Issuu on Google+

Valle di Suèssola

SANTA MARIA A VICO

Via Nazionale, 328, tel.0823.808507

Nobile Petroli

in bombole e serbatoi Periodico d’informazione fondato nel 1981, edito dall’Associazione Culturale Valle di Suèssola Distribuzione

gratuia

pres o

gli

inserzionist

Anno XXXII n.04

Allarme a Messercola Il vescovo di Acerra vuole mandare via il parroco don Domenico Papa, sacerdote di Cristo ben voluto da i filiani Il Padre celeste ha voluto testare la consistenza della nostra fede mandandoci satana come ordinario diocesano Alfonso Morgillo Continua il disegno criminoso di Giovanni vescovo di Acerra, di smantellare tutte le parrocchie della diocesi per insediarvi i suoi diletti.

‘O vescovo Dopo aver mandato via con un calcio nel sedere don Salvatore Petrella, parroco della cattedrale acerrana; dopo aver defenestrato don Luigi De Lucia, parroco di San Felice martire (8.400 anime); dopo aver accalappiato con blandizie varie don Francesco Perrotta arciprete di sant’Andrea apostolo (4.000 anime) in Arienzo; dopo aver rimosso coattivamente don Gregorio Crisci parroco di san Nicola Magno (8.400 anime) in Santa Maria a Vico calunniando il sacerdote; dopo aver costretto ad andarsene padre Silvano Vigliotti parroco di sant’Alfonso in Cancello Scalo (4.000 anime); dopo aver scontentato i fedeli di Licignano di Casalnuovo non rinnovando l’incarico a don Michele Grosso; ora ha deciso di rimuovere don Domenico Papa parroco di Forchia e Messercola (2.500 anime). Caro Giovanni, nostro fratello in Cristo, il 3 maggio compirai 76(settantasei) anni. Quando si è in prorogatio il buon senso (e non solo il buon senso) suggerisce di fare l’ordinaria amministrazione. Invece costatiamo che continui, imperterrito, anzi con più lena, a distruggere tutto ciò che di buono c’era nella nostra diocesi. Hai a cuore solo i lavori pubblici! A Messercola i parrocchiani sono in agitazione perché da più parti si vocifera che è imminente

la rimozione del loro parroco don Domenico Papa. Il sacerdote ha costruito dalle ceneri una comunità che è il fiore all’occhiello della diocesi di Acerra. All’attività ecclesiale di Maria SS. Immacolata di Messercola non partecipano solo i cittadini residenti nella popolosa frazione cervinese, ma anche quelli che appartengono alla parrocchia di Montedecoro della diocesi di Caserta. Le sante messe, sia quella mattutina che la serale, sono celebrate da moltissimi fedeli e tutti, ma proprio tutti, si accostano all’Eucarestia. Costatiamo quotidianamente che, al momento della Comunione tutti i fedeli lasciano i banchi e si mettono in fila per ricevere Gesù Eucarestia. L’edificio chiesa ed i locali della casa canonica sono un pullulare di iniziative per tutti: dai più piccoli ai più grandi, maschi e femmine, uomini e donne, adulti. Azione cattolica, sacre rappresentazioni, manifestazioni di solidarietà, caritas parrocchiale: tutto per maggior gloria ed onore del Padre celeste. In questo tuo lunghissimo periodo padronesco di episcopato solo una volta hai dato un misero contributo per la Caritas di Messercola. Ed allora mi chiedo: che fine fa il mio 8 per mille che da sempre do alla Chiesa Cattolica? In quale meandro, in quale buco, in quale virgola fredda ed oscura del bilancio diocesano lo hai inserito? Giovanni, non sto qui a giudicarti, non è mia volontà; ma ti esorto a raccomandarti l’anima a Dio perché anche ruini finisce. Alfonso, tuo fratello in Cristo.

dei

Comuni

dela

Vale

di

Direttore Alfonso Morgillo

Suès ola

(Arienzo,

Cervino,

S.

www.valledisuessola.it Felice

Fondatore Arturo Morgillo

Amministrative a San Felice a Cancello

Quattro i candidati a Sindaco Pasquale De Lucia, Carmine Palmieri, Diamante Borzillo, Basilicata Antonio - L’UDC dell’ex sindaco Emilio Nuzzo in coalizione con Palmieri - La novità del M5S con Borzillo All’ultimo secondo il PD di Basilicata Per la tornata elettorale di fine maggio prossimo otto sono le liste nella coalizione per Carmine Palmieri sindaco, sette in quella per Pasquale De Lucia, una per il PD, una per l’M5S. Ancora una volta sarà battaglia fra Pasquale De Lucia e gli altri. La volta scorsa l’ex onorevole regionale per alcuni mesi, fu sconfitto dall’UDC di Emilio Nuzzo. Ora dovrà vedersela con

Pasquale De Lucia

Carmine Palmieri

Carmine Palmieri, che è stato nell’amministrazione Nuzzo fino ad una diecina di mesi or sono lasciando il posto ad Alfonso Nuzzo presidente della Pro Loco Cancello. Anche a San Felice ci sarà l’M5S: Beppe Grillo ha seminato in tutt’Italia, anche i ciechi lo vedono. La candidata è Diamante Borzillo. Il PD avrà come candidato a sindaco il dott. Antonio Basilicata. O.P. continua a pag. 2

Diamante Borzillo

Antonio Basilicata

Abbiamo più cose, ma meno tempo per quello che ci rende davvero felici: amici, famiglia, svago - Lo scopo della pubblicità: renderci infelici con quanto abbiamo? Ci viene detto che le nostre scarpe sono sbagliate; la nostra pelle è sbagliata; la nostra auto è sbagliata; noi siamo sbagliati e che il rimedio è nel fare shopping. Elettrodomestici, automobili, irreparabilmente e andrà sostituito utensili, apparecchi tecnolo- con uno nuovo. Altrimenti il gici: tutto ciò che si compra ha una mercato morirebbe. Oppure data di scadenza, non sovra- l’apparecchio può non rompersi, impressa come avviene per i ma risultare comunque obsoleto, generi alimentari, ma implicita: vecchio, superato. Un pc o un coinciderebbe addirittura con la telefono cellulare di dieci anni fa, fine del periodo coperto dalla seppur funzionante, è considerato “preistorico” e il proprietario si garanzia. È solo questione di tempo: prima sente fortemente spinto a o poi l’oggetto si guasterà continua a pag. 6 Harrison Ford, Michael Douglas, Al Pacino, Gabriel Garko, accanto ai tre giudici Luca Argentero, Sabrina Ferilli e il dj Gabry Ponte. Il nostro Lino, ballando sulle note di The actor, She says”ed altri grandi successi, sta dando dimostrazione a tutti della sua grande bravura e degli enormi miglioramenti fatti in questo periodo e che non si tratta soltanto di un bel faccino ma di un vero e proprio talento. Sono tante le persone che lo seguono e credono in lui ed anche noi continueremo a sostenerti in questo sogno…continua così, Lino! Elena Lullo

Il sogno continua Pasquale Di Nuzzo porta avanti il suo sogno! Entrato nella scuola di Amici di Maria De Filippi il 19 gennaio scorso come ballerino, è stato scelto come membro della squadra dei Bianchi dalla sua rappresentante, la cantante Emma Marrone, iniziando l’avventura del serale che ha preso il via lo scorso 6 aprile. Il talent show, guidato da Maria De Filippi, che ogni sabato sera sta facendo incetta di ascolti, schiera in campo grandi ospiti che fanno parte della giuria internazionale, come

Claudio Onorati

Via Nazionale Appia 4/6 telefax0823.758594(isdn)e-mail:izzo.p@libero.it

SANTA MARIA A VICO

Paquino (Roma 1501) è il nome popolare di un torso marmoreo, mutilo, addossato al Palazzo Brashbi in Roma (Piazza Parione), ed è - come ben noto - il personaggio passato alla storia per le famose satire ( Le Pasquinate) che venivano affisse al suo busto marmoreo. Le Pasquinate erano invettive anonime contro i potenti dell’epoca (1500), e soprattutto i Cardinali e i nobili. Ne propongo, qui di seguito, alcune che mi sembrano più significative e taglienti:

Conclave Stanno in conclave questi pecoroni a beccarsi il cervel la notte e’ l giorno, continua a pag. 2

Sposo Sposa - S. Maria a Vico Cerimonia

a

Cancelo,

S.

Mari

Via S. Marco, 133

a

Vico)

Aprile 2013

Pe ffà ‘o Papa nc’è bastata poco cchiù ‘e na jurnata; pe truvà n’atu guverno è passato tutto Il’inverno.

S. MARIA A VICO tel. 0823. 756280 fax. 0823. 756206

Cervino: complotto in atto E’ la volta di Rivoluzione e Trasparenza Si è costituito, il 15 aprile scorso, un nuovo gruppo consiliare in seno all’ Amministrazione Comunale denominato Rivoluzione e Trasparenza. Il neonato gruppo annovera assessori e consiglieri della costituita maggioranza targata Giovanni De Lucia; e allora perché questa scissione? Perché questa diaspora all’interno della costituita maggioranza a meno di un anno dall’insediamento? La risposta sta, forse, nella insofferenza patente verso il duopolio De Lucia-Di Nuzzo, più volte reiterata nelle piazze e sugli organi di stampa ad opera di chi rivendicava maggiore visibilità e non solo un contentino. Gli assessori Martuccio Serino, Gennaro Piscitelli e Luigi Di Nuzzo,di concerto con i consiglieri Cuono Laudando e Pasqualina Vigliotti hanno ufficializzato la nascita del nuovo soggetto politico

Il Codacons denuncia: il motore del consumo

Papi di ieri e papa oggi ‘O facimme stu Guverno?

Via Nazionale Appia, 359

Gas liquidi

Sanfelice Oggi

prof.ssa Ippolita Piscitelli in seno all’Amministrazione Comunale a seguito della vittoria del maggio scorso. Segnali destabilizzanti che danno adito a non poche

Avv. Giovanni De Lucia interpretazioni a cominciare dalla ventilata ipotesi di un complotto latente in attesa delle prossime mosse. I cinque consiglieri hanno fatto quadrato attorno ad un progetto che li vede coalizzati in uno scenario futuristico dagli intenti ben precisi: quello di disarcionare in modo indolore o quantomeno ridimensionare lo strapotere dei due accentratori. E’ solo fantapolitica? Staremo a vedere. Un dato di fatto è quello che il solo Giuseppe Vinciguerra è rimasto a supporto di sindaco e vicesindaco mentre gli altri si sono defilati in attesa di chiarimenti. Non ci sentiamo di stigmatizzare la mossa a sorpresa dei dissidenti, ma questo è un chiaro segnale di insofferenza che rende ancora più caotico il quadro politico locale . A questo punto basterebbe teoricamente uno starnuto per mandare all’aria tutto il castello dal momento che i tre consiglieri di opposizione Giuseppe Piscitelli, Michele Capasso e Ippolita Piscitelli potrebbero prendere la palla al balzo per uno sgambetto istituzionale. Spillo

Manutenzione stradale, artt. 13 e 14 D.Lgs.vo n.285/1992/ Codice della Strada

S. Maria: Amministrazione Comunale ok Un meritato applauso rivolgo all’Amministrazione Comunale di S. Maria a Vico che ha provveduto alla manutenzione stradale in perfetta aderenza alla legge.

Al contrario, il Comune di Maddaloni, nonostante la mia diffida del 14 marzo 2013 (depositata il 15 marzo 2013 ed continua a pag. 2

Bar - Gelateria - Pasticceria - Cornetteria

Letterese - Via Nazionale, 21 - tel. 0823. 809029 - S.MARIA A VICO

Via Napoli, 103 - CANCELLO SCALO Via Appia, 619 - S. MARIA A VICO - tel. 0823. 809838

Chillu povero Napolitano doppo all’incarico a Bersani nun trova ancora ‘a soluzione p’ascì fora ‘a sta situazione. Pecchè è difficile n’accordo quanno parli cu nu surdo o cu chi tira troppo ‘a corda. E intanto ‘o popolo patisce, sta suffrenno pecchè capisce che s’allonga cchiù ‘a paposcia. Denara

GIOIELLI

&

MODA

tel. 0823.751019 - 0823.754155 www.capassogioielliemoda.com

Infissi

Serramenti e finiture S.r.l.

