Issuu on Google+

Rapporto 2012


Introduzione L’attuale situazione, portata dall’onda lunga della crisi finanziaria, ha subito una forte accelerazione nell’ultimo anno. Innestandosi sulle antiche debolezze del sistema produttivo italiano e sulla grave crisi dei conti pubblici, ha determinato la stagnazione della produzione industriale e severe misure di riduzione delle risorse. Si può dire che, dopo averle a lungo nominate, le ricadute della crisi siano arrivate pesantemente sull’economia, sulla società ed anche sulle imprese cooperative che sono state messe di fronte, oltreché ad una drastica riduzione della produzione economica e delle risorse nel suo complesso, alla verifica della “adeguatezza” a fronteggiare un accresciuto livello di competitività che si muove su percorsi di cui non si conoscono le condizioni e gli sviluppi. Pertanto la fotografia statica fornita dai dati di bilancio certi, ma reperibili dopo un tempo troppo lungo rispetto alla dinamicità della situazione, ci aiuta non tanto ad analizzare l’oggi, quanto a rilevare lo stato in cui si trovavano le imprese e il sistema al momento di fronteggiare l’impatto con l’aggravarsi della crisi per capire meglio su quali risorse interne e di sistema contare per un’analisi del proprio posizionamento strategico e delle prospettive che possiamo costruire per noi e per i territori dove operiamo. Oggetto. Queste schede costituiscono l’aggiornamento della fotografia statica dell’andamento delle cooperative associate a Legacoopservizi Toscana effettuato attraverso l’aggregazione e l’analisi dei bilanci chiusi al 31/12/2010 ed il confronto con il biennio precedente. Obiettivo. In continuità con il lavoro iniziato nei precedenti Rapporti, l’obiettivo è quello di fornire i dati necessari ad un aggiornamento costante circa l’andamento dei dati di bilancio e della composizione della base sociale e lavorativa delle cooperative associate utile a valutazioni sul singolo periodo preso in esame ma, soprattutto, a seguirne il trend attraverso serie storiche. Metodo. La rendicontazione associativa e del sistema delle imprese si sviluppa lungo l’arco del mandato congressuale e si articola in: un Rapporto Sociale completo della descrizione della struttura associativa, delle sue articolazioni, attività e obiettivi; aggiornamenti annuali sui risultati economici, di sistema e sul Valore Aggiunto; un Rapporto di fine mandato sulle attività svolte e i risultati raggiunti. Eleonora Vanni Responsabile Legacoopsociali Toscana

3


Prima della “tempesta” I risultati economici. 2008-2010 Dall’analisi dei dati aggregati il 2010 evidenzia un aumento della consistenza numerica del comparto di 10 unità, recuperando quasi completamente la riduzione registratasi nel precedente anno. Sostanzialmente i valori del patrimonio si assestano con quelli del precedente esercizio con una tendenza positiva in tutte le voci: aumentano le immobilizzazioni materiali, i crediti verso i clienti, i debiti verso le banche e il patrimonio netto. Sul piano economico cresce il fatturato contestualmente al costo del lavoro ma soprattutto il risultato di esercizio. Seppur mantenendo ancora valori negativi quest’ultimo registra un importante aumento (circa 2.000.000 di euro) tale da dimezzare la perdita del precedente esercizio.

BILANCI ESAMINATI IMPRESE ASSOCIATE

ANNO 2010 365 392

ANNO 2009 368 382

ANNO 2008 379 393

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CREDITI VERSO I CLIENTI

ª 205.601.249 ª 366.275.345

SCARTO 3,21% 4,33%

ª 199.198.639 ª 351.077.018

SCARTO 5,65% 3,97%

ª 188.552.235 ª 337.685.121

PATRIMONIO NETTO CAPITALE SOCIALE RISERVE DEBITI VERSO LE BANCHE PRESTITO SOCIALE

ª 179.183.963 ª 64.726.365 ª 124.341.493 ª 184.956.889 ª 8.648.033

1,78% 0,36% -0,47% 2,05% 6,67%

ª 176.053.862 ª 64.494.363 ª 124.928.934 ª 181.243.708 ª 8.106.962

2,38% 13,02% 1,98% 10,24% 11,33%

ª 171.964.798 ª 57.065.287 ª 122.501.948 ª 164.401.200 ª 7.282.151

FATTURATO GLOBALE COSTO DEL LAVORO RISULTATO D’ESERCIZIO

ª 1.002.952.067 ª 511.961.613 ª -2.896.678

7,15% 5,04% 41,91%

ª 936.039.504 ª 487.401.193 €-4.986.561

-1,68% 1,25% -443,24%

ª 952.047.050 ª 481.385.123 ª 1.452.788

I RISULTATI ECONOMICI DEI SETTORI SOCIALE MULTISERVIZI RISTORAZIONE LOGISTICA E TRASPORTO SERVIZI VARI TURISMO E SERVIZI CULTURALI TOTALE

FATTURATO ª 320.365.804 ª 141.213.071 ª 115.175.889 ª 338.227.781 ª 77.212.326 ª 10.757.196 ª 1.002.952.067

