Page 1

10 dicembre 2008 • ANNO 18 • N° 50 • In edicola Fr. 2.– AZA / PP Journal CH-8004 Zürich

MILITÄRSTRASSE 84, 8004 ZURIGO • TEL. 043-322 17 17 • FAX 043-322 17 18 • www.lapagina.ch

San Silvestro 2009

Menu:

1) Antipasto tipico siciliano 2) Maccarruni siciliani chi mulanciani

3) Insalata mista 4) Medaglioni di filetto di manzo (con patate della Nonna e verdura)

5) Dessert Bianco e Nero Siciliano Alla fine completeremo con Lenticchie e Zampone

Fr. 96.-Musica dal vivo!!! Prenotazioni: Tel. 079 609 07 17 Ristorante Sicilia (G. Piu) Am Wasser 161 - 8049 Zurigo

Lezione d'Italia

pag. 3

pag. 9

Chi possiede case e terreni in Italia è tenuto a presentare la dichiarazione fiscale:

• Dichiarazione Irpef • Modello Unico • Dichiarazione Ici - Imposta Comunale sugli Immobili Per informazioni su catasti dei terreni e stabilimenti sul territorio italiano, basta inviarci per posta o via e-mail i vostri dati anagrafici (cognome, nome, codice fiscale, luogo e data di nascita) e il vostro indirizzo di residenza in Svizzera e vi verranno spedite tutte le informazioni richieste. CAF / Centro di Assistenza Fiscale - Belpstrasse 11 - Postfach 479 3000 Berna 14Tel. 031 381 35 25 - Fax 031 381 57 67 e-mail: cafinca@freesurf.ch

Losanna Tel 021/6470844 Zurigo Tel 044/2728785 Berna Tel 031/3815711

Basilea Tel 061/6819937 Bellinzona Tel 091/8211080 Ginevra Tel 022/3447172

La tua tranquillità. La certezza di essere in buone mani


2 SECONDA la Pagina • 10 dicembre 2008 Militärstrasse 84, 8004 Zurigo Tel. 043 322 17 17 Fax 043 322 17 18 www.lapagina.ch

Editore Publi Grafica Presse AG Direttore editoriale Santo Salamone Tel. 043 322 17 10 santo.salamone@lapagina.ch Direttore di redazione Massimo Pillera Tel. 079 787 55 47 massimo.pillera@lapagina.ch Caporedattrice Isabella La Rocca isabella.larocca@lapagina.ch Pubblicità inserate@lapagina.ch Redazione e collaboratori Biagio Giarletta, Leonardo Caruso, Gerardo Passannante, Carlo Matriciani, Eliana Panchieri, Bruno Indelicato, Antonio Giacchetta, Gianni Farina, Alberto Knag, Morena La Barba, Bruno Palamara, Donato Sperduto, Gianni Sabatella, Angelo Ferrara, Eveline Bentivegna Segreteria e abbonamenti Debora Laino, Manuela Salamone segreteria@lapagina.ch Tel. 043 322 17 17 Amministrazione Maria Salamone-Huber maria.salamone@lapagina.ch Tel. 055 243 31 41 Agenzie pubblicitarie Publicitas (CH) / Publimag GetMore Art Director Gian Carlo Migliastro g.migliastro@lapagina.ch Fotografia Orlando Zanolla, Gianni Polverino, Foto Parisi Agenzie stampa estere ansa, publi, adnkronos, 9colonne Tipografia Zehnder AG Druckerei Hubstrasse 60 - 9500 Wil (SG) Abbonamento annuo

Nazionale: CHF 95.Estero: CHF 120.- (senza regalo) Gli articoli impegnano solo la responsabilità degli autori