GUIDA

Pagamenti rateali Via Cancello, 5 - MADDALONI tel. 0823. 201611 - fax 203568 show room in Via Libertà


2

Aprile 2013

Valle di Suèssola San Felice: Elezioni del sindaco

dalla prima pagina... dalla prima pagina ... dalla

Candidato a sindaco: CARMINE PALMIERI

Festival delle corti suessolane

Candidato a sindaco: PASQUALE DE LUCIA

Lista Sviluppo e Lavoro: De Lucia Clemente detto Malupero

Lista Rinnovamento Sanfeliciano: Carfora Antonio, Ceglia

classe 1948, Di Nuzzo Filomena 1990, De Simone Valentina 1991, Dragone Antonio 1994, Esposito Federico 1993, Ferrara Francesco 1973, Festa Gennaro 1981, Fusco Michele 1986, Lettieri Salvatore 1979, Liguori Barbara 1985, Martone Elvira 1978, Morgillo Giuseppe 1973, Valentino Caterina 1991, Vigliotti Teresa 1970, Esposito Adelaide 1957, Sabatasso Filomena 1965 Lista Avanti San Felice: De Lucia Antonio ‘64, Basilicata Luigi 66, Capozzollo Maria Teresa 67, Crisci Vincenza 69, De Rosa Vincenzo 60, Esposito Achille 65, Ferrara Aniello 80, Ferrara Maria Giovanna 73, Lanza Amelia 76, Lettieri Raffaele 78, Magliulo Antonio 58, Martinisi Raffaele 87, Papa Domenico 59, Passariello Raffaella Concetta 83, Riccardo Giorgio 71, Sgambato Vincenzo 66 Lista Nuovo Psi: Carfora Rosa 90, Crisci Vincenza 81, D’Addio Giuseppe 61, Delle Cave Rosalia 65, De Lucia Matteo 63, De Simone Roberto 76, Ferrara Giovanni 77, Guarino Clementina 66, Mercorio Sonia 81, Nuzzo Alfonso 55, Passariello Luigi 52, Piscitelli Liana 82, Priviteria Vittorio 67, Rivetti Raffaela 88, Zimbardi Pellegrino 52 Lista Patto dei moderati: Magliulo Giuseppe 77, Cioffi Luigi 60, Marchese Arcangelo 85, Campagnuolo Consiglia 87, Passariello Filomena 89, Ferrara Vincenzo 90, Petrone Giovanni 86, Savinelli Vincenzo 87, Forccella Mena 89, Bernardo Pasquale 57, Porrino Stefano 46, Delle Carpini Angelo 70, Sandrelli Gabriella 94, De Rosa Carmen Clety 93, De Lucia Orsola 89, De Lucia Nunziata 77

Domenico, De Lucia Antonio, De Lucia Clemente, Esposito Alfonso, Guida Maria Antonietta, Iovino Giovanni Felice, Lettieri Michele, Mgliore Salvatore, Nasta Pasqualina, Guadagno Vincenzo, Pesce Carmine, Piscitelli Mario, Ruotolo Antonietta, Vigliotti Anna, Verdicchio Clotilde Lista San Felice Adesso: Barbarino Vincenzo, D’Addio Michele, De Lucia Viola, De Simone Angela, Delle Cave Maddalena, Griesco Enzo, Guadaghimo Angelo, Guadaghimo Raffaele, Iadaresta Vincenzo, Lettieri Raffaele, Melchiorre Annibale, Rivetti Adriana, Savino Silvio, Vetrano Marianna, Nuzzo Raffaele, Cioffi Franco Lista Uniti con De Lucia: Carfora Raffaele, Piscitelli Franco, Della Morte Maria, Della Rocca Fiorenzo, Diglio Francesco, De Lucia Sposito Lorenzo, Esposito Nicola, Florano Giuseppe, Lettieri Maria, Marotta Filomena, Papa Vincenzo, Petrella Amedeo, Piscitelli Antonietta, Salvatore Vincenzo, Testa Giovanni, Tirino Carmela. Partito del popolo sanfeliciano: Basilicata Maria, Bruno Antonietta, D’Ambrosio Roberto, De Luca Agostino, De Rosa Gaetano, Di Marzo Enzo, Frasca Angelo, Iaderesta Vincenzo, Ippolito Monica, Martone Massimiliano, Migliore Anna, Nuzzo Antonio, Piscitelli Ferrara Antonio, Rivetti Maria, Rossino Giuseppe, Vinciguerra Lorenzo Lista Onda Tricolore: Migliore Domenico, Carfora Alfonso, Carpenè Egidio, Papa Giuseppina, Cioffi Lorenzo, De Lucia Anna, Lettieri Maria, Liccardo Gaetano, Maione Angelo, Morgillo Armandina Paola, Pesce Francesco, Pesce Sabatino, Piscitelli Bruna, Piscitelli Vincenzo, Riccio Vincenzo, Tirone Antonio detto Antonello. Lista Rinascita: Arvonio Anna, Biondillo Clemente, Crisci Felice detto Mario, De Matteo Andrea Carmine, Di Nuzzo Carmela, Esposito Concetta, Ferrara Arcangelo, Ferrara Valentino, Finelli Roberto, Gagliardi Francesco, Gagliardi Raffaella, Lanzillo Giovanni, Letterese Mario, Maccariello Sabatino, Mollica Domenico, Sepe Giovanna Lista Nuova Generazione: Piscitelli Pierluigi, Pelella Francesco Gerardo, Carfora Lettieri Giuseppe, Cioffi Agostina, Coffi Marco, De Lucia Vincenzo, Della Morte Alessandro, De Rosa Roberto, Itro Sara, Librera Angelo, Lombardi Gennaro, Morgillo Luigi, Nuzzo Clelia, Petrella Maria Luisa, Piscitelli Patrizia, Russo Gaetano

Anche quest’anno il territorio della Valle di Suessola ospiterà la seconda sedizione del Festival delle Corti, 114 giorni in cui gli abitanti dei comuni di San Felice a Cancello, Arienzo, Santa Maria a Vico, Cervino e città limitrofe, potranno incontrarsi con la bellezza dell’arte, la musica, il canto, il teatro, la storia e le tradizioni millenarie di questo pezzo di Campania Felix in cui sono custodite le nostre città. Il programma riserva innumerevoli eventi da scoprire, luoghi da visitare, presenze storiche da conoscere, luoghi da riscoprire, un coinvolgimento a tutto campo che riporta in auge l’esigenza per tutti noi di vivere momenti di cultura e di arte. Così, dal mese di maggio agli inizi di settembre, proprio la cultura sarà protagonista in questo territorio usurato dal degrado, apparentemente privo di speranza, nell’indifferenza dilagante. Un comitato scientifico è da tempo a lavoro, per produrre una seconda edizione del Festival, ancora più avvincente e di elevato valore sociale, con lo scopo di contribuire ad innalzare la dignità dell’Uomo attraverso la bellezza, con mezzi e modalità alla portata di tutti, per le diverse età e i differenti ceti. Consapevoli che l’arte ha e deve avere un ruolo sociale, come l’economia, la politica… Cosa ci aspetterà quest’anno? Continueremo a scoprire gli incantevoli cortili di antichi palazzi e di case rurali disseminati nei centri storici o in periferie, con”Musica a Corte”, che ci

Lista Popolo della Libertà Berlusconi per Palmieri: Barbarino Monica 74, Bernardo Romualdo 73, Biondo Luca 55, Cantone Raffaele, 70Colella Corrado 67, Barbarino Vincenzo68, De Lucia Carmela detta Penelope 77, De Lucia Tereresa 61, Iadaresta Clementina 51, Incorvata Sonia Teresa 85, Morgillo Filomena 85, Riccio Vincenzo 62, Savinelli Annalisa 75, Savino Orlando 78, Sgambato Pasqualina 86, Papa Ilaria 89 Lista Grande San Felice Cancello: Vigliotti Michela 82, Vigliotti Adriana 80, Di Giacomo Carmine 75, De Simone Nicolangelo 91, Petrone Angelo 73, Martinisi Pellegrino 87, De Rosa Carmine 85, Iovino Ettore 81, Ferdinando Maria Carmine 67, Della Rocca Ida 91, Ventrone Michele 84, Nuzzo Pasquale 68, Bergamo Enza 71, Piccolo Domenico82 Lista Paese Libero: Delle Cave Girolamo 59, Magliulo Libero 78, Migliore Alfonso 85, De Rosa Angelo 69, Diglio Rosanna 78, Colella Clemente 54, Maietta Raffaele 71, Carfora Tommaso 77, Finelli Anna 74, Miale Patrizia 81, Coppola Teresa 78, Piscitelli Giuseppina 69, Anzevino Nicola 94, Piscitelli Antimo 78, Esposito Giuseppe 85, De Lucia Francesco 68 Lista Udc: Esposito Giovanni 66, Valentino Ippolita Veronica 85, Biondillo Franco 65, Savino Quirino 44, Ferrara Angelo 81, Ferrara Clemente 79, Di Nardo Giovanna 80, De Rosa Giuseppe 81, De Lucia Rosario 76, Carfora Pietro 69, Carfora Francesca 93, Gagliardi Francesca 89, Fruggiero Anna Maria 88, De Lucia Luigi 66, Petrone Pasqualina 94, Liparulo Rosa Anna 67 pur che se giri dentro, per intorno, de bone starne e de grassi capponi O povero Pietro, o sventurato Cristo, a chi aveti in mano posto el vostro regno? A Colonna, a Farnese, a l’Anticristo”

Alla morte di papa Clemente VII (1534) Dico Clemente cane, bastardo, traditor, guercio, tiranno, sentina d’ogni vizio e de ogni inganno. O Pietro quanto danno arria fatto quel traditor ai paesi se fosse ancor sol campato sei mesi!

e al suo successore Alessandro Farnese (poi Paolo III) che l’ha tanti figli e tanta gente, che al fine sarria peggio che Clemente! Oggi, però finalmente e fortunatamente, con l’elezione di papa Francesco si comincia a respirare aria nuova nella Chiesa. Questo papa è uomo umile, semplice, di famiglia, che parla alla gente comune, mischiandosi con essa. Lunga vita a papa Francesco, che farà, con il suo esempio di vita personale, rientrae certamente nel “gregge” della Chiesa quelle tantissime pecorelle scappate in questi ultimi tempi di inarrestabile deriva morale, ridando quell’orgoglio di essere cattolici al popolo di Dio. Un solo raggio di sole è sufficiente per cancellare milioni di ombre (San Francesco d’Assisi)

Alba Infissi Via Luigi Pirandello, 6 tel. 0823. 311562 - cell. 340. 6600209 MESSERCOLA-CERVINO Infissi in alluminio - Porte blindate Pareti mobili - Zanzariere Carpenteria metallica - Avvolgibili

Candidato sindaco: ANTONIO BASILICATA PD: Piscitelli Anna 53, Giardino Salvatore 51, Basilicata Carmine 45, De Lucia Clemente 52, Esposito Daniele 84, Falzarano Silvana 79, Iablonski Silvestre Cipriano 85, Maddaloni Marco 82, Marletta Vittoria 87, Passariello Vincenzo 47, Ruotolo Vincenzo 72, Salvati Daniela 78, Mazzone Luigi 61

Candidato sindaco: DIAMANTE BORZILLO M5S: Verdicchio Andrea, Jarenko Antonio, Mauro Vanni, Liguori Mariagiovanna, Mari Ferdinando, Campagnuolo Pietro Luca, Ferrara Italia, De Lucia Pasqualino, Carfora Rosalinda, Bove Alessandra, Liuzzi Roberto. Modi di dire

Ad ogni morte di papa La rinuncia dell’11 febbraio 2013 di papa Benedetto XVI al ministero di vescovo di Roma, successore di San Pietro, a causa del venir meno del vigore sia del corpo, sia dell’animo per la sua età avanzata, ci induce, necessariamente, ad una rivisitazione dell’antico modo di dire: Ad ogni morte di papa. Questo modo di dire significa: molto raramente; ad intervalli di tempo lunghissimo, specialmente riferito a desideri o a piaceri. Scrive il Paolieri (Natio borgo selvaggio): Per approdarvi bisognava imbarcarsi in certe corriere che partivano ogni morte di papa. Il riferimento ai papi indica un tempio medio di sette anni considerando che, quando nacque il modo di dire, sette anni rappresentavano qualcosa di

abbastanza lungo nella vita di una persona. Il gesto rivoluzionario e profetico di papa Benedetto XVI che ha cambiato la storia della Chiesa e del mondo, potrà ripetersi anche per futuri papi. Anche ad un papa è consentito “dare le dimissioni volontarie” Claudio Onorati Il 27 marzo Monti ha detto in Parlamento: Questo governo non vede l’ora di essere sollevato. “Giorgio se ne vo’ j e ‘o vescovo n’ ‘o vo’ manna”, calza a pennello l’antico proverbio napoletano! A nemico che fugge, ponti d’oro, rafforza il proverbio italiano! Finalmente! Era ora! C.O.

inviata anche al Prefetto di Caserta e al Ministgro dell’Interno amezzo fax), persiste nel non intervenire a tale obbligatoria manutenzione stradale sulla Via Nazionale Appia, diventata un pericolosissimo colabrodo, fregandosene della legge e, ancor peggio, della sicurezza stradale per l’incolumità

degli automobilisti. Continua, quindi,a regnare nel Comune di Maddaloni (fallito!) l’illegalità e l’infingardaggine. E nessuno interviene! Noi cittadini di S. Maria a Vico siamo, purtroppo, confinanti con questo Comune sgangherato. Una vera iattura! Claudio Onorati

