Issuu on Google+

Via Eraclea, 12/18 - Tel. 0923.501080 Via Virgilio, 2 - Tel. 0923.548831

Anno II - N° 54 del 15/01/2013 Editori Trapanesi s.a.s. Redazione: Piazza Vittorio Emanuele n°28 Tel. 0923 28140 - redazione@lasberla.com - www.lasberla.com

Supplemento de L’Affarone reg. trib. TP n° 191 Direttore: Enzo Biondo del 14/10/88 iscritto al ROC n° 20945 Stampa in proprio

IL CAPOLUOGO LANCIA L’ALLARME RAPINE Riceviamo e pubblichiamo l'accorato appello di un nostro lettore. Oggetto? Le reiterate rapine poste in essere su tutto il territorio in danno di tabaccai, farmacie, benzinai, pasticcerie, appartamenti e, finanche, un Convento che ospita delle suore ed esercizi che vendono frutta. Dunque, un vero e proprio assalto a punti vendita senza dimenticare i continui furti di motorini e bici. E, secondo la testimonianza del nostro lettore, si tratterebbe dei fatti denunciati perché, a suo dire, molti altri nel tentativo di evitare successive visite, del tutto inopportune aggiungiamo, preferiscono non denunciare l'accaduto. Proprio in occasione dell'inizio del nuovo anno c'è stata una autentica recludescenza. Abbiamo la certezza che almeno due rifornimenti di benzina, uno nel capoluogo ed un altro in una frazione, sono stati presi di mira. Non solo il furto dei soldi ma anche minacce ed aggressioni. Perché gli autori di siffatti episodi non hanno scrupoli, sanno benissimo quali sono i rischi che corrono e, probabilmente, sono degli autentici “disperati”. Nel mirino di costoro anche i tabaccai, altra categoria presa di mira e sovente con danni che prescindono dall'aspetto economico. E negli ultimi giorni, anche nello scorso week and per essere

Giuseppe Abita, benzinaio

L’ODISSEA DI GIUSEPPE PICONE. STORIA DI UN CALVARIO

pag. 2 45 ANNI DOPO IL SISMA CHE SCONVOLSE LA VALLE DEL BELICE

pag. 3 Xitta, il negozio di alimentari

precisi, farmacie, pasticcerie e fruttivendoli non sono riusciti ad evitare le “sgradite” visite di rapinatori. Un cittadino del capoluogo ha subito per ben tre volte la visita di topi d'appartamento. In alcune frazioni gli abitanti evitano persino di raccontare ciò che accade per paura di ritorsione o, forse, perché non nutrono fiducia nelle forze dell'ordine. Già, ma queste ultime cosa possono fare? Impegnate in servizi di varia natura, e soprattutto nell'infliggere multe agli automobilisti, cosa possono fare? Noi lanciamo una proposta: perché non impinguare l'esiguo organico dei Vigili Urbani di Trapani ed Erice in modo tale da poter continuare ad appioppare multe a destra e manca ma, contestualmente, poter mostrare i muscoli anche ai rapinatori? Probabilmente le casse comunali riceverebbero qualche multa in meno, ma di contro, gli esercenti potrebbero vivere con maggiore serenità. Di sicuro, però, occorre individuare dei rimedi prima che ci scappi qualcosa di peggiore per poi, magari, battersi il petto. Se la legge deve essere rispettata dai cittadini perché, la stessa, non rispetta i cittadini?

FAVIGNANA, IL SINDACO CONTRO IL COMMISSARIAMENTO DEL P.R.G.

