Page 1

Settembre/Ottobre 2010

IN QUESTO NUMERO Dal territorio In biblioteca

• • • •

Convegni & ...

• • •

MOBILITA’: TEMA DELLA SETTIMANA UNESCO 2010 LA SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITA’ E LA NUOVA GUIDA DI ERMES AMBIENTE SULLE ALTERNATIVE ALL’AUTO RICICLO TVB ECOMONDO 2010 SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI CONTINUA IL CENSIMENTO DEI PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE FESTIVAL DELLA BIODIVERSITA’

Gentili Lettori, con questo numero riprende il consueto appuntamento bimestrale dedicato alla sostenibilità ambientale, curato dal Laboratorio Territoriale Ambientale della Provincia di Rovigo. Il supplemento di questo numero tratta della mobilità sostenibile, tema scelto per la Settimana 2010 di Educazione allo sviluppo sostenibile coordinata dall’Unesco. Buona lettura.

MOBILITA’: TEMA DELLA SETTIMANA UNESCO 2010 Torna dall'8 al 14 novembre 2010 la Settimana Unesco di Educazione allo sviluppo sostenibile (nell'ambito del DESS-Decennio dell'educazione allo sviluppo sostenibile 2005-2014). Tema di quest'anno, la mobilità in rapporto ad ambiente, salute e qualità della vita, con l’obiettivo di capire quale contributo concreto possa arrivare da trasporti pubblici, strumenti di pianificazione urbana, ricerca nel settore auto, modelli di consumi e forme di gestione dei flussi turistici. L'edizione 2010 arriva dopo quella dedicata ad energia (2006), cambiamenti climatici (2007), riduzione e riciclaggio dei rifiuti (2008), città e cittadinanza (2009). Sotto la regia della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, istituzioni, scuole, associazioni e università contribuiranno, con le proprie attività, a diffondere competenze, sensibilità, conoscenze e capacità necessarie a costruire nuovi modi di interpretare e vivere gli spazi collettivi, che riescano a connettere le esigenze di spostamento e di fruizione delle società contemporanee, senza compromettere la vivibilità, la salute e le risorse vitali per l’umanità. Alcuni temi? Inquinamento e pianificazione urbana, cambiamenti climatici e veicoli ecologici, mobilità sostenibile e democrazia partecipata, sicurezza e consumi sostenibili. Per conoscere gli appuntamenti: http://www.unescodess.it

Ambiente Notizie

Settembre/Ottobre 2010


Ambiente Notizie

pag.2

Dal territorio

La Bontà del posto Rispetta la natura, consuma i prodotti di stagione Con l’avvio del nuovo Anno Scolastico ritorna la proposta educativa del Consorzio dei Comuni per lo Smaltimento Rifiuti della Provincia di Rovigo insieme a Confagricoltura Rovigo-Associazione Bambini in Fattoria, in collaborazione con il Laboratorio La.Terr.A.. Il progetto La Bontà del posto è destinato ad alunni delle classi IV di quindici scuole primarie della Provincia di Rovigo e la partecipazione è gratuita. Gli operatori delle Aziende Agricole dell’Associazione Bambini in Fattoria illustreranno l’importanza del consumo di frutta e verdura di stagione, del suo acquisto direttamente dai produttori o nei mercati locali, anche per far scoprire il territorio attraverso i propri sapori, puntando su unicità e freschezza. Verranno inoltre spiegate le fasi di coltivazione e trasformazione dei prodotti, e l’utilizzo in agricoltura del compost. L’importanza di educare al rispetto ed alla tutela dell’ambiente, attraverso la diffusione di corrette informazioni, come, ad esempio, insegnare a ridurre la produzione dei rifiuti, anche con il consumo di prodotti locali e stagionali, è l’obiettivo del progetto. Privilegiare prodotti acquistati direttamente dal produttore, a “Km Zero”, che richiedono un minor consumo di energia e di imballi nelle fasi di movimentazione, conservazione e trasporto, rappresenta infatti una importante scelta sostenibile che ognuno di noi può mettere in atto. Per maggiori informazioni: Dr.ssa Finotello Maria Rita - Consorzio Smaltimento RSU Rovigo Tel 0425/423877 Per scaricare i materiali: http://infeaveneto.labrovigo.it

