Page 7

Aprile 2013

Valle di Suèssola

Calcio - Termina l’Eccellenza: San Marco terzo, San Felice sesto - In Seconda categoria l’ASD Costa stacca la Virtus Talanico, ma ha una gara in più Clemente Ferrara Si è concluso il campionato regionale di promozione girone A con le galoppata solitaria del duo Quarto-Frattese. La classifica, alla vigilia dell’ultima giornata, vedeva Frattese e Quarto appaiate al vertice con 68 punti. A 52 c’era il San Marco, a 51 il

Casagiove, a 45 il Monte di Procida, a 42 il Sant’Arpino, a 41 il Real San Felice, e poi tutte le altre. L’ultima giornata ha visto due vittorie delle nostre rappresentanti: il San Marco ha sconfitto fra le mura amiche il San Pio Mondragone per 2-0, il Real San Felice ha vinto fuori casa con il Monte di Procida per 2-1. A seguito di questi risultati i

Amici miei, tutti insieme per una sola passione: l’indoor cycling

stata fortemente voluta dall’istruttore Francesco Iadaresta, che ha voluto raggruppare in una maratona di indoor cycling,

Il Codacons denuncia filiera della iperproduttività iperpresenzialista proprio grazie a un utilizzo mirato delle soluzioni a nostra disposizione. Dobbiamo scendere dall’astronave della tecnologia e mettere i piedi sulla terra, ascoltarne le vibrazioni, sentire il suo lamento, godere dei suoi frutti che saprà restituirci generosamente. Quando ricorderemo di essere noi la tecnologia più perfetta che sia mai stata realizzata torneremo a guardare alle prospettive sociali come a interessanti opportunità per ricreare quelle condizioni che le grandissime civiltà del passato Quali sono le dimensioni di questa trappola? La società occidentale per secoli ha fatto fatica a crescere, perché si protelefax: 0823 755516

nove punti. Il San Marco ha perso la possibilità di disputare gli spareggi nella penultima di campionato quando è stato sconfitto fuori casa dal Quarto per 3-1. Ora un piccolo resoconto finale. Il San Marco ha ottenuto 17 vittorie, 4 pareggi, 9 sconfitte; ha realizzato 47 reti, ne ha subito 36. Il Real San Felice ha ottenuto 12 vittorie, 8 pareggi, 10 sconfitte; ha realizzato 36 reti, ne ha subito 43.

edizione de I carismatici. O.P.

duceva molto ma non si consumava abbastanza. Solo dopo la seconda guerra mondiale si è trovata la soluzione: la società dei consumi, la crescita infinita per l’eternità. Che poggia su tre pilastri: la pubblicità, il credito, l’obsolescenza programmata. La pubblicità crea il desiderio di consumare, rende perennemente insoddisfatti di ciò che abbiamo: porta l’infelicità perché dobbiamo essere infelici in modo da desiderare sempre qualcosa da comprare. Ma per farlo servono sempre più soldi e ci indebitiamo. Ed ecco che il credito fornisce i mezzi per consumare. Infine c’è l’obsolescenza ricercata, programmata: siamo costretti a consumare, perché i nostri oggetti si rompono molto più di prima e riparare costa più che comprare

oggetti nuovi, i quali costano poco perché sono prodotti con lavoro pagato niente. E si apre il capitolo dello smaltimento dei rifiuti che porta a un altro, quello del riciclo…Ogni giorno si gettano oggetti che contengono materie preziosissime. Si pensi ai cellulari, contengono il coltan, un minerale che si trova in Congo. Le multinazionali si fanno la guerra attraverso le tribù africane per contenderselo. Possiamo dire che i nostri cellulari sono bagnati col sangue africano che, a quanto pare, non conta nulla. Possiamo dire che viviamo in un sistema che è una forma di totalitarismo soft, dolce, del quale siamo complici. Tutto questo porta alla scomparsa della specie umana . Fino a qualche decennio fa un

vestito veniva indossato in media 80 volte prima di essere dismesso, oggi la media si aggira sui 30 utilizzi. Il criterio di spesa per l’abbigliamento si è modificato: invece di investire in pochi capi costosi, la maggior parte delle persone oggi preferisce avere molti vestiti di minor prezzo. Ovviamente questo ricambio rapidissimo ha fatto lievitare l’impatto ambientale del settore: per fare tanti vestiti in fretta servono macchine e lavoratori che le facciano funzionare anche di notte. E le persone sono cambiate anch’esse, adeguandosi. Il vero segno distintivo dei nostri tempi non è, come si potrebbe credere, internet o il telefonino, ma il degrado dei rapporti umani, la perdita di Umanità. Tutto e tutti tendono a

