEONATO FEMMINA DA 0 A 14 ANNI Maglietta m/m da 2 a 12 anni da € 3.50 Prendisole da 3 a 8 anni € 7.00 Pinochietti in maglia da € 7.00 Completini maglietta + calz.corto da € 10.00 VASTO ASSORTIMENTO PRONTO MODA CON ARRIVI SETTIMANALI MODA MARE BIMBO/BIMBA TUTTO PER IL NEONATO A PREZZI DI ASSOLUTO RISPARMIO

Magliette m/m maschio m/cotone da € 3.00 Puro cotone da € 5.00 Magliette originali SPIDERMENN - GORMITI - POWER RANGER a solo € 9.90 Calzoni corti in maglia a partire da € 4.00 Completino SNOOPY 3/7 anni originali da € 12.00 Bermuda in tela da € 5.00 Bermuda in tela scozzesi RAMS da € 12.00 Camicie m/manica 8/14 ragazzo da € 10.00

REPARTO BAMBINO E NEONATO CON PREZZI DI ASSOLUTO RISPARMIO


PROVINCIA

Giovedì 1 maggio 2008

Il 9 maggio incontro organizzato da Comune,Cna-Pensionati e Coop consumatori Nord Est

21 .FIORENZUOLA .

Truffe, soccorso agli anziani A Fiorenzuola assemblea.Consigli per difendersi .FINO AL 15 GIUGNO .

Castelvetro, iscrizioni all’asilo nido CASTELVETRO - Sono aperte le iscrizioni per il nuovo anno scolastico all’asilo nido comunale di Castelvetro. Hanno diritto ad usufruire del nido i bambini di età compresa tra i 9 e i 35 mesi, residenti nel comune di Castelvetro o nei comuni con esso convenzionati. Possono essere ammessi anche bambini che abbiano superato i tre anni se l’ammissione rientra in un progetto dei servizi socio-sanitari destinato al recupero delle capacità psicofisiche dei piccoli per i quali non si ritiene idoneo l’inserimento nella scuola d’infanzia. Le domande devono essere presentate agli uffici comunali entro il 15 giugno. Il nido è organizzato in sezioni in base alle diverse fasce d’età: a formarle, nel rispetto delle normative vigenti e in relazione alle capacità dei più piccoli, saranno gli educatori. I moduli per l’iscrizione si possono ritirare negli uffici o scaricare dal sito web del Comune di Castelvetro, dove si trova anche il dettagliato regolamento dell’asilo pubblico, che stabilisce tra l’altro i criteri con cui sarà poi formata la graduatoria annuale. All’interno della documentazione, i genitori troveranno anche un modulo che permetterà loro di richiedere l’orario part-time (nei giorni e negli orari che preferiscono) o, per comprovati motivi lavorativi o familiari, il tempo prolungato (fino alle 18.30) che sarà accordato se si raggiungerà il numero sufficiente di domande. Il nido sarà aperto dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 16.30. a. s.

FIORENZUOLA - “Un aiuto agli anziani contro furti e truffe” è il titolo dell’assemblea pubblica che si terrà il 9 maggio, venerdì, alle 15 nella sala consiliare di Fiorenzuola, organizzata dall’amministrazione comunale insieme ai pensionati della Cna (Confederazione nazionale artigianato) di Piacenza e alla Coop consumatori Nord Est. L’invito a partecipare è rivolto in particolare agli anziani e alle persone sole, facili bersagli di truffe sempre più diffuse. Solo per ricordare quelle segnalate a Fiorenzuola nell’ultimo anno, parecchie vittime aveva mietuto, per esempio, il truffatore dall’aria rassicurante che si fingeva amico del figlio dell’anziano scelto come vittima, per spillargli soldi fingendo di avere un credito con il presunto amico. Ci sono anche truffe, consumate tra le mura domestiche, in cui un anziano viene raggirato con scuse, e il ladro riesce a intrufolarsi in casa dove svuota i cassetti da contanti ma anche da ricordi di famiglia. Ciò che rimane all’anziano, alleggerito nel portafoglio, è un grande senso di insicurezza e di sfiducia nel prossimo.

FIORENZUOLA - La presentazione dell’iniziativa in municipio [foto Lunardini]

«E’ anche per contrastare questo senso di insicurezza, ed evitare che le persone anziane si isolino e si chiudano ancor più in loro stesse, che abbiamo organizzato quest’iniziativa, partendo da uno dei Comuni più importanti del Piacentino, Fiorenzuola, e con l’intenzione di riproporla anche in altri comuni»: così ieri il segretario provinciale della Cna Pensionati Enrico Nicolosi, in municipio, per la presentazione dell’iniziativa. Nicolosi era af-

fiancato da Rino Olivieri, membro della direzione provinciale della Cna, dal sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani e dal consigliere del Distretto di Coop Consumatori Remo Barbieri. Questi ultimi interverranno anche all’assemblea del 9 maggio, che vedrà poi il prezioso intervento del comandante della compagnia dei carabinieri della Valdarda capitano Andrea Leo (le conclusioni della giornata saranno affidate al presidente della C-

na Dario Costantini). «Si tratta di un’assemblea davvero qualificata - ha sottolineato Barbieri che noi come Coop Consumatori abbiamo voluto sostenere, per l’attenzione che sempre abbiamo nei confronti del tema della sicurezza. Oltre alla sicurezza alimentare e al controllo dei prezzi, vogliamo occuparci della sicurezza dei nostri clienti-soci, con cui siamo in costante contatto e di cui conosciamo le problematiche. In particolare sappiamo che, di tanti episodi di truffa, molti rimangono anche sommersi, per la paura degli anziani di parlarne. Un anziano raggirato inoltre avrà a che fare anche con un problema oggettivo, di arrivare alla fine del mese, viste le risorse economiche che gli sono state sottratte». Il sindaco Compiani ha collocato l’iniziativa nell’ambito delle azioni integrate per contrastare la percezione di insicurezza nella popolazione, attivate nel piano sicurezza comunale. Olivieri ha richiamato l’attenzione infine su politiche nazionali che promuovano la certezza della pena anche per i reati di truffa. Donata Meneghelli

Alla sagra delle ciambelline debuttano le “500” Lugagnano, tutto pronto per la manifestazione di sabato e domenica.Musica e auto storiche LUGAGNANO - E’ ormai tutto pronto a Lugagnano, per la 48esima edizione della sagra delle ciambelline di pasta frolla. La manifestazione, organizzata dall’associazione Pro loco, si svolgerà dopodomani, sabato 3 maggio, e domenica 4. Il programma della tradizionale sagra gastronomica primaverile valdardese si sta arricchendo di numerose iniziative. Al di là della serata danzante prevista nel primo giorno di festa, che sarà rallegrata dal complesso musicale Michela con la prima offerta del tipico dolce lugagnanese (di cui ricorre quest’anno il 75esimo anniversario della “invenzione”) la giornata domenicale successiva si presenta ricca di molti altri avvenimenti che andranno dal concorso della “Bella ciambella 2008” (libera a privati e professionisti) al mercatino dell’usato dei bambini, dalla

mostra di decoupage alle bancarelle degli ambulanti. Ma la novità assoluta di quest’anno sarà il primo raduno alto-valdardese delle mitiche automobili “Fiat 500” la cui organizzazione prevede per i partecipanti il ritrovo a Fiorenzuola, la prima colazione a Lugagnano, la visita guidata agli scavi di Veleia Romana, l’aperitivo servito a Diolo in un’azienda vitivinicola, poi il ritorno a Lugagnano per il pranzo, a mezzogiorno, e, nel pomeriggio, la premiazione finale. Come sempre non mancherà la musica pomeridiana che vedrà protagonista il duo lugagnanese formato da Cristina e Claudio Filippi. Per ulteriori informazioni e per le adesioni alle varie manifestazioni si può contattare Ermanno Silva, Davide Burzoni, Roberto Franchi e Dimes. f. l.

FIORENZUOLA - Bambini alla mensa scolastica. Primi menu a tema

Alla mensa dei bambini i menu degli esploratori FIORENZUOLA - Sulla tavola dei ri dal celebre Colombo scopribambini nella mensa scolasti- tore delle Americhe. Mangeca, approdano menu davvero ranno naturalmente piatti tiparticolari, per unire gusto e pici di queste terre, importati scoperte geografiche. I grandi poi nella vecchia Europa duesploratori Ferdinando Magel- rante la conquista dell’Amerilano, Marco Polo, e Cristoforo ca: si parte da pasta e fagioli, Colombo, fanno da ideali gui- per passare alle polpettine al de alla scoperta di menu a te- tacchino, accompagnate da poma proposti dalla mensa del modori e mais, per finire con i biscotti al cacao. Comune in collaboPer i ragazzi delle razione con la ditta Da Magellano scuole medie gli apCir Food. «Un’inia Colombo puntamenti saranziativa per stimola«Educazione no il 14 e il 30 magre la curiosità dei alimentare gio. «La finalità del bambini e la loro estimolando progetto - aggiunge ducazione perché la curiosità l’assessore Barbieri dice l’assessore aldei bambini» - è quella di valorizl’istruzione NicoPer i genitori zare la conoscenza letta Barbieri - il possibile di prodotti alimentempo mensa è a assistere tari di uso quotidiatutti gli effetti un tempo scuola, e l’ap- alla preparazione no la cui origine è di dei pasti altri paesi». L’iniproccio con il cibo è ziativa è condivisa improntato non sodalla ditta Cir, dallo al nutrimento ma anche all’educazione alimen- l’ufficio istruzione guidato da tare». Quale migliore occasio- Loredana Leoncini, dalle ne per unire educazione e geo- cuoche e dalla commissione grafia, dell’iniziativa “Esplo- mensa. «Quest’ultimo strurando il mondo a tavola”. I pri- mento - fa osservare la Barbiemi menu sono stati sperimen- ri - permette di rendere partetati il 24 aprile, con la guida di cipi i genitori della gestione Magellano che ha presentato del servizio mensa». In queun primo di pasta alla zucca, st’ottica si è organizzata la seguito da bocconcini di tac- possibilità per i genitori di enchino all’ananas, insalata mi- trare in cucina. Il Comune sta con pomodori ed infine tor- propone loro la giornata “Il cita al cocco. Il prossimo 13 mag- bo lavorato” nella quale i genigio, l’appuntamento con i sa- tori potranno entrare nelle cupori delle vie d’Oriente, con il cine della scuola San Giovanmenu Magellano, fatto da un ni Bosco e assistere alla prepaprimo piatto di riso allo zaffe- razione di un pasto. Si potranrano, un secondo di pollo alle no degustare i piatti ma anmandorle, un contorno con che ricevere spiegazioni sulle verdure di stagione tagliate a cure igieniche osservate. Le ijulienne, ed infine un dolce scrizioni devono pervenire alclassico, la torta di mele, insa- l’ufficio comunale istruzione porita però con una spezia entro il 7 maggio. In base alle d’Oriente come la cannella. Il iscrizioni, si decideranno le 29 maggio, i bimbi saranno date di visita. guidati alla scoperta dei sapod. m.

LUGAGNANO - Sagra delle ciambelline alla 48esima edizione

CORTEMAGGIORE - Arrivate le insegne da Città del Vaticano

Nuova basilica, ecco gli stemmi Esposti gli scudi per l’intitolazione prevista domenica CORTEMAGGIOla papale che RE - Cresce, e quella parrocnon solo a chiale, costiCortemaggiotuiranno il re ma anche primo saluto in tutta la dioed il primo ricesi piacenticevimento rina, l’attesa per servati al carle due cerimodinale Angelo nie previste in Sodano quanquesto fine do, nella serasettimana ta di dopodoquando sarà mani, sabato, ufficializzata farà il suo pril’elevazione mo ingresso dell’attuale nel tempio sia “Insigne Colper ammirarlegiata” dedine l’alto contecata a Santa CORTEMAGGIORE - Il parroco, monsignor Luigi Ghidoni, con gli stemmi [f. Lunardini] nuto artistico Maria delle e gli imporGrazie e a San Lorenzo al ran- zato nella Città del Vaticano tanti restauri eseguiti, sia per go di “Basilica Minore”. Ieri il dal cardinale Andrea Monte- assistere al concerto dedicato parroco monsignor Luigi Ghi- zemolo (lo stesso che ideò e co- al “Mistero di Cristo” che sarà doni, come prevedono le nor- struì lo stemma di Papa Rat- eseguito dalla “Nova Schola me canoniche che regolano la zinger) l’insegna della basilica Gregoriana” diretta dal maeprocedura, ha esposto due rappresenta l’ombrello e le stro Alberto Turco. Non da grandi insegne sulla facciata chiavi della Santa Sede, una meno sarà poi la solenne lidel grande tempio magiostri- stella che indica la Madonna turgia prevista alle ore 10,30 no: lo stemma dell’attuale pon- delle Grazie, una graticola che di domenica che sarà officiata tefice Benedetto XVI e quello ricorda il martirio di San Lo- dal cardinale Sodano, decano che assumerà e conserverà in renzo e l’insegna municipale del collegio cardinalizio che futuro la nuova basilica. Idea- che detta testualmente “Nil proclamerà il nuovo titolo ta proprio da monsignor Ghi- sanctius quam recta fides”. parrocchiale. doni ed artisticamente realiz- Entrambe le insegne, sia quelFranco Lombardi

Gli scolaretti scoprono il Medioevo Nel castello di Paderna alunni della scuola d’infanzia di Fiorenzuola PONTENURE - Gli scolaretti della scuola dell’infanzia “Giardino dei gelsi” (quelli compresi fra i 4 ed i 5 anni di età) appartenenti all’Istituto comprensivo di Fiorenzuola diretto da Carla Maffini, accompagnati dalle loro insegnanti Mirella Mencarelli, Daniela Bottiroli, Maria Teresa Grasselli ed Anna Serafino, hanno visitato il castello di Paderna, nel comune di Pontenure, nell’ambito dell’iniziativa didattica denominata “Progetto ambiente”. Accolti Pierluigi Pettorelli, proprietario del maniero, i piccoli visitatori hanno potuto apprendere precise notizie sul modo di vivere di una volta, l’importanza del fossato che circonda il castello e l’utilità delle torri. All’interno del grande edificio storico i bambini hanno preso contatto con le armature, le corazze e le spade dei guerrieri medioevali, hanno ammirato le grandi stanze con gli artistici camini ed hanno visitato il settore museale

PONTENURE Gli alunni della scuola dell’infanzia a Paderna con le maestre e il proprietario del castello. Al termine della visita, una merenda nel suggestivo parco

che comprende attrezzi agricoli e domestici, attraverso i quali hanno senza dubbio scoperto l’ingegno dei nostri avi nel ricavare o inventare oggetti che potessero facilitare e via via migliorare il loro sistema di vita. All’attenzione dei bambini non sono sfuggiti un singolare “acchiappamosche”, una

vasca da bagno a dondolo in grado di facilitare il lavaggio della schiena ed tanti altri attrezzi di uso domestico. A conclusione della visita non è neppure mancata, per i piccoli ospiti, una “medioevale” merenda nel suggestivo parco del castello. f.l.

UN RITRATTO ORIGINALE DI BOB DYLAN: 3 CD DELLA BOOTLEG SERIES “RARE & UNRELEASED 1961-1991”. Nel terzo cd, 16 canzoni che vanno dalla metà degli anni '70 alla fine degli anni '80: da qui nascono canzoni come "Ye shall be changed", un pezzo speciale per l'accompagnamento di Mark Knopfler alla chitarra. La sua poesia si esprime al meglio anche attraverso la performance blues "Blind Willie McTell" e in una delle sue più belle canzoni d'amore "If you see her, say hello". Bob Dylan, poesia in musica.

con

Oggi in edicola il 3o CD a soli € 6,90 + il prezzo del quotidiano


22

GiovedĂŹ 1 maggio 2008


NEL LODIGIANO

Giovedì 1 maggio 2008

ALSENO - Messo a punto il programma che ruoterà attorno all’abbazia cistercense di Chiaravalle

Infiorata, due settimane di eventi Arte e musica classica per celebrare il“Corpus domini” .CASTELLO .

Tamponamento sulla via Emilia CASTELSANGIOVANNI - Due feriti lievi. Questo il bilancio di un tamponamento tra una Peugeot e una Opel avvenuto ieri alle 13 sulla via Emilia Pavese all’ingresso della città. Sul posto 118 e polizia municipale. (f.Bersani)

ALSENO - A Chiaravalle è ormai imminente la tradizionale Infiorata del Corpus domini, organizzata dalla comunità monastica cistercense, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale di Alseno e il patrocinio della Provincia. Durante la manifestazione, che si aprirà domenica 25 maggio per concludersi domenica 8 giugno, si svolgeranno diverse iniziative, ma l’attrazione principale resta sempre l’antica abbazia, ricca di bellezze architettoniche a cui per l’occasione si aggiunge lo splendido scenario offerto dal bellissimo “Tappeto fiorito” che si estende lungo la navata centrale. Quest’anno il tappeto, che ogni anno riporta un tema del Vangelo, sarà dedicato a “Le beatitudini”, il tema dell’anno liturgico 2008. Il tappeto da qualche anno è realizzato sui disegni della pittrice Vittoria Grazioli, con la collabo-

Il tappeto di fiori a Chiaravalle

razione di Claudio Galli, mentre prima, per ben quindici anni si realizzava sui disegni di padre Agostino Caputi. Durante l’Infiorata si svolgeranno diversi riti religiosi tra cui la messa di domenica 25 maggio; per il giorno del Corpus domini la mes-

sa delle 11 sarà accompagnata dalla corale dell’abbazia e del gruppo musicale “Stradivarius”, con musiche composte e dirette da Beppe Cantarelli. Nell’ambito dell’ufficio turistico, spiccherà la personale dell’insegnante e pittrice Milena Lommi, intitolata “Atmosfere cromatiche”, una serie di opere che saranno esposte da domenica 25 maggio a domenica 8 giugno. Al centro congressi del Palazzo della Commenda, venerdì 6 giugno, dalle ore 15 alle 18 si svolgerà un convegno internazionale del progetto europeo “Terre Traverse” che riguarda Italia, Polonia, Slovacchia, Ungheria e Bulgaria. In concomitanza con l’Infiorata vi sarà un’importante mostra anche alla galleria Palma Arte di Saliceto che quest’anno ha allestito i 50 décollage dell’artista Mimmo Rotella. La mostra, che sarà aperta tutti i giorni

(tranne il lunedì), con i seguenti orari dalle ore 16 alle 19,30, la domenica dalle ore 10 alle 12,30, sarà inaugurata il 31 maggio 2008 e proseguirà fino a domenica 14 settembre. Durante l’Infiorata nell’abbazia si alzeranno le note di una serie di concerti: lunedì 26 maggio alle ore 21 nel chiostro dell’abbazia “Arie d’Opera” del quartetto d’archi “Camerata piacentina”, con Alessandro Pelissero, la musicista alsenese Monia Ziliani, Vera Pattini, Vittorio Omati e con il soprano solista Virginia Magatelli. In programma, musiche di: Mozart, Puccini, Bellini, Lear e Verdi. Domenica I giugno nelle chiesa abbaziale alle ore 21,00, il coro Vallongina di Alseno, diretto da don Roberto Scotti eseguirà “Dal Seicento al Settecento musicale”, con musiche di Carissimi, Vivaldi e Mozart. Ornella Quaglia

23

IN BREVE CASTELLARQUATO, TRE ZONE PER L’AUTOVELOX CASTELLARQUATO - Scelte le zone per l’autovelox nel comune di Castellarquato. Sono tre i tratti stradali, lunghi rispettivamente 500 metri, in cui la polizia municipale potrà installare e utilizzare, sia in forma fissa che mobile, mezzi tecnici di controllo del traffico finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni al codice della strada. Si tratta della strada provinciale 4 in direzione Lugagnano (dal chilometro 10,500 al chilometro 11), della strada provinciale 6 bis in direzione Carpaneto (dal chilometro 10 al chilometro 10,500) e della provinciale 31 in direzione Alseno-Salsomaggiore (dal chilometro 2 al chilometro 2,5). Lo ha decretato la Prefettura di Piacenza, che ha così accolto l’istanza della polizia municipale di Castellarquato, la quale aveva chiesto di poter utilizzare i dispositivi antivelocità nei tre tratti stradali. FIORENZUOLA, OGGI IL MERCATO NON FA FESTA FIORENZUOLA - (d.m.) Stamattina il mercato settimanale del giovedì, nonostante la festività del 1° maggio, festa dei lavoratori, si svolgerà regolarmente, nelle due piazze lungo la via Emilia, a Fiorenzuola, in piazzale Cavour. TERMOSIFONI ACCESI FINO AL 10 MAGGIO FIORENZUOLA - (d.m.) Il sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani ha dato un’ulteriore proroga al periodo di accensione per l’uso di impianti di riscaldamento. Considerate le particolari condizioni climatiche sfavorevoli con temperature inferiori alle medie stagionali, si autorizza l’accensione degli impianti di riscaldamento, da oggi, 1° maggio e sino al 10 maggio, nella misura di 7 ore comprese fra le 5 del mattino e le 23 di notte. A CASTELVETRO TORNEO GIOVANILE DI BOCCE CASTELVETRO - I giovani si sfidano a bocce. Oggi, giovedì, a Castelvetro si disputa il 20esimo Memorial Giulio Arcari, torneo giovanile a sei squadre ad inseguimento, a coppia e individuale riservato alle categorie allievi, ragazzi ed esordienti. La gara, riservata ai comitati di Cremona, Bergamo, Brescia, Crema, Legnano e Milano, si svolgerà a partire dalle ore 9 sui campi della Coop Castelvetro. In caso di maltempo si giocherà al Comunale di Cremona.

NEL LODIGIANO -

Appuntamento per il 25 maggio con un percorso di 32 chilometri

La Ciclolonga arriva a quota 30

Resta aperto il varco della tragedia

Codogno, anche un libro per festeggiare il compleanno

Ragazzo folgorato a Codogno:6 mesi dopo l’ex scalo è immutato

CODOGNO - Un pettorale celebrativo in cui eccezionalmente non comparirà il numero di iscrizione, un libro commemorativo, un portachiavi personalizzato e una serata speciale in piazza Cairoli (presumibilmente il 19 giugno) in cui saranno proiettate sul grande schermo immagini tratte dalle ultime kermesse. Sono queste le iniziative principali che accompagnano l’edizione 2008 della “Ciclolonga delle rose”, manifestazione che quest’anno festeggia il traguardo delle trenta edizioni e che si svolgerà la mattina del prossimo 25 maggio. I dettagli dell’appuntamento sono stati illustrati ieri pomeriggio in municipio dal patron Giuseppe Vecchietti accompagnato dai leader del comitato organizzatore Umberto Pedrazzini, Ignazio Ginelli, Franco Davò e Pino Pagani e dall’assessore comunale Mario Grazioli. Alla presentazione hanno preso parte anche Elisa Caserini, la giovane artista codognese che ha realizzato la litografia che sarà donata a tutti i partecipanti e Anna Dadda, responsabile marketing della Banca Centropadana, sponsor principale dell’evento. «Per celebrare il traguardo - ha affermato Vecchietti - consegneremo innanzitutto agli iscritti un pettorale su cui comparirà solo il simbolo della Ciclolonga accompagnato dal numero 30. E’ passato tanto tempo dalla prima edizione coordinata dall’indimenticabile Erminio Vitali, ma ancora oggi ci dedichiamo a questa manifestazione con tanta energia. Desidero ringraziare tutti coloro che come sempre ci forniscono il loro supporto, dal Moto Club Codo-

CODOGNO - L’incontro di presentazione della “Ciclolonga delle rose” [foto Gazzola]

gno, che scorterà il serpentone, alla protezione civile di Casale che con i suoi Cb laser ci consente di monitorare la situazione in ogni istante, dalla Pro loco di Meleti, che si occuperà della preparazione di 1.200 panini imbottiti, al gruppo scout di Codogno, che collabora con noi per la prima volta nella distribuzione delle vivande ai punti di ristoro». Il percorso 2008 si svilupperà per 32 chilometri da Codogno verso Somaglia, Valloria, Guardamiglio, San Fiorano e ritorno a Codogno. I punti di ristoro di questa sempre molto attesa passeggiata in bicicletta in allegria per le strade del Basso Lodigiano, saranno al Parco Vasca di Somaglia, davanti alle scuole di Guardamiglio di via Roma (quello principale) e poi all’arrivo. A tutti gli iscritti (ci si augura di oltrepassare an-

Arcoshop, caso chiuso

che quest’anno quota mille) saranno consegnati un portachiavi in metallo, su cui da un lato si ricorda la trentesima edizione della Ciclolonga e dall’altro i cento anni della Banca Centropadana, il libro con foto, percorsi e statistiche di tutte le edizioni della kermesse intitolato Storia di 30 anni di Ciclolonga e la litografia di Elisa Caserini. All’arrivo ci sarà sempre l’elezione di Miss Ciclolonga e tra tutti i partecipanti saranno estratti più di 100 premi. «Da parte del Comune c’è il compiacimento per un’iniziativa che è riuscita a riprendere vigore dopo qualche anno buio» ha sottolineato l’assessore Grazioli. «Sottolineo la grande passione che Vecchietti e i suoi collaboratori mettono ogni anno per organizzare l’evento». l.g.

.FOMBIO . FOMBIO La sede della Rizzi: l’azienda Silvelox di Castelnuovo Valsugana ha comunicato che la produzione di porte blindate sarà trasferita in Trentino nel giro di pochi giorni [foto Gazzola]

Maleo, risolta una diatriba ventennale MALEO - E’ stata scritta definitiva- le. Saranno però mantenuti i 24 mente la parola fine sulla diatriba posti di lavoro. La società Arco, atventennale tra il Comune e i pro- tuale proprietaria, si impegna ad prietari del centro commerciale investire 200mila euro per realizArcoshop. Il consiglio comunale zare una pista ciclopedonale che ha approvato un’autorizzazione collegherà la struttura con il cencon la quale concede all’Arcoshop tro del paese e a razionalizzare i una riqualificazione della struttu- parcheggi e le vie di accesso». La ra. Questo via libera è stato l’atto minoranza, per voce del consigliere Luca Butera, ha criconclusivo di un perticato la scelta dell’amcorso di pacificazione avviato già due anni fa. Dal consiglio ok ministrazione e al moai proprietari mento del voto ha abIl contenzioso aveva adel centro bandonato l’aula. «Per vuto origine nel 1987, commerciale noi - ha affermato Butequando gli amminiper una ra - era doveroso andastratori dell’epoca avevano deciso di citare in riqualificazione re fino all’ultimo grado della struttura di giudizio. Senza una giudizio il privato per Critiche pronuncia definitiva ottenere oneri di urbanizzazione a loro avvi- dalla minoranza non sapremo mai se il Il sindaco: Comune aveva effettiso dovuti e mai corri«Una scelta vamente ragione oppusposti. Il nodo della responsabile» re no». «Tutte queste questione si giocava su concessioni da parte un discusso cambio di della proprietà in camdestinazione d’uso dell’area. L’attuale giunta, preso in bio della chiusura del contenzioso mano il fascicolo e considerato sono sospette - gli ha fatto eco Reche il Tar della Lombardia in pri- nato Occhini - forse tutte le ragiomo grado aveva respinto le richie- ni non le avevano». «Il Tar con la ste del Comune, ha preferito cer- sentenza di primo grado ha lasciacare una mediazione e già nel lu- to ben poche speranze al Comune» glio 2006 era approdata ad un pro- ha ribattuto il sindaco Pietro Fotocollo d’intesa che, in cambio del- roni. «Se il Consiglio di Stato ala “pace giudiziaria”, consentiva vesse confermato il giudizio di alla proprietà un allargamento primo grado, Maleo sarebbe stato della superficie di vendita impo- costretto a rifondere danni econonendole però la realizzazione di o- mici elevatissimi e sarebbe finito pere pubbliche. «I proprietari, ri- in bancarotta. Rivendico questo spetto al protocollo d’intesa del accordo come una mossa etica e 2006, hanno deciso, per ragioni le- responsabile. Alla base di questa gate all’andamento di mercato, di battaglia legale non dimentichiarinunciare all’allargamento» ha mo che vi erano incomprensioni spiegato in aula l’assessore alle at- personali tra i vecchi amministratività produttive Samuele Arri- tori e la proprietà, ma non si posghi. «La riqualificazione, anzi, sono fare guerre personali con i comporterà una leggera diminu- soldi della comunità». zione della superficie commerciaLeonardo Giansante

CODOGNO - Nulla è cambiato, nella stazione ferroviaria, a sei mesi dalla morte di Luca Bergamaschi, il 13enne rimasto folgorato dopo aver toccato i fili dell’alta tensione che aveva raggiunto arrampicandosi su un vagone nell’ex scalo merci. Il varco dal quale il ragazzino, insieme al fratello e ad alcuni amici, avevano avuto accesso è ancora spalancato. Ieri, i vertici di Rfi, la società che ha in gestione le infrastrutture ferroviarie, non ha voluto rilasciare dichiarazioni in proposito. C’è un’inchiesta in corso, riaperta grazie all’avvocato della famiglia, Massimiliano Cattano di Milano che si è opposto alla chiusura del fascicolo avvenuta pochi giorni dopo la tragedia, e quindi nessuno vuole dire nulla. Eppure proprio la questione del buco rimasto aperto per tutti questi mesi e la mancanza di controllo di una zona molto pericolosa sono due punti cardini sui quali la famiglia chiede spiegazioni. Pochi giorni dopo il dramma, esponenti della Rfi, interpellati, risposero che entro breve tempo, la zona sarebbe stata messa in sicurezza. Ma nulla è stato fatto. «Sono circa dieci anni che quel buco esiste» dice il 75enne titolare della cascina Battaina, osservatore privilegiato della zona visto che la sua azienda agricola si affaccia proprio sui binari della linea Milano-Bologna. E quel convoglio giallo dove Luca si è arrampicato? «E’ lì fermo da circa un anno. Le carrozze sono utilizzate per la ghiaia che poi viene depositata accanto ai binari».

“Scelta” per 14 operai della Rizzi: trasferimento a Trento o dimissioni FOMBIO - (m.s.) Doccia fredda per circa la metà degli attuali operai della ditta Rizzi Porte Blindate che si trova nella zona produttiva di Fombio: la proprietà, l’azienda Silvelox di Castelnuovo Valsugana, in provincia di Trento, ha infatti comunicato, il 26 aprile scorso, che dal 2 maggio prossimo (ma operativamente dal 5 maggio) tutta la produzione di porte blindate sarà trasferita in Trentino. Dovranno fare le valige pure quattordici operai. Prendere o lasciare. «In pratica han detto loro: se volete andate a Trento, altrimenti siete da considerare dimissionari, senza dunque garanzie né diritti» spiega Aniello d’Errico della Cisl che ieri ha indetto una riunione con tutti i lavoratori. Lunedì i sindacati incontreranno di nuovo l’azienda. «Cercheremo di far valere i diritti delle maestranze. Addirittura, visto che nel contratto sono previsti venti giorni di preavviso, hanno detto agli operai di presentarsi a Trento il 5

maggio anche se poi inizieranno a lavorare dal 25 dello stesso mese». Dalla ditta di Fombio, i macchinari se ne sono già andati, segno evidente che la situazione ormai ha preso una piega ben precisa. «Nella Bassa rimangono una quindicina di addetti al magazzino, ma è opinione comune che, entro l’estate, la ditta rischia di chiudere» spiega ancora l’esponente sindacale della Cisl. Eppure, come ricorda D’Errico, nel 2004, quando la Silvelox rilevò la Rizzi, le premesse non erano certamente quelle di un declino della storica azienda della Bassa. «Era stato sottoscritto un accordo nero su bianco nel quale si diceva che la proprietà si impegnava ad implementare produzione ed occupazione. Già alla fine del 2004, però, scorporò alcuni “pezzi” dell’azienda, costringendo i vecchi soci ad andarsene. Ora vogliamo capire perché quel patto non è stato rispettato e vogliamo far valere i diritti dei lavoratori».

IN BREVE CODOGNO

Inaugurata la mostra dedicata a Novello

CODOGNO - Il varco nella recinzione dell’ex scalo. Sotto: Luca Bergamaschi

Quella tragedia è impressa nella mente dell’anziano agricoltore. Che, dice, ha un piccolo cruccio. «Quei ragazzi li avevo già visti alcuni giorni prima e gli avevo detto di allontanarsi dalla zona dei binari perché era pericolosa». Ma il giorno della tragedia, lui non era in azienda. «Quando sono tornato mi hanno detto che il ragazzo era mor-

to». Poi ricorda che quella zona dell’ex scalo merci è stata teatro di un’altra morte simile, assurda. «Ricordo che 50 anni fa, un operaio siciliano di 34 anni stanno verniciando quando il pennello toccò i fili dell’alta tensione. Cadde giù dritto, folgorato. Lo soccorsi subito dopo e lo portai all’ospedale, ma non ci fu nulla da fare». L’agricoltore ribadisce che anni fa l’intero tratto dei binari lungo la stazione ferroviaria era presidiato costantemente dalla polizia ferroviaria. «Poi la sede è stata trasferita a Lodi e le cose sono cambiate». Intanto, le indagini per capire se vi sono responsabilità per la morte del 13enne sono state ufficialmente riaperte e affidate al sostituto procuratore di Lodi Daria Monsurrò. Matteo Spagnoli

La disoccupazione diminuisce Boom di “atipici” nel Lodigiano LODI - (l.g.) Prosegue il calo della de comunicare ai centri per l’imdisoccupazione nel Lodigiano, an- piego forme contrattuali come ad che se a mantenere le percentuali esempio co.co.co, contratti a prosu livelli soddisfacenti sono stati getto e a chiamata. Da consideranel 2007 per lo più contratti atipi- re con attenzione è invece la dimici o a tempo determinato. Questa nuzione dell’occupazione maschil’analisi che emerge dai dati pre- le». sentati dall’assessore provinciale Una crescita considerevole, adper le politiche del lavoro Luisan- dirittura del 24%, hanno fatto regela Salamina. Nello gistrare i contratti a scorso anno il tasso di tempo determinato, Nel confronto disoccupazione in propassati da 14.475 a vincia di Lodi si è atte- tra 2007 e 2006 18.051 (su questo dato la percentuale stato a quota 3,43 per però pesano le accennacento (3,18 per cento dei senza lavoro te norme in materia di registra quello della disoccupacomunicazione), menuna riduzione zione maschile e 3,7 tre quelli a tempo indedello 0,07 quello femminile). terminato sono passati per cento. Nel confronto con il da 17.123 a 16.936 (Prosegue 2006 la percentuale re1,09%). il trend iniziato gistra una riduzione Sul fronte delle nuove a partire dello 0,07 per cento che assunzioni, sono state dal 1995 1.446 le persone che conferma comunque la hanno trovato un contendenza al ribasso del tratto come soci di cootasso di disoccupazione avviata a partire nel 1995, quando perative e 1.644 quelli che hanno il tasso era addirittura arrivato al firmato contratti a progetto o di 9,40 per cento. «Il dato più confor- collaborazione coordinata e contitante arriva dalla diminuzione del nuativa. Segnali positivi arrivano tasso di disoccupazione sul nostro anche dalla diminuzione del nuterritorio - commenta l’assessore mero di iscritti alle liste di mobiSalamina -. Nel 2007 abbiamo re- lità. Questi sono passati dagli 894 gistrato soprattutto una significa- del 2006 agli 856 del 2007. Per quantiva diminuzione della disoccupa- to riguarda invece il collocamento zione femminile. I contratti a tem- mirato delle persone diversamenpo indeterminato sono stati inve- te abili i dati del 2007 non presence in flessione, seppur in modo lie- tano variazioni significative rive. Interpreto poi in maniera posi- spetto al 2006: le assunzioni sono tiva il fatto che 324 contratti a state 103 (rispetto alle 105 del termine siano stati trasformati in 2006). Nel 2007 infine la Provincia contratti a tempo indeterminato». ha stipulato 43 convenzioni con le «Dal quadro emerge anche un aziende che hanno l’obbligo di asconsistente incremento dei con- sunzione dei disabili, un numero tratti a tempo determinato - ag- che ha portato a 360 le convenziogiunge -. Occorre però chiarire ni di questo tipo sottoscritte comche nell’anno precedente non era plessivamente nel Lodigiano dal obbligatorio da parte delle azien- 2000 al 2007.

(f.d.) Cambia nome, almeno per quanto riguarda le iniziative culturali ed artistiche, il palazzo municipale in via Vittorio Emanuele a Codogno. L’assessore alla cultura Mario Grazioli, inaugurando, nella sala Santelli del municipio, la mostra dedicata a Giuseppe Novello, illustre pittore e vignettista codognese morto vent’anni fa, ha detto che «d’ora in poi il municipio quando ospiterà manifestazioni culturali sarà chiamato Casa del Comune, come lo aveva ribattezzato proprio Novello». L’artista, ha aggiunto Grazioli, «amava intensamente Codogno di cui era cittadino esemplare, valoroso soldato, osservatore irripetibile del sociale nostrano ed usava definire il palazzo municipale in questo modo che mi sembra più vicino alla gente, un termine decisamente più popolare e consono». La mostra propone interessanti disegni e tele ad olio di Novello con alcuni dei suoi soggetti preferiti: dal giardino di casa, alla sua fiera autunnale, ai celebri interni familiari: letti disfatti, un indumento caduto e dimenticato per terra, il soggiorno a mezza luce pieno di soprammobili di dubbio gusto. E poi tante vedute bassaiole: con il sole, la nebbia, le nuvole della verde campagna paesana. Novello è anche l’autore del manifesto-simbolo dell’appuntamento più importante e storico di Codogno: la secolare fiera d’autunno. Ed il manifesto ha in sé tutto il delicato umorismo tra l’ingenuo ed il malizioso tipico del disegnatore codognese, un tratto semplice per “raccontare con l’immagine” la storia stessa di questo importante appuntamento agricolo per l’intero territorio lodigiano. La mostra sarà aperta al pubblico fino a domenica prossima, 4 maggio, nei giorni feriali dalle ore 16,30 alle 19,30 e nei festivi dalle ore 10,30 alle 12,30 e dalle ore 16,30 alle 19,30. OGGI A MALEO

Concerto della banda e balli a Villa Trecchi (l.g.) Una “festa del Primo Maggio” è stata organizzata per oggi a Maleo dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione dei volontari Auser e con il Corpo bandistico locale. La manifestazione iniziera alle 10 quando la banda, partendo da piazza Italia, percorrerà suonando allegri motivi le vie del paese fino a terminare il suo concerto itinerante nella centrale piazza XXV Aprile. L’arrivo davanti alla chiesa parrocchiale è previsto per le 11. Dalle 16, nel parco di Villa Trecchi, musica da ballo dell’orchestra di Gianmario Damonti. Seguirà un rinfresco.


24

GiovedĂŹ 1 maggio 2008


Cultura & spettacoli e-mail:cultura@liberta.it

Fax: 0523-347.979

e-mail:spettacoli@liberta.it

- Pagina 25

Giovedì 1 maggio 2008

Visite alla Passerini Landi

Spagna: show sulla Fallaci

Il vedutismo di Canaletto

La biblioteca comunale Passerini Landi fa scoprire al pubblico il proprio patrimonio librario e storico-architettonico, attraverso percorsi guidati aperti a tutti che si svolgeranno, a partire da sabato, ogni primo sabato del mese, alle ore 11. Le visite partono dalla reception all’ingresso delle biblioteca in via Carducci 14 e durano circa un’ora. Informazioni: tel. 0523/492407-492410.

Un omaggio a Oriana Fallaci e “a tutti gli anarchici che in Toscana lottarono contro l’occupazione nazista durante la II Guerra mondiale”. E’ il senso dello spettacolo “Oriana” che messo in scena ieri sera a Merida (Spagna), capoluogo della comunità autonoma dell’Estremadura, dalla compagnia iberica Liga de la Ciencia Pagana, fondata dal compositore Rades e dal bassista Alonso.

Sarà dedicata a Canaletto e al vedutismo veneziano la mostra che il 23 ottobre sarà aperta a Cà dei Carraresi, a Treviso. Andrea Brunello, amministratore delegato di Artematica, società organizzatrice dell’evento, presentando la rassegna, ha detto che sarà la «prima grande antologia completa del vedutismo mai ospitata in Italia» ed avrà come unico soggetto il paesaggio urbano di Venezia.

Pubblicati da Iperborea per ricordare il grande regista a un anno dalla morte

Da domenica a Palazzo Galli

Vignette,bozzetti e foto d’epoca I diari con moglie e figlia e un dramma giovanile ricordano Guareschi

Ingmar Bergman,due libri inediti di ANNA ANSELMI

ella collezione dell’Ar- precedente processo per difchivio storico Foto Cro- famazione al presidente della ce e del suo titolare, Repubblica Luigi Einaudi e Maurizio Cavalloni, era no- si rifiutò di ricorrere in apta, anche oltre i confini pia- pello. Così “rimise sulle spalcentini, la raccolta di mani- le il suo zainetto di internato festi politici (parzialmente utilizzato nel campo di priconsultabile online sul sito: gionia nazista - rievoca il www.manifestipolitici.net), giornalista parmigiano Loconfluita nel murenzo Sartorio, seo per la fotograappassionato culfia e la comunicatore di memorie zione visiva di Piaguareschiane - con cenza, recenteben visibile il numente costituito. mero di matricola Adesso un ulterio6865-333 e, alle ore re capitolo, intera15 del 26 maggio mente dedicato a 1954, varcò il canGiovannino Guacello del carcere di reschi, si svelerà San Francesco in nel Salone dei deParma”. In quello positanti di Palazstesso anno, Guazo Galli, in via Peppone reschi si aggiudicò Mazzini, 14 (per e don Camillo il Premio Bancainformazioni, tel. rella per il libro 0523.542356), nella mostra di Don Camillo e il suo gregge. fotografie, vignette e bozzetAi suoi immortali persoti, a cura di Carlo Ponzini, naggi saranno riservate alvisitabile dal 4 al 18 maggio. cune immagini a Palazzo Un omaggio allo scrittore Galli, nell’interpretazione della Bassa nel centenario che del burbero sindaco e del della nascita e nel quaran- tenace sacerdote hanno dato tennale della morte, che con- sul grande schermo Gino sentirà di ripercorrere due Cervi e Fernandel. Per cadecadi di storia italiana, dal pire il clima e le dure confatidico 1948 (durante il qua- trapposizioni dell’epoca, è ole lo stesso Guareschi si mo- ra uscito per Donzelli editore bilitò a favore della campa- il libro Le elezioni del Quagna elettorale della Democra- rantotto di Edoardo Novelli, zia Cristiana, contro il Fron- ricercatore presso l’univerte Democratico Popolare) al- sità di Roma Tre e giornalila data altrettanto storica del sta, al cui corredo iconografi1968. Tra le foto, il celebre co ha contribuito il ricco mascatto di Tullio Petrelli che teriale dell’Archivio Croce. Il ritrae lo scrittore ed umori- testo ricorda naturalmente sta a tavola insieme al presi- anche le vignette dell’umoridente del Consiglio Alcide sta parmigiano pubblicate De Gasperi, la pubblicazio- sul Candido e “quel sapore di ne di due presunte lettere del guerra di campanile, di saquale (risultate poi false) a- gra paesana, ben presenti nel prì a Guareschi le porte del Peppone e Don Camillo di carcere. Lo scrittore era in- Guareschi”, che caratterizzafatti già stato condannato rono le votazioni del 1948. con la condizionale in un An.Ans.

D

N

el maggio 1995 moriva a Stoccolma l’ultima moglie del regista Ingmar Bergman, Ingrid von Rosen, alla quale era stato diagnosticato un cancro allo stomaco otto mesi prima. Il diario scritto in quel periodo da lei, dal marito e dalla loro unica figlia, Maria von Rosen, sceneggiatrice e scrittrice, venne dato alle stampe nove anni più tardi e ora è arrivato in Italia per i tipi Iperborea, insieme a un altro inedito, il dramma giovanile Il giorno finisce presto, rappresentato per la prima volta a Göteborg nel 1947, due anni avanti il debutto cinematografico con Crisi. La pubblicazione di Tre diari viene spiegata dallo stesso Bergman come “una fase dell’elaborazione del lutto”. “Questa - evidenzia nella premessa - non è un’opera letteraria, ma un documento. Non un libro, ma una testimonianza”. Giorno per giorno, con poche eccezioni, vengono riportate le notazione scarne di Ingrid, Ingmar e Maria sul progredire dei disturbi, i timori, le speranze, le cure, la vulnerabilità del malato e di chi, impotente, gli sta accanto, il difficile e a volte impossibile rifugiarsi in una parvenza di normale quotidianità, l’emergere improvviso e incontrollabile di antiche tensioni, di problematiche irrisolte. Bergman racconta di aver conosciuto Ingrid nell’autunno del 1957, quando entrambi erano ancora impegnati in precedenti matrimoni. Si sposarono solo nel 1971. Ed è ancora il regista a riferire che la figlia Maria, nata nel 1959, venne a sapere soltanto all’età di ventidue anni che il suo vero padre non era il conte JanCarl von Rosen. Lacerazioni interiori, per l’adolescente Maria, che affiorano ancora in Tre diari. Il libro appare comunque soprat-

Sopra “Il giorno finisce presto”, dramma giovanile inedito. A sinistra il regista Ingmar Bergman

La copertina del libro “Tre diari” che raccoglie gli scritti di Bergman, dela moglie e della figlia

tutto come un percorso verso l’impossibile accettazione di un destino al quale non ci si riesce a rassegnare, nemmeno quando, vinto dallo strazio per l’amata compagna di ventiquattro anni di vita, Bergman giunge ad auspicare l’immediata fine del calvario, pur consapevole che forse l’unica consolazione sarebbe morire insieme, magari nel loro letto a Fårö. Amore, sollecitudine e tragedia si compenetrano nelle pagine, in cui a offrire sostegno a Bergman (“una buona stampella in mezzo alla sciagura”) è il lavoro sul palco del Dramaten, nella messa in scena del Misantropo di Molière, di Madame de Sade di Mishima, di Yvonne, principessa di Borgogna di Gombrowicz, delle Baccanti di Euripide. Nel 2003, poco prima dell’uscita

di Tre diari, Bergman dirigeva l’ultimo film, Sarabanda, per la televisione, dedicato alla moglie scomparsa. La sceneggiatura, edita da Iperborea, suggerisce più di un richiamo alle riflessioni dei Tre diari: nel dolore di una perdita (la moglie del figlio del protagonista) che il tempo non riesce a lenire, nell’assenza della donna morta che si traduce in una quasi tangibile presenza. Il film, nel quale si ritrovano a recitare Erland Josephson e Liv Ullmann interpreti di Johan e Marianne (invecchiati di trent’anni rispetto agli omonimi personaggi di Scene da un matrimonio), diventa una meditazione sulla vita e gli angoscianti bilanci che la prospettiva incombente della morte costringe a stilare. Un tema che ha attraversato l’opera del regista di Uppsala e che ora si può ripercorre-

re con i libri Iperborea. In Alle soglie della vita di Ulla Isaksson (la sceneggiatrice le cui “sagge chiacchierate” e lettere costituiranno insieme alla musica e al teatro uno dei pochi conforti per il regista al capezzale di Ingrid) il miracolo della nascita si esprime in tutto il suo mistero, comune alla vita stessa e alla morte. Ne Il posto delle fragole si consuma un rendiconto con se stessi, alla vigilia del traguardo finale, che ancora però lascia posto alla riconciliazione con il proprio vissuto, gli errori, i mancati appuntamenti, l’aridità, gli slanci generosi. Anche il cavaliere de Il settimo sigillo è tormentato da un’esistenza rivelatasi priva di appigli, nella ricerca, che non sarà vana, di “un’ultima azione che abbia un senso”. Questi due capolavori hanno più di un’affi-

nità con la pièce Il giorno finisce presto, in cui una strana vecchietta (che si capirà poi essere un’ospite dell’ospedale psichiatrico) va a far visita alla pittrice Jenny, all’estetista gay Finger-Pella e ad altri, annunciando la loro morte imminente, mentre un attore fallito rappresenta per la tradizionale festa di mezz’estate uno spettacolo di burattini tratto da Ognuno di Hofmannstahl. Uno scherzo di cattivo gusto o una profezia? Per Jenny è la rivelazione di quanto la vita le sia scivolata via tra le dita, fluttuando. “Siamo vissuti senza vita e siamo morti senza lasciare nessuna traccia dietro di noi” constata, accingendosi ad attraversare le tenebre, tenendo per mano i compagni, in un’immagine evocatrice della danza macabra definitiva, suggello de Il settimo sigillo.