% 31,94% 14,08% 11,48% 33,72% 7,70% 1,07% 100,00%

4


IMPRESE ASSOCIATE

392

FATTURATO GLOBALE

€ 1.002.952.067 Servizi vari

Turismo Servizi culturali

DISTRIBUZIONE FATTURATO

Sociale

Logistica Trasporto

Multiservizi Ristorazione

CREDITI VERSO I CLIENTI

€ 366.275.345 +4,33% DEBITI VERSO LE BANCHE

€ 184.956.889 +2,05% COSTO DEL LAVORO

€ 511.961.613 +5,04% 5


PROSPETTO SOCIALE BILANCI ESAMINATI IMPRESE ASSOCIATE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CREDITI VERSO I CLIENTI PATRIMONIO NETTO CAPITALE SOCIALE RISERVE DEBITI VERSO LE BANCHE PRESTITO SOCIALE FATTURATO GLOBALE COSTO DEL LAVORO RISULTATO D’ESERCIZIO

ANNO 2010 154 164

ANNO 2009 158 162

ANNO 2008 158 164

ª 43.503.171 ª 141.232.563

SCARTO 3,99% 4,53%

ª 41.834.832 ª 135.118.382

SCARTO 20,13% 11,32%

ª 34.824.805 ª 121.375.152

ª 41.751.417 ª 20.609.666 ª 29.148.087 ª 57.761.676 ª 664.642

-8,95% 7,96% 5,87% 2,16% -1,82%

ª 45.854.916 ª 19.089.816 ª 27.533.120 ª 56.539.964 ª 676.986

10,11% 8,82% 7,00% 10,93% 20,74%

ª 41.646.219 ª 17.541.846 ª 25.731.747 ª 50.967.679 ª 560.687

ª 320.365.804 ª 199.008.236 ª -5.755.882

5,64% 6,99% -424,73%

ª 303.255.266 ª 186.011.486 ª 1.772.508

10,69% 8,93% 75,95%

ª 273.976.480 ª 170.764.008 ª 1.007.365

Al 2010 il comparto registra un lieve aumento della consistenza numerica. Riguardo i valori patrimoniali si evidenzia un’importante riduzione del patrimonio netto. Il dato può essere ricondotto al risultato d’esercizio che nel 2010 si riduce drasticamente rispetto al precedente anno (di circa 7.500.000 di euro) collocandosi su valori negativi. Da una analisi più approfondita è possibile supporre che tale flessione sia riconducibile all’andamento negativo dell’esercizio del comparto delle sociali di tipo A. Quest’ultimo, il cui fatturato incide sul totale del comparto con un peso superiore al 70%, registra infatti una riduzione del risultato d’esercizio di circa 8.000.000 di euro così come tutti gli altri dati economico-patrimoniali riflettono proporzionalmente quelli aggregati. Viceversa i dati del comparto delle sociali di tipo B mostrano una situazione più rosea. Sebbene questo incida in misura minore sui valori aggregati (il fatturato delle cooperative sociali di tipo B incide solo per un 16% sul totale), descrive una realtà in “salute” su tutti i versanti. Crescono le immobilizzazioni materiali e quindi gli investimenti, cresce il patrimonio netto, cresce il fatturato in maniera più che proporzionale rispetto al costo del lavoro. PROSPETTO MULTISERVIZI BILANCI ESAMINATI IMPRESE ASSOCIATE

ANNO 2010 17 19

ANNO 2009 15 15

ANNO 2008 18 19

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CREDITI VERSO I CLIENTI

ª 14.694.133 ª 82.521.287

SCARTO -15,82% 9,93%

17.455.019 75.067.895

SCARTO -5,21% 16,95%

ª 18.414.577 ª 64.188.455

PATRIMONIO NETTO CAPITALE SOCIALE RISERVE DEBITI VERSO LE BANCHE PRESTITO SOCIALE

ª 21.081.595 ª 7.096.658 ª 15.347.725 ª 53.106.161 ª 2.546.119

2,86% 21,27% -2,95% 0,64% 22,08%

20.496.364 5.851.739 15.814.705 52.766.364 2.085.684

-1,45% 15,36% -1,69% 27,40% 16,55%

ª 20.798.207 ª 5.072.639 ª 16.086.949 ª 41.418.330 ª 1.789.464

ª 141.213.071 ª 93.982.787 ª -687.198

11,43% 9,57% 31,88%

126.729.376 85.772.237 ª -1.008.867

1,82% 7,22% -3998,09%

ª 124.460.387 ª 79.996.464 ª -24.618

FATTURATO GLOBALE COSTO DEL LAVORO RISULTATO D’ESERCIZIO

Al 2010 il comparto recupera la propria consistenza numerica del 2008. I valori patrimoniali evidenziano una riduzione delle immobilizzazioni materiali e un aumento dei crediti verso clienti in misura più che proporzionale ai debiti verso le banche. Aumenta anche il capitale e il prestito sociale segnalando un rinforzamento della struttura finanziaria ad opera della compagine sociale. Sul versante economico cresce il fatturato, più che proporzionalmente al costo del lavoro, ma soprattutto si registra un recupero delle perdite registrate il precedente esercizio. PROSPETTO RISTORAZIONE BILANCI ESAMINATI IMPRESE ASSOCIATE

