Issuu on Google+

Via Nazionale, 328, tel.0823.808507

SANTA MARIA A VICO

Nobile Petroli

Valle di Suèssola Sanfelice Oggi

Periodico d’informazione fondato nel 1981, edito dall’Associazione Culturale Valle di Suèssola

Anno XXX n.07

Direttore Alfonso Morgillo

(Arienzo, Cervino, San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico)

Rinascita attacca i suoi consiglieri passati a Noi Sud e invita il Sindaco a dare le dimissioni

E’ opportuno precisare al corpo elettorale che i consiglieri comunali eletti nella Lista RINASCITA non hanno mai avuto la sensibilità di relazionarsi con i soci. Non hanno mostrato disponibilità a proporre in Consiglio Comunale nemmeno un argomento del nostro programma elettorale. Dopo circa un anno di vita amministrativa certamente non hanno brillato per le proposte politiche. Hanno avuto invece, il tempo e la capacità di “tesserarsi” con NOI-SUD!! (Vice Segretario Provinciale Pasquale De Lucia, Commissario Cittadino S. Felice a C. Pasquale ladaresta) con obiettivi politici ben individuati e per i quali formuliamo loro i migliori Auguri! ! La farsa si tiene nel Consiglio Comunale di S. Maria a Vico dove continuano a “recitare” e ad “occupare” parti di opposizione: NOISUD è una costola (neo-partito) del PdL. E’ giunta l’ora che tolgano le maschere e tirino fuori in Consiglio Comunale, le loro “agognate” tessere e vadano a fare (come da trattative incessanti) gli accessori della maggioranza a guida PdL, sarebbero così coerenti, responsabili e meno incappucciati. Il progetto politico Rinascita è stato concepito per interloquire con la società civile, in modo diverso, alternativo, distinto, distante e svincolato dalle organizzazioni dei partiti e tale vuole rimanere. Pertanto chiediamo ai nostri “EROI” ... che delusione ... di lasciare liberi i seggi di opposizione (dimissioni) agli altri candidati della Lista RINASCITA che certamente potrebbero rappresentare al meglio i 1700 elettori che ci hanno sostenuto facendo l’interesse del paese e non coltivando sogni e am-

Luglio 2011

Distribuzione gratuita presso gli inserzionisti dei Comuni della Valle di Suèssola S. Maria a Vico

Riportiamo il manifesto apparso in questi giorni sui muri della nostrà città

Fondatore Arturo Morgillo

Cervino

Il sindaco f.f. Biagio Di Nuzzo va avanti serenamente Il decesso improvviso e prematuro del dr. Carlo Piscitelli, primo cittadino di Cervino, avvenuto il 30 marzo scorso, ha consentito al vice sindaco Biagio Di Nuzzo di prendere in mano le redini dell’amministrazione comunale e di guidarla fino a maggio 2012, scadenza naturale del mandato. Trovarsi improvvisamente alla guida di un Comune pieno di debiti per mala gestione delle passate amministrazioni, non è stato facile per Carlo Piscitelli né tantomeno per il suo successore. Non sono queste le cose che mi spaventano - ha dichiarato più di una volta il sindaco Biagio Di Nuzzo - Quando c’è la volontà di tutti, si superano ostacoli inimmaginabili ed imprevisti. Purtroppo abbiamo ereditato una situazione pe-

Biagio Di Nuzzo sindaco f.f. di Cervino santissima che il mio predecessore Carlo ha cercato di ripianare, ma non per questo ci dobbiamo scoraggiare. A Cervino non è il tempo delle chiacchiere inutili. Sono sereno e continuo ad esserlo nonostante qualche colpo basso proveniente di pseudo amici.

VIAGGI E TURISMO Via Napoli - CANCELLO SCALO tel. 0823.801262 telefax 0823. 802657 www.villaggidavedere.com

info@villaggidavedere.com

Laboratorio d’arte e restauro, centro cornici, presepi, oggettistica e complementi Via Fruggieri, 10 - S. MARIA A VICO - tel. 346.8782744

Centro di estetica, bellezza, relax. Trattamenti Via Circumvallazione viso-corpo, (Pal. Marino) fangoterapia.

Estetica Michela Marino tel. 0823. 753478 San Felice a Cancello

Via Cappella - Arienzo

cerimonia donna Santa Maria a Vico

in bombole e serbatoi Via S. Marco, 133

S. MARIA A VICO tel. 0823. 756280 fax. 0823. 756206

S. Maria a Vico: riuscitissimo raduno di Volontariato Protezione Civile L’Italia è una repubblica fondata sul volontariato Per la prima volta nella storia di Santa Maria c’è stata una massiccia manifestazione di volontariato. A pensarci è stato l’assessore allo sport Antonio Iaia che, domenica 3 luglio, ha fatto giungere nella nostra cittadina volontari della Protezione Civile da ben 46 paesi della Regione Campania. Moltissimi i gruppi provenienti dalla provincia di Caserta, ma erano ben rappresentate anche le altre province con gruppi provenienti da Battipaglia (Sa), Acerra (Na), Durazzano, Sant’Agata dei Goti, Arpaia (Bn), ed altri ancora.

S. Felice a Cancello

La nuova giunta Con la nomina di Francesco Buonomano, il sindaco Emilio Nuzzo ha presentato la sua squadra al completo deciso di dare una svolta epocale al suo Comune. continua a pag. 2

Francesco Buonomano

Il primo cittadino santamariano, dott. Alfonso Piscitelli, ha avuto parole di elogio per i volontari della Protezione Civile ed ha stigmatizzato l’atavico ed incomprensibile comportamento degli enti maggiori nel non riconoscere ancora i volontari della Protezione Civile. Sono intervenuti, tra gli altri, il deputato on. Enzo D’Anna, l’assessore provinciale al turismo avv. Carlo Puoti e vari consiglieri comunali della Valle di Suèssola. Emanuela P.

Cosa hanno i terroni da festeggiare?

Via Grotticella: No al ripetitore telefonico

Un altro avvincente intervento di Domenico Guida per il ripristino della verità sulla vicenda dell’Unità d’Italia e sulle porcherie commesse dai Piemontesi nel Regno delle due a pag. 3 Sicilie.

Il Comune di Maddaloni sospende i lavori

Rifiuti ospedalieri e chimici da Lombardia, Piemonte e Liguria Conchita Sannino Ora c´è un riscontro formale. Nel cuore di Pianura hanno sepolto fiumi di fanghi speciali, tonnellate di amianto, pezzi di terreno inquinato con gasolio, rifiuti ospedalieri e c...himici. Quasi tutti provenienti, secondo alcuni atti acquisiti in queste ore dalla Procura di Napoli, da numerose aziende di Lombardia, Piemonte e Liguria che pagavano e registravano regolarmente quei viaggi per liberarsi di fastidiose "scorie". Regioni che inviavano quaggiù lo scarto di lavorazioni pericolose

fin dagli anni Ottanta: con il guadagno dei proprietari della discarica e il placet (o l´indifferenza) delle autorità locali. Dopo congetture e allarmi più o meno fondati, cominciano ora a parlare le "carte" di Contrada Pisani: con buona pace del Nord e del Lazio che oggi si rifiuta di solidarizzare con la Campania inefficiente; e dei proclami dello patron della Lega, Umberto Bossi, che in tivù supportava il rifiuto delle popolazioni del nord. «Sento dire che a Pianura c´è acido solfidrico in valori mille volte superiori, non è possibile, i cittadini

Avv. Michela Izzo Dr. Mario Piscitelli responsabili Codacons Il CODACONS “Valle di Suèssola e Galatia” unitamente al Comitato di via Grotticella dice NO alla costruzione di una stazione radio base Vodafone- Omnitel. Oggi, possiamo affermare con certezza che gli effetti dei Campi Elettromagnetici sulla salute umana sono senz’altro uno dei grandi problemi che investono la nostra società’ e che derivano dal tipo di sviluppo industriale che ci siamo dati.

Bar Gelateria

Pasticceria

continua a pag. 2

Quando si raggiunge la mia età l’assenza degli impegni di lavoro e la pensione, che giunge regolare ogni mese e ci toglie gli affanni del quotidiano, ci consentono di viaggiare. Io viaggio per conoscere. Mi piace conoscere i luoghi immutati, i monti, i laghi, le pianure sconfinate e soprattutto il mare. Mi piace anche conoscere gli uomini, quelli del presente, con il loro divenire turbinoso, e quelli del passato attraverso i ricordi e le tracce di quello che hanno lasciato. Quest’anno ne ho conosciuto e riconosciuto uno veramente singolare che mi aveva particolarmente incuriosito nella mia

giovinezza: Gabriele D’Annunzio. “ Ultimo giorno sul lago, lungo il viaggio le rive boscose si allontanavano e lasciavano ammirare i fianchi degli alti monti e la geometria delle innumerevoli limonaie, ormai vinte dalla concorrenza siciliana e abbandonate al ricordo di un passato prodigioso. …… Giunti a Gardone Riviera, un trenino elettrico ci ha trasportati al Vittoriale: l’incredibile, assurda e affascinante dimora di Gabriele D’Annunzio. Lì si confinò deluso dalle aspettative politiche quest’uomo geniale e ingenuo. La vita, incredibilmente avventurosa, gli aveva regalato incredibili succes-

Si tratta, quindi, di un problema enorme che non può’ essere affrontato come un qualsiasi problema, ma come uno dei grandi problemi che occupa un posto centrale nel settore dei rapporti tra salute, ambiente e modello di sviluppo. Questa premessa per ricordare a chi banalizza la questione che, così facendo, fa un’operazione non scientifica e di non tutela sanitaria e, con tutta probabilità’, un’azione su commissione. Rispetto ai campi elettrici, quelli magnetici hanno una particolarità’: sono difficilmente schermabili. a pag. 2

La Grande Patisserie di

Letterese

Via Nazionale, 21 - tel. 0823. 809029

Appunti di viaggio Mario Campagnuolo

Via Nazionale Appia 4/6 telefax 0823. 808488 e-mail: izzo@libero.it SANTA MARIA A VICO

e paesi limitrofi

Gas liquidi

S. MARIA A VICO

Via Napoli, 103 - CANCELLO SCALO Via Appia, 619 - S. MARIA A VICO - tel. 0823. 809838 Progettazione e manutenzioni giardino

Via Nazionale Appia - ARIENZO - 0823. 805283

Addobbi floreali

continua a pag. 2

Infissi

Serramenti e finiture S.r.l.

GUIDA

Pagamenti rateali Via Cancello, 5 - MADDALONI tel. 0823. 201611 - fax 203568 show room in Via Libertà


2

Valle di Suèssola dalla prima pagina... dalla prima pagina ... dalla prima pagina ... dalla prima pagina...