Lettera aperta al Ministro Sacconi Caro Maurizio, lampo a Berna. Infatti l’incontro si é risolto consentimi un approccio informale che in un vero disastro e la delusione che ne é sento più naturale e che fa riferimento alla scaturita sta contagiando sempre di più la nostra antica amicizia e alle battaglie politi- nostra collettività, che stanca di sopportare che che insieme abbiamo condotto in virtù la superficialità delle istituzioni Italiane , fra pubblica non siano una farsa congiunturale, di una nostra comune militanza politica. le tante manifestazioni civili di protesta che sarebbe opportuno sacrificare qualcosa del...Vengo subito al dunque di questa mia si svolgono settimanalmente, ha anche in- l’appannaggio del commissario dell’Alitalia lettera dettata dalla necessità e bisognosa di cominciato ad occupare fisicamente le sedi prof. Fantozzi che in soli due mesi si porta a un tuo auspicabile aiuto per tentare di modi- consolari dislocate sul territorio elvetico... casa – pare – 15 milioni di euro, addirittura ficare una recente impostazione del Governo Il Governo dovrebbe evitare di perdere qualcosa di piu’ di ciò che é stato deciso per e del Ministero degli Esteri rispetto al taglio il senso del dovere e delle proprie responsa- i quattro milioni di italiani all’estero. Oppure, sempre parlando seriamente della nostra dotazione finanziaria destinata bilità verso di noi. Dovrebbe cioè evitare di ai Corsi di Lingua e Cultura Italiana per i giocare con la nostra dignità di cittadini che di tagli, sarebbe apprezzato,da noi e anche figli in età scolastica dei nostri connazionali hanno sempre fatto il proprio dovere e che ,credo, da molti cittadini italiani, un taglio deciso dei 350 milioni di euro destinati al residenti all’estero. Il taglio operato in vir- sono l’orgoglio dell’Italia nel mondo. tù della legge finanziaria e proposto dalla Il Governo dovrebbe evitare di mettere rimborso elettorale delle prossime elezioni burocrazia del Ministero degli Esteri fissa alla berlina se stesso e di esporre i suoi cit- europee... Non é nel nostro carattere rassegnarci un stanziamento di 14 milioni di euro per il tadini all’estero alla commiserazione delle e il governo non può chiederci di essere 2009 con un drastico taglio del 60 per cento autorità locali. rispetto a quanto stanziato nel 2008... E il Governo infine eviti di inviare fra masochisti, al punto di vederci costretti ad So benissimo che la carica di Ministro noi imbonitori improvvisati suoi rappresen- organizzare un pellegrinaggio a Lourdes degli Esteri appartiene ad altra persona e tanti che dicono parole di circostanza, tanto per invocare il miracolo, oppure vederci costretti a prenotarci per il prossimo giro quindi la questione non é di tua pertinenza, per dire... ma Ti scrivo perché oltre ad essere autoVoglio dire che il Governo “risparmi” sull’isola dei famosi per accendere riflettori revole membro del Governo nazionale Tu (anzi qui dia proprio un taglio netto) le bel- anche su di noi. Non vogliamo diventare dei fenomeni fai parte, da tempo immemorabile, di quel le e inutile parole nei nostri confronti e offra da baraccone, rivendichiamo dignità e riristretto gruppo di politici italiani a cui gli invece fatti concreti. emigrati devono riconoscenza.... E allora per fatti concreti la comuni- spetto, e il riconoscimento dei nostri diritti ...Il diritto allo studio della lingua e tà italiana in Svizzera intende che venga che ci sono dovuti in quanto cittadini italiacultura italiani dei giovani italiani all’este- ripristinata, in qualsiasi modo, la dotazio- ni a tutti gli effetti. Ecco, caro Maurizio, non avendo noi i ro che con il taglio effettuato é messo ne finanziaria del passato – 30 milioni di fortemente in discussione non solamente euro- evitando possibilmente di venirci a riflettori sempre accesi che hanno i sindaci in Svizzera, ma in tutto il mondo, non può raccontare la favoletta che la legge finanzia- delle nostre città, e non avendo neppure la essere interrotto e cancellato perché qual- ria non lo prevede , ergo non si può fare e visibilità di stampa che hanno avuto i piloti che tecnico – contabile del Ministero degli che alternative non ci sono. Perché allora ci e i dipendenti dell’Alitalia, e - pare – nemEsteri ha deciso unilateralmente (nessuno si dovrebbe spiegare come è stato possibi- meno la considerazione e il sostegno che ha chiesto il nostro parere) che verso gli le reperire al di fuori della blindatura della hanno gli addetti ai lavori socialmente utili, emigrati si poteva usare l’accetta, dato che legge finanziaria i 500 milioni di euro per il ripongo nella tua, per me nota, sensibilità e questi ultimi essendo considerati in fondo comune di Roma e i 140 milioni di euro per disponibilità i giorni della nostra speranza affinché Tu possa fare un tentativo affinché alla scala sociale e lontani da qualsiasi pote- il dissestato comune di Catania. re di pressione o di ricatto, “si poteva fare” ... E siccome non si tratta di cifre im- venga corretta l’insensata leggerezza di chi e naturalmente é stato fatto. portanti che possono risolvere la voragine ha deciso che noi emigrati dobbiamo subire E a nulla sono valse l’impegno di alcuni della spesa pubblica italiana e tanto per but- in silenzio e magari dovremmo pure dire: dei nostri parlamentari eletti nel collegio tare li una prima riflessione senza la pretesa va bene, abbiamo capito di essere collocati estero, né tantomeno la pressione effet- di dare qualche consiglio risolutivo, forse, all’ultimo posto degli ultimi e di tenerci la tuata del Consiglio Generale degli italiani per reperire le risorse a noi indispensabili, nostra rabbia e delusione visto che ci eraall’Estero. potrebbe essere sufficiente soprassedere vamo illusi di essere portatori sani di valori Posso dirti che il Governo non ci sta a qualche altra aperture di Ambasciata in autentici, di cultura del fare, di intelligenza facendo una bella figura qui fra la nostra qualche paese trascurabile come é avvenuto e di coraggio. Cioè dell’orgoglio dell’Italia comunità italiana, e il Senatore Mantica, recentemente, oppure molto più semplice- e degli italiani in terra straniera. Ti ringrazio per l’attenzione e per quansottosegretario al Ministero degli Esteri, mente il trasferimento di sede di un paio può dartene conferma a seguito dell’ac- di ambasciatori che costano sempre una to potrai fare e ti saluto fraternamente. Giuseppe De Bortoli coglienza poco amichevole che gliIléMinistro stata tombola. Veltroni (a sin) con alcuni membri della delegazione Presidente Cipre Argovia Svizzera riservata in occasione della recente visita Oppure, sempre che i tagli alla spesa

politica

(4) Berlusconi non dà prova... Il Capo del Governo ha mancato varie occasioni per la ripresa del dialogo tra maggioranza e opposizione

esteri

(7)

Vaticano contro l'omosessualità La Francia presenta un'iniziativa per la depenalizzazione dell'omosessualità e il Vaticano esprime la contrarietà

sommario

arte

(24) MAX BILL 100 Zurigo celebra i 100 anni dalla nascita del maggior esponente dell'arte concreta con una mostra aperta fino al 22 marzo