pag. 3 L'ISOLA DI FORMICA È ALLO STREMO

pag. 4 LUGLIO MUSICALE TRAPANESE, SI PARTE CON VIVA ZORRO

pag. 5

Sport-Calcio TRAPANI, QUATTRO SQUILLI PER SCALARE POSIZIONI

pag. 8


L’ODISSEA DI GIUSEPPE PICONE. STORIA DI UN CALVARIO In una città in cui molto spesso non basta chiudere un occhio trova spazio la storia di Giuseppe Picone, ex agente di Polizia Penitenziaria, la cui unica colpa è stata quella di aver voluto fare rispettare le regole all’interno del carcere di San Giuliano. Il tribunale di Trapani, lo scorso 9 gennaio, l’ha assolto da alcune pesanti accuse “perché il fatto non sussiste”. E dopo l’ assoluzione abbiamo voluto ripercorrere la sua storia. Nel 2004 Giuseppe Picone era in servizio presso la “prima porta”, quella che dà accesso al carcere. Scorge le prime contraddizioni. All’interno della struttura detentiva, in quel periodo, si stavano effettuando dei lavori di ristrutturazione. Picone si accorge che un geometra addetto ai lavori a c c e d e va a l c a r c e r e c o n telefonino e pc, contravvenendo a disposizioni nazionali, che consentono solo ai magistrati di tenere tali dispositivi. Inoltre il geometra, passata la prima porta, ne attraversava una seconda, dove si potevano incontrare i detenuti, con potenziale pericolo per l’incolumità personale. Picone, considerato che la responsabilità era anche sua, espose in modo pacato le proprie lamentele all’ex Comandante e all’ex Direttore del carcere, i quali produssero un’apposita autorizzazione per consentire al geometra di entrare con cellulare e computer. Essendo rappresentante sindacale CIGL, Picone, espose il delicato problema nel corso di una riunione tenutasi tra le mura carcerarie, durante la quale il Comandante e il Direttore – che erano presenti – lasciarono la stanza tra le polemiche. “Il Direttore addirittura lanciò dei fogli in aria - precisa Picone, che continua - “L’indomani, vengo chiamato dalla segreteria per ordine dello stesso Direttore: avrei dovuto sostenere una visita medica per comportamenti anomali in riunione sindacale”. A questo punto chiediamo come andò la visita. “Potevo fare la visita dal medico

del lavoro o da quello indicato dal Direttore, ovviamente ho scelto la prima possibilità. Superata la visita, un superiore mi aspettava davanti la porta, con l’ordine tassativo di portarmi a fare la visita medica dall’altro dottore. Guarda caso il medico indicatomi dal Direttore mi riscontra note d’ansia e dispone una visita più approfondita all’ospedale psichiatrico di Palermo. All’uscita, già mi aspettavano per togliermi l’arma d’ordinanza. Risulto idoneo al servizio e torno così a lavorare. Al rientro però, mi ritrovo a svolgere il cosiddetto ‘servizio a turno’, in punti sempre diversi della struttura, con Capiposto sempre più giovani di me e con grado inferiore. Un chiaro messaggio del fastidio che davo, un sopruso. Poiché facevo presente spesso la cosa, un giorno un collega, stanco di questo mio legittimo malumore, relazionò tutto al Comandante. Egli, con la complicità del Direttore, mi giudicò senza prima aver fatto pervenire il consueto rapporto disciplinare e senza aver ascoltato la mia discolpa. ‘Comportamenti anomali nei confronti del collega’, dicono. In modo composto, non avevo fatto altro che tentare di far valere i miei diritti. Il medico che mi visita, manco a farlo apposta, è lo stesso che mi aveva spedito all’ospedale militare. La visita, vergognosa e sommaria, consistente nella sola misurazione della pressione, mi destina nuovamente all’ospedale militare. Dovendomi cambiare nella stanza della caserma, mi chiudo a chiave. I miei colleghi interpretano male questa cosa, come se volessi compiere qualche gesto estremo, così sfondano la porta. Purtroppo, tutto questo si trasformerà solamente in un pretesto per farmi allontanare in modo definitivo. L’avrei capito solo più in là. Recatomi nuovamente all’ospedale militare, il medico legge davanti a me il rapporto e trasale. Subito chiama due militari a piantonare. Nel rapporto, poi ho saputo, si

diceva che mi ero barricato nella stanza e davo in escandescenze. Quale medico, con tutta la sua buonafede, avrebbe mai potuto prendersi la responsabilità di dichiararmi idoneo? Quel giorno finì la mia carriera. Contemporaneamente alla visita, ricevo una denuncia dal Comandante, perché, a suo dire, volevo sferrargli un pugno. Successivamente verrò assolto. Intanto presento anch’io delle denunce, tutte celermente archiviate; continuo la mia battaglia manifestando davanti al tribunale e la Provincia, incatenandomi per chiedere giustizia.” Del tutto legittima, ovviamente, la commozione. Quanto ha inciso la sua vicenda in ambito familiare? “La mia famiglia ha sofferto e soprattutto le mie due figlie. Per loro non è stato facile, sono state brave a continuare la loro vita, ad uscire. Per fortuna la situazione è migliorata quando a Trapani si è insediato il Procuratore Viola. Ho chiesto di

parlare con lui e mi ha ascoltato, a differenza di molti altri. Lui è un personaggio scomodo, che a differenza di molti altri fa il suo dovere fino in fondo, indipendentemente dalle conseguenze. Altrimenti perché sarebbe minacciato e posto sotto scorta?”. In ultimo abbiamo chiesto a Giuseppe Picone se tornerebbe a svolgere il suo lavoro. Si commuove: “Quante volte, chiudendo una cella, i carcerati mi hanno confidato la loro presunta innocenza. Io facevo spallucce e pensavo che se erano stati condannati dovevano per forza aver commesso qualcosa. Dopo aver vissuto questa Odissea, mi domando quante persone innocenti avrò messo ingiustamente al gabbio. Nel mio caso, per fortuna, la giustizia ha fatto e sta facendo il suo corso. Ma non rientrerei mai in servizio.” Marco Amico


