Issuu on Google+

“I Formaggi” La raccolta

Dal contest de

Il Risotto Perfetto


LA VINCITRICE: Cocottine di lasagne primaverili al ragÚ di latte, basilico e salsiccia Di Giorgia – Barbie Magica Cuoca

http://barbiemagicacuocagr.blogspot.it/2014/04/lasagne-primaverilicon-ragu-di-latte-basillico-e-salsiccia.html


Ingredienti x4 cocottine (ricetta tratta dal libro "Le ricette di Napoli" di Luciano Pignataro) per la besciamella 500 ml di latte 1 cucchiaio di farina 50 ml di olio extra vergine d'oliva sale e pepe q.b. per il pesto 250 gr di basilico 1 manciata di pinoli 1 manciata di noci olio extra vergine d'oliva e sale q.b. parmigiano e pecorino grattugiato q.b. 2 salsicce di maiale 200 gr di mozzarella di bufala mezzo pacchetto circa di lasagne pepe e pecorino grattugiato q.b.

Preparazione Per prima cosa preparate la besciamella: mettete a scaldare l'olio in un pentolino, aggiungete la farina mescolando sempre e poi il latte ben caldo e girate sempre in senso orario fino a quando non avrete ottenuto una salsa dalla consistenza cremosa ma non troppo densa, regolate di sale e pepe e spegnete. Preparate poi il pesto tritando al mixer il basilico ben lavato e asciugato con i pinoli, le noci, il sale, il pecorino, il parmigiano e l'olio extra vergine d'oliva. Assaggiate per regolare di sale/formaggi. Unite il pesto alla besciamella mischiando bene per incorporarlo del tutto. Private le salsicce del budello, tagliatele a pezzetti e rosolatele in un padella con olio extra vergine d'oliva, sfumando con un goccio di vino bianco verso la fine. A questo punto potete comporre le vostre lasagne: versate sul fondo delle cocottine un cucchiaio di ragÚ di latte e basilico, lessate pochi minuti le sfoglie di pasta in acqua bollente salata e man mano scolatele, asciugatele su un canovaccio e rivestite le cocottine. Dopodichè procedete per strati: prima il ragÚ di latte e basilico, la salsiccia a pezzetti, la mozzarella grattugiata, il pecorino ed il pepe; poi ancora pasta, ragÚ, salsiccia, mozzarella, pecorino e pepe; infine coprite con un'ultima sfoglia di pasta, un po' di salsa e una spolverata di pepe e pecorino. Infornate a 180° per circa 30 minuti.


Risotto "Monza e Brianza" con luganega, formaggini di Montevecchia, rosmarino delle terrazze e birra San Dalmazzo di Loredana – L'Angolo delle Ghiottonerie

La lista degli Ingredienti per 2 persone Per il brodo vegetale sedano, una costa 1 carota 1 cipolla alloro, qualche foglia pepe in bacche, q.b. sale rosa dell'Himalaya, q.b. Per il risotto 160gr di riso Carnaroli brodo vegetale, q.b. 1/2 bicchiere di birra (la mia San Dalmazzo***,Birrificio Menaresta) 1 scalogno sale rosa dell' Himalaya, q.b. rosmarino delle terrazze di Montevecchia, q.b. 1 cucchiaino di miele di castagno bio (il mio, Rigoni d'Asiago) burro, una noce olio EVO, q.b.


Per la mantecatura 1 formaggino di Montevecchia non stagionato Per la guarnizione 70gr di luganega (salsiccia tipica del monzese) 1 cucchiaino di miele di castagno bio (il mio, Rigoni d'Asiago) rosmarino delle terrazze di Montevecchia, q.b. Preparate il brodo vegetale con una costa di sedano, una carota e una cipolla, insaporite con del sale rosa dell' Himalaya, profumate con un mix di erbe e spezie (alloro e pepe) e tenete in caldo. Rimuovete il budello dalla luganega, sgranatela e rosolatela in padella. Quando sarĂ  ben dorata, sfumatela con la birra e completate la cottura, lasciando evaporare la parte alcoolica. Tenete in caldo. In una casseruola, fate sudare lo scalogno affettato al velo con un filo d'olio EVO ed una noce di burro. Aggiungete il Carnaroli, fatelo tostare, sfumate con la birra e lasciate evaporare l'alcool. Aggiungete il brodo, poco alla volta e portate a cottura. Aggiustate di sale e pepe e, a piacere, correggete il retrogusto dalla birra con un cucchiaino di miele di castagno bio. A fiamma spenta, matecate con il formaggino di Montevecchia non stagionato, profumate il risotto con abbondante rosmarino tritato e lasciate riposare 1', con coperchio, prima di servire. Tempo di cottura per avere un risotto al dente: 18'.


Sfoglia ai formaggi ed erbe aromatiche di Margherita – Cannella e Confetti

Ingredienti: Per la pasta 250 gr farina 00 3/4 bicchiere d'acqua tiepida 2 cucchiai d'olio mezzo cucchiaino di bicarbonato sale qb Per il ripieno un uovo 300 gr crescenza 150 gr scamorza affumicata pepe nero qb rosmarino - origano - timo Preparare la pasta impastando farina, olio, sale e aggiungendo piano piano l'acqua; non deve risultare nè troppo appiccicoso nè troppo duro. Far riposare dieci minuti, stendere con il mattarello e bucherellare il fondo con una forchetta. Frullare l'uovo e la crescenza, poi spalmare con un cucchiaio sulla base della torta. Tritare la scamorza e distribuirla su tutta la superficie, poi aggiungere generosamente il pepe e le erbe aromatiche secche. Infornare a 180 ° in forno statico per 30 minuti, fino a quando non sarà dorata. Servire tiepida.


Torta Pasqualina di Sabrina – Sabrina in cucina

Ingredienti 520 gr farina mezzo bicchiere di olio evo 500 gr spinaci 1 spicchio di aglio 300 gr ricotta vaccina di mucca di montagna ( Becetto in Valle Varaita (CN)) 4 cucchiai di latte 5 tuorli 30 gr parmigiano grattuggiato 1 ciuffo di prezzemolo sale e pepe q.b. 1 bicchiere di acqua

Impastate 500 gr farina con 2 cucchiai di olio, sale e un bicchiere di acqua fino ad ottenere una pasta elastica. Dividete la pasta in 8 panetti e fateli riposare coperti con un telo umido per circa 20 minuti. Lavate gli spinaci, lessateli, scolateli, strizzateli e tritateli finemente con la


mezzaluna. Rosolate gli spinaci con un cucchiaio di d'olio, uno di prezzemolo tritato e, se lo usate, lo spicchio d'aglio. Cuocete gli spinaci, salati e pepati, per 10 minuti. Spegnete il fuoco, togliete l'aglio, unite il parmigiano. In una terrina lavorate la ricotta con mezzo cucchiaio di farina e il latte fino ad ottenere una crema. Salate e pepate. Infarinate e ungete di olio uno stampo a cerniera di 26 cm. Con il mattarello stendete i panetti in sfoglie sottilissime. Rivestite fondo e pareti dello stampo con una sfoglia e spennellate di olio; sovrapponetene altre 3, spennellando ciascuna di olio. Mettete sulle sfoglie spinaci e ricotta; formate in quest'ultima delle fossette con il dorso di un cucchiaio e mettete in ciascuna un tuorlo d'uovo. Ricoprite con una sfoglia, spennellatela di olio e sovrapponete le 3 sfoglie rimaste unte una per una. Punzecchiate la superficie, ungetela, ripiegate i bordi e cuocete in forno a 180 gradi per 45 minuti circa.


Margherite di Barbabietola e Asparagi Del blog A tutta Cucina

Ingredienti: 250g semola di grano duro, 150g barbabietola cotta, 2 uova, 150g robiola, 100g ricotta, 130g grana grattuggiato, 300g asparagi, olio, sale, pepe Mettere nel frullatore la barbabietola a tocchetti e frullarla con 30ml di acqua fino a che si sarĂ  formato un composto omogeneo. Impastare la farina con il composto di barbabietola e 1 uovo, manipolando a lungo, fino ad ottenere una pasta soda, liscia e compatta, avvolgerla in un tovagliolo infarinato e lasciare riposare 1 ora. Nel frattempo, in una terrina amalgamare la ricotta con la robiola, 100g di grana, l'uovo rimasto, un pizzico di sale e una presa di pepe, coprire e lasciare a riposo fono all'utilizzo. Cuocere a vapore gli asparagi per 20 minuti. Stendere la pasta in sfoglie sottili, ritagliare con un coppapasta smerlato tante margherite, porvi al centro 1 cucchiaino colmo di ripieno e adagiarvi sopra un'altra margherita di pasta, pigiando bene attorno al ripieno, per sigillare i bordi, adagiando man mano le margherite su un canovaccio infarinato; lasciare riposare 30 minuti. Tagliare a tocchetti gli asparagi e rosolarli in 4 cucchiai d'olio con una presa di sale, per 5 minuti; nel frattempo lessare in abbondante acqua bollente e salata con l'aggiunta di 1 cucchiaio d'olio, le margherite per 4 minuti, scolarle e passarle nella padella con gli asparagi, spadellare delicatamente il tutto e servirle subito in tavola, con il grana rimanente.