-

-

L’artista alla rassegna “Planets”a Firenze “Trame arcane”a Castellarquato Sul Bollettino storico approfondimento sull’ente Morelli,paesaggi toscani Silvana Fiore,sculture di mutuo soccorso ai parroci Nei dipinti una pausa di quiete tra simbolismo e lirismo ultimo numero del Bollet- no, edito da Tipleco, presenta poi tino storico piacentino, il il contributo di Elena Grossetti periodico di storia, lettere su alcuni aspetti del popolamento e arte fondato da Stefano Fermi romano in Valtidone, prendendo e oggi diretto da Vittorio Anelli, spunto dal ritrovamento nella zosi apre con la seconda parte dello na di laterizi, vasellame, anfore e studio di Ugo Bruschi sulla Con- lucerne con impresse brevi iscrigregazione dei parroci urbani. zioni in alfabeto latino. Segue il Dell’ente, che ha sede presso la saggio di Claudio Marsilio sulle chiesa di San Donnifiere di cambio conno e si occupa del mutrollate dai banchieri tuo soccorso tra i pargenovesi, dal ’500 i roci, viene dunque omaggiori finanziatori ra affrontato il periodella politica imperiado più recente della le spagnola. Con l’apsua millenaria esipoggio del duca Ottastenza, partendo da vio Farnese, nel 1579 due importanti lasciti le fiere vennero tradi metà ’600, quelli di sferite da Besançon a don Luca Tassi e di Piacenza, che rimase don Francesco Mala piazza principale firia Pozzi, che legò alno al 1622, l’anno del la sua eredità anche La chiesa trasloco degli operatooggetti liturgici in ardi San Donnino ri a Novi Ligure. Fugento, “quali non vorono allora i banchieglio, che in modo alcuno si possa- ri fiorentini a predominare nella no vendere, né alienare da detta fiera che si teneva quattro volte Congregazione; ma che si conser- l’anno nella nostra città. vino perpetuamente per adoprarSi resta tra Piacenza e la Toscasi dalli signori arciprete, e rettori na con il testo di Giovanna Rad’essa Congregazione nelle sacre bitti, su un inedito di Pietro fontioni della Congregazione me- Giordani, conservato alla Bibliodesima solamente, e non in altro teca Mediceo-Laurenziana di Fimodo”. renze. L’abbozzo della commedia Attualmente - annota Bruschi - in prosa Il pedante marito serve a non si trovano più, ma la loro spa- Rabitti per tracciare un articolarizione è relativamente recente. to affresco degli ambienti letteraFigurerebbero ancora in loco in ri della Bologna di inizio ’800, tra un elenco del 1933, ma non più in gelosie, amicizie e vendette. quello stilato dopo la ristrutturaCon Angelo Cerizza si arriva zione della sala delle adunanze alla vigilia dello scoppio della prinel 1975. Il testo si sofferma in ma guerra mondiale, a Piacenza, particolare sulle vicende ottocen- per conoscere le modalità con le tesche, quando le leggi per l’inca- quali si svolgeva l’attività di conmerazione dei beni ecclesiastici trospionaggio tesa a controllare nel demanio italiano misero in innanzitutto i cittadini tedeschi pericolo il patrimonio e, di conse- (o presunti tali). Prima della conguenza, l’esistenza stessa della sueta rassegna bibliografica e del congregazione. Gli attuali statuti notiziario, chiude la pubblicaziodell’ente risalgono al 1997. Più re- ne il contributo di Elena Stencente il riordinamento dell’archi- dardi che si è occupata del riordivio, da parte dello stesso Bruschi, no dell’archivio dell’Ospedale ciche ha verificato la corrisponden- vile di Cortemaggiore (di cui soza con un precedente Inventario no riportati in appendice gli stadel 1788 e catalogato la sezione tuti) e degli enti aggregati, come moderna, per un totale di circa la Congregazione del Suffragio, il tremila pezzi. Monte dei poveri, il Monte delle Il fascicolo secondo dell’anno donzelle e il Monte di Pietà. CII del Bollettino storico piacentia.a.

L’

di BRUNA MILANI

soggetti di pini e mezze arance ma nella sua produzione doveroso e interessan- sono importanti anche ritratte seguire gli artisti no- ti in grande formato. Armanstri concittadini, ma do Orfeo (Marina di Grossepure quelli piacentini d’ado- to, 1964) è vicino al mondo del zione o piacentini per amore fumetto, i suoi dipinti sono com’è il caso del pittore Gui- imperniati sul “signor Cozdo Morelli, toscano ma spo- za”, stereotipo del borghese medio imsato ad una merso in surpiacentina reali paesaggi con la quale urbani di vive nella nograttacieli stra provinondeggianti. cia. IncuriosiValente sce sapere coTaddei (Viasa un pubblireggio, 1964) co diverso dal propone openostro pensa re dove rapdi artisti il presenta un cui percorso e suo “omino” la cui evoluprotagonista “Luce di luna”, dipinto zione sono di piccolissidi Guido Morelli sotto il nostro me storie in sguardo. Particolarmente intrigante situazioni tra ironia e paraè assistere alla fusione di vis- dosso, realizzate con tecniche suti e visioni che risentono di miste su tela e carta. Infine il nostro Guido Mopiù luoghi come avviene nell’opera di Morelli dove i pini relli (La Spezia, 1967) che promarittimi e i paesaggi tosca- segue il suo cammino artistini paiono inconsciamente di- co per piccoli naturali mutastillati non solo attraverso la menti resi all’esterno da una memoria e la personale inter- pittura minimalista, materipretazione dell’artista, ma ca eppure delicata, dove aleganche filtrati dalla nostra gia una calma poesia. I suoi paesaggi sono una nebbia, ridotti all’essenziale; così come i nostri paesaggi pausa di quiete perché trache egli ferma sulla tela vivo- smettono bellezza e una sorno anche di una luce ampia, ta di beatitudine tanto che stranamente marina di gran- non ci si stanca di osservarli. La mostra è organizzata in de suggestione. Ulteriore occasione per go- collaborazione con la galleria dere dell’opera di Morelli è la Mercurio Arte Contemporarassegna di arti visive Pla- nea di Viareggio presso la nets visitabile fino all’8 mag- quale si trovano in permagio 2008 presso la Saci Gal- nenza opere dei quattro artilery al Palazzo dei Cartelloni sti. La rassegna Planets è corin via S. Antonino, 11 a Firen- redata da cataloghi curati da ze. Saranno presenti opere di Gianni Costa (un volume quattro artisti tutti con cur- per ogni pittore). Ghiotta ocricula espositivi molto nutri- casione quindi per fiorentini ti e con mostre in Italia e al- e turisti nonché per qualche l’estero, uniti dal denomina- piacentino che dovesse o votore comune di una profonda lesse recarsi nella bella capiricerca nell’ambito della figu- tale toscana mentre a Piacenza attendiamo per il prossimo razione contemporanea. Riccardo Corti (Firenze, novembre la nuova persona1952) presenta oli su tela con le di Morelli.

E’

di RENATA GEREVINI

paesaggio naturalistico fino al desiderio di esplorazione di alichiamo di mondi lontani tri mondi, alla ricerca dell’asnelle sculture di Silvana soluto, quel mistero che l’affaFiore, nata all’isola d’El- scina. Scultura intrigante, complesba, ma residente a Bologna dove vive ed opera. Opere inno- sa, tutto di grande impatto vivative ed interessanti realizza- sivo, in quanto mette in evite in bronzo. Tra trasparenza e denza un gioco di luce e ombra. Le ombre creala loro evanescenza te dalla luce dei conspiritualità portano trasti evocano antialla luce la sentitache scritture che ci zione e l’essenziahanno tramandato, lità della materia. richiamando un cerSotto le mani di Fioto graffitismo, alfare la materia si trabeti dimenticati, teduce in tessiture fatstimonianze di ete di reticolati, diseventi nel tempo e gni geometrici, elanello spazio. borazioni modulari, Le sue sculture incastri visivi, tracolpiscono più di ome di mistici tapperigine culturale priUna scultura ti orientali, ma semma che artistica. Un di Silvana Fiore pre portati all’esseniter narrativo che zialità con grande nasce da una necessità profontecnica e con lirismo astratto. Struttura libera che realizza da dell’animo, improvvise senun discorso spaziale nell’alter- sazioni da memorie vissute e narsi dei vuoti e dei pieni da legate in simbiosi. Silvana Fiore con le sue operendere la materia vibrante e spirituale. Al tema cromatico re ci invia segnali, avvenimenluministico verde-rame e oro ti, sensazioni che ci provengosi aggiunge quello estetico so- no dalla scoperta di arcani riprattutto nell’alternarsi tra ferimenti del passato e ne deripittura, scultura e architettu- va l’inquietudine esistenziale del futuro. Ne è testimonianza ra. Il richiamo alle articolazioni la sua scultura dal titolo L’urlo botaniche, leggibili nei suoi in- realizzata in bronzo patinato trecci, troviamo un palpito e- che rappresenta le lacerazioni vocativo con la natura con ri- e le cicatrici del mondo. Scultura ricca di mistero, meferimenti simbolici, surreali e della poetica astratta, ma an- raviglia, fascino. La mostra in corso presso la che un progetto alla geometrizzazione che movimentano le galleria Transvisionismo di sue formelle in bronzo con un Stefano Sichel a Castellarrapporto con il reale e riferi- quato, rientra negli scambi menti a certe costruzioni labi- culturali con il Centro “Punto rintiche, agglomerazioni caoti- d’incontro” di Cecina Arte (Livorno) diretto dal critico Vache dedicate al paesaggio. Artista estrosa, Fiore, con nia Partilora, curatrice del splendida voce di soprano, ma catalogo. che ritorna alla sua passione Trame Arcane Personale di per il disegno che era innata Silvana Fiore fino all’11 maggio fin dall’infanzia. presso la galleria La sua tensione interiore eTransvisionismo di spressa tra pittura e ceramica, Castellarquato, via Sforza la porta alla nascita di bassoCaolzio 78. Orari: 10.30-12.30 e rilievi, fino ai recenti e splen16-19.30. Chiuso il martedì. didi bronzi in cui parte dal

R

Belgioioso: piante officinali ed ecologia domestica n pochi anni il castello di Belgioioso è diventato importante vetrina internazionale di piante officinali ed Officinalia. XXIIma mostra mercato dell’alimentazione biologica, biodinamica e dell’ecologia domestica, da oggi a domenica, dimostra la vitalità del settore. Nel Medioevo soprattutto ma anche nel Rinascimento le piante officinali, prodotte cioè in “officina” (farmacia), avevano poteri medicamentosi spesso eccezionali, poi lumi settecenteschi e scientismo razionalista ottocentesco le emarginarono mai però completamente dimenticandole. Il desiderio di sfuggire alla sistematica alterazione chimica o, peggio, genetica dei prodotti naturali le ha oggi rilanciate: infatti nell’esposizione troviamo bioarchitettura, cosmesi, complementi d’arredo, abbigliamento, alimentazione e moltissimi cibi concepiti secondo criteri assolutamente genuini, secondo il ritmo delle stagioni. Presenti oltre cento aziende agricole specializzate, notevoli gli sforzi degli enti certificatori e della legislazione, sempre più attenta alle potenzialità di quest’ambito. Interessanti anche gli eventi collaterali: 12° Taiji festival, conferenze, dibattiti, il convegno “Urbanitas” sull’attuale paesaggio urbano, il format “Monofore. Finestre sull’improvvisazione teatrale del monologo” con attori che declameranno ricette culinarie più o meno fattibili e poi “Da Milano a Belgioioso. Un percorso a piedi per acque, foreste e vie di pellegrinaggio”, riscoperta del misticismo e della precoce antropizzazione della campagna lombarda. f.bia.

I

Officinalia. XXIIma mostra mercato

dell’alimentazione biologica, biodinamica e dell’ecologia domestica. Castello di Belgioioso (Pavia), 1-4 maggio. Orario 10-20. Informazioni: 0382/970525969250, 0382/970139 (fax), info@belgioioso.it, www.belgioioso.it, www.viedeicanti.it, viedeicanti@alice.it.


26

GiovedĂŹ 1 maggio 2008

Solo dal 3 al 17 maggio

Concorso valido dal 3 al 17/05/2008, fino ad esaurimento scorte e salvo errori e/o omissioni di stampa. Le foto sono puramente rappresentative.

Vinci fino a 5 volte! SCEGLI

SE VINCE GLI EUROPEI

una tra queste squadre

vinci il valore del tuo scontrino

Svezia - Turchia Polonia - Austria

x5

Romania - Russia Grecia Croazia - Svizzera Repubblica Ceca

x2

Spagna - Olanda Portogallo

x0,60

Italia - Germania Francia

x0,30

x1

Acquista un prodotto a scelta fra TV

Lcd o plasma da 32� in su, DVD recorder, DVD player Blu-ray, fotocamere digitali o camcorder

segnalati in punto vendita. Iscriviti al concorso e scegli una squadra. Se vince, in base al coefficiente della squadra scelta, puoi vincere fino a 5 volte il valore del tuo scontrino. Regolamento completo in punto vendita o su www.mediaworld.it

Partecipano al concorso:

Alcuni esempi di vincita massima realizzabile

3.999 x5

2.499 x5

puoi vincere fino a

puoi vincere fino a

19.995

12.495

399 x5 puoi vincere fino a

1.995

949 x5 puoi vincere fino a

4.745

389 x5 puoi vincere fino a

1.945


CULTURA & SPETTACOLI

Giovedì 1 maggio 2008

Parla il mezzosoprano che sabato parteciperà all’evento “Tutto Rossini”al Municipale

27

.LO SPETTACOLO PER LE SCUOLE .

«Rossini,impegnativo ma piacevole» Hadar Halevy:lo adoro, è il padre della musica italiana PIACENZA - Sabato alle 21 si rinnova l’appuntamento con la stagione concertistica del Municipale curata dalla Fondazione Arturo Toscanini. L’evento “Tutto Rossini” sarà guidato dall’autorevole bacchetta del grande direttore d’orchestra e musicologo Alberto Zedda, sul podio della Filarmonica Arturo Toscanini. Al concerto partecipano due splendide voci femminili: quella del soprano Olga Peretyatko e del mezzosoprano Hadar Halevy. Nel concerto avrà un ruolo fondamentale anche il Coro del Teatro Municipale di Piacenza, come sempre magistralmente diretto dal maestro Corrado Casati. Il programma del concerto fa trasparire, nella sua originalità, un Rossini meno popolare, più intenso e drammatico. A partire dalla Sinfonia ed Introduzione per mezzosoprano e Coro maschile dell’Ermione, opera tragica scritta tra il 1818 e il 1819 per il teatro di Napoli. Il cuore della serata, che si concluderà con le Danze del Guglielmo Tell, è rappresentato dalle Cantate La morte di Didone e Giovanna D’Arco. Quest’ultima sarà interpretata dal mezzosoprano Hadar Halevy. Nata in Israele, Halevy ha completato gli studi a Tel Aviv e alla Juilliard School di New York. Si è aggiudicata prestigiosi concorsi internazionali e ha iniziato la carriera alla New Israeli Opera cantando Carmen, poi Charlotte (Werther), Idamante (Idomeneo), Giulietta e Nicklausse (Les contes d’Hoffmann) e La belle Hélène di Offenbach. Ha preso parte a concerti con la Israel Philharmonic Orchestra diretta da Zubin Mehta ed è apparsa nei più importanti teatri e festival europei. In Nord America, con la New York Philharmonic, ha cantato nel Lament to Yitzhak Seltzer con Kurt Masur e ne La belle Hélène al Portland Opera. Si è imposta all’attenzione internazionale nel 2002 al Festival di Wexford con Il giuramento di Mercadante. Da quel momento ha affrontato ruoli importanti a Tolosa, Berlino e New York. Halevy in Italia ha debuttato

Nella Cantata Giovanna d’arco ci sono tutti i sentimenti. Esprimerli significa utilizzare ogni sfumatura di colore, di espressione. Farlo con un maestro come Zedda è un’esperienza unica

Il mezzosoprano Hadar Halevy sarà impegnata sabato nel concerto proposto dalla Fondazione Toscanini al Teatro Municipale nell’ambito della stagione concertistica

al Carlo Felice di Genova ne La donna del lago di Rossini, proprio diretta da Zedda. In seguito, al Teatro Massimo di Palermo in Carmen e al Rossini Ope-

ra Festival in Mathilde de Shabran. Nel 2005 ha affrontato Arsace (Semiramide) a Berlino, l’Ariodante di Haendel a Francoforte e Isabella (L’italiana in

Algeri) a Dresda; ha cantanto nel Giulio Cesare di Haendel ad Amburgo e a Tel Aviv e, al fianco di Marcelo Alvarez, nel Werthèr a Bari e in Carmen a

.ESORDIO DA COMPOSITORE DEL DIRETTORE D’ORCHESTRA.

Lorin Maazel,la prima opera è dedicata ad Orwell MILANO - Doveva essere una storia d’amore, ma poi, per non tradire lo spirito originale del romanzo, «siamo finiti per metterne in rilievo il significato politico»: così Lorin Maazel presenta la sua prima opera, 1984, tratta dal capolavoro di George Orwell, che da domani dirigerà alla Scala di Milano. «Lo spettacolo fa paura e fa piangere perché non c’è speranza - dice il grande direttore d’orchestra - è un avvertimento di Orwell, che ci ha detto “se non fate qualcosa, sarà davvero così un giorno”, e noi - si rammarica - non abbiamo fatto nulla: ora la nostra è una libertà relativa e dobbiamo lottare affinché non venga ulteriormente ristretta». «Lo Stato oggi può distruggere una persona

fin nell’intimo, lo vediamo tutti i giorni e - afferma - non può andare avanti così: bisogna protestare ad alta voce e quest’opera inevitabilmente porta con sé un messaggio politico». Quale? «È essenziale che ogni individuo sia libero, anche di cambiare idea». Di riferimenti precisi, però, non ce ne sono: «Nella Londra di Orwell andava così come oggi in certi Paesi, con dittatura assoluta e popolo in gabbia, ma non parliamo di nessuno in particolare». Anche quando i prigionieri del Ministero della verità vengono costretti a vivere sotto una luce abbagliante, che non si spegne mai, come a Guantanamo, «da parte nostra - sottolinea - non ci sono riferimenti, ma se poi il pubblico li capta...».

San Francisco. Ha effettuato con successo tournée in Europa e in Cina. Recentemente, Halevy è ritornata alla Deutsche Oper di Berlino per La donna del lago con la direzione di Zedda mentre al Théâtre de La Monnaie di Bruxelles ha cantato nel Giulio Cesare Signora Halevy, interpretare Giovanna D’Arco in una Cantata drammatica come quella di Rossini è piuttosto impegnativo. «Ha ragione, lo è davvero. Ma è così piacevole... Rossini, che io adoro, è il padre della musica italiana. Come mezzosoprano, con la voce più scura come la mia, trovo nel repertorio rossiniano molti ruoli interessanti e vale la pena affrontare anche quelli meno popolari. Non c’è solo Carmen, insomma, così come non ci si deve fermare al solo repertorio buffo. Per questo la Cantata Giovanna D’Arco è impegnativa ma fondamentale per un mezzosoprano. Un brano immancabile nel proprio repertorio, intenso e irresistibile». Com’è lavorare con una grande autorità rossiniana come il maestro Alberto Zedda? «E’ per me una grande occasione, un piacere e un onore. Non lo dico per dire: ogni volta che il maestro Zedda mi ha chiamata, io sono corsa. E’ accaduto anche stavolta. E fin dalle prove ne è valsa la pena. Nella Cantata Giovanna D’Arco ci sono tutti i sentimenti. Esprimerli significa utilizzare ogni sfumatura di colore, di espressione. Farlo con un maestro come Zedda è un’esperienza unica». Quale repertorio affronterà dopo questo? «Il mese prossimo, guarda caso, interpreterò Carmen all’Opera di Roma con il tenore Alvarez. Poi la porterò in tour, praticamente la canterò ovunque nei prossimi mesi. Ma sarò anche a Pesaro, dove canterò nel Maometto II. E ci sarà spazio anche per il repertorio Barocco, che amo molto e che coltivo di pari passo con quello operistico d’epoca ottocentesca». Eleonora Bagarotti

Momenti di «Gocce» al Verdi e i bambini a teatro[foto Lunardini]

Anteprima di “Gocce”: applausi a Fiorenzuola FIORENZUOLA - (dm) Il Teatro Verdi di Fiorenzuola, grazie alla volontà dell’assessore alla cultura e istruzione Nicoletta Barbieri, ieri ha ospitato una sorta di anteprima dello spettacolo che debutterà lunedì 5 maggio al Municipale di Piacenza. Si tratta di Gocce, nuova produzione di teatro scuola, realizzato dai Manicomics, per la regia di Mauro Mozzani che dello spettacolo cura anche la scenografia. È stato proprio Mozzani a spiegare ai bimbi delle elementari e medie di Fiorenzuola, in un curioso e creativo monologo, la scelta di partire da Fiorenzuola: «Voi cari bambini e ragazzi siete i nostri termometri. Siete i primi a vedere le prove aperte di questo lavoro, in una sorta di work in progress, e vo-

gliamo da voi domande e riflessioni». I bimbi e le insegnanti dell’Istituto comprensivo di Fiorenzuola, diretto da Carla Maffini, hanno così rivolto domande e suggerimenti ai Manicomics. Il loro spettacolo parla dell’acqua: della scarsità di questo “oro blu”, degli affaristi che vorrebbero commercializzarla, ma anche dei sogni che evoca ad ognuno di noi, o dei ricordi di bambini che legano l’acqua al gioco. Molto suggestiva la presenza dell’acrobata attrice brasiliana Helena Bittancourt. In scena anche due bravi attori dei Manicomics Paolo Pisi e Agostino Bossi che interpretano l’affarista che vuole commercializzare il bene acqua, e l’uomo della strada che vede l’acqua come bene comune.

-

Prima Caterina Bertaccini,terza Sara Taina

Giovane artista piacentina Francesco Rossi,la suggestione dei sentimenti vince concorso nel Pavese Personale del pittore piacentino all’Upa Federimprese:in gran parte vedute cittadine

ARENA PO - Una intensa e appassionata giornata d’arte è stata vissuta ad Arena Po in occasione di una manifestazione indetta in coincidenza con la festività della Liberazione: la premiazione del concorso di pittura per giovani artisti indetto dall’assessorato alla cultura del Comune e dalla Pro Loco arenesi, col patrocinio delle Province di Pavia e di Piacenza. Questa ormai classica iniziativa giunta alla terza edizione, è sempre dedicata alla memoria del “pittore del Po” Giuseppe Motti e dello scrittore e critico d’arte Dino Villani, ed è aperta agli studenti iscritti a licei, scuole, istituti d’arte ed accademie delle zone limitrofe. Quest’anno il concorso ha coinciso con la celebrazione del centenario della nascita ad Arena di Giuseppe Motti, che si è ispirato nei suoi capolavori pittorici alla gente ed ai paesaggi fluviali dell’ambiente padano, in collaborazione fraterna con Dino Villani, animatore del famoso Premio Suzzara contro la mercificazione dell’arte ed in Italia ideatore di altre innumerevoli iniziative, dalla Festa della Mamma a Miss Italia, nella veste anche di presidente della Federazione della pubblicità, come ha ricordato aprendo la manifestazione Siro

Brondoni, presidente del Centro artistico e culturale “Contardo Barbieri” di Broni. A sua volta il sindaco di Arena, Valeria Morganti, ha richiamato la costante e fervida attenzione assicurata dalla Amministrazione comunale a questo significativo appuntamento, che rende Arena «patria degli artisti» del nostro tempo. Il sindaco ha anche sottolineato l’opera pure quest’anno portata avanti con fervore dall’assessore alla cultura Giuseppe Bernini, in giuria con Brondoni, Stefano Fugazza, direttore della Galleria Ricci Oddi di Piacenza e Giuseppe Serafini, docente ed artista, segretario Paolo Marconi. Ecco i premiati: 1ª Caterina Bertaccini di Ziano, 2ª Erica Grazioli di Pavia, 3ª Sara Taina di Caorso, 4ª Marianna Gemelli di Cava Manara, 5ª Giulia Giuliano di Bereguardo, 6ª Cristina Grazioli di Travaccò Siccomario, 7ª Jessica Drago di Mortara, 8ª Chiara Ragni di Trivolzio, 9ª Sara Grossi di Zibido San Giacomo, 10ª Rosadele Di Lorenzo di Pavia. Sono state poi aperte le mostre dei pittori Federica Cagnoni e Sergio Brocchetta, mentre nel paese si tenevano altre iniziative folcloristiche tradizionali.

PIACENZA - Approccio tardivo, finora poche ma significative mostre, però importanti riconoscimenti per il pittore piacentino Francesco Rossi. L’ultima produzione - esposta fino al 13 giugno all’Upa, Federimprese - conferma originalità e talento: tutte tele ad olio, gran parte vedute cittadine, tocchi veloci ma sostanziosi, ombre magicamente colorate ed istantaneità percettiva perché oggi la pittura è sempre più condizionata dall’universo mediatico. Non c’è più un tempo quantificato, un angolo di religiosa contemplazione, l’arte è divenuta fenomeno commerciale legato a “fiere”, spesso imponenti ma vuote di contenuti perché sganciate da storia e tradizione. Rossi si oppone a questo modello culturale, rifiuta leggerezza della performance e superficialità delle installazioni per ancorarsi ad un post-impressionismo dinamico, moderno, dall’ampia gamma cromatica e compositiva. Il genere proposto da Rossi è molto frequentato, talora inflazionato: per molti pittori rimane l’unico modo per esprimersi. Bisogna però riconoscere a Francesco Rossi la capacità di cogliere l’attimo fuggente, effimero finché si vuole ma coin-

Due vedute cittadine di Francesco Rossi esposte da Upa Federimprese

volgente, romantico per quel velo di vaghezza, di malinconia perché legato a suggestioni e sentimenti. Da vedere: Cattedrale, Duomo di Piacenza quasi smaterializzato, immerso in un’aura impalpabile, trasognata; Attracco Map sul Po, maestosità del fiume su forte sfondo naturalistico; Arrivo in treno, tela bellissima, quando il

realismo discende dall’epica futurista; Interno di fabbrica, anche l’industria ha un’anima; Barca sul Po a Piacenza, poesia di un silenzioso fiume; Cementi Rossi, oggettività iperrealista; Ranuccio, statuario e monumentale; San Sisto da via Sant’Eufemia, potente squarcio nella città medioevale.

Gang,25 anni di musica e impegno sociale Il gruppo torna a suonare a Castellarquato oggi alle 17.30 per la Festa dei lavoratori

Marino Severini dei Gang

CASTELLARQUATO - La loro storia è iniziata 24 anni fa con Tribe’s Union. Poi sono arrivati altri 10 album che sono entrati di diritto nella storia della musica italiana. Ogni loro concerto è un imperdibile concentrato di energia ed emozioni. Il loro rigore morale, il loro schierarsi dalla parte delle minoranze, le loro denunce sono costate loro l’emarginazione delle grandi major discografiche, ma non l’affetto del loro pubblico. Loro sono i Gang, che tornano a suonare a Castellarquato, come già era accaduto nel giugno del 2007. L’appuntamento con la band capitanata da Marino e Sandro Severini è fissato per oggi, a partire dalle ore 17.30, nell’area eventi nei pressi del salumificio La Rocca, lungo la provinciale per Bardi (strada Castellana, alle porte del paese). Il concerto, ad ingresso gratuito, rientra nell’ambito della Festa dei lavoratori e sarà anticipato, alle 17, dalla presentazione, in anteprima nazionale, del libro Le radici e le ali (editrice Fernandel).

Il volume, uscito lo scorso 15 aprile, racconta quasi 25 anni di avventure musicali, di impegno sociale e politico dei Gang ed è curato da due fan storici del gruppo marchigiano: il musicista Lorenzo “Lerry” Arabia e lo scrittore bolognese Gianluca Morozzi, che interverranno alla presentazione che farà da prologo al concerto di Castellarquato. Riecco dunque i cantori di un’Italia senza rappresentanza in Parlamento, l’Italia che non fa notizia, dei lavoratori sfruttati, delle storie semplici e forse marginali, ma cariche di poesia. «La nostra storia parte da lontano - osserva Marino Severini - la scomparsa della sinistra dal Parlamento era nella logica delle cose. Quello che è successo alle politiche e poi a Roma è il frutto di anni e anni di errori di chi ha guidato i partiti di sinistra; della loro ossessione per la maggioranza. Per quanto mi riguarda spero che, dalle ceneri delle sconfitte elettorali, possa nasce-

re una nuova sinistra, facendo prima di tutto piazza pulita di quella facce che vediamo da troppi anni». Da oltre 20 anni su e giù per l’Italia per raccontare le loro storie, ma anche per impararne altre attraverso il confronto con il pubblico. «Il contatto con il pubblico - dice Severini - è fondamentale per il nostro lavoro. Ogni concerto è un’occasione straordinaria per parlare, discutere e anche scontrarci, se è il caso, con chi viene ad ascoltarci. L’incontro rappresenta la linfa per le nostre canzoni». Rispetto al libro dall’evocativo titolo Le radici e le ali (il titolo, richiama anche uno degli album epocali dei Gang), Severini dice: «È un libro che mi ha commosso, scritto da due amici come Morozzi e Arabia. Tanti nostri compagni di viaggio hanno voluto regalarci un pensiero, ma sono stati tutti troppo generosi nei nostri confronti». d. men.

Ogni tela ha quindi una propria autonomia, riprende la realtà ma è flash interiore, il realismo è solo apparente, tra varietà di soggetti e vivacità di colori emerge la personalità del pittore. Ciò che importa dunque sono creatività, ispirazione, capacità di trasmettere la “sua” percezione.

Fabio Bianchi Francesco Rossi. Personale di

pittura. Upa - Federimprese, strada della Raffalda 14. Fino al 13 giugno. Informazioni: 0523/307580 (Upa), 348/2506299, www.tiscali.it/rossifrancesco. Orari: feriali 8.30-12.30, 1417.30, sabato 8.30-12.30.

Circolo Ufficiali,maggio ricco di appuntamenti PIACENZA - Il Circolo Ufficiali di Piacenza, che ha sede nello splendido Palazzo Morando, in via Romagnosi, propone nel mese di maggio un ricco cartellone di attività socioculturali e ricreative rivolte ai soci. Ad ogni evento, che avrà inizio alle ore 21 e si concluderà con un piccolo buffet, sarà gradito l’abito scuro. Si parte domani sera con un recital del cabarettista piacentino Maurizio Sesenna, che proporrà brani dal suo album Piaccio ed altri successi. Venerdì 16 maggio sarà la volta di una serata dal titolo Amore in musica, dal primo bacio all’ultimo rimpianto, definita «una storia d’amore attraverso i più disparati gene-

ri musicali». Lo spettacolo, condotto dal maestro Giovanni Gorgni, sarà interpretato dal soprano Silvia Felisetti e dalla pianista Claudia Catellani. Mercoledì 21 maggio spazio a una serata organizzata dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori, che proporrà una conferenza sulla prevenzione del carcinoma al collo dell’utero e della mammella. Relatori saranno il dottor Giorgio Dataro e la dottoressa Silvia Renato. Infine, giovedì 29 maggio, si terrà un Café in concerto: protagonisti un gruppo di artisti e cantanti. Il conduttore della serata sarà il professor Fausto Frontini.


TELEVISIONE & RADIO

28

Giovedì 1 maggio 2008

FILM

APPUNTAMENTI

P O LT R O N I S S I M A Panic Room

Scusa se è poco

Tanti vip si raccontano

Raiuno ore 3.15 Italia, 1982 - durata 90’

«PIRATI» -Protagonisti della puntata di questa sera Nina Moric e Fabrizio Corona. Lisa Fusco, invece, è andata a Torino per il Vaffa Day in cerca di Beppe Grillo, mentre alcuni inviati del programma hanno seguito Daniela Santanchè durante la campagna elettorale (Raidue, 23.20).

Il redivivo Marco Vicario firma una commedia in due episodi con Ugo Tognazzi, Monica Vitti e Diego Abatantuono, allora in ascesa. Nel primo, due coniugi divorziati affittano, l’uno all’insaputa dell’altra, lo stesso appartamento; nel secondo, la moglie di un celebre dentista scrive (con uno pseudonimo) un romanzo porno

Rete 4 ore 21.10 Usa, 2002 - durata 108’ Regia di David Fincher. Con Jodie Foster, Forest Whitaker, Jared Leto, Kristen Stewart

Jodie Foster, Forest Whitaker e Jared Leto in un inquietante (e ovviamente claustrofobico) thriller del regista di “Seven”, David Fincher. Meg e la figlia Sarah si trasferiscono nella nuova casa dotata di una “panic room”. Ma proprio durante la prima notte, le donne sono costrette da tre intrusi a rifugiarsi nella stanza segreta...

Cantando sotto la pioggia

Aldo Moro «LE STORIE DI TOP SECRET» -Claudio Brachino, assieme agli ospiti Maria Fida Moro e Claudio Martelli affronta, la complessa vicenda dell’assassinio di Aldo Moro. In studio, interviste esclusive che approfondiranno una delle pagine piu’ buie della storia italiana più recente (Rete 4, 23.30).

La Festa dei Lavoratori

La7 ore 14.00 Usa, 1952 - durata 102’

Capolavoro del musical firmato da Gene Kelly e Stanley Donen con lo stesso Kelly, la rivelazione Debbie Reynolds, l’inimitabile ballerino-acrobata Donald O’Connor e Jean Hagen (l’insopportabile diva/oca dall’orribile vocina). Il passaggio dal muto al sonoro attraverso le vicende di un gruppo di attori-danzatori-cantanti

Bad Boys II

La professoressa di scienze naturali

Il sindacalista

Bianco, rosso e Verdone

Italia 1 ore 21.00 Usa, 2003 - durata 147’

Italia 1 ore 3.50 Italia, 1976 - durata 94’

Rete 4 ore 2.45 Italia, 1972 - durata 100’

Canale 5 ore 14.40 Italia, 1981 - durata 110’

Sequel (8 anni dopo), firmato Michael Bay, del poliziesco d’azione sui toni della commedia con la coppia Will Smith-Martin Lawrence. Peccato sia una lunghissima avventura tutta inseguimenti e sparatorie. Gli agenti della narcotici Mike e Marcus devono smascherare i capi del traffico di extasy a Miami. E Mike fa la corte alla sorella dell’altro.

Lilli Carati, Mario Carotenuto, Michele Gammino, Marco Gelardini, Ria De Simone, Gianfranco D’Angelo e Alvaro Vitali in una “commediaccia” sexy di Michele Massimo Tarantini. Stefania, fresca di laurea, finisce a insegnare in un liceo della Sicilia: accetta la corte del dottor Fifì, ma non disdegna quella dell’intraprendente allievo

Discreta commedia di Luciano Salce, con Renzo Montagnani, Isabella Biagini, Dominique Boschero, Paola Pitagora e un Lando Buzzanca tenuto fuori dal suo cliché del dongiovanni-maschilista. Infatti veste i panni di un sindacalista che si batte per ottenere delle migliorie per gli operai. Ci riuscirà ma...

Secondo lungometraggio diretto e interpretato da Carlo Verdone, con Milena Vukotic e Lella Fabrizi. Prendendo spunto dalle elezioni, il comico offre vari personaggi: l’uomo che costringe la moglie a fuggire con un altro; il burino che torna dalla Germania per votare; il giovane bonaccione romano che accompagna la nonna al seggio

«CONCERTO DEL 1° MAGGIO» -In diretta da Piazza San Giovanni a Roma va in onda il tradizionale concerto organizzato dai sindacati. Sul palco si alterneranno molti artisti. Tra questi troviamo: Subsonica, Max Gazzè, Caparezza, Elio e le Storie Tese, Irene Grandi e Tricarico (Raitre, 16.00).

Ognuno ha la sua storia «MAURIZIO COSTANZO SHOW» -Lello Arena, Stefania Craxi, Little Tony, Maurizio Mattioli, Luciana Turina e Vito di Bari, sono tra gli ospiti della puntata dal titolo ‘’Ognuno ha la sua storia’’. Sul palco del Teatro Parioli anche il monaco tibetano Geshe Gedun Tarchin e Nando Pagnoncelli (Canale 5, 23.30).

Tradimenti «UN CICLONE IN FAMIGLIA 4» -Lorenzo e Tilly Fumagalli, Alberto e Simonetta Dominici, Peppina e Margherita Esposito sono in Norvegia. I mariti cercano di divertirsi anche con le ragazze del posto, ma vengono, invece, abbordati da alcune matrone locali e scoperti dalle mogli (Canale 5, 22.15).

I PROGRAMMI DI OGGI TELELIBERTÀ

RAIUNO 6.05 6.10 6.30 6.45 10.50 11.00

"Al Bar con gli artisti" alle 12.00 8.00 Penelope Penelope tesseva la tela ora tesse le storie dei piacentini, parlando di loro e con loro. Questo è il motto di Penelope, produzione dell’emittente Telelibertà, curata dalla giornalista Nicoletta Bracchi. Questa puntata, è dedicata ad alcune scrittrici piacentine, le “volatrici rapidi”. L’indirizzo di posta elettronica penelope@teleliberta.tv è sempre pronto a ricevere i suggerimenti dei telespettatori. 9.30 Vista da vicino: il filo della via Emilia Un viaggio ideale lungo la via Emilia, la strada che ha dato il nome alla regione che attraversa e che si presta come nessun altro luogo o simbolo a tracciare i segni dell’identità culturale dell’Emilia-Romagna. E' l'argomento di questa puntata del magazine televisivo della Giunta Regionale. 10.30 Tutti in tv Fatti e personaggi piacentini 11.00 Offerte commerciali Televendite 12.00 Al bar con gli artisti Appuntamento musicale con Beatrice e Gigi Chiappin 13.20 Regione In Magazine Rubrica di informazione quindicinale a cura della Regione Emilia Romagna 14.00 Offerte commerciali Televendite 19.30 TGL Le notizie da Piacenza e provincia 20.45 Tutti in tv Fatti e personaggi piacentini 22.30 TGL Le notizie da Piacenza e provincia 23.15 Offerte commerciali Televendite 24.00 Maga Luna Cartomanzia 0.30 TGL Le notizie da Piacenza e provincia

11.25 11.30 13.30 14.00 14.10 14.45

15.50 16.50 17.00 17.10 18.50 20.00 20.30 21.10

23.10 23.15 0.50 1.25

1.30 2.10 2.45 3.15 4.40 5.45

RAIDUE

Anima good news Io sto con lei Tg 1 Unomattina Appuntamento al cinema Occhio alla spesa Alessandro Di Pietro si occupa oggi di fave e pecorino. Quanti tipi di fave ci sono in commercio? Per quanto tempo restano fresche e saporite dopo la raccolta? Cosa sono le fave decorticate? Che tempo fa Tg 1 Telegiornale Tg 1 Economia Festa italiana storie Incantesimo 10 Rossella, stufa dei ricatti del professor Mocci, gli fa capire di essere pronta a raccontare tutta la verità ad Alberto, da cui si sente sempre più coinvolta. Giulio, intanto, manifesta deboli segni di ripresa, ma Maya e la madre non se ne accorgono. Doriana scopre la verità su Aldo. Un ragazzo dal viso segnato si presenta in cerca di Tilly Festa italiana Tg Parlamento Tg 1 Se cucini ti sposo Film La scienziata Nastassja Kinski decide di far conoscere il fidanzato ai figli. Alta tensione - Il codice per vincere Telegiornale Affari tuoi Venti scatole e un concorrente Capri - La nuova serie Serie Cosimo vuole insinuare in Vittoria (Gabriella Pession) il sospetto che Massimo sia l’assassino dei suoi genitori. Tg 1 Porta a Porta con Bruno Vespa. Regia di Marco Aleotti Tg 1 - Notte Appuntamento al cinema Breve rassegna sulle prime visioni in programmazione nelle sale cinematografiche. Per essere sempre informati sulle novità proposte dal grande schermo. Sottovoce La chiacchierata notturna di Gigi Marzullo Fuoriclasse - Canale Scuola Lavoro SuperStar Scusa se è poco Film Due coniugi divorziati (Tognazzi e Vitti) affittano lo stesso appartamento Ritratti: Alida Valli Euronews

7.00 Random - Mattina All’interno i cartoni animati: Warner Show, Cuccioli, Sam Sam il cosmoeroe, L’albero azzurro, Higglytown Heroes - Quattro piccoli eroi, Baby Felix and friends, I Lunnis 9.15 Garden 9.45 Un mondo a colori 10.00 Tg2punto.it 11.00 Piazza Grande 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e società 13.50 Tg2 Salute Per saperne di più sulla salute e sulla prevenzione 14.00 L’Italia sul due 15.50 Ricomincio da qui 17.20 X Factor 18.05 Tg 2 Flash L.I.S. 18.10 Tg sport 18.30 Tg 2 19.00 Squadra Speciale Cobra 11 Un furgone fugge da un posto di blocco ed esplode. Vengono ritrovati dei detonatori al mercurio, che risultano rubati, tempo prima, da un arsenale della Nato. Dal furto Tom e Semir risalgono ad un certo May, morto, e a sua moglie Carla, che ha ereditato gli affari del marito e che sta partecipando al progetto di un attentato. Mentre la donna viene interrogata da Tom e Semir, qualcuno la uccide. I due agenti scoprono che è in preparazione un attentato al Palazzo del Ghiaccio, dove si disputa una partita. Ma forse stanno sbagliando qualcosa 19.50 X Factor 20.30 Tg 2 20.30 21.05 Annozero Attualità Tra gli ospiti fissi c’è il disegnatore Vauro che prepara in diretta alcune vignette a commento del tema della serata. 23.05 Tg 2. Tg 2 Punto di vista 23.20 Pirati 0.25 Squadra speciale Lipsia 1.10 Tg Parlamento Rubrica a cura della Tribuna Servizi Parlamentari. Quotidiano sulle sedute di Camera e Senato 1.20 X Factor 1.50 Almanacco 1.55 Meteo 2 2.00 Appuntamento al cinema 2.10 Camminando viaggiando: Viterbo 2.20 Tg2 Costume e società 2.35 La stagione dei delitti 3.00 Il mare di notte 3.15 Cercando cercando 3.45 Tunisia il deserto che vive

RAITRE

CANALE 5

6.00 RAI News 24 6.30 Il Caffe’ 8.05 La storia siamo noi I momenti più significativi della storia del secolo scorso, raccontati da Giovanni Minoli 9.05 Verba volant Cinque minuti per scomporre e analizzare il significato delle parole entrate nella vulgata dei media. Le immagini suggeriscono e commentano quando (e quanto) ad un termine si danno significati nuovi, simbolici o paradossali 9.10 La ragazzola Film . 10.40 Speciale Tg3: manifestawione sindacale a Ravenna 12.00 Rai Sport Notizie 12.25 Speciale Tg3. Celebrazione della Festa del Lavoro 12.55 Tg3. Chi è di scena 13.10 Wind at my Back 14.00 Tg Regione. Tg Regione Meteo 14.20 Tg 3. Meteo 3 14.50 Tgr Leonardo Scienza, ma non solo nel Tg scientifico. Anche nelle tecnologie di uso comune, nelle interazioni tra l’uomo e l’ambiente, nelle trasformazioni sociali determinate, ci sono meccanismi da capire, storie da raccontare 15.00 Tgr Neapolis Rubrica di aggiornamento sulle novità di internet per raccontare come cambia la comunicazione nell’era delle nuove tecnologie 15.10 Tg 3 Flash Lis 15.15 Anteprima. Concerto Primo Maggio 16.00 Concerto del 1° Maggio 19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr Meteo 20.00 Concerto del 1° Maggio Musicale Claudio Santamaria presenta il tradizionale concertone che si tiene a piazza San Giovanni, promosso da CGIL, CISL e UIL. 23.10 Tg 3. Tg Regione 23.25 Tg3 Primo Piano Il fatto del giorno, il tema del momento raccontato in venti minuti con servizi, ospiti, collegamenti in diretta dall’Italia e dall’estero. La cronaca, il confronto politico, le grandi emergenze internazionali, le storie 23.45 Concerto del 1° Maggio 0.55 Tg 3 1.05 Appuntamento al cinema 1.15 Un mondo a colori 1.45 Un mondo a colori 2.30 Fuori Orario. Cose (mai) viste Solo cinema d’autore, ovvero “cose mai viste” in televisione