45 ANNI DOPO IL SISMA CHE SCONVOLSE LA VALLE DEL BELICE I ricordi personali spesso, e per fortuna, costituiscono un patrimonio che nessuno può disperdere. Ricordo le immagini dei tg serali, allora esistevano solo primo e secondo canale, che raccontavano i drammi di tante famiglie che nel 1968, nella notte tra il 14 ed il 15 gennaio, persero tutto, finanche molti familiari. Ancora oggi, e sono trascorsi 45 anni, rammento le precipitose fughe verso le campagne dove, questa credo almeno fosse la speranza, i genitori, anche i miei, speravano di trovare rifugio. Distruzione, lutti e macerie. Ricordo, anche, la drammatica foto di una bambina che il terremoto non risparmiò. Divenne, a tutti gli effetti, la copertina di quel sisma che sconvolse la Valle del Belice causando ben 370 vittime e 90 mila senza un tetto. Ma ciò che avvenne dopo fu, probabilmente, ancora peggio. Per decenni illusioni, finanziamenti e ruberie caratterizzarono la ricostruzione mentre la gente era costretta a vivere in strutture fatiscenti. Interessi di gente senza scrupoli, dei furbetti di quartiere che si sono arricchiti alle spalle di quanti,

invece, il terremoto lo hanno portato sempre dentro. Ed ancora oggi, 45 anni dopo, l'equazione Valle del Belice - sperpero di denaro pubblico continua ad essere attualissima. Grazie, anche, al recente finanziamento disposto dal governo nazionale proprio per completare la ricostruzione.

Purtroppo, il terremoto che sconvolse la Valle del Belice verrà ricordato anche per le ingentissime somme sperperate senza che Poggioreale, Salaparuta, Gibellina ecc. potessero definirsi realmente recuperati mentre dovrebbe esserci spazio solo per la memoria di tutti coloro, 370, che persero la vita.

FAVIGNANA, IL SINDACO CONTRO IL COMMISSARIAMENTO DEL P.R.G. Veemente la reazione del sindaco di Favignana, Lucio Antinoro, dopo il commissariamento del Piano Regolatore Generale disposto dall’Assessore Regionale Territorio e Ambiente Mariella Lo Bello. L’Amministrazione Comunale egadina si oppone fortemente al provvedimento, ritenuto “assolutamente iniquo alla luce della storia urbanistica dell’isola, al punto da rendere l’isola di Favignana un

esempio per tutti gli altri territori nelle stesse condizioni” e preannuncia ricorso gerarchico, nonché l’invio delle carte e di tutta la documentazione alla Corte dei Conti. In un telegramma inviato alla Dott.ssa Lo Bello e al Presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, Antinoro definisce il commissariamento un’infausta decisione. Il primo cittadino non le manda a dire e non risparmia nessuno: “Risulta ignobile l’atteggia-

mento dell’On. Paolo Ruggirello e del suo primo elettore nell’isola, il presidente del Consiglio Comunale, Ignazio Galuppo, che hanno tolto la maschera e che, per un’esclusiva azione politica sui cui basare la campagna elettorale, subordinano gli interessi del territorio ai loro interessi politici di basso rango.” Intanto è stato presentato il progetto definitivo di riqualificazione del Lungomare Duilio e del Monumento ai Caduti. A differenza della prima presentazione, avvenuta ai primi di dicembre, quella attuale è relativa a tutto il Lungomare, all’intero assetto della rete fognaria della zona, alla stazione di sollevamento dei liquami, all’area destinata a parcheggio, all’abbattimento del muraglione per dare visibilità alla costa, a tutta la scogliera. A breve verranno avviate le procedure per dare l’avvio ai lavori. Bandita la gara d’appalto, nell’arco di due mesi il progetto diventerà esecutivo. (M. A.)

PARTANNA, METTIAMO AL SICURO GLI ANIMALI Il servizio del tg satirico Striscia la Notizia effettuato a Partanna non è passato inosservato. Ritorniamo sull'argomento per due motivi. Intanto perchè l'amico degli animali, l'ottimo Edoardo Stroppa, è tornato nel paese belicino in occasione della fiera del bestiame in programma domenica scorsa ma anche, per non dire soprattutto, per dar voce ad un lettore che ha trasmesso una mail. Attraverso il web, infatti, ha voluto far sentire la sua voce. Ecco il pensiero di Giuseppe Mistretta: “L'Italia va male perchè le Istituzioni pretendono dai cittadini e sono poi le prime a non rispettare le leggi. Quanto documentato da Striscia la Notizia è a dir poco vergognoso. Vi invito a mettere subito in sicurezza quei poveri animali, compresi i poveri conigli stipati nelle piccole gabbie di metallo. Ma voi sapete che maltrattare un animale è un reato? Spero davvero con il cuore che il Partito Animalista Europeo, porti in Tribunale coloro che fino al giorno prima dell'intervento di Striscia, hanno chiuso gli occhi, permettendo all'allevatore di infrangere la legge. VERGOGNA!