Summer School dell’Osservatorio del Delta del Po Si sono svolte presso il Comune di Porto Tolle, dal 27 al 10 ottobre, le attività della Summer School dell'Osservatorio del Delta del Po, attività correlata alla ricerca sul territorio ed avviata nel 2008 dall'Università IUAV di Venezia e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, con la costituzione di un Osservatorio temporaneo che aveva la finalità di approfondire ed incrementare la conoscenza che la società locale ha del proprio territorio, elaborando idee progettuali per la costruzione di nuovi scenari di sviluppo locale, anche grazie alla collaborazione dei presidi scolastici qui presenti. La Summer School, con le attività realizzate (laboratori di conoscenza del territorio, seminari di studio per la comparazione con situazioni analoghe a livello nazionale ed europeo, laboratori progettuali per ipotizzare possibili scenari di sviluppo sostenibile), è stata l’ occasione per coinvolgere gli attori locali: istituzioni, studiosi, operatori economici e associazioni ma ha anche visto la collaborazione fattiva di alcuni istituti scolastici, insieme ai quali sono stati attivati processi di rinnovamento culturale, sociale, economico. Per maggiori informazioni: http://www.osservatoriodeltadelpo.com/web/ - info@osservatoriodeltadelpo.com

SESTA SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITA’ E NUOVA GUIDA DI ERMES AMBIENTE SULLE ALTERNATIVE ALL’AUTO Dal 16 al 22 settembre si è svolta la Mobility Week - Settimana Europea della Mobilità, campagna europea promossa ogni anno dai network di città EUROCITIES, ENERGIECITIES e CLIMATE ALLIANCE, con il supporto della Commissione Europea. All’insegna dello slogan "Travel smarter, live Better" (Viaggia in modo più intelligente, vivi meglio), tantissimi appuntamenti di sensibilizzazione si sono rinnovati, rivolti ad amministrazioni e cittadini, sul tema della mobilità sostenibile e dei trasporti urbani, focalizzando in particolare sula connessione tra “salute e mobilità”. Per l’occasione la Regione Emilia-Romagna arricchisce la sezione Guide del portale di Ermes Ambiente con la pubblicazione di un libretto di istruzioni per chi vuole “sterzare” verso sistemi di mobilità più leggera: un utile vademecum per chi vuole provare alternative più “ verdi” all’auto privata, in particolare orientandosi verso biciclette a pedalata assistita, scooter elettrici, bike o car sharing. http://www.ermesambiente.it/wcm/ermesaambiente/pagine/guide.htm http://www.mobilityweek.eu

Ambiente Notizie

Settembre/Ottobre 2010


Ambiente Notizie

pag.3

RICICLO TVB Far comprendere l’importanza del riciclo, in particolare quello dei rifiuti da imballaggio, è l’obiettivo di “Riciclo TVB”: il nuovo Progetto Scuola sul web di CONAIConsorzio Nazionale Imballaggi. Rivolto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di primo grado, “Riciclo TVB” propone attività didattiche mirate a sviluppare nei più giovani il senso di responsabilità verso l’ambiente affinché diventino adulti responsabili. Il progetto formativo “Riciclo TVB” fa proprie metodologie didattiche interattive e innovative che, attraverso l’utilizzo di mappe concettuali, schede operative e percorsi didattici sui processi di riciclo dei materiali di imballaggio, possono essere di supporto agli insegnanti per: • far acquisire conoscenze in materia di rifiuti, in particolare su recupero e riciclo di quelli da imballaggio; • sviluppare la consapevolezza della tutela ambientale; • promuovere la cultura della sostenibilità. Comprendere cosa sia un rifiuto di imballaggio, essere consapevoli dei rifiuti che popolano la nostra vita quotidiana e quanto le nostre azioni possono influenzarne la gestione, oltre a scoprire che ciò che gettiamo in realtà è una grande risorsa da valorizzare: il progetto offre ai docenti strumenti e proposte didattiche per trattare questi temi in classe. Si va dalla creazione di una “carta d’identità” dell’imballaggio all’analisi della quantità e qualità degli imballaggi utilizzati in famiglia, fino all’elaborazione di un questionario sul comportamento dei cittadini nei confronti della raccolta differenziata. Al progetto, inoltre, si affianca il concorso a premi “Progetta la Ricicliera” aperto a tutte le classi che parteciperanno al percorso formativo in aula: gli studenti dovranno ideare uno o più contenitori per la raccolta differenziata realizzati con materiali di recupero. La classe che realizzerà il miglior progetto vincerà un viaggio al Parco Nazionale del Circeo. http://www.riciclotvb.it

