Issuu on Google+

ANNO XXXX - N. 9 SETTEMBRE 2013 MENSILE D’INFORMAZIONE

RELIGIOSA, CULTURALE, SOCIALE

Direzione, Amministrazione, Redazione: SPELLO, Via dell’Ospedale, 11 - Autor. trib. di Perugia n. 431 del 15/1/1973 - Le Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27.02.2004 n. 46) Art. 1 Comma 1, DCB Perugia - stampa Tip. Recchioni - Foto di testata: Marco Ronchetti

Ricordando monsignor Decio Mattinati È giusto pagare. ma............! a cura del Direttore Mario Manini A luglio ai cittadini spellani è stato richiesto, in contemporanea, il pagamento di due imposte comunali che hanno messo in difficoltà molte nostre famiglie Nulla da eccepire su quanto l’Amministrazione comunale di Spello ha adottato in materia di imposte nel mese di luglio scorso. Infatti da tempo si era venuti a conoscenza che l’ex TARSU, ora denominata TARES, avrebbe avuto la scadenza, per la prima rata, il 15 luglio. Si conosceva anche, e lo ricordiamo per coloro che se lo fossero dimenticati, che la seconda tranche era prevista per il 30 settembre e l’ultima, a conguaglio definitivo, dulcis in fundo, il 31 dicembre prossimo. Già con questa imposta diverse famiglie hanno dovuto fare i conti, eccome…..!, con il grave disagio dell’attuale ben visibile e palpabile crisi economica. A questo si è aggiunto il pagamento delle lampade votive del cimitero. Infatti dopo circa due anni di balzelli tra l’ex gestore dell’impianto di illuminazione e l’Amministrazione comunale spellana, si è giunti al recupero della lista dei contribuenti e, quindi, all’invio dei bollettini relativi ai due anni di sospensione del dovuto. Quindi in uno stesso mese due tassazioni che, secondo me e tanti altri nostri concittadini, avrebbero dovuto trovare tempistiche diverse, specialmente quella delle lampade votive, la cui scadenza poteva avvenire anche nel mese di agosto. Invece no! Tutte e due da pagare nello stesso periodo. L’ultima annotazione negativa di questo contesto la dobbiamo registrare nel macroscopico ritardo con cui sono arrivati ai destinatari le richieste di pagamento della TARES. A qualcuno è pervenuta qualche giorno prima della scadenza, ad altri lo stesso giorno, ad altri ancora dopo molti giorni dalla data del 15 luglio. Il Sindaco in persona, nell’occasione, si è adoperato ad informare la cittadinanza con comunicati stampa che non si sarebbero applicate sanzioni per il ritardato pagamento e che i ruoli dei contribuenti segue a pag. 2

Lo scorso 01 luglio il Signore ha chiamato a sé da questa vita Mons. Decio Mattinati. Nato in Uppello di Foligno il 23 ottobre 1917, fu ordinato prete il 13 luglio 1941. Parroco di Scopoli dal 1942 al 1959, poi rettore del seminario Vescovile di Foligno dal 1959 al 1969. Dal 1969 al 2003 parroco della Cattedrale di San Feliciano, nonché Canonico della Cattedrale e Cappellano di Sua Santità. Dal 2003 alla sua dipartita parroco emerito della Cattedrale. Affido a queste semplici battute il mio personale ricordo di uno dei Preti di Foligno più amati, che ha lasciato un segno indelebile nella nostra Chiesa locale per l’esemplarità della sua vita sacerdotale. Quest’uomo di Dio merita l’elogio degli uomini illustri che il Libro del Siracide riserva a coloro che hanno vissuto nella fede lasciando un insegnamento con la loro stessa vita. Ho avuto la grazia di conoscere don Decio sin dall’inizio del mio cammino di formazione per prepararmi al sacerdozio. La sua presenza imponente per la statura e al contempo discreta per la sua umiltà non passava inosservata. Il rapporto con lui si è intensificato quando il Vescovo Arduino Bertoldo mi chiese di svolgere il servizio da seminarista in cattedrale, e poi, appena ordinato prete, ebbi a condividere con lui lo stesso appartamento per due anni. Mi ha sempre colpito di quest’uomo la compostezza della sua presenza. In qualunque luogo e in qualunque momento lui era come lo si vedeva:

non aveva bisogno di “maschere”. Mi chiedevo come facesse a conservare un così profondo equilibrio, poi, vivendo con lui mi sono dato anche una risposta: la fede e la preghiera. La sua costante relazione con il Signore lo ha plasmato tutto d’un pezzo: un uomo semplice che disarmava chiunque proprio con la sua semplicità, e quando parlo di semplicità la intendo nel senso più cristiano del termine. Con lui non ci si sentiva mai a disagio. La fede e la preghiera lo hanno reso un dono: dono al Signore per la sua scelta vocazionale, dono alla gente per la fedeltà al suo ministero. Tutti coloro che lo hanno conosciuto nel pieno delle sue forze rendono testimonianza della sua sollecitudine nel prendersi cura delle persone che erano affidate alla sua cura pastorale e non solo di queste: chiunque si accostava a lui poteva sperimentare quella carità che invita a vedere nell’altro il volto di Cristo. E don Decio era così: quando aveva conosciuto qualcuno, costui non rimaneva anonimo ma diventava figlio, perché sperimentava la sua paternità sacerdotale. La sua dedizione agli altri, nel nome di Cristo,

Facciamo ora l’elogio di uomini illustri, dei padri nostri nelle loro generazioni. Questi furono uomini di fede, e le loro opere giuste non sono dimenticate. Nella loro discendenza dimora una preziosa eredità: i loro posteri. La loro discendenza resta fedele alle alleanze e grazie a loro anche i loro figli. Per sempre rimarrà la loro discendenza e la loro gloria non sarà offuscata. I loro corpi furono sepolti in pace, ma il loro nome vive per sempre. I popoli parlano della loro sapienza, l’assemblea ne proclama la lode. (Siracide 44, 1.10-15) non gli ha permesso di smettere di essere e di fare il prete. Nel tempo vissuto con lui ho potuto constatare come andava sempre alla ricerca delle persone, specialmente di quelle che non vedeva da tempo o che sapeva che si erano allontanate un po’ dalla Chiesa e dai sacramenti, specialmente

CENTRO FISIOTERAPICO di Laloni Romina

FARMACIA BARTOLI

Info: 075 57 36 645

Sommario - pag. 3 Lavori Pir - pag. 4 L’Angolo del pensionato

ORARIO CONTINUATO

Spello (PG) - via Cavour, 63 - T. 0742.301488

Don Diego Casini, priore-parroco

- pag. 2 Il Borgo di San Giovanni

DOTT. FAUSTO La TUA Farmacia di Spello dal Lunedì al Sabato dalle 8,00 alle 20,00

i giovani. Quando le forze non gli hanno più permesso di raggiungerle in macchina, in bici o a piedi, allora il telefono era il suo mezzo di trasporto: a qualunque ora in qualunque posto, egli le raggiungeva per offrire un saluto, un ammonimento, una parola di conforto e di incoraggiamento. I numerosi poveri che chiedevano un aiuto, da lui lo trovavano sempre, senza discriminazioni. Per tutti c’era qualcosa. Nemmeno la malattia, che lo ha accompagnato per molto tempo, fino alla fine, portando dolore e sofferenza nella sua vita, è riuscita a scoraggiarlo nell’adempiere fedelmente il suo ministero. Il breviario, l’adorazione, la celebrazione eucaristica: la fonte alla quale attingeva la sua forza. In cattedrale, come in casa, le sue giornate erano scandite da costanti ritmi di preghiera. Caro don Decio, sono grato al Signore per aver condiviso con te i primi passi del mio ministero, sostenuto dalla tua benedizione, illuminato dai tuoi consigli, allietato dai racconti della tua esperienza sacerdotale, nonché dalle simpatiche battute che offrivano l’occasione di sorridere insieme. Continua dal Cielo a vegliare su di noi con la preghiera e intercedi per la nostra chiesa di Foligno, affinché il Signore doni nuovi operai per la sua messe. Ti saluto come tu facevi di solito: “Pace!”.

Via Antonio Mollari, 12 Loc. Paciana FOLIGNO (Pg) T. 0742.23214

Via Mausoleo, 10/A - Spello (PG) - Tel. 0742 652470 - 333 8204046 centrosoleluna@libero.it

M. Crisanti J. Busti FNP/CISL

- pag. 5 La Porziuncola

A. Mengarelli

- pag. 6 Maestà di Mascicone

F. Silvi Bellini

- pag. 7 La BCC all’Opera

M. Benedetti

- pag. 8 28 anni per l’Avis

La Redazione


Pagina 2

N. 9 SETTEMBRE 2013

Il Borgo di San Giovanni In occasione della tradizionale festa, è stato inaugurato il primo stralcio delle pavimentazioni del paese lizzo di risorse regionali, nazionali e dell’Unione Europea. La motivazione più forte che ha però permesso la ristrutturazione del borgo, è stata sicuramente la forte volontà dei proprietari delle abitazioni di recuperare le residenze lasciate in eredità dai loro padri. Fare memoria significa andare alla ricerca delle proprie radici oltre che dare dignità ad un passato che segna il futuro di ognuno di noi. Durante la festa è stata allestita anche una mostra fotografica, a cura dell’associazione “Il Castello di San Giovanni”, immagini significative per riper-

Giorni lieti segnalati dai lettori a cura di Giuseppe Del Dottore (tel. 0742.301992)

Matrimonio

Federico Tomassini e Marta Sperandei

Federico e Marta si sono uniti in matrimonio il 4 maggio nella chiesa di S. Claudio, coronando il loro sogno d’amore. Felicissimi i genitori Mauro ed Eliana, Piero e Annalisa. Il Dio d’amore, che unisce le loro vite, renda il loro legame forte e gioioso e li segua con la sua luce, in ogni pensiero e azione, nella formazione di una santa famiglia.