6.00 7.55 7.57 7.58 8.00 8.50 8.55

11.00 13.00 13.40

14.10 14.40

16.55 17.00

18.50 20.00 20.30

21.10

22.15 23.30 1.20 1.50

2.30 3.25

ITALIA 1

Tg 5 Prima pagina Traffico Meteo 5 Borsa e monete Tg 5 Mattina Speciale “Aldo Moro - dietro le quinte” Non guardarmi, non ti sento Film Il sordo Gene Wilder e il cieco Richard Pryor sono ‘testimoni’ di un delitto. Forum Tg 5. Meteo 5 Beautiful Brooke, a casa di Ridge insieme a Katie e Donna; sta parlando del coinvolgimento di Stephanie nell’aggressione da lei subita, quando arriva Eric a consolarla ll mammo Bianco, rosso e Verdone Film Prendendo spunto dalle elezioni, Carlo Verdone offre una galleria di personaggi. Tg5 Minuti La grande corsa Eddie Burton, piccolo criminale, dà una svolta alla sua vita grazie al rapporto con un cavallo, Big Spender, che salva dagli abusi di un proprietario violento 50 - 50 Tg 5. Meteo 5 Striscia la notizia Conducono Ficarra e Picone. Tra gli inviati della trasmissione Dario Ballantini, Valerio Staffelli, Sasà Salvaggio, Jimmy Ghione, Fabio & Mingo, Max Laudadio, Moreno Morello e Christian Cocco I Cesaroni 2 Serie Giulio e Cesre si convincono che Ezio abbia contratto il virus ebola, contagiato da Don Luciano, appena tornato dall’Africa. Un ciclone in famiglia 4 con Massimo Boldi, Barbara De Rossi, Maurizio Mattioli. Regia di Carlo Vanzina Maurizio Costanzo Show condotto da Maurizio Costanzo. Regia di Paolo Pietrangeli Tg 5 Notte. Meteo 5 Striscia la notizia Conducono Ficarra e Picone. Tra gli inviati della trasmissione Dario Ballantini, Valerio Staffelli, Sasà Salvaggio, Jimmy Ghione, Fabio & Mingo, Max Laudadio, Moreno Morello e Christian Cocco Highlander Tre nipoti e un maggiordomo

6.35 9.05 10.00 10.30

11.00 11.25

12.15 12.25 13.00 13.35 13.40 16.45 18.30 19.05 19.35

20.05 20.30 21.00 23.45 1.45

2.15 2.25 3.05 3.50 5.25

Cartoni animati Happy days Dharma & Greg Hope & Faith Faith accompagna Hope e Charley ad una concessionaria d’auto gestita da Hal, che offre a Faith di lavorare insieme a lui nel suo show pubblicitario. Faith accetta la proposta come una buona occasione per tornare a recitare Prima o poi divorzio! Will & Grace Stanco delle vacanze ai Caraibi in compagnia di Karen, Will torna a New York e trova Grace che va d’amore e d’accordo con Jack. Ora il nuovo confidente della ragazza è proprio lui e questo rende Will geloso Secondo voi Studio Aperto. Meteo Studio Sport MotoGp Quiz La principessa e la magia del drago Dragonheart 2 Film Drake, figlio di Draco, è l’ultimo drago sulla terra. Diventa amico di Geoff. Studio Aperto. Meteo Candid Camera con Giacomo Valenti Belli dentro Mentre nella cella maschile si fanno le prove per il matrimonio di Pasquale, in quella femminile Iolanda vuola un uomo. Gonni e Lilli ordiscono quindi uno stratagemma per farla sentire corteggiata: fingono che abbia un’ammiratore segreto. Alla fine l’ammiratore verrà fuori davvero, ma ha 97 anni Love bugs Rtv - La Tv della realtà Bad Boys II Film Due agenti della narcotici devono smascherare i capi di un traffico di extasy. Il bivio con Enrico Ruggeri Studio Sport Trenta minuti di servizi, interviste, inchieste e immagini per raccontare i principali avvenimenti della giornata sportiva. Un Tg agile per un’informazione sempre più completa e approfondita Studio aperto - La giornata Talent 1 - Player Lois & Clark La professoressa di scienze naturali Film Studio Sport Trenta minuti di servizi, interviste, inchieste e immagini per raccontare i principali avvenimenti della giornata sportiva. Un Tg agile per un’informazione sempre più completa e approfondita

La7 6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo. Traffico 7.30 Il libro della giungla Film Mowgli gira per la foresta come fosse a casa sua. L’unico suo nemico è la tigre. 9.20 Due minuti un libro Conduce Alain Elkann, che intervista uno scrittore 9.30 Matlock Michelle accetta di difendere la sua ex compagna di college Andrea Morrow, accusato di aver ucciso il suo amante 10.30 Il tocco di un angelo A Monica viene affidato l’incarico di aiutare un ragazzo accusato di omicidio, ma l’unico modo per farlo è quello di entrare a far parte di una giuria popolare 11.30 Le vite degli altri con Tiziana Panella 12.30 Tg La7 12.55 Sport 7 Le news dello sport a cura della redazione del Tg La7. Al centro del notiziario analisi e approfondimenti della giornata sportiva 13.00 Alla conquista del West 14.00 Cantando sotto la pioggia Film Dal cinema muto al sonoro attraverso le vicende di attori-cantanti-ballerini. 16.00 Atlantide Francesca Mazzalai racconta i grandi personaggi della storia e dell’attualità 18.00 Jag - Avvocati in divisa I Seal della Marina catturano in Afghanistan Mustafà Atef, terrorista saudita noto anche come l’Architetto poiché studiò e pianificò gli attacchi al World Trade Center e al Pentagono dell’11 settembre 19.00 Tg La7 19.30 Prepartita 20.30 Calcio: Fiorentina-Glasgow Ranger 22.40 Speciale Uefa 23.35 Chiambretti Speciale 23.50 Markette, tutto fa brodo in Tv Tra informazione e intrattenimento, con l’ironia di Piero Chiambretti. Una passerella di personaggi noti e di prodotti, libri, film e dischi in uscita, pronti per essere pubblicizzati 0.50 Tg La7 1.15 Star Trek Deep Space Nine 2.15 Due minuti un libro Conduce Alain Elkann, che intervista uno scrittore e lascia che sia lui stesso a presentare il suo libro. E’ una delle più longeve trasmissioni culturali italiane 2.20 Cnn Collegamento in diretta con la rete televisiva americana. Il programma trasmette notizie di cronaca, attualità, politica, economia, cultura, sport e spettacolo

RETE 4

ANTENNA 3

7 GOLD

SVIZZERA

TELECOLOR

TELEDUCATO

TELELOMBARDIA

TELENOVA

MTV

6.00 6.15 6.20 6.25 7.30 8.30 9.30

7.00 8.00 12.05 18.55 19.00 19.35 20.05 20.15 20.30

12.30 13.30 13.55 14.00 14.30

14.25 Blind justice Telefilm 15.10 Tempesta d’amore Telenovela 16.00 Telegiornale Flash 16.05 Un caso per due Telefilm 17.10 I cucinatori 18.00 Telegiornale flash 18.10 Zerovero Gioco 19.00 Il Quotidiano 19.40 Buonasera 20.00 Telegiornale sera 20.30 Meteo 20.40 Attenti a quei due 21.00 Falò 22.35 Il filo della storia 23.25 Telegiornale notte - Meteo

7.00 Rassegna Stampa Cronaca + Sport 8.00 Rassegna Giornali Nazionali 11.50 Tc Flash 12.00 Musica Italiana Show 17.00 Tc Flash 17.10 Shopping In Tv 19.00 Telegiornale 20.00 W L’agricoltura 20.30 Box 22.15 Speciale pallavolo serie A2 maschile 22.45 Telegiornale 24.00 Ripensando a voi 2.45 Sperimentazione Digitale Terrestre

7.00 7.30 8.00 8.45 12.00 12.30 13.00 13.30 14.00 14.30 19.00 19.30 20.15 21.00 22.30 23.10 23.20

6.45 7.00 9.25 9.30 12.55 13.00 14.00 14.30 18.15 18.45

7.00 12.30 14.15 18.00 18.45 19.15 20.00 20.45 23.15

7.00 9.00 11.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.00 16.00 16.05 17.00 17.05 18.00 18.05 18.30 19.00 19.05 20.00 20.05 21.00 22.00 22.30 22.35 23.30 24.00 0.30 1.30 3.00 5.40

10.30 11.30 11.40 12.00 12.30 13.30 14.00 15.00 15.10 18.40 18.55 19.35 20.20 21.10 23.30 1.45 2.45 4.45

4.50

Tg 4 Rassegna stampa Secondo voi Peste e corna e gocce di storia Kojak Magnum P.I. Nash Bridges Hunter Hector Rivas, un criminale conosciuto come El Gallo, ha riunito un gruppo di ragazzi molto giovani a cui commissiona de crimini Saint Tropez Tg 4 - Telegiornale Febbre d’amore Vivere Bianca Tg 4 - Telegiornale Il tribunale di Forum Sentieri Addio alle armi Film La storia d’amore fra un tenente americano (Rock Hudson) e un’infermiera inglese. Tempesta d’amore Tg 4 - Telegiornale Tempesta d’amore Walker Texas Ranger Walker è costretto ad uccidere Randall Hooks, giovane trafficante d’armi Panic Room Film La panic room è la stanza segreta dove Jody Foster e sua figlia si rifugiano. Top Secret Clip Parade 3 Il sindacalista Film Peste e corna e gocce di storia Appuntamento con Roberto Gervaso, storico e giornalista, e i suoi commenti graffianti e mordaci sui principali temi di attualità e cultura Il segreto della nostra vita

I diari Telemattina Tantasalute Coming Soon I diari TgL Notiziario Spazio Disponibile Musica 3 E’ sempre Festa in Piazza 23.35 Playboy

18.00 18.30 19.00 19.30 20.00 20.30 21.05 23.00 23.15 0.15

Tg7 Tg7 Sport Tg Vacanze Quiz...Issimo Pomeriggio con Casalotto Telefilm Lassie Telefilm Alice Telefilm Tg7 Tg7 Sport Casalotto Tg7 Sport Acapulco, prima spiaggia… a sinistra Film Tg7 Notiziario Freddy’s nightmares Tf. Quiz... issimo

SKY CINEMA 1

SKY SPORT 1

6.20 Speciale Quo Vadis, Baby? 6.40 Terapia Roosevelt - La giusta terapia per la tua timidezza Film 8.25 Una Poltrona Per Due 8.40 Quale amore Film 10.25 The Illusionist Film 12.25 Last Minute Marocco Film 14.00 L’ultimo re di Scozia Film 16.10 Ti va di pagare? - Priceless Film 18.05 Il destino di un guerriero - Alatriste Film 20.35 Sky Cine News 21.00 Missing - Dispersa Film 22.35 Hotel cinque stelle Film 0.20 Extra Alpha Dog 0.35 L’ultimo re di Scozia Film

15.00 15.35 16.05 16.35 17.00 17.35 18.05 18.30 19.00 19.30 20.00 21.00 23.00 24.00 0.30

Calcio: Chelsea-Liverpool Sport Calcio: Fan Club Roma Sport Calcio: Fan Club Napoli Sport Calcio: Fan Club Lazio Sport Calcio: Permette Signora Sport Calcio: Fan Club Milan Sport Calcio: Fan Club Inter Sport Calcio: Il Rosso ed il Nero Sport Calcio: Numeri UEFA Champions League Sport Calcio: Sport Time Sport Attenti a quei Due Sport Calcio: Manchester Utd-Barcellona Attenti a quei Due Sport Sport Time Sport Calcio: Il Rosso ed il Nero Sport

L’avvocato per tutti TG Piacenza 24 ore Telefilm Televendite Rotocalco Adn Kronos TG Piacenza 24 ore Aci News Televendite TG Piacenza 24 ore Televendite 1/2 Ora col campione TG Piacenza 24 ore Avi News Applausi TG Piacenza 24 ore Avi News Ingresso libero

19.00 19.15 19.45 20.30 23.15

TgL Buongiorno Lombardia Coming Soon Shopping in poltrona Coming Soon Orario continuato Qsvs News Shopping in poltrona A3 Graffiti Consiglio Regionale News Pillole di Tuttaunaltramusica Il tere… giornale Sport Prima Serata Talk-show Tg@Pmi

Novamattina Vicini di casa TGN Pomeriggio Cartoni animati Top fuel TGN Sera Novastadio Sprint Griglia di partenza TGN Notte

TV SATELLITARI 13.00 Inbox - 13.30 Edgemont - 14.00 Community - 15.30 Classifica Ufficiale Album - 16.30 Rotazione Musicale - 16.55 All News - 17.00 Rotazione Musicale - 18.55 All News - 19.00 Inbox 2.0 - 21.00 Albakiara - 21.30 Gip presenta: Lo show più buono che ci sia 22.30 DeeJay chiama Italia.

ALLMUSIC

12.00 Tg 2000 Flash 12.05 Formato famiglia - 13.05 Canguri giganti rossi del deserto - 14.00 Tg Ecclesia - 14.10 1 x 1 Giovani in diretta - 15.30 A tu per tu - 16.30 Flying doctors - 17.05 Documentari subacquei - 17.30 Mosaico - 18.05 La grande musica - 18.25 Il tesoro di Cuba - 19.30 Lancio Tg 2000 - 19.30 Caro amico - 19.40 Tg 2000 - 20.00 Gli stati

SAT 2000

del welfare - 21.00 Tgtg - 21.35 Meteo - 21.40 Flying doctors - 22.10 La via Francigena 22.40 42.12 nel Mediterraneo d’Europa 23.25 Effetto notte - 0.10 Formato famiglia 1.10 Convegni. 8.30 Calcio: Coppa Uefa - 10.00 Calcio: Coppa Uefa - 11.15 Snooker: Campionato del mondo - 12.15 Calcio: Coppa Uefa - 13.45 Calcio: Coppa Uefa - 15.00 Snooker: Campionato del mondo - 18.00 Calcio: Eurogoals Flash - 18.15 Snooker: Campionato del mondo - 18.45 Snooker: Campionato del mondo - 20.00 Snooker: Campionato del mondo 23.00 Boxe: D. Kirilov (Russia) - C. Santos (Messico) - 24.00 Calcio: Uefa Champions League.

EUROSPORT

11.35 Camp Lazlo -

CARTOON NETWORK 12.00 Gli amici imma-

ginari di casa Foster - 12.25 Nome in Codice: KND - 13.00 Ben 10 - 13.25 Xiaolin Showdown - 13.50 Le tenebrose avventure di Billy & Mandy - 15.00 Ed Edd & Eddy - 15.25 Zatchbell! - 16.15 Jimmy fuori di testa - nuova serie - 16.40 Quella scimmia del mio amico - 17.05 Le tenebrose avventure di Billy & Mandy - 17.30 Flor - 18.25 Le tenebrose avventure di Billy & Mandy - 18.50 Ed Edd & Eddy - 19.20 Zatchbell! - 19.45 Xiaolin Showdown - 20.10 Ben 10 - 20.35 Gli amici immaginari di casa Foster - 21.00 Le nuove avventure di Scooby Doo - 21.25 Camp Lazlo 21.50 Ed Edd & Eddy - 22.15 Le Superchicche - 22.40 Camp Lazlo - 23.05 I Fantastici Fratelli Adrenalini - 23.30 Robotboy.

Wake up Pure morning Into the music Mtv 10 of the Best Roswell Mtv Confidential The X-Effect TRL Total Request Live Flash Mtv Confidential Flash Star wars Flash My super sweet sixteen Vale tutto Flash Parental control Flash Scrubs Rock in Rebibbia Il testimone Flash Skins South park South park Brand: New Into the music Insomnia News

RADIO RADIOUNO - 94,2 6; 7; 8; 9; 10; 11; 13; 15; 17; 18; 19; 21.33; 23; 1; 2; 3; 4; 5. 6.03 Italia, istruzioni per l’uso; 7.05 RadioUno Musica; 8.31 Gr 1 Sport; 8.37 Pianeta Dimenticato; 8.47 Habitat; 9.06 Radio anch’io; 10.35 Nudo e Crudo; 12.10 Gr Regione; 13.24 Gr 1 Sport; 13.34 RadioUno Musica Village; 14.00 Gr 1; 14.07 Con parole mie; 14.47 News Generation; 15.03 Ho perso il trend; 15.35 Radio City, l’informazione in onda; 16.00 Gr 1 - Affari; 17.41 Tornando a casa; 19.22 Radio1 Sport; 19.30 Medicina; 19.33 Ascolta, si fa sera; 19.39 Zapping; 20.40 Zona Cesarini; 23.09 Gr Campus; 23.17 Radio Europa; 23.23 RadioUno Musica; 23.27 Demo. RADIODUE - 97,4 6.30; 7.30; 8.30; 10.30; 12.30; 13.30; 15.30; 17.30; 19.30; 20.30; 21.30. 10.00 Il Cammello di Radio2 - Grazie per averci scelto; 11.30 Fabio e Fiamma; 12.10 Chat; 12.49 Gr Sport; 13.00 28 minuti; 13.40 Viva Radio2; 15.00 Il Cammello di Radio2 - Gli spostati; 16.00 Speciale Concerto Primo Maggio; 19.52 Gr Sport; 20.00 Alle 8 della sera: “Senza confine”; 20.32 Speciale Concerto Primo Maggio; 24.00 Chat.

RADIOTRE - 99,9 6.45; 8.45; 10.45; 13.45; 16.45; 18.45. 9.30 Il Terzo Anello. Ad alta voce; 10.00 Radio3 Mondo. La cultura, la politica, la societa’; 10.50 Radio3 Scienza; 12.00 I Concerti del Mattino; 13.00 La Barcaccia; 14.00 Il Terzo Anello Musica; 14.30 Il Terzo Anello. MR Mario Bookshop; 15.00 Fahrenheit; 16.00 Storyville; 18.00 Il cammino; 19.00 Hollywood Party; 19.50 Radio3 Suite; 20.30 Il Cartellone: Il giardino dei ciliegi; 22.00 Prima pagina: il sequestro Moro; 23.30 Il Terzo Anello. Fuochi; 24.00 La fabbrica di polli; 0.10 Il Terzo Anello. Battiti. RADIO INN - 105/92,100 (Gr: 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 18, 19, 20; Gr sport: 14. Gr informatica: 15. Gr Cultura e spettacoli: 16. Accade a Piacenza: 7.45; 12.30; 19.05). 9.20 Mercatino Radio Inn; 12.05 Radio Inn Economia, le ultime dalla Borsa in collegamento con la Banca di Pc; 13.05 Salsa con sabor musica latino-americana; 14.10 Just 4 you con Bicio dj; 16.05 Gli spettacoli a Piacenza e dintorni; 17.00 Giornale economia; 17.05 Radio Inn Economia; 17.40 Mercatino Radio Inn; 18.05 Inn Magazine, attualità, musica, informazione; 20.07 Salsa con sabor musica latino-americana.

RADIO SOUND - 95 (Notiziari nazionali ogni ora dalle 7 alle 20; Notizie piacentine 7.30; 8.30; 10.30; 12.30; 14.30; 16.30; 18.30; 19.30; 20.30). 7.00 Ultimo minuto. Notizie e simpatia con Daniela Ferrari; 7.15 Meteo locale; 8.15 Speciale lavoro; 9.45 Meteo nazionale; 10.00 Agrodolce. Magazine d’intrattenimento e informazione con Rita; 10.15 Mercatutto; 12.15 Codice della Strada con Domenico Grassi; 14.00 Supersound. News musicali e grandi successi con Mauro Benni; 14.45 Meteo; 17.00 Contatto. Musica, soprese e ospiti con Dj First; 17.30 Agenda spettacoli; 17.45 Mercatutto; 18.45 Meteo locale; 20.00 MIX95; 24.00 MIX 95. RADIO CITTÀ NUOVA - 88.5 (Gr: ore 8.00; 12.00; 13.00; 16.00; 17.10). 7.00 Notizie del mattino; 7.45 Oggi in edicola; 8.15 Ecclesia; 9.00 Oggi preghiamo così; 9.30 Notiziario diocesano; 10.00 I servizi di RCN; 10.45 Piacenza notizie; 11.00 Tuttopiacenza; 11.30 La lettura spirituale del giorno; 12.30 Pagine e fogli; 13.30 Musica e informazione; 14.30 Piacenza notizie; 15.00 I servizi di RCN; 15.30 Orizzonti Cristiani; 16.15 Il liscio di RCN; 17.00 Intermezzo pomeridiano; 17.55 Ci prepariamo alla preghiera; 18.05 Santo Rosario; 18.30 Santa Messa dalla Cattedrale di Piacenza; 19.00 Notiziario diocesano - edizione pomeridiana.

SEDE DI PIACENZA “Edoardo Cordani” c/o Ospedale Civile Via Taverna, 49 29100 Piacenza Tel./Fax 0523/331474


SPETTACOLI

Giovedì 1 maggio 2008

29

.CRONACA DA UN ROMANZO TEATRALE .

Momenti dell’«Anna Karenina» da Tolstoj inscenata dal lituano Eimuntas Nekrosius con protagonista Mascia Musy: successo al Municipale

MUNICIPALE - Con il fluviale spettacolo del regista lituano dal capolavoro di Tolstoj si è chiusa la stagione di prosa

Anna Karenina,29 modi di dire Destino Struggente e visionaria regia di Nekrosius, Musy protagonista PIACENZA - E’ noto che, dopo Anna Karenina, Tolstoj entrò in una profonda crisi spirituale. Lo spettatore, dopo 5 ore (dalle 20.30 alle 1.30), una durata sulla lunghezza d’onda delle opere di Wagner e delle sue sublimi lungaggini, arriva alla fine dello spettacolo se non in crisi, certo provato. Ma appagato, come allo spegnersi delle estreme note del canto di Isolde, così al compiersi dell’ultima immagine della tragedia di Anna, quando gli occhi del destino si accendono per lei della luce di due fari del treno in arrivo. Un finale da lacrime per il romanzo, un finale col botto per la stagione di prosa del Municipale Tre per Te, spettacolo fluviale (in 29 quadri) ricavato da un fluviale romanzo, pervaso da sofferenza inesorabile e da fatalistica rassegnazione. Nella concezione fatalistica della vita (nessuno ha torto, nessuno ha ragione), nell’inesorabilità degli eventi, restano la coscienza della vanità delle cose umane e il tormento del dubbio, resta la sublime superiorità dello spirito e della pietà, la rassegnazione e la morte. L’abbraccio della morte che avvolge dolcemente Anna nel suo oscuro mantello. Così il destino si veste di immagini nuove nello spettacolo di Eimuntas Nekrosius. Non si creda infatti che la rappresentazione diretta dal regista lituano racconti la storia di Tolstoj alla maniera di uno di quegli sceneggiati tv a cui il pubblico è pigramente avvezzo. Le cose come le vede Nekrosius non le vede nessun altro. La sua forte mano disegna straordinarie immagini trasformando di continuo il materiale narrativo in fantasia scenica. La sequenza del primo incontro tra Levin e Kitty (ossia Paolo Pierobon e Corinne Castelli) sulla pista di pattinaggio è immaginata col rumore di lame strofinate sui ferri dei pattini che suggerisce la corsa sul ghiaccio; e quando Kitty, sposata con Levin, dà alla luce un bimbo, i suoi primi incerti passi si trasformano nei volteggi di una pattinatrice. E il parto, che era co-

Mascia Musy (Karenina) e Paolo Mazzarelli (Vronskij) durante lo spettacolo

minciato drammaticamente col martellante battere di un tamburo, diventa comico quando il neopadre viene invitato a tagliare con la forbice il lunghissimo cordone ombelicale come fosse un nastro inaugurale di una nuova vita. Sono passati 131 anni da quando l’Anna di Tolstoj ha visto la luce divenendo un faro della letteratura mondiale. Ed ora Nekrosius eleva col suo mega-spettacolo un monumento al romanzo. E’ una cosa grandiosa, una maestosa fiumana fatta però di pagliuzze tolte al libro, pagliuzze d’oro come le citazioni riprese dal testo, testuali parole di Tolstoj messe qua e là, nei momenti nevralgici, in bocca a un personaggio o un altro, affidate al caso, perfino fatte risuonare dall’altoparlante della stazione. Le fumose e rumorose stazioni della Russia zarista sono il cuore della storia con i fischi delle locomotive, i saluti, le partenze, i ritorni, gli incontri fatali come quello di Anna e Vronskij, e poi

con quei rotoloni bianchi che rotolano come valanghe e suonano come tamburi, ma si rivelano anche ruote del treno e orologi con le lancette mobili che segnano sempre l’ora del destino. Il destino è anche l’omino che mette la pistola in mano a Vronskij e dice di sparare. E’ invece la fantasia di Nekrosius che solleva tormente di neve che imbiancano le facce soffiando per aria sbuffi di cipria. E fa spedire lettere scritte sul palmo della mano o sul muro. Lo spettacolo ha asperità e dolcezze, passione e tensione, impulsi e illuminazioni, proprio come la vita e l’opera del grande scrittore russo. Un allestimento vasto e complesso che ha soprattutto, invece di grandi effetti speciali, semplici effetti geniali, ossia una straordinaria potenza visionaria, una ricchezza di invenzioni figurative che dà quasi un senso di sgomento. Si cammina su un terreno cosparso di tracce, significati, segni da decifrare: dove il grottesco elimina il patetico, i passag-

Successo per il concerto Anmil

gi da una scena all’altra sono quasi impercettibili, le immagini allusive, i gesti decisi, marcati, bruschi come improntati ad un codice figurativo, giochi di mano, scherzi di fantasia, un frasario immaginifico che fa pendant con oggetti (cornici, specchi) che sembrano appartenere ad un rituale simbolico. Anche l’uso dei temi musicali è insolito, alternati e ripetuti in sordina e in continuazione fino all’ossessione, ma c’è un momento in cui le note di Ciaikovskij fanno volare Anna (Mascia Musy) fra le braccia di Vronskij (Paolo Mazzarelli) in un lento valzer d’amore. Sono i modi e i mezzi con cui Nekrosius e i suoi attori (tutti italiani) scendono dentro la corrente impetuosa di questa storia “immorale” di una madre di famiglia che è anche una donna innamorata e adultera, nella profondità dell’anima del suo autore, nel suo pensiero, nella sua fede di apostolo dell’umanità che ha un gemito per tutte le sofferenze, che è sempre animato dallo sforzo di riscattare la vita dalle sue meschinità, di cantarla con le sue poche gioie e le sue tante pene. A raccontarci quanto sia bella Anna Karenina e dirci quanto ci sia di pietoso e tragico in lei s’incarica la Musy, bella, bionda, brava, che ci appare in nero, guanti e colbacco bianco, nell’aria fattasi attorno a lei luminosa. Con lei, Anna innamorata, gelosa e battagliera, che dà pugni e tira i cuscini, sono anche Paolo Musio (il marito Karenin), Alessandro Lombardo, Vanessa Compagnucci, Nicola Russo, Gilberto Colla, Renata Palminiello, Gaia Zoppi, Annalisa Amodio, Nicola Cavallari e Alfonso Postiglione, degni attori di un grande maestro, impegnati da gladiatori della scena in un arduo esercizio di recitazione fuori dai nostri consueti schemi, e calorosamente applauditi da tutti quelli - e sono stati i più - che tra un intervallo e l’altro non hanno disertato il loro posto. Umberto Fava

.L’INCONTRO CON LA COMPAGNIA .

Il teatro di Nekrosius? Senza apparenti spiegazioni ma grazie agli attori pure gli oggetti prendono vita PIACENZA - Con la replica di Anna Karenina diretta da Eimuntas Nekrosius ieri sera al Municipale è calato il sipario sulla stagione di prosa organizzata da Teatro Gioco Vita e nel pomeriggio al “Filo” si è tenuto anche l’ultimo atto del ciclo di incontri Ditelo all’attore, a cura del critico Enrico Marcotti. Con lui sul palco la protagonista Mascia Musy (Anna Karenina) e altri interpreti: Alessandro Lombardo (Stiva), Renata Palminiello (principessa Scerbàtskaja), Gaia Zoppi (Vàren’ka) e Annalisa Amodio (Babuska e Vronskaja) che, sollecitati dalle osservazioni del critico, hanno parlato della loro esperienza accanto a uno dei più acclamati registi della scena internazionale, offrendo anche al pubblico i loro personali punti di vista su uno spettacolo complesso, lungo quasi 5 ore, incentrato su un romanzo fondamentale della letteratura mondiale entrato nell’immaginario collettivo. Per Musy e Lombardo, «Anna Karenina non ha coinciso con il primo incontro con Nekrosius. Entrambi avevano già recitato nell’Ivanov di Cechov ed entrambi hanno rimarcato la diversità sperimentata nell’accostarsi a un testo concepito per il teatro, rispetto a un adattamento come nel caso della Karenina. «Ogni riduzione - ha evidenziato Lombardo - è un altro romanzo. Ciascuno vi si avvicina avendo in mente un’idea dei personaggi derivata dalla lettura del libro. Io per esempio mi immaginavo uno Stiva grassottello, rubicondo. Nekrosius non ti dà molte spiegazioni sul perché agire in una certa direzione. La sua è una costruzione per accumulo. Il percorso di assimila-

La compagnia della «Karenina con il critico Marcotti. Sotto Mscia Musy[foto Cravedi]

zione avviene sempre per stratificazioni e ognuno dall’interno viene a costruire un proprio percorso». Mascia Musy ha definito il teatro del maestro lituano «un teatro di attori»: «Non usa costumi sfarzosi o scenografie imponenti. Il suo teatro è improntato a un’estrema semplicità. Nekrosius responsabilizza l’attore, lo mette al centro del suo teatro e gli chiede di trovare, attraverso tanti oggetti, lo strumento per raccontare la storia. Oggetti che diventano pieni di vita come gli attori stessi». Inutile cercare la risposta definitiva sul significato di gesti ri-

petuti, sull’utilizzo emblematico di un paio di pattini o di occhiali, sul rotolare di strani tamburi-orologi sul palco. «Qualsiasi risposta resta riduttiva rispetto alla concretezza dell’immagine» ha sostenuto Palminiello. «Le azioni dei personaggi non esprimono tanto ciò che i personaggi compiono, ma le relazioni che si instaurano tra di loro, dunque qualcosa di più profondo». A proposito del modo di affrontare lo spettacolo da parte di Nekrosius, Zoppi ha rievocato i provini («Chiedeva che personaggio del romanzo ti sarebbe piaciuto interpretare, ma soprattutto ti scrutava per una decina di minuti, senza parlare») e i ritmi di lavoro: «Fino alla fine ti fa stare sulle spine, pungolandoti anche nella prova generale». Caratteristico del regista, pure «il trovare il lato comico anche nelle situazioni drammatiche, in un alternarsi di riso e pianto. Aspetto che si rispecchia nel personaggio del Destino e che penso appartenga - ha suggerito Musy - all’anima russa». Anna Anselmi

In piazza San Giovanni anche un video del Boss

In Piazza pubblico folto per Nava, Panceri, Rivolta.Forfait di Baccini Parata di stelle oggi a Roma e l’anteprima mondiale del nuovo filmato di Springsteen

MISS NADY CASTELVETRO (PC) www.missnady.it

0523.824565

QUESTA SERA

SABRINA BORGHETTI DOMANI SERA

ROMA - Ci sarà anche Bruce Springsteen, anche se solo in video, al Concertone del Primo maggio a piazza San Giovanni, in diretta su Raitre: in chiusura della prima parte, alle 18.40, sarà trasmesso in anteprima e in esclusiva il nuovo video della rockstar, Long walk home. Una vera chicca che va a impreziosire la ricca scaletta del concerto promosso da Cgil, Cisl e Uil, condotto quest’anno da Claudio Santamaria e dedicato alle morti sul lavoro, alle canzoni del ’68 e ai 70 anni di Celentano. Sarà proprio una hit del Molleggiato, Prisen-

CIAO

colinesinainciusol, eseguita da Enzo Avitabile e Manu Dibango, ad aprire, alle 16 (dopo l’anteprima, dalle 15.15 alle 16 con i vincitori di “Primo maggio tutto l’anno”), la lunga maratona musicale. Poi sarà la volta di Pelù: il rocker fiorentino farà un omaggio ai Beatles con Revolution. I Fab Four saranno ricordati anche nel set di Santamaria e Federico Zampaglione in While my guitar gently weeps. Ma ci sarà anche Bella Ciao, nella versione di Bisca e Capuano, sempre con Santamaria. La musica di Celentano tornerà sul palco con Apres la

DANZE

open ore 22,00 VENERDÌ SERA

VILLA GIALLA - MONTALE (PC)

QUESTA SERA torna

GIGLIANA GILIAN CIAO IL SALOTTO ROSSO

Classe con Svalutation, Tricarico, autore e interprete di La situazione non è buona e Irene Grandi, che con i Baustelle canterà L’albero di 30 piani (oltre a Brucia la città). Poi, via via, Raiz, Gazzè, Caparezza, Jorge Ben, Ascanio Celestini, L’Aura, The Niro, Linea 77 e La Scelta. Sabrina Impacciatore leggerà con il conduttore due storie vere di morti sul lavoro. Santamaria, la Impacciatore, Favino e Gerini leggeranno alcune lettere di emigranti italiani datate 1940-1960, e un lungo elenco di nomi di morti sul lavoro.

CARPANETO - TEL. 0523.850967

OGGI POMERIGGIO

DISCO LISCIO

ALBERTO KALLE

SERA SABATO 3 F.LLI SCARABELLI

Fiorenzuola d’Arda (Pc) 0523.982622 - 335.6910572

SFILATA Top Model Europe

FINALE NAZIONALE

Questa sera

Lorena 3356381717

LUCA

Discoteca Le Ruote

CANALI

c.01.05.08

Un momento del concerto pro Anmil in piazza Cavalli [foto Cravedi]

PIACENZA - Applausi in Piazza Cavalli per il Concerto-tirbuto dell’Anmil in onore delle vittime del lavoro anche se all’ultimo è mancato uno dei protagonisti, Francesco Baccini. Ieri sera sul palco della Piazza si sono avvicendati tra musica, parole e riflessioni diversi personaggi edel mondo dello spettacolo: cantautori popolari come Mariella Nava, che la scorsa stagione tenne un concerto a Piacenza al Politeama e che è una sostenitrice consueta dell’Anmil, e Gatto Panceri, insieme al fantasista piacentino Maurizio Sesenna e ad un autore di comprovata esperienza come Carlo Rivolta.

Roveleto di Cadeo (Pc)

AL RANGONE

APERTO DALLE ORE 23

Serata in collaborazione con:

p.30.04.08

GS. AMICI DI S. ROCCO Durante la serata danzante presenteranno il loro programma

ESTATE 2008

MORRIGAN MUSIC LIVE21 c.01.05.08

GIO VEN SAB DOM

DALLE ORE

01/5_ Karaoke 02/5_ Dejavu 03/5_ Sticky finger anni 60/70 04/5_ Boogie - Woogie con Sandro R ossi b and

CAMPREMOLDO SOTTO (GRAGNANO) PC TEL. 349 5828445

e offriranno ottime specialità gastronomiche Concessionaria per la pubblicità su “Libertà”

Via Giarelli, 4/6 - Piacenza Servizio necrologie  0523/384999 Uffici Commerciali  0523/384811 r.a.

SABATO

CAMILLO DEL VHO DOMENICA SERA I FILADELFIA DOMENICA POM. LAURA TALENTI

INGRESSO COMPRESA CONSUMAZIONE

VEN-SS AB MER-G G IO-D D OM € 16,00 € 13,00 sabato 10 maggio

BRIGITTE B... S.S.Piacenza-Torino - S.NICOLO’ - ROTTOFRENO (PC) Info:0523.769332 • 333.4662487 • 335.6979320 • 335.6324664 SALA FUMATORI


TELEVISIONE & RADIO

30

Giovedì 1 maggio 2008

FILM

APPUNTAMENTI

P O LT R O N I S S I M A Vacanze di Natale ‘90

aria ion ità su s s nce blic Co pub la per

Regia di Enrico Oldoini. Con Massimo Boldi, Christian De Sica, Diego Abatantuono

Massimo Boldi, Christian De Sica, Diego Abatantuono, Ezio Greggio e Andrea Roncato in una variazione del film precedente firmata però da Enrico Oldoini con Corinne Cléry, Moira Orfei e Maria Grazia Cucinotta. Da Cortina a SaintMoritz una galleria di squallidi personaggi alla ricerca di avventure amorose

Ospite Neri Marcorè

La7 ore 14.00 Usa, 1954 - durata 127’

«Glob - L’osceno del villaggio» -»Cosa lega una persona al personaggio?» Enrico Bertolino ne parla con Neri Marcorè, ripercorrendo le più celebri incarnazioni dell’attore, senza tralasciare il suo versante drammatico. Tra gli altri argomenti, si discute del Vaffa Day di Beppe Grillo (Raitre, 23.45).

Un classico dell’avventura fantastica, targato Disney, firmato dalìl’abilissimo Richard Fleischer, tratto dal romanzo di Verne e con Kirk Douglas, Peter Lorre e James Mason. Oscar per scenografie ed effetti speciali. Le fantastiche avventure del capitano Nemo, sul sottomarino Nautilus, di un professore e di un fiocinatore



Italia 1 ore 21.10 Italia, 1990 - durata 97’

20.000 Leghe sotto i mari

La storia di una monaca Rete 4 ore 15.15 Usa, 1959 - durata 149’

Via Giarelli, 4/6 - Piacenza Servizio necrologie  0523/384999 Uffici Commerciali  0523/384811 r.a.

Audrey Hepburn in un sobrio ritratto psicologico firmato Fred Zinnemann, dal romanzo di Kathryn Hulme, con Peter Finch, Dear Jagger, Edith Evans, Colleen Dewhurst e Peggy Ashcroft. Gabriella diventa suora missionaria nel Congo Belga, ma non tollera le rigide regole dell’ordine, per lei cagione di atroci sofferenze...

Simpatici e antipatici

Aspetta primavera, Bandini

The departed - Il bene e il male

A qualcuno piace caldo

Rete 4 ore 23.20 Italia, 1997 - durata 92’

Rete 4 ore 2.50 Italia, 1989 - durata 90’

Sky Mania ore 16.40 Usa, 2006 - durata 151’

Studio U. ore 18.05 - B/N Usa, 1959 - durata 119’

Scritta dai fratelli Enrico e Carlo Vanzina e diretta (e interpretata) da Christian De Sica, una commedia più cattiva che volgare. Nel cast Gianfranco Funari, Leo Gullotta ed Eva Grimaldi. Al circolo sportivo romano Tiber si dà appuntamento una galleria diversificata e chiassosa di personaggi. Ma...

Vita dura di un emigrato italiano negli anni Venti in Usa. Bandini, muratore, lavora solo nella bella stagione. D’inverno fa fatica a tirare avanti con la sua numerosa famiglia. Una calorosa vedova gli offre lavoro. Ma anche il suo letto. La relazione con lei minaccia di far naufragare il matrimonio dell’uomo. Poi, per merito del figlio maggiore, tutto s’aggiusta.

Leonardo Dicaprio, Matt Damon, Jack Nicholson e Martin Sheen diretti da Marin Scorsese. Colin Sullivan è un criminale infiltrato nella polizia locale. L’agente Billy Costigan opera in incognito all’interno della stessa banda. Il compito di entrambi é quello di fornire ai propri superiori informazioni importanti e segrete

Indimenticabile e inimitabile capolavoro della commedia firmato Billy Wilder con Marilyn Monroe, Jack Lemmon e Tony Curtis. Corrosivo e gradevolmente ambiguo. Due jazzisti sono testimoni, involontari, del massacro di San Valentino. Per sfuggire ai gangster si travestono da donne musiciste in un complesso femminile e...

Stefano Mordini «La 25ª ora» -E’ dedicata a Stefano Mordini la puntata del magazine cinematografico condotto da Paola Maugeri. Si comincia con alcune sequenze de ‘Il confine’ (2007), viaggio attraverso i luoghi d’incontro e di preghiera delle diverse comunità islamiche milanesi (La7, 1.05).

Due partite «Palcoscenico» -Va in scena lo spettacolo «Due partite» scritto e diretto da Cristina Comencini. La regista coinvolge quattro attrici di talento, come Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi, Valeria Milillo, per raccontare la vita e le aspettative di due generazioni (Raidue, 23.15).

Dalle 18 alle 19 «24» -Jack riesce a fuggire dal consolato russo. Alla Casa Bianca, intanto, Daniels fa in modo che la paternità dell’attentato contro il Presidente sia attribuita ad Assad. Daniels, invece, decide di irrompere nel consolato per prendere Markov (Italia 1, 23.30).

Il varietà di Carlo Conti «I raccomandati» -Katia Ricciarelli, Carol Alt, Alessandra Martinez, Marisa Laurito, ed ancora Drupi, I Cugini di Campagna, l’affascinante Luca Calvani e l’esilarante Gabriele Cirilli, sono i Vip che si sfidano nella puntata odierna del programma condotta da Carlo Conti e Alessia Ventura (Raiuno, 21.10).

