Issuu on Google+


PUGLIAVOX V EDITORE

LIBERA SPIAGGIA IN LIBERO STATO

Denuciamo gli abusi, il mare è di tutti e difendiamo le spiagge dall'inquinamento Pronti? Via si parte per la stagione estiva 2011! In questo mese oltre a portare beati e ciliegie, arrivano finalmente i turisti e si aprono le danze per la bella stagione e si chiudono le strade di accesso alle spiagge. Qualcuna è pulita e molte anzi troppe sono quelle sporche. Bottiglie, lattine, rottami e tanto altro, roba da bandiera nera altro che bandiera blu! Ma le puliamo le spiagge o no? Aspettiamo la fine dell’estate? C’è chi si prepara alla prova costume, chi prepara la paletta e il secchiello e chi, detto furbetto, chiude gli accessi al mare, magari con sassi enormi. Dimenticando forse che l’accesso alla spiaggia, con relativo diritto di balneazione, spetta a tutti, in maniera libera e gratuita! Cosa fare se avete la necessità di bagnare il vostro atletico corpo nell’Adriatico? E se il gestore di uno stabilimento balneare non vuole farvi entrare,(nonostante il vostro corpo giunonico) gratuitamente, per accedere alla battigia? La risposta è semplice: avete il diritto di entrare gratuitamente, raggiungere il mare, fare il bagno, purché non intralciate il passaggio di altri bagnanti. Non sempre questo diritto viene rispettato. Bisogna quindi reagire: chi paga le tasse ha diritto ad

una spiaggia libera e gratuita e pulita,magari prima che l’estate inizi. Se, durante la vostra vacanza, riscontrate una violazione dei vostri diritti non esitate a rivolgervi alla redazione de “LA VIPERA”, alla Polizia Municipale, ai Carabinieri o alla Capitaneria di Porto, oppure a

contattare il numero operativo ecologico (N.O.E.) dei Carabinieri, n. verde 800-253608. Facciamo rispettare i nostri diritti, riprendiamoci le nostre spiagge! Buona estate a tutti! Mimmo Donghia

AVVISO: A causa del cattivo tempo la 51°edizione della Festa dell'Aquilone, organizzata dalla Pro Loco di Polignano a Mare (presidente Giovanni Colagrande) non si è svolta come da programma il 1° maggio 2011. L'evento, atteso soprattutto dai bambini delle scuole elementari, è stato rinviato al 29 maggio 2011. C'è da augurarsi che il tempo, questa volta, sia clemente, anche perchè solo con un cielo limpido si potrà gondere dei "dipinti in movimento" realizzati dagli stessi alunni. Di fatti con l'aiuto delle mamme e maestre hanno seguito un laboratorio per la costruzione di un proprio e originale aquilone. La giornata, inoltre, sarà dedicata anche ai festeggiamenti dei 150 dell'Unità d'Italia.

La V IPERA

Osama FIN Laden

Edito da Associazione PugliaVox

Quindicinale del Sud Est barese

pugliavox@gmail.com - FB: PugliaVox

Direttore responsabile Maria Sportelli FB: Polignano Cronaca

Maria Sportelli e Mimmo Donghia

Progetto grafico e impaginazione

REDAZIONE Via Magna Grecia, 10 - Conversano, Bari Tel. 392.2318950 CONTATTI E-mail: info@lavipera.it Ufficio pubblicità: 339.4824808 Gianfranco Ippolito: 331.9758486

2

Stampa -Tipografia Lieggi Conversano Giornale chiuso il 3 maggio 2011

www.ilpeggio.com La vignetta della copertina è stata realizzata esclusivamente per La Vipera dall'artista barese Giseppe Del Buono.Consultate il suo portale molto ironico e interessante: www.ilpeggio.com


3


FOTO DENUNCIA DI MIMMO DONGHIA LUNGO LA COSTA DI SAN VITO Abbiamo fatto una passeggiata sulle spiagge della costa e a pochi mesi dall’inizio dell’estate la condizione di quelle polignanesi è davvero pietosa. San Vito, che dovrebbe essere il fiore all’occhiello, è sporca e abbandonata. Bella figura con i turisti: senza decoro pubblico. Le foto in pagina non hanno bisogno di commenti. Ricordiamo a tutti i bagnanti non paganti, a coloro che vogliono usufruire del mare libero che l’accesso alle spiagge italiane è libero e gratuito ed è possibile sostare e stendersi sulla battigia, anche se la spiaggia è in concessione. La striscia di sabbia di cinque metri dalla riva, infatti, non rientra nelle concessioni. A sottolineare e ricordare informazioni molto spesso ignorate dai vacanzieri ci pensa il “Vademecum dei diritti dei bagnanti per l’accesso alle spiagge e agli arenili”, presentato da Adiconsum. I titolari delle concessioni hanno l’obbligo di garantire l’accesso gratuito e il transito per raggiungere la battigia. Bisogna far rispettare questa legge! Attenzione, chi chiede di pagare il transito commette un’infrazione grave, una violazione che i bagnanti sono invitati a segnalare e denunciare alle autorità: Capitaneria di Porto, carabinieri e polizia municipale. I bagnanti devono poter scegliere se recarsi in uno stabilimento, ma senza essere condizionati da “un obbligo imposto dalla mancanza di spiagge libere”. E’ diritto dei turisti non dover percorrere chilometri per trovare una spiaggia non in concessione: sulle coste, dunque, dovrebbero alternarsi stabilimenti e spiagge libere. Troppo spesso capita, invece, che gli arenili desti-