Valle di Suèssola

Sanfelice Oggi Periodico d’informazione fondato nel 1981, edito dall’Associazione Culturale Valle di Suèssola Direttore: Alfonso Morgillo Direttore Responsabile: Arturo Morgillo

Via Nazionale, 92 - 81028 SANTA MARIA A VICO (Ce) tel. 0823. 808160 - 808360, fax 0823. 808160 - 808360 www.valledisuessola.it E-mail: ass.valledisuessola@libero.it Collaboratori: Antonio Crisci; Vincenzo Crisci; Alfredo D’Addio; Asmà Es-Souni; Alfonso, Clemente e Mayra Ferrara; Carmela e Fortuna Fico; Vincenzo Guadagnino; Domenico, Aldo e Vincenzo Guida; Vincenzo Isernio; Elena Lullo; Diego Martinisi; Marco Mauro; Luigi Mazzone; Mario Mennella; Ivan e Selenia Morgillo; Tiziana Morgillo; Valerio Nobile; Gelsomina Nuzzo; Claudio Onorati; Pasquale Onorati; Alfonso Papa; Antonio Passariello; Francesco e Maria Perrotta; Andrea Piscitelli; Alfonso Russo; Antonio Solli; Mario Vigliotti. Gli articoli firmati esprimono il pensiero dell’autore. La collaborazione, aperta a tutti, è a titolo completamente gratuita. Foto e manoscritti, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Stampa: Segni s.r.l. - CASERTA Registr.: Tribunale di S. Maria Capua Vetere n. 275 del 29.1. 1982 Vietata la riproduzione di qualsiasi parte del giornale con qualsiasi mezzo

Centro fotocopie

SILVESTRO ANGELO Macchine per cucire - Industriali per confezioni e calzature - Aghi Officina - Ricambi - Accessori Apparecchiature speciali Via Appia, 492 - telefax. 0823. 809385

S. Maria a Vico

Via Appia,673, piazza Aragona S. MARIA A VICO 0823.1682211 cell. 347.6532677

A tutti quelli che gustano il prodotto italiano...

Tutela le tue macchine, rispetta le tue stampe. Scegli RiColorì!!!

Rigenerazione toner e cartucce

Prelievo, trasporto e smaltimento in discariche autorizzate. Preventivi gratuiti

VENDITA CARTUCCE COMPATIBILI Via Fontanavecchia - 81021 ARIENZO tel.0823.755582 fax0823.755828 cell.348.7252744 mail:laser.lam@gmail.com

Centro della dott.ssa Carmela Crisci

LIFT54@ALICE.IT

Iscritto Albo Nazionale Smaltitori Via Camellara, 8 - ARIENZO - tel. 0823. 805895 - 804339 - fax. 0823. 805895

S. Maria: Amministrazione Comunale ok

Parrucchiere uomo-donna

Espurgo fogne e pozzi neri

di Castorio Antonio snc

permetterà, attraverso la musica, il teatro, e il canto, di rivivere le meravigliose suggestioni dei luoghi e di farci prendere dal racconto della memoria che in queste dimore ancora sa echeggiare. Avremo il piacere e l’onore di assegnare il Premio della Speranza ai nostri concittadini che si impegnano quotidianamente a contrastare la mediocrità e contribuire con il personale impegno sociale, culturale, professionale e religioso a favorire continua a pag. 5

* Dietologia: piani alimentari personalizzati ed Impedenziometria * Epilazione permanente e fotoringiovamento con luce pulsata * Tecarterapia - Ultrasuono terapia Elettrostimolazione - Pressoterapia * Massoterapia - Estetica globale - Make up Solarium - Sauna Via Nazionale Appia, km. 225,5 MESSERCOLA di MADDALONI tel. 0823. 310019 - fax 0823. 310854

Via Nazionale Appia, 340 - S. MARIA A VICO tel/fax 0823. 758900 centro.rigenerazione@gmail.com

BRICO

APERTO la domenica mattina

bricoprezzi.it

Sgambato

Corso Angelo Abatemarco, 2/A - tel. 0823. 752444

S. FELICE A CANCELLO Termoidraulica - Fai da te - Ferramenta - Materiale elettrico Utensileria - Pitture - Casalinghi - Articoli da regalo - Bricolage


Aprile 2013

Valle di Suèssola

3

L’icona di S. Maria della Nova in San NicolaMagno

I messaggi di Gesù e di sua mamma

attualmente il Circolo Cittadino di Santa Maria a Vico e vi si accedeva non dalla piazza, ma dal vicoletto esistente tuttora a lato dell’ingresso del sodalizio. Nel 1627, con assenso vescovile, i parroci don Flavio Cioffi e don Marcello Vellaccio eressero a destra dell’altare maggiore (la sinistra di chi guarda) la cappella di Santa Maria della Nova, nella quale l’anno dopo fu fondata una confraternita con lo stesso nome, aperta agli uomini ed alle donne e dedita alle opere di misericordia, a comprova della crescente devozione per la nostra Madonna. Probabilmente, alla morte dei due parroci fondatori, scomparsi rispettivamente nel 1633 e nel 1635, la cappella divenne di proprietà dell’Università dei due casali del Figliarino e di Santa Maria a Vico, l’attuale Comune, che fin dal 1576 era divenuto autonomo dall’Università di Arienzo. Santa Maria della Nova, a quei tempi, veniva retta da due economi secolari ed era dotata di sepoltura propria ; inoltre, verso il 1644 fu abbellita da una icona ben indorata, la cui decorazione

Chi ha ascoltato questi messaggi, e chi per la prima volta li leggerà, sappia che devono essere custoditi con amore, perché, rileggendoli nella bisogna, possa ritrovarsi in essi.

Pasquale M. M. Onorati Entrando nella parrocchia di San Nicola Magno in Santa Maria a Vico si rimane stupiti dal cospicuo numero di icone mariane riprodotte su tela o scolpite in diversi materiali. Le statue dell’Immacolata o dell’Addolorata, quest’ultima effigiata anche in una tela del ‘700 recentemente restaurata, o quella del Cuore Immacolato di Maria sono solo alcune delle effigi della Vergine che adornano questa chiesa e testimoniano il grande culto per la Madre di Dio che i primi abitanti dell’antico casale del Figliarino hanno tramandato nei secoli ai loro lontani discendenti. Un culto molto antico, la cui storia oggi è possibile ricostruire, grazie all’incessante lavoro di ricerca di mons. Francesco Maria Perrotta, che ha ritrovato importanti documenti d’archivio ancora in parte inediti e che gentilmente ha messo a disposizione di chi scrive. L’ argentino Giovanni Domenico Migliarese, tornato trionfante dal grande assedio di Malta del

china decorativa ricca di intagli, dorature e angeli scolpiti, al centro della quale era effigiato Dio Padre e, sotto di lui, una colomba di legno dorato rappresentante lo Spirito Santo. Una decorazione molto ricca e imponente, dunque, di impianto tipicamente barocco che non poteva certo trovare posto nella nuova parrocchia di San Nicola Magno, edificata come sappiamo a partire dal 1763 in un più sobrio stile neoclassico. Un altare della nuova chiesa fu comunque dedicato a Santa Maria della Neve o ad Nives, storpiatura tardo seicentesca del titolo originario di Santa Maria della Nova che, con il tempo, finì per essere dimenticato del tutto. L’altare è quello che ancora oggi si trova nel braccio destro (sinistro per chi guarda) del transetto e la grossa tela che lo sovrasta è proprio quella descritta nella relazione del 1701, una Madonna con il bambino che accarezza Sant’Antonio da Padova, tra i santi Gioacchino ed Anna (fig. 1). Il quadro, sicuramente del diciassettesimo secolo, potrebbe

fig. 1

fig. 2 1565, “subito edificò una cappella sotto il titulo di Santa Maria della Nova” in un terreno di sua proprietà, la masseria del Migliarese appunto, nei pressi della “strada regia”, l’attuale. Successivamente Gaspare Puoto, che nel 1593 aveva acquistato l’intera masseria, donò insieme al figlio Alfonso la cappella con un pezzo di terreno circostante alla Chiesa, affinché la fabbrica venisse ampliata per ospitarvi la parrocchia di San Nicola che dalla Terra Murata di Arienzo fu spostata nel casale del Figliarino nel 1601, anno in cui furono terminati i lavori. La memoria della Madonna del Migliarese, tuttavia, non si perse; fu preservata non solo grazie al culto dei fedeli, ma anche in virtù del titolo dell’ampliato edificio di culto, la Chiesa parrocchiale curata di Santa Maria della Nova e di San Nicola, che era ad una sola navata, a forma di croce con cupola e fiancheggiava la strada Regia con la Porta verso l’Occidente. In sostanza si trovava all’incirca dove è ubicato

esteriore andò arricchendosi nel tempo di nuovi e preziosi elementi grazie alle donazioni in aumento e al numero sempre crescente di legati di messe. Da un inventario stilato nel 1701 il lettore può farsi un’idea della bellezza di questa cappella, sul cui altare campeggiava un quadro alto palmi undici e largo palmi nove, dove si vede effiggiata sopra tela la Beatissima Vergine col suo Figliolo in seno, a man destra della quale vi è depinto il glorioso confessore S. Gioacchino Padre di Maria, et a mano sinistra la Gloriosa S. Anna et avanti l’imagine di Maria vi è genoflesso il glorioso confessore S. Antonio de Padua, che così genoflesso viene carezzato dal Bambino Giesù. Sia la Madonna sia il Bambino portavano una corona di argento sulla testa e una collana d’oro con pendagli al collo e il dipinto aveva una cornice di legno dorato e intagliato con ben diciotto puttini. Ai lati della cornice, due alte colonne, sempre con puttini, reggevano una complessa mac-

essere proprio quella icona ben indorata menzionata più sopra; in questo caso l’opera sarebbe di poco anteriore al 1644. Riguardo al suo ignoto autore, è ipotizzabile che lo stesso si sia ispirato alla Visione di sant’Antonio da Padova (1628 – 1632) del fiammingo Antoon van Dyck, ora all’Accademia di Brera (fig. 2), in cui si riscontrano alcuni

14 agosto 2009 ore 4 “Sono qui, figliuoli miei, sono qui, per dirvi grazie per il sostegno che mi date con la preghiera, essa arriva costante al mio cuore, ed lo, la Mamma vostra, la devolvo a Dio, l’Onnipotente Signore che regge, con il suo amore, l’intero creato. Oggi come oggi, molte delle creature che sono state in preghiera, devono continuare ad esserlo anche stando lontano da questo luogo, per cui continuino a pregare, perché chi mi ha invocato sappia che per le nubi che si sono addensate sul loro focolare, lo, la Mamma del Figlio di Dio, dico loro: non vi preoccupate perché Egli ha il potere di dare o di ritirare quanto secondo il suo pensiero, deve la sua creatura. Figli che siete qui, non vi avvilite se non avete la possibilità di allontanarvi dalla vostra casa, per qualche giorno di riposo, perché il Figlio mio colmerà questa vostra rinunzia, con un amore, che sentirete avvolgere il vostro cuore. Tu creatura che attendi da tempo la mia parola, abbi fede nel domani che Dio ti ha riservato, per donarti quanto necessita al tuo cuore. L’amore di Dio, quando lo si chiede con il cuore, viene da Dio elargito a piene mani, e questo

riteneva fino ad oggi, confondendola con un altro dipinto effettivamente trafugato dopo il sisma del 1980 e collocato dove ora si trova il gruppo scultoreo del Sacro Cuore e di Santa Maria Margherita Alacoque. Una grande opera d’arte e di fede che meriterebbe di essere

San Nicola Magno-Lato sinistro della crociera con il quadro di Santa Maria della Nova

Via Nazionale, 171 - cell. 339 4744332

SANTA MARIA A VICO

Signoriello Via Botteghino, 239 - S. FELICE A CANCELLO telefax 0823. 806628 e-mail: d.g.s.impianti@alice.it