Bocconcini integrali provola affumicata e funghi porcini di Simona – La Casa del coniglio Bianco

Ingredienti Per la pasta frolla salata integrale 400 gr di farina integrale 200 gr di burro 2 uova sale (acqua fredda se necessario) Per il ripieno 200 gr di ricotta besciamella 100-150 ml 100 gr di funghi porcini secchi (se si usano quelli freschi la dose deve essere di almeno 500-600 gr) 150 gr di provola affumicata 1 uovo burro sale pepe


Procedimento Per la base Mettere in un recipiente la farina, aggiungere il burro molto morbido, le uova, il sale e mescolare. Far assorbire bene la farina e, se necessario, unire un po' di acqua. Quando si sarà ottenuto un impasto bello liscio metterlo a riposare per circa mezz'ora in frigorifero, in un sacchetto per il congelatore. Passata la mezzora riprendere l'impasto, stenderlo in una teglia per crostate del diametro di circa 28 cm. Per il ripieno Per prima cosa mettere in ammollo i funghi in acqua tiepida per circa mezzora, poi strizzarli bene e metterli a rosolare in una padella con un po' di burro. Mescolare la ricotta con la besciamella, con l'uovo e condire con sale e pepe. Stendere sulla base 2/3 del composto, poi unire ai funghi il restante terzo del composto, mescolare e versare sulla torta. Livellare la superficie e, dopo aver tagliato la provola affumicata a fettine stenderla a coprire tutta torta. Infornare a 180° per circa mezzora. Prima di sfornare fare la prova stecchino e, eventualmente prolungare leggermente la cottura. Far freddare completamente la torta e poi sformarla. A questo punto si può servire intera o tagliarla a cubetti e presentarla come finger food.


Fiori di frolla con Grano e Ricotta di Paola – Cioccolato Amaro

Ingredienti Per la pasta frolla 300 gr di farina 00 il Molino Chiavazza 150 gr di burro 150 gr di zucchero 2 tuorli 1 uovo Per il ripieno 200 gr di grano cotto 100 gr di zucchero 200 gr di ricotta 3 uova 1 cucchiaio di fiori di arancio 150 ml di latte per cuocere il grano

Preparate prima la frolla in una ciotola o sul piano di lavoro, mettete la farina e lo


zucchero. Formate un buco al centro dove vanno le uova,la grattata di limone ed il burro. Impastate partendo dall'amalgamare le uova cercando di prendere la farina, continuate fino a formare un composto omogeneo che mettete a riposare in frigo per 30 minuti. Preparate il ripieno: in una pentola fate cuocere il grano con il latte fino ad avere una crema, lasciate raffreddare e nel frattempo passate al ricotta al setaccio, amalgamate lo zucchero, aggiungete il cucchiaio di fiori di arancio, il limone grattugiato, montate le uova e aggiungetele al composto di ricotta. Aggiungete anche il grano e mescolate. Prendete la frolla, stendetela e con un tagliapasta rotondo ritagliate dei grossi cerchi, appoggiate i cerchi di frolla negli stampini foderati con carta forno, versate un cucchiaio abbondante di composto con la pasta avanzata fate qualche striscia sui fiori di frolla ad incrocio in forno per 20 minuti a 180째. Sformate e spolverizzate con zucchero a velo.


Muffin salati con buche de chèvre, cipolla rossa di Tropea caramellata e semi di papavero Di Loredana – L'Angolo delle Ghiottonerie

La lista degli Ingredienti per 6 muffin per grandi appetiti e 8 mini-muffin per piccoli appetiti 250gr di farina manitoba 150gr di buche de chèvre 1 cipolla rossa di Tropea semi di papavero, q.b. 100ml di latte 100ml di olio EVO 2 uova bio di media grandezza 12gr di lievito istantaneo aceto balsamico tradizionale di Modena, q.b. 2 cucchiaini di zucchero di canna integrale 2 gr di fleur de sel aromatizzato alle erbe provenzali pepe nero, a piacere Come procedere Partite con la preparazione della cipolla caramellata che necessiterà di un po' di tempo per il raffreddamento, prima di essere utilizzata. Sbucciate la cipolla, lavatela ed affettatela al velo. Fatela sudare a fuoco dolce in una padella con un filo d'olio EVO e, quando comincerà a prendere colore, cospargetela con lo


zucchero di canna e sfumate con l'aceto balsamico tradizionale di Modena. Aggiustate di sale e pepe e levate dai fuochi. In una ciotola piuttosto capiente e dai bordi alti, raccogliete la farina manitoba, il lievito, il fleur de sel aromatizzato e il pepe, lo chevre a dadini e la cipolla caramellata. In un'altra ciotola, lavorate gli ingredienti liquidi: sbattete le uova con il latte e l'olio EVO. A questo punto, unite gli ingredienti liquidi a quelli secchi, cercando di amalgamarli lavoradoli il meno possibile. Io ho utilizzato degli stampi in silicone della Silikomart per muffin e mini-muffin, quindi non si è reso necessario utilizzare dei pirottini di carta. Riempite ogni cavità dello stampo per i 2/3, cospargete con i semi di papavero la sommità di ciascun bocconcino e cuocete in forno preriscaldato, a 180° per 35'.


Nuvolette al Formaggio Di Sabrina – Sabrina in Cucina

INGREDIENTI 200 gr squacquerone o stracchino 2 uova 100 gr farina 1 cucchiaino lievito per pizze o torte salate sale q.b. formaggio a pezzetti ( bra tenero) prosciutto a pezzetti (cotto e crudo) olio semi girasole per friggere PROCEDIMENTO Impastate bene tutti gli ingredienti, compreso il formaggio e il prosciutto a pezzetti (no l'olio, serve solo per friggere). In una padella con olio di semi di girasole ben caldo, friggete le nuvolette a cucchiaiate. Scolatele bene su carta assorbente da cucina. Servitele calde.


Risotto agli stridoli e crescenza Di Silvia - LaGreg

Ingredienti (per 4 persone) 360 gr di riso (per me Baldo o Carnaroli…o quello che preferite) un mazzetto abbondante di stridoli 100 gr di crescenza olio extravergine di oliva parmigiano grattugiato ghiaccio 1 scalogno


brodo vegetale Lavate accuratamente gli stridoli quindi immergeteli in un pentolino con acqua bollente salata e cuocete per qualche secondo, scolate ed immergete subito in acqua e ghiaccio. Nel frattempo soffriggete lo scalogno con olio extravergine di oliva e quando trasparente unite il riso e lasciate tostare un paio di minuti. Unite gradualmente il brodo vegetale (regolando di sale) e portate a cottura unendo alla fine gli stridoli e la crescenza e quindi il parmigiano a piacere. Lasciate riposare coperto qualche minuto prima di servire.


Polpette Golose Di Paola – Cioccolato Amaro

Vediamo cosa ci occorre 500 gr di pane raffermo 3 uova sale q.b. una fetta di cotto tagliata a dadini 1 mozzarella a dadini pane grattugiato olio di semi di arachide Come si prepara Ammollate il pane nell'acqua. Strizzate il pane. Mettete il pane in una ciotola capiente, aggiungete le uova, il sale e amalgamate tutti gli ingredienti. Prendete un pò di impasto, appoggiatelo nell'incavo della mano al centro posizionate qualche dadino di prosciutto e qualche dadino di mozzarella e chiudete. Passate per le mani formando una palla che passerete nel pane grattugiato e poi friggete in olio.


Bagel con Mortadella Bologna IGP, Burrata di Andria e pomodori secchi Di Danja – Un Pinguino in Cucina

Ingredienti per 2 persone: 2 bagel 100g di Mortadella Bologna IGP 50g di Burrata di Andria 4 pomodorini secchi sott'olio Tagliare i bagel a metĂ  e tostarli leggermente in una padella antiaderente senza aggiunta di condimenti. Farcirli con la mortadella, la burrata sfilacciata e i pomodori secchi. Servire con una generosa manciata di patatine (ok, lo ammetto, la manciata era per le foto, io in realtĂ  mi sono strafogata di patatine, ma non ditelo in giro...) e una bella birra ghiacciata.