4

nati al pubblico siano collocati in zone difficili da raggiungere. Inoltre, i bagnanti hanno diritto anche alla pulizia delle spiagge libere. Deve essere cura dei vacanzieri non lasciare cartacce e bottiglie sulla sabbia a fine giornata, ma garantire la pulizia della spiaggia spetta ai Comuni; se, però, le amministrazioni pubbliche non provvedono, il compito passa ai titolari delle concessioni adiacenti. E’ diritto dei bagnanti accedere agli stabilimenti ad un prezzo equo. Qualità e costo dei servizi offerti dovrebbero essere equilibrati. Spesso, però, accordi tra i gestori, li mantengono al di sopra del loro effettivo costo. Quello che non piace ai gestori di stabilimenti balneari è l’accesso libero alla battigia.

m.donghia@lavipera.it


riFIUTI PER GLI AFFARI Egregio Signor Sindaco, avrei voluto astenermi dall'intervenire nuovamente in un dibattito che ha visto il mio Partito in prima linea, e successivamente unitamente alle altre forze del centro-sinistra, prendere più volte posizione pubblica a sostegno di una erronea gestione dei rifiuti a Polignano, problema che si protrae ormai da troppo tempo nel nostro Comune. Più volte ho personalmente denunciato sui media o sui social network i cumuli di rifiuti in cui ci si imbatte passeggiando nelle strade - centrali, periferiche o rurali – ma la situazione non è per niente migliorata! Più volte sono tornato sull'argomento dell'appalto dei rifiuti che non è stato rispettato e che ci ha portato a questa situazione diventata intollerabile per un paese come il nostro che si candida anche quest'anno ad essere meta di turisti. Ora a pochi giorni dalla scadenza della proroga dell'appalto alla TeknoService, né le opposizioni né tantomeno la cittadinanza è informata su quello che sarà il destino dei rifiuti di Polignano: ci sarà un nuovo appalto? Esiste già una bozza di capitolato? Quali i punti di forza che il Comune di Polignano si appresta a chiedere ai partecipanti? Si potrà realizzare il sogno dei "bidoni zero" per strada? Quali gli strumenti per incentivare la raccolta differenziata? Ci sarà una nuova proroga alla TeknoService? E per quanto tempo? Ci troveremo

nuovamente come lo scorso anno in piena estate con l'emergenza rifiuti? Avverto dunque la responsabilità di non dover consentire che anche quest'anno si assista ad uno spettacolo negativo ed indecoroso per la nostra splendida cittadina. La posta in gioco è altissima e non posso rassegnarmi all'idea che le storture mentali di certa vecchia politica spingano la comunità polignanese verso la rassegnazione, verso una ordinaria sopravvivenza, verso una perdita della speranza di dare la possibilità di un sistema migliore! Sono certo che come me la pensi anche la stragrande maggioranza dei polignanesi! Ci sono cose rispetto alle quali, egregio signor Sindaco, le nostre “casacche politiche” dovrebbero perdere colore e le persone che le indossano guardarsi negli occhi e decidere insieme, per amore della propria terra. Chiedo dunque a Lei di essere da esempio per la sua maggioranza: convochi un tavolo tecnico con i rappresentanti delle associazioni di categoria, i rappresentanti dei cittadini, la società civile, le opposizioni per discutere e valutare l'opportunità di un appalto che impegni Polignano per i prossimi sette anni e per apportare insieme le giuste misure correttive per far vincere l'interesse collettivo! Domenico Scagliusi, Segretario del PD

Lettere V L'opinione dei lettori MANIFESTI SENZA SENSO Con riferimento ai manifesti apparsi di recente a Polignano contro alcuni ex assessori e consiglieri comunali riguardo al caso Agape, Antenne e Unidomus, il circolo di Sinistra Ecologia e Libertà di Polignano a Mare esprime con forza il proprio dissenso contro l'atteggiamento adottato dall'attuale Amministrazione capeggiata dal sindaco Bovino. Invece di rendere conto ai cittadini, con correttezza e trasparenza, del fallimento di quello che è secondo noi un tentativo di speculazione edilizia e del perchè è stata installata un'antenna in pieno centro ai danni del paesaggio e della cittadinanza polignanese, il sindaco Bovino e la sua maggioranza hanno attaccato, oltre ad esponenti dell'attuale opposizione, anche privati cittadini attualmente fuori dal consiglio comunale, che non hanno fatto altro che esprimere legittimamente il proprio dissenso, così come si addice ad una società democratica. Tale atteggiamento è inaccettabile in quanto rappresenta la prepotenza del potente contro il privato cittadino (in questo caso un tesserato del nostro circolo di SEL: Modesto De Girardis), in un tentativo mal riuscito di zittire quanti hanno a cuore le sorti del paese e per questo si informano e denunciano le malefatte di questa amministrazione. SEL circolo di Polignano a Mare.

