Page 1

Lazio, voglio la Coppa Uefa! E magari anche il Derby...

E’ LUI QUELLO A PARLARE MAGGIORMENTE DI LAZIO, ECCO ALCUNE DELLE SUE INTERVISTE CHE HA RILASCIATO IN SETTIMANA AI MICROFONI DELLE EMITTENTI SPORTIVE


SERIE A 4-23: Le Tifoserie in Italia. 24-28: LUIS ENRIQUE: l’allenatore nel pallone. 29: Tonfo Roma k.o contro il Cagliari

Tanto cuore ma poca cultura. C’è da migliorare Hanno spesse volte avuto dei battibecco con i tifosi della SSLazio, ma rimangono tuttavia una tifoseria che ha molto da dire e può dimostrare di essere grande

IDEALI: Comunismo, CULTURA: ✪ ✪ ✪ AFFLUENZA: ✪ ✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪ CORI: ✪ ✪ COREOGRAFIE: ✪ ✪ ✪

tot. 11


Pagina 5 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Buona la cultura, ma quanta poca fantascienza L’affluenza ha buoni voti, ma troppa poca fantasia, soprattutto a livello coreografico, con le solite bandiere e sciarpe. Erano meglio negli anni ‘80

IDEALI: Apolitici CULTURA: ✪ ✪ ✪ ✪ AFFLUENZA: ✪ ✪ ✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: CORI: ✪ COREOGRAFIE: ✪

tot. 9


Pagina 6 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Se fossimo trent’anni indietro col tempo... L’affluenza ha buoni voti, ma troppa poca fantasia, soprattutto a livello coreografico, con le solite bandiere e sciarpe. Erano meglio negli anni ‘80

IDEALI: Apolitici CULTURA: AFFLUENZA: ✪ ✪ ✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪ CORI: COREOGRAFIE:

tot. 3


Pagina 7 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Tra cori, coreografia e affluenza, è una delle migliori E’ una delle tifoserie migliori in Italia, e non lo dicono solo le statistiche, ma anche la realtà oggettiva, quando si gioca al Massimino si fa sempre fatica

IDEALI: Fascismo CULTURA: ✪ ✪ AFFLUENZA: ✪ ✪ ✪ ✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: CORI: ✪ ✪ ✪ COREOGRAFIE: ✪ ✪ ✪

tot. 12


Pagina 8 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

L’affluenza nelle partite di casa ne fanno una delle migliori Questa è una delle migliori sicuramente, ma non solo per l’affluenza, le coreografie, i cori, le solite sciarpate, che bella tifoseria, in gran spolvero

IDEALI: Apolitico CULTURA: ✪ AFFLUENZA: ✪ ✪ ✪ ✪ ✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪ CORI: ✪ ✪ ✪ COREOGRAFIE: ✪ ✪

tot. 13


Pagina 9 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Non c’è niente di positivo in una tifoseria che fa da spettro Che fa da spettro a quelli del Verona, l’Hellas, , che riesce a vincere e stravincere in tutto la tifoseria della città veneta

IDEALI: Comunismo CULTURA: AFFLUENZA: ✪ ✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: CORI: COREOGRAFIE: ✪

tot. 3


Pagina 10 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Tifosi estremi al comunismo, acculturati, ma... poco tifosi I fiorentini sono da sempre dei fantomatici acculturati, ma quello che a volte si scordano è lasciare da parte la cultura per il tifo, comunque un bell’11

IDEALI: Comunismo CULTURA: ✪✪✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪ CORI: ✪✪ COREOGRAFIE: ✪

tot. 11


Pagina 11 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Coreografie straordinarie e affluenza in casa da urlo, è da 12 Non è un caso se la seconda squadra di Genova, che poi è anche brutto chiamarla così, abbia un voto così alto, soprattutto dopo l’ultimo campionato

IDEALI: Apolitico CULTURA: ✪ AFFLUENZA: ✪ ✪ ✪ ✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪ ✪ CORI: ✪ ✪ COREOGRAFIE: ✪ ✪ ✪ ✪

tot. 12


Pagina 12 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Interisti vecchia maniera recitava uno striscione derby... Gemellati da sempre con la Lazio, negli interisti regna una grande cultura, ma se dobbiamo dirla tutta le scenografie lasciano a desiderare e il derby lo vince Milan

IDEALI: Fascista CULTURA: ✪✪✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪✪ CORI: ✪✪✪ COREOGRAFIE:

tot. 13


Pagina 13 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Con lo stadio nuovo tutto è possibile, anche risorgere Con il nuovo stadio i tifosi della Juve possono stare tranquillissimi, si risorgerà, pure perché vedere da così vicino la partita corrisponde a tifare alla grande

