Issuu on Google+

.

* Da domani il nuovo numero *

47

VARZO

VERBANIA

Il sindaco Alessio Lorenzi è vice segretario della Lega

Non si spargeranno le ceneri al cimitero di Motta Santa

Alessio Lorenzi è il nuovo vice segretario provinciale della Lega nord. Sul suo nome sono confluiti all’unanimità i voti dei membri del direttivo del partito. «Una scelta condivisa da tutti - commenta il segretario Marco Campanini -. Alessio

I

è un militante storico con una grande esperienza amministrativa. Sono sicuro che darà un grande apporto al movimento leghista». Lorenzi, oltre ad essere sindaco di Varzo, ricopre la carica di capogruppo del Carroccio in Consiglio provinciale. [F. RU.]

Niente spargimento di ceneri al cimitero della Motta Santa a Fondotoce. Il Consiglio comunale di Verbania, con due sole astensioni (Attalla Farah e Andrea Carazzoni, entrambi Pdl), ha detto sì alla proposta, presentata dai gruppi di opposizione,

I

VB

di cambiare la destinazione d’uso al piccolo camposanto. E’ un dietrofront: il regolamento era stato approvato meno di un mese fa, ma sotto la pressione dei cittadini, contrari, si è deciso di dirottare lo spargimento delle ceneri nell’altro cimitero di Fondotoce. [F. RU.]

GIOVEDÌ 8 MARZO 2012

VERBANO CUSIO OSSOLA E NOVARA LA STAMPA

All’interno

REDAZIONE VERBANIA VIA SAN VITTORE 11 TEL. 0323 407024 FAX 0323 403650 E-MAIL VERBANIA@LASTAMPA.IT NOVARA C.SO DELLA VITTORIA 7 TEL. 0321 380411 FAX 0321 36391 E-MAIL NOVARA@LASTAMPA.IT PUBBLICITA’ PUBLIKOMPASS S.P.A. VERBANIA, PIAZZA S. VITTORE 82 TEL. 0323 405057 - 0323 581858 FAX 0323 53502

DOMODOSSOLA. OPERAZIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA

DOMODOSSOLA

Firme su Facebook contro i lavori a piazza Chavez Renato Balducci PAGINA 48

TRASQUERA

«Nuovo parcheggio con le tasse pagate dai frontalieri» Luca Bilardo PAGINA 51

VERBANIA

Provincia del Vco Nessuna intesa dopo l’appello Filippo Rubertà PAGINA 49

SPETTACOLI

Festa della donna tutti gli eventi La Ruggiero a Villa Beatrice Archesso PAGINA 58

Arrestato sul treno con 5 chili di coca nascosti in valigia Viaggiava con droga per mezzo milione di euro La radiografia svela che aveva ingerito ovuli CALCIO, COPPA ITALIA DI ECCELLENZA

Il Verbania vince 3-0 l’andata dei quarti

RENATO BALDUCCI DOMODOSSOLA

Cinque chili di cocaina per un valore di 500 mila euro. La droga era nascosta nel doppiofondo del bagaglio che portava con sé sul treno Euronight che passa da Domodossola nel cuore della notte. Ma non solo: il corriere aveva ingerito anche alcuni ovuli che contenevano oltre 300 grammi di droga. Charles Antony Magesa, 50 anni, originario della Tanzania, è stato arrestato dai finanzieri. Lo spacciatore non mostrava alcuna insicurezza. L’intuito degli agenti, però, s’è rivelato decisivo. Le valigie sono state controllate a fondo e oltre ai normali oggetti da viaggio sono spuntati alcuni involucri di cellophane, dentro i quali erano nascosti ben 4 chili e sette etti di coca. Droga che il corriere portava con sé da Parigi, stazione da cui era partito per raggiungere Milano. L’africano è stato fatto scendere dal treno, il bagaglio sequestrato. L’operazione non si è conclusa qui. Le Fiamme gialle hanno deciso

Semifinale di Coppa Italia di Eccellenza più vicina per il Verbania. Al Pedroli nell’andata dei quarti i biancocerchiati hanno battuto 3-0 i trentini della Fersina Perginese con i gol di Manfroni, Ciana (in foto col portiere Pavesi) e Romano. Luca Zirotti PAGINA 63

I

VERBANIA. L’INVITO DI ZACCHERA

“Solidali con i marò Tricolore ai balconi” I bagagli sequestrati nascondevano cocaina nel doppiofondo

di fare altre verifiche. L’uomo è stato portato in ospedale a Domodossola e sottoposto agli esami radiografici. Sono così «spuntati» alcuni ovuli che il corriere aveva ingerito: contenevano altri 333 grammi di droga. Il tanzaniano è ora in carcere a Verbania. Un’importante operazione quella condotta dalle Fiamme

gialle, non ultimo per la quantità di cocaina scoperta. «E’ uno dei più significativi arresti, anche per la duplice modalità di occultamento della droga adottata dal corriere» spiega il comandante provinciale della Finanza Pasquale Petrosino. Le indagini proseguono, non sono esclusi ulteriori sviluppi.

«I nostri marò devono tornare a casa e, finché non sarà così, invito i verbanesi a esporre un drappo tricolore sui propri balconi. Sarà un gesto simbolico ma farà capire che i nostri militari, che si stanno comportando con dignità, coraggio e trasparenza, non sono soli». E’ la proposta che il sindaco, Marco Zacchera, fa ai suoi concittadini dopo che Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono stati arrestati in India. I due soldati del Battaglione San Marco sono accusati di aver ucciso due pescatori

del Kerala e rischiano di essere giudicati in quel Paese nonostante gli accordi internazionali prevedano, per i militari accusati di reato, il processo in patria. «La decisione del tribunale di Kollam è inaccettabile - spiega Zacchera - Perfino per la tragedia del Cermis che, nel 1988, costò la vita a 20 persone. I militari statunitensi che tranciarono con il loro aereo i cavi di una funivia, furono processati in Usa e non in Italia. Auspico che prevalga il buon senso anche perché i nostri soldati hanno agito in acque internazionali». [F. RU.]


Domodossola. Arrestato sul treno con 5 chili di coca in valigia