Issuu on Google+

Mini guida all’energia

solare


Cosa sono:

gli European Solar Days sono la più importante campagna di informazione, su scala nazionale ed europea, per la promozione dell’utilizzo dell’energia solare sotto forma di calore (solare termico) e di elettricità (solare fotovoltaico). Sono giornate dedicate al sole, fonte rinnovabile di energia pulita, disponibile, conveniente, inesauribile e in grado di fronteggiare la sfida ai mutamenti climatici.

Chi

li organizza: vengono organizzati in tutti i paesi europei. In Italia, la campagna è giunta alla sua quinta edizione, è coordinata da Ambiente Italia e Legambiente ed è cofinanziata dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Intelligent Energy Europe. Enti locali, aziende del settore, associazioni e istituti di formazione possono organizzare eventi solari a livello territoriale.

Come si svolgono: la parola d’ordine degli eventi è informazione! Piazze tematiche dedicate all’energia solare, punti informativi sul funzionamento degli impianti termici, fotovoltaici e per l’accesso agli incentivi ma anche laboratori ludici e didattici per i più piccoli, per divertirsi all’insegna del sole!

Perché: con gli European Solar Days vogliamo ribadire l’importanza dell’energia solare e, in generale, delle fonti rinnovabili, per lo sviluppo di un sistema energetico basato sulla sostenibilità ambientale e a impatto zero, per ridurre l’uso dei combustibili fossili e l’aggravarsi dei mutamenti climatici.

Quando e dove: gli eventi solari saranno organizzati in tutta Italia tra l’1 e il 13 maggio. Su www.eusd.it e www.legambiente.it è possibile consultare tutte le iniziative previste. Nel corso delle passate edizioni abbiamo organizzato più di 800 eventi, riuscendo a coinvolgere ben 200mila partecipanti!

Ti aspettiamo! www.eusd.it • www.legambiente.it solardays@ambienteitalia.it campagne@legambiente.it


Acqua calda e calore dal sole il solare termico

Come funziona un impianto solare termico? Un impianto solare termico è formato da due parti fondamentali: i collettori (o pannelli) solari e il serbatoio di accumulo. I collettori solari sono costituiti da una serpentina contenente fluido antigelo (glicole)posta sotto una piastra metallica scura, capace di raccogliere l’energia del sole e riscaldare l’acqua. Un vetro sulla parte anteriore e un isolante termico sugli altri lati assicurano che il pannello non disperda il calore verso l’esterno. Il glicole, una volta riscaldato dall’energia solare, attraverso uno scambiatore, trasferisce il calore accumulato all’acqua contenuta nel serbatoio che, da qui, viene distribuita alle varie utenze. L’impianto può essere integrato alla caldaia tradizionale, in modo che, anche se manca il sole o non ce n’è a sufficienza, la caldaia si accende quel poco che basta per assicurarci l’acqua calda. In sostanza, anche se non c’è sole, disponiamo sempre di acqua calda e tutto ciò avviene automaticamente, permettendo un risparmio economico e ambientale. Gli impianti a circolazione naturale sfruttano il principio naturale secondo cui un fluido più caldo tende a spostarsi verso l’alto, mentre un fluido più freddo tende a scendere verso il basso. Il fluido termovettore, una volta riscaldato dalla radiazione solare, sale direttamente nel serbatoio posizionato sul tetto al di sopra dei pannelli e trasferisce il suo calore all’acqua in esso contenuta. Una volta che il fluido termovettore si è raffreddato, cedendo tutto il calore, scende di nuovo nel pannello, facendo così ricominciare il ciclo. Negli impianti a circolazione forzata, invece, il serbatoio può essere posto anche al di sotto dei pannelli: in questo caso sarà una pompa elettrica a trasferire il glicole riscaldato all’interno del serbatoio di accumulo e, una volta raffreddato, a riportarlo nel pannello solare. Avvertenza! L’impianto raccoglie il massimo delle radiazioni se è disposto verso sud e inclinato di 30° ma, se per motivi estetici, vogliamo assegnare una diversa disposizione (per esempio uguale a quella del tetto), l’energia che perdiamo è davvero pochissima.