5


INCHIESTA V

"PALADINO" SENZA GIUSTIZIA

A causa di errori di calcolo il Comune dovrà pagare a quattro vigili urbani 15mila euro complessivi “Probabilmente c’è un atteggiamento persecutorio nei confronti di alcuni dipendenti comunali che hanno osato evidenziare l’errore commesso dal Dirigente nella determinazione delle aliquote di turnazione a seguito dell’entrata in vigore del CCNL 14/09/2000”. È quanto scrive la reggente della Cisl FP di Bari, Gabriella Di Girolamo, in una lettera indirizzata al sindaco di Polignano, Angelo Bovino, alla Giunta Comunale e al dirigente del Personale, Nicola Paladino, per sottolineare l’inadempienza amministrativa nei confronti di Pasquale Giuliani, Domenico Losacco, Rosalba Filomena, Pasquale Giovanni Barabba. Sono quattro vigili urbani di Polignano, assunti a tempo indeterminato, che hanno fatto causa al Comune e hanno vinto (il giudice del lavoro ha dato loro ragione nella sentenza del 13/01/2011) per ottenere le differenze retributive loro spettanti dal 2000 al 2004, ma non percepite, a titolo di indennità di turno e lavoro straordinario. Il Comune non si decide a pagarli, anzi ha fatto ricorso in appello. Praticamente, secondo quanto si legge nella memoria difensiva del loro avvocato, Nicola Roberto Toscano, il dirigente del personale ha fatto male i calcoli e non ha pagato le aliquote di turnazione e straordinario. La somma dovuta ai quattro complessivamente è di 15mila euro, a cui dovranno aggiungersi gli interessi legali e la rivalutazione monetaria dalla data di maturazione dei singoli crediti. Se l’Amministrazione non ottempera alla sentenza le cifre potrebbero raddoppiare a discapito di tutti, visto che sono i cittadini a pagare le tasse. “Nel corso del processo - ha scritto l’avvocato Toscano - l’Amministrazione ha riconosciuto il suo errore di calcolo poiché non ha contestato tempestivamente e in modo specifico il credito rivendicato dalle parti. Solo dopo, quando si è costituito in giudizio, il Comune non solo ha contestato il diritto dei vigili a recuperare il dovuto, ma ha proposto una domanda riconvenzionale”. Cioè ha

6

Nella foto Nicola Paladino, dirigente del settore finanza, programmazione e personale

chiesto solo ai quattro vigili che hanno fatto causa, e non anche a tutti gli altri, la restituzione di soldi percepiti come indennità di turno e maggiorazioni stipendiali per il lavoro svolto nei giorni festivi infrasettimanali dal 2000 al2004. Il Comune si è aggrappato, senza successo, all’art. 24 del Contratto Collettivo dicendo di aver sbagliato a riconoscere regolarmente al personale turnista non solo l’indennità di turno ma anche le maggiorazioni dovute nel caso di lavoro svolto in giorno prefestivo infrasettimanale, al posto del riposo compensativo. Come ha dimostrato l’avv. Toscano, confermato poi dalla sentenza del giudice del lavoro, Maria Giovanna Deceglie, la Corte di Cassazione ha smentito quanto rivendicato dal Comune: “In caso di attività prestata in un giorno festivo infrasettimanale, il diritto al compenso previsto per il lavoro in turni non esclude che, in ipotesi di mancata fruizione del riposo compensativo, venga erogato il compenso appositamente previsto nella misura prevista per il lavoro straordinario festivo, in quanto una cosa è compensare il maggiore disagio per il lavoro prestato in turni, altra è prevedere un compenso per il caso in cui, nell’ambito di tale prestazione, si determini la mancata fruizione del riposo compensativo”. Su questo strano modo di fare del Comune la reggente della Cisl De Girolamo aggiunge: “Risulta alquanto inspiegabile che lo stesso Dirigente del personale si preoccupi di recuperare le somme corrisposte solo dai ricorrenti,

mentre non accenna minimante a tutti gli altri operatori della Polizia Municipale che hanno lavorato nelle giornate festive infrasettimanali nell’arco degli stessi anni. A questo punto, sorpresi dalla facilità con cui si cade in errore spiega la reggente - vogliamo acquisire tutta la documentazione inerente al fine di consentire agli ispettori della Corte dei Conti un attento e puntuale controllo di merito. E non è tutto, si chiede all’Ente di conoscere le determinazioni assunte nei confronti del dirigente che ha commesso tali errori e soprattutto se è nell’interesse dell’Amministrazione sperperare altre risorse per una causa in cui si vuole riconoscere a tutti i costi di aver sbagliato”. In effetti gli errori di calcolo delle aliquote si sono ripetuti anche negli anni a seguire, tanto è vero che nove vigili (tra cui anche i ricorrenti) hanno chiesto all’ufficio personale (aprile 2010) la rideterminazione delle aliquote di turnazione e di lavoro straordinario a decorrere dal 1°gennaio 2005. Diversamente dal caso in esame, a febbraio 2011 il dirigente Paladino ha provveduto a pagare le differenze retributive dovute. A questo punto ci chiediamo, perché l’Amministrazione ha un atteggiamento schizofrenico e poco coerente? Perché sperpera altri soldi ricorrendo in appello e non paga il dovuto, visto e considerato che nel secondo caso l’ha fatto? Lungi da noi fare i moralisti, ma si fa più bella figura a dire: ho sbagliato.


CITTADINI,SOLO "CARNE DA TASSE" Il nobile Bardo avrebbe detto “molto rumore per nulla”. La caduta della Tricom e la fine di quello oscuro periodo che ha rappresentato per le finanze locali, non solo di Polignano, era (l’imperfetto è d’obbligo) l’occasione giusta per ripensare su basi di maggiore efficienza e democrazia il sistema dei tributi locali. Non si trattava soltanto di accertare e riscuotere, ma di intrattenere con i cittadini un rapporto di trasparenza e di semplificazione, cogliendo l’opportunità di allargare - in un momento importante della democrazia, quale appunto la contribuzione alle finanze pubbliche - la partecipazione della comunità. Siffatta scelta naturalmente comportava delle decisioni politiche non di poco conto. Non si trattava unicamente di eliminare la deriva scellerata (quella della Tricom), ma di restituire ai cittadini il potere di contribuire equitativamente e consapevolmente alla cosa pubblica.