Questa è la carità che il Figlio mio ha predicato e che vuole leggere nel cuore delle creature, che l’hanno fatta propria. Rispondo alla tua domanda, serva fedele del Figlio mio: so che domani è gran festa per tutte le creature che popolano questa terra, in quanto si inneggia alla mia Persona, ma questa festività non li porta ad osannare al mio cuore, con la preghiera e l’Eucarestia, ma solo al dirvertimento; un divertimento, non sempre sano agli occhi di Dio, e, quindi, lo, la vostra Mamma celeste, vi supplico: date almeno voi che siete qui, più di una briciola di questo vostro tempo al mio cuore, perché lo possa devolverla a Dio, affinché lenisca il suo dolore per quanto sale al suo cuore. E voi, figli diletti, che sostate qui ed avete recitato il Santo Rosario, il Figlio mio vi rimira con amore e vi benedice, perché legge nel vostro cuore quanto state offrendo al mio. Figli cari, non mi lasciate sola soprattutto nella giornata di domani perché lo, la vostra Mamma, conto su di voi. lo vi aspetto nella Casa del Figlio mio, e quando vi avvicinate all’Eucarestia, che sia, vi prego, questa, creature del mio cuore, offerta anche per coloro che sono ora, lontani dalla mia Persona. Creature dilette, ragazzi che siete qui, lo, la vostra Mamma, vi guardo con tenerezza, perché sento che le mie parole le fate vostre, le alimentate chiedendo al Figlio mio aiuto, perché rimangano nel vostro cuore. Voi figliuoli state crescendo dinanzi a Dio, e, quindi, osanniamo a questo Dio Altissimo con un alleluia, alleluia. I grandi, lo, la Madre del Figlio di Dio, li esorto, con il mio amore di mamma, a rimanere fedeli a Gesù, con la preghiera sempre costante al suo cuore. Andate in pace”.

www.gesuparlaallecreature.net

riproduzione vietata

elementi in comune con la parte centrale della nostra tela, quali le tonalità di colore dello sfondo e delle vesti della Vergine, la resa del piede di quest’ultima e la postura del Bambino e di sant’Antonio. Una tela importante, quindi, che non è stata rubata come si

te lo dico lo, la tua Mamma celeste, che ora rimiro anche te e le altre creature, con amore infinito. A te, creatura, che pensi di non essere amata, lo rispondo subito al tuo pensiero, col dirti: come una mamma vuole bene, senza distinzione alcuna i suoi figli, cosi voi siete dinanzi a me, tutti uguali, perché lo sono la Mamma alla quale il Figlio mio vi ha affidato. Oggi, creature che siete in preghiera, un velo di tristezza è sul mio cuore, perché sono bastati pochi giorni, alle creature che sono state qui a pregare, per dimenticare di offrire una briciola del loro tempo a Dio, e questo comporta al mio cuore dolore, per non essere stata ascoltata con amore, per aver dimenticato così presto, quanto si deve a Dio e quanto all’uomo della terra. Ogni promessa o giuramento, che l’uomo fa dinanzi a Dio, non può essere scisso dalla propria esistenza, e, quindi, deve essere mantenuto; sia nella gioia che nel dolore. Siate costanti, figli che siete rimasti e, ai nuovi, che vedo tra voi, poiché l’amore che si dà a Dio deve essere puro, da ogni legame della terra, per essere accettato dal Padre, sempre pronto al perdono, quando un figlio vuole avvicinarsi al suo cuore. Oggi l’amore che circola nei cuori delle creature, è sempre intriso da conflitti di interesse, dal pensiero di vivere il domani in agiatezza, per imitare gli altri, ma, figli miei, dovete sapere che da quanto esiste questa terra, c’è sempre stato il ricco, il meno ricco e il povero, perché a ciascuno Dio ha dato di vivere secondo il suo pensiero divino. Non soffrite se non siete proprietari di terreni, di case, se non avete danaro abbastanza, perché i ricchi dovranno, ricordatelo, dinanzi a Dio, aiutare i meno ricchi, i meno ricchi aiutare i poveri, i poveri dividere con i poveri quanto si possiede.

studiata più approfonditamente di quanto si è fatto fino a qui e soprattutto di essere restaurata al più presto per ritrovare l’antico splendore che aveva all’epoca in cui tutto il popolo era solito dire: Santa Maria della Nova si degni per sua misericordia intercedere sempre per noi Peccatori”.

S. Maria a Vico

Inaugurazione biblioteca Domenica 14 aprile è stata inaugurata la sede del Centro Studi e della biblioteca comunale. La manifestazione ha avuto luogo nei locali della scuola media a nord della palestra scolastica, con ingresso da Via Brecciale. La biblioteca - dichiara il consigliere delegato prof. Clemente Affinita - è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale. Il centro culturale è già operativo perché da tempo è luogo di incontro fra varie associazioni del paese. Quanto costerà al Comune la gestione della biblioteca? Costo pari a zero, rispetto alla bella sommetta spesa negli anni precedenti quando la gestione era competenza altrui. Raggiante per il traguardo raggiunto? Sì, però ci tengo a dire che non è un punto di arrivo, ma un punto

di partenza affinchè “il cuore pulsante” possa battere sempre più impetuoso. O.P.

tutta la nostra energia * GPL in bombole e serbatoi * Consegna a domicilio bombole da 25 e 60 kg * Gasolio per autotrazione e da riscaldamento * Olio lubrificante

tel. 081. 8210008 Pbx www. cantonepetroli.it

Prolungamento Viale Libertà S. MARIA A VICO - tel 0823. 759266 Chiuso il MERCOLEDI

srl

Viale Libertà, 19 - tel. 0823. 808559 - S. MARIA A VICO Via Unità Italiana, 40 - tel. 0823. 323449 - 328714 - CE

tel. 339. 8841561 vicino Ufficio Postale - Santa Maria a Vico


4

Aprile 2013

Valle di Suèssola

Florilegio poetico letterario a cura di Claudio Onorati

Frammenti di storia a cura di Mario Vigliotti

L’elezzione

Il toponimo ’e Migliure Il toponimo “Migliori” deriva dall’ esistenza, nel tratto della Via Appia da ovest verso est, del palazzo della famiglia Migliori, una delle più antiche e rispettate delle nostre contrade, oltre che per la loro posizione economica, per avere tra i suoi vecchi proprietari molte personalità distintesi nel campo della cultura, delle professioni, del commercio e della filantropia; tra queste va principalmente ricordato il vescovo monsignor Agostino Migliore, il quale fu, tra l’altro, il promotore della fondazione dell’ “Istituto L’Aquinate”, nel Convento annesso alla Basilica dell’ Assunta, che era rimasto abbandonato dopo l’allontanamento della Congregazione dei Domenicani, e che da oltre un secolo, ospita i Missionari Oblati di Maria Immacolata. Ritornando ai Migliori, molti di noi ricordano che fino ad alcuni decenni or sono la strada era pavimentata con lastroni di pietra lavica o basalto, e perciò comunemente detti basoli. Nei tempi ancora più remoti, prima dell’avvento e diffusione dell’energia elettrica, la strada era illuminata da pochi e rudimentali lampioni a petrolio, che venivano accesi al calar della sera e spenti di primo mattino da un uomo, che veniva conosciuto con l ‘appellativo di lampiunaro, i cui discendenti abitarono in Via Scarani fino a parecchi anni fa. Nella strada esisteva un solo bar, gestito dalla signora Filomena D’Addio, che era il punto d’incontro e di riferimento per i lavoratori giornalieri e stagionali, per sorbire una bevanda calda prima di recarsi al lavoro. C’era, inoltre, la possibilità di rifornirsi di tabacchi ed altro presso il negozio di donna Carulina e del marito Tommaso Migliore, autentico gentiluomo che prestava anche la sua opera presso il vicino ufficio daziario al Cellaio. Per l’approvvigionamento di derrate alimentari ci si serviva della bottega e forno di De Gennaro Sigismondo, nome proprio alquanto raro, che il popolino storpiava in Gesummùnno; questa attività, alla morte del titolare, fu continuata dalla figlia donna Raféla, cioè Raffaella, e poi dal figlio e ora dal nipote Marco. Il latte veniva fornito da Tommaso ‘o craparo, il quale,

partendo dalla sua casa e stalla di Via Napoli, girava per le strade con le sue capre e mungeva il latte all’istante, per ogni avventore che gli porgeva la propria bottiglia; detto latte era molto privilegiato per la sua leggerezza specialmente per i bambini; scendendo per la strada vi si trovava anche la stalla di Vicienzo ‘o manto, che allevava mucche e possedeva anche una stazione di monta, con toro olandese, come propagandato da una grossa iscrizione dipinta sul muro esterno. V’erano, poi, un piccolo emporio di Vincenzo De Lucia, ‘o maccarunaro, fabbricante di scarpe; lo spaccio di vino e zuffritto, confezionato con frattaglie bovine da Tatonno ‘e Sandulillo, Antonio Guerra, un omone dal peso di 130-140 kg, seduto costantemente su una sedia su l’uscio del suo locale, sempre contento e disposto allo scherzo, nonostante la sua gran mole e qualche sofferenza fisica; e l’Ufficio Postale, che nel secondo dopoguerra era retto dalla famiglia Vicario. Il rifornimento di medicine era assicurato dalla farmacia del dott. Enrico Telese; era abile nella preparazione di cartelle, infusi e unguenti, purghe di olio di ricino e di sale inglese, e sollecito nelI’apprestare le prime cure e medicazioni a chi ne avvertisse il bisogno. Per la degustazione di vini generosi con vendita però all’ingrosso, c’erano i grandi depositi in grotte sotterranee di Luigi Nuzzo, ‘e Cicco , di Pietro e Francescantonio Migliore. Non mancavano intenditori ed amatori di cavalli, tra cui in primis il cav. Giuseppe De Lucia, orefice, bravo per renderli docili e più obbedienti al morso; ‘o zi’ Gennarino , esperto anche nel ferrarli, possessore anche di una carrozzella adibita a servizio pubblico; ‘o Sinnecariello, il sig. Buono, abitante al vicolo Marcellotti, alto due metri e allampanato, padre di numerosa prole, che si adattava a qualsiasi mestiere, pur di procacciarsi da vivere. Né si può dimenticare il fioraio Vincenzo Borzacchiello, che svolgeva anche le mansioni di subrettàro , preparando un’ottima granita al limone, che faceva gustare nei mesi estivi,

IMU: a chi chiedere il rimborso Diego Martinisi Gentile Dottore, mia madre, residente in una casa di riposo, ha versato l’acconto IMU al Comune ed allo Stato, ma il Comune ha poi assimilato la sua casa all’abitazione principale. Ha quindi pagato più del dovuto:come devo chiedere il rimborso? L’Agenzia delle Entrate ha chiarito le problematiche relative ai rimborsi e ai conguagli con la Risoluzione n. 2/DF del 13 dicembre scorso. Per ottenere la restituzione di somme versate in più, dev’essere presentata un’unica istanza al

PROFESSIONAL s.r.l.

Comune affinché sia verificato il diritto al rimborso. La restituzione della quota del Comune avverrà direttamente a cura dell’Ente locale, mentre per quella dello Stato le procedure saranno fissate successivamente. Ci vorrà, quindi, un po’ di pazienza. In alternativa, una volta che il Comune avrà verificato l’esistenza del diritto, potrà compensare il credito nel Modello F24 con la prossima scadenza 2013 o con altri tributi a debito. Come si revoca la cedolare secca Gentile Dottore, poiché di recente ho locato un immobile di mia proprietà ed ho optato per la Prodotti siderurgici, Ferro battuto, Ferramenta per ferro e alluminio, Policarbonati, Pannelli coibendati, Macchine utensili, Porte blindate, Infissi prodotti finiti, Pvc, Legno, Alluminio, Persiane blindate, Zanzariere

Via Largo Lagno - SAN FELICE A CANCELLO presso Eurospin tel. 0823. 755071 - cell. 388. 6905398 - alafer.alabis@alice.it Saldatrici

Rivenditore:

SAF FRO

S. MARIA A VICO - Via Appia (Archivio Vigliotti) Cartolina anni Quaranta-Cinquanta del secolo scorso. A dx ora c’è il Circolo Sociale; a sn. ove ci sono dei cittadini seduti, c’è la cappella di sant’Anna specialmente durante ‘a cuntrora, cioè nel primo pomeriggio, girando con un carrettino e dando la voce a limone, a limone; Marì, ‘o calore nun ‘o siente? Il flash ora focalizza altri personaggi che pure si differenziavano per la propria individualità e mansioni da esplicare, come il sig. Michele Vellaccio, dalla classica andatura dondolante, più che loquace, procacciatore di affari agIi avvocati, di cui aveva appreso così bene il mestiere da essere ritenuto, dal popolino sprovveduto, un effettivo avvocato, mentre non lo era affatto; il vigile urbano Fedele Saccavino, aitante nel portamento, dai baffi lunghi ed attorcigliati alla punta, con il frustino sempre tra le mani: disimpegnava egregiamente, insieme al suo collega Domenico De Lucia della frazione Loreto, il servizio di vigilanza nel paese ed assicurava ordine e tranquillità a tutti i cittadini; gli squadristi Adolfo Pascarella e Andrea Saccone, pittore il primo e cupellaro il secondo, fedeli al loro credo mai rinnegato. Mi scorrono ora davanti agli occhi tanti personaggi noti, influenti, colti e di un certo livello sociale, che, per brevità, elenco sommariamente: il cav. Giuseppe Rosario De Nicola, funzionario della Banca d’Italia; l’avv. Giuseppe Bernardo, che fu anche Sindaco del nostro Comune; I’ avv. Samuele De Lucia, che fu anche Podestà durante I’ avvento fascista e fondatore del Circolo Cittadino; il dott. Raffaele De

