Issuu on Google+

CODICE ETICO DELLE ASSOCIAZIONI LA TECA

INDICE Premessa Obiettivi Soggetti destinatari del Codice Etico Principi Etici Generali Linee guida di Comportamento La Comunicazione con l’esterno Trattamento delle informazioni riservate Comitato Etico

1


Premessa Le Associazioni La Teca sono gruppi indipendenti, che lavorano con l'obiettivo di vivere una vita spirituale sana, in sintonia con gli insegnamenti del cristianesimo delle origini. Queste organizzazioni che possiedono una precisa identità locale, ma che formano un’unica Scuola spirituale (o unico organismo spirituale), sono sorte grazie a Giovanni M. Quinti. Tutti i membri delle Associazioni locali de LA TECA, sia nella loro vita personale che nello svolgimento delle attività all’interno dei vari gruppi, sia formali che informali, sono tenuti a rispettare il Codice Etico che qui è pubblicato. Tali regole costituiscono un aiuto alla vita dei gruppi e dei singoli e rappresentano le linee guida di ciascun appartenente alle organizzazioni nell’ottica dell’assunzione della piena responsabilità personale.

Sottostanti le regole vi sono i valori che vengono ritenuti fondamentali: Tali valori interiorizzati possono consentire a ciascuno di esprimere la personale testimonianza, attraverso il proprio comportamento. È, quindi, necessario, che ognuno, personalmente e nei gruppi, esprima la libera e responsabile adesione alle norme etiche e ai Valori qui espressi. OBIETTIVI: Con l’adozione del Codice Etico l’Associazione intende: 1. Definire i principi etici che devono guidare l’attività ed i rapporti con i Destinatari del Codice Etico sia soggetti interni all’Associazione (Organi Sociali e soci) sia soggetti terzi esterni; 2. Diffondere nelle associazioni una adeguata cultura condivisa volta ad attivare corretti comportamenti interni onde garantire una gestione equa, efficiente ed efficace delle attività portate avanti dai soci; 3. Fornire salvaguardia e tutela nei casi di comportamenti non corretti; 4. definire un apposito sistema sanzionatorio che assicuri l’efficace e concreta attuazione del presente Codice Etico.

2


SOGGETTI DESTINATARI DEL CODICE ETICO I Destinatari sono: -

Soggetti interni all’Associazione (Organi Sociali e Soci) Soggetti terzi esterni (i soggetti terzi che intrattengono rapporti e relazioni con i membri e i gruppi delle Associazioni LA TECA) Collaboratori, Consulenti, Professionisti esterni, o membri di altre Associazioni.

PRINCIPI ETICI GENERALI: Il Codice Etico di Comportamento indica e descrive i diritti i doveri e le responsabilità etico-sociali che tutti i partecipanti alle Associazioni LA TECA e i loro collaboratori esterni devono osservare. Il Codice Etico rappresenta un elemento essenziale e complementare degli Statuti adottati dalle Associazioni LA TECA e richiede di essere rispettato da tutti i “Destinatari” del Codice Etico. Il Codice Etico è necessario ed applicabile alla prevenzione di eventuali comportamenti irresponsabili o illeciti da parte di chi opera in nome e per conto dell’Associazione, indicando esplicitamente le responsabilità etiche e sociali dei propri dirigenti e soci.

I PRINCIPI ETICI:

PRINCIPIO DI LEGALITA’ I Destinatari sono tenuti al rispetto delle leggi e, in generale, delle normative vigenti nei Paesi in cui operano. I Destinatari sono, inoltre, tenuti al rispetto delle disposizioni interne delle Associazioni (statuti; regolamenti di attuazione; disposizioni interne). PRINCIPIO DI ONESTA’ E CORRETTEZZA Il principio di onestà e correttezza costituisce valore fondamentale della gestione organizzativa ed implica attenzione, collaborazione, lealtà e reciproco rispetto di e con tutti i Destinatari. I Destinatari sono tenuti al rispetto delle regole deontologiche e professionali applicabili alle operazioni compiute per conto dell’Associazione. I Destinatari sono, inoltre, tenuti al rispetto delle ulteriori disposizioni interne delle Associazioni, in quanto attuazione di valori cui si ispira la vita dei membri.