ANNO 2010 6 6

ANNO 2009 6 6

ANNO 2008 6 6

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CREDITI VERSO I CLIENTI

ª 9.543.197 ª 20.055.155

SCARTO 30,56% -3,48%

ª 7.309.607 ª 20.778.123

SCARTO 0,53% -1,38%

ª 7.270.770 ª 21.068.616

PATRIMONIO NETTO CAPITALE SOCIALE RISERVE DEBITI VERSO LE BANCHE PRESTITO SOCIALE

ª 15.116.167 ª 2.162.357 ª 11.564.806 ª 4.364.317 ª 821.738

8,27% -8,58% 14,00% -3,39% 14,17%

ª 13.961.361 ª 2.365.428 ª 10.144.691 ª 4.517.502 ª 719.757

6,96% 1,04% 11,79% 4,15% 39,60%

ª 13.052.680 ª 2.340.984 ª 9.074.498 ª 4.337.651 ª 515.597

ª 115.175.889 ª 28.222.448 ª 2.073.233

5,90% 5,50% 42,86%

ª 108.759.915 ª 26.750.228 ª 1.451.242

-1,12% 0,20% -11,36%

ª 109.988.181 ª 26.697.755 ª 1.637.198

FATTURATO GLOBALE COSTO DEL LAVORO RISULTATO D’ESERCIZIO

Il comparto mantiene inalterata la propria consistenza numerica. I valori patrimoniali evidenziano un aumento importante delle immobilizzazioni materiali. Aumenta il patrimonio netto per la destinazione dell’utile destinato a riserva. Ad una riduzione del capitale versato dai soci si oppone un aumento del prestito sociale. Importanti i risultati sul piano economico: dopo la flessione registratasi nel 2009 crescono fatturato e, come già accennato, il risultato di esercizio. In questo settore i dati risultano non omogenei in quanto, di una cooperativa che opera in Toscana, ma non vi ha sede, sono riportati solo fatturato, soci e addetti. 6


PROSPETTO LOGISTICA E TRASPORTO BILANCI ESAMINATI IMPRESE ASSOCIATE

ANNO 2010 75 78

ANNO 2009 77 78

ANNO 2008 82 83

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CREDITI VERSO I CLIENTI

ª 98.910.275 ª 95.154.204

SCARTO 4,94% 3,61%

ª 94.253.705 ª 91.836.778

SCARTO -0,73% -6,20%

ª 94.948.374 ª 97.910.512

PATRIMONIO NETTO CAPITALE SOCIALE RISERVE DEBITI VERSO LE BANCHE PRESTITO SOCIALE

ª 76.537.188 ª 26.484.337 ª 50.261.006 ª 59.551.584 ª 2.121.476

6,97% -8,77% -5,96% 5,85% -0,41%

ª 71.548.183 ª 29.031.805 ª 53.445.568 ª 56.260.211 ª 2.130.181

-5,01% 8,41% -4,49% 5,95% 3,01%

ª 75.318.617 ª 26.779.307 ª 55.959.704 ª 53.100.069 ª 2.067.909

ª 338.227.781 ª 156.728.526 ª 1.287.669

11,62% 8,97% 118,89%

ª 303.005.709 ª 143.828.230 ª -6.816.730

-11,74% -8,60% -115,54%

ª 343.321.644 ª 157.353.088 ª -3.162.579

FATTURATO GLOBALE COSTO DEL LAVORO RISULTATO D’ESERCIZIO

Al 2010 il comparto mantiene inalterata la propria consistenza numerica. I valori patrimoniali registrano un aumento testimoniando una sostenuta struttura finanziaria: aumenta il patrimonio netto sebbene con un calo del capitale sociale e delle riserve. Interessanti i dati economici che evidenziano una importante ripresa dopo la flessione registrata nel precedente esercizio. In particolare il risultato di esercizio, che registra un aumento di circa 8.000.000 di euro rispetto al 2009, recupera valori positivi. PROSPETTO SERVIZI VARI BILANCI ESAMINATI IMPRESE ASSOCIATE