diventare cose, merci da coprare, vendere, scambiare. Si è quel che si ha. Le relazioni si riducono a favori da ricevere, promettere e scambiare. Tutto e tutti hanno il cartellino del prezzo. Ogni cosa ha un suo valore: conoscenze, amicizie, informazioni, affetti. Ecco a cosa ci ha portati, gradualmente e senza accorgercene, il consumismo: persone come oggetti e oggetti come persone. Cani accuditi e viziati come figli, figli trascurati e abbandonati come cani. Un mondo in cui la gentilezza è scambiata per debolezza, la sensibilità per ingenuità, l’educazione per formalismo, l’intelligenza per pedanteria, la serietà per pesantezza. Un mondo in cui si rivendica con orgoglio e si esibisce sfacciatamente in pubblico ciò di cui ci si dovrebbe

dott. Giovanni GUIDA

chiuso il martedi

Diete personalizzate Iscritto Consulenze per migliorare le tue abitudini alimentari Ordine Aggiornamento settimanale Nazionale Supporto motivazionale Biologi Metodo impendenziometrico n. 056285

Via Appia antica, 306, palazzo Migliori - S. MARIA A VICO tel. 0823. 758347 - cell. 328. 1787721

Luigi Eduardo

CONDIZIONAMENTO

vergognare privatamente, mentre si umilia e insolentisce quello che andrebbe ammirato e portato ad esempio. La ragione è semplice: lo standard di condotta, di intelligenza, di capacità, di moralità, va livellato verso il basso in modo che tutti si sentano partecipi di un’unica grande famiglia. La persona troppo intelligente deve essere pesante, perché il consumismo vuole una massa stupida. La persona sobria deve essere percepito come manchevole e insufficiente, perché il consumismo deve alimentare il consumo. La persona seria “eve essere uno disturbato, perché la superficialità, la leggerezza, la frivolezza sono il motore del consumo.

Albero Mafalda, Bruno Catia, Caiazzo Emily, Ferraro

La partenza della pedalata ecologica in Memorial di Alfonso Di Vico verrà data alle 16,15 di domenica 5 maggio dal piazzale antistante la villetta comunale intitolata a Padre Pio, in Via Nicola Lettieri. Tutto ciò sarà preceduto da un’orazione del parroco don Domenico Papa per ricordare Alfonso Di Vico e dalla benedizione dei partecipanti alla pedalata. Le iscrizioni sono gratuite. A ogni partecipante sarà offerta una maglietta ed un cappellino, un sacchetto ristoro con merendina, acqua, succhi di frutta. I bambini potranno partecipare solo se accompagnati dai genitori e, possibilmente, muniti di caschetto protettivo. Percorso: Villa comunale, Via

-

IMPIANTI TERMOIDRAULICI

P. Umberto, Via Borsi, Via Zampani, Via Forchia, Via Piscitelli, Via Zampani, Via Borsi, a dx per Cervino,Via monsignor Pascarella, Via Toniolo, Comune di Cervino, Via Vittoria, Via Ponte Grotta, Via P. Umberto fino in piazza Vanvitelli ove terminerà la pedalata. Premiazione Verrà premiata la bicicletta più fantasiosa; premio al partercipante più anziano, al più giovane, sia per i maschi che per le femmine. Ai ragazzi ed ai bimbi gadjet in quantità. In piazza Vanvitelli ci sarà: una mostra di bici da collezione in miniatura; una esibizione di giocolieri in monociclo, pagliacci ed altre sorprese. A tutti l’invito a partecipare. O.P.