70 candeline

Ennio Angelucci

Il nostro collaboratore Ennio, ha spento 70 candeline. I familiari si sono così ritrovati per festeggiarlo: la moglie Maria Stella, il figlio Massimiliano, la nuora Silvia, i nipoti Filippo e Martina e la sorella Marcella. Auguri Ennio da tutta la redazione de La Squilla e grazie per la tua sempre attiva e preziosa collaborazione.

Laurea Katiuscia Lavoratori si è laureata all’Università degli Studi di Perugia, facoltà di Economia, con la votazione di 110/110 con lode, discutendo la tesi “Reshoring additive manufacturing e automazione il futuro del processo produttivo.” Relatore il prof. Castellani Davide. Felicissimi i genitori e gli zii, Roberto e Raffaela. Congratulazioni e auguri per un futuro ricco di soddisfazioni.

Un luogo di pace, tradizione e amicizia, un “paradiso di pietra rosa”, simbolo e crocevia di un turismo paesaggistico, ambientale e spirituale al quale mostra quel caratteristico colore rosa delle pietre del Subasio: questo è il piccolo borgo di San Giovanni di Spello, arroccato e avvolto nel silenzio tanto da affascinare e far fermare chiunque si trovi lì a passare. Sabato 29 e domenica 30 giugno si è svolta la tradizionale festa: stand, concerti, escursioni alla scoperta del monte Subasio in collaborazione con la sezione CAI di Foligno e un’ottima cucina accompagnata da un buon vino. Domenica la S. Messa e la processione del Santo Patrono San Giovanni Battista. L’evento ha richiamato una folta folla di persone, anche tanti bambini, ricreando un’atmosfera di altri tempi. Una festa che rispetta riti e tradizioni: tante le persone che hanno donato tempo e lavoro con il desiderio che diventasse una vera opportunità di condivisione in uno spirito di allegria e spensieratezza. In passato la festa principale del paese era quella di San Giovanni Evangelista ma, ricorrendo il 27 dicembre, periodo poco favorevole per le manifestazioni popolari, venne sostituita nei primi anni del ‘900 con quella di San Giovanni Battista che ricorre il 24 giugno. In occasione della festa è stato quest’anno inaugurato il primo stralcio delle nuove pavimentazioni: sono infatti state ultimate tutte le opere di restauro del patrimonio edilizio del paese dopo gli eventi sismici del 1997 e il primo stralcio delle nuove pavimentazioni, come da esecutivo redatto dell’ufficio progettazione del Comune di Spello in collaborazione con lo studio Lab5 Projects in Progress. Il programma integrato di recupero è stato finanziato dalla Giunta regionale che ha riconosciuto alla frazione di San Giovanni particolare valenza dal punto di vista storico, ambientale e architettonico in quanto situata in prossimità di parchi naturali e ricompresa in progetti turistico-recettivi attuati da enti istituzionali presenti nel territorio con l’uti-

correre le vicende che hanno portato al grande intervento di recupero che ha interessato gli edifici, le reti infrastrutturali e le pavimentazioni. È seguita poi la cerimonia di svelamento della targa del paese, realizzata dall’artista cinese Chen Fangcheng. “Questa festa arrivata alla 32esima edizione – spiega l’assessore Moreno Landrini – è un’occasione importante per conoscere la tradizione, i prodotti tipici, l’architettura e il paesaggio dell’area del monte Subasio. È anche un’occasione per trascorrere in allegria due giornate in uno spirito di semplicità, tradizione e amicizia in armonia con l’ambiente circostante, insieme ai propri amici e ascoltando buona musica.” All’interno del borgo di San Giovanni, da ormai molti anni, è presente la comunità parrocchiale di Camposampietro (PD) che, agli inizi degli anni ’80, ha acquistato due immobili, l’eremo della speranza e l’eremo della pace, mettendoli a disposizione di gruppi di persone per vivere esperienze

di fraterna condivisione. La presenza della comunità veneta, importante punto di riferimento e formazione, ha favorito il rafforzarsi dei rapporti di amicizia con gli abitanti del borgo, creando innumerevoli occasioni di condivisione e scambi di progetti. L’Associazione “Il Castello di San Giovanni” vi invita ad andare a scoprire questo splendido borgo, “porta” del Monte Subasio, e vi dà appuntamento al prossimo anno con la tradizionale festa. Mariarita Crisanti

segue da pag. 1

È giusto pagare.ma............! erano stati inviati alle Poste Italiane i primi giorni del mese di giugno scorso. Quindi molte responsabilità sui ritardi, nell’occasione, vanno addebitate all’Ente di distribuzione della posta; di questo non vi é alcun dubbio! Comunque, resta il fatto che sono i cittadini a “pagare”, sempre e comunque, gli errori della nostra burocrazia che spesse volte non tiene in alcun conto di come possano essere messi in serio disagio i modesti bilanci delle nostre famiglie.

;9HG<9;IM9<A9KKAKA RGF9;9HAL9FDGJ=LG L=D&(/-'0(.,1-* Marzo: il mese della mimosa! SCONTI e OFFERTE per tutte le donne

?:KF:<B =:;:G<H BGM>@K:MHKB >K;HKBLM>KB: HF>HI:MB: IN>KB<NEMNK: <HLF>LB L:GBM:KB: O>M>KBG:KB:


N. 9 SETTEMBRE 2013

Pagina 3 I Comuni, i cittadini, le scuole, le parrocchie dovrebbero essere stimolati a collaborare.

Lavori PIR, intervista al Sindaco

In fondo, una poesia

Il gioco che distrugge Notizie drammatiche sul gioco d’azzardo. Un diciottenne si è ucciso per aver perso tutto al videopoker. La legge proibisce ai minorenni questi giochi, ma la metà dei giocatori ha tra i 15 e i 19 anni. Minori e anziani sono tra le fasce più a rischio. In Emilia Romagna gli anziani contagiati dal gioco sono quasi il 50 per cento. Solitudine e povertà aumentano i rischi. Intanto la criminalità organizzata penetra ovunque, anche nel gioco legale (le sale bingo riciclano spesso denaro sporco). I giocatori abituali in Italia sono 15 milioni. Troppi. L’azzardo prende piede. Siamo al primo posto in Europa e al terzo nel mondo. Il gioco d’azzardo è la terza industria nazionale, con 8 miliardi di fatturato. E queste non sono cifre ipotizzate, vengono da un ben documentato libretto di Angela Fioroni, “Le regole del gioco”.

É di Vivian Lamarque. É semplice e bella, parla al cuore. Ma nell’al di là Ma nell’aldilà nessuno nessuno ci separerà: saremo due gocce di pioggia uguali o saremo due moscerini con le ali saremo due lumachine lente liete o due puntini splendenti di stelle comete saremo due granelli di terra rotondi o saremo due insettini vagabondi uno davanti l’altra dietro cammineremo cammineremo circumnavigheremo il vetro della finestra chiusa, ma se aperta via via per l’alto del cielo punteremo di tanto in tanto Lei si girerà controllerà che anch’io ci sia ci sarò ci sarò anima mia.

(da “Poesie 1972-2002”)

La Semente compie 2 anni Una due giorni di riflessioni e confronto per festeggiare il secondo anno di attività

In occasione del secondo anniversario del Centro Diurno - Fattoria Sociale “La Semente”, l’associazione ANGSA Umbria ha dedicato due giornate, venerdì 5 luglio e domenica 7 luglio, a momenti di riflessione, confronto, dibattito e convivialità, per festeggiare l’importante ricorrenza. Venerdì 5 luglio è stata infatti organizzata una tavola rotonda presso il Comune di Spello, che ha gentilmente ospitato l’evento, dal tema: “(Ri)costruiamo il futuro...lavoro” durante la quale si sono alternati importanti, ricchi e profondi interventi di rappresentanti delle amministrazioni politiche e sanitarie territoriali ( Sandro Vitali – Sindaco di Spello; Carla Casciari – Assessore Regionale Welfare; Domenico De Marinis – Assessore Provinciale politiche di tutela e salvaguardia diritti umani; Antonia Tamantini – Direttore DSM,

AUSL 2 Umbria). Questi interventi hanno consentito alla platea di cogliere quanto è forte e consolidata la sinergia tra l’ANGSA e le amministrazioni e quanta questa sinergia sia stata in passato e continuerà ad esserlo per il futuro, importante per camminare ancora insieme e raggiungere l’obiettivo ultimo del progetto, tema stesso dell’incontro: costruire, creare opportunità reali e concrete di inserimento lavorativo, nel territorio, per i giovani ragazzi autistici che già lavorano presso il Centro. La mattinata è stata arricchita anche dall’intervento degli esponenti del CdA di ANGSA (Paola Carnevali Valentini – Presidente di ANGSA Umbria; Emanuele Guzzetti – Coordinatore del Centro Diurno “La Semente”; Andrea segue a pag. 5

A pochi mesi dall’inizio dei lavori del P.I.R nel centro storico di Spello, abbiamo incontrato il primo cittadino, Sandro Vitali, per avere informazioni più dettagliate sui cantieri in atto e su quelli che a breve apriranno.

gloria, la costruzione di un marciapiede, il percorso pedonale in Via della Liberazione, l’introduzione di un sistema di controllo dell’illuminazione del centro storico e di telecamere per la videosorveglianza, la realizzazione di 13 torrette a scomparsa per la fornitura d’illuminazione per l’infiorata.

