Page 1

Via Nazionale, 328 tel.0823.808507

S. MARIA A VICO

Ruotolo Domenico

Valle di Suèssola Sanfelice Oggi

in bombole e serbatoi Periodico d’informazione fondato nel 1981, edito dall’Associazione Culturale Valle di Suèssola

Codacons Campania E' assurdo e paradossale esaminare il testo licenziato alla Camera e porlo in raffronto con quello divenuto Legge dello Stato con il voto al Senato. Difatti ci si accorge che alcuni comuni vengono eliminati dall'elenco di quelli destinatari delle misure adottate con la Legge varata. Uno per tutto è il comune di San Felice a Cancello. Ciò si rivela un attacco alla dignità dei cittadini nonostante che vivono in un comune che lo studio Sentieri (studio epidemiologico nazionale dei territori e degli insediamenti esposti a rischio da inquinamento, finanziato dal Ministero della salute svoltosi tra il 2007 ed il 2010) inserisce tra i 57 siti definiti di interesse nazionale per le bonifiche, proprio sulla base dell'entità della contaminazione ambientale, del rischio sanitario e dell'allarme sociale. Aree queste, compresa San Felice a Cancello, in cui le persone sono esposte a rischio malattie, tutte mortali: tumori, malattie respiratorie, malattie circolatorie, malattie neurologiche, malattie renali. L'inquina-mento in tale area afferma lo studio Sentieri - è dovuto a vari fattori: dalla presenza di disca-riche, ai siti di stoccaggio, siti di trattamento e soprattutto discari-che illegali e siti in cui i rifiuti tossici vengono dati alle fiamme. Una situazione catastrofica dove nelle province di Napoli e di Caserta si registrano aumenti di malattie letali. Non a caso proprio i siti presenti in San Felice a Cancello risultano dagli atti parlamentari, richiamati ampiamente nelle inchieste condotte dalla Procura di S. Maria C.Vetere ed ampiamente documentate anche da Il Giornale di Caserta in una inchiesta giornalistica condotta dalla direttrice dott.ssa Nardi, nonché già conosciuti da qualche anno dalla Regione Campania ed individuati quali destinatari di necessari interventi di bonifica, sino ad oggi risultati lettera morte solo per assenza di fondi. San Felice a Cancello, quindi,

www.valledisuessola.it

Via S. Marco, 133

Distribuzione gratuita presso gli inserzionisti dei Comuni della Valle di Suèssola (Arienzo, Cervino, S. Felice a Cancello, S. Maria a Vico)

Anno XXXIII n.02

Direttore Alfonso Morgillo

San Felice a Cancello : per il Ministero della salute è sito inquinato, per il Senato non ha bisogno della bonifica Michela Izzo

Gas liquidi

resta fuori illegittimamente ed arbitrariamente da un provvedimento legislativo che costituisce l'inizio di una nuova consapevolezza politica e sociale della vera tutela dell'ambiente e della salute. Proprio oggi che avrebbe dovuto, con tale legge, finalmente tirare un sospiro di sollievo perché sarebbe stata riconosciuta tale situazione catastrofica ambientale e dunque avrebbe usufruito della necessaria attenzione con lo screening sanitario della popolazione, nonché sarebbe rientrata

nella mappatura delle bonifiche e dunque veder finalmente, tali siti altamente inquinanti, oggetto di interventi seri e radicali. Il Codacons non può tacere dinanzi a tale arbitraria esclusione. Quanto si sono adoperate le autorità territoriali circa gli adempimenti dovuti, atteso che, nonostante l'Ente comunale abbia istituito una commissione sulla terra dei fuochi, non ha scongiurato l'esclusione di San Felice dall'elenco dei comuni interessati? continua a pag. 2

N’ata pastetta A che serve stu popolo ‘e ‘gnuranti quando po’ so’ sempe ‘e cumandanti a scegliere chi hadda fa’ ‘o Guverno e chi hadda sta sempe all’inferno?

Dint’ ‘a sta specie ‘e democrazia è sempe ‘o popolo che sta in agonia e sputa ‘o sanghe mmiez’ ‘a via.

Mentre chilli ca stanno ‘o Palazzo vònno ‘a pultrona pe s’arrepusà ‘o mazzo Chillu viecchio che sta ‘o Quirinale ‘a faccia d’e fessi ca so’ asciuti pazzi. vo’ fa’ pe fforza ‘o generale; primma Monti, doppo Letta, e mo’ Renzi, Denara sempe ‘a sta parte penne ‘a valanza!

Fondatore Arturo Morgillo

Solo un cittadino arienzano ha già ufficializzato, attraverso la rete, la sua candidatura a sindaco, Andrea Falco, (nella foto sopra) in rappresentanza del Movimento Cinque Stelle. E, sempre Andrea Falco, elenca i probabili altri candidati a sindaco: Nicola Lettieri (Centrodestra), Tommaso Carfora (Centrodestra), Giuseppe Guida (Centrodestra), Vincenzo D’ Ambro-

S. MARIA A VICO tel. 0823. 756280 fax. 0823. 756206

Pirozzi: dalla Regione 2.300.000 euro per completare i lavori di Via Appia A giorni l’inizio dei lavori per il secondo lotto dall’asilo Iadaresta al parcheggio di piazza Aragona: saranno suddivisi in quattro tratti - Emessa l’ordinanza di chiusura della strada Come da programma elettorale del 2010 - esordisce Andrea Pirozzi assessore ai lavori pubblici del Comune santamariano - tutta la Via Appia sarà riqualificata completamente, comprese piazza Aragona e piazza Roma con i rispettivi parcheggi. In questi giorni il Comune ha reso nota l’ordinanza di chiusura di Via Appia nel tratto interessato al secondo lotto. I lavori avranno il seguente

San Felice a Cancello

Buonomano segretario PD

svolgimento: 1° tratto dall’asilo Iadaresta al parco De Lucia; 2° tratto dal parco De Lucia a Via Fruggieri; 3° tratto da Via Fruggieri a Via Calzaretti; 4° tratto da Via Calzaretti al parcheggio di piazza Aragona. Così facendo, verrà ridotto al minimo il disagio degli abitanti e degli automobilisti. Il termine dei lavori è previsto entro quattro mesi. Voglio informare la cittadinanza tutta - continua l’assessore - che la Regione Campania ci ha assegnato un contributo a fondo perduto di ben 2.300.000 per l’altro lotto di lavori cioè quello dal passaggio a livello delle Botteghelle fino alla località Cellaio. Questo contributo è vincolato all’inizio dei lavori entro il 30 luglio e gli stessi devono

essere completati entro la fine del mese di aprile del 2015. La riqualificazione di piazza Aragona interesserà solo la piazza? No, interesserà la piazza e i tratti di Via Appia e Via Novanese attigui ad essa. Il tratto dell’ Appia dal Cellaio alla Cantina zi’ Michele? Verrà realizzato con fondi del bilancio comunale. Per quanto attiene il PUC, si è completata la prima fase. Entro il mese di marzo ci sarà la conferenza con le associazioni di categoria ed i tecnici locali. A seguire verrà elaborato il progetto. Fra giugno-luglio ci potrebbe essere l’adozione del nuovo strumento urbanistico. continua a pag. 2

Consumatori Italia Associazione Piccoli Proprietari Immobiliari

Ad Arienzo 6 candidati a sindaco sio (Centrodestra), Davide Guida (Centrosinistra/Centrodestra). A due mesi esatti dalla presentazione delle liste per il rinnovo del civico consesso arienzano è ancora prematuro sbilanciarsi, secondo molti, anche alla luce della piega che ha preso la politica italiana con l’ennesima nomina del capo del governo (il terzo in appena due anni) senza il “voto” degli italiani. Nell’elenco fatto dal Falco non vi è ombra di rappresentanti del Partito Democratico. Possibile mai che il partito del nuovo capo del governo non ha rappresentanti in quest’ultimo comune di Terra di Lavoro prima di entrare nel Sannio? O i rappresentanti del PD sono “mischiati” nelle altre liste? Il probabile ultimo candidato a sindaco, sempre secondo il rappresentante di M5S, è di centrodestra o centrosinistra? Circola voce, con insistenza, la candidatura del dott. Nino Crisci a primo cittadino. Per il cardiologo sarebbe un ritorno sulla scena politica arienzana. A.G.

Febbraio 2014

Cervino

Elezioni: tutto in alto mare Andrea Piscitelli Sarà una corsa a due, a tre, a quattro....; non è ancora definita la griglia di partenza; le uniche certezze sono finora quelle di Giovanni De Lucia con Cervino Libera e quella di Ippolita Piscitelli con Campana... Per Continuare. E mentre fremono i preparativi per approntare qualche altra lista si registra in paese un clima di fibrillazione che trova risposta sempre e comunque nella dichiarata voglia di cambiamento.

E’ un' associazione di consumatori e utenti, liberamente costituita, autonoma, senza fini di lucro ed a base democratica e partecipativa, che ha per oggetto esclusivo quello di operare, in particolare sul territorio regionale e locale, per informare, promuovere, assistere, tutelare, rappresentare e difendere i diritti e gli interessi individuali e collettivi dei consumatori di beni e degli utenti di servizi e comunque gli interessi diffusi dei consumatori e degli utenti in genere. Consumatori Italia Associazione Piccoli Proprietari Immobiliari (CI-APPI) già presente su Caserta alla via G. D'Anna n.3 come sede provinciale , i cui referenti sono l'avvocato Mario Lanzante (presidente) e

l' avvocato Immacolata Ruotolo (vice presidente), che hanno presentato l'Associazione, sabato 8 febbraio scorso, presso la sala convegni dell'Hotel Europa, in Caserta. In tale occasione, i predetti professionisti referenti, grazie anche alla presenza del dr. Vittorio Palmieri, esperto in

continua a pag. 2

Via Napoli, 103 - CANCELLO SCALO Via Appia, 619 - S. MARIA A VICO - tel. 0823. 809838

Via Nazionale Appia 4/6 telefax0823.808488 e-mail: izzo.p@libero.it

SANTA MARIA A VICO

www.capassogioielliemoda.com

GIOIELLI

Sposo Sposa Via Nazionale Appia, 359

- S. Maria a Vico Cerimonia

&

MODA

tel. 0823.751019 - 0823.754155

dalla rete

Infissi

Serramenti e finiture S.r.l.

GUIDA

Pagamenti rateali Via Cancello, 5 - MADDALONI tel. 0823. 201611 - fax 203568 show room in Via Libertà


2

Febbraio 2014

Valle di Suèssola

Il sindaco di S. Maria a Vico candidato alla Regione Il dott. Alfonso Piscitelli, attuale sindaco di Santa Maria a Vico, sarà il prossimo candidato alla Regione Campania, in quota Forza Italia, per tutta la Valle di Suèssola. Il professionista santamariano da giovane iniziò la carriera politica ottenendo ampi consensi non solo nella sua città, ma nell’intero collegio elettorale. E’ stato consigliere provinciale, ora è sindaco di S. Maria a Vico.

dalla prima pagina... dalla prima pagina ...