I PROGRAMMI DI DOMANI TELELIBERTÀ

RAIUNO 6.05 6.10 6.30 6.45 10.50 11.00

"Libertà crede nel futuro" alle 23.00 8.00 Tutti in tv Fatti e personaggi piacentini 9.30 Natura del Piacentino Una serie di documentari per conoscere la natura del territorio piacentino a cura di Luigi Ziotti - attivista della Lipu, documentarista e fotografo naturalista già premiato per i suoi documentari sul Po e sul Trebbia - e di Marisa Cella. 9.50 Qui Agricoltura Un contenitore d’informazione dedicato al mondo agricolo piacentino. Per parlare di “donne in campo” in studio ospiti solo donne imprenditrice del settore. Dati, immagini e rubriche aiutano a completare le informazioni. La trasmissione è prodotta da Telelibertà e curata dalla giornalista Nicoletta Bracchi 10.30 Offerte commerciali 12.00 Al bar con gli artisti Trasmissione musicale condotta da Beatrice e Gigi Chiappin 14.00 Offerte commerciali Televendite 19.30 TGL Le notizie da Piacenza e provincia 20.30 Copra Nordmeccanica - Trento Dal Palabanca di Piacenza gara 2 valida per le finali scudetto di pallavolo maschile serie A1 22.30 TGL Le notizie da Piacenza e provincia 23.00 Libertà crede nel futuro In diretta dalla nuova area di stampa dei Dossarelli di Piacenza l'attesa della prima copia della nuova versione di Libertà tutta a colori; un nuovo formato e tante novità per il quotidiano dei piacentini. 0.30 TGL Le notizie da Piacenza e provincia

12.00 13.30 14.00 14.10 14.45

15.50 16.15 17.00 17.10 18.50 20.00 20.30 21.10

23.15 23.20

0.20 0.50 1.25 1.30 1.35 2.05 2.35 3.10 4.50 5.30

RAIDUE

Anima good news Io sto con lei Tg 1 Unomattina Appuntamento al cinema Occhio alla spesa Argomenti di oggi la frittura di pesce: totani, calamari, moscardini, triglie, merluzzi, alici. Quali varietà di pesce ci devono essere nella frittura? Come riconoscere al ristorante una frittura preparata con pesce fresco da una surgelata? La prova del cuoco Telegiornale Tg 1 Economia Festa italiana storie Incantesimo 10 Alberto impedisce a Rossella di confessargli la verità sul suo passato e i due passano la notte in albergo insieme. Mocci aspetta Rossella e le rinnova le sue minacce. Doriana, dopo un difficile colloquio con Vittoria, le fa capire che per affrontare meglio l’intervento, dovrà accettare di ricevere aiuto dalle persone che la amano. Massimo incontra Carolina sotto casa e le racconta di essere il figlio creduto morta di Tilly Festa italiana La vita in diretta Tg 1 Che tempo fa Alta tensione - Il codice per vincere Telegiornale Affari tuoi Venti scatole e un concorrente I raccomandati Varietà I vip e i loro “raccomandati” si confrontano in quattro sfide per conquistare il favore del pubblico. Conduce Carlo Conti. Tg 1 TV 7 Lo storico rotocalco di Raiuno affronta attualità, costume, personaggi, curiosità internazionali, storie di casa nostra L’appuntamento Tg 1 Le idee. Che tempo fa Estrazioni del lotto Appuntamento al cinema Sottovoce La chiacchierata notturna di Gigi Marzullo, fra vecchie foto, ricordi, un sogno da interpretare Non è m@i troppo tardi SuperStar Stargate Overland 5 Ultime dalla notte

7.00 Random - Mattina All’interno i cartoni animati: Warner Show, Yakari, Cuccioli, Sam Sam il cosmoeroe, L’albero azzurro, Higglytown Heroes - Quattro piccoli eroi, Baby Felix and friends, I Lunnis 9.15 TGR - Montagne 9.45 Un mondo a colori 10.00 Tg2punto.it 11.00 Piazza Grande 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e società Tendenze, mode e curiosità della vita contemporanea. A cura di Mario De Scalzi 13.50 Tg2 Sì, Viaggiare 14.00 L’Italia sul due 15.50 Ricomincio da qui Ogni giorni due, tre esperti, sempre diversi, cercano di aiutare chi si rivolge al programma a superare un problema 17.20 X Factor con Francesco Facchinetti 18.05 Tg 2 Flash L.I.S. 18.10 Tg sport 18.30 Tg 2 19.00 Squadra Speciale Cobra 11 Tom e Semir indagano sulla morte della moglie di un agente, Boris Neumann. Mentre viene scoperto il corpo della donna, Boris è in stato confusionale e attraversa a piedi l’autostrada. Fermato e inizialmente sospettato dell’omicidio della moglie, l’uomo però non ricorda nulla, nemmeno di essere sposato. Dopo lunghe indagini Tom e Semir scoprono che esiste un’altra donna, Sandra, che in qualche modo è collegata all’omicidio 19.50 X Factor con Francesco Facchinetti 20.25 Estrazioni del lotto 20.30 Tg2 -20.30 21.05 I predatori dell’arca perduta Film . 23.00 Tg 2 23.15 Palcoscenico Spazio dedicato al mondo del teatro ed ai suoi protagonisti 0.55 Tg Parlamento Rubrica a cura della Tribuna Servizi Parlamentari. Quotidiano sulle sedute di Camera e Senato 1.05 X Factor 1.35 Meteo 2 1.40 Appuntamento al cinema 1.50 Camminando viaggiando 2.00 Tg2 Costume e società 2.15 La stagione dei delitti 2.45 Cercando cercando 3.10 Sagarmatha, il parco più alto del mondo 3.35 Gli anni d’oro 4.15 Nettuno - Network per l’Università Ovunque

RAITRE 6.00 6.30 8.05 9.05 9.10 10.05 12.00 12.25 12.45 13.10 13.40 14.00 14.20 14.50 15.00 15.10 15.15 16.00 16.15 16.35 17.00 17.50 19.00 20.00 20.10 20.30

21.05

23.10 23.25 23.45 0.35 0.45

0.55 1.25 1.35

CANALE 5

RAI News 24 Il Caffe’ La storia siamo noi Verba volant Cominciamo bene - Prima Cominciamo bene Tg 3. Rai Sport Notizie. Meteo 3 Tg3 cifre in chiaro Diario Italiano Fuoriclasse canale Scuola-Lavoro Lab Story Tg Regione. Tg Regione Meteo Tg 3. Meteo 3 Tgr Leonardo Tgr Neapolis Tg 3 Flash Lis Trebisonda Tg3 GT Ragazzi A danza con Vanessa La Melevisione Cose dell’altro Geo Geo & Geo Tg 3. Tg Regione. Tgr Meteo Tg sport Blob Un posto al sole Un Roberto sempre più a pezzi ed autodistruttivo dimostra a Marina che è in grado di dare seguito alle terribili minacce lanciate su di lei. Deciso ad anteporre il bene della macelleria a tutto il resto, Don Gaetano respinge colpo su colpo gli attacchi di Assunta. Trascinati dalla forza dell’amore, Amedeo e Ginevra dimenticano di essersi rivisti in una camera d’ospedale e si proiettano in un’atmosfera più che mai romantica Mi manda Raitre Attualità In pochi resistono al fascino delle raccolte di punti a premio. Ma funziona davvero? Andrea Vianello ne discute stasera. Tg 3. Tg Regione Tg 3 Primo piano Glob - L’osceno del villaggio Tg 3 Appuntamento al cinema Breve rassegna sulle prime visioni in programmazione nelle sale cinematografiche. Per essere sempre informati sulle novità proposte dal grande schermo. Un panorama completo sui film italiani e stranieri appena prodotti dalle case cinematografiche Economix ApriRai Fuori Orario. Cose (mai) viste Solo cinema d’autore, ovvero “cose mai viste” in televisione

ITALIA 1

6.00 Tg 5 Prima pagina Rullo di notizie della durata di cinque minuti circa 7.55 Traffico 7.57 Meteo 5 7.58 Borsa e monete 8.00 Tg 5 Mattina 8.50 Mattino Cinque Conducono Claudio Brachino e Barbara D’Urso 11.00 Forum 13.00 Tg 5. Meteo 5 13.40 Beautiful Nick chiede spiegazioni a Bridget su quanto ha sentito dal suo cellulare. Ridge e Brooke vengono a sapere che il matrimonio tra Eric e Stephanie è finito. Brooke spera che lei e Ridge possano tornare insieme, ma Ridge non è dello stesso parere 14.10 CentoVetrine Stefano è combattuto sul da farsi con Carol. Mentre Adriano è con Lavinia, Ludovica continua a telefonargli ossessivamente pregandolo di non lasciarla e arrivando a minacciare di uccidersi, se lui non ritornerà con lei 14.45 Uomini e donne Come apparire in televisione per parlare di sé e cercare l’anima gemella. Padrona di casa Maria De Filippi. 16.15 L’album di Amici 16.55 Tg5 Minuti 17.00 Una nuova casa 18.50 50 - 50 20.00 Tg 5. Meteo 5 20.30 Striscia la notizia Conducono Ficarra e Picone. Tra gli inviati della trasmissione Dario Ballantini, Valerio Staffelli, Sasà Salvaggio, Jimmy Ghione, Fabio & Mingo, Max Laudadio, Moreno Morello e Christian Cocco 21.10 Lo show dei record - Top 35 Varietà . 23.30 Matrix 1.20 Tg 5 Notte. Meteo 5 1.50 Striscia la notizia Conducono Ficarra e Picone. Tra gli inviati della trasmissione Dario Ballantini, Valerio Staffelli, Sasà Salvaggio, Jimmy Ghione, Fabio & Mingo, Max Laudadio, Moreno Morello e Christian Cocco 2.30 L’album di Amici 3.25 Tre nipoti e un maggiordomo 4.00 Tg 5 4.30 Highlander 5.30 Tg 5

6.35 9.05 10.00 10.30

11.00 11.25

12.15 12.25 13.00 13.35 13.40 14.05 14.30 15.00 15.55 16.25 16.50 17.15 17.25 17.35 18.00 18.30 19.05 19.35

20.05 20.30 21.10 23.30 0.30

0.40 1.30 1.50 3.55 5.40

Cartoni animati Happy days Dharma & Greg Hope & Faith Al supermercato, Hope e Faith incontrano casualmente Randy, ex ragazzo di Hope ai tempi del liceo. Quando scopre che è stato Randy a lasciare la sorella, Faith decide di invitare lui e il figlio a cena Prima o poi divorzio! Will & Grace Grace, al party di un yacht club, trova Karen terrorizzata nel dover conoscere la prima moglie di Stan. Grace cerca di rassicurarla Secondo voi Studio Aperto. Meteo Studio Sport MotoGp Quiz Dragon ball Naruto I Simpson O.C. H2o Zoey 101 Lizzie McGuire Mermaid Melody Sugar sugar Yu-Gi-Oh GX Una spada per Lady Oscar Studio Aperto. Meteo Candid Camera Belli dentro Ciccio esce per andare a testimoniare a un processo in Calabria. In cella al suo posto arriva un pluriomicida prepotente, mago dello yoyo, che impartisce ordini a tutti Love bugs Rtv - La Tv della realtà Vacanze di Natale ‘90 Film Da Cortina a Saint-Moritz una galleria di personaggi alla ricerca di avventure. 24 con Kiefer Sutherland Studio Sport Trenta minuti di servizi, interviste, inchieste e immagini per raccontare i principali avvenimenti della giornata sportiva. Un Tg agile per un’informazione sempre più completa e approfondita Grand Prix Andrea De Adamich racconta il mondo della velocità su pista Studio aperto - La giornata Lois & Clark: le nuove avventure di Superman Film La regina degli uomini pesce Studio Sport Trenta minuti di servizi, interviste, inchieste e immagini per raccontare i principali avvenimenti della giornata sportiva.

La7 6.00 7.00 9.15 9.20 9.30

10.30

11.30 12.30 12.55 13.00 14.00

16.30 18.00

19.00 20.00 20.30 21.10

23.45 0.40 1.05 2.55

3.35

3.40

Tg La7. Meteo. Oroscopo. Traffico Omnibus Punto Tg Due minuti un libro Conduce Alain Elkann, che intervista uno scrittore Matlock Quando Matlock accetta di difendere Judy Benson, un’amica di Cassie, rimane sconvolto nello scoprire che il marito di Judy ha anche un’altra moglie Il tocco di un angelo Monica e Tess ono in viaggio attraverso il North Carolina in attesa della loro prossima assegnazione quando vengono fermate da un agente della stradale e condotte in tribunale Le vite degli altri con Tiziana Panella Tg La7 Sport 7 Alla conquista del West 20.000 Leghe sotto i mari Film Fantavventure del capitano Nemo, di un professore e del fiocinatore Kirk Douglas. Atlantide Jag - Avvocati in divisa Il capitano Sebring, giudice del Jag, viene deferito dalla corte marziale dopo la testimonianza di una donna che afferma di essere stata scaraventata fuori strada dall’auto del giudice Stargate La squadra Sg-1 trova una navicella precipitata su un mondo alieno Tg La7 Otto e Mezzo Economia e politica, con un occhio di riguardo alle vicende estere Le invasioni barbariche - Collection Talk-show Il meglio del talk show ideato e condotto da Daria Bignardi, tra attualità, politica, costume, cronaca, sport e spettacolo. Markette - Doppio brodo Tg La7 La 25ª ora Otto e Mezzo Economia e politica, con un occhio di riguardo alle vicende estere: in compagnia di Ritanna Armeni, che si avvalgono tutte le sere di ospiti in studio e in collegamento. Due minuti un libro Conduce Alain Elkann, che intervista uno scrittore e lascia che sia lui stesso a presentare il suo libro. E’ una delle più longeve trasmissioni culturali italiane Cnn Collegamento in diretta con la rete televisiva americana.

RETE 4

ANTENNA 3

7 GOLD

SVIZZERA

TELECOLOR

TELEDUCATO

TELELOMBARDIA

TELENOVA

MTV

6.15 6.20 6.25 7.30 8.30

7.00 7.55 12.05 18.55

7.00 12.30 13.30 13.55 14.00 14.30 18.00 18.30 19.00 19.30 20.00 20.30 21.05

15.10 Tempesta d’amore Telenovela 16.00 Telegiornale Flash 16.05 Un caso per due Telefilm 17.10 I cucinatori 18.00 Telegiornale flash 18.10 Zerovero Gioco 19.00 Il Quotidiano 19.40 Buonasera 20.00 Telegiornale sera 20.30 Meteo 20.40 Attenti a quei due 21.00 Patti chiari 22.05 MicroMacro 22.40 C.S.I. Miami Telefilm 23.25 Telegiornale notte - Meteo

6.00 Tg Loop 7.00 Rassegna stampa cronaca + sport 8.00 Rassegna giornali nazionali 11.50 Tc Flash 12.00 Musica Italiana Show 17.00 Tc Flash 19.00 Telegiornale 20.00 Sintesi 20.40 Campioni Tx Sportiva 22.40 Telegiornale 24.00 Palco reale + il movimento è vita 2.45 Sperimentazione Digitale Terrestre

6.30 7.00 7.30 8.00 8.45 12.00 12.30 13.10 14.00 14.30 19.00 19.30 20.15 21.00 22.30 23.15 1.15

6.45 7.00 9.25 9.30 12.55 13.00 14.00 14.35 18.15 18.15 19.15 19.45 20.30 24.00 0.15 0.50 0.55

7.00 12.30 14.15 18.00 18.45 19.15 20.00 20.45 23.00 23.30

7.00 9.00 11.00 12.00 13.00 14.00 14.30 15.00 16.00 16.05 17.05 18.00 18.05 18.30 19.00 19.05 20.00 20.05 21.00 22.00 22.30 22.35 23.30 24.00 0.30 1.30 3.00 5.40

9.30 10.30 11.30 11.40 12.00 12.30 13.30 14.00 15.00 15.15

18.40 18.55 19.35 20.20 21.10

23.20 1.25 1.50 2.50 4.30 4.35

Secondo voi Peste e corna e gocce di storia Kojak Magnum P.I. Nash Bridges Lisa, ex moglie di Nash, è la testimone oculare di un omicidio Hunter Saint Tropez Tg 4 - Telegiornale Febbre d’amore Vivere Bianca Tg 4 - Telegiornale Il tribunale di Forum Sentieri La storia di una monaca Film Audrey Hepburn diventa suora missionaria nel Congo Belga e non tollera le regole. Tempesta d’amore Tg 4 - Telegiornale Tempesta d’amore Walker Texas Ranger Walker, Trivette, Alex e C.D. sono ospiti nel rifugio di Hank e suo figlio Bobby Tempesta d’amore Soap Opera Barbara, approfittando di un malore di Leonie, la costringe a firmare l’atto di rinuncia all’eredità di Saalfeld. Simpatici e antipatici Film Al Tiber si dà appuntamento una galleria diversificata e chiassosa di personaggi Tg 4 Rassegna stampa Le canzoni di Eros Ramazzotti Aspetta primavera, Bandini Film La dura vita di un emigrato italiano negli anni Venti in Usa. Peste e corna e gocce di storia Il segreto della nostra vita

19.00 19.45 20.15 20.30 23.00 23.35

Calcio Cafè Telemattina Orario continuato Coming Soon - Anteprima cinema Azzurro Italia News Spazio Disponibile TgL Azzurro Italia Betway today Playboy

Daniel Boone Telefilm Tg7 Tg7 Sport Tg Vacanze Quiz...Issimo Pomeriggio con Casalotto Lassie Telefilm Alice Telefilm Tg7 Tg7 Sport Casalotto Tg7 Sport Una donna per Ringo Film 22.55 Tg7 23.05 Biancaneve & Co. Film 1.30 Tg7 Notiziario

SKY CINEMA 1

SKY SPORT 1

6.40 Sky Cine News 7.05 Cocco di nonna - Grandma’s boy Film 8.45 Il destino di un guerriero - Alatriste Film 11.15 Speciale Quo Vadis, Baby? 11.35 L’uomo dell’anno Film 13.35 Sky Cine News 14.00 Missing - Dispersa Film 15.35 Un ponte per Terabithia Film 17.20 Cocco di nonna - Grandma’s boy Film 19.00 Grindhouse - A prova di morte Film 21.00 L’amore Si Fa Largo Film 22.45 A casa nostra Film 0.35 Missing - Dispersa Film 2.05 L’amore Si Fa Largo Film 3.50 Sky Cine News

14.30 15.00 15.30 16.00 16.35 17.05 17.35 18.05 18.30 19.00 19.30 20.00 21.00 23.00 23.30 24.00

Calcio: Premier League World Sport Calcio: Real Madrid-Athletico Bilbao Calcio: Fan Club Roma Sport Calcio: Fan Club Napoli Sport Calcio: Fan Club Lazio Sport Calcio: Fan Club Juventus Sport Calcio: Il Rosso ed il Nero Sport Calcio: Fan Club Inter Sport Calcio: Inter 100 e Lode Sport Calcio: Preview Champions Sport Calcio: Sport Time Sport Calcio: Mondo Gol Week-end Sport Calcio: Borussia Dortmund-Norimberga Calcio: Goal deejay Sport Calcio: Sky Calcio Anteprima Sport Calcio: Sport Time Sport

1/2 Ora col campione Rotocalco Adn Kronos TG Piacenza 24 ore Telefilm Televendite Assemblea d’Istituto TG Piacenza 24 ore Televendite TG Piacenza 24 ore Televendite Rotocalco Adn Kronos TG Piacenza 24 ore Provincia meccanica Serata salute TG Piacenza 24 ore Applausi TG Piacenza 24 ore

TgL Buongiorno Lombardia Coming Soon Shopping in poltrona Coming Soon Net Café TL Motori Shopping in poltrona TL Sera A3 Graffiti TgL Qsvs Sera Tuttaunaltramusica Superzap Lombardia Motori Coming Soon Bluvacanze News

TV SATELLITARI 13.00 Inbox - 13.30 Edgemont - 14.00 Community - 15.30 Classifica Ufficiale Black - 16.30 Rotazione Musicale - 16.55 All News - 17.00 Rotazione Musicale - 18.55 All News - 19.00 Blister - 19.30 Inbox 2.0 - 21.00 Albakiara 21.30 Cash - Viaggio di una banconota - 22.30 DeeJay chiama Italia - 24.00 Off Live: Asa.

ALLMUSIC

11.55 Meteo/viabilita 12.00 Tg 2000 flash 12.05 Formato famiglia - 13.05 Gli stati del Welfare - 14.00 Tg Ecclesia - 14.10 1 x 1 Giovani in diretta - 15.30 A tu per tu - 16.30 The flying doctors - 17.05 Cristiani nella storia 17.30 Mosaico - 18.05 I documentari di Nova T - 19.00 2030 Tra scienza e coscienza 19.30 Lancio Tg 2000 - 19.30 Caro amico -

SAT 2000

19.40 Tg 2000 - 20.00 Novecento controluce - 21.00 Tgtg - 21.35 Meteo - 21.40 The flying doctors - 22.10 Mapperò - 22.40 Il grande talk - 23.50 1 x 1 Giovani in diretta. 7.45 Motociclismo: Prove Moto Gp Grand Prix Cina - 9.00 Motociclismo: Prove 250cc Grand Prix Cina - 10.00 Motociclismo: Prove Moto Gp Grand Prix Cina A Shanghai - 11.00 Snooker: Campionato del mondo - 14.00 Calcio: Uefa Champions League - 15.30 Snooker: Campionato del mondo - 18.00 Calcio: Eurogoals Weekend - 18.30 Timbersports Series: Campionati Europei a Squadre - 19.00 Strongest Man: Super Series Grand Prix - 20.00 Snooker: Campionato del mondo - 23.00 Calcio: Eurogoals Weekend - 23.30 Xtrem Sports: Yoz.

EUROSPORT

RADIO RADIOUNO - 94,2 6; 7; 8; 9; 10; 11; 13; 15; 17; 18; 19; 21; 1; 2; 3; 4; 5. 12.00 Gr 1 - Come vanno gli affari; 12.10 Gr Regione; 12.35 L’ Italia che va; 13.24 Gr 1 Sport; 13.34 RadioUno Musica Village; 14.00 Gr 1 - Le Scienze; 14.07 Con parole mie; 14.47 News Generation; 15.03 Ho perso il trend; 15.39 Radio City, l’informazione in onda; 16.00 Gr 1 - Affari; 17.30 Gr 1 Titoli - Affari Borsa; 17.40 Tornando a casa; 19.22 Radio1 Sport; 19.30 Medicina; 19.33 Ascolta, si fa sera; 19.39 Zapping; 21.09 RadioUno Musica: Piero Pelù in concerto; 23.00 Gr 1 - Affari; 23.05 Radioeuropa; 23.13 RadioUno Musica; 23.27 Demo; 23.45 Uomini e camion. RADIODUE - 97,4 6.30; 7.30; 8.30; 10.30; 12.30; 13.30; 15.30; 17.30; 19.30; 20.30; 21.30. 13.00 28 minuti; 13.40 Viva Radio2; 15.00 Il Cammello di Radio2 Gli spostati; 16.00 Condor; 17.00 610 (sei uno zero); 18.00 Caterpillar; 19.52 Gr Sport; 20.00 Alle 8 della sera: “Senza confine”; 20.32 Dispenser; 21.00 Il Cammello di Radio2 - Decanter; 22.40 Viva Radio2; 24.00 Chat; 0.15 La Mezzanotte di Radio2.

Novamattina Vicini di casa TGN Pomeriggio Cartoni animati I nostri soldi TGN Sera Novastadio Sprint Linea d’ombra Top fuel TGN Notte

RADIOTRE - 99,9 6.45; 8.45; 10.45; 13.45; 16.45; 18.45; 22.45. 9.30 Il Terzo Anello. Ad alta voce; 10.00 Radio3 Mondo. La cultura, la politica, la societa’; 11.30 Speciale Radio3 Scienza; 12.00 I Concerti del Mattino; 13.00 La Barcaccia; 14.00 Il terzo anello musica; 14.30 Il terzo anello. MR Mario Bookshop; 15.00 Fahrenheit; 16.00 Storyville; 18.00 Il cammino; 19.00 Hollywood Party; 19.50 Radio3 Suite; 20.00 Il Cartellone: Teatro Alla Scala di Milano; 22.00 Prima pagina: il sequestro Moro; 23.30 Il Terzo Anello. Fuochi; 24.00 La fabbrica di polli.

RADIO SOUND - 95 (Notiziari nazionali ogni ora dalle 7 alle 20; Notizie piacentine 7.30; 8.30; 10.30; 12.30; 14.30; 16.30; 18.30; 19.30; 20.30). 7.00 Ultimo minuto. Notizie e simpatia con Daniela Ferrari; 7.15 Meteo locale; 8.15 Speciale lavoro; 9.45 Meteo nazionale; 10.00 Agrodolce. Magazine d’intrattenimento e informazione con Rita; 10.15 Mercatutto; 12.15 Codice della Strada con Domenico Grassi; 14.00 Supersound. News musicali e grandi successi con Mauro Benni; 14.45 Meteo; 17.00 Contatto. Musica, soprese e ospiti con Dj First; 17.30 Agenda spettacoli; 17.45 Mercatutto; 18.45 Meteo locale; 20.00 MIX95; 24.00 MIX 95.

RADIO INN - 105/92,100 (Gr: 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 18, 19, 20; Gr sport: 14. Gr informatica: 15. Gr Cultura e spettacoli: 16. Accade a Piacenza: 7.45; 12.30; 19.05). 9.20 Mercatino Radio Inn; 12.05 Radio Inn Economia, le ultime dalla Borsa in collegamento con la Banca di Pc; 13.05 Salsa con sabor musica latino-americana; 14.10 Just 4 you con Bicio dj; 16.05 Gli spettacoli a Piacenza e dintorni; 17.00 Giornale economia; 17.05 Radio Inn Economia; 17.40 Mercatino Radio Inn; 18.05 Inn Magazine, attualità, musica, informazione; 20.07 Salsa con sabor musica latino-americana.

RADIO CITTÀ NUOVA - 88.5 (Gr: ore 8.00; 12.00; 13.00; 16.00; 17.10). 7.00 Notizie del mattino; 7.45 Oggi in edicola; 8.15 Ecclesia; 9.00 Oggi preghiamo così; 9.30 Notiziario diocesano; 10.00 I servizi di RCN; 10.45 Piacenza notizie; 11.00 Tuttopiacenza; 11.30 La lettura spirituale del giorno; 12.30 Pagine e fogli; 13.30 Musica e informazione; 14.30 Piacenza notizie; 15.00 I servizi di RCN; 15.30 Orizzonti Cristiani; 16.15 Il liscio di RCN; 17.00 Intermezzo pomeridiano; 17.55 Ci prepariamo alla preghiera; 18.05 Santo Rosario; 18.30 Santa Messa dalla Cattedrale di Piacenza; 19.00 Notiziario diocesano - edizione pomeridiana.

10.20 My Spy Family -

CARTOON NETWORK 10.45 School Rumble - 11.10 Ed Edd & Eddy - 11.35 Camp Lazlo 12.00 Gli amici immaginari di casa Foster 12.25 Nome in Codice: KND - 13.00 Ben 10 - 13.25 Xiaolin Showdown - 13.50 Le tenebrose avventure di Billy & Mandy - 15.00 Ed Edd & Eddy - 15.25 Zatchbell! - 16.15 Jimmy fuori di testa - nuova serie - 16.40 Quella scimmia del mio amico - 17.05 Le tenebrose avventure di Billy & Mandy - 17.30 Flor 18.25 Le tenebrose avventure di Billy & Mandy - 18.50 Ed Edd & Eddy - 19.20 Zatchbell! - 19.45 Xiaolin Showdown - 20.10 Ben 10 - 20.35 Gli amici immaginari di casa Foster - 21.00 Le nuove avventure di Scooby Doo - 21.25 Camp Lazlo - 21.50 Ed Edd & Eddy - 22.15 Le Superchicche.

Wake up Pure morning Into the music Mtv 10 of the Best Roswell Mtv Confidential The X-Effect TRL Total Request Live Flash Mtv Confidential Star wars Flash My super sweet sixteen Vale tutto Flash Parental control Flash Scrubs Greek - La confraternita The X-Effect Flash Stasera niente Mtv Najica Happy tree friends Brand: New Into the music Insomnia News


SPETTACOLI

Giovedì 1 maggio 2008

Patrizia Mirigliani:«Accogliamo con piacere la proposta della Rai»

31

Il 10 maggio alle 21 all’auditorium Santa Chiara

Carlo Conti torna a Miss Italia Bobbio,Piero Mazzarella Il presentatore sarà anche direttore artistico ROMA - Appena un anno di pausa, e Carlo Conti torna al timone delle finali di Miss Italia. Per l’edizione di quest’anno è infatti pressoché certo il ritorno del conduttore toscano sul palcoscenico del PalaCotonella di Salsomaggiore che ospiterà dal 13 al 16 settembre prossimi (in diretta su Raiuno) le finali della 69ª edizione del concorso di bellezza organizzato da Enzo e Patrizia Mirigliani con il supporto della Rai e del Comune. Al presentatore toscano sarà anche affidata la direzione artistica delle serate trasmesse su Raiuno ed anche di Miss Italia nel Mondo, la manifestazione dedicata alle giovani italiane che vivono all’estero in programma a giugno. L’iniziativa di un ritorno a Conti è partita dalla stessa Rai ed ha trovato subito pronta e positiva risposta da parte della Miren. «La Rai - spiega Patrizia Mirigliani - ci ha fatto questa proposta che noi abbiamo trovato giusta e che accogliamo con piacere. Presentare un concorso di bellezza non è facile e Carlo è la persona più adatta. È un conduttore che non fa il protagonista, che non annoia e non stanca, non è mai al centro dei pettegolezzi, è il simbolo di una televisione educata che piace al concorso e sta piacendo agli italiani». In un’intervista al settimanale Diva & Donna, ora in edicola, Patrizia Mirigliani sottolinea quindi l’intento del concorso: essere una scuola di vita per le concorrenti. «Noi come concorso vogliamo far diventare Miss Italia nei giorni delle finali un’accademia in cui prevediamo di far

Carlo Conti torna a Miss Italia dopo un anno di lontananza

partecipare personalità che possano insegnare alle ragazze come vivere nel mondo dello spettacolo, come ci si comporta durante un’intervista o davanti alla macchina fotografica, anche come si possono evitare tranelli, perché persino attorno al mondo di Miss Italia possono esserci persone non proprio

trasparenti». È chiaro, poi, l’identikit della vera Miss: «La donna è bella se sa muoversi, parlare, porgersi, se è educata, se ha un po’ di cultura e di savoirfaire - tratteggia Patrizia -, queste sono le doti che vogliamo tirare fuori, non tassativamente il canto o il ballo, che non fanno parte della nostra

sfera, sebbene siano un modo per far conoscere le nostre ragazze». E mentre si guarda già all’appuntamento con il prossimo anno, 70° dalla nascita del concorso, un’altra novità sarà invece visibile da subito: «Stiamo iniziando le nostre selezioni con una scenografia nuova, che per la prima volta parlerà di fantasia e realtà. Avremo immagini disegnate con al centro una Miss Italia reale, ironica e spiritosa. La stessa immagine verrà riproposta sul diario e i quaderni di Miss Italia, in vendita a breve. Il nostro pubblico è vario, ma le prime fan sono le ragazzine di elementari e medie che sognano di portare la corona». E chissà che, Rai permettendo, nelle serate finali non possa essere esaudito anche un altro desiderio di Patrizia: «Il mio sogno è di avere una giuria composta da imprenditori del domani, da ragazzi che escono dall’università o da altre scuole e che sono la voce del futuro. Lo chiedo da anni, perché, se il concorso è di tutti, la Miss Italia deve rappresentare la ragazza preferita dai giovani». Nessuna riduzione, invece, delle serate televisive (quattro) e delle concorrenti (100) in occasione delle finali di Salsomaggiore Terme. La titolare del concorso poi aggiunge: «Non credo a chi dice che non ci guarda: un’occhiata la si dà sempre, perché Miss Italia è qualcosa di “istituzionale”. Il problema, così, è proprio fare un format splendido con 100 ragazze in video: questo è sia il tallone d’Achille, sia la forza del concorso». Ettore Brenta

recita un testo di Porta

BOBBIO - Il grande critico Dante Isella, scomparso nel dicembre scorso, aveva sollecitato in più occasioni un grande attore del teatro lombardo come Piero Mazzarella a portare sulla scena El lament del Marchionn di gamb avert di Carlo Porta. Mazzarella ha ora accolto quell’invito e il 10 maggio alle ore 21 all’auditorium Santa Chiara di Bobbio affronterà quel testo di forte denuncia sociale, in una serata organizzata dal Caffè Giorgio Strehler del paese della Valtrebbia, insieme al Piccolo Teatro di Milano. Sul palco con Mazzarella, anche alcuni giovani bobbiesi: Due immagini di Piero Mazzarella che sarà protagonista sabato 10 a Bobbio Andrea Alberici, Valentina colo Teatro di Milano. «Sono fiArmani, Alessandra Cravaglio di vecchi guitti» ama conri, Andrea Faimali, Beatrice fessare, rimarcando quanto il Fava, Federica Guerci, Rotermine non abbia valenze berta Leoni, Gaia Macellari, spregiative: «Guitto vuol dire Lara Miotti, Eliana Nicora, solo povero e romanticamente Giuseppe Noroni, Martina gli attori avevano ribattezzato Pasquali, Marco Pasquali, Guittalemme il luogo di nasciMatteo Ragaglia e Andrea ta del guitto più importante del Rocca, che nella prima parte mondo». dello spettacolo, disposti su larMazzarella, classe 1928, figlio ghi tavoli, potranno intervenidi una milanese e di un siciliare mentre l’attore introduce, in no, ha recitato in El Nost Milàn italiano, al contenuto dei versi di Giorgio Strehler nel 1961 e e alla lingua utilizzata dal Porin oltre 240 commedie, che gli ta, cantore degli umili, poeta hanno valso numerosi riconocivile dalla forte vena satirica scimenti, tra cui il Premio Illinella Milano dominata dagli ca e la medaglia d’oro del Coaustriaci e imbevuta degli imune di Milano. Intervenuto deali dell’illuminismo. in marzo a Castellarquato al La letteratura lombarda è stata il tema dominante dell’anali- sto redatta da Isella, oltre a illu- convegno Verso Tosca: Luigi Ilsi storico-critica condotta da I- strare la storia delle parole di lica nella cultura europea del sesella, nato a Varese nel 1922, una lingua ancora viva. Nella condo Ottocento, Mazzarella alaureatosi nel 1947 con una te- seconda parte, si potrà assiste- veva ricordato di aver ricevuto si sullo “scapigliato” pavese re alla lettura del Lament del il più bel complimento della Carlo Dossi. Sua l’edizione Marchionn di gamb avert nel- sua vita grazie al librettista e critica delle Poesie del Porta, u- l’interpretazione di Mazzarel- commediografo piacentino, scita tra il 1955 e il 1956, segui- la, che al teatro in milanese ha quando Obraszov al termine ta dall’edizione commentata, consacrato 65 anni e più di car- dell’Eredità del Felis lo avvidalla biografia e dal carteggio riera, compresa la storica rap- cinò per dirgli: «Stanislavskij del poeta milanese. L’interven- presentazione dell’Eredità del sarebbe stato felice di avere un to di Mazzarella prenderà in e- Felis dell’arquatese Luigi Illi- attore della sua verità». same anche l’appendice al te- ca, in una produzione del PicAnna Anselmi

-

Dal punk allo ska,tornano i Vallanzaska

Stasera il gruppo di Beppe Aliprandi

Jazz,i “Treperquattro” Domani al For Sale con il gruppo milanese i Safety Pins ed i Fratelli Borgazzi di scena al Milestone PIACENZA - Tutto in una notte, potremmo dire. Dal punk ’77 allo ska, per arrivare infine ai ritmi elettronici della drum’n’bass. È questo il menù misto e appetitoso che il For Sale di via Boselli propone domani sera ai suoi clienti. Gli ospiti d’onore della serata, per un atteso e necessario ritorno, saranno gli inossidabili milanesi Vallanzaska, in pista dal lontano 1991 con il loro inconfondibile ska. Ad aprire le danze saranno i suoni ruvidi dei Safety Pins, la band tributo ai leggendari Sex Pistols che si compone di elementi pescati dai gruppi piacentini Haulin’ass, Count to six and die e I Fratelli Borgazzi, mentre a chiuderle ci penseranno le Distorted Bassline del giovane dj d&b Emanuele “Scarecrow” Sangalli tra reggae, jungle e i suoni più potenti della cosiddetta jump up, vale a dire musica che pare fatta apposta per saltare. I “Vallanza”, vale a dire Dava alla voce, Lucius alla chitarra, Vanni al basso, Skandinavo alla tastiera, Specchio al sassofono, Piras alla tromba e il Bini alla batteria, cui si aggiungono Brucculieri ai suoni e Giusj al merchandise, sono tornati alla grande a calcare i palchi italiani spinti dalla voglia di promuovere il nuovo album Cose spaventose (Maninalto! Records), uscito nel maggio dello scorso anno dopo tre anni di silenzio dal precedente Sì sì sì no no no. Nati nel ’91 come cover band, tra gli altri, dei Madness, cominciarono ben presto a scrivere pezzi propri fino a diventare una delle ska

.L’APPUNTAMENTO DI CORTEMAGGIORE .

Il cantante e tastierista americano Jon Oliva al Fillmore: In programma rilettura di classici dei Savatage e brani originali CORTEMAGGIORE - Arriva finalmente domani sul palco del Fillmore di Cortemaggiore il cantante e tastieriJon Oliva, domani sta newyorkese Jonathan Nicholas Oliva. Meglio al Fillmore conosciuto come Jon Oliva, soprannominato dai fan “The Mountain King” per via della stazza, terzo di quattro figli, è stato, insieme al fratello più piccolo chitarrista, Criss Oliva, il fondatore nonché cantante dei Savatage. Attualmente è in tour con il suo progetto parallelo Jon Oliva’s Pain: al Fillmore si esibirà con loro, per un’unica e attesa occasione per vederlo dal vivo, dato che i Savatage non faranno più alcun tour, tra la rilettura di classici dello stesso gruppo e il suo repertorio personale e, naturalmente, la promozione dei brani del nuovissimo album Global warning. I Jon Oliva’s Pain sono il suo ultimo progetto, in ordine temporale. Nati nel 2004 esband più famose d’Italia. Nel ’94 uscì il loro primo album autoprodotto, Otto etti di ottagoni netti, successivamente ristampato con l’aggiunta di alcuni pezzi live. Negli anni successivi iniziarono a farsi apprezzare, tanto che il secondo album Cheope, uscito nel ’98, fu subito un successo e alcune canzoni (su tutte, l’omonima) sono tutt’ora molto ballate nelle discoteche italiane. Con il loro terzo disco, Ancora una fetta, uscito nel 2001, i Vallazaska si prepararono per presentarsi al grande pubbli-

senzialmente come esperienza costituita da registrazioni soliste di Jon Oliva, dopo pochi mesi di lavoro i membri originari dei Circle II Circle si unirono a lui ed insieme formarono una band vera e propria. Con il gruppo così formatosi, Jon decise di rivisitare le idee precedentemente registrate e, in breve tempo, diede alla luce il primo album intitolato Tage Mahal pubblicato con l’etichetta Spv. I rapporti con Spv, tuttavia, erano destinati a durare poco. Nello stesso anno, infatti, Jon Oliva prese accordi con l’etichetta Afm Records per la pubblicazione del secondo album Maniacal renderings, per la riluttanza di Spv a promuovere Tage Mahal e l’impossibilità di essere al livello delle major. Nel 2006, la pubblicazione di Maniacal renderings ha consentito ai Jon Oliva’s Pain di acquisire una buona notorietà, garantendo loro la partecipazione a diversi festival estivi. Maniacal renderings è il proseguo di un

co. Vennero infatti girati due video-clip di brani tratti dall’album, Licantropite e Loris & Efrem, che però non ebbero molto successo in televisione. Fu invece discreto il successo del video di Sì sì sì no no no, e-

nissima (brutal-pop) e gli Io e i Gomma Gommas (punkrock/hardcore melodico da Ancona). Da mezzanotte e mezzo invece, al For Sale, si contenderanno la consolle, in una “battaglia di dj a 6 mani” Emilio Solenghi e Max Araldi della piacentina DaBass Crew e John Belpaese, tra electro, minimal, house, techno, drum’n’bass ma anche ’70, ’80, ’90 e oltre. Pomeriggio dedicato ai gruppi più giovani sera per i più affermati. Cerea riproporrà lo show incentrato sull’ultimo ottimo album Disperanza, i Said torneranno con il loro rock italiano e i Deportivo continueranno la cavalcata del nuovo cd Gigante. Gli anconetani Gomma Gommas, infine, porteranno le loro riletture del bieat e del rock’n’roll anni ’60.

stratto dal penultimo omonimo album. La canzone divenne anche sigla della trasmissione televisiva Super Ciro. Lo scorso 14 marzo, al Musicdrome di Milano, i Vallanzaska hanno festeggiato il loro

millesimo (sì, proprio così!) concerto e, al tempo stesso, i loro 17 anni di carriera, «compiuti il giorno di San Valentino», dicono loro. Pronti a muovere il bacino? Pietro Corvi

Multisala IRIS2000 Corso Vitt. Emanuele 49 - Tel. 0523.334175 GIO. - VEN. - SAB. - DOMENICA 15.10-16.30-17.50-20.15-22.30

OGGI “PRIMA” ORE: 16,30 -18,30 -20,30 -22,30

www.cinemacorsopc.com info@cinemacorsopc.com

VENERDÌ ORE: 21,30

ORARIO FER.: 20.30 - 22.30 FEST. E PREFEST.: 15 - 16.50 18.40 - 20.30 - 22.30

GIO. - VEN. - SAB. - DOMENICA 20.15 - 22.30

GIO. - VEN. - SAB. - DOMENICA 15.30 - 17.50 - 20.20 - 22.30

3 CIENTO CHI L’HA DURO LA VINCE

Sant’Antonio a tutto rock col “Cuncertass”del 1° maggio PIACENZA - (corv.) Va in scena oggi a partire dalle 15.30 nel cortile della Cooperativa di Sant’Antonio, in via Emilia Pavese 238, la quarta edizione del Cuncertass del 1° Maggio. Sul palco 10 gruppi musicali, mentre tutt’attorno saranno birre, vino rosso, salamelle e così via, come da tradizione. Al termine dei concerti sarà after-party, ad ingresso libero, al For Sale di via Boselli, a base di musica elettronica e non solo. Le band in cartellone sono The Swindoll (punk ’77), Gruff Side-Whisker’s (rough punk-rock), Protection Zero (hardcore melodico), Banana Hammock (rock), Barney’s (punk-rock), Safety Pins (Sex Pistols tribute e oltre), Edoardo Cerea (cantautore), Said (crunch-core da Modena), Deportivo La Bo-

lavoro che Jon ed il fratello Criss cominciarono poco prima della morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1993. Molte delle melodie delle canzoni sono infatti lo sviluppo di alcune idee che i due fratelli avevano avuto negli anni ’90 e che avevano registrato su alcuni nastri ritrovati da Jon solamente in tempi recenti. Nel 2007 i JOP hanno avuto l’occasione di essere headliner al festival ProgPower in Inghilterra. Durante la loro esibizione essi hanno riproposto diverse canzoni dei Savatage così come durante tutti i concerti precedentemente tenuti. Memore della propria band di origine, Jon include sempre nei propri concerti almeno due canzoni della ormai trentennale heavy metal band. I JOP sono, naturalmente, Jon Oliva a voce e tastiere, Matt LaPorte, chitarra, Kevin Rothney, basso, John Zahner, tastiere, e Christopher Kinder alla batteria. corv.

PIACENZA - Il Milestone, la sede (addirittura palesi nella rilettudel Piacenza Jazz Club di via E- ra de La suave melodia di Anmilia Parmense continuerà la drea Falconieri), a quello basua programmazione jazz fino rocco con brani direttamente rialla fine di maggio, per poi ri- feribili a Corelli o Tartini, fino prendere dopo la pausa estiva, il a forme più moderne di musica 2 ottobre prossimo. Quest’ulti- accademica, da Mozart a Marmo mese di attività si apre con tucci a Rachmaninov. «Anche un concerto affidato al quartetto alcuni brani originali - spiega il Treperquattro di leader, il saxofonista Beppe Aliprandi, Beppe Aliprandi - socon il leader al sax alno arrangiati seconto e flauto, Luca Sedo modalità più vicigala al sax tenore e ne a quelle della musoprano, Tito Mansica classica che non gialajo Rantzer al al jazz, ed il passagcontrabbasso e Masgio da queste pagine simo Pintori alla tradizionali al linbatteria. Un ensemguaggio jazzistico ble di professionisti delle parti improvvidella musica jazz, sate è, non solo quasi con tanti anni di eimpercettibile, ma sperienza e curricola Il saxofonista Beppe anzi, apportatore di di tutto rispetto. L’or- Aliprandi, al Milestone un’unità espressiva ganico è particolare: che ben dimostra codue sax, contrabbasso e batte- me la formula “tema con variaria. L’assenza dello strumento zioni”, di gran moda nei secoli armonico (piano o chitarra) è passati, possa essere ancor oggi particolarmente in auge in que- più che mai attuale». sti anni e rende le composizioni Beppe Aliprandi nasce a Milaparticolarmente efficaci dal no nel ’39 e a soli 17 inizia lo stupunto di vista melodico e ritmi- dio del sax, amore della sua vita. co, ma la caratteristica principa- Ha all’attivo decine di incisioni le di questo progetto consiste nel e collaborazioni di altissimo lifatto che molte delle composizio- vello. Giovedì prossimo 8 magni hanno come punto di parten- gio, il Milestone proporrà un oza la musica cosiddetta “colta”. maggio al compianto Joe ZawiSono infatti frequenti i riferi- nul, con il quintetto elettrico di menti al periodo pre-barocco Gianni Azzali.

ORARIO FER.: 20.30 - 22.30 FEST. E PREFEST.: 15 - 16.50 18.40 - 20.30 - 22.30

SOTTO LE BOMBE c.01.05.08

Multisala POLITEAMA Via San Siro, 7 - Tel. 0523.328672 Martedì riposo GIOVEDI’: 15.15-17.45-20.15-22.30 VENERDI’: 20.15 - 22.30

GIOVEDI’: 15.15-17.45-20.15-22.30 VENERDI’: 20.15 - 22.30

GIOVEDI’: 15.15-17.45-20.15-22.30 VENERDI’: 20.15 - 22.30

SONO IN VENDITA LE NS VANTAGGIOSISSIME TESSERE!

SCEGLI IL CINEMA DOVE C’È FANTASIA PER LA TUA FANTASIA.

Al Cinema in Centro il parcheggio lo paghiamo noi PARCHEGGIA L’AUTO AL POLITEAMA - VIA S. SIRO 7 - PRESENTANDO IL TAGLIANDO DEL PARCHEGGIO ALLA CASSA DEL CINEMA OTTERRAI, AL MOMENTO DELL’ACQUISTO DI UN BIGLIETTO INTERO DA 7,50 € UNO SCONTO DI 3,50 €


Sport e-mail:sport@liberta.it

Fax: 0523-347.978

Giovedì 1 maggio 2008 - Pagina 32

Siena attacca l’Eurolega

Ronaldo, fidanzata addio

M.Roma, addio a Serniotti

Una città di sessantamila abitanti contro la squadra-nazione per eccellenza, il Maccabi Tel Aviv: è questo lo scenario che fa da contorno a Maccabi-Montepaschi Siena (nella foto, a sinistra Mc Intyre), semifinale di Eurolega di basket, domani a Madrid. Nell’altra semifinale, Cska Mosca e Tau Vitoria. La sfida agli israeliani segna il ritorno di Siena nell’ elite del basket europeo.

Forse a Ronaldo sarebbe costato meno pagare i 50 mila Real che chiedeva il trans abbordato, perchè non divulgasse l’accaduto. Lo scandalo del Fenomeno con i tre transessuali continua a fornire colpi di scena, e la stampa brasiliana ipotizza addirittura una separazione a nove zeri dal suo sponsor. Di sicuro, a mollare il giocatore del Milan è stata la fidanzata, Maria Beatriz Antonysi.

Roberto Serniotti non è più l’allenatore della M. Roma Volley. Ieri, al termine di un incontro con il presidente Massimo Mezzaroma, gli è stato comunicato che il suo contratto, in scadenza a giugno del 2008, non sarà rinnovato. Ora Roma cerca un nuovo allenatore, ma fonti societarie escludono che possa essere Giampaolo Montali, attualmente consigliere della Juventus.

L’ex biancorosso è il ds che ha costruito il sorprendente Albinoleffe,oggi a un passo dalla promozione in serie A

SERIE

Fa sempre miracoli il genio di Aladino

B

Valoti:noi, simili al vecchio Piace.Sabato al“Garilli”? Sarà dura

PIACENZA - Non sorprende che un grande ex biancorosso come Aladino Valoti, prima protagonista del secondo Piacenza dell’era Titta Rota (quello, per intenderci, capace di sfiorare la serie B al primo colpo, persa nel tristemente famoso spareggio “truccato” col Vicenza) e poi fondamentale pedina del centrocampo di quelli di Bortolo Mutti e Vincenzo Guerini, per due salvezze in serie A leggendarie, sia oggi tra i principali fautori del miracolo-Albinoleffe. La lampada di Aladino, prodigiosa in campo grazie ad una straordinaria forza di volontà abbinata a indiscutibili doti tecniche, sta continuando a rivelarsi “geniale” anche dietro la scrivania, dove Valoti opera con grande oculatezza e ottimo profitto da ormai tre anni in qualità di direttore sportivo della realtà bergamasca. Tanto che la prossima avversaria del Piace, tra lo stupore ma anche la simpatia generale, sta legittimamente accarezzando il sogno della promozione diretta in serie A, seguendo le orme del più titolato, ma per tanti versi analogo, Chievo. «Il parallelo con la squadra di Iachini - dice Valoti - non può che inorgoglirci e è anche quello più calzante rispetto al nostro contesto e alla nostra dimensione. La nostra storia, però, è ben più recente, nata dalla fusione tra due piccole realtà della provincia bergamasca. Ora, a suon di buoni risultati, stiamo riuscendo ad accattivarci anche qualche simpatia dal popolo di fede atalantina. L’Atalanta, ovvio, resta la regina indiscussa del nostro territorio, ma la stima attorno all’Albinoleffe si sta ampliando». «È bello pensare - aggiunge il diesse biancoceleste -, pur restando coi piedi ben ancorati a terra, di poter emulare almeno in parte le grandi imprese realizzate dal Chievo. Con le loro stesse armi, cioè la capacità di programmare, un entusiasmo infinito e la voglia di non mollare mai, nemmeno di fronte ad avversarie sulla carta fuori portata». Analogie riscontrabili anche nei Piacenza del Valoti giocatore. O no? «Certo. Non per niente ho dei meravigliosi ricordi legati alla casacca biancorossa, al di là del triste spareggio truccato col Vicenza che ci impedì di coronare il sogno di raggiungere la B al primo colpo. Ricompensata alla grande, quella delusione, dallo spareggio vinto a Napoli contro il Cagliari più di dieci anni dopo, quando al termine di un’avventura tanto sofferta quanto

Aladino Valoti oggi (sopra) e in biancorosso nel ’98 mentre si scambia la maglia con Zidane al termine di un Piace-Juve

entusiasmante riuscimmo a centrare la salvezza in serie A, ripetendoci l’anno dopo, in maniera altrettanto straordinaria. Dalla nostra, in quegli anni, c’era la stessa voglia di non arrenderci mai, di trovare stimoli infiniti in ogni occasione, che sta caratterizzando la meravigliosa avventura di questo Albinoleffe». Quanto c’è di Aladino Valoti nella favola biancoce-

leste? «Il nostro straordinario campionato, peraltro non il primo, è il frutto di un eccezionale lavoro di gruppo, sia in ambito dirigenziale e sia, soprattutto, in campo. La società, con in testa un grande presidente come Andreoletti, è organizzata a dovere e tutti, in base alle proprie competenze, portano acqua al mulino con grande umiltà. La squadra,

.L’INCONTRO.