MUSICA

(43) "Primavera in anticipo" Nella intervista al nostro giornale Laura Pausini si racconta e ci presenta il suo nuovo CD composto da 14 canzoni


editoriale 

10 dicembre 2008 • la Pagina

Il salto logico del Vaticano Probabilmente la proposta francese di promuovere, a nome dell’Europa, all’Assemblea generale dell’Onu, la “depenalizzazione universale dell’omosessualità” non avrà nessuna possibilità di essere approvata, dato che i Paesi sottoscrittori sono meno di 50 e quelli contrari circa 150, però il Vaticano, opponendosi, non solo non ci ha fatto bella figura ma ha dimostrato, nelle motivazioni, dei salti logici incredibili. Da parte del rappresentante del Vaticano all’Onu, arcivescovo Celestino Migliore, si è insistito su due concetti. Il primo è che il “Catechismo” dice che gli omosessuali nella Chiesa “devono essere accolti con rispetto, compassione e delicatezza. A loro riguardo si eviterà ogni marchio di ingiusta discriminazione”. Il secondo è che, accet-

tata la proposta, si creeranno “nuove e implacabili discriminazioni. Per esempio gli Stati che non riconoscono l’unione tra persone dello stesso sesso nel “matrimonio” verranno messi alla gogna e fatti oggetto di pressioni”. Il salto logico del ragionamento è evidente: bene l’accoglienza nella Chiesa – che mostra che non c’è discriminazione – ma una cosa è depenalizzare la condizione di “essere omosessuale”, altra è riconoscere agli omosessuali il diritto al matrimonio. Si può e si deve, insomma, non considerare l’omosessualità un reato, ma questo non significa che la depenalizzazione comporti necessariamente il riconoscimento del diritto di matrimonio. Si può, evidentemente, ma non è automatico e chi è per la depenalizzazione non necessariamente

è per il matrimonio degli omosessuali. Vale la pena di ricordare che in molti Paesi – in primo luogo quelli retti da dittature, di qualunque colore politico esse siano state e siano – essere omosessuale è un reato passibile di prigione e anche di tortura e di morte e di ogni altra forma di discriminazione, tutte cose contrarie ai principi di umanità e di civiltà. Tra l’altro, con molta probabilità, l’omosessualità è un fatto genetico, magari anche risultato di un’educazione in qualche modo traumatizzante, comunque non frutto di una deliberata volontà. La prova è che gli omosessuali esistono in ogni Paese in una percentuale compresa tra il 5 e l’8% della popolazione. Non vogliamo pensare, dunque, che il Vaticano, in un clima di ecumenismo, abbia voluto

lanciare un segnale ai Paesi musulmani (sono loro, soprattutto, che prevedono o il carcere o la pena di morte per gli omosessuali) perché se così fosse sarebbe grave; tuttavia su questi temi è necessaria una chiarezza di pensiero perché ci sia anche trasparenza di atteggiamento e la posizione espressa dal rappresentante del Vaticano all’Onu non va in questa direzione. ✗redazione@lapagina.ch

Punzecchiatura Berlusconi afferma che i direttori di Stampa e Corriere dovrebbero cambiare mestiere... ...e se fossero i politici a cambiare mestiere?

SCOPRIRE CHE...: DOMENICA APERTO novità e tendenze

offerte speciali

piano bar

ore 11.00 - 17.00

www.tamburro.ch

qualità serietà

esperienza convenienza

stile classico e moderno design italiano

ni 23 an

Stegackerstr. 2 - 8409 Winterthur - Bahnhof Hegi/Industrie Ohrbühl - Tel. 052 233 49 28 Orari d´apertura: Lunedi-Venedì: ore 8.30-12.00 - 13.30-18.30 Giovedì: vendita serale fino alle ore 21.00 Sabato: 9.00-16.00 Dal 1985 grandi offerte per una vasta scelta di arredamenti di qualità. Venite a trovarci nel più grande centro del mobile italiano a Winterthur!


 politica la Pagina • 10 dicembre 2008

Berlusconi non dà prova di essere un uomo di Stato Il Capo del Governo ha mancato varie occasioni per la ripresa del dialogo tra maggioranza ed opposizione Il periodo che stiamo attraversando non è favorevole né all’opposizione (conflitti interni e questione morale), né alla maggioranza (crisi economica mondiale), ma è proprio in situazioni come questa che si vede il grado di maturità delle forze politiche di un Paese. In Italia lo spettacolo non è dei più esaltanti. Tralasciando per il momento i problemi dell’opposizione e in particolare del Pd, ci occupiamo di quelli della maggioranza, che sono di tutt’altro genere e riguardano la sua leadership, forza e debolezza nello stesso tempo. La maggioranza, formata da due partiti abbastanza affiatati, la Lega e il Pdl – quest’ultimo frutto dell’unione di Forza Italia e Alleanza Nazionale – è compatta, ha un margine netto rispetto all’opposizione, ha dunque numeri e forza per governare e fare le riforme. Il suo leader, Silvio Berlusconi, è riuscito dove non è riuscito nessun altro. Ha raggiunto una maggioranza del 38-39% per il suo partito e con la sua persona, ad affermare la sua leadership indiscussa e incontestata. Certo, ha avuto la sfortuna che all’inizio del suo terzo governo gli è piombata addosso una crisi fi-