Pirozzi: dalla Regione 2.300.000 euro per completare i lavori di Via Appia Entro la fine del 2014 prosegue l’assessore Pirozzi siamo fiduciosi che Santa Maria a Vico possa essere dotata di questo importante strumento urbanistico . Qualche particolare di questo strumento urbanistico? Le zone rosse, ridimensionate dalle Regione Campania, saranno esecutive.

Per quanto attiene le opere pubbliche? Solo quelle realizzabili. E’ inutile bloccare il territorio con opere che non potranno essere realizzate. I parcheggi? Ampia attenzione nel realizzare nuovi parcheggi; saranno piccoli, ma funzionali all’intero territorio, dato l’elevato numero di auto esistenti ed in circolazione.

(Terenzio Varrone, Satire menippee 58,419)

scienze ambientali e della cardiocircolazione, si è presentato uno studio approfondito sull'elevata presenza di polveri sottili nell'aria del Comune di S. Felice a Cancello e dintorni e la consequenziale tossicità sulla salute pubblica. Importante, per quanti hanno partecipato al convegno inaugurale, è stato anche l'intervento dell'avv. Enzo Vitiello, Segretario Nazionale di CI-APPI, che ha chiarito le finalità e le potenzialità di tale Associazione

‘O casatiello “Napolitano” del 2011 Ed eccoci al solito stucchevole e trito rituale delle “smentite”! Dopo le chiare ma maldestre dichiarazioni rilasciate in televisione dagli intervistate: Monti (il professore delle tasse), Prodi (il mortadella!), De Benedetti (il capo della filibusta!), non si sono fatte attendere, a distanza di poche ore, le previste farisaiche “smentite” da parte di questi ipocriti personaggi, che dopo averci “sgovernato” (Prodi e Monti), provocando i nefasti risultati, che cadono sotto gli occhi di tutti, che chissà se e quando verranno ribaltati, continuano ad ammorbarci con le loro presenze sui mass media tutti! In questi frangenti i potenti, i politici, al pari degli Avvocati, “so’ comm’ ‘e cuorve: uno nun ceca l’uocchie all’auto!” (Similes cum similibus congregantur).

L’indecenza continua in crescendo! E la verità soccomberà anche questa volta! Evviva!

Il sovrano, con la giustizia, rende stabile il paese; ma chi pensa solo a imporre tasse, lo rovina (La Bibbia, Libro dei Proverbi, 29:4) Alla colluvie, in questi ultimi tempi, di acronimim del Fisco, oscuri ed incomprensibili (ICI, IMU, TARSU, TARES, SERICE TAX, TUC, IUC, ...), che disorientano e confondono soltanto il povero suddito italiano, costretto a solo pagare, senza capirci niente, acronimi che violano, comunque, anche la legge n.212 del 2000 “Lo statuto del contribuente, propongo le seguenti mie interpretazioni, spero divertenti, dei seguenti acronimi: O.S.R.A.M.= Ommo senza denare, anima morta! E.N.E.L.= Edere necesse est largiter cioè S’ha da magnà assaie!

Imposimato: ingiusto criminalizzare il M5S Cari amici, non sono un militante del M5S, ma trovo profondamente ingiusto criminalizzare il M5S che sta dando tanto al nostro Paese in termini di legalità, competenza, onestà e rispetto di principi della Costituzione che essi hanno difesa dall'assalto irresponsabile della scorsa estate. Trovo che il M5S sia quello che più di tutti si stia ispirando al principio fondante della nostra Costituzione, della democrazia e dello stato di diritto; quello della eguaglianza. Io li ho visti all'opera questi giovani, ragazzi onesti, coraggiosi e dediti al perseguimento ogni giorno del bene comune. Voglio ringraziarli per quello che hanno fatto e che

PROFESSIONAL s.r.l.

faranno, riconciliandomi con la speranza in un futuro migliore Prodotti siderurgici, Ferro battuto, Ferramenta per ferro e alluminio, Policarbonati, Pannelli coibendati, Macchine utensili, Porte blindate, Infissi prodotti finiti, Pvc, Legno, Alluminio, Persiane blindate, Zanzariere

Via Largo Lagno - SAN FELICE A CANCELLO presso Eurospin tel. 0823. 755071 - cell. 388. 6905398 - alafer.alabis@alice.it Saldatrici

Rivenditore:

San Felice a Cancello: illegittima esclusione dall'elenco dei comuni inquinati Alla Presidenza della Repubblica, Presidenza del Senato, Presidenza della Camera, Presidenza della regione Campania- Prefettura di CasertaARPAC e ASL Caserta Il Codacons Valle di Suessola richiede formalmente alle istituzioni in indirizzo che venga riconsiderato lo stato ambientale della città di San Felice a Cancello, atteso che risulta agli atti l'esistenza delle cave dismesse, esistono addirittura esami tossicologici in merito. Il Codacons, sempre dalla parte dei cittadini, richiede che vengano disposti i dovuti controlli dei siti individuati quali fonti inquinanti ed oggetto di ex sversamento di rifiuti tossici, laddove se tali controlli non sono stati realizzati di recente , perché non richiesta da chi di dovere. Oggi siano le Istituzioni sovra territoriali ad operare per il bene di una città che altrimenti rimarrebbe esclusa dalla disciplina normativa. Si chiederà all'Autorità giudiziaria di perseguire i rappresentanti delle istituzioni territoriali e sovraordinate qualora emergessero delle carenze nell'espletamento delle funzioni in merito alla problematica della terra dei fuochi. E qualora riscontrassimo un muro di gomma rispetto alle istanze di inserimento nell'elenco di cui alla legge varata, saremo costretti a proporre una azione collettiva per il danno derivato prima dall’inquinamento conclamato e documentato e poi dal fatto di essere stati esclusi dalla legge dello Stato. Quello stesso Stato che chiameremo a rispondere per le responsabilità riscontrabili.

SILVESTRO ANGELO Macchine per cucire - Industriali per confezioni e calzature - Aghi Officina - Ricambi - Accessori Apparecchiature speciali Via Appia, 492 - telefax. 0823. 809385

S. Maria a Vico

SAF FRO

sul territorio, soprattutto per la salvaguardia dei diritti dei cittadiniconsumatori innanzi alle Istituzioni. La sede provinciale di CI-APPI di Caserta, è pronta ad accogliere presso la propria sede di CasertaS. Clemente, alla via G. D'Anna 3, allo Studio Legale Lanzante e a S. Felice a Cancello, alla via Napoli 694, presso lo Studio legale dell'avv. I. Ruotolo, tutti i cittadini che hanno l'esigenza di con-sulenza legale per le problematiche sopra indicate. A.G.

e-mail: europa1969@libero.it

Un cambiamento sempre proposto negli incontri interlocutori che si sono succeduti senza esito e che hanno avuto come denominatore comune sempre lo stesso diritto di primogenitura: coalizziamo le forze e creiamo l'alternativa sempre che sia io il candidatosindaco. E' stato questo il ritornello o, se vogliamo, la colonna sonora di tutti gli incontri tra candidati o supposti tali dove si partiva sempre col piede sbagliato, con la pretesa cioè di avere ognuno di loro la dichiarata velleità di essere primus inter pares. E così i vari Enzo Pascarella, Martuccio Serino, Giuseppe Piscitelli, Mafalda Improta, ecc. , non hanno mai trovato un punto d'incontro o di

confronto lasciando nell'incertezza ogni ipotesi di apparentamento. Giovanni De Lucia, dal canto suo, ha coniato un nuovo simbolo lasciando a Serino Cervino Nuova, e sa di poter contare oltre che su Biagio Di Nuzzo su qualche transfugo e su qualche new entry. Ippolita ha perso qualche pezzo per strada ma ha cementato il suo gruppo con nuovi adepti ed ha la consapevolezza di poter presentare una squadra qualificata e competitiva. Gli altri stanno barcamenandosi tra ipotesi di apparentamento e autoconvinzioni che forse partoriranno qualcosa di concreto sempre che alla base venga posta l'umiltà e non la presunzione.

Valle di Suèssola

Sanfelice Oggi Periodico d’informazione fondato nel 1981, edito dall’Associazione Culturale Valle di Suèssola Direttore: Alfonso Morgillo Direttore Responsabile: Arturo Morgillo

Via Nazionale, 92 - 81028 SANTA MARIA A VICO (Ce) tel. 0823. 808160 - 808360, fax 0823. 808160 - 808360 www.valledisuessola.it E-mail: ass.valledisuessola@libero.it Collaboratori: Antonio Crisci; Vincenzo Crisci; Alfredo D’Addio; Asmà Es-Souni; Alfonso, Clemente e Mayra Ferrara; Carmela e Fortuna Fico; Vincenzo Guadagnino; Domenico, Aldo e Vincenzo Guida; Vincenzo Isernio; Elena Lullo; Diego Martinisi; Marco Mauro; Luigi Mazzone; Mario Mennella; Ivan e Selenia Morgillo; Tiziana Morgillo; Valerio Nobile; Gelsomina Nuzzo; Claudio Onorati; Pasquale Onorati; Alfonso Papa; Antonio Passariello; Francesco e Maria Perrotta; Andrea Piscitelli; Alfonso Russo; Antonio Solli; Mario Vigliotti. Gli articoli firmati esprimono il pensiero dell’autore. La collaborazione, aperta a tutti, è a titolo completamente gratuita. Foto e manoscritti, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Stampa: Segni s.r.l. - CASERTA Registr.: Tribunale di S. Maria Capua Vetere n. 275 del 29.1. 1982 Vietata la riproduzione di qualsiasi parte del giornale con qualsiasi mezzo

Via Appia, Parco De Lucia telefax 0823. 758184 S. MARIA A VICO

AUTOSCUOLA PRATICHE AUTO E MOTO

Centro fotocopie

A tutti quelli che gustano il prodotto italiano...

Tutela le tue macchine, rispetta le tue stampe. Scegli RiColorì!!!

Rigenerazione toner e cartucce

Prelievo, trasporto e smaltimento in discariche autorizzate. Preventivi gratuiti

VENDITA CARTUCCE COMPATIBILI Via Fontanavecchia - 81021 ARIENZO tel.0823 805423 fax 0823 755828 cell.388 1458768 mail:laser.lam@gmail.com

Centro della dott.ssa Carmela Crisci

LIFT54@ALICE.IT

Iscritto Albo Nazionale Smaltitori Via Camellara, 8 - ARIENZO - tel. 0823. 805895 - 804339 - fax. 0823. 805895

teranno attraverso il Codacons una risposta; non possono patire le conseguenze dell'inquinamento ambientale esistente da anni in due siti presenti sul territorio ed addirittura non vedersi riconoscere dalla legge le misure ad oc varate, solo perché chi di dovere non ha ben sottolineato e/o rappresentato la reale situazione, che mai è stata trascurata quale riflesso sulla salute, come dicevamo, anche dagli studi ordinati dal Ministero della salute.