ANNO 2010 85 91

ANNO 2009 83 90

ANNO 2008 82 87

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CREDITI VERSO I CLIENTI

ª 29.863.938 ª 26.350.992

SCARTO 3,71% 1,09%

ª 28.795.555 ª 26.067.718

SCARTO 19,25% -12,86%

ª 24.146.659 ª 29.913.078

PATRIMONIO NETTO CAPITALE SOCIALE RISERVE DEBITI VERSO LE BANCHE PRESTITO SOCIALE

ª 20.265.158 ª 7.295.208 ª 14.054.321 ª 8.404.173 ª 2.295.389

2,46% 5,09% -0,53% 2,29% -0,53%

ª 19.778.077 ª 6.941.625 ª 14.129.653 ª 8.216.094 ª 2.307.674

20,48% 70,19% 22,51% -24,70% 9,33%

ª 16.416.346 ª 4.078.795 ª 11.533.028 ª 10.911.492 ª 2.110.677

FATTURATO GLOBALE COSTO DEL LAVORO RISULTATO D’ESERCIZIO

ª 77.212.326 ª 38.510.805 ª 57.110

-5,85% -5,80% 218,55%

ª 82.013.804 ª 40.879.868 ª -48.174

-3,81% -2,27% -102,13%

ª 85.266.280 ª 41.828.742 ª 2.260.291

Il comparto registra una lieve crescita della propria consistenza numerica. I valori patrimoniali sono tutti in crescita rispetto al 2009: aumentano le immobilizzazioni materiali e il patrimonio netto. I valori economici tuttavia mostrano una contrazione del settore che già aveva contraddistinto il precedente esercizio: si riduce il fatturato contestualmente alla diminuzione del costo del lavoro. Tale processo sembra aver prodotto effetti virtuosi sul piano del risultato di esercizio che al 2010 registra un considerevole aumento ricollocandosi su valori positivi. PROSPETTO TURISMO E SERVIZI CULTURALI BILANCI ESAMINATI IMPRESE ASSOCIATE

ANNO 2010 28 34

IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CREDITI VERSO I CLIENTI

ª 9.086.535 ª 961.144

SCARTO -4,85% -56,47%

ª 9.549.921 ª 2.208.122

SCARTO 6,74% -31,62%

ª 8.947.050 ª 3.229.308

PATRIMONIO NETTO CAPITALE SOCIALE RISERVE DEBITI VERSO LE BANCHE PRESTITO SOCIALE

ª 4.432.438 ª 1.078.139 ª 3.965.548 ª 1.768.978 ª 198.669

0,40% -11,19% 2,70% -39,90% 6,42%

ª 4.414.961 ª 1.213.950 ª 3.861.197 ª 2.943.573 ª 186.680

-6,71% -3,02% -6,19% -19,71% -10,17%

ª 4.732.729 ª 1.251.716 ª 4.116.022 ª 3.665.979 ª 207.817

ª 10.757.196 ª 4.011.101 ª 128.390

-12,37% -3,56% 138,15%

ª 12.275.434 ª 4.159.144 ª -336.540

-18,35% -12,35% -27,06%

ª 15.034.078 ª 4.745.066 ª -264.869

FATTURATO GLOBALE COSTO DEL LAVORO RISULTATO D’ESERCIZIO

ANNO 2009 29 31

ANNO 2008 32 34

Il comparto registra un aumento della propria consistenza numerica che si riporta ai valori del 2008. La struttura patrimoniale risulta sostanzialmente inalterata. Si segnala l’importante flessione dei crediti verso i clienti a cui fa da contrappeso la riduzione dei debiti verso le banche. Il patrimonio netto rimane pressochè invariato rispetto al precedente esercizio con una lieve erosione del capitale sociale. Diversa è la situazione sul piano economico. Come per il settore “Servizi vari” anche per il comparto “Turismo e servizi culturali” si registra una tendenza recessiva caratterizzata dalla flessione del fatturato più che proporzionale, questa volta, alla diminuzione del costo del lavoro. Anche in questo caso il processo di contrazione pare aver prodotto effetti virtuosi sul piano del risultato di esercizio che al 2010 registra un considerevole aumento ricollocandosi su valori positivi.

7


Noi per la Toscana Valore aggiunto economico sociale Anche per il 2010 è stato calcolato il valore aggiunto economico e sociale delle cooperative associate*. Sul piano quantitativo il campione estratto proviene dalla elaborazione di 318 bilanci e risulta rappresentativo dell’intera popolazione. Sul piano qualitativo mantiene la stessa struttura di quello estratto il precedente anno consentendo il confronto tra la ricchezza prodotta e redistribuita tra i due esercizi. Nel 2010 la ricchezza prodotta dalle cooperative aderenti a Legacoop Servizi Toscana ammonta a circa 587 milioni di euro, registrando un aumento rispetto al 2009 di circa 4 punti percentuali. Tale incremento si riversa in tutti i soggetti destinatari. Aumenta la parte di ricchezza redistribuita ai soci che anche nel 2010 si colloca su valori ben superiori a quelli richiesti dalla legge per ottemperare al principio della prevalenza mutualistica (69%). Da una analisi più dettagliata tale aumento è da imputare alla crescita dei conferimenti da lavoro (+5,59%) che al 2010 rappresentano il 91,20% del totale. Aumenta anche la quota di ricchezza destinata a coprire i conferimenti da lavoro degli addetti non associati che, insieme a quelli associati, rappresenta circa il 95% del totale della ricchezza prodotta dal sistema. Cresce anche la ricchezza riversata nell’azienda (+26%), quella a beneficio della comunità (+19,84%) ma soprattutto al mondo cooperativo (+56,11%).

