Issuu on Google+

ANNO XIV - ESTATE 2009

on line

Scuola di cucina naturale con Ristorante

diMartin Halsey

La Sana Gola - via Farini, 70 - 20159 Milano - tel: 02 66 87 188 - 02 60 730 452 - email: info@lasanagola.com - www.lasanagola.com

Ci Salveranno i Cuochi!


MEMO

o c o u c e n o i e s r s a e t f n Pro ia alime nagola.com .lasa w w w terale P : e date su Tutt

Periodico dell’Associazione La Sana Gola • Via Farini, 70 - 20159 Milano •Tel: 02 66 87 188 - 02 60 730 452 • Fax: 178 273 6785 • www.lasanagola.com • e-mail: info@lasanagola.com Soci fondatori: Martin Halsey (coordinatore generale), Stelio Leoni Direttore responsabile: Maria Rosa Cervelli Redazione: Martin Halsey, Rosy Cervelli Marketing e Pubblicità: Rosy Cervelli rosy@lasanagola.com Progetto Grafico: Bob Michel robertmichel@me.com La Sana Gola è iscritta al Trib. di Milano n°225 del 5/4/97 Sped. in abb. postale 45% Filiale di Milano art. 2 comma 20/b legge 662/96-Mi Arretrati: una copia omaggio; per quantità superiori contattare la redazione L’editore è a disposizione per assolvere ai diritti per le immagini di cui non è stato possibile reperire la fonte.

CONSIDERA L’AMBIENTE PRIMA DI STAMPARE QUESTO DOCUMENTO Stampa solo le pagine che ti servono e assicurati di usare la stampa fronte e retro oppure, se puoi, cerca di usare fogli di carta da reciclare. Sono piccoli gesti che moltiplicati per milioni di utenti possono fare una differenza. Grazie!


DEAR SOCI

Dear Soci, Macro, bio, vegan – questo è il modo più semplice e veloce per definire quello che siamo e quello che facciamo. Stiamo proponendo un modo di mangiare e vivere che rispetta la natura e tutti gli esseri viventi, che ha dei principi universali come guida e che cerca di soddisfare il nostro bisogno di piacere a tavola e nella vita in generale. Tutto bello, tutto positivo e tutto estremamente difficile da proporre e condividere con la gente. Per iniziare questo anno scolastico e il rientro vorrei ribadire alcuni punti essenziali della nostra proposta che possono servire quando c’è qualcuno che si dimostra sinceramente interessato nelle scelte che stai facendo, che sia bio, macro o vegan (o tutti o un po’ di ciascuno). è quasi inutile discutere con chi non ha già una mente aperta o un interesse sincero per migliorare la propria vita e il mondo in generale. I punti sono i seguenti: Non c’è nessun bisogno di mangiare cibo di origine animale cosi come il consumo di zucchero, alimenti super raffinati e prodotti di origine tropicale non fanno parte della dieta umana. Oggi chi sostiene ancora che alimenti di origine animale sono indispensabili è semplicemente mal informato e non si è interessato veramente all’argomento.Ancora più importante del punto 1 è il fatto che il consumo degli alimenti elencati sta alla base di un sacco di problemi, i problemi principali della nostra epoca. Ci sono alimenti deliziosi, tradizionali e facilmente reperibili che non solo possono sostenere la vita, ma utilizzati in modo equilibrato (la terapia alimentare - che non è molto difficile da iniziare) sono in grado di risolvere la maggior parte dei nostri problemi fisici e, anche in casi dove non vengono totalmente risolti, danno comunque un grande aiuto.

Per chiarire meglio questi punti vi cito solo alcuni dei tantissimi punti trattati in questa rivista nell’arco degli anni. Il cibo di origine animale (carne, uova, latticini ecc.) per essere prodotto (considerando mangime, fertilizzanti, pesticidi ecc), trasportato e venduto, è la prima o seconda fonte di consumo di petrolio (c’è chi dice che il riscaldamento ne consuma di più) nel mondo attuale, quindi la causa principale (prima o seconda) nella creazione di gas serra, della nostra dipendenza dalle risorse non rinnovabili e di tutto ciò che ne consegue. Solo questo punto dovrebbe far capire che una persona consapevole, responsabile e intelligente non può consumare troppo questi alimenti, sarebbe letteralmente immorale. Ma c’è di più. Nei paesi dove gli schemi alimentari seguono le tendenze moderne (tanto cibo animale per le proteine e tanto zucchero, caffé, cacao, frutta tropicale e altri alimenti nuovi nella dieta) ci sono livelli allarmanti delle cosiddette malattie da benessere. Stiamo parlando di sovrappeso e obesità, problemi cardiovascolari, il cancro e altre malattie degenerative come diabete e malattie auto-immuni, osteoporosi ecc. Orientandosi verso un modo di mangiare e uno stile di vita come quello che vi suggeriamo, questi problemi cominciano a regredire e molte volte scompaiono. Di fronte a questi fatti uno deve proprio volersi male se non si interessa un po’ a quello che stai dicendo. Potrei dire molto di più ma so che sto sfondando una porta aperta con i lettori di questa rivista, forse quello che voglio dire in questo primo numero dell’anno scolastico è che condividere ciò che noi sappiamo essere

3

valido per la nostra salute individuale è estremamente importante per la salute collettiva, ed è solo quando il mondo si avvicina a schemi alimentari e atteggiamenti armoniosi simili a quelli che noi cerchiamo di seguire che potremo vivere pienamente la nostra scelta di creare una vita di salute e pace oltre a buon gusto e piacere. So che questa introduzione alla rivista è una ripetizione, non c’è nulla di nuovo qui in rapporto al passato ma ho scelto di ribadire questi concetti perché sono così basilari. Li sto proponendo da oltre 30 anni e magari con il vostro aiuto e le vostre voci possiamo fare molto, molto di più nei prossimi 30. Spero di vedere tantissimi di voi in sede a Milano in questi giorni dopo il rientro o in altri luoghi in giro per l’Italia e anche se finiamo per ripetere un po’ le stesse cose, sono comunque cose molto importanti. A presto,

Martin Halsey PS: in realtà ci sono un sacco di novità da scoprire, corsi, workshop, video e DVD, nonché la cena del sabato (oltre a quella di venerdi) e il brunch la domenica. Buona lettura.


SPECIALE

Ci Salveranno i Cuochi! La prova del cuoco Uno dei principi che guida la mia vita è il seguente: “Se vuoi avere una vita sana e piacevole conviene avere tanti cuochi come amici”. Se mangi bene avrai salute, sapore e grande vitalità per creare la tua vita e viverla appieno. Con questo principio che mi guida non potevo che creare una scuola di cucina e lavorare per far si che ci fossero sempre più bravi cuochi in circolazione, migliorando la vita di tutti e in qualche modo salvando il mondo. Vorrei chiarire esattamente l’importanza della cucina in questo articolo e dare qualche suggerimento pratico a chi vuole migliorare in cucina, ma prima di entrare nei dettagli vorrei fare qualche osservazione

1.

Quando si parla di nutrizione e dell’aspetto salutare del cibo non si parla mai del cuoco, come se non esistesse.