Cervino - Elezioni: tutto in alto mare

Espurgo fogne e pozzi neri

di Castorio Antonio snc

Verrà sottoposta al Presidente del Senato, al Presidente del Consiglio, e delle Commissioni parlamentari competenti, nonché al Presidente della Repubblica, una formale istanza volta a richiedere gli opportuni chiarimenti circa l'esclusione invitando ad attenta analisi degli elementi reali e conosciuti volti a suffragare le ragioni della legittima inclusione di San Felice a Cancello tra i comuni destinatari della legge. I cittadini di questa terra meri-

Consumatori Italia Associazione Piccoli Proprietari Immobiliari

Soppesare ogni parola col bilancino dell’orafo

Claudio Onorati

San Felice a Cancello : per il Ministero della salute è sito inquinato, per il ...

* Dietologia: piani alimentari personalizzati ed Impedenziometria * Epilazione permanente e fotoringiovamento con luce pulsata * Tecarterapia - Ultrasuono terapia Elettrostimolazione - Pressoterapia * Massoterapia - Estetica globale - Make up Solarium - Sauna Via Nazionale Appia, km. 225,5 MESSERCOLA di MADDALONI tel. 0823. 310019 - fax 0823. 310854

Via Nazionale Appia, 340 - S. MARIA A VICO tel/fax 0823. 758900 centro.rigenerazione@gmail.com

BRICO

APERTO la domenica mattina

bricoprezzi.it

Sgambato

Corso Angelo Abatemarco, 2/A - tel. 0823. 752444

S. FELICE A CANCELLO Termoidraulica - Fai da te - Ferramenta - Materiale elettrico Utensileria - Pitture - Casalinghi - Articoli da regalo - Bricolage


Febbraio 2014

Valle di Suèssola

Lo strano caso di nonno Agostino2 Pasquale Marchese

Continuiamo il cammino alla ricerca della verità

Egregio direttore, sono ancora qui per aggiornarla sulle discussioni che riguardano la diatriba tra me, con l'alleata Guendalina, e mio nipote Rocco con i suoi alleati neomodernisti che lui frequenta e sostiene appartenere alla Chiesa cattolica. Il tutto è iniziato quando ne ha sparata una delle sue con il dire in tono serio (ma che attore!) che oggi si sarebbe avviato un dialogo alla pari tra le varie confessioni cristiane, cioè quelle di eretici e scismatici, per chiamarli con il nome esatto definito da tutte le Proposizioni papali e conciliari di ogni tempo e, pensi che boiata, con le altre religioni (così lui chiama le varie idolatrie e adorazioni pagane). Mi dice che si prega addirittura per l'unità dei Cristiani, nel senso che tutti i sedicenti cristiani, di qualunque (udite, udite!!) chiesa, sono accomunati da un unico spirito (attenzione, non quello "Santo", è ovvio!!), che si indicono riunioni di preghiera interconfessionali (lo so che questo è blasfemo, ma lo scrivo solo per riferire quanto dice Rocco, e spero che scherzi!!) in un ecumenismo che arricchirebbe il Cristianesimo di varie sfumature (sic!!) non sapendo, (beata gioventù sempre a caccia di novità!) che tutto questo è stato ripetutamente anatemizzato da tanti Papi, Concili dogmatici, oltre che dalle Sacre Scritture (che a questo punto andrebbero modificate per accontentare le fantasie di Rocco, di progressisti, modernisti ed … ignoranti!). Faccio presente a Rocco, che evidentemente vuole giustificare la sua frequentazione di ambienti

gli scienziati saputelli atei o agnostici, che si reputano detentori di uno scibile dalle basi argillose ed ignote, con occultisti ed esoteristi vari e così via; e gli cito pure, così a braccio, il Salmo 95(96) che recita al versetto 5: "Gli déi delle nazioni sono un "nulla" (un eufemismo che traduce la parola latina ed ebraica demoni) . Dalla mia memoria (ma che strano!) emerge un ricordo lontano ma vivo: mi sovviene infatti quando lo zio Tommaso (santo sacerdote, buon'anima!), organizzava tra noi nipoti le gare dei salmi, durante le quali ognuno di noi ragazzi doveva recitare a memoria nella lingua della Chiesa, il latino naturalmente, il maggior numero di Salmi. Pensi che una volta quella secchiona di mia cugina Felicina - la classica prima della classe, treccine biondicce, lentiggini e occhiali a fondo di bottiglia - imparò tutto il Salmo 118(119), (sono 167 versetti … mica niente!) e quando iniziò l'ultimo versetto … " Erravi, sicum ovis …"(lo ricordo come se fosse oggi … ma che scherzi fa la memoria!), restammo tutti con il fiato sospeso per esplodere poi sulla parola conclusiva …"oblitus", in un fragoroso applauso liberatorio. Lo zio Tommaso orgogliosissimo consegnò il premio ambito: una pasta di zucchero, che Felicina divorò voracemente tra l'ammirazione generale ed un poco di invidia da parte degli sconfitti (beh, altri tempi, caro direttore!). Rocco, nipote mio, se tu veramente frequentassi la Chiesa Cattolica, gli dico, conosceresti bene il CREDO, preghiera che viene recitata durante la Messa (a questo punto dubito anche che tu

ereticali, che intanto nelle Sacre Scritture non si è mai incontrato il termine dialogo, che appartiene a culture umanistiche ed anticristiane, filosofiche, politiche ed affaristiche; ed infatti Gesù nel Vangelo ha detto :Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato (Mar.XVI 15-16). Ed ancora gli dico: Caro nipote, ti prego, apri il Vangelo di S. Matteo e leggi il capitolo XXVIII,19-20: Andate dunque ed ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato (che chiarezza, che autorevolezza, che musica celestiale!). Il Figlio Dio-uomo non ha mai detto: andate e dialogate con i pagani, con gli adepti di sette e pseudo religioni varie, con eretici e scismatici, con i funzionari dell'Imperatore romano che si credeva una divinità, con i giornalisti e

vada a Messa, o che per lo meno la segua con attenzione) e nella quale la Chiesa ci fa dire: "Credo nella Chiesa Una, Santa, Cattolica ed Apostolica"; quindi, non possiamo accettare la pluralità di chiese, come ci vorrebbe far credere oggi l'attuale ecumenismo fraterno in cui tutto fa brodo in un sincretismo per lo meno sospetto nel quale è vero tutto e pure il contrario di tutto! Quante chiese e cappelle ha fondato allora Gesù? E il magistero di Pietro che fine ha fatto? I dogmi sono così carta straccia, retaggio di altri tempi? Sappi pure che Leone XIII, un grandissimo Papa, la cui figura dovrebbe essere accuratamente studiata dai giovani sacerdoti, non fosse altro perché strenuo difensore del deposito della vera fede, (d'altra parte la funzione del vero Papa è proprio questa, o mi sbaglio?) nella sua enciclica "Satis cognitum" parla chiaro: "In verità, Gesù Cristo non menziona che una Chiesa che Egli chiama "Sua": "Edificherò la mia Chiesa". Qualunque altra,

perciò, fuori di questa, non essendo fondata da Gesù Cristo, non può essere la vera Chiesa di Cristo". Quindi, il detto: Fuori della Chiesa non c'è salvezza, è verità rivelata di Fede divina, affermata nella Sacra Scrittura e nella Tradizione, ed è verità cattolica perché definita solennemente dalla Chiesa in nome di Dio! Tutto quanto viene detto di diverso è quindi pura eresia condannata a più riprese da una serie impressionante di Papi (quelli con la "tiara", naturalmente!) e Concili infallibili, iniziando dal Simbolo di sant'Atanasio, dal Concilio di Efeso e Calcedonia, fino al Vaticano I (attenzione, ho detto "primo") per cui chiunque asserisce tale antiverità si pone automaticamente fuori dalla vera Chiesa di Cristo, secondo il Breve di Papa Paolo IV (attenzione, dico quarto!) un magnifico documento sul quale ci soffermeremo un'altra volta, oltre che commettere il gravissimo peccato contro lo Spirito Santo: "impugnare la verità conosciuta"! "L'unica vera religione è quella da Gesù medesimo fondata e affidata alla Sua Chiesa, perché la mantenesse e la propagandasse nel mondo". (Leone XIII in: Immortale Dei). Il Corpo Mistico di Cristo è la sola Chiesa cattolica, come lo ha affermato Pio XII, Sommo Pontefice dei miei tempi, nella sua enciclica Mystici Corporis, quod est Ecclesia!, e come lo replicò nella sua Humani generis (mia cugina Felicina la conosceva a memoria!). Di conseguenza: "fuori di questa Chiesa non c'è salvezza"! Lo dichiarò anche Pietro al Sinedrio: Sia noto a tutti voi e a

tutto il popolo d'Israele, in nome del nostro Signore Gesù Cristo Nazareno, che in nessun altro v'è salvezza, poiché non v'è, sotto il cielo, alcun altro nome dato agli uomini, dal quale possiamo aspettarci d'essere salvati. Ora, questa verità, come lo dichiarò Gregorio XVI, è un articolo di fede. Rocco, guai ai Pastori che disperdono il gregge del mio pascolo, dice il Signore! (e mo' ci azzecca proprio, direbbe un noto politico … di cui non ricordo il nome). La Chiesa di Gesù Cristo è la Chiesa Cattolica-Romana, perché essa sola è Una, Santa, Cattolica e Apostolica quale Egli la volle. (Catechismo di San Pio X). E Pio IX disse: "Non c'è, in realtà, che una sola religione vera e santa, fondata e istituita da Cristo Nostro Signore. Madre e nutrice d'ogni virtù, distruttrice dei vizi, liberatrice delle anime, indicatrice del vero bene. Essa si chiama: Cattolica, Apostolica e Romana". Pio XI, nell’enciclica Mortalium

3

I messaggi di Gesù e di sua mamma Chi ha ascoltato questi messaggi, e chi per la prima volta li leggerà, sappia che devono essere custoditi con amore, perché, rileggendoli nella bisogna, possa ritrovarsi in essi.