La New York cheesecake di Erika – Giochi di Zucchero

Ingredienti: Per la base di biscotto -300 g (2 1/4 cups) di biscotti secchi a base di farina intehgrale e frumento - 80 g (1/3 cup) di burro fuso - 3 g (1/2 tsp) di cannella in polvere - 5 ml (1 tsp) di miele d'acacia Per il ripieno - 400 g (2 cups) di formaggio fresco tipo robiola - 300 g (1 2/3 cups) di ricotta fresca - 200 g (1 cup) di zucchero semolato bianco - 150 ml (2/3 cup) di panna fresca - 40 g (3 tbs) di yogurt intero naturale - 4 uova freschissime - 1 scorza di limone bio - 1/3 semi di vaniglia o una punta di cucchiaino di estratto di vaniglia


-3 g (1/2 tsp) di farina bianca 00 setacciata Preparazione: Mettere in una ciotola i biscotti e sbriciolarli finemente con le mani, unire cannella e burro e lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo. Distribuire l'impasto in uno stampo a creniera premendo bene sui bordi, lungo le pareti, e sul fondo. Riporre in frigo per almeno 30 minuti. Nel frattempo, amalgamare i formaggi freschi, lo yogurt, lo zucchero, la scorza di limone, la vaniglia, un uovo alla volta, la panna e per ultima la farina. Scaldare il forno a 160°. Versare la crema nel guscio di biscotti e cuocere per 55 minuti. Per gli ultimi 5 minuti, aprire leggermente lo sportello del forno per far uscire il vapore. Sfornare la torta, e lasciarla raffreddare 3-4 ore. Riporla poi in frigo per 2 ore almeno. Và tenuta a temperatura ambiente almeno 20 minuti prima di essere servita. Io ho servito la cheesecake con ganache al cioccolato fondente e con fragole fresche.


Insalata belga con fragole e grana di Consuelo – I biscotti della Zia

1 cesto di indivia 6-7 fragole 1 cucchiaino di olio e.v.o. 1 cucchiaino di aceto balsamico 1 cucchiaino di succo di limone Scaglie di Grana Padano (riserva 20 mesi) q.b. Lavare accuratamente frutta e verdura. Eliminare il picciolo dalle fragole e tagliarle a fettine. Ridurre l'indivia a rondelle. Mescolare delicatamente in una capiente ciotola e condire con un'emulsione di olio, aceto e limone. Servire con le scaglie di grana.


Strozzapreti con Radicchio Salsiccia e Fonduta di Montasio di Ketti – Ketti's kingdom

INGREDIENTI (x 4 persone) -500 grammi di strozzapreti freschi -un cespo di radicchio trevigiano -3 nodi di salsiccia sale e pepe -un bicchiere di Vino Rosso -uno scalogno -sale e pepe q.b. -una noce di burro e un giro d'olio evo - 2 cucchiai di Grana grattuggiato per mantecare X La Fonduta -200 grammi di Montasio -50 grammi di Grana Padano  latte o panna fresca( io panna) PROCEDIMENTO -Lavare il radicchio e affettatelo,mondate lo scalogno e tritatelo. -In un tegame unite l'olio e il burro e fate stufare lo scalogno,quindi agggiungete la salsiccia che avrete tolto dal budello e fatela rosolare bene. -Aggiungete il vino rosso,sfumatelo e unite il radicchio e fatelo appassire - Cuocete per una ventina di minuti -Nel frattempo preparate la fonduta;tagliate il Montasio a cubetti e scioglietelo in 50 ml circa di panna fresca o latte(io ho usato la panna) ,dovrà risultare un composto fluido,ma non liquido,quidi aggiungete il grana grattuggiato. -Nel frattempo la pasta si sarà cotta,scolatela,conservando qualche cucchiaio di acqua di cottura. -In un tegame unite la pasta ,il radicchio con la salsiccia e la fonduta,fare


mantecare qualche minuto con qualche cucchiaio di Grana e se necessario aggiungete un pò di acqua di cottura. -Servire subito...


Focaccia di Recco di Sabrina – Sabrina in Cucina

INGREDIENTI 300 gr crescenza o stracchino 250 gr farina 120 ml acqua 30 ml olio evo sale PROCEDIMENTO Unire alla farina l’olio evo e lavorarla sulla spianatoia aggiungendo un pizzico di sale e l’acqua necessaria per avere un impasto morbido ed elastico. Formare un panetto e farlo riposare per circa mezz’ora. Dividere poi la pasta a meta’ e con il matterello stendere ciascuna in una foglia sottile. Oliare uno stampo rotondo di 28-30 cm di diametro e sistemarvi una sfoglia, farcirla con lo stracchino a pezzi, quindi coprire con la seconda sfoglia che deve essere sottilissima. Con la punta delle dita fate aderire prima i bordi, poi pizzicare la superficie della pasta in modo irregolare formando dei piccoli fori. Cospargerla di sale e con un po’ di olio evo distribuendolo a poco a poco su tutta


la superficie della pasta con il palmo della mano. Porre in forno caldissimo a 220째 C per 15/20 minuti. Servirla caldissima a fette.


Finger Food alla greca di Consuelo – I Biscotti della Zia

Ingredienti da dosare a piacere in base ai propri gusti e al numero di commensali: Insalata Belga Pomodori pachino maturi Olive nere al forno Feta Origano o Basilico Lavare la verdura ed asciugarla accuratamente. Ridurre i pomodori in piccoli pezzetti e scolarli dall'acqua di vegetazione. Mescolarli in una capiente ciotola insieme alla feta tagliata a cubetti, le olive e le spezie.


Staccare delicatamente le foglie dall'indivia ottenendo tante barchette/contenitori nei quali adagiare l'insalata di pomodori. Servire disponendo le barchette in un vassoio da portata. Non servono posate per gustare questa insalata, basterà che ogni commensale prenda la sua barchetta con le mani e assapori tutto il fresco piacere dalle note tipicamente greche. Non ho utilizzato condimenti ulteriori in quanto la feta è già molto saporita e le olive apportano il giusto equilibrio di grassi, ma niente toglie di servirle con un filo di un buon olio d'oliva.


La morbidezza in una parmigiana di melanzane di Silvia – In Viaggio in Cucina

Ingredienti (per 3 porzioni): 1 melanzana viola 500 gr di pomodori San Marzano ben maturi 300 gr di ricotta fresca 3-4 cucchiai di parmigiano grattuggiato 2 pomodorini per decorare 1 spicchio d'aglio Olio evo q.b. Basilico q.b. Origano q.b. Sale e pepe q.b.


In un pentolino fate dorare l'aglio sbucciato con un cucchiaio d'olio, quindi eliminate lo spicchio e aggiungete i pomodori mondati e tagliati a pezzi, fate rosolare brevemente, regolate di sale, abbassate la fiamma, coprite e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 5 minuti o fino a che il pomodoro non risulterà morbido e si potrà schiacciare con la forchetta. Frullate o passate il sugo, rimettetelo nella pentola e aggiungete 2-3 foglie di basilico tritate grossolanamente. Tagliate la melanzana a fette sottili circa 2-3 mm e grigliatele. In una ciotola schiacciate con una forchetta la ricotta (che dovrà essere di tipo asciutto oppure messa preventivamente a scolare per almeno un'ora), aggiungete un cucchiaio di grana, un pizzico di sale e di pepe. Chi ama il genere può rendere il piatto più gustoso utilizzando della ricotta di capra o pecora. Foderate una leccarda con carta da forno e pennellate leggermente la superficie d'olio. Create delle monoporzioni a quattro strati: appoggiate la prima fetta di melanzana sulla leccarda, salatela leggermente, cospargetela di sugo di pomodoro e poi di ricotta, ripetete l'operazione fino alla quarta fetta la cui superficie cospargerete leggermente solo di sugo. Schiacciate delicatamente le porzioni per dare una forma piana, posizionate mezzo pomodorino al centro, spolverate di grana grattuggiato e finite con un filo d'olio. Infornate per 10-15 minuti a forno già caldo a 200° in modalità ventilata e infine date qualche minuto di grill. Servite tiepida e decorate con foglioline di basilico e origano fresco


Pastiera della nonna di Silvia – In Viaggio in Cucina

Ingredienti Pasta frolla: 470 gr di farina 00 30 gr di fecola di patate 200 gr di zucchero 220 gr di burro 2 uova medie Buccia grattuggiata di un limone bio Un pizzico di sale