Non mi stanco mai di rivelare quanto la visione nutrizionale\ biochimica della scienza moderna sia fallimentare per insegnarci come mangiare. Le lacune di questa visione risultano evidenti quando si nota che non si considera la cucina, o lo si fa solo in modo estremamente superficiale e banale. Quando i testi di nutrizione parlano della cucina, generalmente si riducono a invitare al consumo di alimenti cotti o crudi o alla necessità di mangiare alimenti cotti solo brevemente per non perdere le sostanze presenti nel cibo. Questa visione ci fa capire che la cucina toglie energia o valore al nostro cibo, mentre la verità è che il cuoco aggiunge energia e valore al cibo. Quello che è possibile aggiungere al nostro cibo con la cucina è così vasto che sono sicuro che non riuscirò a comunicarlo in questo articolo, è l’arte più importante nella vita umana. In ogni cultura questa importanza è illustrata dalla complessità e varietà di tecniche e tradizioni che esistono in cucina. I libri più venduti al mondo sono libri di cucina.Tutto questo viene ridotto all’insignificante dalla scienza della nutrizione.

2.

Il ruolo del cuoco sembra essere quello di rendere tutto delizioso cercando di non danneggiare le sostanze nutritive, o di limitare i danni.

C’è chi apprezza il lavoro del cuoco e lo possiamo verificare con la diffusione di corsi di cucina alla televisione. Ci sono canali dedicati alla cucina 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana. Questi corsi hanno un punto d’enfasi – il piacere del palato. Non si parla nemmeno della possibilità di digerire i piatti presentati; il lavoro è indirizzato al palato e quello che succede dopo sono cavoli tuoi. Si parla molto di tradizioni e della cucina della nonna ma alla fine si tratta di una cucina totalmente sensoriale ed emotiva, ignorando quanto di altro il nostro cibo ci può, e ci deve dare. È interessante notare che questi programmi (e libri ecc.) raramente prendono in considerazione quelli che sono i principi definiti dalla scienza. I piatti sono incredibilmente grassi, zuccherati e semplicemente malsani anche se sicuramente molto gustosi. C’è un distacco tra i discorsi sul cibo nella nostra società, da una parte dobbiamo essere esperti in biochimica per poter mangiare, e dall’altra ci interessa solo il piacere, il risultato è confusione e schemi alimentari estremamente malsani, e paradossalmente anche alimenti non particolarmente gustosi per la maggior parte di quello che consuma la gente.

3.

Il valore di un cuoco, vale a dire quanto è stimato e considerato importante, oggi è bassissimo a meno che non si stia parlando di cucina gourmet.

I cuochi che contano oggi sono quelli che fanno parte del punto numero 2, i cuochi gourmet capaci di offrire piatti ricchi e gustosi, mentre chi fa da mangiare a casa è considerato un poverino o una persona che deve sacrificarsi facendo un lavoro poco gratificante e poco importante. Generalmente si fa da mangiare sempre di meno, preferendo cibi precotti o vari tipi di cibo d’asporto. Se consideriamo che una volta l’economia della casa e la cucina erano un lavoro a tempo pieno per una persona, oggi si cerca di delegare il più possibile e questo viene considerato progresso.

Chi c’e dietro a ciò che mangi?


SPECIALE

o i Cuochi!

Ci Salverann

Qual è la vera importanza del cuoco e in che modo ci salveranno?

“Vediamo un orto vuoto, prima di seminare. Vediamo i genitori infilare nella terra dei semini e in modo accelerato vediamo che l’orto si sviluppa e la terra prende varie forme, cavoli, porri, zucche, pomodori, fagiolini, meloni e tanto d’altro. La terra diventa il nostro cibo, da nulla la terra si trasforma e diventa quello che in seguito i genitori raccolgono e preparano per il figlio che gradualmente cresce. Tutto ciò che viene dato a questo bambino viene proprio dalla terra dei genitori (per una persona moderna questo può sembrare un film di fantascienza ma per millenni e millenni la gente si nutriva in questo modo).

Per rispondere a questa domanda e per apprezzare a pieno l’importanza del cuoco dobbiamo riconoscere quello che è l’essere umano e il ruolo che gioca il cibo e quindi la cucina. Per illustrare questo punto, vi invito a vedere un film insieme. Questo film ha due parti, la prima parte si intitola:

“Uno spirito vestito dalla terra“ In questo film un bambino nasce e siamo invitati a riflettere sull’essenza di questo bambino, considerare da dove viene e cosa farà qui su la terra. Per rendere questi concetti abbiamo i genitori che devono rispondere alle domande degli altri figli nella famiglia.

Cosa ci insegna questo film? Ci fa capire che il nostro cibo non è altro che una forma speciale della terra, una forma concentrata. Vediamo che il bambino mangiando la terra in queste forme crea e mantiene il suo corpo. Vediamo anche che la stragrande maggioranza degli alimenti va cotta per poter essere digerita (legumi e cereali in particolare).

”Da dove viene il nostro fratellino mamma?” “Viene dal cielo amore, è venuto qua per far parte della nostra famiglia e crescere insieme a voi” “Ma come è venuto dal cielo, è venuto dalla tua pancia no?” “Si amore ma la sua anima viene dal cielo e un giorno tornerà in cielo, cosi come accade a tutti”

Essenzialmente vediamo che il corpo è creato e mantenuto dalla terra e serve per vestire lo spirito. Il tipo di vestito che creiamo ha un effetto sullo spirito, rendendolo più a suo agio o rendendolo agitato o disturbato (ma questo è un altro film…) Per apprezzare ulteriormente l’importanza della cucina abbiamo bisogno della seconda parte di questo film. Questa parte si intitola:

Penso che siamo tutti convinti di avere una parte di noi che è eterna e che viene dall’infinito – il cielo. Possiamo definirlo anima o spirito o corpo invisibile, l’essenza è che c’è questa dimensione nell’essere umano, anche i bambini capiscono al volo il concetto. Quindi c’è questo spirito, dopo deve creare un corpo per poter vivere e fare tutto quello che lo ha spinto a venire qui sulla terra. Da dove viene questo corpo? Nel nostro film viene illustrato da un processo di accelerazione:

“Siamo quello che abbiamo mangiato” Adesso la mamma del primo film ha un piccolo ometto da mantenere insieme a suo padre e agli altri figli. Lei nota che ognuno dei suoi commensali ha gusti e preferenze diverse e quindi è costantemente alla ricerca di modi nuovi e interessanti di presentare quello che la sua terra dona. Lei sa anche che nelle varie stagioni deve preparare gli alimenti in modi diversi altrimenti dovrà gestire tossi e febbri frequenti. Ha capito che deve stare molto attenta con i dolci che prepara perché in famiglia sono tutti golosi (anche lei stessa) e che i vari membri hanno bisogni diversi; il piccolo deve mangiare senza sale e il grande vuole cibi che danno forza (legumi e cereali cotti con più olio e sale, nonché più alimenti di origine animale). Finalmente lei ha capito che quando lei stessa è in forma tutto fila liscio e riesce a gestire tutta questa sinfonia di bisogni e di preferenze in modo naturale e intuitivo, mentre se lei è stanca o di cattivo umore si ripercuote nel cibo e sul benessere di tutta la famiglia. Possiamo dire che lei è responsabile per: • Il benessere fisico di tutta la famiglia • La soddisfazione e il piacere a tavola (che determina se i commensali mangiano o meno e quindi coinvolge anche il punto precedente) • La crescita dei piccoli • La capacità di lavorare dei grandi (ha capito come rendere

5


SPECIALE

o i Cuochi!