Via Grotticella: No al ripetitore telefonico Chi nega ancora qualsiasi effetto dei campi elettromagnetici sulla salute umana ignora volutamente i risultati della ricerca scientifica che ha ormai appurato la loro correlazione con l’insorgenza di tumori. Come dicevamo lo sviluppo economico e l’uso crescente delle nuove tecnologie ha fatto si che sul territorio ci sia stato, soprattutto nell’ultimo decennio, l’aumento esponenziale della presenza delle sorgenti di campo elettrico ed elettromagnetico, che ha reso d’estrema attualità la problematica delle conseguenze connesse al rischio della salute legata all’elettrosmog. Con il termine elettrosmog si indica l’inquinamento elettromagnetico da radiazioni prodotte da antenne per telefonia cellulare, antenne delle emittenti radiofoniche, cavi elettrici percorsi da corrente di forte intensità, dai telefoni cellulari e dagli apparati wireless. Le onde emesse da questi trasmettitori sono impercettibili, non si sentono e pertanto, generano maggiori timori. Un effetto accertato delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza è l’innalzamento della temperatura dei tessuti biologici attraversati, che riguarda soprattutto quelli più ricchi di acqua. Queste radiazioni causano almeno due meccanismi che sono alla base dello sviluppo di un cancro: micronuclei (filamenti spezzati del DNA, indicano che le cellule non sono più in grado di ripararsi correttamente) e shock termico delle proteine (si sviluppa quando avviene il surriscaldamento di alcuni punti

nei tessuti umani; il corpo produce proteine per far fronte allo shock termico nel tentativo di proteggere e riparare le cellule surriscaldate. Queste proteine proteggono anche le cellule cancerose rendendole resistenti alle terapie. In molti tumori il numero di queste proteine risulta altissimo). Gli effetti delle radiazioni elettromagnetiche sono più gravi se si accumulano nel tempo. Esistono delle fasce di età che risultano più sensibili di altre all’esposizione delle radiazioni; in altre parole, essere esposti a 30 piuttosto che a 40 anni alle onde elettromagnetiche ha effetti meno dannosi rispetto all’esposizione subita da un giovane di 20 o 30 anni, sebbene la durata dell’esposizione ri-

nenze esterne fruibili come ambienti abitativi quali balconi, terrazzi e cortili esclusi i lastrici solari. Sono quindi escluse, ad esempio, strade e piazze, per le quali si applica il limite di esposizione. Purtroppo oggi spesso accade che l’incessante sviluppo tecnologico, va di pari passo con la continua ricerca di accrescere il proprio profitto. Ad esempio molti gestori di diverse compagnie di telefonia mobile, per conquistarsi una maggior fetta di mercato, offrono ai condomini dei palazzi, a proprietari di terreni ingenti somme di denaro (40.000/50.000 euro l’anno) per poter installare su queste proprietà’ le loro antenne ripetitrici confidando che l’avarizia del genere umano abbia la meglio sulla salvaguardia della salute!

si, ma nessun concreto vantaggio. Chiuso nel suo regno, a poco più di sessanta anni, aveva rivissuto la sua vita. Giornalista, scrittore, poeta, avviatore, combattente audace, amante focoso, commediografo, cineasta, politico, ma soprattutto geniale propagandista di se stesso. Percorrendo le sue stanze sommerse da libri, quadri, statue, oggetti se ne ritrova l’anima e resta, alla fine, una profonda amarezza. Uscendo ho chiesto alla bella accompagnatrice che ci aveva illustrato ogni particolare della vita quotidiana del Poeta: “Un uomo così, secondo lei che

lo conosce bene, lo si poteva amare?” E’ rimasta un attimo perplessa e poi mi ha risposto in fretta: “ Si, si. Lo si poteva amare.” Capite? Anche lei che ne conosceva tutti i difetti, l’avrebbe amato. Come si può avere compassione di lui? …. Tutto finisce e tutto ricomincia. Il sole si tuffa ogni sera dietro l’orizzonte e si ripresenta il mattino dopo, malizioso e fresco per donarci un altro giorno, un altro viaggio.”

La nuova giunta Mario De Rosa vicesindaco con delega al personale, alla Polizia Municipale e politiche sociali. Corrado Colella: urbanistica ed assetto del territorio. Raffaele Palmieri: ecologia ed ambiente. Arcangelo Esposito: assessore al bilancio, sanità e commercio. Fran-

cesco Buonomano: pubblica istruzione e cultura. Il sindaco Emilio Nuzzo ha riservato per sé i lavori pubblici e le attività produttive. Buon lavoro a tutti per il bene di San Felice a Cancello. E.P.

Il sindaco ff. Biagio Di Nuzzo Raccogliamo l’invito del primo cittadino ed invitiamo tutti i cervinesi a stringersi attorno al loro sindaco per arrivare uniti nella primavera del 2012 quando si dovrà andare a rinnovare il civico consesso.

Ricordiamo a tutti che l’arrivo del commissario prefettizio è la più grande sciagura che un Comune possa avere. Lo abbiamo sempre affermato e ,lo ripetiamo a gran voce. C.F.

Rinascita attacca i suoi ...

La Valle di Suèssola in una foto aerea - In primo piano di colore arancione il sito dell’antica città di Suèssola - La nostra terra era fertilissima e meravigliosa e produceva frutta, ortaggi di primissima qualità. L’incoscienza di molti abitanti e di moltissimi suoi politici l’ha ridotta ad ... uno straccio

Rifiuti ospedalieri e chimici da ... del nord hanno paura - diceva il Senatur -. Perciò si è deciso di non fare passare quei camion attraverso le nostre regioni». Con i primi approfondimenti dei magistrati della Procura di Napoli, si apre uno spiraglio di verità nella guerra dei veleni di Pianura. Stando ai primi atti raccolti dai pubblici ministeri, difatti, nella discarica quarantennale della periferia ovest di Napoli non arrivavano solo le montagne di sacchetti provenienti da tutta Italia; né solo i rifiuti pericolosi sversati, come autorevoli atti parlamentari ipotizzano, in maniera sotterranea e invisibile - e quindi secondo percorsi non più verificabili. Ora spuntano invece responsabilità declinate per nome e provenienza geografica nella caccia agli autori di un presunto disastro colposo provocato dall´enorme quantità e qualità di rifiuti "inadeguati" sepolti nel ventre di Pianura. Basta dare uno sguardo alle cinque pagine di "viaggi ufficiali", quindi leciti, tratti dagli archivi della Provincia di Napoli e trasmessi dall´ente di piazza Matteotti ai pm che ne avevano fatto richiesta, la se-

sulti essere sempre di 10 anni, per non parlare dei bambini, nei quali il proprio organismo assorbe molte più radiazioni rispetto a quello degli adulti. La distruzione fin dalla giovane età di cellule neuronali, annulla una ���riserva cerebrale” che nella vecchiaia potrebbe compensare la morte di neuroni, causa principale dell’Alzheimer o di altre malattie degenerative. La legge quadro 36/01 prevede per le intensità dei campi dei limiti sia di esposizione che di attenzione. Il limite di esposizione è il valore che non deve mai essere superato per le persone non professionalmente esposte (quindi il pubblico). Mentre il valore di attenzione si applica, in pratica, agli ambienti residenziali e lavorativi adibiti a permanenze non inferiori a quattro ore giornaliere, e alle loro perti-

Luglio 2011 Appunti di viaggio

zione coordinata dal procuratore aggiunto Rosario Cantelmo, titolare del fascicolo il magistrato Stefania Buda. A scorrere le carte - peraltro incomplete - tenute in serbo dalla Provincia, risulta che centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti ospedalieri, fanghi speciali, polveri di amianto, residui di verniciatura, alimenti avariati o scaduti sono finiti a Contrada Pisani. Una attività che sarebbe stata regolarmente autorizzata dalle autorità provinciali di Napoli anche se in violazione delle norme a tutela dell´ambiente in vigore dal 1982. Su questo sta indagando il pm Buda, che nei giorni scorsi ha ordinato il sequestro della discarica e che ha ricevuto i dati relativi allo sversamento. Dati per ora relativi al periodo che va dal 1987 al 1994. Il magistrato, che ha avviato l´inchiesta per i casi di malattia e i decessi che si sarebbero verificati a causa dell´inquinamento dell´area, ipotizza i reati di disastro ambientale ed epidemia colposa; e sta verificando anche le eventuali responsabilità amministrative. Va fatta però una premessa: tutti i ri-

fiuti speciali o pericolosi stoccati, se trattati secondo norma, andrebbero considerati non nocivi. Dall´eventuale mancanza di una bonifica adeguata deriva la loro carica di rifiuti cosiddetti "tossici". Nell´elenco sono indicate le aziende e le località di provenienza: Brindisi, vari comuni del Torinese (Chivasso, Robassomero, Orbassano), San Giuliano Milanese e Opera (Milano), Cuzzago di Premosello (Milano), Riva di Parabbiago (Milano), Pianoro (Bologna), Parona (Pavia), Mendicino (Cosenza), San Gregorio (Reggio Calabria), e Roma. Qualche dato tra gli altri. In particolare, nel 1990, arrivano 16 tonnellate di scarti di collante acrilico dalla Sicaf di Cuzzango di Premosello (Novara); stesso periodo, 21 tonnellate di fanghi dell´impianto di depurazione di Ferolmet di San Giuliano Milanese (Milano). Sempre a cavallo tra la fine degli anni Ottanta e i primi Novanta, Pianura resta l´eden dei rifiuti speciali: 22 tonnellate di morchie di verniciatura, resine e fanghi arrivano dalla provincia di Padova; 25 tonnellate di rifiuti

speciali cosmetici scaduti da Tocco Magico di Roma; altre 50 tonnellate di morchie di verniciatura dalla Sicaf di Premosello (Novara). E ancora: vi finiscono sepolte 79 tonnellate di rifiuti speciali industriali da Centro Stoccaggio Ferrara di Robassomero (Torino); 113 tonnellate di polveri di amianto bricchettate da Centro di stoccaggio Ferrara di Robassomero (Torino); 552 tonnellate di fanghi di verniciatura della Ferolmet di San Giuliano Milanese (Milano). E, infine, 1.106 tonnellate di scorie e ceneri di alluminio dalla Fonderie Riva di Parabbiago (Milano). Il pm Buda sta svolgendo anche un monitoraggio presso diversi uffici pubblici (Asl, ospedali, Inail, eccetera) per verificare le relazioni tra i casi di tumori e altre malattie e la situazione di inquinamento. Nei prossimi giorni il magistrato nominerà diversi consulenti per accertamenti scientifici. Non è escluso che si prelevino campioni di tessuto da famiglie di cittadini di Pianura per confrontarli con gli esami delle persone colpite in quell´area da mali incurabili. (da internet)

bizioni politiche personali. Questo nostro paese ha bisogno di una scossa! L’ economia del paese langue, senza progettualità e prospettive per i nostri giovani; le piazze frequentate solo da chi spaccia ... ; le strade continuano ad essere sporche. Dopo un anno di attività amministrativa e politica l’unico risultato visibile è stata la “rimozione” ad opera del Prefetto, di un Assessore notoriamente “interdetto” da i pubblici uffici”. La macchina amministrativa e politica è implosa senza merito e/o colpa dell’ opposizione, ipnotizzata, zittita ed imbavagliata dal pifferaio di turno, vedasi dichia-