assistenza clienti

RENA WARE 078 / 680 74 76

nanziaria ed economica di proporzioni enormi, ma tutto sommato, insieme agli altri leader europei, è riuscito a lanciare un piano di contrasto che può essere criticato su questo o quel punto, ma complessivamente rappresenta una risposta concreta e corposa. La crisi potrà anche peggiorare nei prossimi mesi, ma non si può dire che sia colpa sua. Anzi, malgrado si sappia che la crisi sarà dura, il capo del governo non sta perdendo occasione per iniettare forti dosi di fiducia. Il Censis, recentemente, ha pubblicato un rapporto nel quale si dice che gli italiani sono consapevoli della gravità della crisi e stanno rispondendo con un atteggiamento adeguato, il che vuol dire che stanno cercando di risparmiare; reagiscono, a tal punto che quando la crisi sarà superata potrà tradursi in vantaggi, che sono essenzialmente inquadrabili nei comportamenti più virtuosi degli italiani. Ed allora? Ce lo spiega in un editoriale Sergio Romano sul Corriere della Sera. Sarà che l’uomo non può vivere senza sentirsi sostenuto dagli italiani, sarà il gusto della battuta, certo è che un uomo di Stato non reagisce come lui solitamente fa. Esempi? Uno per ora. Sull’aumento al 20% dell’Iva a Sky, non solo aveva ragione, ma l’Europa è intervenuta autorevolmente per confermare che il torto stava dalla parte di chi lo criticava. Un uomo di Stato, un uomo che

pensa al futuro e ai momenti peggiori, alla prima polemica avrebbe spiegato come stavano le cose. Godendo di una forte leadership non avrebbe perso tempo a dileggiare i direttori dei giornali e ad accusare l’opposizione, ma avrebbe svolto il ruolo di chi è al di sopra delle parti. Non avrebbe dovuto infierire sulle gaffe madornali dell’opposizione e questo perchè in un futuro più o meno prossimo potrebbe trovarsi nella condizione di aver bisogno del suo aiuto e di un consenso più ampio per fare riforme importanti. E’ vero che troppo spesso l’uomo è stato il bersaglio dell’opposizione stessa, è stato maldestramente e per anni (e ancora adesso) demonizzato, è vero dunque che ha delle scusanti, però un uomo di Stato con tanto di maggioranza deve saper essere superiore. Il che non si sta verificando. All’indomani dell’esplosione della questione morale che vede coinvolti in varie regioni politici del Pd, non ha perso tempo a riferire la questione morale al Pd, in risposta a quanto prima il Pd faceva con lui, ma, ed ecco il punto, avrebbe fatto più bella figura a tacere e a raccogliere l’invito di D’Alema a mettersi attorno ad un tavolo per creare larghe intese sulle riforme, tra cui quella della Giustizia, che sono ineludibili. Invece, Berlusconi ha avuto fretta ad additare all’opinione pubblica le colpe dei dirigenti del Pd. Magari D’Alema ha “aperto”

in funzione anti Veltroni, però un’offerta di dialogo non si rifiuta. Si dirà che fa parte della lotta politica, della dialettica di partito. Sarà, però le elezioni che ci saranno nel 2009 (europee e amministrative) non hanno nessun potere d’impensierirlo e comunque chi è forte ha tutto da guadagnare non dal mostrarsi irridente nei confronti degli avversari ma proprio dall’essere superiore. In politica il vento può cambiare. Dare una mano all’opposizione proprio quando questa è in difficoltà significa lavorare per il dialogo e per il superamento degli steccati che nulla hanno a che fare con un corretto rapporto tra le parti. Di materia ce n’è molta. Prendiamo ad esempio il federalismo fiscale o la riforma della Costituzione. Trattandosi di argomenti delicati, l’ampio consenso che essi richiedono sarebbe garanzia di validità della riforma e di successo, altrimenti si rischia l’inconcludenza o al massimo il deserto degli animi esacerbati. E’ il consenso più ampio possibile e la pacificazione ciò che l’attuale capo del governo dovrebbe perseguire e non lo fa, specialmente in un periodo duro come quello che stiamo attraversando. Ciò che distingue un uomo di parte da un uomo di Stato è l’atteggiamento verso gli avversari a beneficio degli interessi superiori del Paese e in questo Berlusconi è molto al di sotto delle aspettative. ✗politica@lapagina.ch

appuntamenti

Circolo Acli di Kilchberg

appuntamenti Associazione regionale Calabresi

organizza

organizza

Veglione di S. Silvestro 31 dicembre ore 19.00

Festa di fine anno sabato 13 dicembre ore 19.00

presso

presso

Centro Parrocchiale di Kilchberg

Discoworld Info e prenotazioni: 044-710 57 54 Musica danzante del

Casa d'Italia di Zurigo Ottima cena e musica dal vivo Entrata gratuita


esteri 

10 dicembre 2008 • la Pagina

Nello Zimbabwe è allarme colera Proclamato lo stato d'emergenza a causa dell'epidemia che ha seminato quasi 600 vittime e 13 mila contagiati; adesso l'Unione Europea chiede le dimissioni del Presidente Robert Mugabe L’Unione europea è pronta ad inasprire le sanzioni contro il regime di Robert Mugabe, mentre gli Usa ribadiscono che è tempo che il “padre padrone” dello Zimbabwe se ne vada. Monta nel mondo la pressione politica contro Mugabe (84 anni, di cui 28 al potere), mentre nello Zimbabwe si continua a morire di colera: è salito a circa 600 il numero di morti, mentre il totale dei casi sospetti è di quasi tredici mila, secondo i dati resi noti a Ginevra dall’Ufficio delle Nazioni Unite per gli affari umanitari (Ocha). La situazione del Paese africano sarà valutata dal Consiglio dei Ministri degli esteri della Ue, che dovrebbe inasprire le sanzioni già in vigore, aggiungendo die-