16 ottobre 2009 ore 3 "Sono qui, serva del Cristo risorto, sono qui io, Gabriele, il Servo dell'Altissimo, per guidare queste creature che sono ai piedi della Mamma celeste, affinché ascoltino con attenzione, quanto ho da dire loro, nel nome del Signore. Oggi parleremo della confessione, attraverso la quale il cuore dell'uomo viene purificato, perché possa avvicinarsi a Dio, mondo da ogni colpa, e per essere sempre pronto all'alt del Signore. Questa parola "alt", non deve spaventarvi, perché voi sapete che siete di passaggio su questa terra e, quindi, la vostra sosta su di essa può essere breve o lunga, per quanto è segnato nel libro della vita. Molti dei presenti diranno: ma io mi confesso spesso; qualcuno dirà: io tutte le settimane. Molti di voi lo fanno per abitudine e confessano sempre le stesse mancanze verso Dio e il prossimo, e

vanno via dal confessionale, avendo acchetato la propria coscienza, senza pensare che ricadranno sempre nelle stesse colpe, poiché non hanno dimestichezza con la parola confessione. Come purificare il cuore attraverso la confessione, alla quale molti di voi non danno peso alcuno? La confessione è l'arma importante nella vita della creatura terrena, perché attraverso questa, lo Spirito divino scende e purifica l'animo, il cuore. Quando il sacerdote vi segna con l'assolvervi dai peccati che avete commesso, sappiate, creature al mio ascolto, che egli assolve solo quanto avete confessato, e, quindi, non siate superficiali, ma più attente nella preparazione con la quale vi avvicinate a questo Sacramento. Alcuni di voi, sappiano che quando ci si avvicina al servo terreno del Signore, bisogna che facciano un esame di coscienza per non confessare i soliti peccati, che si fanno sempre per settimane, mesi, e anche quando la confessione avviene, per qualcuno, ogni anno. Bisogna che voi invochiate lo Spirito Santo, perché vi aiuti a ricordare, ad analizzare le vostre mancanze davanti a Dio. Molti di voi pensano di aver confessato le proprie colpe, ma non sanno che per rendere valida una confessione dinanzi a Dio occorre pentimento, amore e preghiera. Molti di voi pensano di aver confessato ogni mancanza, ma l'uomo non sa, che desiderando quanto non gli è concesso, è peccato, in quanto

www.gesuparlaallecreature.net animos scriveva: "… su questo punto è opport u n o esporre e respingere una c e r t a opinione falsa che è alla radice di questo problema e di quel complesso movimento con il quale i "non cattolici" si sforzano di realizzare una unione tra le chiese cristiane. Coloro che aderiscono a tale opinione, citano costantemente le parole di Cristo: "Ch'essi siano una sola cosa … e che non ci sia che un solo gregge e un unico pastore" (Gio. XVII,21, e X,16), e pretendono che con tali parole il Cristo esprima un desiderio e una preghiera che non è stata mai realizzata. Essi pretendono, di fatto, che l'unità di Fede e di Governo, che è una delle note della vera Chiesa di Cristo, praticamente fino ad oggi non sia mai esistita e a tutt'oggi non esista. La Rivelazione divina, dunque prescrive la separazione, come pure respinge la mescolanza, "il rapporto tra la luce e le tenebre, l'intesa tra Cristo e Belial, la collaborazione tra credente e non credente, l'accordo tra il tempio di Dio e gli idoli" (II Cor. 6,14-18). S. Agostino, nel Concilio di

Nicea, ai Vescovi d'Africa proclamò: Chiunque è fuori dalla Chiesa cattolica, per quanto lodevole possa peraltro apparire la sua condotta, non godrà la vita eterna e la collera di Dio rimane su di lui, a causa del crimine di cui si è reso colpevole vivendo separato da Gesù Cristo. Questo ecumenismo, mi ricorda Guendalina, pur essendo condannato dalla Morale e dal passato Diritto Canonico, oggi, invece, ha permesso che si ricevano i Sacramenti della Penitenza, dell'Eucarestia e dell'estrema Unzione da ministri non cattolici (Can. 844 del "Nuovo Diritto Canonico"), e ha favorito l'ospitalità ecumenica autorizzando i ministri cattolici a dare il Sacramento dell'Eucarestia a "non cattolici"! Ma questa che Chiesa è??? … dove va, Rocco?? E gli incontri cosiddetti interreligiosi"(o sarebbe meglio definirli "Irreligiosi" e blasfemi?), ma non me ne va ora di parlare. Per il momento invito Rocco a rileggersi San Paolo: Ora, io non voglio che voi entriate in comunione con i demòni; non potete bere il calice del Signore e il calice dei demòni; non potete partecipare alla mensa del Signore e alla mensa dei demòni. O vogliamo provocare la gelosia del Signore? (I Corinzi, 10,20-22). Sento Rocco che allibito e sgomento, sottovoce, dice: Ma io che faccio, chi e cosa difendo?" Caro direttore, la saluto, suo aff.mo Agostino Arciprete

Via Nazionale, 171 - cell. 339 4744332

l'uomo creato da Dio, a sua immagine, deve vivere per quanto nel quotidiano ha ricevuto dal Signore. Attenti, quindi, alle reazioni, alle ingiustizie, ai desideri impuri, perché, anche se non palesati, l'uomo pecca dinanzi a Dio; il desiderare quanto materialmente lo coinvolge è già peccato; è peccato quando non palesa esteriormente l'invidia, ma la cova dentro; peccato è anche quando solo con il pensiero, c'è il desiderio di quella donna o di quell'uomo; peccato è quando domina il desiderio di denaro e si escogita con il pensiero di conquistarlo indegnamente; peccato è il desiderare di possedere materialmente qualcosa che in quel momento non ci appartiene. Per voi, che siete qui ai piedi della vostra Mamma celeste, prestate ora più attenzione alle mie parole. Nella confessione, la figura del sacerdote, dell'uomo servo di Dio sulla terra, è importante: attente quindi, quando incontrate nella confessione un servo che non risponde a quanto volete attingere, per non ricadere sempre negli stessi errori, io vi dico: cambiate sacerdote, perché se fossero questi servi terreni tutti santi dinanzi a Dio, il Figlio Gesù e la sua Mamma non vi esorterebbero sempre a pregare per loro. Ci sono sacerdoti bravi e quelli meno bravi, ci sono sacerdoti dotti e meno dotti, ma tutti sono al servizio di Dio. Non vi meravigliate, se al vostro parlare, citando quanto vi sta facendo crescere dinanzi a Dio, vi distoglieranno dal farlo vostro, poiché sono sempre creature della terra che spesso sono dominate dalla loro sapienza terrena, e non divina, per cui non formulate giudizio alcuno, ma pregate per loro, affinché il Signore li illumini con la sua luce. Ricordate, figli di Dio, quanto il Signore vi ha trasmesso attraverso me, il Servo Gabriele, perché la vostra confessione non sia mai più lacunosa, per essere dinanzi a Dio, con il cuore libero per ascendere un giorno, puri, nella sua luce. lo, Gabriele, mi accomiato da voi, non prima di ringraziare insieme a voi Dio, per avermi concesso di essere ancora tra voi". E così sia.

tutta la nostra energia

* GPL in bombole e serbatoi * Consegna a domicilio bombole da 25 e 60 kg Via Polvica, 159 SAN FELICE A CANCELLO tel. 081. 821 02 57 fax 081 821 04 76 www. cantonepetroli.it

Prolungamento Viale Libertà S. MARIA A VICO - tel 0823. 759266 Chiuso il MERCOLEDI

SANTA MARIA A VICO Via Nazionale Appia, 277 SANTA MARIA A VICO tel. 0823 1606724 cell. 331 6596966

Via Botteghino, 239 - S. FELICE A CANCELLO telefax 0823. 806628 e-mail: d.g.s.impianti@alice.it

Signoriello

srl

Viale Libertà, 19 - tel. 0823. 808559 - S. MARIA A VICO Via Unità Italiana, 40 - tel. 0823. 323449 - 328714 - CE

www.speakeasylanguage.it

info@speakeasylanguage.it


4

Febbraio 2014

Valle di Suèssola a cura di Mario Vigliotti

Frammenti di storia S. Maria a Vico, 1923: ansie e paure del parroco don Carmine Sgambati

Florilegio poetico napoletano proposto da Claudio Onorati Ho ritrovato tra le mie carte questa bella poesia di Ugo D’Alessio, che propongo volentieri. Ugo D’Alessio è stato un gigante del teatro, che non sgomitava per farsi notare ed apprezzare, e che io ho avuto la fortuna di poterlo vedere dal vivo nel Teatro San Ferdinando a Napoli con il grande Eduardo, nella Compagnia teatrale La Scarpettiana. Solo artisti di razza come Ugo D’Alessio potevano affiancare, infatti, i mostri sacri come Eduardo e Totò, senza esserne oscurati.

Trascrizione della lettera con cui il parroco esorta l’artista Marco Vigliotti a riprendere i lavori in chiesa G. M. G. Amatissimo don Marcuccio Ben sapete la grandissima stima e somma benevolenza che ho sempre serbato e serbo tuttora per Voi e vostra rispettabile famiglia. Ab infantia Vi ho sempre voluto deI bene, né potete avere alcun dubbio su tale riguardo. A preferenza, poi, al presente mi gode l'animo di avere maggiore

Canonico D. Carmine Sgambati nato in Santa Maria a Vico il 22 Gennaio 1854 morto il 22 Dicembre 1923 Parroco di S. Nicola Magno dal 1890 al 1923

stima e predilezione specialissima per la vostra affettuosissima persona in qualità di bravo artista, decoratore di questa Parrocchiale Chiesa di S. Nicola Magno. Col principio dello scorso anno, nel quale, con l'opera Vostra efficacissima e del giovane Adolfo, furono iniziati i lavori di decorazione della navata destra, si eccitò e risvegliò un entusiasmo vivissimo nel popolo. AII' aspetto lusinghiero delle quattro Cappelle, già al completo, molti benefattori facevano a gara nel sottoscrivere i loro nomi con le rispettive offerte, in concorso a detti lavori, con tanto fervore reclamati dalla cittadi-

nanza dell 'intero paese. Di questo potete Voi istesso rendere testimonianza, essendo stato soddisfatto, sebbene in linea economica, di quanto amichevolmente fu convenuto. E ciò non con altro cespite che con l'obolo dei fedeli, concorso del Comune e miei particolari provventi. A seguito del completamento delle quattro Cappelle, per ragioni di restauro del tetto, nella rimanente parte della Navata, fu di necessità sospendere i lavori di decorazione. Benché con un pochino di ritardo a causa di deficienza di muratori, dopo pochi mesi fu restaurato e garantito il tetto sulle rimanenti Cappelle a decorarsi. Voi intanto, insieme ad Adolfo, trovandovi pel momento occupato con altri impegni, anche di vostra arte, per giuste ragioni avete differito finora di ripigliare i lavori in Chiesa. Però, se ben ricordate, prima di Natale prometteste che, col principio del nuovo anno avreste senz' altro ripigliato i cennati lavori. Intanto siamo già alla fine di gennaio, a tutto si pensa, di tutto si ha cura e premura, di negozio, d'affari e faccende domestiche, fuorché a mantenere e mettere in pratica, in esercizio ed esecuzione la promessa e parola da Professore e gentiluomo quale siete. Questa vostra indifferenza, con positivo ritardo, è stata causa di seri inconvenienti e danni, dal lato morale e materiale. E ben