Sanfelice Oggi

razioni fatte da autorevoli esponenti nell’ultimo consiglio comunale e sulla stampa. I cittadini attendono un segnale della” Magistratura” invocata come” Messia” che venga a far luce su tanti “arcani” e “misteri” amministrativi e politici. Per tutto questo suggeriamo al Signor Sindaco, che resta una brava persona, di avere uno scatto di orgoglio e recarsi a Caserta per consegnare nelle mani del Prefetto la Fascia Tricolore e le DIMISSIONI. Allora si che farebbe un gesto di Politica Nobile liberandosi dai suoi carcerieri che ne hanno fatto un Sindaco da terza battuta. RINASCITA - Il coordinamento

Valle di Suèssola

Periodico d’informazione fondato nel 1981, edito dall’Associazione Culturale Valle di Suèssola Direttore: Alfonso Morgillo Direttore Responsabile: Arturo Morgillo

Via Nazionale, 92 - 81028 SANTA MARIA A VICO (Ce) tel. 0823. 808160 - 808360, fax 0823. 808160 - 808360 E-mail: ass.valledisuessola@libero.it Collaboratori: Mario Campagnuolo; Antonio Crisci; Vincenzo Crisci; Alfredo D’Addio; Asmà Es-Souni; Valerio Esca; Alfonso, Clemente e Mayra Ferrara; Carmela e Fortuna Fico; Vincenzo Guadagnino; Domenico e Vincenzo Guida; Vincenzo Isernio; Diego Martinisi; Maria Sofia Massaro; Marco Mauro; Luigi Mazzone; Ivan e Selenia Morgillo; Tiziana Morgillo; Valerio Nobile; Gelsomina Nuzzo; Claudio Onorati; Antonio Passariello; Francesco e Maria Perrotta; Andrea Piscitelli; Alfonso Russo; Antonio Solli. Gli articoli firmati esprimono il pensiero dell’autore. La collaborazione, aperta a tutti, è a titolo completamente gratuita. Foto e manoscritti, anche se non pubblicati, non si restituiscono.

Stampa: Segni s.r.l. - 81100 CASERTA Registr.: Tribunale di S. Maria Capua Vetere n. 275 del 29.1. 1982 Vietata la riproduzione di qualsiasi parte del giornale con qualsiasi mezzo

Parrucchiere uomo-donna

Alba Infissi

SILVESTRO ANGELO

Via Luigi Pirandello, 6 tel. 0823. 311562 - cell. 340. 6600209 MESSERCOLA-CERVINO

Macchine per cucire - Industriali per confezioni e calzature - Aghi Officina - Ricambi - Accessori Apparecchiature speciali

Infissi in alluminio - Porte blindate Pareti mobili - Zanzariere Carpenteria metallica - Avvolgibili

Via Appia, 492 - telefax. 0823. 809385

S. Maria a Vico

Via Appia Antica, 835 S. Maria a Vico

cell. 347. 6532677

Bomboniere Laura

VENDITA CARTUCCE COMPATIBILI Centro fotocopie 0.02 CENTESIMI

Iscritto Albo Nazionale Smaltitori Via Camellara, 8 - ARIENZO (Ce) - tel. 0823. 805895 - 804339 - fax. 0823. 805895

Via Fontanavecchia - 81021 ARIENZO tel. 0823.755582 fax 0823.755828 cell. 348.7252744 e-mail:laser.lam@gmail.com

Centro della dott.ssa Carmela Crisci

LIFT54@ALICE.IT

Espurgo fogne e pozzi neri Prelievo, trasporto e smaltimento in discariche autorizzate. Preventivi gratuiti.

Tutela le tue macchine, rispetta le tue stampe. Scegli RiColorì!!!

Rigenerazione toner e cartucce

MESSERCOLA

Lista nozze ed articoli da regalo

A tutti quelli che gustano il prodotto italiano...

* Dietologia: piani alimentari personalizzati ed Impedenziometria * Epilazione permanente e fotoringiovamento con luce pulsata * Tecarterapia - Ultrasuono terapia - Elettrostimolazione - Pressoterapia * Massoterapia - Estetica globale - Make up Solarium - Sauna Via Nazionale Appia, km. 225,5 MESSERCOLA di MADDALONI tel. 0823. 310019 - fax 0823. 310854

Via Nazionale Appia, 340 - S. MARIA A VICO tel/fax 0823. 758900 centro.rigenerazione@gmail.com

BRICO

Sgambato

Corso Angelo Abatemarco, 2/A - tel. 0823. 752444

S. FELICE A CANCELLO Termoidraulica - Fai da te - Ferramenta - Materiale elettrico Utensileria - Pitture - Casalinghi - Articoli da regalo - Bricolage


Luglio 2011

Valle di Suèssola

Unità d’Italia: idea ottima, attuazione pessima

Cosa hanno i terroni da festeggiare Le donne meridionali venivano sistematicamente violentate e squartate dai piemontesi Subito dopo l’annessione del regno borbonico allo stato sabaudo, in tutto il Sud furono tenute chiuse le scuole per circa 15 anni per poter cancellare la memoria e la cultura di un popolo di millenaria civiltà ed ottenere un’intera generazione di analfabeti da utilizzare come servi nelle zone industrializzate del Nord - In Italia la prima raccolta differenziata per l’immondizia fu iniziata a Napoli il 3 maggio 1832, ma il tedesco Goethe già nel 1787 aveva potuto ammirare il riciclo degli alimenti in eccesso che si attuava tra Napoli e le campagne tutt’intorno. Re Ferdinando II fu soprannominato “re bomba” per aver appena accennato a bombardare la città di Messina per difendere il proprio regno, mentre fu chiamato “Re galantuomo” il Savoia che bombardò Genova per annetterla al suo regno; Inizia la Prima punta di un altro studio di Domenico Guida Napoletani mi fa paura; è come esposti, ancora oggi, nel verche non è borbonico o filobor- mettersi a letto con un vaiuolo- gognoso museo dedicatogli a bonico, ma difensore della verità. so»; il boia Cialdini, “beduini Torino. Insomma, il paese fu

Domenico Guida L’argomento su cui discutere, non me ne vogliano i fratelli del nord, è l’onesta’ intellettuale storica. Lo storico ha il dovere di raccontare i fatti, ha l’onere di diffondere cultura scevra da personali posizioni, ha la responsabilità di formare i popoli. Questo è mancato e continua a mancare. Quanti conoscono quello che è realmente successo per fare l’Italia Unita? Quanti sanno dei lagher in cui venivano rinchiusi e torturati meridionali innocenti, grazie alla Legge Pica e quanti sanno che le donne meridionali venivano sistematicamente violentate e squartate dai piemontesi. Ma andiamo in ordine. Visto che molte polemiche accompagnano i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia, da “terrone” doc., senza farne altre, cercherò di scoprire se alcuni giudizi sul Popolo meridionale siano meritati, e se così fosse, capire del come e del perché noi meridionali meriteremo quei “giudizi”. Rileggendo documenti d’archivio, testi di studiosi e ricercatori seri, scrupolosi e documentati e, con l’aiuto dell’ormai indispensabile internet, il “giudizio” appare sicuramente diverso. Ci hanno chiamato «porci» (Bossi), «topi da derattizzare» (Calderoli, come Goebbels), «merdacce mediterranee» (Borghezio) e ultimamente, per non portarla alla lunga, «cancro» (Brunetta) mentre, sempre parlando di noi, il ministro dell’economia Tremonti ha asserito che senza il Sud il PIL (prodotto interno lordo) in Italia “starebbe bene”, e “palla al piede” dell’Italia ci hanno definito altri esimi pseudo storici, economisti da strapazzo e politicanti, e i leghisti ci chiamano “neger” e invocano l’Etna e il Vesuvio a loro salvezza e nostra scomparsa. Ma già molto prima, Massimo d’Azeglio scrisse, in una lettera privata: «La fusione coi

africani da sterminare”; Cesare Lombroso si scervellò per anni per dimostrare il gene criminale insito, atavicamente, nei meridionali. E’ importante per noi “meridionali” e “terroni”, capire cosa fece questa specie di “criminologo” perché troppo pochi lo sanno. Lombroso creò quelle teorie razziste “antimeridionali” che ci avrebbero marchiato per sempre; la sua “ricerca” che tendeva alla costruzione retorica e ideologica del “Risorgimento italiano”, cercò con il suo modo così detto “scientifico”, un motivo per marchiare negativamente e come dovuto ad “atavismo criminale” e non ad altro motivo più ragionevole e giusto, la ribellione della “razza meridionale” all’ovviamente “superiore” apporto della “civiltà” e della “conquista” massonica; lo trovò, bontà sua, nella identificata e famigerata “fossetta occipitale” proprio segando ed aprendo il cranio dello sfortunato brigante calabrese Giuseppe Villella che non ha mai avuto degna sepoltura. Lombroso non ricercò nel cranio di un essere umano qualsiasi i motivi della spinta alla criminalità, ma si interessò soprattutto alle specifiche caratteristiche dei crani calabresi in particolare, e meridionali in generale, perché soprattutto di questi gli interessava dimostrare la criminalità e non di altri. In sintesi, per il Lombroso la tesi era: “i calabresi in particolare e i meridionali in generale si ribellano alla conquista piemontese perché sono irrecuperabilmente selvaggi per natura e non perché la conquista piemontese sia ingiusta!” Il Lombroso non trovò “fossette” o altri particolari segni “criminali” in crani di altre “razze”, ma solo nei meridionali, nella tarata razza dei “sottouomini” “atavicamente criminali” dell’Italia del Sud . E così che diventammo “briganti”. Oltre mille sono i crani sezionati che assieme a maschere funebri e foto di pseudo criminali meridionali, sono

unito dal Nord per liberare «quelli là» che da 150 anni ricevono denaro a non finire e restano ancora fannulloni e delinquenti. La teoria razziale si affermò come linguaggio funzionale all’ideologia dei ceti dominanti e finì col generare un sentire diffuso e comune, all’origine di stereotipi e luoghi comuni purtroppo ancora oggi operanti e sostenuti da sedicenti gruppi che chiamiamo forze politiche. Cose passate, qualcuno potrebbe dire; no, assolutamente no, perché oggi, nel febbraio di questo 2011, in una intervista del bravissimo Klaus Davi, quel “galantuomo” di Leonardo Muraro, presidente della Provincia Treviso, si lascia andare in divagazioni sulla superiorità della “razza” veneta rispetto a quella napoletana.