“I Piasintein”, lo zoccolo duro del tifo, a tavola con i biancorossi PIACENZA - E’ quasi incredibile, ma vero: c’è un club di tifosi del Piacenza che ha organizzato una cena con i biancorossi. E’ successo ieri sera, in un noto locale di via Calzolai. Loro sono “I Piasintein”, quello che allo stadio espongono la bandiera elvetica, tifosi all’inglese, come si definiscono, che non offendono nessuno, ma incitano la loro squadre «sempre e comunque». Il cosiddetto zoccolo duro, che presidia il rettilineo. A tavola si sentono i cori (quelli belli di una volta), i giocatori si mischiano nei tavoli. Così, l’ad Riccardi, il capitano Riccio, Patrascu, Dedic, Gemiti, Nef, Cassano e più tardi Padalino, respirano l’aria giusta, quella di chi gli vuole bene, cerca di fare proseliti («andate e moltiplicatevi», dice Riccardi nel suo breve saluto) e aspetta che vengano tempi migliori. Intanto, loro ci sono. C’è anche la lotteria delle maglie, ci sono le foto di rito. Riccardi ringrazia per l’attaccamento, vorrebbe vivere tante serate così. Gli chiedono del nuovo stadio. «Difficile affrontare il discorso - risponde l’ad - anche alla luce dei numeri: siamo

Foto di gruppo per tifosi e giocatori biancorossi insieme. A sinistra: capitan Gigi Riccio a capotavola

la penultima città della serie B come abbonati. Ci vorrebbe uno stadio più piccolo, più moderno, ma l’accesso al credito sportivo impone l’apertura di spazi commerciali, che non so quanto sarebbero fattibili in quella zona e in quell’area. Meglio sarebbe fare uno stadio nuovo da un’altra parte, ma ci vorrebbe un discorso pubblico-privato. Non stiamo fermi, ma in questo momento la B ha problemi di sopravvivenza, abbiamo altri pensieri

La rappresentativa provinciale juniores per il titolo regionale contro Parma

Piacenza vola in finale con i rigori PIACENZA-RIMINI

4-1 (0-0)

PIACENZA: Scarpinati, Costantini, Pagin, Freschi (Pagano), Aidinovic (Rovero), Manfredi (Guasconi), Struzzi (Zini), Sicuro, Salvaggio, Facchini, Ourdj. All.: Lovattini-Rossi. RIMINI: Rossi, Guidi, Catalano, Rinaldi, Grechi, Alessi, Fabbri, Craft, Buffoni, Guiu, Macelli. All.: Fabbri. Arbitro: Carloni di Ravenna. Sequenza rigori: Sicuro gol, Leardini parato, Rovero gol, Ricci parato, Pagin gol, Grechi gol, Salvaggio gol.

CESENATICO (FORLÌ) - La rappresentativa juniores piacentina guidata dal duo Mario Lovattini-Mauro Rossi ha superato ai rigori il duro scoglio rappresentato dalla selezione di Rimini nella semifinale disputata ieri a Cesenatico, conseguendo così il diritto di giocarsi stamattina a Castiglione di Ravenna il titolo regionale di fronte ai cugini parmensi, che a loro volta hanno avuto ragione di Bologna. La parte del leone, ovviamente, l’ha fatta il portiere Scarpinati, le cui parate sui primi due tiri dal dischetto dei romagnoli si sono

guidata con mano a dir poco felice da Gustinetti, sta rispondendo a qualsiasi sollecitazione come meglio non potrebbe. Senza prime donne, ma col magnifico supporto, in primo luogo, di chi gioca meno». Quanto sentite vicino il grande traguardo? «Pur viaggiando a grande ritmo e pur avendo dimostrato di avere la forza di rialzarci

prontamente dopo qualche caduta, là davanti sarà guerra fino all’ultimo respiro. A cinque giornate dalla fine può ancora succedere di tutto. Di certo c’è che noi non molleremo. Ma accanto alla grande soddisfazione che stiamo provando c’è pure la curiosità di vedere dove siamo in grado di arrivare. Andasse male, pazienza. Saremo pronti a ripartire punto e a capo con un nuovo ciclo». Che cosa pensi del Piace di oggi? «Penalizzato da una partenza ad handicap ha saputo riprendersi alla grande. Dispone di ottimi giocatori, specie in attacco, e di ottimi giovani. Sappiamo, insomma, che per noi non sarà facile al “Garilli”». PIACENZA, LE ULTIME NOTIZIE DAL CAMPO - Partitella a ranghi misti ieri pomeriggio per i biancorossi. Assente giustificato Tom Bianchi, impegnato con la nazionale Under 20. Anaclerio e Zammuto, per motivi precauzionali, hanno lavorato a parte, mentre sono rimasti al palo gli infortunati Iorio, Padalino, Abbate (che sabato scorso, con la Primavera, si è nuovamente stirato) e Olivi. Quest’ultimo lamenta noie alla schiena che ne pongono in forte dubbio la disponibilità per il prossimo incontro, quando mancheranno anche gli squalificati Serafini e Cuciula. Marco Villaggi

rivelate decisive. Bravi, peraltro, anche tutti gli altri, con una nota di merito in più per il difensore Sicuro. Gli avversari, che hanno affrontato la gara con fare per lo più ostruzionistico, specie nella ripresa, quasi fossero sicuri di poter guadagnare la finale con la lotteria dei calci di rigore. Più intraprendenti, senza mai smarrire gli equilibri, i nostri, due volte alla conclusione nei primi 20’, la prima con un colpo di testa di Pagin e la seconda con un tiro da fuori di Facchini, entrambe neutralizzate dal portiere. Poi, prima dell’intervallo, da annotare un tiro di Ourdj che lambisce il palo e, al 42’, una girata a lato di Struzzi. Quest’ultimo, in avvio di ripresa, ben imbeccato da Salvaggio, lascia partire un gran tiro al volo sul quale si immola Guidi. Al 25’ Piacenza vicinissima al gol con Salvaggio, la cui botta al volo si infrange sulla traversa, mentre poco più in là viene giustamente annullato un gol al Rimini per evidente posizione di fuorigioco di Macelli. Si resta sullo 0-0 fino al triplice fischio e

ai rigori Piacenza viene premiata dalla maggiore precisione dei suoi rigoristi, abbinate ai balzi felini e all’intuito del bravo Scarpinati. OGGI SI CHIUDE IL MEMORIAL MACCHETTI - Seconda e ultima giornata di gare, oggi, al IV Memorial Gianfranco Macchetti, riservato agli Esordienti ’95-’96, organizzato e disputato sul campo del San Lazzaro. La fase tra le compagini dilettantitiche ha promosso alle finali San Lazzaro e Fiorenzuola (quest’ultima ripescata in assenza della Borgonovese, che aveva primeggiato nel proprio girone). Dalle 9 e 30 via alle danze nei due gironcini a tre che dovranno eleggere le due finaliste. In lizza Piacenza, Carpi e San Lazzaro nel girone A, Pizzighettone, San Colombano e Fiorenzuola nel B. Le prime classificate disputeranno la finalissima in programma alle 18. Poi, prima delle premiazioni, spazio alla dimostrazione di soccorso da parte della Pubblica Assistenza Croce Bianca di Piacenza. m.vill

più impellenti». Poi, di fronte a molti commercianti, ribadisce il progetto di riportare la serie B la domenica. Il club “I Piasintein” è nato nel settembre 2006, conta una cinquantina di soci, ieri sera ce n’erano anche di più. Per la gioia del presidente onorario Giorgio Rigolli, del presidente Cesare Raimondi, dei responsabili organizzativi Giampiero Pansini e Valentino Zucconi. Ci si rivede l’anno prossimo.

..

.L’ANALISI.

Tante sconfitte, ma tante vittorie Così arriva una “strana” salvezza di GIOVANNI BOTTAZZINI anca soltanto il verdetto delRETI IN RIBASSO - Le reti all’attil’aritmetica per la salvezza vo del Piacenza in aprile sono stadel Piacenza e del Grosseto, e te proporzionali ai punti conquistaanche il Vicenza e il Modena hanno ti: appena due (come quelle del socompiuto un gran passo verso la lo Cesena), ad opera di Rantier e permanenza in serie B. I biancoros- Guzman. Con un totale di 36 gol si hanno dunque ben poco da te- realizzati, l’attacco biancorosso è mere nelle cinque giornate restan- ora ridisceso al terz’ultimo posto, ti, anche se a Messina hanno tota- davanti al Treviso con 34 e al Ceselizzato la ventesima na con 31. sconfitta stagionale (uQueste invece le na in meno del solo Rasquadre più prolifiche venna), avvicinandosi del mese: Grosseto 10 ai maggiori primati nereti; Lecce e Vicenza 9; gativi della serie cadetChievo, AlbinoLeffe, ta. Infatti dopo il remoRimini, Ascoli, Frosinoto campionato 1949ne e Triestina otto. Il ’50, nessuna formazioPiacenza (che incassa ne cadetta con almeno uno o due gol da otto venti sconfitte era più partite consecutive) in riuscita a porsi in salvo. aprile ne ha subìti 6, In quell’annata (anmentre le difese più erMario Somma, ch’essa a 22 squadre) metiche sono state furono 20 le battute allenatore del Piace quelle di Lecce, Pisa e d’arresto finali del FanBari con tre. fulla e della Reggiana, approdate PIACENZA-ALBINOLEFFE - I preceentrambe alla salvezza. Invece nel- denti tra le due squadre sono in tola stagione precedente la Reggiana tale nove (tutti in serie B), con tre aveva evitato la retrocessione pur vittorie dell’AlbinoLeffe, una sola con 21 sconfitte (in mezzo a 18 vit- del Piacenza e 5 pareggi. Nella statorie e tre pareggi), e anche l’Arse- gione 2003-’04 c’è stato un doppio nal Taranto era rimasta in B con 18 pareggio a reti inviolate, mentre il vittorie, 4 pareggi e 20 sconfitte. 19 dicembre 2004 la formazione di A cinque turni dalla conclusione Iachini è stata sconfitta a Bergamo del torneo, si può dunque già af- per 3-0. Dopo un’autorete di Crifermare che la salvezza del Piacen- stante nel primo tempo, il puntegza è derivata dall’elevato numero gio era completato all’inizio della di successi (finora 13) e dagli appe- ripresa da una doppietta di Possanna quattro pareggi totalizzati. zini. Il 21 maggio 2005 al Garilli i DUE MESI OPPOSTI - Dai 15 punti biancorossi erano passati in vantagconquistati nelle 6 partite giocate gio con Masiello, ma l’1-1 era poi in marzo, il Piacenza è passato al- firmato da Minelli. Poi nel posticil’unico punto nelle quattro gare di po del 26 settembre successivo la aprile, nelle quali ha tenuto lo stes- squadra orobica è stata piegata a so lento passo del Cesena, dell’A- Piacenza per 1-0, grazie a un calcio vellino e del Modena. di rigore trasformato da Ganci. Il 7 In serie B i biancorossi avevano in- febbraio 2006 a Bergamo l’Albinocamerato in aprile un solo punto Leffe da poco affidato a Mondoninel campionato 1988-’89 (pareggio co si era trovato a condurre per 2in casa con il Barletta, sconfitte ad 0 con le reti di Minelli e Testini, ma Avellino, Taranto e in casa con il i biancorossi dopo aver accorciato Cosenza), mentre nelle stagioni di le distanze con Miglionico raggiundue delle loro tre promozioni in se- gevano in pieno recupero il 2-2 con rie A hanno fatto bottino pieno nel Degano. quarto mese dell’anno. Nel 1992Una rete per parte a Piacenza il ’93 la formazione di Cagni in apri- 25 novembre 2006, autori Nef al le ha superato in casa la Spal e il primo minuto di gioco e Riccardo Bologna, e in trasferta la Ternana e Colombo al quarto d’ora della riil Taranto. Invece nel 2000-’01 l’un- presa. Poi nella gara di ritorno del dici di Novellino ha conquistato tre 14 aprile dello scorso anno la forsuccessi interni (su Pescara, Mon- mazione di Mondonico ha prevalso za, Venezia) e due esterni (a Terni per 2-0, grazie ai gol di Ruopolo e e Ancona). Rabito all’inizio della ripresa. InfiNella stagione in corso, il più lar- ne lo stesso punteggio si è ripetuto go bottino di aprile è stato quello 1’8 dicembre scorso, con l’undici del Lecce e del Vicenza con tre vit- di Gustinetti che nel secondo temtorie e un pareggio, seguìto dall’Al- po ha segnato con Cellini e RuopobinoLeffe con tre vittorie e una lo. Allora la squadra bergamasca sconfitta e da Chievo e Frosinone con 36 punti divideva il primo posto con due vittorie e due pareggi. Tra con il Bologna, davanti al Chievo e le squadre di testa ha perso terre- al Pisa con 34. Il Piacenza occupano il Pisa, giunto al sesto pareggio va invece la posizione attuale, con consecutivo. 19 punti al pari del Grosseto.

M

Fiorenzuola, “esodo” di tifosi per la promozione Il presidente Pinalli:«Siamo determinati e sereni.A Casalmaggiore mezza città sugli spalti» FIORENZUOLA - La strada dei sogni passa per Casalmaggiore. Non è la prima volta nella storia del Fiorenzuola per un viaggio della speranza con mezza città in trasferta. Vedi spareggio di Bologna per la serie B, spareggio play out di Bergamo, spareggi play off di Pandino, spareggio di Castelsangiovanni negli anni Settanta e tanti altri. La casistica è abbondante. In questo contesto ci sono state giornate felici ed altre meno. Il Fiorenzuola con un punto di vantaggio su Dorando e due sul Fiorano affronta domenica l’ultima partita del campionato. Il Fidenza con la sconfitta interna di domenica è fuori gioco per il primo posto. Quindi la volata è a tre. Al Fiorenzuola, per la certezza matematica che darebbe la promozione diretta in serie D serve la vittoria. Un’impresa dura ma realizzabile, sostenuta dal primo tifoso della società, il presidente rossonero Luigi Pinalli. «Sicuramente - dice - mezza Fiorenzuola si riverserà a Casalmaggiore. Mi auguro che non sia come la trasferta di Bologna. Allora non ero dirigente del Fiorenzuola ma solo tifoso. Mi avviai lungo l’autostrada con tanta speranza. Ricordo che fu una domenica terribile e il ritorno molto triste. Venendo al presente prevedo che domenica non sarà facile perché abbiamo a disposizione un solo risultato. Siamo vicini al traguardo ma forse non dobbiamo pensarci troppo. Se mettiamo questo chiodo fisso probabilmente ci agitiamo e decretia-

Il presidente Pinalli insieme al tecnico Perazzi

mo la nostra fine. Dobbiamo giocare con calma come abbiamo fatto contro il Bibbiano, come se fosse una giornata qualsiasi di un campionato che ha ancora davanti a sé tante giornate». «Nessuno - prosegue Pinalli - ci ha regalato niente e così sarà fino all’ultimo. Basta vedere che cosa hanno fatto le altre squadre nei nostri confronti. Questa promozione la desideriamo e pensiamo che sia anche meritata.

Se verrà, sarà ancora più apprezzata perché sudata e conquistata con le unghie». Eppure qualche malalingua di fronte alla recente battuta d’arresto di Scandiano e a qualche altra prestazione un po’ al rallentatore della squadra, ha malignato che la società non vuol salire di categoria. Come replica? «La società ha messo un premio finale per l’impegno che tutta la squadra ha dimostrato nel corso del campionato, non tanto per un’eventuale promozione o per mettere a tacere le voci dei soliti ignoti che dicono che non c’è la volontà di salire di categoria». Ha tenuto a colloquio la squadra, che impressione ne ha ricavato? «Abbiamo parlato di diverse cose ricavandone un clima sereno e una grandissima determinazione nei giocatori». Dando un’occhiata alle partite dell’ultimo turno, se da un lato il Fiorenzuola deve affrontare lo scoglio di Casalmaggiore, il Dorando va a Crevalcore contro una pericolante che si gioca a sua volta la stagione. Trasferta non semplice anche per il Fiorano che va a far visita all’altrettanto pericolante Bibbiano. Difficile tra le tre di testa capire chi rischia di più. Nel Fiorenzuola, lo ricordiamo, mancherà per squalifica. Marco Orrù, ammonito nella gara col Bibbiano ed in diffida. In compenso rientra “Dede” Valla dopo lo stop di tre turni. Franco Polloni


SPORT

Giovedì 1 maggio 2008

33

CICLISMO A NERVIANO.

CROSS COUNTRY.

..

..

Stavolta il Podenzano Tecninox fa festa con De Maria: sesto successo stagionale di squadra, primo personale

Nella seconda prova di Coppa del mondo a Offenburg Marco Fontana si conferma il migliore degli italiani

PIACENZA - Giuseppe De Maria, dopo diversi piazzamenti, centra il bersaglio grosso nella 62ª Coppa Caduti - 11° Gran Premio Ttn, a Nerviano. La gara si è svolta su due anelli pianeggianti, per un totale di 145 km. Dopo 70 km di corsa, l’epilogo della gara. Il gruppo si fraziona in due tronconi, davanti rimane una ventina di corridori. Dopo qualche Km De Maria e successivamente Infantino rientrano sui primi. Il margine del gruppo di testa si consolida sui 50". A 4 km dall’arrivo dal gruppo di testa allungano De Maria (Tecninox Podenzano) e Cadei (Pragma Adv), la coppia guadagna 10" e sembra resistere alla reazione degli inseguitori, ma ai 300 mt finali la coppia di testa viene raggiunta dall’ucraino Kutala (Viris) e da Clerici (Team Turman), De Maria in contropiede rilancia, centrando la sua prima vittoria stagionale, la sesta per il Podenzano Tecninox.

PIACENZA - A Offenburg, in Germania, si è corsa la seconda prova di Coppa del mondo di cross country. Al via della prova elite tutti i migliori italiani, compreso Marco Aurelio Fontana, portacolori dell’Hard Rock Frw insieme a Pippo Lamastra. I due biker allenati da Domingo Copelli partono forte. La gara di Marco Aurelio pare tattica, si mantiene nel gruppo fino all’attacco del francese Absalon. Il campione transalpino stacca tutti gli avversari verso metà gara, il ritmo aumenta e gli inseguitori perdono terreno. Fontana resta leggermente attardato e deve anche vedersela con alcuni atleti che rinvengono dalle retrovie. Pippo continua la sua gara in recupero, al penultimo giro transita 70° nonostante una foratura. L’ultimo giro per i due atleti dell’Hard Rock Frw è di quelli da incorniciare, velocissimi nonostante la gara sia durata ben oltre le 2 ore, dimostrando un eccellente stato di forma. Al traguardo Fontana è 10° e nettamente il migliore degli italiani, mentre Lamastra chiude al 58° posto.

Giuseppe De Maria (Podenzano Tecninox)

Marco Fontana (Hard Rock Frw)

COMINCIA LA FINALE - L’allenatore Lorenzetti:«Sarà battaglia,siamo pronti».Domenica al Palabanca la gara di ritorno

Pallavolo SERIE

Copra Nordmeccanica, assalto tricolore

A1 Alle 21 a Trento si gioca mezzo scudetto contro l’Itas Diatec

PIACENZA - Campionato numero 63, atto finale. Tutto in due partite, forse tre. Una stagione intera racchiusa ora in soli pochi set. Con lo scudetto dopo la linea del traguardo da prendere e cucirsi addosso. Il Copra Nordmeccanica per il secondo anno consecutivo è una delle protagoniste di questa finale scudetto. L’altro attore di questa sfida è l’Itas Diatec Trentino che, dopo aver chiuso al primo posto la regular season, ha superato quarti e semifinali per 2-0 e soprattutto lasciando agli avversari solo un set. Prima partita stasera a Trento (ore 21, diretta Sky Sport), seconda partita domenica al Palabanca (ore 18.30, diretta Sky Sport 2), eventuale terza partita mercoledì 7 a Trento (ore 20.30, diretta Sky Sport 2). Una sfida, quella che va in scena quest’anno, totalmente inedita per la finale scudetto del campionato italiano. L’Itas Diatec Trentino, infatti, approda all’ultimo atto del torneo per la prima volta nella sua storia. Ma non sarà la prima volta solo per Trento o parecchi dei suoi giocatori. Sarà la prima volta anche per di-

ITAS DIATEC TRENTINO

ore 21.00 SKY SPORT 2

Allenatore: Stoytchev

Kazinski

libero

Grbic

5

11

18

Jeroncic

Nikolov

Bjelica

13

13

12

Winiarski

versi giocatori biancorossi: Marco Meoni, Frantz Granvorka, Joao Paolo Bravo, Novica Bjelica, Israel Rodriguez. Marcel Groma-

1 Rodriguez 3 Granvorka 5 Cozzi 9 Boninfante 14 Gromadowski

9

3 Birarelli

Frantz Granvorka è in ballottaggio con Bravo

Allenatore: Lorenzetti

1

16

Bari

che ha continuato a fare sempre meglio». In totale, Copra Nordmeccanica e Itas Diatec Trentino si sono già affrontate 17 volte, in 9 occasioni vittoria per i nostri, in 8 per i trentini. In questa stagione una vittoria per parte ottenuta in casa. Cinque i precedenti nei play off, tutti giocati ai quarti di finale della stagione 2004-05: la serie, al meglio delle cinque partite, fu vinta dai biancorossi per 3-2 dopo essere stati sotto per 2-0. «Le nostre forze - sottolinea Lorenzetti - anche in questa occasione devono essere il gruppo e l’umiltà dimostrate per buona parte della stagione. Troveremo certamente un ambiente molto caldo, ma noi dobbiamo avere la convinzione che si gioca comunque e sempre a pallavolo. E noi possiamo giocare una buona pallavolo». Sfida scudetto, sfida dei record. Sfida tra due registi, Meoni e Grbic, che quest’estate si sono “scambiati” la maglia e che ora si ritrovano uno davanti all’altro per vincere il loro primo scudetto della carriera. E ancora. Lorenzetti, alla sua prima stagione a Piacenza, ha subito centrato la finale scudetto ed

COPRA NORDMECCANICA

Bravo

Simeonov

6

11

2 Segnalini 7 Della Lunga 8 Bednaruk 10 Stojanov 12 Mlykov 18 Piscopo

Meoni

Zlatanov

16

10

Bovolenta

Sergio

Arbitri: Sampaolo e Pasquali

dowski. Tutti presenti in casa Copra Nordmeccanica, così pure per Trento. «Siamo consapevoli - sottolinea

Lorenzetti - che abbiamo raggiunto un ottimo traguardo, ma anche che il difficile deve ancora venire. Trento è una signora squadra, in

libero

casa quest’anno ha perso solo una volta e questo la dice lunga sulla forza di questa formazione partita molto bene in questa stagione e

è la terza su altrettanti partecipazioni ai play off (due a Modena con tanto di scudetto). Record, come quello che per la prima volta da quando sono nati i play off (27 anni fa) una squadra, il Copra Nordmeccanica, che arriva sesta nella regular season riesce a centrare la finale. Come quello che il tecnico dell’Itas Diatec Trentino, il bulgaro Stoytchev, alla sua prima stagione in Italia centra subito la finale scudetto o ancora i tanti bulgari che saranno in campo in questa sfida. A quelli che militano nel Trento (4 giocatori più l’allenatore) vanno aggiunti gli italo bulgari di casa nostra, Zlatanov e Simeonov. «Mi aspetto battaglia, voglio battaglia - sottolinea Lorenzetti - perché so che in questo caso saremo a mille in tutti i sensi. Sarà importante mantenere un certo equilibrio in ogni momento della gara, la difesa più di ogni altro fondamentale potrà fare la differenza». Tutti a disposizione. E l’unico dubbio in casa Copra Nordeccanica è sul nome del secondo schiacciatore-ricevitore che inizierà insieme a Zlatanov la partita: Bravo o Granvorka? Vincenzo Bosco

-

IL TABELLONE DEI PLAY OFF

Itas, il brivido della prima volta

QUARTI DI FINALE

Stoytchev:serie durissima, da vincere soprattutto con la testa PIACENZA - Primo campionato in Italia e prima finale scudetto. È quanto conquistato da Radostin Stoytchev in questo torneo, dopo 25 vittorie e 5 sole sconfitte. Prima di lui solamente il brasiliano Bebeto riuscì, nella sua prima esperienza nella A1 italiana, a conquistare l’accesso alla finale. Era il campionato 1990-91, quando sedeva sulla panchina della Maxicono Parma che si fermò al cospetto del Messaggero Ravenna. Sarà la prima storica finale scudetto dell’Itas Diatec Trentino. Nessun maxischermo nella piazza principale di Trento visto il “no” di Sky, palasport gremito all’inverosimile e chi non potrà essere all’interno dell’impianto sportivo sarà incollato davanti al piccolo schermo. Nelle sette precedenti stagioni in A1, Trento era arrivata solo una volta in semifinale (nella stagione 2005-06), poi persa per 3-1 con la Sisley Treviso. In altre quattro occasioni, la formazione gialloblù si era fermata ai quarti

.L’EX VOTO DI UN BIANCOROSSO.

«Gara1? Io ci vado in bicicletta» PIACENZA - Festeggiare il primo storico scudetto della propria squadra del cuore, è un sogno comune per i tifosi di Trento e di Piacenza. L’attesa, in questi giorni, si fa sempre più palpabile e si respira aria di grande evento. Nelle due città è caccia al biglietto per seguire dal vivo le partite: a Trento è già tutto esaurito da tempo, a Piacenza siamo sulla strada giusta. E c’è pure chi, come Albino Zilocchi, accanito tifoso biancorosso, è disposto a farsi 250 km in bici per arrivare a Trento. Il motivo? Una scommessa, o meglio un voto durante gara 1 delle semifinali contro Cuneo, sotto per 2-0. «Se passiamo il turno, vado a Trento in bicicletta». Detto fatto: la partenza è fissata per stamattina alle 8 e 30: la partita è domani, c’è tutto il tempo. A Trento c’è pure chi scrive poesie, per celebrare questa storica finale. E’ il caso di Elvis, aficionado della formazione gialloblù che sul forum della Trentino Volley scrive: «Mi sveglio felice, che mi batte il cuore, ancora lo sogno, il tricolore. Lo sento, l’annuso, gli sono vicino, è come il gelato per un bambino, fa gola mi piace, lo voglio leccare, ma è sempre un sogno, mi devo svegliare». di finale, mentre nelle prime due esperienze in Serie A1 non disputò i play off. A Trento lo chiamano l’uomo

dagli occhi di ghiaccio o se preferite il sergente venuto dall’est. Lui è Radostin Stoytchev, l’uomo che in sé porta un grande dolore

(la perdita della mamma nei giorni scorsi) e una grande speranza tricolore. «Giocare questa finale scudetto commenta il tecnico di Sofia - è un grandissimo risultato raggiunto dalla società. Questo è un progetto sul quale si lavora da anni, con calma e attenzione, per cercare di allestire una squadra di questo tipo. Personalmente ci ho messo un po’ a metabolizzare che siamo in finale, è meraviglioso». Per la prima volta Trento gioca una finale scudetto. «Quest’anno abbiamo avuto un gruppo perfetto. Il merito di essere arrivati sino in finale lo si deve a questo, ai giocatori ed al gruppo che si è creato. Io sono uno che crede che il lavoro duro, alla lunga, paghi sempre e questa voglia di “sbattersi” tutti i giorni ci ha spinto sempre avanti. Anche nei momenti di difficoltà». Come sta vivendo questi suoi primi playoff in Italia come allenatore? «Queste sono partite diverse dalle altre. Adesso c’è dav-

GARA GARA GARA 1 2 3

SEMIFINALE

1° Itas Diatec Trentino

3

3

8° Cimone Modena

0

1

1° Itas Diatec Trentino

3

3

4° M. Roma Volley

3

3

4° M. Roma Volley

0

0

5° Lube B. Marche Macerata

0

2

2° Bre Banca Lannutti Cuneo

3

0

1

6° COPRA NORDMECCANICA

2

3

3

GARA GARA GARA 1 2 3

2° Bre Banca Lannutti Cuneo

3

3

7° Gabeca Montichiari

2

2

3° Sisley Treviso

3

0

2

6° COPRA NORDMECCANICA

0

3

3

vero tanta pressione. Per tutta la stagione abbiamo pensato solamente ad una gara per volta e così facciamo anche adesso nei playoff. Da allenatore poi lo stress dei playoff lo senti ancora di più. Perché sei lì, a bordo campo, vorresti tanto intervenire nel gioco ma non puoi farlo». Itas Diatec Trento e Copra Nordmeccanica: è la finale più giusta? «Direi proprio di sì, Piacenza è u-

FINALE

Gara 1 Stasera

Gara 2 Ev. Gara 3 4 maggio 7 maggio

GARA GARA EVENT. 1 2 GARA 3

Itas Diatec Trentino

-

-

COPRA NORDMECCANICA

-

-

na grandissima squadra. Lorenzetti ha a sua disposizione un gruppo che può cambiare pelle facilmente, contro il quale è difficile giocare anche perché stanno vivendo un momento di grande forma. Sarà una battaglia, una serie difficilissima, nella quale conterà molto la testa. Mentalità e lucidità saranno l’ago della bilancia di queste sfide». Soddisfatto del suo Trento? «Sì, anche se questa è questa

squadra è il 75% di quella che volevo vedere per atteggiamento e gioco. Ci manca ancora un leader per arrivare alla perfezione. A livello tecnico e tattico abbiamo ottimi giocatori che sanno svolgere bene il proprio compito. Però serve che uno dei nostri giocatori di palla alta diriga davvero il gioco nel gioco, sia un punto di riferimento. Piacenza ad esempio un leader lo ha, anzi più di uno». v.b. p.17.04.08

IN BREVE BASEBALL SERIE C1: LA TMC SERVICE SFIDA PAVIA Tra oggi e domenica la Tmc Service si appresta ad affrontare due turni consecutivi di campionato. Il tour de force dei Red Devils inizia questo pomeriggio (ore 15.30) allo stadio De Benedetti di Piacenza, nella sfida opposta agli Eagles di Pavia e prosegue domenica (ore 15.30) con la trasferta a Cernusco sul Naviglio, ospiti dei Bulldogs.

c.01.05.08

VIA GIARELLI, 4/6

AUTO M.A.R. Officina Autorizzata RENAULT

via Einaudi 19/21 - Pc - Tel. 0523.401869 - 0523.497123 E-mail: auto-mar@libero.it

c.01.05.08

CASTELLO, È BRONZO PER L’ATENEO DEL KARATE Si è svolta a Ponzano Veneto la finale dei campionati italiani di karate della federazione italiana karate tradizionale ed affini. La squadra composta da Alberto Gissi, Marco Motti e Antonio Maini allenata dai maestri Massimo e Fabio Boccuni ha confermato di essere protagonista. Ottimo è stato il risultato della piacentina Chiara Scotti della palestra Kurai allenata da un’altro fratello Boccuni, Luciano, conquistando anch’essa il bronzo individuale. FOLGORE, DA LUNEDÌ AL VIA QUATTRO TORNEI GIOVANILI A partire da lunedì 5 maggio la Folgore organizza sul proprio campo di via Pavia 4 diversi tornei giovanili: il primo trofeo “P.Bassi” riservato ai Pulcini 1999-2000, l’11esimo trofeo “A.Livelli” per Pulcini classe 1997-1998; l’11esimo trofeo “G.L.Alberici” per la categoria Esordienti e il decimo trofeo “G.P.Terzoni” per la categoria Giovanissimi.

S. Nicolò (Pc)

LANCIA PHEDRA 2.2 JTD executive 01/2003

AUTOVETTURE SELEZIONATE E GARANTITE 12 MESI

PORSCHE CARRERA 4 CABRIO, anno 2002, 320 CV, HARD TOP, pelle, navigatore, cerchi 18”, km 46.000 MERCEDES ML 350 SPORT, anno 2006, full optional pari al nuovo AUDI A4 AVANT, 1.9 TDI, 130 CV, anno 2003 VW GOLF 1.9 TDI 105 CV, CONFORT, 5P, anno 2005 climatronic, Euro4 CITROEN C8, 2.0 HDI, Elegance, 7 posti, anno 2004, full optional BMW 320 D TOURING, 150 CV, anno 2003 RENAULT CLIO 1.5 DCI 70 CV, 3P, CONFORT, anno 2007 km 10.000, Euro4 aziendale MERCEDES CLASSE A 170 CDI 95 CV, CLASSIC, anno 2002 clima, ESP, ABS, airbag RENAULT CLIO 1.5 DCI 82 CV, 3P, anno 2004, full optional FORD FIESTA 1.2 16V ,5P, anno 2002, clima ABS, airbag, euro 4 RENAULT TWINGO SPRING, anno ‘97, clima SCEGLI DA NOI LA TUA NUOVA RENAULT IL TUO USATO LO SOPRAVVALUTIAMO!!!

€ 49.000

argento metall. / full optional / navigatore / unipropietario

€ 14.000,00

Tel. 0523.768657/761308 www.pinotticars.it

€ 11.500,00

Finanziamenti personalizzati senza anticipo Finanziamo l’intero importo della vettura nuova o usata e in più paghiamo in contanti il vs. usato da permutare

LANCIA MUSA 1.4 8V diva 10/2006 argento metall. / climatizzatore / vetri privacy / 8.800 km LANCIA MUSA 1.4 16V oro 04/2006 blu met. / climatizzatore automatico / c. lega / 11.000 km

€ 12.500,00

FIAT IDEA MULTIJET DYNAMIC 09/2005 grigio medio met. / c.lega / unipropietario / euro 4 / climatizzatore / 75.000 km € 9.500,00 CITROEN PLURIEL 1.4 16V 12/2003

€ 42.000 € 14.000

nero met. / ufficiale / unipropietario / climatizzatore / c. lega / solo 18.000 km € 9.400,00

€ 13.900 € 12.900 € 12.500

argento met. / unipropietario / c. lega / climatizzatore / perfetta

€ 10.800 € € € €

7.900 6.800 4.500 1.500

LANCIA YPSILON 1.2 16V ARGENTO 05/2004 € 8.200,00 € 7.800,00 € 15.000,00

LAND ROVER FREELANDER SOFT BACK CABRIO TD 2000 hard top / pedane lat. / climatizzatore / c. lega / argento met.

€ 8.000,00

LANCIA K SW 2.0 20V LS 04/2000 imp. GPL / alcantara / full optional / c. lega

Uffici Commerciali  0523/384811 r.a.

RATA DA EURO 290

BMW X5 ANNI 2002-2005 FULL NAVI PELLE TV

RATA DA EURO 240

FIAT GRANDE PUNTO BENZ E DIES. FULL AZIENDALI 8000KM

DA EURO 130

CON RATA DA EURO 100

FORD FOCUS E MONDEO BERL. E S.W. FULL 2003/2005

RATA DA EURO 180

LAND ROVER DISCOVERY 3 AUTOM. 2.7 TDI ANNO 2005 MERCEDES CLASSE A 170-180 CDI FULL MERCEDES SL 350 FULL NAVI TV ANNO 2004 LANCIA PHEDRA 2.2 TDI FULL-OPT ANNO 2005 MITSUBISHI L200 4PORTE HARD TOP MITSUBISHI PAJERO SPORT FULL-OPT

DA EURO 100 RATA DA EURO 290 CON RATE DA EURO 100

TUA CON RATE DA EURO 350 RATE DA EURO 200 RATE DA EURO 180 TUO CON RATA DA EURO 130 RATA DA EURO 180

VW NEW BEETLE TDI FULL-OPT

TUA CON RATA DA EURO 120

SUZUKY JIMNY 1.3 PIXEL ED 07/2005

VW PASSAT S.W. TDI 130CV FULL-OPT

TUA CON RATA DA EURO 100

champagne met. / full optional / 51.000 km / tagliandato

VW TUAREG 3.0 TDI AUTOM. NAVI PELLE ANNO 2005

blu met. / unipropietario / full optional / cabrio nuovo

Via Giarelli, 4/6 - Piacenza - Servizio necrologie  0523/384999

DA EURO 290

BMW 530D TOURING FULL ANNO 2005

VW GOLF 2.0TDI 140CV FULL-OPT ANNO 2005

€ 3.900,00 € 9.500,00

RENAULT MEGANE SCENIC DCI PROACTIVE 11/2002

ia nar u sio icità s s e nc bl Co pub la r e p 

RATA DA EURO 100

FIAT PUNTO 1.200 5PORTE FULL-OPT anno 2002

BMW 530 TDS S.W. AUTOM NAVI PELLE ANNO 2003

LANCIA THESIS 3.0 V6 EMBLEMA 11/2002 grigio botticelli / superaccessoriata / unipropietario / 95.000 km

RATA DA EURO 100

AUDI A3 SPORTBACK 2.0 TDI 140CV FULL+NAVI 35000KM

FIAT STILO BERL. E S.W. BENZ E DS

LANCIA YPSILON 1.3 MTJ ARGENTO 02/2004 avorio pastello / unipropietario / c. lega / climatizzatore

PEUGEOT 206 HDI 1.4 cc 59000KM FULL-OPT ANNO 2003

VIALE DELL’ARTIGIANATO, 52 TEL. 0523.593425 - PIACENZA

€ 8.000,00

VOLVO V70 D5 163CV FULL-OPT

RATE DA EURO 350 TUA CON RATE DA EURO 130

TUTTE LE VETTURE SOPRA ELENCATE SONO TAGLIANDATE E CON 12 MESI DI GARANZIA EFFETTUIAMO PERMUTE USATO SU USATO E SE VOLETE SOLO VENDERE LA VS. VETTURA NOI LA COMPERIAMO PAGANDOLA IN CONTANTI


SPORT

34 BORGONOVO - Continuano a sorridere le due selezioni giovanili della Paver Borgonovo: due vittorie per Under 13 e Under 17, che permettono di proseguire la strada verso il titolo regionale, a conferma della dimensione e dell’importanza del movimento valtidonese. Le più giovani dell’Under 13, vincendo in casa contro Salsomaggiore, hanno conquistato il titolo del campionato zonale e questo consentirà loro di accedere alla successiva fase. Il gruppo, che affronta per la prima volta un campionato agonistico dopo il minibasket, rappresenta una piacevole sorpresa per tutti. Merito della volontà e delle capacità

Giovedì 1 maggio 2008

L’Under 13 e l’Under 17 della società rossoblù accedono alle fasi finali per il titolo regionale

Paver Borgonovo, la linea verde fa canestri a raffica delle ragazze e dell’allenatrice, Alessandra Meazzi, riuscita a creare un gruppo affiatato, dove spiccano due promesse: Carolina Barbieri e Giorgia Merciai. Invece, i 30 punti inflitti dalle ragazze dell’Under 17 al Rimini valgono la vittoria aritmetica - con una giornata d’anticipo - della terza fase del campionato. Grazie a questo successo, lo stesso

gruppo festeggia per il terzo anno consecutivo l’accesso alla finale regionale, che sarà disputata i prossimi 10 e 11 maggio. La forza di questi giovani si fonda sul carattere delle atlete, a cominciare dall’interprete più tecnica e talentuosa, Luana Nesca (convocata per tutta la stagione anche in prima squadra dove gioca la sorella più grande Mary), Pai-

ni e Mazzocchi, Nora Mrajla, un serbatoio di punti, Fellegara e Carella rubapalloni. Ma le vere sorprese sono le giovani della classe del ‘94, Fanaletti, Demarosi, Mossi e Hanna Mrajla, che si sono integrate perfettamente con le compagne più grandi di due anni. Alle spalle del talento comunque si cela il lavoro di due grandi tecnici: Alessandra Meazzi (per l’Under 13) e

Carlo Ironi (per l’Under 17), sicuramente tra gli allenatori più vincenti degli ultimi anni in provincia a livello giovanile. Sotto la loro guida, negli ultimi cinque anni, la Paver ha potuto mettere in bacheca numerosi trofei: un titolo interzona, vari titoli zonali, tre titoli regionali e due secondi posti e allo stesso tempo numerose ragazze sono state convocate nelle selezioni

dell’Emilia Romagna. A riprova del loro “saperci fare”, occorre considerare che i due coach hanno saputo vincere con atlete e squadre differenti, a riprova della loro bravura. La rosa dell’Under 17: Daria Paini, Giulia Mazzocchi, Luana Nesca, Cecilia Demarosi, Nora Mrajla, Hanna mrajla, Claudia Fanaletti, Monica Mossi, Alessia Fellegara, Beatrice Carella. La rosa dell’Under 13: Sofia Tramontin, Costanza Negromanti, Valentina Braga, Carolina Mazzocchi, Martina Vaga, Giorgia Merciai, Emma Tassi, Andra Voda, Serena Adnani, Carolina Barbieri, Giulia Petito, Giaria Merli, Dounia Zahouri.

La RebecchiLupa sfoglia la margherita per il successore di Fresa.Nicolini,Koleva,Dall’Ora e Borrelli verso la conferma

Ballottaggio tra Zanichelli e Baraldi?

Pallavolo femminile SERIE

A 2 Marc potrebbe rientrare a Piacenza.Da Roma ritorna Drozina?

PIACENZA - Il futuro della RebecchiLupa passa attraverso il nome del prossimo allenatore bluarancio. Il concetto, per quanto possa sembrare banale, è in realtà il punto chiave del progetto di "rinascita" della società piacentina. Con tutta probabilità, il volto di chi guiderà la squadra nel prossimo campionato verrà svelato la prossima settimana e da quel momento si cominceranno a mettere le basi del gruppo che andrà a caccia dei play off e magari della promozione in A1. Dopo il valzer di candidature circolato nelle scorse settimane, ora l’attenzione si è concentrata su due nomi in particolare: il primo è quello di Davide Zanichelli, ottimo tecnico, conosce alla perfezione il campionato di A2, ha fatto bene nell’ultima stagione con Volta Mantovana, anche se è stato lui stesso a decidere di dimettersi anzitempo. Il secondo candidato alla guida della RebecchiLupa è Davide Baraldi, in questa stagione

alla guida di Cadelbosco in B1, con cui ha sfiorato i play off, pur disponendo di un gruppo molto giovane. Nonostante non abbia mai disputato un campionato di A2, l’allenatore può vantare esperienza in A1, il che lo renderebbe interessante per un progetto a medio-lunga scadenza. Chiusa la partita dell’allenatore, in casa RebecchiLupa si comincerà a fare sul serio per la costruzione del gruppo di atlete che andranno ad affrontare la

L’opposto Elena Koleva

prossima stagione. Come più volte ribadito dalla società, a differenza degli anni scorsi, non c’è alcuna fretta per accaparrarsi i pezzi pregiati in

circolazione. Considerata la situazione in cui versa il movimento del volley rosa, con diverse società che chiudono i battenti e una crisi economica dilagante, la disponibilità di giocatrici è piuttosto elevata. Da qui la calma con cui i dirigenti si stanno muovendo sul mercato. Innanzitutto ci saranno da definire le conferme: in casa bluarancio non si è mai fatto mistero che l’intento è quello di tenere a Piacenza sia Elena Koleva che Chiara Dall’Ora e Valentina Borrelli. Discorso leggermente diverso riguarda Laura Nicolini, che già possedeva un contratto per la prossima stagione e dunque potrebbe considerarsi certa della permanenza. Se il nuovo tecnico darà il disco verde, saranno loro le colonne della nuova Rebecchi-

Lupa. Altro capitolo è invece quello di Diana Marc: la giocatrice, dopo una lunga e travagliata vicenda burocratica, ha finalmente ottenuto il cartellino italiano e, dunque, potrebbe rientrare a tutti gli effetti nei piani della società bluarancio, che l’aveva "parcheggiata" per alcuni mesi a Jesi in cambio di Elisa Cella. Tutte le scelte tecniche sono comunque vincolate a quella che sarà la nuova palleggiatrice bluarancio. Dopo il benservito alla brasiliana Katia, la società si sta guardando attorno per stilare una rosa di giocatrici adatte alle sue ambizioni. E naturalmente il primo nome nella lista del direttore sportivo Stefano Mazzari è quello di Elena Drozina. Stando a quanto riferisce radio mercato ci sareb-

Valentina Borrelli, schiacciatrice della RebecchiLupa [foto Cravedi]

be già stato un primo contatto tra le parti, ma la giocatrice non avrebbe ancora fatto pervenire alcuna indicazione. Non mancano però le scelte alternative:

su tutte quella di Valentina Serena, lo scorso anno a Conegliano e Sonia Gioria, nella passata stagione a Ostiano. Cristian Torri

-

.CAMPIONATO PROVINCIALE .

Confermati i tre mesi a Di Luca Ricorso respinto:ma la squalifica è già stata scontata dall’alfiere Lpr

PIACENZA - Si sono svolti al palazzetto dello sport di via Alberici le finali del campionato provinciale femminile di under 13. La manifestazione ha visto la presenza di 3 squadre raggruppate in un unico girone che prevedeva un confronto all’italiana con partite di sola andata. Nel primo incontro era in programma il confronto tra il Panificio Bergamini, squadra di punta del River 2001 ed i pari età dell’Azimut, team del Club Volley ’92. Dopo una partita avvincente ed equilibrata, le rivergaresi si sono imposte con un netto 3 a 0. Le perdenti si sono poi misurate con il Costazzurra che ha avuto la meglio per 2 a 1. Nel terzo incontro, decisivo per la vittoria finale, si sono affrontate le due vincitrici delle precedenti partite. Le ragazze di Carbonetti hanno realizzato un piccolo capolavoro, disputando la loro miglior partita della stagione, mettendo in mostra un gioco di categoria superiore. Si è così assistito ad un match dove il risultato non è mai stato in discussione e che alla fine ha visto il trionfo del Panificio Bergamini sulle coetanee della Scuola di pallavolo Massimo Bruni. Le ragazzine terribili di Carbonetti si sono così regalate, oltre al titolo provinciale, anche il diritto di disputare le finali regionali che si svolgeranno a Parma il 24 Maggio. Contemporaneamente a questa manifestazione, si svolgevano a Rivergaro le finali dal settimo al nono posto e anche qui si è assistito ad un successo del River 2001: infatti l’Arredamenti Gugliemetti guidata da Michela Monari si è imposta in entrambe le partite disputate.