ci nomi alla lista dei maggiorenti di Harare ai quali è vietato l’ingresso nella Ue. “L’inasprimento delle misure ritorsive è molto probabile’’, ha indicato un portavoce della presidenza francese di turno della Ue. Al momento sono 168 le personalità dello Zimbabwe alle quali la Ue vieta il visto. L’Unione europea contesta a Mugabe di non avere rispettato l’accordo con il Movimento per il cambiamento democratico (Mdc) del leader Morgan Tsvangirai, per la costituzione di un governo di unità nazionale, in seguito ai risultati delle elezioni tenute la primavera scorsa. Parlando a Copenaghen (Danimarca) il segretario di Stato americano

Condoleezza Rice ha denunciato la “farsa’’ del patto affossato da Mugabe ed ha chiesto le sue immediate dimissioni. “Ci sono state elezioni-farsa e ora ci sono colloqui per la condivisione del potere che sono pure una farsa. Stiamo peraltro assistendo non solo ad una situazione politica ed economica assolutamente devastante, ma anche ad una tragedia umanitaria provocata dall’epidemia di colera’’, ha detto la Rice. Dura la replica giunta da Hahare: “Lo Zimbabwe è uno Stato sovrano e non può ricevere ordini dal segretario di Stato di un altro Paese, qualunque ne sia l’importanza’’, ha detto il ministro Sikhanyaso Ndlovo.

“I cittadini dello Zimbabwe sono i soli a poter dire a Mugabe se deve andarsene, con gli strumenti che dà la Costituzione’’. Oltre ad accrescere la pressione politica, l’Europa rafforza gli aiuti umanitari. La Gran Bretagna, ex potenza coloniale, ha già deciso di destinare alla lotta contro il colera 11,2 milioni di euro, mentre la Francia ha annunciato un primo aiuto di 200 mila euro. Da Bruxelles, il flusso degli aiuti umanitari non si è mai interrotto: nel 2007 sono stati elargiti ben 90 milioni di euro.

Vendita domenicale 14

Domenica

Dicembre

ore 10.00 - 18.00 (caffè e torta offerti dalla casa)

Credito diretto senza interessi pagabile in 6 mesi

Lu - Ve: ore 9.00 - 20.00 Sabato: ore 9.00 - 17.00 VENDITA SERALE TUTTI I GIORNI FINO ALLE ORE 20.00

Nel giorno del minore incasso

tra il 1° ed il 20 dicembre 2008

vi regaliamo i vostri acquisti!

HINWIL Wässeristrasse 28 8340 Hinwil ZH Tel. 044 931 20 40




politica la Pagina • 10 dicembre 2008

I partiti del Pd sempre in lotta tra loro Infinite le gaffe che il Partito Democratico sta registrando negli ultimi tempi Discordia su come collocarsi nelle Elezioni Europee In attesa della direzione del 19 dicembre, dove dovrebbe avvenire il famoso e da tutte le parti invocato chiarimento tra D’Alema e Veltroni – chiarimento che probabilmente come tutte le cose urgenti verrà rinviato al congresso dell’autunno dell’anno prossimo con un’intesa a non farsi guerra aperta in vista delle elezioni europee – il Pd sta collezionando un errore dopo l’altro su questioni di grande importanza che gettano scompiglio tra il suo elettorato e alienano l’opinione pubblica. L’ultima della serie di gaffe è la questione dell’Iva dal 10 al 20% sui programmi Sky di pay-tv. Veltroni, dalla Spagna all’Italia, grida allo scandalo dell’aumento ai danni di un concorrente Mediaset, prende le difese di Murdoch e denuncia il conflitto d’interesse... insomma, monta una polemica con dichiarazioni, comunicati, prese di posizioni di vari esponenti e poi si scopre che Tremonti non ha fatto altro che realizzare quello per cui si era impegnato Prodi con l’Europa, cioè armonizzare l’Iva sulla base di quanto già pagavano tutti. Possibile che tra i tanti ex ministri, in primo luogo quello delle Comunicazioni, non ci sia stato nessuno che ricordasse gli scambi di lettere tra Prodi e l’Unione europea

in cui l’ex presidente del Consiglio si impegnava a portare l’Iva ad un livello uguale per tutti, pena la procedura d’infrazione contro l’Italia? Alla fine la polemica scatenata dal Pd è stata chiusa da una dichiarazione del portavoce dell’Unione europea che dava ragione a Tremonti. L’altra gaffe è stata fatta con Riccardo Villari, eletto presidente della Vigilanza tv con due voti del Pd e con quelli della maggioranza dopo che per quattro mesi il candidato ufficiale delle opposizioni, Leoluca Orlando, era stato bocciato da tutta la maggioranza e anche da una parte del Pd stesso. La testardaggine di Veltroni a voler far eleggere un candidato dell’Italia dei Valori sgradito alla maggioranza, come sgradito all’opposizione era stato Gaetano Pecorella, poi ritirato, ha creato una situazione assurda. Il Pd ha chiesto a un suo deputato di dimettersi per insistere su uno che non aveva nessuna chance. E’ vero che Riccardo Villari aveva detto che si sarebbe dimesso dopo che fosse stata trovata un’intesa su un altro candidato, poi, quando è stata trovata su Sergio Zavoli, non ha mantenuto la parola, intenzionato a restare al suo posto. E’ vero tutto questo, ma è vero anche che Riccardo Villari è un deputato del

