Page 1

Gratuito ANNO XXXVI - n° 62 POSTE ITALIANE S.p.A. - spedizione in abbonamento postale D.L. 353 / 2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 n.46) ART.1

liberambiente@pdtre.it

ESTE VIA ROVIGO, 69 - TEL 0429.616970 - FAX 0429.616990

SETTEMBRE 2013

840251 000321

A tu per tu con Padova Tre

Soggiorni scolastici Cesuna

di Padova Tre, che ha concesso una straordinaria

durante il suo soggiorno didattico a Casa Zeleghe, ci

Faccia a faccia con Stefano Chinaglia, il Presidente

Il racconto di un’esperienza vissuta da una classe

intervista per gli inviati speciali del Progetto Libe-

trasmette l’entusiasmo dei ragazzi che hanno potuto

rambiente. Nuove idee e soluzioni sul futuro per

vivere in prima persona quest’esperienza unica, che

coinvolgere insegnanti, alunni, famiglie...

rimarrà tra i ricordi più belli della loro vita scolastica.

continua all’interno

La storia dell’immondizia raccontata da un libro

Un’opera fondamentale per l’educazione delle nuove generazioni.

continua all’interno

LE PROPOSTE DI LIBERAMBIENTE: ATTIVITÀ E INIZIATIVE PER TUTTI

MANIFESTAZIONI E CENTRI ESTIVI Tutte le attività di Liberambiente al di fuori della scuola

Il libro “Storia dell’Immondizia” è nato grazie alla

Durante tutto l’anno è possibile trovare Padova Tre anche in piaz-

pato un’attenta ricerca scientifica sull’argomento,

tema l’ambiente e il recupero dei materiali è possibile trovare dei

sensibilità dell’autore, Mirco Maselli, che ha svilupottenendo un prodotto unico su tutto il territorio nazionale. Per questo Padova Tre ha deciso di so-

za! Infatti in occasione di manifestazioni o fiere che hanno come

gazebo con degli operatori che danno dimostrazione su come ri-

stenere il progetto, avanzando l’idea di un’opera

utilizzare in modo simpatico e divertente tanti materiali di scarto

alle esigenze dei lettori più piccoli, ma anche degli

Ma non è finita qui! Perché il Progetto Liberambiente continua

ibrida tra testo e fumetto, che potesse adattarsi adulti. L’opera che ne è risultata non è solo piace-

vole per la lettura, ma è diventata un vero e pro-

che ogni giorno vengono buttati nelle nostre case.

anche durante il periodo estivo. Da diversi anni i nostri educatori

prio supporto didattico per le scuole che vogliono

sono presenti con delle attività all’interno dei centri estivi comu-

ria, fino ai giorni nostri. L’idea di base è tanto sem-

to a scuola grazie ai percorsi didattici proposti, ma naturalmente

ripercorrere la storia dell’immondizia dalla preisto-

nali. Queste attività sono nate a completamento del lavoro svol-

plice quanto fondamentale per riuscire a garantire

reinterpretato in una chiave ludica molto vicina al clima allegro e

un futuro ecosostenibile.

Oggi ci lamentiamo della presenza dei rifiuti, ma

vacanziero tipico dei centri estivi. Per il progetto dell’estate 2013

stati. Perfino la natura crea rifiuti che poi gestisce

oppure di laboratorio che prevedeva una prima parte manuale di

non teniamo conto del fatto che ci sono sempre

si sono proposte diverse attività sia a carattere di gioco a squadre

correttamente senza causare un danno a se stessa.

costruzione di un gioco con il quale alla fine sfidarsi.

E proprio dalla natura deve imparare l’uomo, prima

di tutto con la pratica del riciclo. Il prezzo dell’ope-

ra, che è disponibile nelle librerie del Gruppo Giunti,

ECONOMIA LOCALE - 12.000 BAMBINI IMPARANO GIOCANDO CON LIBERAMBIENTE

on-line. Vista la giovane età del prodotto non è

Il Progetto di educazione ambientale Liberambiente, promosso da Padova

è di 7,90 euro. Inoltre il libro è acquistabile anche

ancora possibile avere dati di vendita, ma i primi segnali sono assolutamente positivi visto che dopo

3 mesi si è resa necessaria una ristampa. Il libro

risulta molto versatile e si adatta bene ai percorsi didattici della scuola secondaria di primo grado,

ma anche alla quarta e quinta elementare. Dal libro

poi è nata una rappresentazione teatrale dal titolo

“Una storia che puzza”:

il protagonista del libro Maurice La Nature e

il suo fido segugio Rubby vi guideranno nella storia… dell’immondizia…

e attenti a dove

mettete i piedi!!!

