Page 117

dovesse persistere le soluzioni oggigiorno più utilizzate sono costituite da: • Generatori di suoni che hanno la duplice funzione sia di rilassare il paziente, sia di distogliere l’attenzione del cervello dal disturbo acustico; • Specifici ausili acustici con inserito un sistema di mascheramento creato ad hoc per il problema in questione.

DOMANDA&RISPOSTA

Durante il giorno l’acufene è sopportabile, ma la sera nel silenzio diventa terribile. L’acufene è un segnale anomalo che viaggia verso l’area acustica del cervello e va in competizione con gli altri suoni. La sera, specialmente se si è stanchi e stressati (vedi sopra), l’assenza di rumori può esaltare l’acufene. In tal caso, prima di innervosirsi (il che peggiorerebbe ulteriormente le cose), è opportuno ingannare il cervello con qualche piacevole suono di sottofondo, in commercio esistono degli strumenti specifici che aiuteranno appunto a mascherare il disturbo. Sono affetto da una sordità grave e non porto la protesi. Gli acufeni mi tormentano. Purtroppo è ovvio. L’orecchio ipoacusico non veicola suoni sufficientemente forti verso il cervello e quindi l’acufene, che origina dentro la nostra testa, non avendo concorrenti, si esalta.

Applicando una protesi acustica, che consenta di migliorare l’udito rinforzando i segnali “buoni”, avremo un immediato miglioramento del disturbo. (Acustica Vecchini)

Lapiazza517  

la Piazza 517 - Quindicinale di Annunci, Appuntamenti e Consigli su Bassano del Grappa, Castelfranco Veneto, Cittadella e dintorni