Pd, quindi Veltroni ha fatto la guerra ad un suo parlamentare, tra l’altro uno di quelli che faceva parte di un’eventuale rosa di nomi al posto di Leoluca Orlando e che ha più volte ribadito che il Pd è il suo partito e che non aveva nessuna intenzione di abbandonarlo. Risultato? Il gruppo parlamentare Pd lo ha espulso, il Pd pure, Villari non si è dimesso e Veltroni per difendere il candidato dell’Idv che lo critica aspramente si è messo contro un uomo del suo partito. Ma la figuraccia che il Pd sta facendo con l’Internazionale socialista è di quelle che sono destinate a lasciare il segno. Alla riunione dei partiti socialisti riuniti in Spagna per approvare il manifesto per le elezioni europee hanno partecipato Piero Fassino e Walter Veltroni. Il primo, in qualità di Segretario dei Ds che non esistono più; il secondo, è andato a dire a tutti i partiti socialisti europei che il Pd non aderirà al gruppo socialista e che per avere l’adesione del Pd il gruppo socialista dovrebbe cambiare nome, ad esempio “socialisti e democratici europei”. La figuraccia è aggravata dal fatto che Francesco Rutelli si è subito affrettato a dire che loro, la Margherita del Pd, non accetteranno di aderire nemmeno “col trattino”. E’ in queste circostanze che si vedono i danni della “fusione a freddo” tra la Margherita e i Ds, i quali, su temi così importanti, si spaccano e rasentono il ridicolo. Infine, c’è la questione morale, che sta investendo il Pd in varie re-

gioni, dalla Toscana alla Basilicata, dalla Calabria alla Campania passando per l’Abruzzo. A Firenze quattro sono i candidati sindaci che si sfidano alle primarie: uno, l’assessore uscente, Graziano Cioni, è imputato per corruzione e anche se dovesse essere sconfitto ha detto che comunque presenterà una lista civica. La giunta regionale di centrosinistra della Basilicata si è dimessa dopo l’abbandono di un assessore del Pd implicato in inchieste giudiziarie. In Calabria vari esponenti Pd, alcuni dei quali con guai giudiziari, sono in perenne lotta tra di loro. La giunta abruzzese, come si sa, è stata decapitata dalle inchieste della magistratura e il 15 dicembre si andrà a nuove elezioni. Per non parlare della polveriera che è rappresentata dalla Campania, che si sta rivelando essere un enorme immondezzaio. C’era una volta la questione morale rinfacciata dai comunisti agli altri attraverso l’azione dei magistrati amici. Ora la questione morale riguarda in prima persona gli stessi ex comunisti del Pd, in ugual misura con gli ex dc della Margherita, con in più la lotta tra i magistrati di Salerno e quelli di Catanzaro, divisi tra chi è vicino al Pd stesso e vorrebbe aiutare il partito e chi tiene all’imparzialità e non guarda in faccia nessuno. La nascita del Pd aveva suscitato tante speranze, ma più che una novità il Pd si sta rivelando un concentrato dei difetti di tutti i partiti italiani, al punto che può dire che comunque vada sarà un insuccesso.

appuntamento

Il Circolo Paludese “La Motta” di Winterthur in collaborazione con INCA-CGIL organizza

Serata informativa sui seguenti temi: Nuova legge sulle casse pensioni (liquidazione in contanti, cambiamenti a partire dal 1° giugno 2007 ect...); Riforma sistema pensionistico italiano; 10° revisione AVS; Nuova legge sull'assicurazione invalidità svizzera

sabato 13 dicembre ore 17.00 Relatore: Salvatore Loiarro (INCA-CGIL Zurigo)


esteri 

10 dicembre 2008 • la Pagina

Il Vaticano contro l'omossessualità A pochi giorni dalla presentazione alle Nazioni Unite di un’iniziativa per la depenalizzazione universale dell’omosessualità presentata dalla Francia, a nome dei 25 paesi dell’Ue, in occasione del 60esimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani, il Vaticano ha espresso la sua contrarietà alla proposta. Lo ha affermato, in una intervista all’agenzia francofona “I.Media”, monsignore Celestino Migliore, rappresentante della Santa Sede presso le Nazioni Unite a New York. “Il Catechismo della Chiesa cattolica dice, e non da oggi, che nei confronti delle persone omosessuali si deve evitare ogni marchio di ingiusta discriminazione, ma qui – ha proseguito il monsignore – la questione è un’altra”. Secondo il rappresentante della Santa Sede, “con una dichiarazione di valore politico, sottoscritta da un gruppo di Paesi, si chiede agli Stati e ai meccanismi internazionali

di aggiungere nuove categorie protette dalla discriminazione, senza tener conto che, se adottate, esse creeranno nuove e implacabili discriminazioni”. “Per esempio – ha osservato ancora Migliore – gli Stati che non riconoscono l’unione tra persone dello stesso sesso nel matrimonio verranno messi alla gogna e fatti oggetto di pressioni”. Ma per il Vaticano sarebbe una “barbarie” anche proporre che l’aborto diventi un diritto universale dell’Onu, come ha sostenuto ancora mons. Celestino Migliore riferendosi all’iniziativa annunciata da alcune organizzazioni pro-abortiste, intenzionate a presentare all’Assemblea generale delle Nazioni Unite una