Farcia: 1 kg di ricotta fresca 180 gr di zucchero 3 uova intere + 3 tuorli 50 gr di arancia candita 50 gr di cedro candito 50 gr di gocce di cioccolato fondente (opzionale)* 1 bicchierino generoso di liquore all'anice (tipo Sambuca) La buccia grattuggiata di due arance e di un limone bio Un cucchiaino di cannella in polvere Un cucchiaino di fecola Preparazione della pasta frolla: Sopra un piano mettete la farina con la fecola, lo zucchero, il pizzico di sale, la buccia grattuggiata di limone e il burro freddo tagliato a pezzetti. Lavorate le polveri con i pezzi di burro strofinando tra le punte delle dita fino ad ottenere un composto granuloso e a piccoli fiocchi; formate quindi la fontana e ponetevi al centro le uova, impastate tutto brevemente fino a che la massa non sarà legata; formate un panetto, avvolgetelo con della pellicola e fatelo riposare in frigorifero per almeno mezzora. Preparazione della farcia: Setacciate la ricotta in una capiente ciotola, inserite le uova, lo zucchero, la buccia grattuggiata degli agrumi, la cannella, il liquore e la fecola setacciata; lavorate il composto con una paletta fino ad ottenere una crema omogenea e senza grumi, inserite in ultimo i canditi e le gocce di cioccolato. Stendete circa 2/3 di pasta frolla con un mattarello ad uno spessore di 3-4 mm e foderate la tortiera precedentemente imburrata e leggermente infarinata; riempite con la farcia e livellatela; con una rotella tagliate la pasta in eccesso dai bordi. Stendete la rimanente pasta frolla e ricavate delle strisce con cui decorare la superficie della torta (quella in eccesso può essere utilizzata per fare dei biscotti, si conserva in frigorifero per 2-3 giorni oppure può essere surgelata). Infornate la pastiera a forno già caldo a 180° in modalità statica per circa un'ora, se necessario negli ultimi 5-10 minuti passate alla modalità ventilata per far colorire bene la parte superficiale (o in alternativa date qualche minuto di grill facendo attenzione a non bruciarla).E' consigliabile preparare la pastiera un paio di giorni prima del momento del consumo perché nel tempo diventa più golosa e profumata. Questo dolce si conserva bene per diversi giorni tenuto in ambiente fresco ed asciutto.


Ravioli di grano saraceno con zucchine e noci di Silvia – In Viaggio in Cucina

Ingredienti (per 4 persone) Per la pasta: 50 gr di farina di grano tenero 150 gr di farina di grano saraceno 3 uova Un pizzico di sale Per il ripieno: 150 gr di roquefort 150 gr di robiola 30 gr di noci tritate sottilmente Per il condimento: 4 zucchine piccole 30 gr di noci tritate grossolanamente Uno spicchio d'aglio olio evo q.b. sale e pepe q.b. Almeno un'ora prima di cominciare ad impastare mettete la robiola in un colapasta per farle perdere un po' di siero e tirate fuori il roquefort dal frigo per farlo ammorbidire. Mettete le farine setacciate su un piano, fate la fontana e al centro mettete le uova con il pizzico di sale, sbattete leggermente con una forchetta e iniziate ad


incorporare la farina alle uova poco alla volta per addensarle, poi passate ad impastare con le mani e continuate fino a che non otterrete una consistenza liscia. Arrotondate l'impasto e mettetelo a riposare mezzora in una ciotola sigillata con pellicola. Con una forchetta lavorate i due formaggi fino a renderli una crema omogenea, inserite le noci tritate sottilmente. Passato il tempo di riposo, stendete la pasta a sfoglia sottile e tagliate dei cerchi con un coppapasta, mettete al centro di ognuno una piccola noce di ripieno e richiudete i ravioli cercando di far uscire l'aria e premendo i bordi intorno al ripieno. Se la pasta si fosse un po' asciugata e fate fatica a chiudere i ravioli, pennellate leggermente i bordi con dell'acqua. Man mano che saranno pronti metteteli in un vassoio sopra uno strofinaccio pulito e ben infarinato. Mettete lo spicchio d'aglio a rosolare nell'olio e fate saltare velocemente le zucchine tagliate a dadini tenendole al dente, giusto un minuto prima di spegnere la fiamma fate rosolare insieme anche le noci tritate grossolanamente. Eliminate l'aglio e regolate di sale e di pepe. Fate cuocere i ravioli in acqua bollente salata per circa 3 minuti dalla ripresa del bollore. Prelevateli dall'acqua con un mestolo forato, metteteli nella padella con il condimento ed un goccio d'acqua di cottura, saltateli velocemente (attenti a non romperli), impiattateli e decorate con qualche fogliolina di timo o maggiorana.


Cestini di carciofi con Fonduta d'Abbucciato di Giusy – Sweet sweet house

Ingredienti per 6 cestini: 6 carciofi 1 tuorlo d’uovo 70 gr di ricotta di pecora fresca 50 gr di Abbucciato Aretino 100 ml di panna fresca 1 rotolo di pasta brisé fresca prezzemolo 1 scalogno 1 rametto di rosmarino sale pepe nero olio extra vergine d’oliva BIO pangrattato burro per ungere gli stampini


Accessori: 6 stampini Ho pulito i carciofi privandoli delle foglie esterne e delle punte, lasciandone praticamente solo i cuori. Li ho divisi in quattro spicchi e li ho messi in una casseruola con un po’ di olio extra vergine d’oliva e un rametto di rosmarino; li ho fatti andare un po’ a fuoco vivo, poi ho abbassato la fiamma, aggiustato di sale e pepe e fatti cuocere al minimo. Ho aggiunto un po’ di prezzemolo tritato e terminato la cottura; ho tolto il rametto di rosmarino e li ho frullati con il mini pimmer fino ad ottenere una crema densa. In un pentolino ho preparato la fonduta: ho fatto appassire in un po’ d’olio lo scalogno tritato, unito la panna e fatto ridurre della metà, ho aggiunto l’Abbucciato grattugiato e mescolato bene, passato al setaccio per togliere qualche grumo, unito il tuorlo e frullato con il mini pimmer . In una bowl ho versato la crema di carciofi, la ricotta e la fonduta di Abbucciato. Per creare i cestini mi sono aiutata con la formine. Ho unto gli stampini con il burro e rivestito con un solo strato di pasta brisè , spolverato con un po’ di pangrattato e riempito con la fonduta di Abbucciato, ricotta e carciofi. Ho infornato i cestini a 180° C per 20 minuti e subito serviti caldi.


Ravioli alle melanzane e provola affumicata di Rosa - Cooking Rosa

Ingredienti: Per la pasta: 400 gr di farina 0 4 uova grandi sale q.b. Per il ripieno: provola affumicata melanzane a cubetti fritte sale prezzemolo fresco una macinata di pepe nero Per preparare la sfoglia ho formato una fontana al centro della spianatoia in legno con la farina, ho rotto le uova al centro e aggiunto un pizzico di sale. Ho cominciato delicatamente a sbattere le uova con una forchetta, aggiungendo un pò di farina dalla fontana. Ho poi continuato a lavorare l'impasto con le mani per circa 20 minuti, sbattendolo sul piano in legno di tanto in tanto. Ho coperto l'impasto con una panno umido e l'ho lasciato a riposare per una mezz'ora. Per l'impasto ho scongelato dalla sera prima le melanzane che avevamo


congelato l'estate scorsa. Quelle che a momento si trovano al super sotto casa, non sono proprio il massimo della bontà, non è stagione di melanzane questa. A casa mia durante l'estate siamo abituati a cuocere in vari modi e poi congelare vari tipi di verdure tipicamente stagionali, per poterle poi mangiare durante l'anno. Ne facciamo anche conserve ecc ... Le troviamo molto più buone che comprandole "fresche" durante l'inverno!! Ritornando alla ricetta le mie melanzane erano già tagliate a tocchetti e fritte, quindi ho aggiunto la provola affumicata tagliata anch'essa a dadini, del prezzemolo fresco e una macinata di pepe nero. Il gioco è quasi fatto. Tiriamo la sfoglia sottile, facciamo dei mucchietti di ripieno e ricopriamo con un'altra sfoglia. Tagliamo l'impasto eccedente e sigilliamo i ravioli con una forchetta. Io li ho poi cotti in abbondante acqua salata e conditi con un sugo semplice di pomodoro fresco ( sempre una conserva fatta da noi in casa).


Spaghetti quadrati alla fonduta di feta e asparagina Di Consuelo – I Biscotti della Zia


Ingredienti: 80 g di spaghetti quadrati 50 g di feta* 1 scalogno piccolo 1 cucchiaino di olio e.v.o. 6-7 asparagini Pepe verde macinato al momento (facoltativo) Lavare gli asparagini con molta cura ed eliminare il fondo del gambo pi첫 coriaceo. Tagliarli a pezzetti di circa 1 cm di lunghezza, lasciando intatte le punte. Sbucciare e tritare lo scalogno. Farlo appassire nell'olio in una larga pentola o padella, insieme ad un filo d'acqua e alla feta sbriciolata. Dopo circa 6-7 minuti, frullarla finemente se necessario aggiungendo un filo d'acqua. Nel frattempo far bollire abbondante acqua salata e buttare gli spaghetti. Dopo 5 minuti unire anche gli asparagini e terminare la cottura mantenendo la pasta al dente. Scolare tutto e versare nella fonduta di feta. Completare la cottura mescolando spesso e facendo in modo di ottenere una consistenza omogenea. Servire.