Ci Salverann

suo marito più o meno caloroso nei suoi confronti anche con il cibo). • L’economia delle risorse della sua terra • Persino l’umore di tutti quanti giorno per giorno.

dei nostri diplomati che hanno aperto attività nell’arco degli anni) è quello di inventare un nuovo tipo di ristorazione. Questo nuovo tipo di ristorazione deve avere delle qualità importanti che vorrei elencare:

Questa mamma è ben consapevole delle dimensioni spirituali della vita e vuole nutrire anche questo aspetto quindi usa pochissimo cibo animale e cerca di evitare tutto ciò che è artificiale o troppo raffinato. Osserva attentamente l’atteggiamento di tutti e fa aggiustamenti se diventano troppo nervosi o troppo pigri. Cerca in ogni modo di creare armonia a tavola, in casa e in ogni interazione della sua famiglia, anche quando deve disciplinare i piccoli. È lei che controlla, che crea e che guida il benessere dei suoi cuccioli. Il lavoro più importante di tutta la società, di tutto il mondo è il suo.

Cibo di altissima qualità in armonia con le stagioni. Menu creato con relativamente pochi piatti che permette ai cuochi di preparare con cura e con calma, come se fosse una cucina di casa. Cuochi che fanno da mangiare con un atteggiamento quasi spirituale, nella voglia di nutrire e nella piena consapevolezza dell’importanza di quello che fanno. Commensali che sanno che i gusti saranno diversi da altri ristoranti. La ristorazione più diffusa si basa su sapori estremi che possono piacere al palato malsano. Dolci buoni, piatti sfiziosi e un atteggiamento verso il cibo non come medicina o come cosa esoterica ma nutrimento terra a terra per persone che devono trovare piacere a tavola tre volte al giorno. La possibilità di venire incontro a esigenze personali. Prezzi onesti e abbordabili.

Se cominciamo a capire che tutti questi aspetti della nostra vita vengono influenzati in modo diretto da chi fa da mangiare, la figura del cuoco acquista altri valori. Quando mai dovremmo delegare questo ruolo al pizzaiolo dell’angolo o chi riuscirebbe a farci fare quattro salti anziché fare da mangiare?

Per quanto possibile stiamo cercando di creare la cucina di casa con la mamma saggia ma al ristorante. È cosi che i cuochi ci salveranno.

Un grande cuoco deve diventare maestro di: • Tutti gli ingredienti e tecniche della cucina. • Come soddisfare i bisogni stagionali con l’energia del cibo e gli stili di cottura (stiamo parlando di yin e yang) • Come aggiustare i piatti a seconda dei bisogni personali (sempre yin e yang) • Come render tutto il più buono e vario possibile giorno per giorno Chi è capace di fare tutto è una persona da avere come amico ed è in grado veramente di creare armonia nel mondo partendo dalla propria famiglia e dai suoi commensali.

Studiare e innovare Vorrei fare due osservazioni per finire questo articolo, che come previsto non è sufficiente per spiegare l’importanza del cuoco pienamente. La prima è che conviene studiare la cucina. Quale altro studio potrebbe essere più importante? Non si finisce mai di studiare questa arte e spero di poter proporre corsi di cucina e pubblicazioni sulla cucina per tutta la mia vita e mi auguro che le mie figlie (almeno una delle tre) porteranno avanti questo meraviglioso e importantissimo lavoro. Il secondo punto è che mi rendo conto che non viviamo come nella seconda parte del film. Non abbiamo un orto enorme che ci dà tutto il nostro cibo e spesso non c’è la mamma che ci mantiene sani e contenti. Siamo obbligati a mangiare fuori o improvvisare i nostri pasti troppo spesso e su questo punto penso che un altro aspetto del nostro lavoro (in questo includo tanti

6


LIBRI

Ohsawa alla luce del sole e il comportamento a tavola sono cosi essenziali (Nel Giappone antico mangiare e bere erano considerate cerimonie di monumentale importanza - la creazione di vita e pensiero). Tenete bene a mente che l’invenzione del fuoco, senza il quale non potremmo cucinare, ha un’importanza infinitamente profonda: segna il punto in cui la strada dell’uomo inizia a divergere da quella di tutti gli altri animali.

Si sa che in estate leggere un bel libro avvincente sulla spiaggia è d’obbligo. Purtroppo quest’anno sono finiti i libri di Harry Potter e quindi quale miglior sostituto se non un saggio di Ohsawa sull’Ordine supremo dell’universo? Quelle letture leggere leggere che rinfrescano mente e spirito mentre tutti intorno corrono sul bagnasciuga sotto al sole di agosto. Giusto per ricordarsi che oltre a parole come “emergenza caldo” e “emergenza clandestini” esistono persone che sanno usare parole come “Infinita libertà”, “gioia eterna” e “assoluta giustizia”.

L’arte della vita

Ecco qui due sunti che parlano dell’arte dei cuochi tratti dal libro “Essential Ohsawa” redatto da Carl Ferrè per Avery publishing Group - 1994 -238 pag. Il libro è in inglese e chi conosce la lingua apprezzerà leggere le parole di Ohsawa con una forza diversa, più incisive rispetto alle traduzioni italiane. Vi offriamo questi articoli con la consapevolezza che anche se la visione degli insegnamenti di Ohsawa si è evoluta negli ultimi 50 anni, e non tutte le indicazioni vengono prese alla lettera, il cuore del suo pensiero resta un sole che illumina la via.

Vi ho dato un piccolo assaggio della medicina dell’estremo oriente. Il primo passo per voi è intraprendere le istruzioni preparatorie per le persone malate. Le ribadisco: 1 Non mangiare zucchero bianco e tutto ciò che è zuccherato. 2. Cerca di bere la quantità minima di acqua che è necessaria alla tua sussistenza e che ti consenta di urinare non più di 3 o 4 volte al giorno. 3. Utilizza il minimo possibile di prodotti animali soprattutto se vivi in un clima caldo o se ti appresti a visitarne uno. 4. Evita i cibi preparati industrialmente, soprattutto quelli che contengono coloranti. 5. Evita il cibo importato da paesi lontani. L’economia basata sul libero commercio viola le leggi dell’universo nella nostra dieta e conseguentemente mina la nostra salute. 6. Evita patate, pomodori, melanzane e frutta se hai una malattia di origine yin. 7. Non usare aceto. 8. Includi nella tua dieta dal 50% al 60% di cereali integrali e dal 20% al 25% di verdure ben cotte. 9. Cucina il cibo con qualsiasi metodo tradizionale. 10. Mastica il più possibile, una media di 50 volte ogni boccone