Beach volley, Piacenza brilla PIACENZA - Al torneo “Young volley on the beach” di Igea Marina un ottimo quarto posto, su 61 squadre partecipanti, per la squadra piacentina. Atleti da tutta Italia hanno partecipato all’ottava edizione di questa sfiancante maratona di beach volley, durata tre giorni, giocata nelle categorie Under 13, 14, 16 e 18 sia maschile che femminile: in campo ben 3.500 giovani atleti. La squadra piacentina era iscritta nella combattutissima categoria under 16 femminile che vedeva al via ben 61 squadre per un totale di 328 atlete. Base della formazione scesa in campo, il terzetto di atlete del River volley 2001 Veronica Motta, Corinna Poggi e Isabel Maserati a cui si è aggiunta una atleta della Pallavolo Borgonovo, Laura Zamboni. Alla prima esperienza nella pallavolo sulla sabbia questa squadra ha compiuto un percorso netto senza sconfitte fino alle finali per le prime quattro posizioni e cedendo solo nella semifinale che valeva l’accesso alla finalissima e solo ai vantaggi dopo aver condotto in testa tutta la partita.

OFFERTE IMPERDIBILI! dal 24 aprile all’ 11 maggio

su tutte le biciclette ADVANCED sconto 20% su tutte le mountain bike SINTESI sconto 20% su tutti i prodotti SALOMON sconto 20% NIKE STRUCTURE TRIAX +11 da €120,00 a €85,00 NIKE PEGASUS da €100,00 a €75,00

SAUCONY TRIUMPH GOLD da €170,00 a €130,00 SALOMON XA PRO 3D da €120,00 a €72,00 SALOMON SPEED CROSS da €99,95 a €55,00 ASICS GEL KINSEI 2 da €195,00 a €150,00 Su tutti i modelli NEW BALANCE sconto 30%

running • ciclismo • nuoto • volley • triathlon • trekking

Lo SPORT é VIVO! Via Gorra, 5 - 29100 Piacenza(zona stadio) - Tel. e fax: 0523 716432 - e-mail: vivo.sport@alice.it

c.01.05.08

Volley femminile Under 13: vince il Panificio Bergamini

IGEA MARINA

Offerte valide fino ad esaurimento scorte.

La formazione del Panificio Bergamini campione provinciale Under 13

PIACENZA - Alla fine il Tribuna- tivo per cui Di Luca potrà regole arbitrario dello sport ha deci- larmente essere al via del Giro so: la squalifica di tre mesi, d’Italia, che partirà il prossimo comminata a Danilo Di Luca 10 maggio da Palermo. Un gara per la frequentazione del medi- nella quale il capitano della Lpr co Carlo Santuccione, è stata punta a fare il bis, dopo il succonfermata. Il corridore abruz- cesso dello scorso anno. Soddizese, da quest’anno tra le fila sfazione che andrebbe a canceldella Lpr Brakes, ha già sconta- lare tutti i problemi che il campione ha attraversato la sospensione, to nel corso degli ulma aveva fatto ricortimi 12 mesi, scateso al Tas che il 20 natisi proprio in marzo aveva rinviaseguito a quella vitto la decisione. toria. Va ricordato E proprio nella tarinfatti che lo scorso da mattinata di ieri, 15 aprile Di Luca era ecco arrivare una stato assolto dal Giusentenza che non dice di ultima istancambia lo stato delle za del Coni, dopo il cose, ma riporta a deferimento per vagalla una vicenda lori anomali in seche ormai sembrava guito a un controllo chiusa. I fatti: alla Danilo Di Luca vigilia del campio- da quest’anno alla Lpr a sorpresa effettuato al termine della tapnato mondiale di Stoccarda del 2007, Di Luca era pa dello Zoncolan dell’ultimo stato deferito dalla Procura an- Giro d’Italia. «Prendiamo atto tidoping del Coni per la fre- di questa decisione, certamente quentazione del discusso medi- avremmo voluto una maggiore co di Cepagatti. E questa fre- chiarificazione sulla vicenda quentazione aveva indotto il ha commentato proprio l’avvoprocuratore Ettore Torri a cato di Di Luca, Federico Cecchiedere quattro mesi di squali- coni -. Quella con il dottor Sanfica. La sentenza del Giudice di tuccione non e’ una frequentaultima istanza era stata legger- zione da censurare. Per noi mente più mite, fermando a tre questo ricorso era soprattutto i mesi di stop per l’abruzzese, una questione di principio e cocon la conseguente perdita del me abbiamo rispettato l’assoluPro Tour e la mancata parteci- zione che abbiamo ricevuto dal pazione al mondiale e al Giro di Gui qualche giorno fa, rispetLombardia. Il ciclista si era di- tiamo anche questa decisione». Da notare, infatti, che il dotchiarato fin da subito stupito di questa decisione e tramite l’av- tor Santuccione, pur essendo vocato di fiducia, Federico stato implicato in vicende di Cecconi, aveva avviato il ricor- doping, è sempre stato il mediso al Tas di Losanna. Di ieri la co di famiglia di Di Luca, da notizia che anche in questa se- qui il motivo della sua frede è stata confermata la squali- quentazione. fica, peraltro già scontata. MoCristian Torri


SPORT

Giovedì 1 maggio 2008 MONTICELLI - La stagione 2007 è stata per la Motonautica San Nazzaro ancora una volta ricca di successi, con la conquista da parte dei suoi piloti di titoli nazionali e internazionali individuali, a cui però si è aggiunto da qualche giorno il riconoscimento più ambito: la Fiamma Azzurra della Federazione Motonautica. Il trofeo va a premiare la società che ha ottenuto, grazie al punteggio individuale dei suoi piloti, il maggior punteggio complessivo nelle gare di campionato italiano. La notizia è stata accolta con grande entusiasmo da tutto l’ambiente sannazzarese, che già nel 2006 aveva conosciuto la gioia per un successo simile, a testimonianza che negli ultimi anni la Motonautica San Nazzaro ha dominato a livello nazionale. A maggior ragione se si tiene conto che anche nel 2004 il sodalizio piacentino

35

piacentini saranno impegnati nel campionato italiano di categoria. «Un campionato che ci vedrà ai nastri di partenza con Alessandro e Massimiliano Cremona - spiega il presidente della Motonautica San Nazzaro -, due piloti che hanno dimostrato di poter ambire al succescino. A maggior ragione ora che abbiaso finale. Inoltre, Alex gareggerà mo un sindaco che è anche un insenel campionato europeo e mondiagnante di educazione fisica, quindi aple della O350, mentre Max farà solapassionato di sport». La consegna mente l’europeo della O250. Inoltre, Con la consegna di questo prezioso della Fiamma Azzurra Alessandro sarà al via del mondiariconoscimento si chiude dunque la stagione 2007 e si apre quella 2008. Il primo fine le O250 negli Stati Uniti. Diego Bacchiega tensettimana di maggio vedrà infatti il debutto del- terà invece di difendere il tricolore della osy 400 la stagione agonistica in circuito per la classe e si cimenterà nel campionato europeo 125». O250. A Sacca di Colorno nel parmense, i piloti Cristian Torri

MOTONAUTICA - Trofeo della Federazione per il record di punti nel campionato italiano

San Nazzaro incoronata dalla Fiamma Azzurra aveva conquistato la Fiamma Azzurra. Considerata l’importanza del premio, la società ha così deciso di consegnare al sindaco di Monticelli Sergio Montanari il trofeo, che lo potrà custodire fino alla premiazione della stagione 2008, quando lo stesso dovrà essere riconsegnato per finire tra le mani della nuova società vincitrice. La consegna è avvenuta per mano del presidente Ezio Cremona, accompagnato dai due piloti - che insieme a Diego Bacchiega (campione ita-

liano osy 400) - più hanno contribuito alla conquista del titolo, ovvero i figli Alessandro e Massimiliano. Il primo, campione europeo O250, vicecampione mondiale della O350 e secondo nel campionato italiano O250, il secondo vicecampione europeo nella O250 e quarto nel tricolore O250. «Abbiamo pensato che il municipio fosse la sede giusta per custodire questo prezioso trofeo - ha affermato Cremona -, perché il Comune in questi anni ci è sempre stato molto vi-

BOXE - Massimiliano attacca e sembra in vantaggio,ma il verdetto lascia la la corona dei leggeri a Niro COPPA UEFA - Semifinale,oggi l’andata

Chiofalo, un tricolore stregato

Fiorentina-Rangers: la grande sfida viola

I giudici:parità.E il piacentino manca ancora il titolo Prandelli:vinceremo, grazie al tifo PIACENZA - È veramente stregato per Massimiliano Chiofalo il tricolore dei pesi leggeri: ieri sera il pugile piacentino è andato molto vicino a strappare il titolo al detentore Giovanni Niro. Chiofalo avrebbe sicuramente meritato per quanto fatto vedere sul ring davanti a un pubblico che ha gremito all’inverosimile il palazzetto dello sport. Soltanto il parere dei giudici non ha dato a Chiofalo quello che aveva conquistato sul ring al termine di dieci riprese combattute con grande agonismo e senza esclusione di colpi. Sicuramente favorevole a Chiofalo la prima parte del match, nella quale i colpi isolati - ma precisi - di Massimiliano raggiungevano il bersaglio. Niro invece stentava a mantenere la lunga distanza, dove era favorito dal maggior allungo. Nella seconda parte Niro reagiva con determinazione, ma la nona ripresa vedeva un Chiofalo tornato dominatore del match, spesso a bersaglio del campione che accusava palesemente l’iniziativa del pugile piacentino. Ultima ripresa combattuta, ma senza colpi particolari dall’una e dall’altra parte. Sul cartellino del cronista 98 punti per Chiofalo e 96 per Niro: esattamente come ha indicato il giudice Magnetti di Torino, mentre Paolucci di Chieti vedeva 96 a 95 per Niro, Determinante il verdetto del valtellinese De Ruvo che dava 95 a 95, una parità che lasciava il titolo tricolore nelle mani di Niro. Un verdetto contestato dal pubblico, che aveva visto il proprio beniamino sicuro vincitore. GLI ALTRI MATCH DELLA SERATA - Dilettanti juniores, parità tra Velcov (Salus) e Avosani (Cremona); nei Leggeri donne: Laura Tavecchio batte Suzana Radovanovic per ko tecnico alla seconda ripresa. Nei superleggeri Marasco batte Mammoliti ko alla seconda. Nei massimi: Mandras batte Simeonov per ko alla terza; Marchetti batte Nikolic per ko alla terza, Rotolo batte Sebe ai punti in sei riprese. Luigi Carini

Sopra: il momento del verdetto contestato dal pubblico. A destra: Chiofalo attacca il campione A sinistra: uno dei tanti corpo a corpo [Fotografie Franzini]

.CAMPIONATI GIOVANILI DI TERNI.

Tennistavolo, Giulia Cavalli d’argento nella gara a squadre Under 21 Bel risultato anche nel doppio maschile con PIACENZA - Altri due medaglie per Giulia CaFrancesco Colombi, proprio dal 14enne è arrivalli ai campionati italiani giovanili di tennivato un podio pesantissimo. Francesco, nel sinstavolo in svolgimento a Terni. Dopo il titolo igolo testa di serie numero 15, vince il girone diataliano di doppio vinto con la compagna di squasei atleti: battuto Andreani di Livorno, sconfigdra Lisa Ridolfi, secondo posto nella gara a ge Gnocchini dell’asso Silveri (Vita San Elpisquadre Under 21 per le due portacolori della Sandonatese che non sono così riuscite a bissadio). Segue il 3-1 sul primo azzurino Bacci (Tore il titolo conquistato nel 2007. In rapida sucrino) dell’ex tecnico Louthenko, nei quarti ricessione (con gare di singolo e il doppio) hanno sultato esaltante, 3-2 con gioco da favola, sul eliminato le formazioni di Terni, Napoli, Molfavorito Pavan (Treviso). In semifinale Colombi fetta, Trieste e Castelgoffredo per poi soccomcede al poi campione italiano Bertagna per 11 a bere in finale contro le storiche rivali del Geno- Giulia Cavalli (a sinistra) in doppio 9 alla bella e finalissima sfiorata. Francesco ha va per 3-1. ricevuto i complimenti del ct della nazionale alBronzo infine nel doppio misto insieme al giovane giocatore di lievi, lo sloveno Uhr. Quindi medaglia pesante che premia il Pieve Emanuele Jason Luini. Nulla da fare infatti in semifina- buon lavoro dell’Ivri Gardesa Cortemaggiore. Francesco ha inile contro la forte e collaudata coppia composta da Rech-Soldi, ri- ziato l’attività a 9 anni e si allena tutti i giorni con i compagni, sultata poi essere la vincitrice del torneo. seguiti dal tecnico cinese Jiang Feng.

FIRENZE - Firenze si prepara alla grande notte che potrebbe regalare l’accesso alla finale di Coppa Uefa il 14 maggio a Manchester, sul campo del City, un appuntamento che nella storia viola manca da 18 anni, dai tempi della Fiorentina di Baggio. Questa volta c’è Prandelli a guidare un club che solo sei stagioni fa era in C2. Ma la città non è cambiata: stasera per la semifinale con i Rangers Glasgow saranno quasi in 40mila, in un tripudio di bandiere viola e bianche col giglio rosso, mentre i sostenitori scozzesi saranno 2.500 e almeno il doppio fuori. Prandelli e i suoi ragazzi vogliono che sia una notte magica. «Vogliamo viverla, e giocare questa gara con orgoglio e gioia - dice il tecnico -. Personalmente sono molto sereno, lo stato d’animo è lo stesso di prima della sfida a Eindhoven perchè domenica contro la Samp i ragazzi hanno dato risposte importanti. Figurarsi, ho dovuto frenarli in allenamento, andavano troppo veloci». Ma oltre che sull’entusiasmo e la voglia di impresa il tecnico viola, per abbattere il muro dei Rangers, conta sulla spinta del pubblico: «Questa partita la vinceranno i nostri tifosi, saranno loro a portarci in finale. Si parla sempre delle tifoserie inglesi, olandesi, ma domani (oggi per chi legge, ndr) tutta Europa vedrà cosa Firenze sa fare». Le probabili formazioni: FIORENTINA (4-3-3): 1 Frey, 20 Jorgensen, 5 Gamberini, 21 Ujfalusi, 19 Gobbi, 4 Donadel, 11 Liverani, 18 Montolivo, 24 Santana, 29 Pazzini, 10 Mutu. (25 Avramov, 3 Dainelli, 2 Kroldrup, 23 Pasqual, 7 Semioli, 22 Kuzmanovic, 32 Vieri). All.: Prandelli. GLASGOW RANGERS (4-4-1-1): 13 Alexander, 21 Broadfoot, 23 Cuellar, 3 Weir, 5 Papac, 35 Davis, 7 Hamdani, 30 Dailly, 6 Ferguson,, 10 Novo, 19 Darcheville. (16 G.Smith, 4 Buffel, 29 Cousin, 15 Gow, 28 Whittaker, 8 Thomson, 33 Lennon). All.: Smith. Arbitro: De Bleeckere (Belgio). In tv: Diretta su La7 e Sportitalia alle 20.45.

.CHAMPIONS.

Il Liverpool va ko: il Chelsea in finale coi supplementari CHELSEA-LIVERPOOL

3-2

(dopo i supplementari, 1-1 al 90’) CHELSEA (4-3-3): Cech, Essien, Carvalho, Terry, A. Cole, Makelele, Ballack, Lampard (14’ sts Shevchenko), J. Cole (1’ pts Anelka), Drogba, Kalou (25’ st Malouda). All.: Grant. LIVERPOOL (4-1-4-1): Reina, Arbeloa, Carragher, Skrtel (22’ pt Hyypia), Riise, Mascherano, Kuyt, Alonso, Gerrard, Benayoun (33’ st Pennant), Torres (8’ pts Babel). All.: Benitez Arbitro: Rosetti (Italia) Reti: nel pt 33’ Droga; nel st 19’ Torres; nel pts 8’ Lampard (rigore), 15’ Drogba; nel sts 12’ Babel.

LONDRA - E’ stata al cardiopalma la partita tra il Chelsea e il Liverpool allo Stamford Bridge di Londra. E grazie soprattutto alla determinazione di Drogba saranno i londinesi a partire per Mosca per giocarsi la coppa. I tempi regolamentari si erano conclusi sull’1-1. Drogba aveva acceso le speranze al 33’ del primo tempo con un gol di destro, sfruttando una respinta di Reina su precedente tiro di Kalou. Ma nella ripresa era stato Torres a pareggiare e a rimettere in gara i Reds. Nel corso dei supplementari è Lampard a mettere a segno un rigore concesso per un fallo in aera di Hyypia su Ballack. Ancora il solito Drogba, sul finire del primo tempo supplementare, ha centrato poi la rete del 3-1 che sembrava aver chiuso ogni speranza di recupero al Liverpool. Al 12’ del secondo tempo supplementare i Reds hanno però riaccorciato le distanze con un gol di Babel:solo allora hanno forse creduto alla possiblità di riagguantare il pareggio. Ma a quel punto era ormai troppo tardi.

PRONOSTICI E CONCORSI LOTTO - SUPER ENALOTTO - TRIS - TOTIP Concorso del 2/5/2008

Numeri in massimo ritardo BARI

41

13

18

17

77

74

70

63

56

CAGLIARI

49

9

5

46

21

ritardi

127

94

88

66

62

FIRENZE

21

56

87

42

78

91

72

67

66

63

GENOVA

25

48

80

34

60

72

63

54

52

51

MILANO

87

42

89

13

77

ritardi ritardi

I 20 numeri più in ritardo NELLA SESTINA VINCENTE

24 48 65 20 44 10 19 15 26 45

estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni

83 62 57 50 47 43 42 40 38 38

78 3 70 68 35 13 6 73 23 67

estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni estrazioni

BARI. Consigliamo ancora la terzina 11-41-71 assente per ambo da 398 estrazioni. Per ambo e terno le quartine 7-17-71-77, 19-49-79-90, i massimi ritardatari 41-13-18-17-79, in particolare 13-17-18. La decina 10/19 manca per ambo da 76 estrazioni. CAGLIARI. Consigliamo le quartine 3-11-22-30, 12-21-33-42, i massimi ritardatari 49-9-5-46-21 e la terzina 7-9-49.

ritardi

36 34 34 33 30 28 26 26 25 25

ritardi

NAPOLI ritardi

PALERMO

87

79

59

53

45

7

12

85

6

84

69

53

52

50

48

8

20

2

17

14

87

83

81

56

53

ROMA

78

57

47

79

22

86

83

78

65

65

TORINO

59

1

21

70

13

90

71

70

67

66

33

ritardi ritardi ritardi

VENEZIA ritardi

TUTTE ritardi

FIRENZE. Per ambo e terno i massimi ritardatari 21-56-87-42-78 e le quartine 5-51-55-59, 12-21-24-42. La terzina 17-47-77 manca per ambo da 648 estrazioni. GENOVA. Tenteremmo per ambo e terno le quartine 6-60-66-88, 60-70-80-90, i massimi ritardatari 25-48-80-34-60. La quartina 3-30-33-39 manca per ambo da 304 estrazioni. MILANO. Tenteremmo le quarti-

79

54

25

49

84

111

59

53

47

46

82

46

71

23

41

6

5

5

5

4

ne 37-67-77-87 e 13-31-26-62, i massimi ritardatari 87-42-89-13-77 e le terzine 1-33-77 e 87-88-89. NAPOLI. Per ambo e terno le quartine 12-30-60-62 e 40-44-70-72, i massimi ritardatari 7-12-85-6-84. L’ambo 5-7 manca da 2589 estrazioni. Per ambo 1-55-77. PALERMO. Per ambo e terno le quartine 17-70-71-77, 2-20-22-29, i ritardatari 8-20-2-17-14, per ambo

COLONNA A B

3 15 20 35 48 65

5 16 24 44 50 82

Jackpot € 2.400.000,00 Giocata minima €1

1 - Super Enalotto consiste nel pronosticare 6 numeri in base ai primi estratti su Bari, Firenze, Milano, Napoli, Palermo e Roma. 2 - Si vince indovinando i numeri, a prescindere dalla ruota. 3 - Se il primo di una di queste sei ruote è uguale al primo di una delle precedenti, vale il secondo numero della ruota stessa. 4 - In mancanza di 6, le quote dei montepremi si cumulano con quelle del concorso successivo. 5 - Superstar: un numero casuale tra 1 e 90 generato dal terminale al momento della convalida, unico per tutte le combinazioni della giocata. Corrisponde al primo numero primo estratto sulla ruota Nazionale. Lo si abbina alle giocate aggiungenndo 0,50 euro per ogni combinazione.

30-60-90 e 1-12-21. ROMA. Sulla ruota della capitale per ambo e terno i ritardatari 78-57-47-22-79, le quartine 15-51-19-90, 11-22-33-44. Per ambo 3-30-33 e 1-11-44. TORINO. Per ambo e terno i ritardatari 59-1-21-70-13 e le quartine 7-13-31-70 e 1-13-20-77. L’ambo 53-59 manca da 1596 estrazioni. Per ambo 3-30-33.

VENEZIA. Per ambo e terno le quartine 7-70-77-79, 9-29-49-90. Per ambo 7-14-21 e 13-30-33. L’ambo 1-54 manca da 2343 estrazioni. L’ambo 2-48 non esce da 2967 estrazioni. A TUTTE le ruote per ambo 3-13-30. La Smorfia: Il fatto del giorno Ronaldo ricattato da tre viados: 3-25-42-73 p.10.01.08

TOSIORO PRIMA CHE PASSINO LORO, PASSA DA NOI DAL

1897

SIAMO IL N0 1

ACQUISTIAMO ORO, PAGAMENTO IMMEDIATO IN CONTANTI NON ACCONTENTARTI DELLA PRIMA VALUTAZIONE GIRA, GIRA, GIRA... E POI TORNI DA NOI! VIA XX SETTEMBRE, 52: 0523 - 384288

CENTRO COMMERCIALE GOTICO

CENTRO COMMERCIALE: FARNESE (OVIESSE)

BORGO FAXHALL: 0523 - 312859


36

Giovedì 1 maggio 2008

Così come guidavi velocemente la tua macchina e il tuo camion, così velocemente il Signore ti ha accompagnato da mamma e papà. Ciao Sandro, guidaci anche da lì in alto.

Gli zii RINO, GABRIELLA, ADELIA, i cugini LANDINA, BRUNO, DANIELE, MARIO, ELIO, GRAZIELLA, VICTOR, FABRIZIO, SILVIA e GIANFRANCO si stringono nel dolore ai fratelli Beniamino ed Andrea ed ai familiari tutti per la prematura scomparsa del caro

Sandro Profondamente colpiti e addolorati, TITOLARE e DIPENDENTI della DITTA E. TANSINI GOMME SRL partecipano commossi al dolore dei familiari per la perdita di

Sandro e porgono le più sentite condoglianze. I TITOLARI ed i COLLABORATORI della CARINI CHEM, profondamente addolorati per la scomparsa del caro E' mancato all'affetto dei suoi cari

Sandro Massari di 50 anni Ne danno il triste annuncio: — la moglie Gabriella con Giada, — i fratelli Beniamino e Andrea con le rispettive famiglie, i cognati, le cognate, i nipoti e i parenti tutti. I funerali avranno luogo in San Nazzaro d'Ongina domani, venerdì 2 maggio, alle ore 10 nella chiesa parrocchiale, ove la cara salma sarà fatta giungere direttamente dall'abitazione in via I Maggio di Caorso, indi al cimitero locale. Un santo rosario in suffragio sarà recitato questa sera, giovedì 1 maggio, alle ore 20,30 in abitazione. Non fiori ma eventuali offerte saranno raccolte durante le esequie a favore della lotta contro i tumori. Si ringraziano anticipatamente tutti coloro che parteciperanno alla cerimonia funebre. I familiari profondamente ringraziano tutto il personale medico, infermieristico e di assistenza del reparto oncologia dell'ospedale civile di Piacenza per la professionalità e l'umanità manifestate. Ciao amore mio, quel tuo ultimo indimenticabile sospiro ci ha fisicamente separati. Ora, in un modo diverso, siamo sempre più uniti e sempre più vicini. Sei al mio fianco in ogni momento, mi darai la forza di continuare a vivere, sai che niente e nessuno ci potrà mai separare. Ti amo tanto. Tua Gabry Papà non ci credo, non riesco a crederci. Io ti voglio qua vicino a me. Hai sofferto tantissimo ed in quei momenti soffrivo in silenzio con te. Ti prego proteggimi da Lassù, ti voglio e ti vorrò per sempre bene, ti penserò in ogni istante della mia vita. Sei stato sempre un papà ammirevole, bravo con tutti ed il vuoto che lasci dentro di me non riuscirà mai nessuno a colmarlo. Ti voglio bene. Tua Giadina Caorso - San Nazzaro d'Ongina, 1 maggio 2008 (MONTANI Giuseppe & Emmanuel cell. 335.6871173 - 335.6693342 tel. uff. 0523.820862 - 823621) Gli amici di SAN NAZZARO: — FABRIZIO ARMELLONI, — MASSIMO BERNI, — CLAUDIO BETULLI, — ANGELO BUSSANDRI, — CLAUDIO CAVIGLIONI, — CARLO CIGALA, — PIERO CORRADI, — GIACOMO FAGIOLI, — STEFANO FRESCAROLI, — MAURIZIO GAZZOLA, — LORIS GHIDONI, — MASSIMO GHIDONI, — GIOVANNI GHIZZONI, — ORESTE MARENGHI, — GIUSEPPE PARABOSCHI, — CLAUDIO ROSSI, — GIUSEPPE ROVEDA, — ANDREA VAGNOTTI, — GIOVANNI ZAGGI ricordano con affetto l'amico

Sandro e profondamente commossi porgono ai familiari sentite condoglianze. ANGELO, MANUELA, ORIANA, ERIKA, MICHELE e RAMONA con gli amici del BAR MIKI: ERMANNO, GIORDANO, GUARAGNI, BONELLI, RAPALLI, REMO, RINALDI, AMICI, RUSSO, DORINI, ROSSI, DATTILINI, BIGIO, MOLINAROLI, FITTAVOLINI, SEVERINO, PIETRO, RAS, SIGNORI, CASALINI, famiglia POGGI, fratelli FANZINI, BISELLI, ARMELLONI, DANTE, MARIO, INTRI, DOMENICO, MAGNANI, FAUSTO e FRANCESCO PORCARI, CATELLI, il FABBRO, VERONESI, BELLAZZINI, MORELLI, DEMALDE', MICHELA e CARLO, BOLTESI, ZILLI, MIMMO, LUCIANO, MICHELE, ROBERTO, GIANNI, ROBERTO L., ANGELO MORI, CURZIO e dott. MAZZOCCHI esprimono le più sentite condoglianze ai familiari per la perdita del caro

Sandro porgono sentite condoglianze ai familiari e ai fratelli Andrea e Beniamino.

non voglio pensare che ci hai lasciati così prematuramente. Voglio credere che sei partito con il tuo camion per un lungo viaggio, determinato e forte com'eri nella vita quotidiana. Un giorno ci incontreremo. Commosso porgo insieme alla mia FAMIGLIA sentite condoglianze alla moglie Gabriella, alla figlia Giada e ai fratelli Beniamino e Andrea con le rispettive famiglie. Carlo Carollo

Sandro e porgono sentite condoglianze.

GIORGIO FITTAVOLINI e CRISTINA sono vicini ad Andrea, Beniamino e familiari per la prematura perdita del caro

EMILIA VITELMI unitamente ad ALESSANDRA commossa condivide il dolore di tutti i familiari per la perdita del loro caro. MATTIA MEZZADRI porge le più sentite condoglianze a Beniamino, Andrea e famiglia per la perdita del loro caro.

Gli amici EUGENIO FRESCHI e CARLO ALBERTO POLLINI porgono sentite condoglianze per la perdita del caro

La ditta AUTOTRASPORTI FRATELLI ROSSETTI partecipa al dolore dei familiari e porge sentite condoglianze.

Sandro Le famiglie PIERANGELO FOLCIA, ANGELO MONTANI, ENZO CAVIGLIONI, ANDREA VAGNOTTI, MARIO PEDRETTI, GIUSEPPE FOLCIA, EMILIETTO ZAMBELLI, CORRADO MARCOTTI e CARLA DAMETTI sono vicine a Gabriella, Giada e familiari e porgono sentite condoglianze. Caro

Sandro troppo presto ci hai lasciate, la tua simpatia rimarrà sempre nei nostri cuori. Siamo vicine con affetto a Gabriella, Giada e familiari tutti. Teresa e Fiorenza

ROBERTO, MICHELA e REBECCA sono vicini a Gabriella, Giada e familiari in questo triste momento per la perdita del caro

Sandro La ditta ELETTRAUTO MARAZZI e DIPENDENTI porgono sentite condoglianze a Beniamino con familiari per la perdita del caro fratello

Sandro CLAUDIO e VALERIA DE BERNARDI partecipano al dolore di Beniamino e Andrea per la prematura scomparsa del loro caro

Sandro Massari

Caro

Sandro con la tua saggezza ora viaggi sulle autostrade celesti. Sono vicino ad Andrea e Beniamino con affetto. Stefano Baroni con famiglia

CARLO MARAZZI e FAMIGLIA in questo triste momento sono vicini al caro amico Beniamino per la perdita del fratello

Sandro

ANDREA, STEFANO e ROBERTA REPETTI si uniscono al dolore della famiglia Massari per la perdita del caro

DANIELE CONTINI e ALESSANDRO PIGNACCA porgono alla moglie e ai fratelli Massari le più sentite condoglianze per la perdita di

Sandro

Sandro

e porgono le più sentite condoglianze. Il PRESIDENTE, il CONSIGLIO DIRETTIVO dell'ASSOCIAZIONE MOTONAUTICA S. NAZZARO sono vicini ai familiari dell'amico

Sandro in questo triste momento e porgono le più sentite condoglianze. ANDREA, STEFANO e ROBERTA REPETTI si uniscono al dolore della famiglia Massari per la perdita del caro

Sandro e porgono le più sentite condoglianze. Non disperatevi care Gabriella e Giada,

Sandro vi proteggerà dal cielo. Savina con Stefano, Sonia, Simone e Maura Biselli I TITOLARI della PIZZERIA LA VILLA uniti alle rispettive FAMIGLIE e ai COLLABORATORI porgono sentite condoglianze ad Ornella, Gabriella e Giada per la perdita del caro

SABRINA e NICOLETTA FIORENTINI si uniscono nel dolore a Gabriella e Giada per la perdita del caro

Sandro AMMINISTRATORI, COLLABORATORI e MAESTRANZE TUTTE della ditta SARA C.M. partecipano al lutto della famiglia Massari e porgono sentite condoglianze. ILARIO COCITI e i figli RICCARDO e GIOVANNI si uniscono nel dolore a Beniamino e Andrea per la perdita del caro fratello e porgono sentite condoglianze. Il C.D.A. del CENTRO RIPARAZIONI PIACENTINO unitamente ai COLLABORATORI partecipa commosso al lutto della famiglia Massari e porge le più sentite condoglianze. LILIANA, CRISTINA, FIORENZO, CARLO, NICOLA e TINO partecipano al grave lutto che ha colpito Gabriella e Giada e porgono sentite condoglianze. Gabriella e Giada, vi siamo vicini con tutto l'affetto in questo momento di dolore. Maurizio, Ornella, Emanuela ed Eleonora

Sandro I DIPENDENTI della ditta AUT. MASSARI partecipano commossi al dolore di tutti i familiari per la perdita del caro

Sandro e porgono sentite condoglianze. ARIS, NICOLETTA, MICHELA, MASSIMO e DANIELE ricordano con grande dolore l'amico

Sandro e sono vicini a Gabriella, Giada e alla famiglia Massari. ERNESTO e FAMIGLIA sono vicini alla famiglia Massari per la perdita del caro

Sandro

FRANCO MODESTI profondamente commosso per la perdita del caro

Sandro porge sentite condoglianze a tutti i suoi cari. Le famiglie LUIGINO CABRINI e MARIO MILANI sono vicine a Gabriella, Giada e familiari tutti per la scomparsa di e porgono sentite condoglianze. Cara Gabriella, in questo momento così doloroso possiamo starti vicino semplicemente con il nostro affetto e la nostra amicizia. Un abbraccio forte a Giada. Gabriella, Roberto, Cristian, Andrea e la tua Tata ROBERTO RUBINETTI e TUTTI i COLLABORATORI della ELITRANS SRL porgono sentite condoglianze ad Andrea e alla sua famiglia per l'improvvisa scomparsa del caro

Sandro

Sandro

La famiglia GHEZZI è vicina a Gabriella, Giada e familiari.

Gli ALUNNI, il PERSONALE DOCENTE e NON DOCENTE della SCUOLA MEDIA di MONTICELLI D'ONGINA sono vicini a Giada e alla mamma in questo momento di dolore e porgono sentite condoglianze.

La famiglia SILVANO BEGHI porge a Gabriella, Giada e a tutti i familiari sentite condoglianze per la perdita del loro caro. Le famiglie ANGELO e DOMENICO BISAGNI partecipano al grave lutto ed inviano sentite condoglianze. TITOLARE e COLLABORATRICI dell'AGENZIA VITELMI esprimono ai familiari le più sentite condoglianze. CRISTIANO e IVANA sono vicini alla famiglia per la perdita di

Sandro CAMILLA e FAMIGLIA sono vicine a Giada, Gabriella in questo momento di grande dolore. L'impresa funebre MONTANI G. & E. porge ai familiari le personali condoglianze. La famiglia DI PINO partecipa al dolore dei familiari e porge sentite condoglianze. ANGELO REBECCHI e FAMIGLIA partecipano al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze.

Ci stringiamo a Gabriella e Giada con grande affetto e porgiamo ai familiari tutti sentite condoglianze. Noemi e famiglia I TITOLARI della TRATTORIA sul PO e gli AMICI in questo triste momento sono vicini alla famiglia e ai familiari tutti. DONATELLA e LAURA con le rispettive FAMIGLIE si stringono con affetto al dolore di tutti i familiari e porgono sentite condoglianze.

SANTE MARCOTTI porge a Gabriella, Giada e familiari le più sentite condoglianze. La ditta EUROFREDDO partecipa al lutto della famiglia Massari e porge le più sentite condoglianze. MARIUCCIA BUSCHI ed EDO BORTOLOTTI sono vicini ai familiari e porgono sentite condoglianze. I DIPENDENTI della DITTA PANSINI GOMME porgono ai familiari le più sentite condoglianze. Care Gabriella e Giada, vi sono vicina in questo triste momento. Bianca ROBERTO TAGLIAFERRI e DIPENDENTI porgono alla famiglia sentite condoglianze. Ale, siamo vicini a te e a tutta la tua famiglia. Fra, Ila, Ruggero, Sara, Ste

Sentite condoglianze. Gianfranco con famiglia

Il TITOLARE ed i DIPENDENTI della TELONI PIACENZA partecipano al lutto di Beniamino e porgono sentite condoglianze.

La famiglia CIGALA porge sentite condoglianze.

ANGELO e MARIO DORINI porgono sentite condoglianze ai familiari.

di 76 anni Ne danno il triste annuncio: — la moglie Onelia, le figlie: — Antonella con Massimiliano, — Marilena, l'affezionato Roberto, la sorella Maria, i cognati, le cognate, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì 2 c.m., alle ore 16 partendo dall'abitazione in loc. Costa di Monteventano per la chiesa parrocchiale, indi al cimitero di Piozzano. Il presente serve di partecipazione personale e di anticipato ringraziamento a quanti si uniranno alla mesta cerimonia. Caro papà, sei stato un maestro di vita unico. Ti porterò sempre nel cuore. Tua figlia Antonella Non avrei potuto avere un padre migliore di te. Ti voglio bene. Tua figlia Marilena I 50 anni passati insieme nel lavoro e nella famiglia sono stati meravigliosi. Sarai sempre con me. Tua moglie Ottavio, eri l'unico anello della famiglia che ci legava. Aiutami a sopportare questo dolore, io pregherò per te. Maria Costa di Monteventano, 1 maggio 2008 (Impr. Maestri di Bertuzzi Agazzano, tel. 0523.976757 tel. 0523.976390) FRANCA, GIORGIO, GIANMARIO CORMACCHIA partecipano al dolore dei familiari per la scomparsa del caro

Ottavio

e porgono ai familiari le più sentite condoglianze. LUIGI, MARISA, SILVIA GAZZOLA con zio FRANCO ricorderanno

Ottavio e porgono ai familiari sentite condoglianze. Cara Maria, ti sono vicina con la preghiera perchè il conforto della fede ti aiuti a superare questo triste momento e ti porgo sentite condoglianze. Gina La famiglia VALTER ZILOCCHI, unitamente alla mamma IRMA, porge ai familiari sentite condoglianze per la perdita del caro

Ottavio MATTEO CASSINELLI, RAFFAELLA e MARISA sono vicini a tutti i familiari per la perdita del caro

Ottavio Con profonda commozione porgiamo ai familiari tutti le più sentite condoglianze. Anacleto, Teresa, Andrea e Loredana CORRADO e MARA con GABRIELE e GLORIANA sono vicini a zia Onelia e alle loro cugine Antonella e Marilena e porgono sentite condoglianze.

Circondato dall'affetto dei suoi cari è mancato

Aldo Visconti di 82 anni Ne danno il triste annuncio: — la moglie Maria, i figli: — Doriano con Mariella e i figli Barbara e Marco, — Fabiana con William e il figlio Luca, i cognati, le cognate, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì 2 maggio, alle ore 15 nella Collegiata di Fiorenzuola d'Arda, ove la cara salma sarà fatta giungere direttamente dalla casa di cura S. Antonino, indi al cimitero locale. Il corteo funebre si svolgerà in auto. Un santo rosario sarà recitato questa sera, giovedì, alle ore 20,30 nella Collegiata di Fiorenzuola d'Arda. Il presente serve di anticipato ringraziamento a tutte le gentili persone che prenderanno parte al mesto rito. Piacenza - Fiorenzuola d'Arda, 1 maggio 2008 (Impr. Pascal Villa Carpaneto P.no, tel. 0523.850551) ANNA e KOBRA unitamente ai RAGAZZI del CIRCOLO ALBATROS abbracciano Barbara e familiari tutti per la perdita del loro caro

Aldo

Ciao

"Rufus"

Ottavio Bollati

Ottavio

Sandro

Zia ADELIA è vicina a Gabriella, Giada e familiari in questo triste momento e porge sentite condoglianze.

Improvvisamente è mancato all'affetto dei suoi cari

SAVINO, ANNA e RICCARDO BRAGHIERI ricordano la cordiale generosità di

PIER SCOLARI è vicino a Beniamino, Andrea e familiari per la perdita del caro

TITOLARI, DIPENDENTI e COLLABORATORI del GRUPPO DORINI partecipano al lutto e porgono sentite condoglianze.

Le famiglie ANDREA e RINO COMINI porgono sentite condoglianze.

La famiglia PANSINI si unisce nel dolore ai familiari e porge sentite condoglianze.

Sandro

ENRICO, MAURIZIO, FABRIZIO FANZINI e FAMIGLIE partecipano al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze.

I cugini PIERA, LINO e STEFANIA partecipano al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze.

e porgono sentite condoglianze.

MARCO e GIANLUCA LOSI sono vicini ai familiari per la perdita del caro

GIORGIO GALLI con i suoi COLLABORATORI è vicino ad Andrea e Beniamino in questo triste momento.

PRIMINA, MASSIMINO, IRENE MAZZOCCHI con le FAMIGLIE condividono il dolore di Onelia e figlie.

FILIPPO PALERMO e FAMIGLIA sono vicini ai familiari per la perdita del loro caro.

DANIELA, PIERLUIGI, ALESSANDRO e MAMMA abbracciano fortemente Gabriella e Giada e porgono ai familiari sentite condoglianze.

I TITOLARI e i DIPENDENTI CAVIDUE partecipano al dolore dei familiari ed esprimono sentimenti di vivo cordoglio.

MAURO, ROBERTA MONTANARI e FAMIGLIA porgono ai familiari tutti le più sentite condoglianze.

I titolari dell'OFFICINA M.B. BORGONOVI WALTER, MARZANI DANIELE e SAVINO porgono ai familiari sentite condoglianze.

Sandro

Cara Gabriella, è un dolore grande, immenso, così come è stata la sofferenza di questi mesi del tuo caro In questo momento, invece, le parole sono piccole, insignificanti, ma abbiamo solo queste per dire a te e Giada che vi siamo vicini. Elena, Paola e tutti gli amici della locanda Cittadella

ROBERTO CORNELLI, PIERPAOLO ROSSI e le MAESTRANZE della BOURGEY MONTREUIL ITALIA CIAT ROSSI partecipano al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze.

LUIGI LAINI con FRANCA è vicino ai familiari tutti e porge sentite condoglianze. IVO e MARIAROSA con i FIGLI porgono sentite condoglianze ai familiari tutti.

GIOVANNI GREGORI e FAMIGLIA porgono sentite condoglianze ai familiari per la perdita del loro caro.

Sandro

Sandro Il PRESIDENTE, il CONSIGLIO D'AMMINISTRAZIONE, il COLLEGIO SINDACALE, i SOCI e le MAESTRANZE della SOCIETA' AGRICOLA COOPERATIVA A.R.P. AGRICOLTORI RIUNITI PIACENTINI partecipano al lutto dei familiari per la perdita del caro

I TITOLARI e i COLLABORATORI della DEAT TRASPORTI S.R.L. e DEAT TRASPORTI E LOGISTICA S.R.L. porgono ad Andrea Massari le più sentite condoglianze per la perdita del fratello.

La tua semplicità e la tua umiltà insieme all'onestà e alla generosità han fatto di te un grande uomo.

I DIPENDENTI dell'OFFICINA REBECCHI ANGELO unitamente al TITOLARE porgono ai familiari tutti le più sentite condoglianze.

rimarrà sempre vivo nei nostri cuori. Siamo vicini con affetto a Gabriella, Giada e a tutta la famiglia in questo triste momento. Nicoletta, Aris, Giorgia, Alessia

e porgono le più sentite condoglianze.

Sandro

Sandro sono vicini alla famiglia Massari.

I SOCI e i DIPENDENTI della NUOVA VILLANI SNC partecipano al lutto dei familiari e porgono sentite condoglianze.

Le nostre più sentite condoglianze a Gabriella, Giada, Beniamino, Andrea e familiari. Katia e Clara Veronese

Il ricordo di

Sandro Ciao

ARMANDO e ASSUNTA profondamente addolorati per la perdita del caro

Ricordiamo lo "zione" il gigante buono. Franco, Tiziana con la piccola Ilaria, Nanda e Piero DIEGO CASSINELLI porge sentite condoglianze a tutti i familiari per la perdita del caro

Ottavio ROSA e GIOVANNI SOZZI si uniscono al dolore di Marilena ed Antonella per la perdita del papà

Ottavio RENZO, ALBERTO, DONATELLA ed ELISA partecipano al dolore di zia Nelia, Antonella e Marilena e porgono sentite condoglianze. GIOVANNI e FRANCO GUGLIELMETTI si uniscono al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze. Le famiglie ALBERTO, FRANCO e FABIO PIAZZA sono vicine ai familiari in questo momento di grande dolore. GIANCARLO, ELENA, PAOLA si sentono vicini alla famiglia ed esprimono le loro più sentite condoglianze. Carissimi Antonella, Marilena e Massimiliano, vi sono vicina in questo momento di grande dolore. Roberta

ANGELO e AMELIA partecipano al dolore di Doriano e familiari e porgono sentite condoglianze.

GIORGIO, IVA ed ENRICO con le rispettive FAMIGLIE sono vicini alla sorella Onelia e alle figlie in questo triste momento.

PIERLUIGI, BARBARA e ANDREA porgono a Doriano e Mariella sentite condoglianze.

WALTER e SILVANA SEGALINI porgono ad Antonella e familiari sentite condoglianze.

LISETTA LAINI con FRANCESCO, FRANCESCA e ASSUNTA porge sentite condoglianze. OSVALDO BERGAMASCHI e VITTORIO POGGI porgono sentite condoglianze ad Antonella.

Dopo una lunga esistenza interamente dedicata alla famiglia, sopportando con coraggio e fiducia tante avversità, è cristianamente mancata

Carla Panelli ved. Galli L'annunciano: le figlie: — Vilma con Danilo e Susanna, — Enza con Marco e il piccolo Nicolò, la sorella Teresa, le cognate, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 10 nella chiesa parrocchiale di Valconasso, ove la cara salma sarà fatta giungere direttamente dalla casa San Giuseppe, indi al cimitero di Pontenure. Un santo rosario sarà recitato questa sera, giovedì, alle ore 20,30 nella chiesa parrocchiale di Valconasso. I familiari rivolgono un particolare ringraziamento a tutto il personale medico e paramedico della casa San Giuseppe per le premurose cure e l'assistenza prestate alla loro cara. Un grazie di cuore a tutti coloro che sono stati vicini alla cara Carla e ai familiari in questo lungo doloroso periodo. Cara nonna, non è stato tanto il tempo trascorso assieme, ma è bastato per imparare ad amarti tanto e per capire che ci proteggerai per sempre. I tuoi amati nipotini Susanna e Nicolò Piacenza - Pontenure, 1 maggio 2008 (Impr. Giorgio Maccini S.r.l. Corso Vitt. Emanuele, 234 tel. 0523.384455)

— La nipote Lina con Walter e Andrea, — la cognata Pierina, i parenti tutti del caro

Luciano Mirillo di 78 anni ricordano che i funerali avranno luogo domani, venerdì 2 maggio, alle ore 9,30 partendo dall'abitazione in via Zapparola, 55/b per la chiesa parrocchiale di Mercore, indi al cimitero di Calendasco per la tumulazione della cara salma in cappella di famiglia. Il santo rosario sarà recitato questa sera, giovedì, alle ore 20,30 in abitazione. Il presente serve di partecipazione personale e di anticipato ringraziamento a tutte le gentili persone che prenderanno parte alla mesta cerimonia e che, in qualsiasi modo e forma, hanno onorato e onoreranno la memoria del caro Luciano. Per tutte sarà serbato grato ricordo. Mercore di Besenzone Calendasco, 1 maggio 2008 (Impr. fun. Macchetti Fiorenzuola - Castellarquato Lugagnano - Fidenza tel. 0523.982151) GRAZIELLA, PAOLA e ROBERTA AMBROGGI porgono a Lina e familiari sentite condoglianze. LUIGI PATRINI partecipa al dolore dei familiari e porge sentite condoglianze. La famiglia ARMANDO FRANZINI porge ai familiari sentite condoglianze. La famiglia OTTAVIO CIRONI partecipa al dolore dei familiari e porge sentite condoglianze. L'AVIS di BESENZONE si associa al dolore dei familiari e porge le più sentite condoglianze. CALLISTO NEGRI porge ai familiari le più sentite condoglianze. La famiglia FRANCESCO CESENA è vicina ai familiari per la perdita del caro

Luciano e porge sentite condoglianze.