Insalata di Riso Avocado, Gamberi e Feta Di Francesca – Blueberry Muffin Bakery

Ingredienti: Per 2 persone 250 g riso basmati 150 g circa gamberi 100 g feta light 1 avocado una manciata di olive nere olio evo sale e pepe Per questa ricetta sono andata un pò ad occhio con gli ingredienti, assaggiate e regolatevi secondo i vostri gusti! Iniziate a preparare il riso secondo le indicazini riportate sulla confezione, scolatelo e lascoatelo raffreddare. Preparate i gamneri facendoli bollire in acqua salata per pochi minuti, poi tagliate a dadini la feta, a cubetti l'avocado e anche le olive nere a metà. In una ciotola unite tutti gli ingredienti al riso e mescolate bene, aggiungete un filo d'olio ed aggiustate di sale e pepe.


Formaggio homemade Di Enrica – Vado... in cucina

Ingredienti: 1 l di latte 2 vasetti di yogurt activia 0 grassi il procedimento è lo stesso dello yogurt homemade fino al momento di riporlo nel forno spento a riposare perchè a questo punto ho fatto l'errore dopo 3 ore circa di spostarlo di posto perchè mi seviva il forno e lasciarlo riposare altre 4 ore, lo spostamento ha traumatizzato lo yogurt che una volta aperto aveva molto liquido tipo siero all'interno quindi era irrimediabilmente inutilizzabile come yogurt, l'ho quindi messo in un cestino da ricotta e l'ho fatto scolare tutta la notte in frigorifero, la mattina avevo ottenuto una ricottina di 300g quindi più conveniente confronto la prima lavorazione di formaggio homemade che avevo fatto. Domenica avevo degli amici a pranzo, ho condito la ricottina con rosmarino tritato, pepe rosa e petali tritati di una rosa profumatissima del mio giardino e gliel'ho offerta come aperitivo su crostini di pane dicendo che sia la ricotta che il pane l'avevo comprato da un contadino per sentire che ne pensassero, hanno iniziato a lodare il contadino, a chiedermi se anche loro potevano fare acquisti da lui, a quel punto sicura del loro apprezzamento sincero gli ho rivelato che avevo preparato tutto io...è stato un trionfo.


Risotto alle verdure e salsicetta fresca con formaggio gorgonzola, provolone e parmigiano Di Edvige – Memento Solonico

Ingredienti per 2 persone 100 g di riso carnaroli 2 carote grosse 4 asparagi bianchi 1 porro 4 cipolotti 2 scalogni 1 finocchio 2 costole di sedano 1 salsiccia fresca 50 g di gorgonzola piccante 100 g di parmigiano parte a scaglie e parte grattugiato 50 g di provolone dolce 50 ml di vino bianco burro q.b. per mantecare Preparazione Pulite il finocchio di tutti i filamenti e tagliatelo sottile con la solita affettatrice a mano, la stessa cosa fatelo con la carota perchè cosi cuoce prima dopo averla pulita, la stessa cosa con i cipolotti incluso il verde integro ed il porro salvo la parte proprio inziale troppo dura. Gli asparagi, scusate dimenticato di fotografare pelate la parte piÚ dura sul fondo e tagliate a pezzettini conservando la punta intera. Io ho usato un attrezzo che ho


acquistato in Austria per pelare la parte dura del gambo.. Pulite dai filamenti le costole di sedano e tagliate a pezzetti, pelate la salsiccia e sgranatale il piÚ possibile. Versate tutto in una capiente padella io uso il WOK senza alcun condimenti in quanto la salsiccia è sufficientemente grassa. Ovviamente chi lo preferisce un cucchiaio di 'olio evo o altro a piacere ma attente di non fare un soffritto con le verdure ma devo rimanere morbide per amalgamarsi e continuare la cottura assieme al riso senza disfarsi. Versate un pò di vino e coprire lasciando il tutto a cuocere per 5 massimo 10 minuti a fuoco molto basso. Aggiungete poi il riso amalgamandolo alle verdure, completate con il vino ed alzate un pò la fiamma. Man mano che si asciuga proseguite la cottura aggiungendo acqua calda per altri...circa 10 minuti. Aggiungete il gorgonzola tagliato a pezzetti, le scaglie di grana ed il provolone anche a pezzetti e continuate la cottura sempre bagnando con acqua tiepida se troppo asciutto per altri 10 minuti, complessivamente una 20 di minuti il tempo di cottura usuale del riso a me piace al dente. A fuoco spento aggiungente il burro per mantecare e lasciate a riposare per 3 minuti prima di impiattare. Rifinite il piatto con abbondante parmigiano grattugiato ed una macinata di pepe fresco se piace. Per la quantità di verdure ecc. nonostane che di riso vi siano solo 100 g vi assicuro che basta anche per 3 persone.


Pastiera di riso giallo ai formaggi Di Annalisa – Burro e Vaniglia

Ingredienti per uno stampo da 21 cm Per la pasta frolla salata Farina 180 W: 200 g Fecola di patate: 20 g Burro: 125 g Maltitolo: 45 g Parmigiano: 25 g Uova: uno intero e un tuorlo Sale: 4 g Noce moscata: un pizzico Per il ripieno Riso Vialone nano o riso per minestre: 60 g Latte. 240 g Zafferano in polvere: 1 g Burro: 10 g Sale: 2 g Ricotta: 120 g Uova: 1 Scamorza affumicata: 50 g Parmigiano: 25 g


Emmentaller: 50 g Gorgonzola: 50 g Prosciutto cotto: 100 g Per la pasta frolla, impastate con la frusta a foglia il burro morbido, il maltitolo, il sale e la noce moscata. Poi, aggiungete a filo le uova fino a che non si siano perfettamente incorporate e alla fine le farine. Impastate poco e mettere a riposare in freezer per 30 minuti. Per il ripieno, fate cuocere a fuoco bassissimo per almeno 20 minuti il riso, latte, zafferano, burro e sale. Una volta cotto in una ciotola amalgamate il riso con la ricotta, l'uovo, il parmigiano e il resto dei condimenti tagliati a cubetti. Rivestite una tortiera con la pasta frolla, bucherellatela e versate il ripieno. Decorate con strisce di frolla a modo di crostata della nonna. Infornate a 180°C per 25 minuti. Con questa ricetta vi avanzerà un po' di frolla, io la conservo in freezer e all'occorrenza ci confeziono dei deliziosi biscotti salati, insaporiti con paprika o semi di girasole.


Crema tiepida di piselli alla menta e burrata Di Alice – Pane Libri e Nuvole

Ingredienti per 2 persone 300 gr di piselli freschi sgranati 200 gr di lattuga (per me, insalata riccia) 1 cipollotto 200 gr di burrata (o stracciatella) 4 foglie di menta olio extravergine d’oliva sale e pepe Affettate finemente il cipollotto e soffriggetelo in 3 cucchiai di olio. Unite i piselli e l’insalata tagliata a striscioline, fate insaporire qualche minuto mescolando con un mestolo, poi unite 300 ml di acqua e portate a bollore. Coprite, abbassate la fiamma e cuocete per 15 minuti. Togliete un paio di cucchiaiate di piselli che vi serviranno per guarnire e frullate il resto. Rimettete sul fuoco per 5 minuti (o finché la crema non raggiunge la consistenza desiderata) aggiustando di sale e unite la menta verso la fine. Fate intiepidire e servite nei piatti completando con la burrata sfilacciata, una macinata di pepe nero e un filo d’olio evo.


Sformato di pane e mozzarella Di Beatrice – Beatitudini in Cucina

Ingredienti: 250 g di mozzarella di bufala 100 g di prosciutto cotto 50 g di parmigiano grattugiato 8 filetti di acciughe sotto sale 8-10 fette di pane bianco 2 uova 1/3 di bicchiere di latte erbette miste, per me: basilico, basilico rosso, origano fresco, finocchietto sale, pepe q.b. pangrattato q.b. Lavorate le uova con una frusta per un paio di minuti, aggiungere il latte, sale e pepe. Lavate ed asciugate le erbette, tagliatele finemente ed aggiungetele alle uova. Tagliate la bufala a fette. Intingere le fette di pane nell'uovo, disporne una prima fila sul fondo della terrina, adagiarvi sopra alcune fettine di bufala, un paio di fette di prosciutto cotto e le acciughe spezzettate ed una spruzzata di parmigiano. Continuate fino ad esaurimento del pane, l'ultimo strato strato deve essere di mozzarella, copritelo con il parmigiano restante ed un cucchiaio di pangrattato. Decorate con 3 filetti d'acciuga ed infornate coperto a 180° per 20


minuti. Togliere il foglio di copertura e proseguire la cottura per altri 10 minuti. Sfornate e servite caldo.