GENERALE VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE SOCI LAVORO (NON SOCI) AZIENDA (UTILE TRATTENUTO E AMMORTAMENTI) MONDO COOPERATIVO (FONDI MUTUALISTICI) SISTEMA CREDITIZIO (ONERI FINANZIARI) COMUNITA’ (IMPOSTE)

ANNO 2010 VALORI % ª 586.918.219,00 100,00%

ANNO 2009 VALORI 562.955.774,21

ª 406.723.455,01 ª 145.390.798,99 ª 12.408.910,18 ª 327.545,82 ª 8.494.211,00 ª 13.573.298,00

69,30% 24,77% 2,11% 0,06% 1,45% 2,31%

DISTRIBUZIONE DEL VAES TRA I SOCI CONFERIMENTI MATERIE PRIME SERVIZI LAVORO TOTALE VAES SOCI

VALORI 0 ª 35.780.717,00 ª 370.942.738,01 ª 406.723.455,01

% 0,00% 8,80% 91,20% 100,00%

% 100,00%

SCARTO 4,26%

400.119.324,00 133.027.482,00 ª 9.798.863,00 ª 209.814,21 ª 8.474.112,00 ª 11.326.179,00

71,07% 23,63% 1,74% 0,04% 1,51% 2,01%

1,65% 9,29% 26,64% 56,11% 0,24% 19,84%

VALORI ª 314.029,00 ª 48.499.754,00 ª 351.305.541,00 400.119.324,00

% 0,08% 12,12% 87,80% 100,00%

SCARTO -100,00% -26,22% 5,59% 1,65%

l valore aggiunto economico e sociale rappresenta la capacità del sistema di creare ricchezza e distribuirla tra i diversi portatori di interesse di riferimento. Per * Icalcolare questo valore sono stati riletti i dati contabili obbligatori, rintracciabili nel bilancio d’esercizio civilistico. Alcuni fattori produttivi sono stati considerati interni all’ente e i relativi costi sono stati assimilati ad un riparto di utili. Esemplificando, l’equazione Ricavi(R) – Costi(C) = Utile(U) si trasforma in R – C esterni = C interni + U = VAES. I costi interni presi in considerazione sono stati i conferimenti da parte dei soci, il costo del lavoro subordinato e parasubordinato, l’utile destinato all’azienda e ai fondi mutualistici, gli ammortamenti, gli oneri finanziari e le imposte. Tali variabili rendicontano uno scambio virtuoso tra le imprese cooperative e i principali interlocutori del tessuto economico e sociale in cui queste operano: i soci (per la parte di ricchezza loro destinata per il conferimento di materie prime, servizi e lavoro), il lavoro (per la parte di ricchezza destinata al lavoro svolto dai dipendenti non associati subordinato e parasubordinato), l’azienda (per l’utile trattenuto in azienda e gli ammortamenti), il mondo cooperativo (per la parte dell’utile destinata ai fondi mutualistici), il sistema creditizio (per gli oneri finanziari prodotti nei confronti del sistema finanziario) e la comunità (per la parte di ricchezza da destinare sotto forma di imposte). 8


VAES AGGREGATO

€ 586.918.219

+4,26%

RICCHEZZA REDISTRIBUITA AI LAVORATORI

€ 555.114.253

+10,94%

RICCHEZZA A BENEFICIO DELLA COMUNITà’ (IMPOSTE)

€ 13.573.298

+2,31% 9


ANNO 2010 VALORI ª 586.918.219,00

INCIDENZA VAES PER SETTORI VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE LOGISTICA E TRASPORTO MULTISERVIZI RISTORIAZIONE SOCIALE TURISMO E SERVIZI CULTURALI SERVIZI VARI

ª 180.217.622,00 ª 98.781.433,00 ª 30.441.007,00 ª 233.195.786,00 ª 4.812.483,00 ª 39.469.888,00

% 100,00%

ANNO 2009 VALORI ª 562.955.774,00

% 100,00%

30,71% 16,83% 5,19% 39,73% 0,82% 6,72%

ª 167.080.081,00 ª 90.606.606,00 ª 28.046.847,00 ª 229.263.302,00 ª 5.611.311,00 ª 42.347.627,00

29,68% 16,09% 4,98% 40,72% 1,00% 7,52%

La misurazione dell’incidenza settoriale sul valore aggiunto economico e sociale aggregato rileva un aumento della ricchezza per ciascun settore. In particolare i comparti “Sociale”e “Logistica e Trasporto”, che al 2010 generano insieme il 70% del prodotto totale, hanno registrato un aumento della ricchezza prodotta rispettivamente del 40,72% e del 29,68%. Seguono i comparti “Multiservizi”, con un aumento del 16,09%, “Servizi vari” con un aumento del 7,52%, “Ristorazione” (+ 4,98%%) e “Turismo e servizi culturali” (+1,00%).