Spero che anche tutti gli altri mass media seguano con attenzione la vicenda”. Noi, stia tranquillo signor Giuseppe, saremo attenti e presenti.


CATRAME LUNGO LA COSTA DA PUNTA FERRO A CALA DEL POZZO Stefano Donati, direttore dell'Area marina protetta, interviene sulla presenza di ingenti quantità di catrame lungo il tratto di costa che va da Punta Ferro a Cala del Pozzo, a nord dell’isola di Favignana. Il primo passo compiuto è stato quello di chiedere alla Capitaneria di Porto la verifica, tramite i sistemi di rilevazione satellitari, se nei giorni precedenti lo sversamento si siano trovate in navigazione a nord delle Egadi navi adibite a trasporto di greggio. “Purtroppo il catrame si è depositato anche sulla preziosa spiaggia corallina di località Pozzo, uno dei luoghi più belli e significativi dal punto di vista ecologico, della costa egusea. Lo sversamento è in quantità esigue – sottolinea Donati - ma distribuito su tutta la costa, e solo un intervento tempestivo e veloce di ripulitura potrà consentirci di minimizzare il danno. Probabilmente si tratta dell'indecente pratica del lavaggio delle cisterne di una petroliera, effettuata da qualche comandante senza scrupoli, magari in acque internazionali”. Una pratica sovente in uso e che, probabilmente, non avrà un colpevole.

L'ISOLA DI FORMICA È ALLO STREMO È sceso in campo il deputato regionale Mimmo Fazio per risolvere i problemi dell'isola di Formica. Il fermo del trasporto di merci pericolose e carburante, infatti, ha posto in ginocchio l'atollo posto tra il capoluogo e le isole Egadi. Fazio si è rivolto al Ministero ed al presidente della Regione nel tentativo di risolvere quella che è, a tutti gli effetti, una emergenza. L'isola ha un rifornimento elettrico autonomo garantito dal gasolio e fino a quando il servizio era assicurato dal traghetto Zeus tutto filava liscio. Scaduto l’appalto, affidato a suo tempo dalla Protezione Civile, l’isola è rimasta a sottolinea la gravità della situazione. "Il secco. Nella missiva il deputato regionale blocco del trasporto di carburante ha determinato, sin dalla fine della scorsa settimana, l’esaurimento delle scorte e, conseguentemente, l’impossibilità per la Comunità Mondo X, che ospita quaranta ragazzi, di provvedere a qualsiasi necessità”. Problematiche che matureranno anche a Pantelleria atteso che la nave Cossyra,

sempre della compagnia Traghetti delle Isole, al pari dello Zeus non ha avuto rinnovato il contratto. A questo punto molto dipenderà dall'incontro che l'ex sindaco di Trapani avrà domani con il presidente Rosario Crocetta. Improcastinable un intervento diretto, magari il rinnovo della convenzione con la Traghetti delle Isole che per anni ha rifornito le Egadi, Pantelleria e Formica.

CONTRIBUTI, NON C’È UN EURO PER LE SOCIETÀ SPORTIVE Anche quest’anno hanno davvero ben poco da stare allegri. Le amministrazioni sono in rosso ed allora puntano il dito contro le società sportive. Un esercizio assai agevole visto che dall’altra parte non c’è più nemmeno la volontà di lottare, di far sentire le ragioni del proprio disagio. Fare sport alle nostre latitudine diventa sempre più complicato. Colpisce e, in tutta sincerità crea fastidio, l’atteggiamento di molti amministratori. C’è poca disponibilità? Nessun problema, storniamo la cifra destinata alle società sportive tanto nemmeno più reclamano. La domanda, tuttavia, la poniamo noi che conosciamo, certamente meglio degli amministratori, le situazioni delle varie realtà: ma davvero non riuscite a far quadrare i conti? A distribuire anche una elemosina a quanti credono ancora nello sport? Dal capoluogo nessun segnale, ieri abbiamo saputo che anche Erice si è accodato, complimenti davvero, e poi toccherà alla Provincia ed alla Regione. Continuando di questo passo saranno davvero pochissime le società sportive che continueranno a tenere alta la propria bandiera, il proprio vessillo. Ad Erice, per quanto rammentiamo a memoria, non ci pare che resistano tantissime società. Cari amministratori continuate così ma abbiate, almeno, la decenza di risparmiare quei paroloni che utilizzate nelle occasioni in cui intervenite.


