Page 1

press LITE

a Resto del Conino Bologna

02/06/2012

«Di o i capioni sfitti alle ende colpite dal sisma» L'idea della Lega trova una sponda nel Pd: «Censire gli stabilimenti» TRASLOCARE le aziende colpite dal sisma, sfruttando i capannoni rimasti vuoti per la crisi. E' la proposta formulata dai consiglieri regionali della Lega nord, Mauro Manfredini, Manes Bernardiiii, Roberto Corradi e Stefano Cavalli, che martedì prossimo presenteranno alla Giunta Errani la loro idea. «La Lega Nord è per la delocalizzazione intelligente — spiegano gli esponenti del Carroccio si può permettere alle aziende colpite dal terremoto di continuare la loro attività sul nostro territorio, utilizzando i numerosi capannoni sfitti a causa della crisi economica». Nella prossima seduta dell'assemblea legislativa, dunque, gli esponenti del Carroccio presenteranno «alla Giunta una proposta operativa sotto forma di question time, per dare subito un supporto concreto alle strutture industriali e alle attività economiche duramente colpite dal recente terremoto». Trovare al più presto capannoni agibili e vuoti per fare ripartire le aziende colpite dal sisma è l'idea giusta anche per Matte° Richetti, presidente del consiglio regionale. «Occorre che la ripresa economica avvenga con un sovrappiù di sicurezza — sostiene Richetti, sul suo profilo Facebook — ma rimane l'urgenza di sbloccare subito alcune azioni perché la tensione per la ripresa delle normali attività è di tutti: operai, imprenditori, professionisti e impiegati». Prima di tutto, sostiene il numero uno del Consiglio regionale, «bisogna fornire alle imprese capannoni e stabili e un fondo di rotazione per gli investimenti a interessi zero».

LA CNA di Bologna e le sue imprese mettono in campo tutto il loro sostegno per le vittime del sisma: una sottoscrizione, un numero verde e una mail dedicata, l'assistenza alle imprese che hanno subito danni o stanno facendo verifiche di agibilità, finanziamenti agevolati, assicurazioni antisisma. La Cna nazionale ha attivato un conto corrente a favore dei territori colpiti dal sisma: «Emergenza imprese terremoto 2012» numero 2060000 presso la Banca Popolare Emilia Romagna. IBAN: IT 34 Q 0538712900000002060000 La Cna di Bologna, dice una nota del segretario Ferrante, chiederà ai suoi dipendenti di devolvere un'ora di lavoro a questa sottoscrizione e verserà direttamente un importo pari alla cifra raggiunta. Per dare la possibilità a tutte le imprese di segnalare eventuali criticità, la Cna mette a disposizione il numero verde 800995994 attivo dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 14 alle ore 17, il venerdì dalle ore 9 alle ore 13. Per la stessa finalità è attiva la

mail aiut o lerfern0 tO (0)bo.cna.it. Le parti sociali e la Regione hanno concordato di concedere gli ammortizzatori sociali alle imprese danneggiate e ai lavoratori che, a seguito dei danni subiti, non possono recarsi sul luogo di lavoro. A breve saranno pubblicati i decreti che individueranno le zone interessate dal sisma. ALTRA interessante iniziativa quella del Consorzio Unifica, che comprende 1250 imprese artigiane. Ieri diverse aziende modenesi del Consorzio hanno messo a disposizione della Protezione Civile venti operai, attrezzature e materiali utili per lavorare sulle emergenze. Gli operai, individuati dalle imprese aderenti, e le attrezzature potranno essere utilizzati gratuitamente per la prossima settimana.

,,

kk

MACCHINE

,b,',,ku„ ;,•;Ak„k„,,NL

CARROCCIO Manes Bernardini

Le imprese di Castet Maggiore soccorrono Le aziende colpite dal terremoto e aprono le porte dei loro capannoni. A mettere a disposizione spazi e macchinari è l'associazione di reti d'aziende Plubo. Lo riferisce Silvia Noè LUdc). Rivolgersi al 335425A)277mom:Hmum:

Pagina 9 «Rung crivalrom,ditti Ole zt,isie celpqe ds1n2»


press LinE 02/06/2012

il Resto del Carlino

Bologna

•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■•■

Stop ai mutui e 850 mihom di prestiti UN PORTAFOGLIO con 850 milioni C11370 e lo stop di un anno del.le rate dei mutui. Luca Lorenzi (nella. fiato), presidente d.ella Commissione Abi dell'Emilia-Romagna, rimarca la prontezza della decisioni delle banche del territorio per aiutare le popolazioni colpita dal sisma. Misure che vanno in direzione totalmente contraria al taglio delle linee di credito temuto da alcune aziende. «Fin dal primo giorno molti istituti hanno deciso autonomamente di mettere in campo plafond per finanziare famiglie ed imprese. Siamo arrivati a una dotazione dì 850 :milioni. La cosa più rilevante è però lo stop dei MUttli: abbia-

mo scelto una procedura snella, basterà un'autocertificazione». Non sono le uniche misure decise d.alle banche. Saranno azzerate le commissioni sui prelievi bancomat nelle zone del sisma, chi ha perso la tessera o la carta di credito li riavrà gratis, e per evitare il disagi di chi è cliente di una delle circa 70 filiali bancarie danneggiate (il co:n.to però è approssimativo e in co:n.ti [alio aggior:n.a mento) arriveranno :presto filiali mobili. DA PARTE sua, Intesa Sanpaolo (con Carisbo, Banca CR Firenze e CaSSa di Risparmio del Veneto, le banche del gruppo che operano nel territorio colpito dal sisma), ha rafforzato i provvedimenti già presi a favore di famiglie ed operatori economici delle province di Ferrara, Modena, Bologna, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo che hanno subito danni dal terremoto. Sono stati stanziati. — informa una nota — 200 milioni di curo, ch.e si sommano ai 50 inizialmente previsti, per 131l totale di 250 milioni di ellf0 per finanziare il ripristino delle strutture danneggiate (abitazioni, negozi, uffici, laboratori artigianali, immobili ad uso produttivo e strutture agricole). Previsti anche finanziarnenti con pagamento delle rate che inizierà dopo 2 anni.

Pagina 9 «Rung crivalrom ane ,:réCrtle celpqe ds1n2»

«4535

n%

11

.75 :" e e'

1,;;;V

OSI

r». eS\Ziks4.1

.T1

'':kt.0:2

articolo 2 giuno  

a Resto del Conino ,b,',,ku„ ;,•;Ak„k„,,NL ALTRA interessante iniziativa quella del Consorzio Unifica, che comprende 1250 imprese artigia- n...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you