IDEALI: Comunismo CULTURA: ✪ AFFLUENZA: ✪✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪✪ CORI: COREOGRAFIE: ✪✪✪

tot. 12


Pagina 14 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Sono stati loro ad inventare il marketing-ultrà, e non solo... Gemellati con grandissime tifoserie, la più spiccante il Real Madrid, vanta anche coreografie da urlo e cultura enorme, ma l’affluenza ne diminuisce le armi

IDEALI: Fascista CULTURA: ✪✪✪✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪ CORI: ✪✪✪✪✪ COREOGRAFIE: ✪✪✪

tot. 18


Pagina 15 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Ecco perché il Lecce non avrà mai grandi tifosi Spesso e volentieri le piccole squadre hanno al seguito anche piccole tifoserie, non è il caso di poche squadre, ma la maggior parte è così, anche il Lecce

IDEALI: Apolitico CULTURA: AFFLUENZA: ✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: CORI: COREOGRAFIE: ✪✪

tot. 5


Pagina 16 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Grazie ad una coreografia da urlo battono i cugini, ma... Ha delle armi straordinarie, soprattutto le coreografie che non si è mai fatta mancare, ma nei cori casca alla grande e la cultura non è eccelsa

IDEALI: Comunista CULTURA: ✪ AFFLUENZA: ✪✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪✪✪ CORI: COREOGRAFIE: ✪✪✪✪

tot. 14


Pagina 17 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Quando smetterà di essere cafona sarà la migliore! I tifosi del Napoli non hanno nulla da invidiare al tifoso modello, ma ai tempi d’oggi conta anche la cultura, guarda Lazio e Inter, ecco perché serve quella

IDEALI: Apolitico CULTURA: AFFLUENZA: ✪✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪✪✪ CORI: ✪✪✪✪ COREOGRAFIE: ✪✪✪

tot. 15


Pagina 18 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Ecco perché il Novara ha le armi per una grande tifoseria Bandieroni multicolori, tifo pazzesco e coreografie abbastanza buone. Non sarà il L’Pool, ma se la gioca con le medio - grandi in serie A

IDEALI: Fascista CULTURA: ✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪✪ CORI: ✪✪✪ COREOGRAFIE: ✪✪✪

tot. 15


Pagina 19 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Il Palermo non è una grandissima squadra, ma che tifo! Vuoi per la grande massa che sempre accompagna la squadra, vuoi per una buona cultura, quella del Palermo è la grande sorpresa

IDEALI: Fascista CULTURA: ✪✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪✪ CORI: ✪✪ COREOGRAFIE: ✪✪

tot. 15


Pagina 20 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

I parmigiani sono poco considerati, ma sono tra i migliori Molti li sottovalutano ma nessuno tiene conto della loro grande cultura, che ne fa dei protagonisti, non solo in A ma anche in Europa

IDEALI: Fascista CULTURA: ✪✪✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪ CORI: ✪✪ COREOGRAFIE: ✪✪✪✪

tot. 15


Pagina 21 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

“Er core de Roma” li rende coatti ma anche passionali I tifosi della Roma sono totalmente opposti a quelli della Lazio, io dico solo che se fossero un pochino più acculturati sarebbero mondiali

IDEALI: Comunista CULTURA: ✪ AFFLUENZA: ✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪✪✪ CORI: ✪✪✪ COREOGRAFIE: ✪✪✪✪✪

tot. 17


Pagina 22 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Siena Robur prende il nome e lo stemma dalla Roma... Le somiglianze infatti con i romanisti sono evidentemente messe all’occhio, dalla poca cultura fino alla affluenza che si fa notare più in casa che non

IDEALI: Comunista CULTURA: ✪✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪ CORI: ✪ COREOGRAFIE: ✪✪

tot. 10


Pagina 23 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

Non sono mai stati grandi appassionati del football Non è un caso se per una fondamentale partita come quella con l’Arsenal Guidolin ha dovuto lui richiamare a raccolta i tifosi, che hanno una buona cultura

IDEALI: Fascista CULTURA: ✪✪✪ AFFLUENZA: ✪✪✪✪ AFFLUENZA IN TRASFERTA: ✪✪ CORI: COREOGRAFIE: ✪

tot. 10


IL CASO


L’allenatore nel pallone

DICONO CHE STIA CERCANDO DI PROPORRE UN CALCIO STILE BARCELLONA, MA FINO AD ORA HA PRODOTTO SOLO GUAI ALLA ROMA E AI SUOI TIFOSI CHE NON NE HANNO PIU’