L’ex assessore al ramo Luigi Scagliusi e la Giunta dell’epoca avevano ben pensato di approfittare del momento per introdurre appunto questo nuovo concetto di e-government all’avanguardia che, nel pieno rispetto delle norme costituzionali, avrebbe consentito ai cittadini di interfacciarsi con tutto ciò che riguarda la Pubblica Amministrazione, fornendo servizi avanzati e agganciati con altre agenzie dello Stato. Ciò avrebbe, altresì, consentito ai politici di tenere saldamente il timone del Comune, fondando le proprie decisioni sulla scorta di dati economici andamentali in tempo reale e non di-

pendere più dai dati mediati (e agognati) dai tecnici. Le ultime determine adottate dall’Ufficio Ragioneria (riportate nella colonna a fianco), purtroppo, sono un ritorno al passato, un voler considerare i cittadini “carne da tasse” in stile borbonico (prendendo a pretesto il federalismo). Attenzione! Il tutto senza gara, ma con opzione diretta, grazie a un regolamento (cosiddetto “cottimo fiduciario”), che consente la chiamata individuale dei fornitori in tema di appalti, purché il costo degli stessi non superi euro 20 mila e dopo aver revocato un bando europeo in fase avanzata (altro caso a pagina 10). Ed è strano che anche questa volta una decisione così importante nel settore delle finanze vede l’assenza della parte politica. Rammentiamo che, sebbene la scelta di affidare il servizio tributi all’esterno fu della prima amministrazione Bovino, l’esecuzione e l’individuazione della Tricom avvenne nel periodo del commissariamento Bellomo in raccordo con l’Ufficio Ragioneria; l’amministrazione Di Giorgio, infatti arrivò a procedure già concluse e si preoccupò solo di limare scelte fatte appunto da “tecnici”. Ma, anche questa volta la forza del destino incombe con una decisione assunta dai tecnici in perfetta solitudine. L’assenza e il silenzio della parte politica è assordante. L’aver “abbandonato” il sistema delle finanze pubbliche al potere dei tecnici è non solo censurabile dal punto di vista politico - affermazione che non ha bisogno di spiegazioni -, ma è emblematico di una carenza della cultura della cosa pubblica e di un ribadire la centralità dell’edilizia privata (sulla quale si è consolidata tutta l’attenzione dei politici locali), perché tutto il resto è noia … per ritornare alla poesia.

TRIBUTI V di Maria Sportelli SERVIZI ESTERNALIZZATI SENZA APPALTI PUBBLICI POSTE PRIVATE - Il comune di Polignano ha rinnovato il contratto con Danilo Monte, titolare della ditta di Poste Private per servizio di stampa, imbusta mento, spedizione e consegna relativi avvisi di pagamento Tarsu, liquidazione anno 2011. In virtù di ciò il dirigente dell’Ufficio Ragioneria, Nicola Paladino, ha approvato il preventivo di spesa di 13.570,00 euro iva esclusa per 8376 spedizioni salvo conguaglio e preso un impegno di 16mila euro circa.

UFFICIO TRIBUTI - Lo stesso Paladino ha affidato alla ditta Publisys Spa di Potenza il servizio alla conduzione operativa dell’Ufficio Tributi approvando il preventivo di 19.883,00 euro, iva esclusa. Avrà una serie di competenze: verifica e inserimento delle dichiarazioni e successioni ICI anni 2007, verifica e notifica accertamenti/ingiunzioni ICI elaborati dal centro Tri.Com ma non notificati; verifica e rinotifica ingiunzioni ICI elaborare dal Centro Tricom, notificati ma sospesi al Comune; inserimento e notifiche e versamenti effettuati dai contribuenti a seguito di accertamenti notificati entro il 31/12/2010 al fine di poter emettere eventuali ruoli coattivi (ecc…). Ci chiediamo, ma in questi due anni i cittadini di Polignano che tasse hanno pagato? Come hanno fatto i calcoli, c'era bisogno davvero di esternalizzare il servizio? Non si era deciso di assumere nuovo personale proprio per evitare di esternalizzare i servizi? Qualcuno prima o poi dovrà rispondere a queste domande, se non a noi a chi di dovere!

CELIACI, ADESSO SAPETE DI CHI FIDARVI

Messaggio pubblicitario

Via Martiri di Dogali, n. 79 Polignano a Mare (Bari) Tel/Fax: 080.4248769

La Parafarmacia L’Aurora, della dott.ssa Amira AbuAmra (a Polignano in via Martiri di Dogali , n. 79) pensa al benessere di tutti, anche a quello dei celiaci. Di fatti, oltre ai numerosi servizi: sanitaria, ortopedia, erboristeria, omeopatia, fitoterapia, floriterapia, farmaci OTC e SOP, prima infanzia, da questa settimana la Parafarmacia L’Aurora propone innovativi prodotti dietetici senza glutine della Nutrifree. Un marchio innovativo che ha introdotto un nuovo concetto di alimento senza glutine:un prodotto sano oltre che gustoso e senza glutine. L’azienda punta, infatti, sull’altissima qualità delle materie prime e lo sviluppo di processi produttivi che permettono di evitare conservanti e additivi. C’è davvero di tutto: focaccia, frollini, merendine e tanto gusto. La Parafarmacia L’Aurora è inoltre attrezzata per attività mediche e paramediche (su prenotazione) con visite e sedute di agopuntura, shiatsu, nutrizionista, sedute di luce pulsata, cavitazione e riflessologia plantare altamente qualificato. Per informazioni e prenotazioni: 080.4248769.