Il Regno delle Due Sicilie aveva il maggior numero di operai nelle industrie; nel 1856 ebbe il premio internazionale come 3° Paese al mondo per sviluppo industriale E non è l’unico a blaterare queste convinzioni. Hanno fatto diventare Napoli e il Sud discariche a cielo aperto e ci dicono zozzi ed incivili; ma come è successo tutto questo se Napoli, qualche secolo fa, era considerata capofila d’ordine e pulizia, e che aveva iniziato le popolazioni italiane persino all’uso del bidet! Sembrerà strano ma il culto della nettezza urbana e l’attuazione della raccolta differenziata non furono invenzione del nord opulento ma si iniziarono, e seriamente, proprio a Napoli prima dell’Unità d’Italia, prima che altrove, e per volontà di Ferdinando II di Borbone. Lo si evince dalla “Collezione delle Leggi e dei Decreti del Regno delle Due Sicilie” in cui è possibile apprendere che il 3 maggio 1832 l’allora Prefetto di Polizia borbonica Gennaro Piscopo ordinò quanto segue: «Tutt’i possessori, o fittuarj di case, di botteghe, di giardi-

3

I messaggi di Gesù e di sua mamma Chi ha ascoltato questi messaggi, e chi per la prima volta li leggerà, sappia che devono essere custoditi con amore, perché, rileggendoli nella bisogna, possa ritrovarsi in essi. re che mi ascoltate, aprite gli occhi su questo mondo che sprofonda sempre più nel peccato, per le tante nefandezze alimentate da coloro che non hanno la voce di Dio. Pregate, ma che la preghiera parta dal cuore perché arrivi al cuore di Dio. Pregate, per la vostra famiglia perché rimanga unita, per quelli che sono intorno a voi e l’hanno rinnegata, perché dove non c’è la voce di Dio non c’è

pace. Io, la vostra Mamma, sono qui e vi stringo tutti al mio cuore, anche quelli che sono venuti spinti solo dalla curiosità, poiché non hanno fede né invocano il Figlio mio perché dia loro la luce e l’amore. Pregate figli diletti, pregate Dio affinché l’Onnipotente Padre, Artefice di questa misericordia, conceda a me, umile Serva Maria, di parlarvi ancora. Andate in pace.

Non eravamo un popolo povero, straccione e “africano” perché il Regno delle Due Sicilie ha portato in dote all’Italia unita oltre 2/3 della ricchezza monetaria circolante in tutti gli Stati preunitari, che c’era il maggior numero di medici per abitante, il più basso tasso di mortalità infantile mentre al Nord si moriva di pellagra, che c’era una bassissima pressione fiscale mentre il Piemonte era indebitato all’inverosimile ed era sull’orlo della bancarotta. Non eravamo incolti e inefficienti, ma ho scoperto che molti non sanno per esempio, che subito dopo l’annessione del regno borbonico allo stato sabaudo, in tutto il sud furono tenute chiuse le scuole per circa 15 anni per poter cancellare la memoria e la cultura di un popolo di millenaria civiltà ed ottenere un’intera generazione di analfabeti da utilizzare come servi nelle zone industrializzate del Nord; che il S. Carlo di Napoli è stato il 1° teatro moderno costruito al mondo ed in soli 270 giorni; che a Napoli c’erano manifestazioni teatrali ogni giorno e che a Milano si faticava a trovarne. Non è vero che il Sud era oppresso nella libertà di voce ed opinione, perché oltre la metà di tutte le pubblicazioni fatte negli stati preunitari veniva dal Regno delle Due Sicilie e da Napoli in particolare. In quanto alla feroce tirannia borbonica, che i re Borbone ri-

sparmiavano la vita dei dissidenti politici mentre i Savoia li mettevano alla forca; che si chiamò Re Ferdinando II “re bomba” per aver appena accennato a bombardare la città di Messina per difendere il proprio regno e chiamato “Re galantuomo” il Savoia che ha bombardato Genova per annetterla al suo regno; Arretrati industrialmente? Il Regno delle Due Sicilie aveva il maggior numero di operai nelle industrie, che nel 1856 ebbe il premio internazionale come 3° Paese al mondo per sviluppo industriale e che primeggiava in tantissimi settori, scientifici e tecnologici tra tutti gli stati preunitari e spesso anche a livello mondiale e che dopo l’Unificazione le industrie al Sud sono state chiuse e al Nord aumentate.

27 febbraio 2009 Figlia diletta, Io, la Vergine Maria sono qui, per parlare al cuore di queste creature che hanno sfidato le dicerie di coloro che non vivono nella verità del Figlio mio. Una verità, creature che mi ascoltate, nella quale è racchiuso tutto l’amore per vivere santamente, per crescere nella fede, per essere costanti nella preghiera che si offre a Dio, Artefice della vita e della morte. Guardatevi intorno, creatuni, di cortili, e di posti fissi, o volanti, avranno l’obbligo di far ispazzare la estensione di strada corrispondente al davanti della rispettiva abitazione, bottega, cortile, e per lo sporto non minore di palmi dieci di stanza dal muro, o dal posto rispettivo». Il prefetto diede disposizioni in merito alla differenziazione dei rifiuti aggiungendo che «questo spazzamento dovrà essere eseguito in ciascuna mattina prima dello spuntar del sole, usando l’avvertenza di ammonticchiarsi le immondezze al lato delle rispettive abitazioni, e di separarne tutti i frantumi di cristallo, o di vetro che si troveranno, riponendoli in un cumulo a parte». Le “immondezze” dovevano essere prelevate nelle ore mattutine e trasportate fuori città «ne’ siti che verranno destinati». Val la pena ricordare che anche Goethe, nel suo viaggio in Italia, aveva avuto modo di ammirare già nel 1787 il riciclo degli alimenti in eccesso che si attuava tra Napoli e le campagne tutt’intorno. Per la miseria, allora mi dico, è incredibile, e vien voglia di sapere e capire come stavamo prima dell’Unità. Non è vero che il Sud prima dell’Unità non ha mai avuto un’identità di popolo, ma che invece era nazione già dal 1130 e, se anche sotto diverse dinastie, ha sempre mantenuto lo stesso territorio.

(Continua)

tutta la nostra energia * GPL in bombole e serbatoi * Consegna a domicilio bombole da 25 e 60 kg * Gasolio per autotrazione e da riscaldamento * Olio lubrificante

tel. 081. 8210008 Pbx www. cantonepetroli.it

SANITARIA L’INFORMATICA PER LA DISTRIBUZIONE MODERNA www.dfsistemi.it e-mail: dfsistemi@tin.it Via Nazionale, 255 - tel. 0823. 758420 - fax. 800846 - S. MARIA VICO ASSISTENZA TECNICA

Via Ponte grotta tel. 0823. 311926

Prolungamento Viale Libertà S. MARIA A VICO - tel 0823. 759266 Chiuso il MERCOLEDI

www. misterbrio.it lo specialista dei surgelati

La qualità raddoppia Via Appia, 14 - ARIENZO cell. 328. 6719244

tel 0823.310013

Registratori di cassa, bilance collegate. PC, stampanti, impianti rete

A Messercola e a S. Maria Pesce fresco tutti i giorni

Signoriello e Nuzzo srl Viale Libertà, 19 - tel. 0823. 808559 - S. MARIA A VICO Via Unità Italiana, 40 - tel. 0823. 323449 - 328714 - CE

tel. 339. 8841561 vicino Ufficio Postale - Santa Maria a Vico


4

Luglio 2011

Valle di Suèssola

Memorie di Arienzo

- Templi e Culto

Marco Mauro In questo mese di luglio volgiamo la mente: ai Templi di sant’Agostino, di santa Maria degli Angeli con il Convento dei Frati Cappuccini, del rione Capodiconca, della frazione Crisci, della Madonna del Carmine. Spiritus spirat ubi vult (San Giovanni, III, 8) L’evangelista Giovanni insegna che lo Spirito Santo fa dono all’umanità, delle Grazie e delle ispirazioni, secondo fini spirituali e, comunque, al di là di interessi materiali e transeunti. Il tempio di sant’Agostino, infatti, costituisce il fine sovrannaturale, bramato dalla fondatrice Giovannella Stendardo: come si evidenzierà in seguito.

Istituto Casa del Fanciullo Cappella di sant’Alfonso

Facciata chiesa sant’Agostino e particolare piazza Lettieri Il tempio di Santa Maria degli Angeli, sorto nel 1561 e cioè a seguito dell’abbandono, cui furono costretti, i Frati, da scorrerie di ladri, del Convento di Rotondi. Ora, in Arienzo, usufruiscono anche dell’Oasi “Madonna dell’accoglienza” costruita nel 1995, con il popolo “collaborante”. La Cappella, dedicata alla Vergine Addolorata, costituisce l’espressione d’un lontano riflesso dei primi tempi dei “casali” allorquando in Valle di Suèssola sorgeva il “Casale di Capodiconca” esprimente la topografia del sito orientale, popolato dalla gente rurale, fedele nel sollievo divino ... in prossimità delle Forche Caudine.