Tre e gestito dalla Cooperativa Sociale Ecofficina, è un progetto rivolto alle

IN RIALZO IL PROGETTO

di Padova Quattro. Si sviluppa durante l’intero anno scolastico ed è artico-

11 anni di costante attività e non sentirli

scuole di ogni ordine e grado dei territori afferenti ai Bacini di Padova Tre e lato in una serie di laboratori, letture animate, spettacoli teatrali e lezioni

LIBERAMBIENTE 2012/2013 802 + J

teoriche: una varietà di offerte in continuo aggiornamento tra le quali gli

E N° LABORATORI:

formative dei propri alunni. Ogni anno il progetto è cresciuto per numero

& N° USCITE:

88 + K

in classe, vengono proposte anche delle visite guidate ad impianti di trat-

M N° TEATRI:

62 + J

tore San Lazzaro, vetreria Saint Gobain e ad altri impianti di produzione di

D N° ALUNNI AI LABORATORI: 11.920 + J

insegnanti scelgono ad inizio anno quella più adatta all’età e alle esigenze

di adesioni e per tipologia di offerta formativa. Oltre ai laboratori didattici tamento rifiuti della provincia di Padova: impianti S.E.S.A., termovalorizzaenergia pulita. Per le classi che per vari motivi fossero impossibilitate ad

andare in visita presso gli impianti, proponiamo anche degli approfondi-

Q N° ALUNNI AI TEATRI:

3.946 + K

funzionamento di impianti quali discariche, cartiere, vetrerie o altri impianti

J

3.262 + J

menti in aula. La lezione ha la durata di un’ora e ha lo scopo di spiegare il di riciclo dei rifiuti o di produzione di energia da fonti rinnovabili.

N° ALUNNI ALLE USCITE:


PRIMO PIANO

PROGETTO LIBERAMBIENTE SETTEMBRE 2013

a tu per tu con padova tre, intervista con Stefano Chinaglia Nuove idee e soluzioni coinvolgenti per il Progetto Liberambiente nelle scuole dotti dal nostro territorio. A questo propo-

attori principali nella sensibilizzazione, nella

impianti S.E.S.A., al termovalorizzatore San

Cosa proporrete per il futuro? Liberambiente

sito sono stati organizzate varie uscite: agli Lazzaro, alla vetreria Saint Gobain, alla centrale a biomassa di Polverara e alla centrale geotermica di Battaglia Terme.

E alla fine? A conclusione del Progetto Libe-

rambiente si tiene inoltre un concorso che quest’anno ha avuto tre diverse tematiche Buongiorno Presidente, come è nata l’idea di

sul riutilizzo dei rifiuti.

questo magazine? Questa iniziativa edito-

Ci potrebbe dare una “dimensione” del progetto?

alla dinamicità del Progetto Liberambiente.

tazioni teatrali, 88 uscite. Sono questi i dati

si sviluppa durante l’intero anno scolasti-

dopo undici anni di attività. Vi basta? J

pratici e lezioni teoriche che coinvolgono gli

I laboratori (in totale più di 30), che si pro-

raccolta dei rifiuti. Di queste importanti te-

scolastico e comprendono attività pratiche

sidente di Padova Tre.

matici e portano ad apprendere giocando.

biente per Padova Tre? Moltissimo. Direi

tetrapak o da contenitori di plastica per arri-

anno, i nostri operatori, organizzano labo-

realizzati completamente a mano. In altri in-

torio che aderiscono all’iniziativa. I bambi-

traverso dei semplici esperimenti scientifici.

differenziata e poi mettono in pratica le

anche delle visite guidate ad impianti presso

riale deriva dalla voglia di comunicare unita

11.920 alunni, 802 laboratori, 62 rappresen-

Un’iniziativa di Educazione Ambientale che

impressionanti del Progetto Liberambiente

co ed è articolata in una serie di laboratori

Ma nel concreto come si articola Liberambiente?

in base al ciclo di istruzione. Per l’infanzia

“Immaginiamo la primavera”, per le primarie

“Riciclarte” e per le medie “Ecocat, il supergatto ecologico”. Nei primi due casi, ogni

classe ha presentato un lavoro riguardante il tema indicato, fatto con materiali di recupe-

ro, mentre per le scuole medie, era necessario consegnare un storia inventata.