Carciofi farciti alla ricotta Di Molly – La Cucina di Molly

Ingredienti per 4 persone: 5 carciofi, 250 g di ricotta di pecora, 80 g di formaggio pecorino grattugiato, 1/2 scalogno, succo di 1 limone, 4 cucchiai di olio evo, sale, pepe bianco

PROCEDIMENTO: Pulite i carciofi, togliendo le foglie piĂš dure,pulite anche la parte tenera dei gambi dei carciofi e immergeteli in acqua acidulata col succo del limone. Sbollentate in acqua bollente 4 carciofi, quindi scolateli. Passate la ricotta al setaccio, unite il pecorino, un pizzico di pepe, sale e amalgamate il tutto. Riempite i carciofi con la


crema di ricotta e sistemateli in una pirofila con 1 cucchiaio d'olio; cuocete i carciofi in forno a 180° per 10 minuti coperti con un foglio di allumino, poi togliete il foglio e continuate la cottura per altri 2 minuti, in modo che diventano dorati. Intanto scaldate 2 cucchiai d'olio in una padella e fatevi appassire lo scalogno tritato, poi unite il carciofo rimasto con i gambi tagliati a tocchetti. Fate rosolare il tutto, aggiungendo un pò d'acqua. Appena pronti passate i carciofi al setaccio, regolando di sale e se occorre aggiungete un pò d'acqua. Sistemate la salsa su piatti individuali, irrorandola con un filo d'olio e adagiatevi sopra i carciofi. Serviteli caldi!


Insalata di spinaci freschi con Toma Piemontese, mirtilli neri e noci Di Sara - Pixelicious

INGREDIENTI (per 3 persone) 130 gr. di spinaci freschi 200 gr di toma piemontese


70 gr. di noci (gherigli) 3 cucchiai di olio extravergine di oliva 2 pizzichi di sale 10 gr. di senape 70 gr. di mirtilli neri pepe nero

PREPARAZIONE Lavate gli spinaci, asciugateli delicatamente e poneteli in una ciotola eliminando i gambi piÚ duri. Tagliate a quadrotti la toma, spezzettate grossolanamente i gherigli di noci ed unite il tutto agli spinaci. Preparate il condimento emulsionando a parte l’olio, il sale, la senape ed una generosa macinata di pepe; conditevi l’insalata mescolando delicatamente, quindi unite i mirtilli precedentemente lavati ed asciugati. Servite fresca.


Crostata di Ricotta al Cioccolato Di Sara – Pixelicious

INGREDIENTI (per uno stampo rotondo dal diametro di 28 cm) per la pasta frolla: 300 gr. di farina 00 + quella per lavorare 1 pizzico di sale


110 gr. di fruttosio (o 150 gr. di zucchero) 150 gr. di burro 1 uovo intero + 1 tuorlo 1 limone (scorza grattugiata) 2 cucchiaini di Vin Santo per il ripieno: 260 gr. di cioccolato fondente 2 uova 100 gr. di fruttosio (o 125 gr. di zucchero) 1 cucchiaino di vaniglia in polvere 550 gr. di ricotta vaccina freschissima PREPARAZIONE Impastate dolcemente tutti gli ingredienti per la frolla iniziando col mescolare farina, sale e zucchero (o fruttosio), unendo il burro a tocchetti e lavorandolo fino ad ottenere un composto granuloso; incorporate quindi anche l’uovo, il tuorlo, la scorza del limone ed il Vin Santo e lavorate la pasta fino a renderla omogenea. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigorifero per almeno un’ora. Nel frattempo, sciogliete il cioccolato in un pentolino a fuoco bassissimo. In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero, quindi unite la vaniglia, la ricotta ed il cioccolato fuso. Montate a neve ferma gli albumi ed uniteli delicatamente al composto. Trascorso il tempo di riposo stendete la pasta frolla sottile su di un pezzo di carta da forno e poi rivestitevi la tortiera, ritagliando la pasta in eccesso; con la frolla restante, tagliate delle striscioline che serviranno per coprire a reticolo la crostata. Versate il ripieno di ricotta al cioccolato nella tortiera, decorate la superficie con le restanti strisce di frolla, quindi infornate nel forno già caldo a 180° C per circa 35 minuti, o comunque fino a che la superficie non sarà bella dorata. Lasciate raffreddare bene prima di servire.


Tortini di pecorino e confettura piccante di cipolle Di Kay – Verde Salvia

Ingredienti per 4 tortini 100 gr di pecorino grattuggiato (io ho usato quello romano ma va bene qualsiasi tipo purchè sia stagionato) 100ml di panna fresca 100 gr di cipolle 3 albumi (NON MONTATI A NEVE) 1 cucchiaio di zucchero di canna 1 cucchiaio di zucchero semolato 1 peperoncino (senza semi!!!) 1 tazzina d'acqua 1 cucchiaio di aceto bianco (facoltaivo) Procedimento: La prima cosa che ho fatto è mettere a bollire 'acqua per il bagnomaria. Intanto ho affettato sottile sottile la cipolla e l'ho messa in una padella con lo zuccherro (tutti e due i tipi), il peperoncino fresco privato dei semi e tagliato a rondelle e la tazzina d'acqua. Quando l'acqua bolle abbasso il fuoco al minimo...le cipolle dovranno caramellare e dovranno cuocere per il tempo necessario a preparare tutto il resto. Ora l'acqua del bagnomaria dovrebbe bollire. Metto il pecorino grattuggiato e la panna in una ciotola che immergerò nell'acqua bollente. Faccio sgiogliere il pecorino grattuggiato continuandolo a mescolare con una frusta finoa quando non risulterà una crema vellutata. Ora lo tolgo dal bagnomaria e sempre mescolando aggiungo un albume alla volta amalgamandolo molto bene prima di aggiungere il successivo. Ora filtro il composto e lo distribuisco in 4 stampini di alluminio imburrati. Prendo una teglia da forno con i bordi alti e ci metto i 4 stampini con il composto. Aggiungo poi acqua nella teglia fino ad arrivare a circa metà dell'altezza degli stampini (cuocio qindi a bagnomaria in forno per 30 min a 150°).


Intanto aggiungo l'aceto alle cipolle e lascio evaporare. Sformo i tortini su un piattino e aggiungo un ciuffetto di cipolle che nel frattempo saranno diventate trasparenti (caramellate). Si possono servire ancora caldi ma fanno la loro porca-mucca figura anche da freddi!


Zuppa di cipolle Di Marilena – Parole di Contorno

Ingredienti e preparazione 500 gr circa di pane raffermo a fette tostato in forno 500 gr di cipollotti bianchi freschi 80 gr di burro ( o 50 gr di burro e 3 cucchiai di olio evo) 2 cucchiai rasi di farina lt 1 e 1/2 di brodo (anche vegetale o granulare ) 100/ 150 gr di emmental 3 /4 cucchiai di parmigiano o grana grattugiato 3/ 4 cucchiai di pane grattato Mondare, lavare ed affettare le cipolle e farle imbiondire in un recipiente abbastanza capiente con il burro ( o olio e burro). Aggiungere la farina per addensare, con qualche cucchiaio di brodo che nel frattempo avrete preparato o riscaldato, mescolando per evitare grumi. Aggiungere il brodo necessario per avere la sufficiente quantità di liquido per inzuppare il pane. Lasciar cuocere le cipolle per circa 20 minuti, avendo cura di far sobbollire lentamente. Intanto tostare nel forno la quantità desiderata di pane casalingo tagliato a fette spesse un cm. circa. Imburrare una teglia rettangolare e, quando la zuppa è tiepida, ricoprire il fondo, formare lo strato di pane , versare ancora il liquido con le cipolle. Tagliare l'emmental a fiammiferi ( o usare delle sottilette) da disporre sulla superficie. Procedere ancora con uno o due strati di pane e emmental ed infine cospargere la superficie superiore di parmigiano o grana grettugiato e di pane grattato. Far gratinare in forno fino ad avere una crosticina dorata e servire la zuppa calda.