7


CNA informa V • Il cittadino e la Legge • Veleni&Antidoti RUBRICHE Buon Appetito • Appuntamenti • Il personaggio • Torre di Babele

LA CNA INFORMA V "Imbrocchiamola", è la brillante iniziativa presentata da Giuseppe L’Abbate e Manuele Scagliusi (rappresentati di Polignano R-Evolution) alla CNA di Polignano a Mare. Presenti il segretario Antonio Pacelli e il presidente Leo Benedetti. Obiettivo: diffondere l'uso dell'acqua di rubinetto nei ristoranti, pizzerie bar e abitazioni private per: ridurre i consumi di acque minerali, evitare sprechi di energia e risorse, ridurre la produzione di rifiuti plastici e le emissioni di CO2 determinate dal trasporto dell’acqua minerale. In concreto si tratta di individuare bar, ristoranti, pizzerie, pub di Polignano interessati a sviluppare l’idea e invogliarli ad utilizzare acqua del rubinetto.Chi aderisce all’iniziativa esporrà nel proprio locale un bollino. Come tutte le novità anche questa va coltivata e alimentata, certamente la CNA ha mostrato particolare interesse tanto è vero che Benedetti, il presidente, ha già avviato la sperimentazione nel suo locale"Il Begula". Staremo a vedere come rispondono tutti gli altri commercianti. Va comunque dato merito al neo presidente della CNA,

OGNI TANTO "IMBROCCHIAMOLA"

Emanuele Scagliusi, Giuseppe L'Abbate, Leo Benedetti, Antonio Pacelli

Leo Benedetti, per il grande attivismo, un successo l'inziativa programmata a Pasqua e Pasquetta, con la cartolina di benvenuto al turista. Tremila quelle distribuite grazie anche all'impegno di tutti i soci CNA. Dal nostro punto di vista chi rappresenta il nostro paese dovrebbe attivarsi per dare continuità ad iniziative del genere. Spendere i nostri soldi, per esempio, nella tutela di un bene pubblico - l’acqua non sarebbe uno spreco. Mi auguro che si possa prendere

spunto da questi giovani volenterosi e con tanta voglia di cambiare in meglio il nostro ormai “vecchio” paese. Un esempio è il progetto elaborato dai ragazzi del meetup di Firenze con “La carta di Firenze”: “I Comuni decidono della vita quotidiana di ognuno di noi. Possono avvelenarci con un inceneritore o avviare la raccolta differenziata. Fare parchi per i bambini o porti per gli speculatori. Costruire parcheggi o asili. Privatizzare l’acqua o mantenerla sotto il loro controllo. Dai Comuni a Cinque Stelle si deve

IL CITTADINO E LA LEGGE

Da sx Franco Mancini e Antonio Laudati

8

Cari lettori, in questa edizione non parleremo del codice deontologico degli avvocati, che continueremo nella prossima edizione. Vi vogliamo parlare invece del FORUM sulla LEGALITA' (moderato dalla nostra direttrice Maria Sportelli) svoltosi in una saletta molto stretta e calda, inopportuna per ospitare nientedimeno che il PROCURATORE CAPO DELLA REPUBLICA DI BARI. Iniziativa lodevole del concittadino Francesco Mancini, al quale chiedo di organizzarne un altro , ma in un luogo dove poter accogliere molti cittadini, come per esempio la sala consiliare del Comune. In modo che il dott. Antonio Laudati, abbia modo di far ascoltare anche ai ns/ rappresentanti politici ed ai cittadini insieme. La DEMOCRAZIA, è parte di tutti i cittadini e non solo di pochi eletti. Rispettare le regole si !! Ma da parte di tutti. Cosa che non sempre avviene nel nostro piccolo paese. I forum sulla legalità ben vengano, la gente comincerà a non aver più paura di parlare. Penso che parlare e NON avere paura delle ritorsioni dei mafiosi con i colletti bianchi, ci porterà ad essere più civili e rispettosi del prossimo. SILVIO

ripartire a fare politica con le liste civiche per Acqua, Ambiente, Trasporti, Sviluppo e Energia.” Ciò viene perseguito dal MoVimento 5 Stelle, del quale Emanuele e Giuseppe sono promotori a Polignano. Rappresenta l'ala elettorale del movimento politico-culturale grillino, quello cioè che si ispira alle idee e alle riflessioni del comico e attivista politico Beppe Grillo ma non è un partito politico. Annabbella Vitti

A.A.A. VIPERETTE CERCANSI

Vuoi diventare giornalista? Sogni di fare il fotoreporter? chiamaci: 392.2318950 Tira fuori

La Vipera

che è in te Invia il tuo curriculum a info@lavipera.it


LATTE SCADUTO, MA CHE FINE FA? Intervista a Tommaso Romanazzi produttore Non è vero che la gente è attenta a quello che mangia, alla qualità dei prodotti che mette sulla propria tavola. Non è vero che rispetta l’ambiente e pensa al futuro dei propri figli, poiché al momento giusto, quando è chiamata a decidere che tipo di economia far girare veicola i propri soldi nelle grandi distribuzioni pensando di risparmiare, anziché

far crescere l’economia a chilometro zero. E’ una riflessione che abbiamo fatto dopo aver intervisto Tommaso Romanazzi, produttore di latte, titolare dell’azienda Agriconea, esempio di imprenditorialità cresciuta nel territorio putignanese. Aveva a Polignano un distributore di latte crudo. Un euro per un litro di vero latte di mucca. Lo ha chiuso il 30 aprile. Abbiamo voluto approfondire la notizia, per questa ragione l’abbiamo raggiunto nella sua masseria. L’azienda segue un disciplinare di pro-