ECOMONDO 2010 Dal 3 al 6 novembre 2010 presso RiminiFiera si svolgerà la 14° edizione di Ecomondo-Fiera Internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile. Ecomondo è la vetrina per eccellenza delle tecnologie verdi e dei nuovi stili di vita, un luogo di incontro tra industria dell'ambiente e della sostenibilità e stakeholders istituzionali, associazioni di categoria, ONG, mondo della produzione. Nuclei tematici dell'edizione 2010 sono: innovazione nella progettazione e gestione dei servizi e delle infrastrutture ambientali; soluzioni ecosostenibili ed efficienza energetica come chiave di risparmio; produzione e acquisto sostenibile; tecnologie orientate alla crescita sostenibile; città come volàno di cambiamento e risposta ai cambiamenti climatici; etica e responsabilità delle imprese e dei consumatori; rilancio dell'occupazione in chiave "green"; società del riciclaggio. http://www.ecomondo.com

Convegni & ... 21, 22 e 23 ottobre 2010: Bologna, 4° Congresso nazionale Geologia e Turismo 3/6 novembre 2010: Rimini, Key Energy 2010 - 4^ Fiera internazionale per l'energia e la mobilità sostenibili 11/13 novembre 2010: Padova, ExpoScuola - Educazione, Formazione, Lavoro 8/14 novembre 2010: su territorio nazionale, Settimana Unesco di educazione allo sviluppo sostenibile

Se vuoi essere sempre aggiornato su eventi di carattere ambientale consulta il box ecoeventi sul nostro sito

Ambiente Notizie

Settembre/Ottobre 2010


Ambiente Notizie

pag.4

SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI L’edizione 2010 della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Waste Week Reduction), che si terrà dal 20 al 28 novembre 2010 con il supporto del programma della Commissione Europea LIFE+, consiste in una elaborata campagna di comunicazione ambientale promossa dall’Unione Europea, che dal centro si dirama alla periferia, coinvolgendo i livelli nazionali e locali degli Stati Membri aderenti. Le azioni che potranno svolgersi durante la “Settimana” saranno ispirate a cinque tematiche principali: troppi rifiuti; produzione eco-compatibile; consumi attenti e responsabili; vita più lunga dei prodotti; meno rifiuti gettati via. La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti promuove l’accrescimento della consapevolezza sulle possibili strategie di riduzione e sulle politiche europee e nazionali in materia ambientale; pone in evidenza esempi virtuosi di riduzione di contenimento dei rifiuti; sottolinea le connessioni esistenti tra riduzione dei rifiuti, sviluppo sostenibile e lotta contro i cambiamenti climatici. http://www.menorifiuti.org

Dal territorio

La bici raccontata In novembre, quattro giovedì per parlare e leggere di avventure in bicicletta. 4/11: cicloviaggio ad Assisi di Mauro e Katia 11/11: intorno al mondo con Alan Pellegrini 18/11: in Croazia con Andrea e Denis 25/11: Sotto i cieli del Tibet, con l’autore Giovanni Zilioli Ore 21.00 - Libreria Spazio Libri di Rovigo Info: amicibicirovigo@virgilio.it