Risotto con Asparago bianco di Bassano Dop e primo sale di bufala Di Ileana – Cucina per Gioco

Ingredienti (x4) un mazzo di Asparagi Bianchi di Bassano DOP 100 g di primo sale di bufala brodo vegetale fatto con una cipolla di tropea, una carota, una patata, sedano acqua e sale) olio extravergine d'oliva uno spicchio d'aglio poco prezzemolo tritato fine erba cipollina Preparazione Preparare il brodo vegetale mettendo tutte le verdure in acqua fredda. Pelare gli asparagi, tagliarli a tocchetti e rosolarli a fiamma bassissima in una padella con l'olio extravergine e l'aglio (che andrĂ  tolto dopo qualche minuto). Aggiungere il riso e farlo tostare benissimo. Sfumare con pochissimo vino bianco (io utilizzo un Cartizze che ogni anno acquistiamo da un produttore a San Pietro di Barbozza ). Aggiungere pochi mestoli di brodo per volta e portare a cottura. A cottura quasi ultimata aggiungere se piace del prezzemolo tritato fine. Non ho mantecato in quanto il risotto risultava cremoso grazie soprattutto all'asparago. Ho impiattato versando un po' di risotto sul piatto, una fetta di primo sale di


buffala, ancora riso e ancora primo sale. Infine spolverato con erba cipollina tagliata al momento.


Tartellette di frolla al parmigiano con stracchino, fave e piselli Di Danja – Un Pinguino in Cucina

Ingredienti per 2 persone: per la frolla al parmigiano: 125g di farina 62,5g di burro 62,5g di parmigiano grattugiato 1 uovo la scorza di mezzo limone 1/2 cucchiaino da caffè di lievito per torte salate sale e pepe per il ripieno: 100g di stracchino 100g di piselli 100g di fave 1 cipollotto timo fresco olio evo sale e pepe


Riunire tutti gli ingredienti della pasta frolla nel robot da cucina e azionarlo fino a ottenere un impasto sodo e omogeneo. Stendere l'impasto a uno spessore di 4mm e rivestire 4 stampini per tartellette del diametro di 10cm imburrati. Fare aderire bene ai bordi e rifilare la pasta eccedente. Con la pasta rimanente potete realizzare una quinta tartelletta oppure dei frollini al parmigiano come ho fatto io. Cuocere le tartellette in bianco (con un pezzettino di carta forno e dei legumi secchi o altri pesetti) per 20 minuti a 180 gradi. Nel frattempo, affettare sottilmente il cipollotto e farlo appassire in una padella con un filo di olio extravergine d'oliva. Unire i piselli e le fave, aggiustare di sale e pepe e cuocere per 5 minuti (dovranno rimanere sodi e al dente). Spegnere e insaporire con il timo. Quando le tartellette sono pronte, lasciare intiepidire prima di sfornarle delicatamente. Farcirle con qualche pezzetto di stracchino e ricoprire con i piselli e le fave. Il calore della verdura scioglierĂ  delicatamente il formaggio per un delizioso contrasto.


Tartare di spada marinato e fragole con Mousse di caprino Di Lisa – Rosso Melograno

Ingredienti per 4 persone Per la tartare : 500 G PESCE SPADA ERBA CIPOLLINA , MENTA , SANTOREGGIA 1 SPICCHI DI AGLIO 1 CUCCH . INO DI MIELE DI ACACIA 1/2 LIMONE LEMON GRASS ZENZERO FRESCO CURCUMA SALSA DI SOIA SALE , SALE AFFUMICATO OLIO EVO


Per la tartare di fragole 500 G FRAGOLE 1 CIPOLLOTTO BASILICO , MENTA , ERBA CIPOLLINA ZUCCHERO DI CANNA LIMONE Per la mousse di caprino 200 G CAPRINO FRESCO BASILICO ,ERBA CIPOLLINA , MENTA , TIMO 80 G YOGURT GRECO SALE OLIO EVO Tagliare il pesce spada a coltello . Sistemare la dadolata su un piatto, salarla, con il sale comune e quello affumicato, e condirla con un emulsione preparata mescolando : succo di limone, una spruzzata di salsa di soia, una punta di curcuma, il miele e olio, versato a filo. Insaporire con l'aglio a fettine, qualche rotella di lemon grass e zenzero, e gli aromi. Coprire e lasciar marinare per qualche ora, mescolando di tanto in tanto. Lavare le fragole, asciugarle e tagliarle a cubetti, tenendone da parte quattro per decorare . Trasferire i cubetti in una terrina con gli aromi tritati e il cipollotto affettato finemente . Spruzzarli con il succo di mezzo limone e cospargerli con un cucchiaino di zucchero di canna . Coprire e lasciare insaporire. Frullare il caprino con gli aromi, un pizzico di sale, lo yogurt e un filo d'olio, fino ad avere una spuma densa e liscia. Passare in frigo fino all'utilizzo. Con l'aiuto di un coppapasta, sistemare le tartare a strati sui singoli piatti : sul fondo la tartare di fragole e sopra quella di spada, ben sgocciolata, praticando una leggera pressione. Sfilare con delicatezza il coppapasta e decorare ogni timballino con una fragola affettata sottile e un ciuffo di mousse. Completare con l'insalatina, lavata e asciugata, e un filo d'olio.


Pacchettini di mortadella e caprino con noci e olive Di Sara - Pixelicious

INGREDIENTI (per 16 pacchettini) 16 fette di mortadella tagliata fine (rotonde) 50 gr. di olive verdi denocciolate


1 mazzetto di prezzemolo 50 gr. di noci (gherigli) 250 gr. di formaggio caprino morbido 32 (circa) steli lunghi di erba cipollina 20 gr. di burro ½ bicchiere di vino bianco PREPARAZIONE Stendete le fette di mortadella su un tagliere una sull’altra e tagliate i 4 lati stondati per ottenere dei quadrati. Tritate nel mixer i ritagli insieme con le olive, il prezzemolo e le noci, quindi ponete il tutto in una ciotola insieme col caprino e lavorate a crema fino ad ottenere un composto omogeneo. Suddividete il composto tra le 16 fette di mortadella ponendone un cucchiaino al centro di ogni quadrato, richiudete i bordi a pacchetto e legate ogni fagotto con due steli di erba cipollina precedentemente sbollentata. Sciogliete il burro in una padella capiente, unite il vino ed adagiate i pacchetti nella padella. Fate cuocere a fuoco vivo, due minuti per lato, quindi servite.


Brioches salate ai formaggi e semi di zucca senza uova Di Sara – Cavoli a Merenda


Ingredienti 100 gr. di farina di integrale 30 gr. di olio di semi di mais 2 cucchiai abbondanti di yogurt di soia 1/2 bustina di lievito 1 pizzico di sale un cucchiaio abbondante di semi di zucca 100 gr. di gorgonzola forte 100 gr. di ricotta romana Procedimento  porre la farina, il lievito, il sale in una ciotola e mescolare  aggiungere l’olio e lo yogurt. Mescolare molto energicamente. L’impasto deve essere compatto come la pasta frolla, cercare di impastare il più possibile, in questo modo il risultato sarà ottimo  fare una palla con l’impasto e lasciar riposare in frigo per 30 minuti  stendere l’impasto con il mattarello e formare un cerchio, come per la pizza. Molto importante: stendere l'impasto il più sottile possibile. Più la pasta è arrotolabile su se stessa più sarà gustosa.  dividere il cerchio prima in 4 parti (un taglio verticale ed uno orizzontale) e poi fare gli altri spicchi (in tutto vengono 8 piccole brioche, io le preferisco) Per la farcia  unire i formaggi in una ciotola e mescolare, se serve per ammorbidire il composto aggiungere un cucchiaio di latte.  mettere la farcia alla base del triangolo al centro (non esagerare, altrimenti uscirà in cottura)  arrotolare ciascun triangolo su se stesso e incurvare in avanti le 2 punte (partire esclusivamente dalla base dei triangoli)  spennellare il cornetto con acqua,  aggiungere i semi di zucca per guarnire  cuocere a 180° per 15 minuti.


Frolle salate alla mousse di formaggi Di Luisa – Mio marito mangia tutto

INGREDIENTI PER LA PASTA FROLLA: 1 uovo e 1 tuorlo 300 gr di farina 150 gr di burro morbido un cucchiaino di sale legumi secchi per la cottura INGREDIENTI PER LA MOUSSE AI FORMAGGI: 100 gr di ricotta 100 gr di gorgonzola 50 gr di fresco di capra 2 gherigli di noce PREPARAZIONE: Preparate la frolla: lavorate il burro con l'uovo e il tuorlo. Incorporate la farina e il sale, lavorate fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Lasciate riposare l'impasto avvolto nella pellicola trasparente per circa 30' in frigo. Mentre la pasta frolla riposa, mescolate energicamente i tre formaggi, che lascerete riposare in frigo. Tritate i gherigli di noce e tenete da parte. Accendente il forno a 180°. Togliete la frolla dal frigo, stendetela e tagliate i dischi con cui ricoprire le formine. Bucherellate l'impasto, copritelo con della carta da forno ripiena di fagioli secchi, per evitare che si gonfi durante la cottura. Fate


cuocere in forno caldo a 180째 per circa 10'. Togliete la carta da forno e i legumi e finite la cottura per 3/5'. Sfornate e lasciate raffreddare. Una volta raffreddate, riempite le frolle con la mousse di formaggi: potete utilizzare una tasca da pasticciere, ma se non l'avete va benissimo anche un cucchiaio. Guarnite con la granella di noci.


