Page 13

1

QUADRO RICOGNITIVO E CONOSCITIVO DI LIVELLO TERRITORIALE

• Zone di Protezione Speciale: Garzaie del Parco Adda Sud • Parchi Regionali: PR Agricolo Sud Milano; PR Adda Sud; PR Adda Nord • Riserve Naturali Regionali/Statali: RNR Sorgenti della Muzzetta • Aree di Rilevanza Ambientale: ARA “Sud Milano – Medio Lambro” • Altro: IBA – Important Bird Area “Garzaie del Parco Adda Sud” Elementi primari della Rete Ecologica • Gangli primari: Medio Adda • Corridoi primari: Fiume Lambro e Laghi Briantei (classicato come “uviale antropizzato” nel tratto compreso nel settore 73); Corridoio Sud Milano; Fiume Adda; Corridoio della pianura centrale (da Lambro a Mella) – tratto compreso tra Lambro e Adda. • Elementi di primo livello compresi nelle Aree prioritarie per la biodiversità (vedi D.G.R. 30 dicembre 2009 – n. 8/10962): 06 Fiume Adda; 27 Fascia centrale dei fontanili; 29 Fiume Lambro Meridionale • Altri elementi di secondo livello con importante ruolo di connettività ecologica: ume Lambro, canale Muzza, colatore Lissone, aree agricole tra Adda e Lambro, aree agricole tra il ume Lambro, Lodi Vecchio, Tavazzano e Villanesco. Elementi di secondo livello della Rete Ecologica • Aree importanti per la biodiversità esterne alle Aree prioritarie: MA28 Lambro di Melegnano; MA37Tavazzano; • Altri elementi di secondo livello: Canale Muzza; Aree agricole tra l’Adda e il Colatore Addetta. Criticità • Infrastrutture lineari: oltre alla presenza dell’autostrada A1 e della rete ferroviaria Milano Lodi, la principale frammentazione ecologica deriva dalle due importanti arterie stradali, la n. 415 Paullese che percorre il settore da est ad ovest, e dalla strada che collega Melzo a Melegnano che lo percorre da nord a sud, frammentando l’ambito in 4 macro-aree poco connesse dal punto di vista ecologico; • Urbanizzato: area fortemente urbanizzata nel settore occidentale, espansione urbana in corso nel settore meridionale a discapito di ambienti aperti, mentre nel restante territorio presenta una buona matrice agricola tutelata dal Parco Agricolo Sud Milano; 12

Fig. 14 – Gli Ambiti geograci e le unità tipologiche di paesaggio (Fonte: PPR, tavola A)

tutela delle preesistenze e dei relativi contesti; 1.1.7 Il Piano Paesaggistico Regionale (PPR) Riferimenti normativi 2. il miglioramento della qualità paesaggistica e architettonica degli interventi di trasformazione del Il Piano Territoriale Regionale (PTR), in applicazione dell’art. 19 della l.r. 12/2005, ha natura ed effetti di piano territorio; territoriale paesaggistico ai sensi della legislazione nazionale 3. la diffusione della consapevolezza dei valori del (Dlgs.n.42/2004). paesaggio e la loro fruizione da parte dei cittadini. Strategie generali Gli obiettivi generali del Piano Paesaggistico Regionale sono: 1. la conservazione dei caratteri che deniscono l’identità e la leggibilità dei paesaggi della Lombardia, attraverso il controllo dei processi di trasformazione, nalizzato alla

Nel mese di novembre 2013, la Giunta regionale ha dato avvio al procedimento di approvazione della variante nalizzata alla revisione del Piano Territoriale Regionale (PTR), comprensivo di Piano Paesaggistico Regionale (PPR), e alla relativa Valutazione Ambientale Strategica (VAS), con la D.G.R. n. 937 del 14 novembre 2013.

Profile for Legambiente Lombardia

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Studio di fattibilità def rid  

Lo studio di fattibilità completo nato dal progetto VOLARE - Valorizzare il fiume Lambro nella Rete Ecologica Regionale e realizzato fra il...

Advertisement