http://www.amazon.com/gp/product/0918860571

L’arte della cucina macrobiotica La nostra cucina macrobiotica, che può essere così meravigliosamente deliziosa, necessita di un cuoco creativo che comprenda l’arte di bilanciare lo yin e lo yang. Sfortunatamente, l’educazione moderna trascura la capacità creativa a tali livelli, che diventa raro riuscire a incontrare un bravo cuoco. Eppure vivere significa creare. Senza creazione non possiamo esistere visto che il corpo crea il nostro sangue da ciò che ingeriamo quotidianamente come cibo e bevande. il sangue crea e supporta ogni nostra attività. L’adattabilità umana è in sè frutto di questa capacità creativa. La vita è l’espressione della creatività e, dall’altra parte, dipende completamente dalla composizione, proporzione, preparazione e dall’ordine degli elementi yin e yang nel nostro cibo e nelle nostre bevande.Non essendo avezzo alla cucina macrobiotica, all’inizio preparerai piatti che non sono così deliziosi. Non preoccuparti. Al massimo mangerai di meno - una vacanza per il tuo provato stomaco e intestino. Le mie felicitazioni. Più avanti, i tuoi primi menù non saranno perfettamente bilanciati. Non c’è motivo di allarmarsi però. Attraverso la pratica e lo studio della teoria macrobiotica, la tua abilità di giudizio si svilupperà rapidamente; diventerai presto un maestro di come si combinano yin e yang in cucina - l’arte più fondamentale della tua vita. Lo yin e lo yang variano a seconda del clima di origine e della stagione dell’anno. In più, le caratteristiche yin e yang degli alimenti possono essere influenzate molto dalla preparazione e dal modo di assunzione. Questo è il motivo per cui l’arte di cucinare

In proporzione ai miglioramenti del vostro stato di salute, migliorerete anche nel riconoscere intuitivamente lo yin e lo yang e mentre la vostra abilità di giudizio migliora coglierete nuovi orizzonti della medicina tradizionale dell’estremo oriente. Se decidete di studiare la mia filosofia vecchia di 5000 anni per realizzare la vostra infinita libertà, gioia eterna e assoluta giustizia, ricordate che dovete farlo da soli, indipendentemente, da voi stessi e per voi stessi, come fanno tutti gli animali, insetti, uccelli e pesci. Prima di tutto mettetevi nell’ottica di conquistare la vostra malattia, non la sua o quella di un altro, la vostra. Imparate la natura del vostro malessere e la sua causa. Se siete solo interessati a far sparire i sintomi, le difficoltà o il dolore, non avete nessun motivo di studiare questo libro. Questa filosofia unica non si occupa di medicina sintomatica. Per assimilare e comprendere il principio unificatore profondamente dovete viverlo nel vostro quotidiano seguendo una dieta macrobiotica. Voi potete essere creatori della vostra vita, salute e gioia. Dopo aver ascoltato la lista dei cibi che vanno evitati, capita che qualcuno esclami: “Ma allora cosa resta da mangiare?”. Chi fa questa domanda ha una mente semplicistica, egocentrica ed è troppo innamorato del suo palato. In questo risiede la vera ragione della sua miseria e della sua malattia. è una presa di coscienza involontaria del suo egoismo e del suo peccato originale e giornaliero che inconsciamente commette. Non sa che in ogni paese del mondo, con poche eccezioni, ci sono cibi naturali a centinaia e che un bravo cuoco è in grado di prepare centinaia di piatti in centinaia di modi usando anche gli stessi ingredienti. L’arte culinaria è l’arte della vita. La nostra salute e conseguentemente la nostra felicità, la nostra libertà e anche la nostra capacità di giudizio dipendono dagli influssi di quest’arte. Ecco perché solo i migliori studenti vengono selezionati nelle grandi scuole e nei conventi buddisti. Se non sei un bravo cuoco devi semplicemente imparare l’arte culinaria. La preparazione culinaria è infatti fondamentale per ottenere la realizzazione personale attraverso la medicina dell’estremo oriente. Ciò che si chiama salute, felicità, libertà o pace, i pilastri dell’umanità, vanno eretti su fondamenta biologiche, fisiche e logiche e cioè: la corretta alimentazione

7


VACANZE

QLa villa rina scimentale co n affreschi e m d’epoca obili

ESTATE A

VECCH E T IA COR

Alcune cose che vi siete persi... Il ritorno a Cortevecchia è stato intenso oltre ogni aspettativa, sia sul piano dello studio e dell’evoluzione personale, sia per le interazioni e gli scambi tra i partecipanti, sia, ovviamente, per il buon cibo. Qualcuno si è portato a casa il relax, altri nuove tecniche per curare vecchi malanni, qualcuno qualche ricetta, altri nuove amicizie, qualcuno la voglia di iniziare a cambiare, altri ancora la fermezza per continuare la trasformazione. Qualcuno ha masticato meglio, qualcuno è andato meglio di corpo, qualcuno ha dormito meglio e altri hanno respirato di più. Qualcuno ha capito un pezzettino in più dello yin e dello yang, altri si sono posti nuove domande. Ognuno è tornato a casa arricchito, fosse anche solo per aver passato qualche giorno sotto le stelle di Cortevecchia. Ecco qualche foto e, se l’atmosfera vi piace, segnatevi sul calendario che dal 10 al 24 luglio l’anno prossimo sarete in vacanza.

Q110 casali (a lcuni sono an cora in vendita) sp arsi su un’are a di 2.300 ettari

e le ni al frantoio QLe escursio e tanich passeggiate bo

QNatura a est, ovest, nord e sud.

QLe meravigliose stellate

8


QIl cliente più anziano (89 anni) e il più giovane (2 mesi)

Fiorenzo QI corsi di cucina con e le sue ricette

QIl relax in piscina

Yin QLe degustazioni ivi ul all’ombra degli

QIl corso di m assaggi Tui-N a e lo stretchi tino con Luan ng mattua

QI massaggi individuali con Luana

QI mercati ni di arte c ontempora nea

QI corsi di cucina e le conferenze sarali con Martin Halsey

QLa tranquillità di sapere che in cucina c’erano Vanessa, Paola, Mariella, Fiorenzo e Federica

QLa cucina stile LSG sempre varia e gustosa


SUPERSTAR CHEFS

Brunch: per i cuochi della domenica STRUDEL DI MELE

BLINIS (PANCAKES ALLA RUSSA)

4 mele 200 g di amasake 200 g di mandorle tostate 200 g di farina tipo O 2 bucce di limone 2 C. di malto di mais o di sciroppo d’acero 2 C. di olio di mais 1 pizzico di sale 1 pizzico di cannella 100 g di uvetta sultanina

2/3 T di farina di grano saraceno 2/3 T di farina “0” ½ c di sale 1 T di latte di soia caldo 1 c di malto di riso 5 gr. di lievito di birra fresco 4 C di birra Olio evo q.b. 1. Mescolare farine e sale in una terrina. 2. Sciogliere il malto nel latte caldo 3. Sciogliere il lievito in poco latte caldo 4. Versare i liquidi nelle farine e mescolare fino ad ottenere una pastella morbida. 5. Aggiungere la birra e mescolare di nuovo 6. Coprire la terrina con un telo umido e metterla in luogo caldo a fermentare per circa 1 ora. 7. Scaldare l’olio in una padella antiaderente, versarvi pastella sufficiente a coprirne il fondo e cuocere da entrambi i lati. Si alzerà con uno spessore di ½ cm. circa. Durante la cottura si formeranno anche dei piccoli buchini. 8. Lasciare dorare , poi metterla da parte e tenerla al caldo. 9. Ripetere il punto 7 fino a terminare la pastella.