Il trionfo del culto mariano Anni 1559 e 1611 - Sorgono Monastero e Tempietto carmelitano, in Arienzo. Primo tempio, fuori della Terra Murata e nella Piazza, che verrà intitolata al Valletta, “decano della legale facoltà” nell’Università di Napoli. La Comunità dei Carmelitani - all’inizio dell’attuale Via Roma, che procedeva dalla Porta orientale verso Capodiconca - prese dimora, in Arienzo, dopo gli Agostiniani, già chiamati da Eboli in Arienzo, dalla Baronessa Stendardo. La venuta Carmelitana anticipò, di poco, un’altra: quella dei Cappuccini. La Vergine, dai tre Ordini, fu venerata quale Madre del Soccorso, Vergine degli Angeli, Madonna del Monte Carmelo. Storia e fede: memorie nobili in Arienzo A questo punto ci tocca ascoltare Gaetano Drago che ci informa nella pubblicazione Real Convento di S. Maria a Vico, pagg. 15-16, “Giovannella fu, secondo lo stori-

Lo spesometro Diego Martinisi Dal 1° luglio di quest’anno tutti gli acquisti in contanti di importo superiore ai 3.600 euro dovranno essere comunicati all’Agenzia delle Entrate. Dall’anello con brillanti al divano nuovo per il salotto , dalla prenotazione della vacanza nei mari del Sud all’abito di alta moda, fate attenzione alle spese. Infatti, per gli acquisti di importo superiore ai 3.600 euro sarà necessario esibire il codice fiscale, il commerciante registrerà i dati ed invierà gli estremi dell’operazione all’Agenzia delle Entrate. La comunicazione non sarà necessaria se il pagamento viene effettuato con carte di credito, bancomat o carte prepagate. Sotto la lente del Fisco ci saranno i pagamenti in contanti ed anche quelli effettuati tramite assegni o bonifici bancari. Dunque, dal 1° luglio è scattato il cosiddetto spesometro, l’obbligo di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a 3.000 euro.. Con l’aggiunta dell’imposta le nuove norme interessano acquisti di beni di oltre 3.000 euro. Questo è uno strumento pensato per contrastare le forme più’ rilevanti di frode fiscale in materia di

IVA e per individuare la reale capacità contributiva delle persone fisiche, anche se ci sono coloro che ritengono questa misura un metodo straordinario, privo di riscontro in altri Paesi. La recente correzione, che ha escluso dallo spesometro le carte di credito ed i bancomat dal nuovo adempimento, ha attenuato le critiche che erano piovute da più’ parti, soprattutto quelle che parlavano di una misura invasiva e vessatoria nei confronti dei contribuenti, per cui si auspica che vengano esclusi anche i pagamenti effettuati con gli assegni ed i bonifici bancari. Per ogni tipo di operazione, acquisto di un bene o di un servizio, dovrà essere specificata la Partita IVA o il codice fiscale sia di chi vende che di acquista; dovrà, inoltre, essere specificato l’importo dell’operazione effettuata, evidenziando l’imponibile e l’imposta oppure specificando che si tratta di operazioni non imponibili od esenti. Qualche problema ci sarà per i turisti che decidano di fare acquisti in contanti, sempre oltre la soglia ricordata dei 3.600 euro. Per soggetti non residenti, privi di codice fiscale, dev’essere indicato il nome ed il cognome, il luogo e la data di nascita ed il domicilio all’estero.

co Scipione Ammirato, la Penelope del suo tempo ... molti principi si contesero la sua mano ... L’astuto Marino Boffa le offrì la sua mano e Giovannella accettò ... Il matrimonio avvenne nel dicembre 1416 ...Marino divenne signore della Contea di Alife, Biccari, Bovino, Arpaia, Arienzo ... Ma ... il piacere fu turbato dall’indole irrequieta ... di Marino, che si immischiò in tutte le guerre ... prima in favore di Alfonso I d’Aragona ... poi contro Alfonso, in favore degli Angioini...” Tornata la pace ... “la pia Baronessa (in Arienzo) fece erigere una chiesa, dirimpetto al Palazzo Ducale; vi fece mettere al posto di onore l’antica immagine (Madonna del Soccorso) e chiamò gli

Florilegio poetico proposto da Claudio Onorati

tel. 0823. 756240 - fax 0823. 206315 - cell. 388. 6905398 - alafer.alabis@alice.it

Rivenditore:

Morte

Puteca senza funno Puteca senza porte Nce spenne tutto ‘o munno Nce sciala sulo ‘a Morte...

Nisciuno ‘e nuie ca a ffranco tenimmo unu Destino Simmo bannere ianche da ‘o primmo pannulino...

Vita difficile Foto d’epoca altare maggiore chiesa del Carmine rava la memoria di sant’Alfonso dei Liguori, vescovo di Sant’Agata dei Goti. Il Papa tracciava l’iter del Santo: autore della Teologia morale; missionario al servizio di anime; fondatore dell’Ordine dei Redentoristi; apostolo dei poveri; fratello e salvatore di anime traviate; napoletano e avvocato che passava dal mondo dei processi al ministero salvifico di uomini di ogni ceto sociale. Arienzo e la Valle di Suèssola venerano il Santo Dottore della Chiesa: nella Cappella del Palazzo vescovile, nel Tempio di Santa Maria a Vico, nella parrocchia di Cancello. Scrive il dr. Agostino Crisci, a conclusione del suo studio: Il Villaggio Crisci: “Nessuna epoca è

Nu mare è stu munno E si nun saje natà te vutte ... vaje ‘nfunno e haje voglia ‘e alluccà...

Sulla mia tomba

Particolare chiostro convento di sant’Agostino Agostiniani di Eboli, ad ufficiare la nuova chiesa”. Alla morte, il figlio diacono Francesco fece erigere, per la madre e per sé, il sepolcro, a destra di chi guarda l’altare maggiore. Sant’Alfonso nella parrocchia ai Crisci e nella Cappella del Palazzo Vescovile Papa Benedetto XVI, il 30 marzo scorso, in Piazza San Pietro ono-

Foto d’epoca facciata chiesa del Carmine ripetizione esatta di un’altra, solo la storia può aiutarci. Essa rafforza le nostre riflessioni, ed è sensibile a determinati aspetti, accostandosi ad ogni problema in maniera adeguata e particolare”.

Messercola: “Scugnizzi” in piazza Immacolata Andrea Piscitelli Lusinghiera performance coreografico-recitativa appannaggio dei ragazzi di Solidarietà cervinese, di concerto con l’associazione Leo onlus di Valle di Maddaloni. Il 10 luglio scorso è andato in scena il musicale “Scugnizzi”, inserito nel progetto Aggregando l’art.2, realizzato con fondi protocollo di intesa fondazioni bancarie e III settore del volontariato. Il sodalizio cervinese, di cui è presidente Angela Valentino, ha lavorato in sinergia con la consociata “Leo onlus” del presidente Tonino Palma e della responsabile Tina, allestendo uno spettacolo di tutto rispetto mobilitando una trentina di persone tra attori, collaboratori e staff tecnico. Teatro della manifestazione con tutto l’entourage ed allestimento scenico la struttura di Valle di Maddaloni con protagonisti del musical i ragazzi dei

Comuni della Valle di Suèssola. Due ore circa di spettacolo dove socializzazione ed aggregazione rappresentano un po’ il collante e il comune denominatore delle associazioni operanti sul territorio. Si replica sabato 30 luglio in piazza Immacolata di Messercola nell’ambito del canonico appuntamento estivo Giochiamo insieme, appannaggio del Gruppo parrocchiale che ha voluto inserire lo spettacolo nel calendario delle manifestazioni. “E’ motivo di intima soddisfazione vedere ragazzi galvanizzati dall’idea di essere protagonisti di una manifestazione che dà modo di coniugare solidarietà, partecipazione ed associazionismo, presentando nel contempo scenari ed orizzonti prima sconosciuti. Afferma entusiasta Angela Valentino. La manifestazione Giochiamo insieme ha preso il via il 23 luglio e terminerà il 31 luglio.

Rimani con me Entrando nella tua camera ho visto che ti prepari a patire. Il cuore si è fermato per un attimo per poi riprendersi lentamente. Anche il cuore fa delle domande senza ricevere risposte.

Ora cammini libera e prigioniera: dove andrai? Cosa farai? Chi seguirai? Sono alcuni degli interrogativi che affollano la mia mente e incrinano la mia voce. Perché le tue parole sono così ermetiche? Anche se ti vedo: sicura,

determinata, fiera ... dei passi che darai. So che il tuo andare ti porterà lontano dalle tue certezze. Non andare via. Nel mondo si incontrano tempeste e bufere. Passo dopo passo sei entrata in campi minati ove la parola “certezza” non ha più significato... Allontanandoti non potrò seguirti, non potrò proteggerti. Ti supplico rimani con me. Augusto Alighieri

‘O penziero Quanno tieni nu penziero vidi ‘o munno niro niro; nun riescie a truvà pace, è pesante chesta croce.

E accussì passi ‘e jurnate aspettanno na chiammata pe sapé po’ comm’ è gghiuto.

Sulo quanno ll’è sbrigato Hè perduto qualsiasi cosa, po’ te sienti sullevato pure ‘a gioia ‘e nu surriso; e piglie ciato n’ata vota. tieni ‘a capa dint’ ‘o pallone Denara e vaje truvanno ‘a soluzione. “Perle di saggezza”, sempre verdi, proposte da Claudio Onorati Sta come torre ferma che non crolla giammai la cima per soffiar de’ venti (Dante, Purg. V 10/15)

Incrollabile equilibrio Non bisogna scoraggiarsi nelle avversità, né rallegrarsi nella fortuna: godiamo serenamente il presente. Nei monenti difficili ricordaAequam memento in rebus arduis ti di conservare l’imperturbaservare mentem, non secus in bilità, e in quelli favorevoli un bonis cuore assennato che domini ab insolenti temperatam la gioia eccessiva, o Dellio, laetitia, moriture Delli, seu maestus omni tempore che dovrai morire, sia che tu viva triste in ogni momento, vixeris, seu te in remoto gramine per dies sia che sdraiato in un lontano festos reclinatum bearis campo ti rallegri nei giorni feinteriore nota Falerni. stivi col Falerno di vecchia (Orazio, Odi, II, 3) data.

Il metano che costa meno con una nuova compagnia tutta italiana

CERCASI

collaboratori/trici per effettuare contratti zone SAN FELICE, ARIENZO, CERVINO, S. MARIA Agenzia di S. Felice a C. e S. Maria a Vico: Via Roma, 47 - S. Felice a Cancello tel. 0823. 751277

di Peppino e Luigi Marotta San Felice a Cancello - tel. 0823. 806060 - 806535

Depi. car

2 ESSE

di Carlo Piscitelli

VENDITA VEICOLI COMMERCIALI

s.r.l. Via Nazionale Appia, 81 - S. MARIA A VICO

(Luglio 1961)

E nce steva na vota ... Nce stev’ j’: Cu ‘a vita mia ch’è gghiuta e ch’è venuta comm ‘a nu cunto ch’ èva j’ accussì... ... e accussì è gghiuto ... Angelo Manna (+ 11 giugno 2001)

Siamo in un mondo di sussulti ove il bene ed il male sembrano andare nella medesima direzione.