Quanto risparmio con il solare termico? Pensando a un impianto solare per la produzione di acqua calda sanitaria, si può dire che, per ogni persona, è necessario circa 1 mq di pannello solare. Il costo specifico dell’impianto chiavi in mano va dai 1.000 €/mq per piccoli impianti fino a 700 €/mq per impianti più grandi, ad esempio per sistemi condominiali o alberghi. L’impianto solare termico ha un rendimento medio annuale tra il 30% e il 45% e permette di risparmiare sulla bolletta del gas (o dell’elettricità, se si possiede uno scaldabagno elettrico). È importante sapere che si risparmia tutto l’anno, perché, anche in inverno, i pannelli riescono a preriscaldare l’acqua, consentendo un minor uso della tradizionale caldaia e dei combustibili fossili necessari a soddisfare il fabbisogno termico e, quindi, la caldaia resta accesa per un tempo minore. Il risparmio, ad esempio nel caso di acqua calda sanitaria, può arrivare fino all’80% in un anno. Si tratta di un risparmio notevole, soprattutto visti i sempre crescenti prezzi del gas e dell’elettricità. Il solare termico, invece, ci mette a disposizione acqua calda gratuita per almeno 20 anni! Facendo l’esempio di una famiglia di 4 persone, il costo dell’impianto chiavi in mano è compreso tra 3.000 e 5.000 euro. Fino alla fine del 2012 è possibile detrarre dalle tasse il 55% di questa spesa, un incentivo che rende davvero conveniente l’acquisto di un impianto solare termico!

Cosa posso fare con un impianto solare termico? Il solare termico non produce solo acqua calda ad usi sanitari in case mono-familiari, ma molto di più! Acqua calda per usi collettivi (condomini, palestre, ospedali, caserme, centri sportivi, alberghi, agriturismo, ostelli, case di riposo), riscaldamento degli ambienti e delle piscine, calore per i processi industriali di alcuni settori (ad esempio i caseifici), teleriscaldamento e solar cooling, ovvero aria condizionata dal solare termico.

Per conoscere tutti gli incentivi, le esperienze e tutto quello che c’è da sapere visita il sito www.fonti-rinnovabili.it


Elettricità dal sole il solare fotovoltaico

Come funziona un impianto solare fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico trasforma l’energia solare in energia elettrica, senza emissioni inquinanti né parti in movimento, il che assicura una grande affidabilità e una manutenzione minima. I componenti fondamentali dell’impianto sono i moduli, costituiti da un materiale semiconduttore (spesso si tratta di silicio cristallino), in grado di produrre elettricità sfruttando la radiazione solare. Un dispositivo elettronico, l’inverter, trasforma la corrente continua generata dai moduli in corrente alternata utilizzabile dall’utente finale. Le condizioni ottimali per l’esposizione di un impianto fotovoltaico in Italia sono l’orientamento a sud e una inclinazione sull’orizzontale compresa tra 20° e 40°. Diverse condizioni (ad esempio sud-est o sud-ovest o inclinazioni di 10°) comportano, però, una perdita di energia molto limitata e sono da considerarsi del tutto accettabili. Deve essere evitata, invece, la presenza di ostacoli che possano causare ombre rilevanti.

Cosa posso fare con un impianto solare fotovoltaico? Gli impianti fotovoltaici possono funzionare in parallelo alla rete elettrica (impianti grid-connected) oppure in modo autonomo (impianti stand-alone). Gli impianti stand-alone, grazie all’ausilio di accumulatori e batterie, alimentano utenze in zone isolate dalla rete elettrica, come rifugi di montagna, centraline meteorologiche, centri di ristoro in aree parco, ecc. Gli impianti più comuni, però, sono quelli grid-connected, impiegati per alimentare utenze domestiche, industriali, agricole, ecc. In questi impianti, le utenze sono servite dal sistema fotovoltaico, attraverso l’inverter, se c’è disponibilità di energia solare o, in alternativa, dalla rete elettrica. È garantita, in questo modo, in maniera del tutto automatica, la fornitura continua di energia all’utente. L’energia non consumata dalle utenze, e quindi in eccesso, viene venduta alla rete elettrica nazionale, contribuendo così ad alimentare i fabbisogni energetici di altre utenze.


Quanto risparmio

con il solare fotovoltaico?

Utilizzando il silicio cristallino, un impianto fotovoltaico necessita di una superficie compresa tra 7 e 10 mq per ogni kW di picco che si vuole installare. Il kW di picco (kWp) è la potenza elettrica che l’impianto produce in presenza di una forte insolazione e quando si trova a una temperatura di 25 °C. La produzione elettrica annua di un impianto fotovoltaico dipende da diversi fattori: • radiazione solare • orientamento e inclinazione dei moduli • ombreggiamenti • prestazioni degli altri componenti dell’impianto (ad esempio inverter). Tenendo conto di questi fattori, in Italia, per ogni kWp installato, un impianto fotovoltaico produce tra i 1.000 e i 1.600 kWh/anno di energia elettrica utile, cioè… risparmiata! Il costo dell’impianto chiavi in mano oscilla tra i 5.000 e i 12.000 euro per ogni kWp, mentre il costo annuo di manutenzione è piuttosto contenuto, circa l’1-1.5% del costo dell’impianto. La durata di vita è di almeno 25 anni. I moduli, infatti, sono commercializzati con garanzie di 20 o 25 anni ed esistono ormai numerose conferme date da impianti che funzionano con ottime prestazioni da più di 30 anni.