LUGLIO MUSICALE TRAPANESE, SI PARTE CON VIVA ZORRO Illustrato, ieri mattina a Palazzo De Filippi sede del Luglio Musicale Trapanese, il cartellone di appuntamenti che caratterizzeranno la stagione teatrale invernale. Presente il direttore artistico, l'attore Gianfranco Jannuzzo, il sindaco Vito Damiano e l’amministratore delegato dell’Ente, l’avvocato Gino Bosco. Tanti i temi trattati nel corso dell'incontro, primo fra tutti il desiderio di valorizzare le realtà artistiche locali, alcune anche di caratura nazionale e internazionale. In nome e per conto di siffatto progetto sarà istituito un vero e proprio albo in cui saranno censiti gli artisti, le associazioni, le compagnie locali. Palese la soddisfazione di Gianfranco Iannuzzo: “Ho accolto con entusiasmo l’incarico e sono orgoglioso di poter spendere il buon nome del Luglio Musicale e di Trapani sulla ribalta artistica nazionale e internazionale”. Per quanto concerne il cartellone “overture” con il musical, scritto dagli ex Po o h S t e f a n o D ’ O ra z i o e Ro b y Facchinetti, “Viva Zorro”. Il 14 febbraio toccherà a Sebastiano Lo Monaco che interpreterà “Il berretto a sonagli” di Pirandello; il 20 febbraio spazio al “Cyrano di Bergerac” interprete e regista Alessandro Preziosi. Poi toccherà proprio al Direttore Artistico che il 13 marzo proporrà lo spettacolo “Cercasi tenore” per la regia di Giancarlo Zanetti. Il 9 aprile Pippo Pattivina sarà “L’avaro” di Moliere mentre a chiudere la stagione sarà, il 21 aprile, lo spettacolo di danza “Le Quattro stagioni” con le coreografie

di Mauro Astolfi. Tra gli obiettivi fissati la necessità di preparare con largo anticipo i cartelloni da proporre al pubblico trapanese, ai turisti che sceglieranno di visitare Trapani anche per la sua proposta culturale. Anche in questa ottica si guarda positivamente alla sinergia posta in essere con il teatro “Al Massimo”, perché consentirà di vedere anche sulla piazza trapanese alcuni degli spettacoli in cartellone a Palermo e con il Conservatorio “Scontrino” di Trapani.

Naturalmente qualsiasi iniziativa o scelta sarà strettamente legata alle esigenze di risparmio imposte dal budget di cui il Luglio musicale dispone: 430mila euro che provengono dal Comune e 270mila euro stanziati dalla Provincia regionale. Istituite, infine, delle borse di studio grazie ai fondi che l’Ente avrebbe dovuto versare come socio del Consorzio universitario trapanese. Saranno erogati mille euro per cinque anni a giovani particolarmente meritevoli in campo artistico.

LAVORO E INTEGRAZIONE, UN PROGETTO PER MINORI Lavoro ed integrazione per 46 ragazzi stranieri. Questi gli obiettivi che i comuni di Valderice e di Marsala intendono r e a l i z z a r e a d e r e n d o, i n s i e m e a ConfCooperative di Trapani, al progetto "Integra Forma Lavoro”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle politiche

Sociali. Due le fasi operative: una di qualificazione con 250 ore di formazione, l'altra specificatamente occupazione attraverso percorsi di accompagnamento al lavoro e di tutoraggio con stage formativi che dureranno 6 mesi. Venerdì mattina, presso il “Molino Excelsior”, si terrà la conferenza stampa di presentazione del progetto, finalizzato a favorire e promuovere l’inserimento socio-lavorativo dei minori stranieri non accompagnati. Alla conferenza stampa interverranno, tra gli altri, Camillo Iovino e Michele Schifano, rispettivamente sindaco e assessore alle Politiche Sociali del comune di Valderice; per il Comune di Marsala l’assessore alle Politiche Sociali

SCARICA LA TUA COPIA DAL SITO WWW.LASBERLA.COM

Antonella Genna; per la Confcooperative Trapani il presidente Giuseppe Scozzari. “La Direzione generale dell’Immigrazione e delle Politiche di integrazione del Ministero - sottolinea l'assessore alle politiche sociali di Valderice, Michele Schifano - ha finanziato il progetto per l’alta valenza sperimentale e auspica che le attività inizino entro la metà di febbraio 2013. Un progetto che sottolinea la capacità dell’amministrazione di porsi all’avanguardia nell'attuare politiche dell’accoglienza e di saper attrarre finanziamenti sfruttando al massimo le opportunità proposte dai bandi di finanziamento.” M. A.

