Page 63

2

MONITORAGGI AMBIENTALI

Qui di seguito sono riportate le mappe dei tratti omogenei relativi alle sponde destre e sinistre del ume Lambro, del colatore Addetta e della Vettabbia. Per rendere sintetico e più comprensibile il risultato dell’indice IFF è stata calcolata la distribuzione percentuale delle singole classi di giudizio (Figure 63 e 64). Il risultato di sintesi mette in evidenza come tutti e tre i umi siano caratterizzati da classi di giudizio che variano tra il mediocre e lo scadente. Tuttavia difcilmente classi migliori sono rilevabili in ambiti di pianura, soprattutto dove le forte pressione antropica è evidente con una forte componente di consumo di suolo ed un’agricoltura perlopiù intensiva. Nel complesso le sponde sinistra e destra del Lambro presentano la maggior parte dei loro tratti ascrivibili alle classi III e IV (mediocre e scarso) con una buona componente che entra nella classe intermedia (III-IV) (mediocre-scarsa). Il dato è riportabile più che altro allo stato cattivo delle acque e delle sponde del ume (spesso articializzate) più che all’intorno, che spesso presenta scorci paesaggistici molto interessanti. Le due sponde della Vettabbia ricadono perlopiù nella classe III-IV con una buona percentuale che ricade tra le classi III e IV. Questi dati, oltre che per la qualità delle acque, che ancor oggi non sono buone, sono da attribuire soprattutto alla mancanza di naturalità dei tratti, lineari e molto constanti nella forma e dimensione (forte articializzazione dell’alveo). L’Addetta presenta invece giudizi tendenzialmente più positivi. Le classi più rappresentate sono la III (mediocre) e di seguito la III-IV. Una buona percentuale di tratti del ume sono attribuibili alla seconda classe (giudizio di buona qualità). Nel caso dell’Addetta qualità dell’acqua, biodiversità dell’intorno, contribuiscono sicuramente al valore migliore delle classi di qualità IFF.

Fig. 65 - Andamento spaziale e temporale dell’indice LIMeco (D.Lgs. 152/06) negli anni 2000 ed in tre stazioni del Lambro ordinate in senso monte valle: Lesmo, Peschiera, Melegnano (dati ARPA Lombardia)

2.2.1 Scopo dell’indagine L’obiettivo dell’indagine, condotta su alcuni tratti di Lambro, Vettabbia e Addetta, è stato quello di vericare la loro integrità eco sistemica e il grado di scostamento dalla condizione ottimale. Tale operazione ha implicato la raccolta e il confronto dei dati chimico – sici delle acque, la verica dell’assetto comunitario della vegetazione e della fauna, la ricerca di specie alloctone, la valutazione del disturbo da essi arrecato, l’applicazione degli indicatori previsti dalle Normative di riferimento (Dlg 152/2006 ed il successivo DM 260/2010).

L’analisi ha preso in considerazione primariamente l’ambiente acquatico, indagando la componente faunistica, ossia comunità a macroinvertebrati e pesci, e oristica, ossia 2.2 Indicatori biologici e valutazione della qualità comunità algali, a macrote acquatiche e vegetazione riparia delle sole zone di esondazione del Lambro, dato ecologica che sono queste quelle potenzialmente riqualicabili con Per analizzare lo stato ecologico e per valorizzare al meglio una certa facilità. Sono infattiaree dove non è possibile i tre umi considerati in questo progetto è stato molto coltivare e tantomeno fare altre attività, spesso coperte importante attuare una serie di campagne di monitoraggio da rovi o, se terreni e quote lo permettono, gestite a prato atte a produrre dati da inserire ed elaborare per la stabile. Indici ecologici basati sulle comunità dei pesci, formulazione di piani di conservazione mirati, individuando dei macroinvertebrati, delle macrote acquatiche e sulle diatomee, nonché la valutazione della presenza di specie minacce e criticità cui i tre sistemi d’acqua sono soggetti. 62

Fig. 66 - Andamento temporale dell’indice LIMeco (D.Lgs. 152/06) negli anni 2000 per la roggia Vettabbia ed il colatore Addetta (dati ARPA Lombardia)

Fig. 67 - Andamento temporale dell’indice StarICMI (Buffagni et al., 2007) negli anni 2000 per la roggia Vettabbia, il colatore Addetta, ed il Lambro nelle stazioni di Lesmo e Peschiera (dati ARPA Lombardia)

chiave o alloctone, sono stati utilizzati come criteri per identicare quali dei tre umi, o quali tratti di ume, potrebbero costituire potenziali sorgenti di biodiversità (source) per l’intero sistema, quali tratti potrebbero rappresentare dei potenziali gangli e chi potrebbe rappresentare sink per l’intero sistema.

Profile for Legambiente Lombardia

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Advertisement