Page 1

CANTIERE SEQUESTRATO. A NOVEMBRE LE DECISIONI DEL GUP

Convitto di Crodo, si ridimensiona il ruolo dell’ingegnere della Provincia Slitta a novembre la decisione del giudice per le udienze preliminari sui sei indagati nell’inchiesta sul convitto di Crodo, realizzato per l’istituto agroforestale «Fobelli». Il giudice Beatrice Alesci deciderà il 12 novembre sul rinvio a giudizio per tre dipendenti del settore edilizia scolastica della Provincia (Danilo Recupero, Gian Domenico Vallesi e Massimo Savia) e tre tecnici delle ditte incaricate dei lavori: Lorenzo Turco (titolare dell’ominima ditta di Cardano al Campo), Pa-

olo Biondo e Franco Daniele direttori della Tecnostrutture di Noventa di Piave. L’inchiesta aveva portato al sequestro del cantiere nel gennaio 2011. I carabinieri della squadra di polizia giudiziaria della Procura della repubblica hanno lavorato oltre un anno per «costruire» il faldone delle accuse sul quale il pm Nicola Mezzina ha formulato, a vario titolo, ipotesi di reato che vanno dal falso ideologico alla turbativa d’asta, dal peculato alla corruzione. Tutto ruota attorno al

progetto del nuovo convitto, un intervento per 1 milione e 173 mila euro. Nel corso dell’udienza hanno parlato gli avvocati della difesa, alcuni dei quali si sono detti ottimisti per i loro assistiti. Ferdinando Brocca è il legale dell’ingegner Vallesi: «Finalmente è stato possibile rappresentare al gup una mole importante di considerazioni ed elementi di carattere logico deduttivo, che dimostrano l’innocenza e l’assoluta estraneità ai fatti contestati da parte del mio assistito, senza necessità

Il Convitto di Crodo, un’opera che supera il milione di euro

di qualsiasi ulteriore approfondimento, ad assunzione di ulteriori prove rispetto a quanto già contenuto nel materiale fin qui acquisito. Già in questa prima fase dell’udienza preliminaresono emersi tanti e tali mezzi di prova, specie di carattere documentale ed anche presuntivo, che riconducono

le condotte contestate dall’accusa per i vari titoli di reato (dal falso alla presunta turbativa di asta pubblica) a comportamenti del tutto regolari e rituali da parte di Vallesi. Confido che alla prossima udienza possono essere definite positivamente le varie posizioni ad[RE. BA.] debitate a Vallesi».

Crodo, sotto sequestro il cantiere del Convitto.  

(30.05.2012, La Stampa)

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you