Macchine utensili Ferramenta - Prodotti siderurgici - Policarbonati e pannelli coibentati - Taglio plasma - Asolati - Zanzariere

Piazza vecchia, 4 - SAN FELICE A CANCELLO

Vita

Via Nazionale Appia, 359 tel. 0823. 805944 fax 0823. 206098 S. MARIA A VICO

Via Strada Statale Appia, 126 MONTEDECORO

www.depicar.it

cell. 335. 5997717

tel. 0823. 316465 fax 0823.312159


Luglio 2011

Valle di Suèssola

Quanto vali? Carmela Fico Quanto vali? Tu non sei solo una cosa, un animale,un nome, hai un cuore, una mente, dei desideri, dei programmi e delle aspirazioni, ma forse nessuno ti apprezza. Ma invece, c’è Uno che ti cerca, che ti ama, è Gesù, che pronuncia il tuo nome con tanta tenerezza. Tu non sei un numero, Lui ti conosce personalmente, conosce le tue sofferenze, i tuoi pensieri e ti ama tanto. Dio ti ha amato così tanto che prima che nascessi, ha pagato un prezzo altissimo per farti essere felice; ha dato per te, l’Unico Suo Figlio per strapparti dalla morte eterna. Vedi quanto ti ama? Il prezzo che Lui ha pagato è il sangue di Gesù sparso sulla croce per salvarti. Ecco la risposta per te! Solo Gesù può soddisfarti, perché il Suo amore dura per sempre! Lui vuole cambiare la tua vita, ma tu sei lontano da Dio e solo se accetti Gesù ritrovi il contatto: la scintilla d’amore scoccherà! Egli è stupendo. Cristo è vivente, Egli è la vita! Tu scoprirai che Dio ha un piano glorioso per la tua vita. Sei creato per l’eternità. Questa vita terrena è troppo corta; l’uomo è stato creato per vivere eternamente con Cristo. Non sciupare gli

anni più belli della tua vita, altrimenti gusterai delusioni. Vuoi andare avanti così? Riconosci che hai bisogno di una guida, un conforto. Rivolgiti al Signore: “Gesù, voglio il tuo amore: da solo non ce la faccio più. Salvami! So che Tu mi ami. Grazie perché per salvarmi ti sei sacrificato in croce. Ho voluto finora fare di testa mia, ma ora ho capito che solo con te la mia vita può acquistare il giusto valore. Perdonami, voglio fare la Tua volontà. Vieni dentro di me e guidami”. Ti senti riconciliato a Dio, ora hai l’amore e la gioia del Grande Iddio Vivente. Hai davanti una vita nuova, insieme al tuo Gesù che non ti deluderà, non ti tradirà, non ti lascerà mai! Gesù avrà per te un valore assoluto, perché tutto crolla, tutto passa, tutto muore, ma Lui no. Lui rimane in piedi nei secoli dei secoli e sono duemila anni che dice all’umanità: “Venite a me, voi tutti che siete stanchi ed affaticati ed io darò riposo alle anime vostre” Quando ce ne andremo da questa terra non potremo portarci dietro nulla, solo Gesù, la VITA, il vero valore di Dio, il valore inestimabile dell’anima tua che in Lui vivrà in eterno. In 1Timoteo 2 :5-6 sta scritto che Gesù è l’Unico mediatore

Email: chiesaevangelicasmav@hotmail.it cell. 333. 2792848 Face book: Chiesa Evangelica Santa Maria a Vico

tra Dio e l’uomo. Scegli dunque la Vita, scegli Gesù soltanto. Le circostanze della vita che viviamo ogni giorno ci manifestano la cattiveria, le ingiustizie, l’odio, disordini mentali, familiari e sociali che ci portano ad essere dubbiosi ed insicuri negli affetti, a perdere ogni fiducia nel prossimo, nonché a serbare gelosia, invidia, rancore ed a volte persino odio, per cui ci si domanda: “Perché tutto questo?” La risposta a tutto ciò che da secoli affligge l’uomo, la si trova nella Parola di Dio: la Bibbia!! “Non c’è pace per gli empi, dice il Signore” (Isaia 48:22) «Non c’è nessun giusto, neppure uno. Non c’è nessuno che capisca, non c’è nessuno che cerchi Dio. Tutti si sono sviati, tutti quanti si sono corrotti. Non c’è nessuno che pratichi la bontà, no, neppure uno. La loro gola è un sepolcro aperto; con le loro lingue hanno tramato frode. Sotto le loro labbra c’è un veleno di serpenti. La loro bocca è piena di maledizione e di amarezza. I loro piedi sono veloci a spargere il sangue. Rovina e calamità sono sul loro cammino e non conoscono la via della pace. Non c’è timor di Dio davanti ai loro occhi» (Romani 3:10-18). Rifletti…..

Chiesa Cristiana Evangelica Via Appia, 462 SANTA MARIA A VICO

Messercola: alla processione del Corpus Domini tutto il paese

dalle famiglie... 16 luglio: Beata Vergine del Carmelo Auguri a: dott.ssa Carmelina Affinita sig.ra Melina Affinita Carmen Nuzzo di Franco Carmelina Nuzzo fu Pasquale Carmen Russo di Alfonso, Carmela Morgillo vedova Russo,

Don Carmine Pirozzi parroco di San Nicola magno,

Carmine Papa di Antonio dott.ssa Carmen Nuzzo in Papa, rag. Carmela Carfora in Iaderosa, Carmine Vigliotti (Vigliotti Elettrodomestici)

sig.ra Carmela Piscitelli (Motor Carfora)

vano affidati. Per anni è stato il padre spirituale dei ragazzi dell’Istituto Casa del Fanciullo di Arienzo.

Don Domenico Papa parroco delle parrocchie di Forchia e Messercola durante la processione del Corpus Domini cola non mancano le occasioni per Questa sua esperienza con i piccoli gli è servita moltissimo nelle ribadire questo concetto. Per la ricorrenza del Corpus parrocchie, pri ma solo in quella di Domini, domenica 26 giugno c’è stata la tradizionale processione per le vie principali della popolosa frazione. Il corteo con Gesù Eucarestia è partito dalla parrocchia di Forchia, in collina, per poi snodarsi lungo la provinciale per Durazzano e scendere a Messercola. Le comunità di Forchia e Messercola sono affidate alla cura pastorale di don Domenico Papa, un sacerdote che si è sempre distinto positivamente e che ha messo al primo posto del suo ministero la crescita spirituale di quanti gli veni-

Gerardo Miale

Forchia e, successivamente, alla morte di don Domenico Valentino parroco di Messercola, anche in quest’altra parrocchia per espresso desiderio dell’allora vescovo di Acerra mons. Antonio Riboldi. I fedeli amano e stimano molto il loro parroco e in ogni occasione gli dimostrano il proprio affetto. Per la processione del Corpus Domini tutta la popolazione femminile era davanti a Gesù Eucarestia: donne, ragazze, bambine, anziane, piccoli in carrozzina, alcuni giovani. Dietro al santissimo, il sindaco Biagio DI Nuzzo, consiglieri comunali, ed alcuni uomini. Lungo il percorso da molti balconi pendevano coperte, lenzuola ricamate,ed altri pezzi del corre-

1 luglio: buon compleanno ad Alfonso Ferrara

(nostro collaboratore) 26 luglio sant’Anna 8 luglio: buon compleanno a Auguri a: Tiziana Morgillo dott.ssa Anna Lucia Marino, (nostra collaboratrice) Annamaria Affinita (VV.UU.), prof.ssa Annamaria 28 luglio: buon compleanno a Campanile, Majra Ferrara (nostra collaboratrice) dott.ssa Anna Tagliafierro, sig.ra Anna Papa, 29 luglio: buon compleanno a inf. Anna De Falco, Enzo Isernio Anna Laudato (San Marco) (nostro collaboratore)

Il 15 luglio la casa dei coniugi Raffaela e Michele Letterese è stata allietata dalla primogenita Giada. Felicissimo tutto lo staff de La Grande Patisserie. Auguri dal giornale Valle di Suèssola Sabato 9 luglio festa grande nella frazione Mandre di Santa Maria a Vico. Fin dal mattino campane a distesa. Il parroco don Sergio annunciava a tutti i fedeli della parrocchia il matrimonio di

Stefania Solzi e

Gerardo Porrino

Auguri agli sposi ed alla signora cav. Alessandra Migliacci

Auguri ai novelli sposi da Patrizia Bernardo e Pasquale Marchese e dalle loro figlie Stella, Maria, Gabriella. Auguri alla signora cav. Alessandra Migliacci

(mamma della sposa)

dalla sua amica Antonietta De Lucia. Auguri a Stefania e Gerardo dal giornale Valle di Suèssola. In alto Franco e Giovanni i due fratelli della sposa, la cognata e la sorellina Emilia.

Una fiumana di donne, ragazze, bambine ed anziane - E gli uomini? A giocare a carte ai crocicchi delle strade o vicino ai bar, ma al passaggio di Gesù Eucarestia: tutti in piedi. Quando una comunità ha un sacerdote in gamba, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ed a Messer-

5

Un angioletto raccoglie i chicchi di riso.

A destra un particolare della foto di gruppo all’uscita dalla chiesa con in primo piano la mamma della sposa do delle donne. Donne anziane hanno lanciato davanti a Gesù Eucarestia petali di fiori. Varie sono state le fermate del corteo nelle cappelline per consentire al sacerdote che reggeva l’ostensorio con Gesù Eucarestia di impartire la benedizione ed in più occasioni, ed in contemporanea, sono stati sparati fuochi artificiali. E nell’ultima settimana di questo mese di luglio Messercola vivrà ancora un momento particolare con una festa speciale giunta alla dodicesima edizione.

Raffaela Martone 16.10.1941 - 21.06.2011 Nel trigesimo del ritorno alla casa del Padre celeste, il giornale Valle di Suèssola partecipa al dolore che ha colpito Tonino Ruotolo (marito), e di tutta la famiglia, nostro affezionato lettore ed amico

Centro capelli

(mericano) Via Napoli, 41 tel. 338. 9403301 S. Felice a C.

Matrimoni, Trasferimenti, Visite città, Visite notturne, Viaggi in Italia ed all’estero, Congressi, Hotels, Agenzie viaggio, ecc.

Sistemi professionali SILENT GLESS ARQUATI MOTTURA Via Nazionale Vico 1, 14

S. MARIAA VICO T EN D A G G I Tendaggi, tappeti orientali e moderni, stoffe per arredamento, tende classiche e moderne, pannelli, pacchetti, verticali