petizione per far includere l’aborto nei diritti universali dell’uomo. “E’ triste e indignante – ha aggiunto il rappresentante della Santa Sede – riorganizzarne l’enunciazione e la protezione attorno non più a diritti, ma a scelte personali” perchè sarebbe come reintrodurre il “principio homo homini lupus, l’uomo diventa un lupo per i suoi simili”. Le reazioni dell’Arcigay alle affermazioni di monsignor Migliore sono state immediate: “Il Vaticano ha davvero superato il segno” ha tuonato il presidente nazionale dell’organizzazione, Aurelio Mancuso, secondo il quale “la lobby clericale preme su tutti gli Stati affinché non siano di volta in volta riconosciuti di-

Corsi di sci alpino e snowboard Il gruppo alpinistico italiano di Zurigo (Casa d'Italia Zurigo) informa che sono aperte le iscrizioni ai corsi di sci alpino e snowboard. Info: Luca D'Amico (079-311 01 89) o dacapo@hispeed.ch

ritti civili e di libertà, alleandosi con i regimi dittatoriali, di ogni colore, compresi quelli islamici”. Mancuso ha anche ricordato che “la richiesta di depenalizzazione, che è stata sottoscritta anche dal nostro governo, vuole cancellare la vergogna per cui in ben 91 paesi del mondo sono previste sanzioni, torture, pene e persino l’esecuzione capitale contro le persone omosessuali”. A fargli eco è stato Paolo Ferrero, segretario del Prc che giudica “gravissime” le esternazioni del rappresentante del Vaticano. “I diritti delle persone, etero o omo che siano, sono inalienabili” ha precisato Ferrero, che ha invece difeso l’iniziativa francese, invitando l’Italia ad appoggiarla.


Da vedere, da vivere. Oltre 20 programmi dalla madre patria. Con Bluewin TV. Bluewin TV* vi porta l’Italia direttamente nel soggiorno. Oltre 20 programmi in italiano, tra cui Canale 5, Rete 4 e Italia 1 da CHF 19.– al mese. Sono già più di 100 000 i clienti che apprezzano le emozioni di Bluewin TV e che possono in tal modo rinunciare al sistema via cavo. Informazioni e iscrizioni presso lo Swisscom Shop, i rivenditori specializzati oppure su www.swisscom.ch/tv Bluewin TV. Immagini a mia immagine.

* Bluewin TV basic per CHF 19.–/mese oppure Bluewin TV plus per CHF 29.–/mese. Prezzi più tasse obbligatorie sui diritti d’autore di CHF 2.25/mese. Durata minima del contratto 12 mesi.

70187_207x272_Sendervielfalt_i_ZS.indd 1

17.11.2008 13:55:24 Uhr


MESSAGGIO IN BOTTIGLIA 

10 DICEMBRE 2008 • la Pagina

Lezione d’Italia E’ singolare a volte, come girando per la Svizzera si incontrino eventi che promuovono l’immagine del nostro Paese più di quanto noi italiani riusciamo a fare. E così può capitare che una mattina di domenica, ti trovi nel cuore della Svizzera orientale, nel più grande centro di produzione software “Abacus” che ha un rinomato ristorante d’eccellenza, a seguire una appassionante lezione di cultura gastronomica: sul tortellino. L’idea è del “Grande amico dell’Italia”, come a me piace definirlo Claudio Hintermann – socio fondatore dell’Abacus. Chiamare dall’Italia la massima autorità in materia – lo scrittore Alessandro Molinari Pradelli e passare una bellissima giornata a fare e mangiare tortellini fatti come la cultura emiliano roma-

gnola prevede. Naturalmente gli ospiti trasformati in chef di primo livello, sono rimasti entusiasti da questa iniziativa. Alessandro Pradelli poi, con la sua simpatia ci ha messo il resto per rendere indimenticabile l’evento, ma quel che è certo che il passaparola che si è subito scatenato arreca un’enorme ritorno d’immagine all’Italia. Più di quanto qualsiasi ufficiale “settimana della lingua italiana” possa fare. Perché? E’ presto detto. Intanto l’iniziativa è diretta agli svizzeri, promossa da svizzeri che amano l’Italia, ed è per questo maggiormente credibile. Il tono è di alto livello poiché il Pradelli è tra i fondatori di “Slow food” e lo scrittore che ha prodotto più testi in italiano sulle nostre tradizioni enogastronomiche. L’eccellenza del luogo –una struttura interamente realizzata con design italiano e da giovani architetti italiani – incastona l’attività culturale nell’ambiente giusto. E poi è un dono di amici