Siete soddisfatti dei risultati ottenuti? Le

formazione e nell’educazione dei ragazzi.

è un progetto che si è sempre evoluto nel

corso degli anni. Da due anni abbiamo ag-

giunto anche una parte dedicata all’energia, ampliando l’offerta formativa non solo al

campo del riciclo dei rifiuti. Di certo nei pros-

simi anni continueremo a lavorare in questa direzione rendendo i laboratori e le visite

sempre più interattivi perchè i bambini, grazie all’aspetto “pratico”, imparano molto di più. Inoltre renderemo più rilevante l’offerta

legata al web: le nuove generazioni conoscono questo strumento e lo utilizzano quotidianamente. Non si può pensare di prescindere

da un utilizzo sano del mondo di internet e dei social network.

alunni anche in visite guidate ad impianti di

pongono alle scuole, sono divisi per grado

scuole hanno saputo cogliere il senso cul-

Perchè un’azienda che si occupa di gestione

matiche ce ne parla Stefano Chinaglia, Pre-

e teoriche. Inoltre tutti i laboratori sono te-

mativo volto a formare gli adulti di domani.

nerazioni? La nostra mission è prima di tutto

Quanto è importante il Progetto Liberam-

In alcuni, per esempio, si parte da rifiuti di

è in aumento: un segno chiaro della qualità di

re questo risultato ci impegniamo sotto vari

che è uno dei nostri fiori all’occhiello. Ogni

vare a costruire e dipingere piccoli giocattoli

ratori tematici in tutte le scuole del terri-

vece insegniamo da dove arriva l’energia at-

ni seguono lezioni teoriche sulla raccolta

E poi? Oltre ai laboratori vengono proposte

conoscenze apprese con laboratori pratici

i quali vengono conferiti proprio i rifiuti pro-

turale che sta dietro a questo percorso for-

rifiuti si impegna così tanto con le nuove ge-

Anche quest’anno il trend di partecipazione

la salvaguardia dell’ambiente. Per raggiunge-

questo progetto gestito dai nostri operatori

con professionalità e dedizione. Investire nel-

le nuove generazioni significa garantire un futuro migliore all’ambiente in cui viviamo. Per questo continueremo ad impegnarci in que-

sta direzione proponendo percorsi formativi

sempre nuovi e cercando una collaborazione sempre più stretta con gli insegnanti, gli

aspetti. Ma come si sente dire spesso, preve-

nire è meglio che curare: educare oggi gli adulti di domani, significa avere la garanzia di una raccolta differenziata ottimale. Ma non solo.

Significa anche crescere delle persone consa-

pevoli che differenziare e rispettare l’ambiente non è una moda fine a se stessa: tutti insieme riuscire a costruire un futuro ecosostenibile.

FESTA DI PRIMAVERA E CONCORSO Cari Professori… Presenti 600 bambini delle scuole del territorio

visione della mostra, allestita per mettere in luce

Nel rinnovare il progetto per l’edizione

possibilità di visitare il Museo della Naviga-

proprio il concorso! Perché quello non l’abbiamo

colare attenzione all’offerta proposta alla

all’interno di una mattinata strutturata in

tutte le opere realizzate per il concorso! Eh si, dimenticato! I bambini guidati dai propri insegnati

si sono potuti sbizzarrire sul tema a loro proposto. Il tema era diverso per ogni grado scolastico

e di conseguenza tre sono stati i vincitori! Il tema

per la Scuola dell’Infanzia era “Immaginiamo la PriStanchi dei prati verdi, dei colli e del castello,

quest’anno si è deciso di fare un grande salto di qualità e di portare un cambiamento alla storica

festa di fine anno! Infatti si è passati da Villa Li-

spida al padiglione 5B della Fiera di Padova. Un fantastico capannone di 5000 m2! Ma il salto non è dato sicuramente dal tipo di location scelta, ma dal fatto che l’evento di questa’anno è stato

inserito all’interno della settimana dell’ambiente promossa dalla Regione Veneto 2013. La classica festa di fine anno è diventata la festa di Primavera che si è tenuta il 21 marzo presso la fiera di

Padova in occasione del Sep Green R-Evolution.

Gli alunni presenti all’evento erano 621, provenienti da 13 diverse scuole, i quali hanno trascor-

so la mattinata tra giochi, spettacolo teatrale e

Lettera dallo staff del Progetto Liberambiente

mavera” e si è aggiudicata la vittoria l’Infanzia M. Immacolata di Arzercavalli di Terrassa Padovana.

