Page 1

Scuol@ dell'Inf@nzi@ news

Giornalino Scuola dell'Infanzia “A. Graziani” n.2 a.s.20112012 Entrando nella scuola dell’infanzia “Graziani” ci si trova di fronte ad una scuola piccola, accogliente e ben organizzata. Nel corso dell’anno, seguendo, partecipando e vedendo i bambini impegnati in tante attività, ci rendiamo conto di come i piccoli vengono avvicinati, sensibilizzati ed educati a problematiche complesse quali quella AMBIENTALE come la costruzione dell’orto, la gita didattica in fattoria e quella della CONVIVENZA DEMOCRATICA attraverso uscite didattiche sul territorio comunale di Bassano del Grappa. I piccoli crescono giorno per giorno con semplicità e stupore attraverso esperienze rielaborate con racconti e disegni ricchi di immagini e colori. Tra le diverse attività attuate durante il corso dell'anno presentiamo quelle più significative FESTA DEI NONNI 2011 Uno spaccato della società del passato è stato ricreato all'interno della Scuola dell'Infanzia “ “A.Graziani”nell'ambito della festa dei nonni La festa è stata strutturata in vari momenti: l'accoglienza dei nonni al suono delle canzoni della loro giovinezza, la recita di una poesia in dialetto,il buffet preparato dai genitori ,il brindisi conclusivo con canti e balli da parte di tutti. La comunità scolastica è stata protagonista di un affascinante tuffo nella vita di altri tempi, complici alcuni figuranti del gruppo cittadino “ Le Arti per via”. Con i loro costumi e gli attrezzi degli antichi mestieri artigianali sono state ricostruite suggestive atmosfere d'un tempo. I bambini sono stati coinvolti direttamente nell'arte manuale del filare e dell'intrecciare la paglia. I figuranti hanno raccontato ai piccoli curiose storie e leggende del passato come quella del “Sanguaneo” e hanno intonato vecchie canzoni come “Me compare Giacometo”. L'iniziativa è rientrata nel progetto didattico “Andemo a far filò” ed è stata un'occasione per rafforzare il rapporto fra nonni e nipoti e nello stesso tempo per far scoprire ai piccoli contesti di vita del passato con il diretto contributo dei nonni, figure portatrici di esperienze e di un prezioso patrimonio culturale. Le relazioni dei bambini con i nonni sono molto importanti. Purtroppo nella società a industrializzazione avanzata del nostro tempo, l'istituzione della famiglia monocellulare rende più saltuari i rapporti, più difficili gli incontri e talvolta impossibili le esperienze di convivenza con loro. Proprio per questo la scuola ha il compito di promuovere momenti di ritrovo, occasioni di relazione fra i bambini e i nonni.

IN BIBLIOTECA I bambini di 5 anni per tutto l’anno scolastico di giovedì sono invitati ad accedere alla Biblioteca della scuola per circa 1 ora e mezza. Qui i piccoli hanno l’opportunità di avvicinarsi al libro e alla letto-scrittura attraverso una modalità giocosa e piacevole favorendo un’emotività positiva nei confronti della lettura. Per puro divertimento sfogliano pagine di libri con immagini cercando di avvicinarsi alle prime parole scritte. L'attività stimola la curiosità naturale dei bambini e nel contempo è un'occasione di prima conoscenza delle regole di comportamento da tenere nella Casa dei Libri e di cura e rispetto del libro stesso.


11 NOVEMBRE : LA STORIA DI SAN MARTINO DI TOURS Correva l'anno 330 d.C., Martino, figlio di un nobile signore, partito come cavaliere per una guerra, durante il suo ritorno casa, decise di fermarsi ad Amiens, in Francia, per riposarsi del lungo viaggio fatto. Era una giornata grigia e molto fredda, dei nuvoloni grigi coprivano il cielo. Il vento soffiava forte piegando i rami degli alberi come fossero fili d'erba e le foglie secche,nel cadere, formavano dei piccoli mulinelli in aria prima di raggiungere la terra arida e gelata. Alle porte della città, Martino, a cavallo del suo destriero, trovò un uomo, vecchio, magro e indolenzito, seduto accanto ad un cespuglio; era tutto infreddolito. Il vecchio, con i palmi delle mani verso il cielo, chiedeva un pezzo di pane e uno straccio per proteggersi dal freddo e dal gelo della notte. Martino, triste per l'accaduto, avendo solo un mantello color ocra, decise di dividerlo in due parti, con una delle due parti avvolse il vecchio uomo, poi ripartì sul suo cavallo verso la città in cerca di ristoro. All'improvviso nel cielo riapparve il sole, le nuvole grigie scomparvero e un tiepido calore avvolse tutta la città. Quella stessa notte Martino sognò Gesù ,che si recava da lui porgendoli la metà del mantello che aveva donato al vecchio, dicendogli: “Ecco qui Martino, il soldato romano che non è battezzato, mi ha vestito”. Quando Martino si svegliò trovò il suo mantello integro. Per ricordare il gesto di Martino oggi si festeggia la festa della lanterna.

INSIEME A SCUOLA La continuità con il nido è stata finalizzata per facilitare, attraverso la condivisione di un percorso un passaggio sereno e graduale dei piccoli che possono così affrontare l'inserimento nella scuola dell'infanzia con maggiore leggerezza, rassicurati da un clima collaborativo tra insegnanti dei diversi gradi di scuola. Con i bimbi del micronido “Graziani” e del nido Comunale di via Chini sono stati realizzati momenti per stare insieme che hanno avuto come sfondo motivante la storia del ragnetto Wisky. Il racconto è stato supportato dalla costruzione di un telaio dai bambini attraverso diversi pezzi di stoffa. La continuità tra la scuola dell'infanzia e il micronido ha puntato a un processo unitario al quale ciascuna scuola ha contribuito con la propria specificità e con pari dignità educativa.

GIORNALINO 2012  

giornalino delle attività della scuola