IMPORTANTE: La seguente crema deve essere preparata il giorno prima. Mescolare l’amasake con le mandorle finemente tritate e la buccia di limone (la crema deve essere molto consistente). Sbucciare le mele e tagliarle a fettine piccole. In un contenitore mescolare le mele, l’uvetta, la buccia di limone e la cannella. Preparare l’impasto: farina, sale, sciroppo d’acero, olio di mais e acqua quanto serve. Fare una sfoglia e tirarla molto fine, mettere uno strato di crema di amasake e le mele. Chiudere la sfoglia facendola rotolare, bagnando con un pennello il bordo. Posare il rotolo su una teglia unta d’olio e infornare per 20 - 30 minuti a 180 gradi. A fine cottura spennellare con acqua e malto.

MUFFINS AL CIOCCOLATO

CREMA DI MANDORLE

PANINI VONGOLINE

300 g di farina tipo O 100 g di farina di nocciole 100 g di uvetta 100 cc di olio di mais 100 cc di succo d‘acero o 200 cc di malto di mais 1 bustina di lievito 1 pizzico di sale 1 buccia di limone 3 mele gialle grandi grattugiate 100 g di cioccolato fondente

400 g di mandorle bianche 30 g di agar-agar 500 g di malto di riso 2 bucce di limone grattugiate 1 bacello di vaniglia 1 pizzico di sale 0,4 L di acqua (+ 1,2 L di acqua)

500 gr di farina bianca o semiintegrale 1 c. di sale 3-4 C. di panna di soia 1 limone grattugiato 1/2 T. latte di riso o di soia 50 gr di fichi 50 gr di noccioline 1 bustina di lievito per pane

Mescolare molto bene tutti gli ingredienti, l‘impasto deve risultare morbido. Formare delle palline, metterle dentro dei pirottini e decorarle con una nocciolina. Cucinarli in forno a 190 gradi per 25 - 30 minuti. Spennellare con malto di riso e acqua e lasciar raffreddare.

Tostare le mandorle leggermente. Frullarle con 400 g di acqua. Aggiungere 3 volte l‘acqua (= 1,2 L) e versare il liquido in una pentola con un baccello di vaniglia, l‘agaragar ed un pizzico di sale. Mescolare e far bollire per 15 minuti. Spegnere il fuoco, aggiungere la buccia di limone, il malto di riso, mescolare e versare in una pirofila. Lasciare raffreddare e poi frullare.

10

Macinare i fichi e le noccioline. Mescolare tutti gli ingredienti con la farina e poi aggiungere acqua quanto basta per ottenere un impasto morbido. Stenderlo con il matterello a uno spessore di 1 cm. Tagliare in tanti cerchi e piegare a mezzaluna bagnando i bordi. Infornare nel forno caldo a 190 º per 15 - 20 minuti.


CRÊPES

SEMIFREDDO BIANCONERO

BUDINETTI DI MIGLIO

200 g farina di grano saraceno 200 g farina “0” un pizzico di sale un pizzico di vaniglia in polvere 2-3 C olio di mais latte di riso o soia o acqua q.b.

Una teglia di ca 15 x 30 cm 16 fette biscottate o biscotti al malto

½ litro di latte soia 1 litro di acqua un pizzico sale buccia grattugiata di un’arancia o olio essenziale 500 g di malto 150 g di miglio 2,5c agar agar in polvere

Mescolare in una terrina le farine ed il sale, la vaniglia e l’olio. Con l’aiuto di una frusta unire man mano il latte fino al raggiungimento di un impasto liquido, ma non troppo. Riscaldare una padella a fuoco medio e oliarla leggermente. Versarvi circa 3-4 cucchiai di pastella formando uno strato sottile, lasciar cuocere e girare dall’altro lato quando si formano delle bollicine. Servire le crepes calde spalmandovi una crema (per esempio crema di mele o marmellate varie).

400 g di “bagna” alla mela (succo di mela + pizzico cannella in polvere +2C malto + pizzico di sale) oppure 400 g di latte di riso e vaniglia in polvere 250 g di budino al cacao 250 g di budino di mandorla e vaniglia cocco rapè q.b. x decorare Stendere 8 fette nella teglia e versarvi sopra 200 gr. di succo mela aromatizzato caldo fino ad inzupparle bene. Quindi stendervi sopra il budino alla vaniglia e livellare. Passare le altre 8 fette nel succo  rimanente ed appoggiarle delicatamente sopra al budino formando uno strato uniforme. Versarvi sopra il budino al cacao, livellare e cospargere con cocco. Lasciar raffreddare qualche ora in frigo.

Lavare il miglio e metterlo in una pentola assieme a latte, acqua, sale ed agar agar; portare a bollore quindi coprire e cuocere a fuoco molto basso per 45 minuti. A questo punto togliere dal fuoco e con il frullatore ad immersione frullare molto bene fino a sminuzzare completamente le bucce del miglio (meglio ancora se poi si passa al setaccio). Aggiungere il malto, mescolare bene, rimettere sul fuoco e riportare a bollore; aggiungere la buccia di arancia e spegnere. Versare in uno stampino ed aspettare il raffreddamento completo. Molto buono se servito con una salsa di frutta fresca di stagione.

CREMA DI RISO

Soufflè di tofu tre colori

TORTA LINZ

1 tazza di farina di riso 3 tazze di acqua sale 2C di olio di sesamo

400 gr di tofu 200 gr di biete 200 gr di carote tagliate a rondelle 200 gr di zucca tagliata a pezzettoni 1 ½ c di sale ½ c di cannella e ½ c di noce moscata 3 C di olio d’oliva.

3 T. di farina di tipo O 1 T. di farina di mandorle o nocciole 1/2 T. di olio di mais 1/2 T. di malto di mais o di frumento 1 pizzico di sale 1 buccia di limone 1 c di vaniglia in polvere 1 C. di lievito per dolci acqua quanto basta o succo di mela marmellata di fichi o prugne o albicocche

Tostare in una pentola per qualche minuto la farina con l’olio, mescolando continuamente. Unire poi l’acqua ed il sale. Portare ad ebollizione, coprire e cuocere per 20-30 minuti. Alla fine si può condire in versione dolce o salata. Se si vuole accelerare la cottura si può usare semolino di riso.

Lavare le biete e scottarle in acqua bollente per 2 minuti scolare e strizzare molto bene. Cuocere le carote e la zucca a vapore e tenerle separate. Dividere il tofu in tre parti e passare al mixer una parte di tofu con le biete, l’olio e il sale, un’altra con le carote, olio, sale e noce moscata, l’ultima con la zucca, olio, sale e cannella. Mettere della carta da forno in uno stampo da plumcake, versare la crema di zucca poi quella di biete e per ultima quella di carote. Livellare e mettere in forno a 180° per 30-40 min. Lasciare raffreddare per 20 minuti, togliere delicatamente dallo stampo aiutandosi con la carta forno, tagliare a fette e servire.

