Page 4

L’ ERBA DI CASA NOSTRA

CHE BELLO SE... Che bello se tutti si confrontassero per versi anziché con parolacce! Se sapessimo argomentare ed esprimere in rima le nostre ragioni ed i nostri sentimenti. Beh, a Campalto, ad inizio gennaio, abbiamo avuto una disputa sulla fontana a colpi di versi, e Giorgio ha espresso le proprie opinioni con una ironica “Lettera alla Befana”, sotto riportata, alla quale ha ricevuto, sempre in rima, una risposta di rimbrotto. Invitiamo tutti lettori ad inviarci i loro versi di dissenso, ma anche di consenso, ma anche di riflessione, ma anche d’amore! Li pubblicheremo sulla “Pagina” e prima della pausa estiva premieremo i più significativi. CONTRORIME PER LA BEFANA RIGUARDO LA FONTANA

LETTERA ALLA BEFANA Cara Befana, anche se la richiesta ti potrà sembrare strana, quest’anno, nella calza, chiediamo una fontana. All’obiezione che Campalto una fontana già ce l’ha Ti vogliamo raccontare la cosa come sta. Un giorno, colta da strana ispirazione, la Municipalità deliberò la di lei costruzione. Noi tutti accogliemmo con piacere l’abbellimento della piazza del quartiere, ma, non appena furono posati i finimenti, la vista del suo “tubo” ci lasciò assai sgomenti. Cercammo, comunque, di evitare l’imbarazzo, anche se a guardarlo ci veniva in mente un c… concentrammo la nostra attenzione nello specchio d’acqua azzurrino, che però ben presto divenne un acquitrino. Il quale, al variar delle stagioni, varia il suo colore diffondendo tutt’intorno un ammorbante odore, diventando così per i girini un ambiente ideale, facendoci capire quale fosse il suo scopo sociale. Ma, anche questa destinazione, alla fine ha fallito, risultando, per le rane, letale l’intero sito. Fallita la fontana e anche l’acquitrino, come pista per bici la utilizza qualche bambino, che nell’incoscienza della minore età la salute rischia se cade dentro là. E se per la vasca l’utilizzo si è trovato, del muro che sovrasta non c’è ancora un significato. Anche se, a ben vedere, si presta alquanto, a una sola funzione, quella del “muro del pianto”. Se la fontana non puoi portare, assieme agli altri doni, uno spunto te lo può dare Giorgio Ragazzoni che dopo aver il tutto minuziosamente fotografato l’intera struttura ha riprogettato trasformando quello che ora è un immondo acquitrino in un verde e fiorito giardino.

Abbiamo letto le rime, Giorgio, e con te possiamo pure essere d'accordo la fontana così com'é non ci piace e Campalto su questo di certo non tace ma quello che noi ti critichiamo e così a tanti altri che scrivono diciamo, è che la firma non è poi un leggero volo perchè "I cittadini di Campalto" son diversi da uno solo quindi attenzione se non volete col nome firmare, "Alcuni" o "Un gruppo" usate per terminare perchè forse non tutti possiam la stessa cosa pensare e non è molto corretto generalizzare. Una fontana, e lì uno spazio migliore, tutti vogliamo però perchè non un concorso pubblico proponiamo?

I Cittadini di Campalto

4

LA PAGINA DI CAMPALTO

Alcuni cittadini di Campalto.

LA PAGINA DI CAMPALTO  
LA PAGINA DI CAMPALTO  

N.104 - FEBBRAIO 2012

Advertisement