Page 74

VALORIZZARE IL F IUME L AMBRO NELLA RE TE ECOLOGICA REGIONALE

Tab. 27 - Calcolo dell’indice STAR_ICMi

Calcolo di indici biotici basati sull’analisi delle comunità macrobentoniche I dati di comunità sono stati analizzati calcolando lo STAR_ ICMi, un indice multimetrico composto dalle sei metriche riportate in Tab. 26, che descrivono la tolleranza (ASPT), l’abbondanza (Log10 (Sel_EPTD+1) e 1-GOLD), la ricchezza (numero totale di Famiglie e numero di Famiglie di EPT) e la diversità della comunità (indice di diversità di ShannonWiener) (Buffagni e Erba, 2007). L’indice è stato calcolato mediante il software MacrOper.ICM, scaricabile dal sito www.life-inhabit.it. Esso permette di classicare i corpi idrici in 5 classi di qualità: ottima, buona, sufciente, scarsa e cattiva. Risultati Nelle singole stazioni sono stati campionati diversi microhabitat secondo il metodo multihabitat proporzionale. In particolare, le repliche sono state così suddivise: • Colatore Addetta, Staz. Zoate: 6 repliche nella ghiaia, 2 nelle macrote sommerse e 2 nel limo/argilla; • Colatore Addetta, Staz. Balbiano: 7 repliche nel microlithal, 2 nelle macrote sommerse e 1 nella sabbia; • Fiume Lambro, Staz. San Donato: 5 repliche nel microlithal, 2 nel mesolithal, 2 nelle macrote sommerse e 1 nella sabbia. I risultati dell’analisi delle comunità macrobentoniche sono riportati nella Tab. 28. È evidente che i popolamenti di macroinvertebrati sono molto differenti nei due corpi idrici. In particolare, nel colatore Addetta si evidenzia una certa abbondanza e diversità dei Molluschi e di Gammaridi, organismi che abbondano negli ecosistemi alimentati da acque di risorgiva e ricchi di macrote acquatiche; nel Lambro, invece, dominano Irudinei e Chironomidi, organismi indicatori di una cattiva qualità chimica delle acque. Queste differenze sono imputabili anche alle diverse caratteristiche idromorfologiche dei due corsi d’acqua: l’Addetta è infatti un canale di origine articiale di piccole dimensioni rispetto al Lambro, il quale nel tratto campionato presenza una larghezza dell’alveo ed una portata nettamente superiori. Il calcolo dell’indice STAR_ICMi ha evidenziato i risultati riportati nella Tabella 27.

2.5 Considerazioni conclusive Alla luce di tutte le informazioni raccolte e dei dati pregressi considerati, appare evidente che una valutazione d’insieme del ruolo del ume Lambro come potenziale corridoio ecologico non possa prescindere dal considerare unitamente il ruolo del colatore Addetta come “source” di biodiversità, seppur anche in questo caso non siano assenti numerose criticità. Secondo tutti i descrittori impiegati, infatti, la diversità biologica dell’Addetta è risultata più conservata che nel ume Lambro stesso, con presenza anche di specie interessanti da un punto di vista conservazionistico (soprattutto per la fauna ittica). Ciononostante, risulta evidente la necessità di interventi atti a preservare o migliorare la qualità chimica sica delle acque e degli habitat presenti, o a contrastare criticità quali l’espansione delle specie esotiche. Nell’ottica del progetto Volare, verranno quindi considerate anche le aree territoriali di inuenza del colatore Addetta, e verranno anche valutati eventuali interventi in esse. Per quanto riguarda la qualità delle acque del ume Lambro dal punto di vista biologico, rimangono evidenti numerose criticità, nonostante gli indubbi miglioramenti osservati nel corso degli ultimi 10 anni. Sicuramente un miglioramento delle potenzialità del ume di svolgere un ruolo di corridoio ecologico è auspicabile, in ragione della buona conservazione degli habitat sia in alveo, sia lungo le sponde, come evidienziato dall’applicazione dell’IFF, purché associato alla riduzione dell’impatto sulla qualità chimico-sica delle acque, che ancora limita la ricolonizzazione da parte di specie che non siano altamente tolleranti. Similmente, è intuibile un potenziale ruolo della roggia Vettabbia come corridoio ecologico innestato sull’asse di quello del Lambro, in ragione del recupero progressivo della qualità delle acque evidenziato in anni recenti, e della presenza di una comunità a macrote ben diversicata. Anche in questo caso, si è ritenuto necessario quindi includere l’asta ed i territori di pertinenza nel piano degli interventi proponibili, volti ad aumentare la Tab. 28 - Liste tassonomiche e abbondanza per unità di supercie diversicazione degli habitat e a ripristinare la morfologia dei macroinvertebrati campionati nell’Addetta e nel Lambro uviale, vero punto critico della Vettabbia. 73

Profile for Legambiente Lombardia

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Advertisement