Signor Sindaco, come procedono i lavori? Attualmente quanti cantieri sono aperti?

Si sono rilevati dei disagi dall’inizio dei lavori?

Inizialmente c’è stato un periodo d’assestamento ed organizzazione dei cantieri, ad oggi i lavori procedono nei tempi previsti, anche se la partenza è slittata di due mesi, da gennaio a marzo. I cantieri aperti sono 4: Via Roma, Via S.Anna, Via Torri di Propezio e Via Mure Vecchie. Nel quarto trimestre del 2013 i lavori termineranno e, nei primi mesi del nuovo anno, inizieranno quelli di Vallegloria e Cappuccini, infine quelli che coinvolgeranno tutta Via Consolare.

Indubbiamente la mole di lavoro comporta dei disagi, soprattutto ai residenti e alle attività commerciali che, ad oggi, sembrano essere soddisfatte perché le aree dei cantieri sono marginali. Con il proseguimento dei lavori però i disagi potranno aumentare. Per qualsiasi problema, dubbio o chiarimento riguardante il P.I.R., è possibile rivolgersi ad un apposito ufficio in cui tecnici e direttore dei lavori sono a completa disposizione dei cittadini per chiarire e risolvere.

In che cosa consistono i lavori?

Come cambierà la viabilità e l’aspetto delle strade spellane?

Per questi lavori sono stati stanziati 16 milioni e mezzo d’euro che serviranno al rifacimento della rete fognaria, idrica, telecom e del gas. Di questo si occupa la V.U.S. s.p.a. in collaborazione con le ditte vincitrici della gara d’appalto che si occuperanno, tra l’altro, anche della pavimentazione di tutto l’asse centrale eliminando l’asfalto, dell’illuminazione pubblica ed anche dell’installazione di cavi a banda larga che collegano l’asse viario della statale 75. Le ditte vincitrici dell’appalto, oltre ad interessarsi di questo, hanno proposto dei miglioramenti al progetto riguardanti i giardini di Valle-

La viabilità non subirà grossi cambiamenti. Piazza della Repubblica cambierà aspetto, visto che verrà completamente pavimentata. “Ultimati tutti i lavori – sottolinea il Sindaco - Spello nella sua totalità sarà più bella, sia il suo centro storico che la periferia. Sarà sicuramente più affascinante per i tanti turisti che verranno a vistarla, portando importanti ricadute economiche”. Jenny Busti

Consigli e Segreti

di Nonna Lalletta

Bicchieri, coppe e coppette in vetro sono diventati opachi a causa del calcare? Metteteli a bagno in acqua e aceto (un bicchiere di aceto per ogni litro di acqua) e ripetete l’operazione finché il risultato non sarà soddisfacente.

Come ridurre la formazione di calcare nella lavatrice? Basta aggiungere un paio di cucchiai di bicarbonato al detersivo. Inoltre, per evitare il formarsi di troppa schiuma, è sufficiente aggiungere del sale grosso.

Un Sindacato al tuo servizio

CONTINUI ARRIVI SETTIMANALI

Via Centrale Umbra 44/C - Spello

Assisi - Bastia - FOLIGNO - Spoleto - Nocera - Valnerina Via Louviere, 1 - Foligno (PG) Tel. 0742 32891 - Fax 0742 320301


Pagina 4

N. 9 SETTEMBRE 2013

Gli Stuzzichini di Giuliano Sozi

dell’olmo campestre più antico del mondo. Non se ne conosce l’età esatta, perché non verrà tagliato il tronco, ma senz’altro aveva superato i 300 anni. Era alto 27,5 metri con un diametro della chioma di 26 metri. Il Wwf l’aveva messo fra i 20 alberi monumentali italiani. (dal “Venerdì” di Repubblica)

Mali italiani

Leggi strane “E’ illegale urinare in ascensore” (a Singapore) -- “E’ vietato camminare fuori di casa senza calze” (a Tel Aviv) -“E’ vietato espressamente portare orsi in spiaggia” (ad Haifa) -- “E’ vietato circolare con un cono gelato in tasca” e “sparare a una lepre da un tram” (a New York) -- “E’ vietato alle casalinghe nascondere la polvere e lo sporco sotto i tappeti” (in Pennsylvania) -- “E’ vietato avere rapporti sessuali con porcospini” (in Florida) -- “Le donne sposate rischiano il carcere se si lanciano col paracadute di domenica” (in Virginia) -- “E’ vietato svegliare un orso per fargli una foto” (in Alaska) -- “E’ illegale chiamare un maiale col nome di Napoleone Bonaparte” (in Francia) -- “Una donna incinta può urinare ovunque, anche nel casco di un poliziotto” (in Inghilterra) -- (Da “Riflessioni semiserie sull’involontaria comicità della legge” di Antonello e Marco Martinez”)

È morto il nonno degli olmi A Campagnola (Reggio Emilia) è stata annunciata in Consiglio comunale la morte

In Italia gli avvocati sono 240 mila, la maggiore densità europea, cioè 332 avvocati ogni 100 mila abitanti (in Francia sono 75). Ogni giudice può contare (si fa per dire) su più di 32 avvocati (in Francia ne bastano poco più di 8). -- La media dei suicidi in carcere, da circa 10 anni, è di quasi 67 (cioè più di un terzo di tutti i morti in carcere). Il tasso è di 20 volte superiore a quello che si registra nel resto della popolazione. -- Accadia, città in provincia di Foggia, ha un penitenziario da 20 anni ma non è stato mai utilizzato. Un altro carcere, a Castelnuovo della Daunia, è stato costruito 15 anni fa ma deve essere ancora inaugurato. Ad Arghillà c’è un carcere nuovo mai utilizzato perché manca la strada di accesso e non ha fogne e acquedotto. A Codigoro il carcere è vuoto, e non si sa neppure se sia dello Stato o del Comune. (da “La Stampa”)

Cani cinesi I cuochi cinesi cominciano a ribellarsi. Basta con i cani sul piatto della carne. Certo ogni popolo ha le sue usanze tradizionali, ma bisogna ammettere che assaporare la carne di cane come noi facciamo con quella di pollo è per la nostra sensibilità piuttosto impressionante. Ma ora sembra che stia nascendo in Cina una sensibilità più vicina alla nostra. È una specie di rivolta, capeggiata da famosi chef. Avrà successo? (da “Repubblica”)

CRI comitato di Spello: 10 anni insieme Il 5 Ottobre 2013, alle ore 16, presso la Chiesa ed i locali attigui di San Ventura, il Comitato Croce Rossa Italiana di Spello festeggerà i 10 anni di attività in autonomia, dopo essere stata presente come delegazione del Comitato Cri di Foligno. Siamo orgogliosi di ricordare che il Comitato opera assiduamente sul territorio, non solo con il servizio di trasporto infermi, ma anche con l’attività di aiuto alle famiglie bisognose, con il doposcuola presso la Parrocchia di Santa Maria Maggiore, reso possibile grazie alla sensibilità del Parroco Don Diego Casini che ha messo a disposizione i locali ed all’abnegazione di una socia che tutti i giorni, estate ed inverno,

riunisce intorno a sé molti ragazzi per un sostegno ai compiti e non solo. E queste sono solo alcune delle molte attività che la Croce Rossa svolge. Sono stati anche realizzati, nel corso di questo anno scolastico, alcuni incontri con i ragazzi delle V elementari e delle III medie dell’Istituto “G. Ferraris” di Spello a cui sono state tenute lezioni sulla Sicurezza Stradale e sul Diritto Internazionale Umanitario e questo grazie alla sensibilità delle Insegnanti e del Dirigente Scolastico. Ci auguriamo di poter continuare ad operare attivamente nel territorio del Comune di Spello e di poter crescere nel numero con l’arrivo di nuove/nuovi socie/soci, soprattutto giovani che sono il futuro della C.R.I.

Il Presidente Comitato C.R.I. Di Spello Adele Guercini

Medico Responsabile

Dott. Angelo Bensi

Centro Massofisioterapico Tel. 075.8065188 - Mob. 339.4370670 Via Centrale Umbra, 5/A - Spello Si eseguono massaggi a domicilio

L’angolo del pensionato (a cura di FNP/CISL)

Bonfanti: ora porre rimedio alla condizione di povertà dei pensionati “Ancora una volta dobbiamo assistere ad un insieme di numeri che ci danno la rappresentazione della condizione di difficoltà grave nella quale sono costretti a vivere i pensionati, una condizione di fronte alla quale non si può più tacere”. E’ quanto dichiarato dal Segretario generale della Cisl Pensionati, Gigi Bonfanti. “Una povertà rappresentata non soltanto da una misera pensione percepita ogni mese, ma ancora di più dall’aumento della pressione fiscale unita alla deficienza di un welfare che ha lasciato i nostri anziani senza un punto di riferimento.”

