Issuu on Google+

Notify: spirito sartoriale e moderna visione dell’arte Chi credeva che il dialogo tra arte e moda avesse ormai intrapreso la strada del “tutto già fatto e tutto già visto”, dovrà fortunatamente ricredersi alla prossima edizione di Pitti Immagine Uomo 77 a Firenze. Infatti Notify, noto brand francese specializzato in denim d’alta gamma, nato nel 2003 dalla creatività di Maurice Ohayon, fondatore e direttore artistico, ancora una volta ribadisce le relazioni che intercorrono tra moda, arte, cultura e architettura, presentando un progetto al limite del visionario: “Notify: the Modern Vision of Sartorial Spirit”, interpretato da Ron Arad, ideatore e realizzatore dell’evento. Nella cornice della Limonaia e nel Giardino di Villa Vittoria a Firenze, così, Ron Arad mette in scena l’universo sartoriale del brand francese, esprimendo, attraverso un abile esercizio di stile, il suo sguardo sul marchio. Un incontro creativo che svela l’originalità di Notify e la sua esperienza attraverso un viaggio di iniziazione che coinvolge vista e udito. L’evento che fa discutere è sicuramente la sapiente vestizione della statua di Sauro Cavallini, Monumento alla Pace (1976), accompagnata dalla proiezione di un’esperienza cinematografica unica e originale su di uno schermo gigante di oltre 30 metri di lunghezza, animato da immagini fisse e proiettate, unificate da una speciale e avvolgente combinazione di suoni. I visitatori saranno accompagnati nella comprensione della natura stessa del genio artistico Notify: la cura dei particolari e della precisione, l’eccezionalità e la qualità dei materiali, l’intervento manuale e l’abilità artigianale; potranno inoltre capire i motivi che hanno portato il brand ad essere sinonimo di lusso ed eccellenza. L’opera, testimonianza delle competenze del marchio, è un invito a preservare e tramandare le tradizioni artigianali, minacciate da un’industria di massa decentralizzata che potrebbe far perdere le caratteristiche peculiari che hanno reso l’industria tessile, soprattutto italiana, leader nel mondo. La scelta della vestizione della scultura si inserisce perfettamente all’interno dello spirito tradizionale manifatturiero del marchio. La stessa cura sartoriale che il brand restituisce ad ogni suo capo in denim è stata così riservata concettualmente anche a questo progetto, sul quale viene trasferita la stessa perizia stilistica e l’innovazione glamour che gli appartengono. Un concetto che in precedenza è stato punto di forza di altre collaborazioni tra Maurice Ohayon e Ron Arad, riassunte nel volume “Cahier de Conversations”, pubblicato in occasione della prima monografica “Ron Arad: no discipline” (in mostra fino all’ottobre scorso al Museum of Modern Art di New York e, in precedenza, al Centre Pompidour nella capitale francese), nel quale Arad spiega il loro scambio creativo: “Per noi è indispensabile lavorare su progetti innovativi. Anche se questa


volta operiamo nell’industria della moda, non ci è sufficiente intervenire solo sullo stile e lanciare un altro trend dominante. Progettare per noi significa ideare qualcosa che prima non esisteva.”. Una linea di pensiero condivisa da Maurice Ohayon che, sempre nello stesso volume, così definisce la loro relazione: “Con Ron, è un viaggio. Quando mi capita di incontrare persone brillanti e incredibili, voglio essere alleato con loro. Voglio essere una parte del progetto.” Una liaison tra Notify e Ron Arad consolidata nel tempo e culminata nella progettazione del Revolutionary Atelier di Notify a Milano, che verrà ultimato e inaugurato nel 2010. Una superficie di oltre 1000 metri quadrati, in un vecchio laboratorio industriale. Uno spazio luminoso e modulabile nel cuore del quale si sviluppa una struttura alta oltre 20 metri e pesante 45 tonnellate, composta da una maglia d’acciaio lucido che, intrecciandosi, attraverserà tutto l’edificio. Un luogo del quale Arad ha voluto rispettare e mantenere l’etica e l’architettura del periodo, inserendo però un segno del tempo attuale nell’ottica del marchio Notify. Un vero e proprio laboratorio aperto al pubblico sui metodi di confezionamento del denim e un centro per ordinare jeans su misura, con finiture e lavaggi personalizzati. La ricerca nel fitting e nei tessuti trattati con tecniche innovative, insieme alla grande attenzione per i finissaggi, rendono oggi Notify uno dei brand di jeanseria più glamour e cool. L’intensa collaborazione tra Maurice Ohayon e Ron Arad, finalizzata alla creazione di quest’opera eccezionale, si introduce a pieno titolo in una consolidata partnership tra arte e moda, che rende interdisciplinare una manifestazione internazionale quale il Pitti Immagine Uomo.


Notify