11

Unire tutti gli ingredienti e mescolare bene, deve risultare un impasto non troppo duro. Tenendo un po’ di pasta da parte, stendere una sfoglia con uno spessore di 5 mm, poggiarla su una teglia unta d’olio e coprire con la marmellata di vostro gusto. Con la pasta avanzata tirare delle striscioline e decorare la torta con una retina. Infornare a 190º per 25-30 minuti. Lasciare raffreddare.


I CORSI

Scuola di cucina

Professione cuoco A) Corso Teorico Il corso teorico insegna la base di tutti i concetti principali de La Sana Gola. La prima parte è dedicata alla visione occidentale e ha come scopo dimostrare in che modo lo stile LSG rispecchia tutto ciò che la scienza della nutrizione pone come ideali. La seconda parte è un’introduzione completa alla visione energetica basata sulla teoria dello yin e yang, le cinque trasformazioni e il “Principio Unificatore” di Georges Ohsawa e Michio Kushi. La scienza della nutrizione (2 giornate) L’energia del cibo (2 giornate) B) Corso Base DI CUCINA Con il Corso Base si entra in cucina. Questo corso insegna ad utilizzare i prodotti principali, inclusi alcuni poco conosciuti: tofu, seitan, tempeh, miso, alghe ed altri. Imparerete a creare un menu equilibrato e a utilizzare gli stili di cottura più importanti. Il Corso Base è un’introduzione completa per chi vuole iniziare nel migliore dei modi.

La Sana Gola nasce come scuola di cucina nel 1994 e nell’arco degli anni si è evoluta come centro per la diffusione di uno stile di vita ecologico, etico, scientificamente equilibrato e come centro per l’insegnamento di cure basate sull’antica visione energetica. La scuola di cucina è sempre il cuore di tutto. Il cibo è il nostro legame con la natura, una fonte di piacere tre volte al giorno ed è anche il fondamento di una vita sana. Durante gli anni di sviluppo, la scuola è diventata la più completa formazione di cucina naturale in Europa, toccando ogni aspetto della cucina “energetica”. La struttura scuola (cucina e aula) è tra le più professionali del mondo. Questa scuola offre qualcosa a tutti: a chi vuole partire con il piede giusto verso la scoperta di un modo migliore di nutrirsi o a chi cerca una nuova attività professionale come cuoco o insegnante di cucina naturale. La struttura dei corsi è del tutto modulare, ogni modulo del programma di studi può essere seguito separatamente rispetto agli altri e ogni studente può creare il percorso che preferisce. Per conseguire il diploma di Cuoco, il percorso si articola in 4 parti che possono essere seguite in qualsiasi ordine.

2 giornate intere oppure 5 sere o mattine C) Giornate di approfondimento Questi corsi, di una giornata ciascuno, formano il cuore della scuola e danno una visione completa della cucina naturale ed energetica. Ogni aspetto della cucina viene trattato approfonditamente e il percorso prepara lo studente ad affrontare ogni esigenza di menù, trasferendogli anche la capacità di insegnare ad altri. Le giornate sono: 01. Buffet e piatti per le feste 02. Colazione e dolci al cucchiaio 03. Cucinare il seitan e il tempeh 04. Dessert al forno 05. Dimagrire; come sciogliere le stagnazioni 06. Frittura e tempura 07. Insalatini e condimenti a tavola 08. Laboratorio in casa 09. La cucina per i bambini 10. Le alghe e il tofu 11. Pane, pizza e focaccia 1° 12. Pane, pizza e focaccia 2° 13. Piatti equilibrati di pesce Tutti corsi possono essere frequentati in qualsiasi ordine e sono aperti a tutti.

Alla fine dei corsi verrà rilasciato diploma di chef o di terapista alimentare.

D) Esame finale Dopo aver seguito tutti i corsi è previsto un esame finale, teorico e pratico, per conseguire il diploma come Cuoco LSG.

12


Diagnosi e cura

terapia alimentare A) Corso Teorico • La scienza della nutrizione (2 giornate) • L’energia del cibo (2 giornate) B) 5 giornate di diagnosi e cura Prima giornata • Impostazione di base della dieta curativa • Tubo digerente e problemi digestivi • Pancreas e ipoglicemia • Diabete Seconda giornata • Reni e vescica • Fegato e cistifellea • Problemi di peso e disordini alimentari (anoressia, bulimia) Terza giornata • Allergie e sistema immunitario • Sistema riproduttivo • Sistema respiratorio

Uno dei segreti meglio mantenuti nel mondo moderno è quanto sia efficace l’utilizzo del cibo per eliminare la maggior parte dei problemi più comuni. Questo concetto può essere definito una “Terapia Alimentare” e include la scelta, la preparazione e il consumo degli alimenti e la ricerca di equilibrio in ogni aspetto dello stile di vita. La Terapia Alimentare (nome inventato da Martin Halsey) si basa sui principi della macrobiotica e in particolare sull’insegnamento di Michio Kushi (principale insegnante di Martin Halsey), e prevede anche l’utilizzo della diagnosi orientale per guidare le raccomandazioni per la dieta e lo stile di vita. Questo tipo di approccio non è una diagnosi medica e non pretende di sostituire la medicina, ma è necessario per comprendere gli squilibri energetici nel corpo, che possono essere migliorati con il cibo e con lo stile di vita. La Terapia Alimentare è estremamente efficace per affrontare vari problemi: dai dolori e dal mal di testa alla debolezza del sistema immunitario, fino ai problemi riproduttivi. Contribuisce alla risoluzione di ogni tipo di problema e può essere risolutivo in tantissimi disturbi. Al termine di ogni giornata di studio vengono assegnati “compiti” da fare a casa. Tipicamente le giornate hanno una cadenza mensile (in genere di domenica) per facilitare “i compiti”. Il corso è consigliato anche a chi ha problemi/disturbi di salute da risolvere ed è sconsigliato a chi non vuole mettere in pratica la dieta e lavorare su se stesso.

Quarta giornata • Sistema cardio-circolatorio • La pelle, i capelli e le ossa • Sistema nervoso Quinta giornata • Gravidanza, parto, svezzamento e malattie infantili • Problemi della terza età C) Corsi di cucina • Corso Base (2 giornate o 5 sere o mattine) • Corso Autocura (1 giornata) Realizzazione dei piatti più curativi D) Corsi di rimedi (1 giornata) • Rimedi Casalinghi Decotti e pratiche per una dieta più efficace • Pronto Soccorso Come far fronte alle emergenze della vita E) Valutazione finale e consulenza Come parte finale del programma è prevista una consulenza personale con Martin Halsey che include un esame scritto da presentare al momento del colloquio. La consulenza serve per aiutare lo studente a risolvere eventuali problemi di salute e anche come valutazione finale d’esame.

à NOVIT

Terapia alimentare II - corso avanzato: 7 incontri di diagnosi dal vivo, approfondimento e pratica.

13


Martin Halsey eLa Sana Gola

I workshop di self-healing

Per chi si iscrive al gruppo di Terapia Alimentare II - Corso avanzato, questi workshop sono gratuiti e danno la possibilità di approfondire le tematiche che più frequentemente si presenteranno nel percorso di operatori della salute.