Servizi ed agevolazioni per gli iscritti Fnp-Cisl CAF - Centro Assistenza Fiscale Per la dichiarazione dei redditi, compilazione bollettini per i pagamenti di tasse ed imposte varie, compilazione del modello ISEE necessario per ottenere varie agevolazioni. Contratti e buste paga per badanti, etc. - Alcuni servizi di consulenza sono gratuiti, altri a pagamento con forti sconti per gli Iscritti Cisl PATRONATO INAS - Istituto Nazionale Assistenza Sociale Per la tutela gratuita di tutti i problemi previdenziali, assistenziali che interessano i lavoratori ed i pensionati. ADICONSUM - Associazione Difesa Consumatori e Ambiente Per la difesa e l’ assistenza ai consumatori nell’ambito privatistico e pubblico; problematiche assicurative, bancarie, finanziarie, tariffarie e ambientali; risarcimento danni; malasanità; ect. Consulenze fornite da un nostro legale. SICET Per la tutela degli inquilini e il diritto alla casa, pratiche di locazione, assistenza tecnica e consulenza gratuita di un legale. ANTEAS Associazione di volontariato promossa dalla FNP-CISL per l’assistenza sociale agli anziani ed alle persone bisognose attraverso vari servizi gratuiti. Risultano particolarmente attivi i servizi di trasporto per anziani (progetto AAA) e disabili (progetto IADA). ETSI Viaggi, iniziative culturali, iniziative sportive, organizzazione del tempo libero. ANOLF Rappresentanza ed assistenza per immigrati. UGC - CISL Assistenza tecnica agricola. Ufficio vertenze e Ufficio legale Consulenza su problematiche del lavoro e consigli legali in genere. SAF Assistenza contabile fiscale per titolari di partita IVA. Convenzioni Con Assicurazioni ed Istituti Bancari a condizioni vantaggiose riservate agli iscritti FNP - CISL. Agevolazioni riservate ai soci pensionati della Fnp-Cisl Copertura di solidarietà per furti e scippi - Rimborso agli iscritti in caso di furti e scippi fino ad un massimo di € 250,00, secondo diversi casi: denaro max € 150,00; documenti max € 30,00; furto cellulare max € 80,00; oggetti d’oro max € 50,00 cadauno ed un max di € 150,00 per 3 pezzi. Polizza infortuni Fnp - La FNP ha sottoscritto con la compagnia assicurativa UNIPOL una polizza che prevede, in caso di ricovero a seguito di infortunio, con franchigia di due giorni, un indennizzo giornaliero di € 30,00 per i primi 30 gg. e di € 50,00 per i successivi, fino al 60° giorno. La polizza, inoltre, prevede una indennità aggiuntiva di € 15,00 al giorno, in caso di sospensione dell’invalidità di accompagnamento. Contribuisce alle spese sostenute annualmente, fino al 50% di quelle documentate con un max di € 125,00 per ciascun evento, per l’acquisto o il noleggio (conseguente al ricovero) di protesi di qualsiasi tipo, apparecchi terapeutici e carrozzelle ortopediche e prevede una diaria di € 30,00 fino a quattro giorni per terapie di riabilitazione o di sostegno. Per chi viaggia in treno - Grazie ad un accordo tra CISL e Trenitalia tutti i soci della FNP CISL possono viaggiare in treno e prezzi scontati (- 15 %) attraverso l’ apposita Convenzione che prevede il rilascio della “CARTA d’ARGENTO” con una riduzione del 25 %. No ai vitalizi dei Consiglieri regionali - Le firme raccolte da Cisl, Lega ambiente, Cittadinanzattiva e Libera per dire – NO- ai vitalizi dei Consiglieri regionali hanno ampiamente impegnato le iscritte e gli iscritti alla Federazione pensionati Cisl. Con questa petizione, che ha superato 10 mila firme, è stato chiesto al Consiglio regionale di adottare da subito la legge di recepimento del decreto Tremonti con la rimodulazione dei vitalizi per tutti gli ex consiglieri regionali, calcolati sulla base dei contributi effettivamente versati con il “montante” utilizzato dall’ INPS; di stabilire come data di decorrenza per tale nuovo sistema il 1° luglio 2013; di destinare i risparmi, valutabili in circa due milioni di euro su base annua per il fondo per la non autosufficienza per sostenere nuclei familiari deboli e per il rilancio dell’ occupazione giovanile. I vitalizi sono visti dai pensionati umbri come un privilegio odioso. “Considerando che molti dei pensionati della nostra regione - ha sottolineato il segretario generale regionale Fnp Cisl Umbria Giorgio Menghini - hanno un’entrata minima e sono costretti a limitare le spese, anche le necessarie, non si può continuare a tollerare ed a sostenere, in questo momento di crisi che non ha eguali, i privilegi di cui godono gli amministratori locali”. La battaglia diventa ancora più necessaria se si considera che la cassa integrazione in deroga è stata finanziata soltanto fino a settembre. “Alla luce di queste situazioni - conclude il segretario - la differenza la possono fare anche i piccoli risparmi e sarebbe straordinario se a dare questo segnale positivo fosse proprio la Regione Umbria”.

Dott.ssa DONATELLA COCCHINI Manager MARFIL VIAGGI Via Centrale Umbra, 19 SPELLO (PG) Tel. 0742 301734 Fax 0742 301735 www.marfilviaggi.com marfilviaggi@mclink.it


N. 9 SETTEMBRE 2013

Pagina 5

Artista spellano in America

Il gallerista americano Nick Hotek Lâ&#x20AC;&#x2122;Italia che piace. Luigi Silvi sbarca in America con una mostra personale. Dal 21 giugno al 27 luglio, infatti, le opere dellâ&#x20AC;&#x2122;artista spellano sono state esposte in una delle sale dellâ&#x20AC;&#x2122;Hudson River Gallery a Iowa City nella contea di Johnson. La galleria, che gestisce le tele di numerosi artisti internazionali, ha voluto inserire sin da subito Silvi nella propria scuderia. Su ritmi jazz i visitatori hanno intrapreso un viaggio alla scoperta dellâ&#x20AC;&#x2122;Umbria francescana e delle sue bellezze. Il progetto nasce dallâ&#x20AC;&#x2122;intuizione del proprietario della galleria nonchĂŠ noto corniciaio americano, Nick Hotek, che alla richiesta di Martha Schut e Doug Peters di incorniciare un quadro dellâ&#x20AC;&#x2122;artista umbro non ha potuto nascondere la volontĂ  di aprire una collaborazione. Martha e Doug, infatti, nei mesi trascorsi a Spello avevano segue da pag. 3

La Semente compie 2 anni Tittarelli - Responsabile Fattoria Sociale â&#x20AC;&#x153;La Sementeâ&#x20AC;?), dal coordinatore operatori del Centro - Marco Romoli e dallâ&#x20AC;&#x2122;intervento della docente Sara Depedri dellâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ  di Trento che ha trattato lâ&#x20AC;&#x2122;argomento dellâ&#x20AC;&#x2122;inserimento lavorativo allâ&#x20AC;&#x2122;interno della cooperazione sociale in Italia. La giornata ha avuto seguito domenica 7 luglio con un secondo momento conviviale presso il Centro stesso che ha offerto alle tantissime persone presenti di godersi la meraviglia di questa realtĂ , immersa nella verde campagna di Limiti di Spello, colorata per lâ&#x20AC;&#x2122;occasione da una mostra esterna di opere artistiche dei ragazzi del centro e da altri piccoli angoli mostra, allâ&#x20AC;&#x2122;interno degli spazi laboratorio, con lâ&#x20AC;&#x2122;oggettistica artigianale sempre opera dei ragazzi. Una giornata di apertura totale di una realtĂ  che ha ricevuto, per lâ&#x20AC;&#x2122;occasione, la presenza, la vicinanza e lâ&#x20AC;&#x2122;affetto di tante persone, che ringraziamo caramente e insieme alle quali continueremo a portare avanti, con impegno e passione, il progetto â&#x20AC;&#x153;La Sementeâ&#x20AC;?, con lâ&#x20AC;&#x2122;augurio di avere aperto una strada verso un percorso di avviamento lavorativo vero e proprio, che dia sempre maggiore autonomia e una migliore qualitĂ  di vita ai nostri ragazzi.

avuto modo di conoscere Marcello Mazzoli che li aveva guidati nella visita alla Galleria dâ&#x20AC;&#x2122;arte â&#x20AC;&#x153;Michelangeloâ&#x20AC;? dove sono esposte le opere di Silvi. I due americani, che subito avevano espresso la volontĂ  di acquistare unâ&#x20AC;&#x2122;opera dellâ&#x20AC;&#x2122;artista umbro, hanno cosĂŹ fatto da tramite iniziale tra lâ&#x20AC;&#x2122;artista ed il proprietario dellâ&#x20AC;&#x2122;Hudson River Gallery. Il 49enne pittore spellano, da tempo affermato in territorio nazionale, nutriva la voglia di esportare e di far conoscere la sua arte oltre i confini italiani. Grande, dunque, lâ&#x20AC;&#x2122;entusiasmo e la voglia di mettersi in gioco con cui lâ&#x20AC;&#x2122;artista ha sposato il progetto a lui dedicato. â&#x20AC;&#x153;Per me è una grande soddisfazione â&#x20AC;&#x201C; rivela Luigi Silvi â&#x20AC;&#x201C; sentivo che era giunto il momento di allargare i miei orizzonti ed aver questa occasione grazie alla galleria â&#x20AC;&#x153;Michelangeloâ&#x20AC;? per me è motivo di orgoglio.â&#x20AC;? Alla mostra a lui dedicata seguiranno altre iniziative che avranno come protagonista assoluta lâ&#x20AC;&#x2122;arte del pittore spellano. Info: www.hudsonrivergallery.com