ANNO 2010 INCIDENZA PONDERATA VAES PER SETTORI VAES AGGREGATO

VALORI

ANNO 2009

NUM % PONDERATA

VALORI

NUM

% PONDERATA

SCARTO

100,00%

ª 562.955.774,00

322

100,00%

2,97%

71

11,42%

ª 167.080.081,00

71

11,39%

0,11%

14

31,75%

ª 90.606.606,00

14

31,31%

0,64%

ª 586.918.219,00

318

ª 180.217.622,00 ª 98.781.433,00

DISTRIBUZIONE LOGISTICA E TRASPORTO MULTISERVIZI RISTORIAZIONE SOCIALE TURISMO E SERVIZI CULTURALI SERVIZI VARI

ª 30.441.007,00

3

45,66%

ª 28.046.847,00

3

45,23%

2,85%

ª 233.195.786,00

136

7,72%

ª 229.263.302,00

136

8,16%

0,01%

ª 4.812.483,00

23

0,94%

ª 5.611.311,00

23

1,18%

-0,62%

ª 39.469.888,00

71

2,50%

ª 42.347.627,00

75

2,73%

-0,02%

Lo stesso dato ponderato rispetto alla consistenza numerica di ciascun settore permette di confrontare la ricchezza complessiva generata rispetto all’elemento dimensionale. I dati relativi alla variazione tra i due esercizi mostrano un trend complessivamente stazionario. Lo scarto è prossimo allo zero per tutti i settori ad eccezione del comparto “Ristorazione” che registra un aumento del valore della ricchezza mediamente prodotta di quasi 3 punti percentuali. I dati relativi alla incidenza settoriale evidenziano, come nel 2009, un panorama caratterizzato dalla influenza dominante dei settori “Multiservizi” e “Ristorazione” che insieme incidono più del 70% del totale.

ogistica e trasporto. 2010: popolazione 78 coop., campione 71 coop. | 2009: popolazione 78 coop., campione 71 coop. * LMultiservizi. 2010: popolazione 19 coop., campione 14 coop. | 2009: popolazione 15 coop., campione 14 coop. Ristorazione. 2010: popolazione 6 coop., campione 3 coop. | 2009: popolazione 6 coop., campione 3 coop. Sociale. 2010: popolazione 164 coop., campione 136 coop. | 2009: popolazione 162 coop., campione 136 coop. Turismo e servizi culturali. 2010: popolazione 34 coop., campione 23 coop. | 2009: popolazione 31 coop., campione 23 coop. Servizi vari. 2010: popolazione 91 coop., campione 71 coop. | 2009: popolazione 90 coop., campione 75 coop. 10


LOGISTICA E TRASPORTO VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE SOCI LAVORO (NON SOCI) AZIENDA (UTILE TRATTENUTO E AMMORTAMENTI) MONDO COOPERATIVO (FONDI MUTUALISTICI) SISTEMA CREDITIZIO (ONERI FINANZIARI) COMUNITA’ (IMPOSTE)

ANNO 2010* ANNO 2009* VALORI % VALORI % ª 180.217.622,00 100,00% ª 167.080.081,00 100,00% ª 147.669.059,00 ª 17.255.500,00 ª 7.973.801,08 ª 112.033,92 ª 3.075.853,00 ª 4.131.375,00

81,94% ª 144.153.821,00 9,57% ª 17.950.018,00 4,42% -ª 168.856,08 0,06% ª 41.032,08 1,71% ª 2.679.062,00 2,29% ª 2.425.004,00

SCARTO 7,86%

86,28% 2,44% 10,74% -3,87% -0,10% 4.622,25% 0,02% 173,04% 1,60% 14,81% 1,45% 70,37%

MULTISERVIZI VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE SOCI LAVORO (NON SOCI) AZIENDA (UTILE TRATTENUTO E AMMORTAMENTI) MONDO COOPERATIVO (FONDI MUTUALISTICI) SISTEMA CREDITIZIO (ONERI FINANZIARI) COMUNITA’ (IMPOSTE)

VALORI % ª 98.781.433,00 100,00%

VALORI ª 90.606.606,00

% 100,00%

SCARTO 9,02%

ª 54.917.627,00 ª 37.605.638,00 ª 1.512.473,48 ª 20.267,52 ª 1.923.202,00 ª 2.802.225,00

55,60% 38,07% 1,53% 0,02% 1,95% 2,84%

ª 49.661.031,00 ª 35.638.101,00 ª 903.704,55 ª 8.211,45 ª 1.928.094,00 ª 2.467.464,00

54,81% 39,33% 1,00% 0,01% 2,13% 2,72%

10,58% 5,52% 67,36% 146,82% -0,25% 13,57%

RISTORIAZIONE VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE SOCI LAVORO (NON SOCI) AZIENDA (UTILE TRATTENUTO E AMMORTAMENTI) MONDO COOPERATIVO (FONDI MUTUALISTICI) SISTEMA CREDITIZIO (ONERI FINANZIARI) COMUNITA’ (IMPOSTE)

VALORI % ª 30.441.007,00 100,00%

VALORI ª 28.046.847,00

% 100,00%

SCARTO 8,54%

ª 16.272.958,00 ª 9.842.107,00 ª 3.301.764,66 ª 58.613,34 ª 144.851,00 ª 820.713,00

ª 14.818.755,00 ª 9.668.408,00 ª 2.564.764,57 ª 41.981,43 ª 178.000,00 ª 774.938,00