Hanno riempito la sala gli allievi: Basilicata Carlo, Piscitelli Giovanni, Della Morte Michela, Piscitelli Vincenzo, Castorio Giuseppe, Verdicchio Paolo, Nuzzo Gennaro, De Lucia Carmine, Papa Vincenzo, Carla Schettino, Cardino Alessandro e Giulio, Formicova Ira,

BIOLOGO - NUTRIZIONISTA

Via Calzaretti, 20 S. MARIA A VICO 0823. 804178 - 347. 4577875

tre le formazioni. Il verdetto finale si avrà fra il 4 e 5 maggio. Sabato 4 maggio il San Marco giocherà in casa contro la Valtelesia ottavo in classifica; il Verditalia giocherà fuori casa contro il Ceram Styling Store quarto in classifica; l’Atellana giocherà in casa contro il Casalnuovo nono in classifica, domenica 5 maggio. O.P.

federazioni diverse della stessa disciplina con un solo obiettivo: trascorrere tre ore insieme pedalando liberamente, in uno stato di pura amicizia, divertimento e sport, perché in questo mondo così ... che piace sempre meno, ci vorrebbe ancora più amore e ancora più amicizia. All’evento hanno partecipato: Polisportiva Fiorinelli di Maddaloni, 3F Wellness Capua, Novella Gym Salerno,Yumnasia San Nicola la Strada, Aris S. Maria a Vico. Istruttori: Francesco Iadaresta, Rosario Orsacchiotto, Francesco D’Amato, Grazia Cardone, Katia Stellato.

Uffici: Via Fontanavecchia,15-ARIENZO Stabilimento:Via Appia km 231+780 - ARIENZO

FLORESE

Bisogna attendere domenica 5 maggio per conoscere il destino del San Marco Cancello. Gli atleti del presidente Fabrizio Di Nuzzo sono penultimi in classifica con 10 punti. Davanti a loro c’è il Verditalia con 11, dietro l’Atellana con 9. Nell’ultima di campionato del mese di aprile hanno perso tutte e

Giovanna, Barletta Flavia, Crisci M. Rosaria, Fabri Gianfilippo, Ventriglia Pina, Signore Anna, De Simone Eva, Franca, Verrillo Stefania, Di Lillo Andrea, Soulas Stefania, D’Amico Lia, Cupolo Vera, Di Sessa Annakatia, Pales Fabrizio, Petrone Tonino, Vernieri Vincenzo, Bottone Mario, Turi Antonio. L’organizzatore Francesco Iadaresta ringrazia tutti i partecipanti e dà appuntamento al prossimo 9 giugno 2013 per la VIII

Produzione UOVA E MANGIMI

cell. 340 7981444

Pizza Food Rosticceria Via Appia Antica, 531 S. MARIA A VICO Piccole soste indimenticabili

formazioni si incontreranno per la partita di ritorno, che si dovrà giocare in casa dell’ASD Costa, ci sarà una schiarita definitiva. All’andata la gara, disputata a San Felice a Cancello, terminò con un nulla di fatto. La terza classificata, il Moiano, è lontanissima e non desta preoccupazione.

San Marco Cancello: ancora un barlume di speranza San Marco Trotti

Si è svolto sabato 20 aprile, presso la palestra Aris di Alessandro Iadaresta in Santa Maria a Vico, Amici miei, togheter for a single passion: indoor cycling (tutti insieme per una sola passione: l’indoor cycling). La manifestazione è

In seconda categoria l’ASD Costa sconfigge per 4-2 il Melizzano ed allunga in classifica approfittando del mezzo passo falso casalingo del Talanico ad opera del Moiano, 0-0, ma i castellani devono disputare una gara in più. Molto probabilmente fra pochi giorni, quando le due

Pallavolo maschile Serie C

Sanmarchesi rafforzano la terza posizione in classifica anche per il concomitante pareggio, 1-1, del Casagiove a Sessa Aurunca; i Sanfeliciani scavalcano il Sant’Arpino a 42 e si portano a 44 ad una sola lunghezza dal quinto posto. Gli spareggi per la promozione in Eccellenza non si possono disputare perché il distacco fra la seconda in classifica, la Frattese, e la terza, il San Marco, supera i

Real San Felice

7

dott. Beniamino Bruno Laureato in fisioterapia Laureato in scienze motorie

Federazione Italiana Fisioterapisti

Fisioterapia Posturologia Massaggi

CASERTA

ARIENZO

Via G.M. Bosco, 146

Vico V Terra Murata

Info: 339. 2476524 - www.fisioterapiabruno.it

Aprile 2013  
Aprile 2013  

Politica, Sport, Cultura, Storia della Valle di Suèssola

Advertisement