Issuu on Google+

DAL MOSTO AL VINO: A NOVEMBRE L’ITALIA DÀ IL BENVENUTO AL NOVELLO Dalla vinificazione alla raccolta, alle sacre che lo omaggiano: la storia del primissimo vino della vendemmia appena raccolta Tra la fine di ottobre e i primi di novembre tutta l’Italia gli rende omaggio, da Nord a Sud, sagre e feste hanno un comune denominatore: il vino novello. Una delle prime bontà di Bacco, questo vino rosso dal colore intenso e dai forti aromi è il primo vino della vendemmia appena trascorsa e compare sulle nostre tavole nei primi giorni di novembre. Nella nostra penisola la produzione del novello spazia su quasi tutto il territorio nazionale, isole comprese e viene utilizzato qualsiasi tipo di uva (in preferenza rossa); tuttavia si privilegiano l’Aglianico, il Cannonau, il Barbera, il Merlot, il Nero d’Avola, il Corvina, il Refosco, il Cabernet il Sauvignon e il Sangiovese. La sua caratteristica principale è il processo di vinificazione, denominato "macerazione carbonica" dell’uva intera. La legge impone infatti di utilizzare almeno il 30% di vino ottenuto con questa tecnica. Si tratta di uno preciso procedimento, che prevede la sistemazione in opportuni contenitori di acciaio di interi grappoli d'uva appena raccolta, l’aggiunta artificiale di anidride carbonica e l’elevazione del tutto ad una temperatura superiore ai 35°. I grappoli sono lasciati ad autofermentare per un periodo che varia dai 5 ai 20 giorni, durante il quale gli zuccheri si trasformano in alcool, incitando la produzione di glicerolo. Successivamente l’uva viene pigiata e sottoposta a tradizionale fermentazione che dura circa 5-6 giorni. Il vino deve avere almeno 11° alcolici. Trasformato da mosto a


vino, il novello viene quindi travasato e immesso nel mercato. Proprio per il suo contenuto alcolico e polifenolico, questo vino deve essere bevuto giovane, la sua sensibilità alla maturazione e la freschezza degli aromi tendono infatti ad esaurirsi nell'arco di un anno appena. È bene quindi non invecchiarlo troppo tempo e consumarlo preferibilmente entro i primi 6-12 mesi di vita. Per tale motivo il termine ultimo per l’imbottigliamento è il 31 dicembre dell’annata di produzione delle uve. Esistono poi i novelli miscelati con altro vino al momento dell’imbottigliamento che sono i più longevi e possono essere consumati fino ad agosto, mentre per i novelli 100% si suggerisce un consumo in tempi brevi. Oggi protetto e promosso dall'Istituto Vino Novello Italiano costituito nel 2000, il novello, rispetto al suo antenato francese, il Beaujolais ha una maggiore profusione di acido carbonico, un colore rosso brillante, dinamico e invitante e una morbidezza vellutata che ben si rileva al palato, grazie a qualche traccia zuccherina. L’altra caratteristica di questo vino è che, sempre secondo una precisa legge, può essere messo in commercio solo dopo la mezzanotte del 6 novembre dello stesso anno della vendemmia. E’ anche previsto che solo nell’ambito di alcune manifestazioni si possano degustare i novelli a partire dal 5 novembre: è il déblocage della mezzanotte, che rende ancor più esaltante l’attesa per la sua “uscita”. Ed infatti a partire dalla prima settimana di novembre in tutta Italia, vengono organizzati eventi e manifestazioni interamente dedicate al vino novello. In alcuni casi le feste si svolgono nell'arco di una sola giornata o di una sola serata, in altri casi invece si organizzano veri e propri percorsi enogastronomici affinché oltre alle bontà locali si possano anche apprezzare le bellezze di alcuni luoghi.


Tra le occasioni da non perdere si segnala, per la portata nazionale, “San Martino in Cantina: il vino novello incontra i prodotti tipici”. Da sempre la ricorrenza religiosa di San Martino è annoverata nel calendario enologico come una tappa fondamentale del ciclo produttivo: i contadini, infatti, sono soliti dire che “a San Martino ogni mosto diventa vino”. Ed è proprio per celebrare la nascita del vino novello, quello ottenuto dalla recente vendemmia, che, la seconda domenica di novembre, molte cantine di tutta Italia si aprono agli enoturisti per una degustazione speciale dei vini e dei prodotti di stagione.