5


BASKET, OTTIMO INIZIO DEL GIRONE DI RITORNO Probabilmente non è stata una delle migliori prestazioni offerte dalla Pallacanestro Trapani ma, intanto, la squadra ha vinto. Ha espugnato Gaeta e rimane al secondo posto in classifica. Aggiungiamo, anche, che il girone di ritorno è iniziato sotto i migliori auspici. Una prestazione condita da alti e bassi ma anche dal solito carattere che in certi frangenti può essere determinante soprattutto quando l'avversario riesce ad esaltarsi al cospetto dei propri tifosi. Dunque, e crediamo che in molti la penseranno allo stesso modo, superfluo cercare il cosiddetto pelo nell'uovo considerando la reazione che Svoboda e compagni hanno avuto quando il punteggio era favorevole ai laziali. Nelson Rizzitiello

Ariel Svoboda

Granata avanti al termine del primo periodo, 26-20, e sotto all'intervallo lungo, 34-37. Poi la grinta, l'applicazione di tutti i protagonisti ha rimesso in piedi la situazione grazie ad un parziale di 2214 nel terzo tempo. Trapani ha poi controllato la furente reazione dei padroni di casa ma non ha mai tremato ed al fischio della sirena il risultato lo premiava: 74-68. Miglior realizzatore della serata Ariel Svoboda, 17 punti, seguito a ruota da Nelson Rizzitiello che ha chiuso a quota 14. In doppia cifra anche Virgilio, 13, e Costantino 10. Ianes ha chiuso con 8 punti, Degregori 6, Tardito 4 e Morgillo 2. E domenica prossima al PalaDespar scenderà il

Francavilla. Altro giro, altra corsa. Si ripartirà da una classifica che assegna proprio ai granata la poltrona d'onore in compagnia di Roseto. In vetta, staccatissimo, il Basket Nord Barese con 32 punti. Poi Pallacanestro Trapani e Roseto con 24, Pescara 22, Scauri e Francavilla 20, Martinafranca 18, Gaeta e Ostuni 16, Agropoli e Bisceglie 14, Monteroni 12, Rieti 10 Stella Azzurra Roma 6 Bernalda (-6 penalizzazione) e Fondi fermi a quota 0. Proprio tenendo conto della graduatoria il prossimo impegno sembrerebbe alla portata del quintetto allenato da Flavio Priulla che al Paladespar, come tutti sanno, non regala nulla a nessuno.

UISP, LA CONFERMA DI STEFANO MARCHINGILIO La sala conferenze del Comitato provinciale CONI di Trapani ha ospitato il Congresso territoriale UISP. Nel corso dell'assise è stato rinnovato il Consiglio direttivo e dell’Esecutivo del Comitato. Confermati, come previsto, coloro che in questi anni hanno retto il comitato vale a dire Stefano Marchingiglio ed Ornella Fulco, rispettivamente Presidente e Vice presidente. Saranno affiancati da Carlo Tallarita e Santo Miceli Soletta nella qualità di vice presidenti operativi. Confermata la presidenza onoraria al neo deputato Nino Oddo. I componenti dei nuovi organismi resteranno in carica quattro anni. Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato oltre all’onorevole Oddo, anche Salvatore Castelli, presidente del Comitato provinciale Coni di Trapani e Fabio Maratea, presidente del Comitato regionale UISP, è stato tracciato un bilancio delle attività svolte e delineate le linee guida per l’attività futura. “Occorre rimodulare le nostre proposte per far fronte a questo momento di profonda crisi economico-sociale per garantire anche alle fasce sociali più deboli la possibilità di impegnarsi nello sport che non è solo sana competizione ma anche integrazione e socialità”. Un passaggio importante quello sottolineato dal riconfermato presidente Stefano Marchingiglio. Anche Fabio Maratea, a capo del comitato regionale, ha ribadito lo stesso concetto: “la UISP, in una congiuntura come quella attuale in cui le risorse a disposizione del settore sportivo sono sempre più esigue, sia impegnata ad intercettare e soddisfare il bisogno di benessere dei cittadini”. Anche il presidente Castelli ha posto l’accento sulla difficoltà di

6

continuare ad operare nello sport di base a fronte della riduzione, se non dell’azzeramento, del sostegno da parte dello Stato, della Regione Siciliana e degli altri enti territoriali. Infine spazio alla nuova stagione e, in particolare, l'annuale appuntamento con “Vivicittà”. L'iniziativa, che si svolge in contemporanea in svariate città italiane e del mondo, nel 2013 taglierà a Trapani il traguardo del trentennale. Enzo Biondo