LUDOVICA CELLA e FAMIGLIA partecipano commossi al dolore di Lorenza e familiari.

I SOCI del CASEIFICIO CROCE GROSSA e il casaro GIANFRANCO FRAGNI partecipano al lutto della signora Lina e famiglia per la perdita del caro

Lo STAFF dell'HOTEL CITY e lo STUDIO CELLA con ANNA partecipano al dolore di Lorenza e porgono le sentite condoglianze.

Luciano e porgono sentite condoglianze.

Cari Vilma, Enza e familiari, partecipiamo commossi al vostro dolore e vi porgiamo sentite condoglianze. Zia Laura, Giorgio e Milena

STEFANO GRAVAGHI e FAMIGLIA si associano al dolore di Lina e familiari per la perdita del loro caro e porgono sentite condoglianze.

Care Vilma e Lorenza, vi siamo vicini in questo triste momento. I cugini Luciano e Tiziana con zia Dina

ENZO e FRANCESCA con MARIA, PINA e GIOVANNI porgono a Lina e familiari le più sentite condoglianze per la perdita del caro zio.

Il PRESIDE, il DIRETTORE AMM.VO, i DOCENTI, il PERSONALE NON DOCENTE e gli ALUNNI del LICEO ARTISTICO STAT. "B. CASSINARI" partecipano con animo sincero al lutto di Vilma e le sono particolarmente vicini in questo triste e doloroso momento. CESARE FERMI con la sorella GIUSEPPINA si unisce al dolore di Enza e Vilma per la perdita della cara mamma. Le famiglie DEVILETTI, CONFORTO, MICHELOTTI, TERMINIO, NAPOLI porgono ai familiari sentite condoglianze. I MEMBRI del CONSIGLIO DIRETTIVO unitamente ai SOCI della PRO LOCO SAN NICOLO' sono vicini a Vilma, Danilo e Susanna in questo triste momento e porgono sentite condoglianze. LORENZINA partecipa al lutto di Enza e Vilma e porge sentite condoglianze.

RINO PROSPERI e FAMIGLIA si associano al lutto dei familiari e porgono sentite condoglianze. La famiglia FRANCO BRUSCHI è vicina ai familiari e porge sentite condoglianze. GIOVANNI BELLI e FAMIGLIA porgono ai familiari sentite condoglianze. LUISA unitamente a TUTTA la FAMIGLIA è vicina a zia Pierina, Lina e familiari tutti per la perdita del loro caro e porge sentite condoglianze. CARLO e LUIGINA FILIBERTI sono vicini a Lina e familiari per la perdita del loro caro

Luciano

L'ISPETTORE, i VICE ISPETTORI e i VOLONTARI del SOCCORSO del GRUPPO di SAN NICOLO' della CROCE ROSSA ITALIANA partecipano al dolore di Vilma, Danilo e Susanna e porgono le più sentite condoglianze.

La famiglia ANDREA FERMI porge ai familiari sentite condoglianze.

ADA e ANTONIO sono vicini ad Enza e alla sorella per la perdita della loro cara mamma e porgono sentite condoglianze.

CLAUDIA con TOMMASO e TERESA, ROBERTA con ANDREA e SOFIA, FRANCO con MARCELLA, UMBERTO e GIACOMO, FRANCO MURANO e FAMIGLIA, SIMONA e FAMIGLIA, ANDREA e LAURA sono vicini al caro amico Alberto per la perdita dell'adorata mamma.

MAURA e LUIGI, MARILENA, FABIO e rispettive FAMIGLIE porgono ad Enza e Vilma sentite condoglianze. ANTONELLA, CONSUELO, DAVIDE, FILOMENA, IOLE, LORETTA, MARISA, MAURIZIA, PAOLA, ROSSANA, SANDRA e RITA si stringono con sincero affetto a Vilma in questo doloroso momento. Zia ANNA, GIAMPIERO, GIUSEPPE, ANDREA con le rispettive FAMIGLIE abbracciano con affetto Vilma ed Enza in questo triste momento. LUIGI e CARLO BERNAZZANI con i FAMILIARI sono vicini a Vilma, Cinzia, zia Teresa e porgono ai familiari tutti sentite condoglianze. ELVIRA ZILIOLI e MAMMA sono vicine in questo triste momento a Lorenza e Vilma per la perdita della loro cara mamma e porgono sentite condoglianze.

Maria Suzzani in Bencivenga


37

Giovedì 1 maggio 2008

✝ E' mancata all'affetto dei suoi cari

Patrizia Fornaroli ved. Centenari

Carissimi Ilaria, Litta, Alfredo, Lella ed Elena, non ci sono parole per un dolore così grande. Vi abbracciamo con tutto il nostro affetto e ricorderemo con altrettanto amore la carissima

Il ricordo del tuo esempio, della tua rettitudine unitamente alla dimostrazione della tua forza e del tuo coraggio saranno il giusto conforto per i nostri cuori afflitti. Si stringono ad Ilaria gli ex colleghi di

Patrizia — dell'AUTOMOBILE CLUB PIACENZA: GIANBATTISTA, ANNAMARIA, FRANCA, MASSIMO, CARLA, DANIELA, IVANA, CINZIA, GIANFRANCO, ACHILLE, UMBERTO, CARLA, — del P.R.A. PIACENZA: CLAUDIA, MANUELA, GABRIELLA, MARA, GIUSEPPINA, DANIELA, VINCENZINA, ANNAMARIA, ALIDA, SIMONA, CINZIA, NICOLETTA, SIMONA, LUCIANA, GILIOLA, NADIA, RENATO, CARLO CARUBBI, RAFFAELE ROCCA, TERESA, GABRIELLA, FRANCESCO, MARIATERESA, ANGELA, PINUCCIA, — di ACISERVIZI PIACENZA: MICHELA, ALBERTA, STEFANIA, ANGELO, STEFANIA, PAOLA, ISIDE, FIORENZA.

LUANA, IMMA, CARLA, profondamente addolorati, piangono la scomparsa della cara amica

Patti e si stringono ad Ilaria, Litta, Alfredo, Elena, Lella in questo momento di immenso dolore. Carissimi Litta ed Alfredo, non ci sono parole per un dolore così grande. Ricorderemo con affetto e rimpianto la carissima

Patty

Il PRESIDENTE, il DIRETTORE, il CONSIGLIO DIRETTIVO, il COLLEGIO dei REVISORI dei CONTI, il PERSONALE dell'AUTOMOBILE CLUB PIACENZA, del P.R.A. PIACENZA e di ACISERVIZI PIACENZA serberanno un tenero ricordo dei lunghi anni trascorsi insieme a

Patrizia amica vera, sincera e disponibile conserveremo un affettuoso ricordo. A Ilaria, Pinuccia e familiari un forte abbraccio. Pinuccia e Gabriella

GIANRICO e PUPA BIONDI ORSI, assieme a TUTTI i COLLABORATORI della ING. GIANRICO BIONDI e C. S.A.S., partecipano al lutto per la scomparsa della signora

abbiamo avuto il privilegio di averti avuta come amica. Grazie di tutto. Maura, Francesco, Giuliana Mazzocchi e famiglie

Patty nel lungo ricordo dell'amicizia che ci ha uniti non ti dimenticheremo mai. Ai familiari le più sentite condoglianze. Antonio e Silvia Armenia Cara

Patrizia sei stata un'amica speciale. Sarai sempre nel mio cuore. Un abbraccio a mamma, papà, Ilaria, Graziella ed Elena. Angela LILIANA, profondamente addolorata per la prematura e repentina scomparsa di è vicina a Litta, Alfredo, Graziella, Elena ed Ilaria e porge sentite condoglianze. Cara Litta, vi siamo vicine con tutto il nostro affetto. Siamo senza parole e non riusciamo ad esprimere il dolore profondo che proviamo. Vi abbracciamo tutti. Marisa Egalini, Marilena e Renata A

Patrizia una preghiera. Ad Ilaria e familiari un abbraccio forte. Gli amici di L. A. Auto Ricordando con affetto la cara

Patrizia porgiamo a Ilaria, Graziella, Elena e familiari tutti le nostre più sentite condoglianze. Mirella e Franco

non eravamo solamente colleghe di lavoro, ma una profonda amicizia ci legava fatta di confidenze, di risate e di pianti. Ora, posso essere solamente vicina alla tua adorata Ilaria e abbracciarla forte forte. Gabriella A poco servono le parole in simili circostanze. Con la certezza che di te avremo sempre il miglior ricordo, per ora soltanto ciao

non ti dimenticheremo mai. A Ilaria e familiari sentite condoglianze. Roberto e Liliana ENNIO, GIANNA, EMANUELE avranno sempre nel cuore la cara e la ricorderanno insieme ad Ilaria, ai genitori e alle amate sorelle. L'AGENZIA ANGELA e LUIGI ricorderà sempre la cara

Patrizia ed esprime ai familiari tutti sentite condoglianze. Ricordando la cara

Patrizia con tanto affetto, OLGA e PAOLO INDO con i FIGLI porgono sentite condoglianze. Nel ricordo della cara amica

Patrizia

I cugini ANNA con SANDRO e FIGLI, ANTONIO con LUCIANA e FIGLI, PIETRO, GIANCARLO e PATRIZIA, FRANCO, MARIUCCIA e PAOLO addolorati per la scomparsa della cara

Patrizia si stringono con affetto ai familiari. Ricorderemo sempre

Patrizia con grande affetto per la professionalità, disponibilità e umanità che ci ha trasmesso quotidianamente. I collaboratori della concessionaria Lodigiani Giorgio srl Cara

Patrizia il tuo sorriso così dolce, resterà sempre nei nostri cuori. Abbracciamo affettuosamente Ilaria, Litta, Alfredo, Graziella ed Elena e ci uniamo al loro dolore. Tina, Cristina e Franca MILA partecipa al dolore che ha colpito Ilaria e familiari.

I TITOLARI e i DIPENDENTI della ditta DELTA REM srl porgono sentite condoglianze. ANGELA CAMPELLI e MARIO porgono condoglianze a Litta, Alfredo e familiari. FRANCA ROLLERI partecipa al dolore dei familiari tutti e porge le più sentite condoglianze. RENATA, FRANCESCO e MARINELLA sono vicini ai familiari tutti in questo momento di grande dolore.

Patrizia il dolore per averti persa è grande ma il vuoto che lasci sarà incolmabile. Carmen e Roberto ISMA con ROSANNA e FRANCO MARCHETTA, commossi, ricordano con affetto

Patrizia

Siamo vicini ai familiari in questo momento di grande dolore per la perdita della cara

Patrizia I titolari e i dipendenti del "Salone Regina" CARMEN e ALESSANDRO ricorderanno sempre con affetto e simpatia la cara

Patrizia e porgono alla figlia Ilaria e familiari tutti sincere condoglianze. Cara Ilaria, in questo triste momento ti sono vicina con tanto affetto e, unitamente ai miei GENITORI, porgo a te e a tutti i tuoi familiari sentite condoglianze. Marina Ciao Patty, non ti dimenticheremo mai. Grazie per averci dedicato le tue attenzioni in questi lunghi anni di intensa e preziosa collaborazione. Piera, Carla, Sergio, Claudia e Giovanna ANDREA TACCHINARDI ed i COLLABORATORI della CONCESSIONARIA AUTOREL porgono sentite condoglianze a Ilaria per la perdita della cara

Patrizia La CONCESSIONARIA PONGINIBBI unitamente ai suoi COLLABORATORI porge sentite condoglianze ad Ilaria e famiglia per la perdita della cara

Patrizia MAURIZIO e FAMIGLIA con mamma BRUNA ricorderanno sempre la cara

Patrizia

FRANCESCA e OBERDAN con i FIGLI sono vicini a Ilaria e familiari e porgono sentite condoglianze. La famiglia MAGRO porge ad Ilaria e familiari sentite condoglianze. LUCIA e FRANCESCO, con ANNA e LILLI, partecipano al dolore della famiglia. LUISA e CRISTINA sono vicine a Elena in questo doloroso momento e porgono sentite condoglianze. CARLA, ENRICO e STEFANIA porgono a Lella e familiari sentite condoglianze.

Patrizia I COLLABORATORI del GRUPPO AGRICAR si uniscono ai familiari in questo momento di grande dolore per la perdita della cara

Patrizia

mi stringo al dolore dei familiari. Roberta Pisati RITA ed AURORA ricordano con affetto e sono vicine ai familiari. In questo triste momento siamo vicini ad Ilaria e famiglia, porgiamo sentite condoglianze. Claudio, Monia, Sara e Lorenza Cara Ila, ti siamo vicini in questo momento di dolore, un abbraccio forte. Antonella, Giorgio, Arianna, Stefano e Katia Il TITOLARE e i COLLABORATORI della FARMACIA PARMIGIANI partecipano commossi al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze. Care Graziella ed Elena, vi sono affettuosamente vicino. Un abbraccio a voi e ai familiari tutti. Giorgio I TITOLARI e i DIPENDENTI dell'AGENZIA ZOPPI IN VITELMI SRL sono vicini a Ilaria in questo triste momento e porgono sentite condoglianze. LUIGI BERNAZZANI ed ALBERTO SVERZELLATI con le FAMIGLIE, commossi per questo triste evento, si stringono ad Ilaria e familiari e porgono sentite condoglianze.

Cara zia, mi mancherai tanto e in tutto quello che farò di bello ti porterò sempre nel mio cuore. Valentina Il CONDOMINIO di via TREBBIOLA, 73 si stringe intorno a Ilaria e familiari per la perdita della cara

Patrizia SIMONA SORESINA con STEFANO, FILIPPO e i GENITORI partecipa al lutto dell'amica Elena e familiari tutti e porge sentite condoglianze. ADRIANA, GIANNA e MARINA sono vicine all'amica Lella in questo triste momento e porgono a lei e familiari sentite condoglianze. Un abbraccio alla mia seconda mamma che è volata via. Andrea

Le famiglie GUIDO CERESA e BRUNO SPERONI porgono sentite condoglianze.

Dopo lunghe sofferenze, con i conforti della fede, assistito dai suoi cari è mancato

Alberto Tinelli Ne danno il doloroso annuncio: — la moglie Mariuccia, le figlie: — Roberta con Michele, — Patrizia con Stefano, i fratelli Adolfo, Maria, Fernanda, i cognati, le cognate, i nipoti e i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 10,30 nella chiesa parrocchiale di San Giuseppe Operaio, ove la cara salma sarà fatta pervenire dall'ospedale civile di Piacenza, indi al cimitero urbano. I familiari rivolgono un particolare ringraziamento al medico di famiglia, dottor Osvaldo Paraboschi, e a tutto il personale medico e infermieristico del reparto oncologico dell'ospedale civile di Piacenza per le premurose cure rivolte al loro caro. Si ringraziano tutte le gentili persone che, in ogni modo o forma, hanno condiviso e condivideranno questo momento di dolore. Il tuo viso sarà sempre nei nostri cuori. La tua voce sarà sempre nella nostra mente, il tuo coraggio ci darà la forza per continuare a vivere! Roberta e Patrizia Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Lorenzon Pc - via Veneto, 69 tel. 0523.754576 Gossolengo - Rivergaro) Profondamente rattristate per la perdita del caro ci stringiamo affettuosamente a Mariuccia, Roberta e Patrizia. Le famiglie: Giovanni Maschi Sergio Guglielmetti Franca Ferrari Giampiero Covati Desolina Freschi

Alberto E' mancata all'affetto dei suoi cari

Giulia Repetti ved. Ghirardelli di 96 anni Ne danno il triste annuncio: — i figli con le rispettive famiglie, la sorella, il cognato, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo oggi stesso, giovedì, alle ore 10,30 partendo dall'abitazione in strada Sassolo per la chiesa di Agazzano, indi al cimitero locale. I familiari rivolgono un sentito ringraziamento al medico curante, dottor Gianfranco Conti, ed in modo particolare al dottor Giuseppe Segalini, a Barbara e Lorella per la disponibilità dimostrata. Si ringrazia inoltre don Mario per l'assistenza spirituale. Il presente serve di partecipazione personale e di anticipato ringraziamento a tutte le gentili persone che prenderanno parte alla mesta cerimonia. Agazzano, 1 maggio 2008 (Impr. Maestri di Bertuzzi Agazzano, tel. 0523.976757 tel. 0523.976390)

IVANO RABUFFI piange la scomparsa del caro amico

Alberto e si stringe con affetto ai familiari tutti. Cara Roberta, in questo momento di dolore ci stringiamo a te ed ai tuoi familiari e porgiamo le più sentite condoglianze. I tuoi amici e colleghi del Punto Sma di Carpaneto I cognati CARLO, TINA AGUERITI unitamente ad ORIETTA e DAMIANO partecipano commossi al dolore di Mariuccia, Roberta e Patrizia per la perdita del loro congiunto. Gli amici LILIANA e LUCIANO, GIORGIA e RINALDO, ROSETTA e NINO, PINUCCIA e RINO, ASSUNTA sono vicini ad Adriana e Valter in questo triste momento e porgono ai familiari tutti sentite condoglianze.

PIERA, ROSA e MARIO sono vicini a Ugo, Rita, Anna e familiari tutti e porgono sincere condoglianze.

Gli amici del gioco: ELIO, GIUSEPPE, ERMANNO, BRUNO, ROBERTO, NEREO, FRANCO, FRANCESCO, NEREO, LIVELLI e GIULIO porgono alla famiglia le più sentite condoglianze.

MARIA PIA e MAURA con MARCO porgono alla famiglia sentite condoglianze.

ADRIANA con la FAMIGLIA è vicina con affetto alla sorella Mariuccia e alle nipoti Roberta e Patrizia per la perdita del caro

I fratelli e le sorelle GARDELLA partecipano al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze. Le famiglie DINO e PIERLUIGI ZAMBIANCHI partecipano al dolore dei familiari e porgono sentite condoglianze. CELSO e PIERA con le rispettive FAMIGLIE porgono ai cugini Ugo, Rita e Anna sentite condoglianze per la perdita della loro cara mamma. GIOVANNI e SAMUELA con il piccolo ALESSANDRO piangono la scomparsa della cara e porgono sentite condoglianze. La famiglia AMORINI porge sentite condoglianze ai familiari per la perdita della cara

Giulia

TINA, CARLO, VILMA, PASQUALINA porgono a Maria e familiari sentite condoglianze. La famiglia SERGIO PAGANI porge ai familiari sentite condoglianze.

di 72 anni

DANTE e DONATELLA BIANCHI con le rispettive FAMIGLIE sono vicini a Mariuccia, Roberta e Patrizia in questo momento di dolore per la scomparsa del caro

nonna Giulia I TITOLARI, I DIPENDENTI e TUTTI i COLLABORATORI delle AUTOSCUOLE di PIACENZA e PROVINCIA sono vicini ai familiari e porgono sentite condoglianze.

FRANCESCO e ANTONELLA BONATTI porgono ai familiari sentite condoglianze.

GUIDO e VIRGINIA ULTORI con FRANCESCO, PAOLO e FABRIZIO si stringono a Roberta in un affettuoso abbraccio e con lei piangono la scomparsa del suo caro papà. A tutti i familiari le più sentite condoglianze.

MARIUCCIA ed i figli ENNIO, GIANCARLO, CLARA, RITA e SILVIA sono vicini a Ilaria, Litta, Alfredo, Graziella ed Elena per la grave perdita e porgono sentite condoglianze. GIGI, GIACOMO, GIANNA e CRISTINA PONGINIBBI sono vicini ad Ilaria in questo momento di grande dolore per la perdita della carissima

BIANCA PASSERINI e FAMILIARI partecipano al lutto di Roberta e Michele e porgono sentite condoglianze.

Alberto

Carissimi mamma, papà, Ilaria, Lella, Elena, in questo momento di grande dolore vi siamo vicini con tutto il cuore e porgiamo le nostre più sentite condoglianze. Anna, Mina, Egle e Tiziana

Patrizia Antonio, Loredana e Simone della Tabaccheria via Alberoni

ANNA e FIGLI porgono alla mamma e familiari tutti sentite condoglianze.

LUISA e FIORELLO sono vicini in questo momento di dolore ai familiari tutti.

Patrizia

Cara

e porgono a tutti i familiari sentite condoglianze.

Patty

Patrizia e porge sentite condoglianze.

Patrizia

ricorderemo per sempre il tuo sorriso e il tuo coraggio. Un abbraccio ai tuoi familiari. Marisa e Luciano Micocci

Cara

La ditta PIACENZA AUTO SRL di SAN NICOLO' partecipa al dolore dei familiari per la perdita della cara

Ricordando affettuosamente Cara

con la quale hanno avuto per tanti anni un rapporto professionale fatto di grande competenza, attenzione e cordialità, ed esprimono ai familiari tutti i sensi del loro sincero cordoglio.

sarai sempre nel mio cuore con affetto. Simo

Patrizia

LUCIA e GIORGIO ZAMBIANCHI sono vicini a Ilaria nel dolore ed esprimono le più sentite condoglianze.

Patrizia

Ciao

Patrizia

Patrizia

MARIANTONIETTA e GIORGIO LODIGIANI partecipano al lutto dei familiari per la scomparsa della cara

Patty Patrizia

Patrizia

Non bastano le parole per dare voce al mio dolore. Non bastano le parole per aprire il mio cuore. Solo "grazie" per tutto quello che mi hai dato: simpatia, ilarità, affetto, disponibilità.

Cristina

Carissima Ciao

MARCO, GIORDANO, CARMEN sono vicini con tanto affetto a Elena e famiglia in questo momento di dolore.

Grazie di tutto.

e porgono sincere condoglianze.

Patrizia apprezzandone le doti umane e professionali, porgono ad Ilaria e famiglia sensi di vivo cordoglio.

"I morti non sono degli assenti, ma sono degli invisibili. Essi tengono i loro occhi pieni di luce fissi nei nostri colmi di lacrime."

Di te, cara

Patrizia

sei stata una bella amica. Vogliamo ricordarti alle nostre feste con la tua presenza costante, attiva e instancabile. Grazie per l'aiuto che ci hai dato. Per te una preghiera. A Ilaria e familiari tutti le più sentite condoglianze. Gli amici della Proloco di Montalbo

Il DIRETTORE e i COLLEGHI della M.C.T.C. di PIACENZA sono vicini a Ilaria e familiari e porgono sentite condoglianze.

Maria Grazia, Cristina e mamma

Cara

Patrizia

Patty sei e sarai sempre un'amica carissima. A Ilaria e familiari un forte abbraccio. Linda, Barbara, Michela e Grazia Bracchi

Ave, Paolo, Betta, Riccardo

Carissima Roberta, partecipo sentitamente al tuo dolore per la perdita del tuo caro papà. Laura

I TITOLARI delle CONCESSIONARIE DALLANEGRA ed AUTOEUROPA porgono ai familiari le più sentite condoglianze. CARLO e MAMMA sono vicini a Lella e familiari in questo triste momento e porgono sentite condoglianze.

Patrizia

di 59 anni Ne danno il doloroso annuncio: — la figlia Ilaria, — la mamma Litta, — il papà Alfredo, — le sorelle Graziella con Carlo, Elena, i cognati, le cognate, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì 2 c.m., alle ore 16 nella chiesa parrocchiale di Montalbo di Ziano P.no, ove la cara salma sarà fatta giungere dall'ospedale Maggiore di Cremona, indi al cimitero locale. Un santo rosario sarà recitato questa sera, giovedì 1 c.m., alle ore 20,30 nella chiesa parrocchiale di Montalbo di Ziano P.no. I familiari sentitamente ringraziano il dottor Maurizio Magnani per le assidue e premurose cure prestate alla loro cara. Il presente serve di partecipazione personale e di anticipato ringraziamento a quanti prenderanno parte alla mesta cerimonia. Cremona - Montalbo di Ziano P.no, 1 maggio 2008 (Impr. Enrico Contini Trevozzo di Nibbiano V.T. tel. 0523.997519)

Pat cara e indimenticabile amica sarai sempre con me. Per te le mie preghiere. A Ilaria e a tutta la famiglia un forte forte abbraccio. Carmen con Gigi

E' serenamente mancata

Teodolinda Maggi ved. Vermi di 85 anni L'annunciano: i figli: — Danila con Abele, — Ginetto con Elena, la nipote Marina con Francesco. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 10,30 nella chiesa di San Giuseppe nell'ospedale civile, indi al cimitero urbano. Il presente serve di anticipato ringraziamento a quanti prenderanno parte al lutto. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Lorenzon Pc - via Veneto, 69 tel. 0523.754576 Gossolengo - Rivergaro) Cara nonna, mi consola l'idea che tu ti sia riunita all'adorato Mino. Non smetterò mai di volerti bene. Marina Marina, ti sono vicino in questo triste momento. Serberò un caro ricordo di

nonna Teodolinda ti abbraccio e mi unisco al dolore dei tuoi familiari. Francesco Marina, siamo profondamente rattristati per la scomparsa della tua nonna. Sentite condoglianze a te, mamma e papà. Luigi e Tina Rasparini Marina, ti sono vicina con tanto affetto. Un abbraccio. Claudia ELENA FIPPI TIRELLI e FAMIGLIA addolorate per la scomparsa di

Zia GINA e i cugini PAGLIARI con le rispettive FAMIGLIE sono vicini ai familiari in questo triste momento e porgono sentite condoglianze.

LIVIO e DOMINIZIANA ROMANINI con le rispettive FAMIGLIE sono vicini a Giovanni e familiari per la perdita della loro cara e porgono sentite condoglianze.

L'amico RINO MERLI e FAMIGLIA sono vicini a moglie e figlie nel dolore e porgono sentite condoglianze.

Giuseppe Poggioli (Giò)

BARBARA e MATTEO FRIGERI con le rispettive FAMIGLIE sono vicini con affetto a Roberta in questo triste momento.

La ditta CARPANETO CARNI di SANDRO e DANIELA si unisce al dolore di Sergio e fratelli e porge sentite condoglianze.

ANNA, MARA, VALENTINA e ANDREA porgono a Maria sentite condoglianze.

Sentite condoglianze. Elsa, Cesare, Danilo Gennari GRAZIELLA e GIANFRANCO unitamente ai FAMILIARI partecipano al dolore di Franca e porgono sentite condoglianze. Gli amici SILVIO, BRUNO, GIUSEPPE, FRANCESCO, STEFANO, DAVIDE, ANGELO, ATTILIO, FRANCO, CARLO, ROBERTO, MARIO, GIANNI, OTTAVIO, LUCIANO, CELSO, SERGIO GUERRA, SERGIO CARRA', LUIGI, PIERO, ANTONIO, GIANCARLO BRAGA, GIANCARLO PARISI, CARLO BOSSI sono vicini alla moglie e ai parenti tutti e porgono sentite condoglianze. GAETANA e FAMIGLIA insieme ad ANGELA TERZONI sono vicine a Franca in questo momento di dolore. Le famiglie DARIO, LUCIO, SANTE PAGANUZZI porgono a Franca e familiari le più sentite condoglianze.

FRANCA e ADELE porgono a Franca e familiari le più sentite condoglianze.

GIUSEPPINA, GIANLUCA e ALESSANDRA sono vicini ai figli in questo triste momento e porgono le più sincere condoglianze. ALBERTO BOBBI e FAMIGLIA porgono sentite condoglianze alla signora Danila con familiari tutti per la perdita della cara mamma. GIOVANNA, MARCO ed ELENA ricordano con affetto la signora

Linda e si associano al dolore di Ginetto ed Elena. Cara Marina, sono vicina a te e alla tua famiglia in questo doloroso momento per la perdita della cara nonna

Teodolinda

MARIA ed ELISA LAMBRI ricordano la cugina

I nipoti LUCIANO e MAURIZIO con le rispettive FAMIGLIE sono vicini ai familiari in questo triste momento.

Renzo

Cara Marina, siamo vicini a te e famiglia in questo momento di grande dolore. Con affetto. Sabrina e Daniele

Alberto

ENRICO, CAMILLA, MARCO e LORELLA porgono ad Anna e familiari sentite condoglianze.

Le famiglie BRUNO SOLARI e PAOLO SOLARI sono vicine a Franca per la perdita del caro

LINO e MIRELLA LABO' porgono ai familiari sentite condoglianze.

ANTONIO e MARCELLA DECCA sono vicini a Danila, Ginetto e familiari in questo triste momento e porgono sentite condoglianze.

SIMONE MINNONE e i FIGLI con le rispettive FAMIGLIE si associano al dolore della signora Maria, Roberta, Patrizia e familiari e porgono sentite condoglianze.

MARIUCCIA e SILVANA MILANI partecipano al dolore di Franca e porgono sentite condoglianze.

Linda

ANNA, GIANCARLO e PIERO BERSANI con le rispettive FAMIGLIE porgono sentite condoglianze ai familiari tutti del caro

La famiglia PONZINI è affettuosamente vicina a Mariuccia, Patrizia e Roberta per la perdita del loro caro, ne condivide il dolore e porge a loro e familiari sentite condoglianze.

Con dolore l'annunciano: — la moglie Franca, — il fratello Luigi, — la sorella Eva, le cognate, i cognati, i nipoti e i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 10 nella chiesa di San Rocco in Castel San Giovanni, ove il caro Renzo sarà fatto pervenire direttamente dall'hospice di Borgonovo V.T. per poi proseguire per la cremazione. Successivamente le ceneri saranno tumulate nel cimitero di San Nicolò. A mezzo del presente si ringraziano anticipatamente tutte le gentili persone che, in qualunque modo e forma, onoreranno la memoria di Renzo. Borgonovo V.T., 1 maggio 2008 (Impr. Ballarini A. & A. Gragnano - San Nicolò - Gazzola tel. 0523.787802)

porgono ai familiari sentite condoglianze.

Lei ti sarà sempre vicina. Rita con famiglia

Lo zio padre PASSERINI don GIANCARLO partecipa commosso al dolore di Roberta e Michele ed è loro vicino con affetto e preghiere. Roma, 1 maggio 2008

Renzo Crevani di 71 anni

GIUSEPPE e LUIGINA FRIGERI porgono a Roberta e famiglia sentite condoglianze.

Alberto

Uniti nel dolore a Mariuccia, Roberta, Patrizia porgiamo le più sentite condoglianze. Marisa, Barbara, Giuseppe Albasi

Dopo lunga malattia è mancato all'affetto dei suoi cari

Linda e porgono sentite condoglianze ai familiari. LINDA, FRANCESCO, con KETTY ed ELISA, si uniscono al lutto che ha colpito Danila e Ginetto per la scomparsa della cara mamma

Linda

I familiari della cara

Giuseppina Magistrali di 57 anni nel ricordare che i funerali avranno luogo oggi stesso, giovedì 1 maggio, alle ore 10 partendo dall'abitazione frazione Zappellone per la chiesa di Ripaldina, indi seguirà la tumulazione della salma nel cimitero locale, desiderano, a mezzo del presente, ringraziare anticipatamente tutte le gentili persone che, in qualunque modo e forma, hanno preso e prenderanno parte al loro dolore. Zappellone - Ripaldina di Arena Po, 1 maggio 2008 (La Funeraria Castel San Giovanni, tel. 0523.883198 Borgonovo - Sarmato)

01-05

aria ion ità su s s lic nce Co pubb la per 

Via Giarelli, 4/6 - Piacenza

OGGI 1° MAGGIO i nostri uffici sono CHIUSI Servizio necrologie  0523/384999


38

Giovedì 1 maggio 2008

A tutti coloro che lo conobbero e l'amarono, perchè rimanga vivo il suo ricordo. E' mancato l'

avvocato

Arnaldo Elia

I familiari della cara

Lina Lopena ved. Equo

Non è più con noi

Improvvisamente è mancato all'affetto dei suoi cari

Luigi Bergamini

Natale Sfolcini

di 80 anni

di 72 anni

di 92 anni musicista

a mezzo del presente, ricordano che i funerali avranno luogo oggi stesso, giovedì, alle ore 11 partendo dall'abitazione in Pradovera per la chiesa parrocchiale, indi al cimitero locale e ringraziano anticipatamente tutte le gentili persone che, in qualsiasi modo o forma, ne onoreranno la memoria. Pradovera, 1 maggio 2008 (Impr. Ballarini A. & A. Gragnano - San Nicolò - Gazzola tel. 0523.787802)

Addolorati lo annunciano: le sorelle: — Maria, — Elena con Pino, — Giuseppina, i nipoti: — Caterina, — Rita, — Riccardo, — Valery, — Paola, — Franca, — Mariarosa, — Claudio, — Gianni, con le rispettive famiglie, i cugini ed i parenti tutti. I funerali si svolgeranno domani, venerdì, partendo dall'abitazione in Pomarolo di Ferriere alle ore 10 per la chiesa parrocchiale di Casaldonato, ove alle ore 10,30 sarà celebrata la santa messa, indi al cimitero locale. I familiari desiderano rivolgere un sentito ringraziamento alla cara Rosetta per le cure e l'affetto dimostrati al caro Luigi. Si ringraziano anticipatamente tutte le gentili e care persone che prenderanno parte alla mesta cerimonia. Pomarolo di Casaldonato di Ferriere, 1 maggio 2008 (Impr. Paolo Garilli Farini - Ferriere tel. 0523.910133 - 0523.910480)

Lo annunciano: i nipoti: — Anna, — Angelo, — Mario, — Cesare, con le rispettive famiglie, i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 14,30 nella chiesa di Santa Maria di Campagna, ove la cara salma verrà fatta giungere dalla casa di cura Piacenza, indi al cimitero di Piacenza per la tumulazione. Questa sera, giovedì, alle ore 18 verrà recitato un santo rosario nella chiesa di Santa Maria di Campagna. I familiari rivolgono particolari ringraziamenti al dottor Calatroni, medico di famiglia; un grazie particolare all'amico Ivano, alla famiglia Parmigiani e a tutti gli amici che sono stati vicini al loro caro. Il presente serve di partecipazione personale e di anticipato ringraziamento a tutte le gentili perone che, in ogni modo e forma, ricorderanno il caro Natale. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Buscarini di F. Spingardi & C. - via XXIV Maggio, 72 tel. 0523.324801)

Natalino sei stato una persona speciale. Gli amici Elena Bolledi con Ivano, Lorenzo e Leonora Fortunati, Carla Giavoni e Lida Copes, Giusy Faulisi con Agnese e Marta Carini, Rita Davighi con Armando e Simona Bruzzi, Mauro Casi, Pinuccia e Rino Curtoni Caro

Natalino eri l'ultimo rimasto di quel gruppo di musicisti artefici e protagonisti di quella straordinaria, irripetibile stagione al "Circolo della Galleria". Ora che vi siete ritrovati, buona fortuna per la prossima avventura musicale. Enrico Carissimo

Natalino ti ricorderemo sempre con grande e immutabile affetto. Giuseppe e Fernanda con Riccardo, Graziella e Antonio con Chiara e Federico, Laura e Valerio con Samuele

I nipoti SILVIO, INES con ALDO e LORETTA sono vicini ai familiari per la perdita della cara

zia Lina e porgono sentite condoglianze. Cara

zia Lina le esperienze vissute insieme terranno vivo in noi il tuo affettuoso ricordo. Luisa, Deliso, Gianpiero e famiglia DANIELE e MARA GUGLIELMETTI sono vicini a Walter, Fabio e Sandro per la perdita della cara nonna e porgono sentite condoglianze. Gli zii MARIA e NINO con le FIGLIE sono vicini alla nipote Ernestina e figli per la perdita della loro cara e porgono sentite condoglianze. L'U.S.D. BORGONOVESE partecipa al dolore di Sandro e Fabio in questo doloroso momento e porge sentite condoglianze. Cara

Natalino non ti scorderemo mai, sei stata una persona davvero speciale. Sergio Piva e famiglia ENRICO, LIVIANA e DANIELE ZUCCA ricorderanno sempre con affetto l'amico

Natalino e porgono sentite condoglianze. LUIGI e MARISA COLOMBETTI con i figli NADIA, FILIPPO e rispettive FAMIGLIE, RENATO e TIZIANA CAVALLI partecipano al lutto dei familiari e porgono sentite condoglianze. Il CONSERVATORIO "GIUSEPPE NICOLINI" ricorda con grande stima e affetto il prof.

Natalino Sfolcini già docente di questo istituto L'ORCHESTRA FILARMONICA ITALIANA, con TUTTI i suoi COMPONENTI, profondamente addolorata, partecipa al lutto per la scomparsa dell'amico e del collega. SANDRO, ELISABETTA e MICHELE sono vicini ai familiari per la perdita del caro

Natalino MAURIZIO SALETTI porge sentite condoglianze ai parenti per la perdita del caro

per la disponibilità ricevuta grazie di cuore. Ai familiari sincere condoglianze. Luisa Boselli RENZO, DONATELLA, ILARIA, ALESSANDRA sono affettuosamente vicini a Ernestina, Fabio, Valter e Sandro. MARIUCCIA e FRANCO GIOVANELLI partecipano al lutto di Fabio e famiglia e porgono sentite condoglianze.

BIBO, CHICCA, CECILIA, FRANCESCO BEOTTI piangono l'amico indimenticabile. Le famiglie MAGNINI e BARONCHELLI ricordano con affetto l'amico scomparso.

Caro zio, ti ricorderemo sempre con affetto. Sincere condoglianze. Romano Cardiaci e famiglia I nipoti FRANCO e ANNA con MARIA e NADIA si stringono a zia Milena e cugini in questo triste momento.

Caro

Elia queste povere parole vogliono essere il mio saluto e augurio per una pace e serenità oltre la vita. Con tanto bene e affetto. Emanuela LIONELLO, ANGELO e FURIO rimpiangono il vecchio compagno di scuola e l'amico di sempre

Arnaldo Elia L'ORDINE AVVOCATI di PIACENZA annuncia la scomparsa dell'avv.

Arnaldo Elia

CARLO e ADELE SCROCCHI ricordano con affetto l'amico

"Lui"

Nella serenità della fede è cristianamente mancata

Pietro Ferdenzi

Luisa Celaschi ved. Baldini

di 95 anni ex alpino

di 86 anni

Ne danno l'annuncio: — la nipote Erminia con il marito Aristide ed i figli, — il cognato Pietro, le cognate, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì 2 maggio, alle ore 15 nella chiesa di Borla di Vernasca, indi al cimitero locale. La cara salma sarà fatta giungere dalla casa di cura La Madonnina di Caorso. Il santo rosario sarà recitato questa sera, giovedì, alle ore 20,30 nella chiesa di Borla di Vernasca. I nipoti desiderano esprimere un particolare ringraziamento al direttore Gian Carlo Mami e collaboratori per la premurosa accoglienza; al dottor Paolo Paolello e a tutto il personale paramedico e operatori della casa di cura La Madonnina di Caorso per l'alta professionalità dedicata allo zio. Anticipatamente si ringraziano tutte le persone che parteciperanno alla cerimonia funebre.

L'annunciano con dolore: — il figlio Aldo con Giovanna e Marco, — la figlia Gabriella con Giacomo, Lara, Maria Laura e Giorgia, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali si svolgeranno domani, venerdì, partendo dall'ospedale civile di Piacenza alle ore 14,15 per la parrocchiale di Castione, ove alle ore 15 si svolgerà il rito funebre, indi al cimitero locale. Un santo rosario sarà recitato questa sera, giovedì, alle ore 20,30 nella parrocchiale di Ponte dell'Olio. I familiari ringraziano la dottoressa Annamaria Andena per le cure, la professionalità e la disponibilità dimostrate. Un grazie inoltre al personale del 118 per il tempestivo intervento, ai medici ed al personale del reparto area critica dell'ospedale civile di Piacenza. Il presente serve di anticipato ringraziamento a quanti si uniranno alla mesta cerimonia. Piacenza - Castione di Ponte dell'Olio, 1 maggio 2008 (Impr. cav. Nardo Bergonzi Pontedellolio - Vigolzone - Bettola San Giorgio P.no - Podenzano tel. 0523.878520 - 875164 - 377200) Le famiglie GIACOMO, BRUNO e PIERLUIGI ARATA partecipano al dolore di Aldo e Gabriella per la perdita della cara mamma e porgono sentite condoglianze. Cara Gabriella, ti sono vicino con affetto in questo momento di dolore e ti abbraccio forte. Il tuo ex alunno Roberto Arata

Siamo vicini ad Anna, Liliana e familiari tutti in questo triste momento. Elvezia, Mario e Franca con le rispettive famiglie PAOLO, MARIAGRAZIA, RICCARDO, PAOLA MAGGI partecipano al dolore di Liliana e famiglia e porgono sentite condoglianze. NATALINA e ALFREDO LANDI profondamente commossi sono vicini a Liliana e familiari per la perdita del loro caro e porgono sentite condoglianze.

Zio, ti ricorderemo e ti ricorderanno tutte le persone che hanno conosciuto le tue qualità di uomo; sempre allegro, spensierato e cordiale verso tutti; con una profonda nostalgia per la sua Africa a cui aveva dedicato gli anni della giovinezza. Ciao zione, con te muore un'era. La nipote Erminia con Aristide e figli Caorso - Borla di Vernasca, 1 maggio 2008 (Impr. fun. Macchetti Fiorenzuola - Castellarquato Lugagnano - Fidenza tel. 0523.982151)

Maria Teresa Cassio in Ferdenzi EMMA, SILVIA e TONINO BUSSANDRI con FAMIGLIA porgono sentite condoglianze. Antonella cara, i COMPAGNI delle ELEMENTARI unitamente alla maestra CRISTINA si stringono a te in un forte abbraccio e ricordano la tua cara mamma con una preghiera. Gli amici di MCS, LORENZO, GABRIELE, SANDRO, PIERO, GIANLUCA, unitamente alle IMPIEGATE e a ROBERTO, sono vicini a Mario con tutti i familiari per la perdita della cara mamma.

il tempo scorre velocemente, ma i tuoi sguardi e i tuoi sorrisi sono sempre con noi. Sentiamo la tua presenza in ogni nostro gesto e in ogni nostro pensiero. I tuoi cari Ciao nonno, aiutami a crescere sereno. Lorenzo Franco sarà ricordato domani, venerdì 2 maggio, con sante messe alle ore 7,30 nella parrocchiale di San Damiano di San Giorgio P.no e alle ore 17 nella parrocchiale di San Giorgio P.no e sabato, 3 maggio, alle ore 19 nella chiesuola di Sariano di Gropparello. San Giorgio Piacentino, 1 maggio 2008

Carissima Marisa, in questo triste momento siamo vicini a te e ai tuoi cari e ricorderemo sempre con affetto il caro

Angelo Alfredo e Natalina

VIII ANNIVERSARIO I familiari ed i parenti tutti del caro

Giuseppe Taina

In Ginevra il giorno 25 aprile 2008 ha cessato di battere il cuore generoso di

Ferdinando Borlenghi (Nino) di 71 anni Lo annunciano costernati: — la moglie Teresa, i figli: — Sergio, — Paloma, i fratelli Mariella e Gianni, i nipoti e i parenti tutti. Ginevra, 1 maggio 2008

di 78 anni ricordano che i funerali avranno luogo oggi stesso, giovedì, alle ore 15 partendo dall'abitazione in Agazzano, via Combattenti, 5 per la chiesa parrocchiale, indi al cimitero locale. Si ringraziano anticipatamente tutte le gentili persone che prenderanno parte alla mesta cerimonia. Agazzano, 1 maggio 2008 (Impr. Maestri di Bertuzzi Agazzano, tel. 0523.976757 tel. 0523.976390) IRMA e VALTER ZILOCCHI, con FAMIGLIA, porgono sentite condoglianze per la perdita del caro

Giuseppe ROMEO SGORBATI e FAMILIARI ricordano il caro

RINGRAZIAMENTO I familiari ed i parenti tutti della cara

Irene Dallospedale ved. Cremesi nell'impossibilità di far pervenire a tutti individualmente i sensi della loro riconoscenza e gratitudine, desiderano far giungere il loro ringraziamento a tutti coloro che con la presenza, scritti, fiori e nobili parole di conforto sono stati loro vicini in questa dolorosa circostanza, rievocando la rettitudine e la bontà che, in ogni momento della sua vita, la loro cara seppe suscitare intorno a sè. Di tutti sarà serbato un grato ricordo. Trevozzo V.T., 1 maggio 2008 (Impr. Enrico Contini Trevozzo di Nibbiano V.T. tel. 0523.997519)

I ANNIVERSARIO

Elgore Musi un anno è passato, ma il tuo ricordo è sempre vivo. La moglie, i figli, la nuora con il piccolo Nicholas

Nino

RINGRAZIAMENTO RINGRAZIAMENTO I familiari del caro

Gian Carlo Gorra ringraziano commossi tutte le gentili persone che con parole, scritti ed altre delicate forme sono state loro vicine in questo momento di dolore. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Buscarini di F. Spingardi & C. - via XXIV Maggio, 72 tel. 0523.324801) I CONDOMINI del CONDOMINIO GAIA e TIZIANA di via AGNELLI, 15/17 PIACENZA unitamente all'AMMINISTRATORE porgono sentite condoglianze. RINGRAZIAMENTO

Tina Maserati in Moia commossi per la larga manifestazione di stima ed affetto tributata alla loro cara, ringraziano tutte le gentili persone che, in ogni modo e forma, sono state loro vicine in questo doloroso momento. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Buscarini di F. Spingardi & C. - via XXIV Maggio, 72 tel. 0523.324801)

Una santa messa sarà celebrata domani, venerdì, alle ore 8 nella chiesa di Nostra Signora di Lourdes. Piacenza, 1 maggio 2008

Giuseppe

che ricorderemo sempre con tanto affetto. Luigina e Anna con i figli

I familiari tutti della compianta

Luciano Ambrogi Sono già passati otto anni, il dolore è stato grande, prego sempre il Signore e Padre Pio che mi aiutino a sopportare il vuoto che hai lasciato. Un bacio. Paola

e porgono condoglianze.