Delta d’autore. Il Delta tra immaginario e reale Un cineforum dedicato a film che parlano del territorio del Delta del Po: 21/10 Serata Documentari 4/11 La vela incantata (1982) 18/11 Barnabo delle Montagne (1994) * 2/12 La giusta distanza (2007) * Ore 21 - Sala della Musica di Porto Tolle Info: Informagiovani tel. 0426 380874 Associazione MagnaCharta: gruppomagnacharta@libero.it (* il regista sarà ospite della serata)

In biblioteca

Altreconomia: mensile su scelte e comportamenti per favorire la consapevolezza e la partecipazione agli avvenimenti locali e globali. .eco: mensile sull’educazione sostenibile. Gaia: trimestrale sulle tematiche della nonviolenza e dell’ecologia. I AM: rivista mensile con un'informazione approfondita sulle tematiche ambientali: dalla mobilità alle energie rinnovabili, dai mutamenti climatici alle "best practice" dei cittadini. Il salvagente: settimanale dei diritti, dei consumi e delle scelte L’ambiente per gli europei: periodico trimestrale della direzione generale dell'Ambiente della Commissione europea. La nuova ecologia: rivista mensile dell’associazione ambientalista Legambiente. Quale energia: rivista di Kyoto Club e Legambiente per conoscere e decidere sull’energia di oggi e di domani. Regioni&Ambiente: mensile di informazione sulla normativa per la tutela dell’ambiente e sulle attività di Regioni, ARPA, APAT, Ministero dell’Ambiente. Tera e acqua: foglio mensile, per informare sui temi di attualità ecologica. Le riviste sono consultabili presso l’emeroteca del laboratorio

La Biblioteca-Emeroteca è aperta: Lunedì dalle 14.00 alle 18.00 Martedì - Mercoledì - Giovedì - Venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Ambiente Notizie

Settembre/Ottobre 2010


Ambiente Notizie

pag.5

CONTINUA IL CENSIMENTO DEI PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE ARPAV, come centro regionale di coordinamento della rete regionale INFEA, dal 2008 promuove attraverso i Laboratori Provinciali, la rete telematica di Educazione Ambientale, per favorire la connessione fra soggetti, enti ed associazioni che sullo stesso territorio si occupano di educazione ambientale o che possono avere, tra le loro attività, momenti dedicati all’educazione alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, educazione alla cittadinanza attiva, conoscenza del territorio locale, mobilità sostenibile e sicurezza, qualità della vita. Referente per la raccolta dati nella Provincia di Rovigo è il Laboratorio Territoriale Ambientale La.Terr.A., che rinnova quindi l’invito a compilare le schede che permetteranno di raccogliere elementi fondamentali su chi si occupa di Educazione Ambientale e sulla loro progettazione. Tali dati verranno poi inseriti nel database regionale presente nel sito di ARPAV. Tutti coloro che fossero interessati a far rientrare le proprie attività in tale database sono pregati di seguire le istruzioni che si possono trovare all’indirizzo sotto riportato. http://infeaveneto.labrovigo.it/index.php/IN.F.E.A.-Veneto/Rete-EA.html

FESTIVAL REGIONALE DELLA BIODIVERSITA’ Un'iniziativa organizzata dalla Regione Veneto, nell'Anno Internazionale della Biodiversità, con la finalità di aumentare la consapevolezza sui rischi derivanti dalla perdita di flora e fauna, promuovendo sul territorio azioni positive per la loro tutela e perché la biovarietà diventi un valore da considerare all’interno dei sistemi economici e sociali. Dopo l'apertura, con un convegno, il 13 settembre all'Orto Botanico di Padova, la programmazione proseguirà fino al 6 dicembre http://www.regione.veneto.it/Ambiente+e+Territorio/Territorio/Festival+Biodiversit%C3%A0.htm

Laboratorio Territoriale Ambientale La.Terr.A - Provincia di Rovigo Viale della Pace, 5 (4°piano) 45100 Rovigo