PARRUCCHE Soluzioni anticalvizie Soluzioni per Alopecie Infoltimento naturale Parrucche per chemioterapia Integrazioni di capelli naturali Protesi e Toupet Specialista Extension N.B. La consulenza è gratuita, con massima riservatezza

tel. 0823. 466446 cell. 338. 6131212

Via Nazionale Appia, 219 - CASAPULLA - P.zzo La Gladiola


6

Luglio 2011

Valle di Suèssola S. Maria a Vico

Festa della Musica: un’ apoteosi Grande successo di pubblico per la quinta edizione della “Festa della Musica”, organizzata giovedì 30 giugno dall’associazione musicale “Fa Re Musica” di Santa Maria a Vico. La manifestazione è stata caratterizzata da oltre tre ore di musica in cui si sono esibiti tutti gli alunni del sodalizio santamariano. coinvolgono i giovani». cata al contest, la grande noviValerio Nobile Dopo l’intervento del sinda- tà di quest’anno illustrata dal Dopo il breve antipasto ad co di Santa Maria a Vico, l’ante- presidente dell’associazione opera dalla “Street band” del- prima del musical “Il sogno di Daniele Dogali. l’associazione, si è partiti con Fa Re Musica”, il nuovo proget«La gara – ha dichiarato nel la prima parte dedicata ai soli- to dell’associazione, che parti- finale Dogali – è nata per giosti: pianisti, violinisti e chitarri- rà a settembre. Un corso di co, notando la competizione sti hanno avuto il loro momen- musical, in collaborazione con sana che ogni giorno sprona i to di gloria, con assoli di musica classica, colonne sonore di film famosi e classici della canzone napoletana. Al termine della prima fase, l’intervento del sindaco di Santa Maria a Vico, Alfonso Piscitelli, che ha ricevuto dall’organizzazione una targa di ringraziamento per il patrocinio offerto dal comune da lui guidato. «Quando le piazze si riempiono – ha affermato Piscitelli – è sempre una bella serata. I il Teatro Totò di Napoli, nostri allievi. E così abbiamo complimenti per l’associazio- propedeutico allo spettacolo in deciso di fare questo gioco, in ne “Fa Re Musica” sono fin trop- scena a partire da dicembre. cui la competizione vera e propo scontati, come per tutti quelli Al termine del corso, di durata pria non è stata tra di loro perche lavorano bene per Santa triennale, lo stesso teatro, uno ché sono tutti bravissimi ma tra Maria a Vico. Ed è normale che dei più antichi della città parte- le canzoni». Venti i brani scelti (spaziando una amministrazione comu- nopea, rilascerà un diploma di dalla musica leggera italiana nale sia vicina a simili realtà, partecipazione. L’ultima parte è stata dedi- al rock internazionale) e votati ancora più meritorie quando

da una giuria composta da dieci persone sorteggiate tra il pubblico. Alla fine a vincere è stata “Dimmi di sì”, famosa canzone dei “Pooh” interpretata, tra gli altri, anche da Pasquale Gagliardi, lo scorso gennaio ospite della trasmissione di RaiUno “Attenti a quei due”. A lui, ma non solo, il ringraziamento finale di Dogali. «Voglio ringraziarlo perché, esibendosi in prima serata su RaiUno, è diventato un esempio per tutti i ragazzi dell’associazione, pubblicizzando non solo la nostra associazione ma tutta la Valle di Suessola. Ma voglio ringraziare tutti i maestri, l’amministrazione comunale, i genitori che permettono ai loro figli di seguire le proprie passioni, il Teatro Totò per la partnership che non sarà l’unica novità della prossima stagione: da settembre abbiamo intenzione di organizzare concerti di musica classica con cadenza periodica». Alla fine magliette ed attestati per tutti i partecipanti e l’assegnazione delle tre borse di studio da utilizzare presso l’associazione: Maria Chiara Nuzzo (solfeggio), Loredana Zanni (per il rendimento 2005/11), Maria Morgillo (per il rendimento nella stagione 2010/11).

Bastare a se stessi S. Maria a Vico: il 15 e servire il prossimo agosto festa dell’Assunta Il venerabile Padre Vittorio De Marino

appronta questo giglio in onore della Madonna Assunta da subito la seconda guerra mondiale per grazia ricevuta. Un personaggio caratteristico del ferragosto santamariano è questo torronaro: da anni è presente in

Claudio Onorati

Un plauso a tutti coloro che hanno contribuito ad organizzare il ben riuscito “Raduno della Protezione Civile” domenica 3 luglio scorso. Ritengo che questo organismo di grande aiuto e solidarietà civile, vada sempre più valorizzato, incentivato e perfezionato, esendosi rivelato, nei fatti, di grande utilità sociale. A S. Maria a Vico, ha fatto riaffiorare nella mia mente questi due saggi dalla “Sapienza della Tradizione”: a) Si dovrebbe pensare più a far bene che a star bene: e così si finirebbe anche a star meglio (A. Manzoni “I Promessi Sposi). b) Il mondo sarebbe certo migliore se ognuno si sforzasse di lasciarlo un po’ meglio di come l’ha trovato (Baden Powell - 1908 - Fondatore degli Scout) Dum spiro spero! (Finché c’è fiato, c’è speranza!)

Ogni anno, il 16 luglio, la comunità dei Padri Barnabiti in San Felice a Cancello, celebra il transito in cielo del venerabile P. Vittorio De Marino il santo medico dei sanfeliciani. Le spoglie mortali di Padre De Marino sono nella chiesa di S. Giovanni di fronte al Municipio di San Felice a Cancello.

Grand Hotel

Guardanapoli DURAZZANO tel. 0823. 955004 - fax 955290 www.guardanapoli.it info@guardanapoli.it

L’anno scorso c’era anche questa bici elettronica

Vincenzo Ferrara, detto Vicienzo Tammurrella, residente in Vico Spirito di S. Maria a Vico,

piazza Aragona e lo si trova sempre sul marciapiede difronte all’ingresso del convento dei Padri Oblati.

P.M.L. DISTRIBUZIONI

telefax 0823. 753306 Specialità alimentari delle migliori marche 0823. 330529 -

Via Napoli, 188 - PONTI ROSSI - San Felice a Cancello

Libertà,1

S. MARIA A VICO tel. 0823. 808728 fax 0823. 809080

Via Calzaretti, 17 S. MARIA VICO 0823.755505 - 333.5961607 IMPIANTI TERMOIDRAULICI CONDIZIONAMENTO

Abbazia-Santuario San Michele Il Santuario nel suo ambiente sereno di pace e spiritualità offre un’opportunità unica per la preghiera, il raccoglimento e le celebrazioni liturgiche. In questo luogo si respira veramente la presenza di Dio che, attraverso l’intercessione di san Michele Arcangelo, coinvolge tutti i devoti e i pellegrini. Nei giorni festivi: dalle 15,30 in poi: Confessioni, Celebrazione eucaristica, Funzioni sacre. “Lettera

da un bosco”

C’è una piccola zolla di terra, nel cuore di Suèssola, poco lontana da qui; non è un bosco, ma tutti anticamente e ancora oggi la chiamano “Il bosco...”. Qui nascono le Lettere da un bosco del sociologo dott. Carlo Petrella Caro Lettore, tu leggi Valle di Suessola e forse la lettera dal bosco. Questa lettera è rivolta a te. Sono stanco di scrivere. Scrivo, scrivo, ma nessuno risponde. Nessuno manda segnali di aver letto la mia lettera dal bosco. Stamattina mi è capitata questa frase: “Ho visto uomini impazzire in attesa del ritorno della grande onda” (Hamilton). Non vorrei impazzire in attesa di risposte alla mia lettera. Io so bene che il tuo mondo è affollato, che non c’è spazio per una Locanda. Lo so. Caro Lettore, ti voglio proporre di leggere questa poesia. Forse non è una poesia. Ma è bella. Forse ti aiuterà a capire. Prigione Vivere una sola vita Conoscere una sola lingua, In una sola città un solo lavoro, In un solo Paese un solo costume, In un solo universo una sola civiltà Vivere in un solo mondo conoscere una sola logica è prigione. è prigione. Amare un solo amico, Avere un solo corpo, un solo padre, un solo pensiero, una sola madre, una sola conoscenza, una sola famiglia una sola essenza amare una sola persona avere un solo essere è prigione. è prigione (Ndjock Ngana) Caro Lettore, siamo tutti in prigione. A volte corriamo il rischio di passare di prigione in prigione. Conosco uomini, donne. Hanno lottato anni ed anni per divorziare, separarsi. Perché la loro vita era una prigione. Dopo un po’ di tempo, trovano un’altra donna, una altro uomo e … un’altra prigione. La prigione è chiusura. Siamo in prigione quando i nostri occhi non vedono lontano e non vedono oltre. Siamo in prigione quando perdiamo i significati delle cose e ci ritroviamo a vivere senza senso. È impossibile vivere sulla terra senza cielo. L’orizzonte non è una meta. Non serve per essere raggiunto, ma per camminare. Ora capisco perché quegli uomini impazziscono in attesa della grande onda. La grande onda non esiste. Esiste l’idea, il senso,l’immagine, l’utopia. Io so bene che le patate della Locanda sono patate ed hanno il costo delle patate. Ma le patate della Locanda non sono solo patate. Come il cielo non è solo un ammasso di aria. Un signore di S. Maria a Vico è venuto in Locanda. Voleva comprare i carciofini sott’olio. “Quanto costano?” ha chiesto. “5 euro al vasetto” ho risposto con malinconia. È fastidiosa quella domanda. I nostri prodotti hanno tutti un segreto. Ed il segreto non si può comprare. Nessuno può comprare un pezzetto di cielo. Caro Lettore, quello che abbiamo visto rimarrà nei nostri occhi. Quello che abbiamo fatto rimarrà nelle nostre mani. Quello che abbiamo sentito rimarrà nella nostra anima. E quello che abbiamo donato rimarrà nel nostro tesoro. Caro Lettore, ognuno di noi custodisce un tesoro. Carlo

CENTRO

BENESSERE di Alessandro IADARESTA

I nostri servizi

* area mental: training autogeno, yoga, musicoterapia, reiki * area riabilitativa: ginnastica posturale e riabilitativa, pilates, trattamenti osteopatici, riabilitazioni in acqua. * area fitness: cardiofitness, body building, spinning, circuit training, aerobica, step, funk, fitbox, total body, body pump, preparaz. atletica * area agonistica sportiva: karate, kich boxing, lotta libera * area piscine: idrospinning, acquagym, scuola nuoto * area relax estetica: bagno turco, sauna, idromassaggio, massaggi estetici, cromoterapia, doccia abbronzante * area balli: balli di coppia, balli di gruppo, scuola di danza moderna, balli caraibici * area medica: terapia dell’arco plantare, medicina sportiva, dietologia, fitoterapia bioimpedenziometria, test intolleranza alimentare, agopuntura * area estiva alternativa: circuit training all’aperto, palestra con piscina all’aperto, percorsi running con itinerari esterni, solarium.

www.alexwellness.it

OPEL AUTORIZZATI

Benedetto PASCARELLA

San Felice a Cancello

srl

Prolungamento Viale

AUTO E RICAMBI AUTO

“Si alza in contesa il folle serpente, il drago infernale. Ma Michele lo atterra, e la schiera che lo circonda, fa precipitare il malvagio Satana” Paul Hindemith

S. MARIA A VICO: Via Schiavetti, 1

AGENZIA di VIAGGI

GOING AROUND SANTA MARIA A VICO Via Appia, 80/A - tel. 0823. 800986

Panificio

BIONDILLO Biondillo Clemente e Petriccione Luigi s.n.c.

di

Via Ponti Rossi, tel. 0823. 806372 SAN FELICE A CANCELLO


Luglio 2011

Valle di Suèssola

S. Maria a Vico: Calcio in piazza “over 40” all’Orchidea di San Felice In finale superato il Circolo Cittadino San Marco. Nella finalina I ragni hanno la meglio sul Bar Pisa Loreto - 16 le squadre partecipanti suddivise in quattro gironi - Ai vincitori il trofeo offerto dalla prof.ssa Villani in memoria del suo congiunto prof. Domenico Pesce Clemente Ferrara