26 settembre 2009

menopausa e osteoporosi Delle risposte sorprendenti a dei problemi sempre più frequenti. Rendere questa fase di vita una transizione naturale e indolore è possibile.

28 novembre 2009

insonnia

Dormire male indebolisce e peggiora giorno per giorno lo stato di salute. Scopriremo strategie naturali per recuperare la qualità del sonno e di vita.

13 febbraio 2010

Pressione alta Con l’alimentazione e l’allenamento giusto, i nostri muscoli principali, cuore e vasi sanguigni, tornano a fare il loro lavoro.

20 febbraio 2010

Problemi della pelle

Vuoi cambiare pelle? Alimentazione e stile di vita sono amici per la pelle. Psoriasi, dermatiti e gli altri problemi legati alla pelle sono facilmente migliorabili.

17 aprile 2010

Allergie e sistema immunitario Il sistema immunitario si rafforza in 120 giorni, il tempo utile per rifare il sangue con le pratiche di self-healing.

15 MAGGIO 2010

dimagrire e rafforzare la salute La maggior parte delle diete servono per dimagrire e ammalarsi. Impariamo a dimagrire e rafforzare ogni aspetto della salute.

12 giugno 2010

Dolori

I dolori sono un grido di aiuto del corpo. Impariamo ad ascoltare, interpretare e rispondere efficacemente.

Le giornate si svolgeranno nella sede di via Farini, 70 a Milano dalle 10.00 alle 13.30. Il costo è di 45,00 euro e include il pranzo al ristorante della scuola visto che il cibo è il perno su cui ruota la guarigione. Nel pomeriggio, dalle 15.00 - 17.00, corso di cucina: Piatti speciali e rimedi inerenti al tema trattato durante il Workshop. A numero chiuso, max 27 posti: 30 euro. Per prenotazioni: info@lasanagola.com tel: 026687188-0260730452 /cell: 340 3475999 www.lasanagola.com

14


le conferenze del giovedì sera Con il dr. Martin Halsey, esperto nell’utilizzo dell’alimentazione come terapia e rimedi naturali per rafforzare il corpo ed eliminare problemi di salute. Martin Halsey utilizza principi della macrobiotica, la scienza della nutrizione e Medicina Tradizionale Cinese da oltre 30 anni per proporre uno stile di vita più sano e gioioso e come mezzo di guarigione.

Conferenze gratuite “rafforzare la salute”

In collaborazione col comune di milano e il consiglio di zona 9 - Ore 20.30

Una serie di conferenze col Dr. Martin Halsey per imparare a mantenersi sani, prevenire malattie e curarsi attraverso una corretta alimentazione patrocinate dal comune di Milano con ingresso gratuito.

24 settembre 2009

la terapia alimentare: curarsi con una dieta appropriata 29 ottobre 2009

menopausa e problemi della terza età 26 novembre 2009

osteoporosi e alimentazione moderna

Conferenze con cena “conoscere ciò che si mangia” Ore 19.30 con cena a 10 euro

Il modo migliore di capire la Terapia Alimentare è assaggiare e sperimentare gli effetti dei piatti curativi. Durante queste conferenze approfondiremo i temi proposti nelle conferenze gratuite dando enfasi alla parte cucina e alle ricette.

8 ottobre 2009

L’importanza degli stili di cottura per amplificare il potere curativo del cibo 12 novembre 2009

Ricette per le donne e l’energia femminile 3 dicembre 2009

Alimenti e ricette per fissare il calcio e rafforzare le ossa

17 dicembre 2009

la salute della donna 28 gennaio 2010

Stile di vita moderno e alimentazione

11 febbraio 2010

Le ricette curative più veloci

25 febbraio 2010

11 marzo 2010

25 marzo 2010

15 aprile 2010

22 aprile 2010

6 maggio 2010

Autocura – medico di te stesso

Allergie e intolleranze alimentari Dimagrire: strategie naturali per perdere peso

Scoprire le alghe e le ricette più curative Miglio e piatti curativi a base di miglio e Stufati speciali per il sistema immunitario Piatti sfiziosi e dimagranti

20 maggio 2010

I dolori:mal di testa, cervicali, mal di schiena, gonfiori

diMartin Halsey La Sana Gola - via Farini, 70 - 20159 Milano 02 66 87 188 - 02 60 730 452 - email: info@lasanagola.com

www.lasanagola.com


qdom.1 PANE PIZZA E FOCACCIE Ii dalle 10.00 alle 15.30 qdom.8 Energia del cibo I con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qgio.12 conferenza con Martin Halsey dalle 20.30 alle 22.00 qdom.15 Energia del cibo II con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qdom.22 ALGHE E TOFU dalle 10.00 alle 15.30 qgio.26 conferenza gratuita: Osteoporosi e alimentazione moderna dalle 20.30 alle 22.00 qsab.28 Workshop: Insonnia dalle 10.00 alle 13.30 qdom.29 DESSERT AL FORNO dalle 10.00 alle 15.30

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Novembre:

qdom.18 SCIENZA E NUTRIZIONE II con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qlun.19 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 4’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.20 CORSO BASE IN 5 SERATE - 4’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qdom.25 PIATTI EQUILIBRATI DI PESCE dalle 10.00 alle 17.00 qlun.26 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 5’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.27 CORSO BASE IN 5 SERATE - 5’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.29 conferenza gratuita: Menopausa e problemi della terza età dalle 20.30 alle 22.00 qsab.31 PANE PIZZA E FOCACCIE I dalle 10.00 alle 15.30 qdom.10 LABORATORIO IN CASA dalle 10.00 alle 15.30 qdom.17 CORSO KI DELLE 9 STELLE con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qdom.24 TERAPIA ALIMENTARE E DIAGNOSI I’ GIORNATA con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qlun.25 CORSO BASE IN 5 mattine - 1’ GIORNATA dalle 9.30 alle 12.00 qmar.26 CORSO BASE IN 5 SERATE - 1’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.28 conferenza gratuita: STILE DI VITA MODERNO E ALIMENTAZIONE dalle 20.30 alle 22.00 qsab.30 CORSO BASE IN DUE GIORNATE - 1’ GIORNATA dalle 10.00 alle 15.30 qdom.31 Corso base 2’ giornata dalle 10.00 alle 15.30

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Gennaio:

qgio.3 conferenza con Martin Halsey dalle 20.30 alle 22.00 qdom.6 FRITTURA E TEMPURA dalle 10.00 alle 15.30 qdom.13 Buffet e piatti delle feste dalle 10.00 alle 15.30 qgio.17 conferenza gratuita: La salute della donna dalle 20.30 alle 22.00 qgio.31 cenone di capodanno dalle 21

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

dicembre:

Il programma può subire variazioni, per aggiornamenti telefonare in segreteria oppure consultare il nostro sito.