Per la Primaria con il tema “Riciclarte” ha vinto la scuola “L. Da Vinci” di Galzignano T. con l’opera

“Primavera: fiorisce la Riciclofantasia”. Ai vincitori

premiati dal direttore Simone Borile e dai Sindaci e Assessori intervenuti per l’occasione sono

state consegnate le medaglie, delle magliette e dei buoni spesa da 250,00 € spendibili in negozi

convezionati; mentre a tutti i partecipanti sono

stati regalati dei simpatici contenitori porta far-

maci e pile come gadget. Le Secondarie di Primo Grado non sono intervenute all’evento, ma per

loro il concorso prevedeva di realizzare il secondo episodio del fumetto “Ecocat - Il Super Gatto Eco-

logico” e la vittoria è andata alla classe 1° B della scuola di Sant’Elena.

2013/2014, abbiamo voluto porre parti-

scuola secondaria di primo grado. Come po-

tete vedere dalla brochure a voi dedicata,

abbiamo fissato gli obiettivi da raggiungere specificando quali aree tematiche sono interessate dalle nostre attività. Inoltre, per

facilitare la scelta del laboratorio o approfondimento o visita guidata più adatta alle

vostre esigenze, li abbiamo suddivisi per aree tematiche. Oltre alla diversa presenta-

zione del progetto però, ci sono anche importanti novità tra le proposte didattiche:

una lezione di un’ora e mezza per spiegare in maniera completa il viaggio compiuto dai

rifiuti dalle nostre case ai diversi impianti di gestione. Ma non è tutto qua… avete anche la possibilità di organizzare per i vostri

ragazzi un incontro con l’autore del libro “Storia dell’immondizia” che oltre a ripercorrere la storia, darà anche un assaggio

di fumettistica, insegnando ai ragazzi da

dove si parte per creare un personaggio di una storia a fumetti! E ancora… vi diamo la

zione di Battaglia Terme, inserendo la visita

modo da far capire ai ragazzi l’importanza

della pulizia anche delle aree geografiche secondarie. Con l’occasione vi ricordiamo che lo spettacolo teatrale “Una storia che

puzza” può servire a completare un percor-

so incentrato sulla divisione dei rifiuti ed il rispetto per l’ambiente, in quanto affronta

in maniera molto divertente ed accattivan-

te, la storia della gestione dei rifiuti nelle varie epoche. Tutte le nuove proposte ve le facciamo con la speranza di avere una

maggior richiesta di partecipazione anche

nel vostro ciclo scolastico perché crediamo che sia importante completare il nostro

percorso iniziato in maniera molto ludica e

divertente alla scuola dell’infanzia e portato avanti con spirito laboratoriale alla scuola primaria, così che i ragazzi possano avere

piena conoscenza del “mondo dei rifiuti” e si possano così sentire più responsabili delle azioni che quotidianamente svolgono. Cordiali saluti.


PRIMO PIANO

PROGETTO LIBERAMBIENTE SETTEMBRE 2013

CHE bello!!! SIAMO STATI A CASA ZELEGHE a cesuna Un soggiorno difficile da dimenticare! Il racconto di un’esperienza Due giorni e una notte, questo è il periodo trascorso dalle classi che hanno par-

tecipato al Soggiorno Didattico a Casa

oroscopo laboratori

Vicenza. Qui tutti i ragazzi arrivati in mat-

A causa di Marte vi aspetta un anno scolastico di basso profilo… molto terra terra. Colore fortunato il marrone.

Dopo la sistemazione in camera gli ospiti

sono stati invitati a cominciare le attivi-

tà che per loro erano già state pianifica-

il pranzo: primo, secondo, contorno, ac-

qua, pane e addirittura il dessert! Dopo una breve pausa sono riprese le attività.

I ragazzi sono stati portati nei boschi e

“costretti” a stare nella natura! Dopo

prima che salisse in pullman e i ragazzi ci

ha riferito: “Per molti ragazzi è stata la

sino alle 22.00 – 22.30 e poi tutti nelle

il prossimo anno, ma di poter rimanere

genitori! Se aggiungiamo che si trovavano

cena era “obbligatorio” rimanere svegli

hanno detto: “Speriamo di tornare anche

camere! Quando le porte si sono chiuse,

tutta la settimana”, altri ancora “ Mi è

invece di udire il silenzio della casa, si

piaciuta moltissimo la passeggiata nel bo-

udivano solo voci nel buio dei corridoi! La

sco!” o ancora “Gli esperimenti sull’ener-

seconda giornata prevedeva delle nuove

gia sono stati veramente divertenti…”. Gli

attività che si sono protratte anche nel

insegnanti accompagnatori hanno riferito

pomeriggio. Poco prima del tramonto, fi-

dell’entusiasmo che tutti i ragazzi hanno

nalmente, è giunta l’ora di tornare a casa!