Sofia Simoni

La Porziuncola

La piccola chiesa della Porziuncola è stata il punto di riferimento di tutta la vita di Francesco e della sua fraternitĂ . Quando il Santo vi giunse, agli inizi del 1200, la chiesetta dedicata alla Vergine Assunta era circondata da una selva di querce e giaceva in uno stato di totale abbandono. Vedendola in quel misero stato, mosso a compassione la riparò con le sue mani e vi stabilĂŹ la sua dimora. Fu qui che, il 24 febbraio 1208, scese nel suo cuore il brano del vangelo che diceva: â&#x20AC;&#x153;Andateâ&#x20AC;Ś.annunciate che il Regno dei cieli è vicino; non procuratevi nĂŠ oro nĂŠ argento nĂŠ bisaccia, gratuitamente

Spellani che si fanno onore nel silenzio La redazione è orgogliosa e fiera dei suoi concittadini. Vogliate gradire i nostri auspici per un sereno futuro. Auguri! Gaia Romagnoli, 17 anni Studentessa del Liceo B. di Betto di Perugia, avendo partecipato ad un progetto dellâ&#x20AC;&#x2122;industria calzaturiera del distretto di San Mauro, ha realizzato un prodotto di calzatura risultando prima in tutto il mondo su 188 partecipanti; ora la attendono momenti impegnativi per lo studio e per il lavoro. Tommaso Felicetti Studente dellâ&#x20AC;&#x2122;Istituto B. di Betto di Perugia, è arrivato brillantemente al secondo posto. Lo stesso Istituto è stato segnalato e premiato. Irene Stacchiotti, 19 anni RappresenterĂ  lâ&#x20AC;&#x2122;Umbria alla mostra internazionale dellâ&#x20AC;&#x2122;arte cinematografica di Venezia. Il tutto dopo aver vinto la selezione regionale del premio â&#x20AC;&#x153;David Giovaniâ&#x20AC;?, con la recensione di una pellicola che le consentirĂ  di partecipare, come membro

di giuria â&#x20AC;&#x153;Leoncino dâ&#x20AC;&#x2122;oroâ&#x20AC;?, nello svolgimento della 70° Mostra Cinematografica di Venezia, dal 28 agosto al 7 settembre 2013. Giuseppe Bilotta, 77 anni Campione italiano di nuoto per la 22° volta. Di recente lâ&#x20AC;&#x2122;ultima medaglia tricolore gli è stata assegnata a Scanno, nelle acque abruzzesi. Ha iniziato la sua carriera a 68 anni per un mal di schiena. Di recente il comune di Guardea ha organizzato una manifestazione in occasione della festa di S. Anna. Il Sindaco, prof. Gianfranco Costa, oltre a dedicare lâ&#x20AC;&#x2122;evento ai 200 anni della nascita dellâ&#x20AC;&#x2122;Arma dei Carabinieri, non poteva non ricordare tutti i carabinieri caduti per la Patria ed ha proceduto alla consegna di riconoscimenti, con tanto di pergamena, con la dicitura â&#x20AC;&#x153;Eroi di tutti i giorniâ&#x20AC;?. Hanno ricevuto tale riconoscimento anche il nostro sindaco Sandro Vitali, ed il nostro redattore de La Squilla, Ennio Angelucci. La Redazione

avete ricevuto e gratuitamente dateâ&#x20AC;?. Francesco ne fu folgorato e pieno di gioia disse il suo si piĂš grande a Dio: â&#x20AC;&#x153;Questo è ciò che voglio, questo è ciò che desidero fare con tutto il cuore!...â&#x20AC;? Subito abbandonò le ricche vesti, indossò una tonaca a forma di croce e iniziò ad annunciare ovunque il vangelo. Seguitò ad abitare alla Porziuncola (ottenuta in dono dai monaci Benedettini del monte Subasio). Qui accolse i primi compagni e fondò lâ&#x20AC;&#x2122;Ordine dei Frati minori che inviò ad annunziare la pace. La notte della domenica delle Palme del 1211, il Santo accolse Chiara di Assisi e la consacrò al Signore. Fu qui che Francesco tenne i suoi primi â&#x20AC;&#x153;Capitoliâ&#x20AC;?, riunioni generali cui partecipavano tutti i suoi frati. In una notte del luglio 1216 riuscĂŹ ad ottenere da Cristo e dalla Vergine, che gli erano apparsi, la promessa straordinaria che quanti, lungo i secoli, si fossero recati a pregare nella Porziuncola, avrebbero ottenuto la completa remissione delle loro colpe: è il perdono di Assisi. Qui, infine, concluse la sua vita accogliendo la morte cantando. Era il 3 ottobre del 1226. San Pio V farĂ  innalzare la grande Basilica, su disegno di Galeazzo Alessi, negli anni 1569-1679. a cura di Adriana Mengarelli

Premio â&#x20AC;&#x153;Carlo Chiaraâ&#x20AC;? La consegna del premio â&#x20AC;&#x153;Carlo Chiaraâ&#x20AC;? è stata spostata per motivi organizzativi al 13 ottobre, sempre nella chiesa di S. Maria in Vallegloria, alle ore 9, dopo la Santa Messa. Negli ultimi anni il premio è stato assegnato alla piccola Luisa Felicioni per il coraggio dimostrato nellâ&#x20AC;&#x2122;affrontare le prime difficoltĂ  della vita, ad Andrea Angelucci per la medaglia dâ&#x20AC;&#x2122;oro al valor civile, alle Clarisse di Spello per la loro vita quotidiana di preghiera e, nellâ&#x20AC;&#x2122;ultima edizione, a Guido e Francesca Camanni della ComunitĂ  â&#x20AC;&#x153;Giovanni XXIIIâ&#x20AC;? di Bevagna. In questa edizione verrĂ  assegnato alla â&#x20AC;&#x153;Casa della povera genteâ&#x20AC;? di Spello, perchĂŠ accoglie chiunque bussi alla loro porta. Saranno presenti alla cerimonia autoritĂ  civili e militari. Mario Chiara

Via Borgo di Via Giulia, 1 - Spello Italy Tel. e Fax 0742.301260 info@residencesanjacopo.com

Ass. Angsa Umbria

Acconciature Uomo Donna 9,$&$928563(//2 3*

7(/

di Guiscardo Masciotti

Tiziana

Via Consolare, 9 - SPELLO (PG) Tel. 0742.344095

Via Pinturicchio, 8 - SPELLO (PG) - Tel. 0742 301545

Tiziana s.a.s. di Baldini T.


Pagina 6

N. 9 SETTEMBRE 2013

Maestà di Mascicone, intensa contemplazione

San Nicola da Tolentino Nel calendario liturgico si celebra il 10 settembre

Nella notte del 5 luglio, in preparazione della GMG di Rio de Janeiro, la stradetta di Assisi si è illuminata di una luce speciale

Davanti all’edicola della Maestà di Mascicone è stato appeso un volantino: “Tappa del Cammino di preghiera nella notte, da Spello ad Assisi, guidato dal vescovo S.E.R. Mons. Gualtiero Sigismondi”. L’evento è stato organizzato in vista della giornata mondiale della gioventù che si è celebrata a Rio de Janeiro in Brasile. I fedeli devoti, nonché custodi della Maestà di Mascicone, nonostante il tempo a disposizione sia stato limitatissimo, hanno deciso di partecipare all’evento per offrire ai giovani una buona ospitalità. Decespugliatore, pala, scopone e forbici da potare per ripulire l’ambiente circostante, insieme a tanta buona volontà. Le panchine sono state lucidate, tirate a nuovo dalla vernice ancora fresca. I fiori abbondanti: gli oleandri, ormai diventati alberi, nonostante il solleone, hanno offerto una sinfonia meravigliosa di colori. Davanti all’edicola ha campeggiato uno striscione: Santuario della fecondità. “È stato giusto informare i giovani che, un tempo, ai piedi della Madonnina, accorrevano giovani spose per ottenere il dono della fecondità. Una volta dato alla luce il bambino, le mamme lo portavano sull’altare dell’edicola, per consacrarlo alla Madonna. Alle ore 23, nella chiesa di Vallegloria, il ritrovo e la partenza del Cammino di preghiera. Si è percorsa la stradetta di Assisi tra gli olivi. Le torce illuminavano il sentiero e facevano da cornice alle luci dei paesi che si affacciano sulla vallata: Spoleto, Montefalco, Bettona, Perugia fino ad abbracciare la bella cupola del Vignola di S. Maria degli Angeli, tante le fiaccole accese lungo i bordi della piazzola e sui muretti circostanti. A mezzanotte in punto il nostro Vescovo è stato il primo ad arrivare: figura ieratica, tenera e forte, che trasmette pace e speranza. Si sono formate due grandi ali, interminabili ………..