Facendo riferimento a un esempio di utenza domestica, per coprire totalmente il consumo elettrico medio annuale, una famiglia avrebbe bisogno di un impianto tra i 2 e i 3 kWp, che occupa una superficie tra i 15 e i 30 mq e ha un costo complessivo tra i 14.000 e i 20.000 euro.


Finanziamenti e agevolazioni per... …gli impianti solari termici Fino al 31 dicembre 2012, le spese sostenute per la realizzazione di un impianto solare termico possano essere detratte al 55% nella dichiarazione dei redditi, grazie a 10 rate annuali di uguale importo. Tra le spese ammesse a detrazione, figura tutto l’impianto chiavi in mano, comprendente progettazione, installazione e opere civili strettamente necessarie. La detrazione è possibile per un importo massimo di 60.000 euro, pari al 55% di 109.090,90 euro. A questa cifra corrisponderebbe teoricamente un impianto solare termico delle dimensioni approssimative di 160 mq. Maggiori informazioni su http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/

…gli impianti fotovoltaici Il conto energia promuove e premia l’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici, permettendo al proprietario dell’impianto stesso di avere un rilevante risparmio in bolletta. Non appena l’impianto installato, infatti, inizia a produrre il primo kWh di energia elettrica, il Gestore dei Servizi Elettrici corrisponde una speciale tariffa premiante per ogni kWh prodotto e per un periodo solitamente pari a 20 anni. Questa tariffa viene corrisposta per tutta l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico, sia se viene auto-consumata dall’utenza sia se è invece immessa nella rete elettrica. Una volta conteggiata e premiata, poi, l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico porta dei benefici aggiuntivi, derivanti dal risparmio sulla bolletta (nel caso l’energia sia auto-consumata in loco) o dalla vendita sul libero mercato. Per maggiori informazioni su tariffe e modalità di gestione del conto energia: www.gse.it - www.fonti-rinnovabili.it

I Gruppi di Acquisto Solare di Legambiente (G.A.S.) I GAS raggruppano famiglie e gruppi di persone che hanno l’interesse a installare tecnologie a energia solare abbattendo il costo di acquisto e d’installazione del 15-20% rispetto al prezzo medio del mercato, con un risparmio a famiglia di circa 3.000 euro per un impianto fotovoltaico, oltre ad ottenere garanzie e servizi superiori a quelli normalmente reperibili sul mercato, con aziende selezionate assieme ai tecnici di Legambiente ed AzzeroCO2. Per scoprire i GAS attivi consulta il sito www.fonti-rinnovabili.it o scrivi una email a energia@legambienteveneto.it


Gli European Solar Days vengono organizzati in molti paesi europei.

Capire il futuro per cambiare il presente. Pensare globalmente e agire localmente: è così che ci battiamo per i beni comuni. Acqua, aria, suolo, energia sono una risorsa collettiva, patrimonio unico e insostituibile della comunità. È così che abbiamo dato vita al volontariato ambientale, alla lotta contro le ecomafie, ai gruppi di protezione civile. Con oltre 30 anni di storia, 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, con le campagne di monitoraggio scientifico e informazione, abbiamo raccolto migliaia di dati sull’inquinamento del mare e delle città, sviluppando un’idea innovativa di aree protette, sostenendo le energie rinnovabili e un’agricoltura libera da ogm e di qualità. Su questa strada dobbiamo proseguire, per essere protagonisti del cambiamento. C’è bisogno di tutti noi, oggi più che mai, per far crescere il nostro Paese, accogliendo le sfide del futuro. Per aderire a Legambiente chiamaci allo 06.86268316, scrivi a soci@legambiente.it o contatta il circolo Legambiente più vicino: lo trovi su www.legambiente.it

European Solar Days è una campagna di Legambiente e Ambiente Italia

Main Partner

Partner ENERGIE RINNOVABILI E GENERAZIONE DISTRIBUITA mostra e convegno internazionale

Media Partner The sole responsibility for the content of this document lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the funding authorities. The funding authorities are not responsible for any use that may be made of the information contained therein.

Grafica: Gif idea Stampa: Grafiche Vieri - Roccastrada (GR) Stampato su carta ecologica con utilizzo di inchiostri EuPIA

Ambiente Italia è un gruppo leader in Italia e in Europa nella ricerca e nella consulenza. Opera nel campo dell’analisi, della pianificazione e della progettazione ambientale, si occupa anche di formazione e gestisce campagne di comunicazione. In 20 anni di attività, Ambiente Italia ha svolto più di 1.100 incarichi per diverse Amministrazioni locali, istituzioni dell’Unione Europea e Agenzie pubbliche italiane, Enti di ricerca e Università italiane ed estere, oltre che per numerosi operatori privati. www.ambienteitalia.it


Scegli il sole