dimostrato per la nuova esperienza che

Finalmente solo per gli insegnanti, perché

Padova Tre ha permesso di fare ai propri

i ragazzi voglia di tornare non ne avevano.

allevi. Siamo riuscite a raggiungere tele-

Siamo riuscite a raggiungere un gruppo

fonicamente una delle insegnanti che ci

prima esperienza fuori casa senza i propri

di dormire non ne volevano proprio sape-

esplosiva! Erano talmente elettrizzati che re!”. Un’altra insegnate ci ha riferito: “Alle

la colazione. L’unico problema è che sa-

tutti erano già svegli e vestiti pronti per rebbe stata servita minimo tre ore dopo!”

LABORATORI

ALUNNI

USCITE

802

800

16.000

200

Numero alunni

8.180

9.684

11.922

600

12.000

150

Numero uscite

56

49

88

400

8.000

100

Numero comuni

48

49

55

200

4.000 2011 2012 2013

50 2011 2012 2013

2011 2012 2013

COMUNI ROVOLON

VO

URBANA

M.S. VITALE

PONSO VIGHIZZOLO D’ESTE

MERLARA PIACENZA D’ADIGE

CASTELBALDO MASI

VILLA ESTENSE

GRANZE

SANT’URBANO

VESCOVANA BARBONA

STANGHELLA BOARA PISANI

CONSELVE

CANDIANA

BAGNOLI DI SOPRA AGNA ANGUILLARA VENETA

PIOVE DI SACCO

ARZERGRANDE PONTELONGO

TRIBANO SOLESINO

BRUGINE

BOVOLENTA

ARRE SANT’ ELENA

CARCERI

TERRASSA PADOVANA

S. PIETRO VIMINARIO

MONSELICE

ESTE

CARTURA

PERNUMIA

BAONE

POZZONOVO

CASALE DI SCODOSIA

SALETTO S.MARGHERITA D’ADIGE

M.S. FIDENZIO

OSPEDALETTO EUGANEO

MONTAGNANA

DUE CARRARE

POLVERARA

ARQUÀ PETRARCA

BATTAGLIA TERME

CINTO EUGANEO

MASERÀ DI PADOVA

S. ANGELO DI PIOVE DI S.

LEGNARO

CORREZZOLA

CODEVIGO

Costruire per giocare

(23/9 - 22/10)

Marte e Plutone renderanno l’anno ricco di creatività e soprattutto di sfide! Colore fortunato il verde.

In verde le scuole dei comuni che hanno aderito al progetto educativo ambientale “LIBERAMBIENTE” 2013

Riutilizziamo la carta

(23/8 - 22/9)

Durante quest’anno scolastico grazie a Giove riuscirete a ritagliare degli spazi per gli altri e a non mettervi in cornice! Colore fortunato arancione.

676

(23/7 - 22/8)

re cosa succedeva. In una camera da sei

un vocio e ho deciso di andare a vede-

Termovalorizzatore: cielo da sereno a poco nuvoloso con possibilità di rovesci di scarsa intensità nelle ore pomeridiane.

2012

Gli spazzini pazzi

Saturno entrato nella costellazione dell’acquario farà sì che siate accorti, veloci e precisi nella raccolta differenziata. Colore fortunato il grigio.

5.30 del mattino sono stata svegliata da

Energia nel territorio: cielo sereno o poco nuvoloso con probabili piovaschi pomeridiani in pianura.

622

(21/6 - 22/7)

in camera con i compagni! La miscela è

Visita Museo della Navigazione: il cielo si presenterà limpido con temperature gradevoli per passeggiate mattutine.

2011

Da cosa nasce cosa

Mercurio vi renderà particolarmente sensibili al tatto e all’udito! Attenti a non toccare oggetti taglienti! Colore fortunato il verde.

CHE TEMPO FARÀ SULLE NOSTRE USCITE?