Pagina 28 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

“Roma resto ottimista al 100%, ma dobbiamo lavorare” SONO STATE QUESTE LE PAROLE DI LUIS ENRIQUE, CHE HA COSì COMMENTATO LO STATO ATTUALE DELLE COSE. C’E’ CHI NON E’ CONVINTO, E NON HA TUTTI I TORTI... di VARIE

L

a Roma di Luis Enrique stecca la prima all'Olimpic o . L a s q u a d ra g i a l l o ro s sa viene battuta dal Cagliari di Ficcadenti che con Conti (68') ed El Kabir (90') conquista i suoi primi tre punti stagionali. Inutile la rete di Daniele De Rossi a partita ormai conclusa, abile comunque al 95' a convertire in gol una difettosa respinta di Agazzi su una potente punizione di Francesco Totti. Da segnalare anche il cartellino rosso per José Angel, uno dei migliori in campo fino a quel momento, per un fallo sulla linea di fondo campo. Per la cronaca esordio in Serie A con la maglia della Roma per il nuovo arrivato Borini che dopo 4'' era anche riuscito a segnare anche il gol del pareggio. L'arbitro Gava però ha annullato per un fuorigioco di Heinze che aveva appoggiato la palla all'attaccante 19enne sottoporta. "Rimango ottimista al 100%, perchè ho una rosa molto buona e sono sicuro che le cose cambieranno". Intervistato da Sky alla fine di Roma-Cagliari, Luis Enrique sottolinea che la sconfitta odierna non cambia le sue idee ed i suoi programmi, nonostante la sconfitta odierna, secondo passo falso della sua Roma dopo il pari interno con lo Slovan che è costata l'eliminazione dall'Europa League. "Oggi abbiamo fatto tanto possesso palla - dice ancora lo spagnolo - ma non siamo riusciti a concretizzare le occasioni che abbiamo avuto. Quanto tempo ci vorrà per far decollare la nuova Roma? Non lo so, so però che oggi sono molto infastidito per non aver reso felici i nostri tifosi che ci hanno appoggiato in modo incredibile, e per i giocatori dai quali ho visto totale impegno". Poi, di fronte al replay dell'espulsione di Josè Angel ("è stato un fallo di frustrazione, avevamo appena preso il gol") il tecnico spagnolo non ha trattenuto un gesto di insofferenza: "Ma que-

sto

non

era

da

espulsione...".

SU TOTTI - "Totti in campo per 90'? E come ha giocato?...". Per una volta, è Luis Enrique a fare una domanda sul capitano giallorosso. Dopo le settimane di querelle sull'impiego o meno del n.10 e sul suo ruolo nella nuova Roma, e i segnali di pace dei giorni scorsi, alla prima di campionato il tecnico spagnolo ha schierato un tridente con Totti, Osvaldo e Bojan: poi due cambi, ma per gli altri due attaccanti. "Può dare molto di più? - ha poi aggiunto Luis Enrique, ai microfoni di Sky, - Lo so, lo conosco perfettamente anche io. Se gli attaccanti non sono andati così bene, prima di tutto è colpa mia".

FOTOGALLERY Luis Enrique stringe la mano al suo nuovo presidente


Pagina 29 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

La Roma non aveva fatto i Conti L

a crisi della Roma non è finita con l'estate e si allunga fino al campionato. Pessima prestazione e sconfitta interna contro un bel Cagliari, con la panchina di Luis Enrique che inizia a scricchiolare. Buon inizio giallorosso, ottimo Pjanic, Totti giostra tra Bojan e Osvaldo. Gago a sorpresa va in panchina, dentro Perrotta. Alla distanza viene però fuori il Cagliari, con la manovra giallorossa troppo lenta e prevedibile. Solo al 35' De Rossi scalda i guanti di Agazzi con un destro dal limite. Al 40' botta da fuori di Osvaldo, respinge Agazzi. Al 43' Biondini centra la traversa d a l l i m i t e . Luis Enrique prova a cambiare a inizio ripresa con Borriello al posto di Bojan dal 15'. Al 18' numero di Totti, palla a Borriello che va a botta sicura ma trova Agazzi prontissimo sulla linea di porta. Al 23' clamoroso vantaggio del Cagliari con Daniele Conti che approfitta di un pasticcio di Josè Angel e insacca di destro prima di togliersi la maglia e mostrarla allo stadio delle grandi volate di suo padre Bruno. Al 24'