qdom.4 SEITAN E TEMPEh dalle 10.00 alle 15.30 qlun.5 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 2’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.6 CORSO BASE IN 5 SERATE - 2’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.8 conferenza con Martin Halsey dalle 20.30 alle 22.00 qdom.11 SCIENZA E NUTRIZIONE I con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qlun.12 CORSO BASE IN 5 mattine - 3’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.13 CORSO BASE IN 5 SERATE - 3’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Ottobre:

qsab.19 CORSO BASE IN DUE GIORNATE - 1’ GIORNATA dalle 10.00 alle 15.30 qdom.20 Corso base 2’ giornata dalle 10.00 alle 15.30 qgio.24 conferenza gratuita: La Terapia alimentare, Curarsi con una dieta appropriata dalle 20.30 alle 22.00 qsab.26 Workshop: MENOPAUSA E OSTEOPOROSI dalle 10.00 alle 13.30 qdom.27 piatti speciali per dimagrire dalle 10.00 alle 15.30 qlun.28 CORSO BASE IN 5 mattine - 1’ GIORNATA dalle 9.30 alle 12.00 qmar.29 CORSO BASE IN 5 SERATE - 1’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Settembre:

La Sana Gola - via Farini, 70 - 20159 Milano 02 6687188 - 02 60730452 • info@lasanagola.com • www.lasanagola.com

di Martin Halsey

Calendario attività ‘09/’10 CORSI E SEMINARI

qdom.7 CUCINA PER BAMBINI dalle 10.00 alle 15.30 qgio.11 conferenza con Martin Halsey dalle 20.30 alle 22.00

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Marzo:

qlun.1 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 2’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.2 CORSO BASE IN 5 SERATE - 2’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qlun.8 CORSO BASE IN 5 mattine - 3’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.9 CORSO BASE IN 5 SERATE - 3’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.11 conferenza con Martin Halsey dalle 20.30 alle 22.00 qsab.13 Workshop: Pressione alta dalle 10.00 alle 13.30 qdom.14 DESSERT AL FORNO dalle 10.00 alle 15.30 qlun.15 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 4’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.16 CORSO BASE IN 5 SERATE - 4’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qsab.20 Workshop: problemi della pelle dalle 10.00 alle 13.30 qdom.21 COLAZIONI E DOLCI A CUCCHIAIO dalle 10.00 alle 15.30 qlun.22 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 5’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.23 CORSO BASE IN 5 SERATE - 5’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.25 conferenza gratuita: AUTOCURA - MEDICO DI TE STESSO dalle 20.30 alle 22.00 qdom.28 TERAPIA ALIMENTARE E DIAGNOSI 2’ GIORNATA con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Febbraio:

qdom 4 Brunch di pasqua qlun.5 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 1’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.6 CORSO BASE IN 5 SERATE - 1’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qdom.11 ALGHE E TOFU dalle 10.00 alle 15.30 qlun.12 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 2’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.13 CORSO BASE IN 5 SERATE - 2’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.15 conferenza con Martin Halsey dalle 20.30 alle 22.00 qsab.17 Workshop: allergie e sistema immunitario dalle 10.00 alle 13.30 qdom.18 FRITTURA E TEMPURA dalle 10.00 alle 15.30 qlun.19 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 3’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.20 CORSO BASE IN 5 SERATE - 3’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.22 conferenza gratuita: DIMAGRIRE STRATEGIE NATURALI PER PERDERE PESO dalle 20.30 alle 22.00 qdom.25 TERAPIA ALIMENTARE E DIAGNOSI 4’ GIORNATA con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qlun.26 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 4’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.27 CORSO BASE IN 5 SERATE - 4’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Aprile:

qdom.14 TERAPIA ALIMENTARE CUCINA: AUTOCURA dalle 10.00 alle 15.30 qdom.21 Buffet e piatti delle feste (MENù DI PASQUA) dalle 10.00 alle 15.30 qgio.25 conferenza gratuita: ALLERGIE E INTOLLERANZE ALIMENTARI dalle 20.30 alle 22.00 qdom.28 TERAPIA ALIMENTARE E DIAGNOSI 3’ GIORNATA con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00

q Vacanze con La Sana Gola Dal 10 Al 24 Luglio

qdom.4 ESAME TERAPISTA dalle 10.00 alle 17.00

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Luglio:

qdom.6 piatti speciali per dimagrire dalle 10.00 alle 15.30 qsab.12 Workshop: dolori dalle 10.00 alle 13.30 qdom.13 Insalatini e condimenti a tavola dalle 10.00 alle 15.30 qdom.20 SEMINARIO di pronto soccorso e rimedi casalinghi dalle 10.00 alle 17.00 qdom.27 ESAME DI CUOCO dalle 10.00 alle 17.00

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Giugno:

qsab.1 PANE PIZZA E FOCACCIE I dalle 10.00 alle 15.30 qdom.2 PANE PIZZA E FOCACCIE II dalle 10.00 alle 15.30 qlun.3 CORSO BASE IN 5 MATTINE: 5’ LEZIONE dalle 9.30 alle 12.00 qmar.4 CORSO BASE IN 5 SERATE - 5’ LEZIONE dalle 19.15 alle 21.30 qgio.6 conferenza con Martin Halsey dalle 20.30 alle 22.00 qdom 9 CORSO BASE IN DUE GIORNATE - 1’ GIORNATA dalle 10.00 alle 15.30 qsab.15 Workshop: dimagrire e rafforzare la salute dalle 10.00 alle 13.30 qdom16 Corso base 2’ giornata dalle 10.00 alle 15.30 qgio.20 conferenza gratuita: I DOLOR - MAL DI TESTA, CERVICALI, MAL DI SCHIENA, GONFIORI dalle 20.30 alle 22.00 qdom.23 TERAPIA ALIMENTARE E DIAGNOSI 5’ GIORNATA con Martin Halsey dalle 10.00 alle 17.00 qdom.30 seitan e tempeh dalle 10.00 alle 15.30

Ogni venerdì e sabato cena dalle 19.30 e domenica brunch dalle 11.30

Maggio:


Biglietti da visita I trattamenti verranno svolti nella sede di La Sana Gola Info e prenotazioni:

02 6687188 02 60730452 info@lasanagola.com

I trattamenti verranno svolti nella sede La Sana Gola Info e prenotazioni:

02 6687188 - 02 60730452 - info@lasanagola.com

Se vuoi inserire il tuo biglietto in questo spazio contattaci:

02 6687188 - 02 60730452 info@lasanagola.com

Istituto ITADO Corsi e trattamenti di Shiatsu Biodinamica Craniosacrale Alimentazione Naturale e Macrobiotica Via Goito, 12 – 10125 Torino Tel. e Fax: 011.669.84.82 info@itado.org

www.itado.org


ARRIVEDERCI. “The secret for health and wisdom, freedom and happiness - all physical, mental, and spiritual as well as all social well being - is in front of us, day to day, lying in every dish we consume. How to choose, how to prepare, how to eat are the most central answers to the questions of the destiny of human beings.” “Il segreto per avere salute e saggezza, libertà e felicità - tutto il benessere fisico, mentale, spirituale e sociale - è di fronte a noi; giorno per giorno, risiede in ogni piatto che consumiamo. Decidere come scegliere, come cucinare e come mangiare è la risposta cruciale alla domanda sul destino degli esseri umani.”

(Michio Kushi, The Book of Macrobiotics)


La Sana Gola - on line