tanti sono stati i partecipanti! Ha colpito il profondo silenzio. Perfino i grilli hanno smesso di cantare, nascosti tra il fieno delle chiuse e le lucciole hanno sospeso le loro danze. Una struggente preghiera di G. Perico, dedicata a Maria, Madre dell’Amore, è stata recitata all’unisono. Il tono dimesso, il bisbiglio ovattato, le pause lunghe. Più che preghiera sembrava di sentire le sequenze di un canto gregoriano eseguito da monaci Trappisti. Sua Eccellenza ha invitato tutti a deporre, tra le mani della Madonna, l’intenzione che è più a cuore ad ognuno. La preghiera è stata fervente, l’atmosfera contemplativa. E’ stato bello ricordare che tanti secoli fa, al tempo di S. Francesco, davanti a questa edicola, la mistica Angela da Foligno andando ad Assisi a trovare S. Chiara, sia caduta in estasi rapita dall’Amore di Dio. La tappa si è conclusa con questo dolcissimo: “Vieni o Madre in mezzo a noi, vieni Maria quaggiù cammineremo insieme a te, verso la libertà”. Il serpentone ha ripreso la marcia. Le 100 fiaccole, che tanta festa avevano fatto ai giovani, si spengono ad una ad una. E’ tornato il buio, ma nel cuore di ciascuno di noi è rimasta accesa la fiaccola della fede, della speranza e della carità. Poi il santo rosario. Tra un’ Ave Maria e l’altra una leggera tramontana ci fa arrivare il profumo delle ginestre che si mescola a quello del finocchio ancora tenero e alla mentuccia appena rispuntata. La chiesetta di S. Damiano è ancora lontana, si deve oltrepassare Fosso Renaro e Sasso Rosso: è adagiata alle pendici del Fosso delle Carceri coperta dagli olivi, immersa nel silenzio. Ogni giovane, mosso dall’entusiasmo, ha ripetuto in cuor suo la magica frase dell’invito al cammino di preghiera: “Voglio svegliare l’aurora” accanto a Francesco e a Chiara. Intanto il cielo si è tinto di rosa. E’ l’alba. Un grazie sincero a S.E.R. Mons. Gualtiero Sigismondi che, con il “Cammino di preghiera”, ha rinsaldato la nostra fede. Franca Silvi Bellini della Maestà di Mascicone

Nicola nacque nel 1245 a Castel sant’ Angelo, vicino a Fermo, da Compagnone dei Guarutti e Amata dei Guidiani. I genitori, sposati da molti anni senza figli, si recarono in pellegrinaggio al sepolcro di San Nicola di Bari per domandare al Signore la grazia di un figlio da offrire per la sua maggior gloria. Ottenuta la grazia imposero al figlio il nome del Santo, che ancora ragazzo, diventò oblato presso i frati agostiniani di Castel Sant’ Angelo. Nel 1263, appena diciottenne, pronunciò i voti e intraprese lo studio della teologia nel convento di San Genesio, dove il suo compito principale era distribuire il cibo ai poveri che si presentavano ogni giorno alla porta del convento. Il priore del convento cominciò ben presto ad irritarsi per l’eccessiva generosità di Nicola e per l’attribuzione a Nicola, da parte di tante persone, di miracoli, come la guarigione di un bambino per imposizione delle mani sulla testa dicendo: “Il buon Dio ti guarirà”. Nel 1269 a Cingoli il vescovo di Osimo, San Benvenuto, lo ordinò sacerdote e, egli ancora una volta, si guadagnò la fama di guaritore: una donna cieca ottenne la vista. Nei successivi 4 anni viaggiò da un convento all’altro e in quello di Sant’ Elpidio fu, per un breve tempo, maestro dei novizi. Nel 1275 fece visita ad un suo parente priore di un monastero vicino Fermo che era molto importante e più confortevole dei conventi a cui era abituato. Ma quando il priore lo invitò a prolungare la sua visita, Nicola rifiutò l’allettante proposta; mentre pregava nella cappella udì una voce interiore che sembrava dirgli: “A Tolentino, a Tolentino, persevera in quel luogo.” Dopo questo episodio fu inviato a Tolentino dove rimase per tutto il resto della sua vita. Confortava i malati, assisteva i moribondi,

Cucinare con gusto Dessert di Mirtilli e Yogurt

L’ORLANDO FURIOSO

Ristorante Pizzeria Via Centrale Umbra, 75 SPELLO (PG) ristorante@lorlandofurioso.com www.lorlandofurioso.com Tel. e Fax 0742.652125 Tel. 0742.261074-261976

a cura di Adriana Mengarelli

Ingredienti: 200 grammi di mirtilli oppure frutti di bosco, 250 grammi di yogurt bianco, 4 cucchiai di miele, succo di limone. Preparazione: lavare delicatamente i mirtilli sotto il getto moderato di acqua corrente, farli asciugare sopra un canavaccio quindi frullarli con il miele e il succo di limone. Unire lo yogurt e mettere il composto in frigorifero, lasciarlo riposare per 2 ore prima di servire.

RISTORANTE ENOTECA DRINKING WINE VENDITA DIRETTA E SPEDIZIONE DI VINO IN TUTTO IL MONDO

(chiuso il lunedi)

L’ORLANDO FURIOSO GIARDINO ALL’APERTO AMPIO PARCHEGGIO

SPELLO VIA GARIBALDI 20 - TEL. 0742 301625 CHIUSO IL MERCOLEDÌ

consigliava le coppie sposate, faceva amicizia con i bambini, riconciliava le persone che avevano litigato. Nicola capiva profondamente i problemi sociali e ricordava ai ricchi la funzione della ricchezza; con il permesso dei superiori istituì un fondo speciale per l’assistenza dei poveri. Molta gente a Tolentino fu testimone dei miracoli che avvenivano per l’intercessione di Nicola. Il miracolo più straordinario, annotato dal biografo Giordano di Sassonia nella “Vita di Nicola”, racconta che un uomo, assalito dai suoi nemici, noncuranti della sua richiesta di misericordia, fu ucciso e fu gettato in un lago. Una settimana dopo, un monaco salvò e riconsegnò alla famiglia l’uomo, il quale, dopo aver parlato con un sacerdote e preso gli ultimi sacramenti, morì di nuovo ricevendo questa volta una sepoltura cristiana. Nei suoi ultimi anni di vita, indebolito da malattie croniche, fu incoraggiato dai superiori a mangiare carne ma Nicola, dibattuto tra il desiderio di obbedire e la riluttanza a mangiare, ebbe la visione della Madonna che gli diceva: “Guarirai, se chiedi e mangi un pezzo di pane intinto nell’acqua.” Da questo episodio Nicola prese l’abitudine di fare altrettanto con i malati che visitava; subito dopo la morte di Nicola i frati agostiniani presero l’usanza di benedire e distribuire pane il giorno della morte di Nicola. Nicola morì in pace il 10 settembre 1305; fu subito istituita la causa di beatificazione, si documentarono più di 300 miracoli, ma alla fine la commissione ne dichiarò autentici trenta, tutti compiuti per alleviare la miseria umana. Nicola da Tolentino fu canonizzato nel 1446 e dal XVI secolo il culto si diffuse in tutta Europa. La fame di santità di Nicola giunse anche nel folignate dove un uomo, con gli arti superiori e inferiori anchilosati per una grave malattia, chiese ai suoi familiari di essere portato a Tolentino al sepolcro di San Nicola. Dopo due giorni, sopra un modesto carro trainato da cavalli, giunse al luogo sacro e, disteso a terra, invocò lo Spirito del Santo. Le ossa del povero cominciarono a muoversi facendo un fragoroso rumore, come se un pezzo di legno si stesse raddrizzando. Tutti rimasero stupiti, elevarono lodi a Dio e al Santo, il malato si alzò cominciò a camminare e ad agitare le braccia. Il viaggio di ritorno dei folignati, pur sotto una pioggia torrenziale, fu gioioso, allietato da canti e preghiere. Non vedevano l’ora di giungere a Foligno per proclamare a tutti la potenza taumaturgica del Santo. A cura di Giuliana Chiucchi Da “Santi Guaritori” ed. Mondadori

SPECIALIZZATI IN GOLOSE BOMBONIERE, SEGNAPOSTO, CENTROTAVOLA E CONFETTATE. SOLO CONFETTI ARTIGIANALI.

Dolceamaro da Annalisa Via Pinturicchio, 3 - Spello - Tel. 0742/301640


N. 9 SETTEMBRE 2013

Pagina 7

Nuova App “Spello Turismo” Le bellezze di Spello finiscono“in tasca” a cittadini e turisti. On line il video “Conservare il nostro futuro”

Le bellezze e le eccellenze di Spello finiscono “in tasca” a cittadini e turisti grazie alla nuova applicazione per smartphone e tablet realizzata dal Comune di Spello. Per mezzo dell’App Spello Turismo gli utenti potranno infatti accedere ad un ampio repertorio multimediale di approfondimento oltre che a informazioni di utilità e orientamento. L’App mette a disposizione tutte le indicazioni sulla storia di Spello, l’arte e la cultura, il contesto paesaggistico e territoriale, gli eventi e le manifestazioni. Offre inoltre le indicazioni necessarie per pro-

grammare la visita nella città e ottenere un primo orientamento rispetto alle possibilità di accoglienza e ospitalità offerte dalle strutture turistiche. L’App è stata presentata il 3 agosto insieme al nuovo video di presentazione della città, in duplice versione italiano-inglese, creato in collaborazione con il Centro Video del Consiglio Regionale dell’Umbria. Il video, intitolato “Conservare il nostro futuro”, è stato realizzato in occasione della visita della Giuria Internazionale del concorso Entente Florale Europe 2013, che vede Spello in gara con famose capitali per contendersi il premio di “città modello in Europa per lo sviluppo ambientale e paesaggistico”. L’App è stata presentata da Matteo Brutti di Città in internet. “Il portale turistico “Spello turismo” - ha detto il vice sindaco Antonio Luna - ha festeggiato il quinto anno di esistenza con una crescita continua di opzioni al punto di essere ormai ai vertici regionali. Il video che abbiamo presentato nella duplice versione italiano e inglese contiene nel titolo “Conservare il nostro futuro” il punto di vista di questa amministrazione sulla promozione del territorio”. Ha aggiunto il sindaco Sandro Vitali: “La nuova applicazione e il video esprimono quello che siamo e quello che vogliamo essere in futuro. E’ un’ulteriore tappa per la promozione della città che parte proprio in questo mese ricco di tante iniziative”. L’importanza dell’App è stata spiegata anche dall’assessore alla cultura della Provincia

