Issuu on Google+

Tangenti alla Motorizzazione: chiuse le indagini Pubblicato Lunedì, 18 Febbraio 2013 15:04 Scritto da Maria Elisa Gualandris Visite: 147

Sono partiti in questi giorni dalla procura di Varese gli avvisi di chiusura indagini per l’inchiesta della Polizia stradale di Verbania e coordinate dal pm Massimo Politi sulle false revisioni e le tangenti alla Motorizzazione civile di Varese. Si preannuncia dunque un maxi processo: le persone iscritte al registro degli indagati sono 141. Le persone arrestate erano 12: sia funzionari della Motorizzazione che alcuni “intermediari” di una vasta organizzazione che si estendeva su diverse province ma aveva il suo fulcro a Varese. Un’operazione resa possibile dall’occhio attento degli agenti della Polstrada di Domodossola, ai quali non è sfuggito che alcuni camion che avevano fermato per un controllo non avevano i requisiti per circolare. Ce n’erano diversi addirittura immatricolati negli Anni ’60, ma che risultavano aver superato indenni la revisione. Ad accrescere maggiormente i sospetti il fatto che tutte le revisioni fossero state effettuate dalla Motorizzazione Civile di Varese. L’indagine, dapprima condotta dal Procuratore capo verbanese Giulia Perrotti e dal sostituto Nicola Mezzina, è passata per competenza a Varese, ma è rimasta affidata alla Polizia Stradale di Verbania e Domodossola, con la guida del commissario capo Andrea Lefano. Un centinaio gli agenti impiegati, grazie ai rinforzi arrivati da Piemonte e Lombardia, con il supporto della Squadra Mobile di Verbania, che hanno utilizzato le tecniche più moderne delle intercettazioni, ma anche i più classici appostamenti. Sequestrati anche 42 mila euro in contanti, cellulari e timbri. Bastavano 250 – 300 euro per ottenere la revisione del proprio mezzo senza dover nemmeno portarlo a Varese. Per svolgere questo compito c’erano, appunto, gli intermediari, autotrasportatori e giostrai, che raccoglievano le carte di circolazione e andavano direttamente dai funzionari corrotti per farle timbrare. Tra gli intermediari anche tre persone residenti tra Vco e Novara. Nel Vco sono una decina gli indagati: si tratta di beneficiari delle false revisioni.


Varese. Chiuse le indagini sulle tangenti alla motorizzazione