52,84% 34,47% 9,14% 0,15% 0,63% 2,76%

9,81% 1,80% 28,74% 39,62% -18,62% 5,91%

VALORI % VALORI ª 233.195.786,00 100,00% ª 229.263.302,00

% 100,00%

SCARTO 1,72%

71,64% 23,19% 2,18% 0,04% 1,21% 1,75%

-0,86% 23,96% -149,41% 6,13% -3,65% 3,91%

SOCIALE VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE SOCI LAVORO (NON SOCI) AZIENDA (UTILE TRATTENUTO E AMMORTAMENTI) MONDO COOPERATIVO (FONDI MUTUALISTICI) SISTEMA CREDITIZIO (ONERI FINANZIARI) COMUNITA’ (IMPOSTE) TURISMO E SERVIZI CULTURALI VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE SOCI LAVORO (NON SOCI) AZIENDA (UTILE TRATTENUTO E AMMORTAMENTI) MONDO COOPERATIVO (FONDI MUTUALISTICI) SISTEMA CREDITIZIO (ONERI FINANZIARI) COMUNITA’ (IMPOSTE) SERVIZI VARI VAES AGGREGATO DISTRIBUZIONE SOCI LAVORO (NON SOCI) AZIENDA (UTILE TRATTENUTO E AMMORTAMENTI) MONDO COOPERATIVO (FONDI MUTUALISTICI) SISTEMA CREDITIZIO (ONERI FINANZIARI) COMUNITA’ (IMPOSTE)

ª 162.837.062,01 ª 65.894.182,99 -ª 2.465.620,09 ª 98.508,09 ª 2.670.460,00 ª 4.161.193,00

53,46% 32,33% 10,85% 0,19% 0,48% 2,70%

69,83% ª 164.244.727,00 28,26% ª 53.159.467,00 -1,06% ª 4.989.905,31 0,04% ª 92.817,69 1,15% ª 2.771.625,00 1,78% ª 4.004.760,00

VALORI % ª 4.812.483,00 100,00%

VALORI ª 5.611.311,00

% 100,00%

SCARTO -14,24%

ª 1.918.158,00 ª 2.110.126,00 ª 512.301,98 ª 9.418,02 ª 115.809,00 ª 146.670,00

39,86% 43,85% 10,65% 0,20% 2,41% 3,05%

ª 2.676.745,00 ª 2.309.926,00 ª 191.786,64 ª 6.123,36 ª 218.076,00 ª 208.654,00

47,70% 41,17% 3,42% 0,11% 3,89% 3,72%

-28,34% -8,65% 167,12% 53,80% -46,90% -29,71%

VALORI % ª 39.469.888,00 100,00%

VALORI ª 42.347.627,00

% 100,00%

SCARTO -6,80%

ª 23.108.591,00 ª 12.683.245,00 ª 1.574.189,07 ª 28.704,93 ª 564.036,00 ª 1.511.122,00

ª 24.564.245,00 ª 14.301.562,00 ª 1.317.557,80 ª 19.648,20 ª 699.255,00 ª 1.445.359,00

58,01% 33,77% 3,11% 0,05% 1,65% 3,41%

-5,93% -11,32% 19,48% 46,09% -19,34% 4,55%

58,55% 32,13% 3,99% 0,07% 1,43% 3,83%

11


Il lavoro è vita Le persone I numeri relativi alla consistenza numerica della compagine sociale del comparto mostrano una netta ripresa rispetto al 2009. Nel totale, il numero di associati cresce di circa 2.000 unità. Tale ammontare è caratterizzato dalla crescita delle iscrizioni delle persone fisiche che al 2010 segnano un aumento del 10,64% rispetto al precedente esercizio collocandosi su valori superiori persino al 2008. Di queste circa 1.800 sono soci lavoratori. Anche sul piano della ripartizione della compagine sociale tra i vari settori si segnala un aumento delle iscrizioni in tutti i comparti. In particolare è da evidenziare la crescita della compagine sociale del settore “Logistica e trasporto” (che incide sul totale per il 22,37%) e del settore “Turismo e servizi culturali” (+52,83%) il cui numero di iscritti si ricolloca sui valori del 2008.

TIPOLOGIA DI SOCIO PERSONE GIURIDICHE PERSONE FISICHE TOTALE SOCI ORDINARI

ANNO 2010 3.108 22.775 25.883

SCARTO 0,13% 10,64% 9,27%

ANNO 2009 3.104 20.584 23.688

SCARTO 16,82% -1,49% 0,57%

ANNO 2008 2.657 20.896 23.553

TIPOLOGIA DI SOCIO SOCI VOLONTARI SOCI LAVORATORI ALTRI SOCI TOTALE SOCI PERSONE FISICHE

ANNO 2010 399 17.819 4.557 22.775

SCARTO -1,97% 10,96% 10,66% 10,64%

ANNO 2009 407 16.059 4.118 20.584

SCARTO 4,36% -0,35% -6,22% -1,49%

ANNO 2008 390 16.115 4.391 20.896

DISTRIBUZIONE SETTORIALE SOCIALE MULTISERVIZI RISTORAZIONE SERVIZI VARI LOGISTICA E TRASPORTO TURISMO E SERVIZI CULTURALI TOTALE SERVIZI