LAVORO TRAPANI cercasi n.5 hostess e n.2 steward, maggiorenni e di bella presenza, per il giorno 25 Gennaio dalle ore 16:30 alle ore 2:00, retribuzione euro 30,00. Tel. 3922075023 Tel. 3349950555 0923548260 ABBONDANTI guadagni confezionando giocattoli, trascrizioni indirizzi, assemblaggi oggettistiche, altro, lavorando anche da casa. Richiedeteci opuscoli informativi Tel. 0544951125 AGENTE immobiliare, amministratore di condominio, ricerca professionisti per apertura studio associato a Trapani. Tel. 3885725742 - 0916168290 AGENZIA di telecomunicazioni, per la Sicilia occidentale, ricerca n° 4 agenti esterni con inserimento immediato in organico, si richiede max serietà, esperienza nel settore e predisposizione con il pubblico, offresi ottimi guadagni, provv. sup. alla media e premi di produzione. Inviare curriculum fax Tel. 0187015014 AGENZIA nazionale cerca 4 promo telemarketing per lavoro svolto dalla propria abitazione per ricerche di mercato-sondaggi vendite. Obbligatorio inviare curriculum fax Tel. 0187015014 AZIENDA Agrituristica Duca di Castelmonte cerca cuoco, possibilmente con esperienza nel settore del agriturismo. Tel. 3479808432 3204791736 AZIENDA cerca n°3 collaboratrici hostess donna, per vendita servizi per attività comm.li, si richiede buona presenza e predisposizione con il pubblico, ottimi guadagni. Inviare curriculum fax Tel. 0187015014

AGENZIA seleziona seria collaboratrice con esperienza pc per importante lavoro gestito dalla propria abitazione per indagine di mercato, ricerche e contatti con clienti, statistiche; si richiede max serietà, predisposizione con il pubblico, buona dialettica, si offre ottimi guadagni. Inviare curriculum fax Tel. 0187015014 AZIENDA nel settore della green economy cerca persone dinamiche ed intraprendenti, da inserire all'interno della propria azienda che abbiamo voglia di emergere dal proprio status sociale. Per colloqui di selezione. Tel. 3927685463 Francesco BITTI SRL azienda leader nel settore della ristorazione, seleziona per ampliamento del proprio organico, personale serio e qualificato: cuochi, commis di cucina, camerieri, chef de rang e commis di sala. Inviare C.V. con foto intera a direttorenoto@hotmail.it oppure info@bitticatering.it Tel. 3394911789 CERCASI 4 hostess per volantinaggio zona Trapani, si richiede ottima presenza, buona dialettica, predisposizione con il pubblico, si offre fisso + ottime prov. Inviare curriculum fax Tel. 0187015014 CERCASI apprendista commessa max 20 anni per attività commerciale sita al centro storico di Trapani. Tel. 0923568402 - 0923539617 ore pasti CERCASI Commessa con esperienza per negozio di abbigliamento sito in G.B. Fardella a Trapani si offre contratto full time. Tel. 3398456238 - 0923562935 Chiamare ore pasti CRISTIAN LAY inserisce, per facile lavoro, anche part time, signorine e signore, offresi possibilità di guadagno iniziale euro 800,00. Per appuntamento Tel. 0923872082 3384162000

GRACETE corredi seleziona consulente alla vendita ambosessi preferibilmente con esperienza nel settore biancheria per la casa part o full time, automuniti. Offre ottime provvigioni, incentivi e contributo spese. possibilità di carriera, sede di lavoro Trapani e Provincia. Tel. 0923871762 Ore ufficio IMPRESA di servizi, con sede a Trapani seleziona figura femminile addette alla pulizia anche con esperienza per impresa di pulizia per lavori settimanali automunite. Tel. 3348156091 MAGITEAM parrucchieri Via Virgilio 145, cerca shampiste e phoniste. Tel. 3493668400 SERIA AZIENDA, ricerca ovunque residenti, collaboratori/trici, full/part time, a cui affidare semplice e duraturo lavoro da svolgere al proprio domicilio. Si offrono ottimi guadagni. Inviare sms con proprio nome, cognome e indirizzo postale completo. Tel. 3476033563 OPPORTUNITA' di lavoro a Trapani SHAKER UP SRL per ampliamento reparto web ricerca a Trapani: Nr. 1 P r o g r a m m a t o r e We b Te m p o indeterminato - Full time. Requisiti minimi: HTML, ASP, CSS, Mysql, Access, Javascript. Requisiti preferenziali: HTML5, CSS3, Jquery, Ajax, SEO, programmazione mobile. Richiesta Esperienza di sviluppo con portfolio visionabile. Compenso a norma di legge adeguato alle proprie capacità. Inviare curriculum vitae con l'autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/03 all'indirizzo e-mail: info@shakerup.com Rif. "ProgrW E B " Te l . 3 3 8 3 1 9 2 2 0 1 0923526054 AZIENDA leader nel settore audio protesico cerca collaboratori Tel. 0923760924

PERSONALI TRAPANI ragazza 21enne graziosa e dolcissima, effettua massaggi rilassanti. Tel. 3270550569

TRAPANI trans Alexia massaggiatrice molto brava, completissima, 24 motivi per non dimenticare. Tel. 3290147086

SCARICA LA TUA COPIA DAL SITO WWW.LASBERLA.COM

TRAPANI bellissima Giulia appena arrivata incantevole massaggiatrice, tutta da amare, vulcano di passione, per veri momenti indimenticabili. Tel. 3665015134