Di seguito scopri alcuni degli eventi dedicati al vino Novello: IN TUTTA ITALIA CANTINE APERTE PER SAN MARTINO Dal 12 al 13 novembre 2011 Il vino Novello incontra i prodotti tipici delle regioni del Belpaese

Come ogni anno anche nel 2011 si festeggia “San Martino in Cantina”, l’evento enogastronomico promosso dal Movimento Turismo del Vino che si svolge a ridosso della ricorrenza di San Martino, il 13 novembre. Una manifestazione che prevede l’apertura in quasi tutte le regioni


italiane di circa 200 cantine per poter condividere con gli amanti del vino la gioia per il Novello da degustare con in numerosi prodotti tipici locali. Informazioni utili www.turismodelvino.it Dove: Tutta Italia

A ORSAGO, "NOVELLO IN PIAZZA"

29, 30, 31 ottobre e 5, 6 novembre 2011 Una manifestazione enogastronomica per far conoscere tradizioni e prodotti della terra veneta Si tiene giorni 29, 30, 31 ottobre e 5, 6 novembre 2011 la 13a edizione della manifestazione enogastronomica dedicata a far conoscere le tradizioni e i prodotti della terra veneta “Novello in piazza�. Dedicata in primis al vino Novello, l’evento prevede anche una mostra di artigianato, spettacoli di intrattenimento per adulti e bambini. Tanta musica e teatro e la riproposizione della pigiatura come avveniva un tempo. Girando per gli stand allestiti nella piazza, si potranno assaggiare gli spiedi giganti e degustare il vino Novello. Informazioni utili proloco.orsago@gmail.com Dove: Orsago, Vicenza


A VIGNANELLO “FESTA DEL VINO E DELL'OLIO NOVELLO” Dal 4 al 6 e dal 12 al 13 novembre 2011 Nella Tuscia medioevale tra rievocazioni storiche e ricche degustazioni La festa del Vino e dell’Olio novello è un evento per apprezzare l’enogastronomia della Tuscia, ma anche per assistere a interessanti rievocazioni storiche. Dal 4 al 6 e dal 12 al 13 novembre il Paese di Vignanello accoglie i turisti in un atmosfera medioevale e li coccola con musica, e spettacoli, tra commedianti, giocolieri, mangiafuoco e le degustazioni dei prodotti tipici, dal vino all’olio novello, dalle caldarroste al vin brulè. Informazioni Utili http://www.prolocovignanello.org Dove: Vignanello, Viterbo

A DOZZA, “VIGNAIOLI IN ENOTECA E BANCHI DI ASSAGGIO” Dal 22 ottobre al 18 dicembre 2011 Fine settimana di degustazioni Regionale dell’Emilia Romagna Dal 22 ottobre al 18 dicembre 2011 l’Enoteca regionale vi offre uno

nell’

Enoteca


spunto per trascorrere i fine settimana assaggiando i prodotti regionali e scoprendo insieme a vignaioli e sommelier le note distintive del territorio dell’Emilia Romagna. Ogni sabato sarete accolti dai vari produttori che oltre a farvi assaggiare i vini vi racconteranno la loro storia. Le domeniche invece sarà la volta delle degustazioni e paragoni tra annate, terroir o metodi di vinificazione. Informazioni Utili www.enotecaemiliaromagna.it Dove: Enoteca Regionale Emilia Romagna , Piazza Rocca Sforzesca, Dozza (BO)

IN LOMBARDIA, "TRENO A VAPORE DEL VINO NOVELLO" 6 novembre 2011 Gita a Clusane, per scoprire la Lombardia fuoriporta

Nell’ambito delle proposte dei “Treni dei sapori”, si segnala Domenica 6 novembre la gita alla volta della Franciacorta. In viaggio a bordo di un convoglio storico costruito negli anni '20 che parte dalla stazione di Milano Lambrate per scoprire la Lombardia fuoriporta tra natura, arte e feste enogastronomiche. In treno fino alla cittadina lacustre di Iseo e da qui i battello fino a Clusane, per il pranzo a base di prodotti tipici e vino novello.


Informazioni utili www.ferrovieturistiche.it Dove: Presso Lambrate FS (partenza e arrivo) Piazza Enrico Bottini, Milano

PIEMONTE, NOVELLO

BARDOLINO,

LA

FESTA

DEL

Dal 5 al 6 novembre 2011 In Piazza del Porto per celebrare il primo vino della vendemmia Il Bardolino Novello è stato il primo vino novello italiano ad ottenere nel 1987 la certificazione doc. E da quel giorno nella prima settimana di novembre viene festeggiato in Piazza del Porto. Anche quest’anno quindi il 5 e 6 novembre la cittadina piemontese rende omaggio a questo vino attraverso i canti degli Alpini e diversi stand enogastronomici.

Informazioni utili www.bardolinotop.it Dove: Bardolino (VR)


PUGLIA, LEVERANO, PER IL NOVELLO

TRE GIORNI DI FESTA

Dal 4 al 6 novembre 2011E’ giunto alla XIV Edizione l’appuntamento con i prodotti salentini, in primis il vino novello Il 4-5-6 Novembre si rinnova a Leverano, in provincia di Lecce, l'appuntamento "Novello in Festa", giunto alla sua XIV edizione. Per questa occasione, come accade tutti gli anni il centro storico della città si trasformerà in un grande stand enogastronomico; infatti in ogni via saranno allestiti chioschi in cui si potranno degustare i prodotti tipici della tradizione salentina. Un evento che ha come protagonista assoluto il vino novello prodotto a Leverano durante la vendemmia 2011 e che tutti avranno la possibilità di assaggiare. Informazioni utili www.novelloinfesta.it Dove: Leveranno (Le)


Speciale Vino novello