Chiesa di S. Nicola Magno - Foto ripresa dal basso verso l’alto (Archivio Vigliotti) attraverso l’impalcatura - Una decorazione

potete immaginarlo perché avete senno e Capacità! Questo paese è molto critico e maldicente! Per niente si inventano calunnie e menzogne a carico di tutti, a preferenza quando trattasi di persona autorevole. Non osservandosi il prosieguo dei lavori in Chiesa, come già si era annunziato, da ognuno si grida il Crucifige! Crucifige! Quasi che mi fossi impinguato dell'obolo ed offerte dei fedeli. Senza capire che oggi ogni lavoro costa centuplo per uno! Donde si sono ricavate £ire 4000 già versate, se non da poche offerte dei fedeli, da qualche monetuccia della mia tasca, dall'annuo sussidio di £ire 1000 del Comune e dall'obolo di £ire Mille del S. Padre Pio XI, con quale soccorso si è dovuto far fronte e soddisfare la nota di £ire 700 al muratore, ed altra spesa, rimanendo appena in serbo £ire 200, da consegnare a Voi al ripigliare dei lavori? Di tutti questi addebiti non ne fo conto, ma quello che oltre modo mi ha rattristato e afflige tuttora è il solenne richiamo della Curia, la quale autorevolmente è stata

interrogata dalla S. Sede se si erano ripigliati i lavori in Chiesa. Che vi pare? Come rispondere? Tanto più che nella Quaresima deve venire la missione ? Che si dirà, trovandosi ancora il legname gettato e disperso in Chiesa senza lavoro? Mi veggo proprio sconfortato! Stessi almeno bene in salute, vedendomi assediato da tanti nemici dell'abito ed in particolare da Chi è tanto protetto! Per altro faccia Iddio! Voi ben mi capite!!! Per carità, salvatemi da questo cerchio di ferro, dove mi trovo chiuso e incatenato! Non mi sento più I'animo. Con cordiali saluti a Voi, alla vostra Raffaelina e buona Giovannina, credetemi sempre V. affezionatissimo Carmine Sgambati Parrocchia 16/1/1923

Il mio cuore I dolci palpiti del mio cuore sfiorano tutte le frontiere dei sentimenti per giungere a te. Perché il mio amore

Claudio Onorati

Si’ ttu... T’ ‘a truove vicino a ‘o mumento giusto; sape c’ha dda venì, pecché staie sulo...

S’alluntana ‘a te comme è venuta, senza fàrsene accòrgere... .... e, quanno nn’haie bisogno,

E te fa cumpagnia senza te da’ fastidio, senza spiarte niente, pecché sape già tutto...

t’ ‘a truovo vicino n’ata vota, sempe cchiù doce e cchiù sincera ‘e primma...

E pirciò te stà vicino e, tanno te lassa, quanno capisce ca nun te serve cchiù...

Cumpagna triste e doce ‘e chesta vita mia, si’ ttu... Malincunia!

E’ cchiù felice chi magna pane e cepolle ca nu Rre’ sfurtunato dint’ a nu palazze ‘ndurato

‘A marènna / ‘A mpustarella Favola di Esopo in poesia napoletana - Adriana Fiore Nu cardillo nu juorno s’appuiaje ‘ncoppo a nu ramo ‘e cercula, cantanno canzone appassiunate, proprio quanno n’arpeglia (*) pe’ vicino le passaje e dicette: “Sarraje sapuretiello! Quase quase m’a faccio ‘a marennella!” (*) arpeglia = sparviero tocca le sfere dell'universo laddove abitano le stelle fin dove non c'è profondità dell'abisso dove finisce la vita, dove il vento mi porta in quella triste lontananza per vivere di quei ricordi

che giammai ritorneranno. I fiori sbocceranno come le rondini sempre ritorneranno ma l'amore che muore non risorgerà mai più rifiorirà! Mario Verlezza Coppola

ARBITER L’arte italiana da SANTA MARIA A VICO nel mondo Calzature per uomo, donna


Febbraio 2014

Valle di Suèssola

La ricerca di Dio Carmela Fico Già da piccola ero alla ricerca del senso dell'esistenza. Perché siamo qui? Chi siamo? Esiste un Dio? Cosa accade dopo la morte? Devo dire che sento nel profondo del mio essere che Qualcuno abbia risposto a queste domande pressanti quando ho incominciato a leggere la Bibbia. Visto il modo in cui era iniziata la mia ricerca di Dio, fu naturale che l'Ecclesiaste divenisse subito il mio libro biblico preferito : Vanità della vanità, dice l'Ecclesiaste, vanità delle vanità, tutto è vanita. Che profitto ha l'uomo di tutta la fatica che sostiene sotto il sole?...Ogni cosa è in travaglio, più di quanto l'uomo possa dire; l'occhio non si sazia mai di vedere e l'orecchio non è mai stanco di udire. Ciò che è stato è quel che sarà; ciò che si è fatto è quello che si farà: non c'è nulla di nuovo sotto il sole. (Ecclesiaste 1:1). La ricerca di Dio, il bisogno di elevarsi al di sopra di questa misera realtà, per trovarne un senso, nasce proprio quando si intuisce che non può essere tutto qui, che deve esserci qualcos'altro. Da qui le parole fortissime: E' meglio andare in una casa di lutto, che andare in una casa in festa; poiché là è la fine di ogni uomo, e colui che vive vi porrà mente. La tristezza vale più del riso; poiché

quando il viso è afflitto, il cuore diventa migliore. Il cuore del saggio è nella casa del pianto, ma il cuore degli stolti è nella casa della gioia (Ecclesiaste 7:2). Molta gente riesce a vivere la propria vita semplicemente ignorando la realtà, nella falsa sicurezza del proprio benessere. Per me è stato diverso: ad un certo punto della mia vita, la prematura scomparsa di mio marito mi segnò profondamente, inducendo riflessioni davvero profonde. Fu amaro constatare in prima persona la correttezza delle parole dell'Ecclesiaste. Ma è solo con la concreta, cruda a volte, contemplazione della realtà che lo spirito può sentire il bisogno di spingersi oltre. In un certo modo, anche la morte di mio marito ha acquistato un senso, dolorosa si, ma almeno non inutile, visto che ha prodotto un atteggiamento che ha fatto di me una credente, e desiderosa di conoscere sempre più Dio e la Sua Parola. Non è che Dio promuova o ami la sofferenza. Essa esiste perché è dove manca Dio! Ed esiste per colpa del peccato dell'uomo, esiste per colpa della nostra testardaggine, per la nostra ribellione originaria e quotidiana. La ricerca del senso della vita è innata in ogni uomo. Dio ha fatto ogni cosa bella al suo tempo; Egli ha perfino messo nei cuori il pensiero dell'eternità, sebbene

Email: chiesaevangelicasmav@hotmail.it cell. 333. 2792848 Face book: Chiesa Evangelica Santa Maria a Vico

Cedolare secca: come comportarsi Diego Martinisi Gentile Dottore, il 30 dicembre 2013 ho optato, con il modello 69, per il regime della cedolare secca, comunicandolo debitamente all'inquilino. Posso godere dell'aliquota agevolata al 15% già dal periodo d'imposta 2014? L'Agenzia delle Entrate ha precisato che, qualora non sia stata esercitata l'opzione in sede di registrazione del contratto è possibile accedere al regime della cedolare secca per le annualità successive, esercitando l'opzione entro il termine previsto per il versamento del'imposta dovuta annualmente, ossia entro trenta giorni dalla scadenza di ciascuna annualità. L'esercizio dell'opzione oltre tale limite determina l'impossibilità di accedere al regime della cedolare secca per l'annualità in relazione alla quale l'opzione è stata esercitata tardivamente. In tale circostanza, pertanto, gli effetti si produrranno soltanto in relazione alle annualità successive. A titolo esemplificativo, si pensi ad un contratto di locazione stipulato il 1° marzo 2013 e registrato nei termini il 15 marzo 2013, senza che, in tale sede, sia stata esercitata l'opzione per la cedolare secca. Il locatore, successivamente, decorso il termine per il versamento dell'imposta di registro, presenta il modello 69. In questa sede l'opzione non produrrà effetti per il 2013 (anno per il quale l'opzione doveva essere presentata entro il termine di registrazione, ossia il 31 marzo 2013), ma soltanto a partire dal 2014.

L'accertamento per l'ICI del 2005 Nel 2011 ho ricevuto un avviso di accertamento per l'ICI che ha ricalcolato l'imposta in relazione

ad alcuni immobili di mia proprietà per il 2005. L'atto impositivo non è tardivo? A ogni modo, la settimana scorsa ho ricevuto anche la cartella di pagamento. Cosa mi consiglia di fare? In primo luogo, l'avviso di accertamento è sicuramente tardivo, in quanto il Comune avrebbe dovuto notificarlo al contribuente entro il 2010, al più tardi. La legge, infatti, prevede che gli atti impositivi aventi ad oggetto tributi locali devono essere notificati, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati. Ciò nonostante, il contribuente ha comunque ricevuto la cartella di pagamento. A questo punto, consiglierei, in forza della legge di stabilità del 2013, di presentare all'Agente della riscossione, entro novanta giorni dalla notifica del titolo esecutivo, una dichiarazione con la quale sia documentato che gli atti emessi dall'Ente creditore sono stati interessati da prescrizione o decadenza del diritto di credito. A seguito di ciò, l'Agente dovrà trasmettere al Comune gli atti ricevuti entro i successivi dieci giorni e, in attesa di una risposta da parte dell'Ente, dovrà sospendere immediatamente ogni iniziativa finalizzata alla riscossione delle somme iscritte a ruolo. Il Comune, ricevuta la comunicazione e valutata la sua fondatezza, potrà emettere un provvedimento di sgravio. Infine, contemporaneamente all'instaurazione del contraddittorio, consiglierei di impugnare anche la cartella nel termine di sessanta giorni dalla sua notificazione, facendo valere in giudizio l'illegittimità dell'atto impositivo prodromico in quanto tardivo

Sistemi professionali SILENT GLESS ARQUATI MOTTURA

l'uomo non possa comprendere dal principio alla fine l'opera che Dio ha fatta (Ecclesiaste 3:11). Ma ne vale davvero la pena impazzire immersi in pensieri tanto profondi alla ricerca di risposte così grandi? Io credo di si. Una visione troppo positiva della condizione umana non è realistica. E' quando ci rendiamo veramente conto della realtà che ci circonda che avvertiamo la spinta a cercare il senso di quello che vediamo. Se tutto filasse liscio, non cercheremmo continuamente di dare risposte a quesiti che sembrano impossibili da risolvere. Ecco "non possiamo comprendere" sta scritto in Ecclesiaste 3:11 ed è così che Dio ci ha creati: sappiamo tante cose, ne intuiamo altre, ma non riusciamo a pervenire al segreto del perché dell'esistenza. Evidentemente non fa per noi. In questa prospettiva, è la fede che balza al centro del nostro discorso, vi sono dei "perché" per i quali, non importa quando indagheremo, non troveremo mai una risposta. Il senso di ogni nostra risposta è DIO, e Dio ne è anche il senso. Consiglio a tutti di leggere l'Ecclesiaste e di leggerlo per quello che è, tenendo presente quanto sia importante a quale conclusione giunge l'autore di questo stupendo libro:Temi Dio e osserva i suoi comandamenti, è perché questo è il tutto per l’uomo. (Ecclesiaste 12:13) Rifletti…

5

dalle famiglie...

3 febbraio san Biagio Auguri a: dott. Biagio Mauro arch. Biagio Perreca 14 febbraio san Valentino Auguri a Valentina Crisci 22 febbraio Auguri alla sig.ra

Maria Frasca per il suo compleanno

50 anni di matrimonio

Ecco l’eremo sacro: umil s’estolle d’un isolato poggio in balza estesa ...