Tel. 0425-386842 Cell. 374.4668659 Fax 0425-386800

E-mail laterra@agenda21polesine.it Web http://infeaveneto.labrovigo.it

Il Laboratorio Territoriale Ambientale La.Terr.A. è il punto di informazione ed educazione alla società sostenibile della Provincia di Rovigo. Il laboratorio è un centro di risorse e di iniziative educative, con funzioni di stimolo, sensibilizzazione, formazione, informazione, raccolta dati orientati ai temi dello sviluppo sostenibile. La.Terr.A. è anche nodo IN.FE.A.: rappresenta il riferimento, a livello provinciale, della rete di Educazione Ambientale della Regione Veneto, coordinata da ARPAV, con la funzione di coordinare e comunicare iniziative realizzate, dai diversi soggetti operanti sul territorio, in ambito ambientale, ma anche di supportare nell’elaborazione di progetti e attività educative. Servizi offerti: • Biblioteca - Videoteca - Emeroteca • Centro di documentazione sull’Educazione Ambientale • Iniziative di educazione allo sviluppo sostenibile

orari di apertura al pubblico: Lun: dalle 14.00 alle 18.00 Mar - Mer - Gio - Ven: dalle 9.00 alle 13.00

Ambiente Notizie

Settembre/Ottobre 2010


Supplemento Settembre/Ottobre 2010

MOBILITA’ SOSTENIBILE La mobilità sostenibile è un sistema di mobilità urbana in grado di conciliare il diritto alla mobilità con l'esigenza di ridurre le emissioni di gas serra, lo smog, l'inquinamento acustico, la congestione del traffico urbano. In Italia la mobilità sostenibile è stata introdotta con il Decreto Interministeriale Mobilità Sostenibile nelle Aree Urbane del 27/03/1998. Per risolvere i problemi della mobilità, negli ultimi anni sono stati introdotti modelli sostenibili, ispirati al principio dell’uso efficiente del territorio e delle risorse naturali e finalizzati a garantire il rispetto e l’integrità dell’ambiente. I nuovi sistemi di mobilità si basano sulle seguenti proposte: • investire sul trasporto pubblico di merci e persone, utilizzando sistemi meno inquinanti (trasporto su rotaia, autoveicoli a metano); • incrementare sistemi di mobilità intermodale, aumentando la disponibilità di parcheggi-scambio nei quali è possibile lasciare la macchina per proseguire il tragitto mediante mezzi pubblici; • introdurre il mobility management e il piano del traffico; • introdurre servizi di car sharing, che consiste nell’uso collettivo di un parco di autoveicoli, noleggiati temporaneamente; • incentivare il car pooling o uso collettivo dei mezzi privati, da parte di soggetti che devono compiere lo stesso tragitto; • realizzare direzionali di smistamento, per migliorare l’organizzazione logistica del trasporto di merci; • mettere in sicurezza e razionalizzare l'attuale rete viaria; • realizzare interventi di riqualificazione urbana, atti a disincentivare l’utilizzo dell’automobile privata e a favorire invece la mobilità a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici; • introdurre limitazione dei movimenti e della velocità dei veicoli; • promuovere la mobilità alternativa (ciclabile e pedonale); • promuovere iniziative di educazione stradale e campagne di • sensibilizzazione per indirizzare i cittadini ad un uso sempre più limitato del mezzo privato.

In ambito nazionale, il principale testo di legge è il Decreto Interministeriale Mobilità Sostenibile nelle Aree Urbane del 27/03/1998. In ambito europeo, le principali direttive in tema di mobilità sostenibile sono: - Direttiva 2006/38/Ce, relativa trasporto di merci su strada, che impone di calibrare i pedaggi autostradali in base al carico inquinante dei mezzi ed all'ora di utilizzo delle infrastrutture; - Direttiva 2008/68/Ce (che sostituisce le direttive 94/55/Ce, 96/49/Ce, 96/35/Ce, 2000/18/Ce, 2005/263/Ce), che punta ad aumentare la sicurezza nel trasporto di merci pericolose su strada, ferrovia e vie navigabili interne; - Direttiva 2009/33/Ce, che impone di considerare l’impatto energetico ed ambientale dei veicoli nel corso dell’intero ciclo di vita; - Piano d'azione per la mobilità urbana, nel quale si propongono venti azioni per supportare gli Enti Pubblici nella realizzazione dei rispettivi obiettivi di mobilità sostenibile.