AMBIENTE&LAVORO V

Da sx Tommaso Romanazzi e Anna Romanazzi

duzione che ha permesso a Romanazzi di entrare a far parte del consorzio Campagna Amica. Lavora con sua moglie Anna e hanno tre fliglie Irene, Maria, Giovanna. Quando andiamo a fare la spesa diamo sempre un’occhiata al prezzo. Ma a Polignano si tratta di soldi o di cultura? “L’allarmismo lanciato a livello istituzionale contro il latte crudo è stato sicuramente un deterrente, di fatti nel 2009 è stato adottato un decreto legge che ha vietato l’utilizzo crudo del latte. Noi produttori siamo obbligati ad apporre una dicitura: latte da utilizzare previa bollitura. Un’operazione strumentale, volta a garantire l’interesse delle grandi distribuzioni e delle grosse aziende, quelle che stanno in TV e che lanciano fumo negli occhi ai consumatori con la pubblicità ingannevole e falsa. Sono queste che a certi livelli premono poiché si sono rese conto che stanno perdendo una grossa fetta di mercato. Diversamente da me, queste aziende commercializzano latte ma non lo producono. È latte di raccolta che viene anche aggiustato prima di essere messo in commercio. Il mio latte, come quello di altri colleghi, è oggetto di controlli con autorizzazione Asl, c’è una rintracciabilità, ci

sono garanzie eppure hanno dovuto mettere il bollino. Vi siete chiesti perché non lo fanno con carne, pesce e uova? La risposta è semplice: in questo caso non ci sono interessi da tutelare”. Sì, ma oggi con questa fissa della dieta, forse il latte intero non è di moda? “Il consumatore che non è attento beve acqua fresca: il latte schermato o parzialmente scremato sono una cavolata. In media un litro di latte normale contiene 64 calorie, se una persona ne assume 200 grammi in media, vuol dire che le calorie introdotte sono poche. Per cui se beve il latte di mucca intero, venduto sfuso, pagato anche meno di quello che si trova nel supermercato non può che avere vantaggi: è sano, genuino e garantisce l’ambiente poiché usa una bottiglia di vetro”. Sul bancone del supermercato troviamo diversi tipi di latte anche ad alta digeribilità. Lei cosa ne pensa? “E’ un’altra fesseria. Va detto che il latte è una soluzione acquosa, se tenuto fermo si separa dalla parte grassa per cui per essere commercializzato deve essere per forza omogeneizzato. Se fatto nel modo giusto non ci sono problemi. Ma spesso alcune aziende utilizzano

troppi emulsionanti, conservanti, sono questi che producono problemi. Non si spiegherebbe come mai oggi ci sono molte persone allergiche: l’organismo non fa altro che difendersi da questi veleni; mentre l’intolleranza è una patologia ce l’hai dalla nascita. Il consumatore deve farsi più domande quando acquista i prodotti. Secondo voi che fine fa il latte che viene ritirato dal commercio quando è scaduto? Pensiamo alle mozzarelle: 1 kg e 100 grammi di mozzarelle buone costano in media 7 euro circa; c’è una ragione: il latte costa oggi 45 centesimi a litro, 15 centesimi il trasporto, 20 spese varie; in totale servono 80, 90 centesimi per litro di latte; si spendono in media 9 euro per 10 litri di latte. E’ logico dunque che il prodotto finale ha un certo costo. Se costano poco c’è una ragione. Hanno altri ingredienti: proteina chimica del latte, cagliate di produzione argentina e ucraina naturalizzate attraverso la Germania; o paste fuse e sono le peggiori. Tutta roba chimica ammessa per legge con una percentuale minima del 10%”.

9


10


11


MOTEL CONNECTION SUPEREROI ITALIANI

V

IL GRUPPO SPIN-OFF DEI SUBSONICA PRESENTA H.E.R.O.I.N. “MUSICA A IMPATTO ZERO” Per la prima volta un fumetto con supereroi italiani: i Motel Connection, gruppo spin-off dei Subsonica, finiscono proiettati nello scenario ipercontaminato di Overvolt City in lotta contro la forza oscura che ha ridotto l'uomo in una macchina consumistica. Il progetto H.E.R.O.I.N. dei Motel Connection, versione elettronica del gruppo musicale Subsonica, nasce dall’idea di produrre e diffondere “musica a impatto zero”. In concomitanza con l’uscita dell’album omonimo nel 2010 è partita un’azione di comunicazione integrata per trasmettere il messaggio della salvaguardia dell’ambiente in maniera innovativa. GLI AUTORI - Motel connection sono un gruppo italiano di musica elettronica. Nascono a Torino nel 2000 dall’incontro tra Samuel (voce dei Subsonica), Pisti (dj house) e Pierfunk (primo bassista dei Subsonica). Tra i loro lavori le co-

sul Comodino

«H.E.R.O.I.N » La strada dei supereroi Autore: Motel Connection Idea di Mauro Garofalo Prefazione di Alessandro Di Nocera Testi di Bruno Letizia Disegni: Serena Ficca, Bruno Letizia, Valerio Schiti Lettering: Emanuel Simeoni, Matteo Cianfarani Edizioni Ambiente, Collana: VerdeNero Genere Fumetti Pag. 112, € 12,90