Lucia, dirigente del servizio sanitario comunale; il dott. Giovanni De Tora, che devolveva i propri proventi professionali in opere di bene, privilegiando soprattutto l’Ospizio dei Vecchi in Via Napoli, in cui si recava quasi ogni giorno con una carrozza che veniva a prelevarlo dallo stesso Ospizio; il col. Francesco Capobianco, ufficiale effettivo deIl’ esercito; il dott. Raffaele Migliore, ex sanitario al Comune; l’avv. Vincenzo Nuzzo, sempre pronto a recepire le istanze e le sollecitazioni di chi aveva bisogno. Prima di chiudere questa carrellata di figure e personaggi, mi è gradito richiamare alla memoria un uomo gioviale e arcinoto, il compianto Vincenzo Macchia, che non può più deliziarci con la sua voce affascinante e potente durante le serene notti lunari. Ricordo che con la sua allegra brigata, di ritorno da una lauta cena presso il Ristorante ‘“La Bersagliera’” o “Zì Teresa”, indugiava a cantare nella piazza “CelIaio” canzoni napoletane, tra le quali non mancava mai ‘O marenariello, ben nota a tutti, che consentiva agli altri amici di unirsi in coro al canto del ritornello: “Vicino ‘o mare facimmo ammore, a core a core . .. “. Il canto e saluto della buonanotte, per sciogliere l’allegra brigata, era immancabilmente il seguente: “Son suonate, son suonate le undici e mezzo, / si avvicina la mezzanotte. / Miei signori, felice notte! / Andiamo a letto, andiamo a letto a riposar” .

cedolare secca, volevo chiedere quali fossero le modalità per esercitare un’eventuale revoca. La cedolare secca è un regime di tassazione sul reddito da locazione immobiliare, alternativo rispetto a quello ordinario azionabile soltanto attraverso l’esercizio di un’opzione. Il locatore può liberamente revocare tale opzione in ogni annualità contrattuale successiva a quella in cui è stata esercitata. Pur non essendo previsti alcuni formalismi relativamente alle modalità per effettuare la revoca, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che può essere disposto in carta libera, debitamente sottoscritta dal locatore e contenente i dati necessari ad identificare il contratto e le parti, ovvero mediante il modello 69, apportando in necessari adattamenti. Infine, perché l’esercizio della revoca produca correttamente i propri effetti, il locatore deve darne tempestiva comunicazione al conduttore. Si possono dedurre le spese di adozione Gentile Dottore, io e mia moglie abbiamo iniziato le procedure

per l’adozione di un bambino e ci chiedevamo se le relative spese potessero essere dedotte dal reddito nonostante non abbiamo ancora conseguito lo status di genitori adottivi e la procedura non sia ancora conclusa. La legge consente la deducibilità dal reddito complessivo del 50% delle spese sostenute dai genitori adottivi per l’espletamento della procedura di adozione internazionale,a condizione che i costi siano debitamente documentati e certificati dall’Ente autorizzato al quale si siano rivolti per l’adozione. Al riguardo, l’Agenzia delle Entrate, considerando anche la volontà del legislatore di agevolare le coppie che intendano adottare un minore straniero, ha chiarito che, per usufruire di tale agevolazione fiscale, non è necessario aver acquisito lo status di genitore adottivo e che è possibile usufruire della deduzione a prescindere dalla effettiva conclusione della procedura di adozione ed indipendentemente dall’esito della stessa. In altri termini, le spese sostenute per la futura eventuale adozione possono essere dedotte anche dagli “aspiranti genitori”.

Se nun pagava sprofumatamente te pensi che votava quarchiduno? Nu’ j’è tornato conto1 a fa’ er tribbuno, povero amico! Adesso se la sente! E spenni e spanni, nu’ lo sa nessuno li voti ch’ha comprato! Solamente quelli der Commitato Indipendente je so’ costati trenta lire l’uno! Fra pranzi, sbruffi2 e spese elettorali, c’è Pietro lo strozzino che cià in mano quaramntamila lire de cambiali! Un’antra de ‘ste sbiosse, bona notte! La volontà der popolo sovrano je costa cara quanto una coccotte! Trilussa (1912) 1) Non ci ha guadagnato 2) Soldi dati per corrompere 3) Scosse

Pasqua 2013 I primi cristiani, i discepoli, morto Gesù, divennero tristi, depressi, sfiduciati. Gesù, intanto era risorto. Ma nessuno lo sapeva.. E tutti vivevano nel buio. Ancora più spavento per le donne davanti al sepolcro vuoto. L’ Angelo rivela l’accaduto: Gesù è risorto! In quell’attimo cambia tutto. E’ bastata la consapevolezza perché le cose cambiassero: Entusiasmo, Energia coinvolgente, Loquacità trasformante, Conversioni di massa, Gioia esaltante, Guarigioni incredibili, Coraggio e Forza infinita. Oggi? Sono pochi gli angeli Ciascuno di noi è chiamato ad essere Angelo, Angelo che rivela: Gesù è risorto! E’ PASQUA! AUGURI. Paolo Gioia

La citta senza le parole Sono caduto sulla città. Ho chiesto ... senza avere risposte. Le persone sono vuote. Sembrano manichini di carne su di un palcoscenico allestito ad arte. Penso ad una tragedia, penso ad una commedia, continuo a non avere risposte. Forse sono caduto nella citta “ delle scimmie”. “Non vedono”,”non sentono”, “non parlono”. Come mi sbagliavo! La loro é solo una finzione, sono Iì, senza il desiderio di eclissarsi. Sono caduto in un campo di grano dove regna un silenzio apparente. Intorno a me regna il vuoto - l’Inferno -. Sono soli ... ma ci sono. Nei nascondigli bisbigliano Ie loro mezze verità. Sembra una città ferma, ma pullula di ombre e di voci sussurrate. Non c’é amore. C’é solo indifferenza, falsità ed apparenza. In questo luogo regna il male con sembianze umane. II significato della parola amore é stato reciso dal loro petto come un fiore in un campo rigoglioso. Forse sono caduto in un’altra città. Non c’é nulla di antico. Sono caduto in un abisso. Ora piove sulla città. Le gocce di pioggia lambiscono anche me. Sono Ie lacrime che non riesco a versare... Così scivola via la felicita .... Manca in tutto questo l’ultimo “tassello”: la fine. Augusto Alighieri Inoltre, l’Agenzia ha precisato che la deduzione deve essere operata con l’applicazione del principio di cassa, ossia nel periodo d’imposta in cui le spese sono state effettivamente sostenute.

Infine, occorre ricordare che non possono essere dedotte le spese relative alle relazioni ed agli incontri post-adottivi, in quanto non costituiscono parte della procedura di adozione.


Aprile 2013

Valle di Suèssola

Su quale terreno stai costruendo? Fortuna Fico La moglie di un famoso predicatore, volle che sulla propria tomba fossero incise queste parole:“Fine della costruzioneGrazie per la vostra pazienza”. Anche noi un giorno moriremo, ed anche la nostra costruzione arriverà ad una fine. Allora la domanda che ognuno di noi deve porsi è questa: - Che cosa ho costruito? - Che materiale ho usato per costruire e, soprattutto, qual è il fondamento sul quale ho posto la costruzione della mia vita? C’è un unico fondamento al quale possiamo affidare le fatiche del nostro cammino di vita. Questo fondamento è Gesù Cristo. Non ci sono dubbi! Ad ogni essere umano viene assegnato un pezzetto di terreno sul quale inizia a costruire. Ben presto si renderà conto che quel suolo a lui assegnato non è un buon suolo. Il lavoro risulta instabile e difficoltoso. Ma spesso non ce ne rendiamo conto e, contando esclusivamente sulle nostre capacità, cerchiamo di costruirci sopra, anche in modo affrettato e superficiale, ottenendo un unico e catastrofico risultato: vederci crollare tutto addosso!

Questo sarebbe il destino dell’uomo. Ma…e per fortuna c’è un “ma”; Dio ha dato a tutti, indipendentemente dal loro personale modo di costruire, la possibilità di abbandonare quel luogo instabile ed impervio e trasferire il proprio cantiere su di un terreno decisamente migliore. Dio non chiede nulla in cambio, è un’offerta totalmente gratuita! Il pezzetto di terreno che Dio offre è perfetto, stabile ed adeguato a reggere una forte e duratura costruzione! Egli ci lascia liberi di scegliere: rimanere nel nostro cantiere disastrato e pieno di macerie o accettare gratuitamente la Sua offerta. Ricordiamoci, però, che Dio non accetta compromessi; non è possibile lavorare in tutti e due i cantieri, l’uno implica l’abbandono dell’altro. Dio ci offre un pezzetto di terra in cielo, sul quale poter costruire, ma per averlo dobbiamo dimenticare il vecchio cantiere e concentrare tutto il nostro essere sul nuovo. Se facciamo questo, siamo figli di Dio, con un valido certificato di possesso di un posto in cielo! Già da adesso! Se invece l’offerta è rifiutata, si rimane nemico di Dio, senza alcuna possibilità della Sua approvazione; la vecchia costru-

Email: chiesaevangelicasmav@hotmail.it cell. 333. 2792848 Face book: Chiesa Evangelica Santa Maria a Vico

La Pro Loco Botteghino e la XXVI edizione del Settembre La Sagra degli gnocchi - Tribut band Queen of Bulsara, cover band I Nomadi - I Giochi tradizionali Alfonso Papa L’edizione 2013 si svolgerà dal 28 Agosto al 01 Settembre; oltre alla gastronomia ed alle serate di spettacolo l’evento si arricchisce di momenti culturali e di valorizzazione territoriale. Molte le novità e diverse le collaborazioni intraprese. E’ previsto un primo appuntamento già a fine luglio ove ci sarà la presentazione della manifestazione, per tale data gli organizzatori stanno lavorando ad una sorpresa

da pag. 2

che si ripromettono di svelare tra qualche settimana. Ancora il 25 Agosto ci sarà una serata spettacolo in Via Coste (in collaborazione con l’associazione Fatti per Volare) , uno degli angoli più suggestivi della frazione Botteghino,ove con un sottofondo musicale si rivivrà la magia della storia. Il 28 Agosto, avrà inizio la manifestazione con l’apertura della XXVI Edizione della Sagra degli Gnocchi. Tanti momenti da vivere in allegria ed armonia con il coinvolgimento della popolazione.

Il Festival delle corti suessolane

la realizzazione di un mondo migliore. Percorreremo le Vie della Fede,visitando le innumerevoli chiese, conventi, monasteri, e presenze religiose dislocate nel territorio suessolano, a testimonianza delle antiche radici cristiane dei nostri antenati e delle magnifiche opere che hanno saputo erigere alla loro fede, scoprendo i tesori d’arte che ancora sono presenti in essi. Visiteremo I Luoghi della Memoria, le presenze di antichissimi popoli vissuti migliaia di anni or sono e che hanno lasciato i segni indelebili di una feconda presenza in questo territorio. Come l’insediamento sannitico sulla sommità della montagna, i fasti delle dimore del periodo romano presenti in pianura a ricordo dell’antica città di

Suessula, e le maestose fortezze medievali sui colli a difesa del territorio. Per i curiosi della storia, e non solo, allestiremo delle mostre iconografiche itineranti e seminari scientifici dal titolo Incontri con la Storia, che sveleranno alcuni importanti avvenimenti di questa Valle. Come la consegna delle chiavi della città di Napoli al re Manfredi lo Svevo, avvenuta a Cancello Scalo. Oppure la costruzione del Castello Matinale offerto in dono per un matrimonio regale. O come l’Accampamento dell’esercito romano guidato dal generale Marco Claudio Marcello, dislocato qui per poi infliggere la prima sconfitta ad Annibale nella città di Nola. Faremo luce su eventi della storia recente, che ci hanno visto protagonisti, come la costruzione della ferrovia

Per bambini, studenti ed adulti

SANTA MARIA A VICO

zione non varrà nulla e ci terrà lontani dalla Sua presenza per l’eternità. Gesù Cristo è venuto in questo mondo con un unico scopo: morire in croce per i nostri peccati. Egli ha deciso di diventare il sacrificio perfetto, eccellente e completo attraverso il quale tutte le persone possono avere il diritto di diventare figli di Dio e ricevere la licenza per poter costruire sul luogo giusto. Dio vuole regalarci questa licenza, si aspetta una sola cosa da noi: il nostro Sì! L’unica cosa che possiamo fare davanti ad un così immenso dono è afferrarlo con gioia e dire: Grazie! Ricordiamoci che la scelta del terreno è una scelta personale, nessuno può scegliere per noi, e nessuno deve pretendere qualcosa in cambio, il nuovo terreno è gratuito! E tu? Hai scelto? Vuoi vincere? Vuoi essere dalla parte del vincitore? Accetta il dono di DIO, il luogo sicuro e stabile e comincia a costruire sulle solide fondamenta di Gesù! Rifletti…..