Bartolomè Esteban Murillo L’artista spagnolo, nel solco tradizionale degli scambi culturali tra la sua patria el’Italia, presenta le sue pitture (san Francesco e sant’Antonio) nel mosaico di facciata della chiesa dei Cappuccini in Arienzo. Nel mosaico sono riportati quattro quadri con le pitture di Bartolomè Esteban Murillo, raffiguranti: san Francesco d’Assisi, abbracciato da Cristo, che dalla croce si china verso il Poverello e ancora Francesco che cerca di ammansire il lupo; sant’Antonio da Padova recante il SS. Sacramento, di fronte al quadrupede inginocchiato e ancora sant’Antonio inginocchiato, con la fronte sfiorante il volto di Gesù Bambino.

Rosa Delle Cave Giuseppe Frasca hanno festeggiato i loro 50 anni di matrimonio. Auguri dai fratelli, dalle sorelle, da tutti i parenti in particolare dai nipoti Antonietta e Raffaele e pronipoti Raffaele Pio e Antonio. Auguri anche dal giornale Valle di Suèssola Il 25 febbraio ha ottenuto la laurea magistrale in lingue e letterature moderne presso l’Università Federico II di Napoli

Anastasia Piscitelli laureata in scienze e tecniche psicologiche alla Seconda Università degli Studi di Napoli il 28/01/2014. Auguri A Dio Ottimo Massimo All’epoca di mons. Giacinto Magliulo, vescovo mitriato della Diocesi, Fra Feliciano da Sorrento, più volte nella funzione della carica di Ministero Provinciale tra i Cappuccini di Napoli e Campania, con prece del S. P. Francesco e con l’assenso di Dio, ricomprò per costoro il giardino e il convento, aggiunti. In seguito, il benemerito architetto Alfonso Porrino ebbe cura, con arte, della sacra dimora, secondo

Fortuna Affinita Il papà prof. Clemente, la mamma Ersilia Pascarella, la sorella Viola le dicono: “Abbiamo sempre creduto in te, nelle tue capacità e nella tua determinazione. La tua splendida laurea ci ha dimostrato che le nostre speranze erano ben riposte." l’aspetto da lui con eleganza elaborato, con le grazie e immagini della SS. Vergine Maria degli Angeli, del B. F. Francesco, dipinti su arco a volta, per il maggiore incremento della religione e dell’etica cristiana. Lo stesso M. Provinciale - per sì grande opera di pietà e di carità -

Il 17 Febbraio 2014, presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, si è brillantemente laureata in Economia e Commercio la sig.na

Mariangela Savino. La tesi discussa su Discriminazione e accesso al credito dell'imprenditoria femminile durante la grande recessione ha avuto come relatore il prof. Antonio Lopes, ordinario di Economia Politica presso la Facoltà di Economia della Seconda Università degli Studi di Napoli Alla neo dottoressa Mariangela i più fervidi auguri di un brillante avvenire professionale dai genitori Pasquale e Angelina Piscitelli e dal fratello Giovanni. ebbe cura del venerando convento locale e confinante di sacerdoti, per il chiaro Nicola Finelli, sindaco di Arienzo, e suoi consiglieri, per illustri cittadini con tutto il popolo operanti. ottobre 1892 (Traduzione dal latino del preside Marco Mauro

Non sono più 3 febbraio

don Giuseppe Crisci nato a San Felice a Cancello l’11/11/1931. Ordinato sacerdote in Acerra il 21 luglio 1957 da mons. Nicola Capasso

Gabriele Guadagno 18.9.1922 - 7.2.2014

Il 7 febbraio

Vincenzo Affinita Condoglianze alla sig.ra Lina, ai figli Antonio, Maria, Tiziana 20 febbraio

prof. Michele Buonomano sant’Antonio e Gesù Bambino

Top Class

di anni 61, Condoglianze alla sig.ra Luisa Affinita , ai figli Francesco ed Angela, ai familiari tutti

I figli Carmine, Pasquale, Anna, Antonietta e Luisa lo ricordano a quanti lo stimarono.

Rosticceria

Pizzeria

di Assunta De Lucia Intimo e Lingeria - Calze e Collant Pigiameria Uomo Donna Bambino Biancheria per la casa Via Panoramica -cell. 333 28 73 999

SANTA MARIA A VICO

2 ESSE s.r.l.

Via Nazionale Vico 1, 14

S. MARIAA VICO T EN D A G G I Tendaggi, tappeti orientali e moderni, stoffe per arredamento, tende classiche e moderne, pannelli, pacchetti, verticali

Auguri

Federico

Arienzo

Marco Mauro

Margherita.

, “ un anno fa con la tua nascita hai riempito di luce la nostra casa e di gioia i nostri cuori. Oggi 14/02/2014, in occasione del tuo primo compleanno, mamma Katia, papà Vincenzo, il fratellino Luigi, i nonni e gli zii, ti augurano tanta, tanta, sana e robusta vita. E ti diciamo che ti vogliamo un mondo di bene. Auguri, Federico”

Chiesa Cristiana Evangelica Via Appia, 462 SANTA MARIA A VICO

L’eremo sacro dei Cappuccini

Il 29 gennaio la casa dei coniugi Antonio Stravino e Carmela Di Marzo è stata allietata dalla nascita di

Via Nazionale Appia 14/12-tel. 333. 3460306 - 0823. 809175

SANTA MARIA A VICO www.panificiotradizioneegusto.com

Via Nazionale Appia, 81 - S. MARIA A VICO

SAN FELICE A CANCELLO Via Circumvallazione


6

Febbraio 2014

Valle di Suèssola

Lettere in redazione Caro Alfonso, non me ne volere ma vorrei saltare i bellissimi ma ormai inutili:...ti ricordi quella volta....e ti ricordi di....ecc. . Una cosa però la voglio sottolineare, come feci nella mail che tu gentilmente poi hai pubblicato sul tuo giornale: l'importanza dell'atletica Heidi per una generazione intera di Santa Maria a Vico. Ribadisco, non solo salutare attività sportiva extra calcio per ragazzi e ragazze ma, soprattutto, aggregazione sociale, cultura della convivenza con i tuoi coetanei, palestra di vita per chi ancora non sapeva di dover gettare le basi per il suo futuro, ovvero: da grande farò..... ! Quante critiche ti sei beccato dagli stessi protagonisti e loro familiari. Mi risulta però che, tolta qualche testa di "cazzo" (scusa ci vuole appropriato termine), tutti quelli che calcavano le piste di atletica o lo sterrato di campetti di periferia tipo Bronx, compreso me, hanno raggiunto una posizione sociale che sfido i più critici a definire "non buona". Personalmente mi hai dato la possibilità di allargare i miei orizzonti. Mi hai inculcato la cultura e la visione di vedere quanto piccola è Santa Maria a Vico vista dal resto del mondo. Ho viaggiato tantissimo, ancora dovrò viaggiare, non sono già arrivato. Ma una cosa te la voglio dire: Grazie Alfonso Morgillo! Grazie per i racconti, gli aneddoti, le legende, qualche sana esagerazione sui tui viaggi di cui ci portavi a conoscenza. Li ho visitati tutti quei posti, non ho resistito. Ti ricordi il film "Saturday night fiver"? New York, il ponte, Brooklyn, la musica che ballavamo nelle feste? Sono andato a vederli con i miei occhi. Tutto mi ritornava in mente dei nostri trascorsi legato a quei tempi. Scusa, alla fine mi sono lasciato trasportare dal passato, senza malinconia però. Promesso, prossima volta parleremo d'altro. Intanto un salutone ed un abbraccio. Treviso, 3 febbraio 2014 Alfonso Pascarella

Da S. Maria a Vico 2.900 euro per i bimbi del Servizio oncologico della SUN L' Associazione Antonio Calcagno ha consegnato, il 29 gennaio, l'assegno con il ricavato degli eventi natalizi al Servizio oncologico pediatrico del Policlinico della Seconda Università degli studi di Napoli che ammonta a euro 2.900 (duemilanovecento). Alla consegna, in rappresentanza dell'associazione erano presenti il vice presidente dell'associazione Giuseppe Calcagno, la responsabile della comunicazione Irene Savinelli, l'associato Vincenzo Arricale e la

doverosi sono i ringraziamenti per le associazioni che hanno partecipato ai Mercatini natalizi e per i commercianti per l'aiuto che ci hanno dato. Ma soprattutto vogliamo ringraziare per il supporto dato il Bistrot Caffè Letterario di Arienzo, il Bar Letterese. Tutto questo non fa altro che spronarci ad andare avanti, con sempre maggiore forza. Oggi siamo tornati in reparto, come già facemmo il 5 gennaio per consegnare le calze ai bambini ricoverati, sempre nel nome di Antonio".

psicologa dell'associazione Angela Cangiano. "Tutte le iniziative - afferma Irene Savinelli - continuano a dimostrare quanto la popolazione sia sensibile nel sostenere la nostra associazione ed i suoi progetti. Ogni qualvolta organizziamo una manifestazione, le persone che partecipano lo trasformano in un evento e non possiamo che ringraziarle, come

Calorosa è stata l'accoglienza di tutta l'equipe del reparto nei confronti dell'associazione. L'incontro ha segnato un punto di partenza della collaborazione tra l'associazione e il reparto. "È difficile spiegare la gioia trasmessa dai bambini mentre ricevevano in dono semplici caramelle, il loro sorriso ha superato la donazione ricevuta", chiude Irene Savinelli.

Dalla rete

Diglio: ad Arienzo la Protezione Civile ormai è una realtà

Raffaele Diglio Il 21 gennaio, presso la scuola regionale di Protezione Civile "Ernesto Calcara" in Napoli, si è tenuta la cerimonia di presentazione delle attività di addestramento, presieduta dall'assessore regionale alla Protezione Civile, l'on. Eduardo Cosenza, che ha illustrato gli obiettivi e le finalità dell'intero progetto… A seguire l'intervento della rappresentante del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, dott.ssa Paola Pagliara.

In tale occasione l'assessore Comunale alla Protezione Civile, Raffaele Diglio, ha consegnato al Direttore generale della Scuola Regionale di Protezione Civile le schede personali di tutti i volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile al fine di ottenere la loro partecipazione ai corsi di formazione previsti per il 2014 dalla Regione. L’assessore arienzano ha illustrato all’on. Cosenza l'iter della costituzione del giovane gruppo comunale di protezione civile sottolineando, in particolare, che tale attività si è svolta con la fattiva partecipazione di aluni sponsor, limitando così al minimo il ricorso a fondi comunali. L'assessore Cosenza e il direttore generale della Scuola si sono complimentati con l’assessore Diglio per il proficuo impegno profuso nella costituzione del gruppo comunale di protezione civile e hanno assicurato il loro impegno per una celere partecipazione degli importanti corsi di formazione ai volontari. Auguriamo ai volontari della Protezione Civile arienzana buon lavoro.