12

lonne sonore di Santa Maradona e di A/R Andata + Ritorno. Nel marzo 2010 è uscito il nuovo album H.E.R.O.I.N., con il quale i Motel Connection hanno vinto il premio “Comunicare con i cittadini fa bene all’Ambiente” dell’AICA. I loro live ed eventi sono “a basso impatto ambientale”. Mauro Garofalo, giornalista e reporter, collabora con Il Sole 24 Ore sui temi delle culture underground, della musica e del fumetto. Ha pubblicato in pArte Morgan (elèuthera) e il romanzo iolavorointivu (Alàcran). Bruno Letizia è disegnatore e docente della Scuola Internazionale di Comics. Ha pubblicato il fumetto Interferenza (Alacràn). Serena Ficca e Valerio Schiti, illustratori tra i più promettenti della nuova generazione di fumettisti italiani, lavorano per Marvel Comics.

I CONSIGLI DI PUGLIAVOX

«Mi manda Actarus» Anni '80 e altre storie Autore: Roberto Traetta Edizioni MediAlta, Altamura Prefazione: Saverio Ricci Pagine:140 Prezzo: € 5,00 E' un vero manuale di ricordi. Con una scrittura appassionata e ironica, l’autore rivive situazioni personali calate nel decennio Ottanta in una sorprendente rivisitazione nostalgica. Sarà presentato venerdì 13 maggio, ore18, nella libreria Ali di Carta, via Santa Cateria Altamura.

«Indignarsi non basta»

«Il grande disegno»

Autore: Pietro Ingrao Con Maria Luisa Boccia e Alberto Olivetti Editore: Aliberti Pagine: 64 Prezzo: € 5,00

Autore: Hawking Stephen; Mlodinow Leonard Editore:Mondadori Collana; Saggi stranieri Pagine:180, illustrato Prezzo:€ 20,00

Puntare il dito non è sufficiente. Le accuse sterili non portano a nulla. Quello che serve è l’impegno, l’azione politica, la critica costruttiva. perché indignarsi non basta.

Nel "Grande disegno" il celebre astrofisico si cimenta con la sfida scientifica per eccellenza, affrontando la questione che da sempre divide filosofi, scienziati e teologi: l'origine del cosmo e della vita stessa.

AL VIA IL PREMIO "GIALLO LIMONE" Il comune di Limone Piemonte (Cuneo) bandisce il Premio Letterario “Giallo Limone 2011” II Edizione. Il Premio prevede due sezioni: Libri di narrativa, pubblicati a partire dal 1 settembre 2010 e racconti inediti della lunghezza massima di 10 cartelle. I testi inviati devono appartenere al genere giallo e devono avere un’ambientazione montana o marina. Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 9 settembre 2011 pena l’esclusione dal Premio. Le opere edite e inedite dovranno essere inviate in forma cartacea. Le opere edite andranno spedite nella forma in cui sono state regolarmente messe in commercio. Farà fede il timbro dell’ufficio postale di partenza. La segreteria del Premio ha sede presso gli uffici di con.testi in Via Massena 91 – 10128 Torino. Per le opere edite una copia dovrà essere inviata alla segreteria organizzativa e due copie al Comune di Limone Piemonte in Via Roma 32 (specificando nell’intestazione la dicitura: “Selezione Premio Letterario Giallo Limone”). Per le opere inedite una copia dovrà essere inviata

alla segreteria organizzativa (all’indirizzo sopra indicato), una a Claudio Maria Messina c/o Robin Edizioni, via Silla 35, 00192 Roma (specificando nell’intestazione la dicitura: Premio Letterario Giallo Limone) e una al professor Vincenzo Jacomuzzi c/o Casa Editrice Sei, corso Regina Margherita 176, 10152 Torino (specificando nell’intestazione la dicitura: Premio Letterario Giallo Limone). Non sarà prevista l’assegnazione di premi ex-aequo. Ogni autore partecipante dovrà includere, insieme agli elaborati, in una busta separata, i propri dati anagrafici, il proprio indirizzo, il numero telefonico e l’eventuale indirizzo di posta elettronica. Il giudizio della Giuria si intende come insindacabile ed inappellabile. Per la II edizione del Premio la Giuria è composta da: Libri editi: Lionello Sozzi e Valerio Varesi. Alla selezione collaborano anche il Presidente del premio e i responsabili della segreteria organizzativa. Racconti inediti: Vincenzo Jacomuzzi e Claudio Maria Messina. Giallo Limone è presieduto da Domenico Clerico ideatore del premio. Al vincitore per ognuna delle due sezioni del Premio 2011, che sarà assegnato sabato 29 ottobre 2011 a Limone Piemonte (Cuneo), verrà offerto un soggiorno di due giorni per due persone in un Hotel 4 stelle con trattamento SPA a Limone Piemonte. Il premio dovrà essere ritirato personalmente dagli autori il giorno della Premiazione. Info: +39 011 5096036, +39011 5096036, +39 06 45491818, +39 06 45491818, premio.limonepiemonte@contesti.it (fonte FB: Premio Giallo Limone).