La Bcc all’Opera In tanti al Macerata Opera Festival per partecipare a “Il Trovatore”

Lo scorso 3 Agosto la BCC di Spello e Bettona, sfidando la calura estiva, non ha esitato ad organizzare una delle più belle serate dell’anno allo Sferisterio di Macerata, per la visione dell’Opera Verdiana “Il Trovatore”. Numerosi i partecipanti, circa 80, che da Spello sono partiti in pullman per raggiungere il capoluogo marchigiano. Prima una breve visita al centro storico della città sotto la guida del dott. Maurizio del Savio, direttore generale BCC, una deliziosa cena a base di specialità marchigiane, poi la partecipazione all’Opera allo Sferisterio, spettacolare teatro semicircolare aperto, capace di contenere circa 2800 persone. Impossibile spiegare le emozioni provate, la tensione drammatica delle scene, i costumi, le luci, le sonorità dei timbri vocali dei vari personaggi, da Azucena a Manrico, passando per Ines, Leonora e il Conte di Luna, per giungere ai recitativi del coro

a 4 voci virili e femminili che, con sapiente maestria, hanno colto l’udito dello spettatore calandolo appieno nel contesto romantico attraverso i virtuosismi armonici che sono andati dal fugato, all’allegretto, dal vivo al grave, passando per le prime disarmonie che anticiperanno poi, la musica del 900. Quale miglior opera della suddetta poteva celebrare il bicentenario della nascita del maestro. Il regista Francesco Negrin ha colto il senso profondo dell’opera ambientata nella Spagna del 15° secolo: il dramma racconta accesi conflitti, rivalità, amori, gelosie, vendette, odio, lussuria, muri, divisioni che squarciano due famiglie, condannando tragicamente una coppia di innamorati, Leonora e Manrico il Trovatore. Ascoltare Verdi vuol dire anche calarsi nel Risorgimento; di lui infatti scrissero: “Diede una voce alla speranza e ai lutti. Pianse e amò per tutti”. Non a caso Macerata è una delle regine dell’opera. Proprio a Macerata si concretizzò il primo moto carbonaro d’Italia, nella notte tra il 24

di Perugia Donatella Porzi: “L’applicazione è un importante strumento che Spello ha voluto realizzare per la promozione della sua città in maniera più evoluta”. L’assessore alla cultura del Comune di Spello Liana Tili ha invece spiegato gli obiettivi raggiunti in questi anni dal portale: “E’ stata un’esperienza culturale che si è arricchita facendo diventare il portale uno strumento efficiente che nel tempo si è tradotto in trasparenza, partecipazione e quindi democrazia”. Fiorello Primi, presidente dei Borghi più belli d’Italia, ha messo in evidenza l’importanza delle piccole identità locali “necessarie per recuperare l’immagine del Belpaese che ci ha sempre contraddistinto in tutto il mondo”. Presente alla conferenza stampa anche il responsabile del portale Umbria center Giuseppe Branca che ha spiegato i contenuti innovativi del suo progetto. L’App “Spello Turismo” è gratuita e compatibile con i più diffusi dispositivi mobile, semplice da utilizzare e costantemente aggiornata con informazioni gestite e verificate dagli uffici comunali. I contenuti inoltre, una volta scaricati sul dispositivo, rimangono consultabili anche in assenza di connessione alla rete. Disponibile gratuitamente per il download su Apple Store e Google Play oppure è possibile scaricarlo direttamente dal portale del Comune di Spello. Comune di Spello Ufficio stampa e il 25 Giugno 1817, duramente represso dalla Polizia Papalina che vide condannare a morte 13 congiurati, graziati poi da Papa Pio VII, al secolo Barnaba Gregorio Chiaramonti. Colui che, nell’affrontare l’ufficiale Napoleonico entrato al Quirinale il 5 Luglio del 1809 il quale lo intimava a cedere alla Francia i territori dello Stato Pontificio, rispose: “Non possiamo, non dobbiamo, non vogliamo”. La gita si è conclusa con il ritorno a Spello a notte inoltrata, con soddisfazione ed entusiasmo fra i partecipanti. Un ringraziamento particolare mi sento di porgere al presidente dott. Alcide Casini, ed al dott. Imolo Rocchi per il pazientissimo e meticoloso lavoro di organizzazione. Michele Benedetti

Meditare e mendicare Meditare è un’occupazione potente e piena: io preferisco formare la mia anima piuttosto che arredarla Michel de Montaigne Nel suo Zibaldone, agli inizi del settembre 1823, Giacomo Leopardi annotava una curiosa etimologia (non so fino a che punto fondata) secondo la quale “meditare” deriverebbe dal latino medeor, che significa “curare, medicare” per cui - concludeva – il meditare una cosa è una continuazione del semplice averne o pigliarne cura”. Una sana, pacata, quieta riflessione diventa, allora, una vera e propria cura o medicina dell’anima. È un po’ anche ciò che propone quel grande pensatore e moralista francese che fu Montaigne nella frase offerta oggi. La meditazione non è, infatti, un imbottire lo spirito di nozioni, curiosità o banalità, come spesso ci accade vivendo esposti alla vita sociale (“arredare” l’anima, come dice Montaigne), ma è un plasmarla, un formarla e, se ci sono ferite, un medicarla e curarla. Meditare per qualche minuto ogni giorno non è tempo perso; anzi, è una sorta di fermento che feconda il nostro pensare e agire, impedendo che si disperda in vanità e fumo. È una medicazione necessaria soprattutto quando la superficialità ha aperto tante feritoie nella nostra coscienza, lasciando che da esse fuoriescano e si disperdano nel vuoto dell’interiorità, la sensibilità morale, l’anelito per la verità. Vi ricordate quando a scuola s’imparavano quei versi di Petrarca: “Solo e pensoso i più deserti campi/vo mesurando a passi tardi e lenti?” Ecco nell’agitarsi frenetico della società contemporanea, rallentiamo, appartiamoci e pensiamo, anzi, meditiamo…. Gianfranco Ravasi “Le parole del mattino” ed. Mondadori

ASSISTENZA RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE CIVILI E INDUSTRIALI PREVENTIVI E SOPRALLUOGHI GRATUITI Via Buon Gesù, 6 Spello - Tel. 328.2830205 - 347.3907283

Ampio menù, piatti tipici umbri Riscopri il gusto della pasta fresca con i Tortellini Medi al Prosciutto di Pasta Julia

l’Arte di Vivere

e... una vasta scelta di pizze!

Chiedila nel tuo negozio di fiducia

Chiuso il martedì Via delle Regioni - Capitan Loreto Spello (PG) info e prenotazioni: 0742.651616 - 333.8810372 info@labroccadelre.it - www.labroccadelre.it

Non sottovalutiamo la meditazione, essa rappresenta l’esame di coscienza: previene, cura e ci consente di mantenere la giusta rotta della vita. Giuseppe Del Dottore


Pagina 8

N. 9 SETTEMBRE 2013

✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿

In settimana 28 anni di attività per l’Avis bianca con la BCC L’Avis comunale di Spello, in occasione del 28° anniversario della sua fondazione, organizza “La giornata del Donatore”. Durante la cerimonia saranno consegnate le benemerenze ai donatori che hanno effettuato 8 - 16 - 25 - 50 - 75 - 100 donazioni. Per motivi di spazio riportiamo di seguito solamente i nominativi dei donatori che hanno raggiunto i massimi traguardi delle 25 - 50 - 75 donazioni.

œœ œœ  POSIZIONE CENTRALE VICINO AGLI IMPIANTI DI RISALITA

Quotaindividuale

Socio edAccompagnatore

Euro680,00 QuotaClienteEuro750,00 

50postidisponibili Laquotacomprede: xtrattamentodimezzapensioneincameradoppia; xtrasportoedassicurazione;

Supplementocamerasingolaeuro140,00. Supplementopensionecompletaeuro140,00. Prenotazionientroil30settembre2013 Accontoeuro200,00allaprenotazione,saldoal15gennaio2014.