Radio Amore migliore radio italiana locale L’emittente napoletana irradia sulla frequenza di 105,8 Mhz AI Meeting nazionale della Radiofonia D. J. Sotto le stelle la Giuria di qualità composta da esperti tra i quali Massimo Boldi, Maurizio Seymandl, Gigi Vesigna, Renzo Arbore, Massimo Emanuelli, Pino Callà ed altri, ha deciso di assegnare a Radio Amore Campania l'Oscar come migliore radio locale del 2013. Non solo, a Francesco Palmieri, sempre di Radio Amore, viene assegnato l'Oscar come migliore Speaker di radio regionali. Fantastica doppietta! La manifestazione di consegna degli Oscar, che è awenuta a Milano il 25 gennaio u.s. presentata dal mitico Maurizio Seymandi, ha visto la presenza di tantissimi personaggi del mondo dello spettacolo e delle istituzioni. Il risultato, che ci premia per l'impegno che mettiamo quotidianamente - dichiara Antonio Romano direttore artistico - per la unicità del nostro palinsesto e per gli sforzi economici sempre più impegnativi che sosteniamo, ci spinge a continuare con la convinzione che è ancora possibile essere Radio locale e ancora Libera, al servizio di un solo padrone che riconosciamo:

il nostro pubblico a cui dedichiamo questi importantissimi riconoscimenti. A.G.

Lettera da un bosco”

Carri, cippi e pastellessa Dall'Ufficio Stampa del Sindaco di Portico di Caserta, dott. Carlo Piccirillo, riceviamo e pubblichiamo il Comunicato sull'edizione 2014 della Festa di Sant'Antuono, Carri Cippi e Pastellessa. PORTICO DI CASERTA. Sì è conclusa con successo lo scorso 26 gennaio l'edizione 2014 di "Carri, cippi e Pastellessa", che ha visto la presenza in paese di un calorosissimo pubblico proveniente da ogni dove d'Italia e un folto numero dei caratteristici musicanti dei tradizionali carri di Sant'Antuono. Quest'anno, la manifestazione folkloristica è stata promossa dall'amministrazione comunale, con a capo il primo cittadino Carlo Piccirillo, in collaborazione con la Pro loco di Portico di Caserta, presieduta da Giovan Battista Iodice, che ha curato gran parte della manifestazione e alla quale sono state concesse le diverse responsabilità organizzative che ruotano attorno all'evento. Hanno dato il proprio supporto alla piena realizzazione della festa, quest'anno, il Forum giovani locale e l'associazione "Fondazione Sant'Antonio Abate", che ha inserito nel palinsesto di iniziative il convegno sulle tradizioni dei carri, che ha visto la partecipazione del sassofonista nonché portatore nel mondo assieme ai bottari di Portico della musica della Pastellessa Enzo Avitabile. Successi non soltanto per le diverse sfilate delle dieci Pattuglie, due delle quali fatte solamente di palme come vuole la tradizione, che rimanda alle origini egiziane del Santo protettore del fuoco e degli animali, particolarmente sentito nel piccolo paese del Casertano, ma anche per la mostra dei carri realizzati dagli allievi dell'istituto comprensivo "Bosco", degli attrezzi artigianali di un tempo andato, per le esibizioni dei vari gruppi musicali folkloristici che hanno portato alla memoria melodie tipiche di Terra Laboris, lo svolgimento dei giochi tradizionali e la degustazione di piatti tipici della festa, oltre la pasta con le castagne lesse, in uno degli antichi portoni del paesino. L'organizzazione della manifestazione ringrazia i protagonisti assoluti dell'evento, tutti i componenti dei diversi carri partecipanti e coloro che hanno contribuito al cospicuo attivo della festa...

CENTRO

BENESSERE di Alessandro IADARESTA

I nostri servizi Via Appia, 14 - ARIENZO cell. 328. 6719244

Auto - Ricambi - Assistenza Prolungamento Viale Libertà,1 tel. 0823. 808728 fax 0823. 809080

SANTA MARIA A VICO e-mail: commerciale@tecom-srl.it

C’è una piccola zolla di terra, nel cuore di Suèssola, poco lontana da qui; non è un bosco, ma tutti anticamente e ancora oggi la chiamano “Il bosco...”. Qui nascono le Lettere da un bosco del sociologo dott. Carlo Petrella Caro Papa Francesco, non mi illudo. Questa lettera dal bosco tu non la leggerai mai. Ma ho voglia di scriverti. Una lettera dal bosco al Papa. Caro Papa, io sono contento che tu sei arrivato. Cambierai il mondo? Cambierai la chiesa? Non lo so e non mi interessa. La tua presenza mi emoziona. Il tuo parlare mi libera. Mi basta questo. Se vieni a Napoli, passa per La Locanda. È una piccola trincea umana. Non è una comunità terapeutica. È la mia casa, dove vivo con un gruppo di persone scassate dalla vita. Intuisco che tu ami il piccolo, privilegi l'invisibile. Il kolossal non ti appartiene. E forse La Locanda ti sarebbe simpatica. La Locanda, simpatica al Papa. Un colpo! Caro Papa, dovrei dirti subito che questa casa non è molto simpatica ad alcuni uomini della chiesa. Non ti so spiegare il perché. Da sempre me lo chiedo. Ma non trovo risposta. Alcuni sacerdoti non amano questo posto. Io mi tormento, ne soffro. Ma ora sono arreso. Non si può pretendere l'amore. Mi spaventa il pensiero che un uomo di fede possa non amare la capanna di Betlemme. Forse quei sacerdoti non credono che La Locanda sia la capanna di Betlemme. Ma se venissi tu, …! Caro Papa Francesco, ti voglio raccontare una favola. È scritta su una tavola in un angolo della Locanda. Tu la capirai. C'era una volta una vecchia caffettiera. Abbandonata su una montagna di immondizie nella discarica pubblica. Buttata via dai signori del palazzo di città. Non serviva più …. Era stata sostituita da una moderna macchina per caffè. Malinconica e abbattuta era lì … non serviva più la vecchia caffettiera. Era la notte di Natale, passava di là un vecchio barbone per cercare tra le immondizie la sua fortuna. Vide la vecchia caffettiera, la guardò con tenerezza e la portò con sé, sotto il ponte dove era la sua casa di cartoni. La pulì con cura. Quella notte la vecchia caffettiera brillava come le luci di Natale. Il vecchietto la riempì di caffè e la poggiò sul fuoco. Piena di gioia, dopo poco tempo, la bella caffettiera inondò l'aria di un sorprendente profumo. Si avvicinarono altri barboni, attratti dall'insolito odore. Si accovacciarono insieme, sotto il ponte, intorno alla vecchia caffettiera. Trascorsero così il loro Natale. Grazie vecchia caffettiera. Caro Papa, se tu passi per la Locanda, tutti capirebbero che questo luogo è il luogo di Natale, come la capanna di Betlemme. Carlo Petrella

url: www.tecom-srl.it

* area mental: training autogeno, yoga, musicoterapia, reiki * area riabilitativa: ginnastica posturale e riabilitativa, pilates, trattamenti osteopatici, riabilitazioni in acqua. * area fitness: cardiofitness, body building, spinning, circuit training, aerobica, step, funk, fitbox, total body, body pump, preparaz. atletica * area agonistica sportiva: karate, kich boxing, lotta libera * area piscine: idrospinning, acquagym, scuola nuoto * area relax estetica: bagno turco, sauna, idromassaggio, massaggi estetici, cromoterapia, doccia abbronzante * area balli: balli di coppia, balli di gruppo, scuola di danza moderna, balli caraibici * area medica: terapia dell’arco plantare, medicina sportiva, dietologia, fitoterapia bioimpedenziometria, test intolleranza alimentare, agopuntura * area estiva alternativa: circuit training all’aperto, palestra con piscina all’aperto, percorsi running con itinerari esterni, solarium.

www.alexwellness.it

S. MARIA A VICO: Via Schiavetti, 1

Panificio

BIONDILLO

L’INFORMATICA PER LA DISTRIBUZIONE MODERNA

Biondillo Clemente e Petriccione Luigi s.n.c.

www.dfsistemi.it e-mail: dfsistemi@tin.it Via Nazionale, 255 - tel. 0823. 758420 - fax. 800846 - S. MARIA VICO ASSISTENZA TECNICA

di

Registratori di cassa, bilance collegate. PC, stampanti, impianti rete info@nuovaitaliaservizi.it www.lanuovaitalia.net

Via Ponti Rossi, tel. 0823. 806372 SAN FELICE A CANCELLO


Febbraio 2014

Valle di Suèssola

7 Pallavolo

Calcio - Real SFEL: esonerato mister Santonastaso - Il vivaio del San Marco Cancello L’ASD Costa e la Stella Azzurra al comando nelle produce buoni frutti rispettive ctg - Il San Marco scende al settimo posto Clemente Ferrara La notizia ci giunge come un fulmine a ciel sereno: la dirigenza del Real San Felice a Cancello esonera mister Domenico Santonastaso all’indomani della sconfitta dei sanfeliciani contro il Sant’Arpino. Incredibile! Pensavamo ad uno scherzo di carnevale, essendo per l’appunto in questo periodo; invece abbiamo dovuto costatare che tutto era vero, anche perché a dirigere la formazione era stato invitato mister Lopez, che precedentemente aveva diretto il Casalnuovo. Ma il tecnico incaricato, dopo il primo allenamento, ha deciso di lasciare avendo altri impegni. Non sappiamo i motivi per cui il presidente Filippo Savinelli abbia preso questa decisione. Sappiamo con certezza che la squadra nelle due ultime gare aveva subito due sconfitte: una casalinga per 3-2 contro la Sessana (nei primi posti in classifica), l’altra fuori casa per

5-1 contro il Sant’Arpino, anch’esso avanti in classifica nei confronti del Real. La sconfitta casalinga contro la Sessana è stata anche merito dell’arbitro che a pochi minuti dal termine non concedeva un rigore sacrosanto ai locali. Non avendo ricevuto nessun comunicato ufficiale da parte della società, siamo costretti a chiudere qui il nostro commento sul “fatto”. Per la cronaca, all’indomani dell’incontro casalingo di sabato 22 febbraio contro il Vitulazio quinto in classifica con 36 punti, che precede il Real San Felice, viene scelto come tecnico Vincenzo Castaldo, già del Pomigliano d’Arco. Il mister, nelle poche ore disponibili prima dell’incontro, comunica alla squadra il suo credo calcistico e manda in campo una formazione ancora amalgamata dal lavoro fatto dal suo predecessore. I Sanfeliciani superano il Vitulazio per 1-0 con una rete di testa di Sorren-

tino al 20° del secondo tempo ed annoverano, fra le proprie fila, l’esordio del portiere Metitiero a causa dell’infortunio subito dall’estremo difensore Liguori. La vittoria stava per sfumare negli ultimi secondi di gara quando Parente del Vitulazio sprecava calciando fuori. Con questi tre punti il Real da 31 punti va a 34, supera in classifica il Cimitile fermo a 32 punti perché sconfitto in casa dalla Sessana, e si avvicina al Vitulazio, sempre quinto con 36 punti. Parliamo ora dell’ASD Costa Arienzo del presidente Angelo Crisci. I costani, come detto a fine gennaio, avevano raggiunto in vetta alla classifica il Don Guanella Scampia dopo aver avuto un turno di riposo (il 19 gennaio). Febbraio è iniziato nei migliori dei modi perché gli atleti del tecnico Patrizio De Lucia hanno sconfitto, tra le mura amiche, la Real Maceratese per 2-0 terminando il girone di andata al

comando in condominio con il Don Guanella. Nella prima di ritorno ancora una gara casalinga, questa volta contro i Granata 1924 di Cardito che ad inizio campionato avevano sconfitto i costani per 21; ma al comunale di Arienzo i Costani restituiscono la sconfitta agli ospiti con gli interessi vincendo per 2-0 e conservando il primato in classifica. Alla seconda di ritorno, derbissimo a San Nicola La Strada con San Nicola calcio 2009: un bel pareggio per 1-1 e sempre primi in classifica avendo il Don Guanella pareggiato fuori casa con i Boys Melito. Nella terza giornata tutte e due le formazioni osserveranno un turno di riposo: il Don Guanella perché così era stabilito dal calendario, l’ASD Costa perché l’avversario stabilito dal Calendario (il Gricignano) è stato radiato dal campionato. Il S. Marco è in ripresa; dopo aver battuto il Miano, pareggia fuori casa con la Frattese prima in classifica.