3


PRINCIPIO DI TRASPARENZA Il principio di trasparenza vige nei meccanismi che regolano le donazioni e ogni forma di circolazione di denaro all’interno delle Associazioni. Tutte le risorse vengono utilizzate secondo il criterio della buona gestione per fini conformi a quelli indicati negli Statuti e per conseguire gli scopi propri delle Associazioni LA TECA. RISPETTO DELLA DIGNITA’ DELLA PERSONA I Destinatari rispettano i diritti fondamentali delle persone, tutelandone l'integrità morale e psicofisica, garantendo eguali opportunità. Nelle relazioni interne ed esterne non sono ammessi comportamenti che abbiano un contenuto discriminatorio basato su opinioni politiche e sindacali, religione, origini razziali o etniche, nazionalità, sesso, orientamento sessuale, stato di salute, disabilità, stato socio-economico ed in genere qualsiasi caratteristica intima della persona umana. PRINCIPIO DI RISERVATEZZA I Destinatari assicurano la riservatezza delle informazioni conosciute in occasione delle operazioni compiute per conto delle Associazioni e delle attività svolte per conto delle stesse. I Destinatari sono tenuti a trattare dati e informazioni dell’Associazione esclusivamente nell'ambito e per i fini delle proprie attività e, comunque, a non divulgare, diffondere o pubblicare in alcun modo informazioni sensibili, senza l'esplicito consenso degli interessati (rispetto della Legge sulla Privacy). Altresì s’intende di non divulgare le informazioni riservate senza l'autorizzazione delle Associazioni.

LINEE GUIDA DI COMPORTAMENTO: Sono regole di condotta che governano i rapporti tra i soggetti Destinatari, allo scopo di fornire una tutela e promuovere comportamenti che favoriscano il pieno rispetto e l’integrità delle persone. o Tutela del nome de “La Teca”: Nello svolgimento delle proprie attività, i soci e i collaboratori de La Teca eviteranno di commettere azioni in grado di danneggiare o compromettere i profili valoriali e d’immagine che caratterizzano le Associazioni e il loro buon nome, né le attività che esse pongono in essere per raggiungere i propri scopi. o Tutela della libertà di espressione: La scelta di partecipare alle attività è del tutto personale e libera Nelle relazioni interne ed esterne si rispettano le diversità di opinioni e la libertà decisionale delle persone. Ci si astiene dall’imporre le proprie opinioni e si evitano forme di proselitismo. 4


o Tutela e rispetto della persona: I rapporti con gli altri devono ispirarsi al principio del rispetto reciproco, della lealtà e della solidarietà, astenendosi dal dare pubblicamente giudizi negativi sull’operato altrui. o Tutela da forme di dipendenza e di manipolazione: Formatori, conduttori di incontri di studio e coordinatori di attività delle Associazioni non possono intrattenere relazioni a carattere intimo con alcuno soggetto che si avvicini alle Associazioni per partecipare alle attività di cui sopra, anche se appartiene ad entità territoriale diversa dalla propria. Ciò allo scopo di tutelare i soggetti più fragili da eventuale processo di dipendenza e di manipolazione psico-fisica e sessuale, che potrebbe venirsi a creare tra formatore e allievo.

LA COMUNICAZIONE CON L’ESTERNO

I rapporti con i “mass media” e, più in generale, con gli interlocutori esterni, sono tenuti solo da soggetti espressamente delegati. La comunicazione verso l’esterno deve seguire i principi della veridicità, correttezza, trasparenza e prudenza, favorendo la conoscenza delle politiche, dei programmi e dei progetti delle Associazioni. Sarà inoltre rispettosa delle regole e delle pratiche di condotta illustrate. È assolutamente vietato divulgare notizie false. In ogni comunicazione verso l’esterno le informazioni riguardanti le Associazioni La Teca devono essere veritiere, chiare e verificabili. I Destinatari sono a non divulgare o richiedere indebitamente notizie sui documenti, sui progetti formativi, sulle operazioni dell’ente ed, in generale, su tutte le informazioni apprese in ragione della propria funzione. La violazione dei doveri di riservatezza da parte dei Destinatari inficia gravemente il rapporto fiduciario e può determinare l’applicazione di sanzioni disciplinari.

TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI RISERVATE Le Associazioni La Teca prestano particolare attenzione alle norme in materia di tutela della Privacy. Le Associazioni si impegnano a garantire ogni forma di comunicazione con l'utenza in modo attento, corretto e chiaro e a dare riscontro, tempestivamente, ai suggerimenti ed ai reclami dell'utenza stessa, avvalendosi di sistemi di comunicazione idonei.

5


COMITATO ETICO Il presente Codice Etico è stato adottato dalle Associazioni LA TECA con specifica deliberazione di ogni Associazione1. Del presente Codice Etico viene data diffusione interna ed esterna ed è comunque a disposizione dei Destinatari. Ogni Destinatario del Codice Etico è tenuto a conoscere e rispettare le prescrizioni dello stesso assumendosi la personale responsabilità delle violazioni dei principi previsti dallo stesso. Pertanto si istituisce una Commissione Etica che funga da Osservatorio Permanente a salvaguardia del Codice Etico. La Commissione vigila con attenzione sull'osservanza del Codice Etico, predisponendo adeguati strumenti di formazione, prevenzione e controllo ed intervenendo, se necessario, con azioni correttive. Nei casi in cui si dovesse ravvisare un mancato rispetto del Codice Etico, la Commissione potrà valutare il comportamento dal richiamo, alla sospensione, fino all’esclusione dalle Associazioni nei casi più gravi.

1

Ogni Associazione La Teca attraverso il proprio Direttivo adotterà il Codice Etico con Delibera.

6


Codice etico delle associazioni la teca