Ci uniamo nel dolore a Teresa e familiari per la perdita del caro Ti sei ricongiunto alla tua Angela con gli angeli vicino a Dio

Franco Tinelli

ANNA, ANGELO e FABRIZIO si stringono nel dolore a Marisa e familiari e porgono sentite condoglianze.

GIULIO BARBIERI e FAMIGLIA porgono ai familiari sentite condoglianze. PAOLO GARILLI e FAMIGLIA porgono ai familiari sentite condoglianze.

III ANNIVERSARIO

che ha svolto la professione con competenza e correttezza lasciando in tutti unanime rimpianto.

Zia INES ROSSI è vicina al nipote Gianni Borlenghi e familiari tutti per la perdita del loro caro e porge sentite condoglianze.

Pietro Agostero

ENRICO e CRISTINA MARAZZOLI addolorati porgono ai familiari sentite condoglianze.

LUCIA, ALDO, MASSIMO, ROBERTA con MARTINA abbracciano forte Marisa e familiari in questo momento di dolore e porgono sentite condoglianze.

di 71 anni Ne danno il triste annuncio: — la moglie, i figli, il genero, la nuora, i nipoti, il fratello, la sorella, i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 16 nella chiesa parrocchiale di Vernasca, indi al cimitero locale. Il presente serve di partecipazione e ringraziamento a tutti coloro che parteciperanno al lutto. Vernasca, 1 maggio 2008 (Impr. Ralli V. & C. snc Vernasca - Bore, tel. 0525.79163)

Le famiglie ROSSI, FORNARI, BOROTTI, BOSONI, POGGIOLI, MALCHIODI, REGA, ZILOCCHI, GHEZZI, BIELLA, LIOTTI, BORLENGHI e SEMERI porgono ai familiari sentite condoglianze.

Natale Le amiche, addolorate, SARA, BRUNA, MARIUCCIA, CARLA, ALBA, NUCCIA, ANNAMARIA partecipano al lutto.

Il PRESIDENTE, il CONSIGLIO DIRETTIVO e TUTTI i SOCI del CIRCOLO CULTURALE "IL CARROCCIO" porgono alla cara Marisa sentite condoglianze.

Luigi

MARIA GAZZOLA, INES CAPELLINI unitamente a GIAMPIERO e CLAUDIO UGHINI con le rispettive FAMIGLIE partecipano al dolore di Mario per la perdita del caro zio e porgono sentite condoglianze ai familiari tutti.

Ciao

Pio Cavozzi (Berto)

di 89 anni L'annunciano: — la sorella Marisa, i nipoti ed i parenti tutti. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 14,30 nella chiesa parrocchiale del Corpus Domini, ove la cara salma sarà fatta giungere dall'ospedale civile di Piacenza, indi al cimitero urbano. Il presente serve di partecipazione personale e di anticipato ringraziamento a tutte le gentili persone che prenderanno parte alla mesta cerimonia. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Giorgio Maccini S.r.l. Corso Vitt. Emanuele, 234 tel. 0523.384455)

Lina

Natalino

e porge ai familiari vive condoglianze.

Angelo Perdoni

GIUSEPPE e ROSA, IRMA e GIOVANNA sono vicine ai familiari per la perdita del caro

porge ai familiari sentite condoglianze.

Natalino

A Londra è mancato all'affetto dei suoi cari

La famiglia ANGELO LABO' con MARIUCCIA e ALDO porge ai familiari sentite condoglianze.

L'OLD RUGBY PIACENZA profondamente addolorata per la scomparsa dell'amico

CARMEN ricorda con affetto il caro

Serenamente si è addormentato nella pace del Signore

amico carissimo dall'infanzia, compagno di scuola e di studi, di cui ricorda la generosità, la bontà d'animo e la finezza intellettuale. Lo annuncia Gaetano Gueli. I funerali avranno luogo domani, venerdì, alle ore 16 nella chiesa di San Francesco partendo dalla casa di cura Sant'Antonino. Si ringraziano coloro che vorranno partecipare alla messa di suffragio. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Francesco Metti via Verdi, 16 tel. 0523.320622 - 0523.454743 cell. 337 - 603890)

Porto sempre con me il ricordo della nostra spensieratezza di giovani militari in Sardegna. Mi unisco al dolore ed al compianto dei familiari di

Gian Carlo per l'irreparabile perdita. Giuseppe Serrani

I familiari del caro

Rinaldo Anelli ringraziano parenti, amici e conoscenti che, con ogni delicata forma, hanno espresso il loro affetto e la loro partecipazione al lutto. Fiorenzuola d'Arda, 1 maggio 2008 (Impr. fun. Luigi Fava Fiorenzuola, tel. 0523.982985 - 941557 Carpaneto, tel. 852371 - S.Giorgio Roveleto, Lugagnano, Gropparello) Il CONSIGLIO di AMMINISTRAZIONE, il PERSONALE e gli OSPITI della FONDAZIONE ARIDE BREVIGLIERI sono vicini al dottor Silvio in questo momento di grande dolore e porgono a lui e famiglia le più sentite condoglianze.

Adriana Mori ved. Perazzi Con profonda commozione, ROSETTA condivide il grande dolore di Antonio, Antonietta, Gabriella e familiari e porge sentite condoglianze.

Maria Teresa Badenchini Le famiglie FONTANELLA porgono le più sentite condoglianze per la perdita della cara

GIAN FRANCO CORVI unitamente ai DIPENDENTI della CARROZZERIA LA SOCIALE porge sentite condoglianze.

Una santa messa a suffragio sarà celebrata oggi alle ore 18,30 nella chiesa di Nostra Signora di Lourdes. Piacenza, 1 maggio 2008

IV ANNIVERSARIO

Luigia Ferrari ved. Boselli i tuoi cari ti ricordano in una santa messa in suffragio che sarà celebrata oggi, giovedì, alle ore 18 nella collegiata di Cortemaggiore. Cortemaggiore, 1 maggio 2008 (Onoranze funebri Troni Domenico Numero verde 800-200110)

Maria Teresa

FRANCO BRAGOLI e FAMIGLIA sono vicini a Ennore per la perdita della cara

Tina e porgono sentite condoglianze.

Ci ha lasciati

Luigi Cassi di 81 anni L'annunciano a funerali avvenuti: — la sorella Anna, — il nipote Carlo con Antonella e Francesco, — Paola con Alberto e il piccolo Gerardo, — Virginia. Da ieri la cara salma riposa nel cimitero di Piacenza. Si ringraziano quanti, in qualsiasi modo o forma, hanno preso parte al dolore. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Giorgio Maccini S.r.l. Corso Vitt. Emanuele, 234 tel. 0523.384455)

RINGRAZIAMENTO I familiari del caro

Fernando Genesi profondamente commossi per l'affettuosa partecipazione al loro dolore, ringraziano vivamente quanti sono stati loro vicini ed hanno manifestato sentimenti di solidarietà in un momento di tanta tristezza. Piacenza, 1 maggio 2008 (Impr. Giorgio Maccini S.r.l. Corso Vitt. Emanuele, 234 tel. 0523.384455) La DIRIGENTE, il PERSONALE DOCENTE e NON DOCENTE del II CIRCOLO DIDATTICO partecipano al lutto dell'ex insegnante Rosalia Genesi e porgono sentite condoglianze.

I ANNIVERSARIO

Giancarla Mazzoni IX ANNIVERSARIO

Aniello Adamo il tuo ricordo è sempre vivo nei nostri cuori. I genitori, le sorelle, il cognato, i nipoti Piacenza, 1 maggio 2008

Cara nonna, hai lasciato un vuoto incolmabile dentro di noi, ma ogni giorno, grazie al tuo ricordo, sempre più forte, ci regali lacrime e sorrisi. I nipoti e tutti i tuoi cari Piacenza, 1 maggio 2008


IL GIORNALE DELLA GENTE

Giovedì 1 maggio 2008

Il direttore risponde

Grazie, Franco Torlaschi

Libertà di parola

Caro direttore, la voglio ringraziare per lo spazio che lascia ogni giorno a chi vuole dire la sua sul nostro giornale, e stavolta a me. Dico nostro perché sin da piccina (ora ho 66 anni) a casa mia non è mai mancata Libertà. Le ho inviato una lettera immaginaria indirizzata a mio cugino, Franco Torlaschi, che è stato insignito, alla memoria, del premio Livia Cagnani. «Franco, dolce caro cuginone, hai lasciato in tutti coloro che ti hanno conosciuto un ricordo indelebile. Tu sai che sono una donna semplice, ma sai anche che queste parole escono spontanee e vere dal cuore. Tu eri una

"IL VENTO DI PIACENZA" UNA POESIA DEDICATA AL COPRA

Egregio direttore, dopo la vittoria di Cuneo ho scritto questa poesia dedicata al Copra. Trema, tremenda Trento,/ arriva una squadra che è un portento,/ ha fame la Lupa piacentina/ dello scudetto sente l’acquolina,/ l’Imperatore non ci fa paura,/ il genio Meo ha la giusta cura. I vostri bulgari sono tosti ed accorti/ noi li abbiamo indomiti e più forti/ levarsi in volo è il loro piano/ come Tornado di San Damiano./ Bravo, il gregario da temere/ ogni squadra lo vorrebbe avere,/ Granvorka sempre cambia posizione/ ovunque rende da campione,/ Rodriguez parte dalla panchina/ ha la schiacciata sopraffina,/ Sergio con tuffi spericolati/ salva i palloni più impensati,/ Dante e Groma all’occorrenza/ pronti a tirar la lenza,/ l’eterno grande Bovolenta/ la carriera non rallenta,/ Cozzi stupisce/ a muro non tradisce,/ Bjelica ve lo sognate/ guardate ed imparate,/ Lorenzetti studia giorno e notte/ il modo di pigliarvi a botte. Il Copra sa ben giocare/ ha tempra per lottare/ non si arrende mai/ vi metterà nei guai,/ da Piacenza soffia il vento/ si va alla conquista di Trento. Roberto Arvedi Pontedellolio

RISCHIO-INCIDENTI IN CITTÀ TRASCURATE LE STRISCE PEDONALI

Gentile direttore, giorni orsono percorrendo in auto via Primogenita-incrocio Piazzale Roma, ho assistito ad un episodio sconcertante nella forma ma non - col senno di poi - nella sostanza. Un giovane (e l’età è spesso determinante nelle umane reazioni) mentre attraversava la strada a piedi diretto verso via Roma ha d’ímpeto sputato addosso ad un’auto proveniente da via Colombo con deviazione appunto in via Primogenita, che per poco non lo ha investito.

persona meravigliosa. La tua vita l’hai spesa per gli altri donandoti sempre di più. Per te tutte le persone erano uguali, anche se diverse erano le pelli, le culture, i ceti. C’eri nei momenti felici, c’eri in quelli tristi: per tutti avevi una parola rassicurante e buona. Ai tuoi alunni italiani, hai insegnato a vivere, amare la nostra bella Patria, la nostra storia, la nostra sintassi, avere rispetto per tutti: ricchi e poveri. Agli immigrati hai insegnato con affetto ed umiltà a scrivere e parlare la nostra bella lingua italiana e tutti ti ricordano con rispetto e stima e tanto bene. Ricordo con nostalgia i Na-

gaetano.rizzuto@liberta.it tali passati tutti insieme con le nostre famiglie. Che gioia, che mangiate, che risate! Tutto era bello allora, tutto era sereno. Ora non fai più parte della vita terrena. Ti voglio immaginare nel Regno dei Cieli insieme ai tuoi ed ai miei genitori, al mio Enrico, a tutti coloro

che ci hanno voluto bene. Ti voglio immaginare mentre con il tuo modo signorile e gentile, anche lassù insegni la grammatica e l’antologia. Quest’anno il premio per la "Pace Livia Cagnani", fondatrice per Piacenza di Amnesty International (alla memoria) è stato assegnato a te. Sono commossa ed orgogliosa ed ancora una volta mi immagino di vederti ricevere il premio con un grande dolce sorriso, con la tua innata signorilità, con il tuo modo garbato e schivo. Ciao Franco, salutami tutti e ricorda che qui c’è chi sempre ti ricorda e ti vuole bene. Marta Torlaschi Sarasini Piacenza

❖ a scelta di assegnare il “premio Livia Cagnani” al prof. Franco Torlaschi sta riscuotendo unanimi consensi in tutti gli ambienti della città e della provincia. Chi ha conosciuto il prof. Torlaschi, chi lo ha avuto come insegnante, chi - centinaia di immigrati arrivati da tutto il mondo - ha seguito i suoi corsi per imparare l’italiano definisce questo grande uomo di pace e di dialogo un esempio per tutta la comunità. Libertà due anni fa

L

gli dedicò una pagina per raccontare la sua missione: aiutare i ragazzi extracomunitari ad integrarsi. Dedicò tutta l’ultima parte della sua vita a questi giovani con un impegno commovente. Tutte le mattine, puntuale per incontrare i suoi alunni speciali e fare lezione di italiano. Per tanti è stato un secondo padre, per tutti un insegnante eccezionale, un vero maestro di vita. Gaetano Rizzuto

Lettere a Libertà - Libertà - Via Benedettine, 68 - 29100 Piacenza FAX: 0523/321.723 - E-MAIL: Lettere@liberta.it Ho notato l’inviperita reazione del conducente che con ogni probabilità avrà "maledetto" il perenne flusso di traffico della zona che giocoforza gli ha impedito di rispondere pan per focaccia. E ne avrebbe avuto, spiace dirlo, ben donde. Infatti in quel tratto le strisce pedonali son pressoché invisibili. Se disgraziatamente il passante avesse avuto sorte diversa, sarebbe stato alquanto problematico stabilire per così dire l’ordine delle responsabilità. E del resto è questa una condizione diffusa in città: basta fare qualche giro... a piedi. Dico tutto questo perché ho recentemente letto su "Libertà" dell’inquietante aumento degli incidenti - a volte mortali - conseguenti a "disattenzioni" del Codice della strada in quest’ambito. Ma, prima di giudicare in modo aprioristi-

co, sarebbe ragionevole applicare il principio della razionalità del diritto. In altri termini: c’è qualcuno in qualche remoto ufficio del Comune che si occupa di segnaletica stradale? Ugo Gazzola San Nicolò

MODELLI DEL CALCIO CAMPIONI, CAMPIONCINI E I LORO CAPRICCI

Caro direttore, vizi, capricci, manie, isterismi che popolano il mondo del calcio, riempiono televisioni e pagine di giornali. Vedi un giocatore esultare dopo un gol e il giorno dopo tuo figlio, il nipote della tua vicina di casa mimano gli stessi gesti dopo aver preso sei in matematica. Stesso discorso

per certi, se vogliamo contestabili, atteggiamenti. Mi pare impossibile che un ragazzo non per forza sampdoriano non abbia reagito "alla Cassano" ad un torto subito ad opera di un compagno, alla nota di un insegnante (mi riferisco alla sceneggiata avvenuta durante Samp-Toro di qualche tempo fa) o al rimprovero di un genitore. Ma non finisce qui. L’altro giorno guardavo uno di quei soliti programmi che a poco prezzo ti forniscono reti, moviole, amenità e vallettine ammiccanti che ti viene naturale chiederti cosa facciano in quel contesto e, durante un servizio su Inter-Torino, vedo un giovanottone seduto in panchina con il volto tiratissimo e gli occhi sgranati. "Avrà avuto una brutta notizia da casa, nel suo Paese sarà in corso un colpo di Stato …." Mi chiedo. Scopro invece che per fortuna non si trat-

Lettere, fax ed E-mail devono contenere nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico del mittente. In caso contrario gli scritti non saranno pubblicati. La redazione si riserva il diritto di sintetizzare ed adattare i testi troppo lunghi, rispettandone il senso. Il materiale inviato al giornale non viene restituito.

39

Numeri Utili EMERGENZA

ta di nulla di tutto ciò. Il ragazzo, tale Balotelli, anni 17, era stato appena chiamato in panchina dal suo allenatore e tutti i suoi compagni a fare a gara a consolarlo, e i giornali, il giorno dopo, a scrivere che il Mister lo aveva sostituito per tutelarlo! Andrò controcorrente ma a questo punto il desiderio di mandarli a quel paese giunge proprio dal cuore. E per alcuni motivi: 1. Il giovanissimo calciatore ha solo 17 anni, ne deve consumare di tacchetti e polmoni prima di dire la sua , anche soltanto mostrarsi scocciato davanti alle telecamere. 2. Il ragazzino, non credo venga pagato in figurine dei Power Rangers: lo stipendio non sarà quello di Ronaldinho ma sufficiente da farlo stare in panchina senza tante smorfie ad aspettare la sua occasione che , visto il talento certamente arriverà in breve tempo. 3. Il giovane lavoratore del pallone, si è mai chiesto se un suo collega , stessa età, dell’edilizia o della meccanica, ha un padrone che lo tutela? Figuriamoci, vediamo ragazzi lavorare a venti metri di altezza senza casco, senza imbracature, senza alcuna protezione. Ma non mi stupisco: in un Paese dove ancora ci ostiniamo a chiamare bulli i delinquenti che minano le fragili personalità che popolano le aule scolastiche, cosa volete che sia , che fastidio volete che dia un ragazzino esploso da poco nel mondo dello sport, che non si capacita di essere finito in panca dopo trentasei minuti di gioco e nonostante gli abbracci e le carezze dei compagni (anche lì, poi) continua a fissare la telecamera con lo sguardo di chi ha subito la più cocente delusione, la più tremenda delle ingiustizie? Sarò retorico e pure cinico, ma provi ad immaginare lo sbigottimento di un suo coetaneo che si è spezzato la schiena e con (quasi) lo stesso stupore si ritrova su una sedia a rotelle, lui sì, senza la tutela del suo datore di lavoro perché in quel cantiere c’era finito a lavorare in nero. Ci pensi il giovane campioncino e forse, la prossima volta, finire direttamente in tribuna non lo annienterà psicologicamente come la scorsa domenica. Enrico Serrani Piacenza

CARABINIERI CENTRALINO 3411 CARABINIERI 112 POLIZIA DI STATO SOCCORSO PUBBLICO 113 EMERGENZZA INFANZIA (servizio gestito da Telefono Azzurro) 114 VIGILI DEL FUOCO 115 SOCCORSO STRADALE ACI 803.116 GUARDIA DI FINANZA 117/0523-490.682/497.038 EMERGENZA SANITARIA 118 CENT. ANTINCENDI BOSCHIVI 800-80.70.91 GUARDIA DI FINANZA 0523-328.637 GUARDIA FORESTALE 0523-385.276 POLIZIA MUNICIPALE 0523-712.266 POLIZIA FERROVIARIA 0523-324.266/399.363 POLIZIA POSTALE 0523-316.442 POLIZIA STRADALE 0523-307.911 QUESTURA 0523-397.111 SCUOLA DI POLIZIA 0523-307.211 SOCCORSO ALPINO 800-84.80.888 VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE 0523-713.021

QUESTURA CENTRALINO 0523-397.111 UFF. MINORI 0523-397.586 CESSIONI FABBRICATI 0523-397.584 UFF. LICENZE 0523-397.544 UFF. STRANIERI 0523-397.591-397.521 UFF. CONCORSI 0523-397.566 UFF. RELAZIONI CON IL PUBBLICO 0523-397.577 SQUADRA MOBILE 0523-397.536 VOLANTI 0523-397.525

ASSISTENZA SANITARIA AVIS 0523-336.620 CROCE BIANCA 0523-614.422/613.976 CROCE ROSSA 0523-324.787 FARMACIE (INFORMAZ. TURNI) 0523-330.033 GUARDIA MEDICA 0523-302.224 OSPEDALE CIVILE 0523-301.111 USL PIACENZA - URP 0523-302.948 SICUREZZA NEL LAVORO 0523-358.226 0523-989.810

ASS. IL CUORE DI PIACENZA CENTRALINO

0523-303.225

PUNTI DOVE SONO COLLOCATI I DEFIBRILLATORI: (in caso di emergenza chiamare il 118) - OSPEDALE GUGLIELMO DA SALICETO - PIAZZA CAVALLI (Ufficio Comunale piano terra) - PIAZZA DUOMO (presso Farmacia di via Legnano) - POSTA CENTRALE (Uffici postali ingresso) - STAZIONE FFSS (Uffici Polizia Ferr. - Posto Med. Sanitario) - CASERMA VIGILI DEL FUOCO - STADIO GARILLI (presso il posto diPronto Soccorso) - POLISPORTIVA FARNESIANA - SOCIETÀ CANOTTIERI NINO BIXIO - SOCIETÀ CANOTTIERI VITTORINO DA FELTRE - PISCINA RAFFALDA - S.O.S. PIACENZA (via Vescovi) - CASA CIRCONDARIALE - UNITÀ MOBILI (Polizia Municipale, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco)

ASSISTENZA E SOLIDARIETÀ ALCOLISTI ANONIMI E GR. FAMILIARI 0523-337.412 ASS. ALZHEIMER 0523-384.420 ASS. FAMIGLIE ANTIDROGA 0523-327.970 ASS. ITALIANA PARKINSONIANI 0523-591.200 AISM - SCLEROSI MULTIPLA 0523-481.001 ASS. SOLIDARIETÀ FAMILIARE 0523-338.579 ASS. VOLONTARI DEL SANGUE 0523-336.620 CARITAS 0523-325.945/332.750 CENTRO ASCOLTO AIDS 0523-779.410 CONSULTORIO FAMILIARE 0523-385.017 DIFENSORE CIVICO 0523-492.045 LILA 0523-338.033 MENSA CARITAS 0523-329.275/330.812 PUNTO ASCOLTO ANZIANI 800-496.626 RONDA DELLA CARITÀ 335-70.00.986 TELEFONO AMICO ANZIANI 0523-320.705 TELEFONO AMICO ITALIA 199.284.284 TELEFONO AZZURRO 196.96 TELEFONO ROSA 0523-334.833 TELEFONO VERDE AIDS REGIONALE 800-856.080 TOSSICODIPENDENZE 0523-302.661

SOS ANIMALI CANILE MADONNINA (solo mattina) 0523-610.144 LIPU 339-565.82.89/339-401.83.13

GUASTI

Guida ai cinema

Taccuino piacentino Ortone e il mondo dei Chi di Jimmy Hayward; con Jim Carrey, Steve Carell (Animazione). Orario: 15.20-17.30-20.15 La ragazza del lago di Andrea Molaioli; con Toni Servillo, Valeria Golino (Thriller). Orario: 20.05 Alla ricerca dell’isola di Nim di Jennifer Flackett; con Abigail Breslin, Jodie Foster (Avventura). Orario: 15.15-17.35-20.00 Next di Lee Tamahori; con Nicolas Cage, Julianne Moore (Azione). Orario: 15.2017.35-22.25 Iron Man di Jon Favreau; con Robert Downey Jr., Terrence Howard (Azione). Orario: 14.45-15.30-17.20-18.30-19.5521.30-22.35

PIACENZA CORSO MULTISALA - Corso Vittorio Emanuele, 81 - Tel. 0523/321.985 SALA MILLENNIUM - 3Ciento di Jason Friedberg; con Carmen Electra, Sean Maguire (Comico). Orario: 15.0016.50-18.40-20.30-22.30 SALA SPAZIO - Sotto le bombe di Philippe Aractingi; con Nada Abou Farhat, Georges Khabbaz (Drammatico). Orario: 15.00-16.50-18.40-20.30-22.30 IRIS 2000 - Corso Vittorio Emanuele, 49 - Tel. 0523/334.175 SALA ATENA Iron Man di Jon Favreau; con Robert Downey Jr., Terrence Howard (Azione). Orario: 16.30 I demoni di San Pietroburgo di Giuliano Montaldo; con Miki Manojlovic, Anita Caprioli (Drammatico). Orario: 20.1522.30 SALA EUROPA - L’altra donna del re di Justin Chadwick; con Natalie Portman, Scarlett Johansson (Drammatico). Orario: 15.30-17.50-20.20-22.30 SALA FARNESE - Iron Man di Jon Favreau; con Robert Downey Jr., Terrence Howard (Azione). Orario: 15.1017.50-20.15-22.30 MULTISALA POLITEAMA - via San Siro, 7 Tel. 0523/328672 POLITEAMA - The hunting party di Richard Shepard; con Diane Kruger, Richard Gere (Azione). Orario: 15.1517.45-20.15-22.30 RITZ - 21 di Robert Luketic; con Kevin Spacey, Jim Sturges (Drammatico). Orario: 15.15-17.45-20.15-22.30 VIP - Un amore senza tempo di Lajos Koltai; con Claire Danes, Toni Collette (Drammatico). Orario: 15.15-17.4520.15-22.30 ROMA - via Capra, 19 - tel. 0523/321.328 Film per adulti UCI CINEMAS PIACENZA - Via C. Visconti, 1 - tel. 892.960 (senza prefisso) Saw 4 V.M. 14 di Darren Lynn Bousman; con Tobin Bell, Costas Mandylor (Horror). Orario: 15.10-17.40-20.10-22.30 The hunting party di Richard Shepard; con Diane Kruger, Richard Gere (Azione). Orario: 15.00-17.30-20.00-22.30 3Ciento di Jason Friedberg; con Carmen Electra, Sean Maguire (Comico). Orario: 15.20-17.30-20.15-22.25 La sposa fantasma di Jeff Lowell; con Eva Longoria Parker, Paul Rudd (Commedia). Orario: 22.20 Tutti pazzi per l’oro di Andy Tennant; con Kate Hudson, Matthew McConaughey (Avventura). Orario: 22.20 21 di Robert Luketic; con Kevin Spacey, Jim Sturges (Drammatico). Orario: 14.4517.20-19.55-22.30 Step up 2 - La strada per il successo di Jon Chu; con Briana Evigan, Robert Hoffman (Drammatico). Orario: 15.1517.40-20.10-22.25

SAN NICOLÒ JOLLY - Via E. Est, 7 - tel. 0523/760.541 Il treno per il Darjeeling di Wes Anderson; con Owen Wilson, Jason Schwartzman (Avventura). Orario: 16.3018.30-20.30-22.30

BOBBIO LE GRAZIE - Contrada dell’Ospedale, 2 - tel. 0523/960.098 Riposo

BORGONOVO VAL TIDONE CAPITOL - via S. Ziliano, 2 - tel. 0523/862.122 Ortone e il mondo dei Chi di Jimmy Hayward; con Jim Carrey, Steve Carell (Animazione). Orario: 21.00

CASTELSANGIOVANNI MODERNO - via Gazzotti - tel. 0523/842.261 Riposo

FIORENZUOLA D’ARDA CAPITOL - Largo Gabrielli - tel. 0523/984.927 Il cacciatore di aquiloni di Marc Forster; con Shaun Toub, Khalid Abdalla (Drammatico). Orario: 17.00-21.30

CREMONA CINEMA CHAPLIN - Via Antiche Fornaci, 58 - tel. 0372453005 Racconti da Stoccolma di Anders Nilsson; con Oldoz Javidi, Lia Boysen (Drammatico). Orario: 17.30-20.00-22.30 FILO - Piazza Filodrammatici - tel. 0372/411.25 The hunting party di Richard Shepard; con Diane Kruger, Richard Gere (Azione). Orario: 16.30-18.30-20.30-22.30 TOGNAZZI - via Verdi, 8 - Tel. 0372/458.892 UNO - Saw 4 V.M. 14 di Darren Lynn Bousman; con Tobin Bell, Costas Mandylor (Horror). Orario: 15.00-16.5018.40-20.40-22.40 DUE - Iron Man di Jon Favreau; con Robert Downey Jr., Terrence Howard (Azione). Orario: 15.10-17.30-20.0022.30

POESIA

.CIMITERO. Orario: 8.00 - 18.00 continuato

Monticelli - 81.92.25 Corso, Villanova, S. Pietro in Cerro, Castelvetro. Morfasso - 90.82.48

.GUARDIE MEDICHE IN PROVINCIA. Borgonovo Val Tidone - 86.20.70 Castelsangiovanni, Ziano, Vicobarone, Sarmato, Creta. Pianello - 99.88.65 Nibbiano, Pecorara, Caminata. S. Nicolò - 76.85.09 Rottofreno, Calendasco, Gragnano, Agazzano, Gazzola, Piozzano. Piacenza - 30.22.24 Gossolengo Podenzano - 55.61.27 S. Giorgio, Vigolzone. Bobbio - 93.20.79 Bettola - 91.75.20 Pontedellolio Farini - 91.01.60 Ferriere - 92.24.34 Ottone - 93.02.89 Zerba, Cerignale; Travo - 95.03.68 Coli, Rivergaro, Perino. Fiorenzuola - 24.10.10 Cadeo, Alseno, Cortemaggiore, Besenzone. Carpaneto - 85.09.28 Gropparello, Pontenure. Lugagnano - 89.12.97 Vernasca, Castellarquato.

.SERVIZI. Archivio di Stato di Piacenza (Piazza Cittadella 29) Centro salute donna: Segreteria Screening mammografico - tel. 0523/303801; Segreteria Consultorio ginecologico tel. 0523/303815; Numero verde regionale 800.033.033. Comune di Piacenza - Informambiente: (via Taverna, 37) lunedì 9.00-13.00, mercoledì e giov. ore 15-19, sab. 9.0013. Comune di Piacenza - Unità operativa di medicina 3 7.00-8.30, 12.30-15 19-21. Avis Piacenza e provincia - Venerdì 2: Monticelli

Teatri FILODRAMMATICI Via Santa Franca 33 - PC 0523/315.578 Dalla “Tempesta” liberamente ispirato a Shakespeare e Pirandello. Progetto e realizzaione di L. Vasini. Con L. Vasini e la Comp. “Diurni e Notturni”. 11 e 12 giugno. Ore 21 TEATRO MUNICIPALE Via Verdi, 4 1 - Piacenza 0523/492255 Filarmonica Arturo Toscanini Coro del Teatro Municipale di Piacenza, Alberto Zedda Direttore. Sabato 3 maggio. Ore 21. L’italiana in Algeri di G. Rossini. Direttore C. Casati. Regia F. Bellotto. 5 e 6 maggio. Ore 15. Cherchez la femme Brani di Lady A. Scott, E. Gail, C. Chaminade, M. Wayne, M. Monnot, A. Dona. Venerdì 9. Ore 21. TEATRO GIUSEPPE VERDI Castel San Giovanni (PC) Le allegre comari di Windsor Teatro Laboratorio delle 13 File (Teatri S. Giovanni). Regia di F. Summo. 6 maggio. Ore 21. MULTISALA POLITEAMA PIACENTINO Via San Siro, 7 - Piacenza 0523338540 Riposo

IL PRIMO MAGGIO È FESTA, MA...

CAPOREDATTORE CENTRALE:

Alberto Agosti

EDITORE E STAMPATORE

Editoriale Libertà S.p.a. 29100 Piacenza - Via Benedettine, 68 - Tel. 0523.393939 - Fax 0523.393962 CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PRESIDENTE: Donatella Ronconi CONSIGLIERI: Enrica

Prati, Francesco Arcucci, Maurizio De Luca, Luigi Guastamacchia, Alessandro Miglioli, Fabio Tacciaria DIRETTORE GENERALE: Marco Zazzali

PUBBLICITÀ - Concessionaria esclusiva: Altrimedia S.p.A. Piacenza - Via Giarelli 4/6 - Tel. 0523/384.811, fax 0523/384.864. Pubblicità nazionale: A. Manzoni & C. S.p.a. Milano - Via Nervesa, 21 Tel. 02/574.941, Fax 02/574.949.73 Pubblicità prezzi modulo (tra parentesi festivi): commerciali € 120,00 (€ 145,00) - finestrella 1ª pagina 6 moduli € 830,00 (€ 1.030,00) - manchette cronaca città, provincia e sport € 155,00 (€ 186,00) cadauna - manchette 1ª pagina € 260,00 (€ 315,00) cadauna - occasionali € 135,00 (€ 160,00) - ricerche personale € 160,00 (€ 160,00) Libertà + Libertà Online - finanziari, legali, sentenze, aste € 165,00 (€ 197,00) Libertà + Libertà Online - redazionali € 135,00 (€ 160,00). NECROLOGIE SERVIZIO SPORTELLO - Via Giarelli 4/6 - Orari: dal lunedì al venerdì 8.3012.30 e 15.00-21.30; sabato 8.30-12.30 e 16.30-21.30; domenica e festivi 16.30-21.30. Servizio telefonico: Tel. 0523/384.999 - fax 0523/384.967 - Orari dal lunedì al venerdì: 15.30/21.30; sabato, domenica e festivi: 16.30-21.30. Prezzi necrologie: € 0,90 per parola - neretto € 1,80 - spazio foto € 77,00 - parola anniversario o ringraziamento € 3,00 - croce € 40,00 - partecipazioni minimo 10 parole € 0,78 per parola - neretto € 1,56 per parola - Piccoli avvisi: vedi rubriche - Pagamenti anticipati. ABBONAMENTI - Sportello Altrimedia: Via Giarelli 4/6 - Tel. 0523/384.811 Fax 0523/393962. Orari: dal lunedì al venerdì 8.30-12.30 e 15.00-18.00; sabato 8.30-12.30. ABBONAMENTI ITALIA: annuale 7 numeri € 250; annuale 6 numeri (a scelta senza domenica o senza lunedì) € 215: annuale solo lunedì € 45; semestrale 7 numeri € 135; semestrale 6 numeri € 115; semestrale solo lunedì € 23; trimestrale 7 numeri € 70; trimestrale 6 numeri € 60; trimestrale solo lunedì € 12. Prezzo di una singola copia € 1,00; copie arretrate € 2,00. Il Responsabile del trattamento dati (L. 675/96) è il Direttore Responsabile Libertà - Registrazione Tribunale di Piacenza N. 3 del 19-06-1948 Libertà Lunedì - Registrazione tribunale di Piacenza N. 214 del 09-01-1970 Certificato n. 6222 del 11-12-2007

DOMANI Nord: poco nuvoloso salvo addensamenti maggiori sul FiuliVenezia-Giulia accompagnati da residue piogge in attenuazione nel pomeriggio. Centro: sereno o poco nuvoloso salvo temporanei annuvolamenti nelle zone interne. Sud: cielo sereno o al piu' velato sull'isola. Temperature: in aumento. Venti: deboli settentrionali al Centro-sud; deboli variabili al Nord. Mari: mossi o poco mossi.

ENÌA

0523-54.91

NUMERI UTILI COMUNE PC - UFF. REL. PUBBLICO DIFENSORE CIVICO COMUNALE MUNICIPIO CENTRO GIOVANI CISL CENTRO INF. DISOCCUPATI CGIL CURIA VESCOVILE INFORMAGIOVANI PROVINCIA TUTELA AMBIENTE UFFICIO COLLOCAMENTO UFFICIO STRANIERI

0523-492.224 0523-492.045 0523-492.111 0523-758.210 0523-459.707 0523-308.311 0523-334.013 0523-79.51 0523-492.587 0523-388.249 0523-492.727 0523-606.560

ORARI OSPEDALE GUGLIELMO DA SALICETO 0523-301.111 Numero verde regionale

800.033.033

L'accesso ai reparti dell'ospedale per le visite ai pazienti è consentito nella fascia oraria compresa tra le ore 7 e le 22. Le visite sono limitate solo dalle ore 8.30 alle 11, durante la visita medica. Fanno eccezione: PATOLOGIA NEONATALE: l’accesso è consentito solo ai genitori dei piccoli pazienti TERAPIA INTENSIVA CORONARICA:

12.30-13 e 19-19.30

RIANIMAZIONE: 12.30-13 e 19.30-20 (quando in vigore l'ora solare dalle 19 alle 19.30)

Ma... le conquiste dei lavoratori, le loro lotte, fatiche e sudori meriterebbero buste e pensioni con cifre scritte in “vecchi” milioni ed è pensabile che, il Primo Maggio l’ “oro” essi cerchino, in cielo, d’un raggio come emblema del premio atteso in monetari aumenti “di peso”.

DIALISI:

8-15

MEDICINA ONCOLOGICA ED EMATOLOGICA: 7-9 12.30-15 e 18.30-21 MEDICINA INTERNA: Area critica: 12.30-13.30 e 18.30-19.30 Degenza: 6.30-7.30; 12.30-14.30 e 18.30-20.30 MALATTIE INFETTIVE:

7-8.30; 12-15 e 18-21

GINECOLOGIA:

7- 8,30; 12-14,30 e 18-20

OSTETRICIA: ulteriori orari riservati ai papà: PEDIATRIA:

7-8.30; 18-20 13.30-21

7-8.30; 12.30-14.30 e 19-21

CAMERA MORTUARIA: Dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 7.00 alle ore 19.00 orario continuato, Il Sabato, festivi, e prefestivi: dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 18.00.

L’oroscopo di oggi a cura di Stella Dicastro

CIMITERO

0523-549.930

ORARIO CONTINUATO:

La vostra energia e l'entusiasmo non passeranno inosservati: al contrario vi procureranno rispetto, ammirazione e un'opportunità inaspettata.

Potreste trovarvi a ricoprire una posizione che vi è nuova, oggi: vi accorgerete che per far funzionare le cose è indispensabile cooperare ed essere elastici.

Se pensate di poter dedicare gli ultimi giorni della settimana al relax e alle riflessioni siete in errore. Al contrario, preparatevi ad essere sommersi dal lavoro.

Gli altri vi chiederanno di partecipare a certe loro iniziative: sappiate valutare cosa vi potrebbe portare dei reali benefici e cosa sia soltanto una perdita di tempo.

Il vostro potere personale è in aumento. Allenatevi a dare ordini: dovrete essere assertivi ma mai arroganti.

Vi troverete in contrasto con persone che abitualmente vi sostengono e condividono ogni vostra decisione. Chiedetevi se non siate stati voi a sbagliare.

Sarete obbligati a lasciare in sospeso alcune questioni, oggi, ma potete usare il tempo libero per portare avanti altri progetti.

Vi troverete in un momento di transizione che non avevate previsto, e che vi obbligherà ad adattare il vostro pensiero a nuove circostanze.

Dovrete pretendere che chi si è impegnato a sostenervi accetti le vostre decisioni senza polemiche. Più tardi ci sarà tempo per spiegazioni e discussioni.

Uno sguardo al passato vi consentirà di procurarvi quelle informazioni di cui avete bisogno per procedere e accrescere profitto e divertimento.

Siate tempestivi nell'occuparvi dei problemi che sorgeranno in giornata ma approfittate di ogni opportunit'a per lavorare anche ad un progetto a lungo termine.

Questa è la giornata ideale per stabilire il contatto con un caro amico o, magari, con una persona che vorreste vi fosse più vicina.

Nord: poco o parzialmente nuvoloso su Liguria ed EmiliaRomagna. Coperto altrove con possibili piogge, in esaurimento nwl pomerigio. Centro: coperto su Toscana, Lazio e Marche con isolate piogge; sereno o poco nuvoloso altrove. Sud: da parzialmente a molto nuvoloso su Sicilia e Calabria con residui piovaschi. Sereno o poco nuvoloso altrove. Temperature: in aumento. Venti: deboli Sud-occidentali. Mari: poco mosso il Tirreno; mossi i restanti mari.

Rizzuto

800-900.800 800-90.10.50 800-90.10.50

SMALTIMENTO RIFIUTI

Per ogni altro che, pure, lavora come sempre è stato ed è ancora non muta in niente la ricorrenza e ne permane, intera, l’essenza che tutti unisce attorno a quel desco immaginabile per un rinfresco atto al sereno, prezioso momento dell’inneggiare e brindare all’evento.

.BENZINAI. Servizio notturno (22.30-7) PIACENZA: Ltp., via dell’Orsina; Api, via Emilia Pavese, 55.

OGGI DIRETTORE RESPONSABILE: Gaetano

PRONTO ENEL GUASTI ZONA PIACENZA (soc. S.O.L.E.) GUASTI ZONA FIORENZUOLA (soc. S.O.L.E.)

Il Primo Maggio è giorno di festa che onora il mondo e che resta a ricordare il sano lavoro ed il valore, che ha, qual tesoro ben custodito dall’uomo, nel cuore per la speranza di vita indolore che si ritrova in chi, non precario vede la luce entro il salario.

MERCATI. Lunedì - Bettola, Borgonovo Val Tidone, Caorso, Castell’Arquato, Castelvetro, San Nicolò. Martedì - Ferriere, Nibbiano, Piacenza Farnesiana, Pontedellolio, Pontenure, Travo, Vernasca. Mercoledì - Carpaneto, Marsaglia, Piacenza, Pianello, Vigolzone. Giovedì - Agazzano, Castelsangiovanni, Fiorenzuola, Gossolengo, Gropparello, Perino, Piacenza Farnesiana, Podenzano, Villanova. Venerdì - Cortemaggiore, Lugagnano, Monticelli, San Giorgio, Rivergaro, Roveleto. Sabato - Bobbio, Fiorenzuola, Piacenza, Piacenza Besurica. Domenica - Agazzano, Alseno, Borgonovo, Caminata, Carpaneto, Castelsangiovanni, Cortemaggiore, Gragnano, Gropparello, Monticelli, Morfasso, Nibbiano, Pianello, Pontedellolio.

0523-549.292 0523-335.335 0523-614.777 187

ENEL

di EUGENIO MOSCONI

CHE TEMPO FA (fonte Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare) Quotidiano di Piacenza fondato da Ernesto Prati nel 1883

ACQUEDOTTO GAS SNAM TELEFONO

TRASPORTI TEMPI (INFORMAZIONI ORARI BUS) 0523-390.637 TEMPI (BIGLIETTERIA) 0523-337.245 AEROPORTO BOLOGNA 051-647.96.15 AEROPORTI LINATE E MALPENSA 02-74.85.22.00 AEROPORTO PARMA 0521-982.626 ASSESSORATO VIABILITÀ 0523-492.513 AUTOSTRADE (PUNTO BLU) (7-21) 0523/505464 INFO VIABILITÀ 06/43632121 AUTOSTRADE (CASELLO VOGHERA) 0383/419.73 STAZIONE BUS 0523-337.245 TRENITALIA INFORMA 892.021

TAXI RADIOTAXI PIAZZA CAVALLI STAZIONE FF.SS VIALE DANTE OSPEDALE CIVILE

0523-591.919 0523-322.236 0523-323.853 0523-754.722 0523-322.184

METEO PIACENZA

METEO REGIONE (fonte ARPA) TEMPERATURE IN ITALIA min max Alghero 20 11 Ancona 18 11 Aosta 11 9 Bari Palese 20 11 Bologna 22 8 Bolzano 16 12 Cagliari 19 13 Campobasso 18 5 Catania 22 11 Cuneo 14 6 Firenze 20 8 Genova 15 13 Imperia 11 14 L'Aquila 5 17 Messina 12 22 Milano 11 18 Mondovì 7 15 Napoli 10 20 Palermo 13 21 Perugia 6 17 Pescara 11 18 Pisa 9 18 Potenza 4 17 Reggio Calabria 12 22 Roma Ciampino 9 20 Roma Fiumicino 12 18 S.M. di Leuca 10 22 Torino 11 14 Trieste 10 16 Venezia 10 18 10 Verona 19

TEMPERATURE ESTERE min Algeri 13 Amsterdam 11 Atene 15 Bangkok 26 Barcellona 15 Belgrado 12 Berlino 10 Bonn 10 Bruxelles 10 Bucarest 8 Buenos Aires 5 Chicago 1 Copenaghen 8 Francoforte 5 Gerusalemme np Ginevra 5 Helsinki 8 Hong Kong 24 Il Cairo 15 Istanbul 11 Lisbona 11 Londra 6 Los Angeles 11 Madrid 8 Malta 13 Monaco 5 Mosca 5 New York 4 Nizza 11 Oslo 11 Parigi 8

(fonte Osservatorio Meteo Alberoni)

OGGI max 24 15 20 31 18 22 20 16 13 20 16 11 18 17 np 17 19 25 25 17 18 14 19 21 20 12 21 11 17 19 13

NO NO VC VC

BG BG

MIMI

PV PV

AL AL

LO LO

BS BS

Stato del cielo: sereno Sole Sorge alle o poco nuvoloso. Precipitazioni: assenti. 06.14 Temperature: massime e tramonta alle senza variazioni di 20.31 rilievo; valori tra 20 gradi Calante delle pianure interne e Sorge alle 23 gradi della costa. 04.02

VR VR

CR CR

MN MN

Piacenza Piacenza PR PR GE GE

SV

8-17

RE RE

MO MO

SP SP

BO BO

e tramonta alle

15.43 Temperatura max

DOMANI

media

Stato del cielo: sereno o poco nuvoloso. Precipitazioni: assenti. Temperature: massime in aumento con valori fra 24 della costa e 26 gradi delle pianure interne.

min

NO NO VC VC

PV PV

AL AL

Umidità

BG BG

MIMI

LO LO

BS BS

VR VR Relativa

CR CR

68%

MN MN

Piacenza Piacenza PR PR GE GE

SV SV

20 14,5 9

SP SP

RE RE

Pressione

MO MO

BO BO

1014 hPa

Precipitazioni

LE PREVISIONI DI PRECIPITAZIONI DI DOMANI (fonte ARPA)

Ieri

np Mese

np (mm fino alle 19)

La tiratura di ieri, mercoledì 30 aprile 2008, è stata di 34.690 copie

Almanacco Il santo di oggi

S. Giuseppe

www.liberta.it

www.altrimedia.it.

ORE 06,00

ORE 12,00

ORE 18,00

ORE 24,00

122 giorni dal 1-1-2008 244 giorni al 1-1-2009


40

Giovedì 1 maggio 2008

PRIMA RATA A NOVEMBRE ‘08

APERTI ANCHE VENERDÌ 2 E SABATO 3 MAGGIO

Dal 1965

VENDITA

- ASSISTENZA -

VENDITA

RICAMBI

PIACENZA Via XXI Aprile 82 Tel. 0523/331648

www.ponginibbi.peugeot.it e-mail: peugeot@ponginibbi.it

- ASSISTENZA -

RICAMBI

CASTEL S. GIOVANNI Via Emilia Piacentina 60 Tel. 0523/884700 p.01.05.08

Liberta 20080501  

L'ultimo numero di Liberta' in bianco e nero

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you