Risotto con Pannerone e salsiccia Di Chiara – Kucina di Kiara

Ingredienti per 4 persone: 240 g riso Carnaroli 200 gr formaggio Pannerone 100 gr salsiccia nostrana sbriciolata 50 gr burro 80 gr formaggio grana lodigiano grattugiato


1.5 l brodo vegetale 1 dl vino bianco secco 1 cucchiaio olio extravergine di oliva sale q.b

In una casseruola a fuoco dolcissimo, rosolate la salsiccia con un cucchiaio d'olio, tostate il riso e bagnatelo con il vino bianco. Quando il vino sarĂ  evaporato aggiungete il brodo bollente. A metĂ  cottura del riso aggiungete il Pannerone tagliato a pezzi e continuate la cottura. A cottura ultimata, aggiustate di sale, togliete dal fuoco il riso e conditelo con il burro e il grana lodigiano amalgamandolo bene.


Risotto integrale con agretti e crescenza di Michela - A Tutto Pepe

Ingredienti per 2 persone: - 4 pugnetti di riso integrale; - 50 gr. di crescenza; - 1 mazzetto di agretti; - vino bianco (per sfumare) q.b.; - 1 scalogno o mezza cipolla; - brodo vegetale; - olio extravergine di oliva q.b.; - sale q.b.


Lavare gli agretti, lessarli in acqua per alcuni minuti. Frullarli con un filino d'olio e sale. In una casseruola, far rosolare mezza cipolla o uno scalogno, aggiungere il risotto, tostare e sfumare con il vino bianco. Quando il vino è evaporato, aggiungere la salsa di agretti e amalgamare molto bene. Continuare la cottura del risotto, aggiungendo il brodo. A cottura, quasi ultimata, aggiungere la crescenza e farla sciogliere molto bene. Il sommelier consiglia: Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC


Ravioli alla caprese di Lucia - Pianeta Cucina e i suoi Satelliti

INGREDIENTI Per la sfoglia: mezzo chilo di farina mezzo bicchiere da vino di olio evo un bicchiere d’acqua bollente Per il ripieno: 300 gr circa di caciotte capresi fresche (o caciotta di Sorrento o caciotta dei Monti Lattari, al limite, un’altra caciotta semi stagionata e/o con il cacioricotta pugliese e comunque di latte vaccino) un uovo intero maggiorana un pugno Parmigiano grattugiato.


PROCEDIMENTO Fra bollire l’acqua con un cucchiaio d’olio, al bollore versare d’un colpo la farina. Mescolare fino a fare addensare (il composto avrà una consistenza simile alla polenta). Versare su un piano preferibilmente di marmo il composto ottenuto finchè non si raffreddi. Far riposare. A parte, preparare la farcia unendo l caciotta grattugiata, il parmigiano, l’uovo, la maggiorana ed un pizzico di sale. Riprendere la pasta raffreddata, lavorarla per qualche minuto, se necessario con un po’ di farina, ed infine stenderla con il matterello sino ad ottenere una sfoglia sottile. Ricavare la forma del raviolo, rotonda con bordo merlato, farcirlo e chiuderlo. Cuocerlo nell’acqua bollente per 5/6 minuti. Condirlo con un semplice sugo di pomodoro e basilico. Questo è il raviolo caprese tradizionale. Alcune versioni richiedono l’utilizzo di ricotta secca, fiordilatte e ricotta fresca, ma non mancano mai maggiorana e parmigiano! Buon appetito!


Cheesecake salata di Lucia - Pianeta Cucina e i suoi Satelliti

INGREDIENTI (le proporzioni sono quelle usate per preparare la cheesecake che vedete nella foto, se avete ospiti o siete golosi, raddoppiate) Per la base: 125 gr di fette biscottate ai cereali 75 gr di burro un limone grattugiato mezzo cucchiaino di zucchero Per la copertura: 250 gr di ricotta 7 gr di colla di pesce 25 gr latte 125 gr di panna montata Pesto Pomodorini (150 gr circa)

PREPARAZIONE Preparate per prima cosa la base. Lavorate con il burro morbido le fette


biscottate (o i grissini o i cracker o i digestive). Stendete l’impasto nello stampo, meglio se a cerniera, e cuocetelo in forno a 180 gradi per 10 minuti. Preparate la crema ammorbidendo il foglio di colla di pesce in acqua fredda e sciogliendolo poi nel latte caldo. Unite il latte alla ricotta e alla panna e lavoratela un po’. Far raffreddare qualche minuto in frigo il composto. Dividerlo poi a metà: una parte rimarrà bianca e sarà la base, l’altra sarà unita al pesto e formerà il secondo strato. Versate la prima parte sulla base e poi fate raffreddare cosicché le due creme di diversi colori non si mischino tra loro (noi siamo state impavide e fortunate: abbiamo dimenticato di fare questo passaggio ma ci è andata bene!) Componete anche il secondo strato e fate riposare in frigo. Decorate con i pomodorini (noi li abbiamo riempiti del restante pesto) Buon appetito


Pasta con crema di zucchine del blog Tritabiscotti

Ingredienti: 160 gr spaghetti grossi o quadrati 6 zucchine verdi grandi uno spicchio di aglio una manciata di pinoli 2 rametti di maggiorana formaggio caprino stagionato grattuggiato a trama larga (io direttamente regalato da un amico di papĂ  che li produce per sĂŠ e ogni tanto me ne regala una formaggetta!). sale e pepe q.b. olio Esecuzione: Soffriggere in olio extravergine di oiva l'aglio e aggiungervi, una volta che quest'ultimo si sarĂ  imbiondito, le zucchine tagliate a rondelle. Portare le verdure a cottura, prelevarne la metĂ  e frullarle con il frullatore a immersione. Aggiungere alla parte rimasta a rondelle un trito grossolano di pinoli e maggiorana e spegnere il fuoco. Aggiungere nella medesima padella la crema di zucchine. Portare a cottura al dente la pasta, scolarla e saltarla in padella. Impiattare e aggiungere una cascata di formaggio!


Carbonara a modo nostro del blog Tritabiscotti

Ingredienti 300 gr spaghetti o bucatini 200 gr pancetta 2 uova 1 cipolla parmigiano reggiano sale e pepe q.b.

Esecuzione: Soffriggere in abbondante olio la cipolla, fino a farla diventare trasparente; aggiungere la pancetta e lasciarla cuocere qualche minuto. Nel frattempo sbattere due uova con sale e pepe e aggiungere il parmigiano fino a formare un impasto cremoso, quasi solido. Portare a cottura la pasta, scolarla e saltarla in padella con la pancetta. Infine a fuoco spento aggiungere cucchiate di crema d'uovo, girando fino a farla amalgamare a tutto il resto.


Risotto con crescenza e olio piccante alla rucola del blog Cortesie in Cucina

INGREDIENTI: per 4 persone - 300 gr di riso Vialone nano - 1/2 cipolla o erba cipollina tritata - 1/2 bicchiere di vino bianco secco - 1 mazzo di rucola - 150 gr di crescenza - 20 gr di burro - olio extra vergine d'oliva - sale PREPARAZIONE: Tritare finemente la cipolla e soffriggetela dolcemente nel burro, aggiungete il riso, tostatelo per due minuti, salatelo, innafiate con il vino e fate sfumare. Prosequite la cottura aggiungendo acqua calda al riso, poca alla volta. Nel frattempo lavate la rucola e mettetela in un bicchiere graduato con 1/2 bicchiere di olio e riducetela a crema finisssima con il frullatore ad immersione.Filtrate l'olio attraverso un colino. Quando il riso è pronto, aggiungete la crescenza e mantecatelo mantenendolo morbido. Versate nel piatto un bel cucchiaio di olio aromatizzato alla rucola e aggiungete al centro il riso guarnite con una foglia di rucola fresca e servite. Se vi piace, potete aggiungere un pò della crema di rucola ottenuta filtrando l'olio, colorerà il riso di un bellissimo verde.


Contest formaggi