5

dalle famiglie...

Anna di Nuzzo Il giorno 26 marzo 2013 si è laureata con il massimo dei voti Anna di Nuzzo, presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, in Medicina e Chirurgia. I più cari auguri per una carriera piena di successi dalla sorella Maria e dal cognato Michele.

Cancello-Benevento nel centenario del suo completamento; l’importante opera idrica che vede interessate le nostre alture, con l’acquedotto del Serino; la ricostruzione storica di un feroce bombardamento avvenuto settanta anni fa, il 21 giugno del 1943, da parte dall’aviazione alleata durante la seconda guerra mondiale, in cui persero la vita diversi nostri concittadini. Sarà dato spazio alla creatività dei bambini, in Piazza delle Arti: si realizzeranno dei giocattoli riciclando carta e cartone, sensibilizzando bambini e genitori al riutilizzo delle materie prime e all’importanza di salvaguardare l’ambiente, anche attraverso conferenze, letture creative e sensibilizzazione alla natura. Al culmine del programma ci sarà la rivisitazione dell’ Accampamento di Castra Marcelli, con la ricostruzione delle tende

Auguri a: dott. Enzo Isernio dott. Enzo Guadagnino, rag. Vincenzo Guida di Mimmo, Enzo Grauso (osp. S. Felice) dott. Vincenzo Carfora di Gennaro on.le Enzo D’Anna, dott. Enzo Bernardo, Vincenzo Nuzzo (palummo) Enzo Perego, sig.ra Enza Affinita, prof.ssa Enza Cioffi, prof. Enzo Gagliardi, sig.ra Enza Nuzzo in De Lucia G. Enzo Cimmino (Pulire) Vincenzo Crisci (Reset) Enzo Vigliotti (Elettrodomestici), Vincenzo Ricolorì Enzo di Cicco (Idea Pubblicità) Maria di Nuzzo Enzo Giso, Il giorno 24 aprile 2013 si è Vincenzo Ferrara (Tammurrella) laureata con una brillante diVincenzo (Traslochi Italia) scussione e un eccellente valutazione Maria di Nuzzo, presso 25 aprile san Marco ev. l’Università di Napoli Suor Orsola Auguri a : Benincasa, in Scienze della preside Marco Mauro Formazione Primaria. Auguri di vero dott. Marco Vigliotti cuore dal fidanzato Michele,dalla Marco Vigliotti di Mario sorella Anna e dal cognato prof. Marco Migliore Giuseppe.

L’avvocato Raffaele Carfora dottore per la seconda volta

Chiesa Cristiana Evangelica Via Appia, 462 SANTA MARIA A VICO Dal Torneo di Giochi Tradizionali al Torneo di Scopone, dalle serate di musica a quelle di cabaret. Sono già confermate due serate musicali con la cover band dei Nomadi L’Olandese Volante e la tribut band Queen of Bulsara, ma tanti saranno gli appuntamenti ancora da scoprire. Durante la parte finale della manifestazione, in collaborazione con il Centro Studi Valle di Suessola e l’associazione culturale Il Sogno è Sempre Onlus la Pro Loco Botteghino presenterà il libro monografico sulla frazione Botteghino curato da Monsignor don Ciccio Perrotta. Tante le novità e tanti gli appuntamenti da scoprire seguendo il sito ufficiale della proloco www.prolocobotteghino.it ( per info e/o collaborazioni info@prolocobotteghino.it )

5 aprile san Vincenzo Ferreri

Il 12 aprile è nata

Franca Gioia prima donna del Gruppo Gioia. Benvenuta

14 aprile Auguri alla sig.ra

Elvira Morgillo in Ferrara per il suo compleanno

Congratulazioni particolari all’avvocato penalista Raffaele Carfora, di Santa Maria a Vico, che il 25 marzo scorso ha conseguito la sua seconda laurea in Relazioni Internazionali presso la Facoltà di Giurisprudenza della Seconda Università degli Studi di Napoli. Già nel giugno 2007, allora ventiseienne, si era distinto per essere risultato vincitore, tra i giovani avvocati della Città del Foro, del prestigioso simulacro di processo penale (ex premio Pasquale Fratta) edito dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, quale autore della migliore arringa difensiva. Stavolta, invece, discutendo in maniera brillante una tesi di notevole interesse su “Indagini informatiche e acquisizione della prova nel processo penale” (Ch.mo Prof. Emilio Tucci), avente

dell’esercito romano, cavalli, comparse in costume d’epoca, teatro e qunt’altro possa servire ad illustrare quell’evento. Quest’anno la rievocazione storica avverrà sulla collina di Cancello, ai piedi del Castello federiciano, dove sarà possibile trascorrere la notte in tenda. Per ulteriori informazioni, o richiedere gli inviti, si può visitare il sito :

Carmela Mariarosaria Papa ha lasciato questa terra per raggiugnere il Padre celeste il 15 marzo scorso. Condoglianze al marito avv. Tommaso Carfora, ai figli e ai familiari tutti

www.fattipervolare.org o inviare una mail a fattipervolare@gmail.com.

Chi volesse sostenere l’iniziativa e ricevere l’invito per tutto il programma, può contribuire con un versamento di 10 euro sul conto corrente postale 1000429595, indicando la motivazione “contributo volontario Festival delle Corti 2013”. http://www.fattipervolare.org/ www.fattipervolare.or Cornici su misura Specchiere Vassoi per ricami Lavorazione oro foglia Orologi - Idee regalo Portafoto Stampe pittoriche Litografie - Restauri

ad oggetto la complessa tematica delle investigazioni sui reati informatici anche a livello transnazionale, ha concluso il secondo percorso di laurea con votazione 110 e lode. Un successo che inorgoglisce tanto più nella misura in cui il medesimo titolo accademico è stato conferito honoris causa nel gennaio 2012 dall’Università Alma Mater di Bologna al Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano.

Lazzaro Carfora 21.11.1938

29.03.2013

Il tuo amore ci ha insegnato ad amare, la tua bontà ci ha insegnato il cammino, il tuo dolore ci ha trasmesso la fierezza di vivere. Grazie marito adorato, padre esemplare. Il tuo ricordo onorerà per sempre la nostra vita. I tuoi cari

Wanda Polverino vedova dott. Roberto De Lucia, l’8 aprile ha lasciato tutti i suoi cari per raggiungere il Padre celeste. Il giornale Valle di Suèssola si associa al dolore dei figli , dei nipoti e dei familiari tutti.

Rosticceria

Pizzeria

Via Appia, 400 (ex Municipio) Info:

3388509561 3661669550

Sistemi professionali SILENT GLESS ARQUATI MOTTURA

2 ESSE s.r.l.

Via Nazionale Vico 1, 14

S. MARIAA VICO T EN D A G G I Tendaggi, tappeti orientali e moderni, stoffe per arredamento, tende classiche e moderne, pannelli, pacchetti, verticali

Via Nazionale Appia 14/12-tel. 333. 3460306 - 0823. 809175

SANTA MARIA A VICO www.panificiotradizioneegusto.com

Via Nazionale Appia, 81 - S. MARIA A VICO

SAN FELICE A CANCELLO Via Circumvallazione


6

Aprile 2013

Valle di Suèssola

Fotovoltaico: ancora 100 milioni di euro dal Quinto Conto Energia Investire i propri risparmi nella realizzazione di un impianto fotovoltaico: è ancora conveniente? Salvatore Ruotolo Il Conto Energia è il programma che incentiva, in conto esercizio, l’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici (FV) connessi alla rete elettrica. Questo sistema di incentivazione è stato introdotto in Italia nel 2005 (Primo Conto Energia), ed è attualmente regolato dal Decreto Ministeriale del 05 luglio 2012, noto come Quinto Conto Energia. Possono beneficiare di questo incentivo le persone fisiche, le persone giuridiche, i soggetti pubblici, gli enti non commerciali e i condomini di unità abitative e/o di edifici. In sostanza, chi realizza un impianto FV, assume la titolarità di “Produttore” di Energia Pulita, e, per questo, riceve dallo stato un premio economico (incentivo) per ben venti anni. L’energia prodotta può inoltre essere utilizzata per i propri consumi, abbattendo o azzerando i costi della bolletta, dalla1a pagina

oppure può essere venduta ad uno dei tanti operatori che opera nel Mercato Elettrico (es. Enel Distribuzione spa). Il primo meccanismo prende il nome di scambio sul posto o autoconsumo, mentre il secondo di Ritiro dedicato. Realizzare un impianto fotovoltaico significa quindi intascare per venti anni l’incentivo da parte dello Stato e ridurre (o azzerare) la propria bolletta per tutta la vita utile dei pannelli (stimata in 25/30 anni). Ma quanto costa oggi un impianto FV? Per rispondere a questo quesito, si prende come riferimento l’impianto che meglio rappresenta tutti quelli recentemente realizzati nella nostra zona, ovvero quello avente potenza pari a 6 kW. Infatti, nel primo semestre del Quinto Conto Energia, sono stati realizzati, nella nostra Valle, ben 32 impianti FV per una potenza totale di 183,70 kW. Poco meno della metà di questa è stata

Il Codacons denuncia

sostituirli con nuovi modelli. L’obsolescenza programmata permette, quindi, di commercializzare solo ciò che è stato progettato per smettere di funzionare o cadere in disuso. Eventuali riparazioni di un oggetto guasto risultano, la maggior parte delle volte, talmente costose da dissuadere il cliente, che finisce per acquistare un sostituto nuovo di zecca. Tutto ciò va a produrre una quantità disarmante di rifiuti: ogni anno si accumulano tonnellate di frigoriferi, automobili, televisori, etc. etc. da smaltire. Non è raro che una giovane coppia si trovi a dover sostituire una lavatrice in una manciata di anni, mentre i nonni di questa giovane coppia hanno ancora in casa un frigorifero perfettamente funzionante, comprato alcuni decenni orsono. Ad esempi prendiamo il mondo delle automobili, quello dei frigoriferi e il mondo dell’informatica: L’industria automobilistica strombazza circa le virtù delle nuove carrozzerie delle vetture, garantite contro la ruggine per x anni; in realtà, esse sono garantite per la ruggine esattamente dopo x anni. Così come i motori sono programmati per rompersi dopo tot anni, le marmitte a bucarsi, i carburatori ad intasarsi, le centraline elettroniche a inchiodarsi, ecc. ecc.. Ci fu, se non erro una volta, un tale che produsse una macchina garantita per mille anni, ovvero progettata per non rompersi. Fallì miseramente. Chi per caso si ritrova in casa un vecchio frigorifero degli anni

cinquanta, comprende quali passi da gigante abbia nel frattempo compiuto l’industria. Il frigo degli anni cinquanta infatti non si romperà mai – un clamoroso errore di progettazione! I bellissimi frigoriferi moderni invece, riescono ad unire ad un aspetto sano, funzionale ed indistruttibile, l’invisibile garanzia di una data di autodistruzione prefissata…..” Nel mondo dell’ informatica non ci sono magazzini”. Una cosa nota a molti forse, ma sulla quale non sempre ci si sofferma. Il segno evidente della voracità di un mercato. Uno standard hardware non resta sul mercato per più di un anno e mezzo, dopo qualche mese è praticamente impossibile trovare pezzi di ricambio. La macchina muore. Si passa al nuovo. Il magazzino non serve. Quasi ogni bene di consumo sarebbe, insomma, soggetto all’obsolescenza sempre più rapida: Avrete sicuramente notato come i prodotti che ci ritroviamo ad acquistare ed utilizzare abbiano una durata sempre più breve. Borse, scarpe e vestiti che si rompono, scollano e sfilacciano dopo poche settimane o mesi che li si indossano; pentole e padelle antiaderenti (che già vanno, nonostante l’incredibile praticità e comodità, contro lo spirito stesso del cucinare, che richiede abilità e pazienza, e che è un’arte del saper aspettare e dell’avere continuamente cura di qualcosa), che si scrostano letteralmente al decimo lavaggio; asciugacapelli, lavatrici ed elettrodomestici vari

uomo-donna e-mail: europa1969@libero.it

Via Nazionale, 194 S. MARIA A VICO

circa 2.500,00 • (1.500,00 di incentivo e 1.000,00 di risparmio bolletta). In poco meno di 5 anni si azzera l’investimento e, dal sesto in poi, si incassano oltre 35.000,00 •. Il Tasso di rendimento interno (TIR), è pari al 17.39%. Non vi sono oggi investimenti con questi tassi di rendimento! Da un punto di vista ambientale, si ha una riduzione di emissioni in atmosfera di quelle sostanze che hanno effetto inquinante e di quelle che aumentano l’effetto serra. In particolare, con un impianto da 6 kW, si evitano circa 70 ton di CO2, 50 kg di SO2 e 60 kg di NOx. Per quanto riguarda infine i Fondi, c’è da dire che il V Conto Energia ha stabilito in 6,7 miliardi di • l’ammontare complessivo del costo annuo incentivabile. Ad Aprile 2013, sono stati incentivati circa 500.000 impianti per un totale di 6,55 miliardi di •. Vi sono dunque ancora oltre 100 milioni di • destinati a questo settore. Per maggiori informazioni:

installata a Santa Maria a Vico (12 impianti per 83,64 kW), mentre la restante parte negli altri tre comuni (Arienzo 4 impianti per 21,18 kW; Cervino 5 impianti per 19,54 kW; San Felice a Cancello 11 impianti per 59,34 kW). Veniamo ai costi. Intanto per un impianto da 6 kW, sono sufficienti 25 pannelli ed un solo convertitore di energia (inverter); è sufficiente dunque una superficie di circa 40 mq, possibilmente esposta a Sud e priva di ostacoli e/o ombreggiamenti (alberi, palazzi, ecc..). Il costo complessivo ammonta a circa 12.000,00 • (mediamente 2.000,00 •/kW). L’energia prodotta in un anno è pari a 7.500,00 kWh (che corrisponde quasi perfettamente a quella occorrente ad una famiglia media del nostro territorio per soddisfare i propri bisogni energetici). E i ricavi? Ogni anno un impianto da 6 kW determina entrate pari a