ANNO 2010 7.603 2.889 2.228 6.886 5.791 486 25.883

SCARTO 6,28% 17,15% 4,55% 3,81% 16,15% 52,83% 9,27%

ANNO 2009 7.154 2.466 2.131 6.633 4.986 318 23.688

SCARTO -0,72% 2,96% 3,50% 4,56% -1,87% -32,05% 0,57%

ANNO 2008 7.206 2.395 2.059 6.344 5.081 468 23.553

INCIDENZA SETTORIALE SOCIALE MULTISERVIZI RISTORAZIONE SERVIZI VARI LOGISTICA E TRASPORTO TURISMO E SERVIZI CULTURALI TOTALE SERVIZI

ANNO 2010 7.603 2.889 2.228 6.886 5.791 486 25.883

% 29,37% 11,16% 8,61% 26,60% 22,37% 1,88% 100,00%

12


SOCI LAVORATORI | +10,96% | 17.819 SOCI VOLONTARI | -1,97% | 399 ALTRI SOCI | +10,66% | 4.557 TOTALE SOCI | +10,64%

22.775 TOTALE OCCUPATI | +5,48%

25.550 Turismo Servizi culturali

Servizi vari

Sociale

DISTRIBUZIONE SETTORIALE Logistica Trasporto Multiservizi

Ristorazione 13


L’analisi della compagine lavorativa mostra un aumento degli addetti del comparto condizionato in maniera significativa dalla crescita del numero dei soci lavoratori. Quest’ultimo dato va più che a compensare la riduzione della componente lavorativa “dipendenti” e conferma ancora una volta lo sforzo del comparto di ottemperare al requisito della prevalenza mutualistica sotto il profilo quantitativo. Al 2010 i soci lavoratori rappresentano infatti il 69,74% del totale degli addetti. Sul piano della incidenza settoriale, i dati sembrano riflettere quelli relativi alla compagine sociale. In generale tutti i settori mostrano una crescita del numero di addetti. In particolare sono i settori “Logistica e trasporti” e “Turismo e servizi culturali” che evidenziano i tassi di crescita più forti. Ciò conferma che l’incremento del numero di addetti deve essere imputato profondamente all’aumento dei soci lavoratori. Da segnalare infine la componente lavorativa contraddistinta dagli inserimenti lavorativi di persone svantaggiate. Il 2010 mostra un aumento dei lavoratori svantaggiati di 3 unità rispetto al 2009. Sappiamo dallo scorso bilancio che sul piano economico l’inserimento lavorativo di un lavoratore con disagio produce un impatto allargato ovvero un beneficio per la comunitaà economicamente quantificabile come il risultato della somma della ricchezza prodotta dal soggetto per il lavoro svolto e del costo non sostenuto dalla comunità per assistere lo stesso. Tale beneficio è stato stimato tra i 18 e 28 mila euro. Calcolandone il valore medio (23 mila euro) e moltiplicandolo per i 703 lavoratori con problemi di svantaggio che sono impiegati nelle imprese che aderiscono a Legacoop Servizi Toscana si ottiene un valore pari a 16.169.000 euro. A tanto ammonta il beneficio netto che la Pubblica Amministrazione ha ricevuto durante il 2010 grazie all’iniziativa imprenditoriale delle cooperative aderenti all’Associazione Legacoop Servizi Toscana.

COMPAGINE LAVORATIVA ADDETTI (SOCI LAVAVORATORI + DIPENDENTI) SOCI LAVORATORI DIPENDENTI

ANNO 2010 25.550 17.819 7.731

SCARTO ANNO 2009 5,48% 24.223 10,96% 16.059 -5,30% 8.164

SCARTO ANNO 2008 -0,23% 24.278 -0,35% 16.115 0,01% 8.163

PERSONE SVANTAGGIATE

ANNO 2010 703

SCARTO ANNO 2009 0,43% 700

SCARTO ANNO 2008 2,19% 685

DISTRIBUZIONE SETTORIALE SOCIALE MULTISERVIZI RISTORAZIONE SERVIZI VARI LOGISTICA E TRASPORTO TURISMO E SERVIZI CULTURALI

ANNO 2010 10.570 4.793 2.588 1.524 5.794 281 25.550

SCARTO ANNO 2009 2,66% 10.296 5,06% 4.562 3,19% 2.508 9,56% 1.391 10,59% 5.239 23,79% 227 5,48% 24.223

SCARTO ANNO 2008 1,83% 10.111 7,85% 4.230 -1,57% 2.548 -21,46% 1.771 -1,74% 5.332 -20,63% 286 -0,23% 24.278

INCIDENZA SETTORIALE SOCIALE MULTISERVIZI RISTORAZIONE SERVIZI VARI LOGISTICA E TRASPORTO TURISMO E SERVIZI CULTURALI

ANNO 2010 10.570 4.793 2.588 1.524 5.794 281 25.550

14

% 41,37% 18,76% 10,13% 5,96% 22,68% 1,10% 100,00%


legacoopservizitoscana.it

Legacoop Servizi Toscana Via Fiume, 5 - 50123 Firenze Tel. 055 2792500 - Fax 055 2792555 segreteria@legacoopservizitoscana.it 16


Rapporto 2012