Senza il vivaio nessuna attività sportiva ha un futuro - Così esordisce il dott. Fabrizio Di Nuzzo presidente del Centro volley San Marco Cancello - E solo con i prodotti del nostro vivaio stiamo tenendo alto il nome del nostro Comune e dell’intera Valle di Suèssola nella regione. Nella formazione maschile che disputa il campionato regionale di serie C ci sono quattro under 17 che tre anni fa diventarono vicecampioni regionali di categoria; altri ragazzi di quella formazione sono stati dati in prestito ad Aversa per far fare esperienza anche in campionati maggiori (B2).

Serie C Maschile

Alfonso e Clemente Di Vico nella Casertana Calcio I cugini di Messercola ricoprono le cariche di Presidente del settore giovanile (Alfonso) e vicepresidente della società (Clemente) - La Casertana già promossa nella serie C unica

Alfonso e Clemente Di Vico a Cosenza prima di Cosenza - Casertana 2-2 Due nostri concittadini imprenditori, i cugini Alonso e Clemente Di Vico di Messercola, nell’estate 2013 decisero di entrare a far parte della Casertana calcio. Come mai questa pensata? Come tutti sanno - dichiara Alfonso Di Vico - abbiamo fatto calcio a livello locale con ottimi risultati, ma è stato tutto inutile. Abbiamo speso una marea di soldi avendo autorità contro, spettatori non paganti, critiche a non finire. Senza dimenticare che il campo di calcio di Cervino non è regolamentare per ciò che volevamo continuare a fare. Il Comune? Non ci ha mai dato un contributo e non ha voluto sapere mai niente di adeguare il campo di calcio alla normativa federale. Oltre a lei e a suo cugino

Clemente, chi sono gli altri soci della Casertana calcio? Lombardi Giovanni, C o r v i n o Pasquale, Pascarella Giovanni sindaco di Valle di Maddaloni, Loffredo Claudio e Piccirillo; tutti professionisti ed imprenditori seri. In estate immaginavate di essere primi in classifica a questo punto del campionato? Il nostro traguardo era ed è la promozione nella serie C unica, cioè dobbiamo

classificarci fra le prime otto squadre e, a conti fatti, possiamo già cominciare a brindare. Quale incarico ricoprite nella Casertana? A me è stato affidato il settore giovanile, ne sono il presidente; mentre Clemente è il vice presidente della società. Quanti mini calciatori avete? Circa 250 suddivisi in 12 squadre, dai giovanissimi, esordienti ed allievi nazionali, fino ai piccoli. C’è qualche ragazzo della nostra valle da voi? Sì, e qualcuno ha avuto anche la soddisfazione di essere convocato in prima squadra e sedere in panchina. I nomi? I gemelli sanfeliciani Roberto e Armando Piscitelli; il santamariano Luca Minichino, classe 97, che è negli allievi nazionali; poi

Luigi Eduardo

FLORESE

Via Calzaretti, 20 S. MARIA A VICO 0823. 804178 - 347. 4577875

IMPIANTI TERMOIDRAULICI

CONDIZIONAMENTO

chiuso il martedi

cell. 340 7981444

Pizza Food Rosticceria Via Appia Antica, 531 S. MARIA A VICO Piccole soste indimenticabili

c’è anche Piscitelli di Cervino. Avete contatti con le nostre scuole calcio? Sì. Con la Suèssola calcio di Arienzo attraverso mister Passariello; con la Diana Calcio di

Calcio di Cervino; e con altre. Siete soddisfatti del lavoro fatto dal tecnico Ugolotti? Molto soddisfatti. Avete attrezzature sportive sufficienti? Purtroppo no. Il terreno di gioco dello stadio Pinto dovrà essere rifatto; abbiamo chiesto al Comune di Caserta di farlo in erba sintetica e ci sono buone possibilità che ciò avvenga, anche al più presto. A.G.

In alto da sx: Affinito Adriano(capitano), Marotta Alessandro, Bove Michele, Notariello Marco, Ambrosone Alfredo, Esposito Ernesto. In basso da sx: Carfora Clemente, D'Onofrio Alfonso, di Nuzzo Domenico, Savinelli Gianluca(libero), Piscitelli Gennaro, Domenico Girardi(allenatore). Assenti: Carfora Vincenzo, Buonincontro Luca.

Pallavolo femminile serie D

La Ribellina delude e cede inaspettatamente Al termine del girone di andata la Ribellina era a soli due punti di distanza dalla capoclassifica Abatese, grazie alla vittoria casalinga per 3-2 del Volley Time Casagiove contro la prima in classifica. Veramente un bel regalo, considerando che le casagiovesi ad inizio campionato avevano sconfitto la Ribellina per 3-2. Abbiamo aspettato con ansia lo scontro diretto per poter operare il sorpasso, invece abbiamo dovuto ingoiare un boccone amaro, inaspettato. Le ragazze del presidente Antonio Iaia cedono per 3-1 e ripongono nel cassetto i sogni di promozione. Alla seconda

giornata la Ribellina va a giocare fuori casa con il Green Volley, una formazione che naviga nei bassifondi della classifica: boccone mezzo amaro perché le santamariane vincone solo per 32, quindi perdono un ulteriore punto nei confronti dell’Abatese. Venerdì 21 febbraio nella palestra della Ragioneria in Via Strettola arriva il Volley Time Casagiove che, come detto in precedenza, nel girone di andata ha sconfitto sia la Ribellina sia l’Abatese per 3-2. Risultato finale: 3-0 per al Ribellina con i seguenti parziali: 25-18; 25-18; 27-25. L’Abatese continua a vincere. A.G.

Pallacanestro maschile

Il Santa Maria a metà classifica Sembra essere tornato il sereno in casa del S. Maria a Vico; gli infortunati si sono ripresi e sono giunte le vittorie. In questo girone di ritorno, dopo aver perso a Portici alla prima giornata, il S. Maria in casa ha sconfitto la Felix Napoli per 64-54; ha vinto a Volla per 70-61; ha vinto in casa contro il Venafro per 84-43; ha vinto fuori telefax: 0823 755516

casa ad Ischia per 53-51. I punti in classifica sono 20 ed occupa il quarto posto insieme alla Pol. Felix Napoli e al Basketorre. Al comando c’è il Benevento con 28, poi il Nola con 26, il Cercola con 24. Nell’ultima di campionato ha giocato contro il Cercola ed ha perso ai tempi supplementari per 2 punti. A.G.

Uffici: Via Fontanavecchia,15-ARIENZO Stabilimento:Via Appia km 231+780 - ARIENZO

1° Divisione Femminile In alto da sx: Florese Maria Rosaria, Mauriello Floriana, Di Santo Emanuela, De Matteis Matilde. In basso da sx: Grieco Maria, Piscitelli Alessandra, Martinisi Rosa(libero), Nostrale Alba, Mauriello Giusy. Assenti: Ferrara Annarita(capitano) Flagiello Francesca, Stellato Nadia. La formazione femminile, che è in testa al campionato di sua competenza, è tutta composta da ragazze che hanno iniziato l’attività pallavolistica nel vivaio del San Marco Cancello. Con la crisi che da anni attanaglia l’Italia, - continua il dott. Di Nuzzo - lo sport è stato subito messo in disparte. Nessuno ti dà sponsorizzazioni. Imprtenditori locali che vanno per la maggiore ci snobbano. Le difficoltà si presentano quotidianamente e sono superate con un entusiasmo da tutti. Nel settore tecnico ci sono tutti istruttori cresciuti in casa eccetto quello della serie C. A tutto ciò si aggiunga anche lo strano comportamento dell’amministrazione comunale sanfeliciana che, prima del santo Natale, ha dato contributi solo ad alcuni, trascurando il Centro volley San Marco Cancello. Si spera in un ripensamento dei politici. Aldo Guida

dott. Beniamino Bruno Laureato in fisioterapia Laureato in scienze motorie

Produzione UOVA E MANGIMI

Federazione Italiana Fisioterapisti

Fisioterapia Posturologia Massaggi

CASERTA

ARIENZO

Via G.M. Bosco, 146

Vico V Terra Murata

Info: 339. 2476524 - www.fisioterapiabruno.it


8

Febbraio 2014

Valle di Suèssola

Affinita Giuseppe di

Ortofrutta ROSA BISCARDI

COLOUR is ... emotion

Via Ferdinando I d’Aragona, 20 S. MARIA A VICO - 0823.1682016

Via Nazionale Appia, 316 B

S. MARIA A VICO

Preventivi gratuiti

La soluzione che cercavi per la tua impresa fino a 200.000 euro per il tuo progetto

Via Annunziata, snc - LIMATOLA Viale dell’Università, 23 - BENEVENTO Caf Cisal - Corso Caudino, 107 - AIROLA tel. 0823 484043 fax 0823 482949 telefax 0823 712656 cline 331 8265363 - 333 2842033 e-mail info@solvingced.com

www.solvingced.com

Consulenza contabile e tributaria

Cl De assi sig c ne

Falegnameria

Cl De assi sig c ne

A MADDALONI, Via Forche Caudine, 76, presso Liceo Pedagogico

di Antonio Piscitelli e C.

L’arredo del tuo ambiente Negozio - Ufficio - Studio - Sacro - Infissi - Porte Via Circumvallazione, 49 - tel. e fax. 0823. 1656064 - cell. 328. 8063920

SAN FELICE A CANCELLO Santa Maria a Vico - Cervino

Arienzo - San Felice a Cancello

Febbraio 2014  

Politica, Sport, Cultura, Storia della Valle di Suèssola

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you