Page 36

VALORIZZARE IL F IUME L AMBRO NELLA RE TE ECOLOGICA REGIONALE

della Lombardia mediante il posizionamento di blocchi di roccia lungo un percorso ragionato da denire in collaborazione con l’Università di Milano. 3. La realizzazione di un Percorso Botanico mediante l’inserimento di bacheche e pannelli esplicativi che permettano di identicare le essenze arboree, arbustive ed erbacee già presenti nel parco, introducendo inoltre pratiche di sfalcio differenziato che consentano la crescita stagionale di alcune essenze e l’eventuale realizzazione di un prato orito per una maggiore gradevolezza del paesaggio.

1.4.4 Il progetto di riqualicazione paesistica della Valle della Vettabbia Il sistema vallivo della Vettabbia, dominato dagli straordinari complessi abbaziali di Chiaravalle e di Viboldone, avendo da sempre assunto un ruolo fondamentale nel paesaggio del basso milanese, nel 2002 è stato incluso nelle 20 aree pilota selezionate per vericare l’efcacia della metodologia elaborata nell’ambito del Progetto LOTO Landscape Opportunities for Territorial Organization, un progetto di cooperazione transnazionale coordinato da Regione Lombardia con la partecipazione di altri otto partner istituzionali, conclusosi nel 2005 e co-nanziato dalla UE (Fondi FESR) sul Programma Interreg IIIB CADSES. Il progetto LOTO nasce allo scopo di individuare un percorso metodologico di lettura e interpretazione del paesaggio per la pianicazione/progettazione paesistica, che possa costituire un riferimento operativo condiviso per la gestione delle trasformazioni territoriali.

Fig. 50 - Il sottosistema di Chiaravalle (Fonte: AREA SUD MILANO - Uno scenario strategico di riqualicazione paesisitica del Basso Milanese - 2005)

Fig. 51 - Il sottosistema di Sesto Ulteriano (Fonte: AREA SUD MILANO - Uno scenario strategico di riqualicazione paesisitica del Basso Milanese - 2005

Parco Agricolo Sud Milano, riconoscendo nell’ambito vallivo diversi sottosistemi per ciascuno dei quali viene individuato un tema progettuale dominante, da porre alla base della Lo scenario strategico di riqualicazione paesistica della Valle declinazione specica degli obiettivi di riqualicazione della Vettabbia elaborato nell’ambito dell’Azione Pilota paesistica e ambientale in indirizzi e azioni particolari. “Gestione paesisticamente attenta delle trasformazioni territoriali in aree di frangia - Problematiche inerenti i rapporti I sottoinsiemi individuati sono tre: tra struttura urbana e territorio agricolo” si pone in diretta continuità con il progetto di inserimento ambientale del 1. Il Parco della Vettabbia di Chiaravalle: la rinascita delle acque. Depuratore di Nosedo, che ha portato alla realizzazione di L’ipotesi prevede di estendere il parco del Depuratore di un parco di oltre 100 ettari in uno degli ambiti di maggior Nosedo alle aree di Bagnolo-Tecchione, ormai fortemente intercluse e frammentate, che tuttavia conservano un alto pregio del Parco Agricolo Sud Milano. valore paesaggistico, soprattutto per il loro stretto rapporto In sintesi, esso propone di estendere il Parco della Valle della con l’Abbazia e per la contiguità con aree urbane dense: una Vettabbia all’intero ambito vallivo, che si sviluppa tra Milano zona ad alta intensità fruitiva, basata sulle acque rigenerate, e Melegnano, comprendendo anche le aree urbanizzate in grado di valorizzare il rapporto di Chiaravalle con la parte che vi ricadono e che sono esterne al perimetro attuale del meridionale del suo antico territorio, rafforzando le relazioni

trasversali tra i nuovi luoghi di centralità disposti sul lato orientale e la zona di elevato potenziale fruitivo delle cave e della cascina Tecchione, utilizzando anche l’opportunità offerta dalla dismissione del tracciato ferroviario storico. 2. Il nodo di Sesto Ulteriano: la rinascita del suolo. In questa area edicata con un altissimo rapporto di copertura, fortemente problematica dal punto di vista ambientale e paesistico, dove si trovano giustapposti e contigui i tessuti residenziali cresciuti intorno al nucleo di Sesto Ulteriano e i tessuti produttivi e terziari, frutto di un processo insediativo gestito, in assenza di un progetto d’insieme, con strumenti di piano disomogenei, la proposta di scenario strategico si traduce in una serie di “progetti pilota” da avviare promuovendo connessioni con l’intorno e azioni di risanamento ambientale, e introducendo elementi di orientamento e riconoscibilità. 35

Profile for Legambiente Lombardia

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Advertisement