E’ diventato un appuntamento fisso del mese di giugno il torneo di calcetto in piazza Aragona organizzato dal Circolo Sportivo “Salvatore Vigliotti” di cui è presidente il rag. Ernesto Savinelli, attuale vicesindaco santamariano. Dal 4 al 26 giugno, su un apposito tappeto verde allocato nella piazza antistante la basilica Assunta, sedici squadre di ex aitanti praticanti di calcio, si sono affrontante suddivise in quattro gironi. A - Circolo Cittadino San Marco, Soccer Club Messercola, Circolo Cittadino Piazza Roma, Migliori Calcio. B - Circolo Sportivo Salvatore Vigliotti, Acli Cavese, Cancello, I ragni. C - Fiamme d’argento, Cer-

vino Durazzano Vini Corvino, Orchidea San Felice, Bar Pisa Loreto. D - Rosciano, Circolo Amici dello sport Cementara, Rappresentativa edile, Calzaretti Calcio. Dopo il turno eliminatorio si sono avuti i seguenti quarti di finale: Rosciano - Bar Pisa 4-5 Orchidea San Felice - Circolo Amici dello sport Cementara 6-2 Circolo Cittadino piazza Roma - I Ragni 1-2 Cancello - Circolo Cittadino San Marco 0-2 d.t.s. Semifinali Orchidea San Felice - Bar Pisa Loreto 3-2 I ragni - Circolo Cittadino San Marco 5-7 d.t.s Finale 3° posto Bar Pisa Loreto - I ragni 1-6 S. Maria a Vico

Finale 1° posto Orchidea San Felice - Circolo Cittadino San Marco 6-1 Oltre al torneo per gli over 40 c’è stata anche la prova dei più piccoli che, ogni sera prima dei grandi, si sono sfidati sotto i comandi del loro presidente Orlando Ceglia. Alla premiazione, l’amministrazione comunale santamariana, oltre al vice sindaco e presidente del Circolo organizzatore, era presente con il primo cittadino dott. Alfonso Piscitelli, con i consiglieri comunali Veronica Bondo, prof. Clemente Affinita. Alla squadra prima classificata la prof.ssa Villani, vedova del compianto ex sindaco prof. Domenico Pesce, ha offerto un trofeo in memoria del suo congiunto.

All’Aris il primo WingTsun - AWTA Si è svolto sabato 18 giugno scorso, presso la palestra Aris di Alessandro Iadaresta in Via Schiavetti, il Primo seminario di difesa personale WingTsun - Awta (Authentic WingTsun Academy) diretto da Sifu Ro-

sario Crisci. Arte marziale significa arte della guerra, infatti quasi tutte le arti marziali tendono a perfezionare tecniche e metodi di allenamento, per migliorare il combattimento, oggi però lo stesso è ridotto ad un confronto sportivo dove tutte le due parti lottano per un titolo o un premio in denaro. Nel combattimento sportivo

conosciamo il nostro avversario, le sue tecniche, le caratteristiche, il luogo, e così via; mentre tutto cambia quando la posta in gioco è la propria incolumità e ad attaccarci è uno sconosciuto del tutto impreve-

dibile, che non rispetta nessuna regola e porta i suoi colpi in maniera violenta. Quindi non si parla più di avversario, ma di aggressore. E’ proprio in questo contesto che si colloca il WingTsun; esso è un Sistema di Autodifesa Globale che si adatta alla situazione del momento e, quindi, è totalmente fuori strada chi considera il WT uno sti-

le di combattimento. Nell’Awta si educa ad evitare lo scontro, ma quando le circostanze non lo permettono si reagisce in modo determinato ed efficace.Quando in pericolo è la propria persona o quella

dei propri cari, non esistono regole, né codici, né compromessi. Dal 1° settembre presso la palestra Aris riaprirà il Corso di Difesa Personale (WingTsun - Awta) aperto a tutti: uomini, donne, operatori di sicurezza. Il responsabile e fondatore Awta Dai Si-Fu è il prof. Michele Stellato. Alfonso F.

7

I Piccoli Amici ricordano Gigi Vigliotti Il memorial di calcetto disputato allo stadio comunale sanfeliciano - Più di cento calciatori in erba suddivisi in otto squadre: tutti vincitori in ricordo del piccolo Gigi Sabato 2 luglio giornata memorabile per tantissimi bambini della Valle di Suèssola. Allo stadio comunale di San Felice centro è stato organizzato dal sig. Francesco Vigliotti, papà del piccolo Gigi tornato prematuramente alla casa del Padre celeste, con la collaborazione tecnica della scuola calcio Sanfeliciana, una giornata ludica a base di calcio alla presenza di personalità politiche, cittadine, operatori calcistici.

A dare il calcio d’inizio alla manifestazione è intervenuto in prima persona il neo sindaco sanfeliciano, Emilio Nuzzo, già glorioso calciatore in tempi giovanili. I bimbi si sono divertiti veramente perché non capita tutti i giorni di correre a scavezzacollo sul prato in erba . Giochi tradizionali, ma anche inventati sul momento dai tecnici della Scuola

calcio Sanfeliciana, della Scuola Calcio Suèssola di Arienzo, della Scuola Calcio Casalnuovo (Napoli), dalla Boys Caserta, ed antre ancora. Manifestazioni del genere vanno incoraggiate perché servono ad educare i piccoli allo spirito di un sano divertimento senza l’assillo della competizione. Majra

Al centro in basso i coniugi Vigliotti

Real Suèssola e Virtus Messercola uniti nel campionato di Promozione Il San Marco Trotti programma un futuro glorioso - All’Isola Blu presentato il S. FeliceSoccer Arienzani e Messercolesi uniscono le loro forze per disputare insieme il campionato di Promozione. La nostra valle - dichiara il presidente arienzano Giuseppe Guida - può benissimo, unendo tutte le forze, disputare il campionato di serie D. Il patron del Messercola, Clemente Di Vico, sarà il presidente onorario della squadra suessolana, mentre Giuseppe Guida sarà il presidente. Le gare verranno disputate allo stadio comunale di Cervino. Faranno parte della nuova formazione i giocatori di ambedue le società. Il San Marco Trotti prepara ancora un campionato all’avanguardia, come gli altri disputati finora e terminati tutti con una promozione. A differenza degli altri anni, a San Marco ci sarà anche il settore giovanile. Partirà in grande stile, con il proposito di vincere il campionato di sua competenza, il San Felice soccer del presidente Vincenzo De Rosa e del vice Luigi Marotta. Farà parte della società un ex arbitro federale, Mario Della Morte, entusiasta del progetto presentato dall’allenatore-manager Nicola Perrotta. Nel complesso nata-

torio dell ‘Isola Blu in località Botteghino, alla presenza dell’assessore allo sport Francesco Buonomano, sono stati presentati tutti gli atleti che faranno parte della squadra e le linee direttive per la

prossima stagione agonistica. Fiore all’occhiello del San Felice soccer il padre spirituale nella persona di don Giovanni Nitti, del locale convento dei Padri Barnabiti.

Pallacanestro S. Maria Ridimensionata l’attività La perdurante crisi economica che attanaglia l’ Italia ha prodotto i suoi effetti negativi anche sulle attività sportive. La Pallacanestro S. Maria a Vico per la prossima stagione agonistica sarà costretta a ridimensionare moltissimo la propria attività a cominciare dalla prima squadra. Come già annunciato il mese scorso i santamariani disputeranno il campionato di serie C2 con quasi tutti ele-

menti della nostra valle. Alcuni ragazzi hanno già avuto l’onore di disputare scampoli di partite nella passata stagione, altri invece saranno proprio all’esordio. A dirigere questi ardimentosi ci sarà il tecnico santamariano Giovanni Nuzzo, già nei quadri direttivi della ex Fiamma. Che Dio ce la mandi buona esclama il presidente Giancarlo Bernardo - ma sarà difficile. Alfonso F.

VICAP Via Nazionale Appia , 59

MONTEDECORO Offerta: euro 5,99 mq pavimento - rivestimento

Pizza Food Rosticceria Via Appia Antica, 531 S. MARIA A VICO Piccole soste indimenticabili

dott. Giovanni GUIDA BIOLOGO - NUTRIZIONISTA

Via Nazionale, 248 S. MARIA A VICO

CERVINO

tel. 0823. 809047-759051 fax. 759800 info@sidal.it

Luigi Eduardo

FLORESE Via Calzaretti, 20 S. MARIA A VICO 0823. 804178 - 347. 4577875

IMPIANTI TERMOIDRAULICI

CONDIZIONAMENTO

e-mail: europa1969@libero.it

Via Appia, Parco De Lucia telefax 0823. 758184 S. MARIA A VICO

AUTOSCUOLA PRATICHE AUTO E MOTO

-

Diete personalizzate Consulenze per migliorare le tue abitudini alimentari Iscritto Aggiornamento settimanale Ordine Supporto motivazionale Nazionale Metodo impendenziometrico Biologi Via Appia antica, 249 - S. MARIA A VICO n. 056285

tel. 0823. 758347 - cell. 328. 1787721

Impresa edile Diana Domenico Via Appia, 622, località Fruggieri - - 34. 2698044

SANTA MARIA A VICO (Ce)

APERTO tutti i giorni dell’anno Sala per eventi e cerimonie Ampio parcheggio www.complessoisola blu

ARIENZO Via Maddalena, 7 - tel. 0823. 755210 cell. 328. 3914141

Frazione BOTTEGHINO-S. Felice a Cancello


8

Luglio 2011

Valle di Suèssola

Centro Clinico e Ricerche Biomediche “S. Lucia” Struttura sanitaria privata che offre al paziente prestazioni specialistiche di visita, diagnostica strumentale e terapia fisica con costi paragonabili a quelli del servizio pubblico

Curarsi in clinica al prezzo del ticket

Affinita COLOUR Giuseppe is ... emotion di

A MADDALONI

Via Ferdinando I d’Aragona, 20 S. MARIA A VICO - 0823.1682016

- Pianoforte

- Violino

- Basso

- Violoncello

- Chitarra - Batteria - Canto - Clarinetto

Trasformazione latte di bufala

Preventivi gratuiti

Produzione propria di Mozzarella con latte di bufala

Trecce - Silani Bocconcini alla panna Provole affumicate Fior di latte - Ricotta Caciocavalli - Burrata Sfoglie ripiene Formaggi freschi

MADDALONI Via Forche Caudine, 76 (presso il Liceo Pedagogico) tel. 0823. 405885 caseificiosanvito@alice.it www.caseificiosanvito.com

- Flauto - Tastiera Midi - Teoria e solfeggio

- Sassofono

- Musica d’Insieme

- Trombone

- Armonia e jazz

- Tromba

- Fisarmonica


Luglio 2011