L’introduzione di soluzioni ambientalmente preferibili consente anche di migliorare la situazione ambientale relativa a qualità dell’aria, rumore ed emissioni di gas serra, e di conseguenza ha effetti positivi sulla qualità della vita dei cittadini. La mobilità sostenibile rappresenta un fattore di qualificazione sociale anche perché induce l’istaurarsi di processi virtuosi che portano alla riduzione del traffico e all’aumento della sicurez-

Ambiente Notizie Suppl. Settembre/Ottobre 2010


Ambiente Notizie

pag.2

za stradale. Nel 2000 è stato emanato anche il Decreto del Ministero dell'Ambiente, recante "programmi radicali per la mobilità sostenibile", attraverso cui si intendeva “promuovere la realizzazione di interventi strutturali radicali finalizzati alla riduzione permanente dell'impatto ambientale derivante dal traffico urbano, tramite l'attuazione di modelli di mobilità sostenibile". L’anno successivo il Ministero dell’Ambiente ha emanato altri due decreti su finanziamenti ai comuni, a favore "di politiche radicali ed interventi integrati per la mobilità sostenibile nelle aree urbane" e "per il governo della domanda di mobilità". Attualmente tra i principali interventi di mobilità sostenibile, alcuni dei quali ancora alla fase sperimentale in molte città italiane, si possono elencare:

Trasporto pubblico locale: è la prima storica forma di mobilità sostenibile, veicoli adibiti al trasporto di massa consentono di ridurre l'utilizzo dei mezzi privati.

Corsie preferenziali: queste corsie sono autorizzate soltanto ai mezzi pubblici (autobus, tax, mezzi di emergenza). Permettono di creare due forme di scorrimento, congestionata per i mezzi privati e scorrevole per quelli pubblici o di pubblico intervento.

Piste ciclabili: in alcune città del Nord Europa sono la vera alternativa all'automobile. Le piste ciclabili sono situate a lato delle strade e riservate esclusivamente alle biciclette. Città come Amsterdam dimostrano come questa scelta sia praticabile e a basso costo. Non è però adatta ovunque, soltanto nelle città pianeggianti o con bassi dislivelli.

Car sharing e Car pooling: questi servizi sono basati sul principio dell'auto privata per uso collettivo. Nel caso del Car Sharing l'automobile è noleggiata per poche ore presso le apposite società e riconsegnata al termine del suo utilizzo. Nel caso del Car Pooling l'automobile è di proprietà di un privato che la mette a disposizione per compiere tragitti casa-lavoro insieme ad altre persone, spesso conoscenti o colleghi, con la stessa esigenza di orario e di percorso.

Mobility Manager: figura professionale introdotta nel 1998 con la funzione di analizzare le esigenze di mobilità dei dipendenti delle aziende pubbliche e private, agevolare il car-pooling e sincronizzare gli orari lavorativi con quelli del trasporto pubblico. I mobility manager partecipano a riunioni e incontri con le amministrazioni locali per migliorare la viabilità e il trasporto. La nomina di un mobility manager nelle aziende private è soltanto facoltativa e pertanto la norma è rimasta inattuata.

Blocco del Traffico: il momentaneo blocco del traffico urbano è una misura di emergenza per ridurre il traffico veicolare e le emissioni inquinanti. Non risolve il problema. L'intervento mira a vietare l'uso dell'automobile per far provare forme di mobilità alternative e più sostenibili come il trasporto pubblico. Il blocco del traffico può essere parziale o totale. In caso di blocchi ripetuti nel tempo viene applicato sotto forma di blocco per 'targhe alterne' (pari o dispari) o per tipologia di veicolo (euro0, euro1, euro2, euro3, euro4).

Link: www.carsharingitalia.com www.viviconstile.org www.eltis.org www.fiab-onlus.it

Ambiente Notizie Suppl. Settembre/Ottobre 2010

ambiente notize_setott2010  

newsletter del laboratorio territoriale ambientale laterra

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you