TRAPANI ritornata AnnaCristal, donna 37enne, tranquilla, pulita e riservata, effettua massaggi rilassanti solo per uomini distinti ed educati. Tel. 3204518266

TRAPANI appena arrivata, bellissima studentessa 22enne, molto calda, pazientissima, pulitissima, coccolona, naturale, completa per massaggi, provami! Tel. 3279791928

TRAPANI mulatta Maria pazientissima, bravissima, massaggi tutto con calma, senza fretta, molto disponibile, ti aspetto tutti i giorni. Anche la Domenica. Tel. 3209415431

TRAPANI (Pizzolungo) Kimberly, sono tornata, bellissima bionda svedese, appena arrivata, completissima, dolce calda, coccolona, totale relax senza fretta, ti aspetta. Tel. 3279412973

TRAPANI prima volta bellissima morettina 20enne, dolce, sexy, simpatica, coccolona, sempre allegra, completissima per momenti e massaggi di vero relax, chiamami. Tel. 3277931844

TRAPANI prima volta in città, bellissima massaggiatrice venezuelana, 23enne, completa, riservatissima, ti aspetta per momenti di divertimento. Tel. 3456668341


Il gol di Filippi In poco meno di mezzora il Trapani ha archiviato la pratica Feralpi Salò, ha conquistato la sesta vittoria casalinga, nona in assoluto, ribadendo di possedere il miglior attacco di tutta la Lega Pro. Ben 37 reti all'attivo, oltre due a partita, con Giovanni Abate sempre più cannoniere e con la “vecchia guardia”, spero che Giacomo Filippi interpreti bene la sottolineatura, sempre pronta a farsi trovare pronta. Tutto fin troppo facile, perché domenica allo stadio Provinciale non c'è stato match. Netto il divario tecnico, agonistico e di condizione fisica e mentale tra le due avversarie. Certo, il gol a freddo ed il raddoppio al 14' hanno spalancato le porte al Trapani ma la schiacciante superiorità tecnica è parsa evidente. I granata arrivavano prima sulla palla ed il punteggio, se solo avessero voluto, avrebbe potuto assumere “cifre” eclatanti. Al momento di chiudere il giornale si stava giocano il posticipo tra Reggiana e Carpi, sfida che può incidere sulla classifica e che interessa direttamente il Trapani. In ballo il secondo posto che sarà dei

foto di Leo Pizzardi

foto di Leo Pizzardi

TRAPANI, QUATTRO SQUILLI PER SCALARE POSIZIONI

Il gol di Pirrone granata se il Carpi non riuscirà a vincere ma male che possa andare il terzo posto nessuno lo potrà intaccare. Posizioni di graduatoria a parte, resta la sensazione di una squadra pienamente in “palla”, con la mente sgombra da comprensibili pressioni casalinghe ed in costante crescita. La facilità con la quale Abate e compagni continuano a bucare la rete avversaria, nonostante l'iniziale rinuncia all'imprendibile Mancosu, è semplicemete straordinaria e fino a quando gli avversaria decideranno di giocarsela bè, e ci sbilanciamo, non avranno vita facile. Così come non è assolutamente un caso che la coppia Caccetta-Pirrone, e gli perdoniamo quel disimpegno costato il gol della Feralpi Salò, si stia riproponendo ai livelli della passata stagione. Se a ciò si aggiunge l'estro di Basso, l'imprevedibilità di Gambino e la classe di Madonia, peccato che non abbia segnato soprattutto quando ha disegnato quella splendida parabola respinta dal palo, oggi possiamo e dobbiamo coccolarci questo gruppo. Il resto, probabilmente, dovrà farlo il

Direttore Sportivo Daniele Faggiano. Riuscire, cioè, a piazzare i colpi che possono far lievitare il tasso tecnico dell'attuale squadra. Non andiamo dietro ad esclusive (quali, poi?) o ad anticipazioni ma certamente la partenza di Romeo dovrebbe essere scontata mentre quella di Luca Ficarrotta dovrebbero essere probabile. Il primo dei quali, dovrebbe essere il giovane Sani, scuola Lazio offerto dalla società capitolina. Nell'attesa di conoscere i movimenti del mercato invernale godiamoci il miglior attacco della categoria, la squadra che, probabilmente, esprime il miglior calcio ed un Abate novello capocannoniere. Roba da non crederci! E tra le tante note liete anche la convocazione di Giuseppe Manuguerra al raduno della Rappresentativa Under 21 del girone A della Prima Divisione. Prenderà parte alla XXXIII edizione del Torneo Quadrangolare di Lega Pro che si terrà a Carpi e Reggio Emilia da martedì 22 a giovedì 24 gennaio. Complimenti, Peppe! Enzo Biondo


LaSberla 15-01-13