V

Appuntamenti di Mimmo Donghia

CONCERTI SHURHÙQ: MESCOLANZE INTRUGLI, ORDITI E MISTURE Irene Scardia Trio, Emanuele Coluccia (sax), Luca Alemanno (contrabbasso) Irene Scardia ( pianista e compositrice). Quando: 13 maggio 2011 Dove: Teatro Garibaldi - Gallipoli (Lecce) Info: 0833266226 Organizzatori: associazione culturale Siroco Vo.g.liamo a SudEst

RASSEGNA "LA BARACCA DELLE FAVOLE"

Titolo: “Pulcinella apprendista stregone” Di e con Marianna Di Muro Quando: 15 maggio 2011 Ore: 11 Dove: Auditorium Diocesano La Vallisa - Bari Costi: ingresso bambino euro 2, ingresso adulto euro 4, ingresso family (minimo 3 persone) euro 7 Info: 080.5216276

SHURHÙQ è una sequenza di proposte musicali in programma fino al 29 maggio, sono inserite in una cornice plurisensoriale e inedita, col supporto di suggestioni scenografiche, visive e sonore. In repertorio per il concerto di Irene Scardia Trio, brani originali composti dalla stessa artista. “Un viaggio di leggerezza che dentro una forte tensione espressionistica si confronta con modalità minimali e jazz.Temi di forte impatto sentimentale, larghi, in andature che aprono il campo, fanno visioni”. (M.Marino)

ESCURSIONI

Esplorazioni Pensate del Territorio Quando: domenica 22 maggio Partenza da: L.go Madre Teresa di Calcutta, 8 – Polignano a Mare Ore 9.00 Destinazione: Costa sud di Polignano a Mare Info: 340.4016028, info@bachidasetola.it Costo: 10 euro a persona

«I giovani oggi hanno grandi capacità, ma dal punto di vista culturale sono piuttosto bassi» Rita Levi Montalcini

MOSTRE Metagraph grafismo urbano

Moog (Daniele Girolamo) /// Adry C \\\ Awer Quando: fino a luglio 2011 Dove: Spazio Ethic in via degli Albizi 7- Firenze

Una mutazione del segno in continua evoluzione, è il grafismo urbano che dal muro in cemento armato, alla plastica strutturale continua la sua mutazione su qualsiasi altro supporto.

Spettacolo tutto da ridere con il nostro eroe Pulcinella giovane vivace e coraggioso, diventerà apprendista stregone della tremenda strega Cincinna, per carpire i segreti delle sue magie e liberare la bella Rosetta rimasta vittima di un incantesimo. Tra equivoci, travestimenti, trasformazioni e tante legnate si dipana la matassa della vicenda e con un lieto fine Pulcinella riuscirà a liberare la bella Rosetta e ad ottenere un suo bacio. Lo spettacolo, recitato in un elegante teatrino, mescola sapientemente l’antica arte burattinesca con il teatro d’attore.

CASA BABYLON

Promosso dall’ass.culturale Bachi da Setola di Polignano in collaborazione con Sigea e condotto dal dott. Vito Pellegrini, cercherà, attraverso una serie di escursioni mirate e a carattere geologico, di far riscoprire la Terra di Bari nei suoi molteplici aspetti territoriali e ambientali. In questo modo il progetto “Geologicamente”, si propone come uno strumento divulgativo di conoscenza dei fenomeni geologico – morfologici del nostro territorio e delle problematiche ad essi connesse, delle sue bellezze paesaggistiche e del ruolo dell’uomo. Per ciascuna quota di partecipazione, la metà sarà devoluta a favore del progetto “Pozzi per l’Africa – Michele Maggiore”. Il pranzo a sacco è a carico dei partecipanti, così come anche il mezzo di trasporto. Si consiglia un abbigliamento comodo (possibilmente comprensivo di Kway ed equipaggiamento adeguato) e scarpe idonee per lunghe camminate.

Manu Chao Tribute Band in concerto live Quando: 13 maggio 2011 Dove: a Conversano x Norba in Fiera (area esterna Palasangiacomo). Ore: 21.00 Organizzatore: Palcoscenico Events & Show Info: 0804958789 - 368.723.10.38 E' un progetto nato dalla collaborazione di 9 musicisti dalla decennale esperienza, provenienti dai più disparati generi musicali (latino, pop, funky, rock, popolare) e accomunati dall desiderio di riproporre lo spettacolo di Manu Chao e Radio Bemba Sound System dal vivo. Da Clandestino a Malavida alla Rumba de Barcelona, lo spettacolo si completa di un'ora e mezza circa di emozioni che non potrà non coinvolgervi. I componenti: Vince -chitarra & voce, Alex - voce, Miguel-chitarra, Mr Robbasso, Lex-batteria, Marin-percussioni; Max Dex-tastiere,synt e fisarmonica, Antoin Lo Re/Nick-tromba, P.E.-trombone

13


Messaggio pubblicitario

14


LA TORRE DI BABELE V parola ai segni in arabo

A M I R A A B U A M R A

DONA IL TUO 5xmille ad EMEGENCY C'è un modo per contribuire alle attività di Emergency che non ti costa nulla: devolvere il 5 per mille della tua dichiarazione dei redditi a Emergency. Il codice fiscale di Emergency è 971 471 101 55.

Anche tu puoi contribuire a questa particolare e unica rubrica scitta volutamente in lingua straniera senza traduzione a fronte. Scrivici a info@lavipera.it

15


SOSTIENI L’INFORMAZIONE LIBERA

de LA VIPERA SOSTIENI L’ASSOCIAZIONE PUGLIAVOX

FAI UNA DONAZIONE

Codice IBAN: IT 13E0335901600100000019135 I NOSTRI SERVIZI: Guide turistiche, editoria,convegni,mostre,corsi di formazione,ricerche storiche,uffici stampa Info e Contatti +39 339.4824808, +39 392.2318950 pugliavox@gmail.it - info@lavipera.it siamo anche su: http://issuu.com Puglia Vox, Polignano Cronaca


LA VIPERA