Josè Angel completa il suo pomeriggio tutto sbagliato scalciando Biondini e guadagnandosi un'espulsione diretta forse eccessiva. Osvaldo spreca tirando addosso ad Astori a 7 metri dalla porta. Al 31' entra Gago per Rosi, azzardo assoluto per Luis Enrique che imposta una difesa praticamente a 2. Al 34' punizione fortissima di Totti dai 30 metri, Agazzi respinge sul secondo palo. Al 35' Borini per un pessimo Osvaldo. Pochi secondi dopo Borini segna, ma il gol è annullato per precedente fuorigioco di Heinze. Al 39' Cossu se ne va e tira, Stekelenburg la alza con le unghie oltre la traversa. Al 49' El Kabir, pescato solissimo da Nainggolan, raddoppia in diagonale. Non serve a nulla il gol di De Rossi al 51' in tap in dopo l'ennesima punizione di Totti


COPERTINA - Cissè


Pagina 31 - 20/9/2011 - Eagle’s strenght, Anno 2, Numero 50

“Voglio vincere l’Europa League, e guidare una ferrari” E’ LUI IL GRANDE PROTAGONISTA DELL’AVVIO DELLA SSLAZIO SIA IN CAMPIONATO CHE COPPA EUROPEA, ORA GLI MANCA SOLO LA COPPA ITALIA

M

esso da parte il buon esordio in campionato a San Siro, la Lazio di Edy Reja pensa già all'inizio della fase a gironi dell'Europa League in programma giovedì allo Stadio Olimpico. A sfidare i rumeni del Vaslui (arbitra l'olandese Braamhaar) potrebbe essere però una formazione completamente rimaneggiata rispetto a quella che ha pareggiato 2-2 con il Milan. Il tecnico goriziano, infatti, sembra intenzionato a lasciare spazio a chi non ha giocato venerdì sera ("devo trovare il coraggio di cambiare 4-5 giocatori a partita, ma voglio vincere. Abbiamo una rosa adeguata e ci sarà spazio per tutti" ha dichiarato a Formello), a partire dal portiere Federico Marchetti, costretto a rimandare l'esordio in campionato per una vecchia squalifica. Una curiosità: l'ex cagliaritano scenderà in campo con la maglia numero 83, mentre indosserà il 22 per il campionato. LA PARTITA - Lazio e Vaslui si affrontano per la prima volta in Europa. Per i rumeni si tratta, inoltre, del primo confronto contro una squadra italiana. Si cambiano gli uomini, ma non il modulo 4-23-1 adottato contro il Milan. Oltre a Marchetti, Reja dovrebbe dare spazio a Diakitè e Lulic in difesa (con Zauri spostato sulla sinistra), a Matuzalem e Gonzalez a centrocampo (facendo rifiatare Hernanes e Konko) e a Tommaso Rocchi in attacco al posto dell'acciaccato Klose (fastidio a una caviglia per lui), pronto comunque in panchina a ribadire la sua fama di bomber europeo (25 reti in 75 partite). Appaiono invece inamovibili Mauri e Cisse che hanno ben figurato venerdì sera. Con il francese che sulla sua pagina Twitter non nasconde che l'Europa League è una competizione "assolutamente da vincere".

IL TRAGUARDO - Un'occasione, quella concessa da Reja, che Rocchi non vuole certo farsi sfuggire. Il bomber biancoceleste, infatti, sente profumo d'impresa dato che soltanto una rete lo separa dall'ambito traguardo dei 100 gol realizzati con la maglia della Lazio. Un obiettivo cui lui tiene molto e che vorrebbe raggiungere proprio tra le mura amiche dell'Olimpico. Un'impresa per pochi: sono soltanto quattro gli attaccanti laziali ad aver raggiunto tale traguardo (Piola, Signori, Chinaglia e Giordano). L'ultimo di questi fu Beppe Signori, ormai 15 anni fa. Rocchi è deciso a raggiungerli già giovedì. Il Vaslui è avvisato.

Alcuni momenti memorabili per Drjibil Cissè, a sinistra con una ferrari, appena sopra come testimonial dell’Adidas e, qui sopra, testimonial per Levi’s. Insomma non si può dire che sia da poco

Eagle's strenght, Anno 2, 16 settembre 2011, numero 50  

Il settimanale di Laziali bella gente

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you