LOZZO ATESTINO

(21/5 - 20/6)

Periodo tranquilllo molto rilassato grazie a urano nella vostra costellazione. Vacanze in campo con Salvatore il lombrichino decompositore, con i funamboli Plastik e Tinà e con Tommaso, scalatore di alberi. Colore fortunato il giallo.

sapevano del loro arrivo! Alle ore 12.30

55

Letture animate

te a tavolino perché tutti a Casa Zeleghe

GALZIGNANO TERME

(21/4 - 20/5)

Nella prima parte dell’anno i pianeti saranno dalla vostra parte e vi sentirete frizzanti come l’acqua in bottiglia! Colore fortunato l’azzurro.

quattro, da sei o addirittura da otto!

49

Riutilizziamo la plastica

tinata sono stati sistemati in camere da

48

(21/3 - 20/4)

Zeleghe a Cesuna di Roana in provincia di

Numero laboratori

Dai rifiuti… un fiore

AGNA ANGUILLARA VENETA ARRE ARQUÀ PETRARCA ARZERGRANDE BAGNOLI DI SOPRA BAONE BATTAGLIA TERME BOARA PISANI BOVOLENTA BRUGINE CANDIANA CARCERI CARTURA CASALE DI SCODOSIA CASTELBALDO CINTO EUGANEO CODEVIGO CONSELVE CORREZZOLA DUE CARRARE ESTE GALZIGNANO TERME GRANZE LEGNARO LOZZO ATESTINO MASERÀ DI PADOVA MASI

MEGLIADINO SAN FIDENZIO MEGLIADINO SAN VITALE MERLARA MONSELICE MONTAGNANA OSPEDALETTO EUGANEO PERNUMIA PIOVE DI SACCO POLVERARA PONTELONGO PONSO ROVOLON SANTA MARGHERITA D’ADIGE SALETTO SAN PIETRO VIMINARIO SANT’ANGELO DI PIOVE SANT’ELENA SANT’URBANO SOLESINO STANGHELLA TERRASSA PADOVANA TRIBANO URBANA VESCOVANA VIGHIZZOLO D’ESTE VILLA ESTENSE VÒ

LATTE

Riutilizziamo il tetrapak

(23/10 - 21/11)

Nella prima parte dell’anno Venere farà in modo che i poliaccoppiati siano freschi e ben conservati. Colore fortunato il rosso.

Ricicliamo la carta

(22/11 - 21/12)

Nettuno farà in modo che abbiate sempre le mani in pasta… di carta naturalmente! Colore fortunato il viola.

Quanta energia

(22/12 - 19/1)

Proposte altamente elettrizanti data la presenza di Mercurio nella vostra costellazione! Colore fortunato il giallo.

Sperimentiamo l’energia

(20/1 - 18/2)

Una continua ricerca di come ricaricare le batterie con la Luna nel vostro laboratorio! Colore fortunato il blu.

Teatro

(19/2 - 20/3)

L’ingresso della Luna nello spettacolo tenderà a rendervi un po’ troppo protagonisti! Colore fortunato il rosso.


novitÀ

PROGETTO LIBERAMBIENTE SETTEMBRE 2013

Nuove prOposte per i laboratori

da Cosa Nasce cosa

Con l’utilizzo di svariati rifiuti di diversi materiali, costruiamo degli attrezzi ludici da tenere a scuola ed usare tutti insieme! (Per infanzia)

gli spazzini

pazzi

Dopo aver trasformato la classe in una “discarica”, i bambini diventeranno gli spazzini che devono rimettere tutto in ordine ma attenzione… ogni rifiuto al suo posto! (Per primaria)

la gestione dei Rifiuti

Una lezione frontale incentrata sul tema della gestione dei rifiuti ed arricchita dalla visione di un dvd: dalle nostre case, agli impianti di trattamento. (Per secondaria di primo grado)

visita guidata Nuovo percorso incontro museo NavigazionE villa Beatrice con l’Autore

La visita al museo sarà arricchita dall’osservazione del lavoro svolto dall’imbarcazione dedicata alla pulizia delle acque, ma anche del salto d’acqua e della centrale per considerare l’aspetto delle energie rinnovabili. (Per primaria e secondaria di primo grado)

Attività incentrate sul tema della catena alimentare, per far capire ai bambini come funziona lo smaltimento dei “rifiuti” in natura e, di conseguenza, come si dovrebbe comportare l’uomo per rispettare l’ambiente circostante. (Per 2° e 3° primaria)

L’autore utilizzerà alcune slides delle tavole del libro per ripercorrere la storia dei rifiuti e completerà l’incontro con una breve lezione sulla creazione di un personaggio di un fumetto. (Per secondaria di primo grado)

Magazine 2013  

Magazine 2013

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you