Organizzazione tecnica Perusia Viaggi

Nell’ambito delle promozioni ricreative e culturali a favore dei Soci, per intensificare la conoscenza e aggregazione tra i gli stessi, la Bcc di Spello e Bettona, diversificando le varie iniziative per dare maggior interesse ed opportunità alla compagine Sociale, ha organizzato, dopo l’ottimo successo riscontrato a maggio con la Gita Sociale in Sicilia e il 3 agosto scorso con la serata allo “Sferisterio” di Macerata nell’ambito di “Macerata Opera Festival”, una Settimana Bianca a Madonna di Campiglio, dal 2 al 9 febbraio 2014. Per i Soci ed un accompagnatore è prevista una quota agevolata, 50 i posti disponibili. Per gli amanti della neve un’ottima occasione da non perdere. Scadenza prenotazioni 30/9/2013 presso la rete delle Filiali. Per maggiori informazioni è possibile consultare anche la specifica sezione sul sito www.bccspelloebettona.it. Ufficio organizzazione Bcc Spello e Bettona

Benemerenza Verde Agneletti Manolo - Alunni Breccolenti Chiara - Ambrogioni Rossano - Angelucci Marco - Antiseri Antonio - Aristei Giuliano - Badori Aldo - Ballerini Andrea - Baramenco Boris - Barbarossa Stefano - Battenti Mauro - Battisti Giorgia - Belluccini Corrado - Brunacci Michela - Bruni Sergio - Buono Luigi - Busciantella Ricci Gianluca - Cappelletti Sandro - Casciari Sonia - Cavaceppi Antonio - Ceccacci Giulia Cristofani Giorgia - De santi Emilia - Fagotti Serena - Falcinelli Tania - Fancelli Sabrina - Fioriti Mirko - Foglietta Antonio - Fusaia Francesca - Fuso Simone - Gaetani Fabio - Gallina Gualtiero - Lo Voi Enrico - Longarelli Fabio - Lupattelli Stefano - Massei Andrea - Moscatelli Devis - Napoleoni Enzo - Nizi Niki - Ottaviani Giacomo - Pasha Ilir - Peppoloni Andrea - Peppoloni Fabio - Pepponi Walter - Pergolesi Matteo - Proietti Claudio - Proietti Frati Luca - Racani Riccardo - Ragnotti Flavio - Ribolla Franco - Romanelli Piero - Salari Francesca Chiara - Salari Paolo - Salustri Mirco - Salvati Marcello - Siena Michela - Tiba Felician Petru - Verdi Roberto - Vitali Giulia. Benemerenza Blu Angelucci Oreste - Antiseri Antonio - Aristei Giuliano - Ballerini Andrea - Betti Paola Bocciolini Isauro - Brunelli Fosco - Casciari Sonia - Castellani Elisa - Castellucci Luca - Checcucci Mauro - Ciancabilla Nello -

La natura nostra alleata

a cura di Adriana Mengarelli

La Ciliegia

Disintossicante e rimineralizzante, ecco le proprietà terapeutiche tipiche di questo frutto. Indicatissima per i sofferenti di dolori articolari, grazie ai suoi effetti diuretici e lassativi promuove un’attiva espulsione delle scorie organiche, depurando il sangue. Perfino i diabetici possono approfittare di questo delizioso frutto perché ricco di zuccheri costituiti da fruttosio che, come è noto, innalza la glicemia meno degli altri zuccheri.

La Tua Banca pensa al Tuo Futuro! Il Fondo pensione è come un albero. Prima lo si pianta, prima darà i suoi frutti!

La Tua Banca pensa al Tuo Futuro! Il Fondo pensione è come un albero. Prima lo si pianta, prima darà i suoi frutti!

Ciavaglia Beatrice - Coccini Edoardo - Crisanti Luigi - Diotallevi Roberto - Ermenegildi Sara - Falcinelli Tania - Fancelli Sabrina - Faraghini don Gabriele - Fastellini Irene - Fernandez Tavares Noel - Filippucci Roberto - Liberatori Massimo - Lillocci Mario - Luna Marcello - Luna Paolo - Maccarelli Manuela - Moretti Luca - Moscatelli Devis - Ribolla Franco - Ruffinelli Vincenzo - Salvati Marcello - Sansone Tiziana - Stelletti Silvia - Tardioli Francesco - Tiba Felician Petru - Vitali Paolo. Benemerenza Rossa Agostinelli Gianni - Alimenti Tiziano - Bannella Pierdomenico - Biagetti Alberto - Biagetti Paola - Buccioli Silvia - Buono Laura - Cappelletti Stefano - Cestellini Lucia - Damiani Giuliano - De Santis Emanuele - Del Pia Giovanni - Del Pia Valentina - Fastellini Giuseppe - Foceri Teresa - Foglietta Giancarlo - Fusaia Piero - Fusari Maurizio - Fuso Alessandro - Gubbini Gianni - Lavoratori Roberto - Lezi Giuseppina - Lillocci Elisa Manali Marco - Mannocci Eleonora - Masci Arianna - Mazzoccanti Americo - Meniconi Lucio - Mistri suor Anna Maria - Narcisi Gianprimo - Paris Paola - Petruccioli Stefano - Porzi Oriella - Properzi Marco - Rapaccioli Emiliano - Rosati Yuri - Santilli Gianluca - Silvestrini Roberta - Spuntarelli Fulvio - Tofi Maurizio.

per ricordare ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿ ✿

Pietro Fastellini “Oh Ba’ che te fa male? Niente. Hai dolori? No.” Queste sono state le nostre ultime preoccupazioni. Babbo, grazie per l’insegnamento datoci con i fatti e non con le parole, per la dedizione alla famiglia, al lavoro, l’onestà e la generosità, soprattutto quella dimostrata nel 1993 quando, a 68 anni, hai donato tutto a noi figli, permettendoci di intraprendere ognuno la propria strada, ma soprattutto legandoci in un patto di fratellanza difficilmente scalfibile. Per tutto ciò ti saremo grati per sempre. Ora vai sereno per la tua via, per mamma non preoccuparti, la seguiremo e l’accudiremo, come abbiamo fatto con te, senza abbandonarla un attimo. I tuoi figli Primo, Giancarlo, Mariangela e Antonio

Numeri Utili • CHIESA DI S. MARIA MAGGIORE 0742/301792

Benemerenza Rubino Ciampetti Antonio - Foceri Antonio Merulli Marcello - Morosi Mauro.

• CHIESA DI S. LUCIA 0742/651441

• CHIESA DI SANTA CROCE IN LIMITI 0742/651276

• COMUNE DI SPELLO

Benemerenza Oro Battisti Giancarlo - Falcinelli Cesare - Fastellini Giancarlo - Gallinella Quinto - Mancinelli Giuseppe - Marchionni Domenico Merulli Walter - Rossi Riccardo - Scarponi Paolo.

0742/30001 - Fax 0742/300044

• SPELLO RISPONDE NUMERO VERDE 800-550955

• SPORTELLO DEL CITTADINO 0742/300050 - fax 0742/300070

• PRO-LOCO IAT www.prospello.it - 0742/301009

• INFORMAGIOVANI DI SPELLO 0742/302287

• CARABINIERI 0742/651115

Con l’occasione sarà presentato il nuovo gruppo cicloamatori Avis di Spello “Bike Subasio” composto da circa 40 elementi.

• POLIZIA MUNICIPALE 0742/300028

• CROCE ROSSA ITALIANA DI SPELLO 0742/301050

• ASL-DISTRETTO SANITARIO

PROGRAMMA ore 9.00 Ritrovo in piazza della Repubblica ore 9,30 Arrivo del gruppo ciclistico ed esibizione della banda musicale di Spello ore 10,00 Saluto del Presidente, delle autorità e premiazione donatori ore 11,00 Corteo dei partecipanti con la banda musicale e il gruppo ciclistico fino alla chiesa di S. Maria Maggiore per la s. messa ore 13,00 Pranzo sociale

0742/302016

• GUARDIA MEDICA 0742/302016 - 0742/339010

• FARMACIA BARTOLI 0742/301488

• FARMACIA BUATTINI-SOZI 0742/651148

• V.U.S. - PRONTO INTERVENTO ACQUA 800-663036

• V.U.S. - PRONTO INTERVENTO GAS 800-904366

• PROTEZIONE CIVILE DI SPELLO 334/6050102

• UFFICIO POSTALE DI SPELLO 0742/300842

• TAXI 334/5704218

Ai sensi del Testo Unico sulla Privacy D. Lgv. 196/2003, si comunica agli abbonati che i dati da loro forniti all’atto della sottoscrizione sono contenuti in un archivio informatico idoneo a garantire la sicurezza e la riservatezza. Tali dati saranno utilizzati, salvo divieto espresso per iscritto dagli interessati, per le sole finalità di spedizione del giornale e dei suoi supplementi.

Direttore Responsabile MARIO MANINI Tel. 0742.301726 - 339.2111746 mario.manini@smariamaggiore.com Redattore Capo MARIARITA CRISANTI

mariarita.crisanti@smariamaggiore.com Amministrazione, Segreteria, Informazioni, Cambio d’indirizzo: Il Segretario Amministrativo - Tel. 338.3955245 - Fax 0742/302082 Collaborazione tecnica CIRCOLO FOTOGRAFICO HISPELLUM

Buono di 100 Euro riservato ai Soci.

Per i primi 100 Soci che sottoscriveranno il Fondo Pensione la Banca verserà la prima rata di 100 euro

Associato all’USPI Unione Stampa Periodica Italiana

@

Per contattare la Redazione de La Squilla, potete utilizzare anche la casella di posta elettronica, inviando le vostre comunicazioni al seguente indirizzo:

lasquilla@smariamaggiore.com Offerta valida dal 2 giugno al 30 settembre 2013, salvo chiusura anticipata.

Buono di 100 Euro riservato ai Soci.

Per i primi 100 Soci che sottoscriveranno il Fondo Pensione la Banca verserà la prima rata di 100 euro

ORDINARIO € 20 SOSTENITORE € 25

ABBONAMENTI: BENEMERITO ESTERO

€ 35 € 30

da versare sul c.c. Postale N. 14580062 intestato a: Associazione Culturale “La Squilla”, oppure presso la Chiesa di S. Maria Maggiore di Spello. Gli autori e i curatori dei testi e delle immagini se ne assumono singolarmente la responsabilità morale e culturale


La Squilla - Anno XXXX - N. 9 Settembre 2013