T. 0823 759216 – fax 0823 800601

che si inceppano (o in certi casi prendono addirittura fuoco!) sempre e comunque “in giovane età”; telefoni cellulari e fotocamere digitali che si rompono misteriosamente a pochi mesi dall’acquisto… Si potrebbe andare avanti all’infinito. Ma perché accade tutto ciò? Perché frullatori risalenti anche agli anni sessanta ricevuti in dono, o in eredità, dalle nonne funzionano benissimo dopo mezzo secolo mentre la fotocamera, appunto, acquistata un anno fa, non dà più segni di vita dopo che magari il suo display si è rotto semplicemente stando in una borsa e che, a parere del negoziante vicino casa, non può essere assolutamente riparata (a meno che non si vogliano spendere cifre esorbitanti), ma può solo essere sostituita in toto? Perché non possiamo più riparare qualcosa ma solo sostituirlo (per poi magari stupirci delle emergenze rifiuti)? Le risposte sono varie e più o meno complesse, ma, a parte il fatto che nella maggior parte dei casi abbiamo perso ogni capacità, anche solo di iniziativa, riguardante la riparazione degli oggetti che ci circondano e che ovviamente in certi casi non possiamo avere dall’oggi al domani (come si può poi avere la competenza di riparare una fotocamera elettronica?), i motivi principali risiedono nel dubbio che, visto che ai geni del marketing e dell’informazione far apparire ogni cosa obsoleta ogni poche settimane dopo la sua uscita sul mercato non basta più, le merci (tutte, dalla più semplice alla

più tecnicamente avanzata) hanno un’obsolescenza programmata, e che ormai si progetta la stragrande maggioranza dei prodotti in modo che si guastino o addirittura si debbano sostituire entro periodi sempre più brevi. Sempre più persone hanno iniziato però ad essere insofferenti a questo ennesimo tipo di presa in giro che arreca danni non solo all’interovillaggio globale, dai lavoratori sfruttati nei Paesi in via di sviluppo per produrre questa merce-spazzatura ai consumatori dei paesi sviluppati, ma anche ovviamente all’ambiente. Sempre più persone hanno iniziato a sentirsi profondamente infastidite dalle continue promesse di frivola felicità propinateci quotidianamente dai paladini della società dei consumi e della crescita economica (gli stessi, per intenderci, che con le loro speculazioni finanziarie e privatizzazioni selvagge ci hanno portato all’attuale “crisi”). Sempre più persone sentono la naturalissima esigenza di sfuggire a queste “logiche illogiche” ed alle tensioni e frustrazioni che ne conseguono. Che fare, allora ? Esercitiamo quindi l’ultimo vero potere che abbiamo, che non è il nostro diritto di voto, ma quello che abbiamo appunto come consumatori: decidere cosa comprare e soprattutto cosa non comprare. E quando dobbiamo acquistare qualcosa, teniamo almeno presente i vecchi proverbi, sempre molto validi e molto attuali, tipo quello che dice che chi più spende, meno spende, provando a ridare in generale più importanza alla qualità, che alla quantità.

Via Appia, Parco De Lucia telefax 0823. 758184 S. MARIA A VICO

www.certensrl.it info@certensrl.it

Via Nazionale, 248 S. MARIA A VICO tel. 0823. 809047-759051 fax. 759800 info@sidal.it

Via Appia, 14 - ARIENZO cell. 328. 6719244

continua a pag. 7

CENTRO

I nostri servizi

* area mental: training autogeno, yoga, musicoterapia, reiki * area riabilitativa: ginnastica posturale e riabilitativa, pilates, trattamenti osteopatici, riabilitazioni in acqua. * area fitness: cardiofitness, body building, spinning, circuit training, aerobica, step, funk, fitbox, total body, body pump, preparaz. atletica * area agonistica sportiva: karate, kich boxing, lotta libera * area piscine: idrospinning, acquagym, scuola nuoto * area relax estetica: bagno turco, sauna, idromassaggio, massaggi estetici, cromoterapia, doccia abbronzante * area balli: balli di coppia, balli di gruppo, scuola di danza moderna, balli caraibici * area medica: terapia dell’arco plantare, medicina sportiva, dietologia, fitoterapia bioimpedenziometria, test intolleranza alimentare, agopuntura * area estiva alternativa: circuit training all’aperto, palestra con piscina all’aperto, percorsi running con itinerari esterni, solarium.

www.alexwellness.it

S. MARIA A VICO: Via Schiavetti, 1

Panificio

Registratori di cassa, bilance collegate. PC, stampanti, impianti rete

guarda più pubblicità in un anno di quanta se ne vedesse 50 anni fa nell’intera esistenza. Qual’è lo scopo della pubblicità se non quello di renderci infelici con quanto abbiamo? Ci viene detto che le nostre scarpe sono sbagliate, la nostra pelle è sbagliata, la nostra auto è sbagliata. Che noi siamo sbagliati e che il rimedio è nel fare shopping. Abbiamo più cose ma meno tempo per quello che ci rende davvero felici, amici, famiglia, svago. Lavoriamo più che mai. Viviamo nell’epoca in cui si ha meno tempo libero dall’era feudale. E quali sono le attività prevalenti nel tempo libero? Guardare la tv e andare al centro commerciale. Si va a lavorare, magari si ha un secondo impiego, si ritorna a casa e ci si rimette davanti alla tv. E il Loop ricomincia. Dobbiamo sincronizzarci al ritmo della natura con la quale dobbiamo recuperare la nostra relazione, restituendole il tempo sottratto alla

di Alessandro IADARESTA

tel. 0823. 808728 fax 0823. 809080

ASSISTENZA TECNICA

La moderna filiera che dalla produzione dei beni perviene alla distribuzione e al consumo, pare a molti di noi un sistema perfetto che dà tanto con poco sforzo. Ma cosa c’è dietro questi processi? Quali compromessi sul piano della salvaguardia dell’ambiente? Pensate che il riciclaggio sia la cura definitiva contro l’inquinamento? Si sono introdotti concetti quali obsolescenza programmata e obsolescenza percepita. La prima si riferisce al tempo minimo che un produttore deve far durare un bene senza che venga meno il desiderio del consumatore di acquistarne uno nuovo. La seconda serve per convincerci a gettar via cose perfettamente funzionanti o utilizzabili. Cambia il design in modo da rendere immediatamente visibile l’epoca dell’acquisto. Se indossiamo scarpe o giubbotti di tre anni fa tutti se ne accorgono all’istante. Pubblicità e media hanno un ruolo essenziale in tutto ciò. Oggi si

Via Appia Antica, 348-tel.393 8042816

Libertà,1

www.dfsistemi.it e-mail: dfsistemi@tin.it Via Nazionale, 255 - tel. 0823. 758420 - fax. 800846 - S. MARIA VICO

Caro Antonio Iaia, quell’uovo gigante che mi hai portato con la squadra della protezione civile, capitanata da Carlo Petrella, mi ha fatto subito dimenticare il passato. È stato un bel gesto il tuo. Non voglio ricordare un tuo intervento su un giornale locale, nel quale parlavi di soldi alla Locanda. Caro Antonio, La Locanda non ha soldi. Ha solo mani. Anche le tue mani.Il tuo uovo di Pasqua è un segno della tua sensibilità e della tua voglia di Locanda. Voglia di Locanda. Antonio, aiutami a far venire a tanti la voglia di Locanda. Il mondo è cambiato, sta cambiando. È arrivata l’era di Papa Francesco, dei grillini. È arrivata l’era del nuovo. Bello, brutto, buono, cattivo non mi interessa.È l’era del nuovo. Ed il tuo gesto di Pasqua, appartiene al nuovo. Qualcosa cambia intorno a noi. Qualcuno si accorge della nostra esistenza. In questo bosco perduto, c’è una trincea. Una trincea umana. Un luogo di dolore, di fatica, di pace. Un luogo per guarire il mal di vivere. Quando sei arrivato qui con il tuo carico, avrai notato i locandieri al lavoro.Volevamo fare un regalo di Pasqua alla Locanda: volevano pulire la strada sommersa dall’erba. Roba da ruspa! Ma i soldi non sono per fittare una ruspa. Bisogna estirpare tutto a mano. Caro Antonio, abbiamo solo le nostre mani. Quelle mani sporche di droga, ora sono sporche di terra. E la terra è medicina. Qui tutto diventa medicina per guarire, anche l’uovo gigante. I ragazzi della Locanda chiedevano chi sei. Io dico che sei un assessore, alla ricerca di un legame con questa terra. Spiega al tuo sindaco ed ai tuoi amici che è arrivata l’ora dei ponti. Bisogna costruire ponti. Tra La Locanda ed il Comune, tra la Chiesa ed i luoghi del dolore.Bisogna costruire ponti. Antonio, in cambio dell’uovo gigante la Locanda ti nomina “uomo del ponte”. Io immagino un ponte tra questo luogo ed il Comune. Molti tuoi amici, che io non stimo, psicologi, sociologi, medici, ti parlano di convenzioni, di rette, di soldi. Io ti parlo di ponti. Oggi bisogna inventare la solidarietà concreta. Non serve l’accordo tecnico, burocratico. Rimane parola, parola inutile. Il ponte è un’altra storia. Il ponte è una idea per sommare le persone, le forze, le energie. Per collegarle. Se tu metti insieme i rivoli che sono sotto terra, essi diventano sorgente. Il ponte serve per creare partecipazioni. Condivisioni. Caro Antonio, non ti aspettavi tanti significati sul tuo uovo gigante. Ma io sono attento ai segni. So che piccoli segni hanno spesso grandi significati. Piccoli gesti hanno la forza di cambiare il mondo. Antonio, quel “buona sera” di Papa Francesco, ha cambiato il mondo. Spero molto nel tuo uovo di Pasqua. Carlo Petrella

BENESSERE

S. MARIA A VICO

L’INFORMATICA PER LA DISTRIBUZIONE MODERNA

C’è una piccola zolla di terra, nel cuore di Suèssola, poco lontana da qui; non è un bosco, ma tutti anticamente e ancora oggi la chiamano “Il bosco...”. Qui nascono le Lettere da un bosco del sociologo dott. Carlo Petrella

S. Maria a Vico Gelati di alta qualità, Crépes, Cornetti, Frappé, Bomboloni con gelato, Crema, Cioccolata calda Speciale feste di compleanno

AUTOSCUOLA PRATICHE AUTO E MOTO

OPEL AUTORIZZATI

Lettera da un bosco”

GELATERIA

Prolungamento Viale

AUTO E RICAMBI AUTO

BIONDILLO Biondillo Clemente e Petriccione Luigi s.n.c.

di

Via Ponti Rossi, tel. 0823. 806372 SAN FELICE A CANCELLO


Aprile 2013

Valle di Suèssola

Calcio - Termina l’Eccellenza: San Marco terzo, San Felice sesto - In Seconda categoria l’ASD Costa stacca la Virtus Talanico, ma ha una gara in più Clemente Ferrara Si è concluso il campionato regionale di promozione girone A con le galoppata solitaria del duo Quarto-Frattese. La classifica, alla vigilia dell’ultima giornata, vedeva Frattese e Quarto appaiate al vertice con 68 punti. A 52 c’era il San Marco, a 51 il

