Page 1

Le

T A

mantine

a i r o t S

A


T 4

Tutto comincia nel 1936, quando mio nonno

Sante acquista un terreno di trentasei ettari

a Tuscania in località «Le Mandrie» ai confini con la Maremma toscana.

Da buon imprenditore, sa bene che la terra è un investimento giudizioso, ma sa anche quanto questa sia importante per rimanere legati al passato e alle proprie tradizioni. Ci troviamo nella Tuscia

viterbese,

antica e

splendida regione dove gli Etruschi prima e i

Romani in seguito, hanno vissuto e coltivato la terra. Tuscania, bellissimo centro medievale, le cui mura racchiudono numerose tracce del

pag. 1


4 2

suo ricco e prestigioso passato, si trova a pochi chilometri dal nostro uliveto. Mi ricordo bambina e poi adolescente di Roseo oggi scomparso, un gigante di due metri che per

i n a c Tus

A


a

A

. el Borgo ntrate d e e ll e d Una

pag. 3


T 4 4

anni ha coltivato il grano alle Mandrie. Oltre a prendersi cura della nostra terra era anche

un amico. Lui che era nato e poi cresciuto qui nella Tuscia, mi raccontava quando giovane

contadino mangiava nelle ciotole di bucchero,

Un particolare delle olive durante la raccolta, a terra, sulle reti e l’Uliveto “Le Amantine�.


T il

prezioso

impasto

estrusco

che

trovava

dissodando il terreno.

Agli inizi degli anni ’90, mio padre Mario imprenditore da sempre, come lo erano

stati suo padre e suo nonno, si appassiona

pag. 5


4 6


4 alla pianta dell’ulivo, al suo frutto e a quel magnifico prodotto che si ottiene dalla sua spremitura. Decide di produrre il suo olio per casa e, come ha fatto per tutta la sua

vita, affronta questa nuova avventura con entusiasmo e rigore.

pag. 7


4 8


E’ a Pistoia nel nord della Toscana, dove si trovano i più grandi e rinomati vivai italiani che va ad acquistare tutte le piante. Sceglie le tre varietà tipiche della nostra zona: fr antoio, canino e leccino oggi allineate nel terreno a cinque metri l’una

dall’altra. Per l’impianto d’irrigazione il «goccia a goccia» è una necessità: il terreno è situato a circa trenta chilometri dal mare e il vento, talvolta intenso, si fa sentire in

pag. 9


T

Accanto al frusciare del cereale, tra le onde del vento sull’a


T

avena, l’ulivo dal volume argentato. Ode all’olio - Pablo Neruda


T 4 12

tutto l’arco dell’anno. Anche l’acquisizione del frantoio, per poter spremere il frutto

in giornata e controllare al meglio tutto

il processo di estrazione, diventa un passo indispensabile se si vuole puntare alla

L’Uliveto spiove dolcemente a valle, faccia al mare.


T qualità. La raccolta che inizia fine ottobre e si protrae fino in dicembre, costituisce una

tappa cruciale verso l’eccellenza del risultato finale. La pianta dell’ulivo è rispettata: soltanto un pettine in termoplastica aiuta la

“Il nostro Uliveto delle Mandrie, giä vincitore del concorso 2010 come migliore extra vergine del Lazio per la categoria fruttato leggero, ha l’onore di presentarvi AMANTINO.

pag. 13


4 14


mano preziosa dell’uomo. Sono tutti questi fattori e una grande grande passione che fanno del nostro olio un prodotto di altissima qualità, dalle caratteristiche organolettiche eccezionali. Oggi l’olio extra vergine Amantino, la cui qualitâ non é piu da dimostrare, è apprezzato da molti intenditori e il suo successo lo ha gia portato in Francia e negli USA. Tanti sono gli amici che hanno visitato l’azienda che conta 4000 piante disposte su un terreno di 20 ettari.Io ho l’immensa fortuna di trascorrere tutta l’estate su questa terra «magra», come si dice dalle nostre parti, biancastra perché ricca di pietra pomice sulla quale il sole picchia forte in estate. Dimenticavo di dirvi che il nostro è un territorio di origine vulcanica e il suolo, ricco di minerali particolarmente adatti alla pianta d’ulivo, regala al nostro olio quel sapore unico dalle fresche note vegetali.

pag. 15


4 16

Scorcio del lago di Bolsena.


Il grande lago di Bolsena antico cratere, dalle pulite e profonde acque, il più grande in Europa per la sua specificità e già citato da Dante nella Divina Commedia, lo possiamo raggiungere in bicicletta…

pag. 17


4 18


Mario, oggi ottantatreenne, è affiancato dal validissimo Stefano Mattei. Entrambi conoscono le piante una ad una. Tutti i giorni sono sul terreno attenti e premurosi nei confronti di questi alberi che crescono e producono con tanta generosità sotto i loro occhi. Talvolta, mi piace immaginare che mio padre abbia fatto tutto questo per trasmetterci l’amore per questa terra ereditata da suo padre. Non solo è riuscito a far «nascere» un prodotto eccezionale come quest’olio extra vergine, ma anche a infonderci gli stessi valori che lui stesso aveva ricevuti fin da bambino. La terra va rispettata e trattata con cura. Possiamo

lavorarla,

farla

produrre

ma

volendole bene, perché va trasmessa alle generazioni future…. Non mi resta che augurarvi buona degustazione.

Marina Gioacchini

pag. 19


4 20

Tuscania febbraio 2010, Lezione di cucina guidata dallo chef Giordano Franci presso l’universita per stranieri Lorenzo de’ Medici.


T

Location: Tuscania, Ulivetum, Università lorenzodemedici.it Cook: Giordano Franci Photos: Niccolò Bazzani, Paolo Cipriani Design agency: Gripadv.it Paper: Fedrigonicartiere.com

Fine

A


Le Amantine (brochure)  

A refined brochure that lets you explore the delicacy of "Le Amantine"'s Extra Virgin Olive oil. A parcour made of places, people & lots of...

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you