Issuu on Google+

AL CAPOLINEA In data 22 Marzo 2004, l’attuale Sindaco indirizzava una lettera alle famiglie non originarie di Borso presentando se stesso, il suo ventennale passato amministrativo e i motivi del suo ritorno quale candidato Sindaco nella lista civica Uniti per la Comunità. Con 20 anni di esperienza alle spalle è normale ispirare fiducia. In questo lungo periodo di permanenza politica però è riuscito a devastare, con il suo Piano Regolatore Generale del 1989, il nostro territorio comunale: con urbanizzazioni fortemente intensive e disordinate sono stati buttati capannoni di qua e case di là senza regole, lottizzato a destra e a manca senza alcun criterio, privilegiando gli appetiti di pochi, che di conseguenza monopolizzavano il mercato delle aree edificabili. Non è stata operata una pianificazione stradale, ne previsti parcheggi o pianificati parchi giochi per i nostri bambini. Questa sua ultima ascesa al potere, avvenuta denigrando a 360 gradi la precedente amministrazione della Lega Nord, doveva permettergli di adottare il Piano Assetto Territoriale (P.A.T.) che mandava in soffitta il vecchio P.R.G. In data odierna, 16 Marzo 2009, non ci risulta sia ancora stato adottato a causa di dissidi intervenuti in merito tra i membri della maggioranza. Però nei cinque anni per il PAT sono stati spesi quasi 100.000 euro fra consulenti e progetti vari. Sempre nella lettera del 22 Marzo 2004 affermava “la necessità di dare vita a una lista non più di partito ma formata da persone che concordano su di un comune modo di risolvere i problemi del paese ecc. ecc.”. Ricordiamo che nella stessa lista si erano candidate persone che politicamente parlando erano agli antipodi. Ebbene, i contrasti interni alla sua amministrazione lo hanno clamorosamente smentito (vedi le dimissioni date o minacciate di assessori) e a nulla è valsa la sua loquela e mediazione per far rientrare nella normalità la situazione diventata di mese in mese sempre più insostenibile. Noi ribadiamo con forza il nostro concetto di appartenenza a un partito, poco importa se di destra o di sinistra; l’importante è schierarsi visibilmente e proporre ai propri politici le necessità del paese, al fine di ottenere aiuti tecnici e finanziamenti per portare a buon fine gli obiettivi preposti. Noi siamo “Lega Nord” e abbiamo tre obiettivi principali nazionali: Federalismo Fiscale, Sicurezza e Scuola. Per vostra conoscenza vi riportiamo le percentuali di adesioni date al nostro movimento Lega Nord – Liga Veneta nelle ultime due Elezioni Politiche nel nostro Comune: Camera dei Deputati Senato della Repubblica

Anno 2006 dal 21,11% dal 20,54%

Anno 2008 al 42,87% al 42,16%

A questo raddoppio di voti hanno sicuramente contribuito la pessima Amministrazione del Sindaco Ziliotto Zilio, del vicesindaco Baron Natale e della loro Giunta.

Ultime Notizie da Radio Scarpa Non è ufficiale, ma sembra che il Sindaco si ritiri a vita privata e che passi il testimone a un suo ex collega. Ritenendosi ancora il presuntuoso ma infausto cervello della vita amministrativa di Borso, da dietro le quinte manovra i suoi adepti, detta loro le linee guida da seguire per contrastare l’avanzata della Lega Nord. A tal scopo tenterà di mettere in un'unica lista civica, solidali tra loro, vecchi assessori, di sinistra, di destra, architetti, venditori di fumo, volta gabbana e quanto di meglio offre la piazza in questo momento. E il Vice Sindaco, che farà??? Il tranello è quasi pronto, ma siamo certi che al prossimo turno elettorale il popolo non sarà più masochista e confermerà la fiducia alla Lega Nord. La presentazione al pubblico della nostra lista e del programma avverrà presso i centri sociali comunali e nei locali di alcuni esercizi pubblici. Locandine con la scaletta di questi incontri verranno affisse ovunque nel nostro territorio. Vi attendiamo numerosi. C.I.P. Lega Nord – Liga Veneta Borso del Grappa


AL CAPOLINEA