Casagiove, a 45 il Monte di Procida, a 42 il Sant’Arpino, a 41 il Real San Felice, e poi tutte le altre. L’ultima giornata ha visto due vittorie delle nostre rappresentanti: il San Marco ha sconfitto fra le mura amiche il San Pio Mondragone per 2-0, il Real San Felice ha vinto fuori casa con il Monte di Procida per 2-1. A seguito di questi risultati i

Amici miei, tutti insieme per una sola passione: l’indoor cycling

stata fortemente voluta dall’istruttore Francesco Iadaresta, che ha voluto raggruppare in una maratona di indoor cycling,

Il Codacons denuncia filiera della iperproduttività iperpresenzialista proprio grazie a un utilizzo mirato delle soluzioni a nostra disposizione. Dobbiamo scendere dall’astronave della tecnologia e mettere i piedi sulla terra, ascoltarne le vibrazioni, sentire il suo lamento, godere dei suoi frutti che saprà restituirci generosamente. Quando ricorderemo di essere noi la tecnologia più perfetta che sia mai stata realizzata torneremo a guardare alle prospettive sociali come a interessanti opportunità per ricreare quelle condizioni che le grandissime civiltà del passato Quali sono le dimensioni di questa trappola? La società occidentale per secoli ha fatto fatica a crescere, perché si protelefax: 0823 755516

nove punti. Il San Marco ha perso la possibilità di disputare gli spareggi nella penultima di campionato quando è stato sconfitto fuori casa dal Quarto per 3-1. Ora un piccolo resoconto finale. Il San Marco ha ottenuto 17 vittorie, 4 pareggi, 9 sconfitte; ha realizzato 47 reti, ne ha subito 36. Il Real San Felice ha ottenuto 12 vittorie, 8 pareggi, 10 sconfitte; ha realizzato 36 reti, ne ha subito 43.

edizione de I carismatici. O.P.

duceva molto ma non si consumava abbastanza. Solo dopo la seconda guerra mondiale si è trovata la soluzione: la società dei consumi, la crescita infinita per l’eternità. Che poggia su tre pilastri: la pubblicità, il credito, l’obsolescenza programmata. La pubblicità crea il desiderio di consumare, rende perennemente insoddisfatti di ciò che abbiamo: porta l’infelicità perché dobbiamo essere infelici in modo da desiderare sempre qualcosa da comprare. Ma per farlo servono sempre più soldi e ci indebitiamo. Ed ecco che il credito fornisce i mezzi per consumare. Infine c’è l’obsolescenza ricercata, programmata: siamo costretti a consumare, perché i nostri oggetti si rompono molto più di prima e riparare costa più che comprare

oggetti nuovi, i quali costano poco perché sono prodotti con lavoro pagato niente. E si apre il capitolo dello smaltimento dei rifiuti che porta a un altro, quello del riciclo…Ogni giorno si gettano oggetti che contengono materie preziosissime. Si pensi ai cellulari, contengono il coltan, un minerale che si trova in Congo. Le multinazionali si fanno la guerra attraverso le tribù africane per contenderselo. Possiamo dire che i nostri cellulari sono bagnati col sangue africano che, a quanto pare, non conta nulla. Possiamo dire che viviamo in un sistema che è una forma di totalitarismo soft, dolce, del quale siamo complici. Tutto questo porta alla scomparsa della specie umana . Fino a qualche decennio fa un

vestito veniva indossato in media 80 volte prima di essere dismesso, oggi la media si aggira sui 30 utilizzi. Il criterio di spesa per l’abbigliamento si è modificato: invece di investire in pochi capi costosi, la maggior parte delle persone oggi preferisce avere molti vestiti di minor prezzo. Ovviamente questo ricambio rapidissimo ha fatto lievitare l’impatto ambientale del settore: per fare tanti vestiti in fretta servono macchine e lavoratori che le facciano funzionare anche di notte. E le persone sono cambiate anch’esse, adeguandosi. Il vero segno distintivo dei nostri tempi non è, come si potrebbe credere, internet o il telefonino, ma il degrado dei rapporti umani, la perdita di Umanità. Tutto e tutti tendono a

diventare cose, merci da coprare, vendere, scambiare. Si è quel che si ha. Le relazioni si riducono a favori da ricevere, promettere e scambiare. Tutto e tutti hanno il cartellino del prezzo. Ogni cosa ha un suo valore: conoscenze, amicizie, informazioni, affetti. Ecco a cosa ci ha portati, gradualmente e senza accorgercene, il consumismo: persone come oggetti e oggetti come persone. Cani accuditi e viziati come figli, figli trascurati e abbandonati come cani. Un mondo in cui la gentilezza è scambiata per debolezza, la sensibilità per ingenuità, l’educazione per formalismo, l’intelligenza per pedanteria, la serietà per pesantezza. Un mondo in cui si rivendica con orgoglio e si esibisce sfacciatamente in pubblico ciò di cui ci si dovrebbe

dott. Giovanni GUIDA

chiuso il martedi

Diete personalizzate Iscritto Consulenze per migliorare le tue abitudini alimentari Ordine Aggiornamento settimanale Nazionale Supporto motivazionale Biologi Metodo impendenziometrico n. 056285

Via Appia antica, 306, palazzo Migliori - S. MARIA A VICO tel. 0823. 758347 - cell. 328. 1787721

Luigi Eduardo

CONDIZIONAMENTO

vergognare privatamente, mentre si umilia e insolentisce quello che andrebbe ammirato e portato ad esempio. La ragione è semplice: lo standard di condotta, di intelligenza, di capacità, di moralità, va livellato verso il basso in modo che tutti si sentano partecipi di un’unica grande famiglia. La persona troppo intelligente deve essere pesante, perché il consumismo vuole una massa stupida. La persona sobria deve essere percepito come manchevole e insufficiente, perché il consumismo deve alimentare il consumo. La persona seria “eve essere uno disturbato, perché la superficialità, la leggerezza, la frivolezza sono il motore del consumo.

Albero Mafalda, Bruno Catia, Caiazzo Emily, Ferraro

La partenza della pedalata ecologica in Memorial di Alfonso Di Vico verrà data alle 16,15 di domenica 5 maggio dal piazzale antistante la villetta comunale intitolata a Padre Pio, in Via Nicola Lettieri. Tutto ciò sarà preceduto da un’orazione del parroco don Domenico Papa per ricordare Alfonso Di Vico e dalla benedizione dei partecipanti alla pedalata. Le iscrizioni sono gratuite. A ogni partecipante sarà offerta una maglietta ed un cappellino, un sacchetto ristoro con merendina, acqua, succhi di frutta. I bambini potranno partecipare solo se accompagnati dai genitori e, possibilmente, muniti di caschetto protettivo. Percorso: Villa comunale, Via

-

IMPIANTI TERMOIDRAULICI

P. Umberto, Via Borsi, Via Zampani, Via Forchia, Via Piscitelli, Via Zampani, Via Borsi, a dx per Cervino,Via monsignor Pascarella, Via Toniolo, Comune di Cervino, Via Vittoria, Via Ponte Grotta, Via P. Umberto fino in piazza Vanvitelli ove terminerà la pedalata. Premiazione Verrà premiata la bicicletta più fantasiosa; premio al partercipante più anziano, al più giovane, sia per i maschi che per le femmine. Ai ragazzi ed ai bimbi gadjet in quantità. In piazza Vanvitelli ci sarà: una mostra di bici da collezione in miniatura; una esibizione di giocolieri in monociclo, pagliacci ed altre sorprese. A tutti l’invito a partecipare. O.P.

Hanno riempito la sala gli allievi: Basilicata Carlo, Piscitelli Giovanni, Della Morte Michela, Piscitelli Vincenzo, Castorio Giuseppe, Verdicchio Paolo, Nuzzo Gennaro, De Lucia Carmine, Papa Vincenzo, Carla Schettino, Cardino Alessandro e Giulio, Formicova Ira,

BIOLOGO - NUTRIZIONISTA

Via Calzaretti, 20 S. MARIA A VICO 0823. 804178 - 347. 4577875

tre le formazioni. Il verdetto finale si avrà fra il 4 e 5 maggio. Sabato 4 maggio il San Marco giocherà in casa contro la Valtelesia ottavo in classifica; il Verditalia giocherà fuori casa contro il Ceram Styling Store quarto in classifica; l’Atellana giocherà in casa contro il Casalnuovo nono in classifica, domenica 5 maggio. O.P.

federazioni diverse della stessa disciplina con un solo obiettivo: trascorrere tre ore insieme pedalando liberamente, in uno stato di pura amicizia, divertimento e sport, perché in questo mondo così ... che piace sempre meno, ci vorrebbe ancora più amore e ancora più amicizia. All’evento hanno partecipato: Polisportiva Fiorinelli di Maddaloni, 3F Wellness Capua, Novella Gym Salerno,Yumnasia San Nicola la Strada, Aris S. Maria a Vico. Istruttori: Francesco Iadaresta, Rosario Orsacchiotto, Francesco D’Amato, Grazia Cardone, Katia Stellato.

Uffici: Via Fontanavecchia,15-ARIENZO Stabilimento:Via Appia km 231+780 - ARIENZO

FLORESE

Bisogna attendere domenica 5 maggio per conoscere il destino del San Marco Cancello. Gli atleti del presidente Fabrizio Di Nuzzo sono penultimi in classifica con 10 punti. Davanti a loro c’è il Verditalia con 11, dietro l’Atellana con 9. Nell’ultima di campionato del mese di aprile hanno perso tutte e

Giovanna, Barletta Flavia, Crisci M. Rosaria, Fabri Gianfilippo, Ventriglia Pina, Signore Anna, De Simone Eva, Franca, Verrillo Stefania, Di Lillo Andrea, Soulas Stefania, D’Amico Lia, Cupolo Vera, Di Sessa Annakatia, Pales Fabrizio, Petrone Tonino, Vernieri Vincenzo, Bottone Mario, Turi Antonio. L’organizzatore Francesco Iadaresta ringrazia tutti i partecipanti e dà appuntamento al prossimo 9 giugno 2013 per la VIII

Produzione UOVA E MANGIMI

cell. 340 7981444

Pizza Food Rosticceria Via Appia Antica, 531 S. MARIA A VICO Piccole soste indimenticabili

formazioni si incontreranno per la partita di ritorno, che si dovrà giocare in casa dell’ASD Costa, ci sarà una schiarita definitiva. All’andata la gara, disputata a San Felice a Cancello, terminò con un nulla di fatto. La terza classificata, il Moiano, è lontanissima e non desta preoccupazione.

San Marco Cancello: ancora un barlume di speranza San Marco Trotti

Si è svolto sabato 20 aprile, presso la palestra Aris di Alessandro Iadaresta in Santa Maria a Vico, Amici miei, togheter for a single passion: indoor cycling (tutti insieme per una sola passione: l’indoor cycling). La manifestazione è

In seconda categoria l’ASD Costa sconfigge per 4-2 il Melizzano ed allunga in classifica approfittando del mezzo passo falso casalingo del Talanico ad opera del Moiano, 0-0, ma i castellani devono disputare una gara in più. Molto probabilmente fra pochi giorni, quando le due

Pallavolo maschile Serie C

Sanmarchesi rafforzano la terza posizione in classifica anche per il concomitante pareggio, 1-1, del Casagiove a Sessa Aurunca; i Sanfeliciani scavalcano il Sant’Arpino a 42 e si portano a 44 ad una sola lunghezza dal quinto posto. Gli spareggi per la promozione in Eccellenza non si possono disputare perché il distacco fra la seconda in classifica, la Frattese, e la terza, il San Marco, supera i

Real San Felice

7

dott. Beniamino Bruno Laureato in fisioterapia Laureato in scienze motorie

Federazione Italiana Fisioterapisti

Fisioterapia Posturologia Massaggi

CASERTA

ARIENZO

Via G.M. Bosco, 146

Vico V Terra Murata

Info: 339. 2476524 - www.fisioterapiabruno.it


8

Aprile 2013

Valle di Suèssola

Affinita Giuseppe di

Ortofrutta ROSA BISCARDI

Via Nazionale Appia, 316 B

S. MARIA A VICO

Preventivi gratuiti A MADDALONI, Via Forche Caudine, 76, presso Liceo Pedagogico

Cl De assi sig c ne

Cl De assi sig c ne

Falegnameria di Antonio Piscitelli e C.

L’arredo del tuo ambiente

Negozio - Ufficio - Studio - Sacro - Infissi - Porte Via Circumvallazione, 49 - tel. e fax. 0823. 1656064 - cell. 328. 8063920

SAN FELICE A CANCELLO

COLOUR is ... emotion

Via Ferdinando I d’Aragona, 20 S. MARIA A VICO - 0823.1682016


Aprile 2013