svizzeri all’Italia, alla sua cultura, al suo stile di vita. Un dono a costo zero per il nostro Paese e che ha un sicuro ritorno d’immagine. Niente pomposità tipiche delle serate della Dante Alighieri con professoroni o nomi – quasi sempre supertitolati, ma sconosciuti dalle nostre parti -, niente monologhi densi di supercitazioni incomprensibili ai comuni mortali. Nessuna boria da Accademia della Crusca, con intellettuali sempre lesti a pontificare sui pregi della lingua con testi o richiami rinascimentali o per così dire “museali”. Ne ho frequentate di queste attività qui all’estero e mi sono fatto un idea: sono costosissime (viaggi e soggiorni dei relatori, affitto locali, depliant, onorari, etc…) e poi sono desolatamente poco frequentate se non da italiani del circuito dell’emigrazione organizzata. Risultato? Nessuno sa mai cosa succede – perché sono poco coperti mediaticamente – ed in termini di ritorno si ottiene il nulla allo stato puro. Potrei analizzare con precisione gli ultimi cinque anni di “settimana della lingua italiana” qui in Svizzera, provando –inequivocabilmente- come il rapporto costi benefici sia tanto svantaggioso da poter affermare che ci siamo trovati di fronte a “sprechi”. Per amor di patria…evito. Tornando ai tortellini, vi assicuro che nel farli ci si accorge di quanto l’Italia sia davvero un emozione culturale, un godimento estetico. Vorrei poter riferire dei profumi e dei sapori, ma credo sia impossibile. Quello che posso dire è solo che, grazie a momenti come questi, numerosi stranieri ci sognano e ci adorano. C’erano ospiti di diversi paesi alla preparazione dei tortellini, anche degli americani. Sicuramente andranno in Italia e cercheranno di riprovare la sensazione provata all’Abacus nel ristorante “Segreto”. Forse non la ritroveranno facilmente, ma non smetteranno mai di cercarla. E’ questa la ricchezza del nostro Paese, fondare la propria forza nello stile, nella bellezza, nei sapori. Un Chianti magico poi e l’Italia è bella e pronta tra due risate, tra amici, due considerazioni in compagnia e quel senso di felicità che ti si attacca

addosso quando il profumo dei tortellini in brodo con il tartufo bianco grattato riempie la tavola. Forse è questo il segreto della felicità: “il bel vivere” che noi italiani siamo capaci di esportare ovunque. Ospite del gruppo Giorgio Cavazzano, noto disegnatore della Walt Disney, anch’egli alle prese con la produzione di tortellini. Ed allora tra la cultura del

Pradelli, l’attenzione dell’artista Cavazzano, la maestria di uno chef giapponese e della sua squadra di giovani cuochi italiani, la magia si compie. Dura un attimo ma come tutti i piaceri lascia il segno. Certo ore di preparazione, e pochi minuti per gustarseli. Ma forse è questo il bello della felicità… la sua ricerca. Massimo Pillera


10 svizzera la Pagina • 10 dicembre 2008

Riabilitati i volontari della guerra civile spagnola Con un ritardo di 70 anni le autorità elvetiche hanno finalmente riabilitato i volontari che nella guerra civile spagnola combatterono a fianco dei repubblicani

Paul Rechsteiner Dal 1936 al 1939, mentre l’Italia era oppressa dalla dittatura fascista, in Spagna c’erano cittadini che combattevano per i valori della democrazia, della giustizia e della libertà ed altri che invece parteggiavano per il generale Francisco Franco, che sostenuto da Hitler e Mussolini, era deciso a rovesciare con tutti i mezzi la coalizione delle forze di sinistra (giunte al potere democraticamente, nelle elezioni del 1936) per instaurare una dittatura militare. In quel breve periodo ci fu il primo esperimento di Fronte popolare, in cui provarono a governare insieme repubblicani moderati, socialisti, comunisti e cattolici baschi autonomisti. Furono moltissimi i volonta-

ri di diversi paesi, tra cui anche 800 svizzeri, che decisero di partire volontariamente per la Spagna e di combattere da una parte e dall’altra nella guerra civile che era appena scoppiata. La maggior parte dei volontari svizzeri combattè a fianco dei democratici contro i ribelli franchisti. Negli scontri, 170 di loro persero la vita. I superstiti, al loro rientro nella Confederazione, andarono incontro ad uno strano e crudele destino: invece di essere accolti con tutti gli onori per aver lottato per la democrazia, furono condannati, incarcerati ed emarginati dalla società svizzera. Ironia della sorte, per un certo periodo furono loro tolti anche i diritti elettorali, proprio quelli per cui essi avevano coraggiosamente lottato in Spagna! L’accusa fu di aver servito un esercito straniero. In

8% ESEMPIO

Fr. 50.000.-

costano solo a partire

Da Fr. 1’007.- al mese

TUTTI PROMETTONO!!! NOI FACCIAMO!!! VELLAKREDIT.CH - Postfach 631, 3000 Bern 7

questi giorni, seppure a 70 anni di distanza da quei fatti, grazie al deputato socialista Paul Rechsteiner, che ha presentato un’iniziativa parlamentare dalla quale è stato elaborato un progetto di legge, i combattenti della guerra di Spagna potrebbero venire finalmente riabilitati. Come si suol dire, meglio tardi che mai! Rechsteiner, ha dichiarato che “i volontari si sono battuti anche per i valori della democrazia svizzera e questo è l’ultimo momento possibile per riabilitarli, poichè solo un manipolo di loro è ancora in vita”. Il Consiglio nazionale con 130 voti favorevoli, 32 contrari e 13 astenuti ha approvato il progetto di legge. Si sono opposti o astenuti solamente i deputati della destra populista ed estremista (Unione democratica di centro). Esprimendosi a

nome del governo, il ministro della giustizia Eveline WidmerSchlumpf ha affermato che “non è nostro compito valutare le sanzioni adottate all’epoca dalla giustizia militare. Tuttavia, tenuto conto delle attuali conoscenze e dei nostri valori, questa lotta per la libertà e la democrazia merita d’essere riconosciuta”. Sul tema dovrà ora pronunciarsi la Camera alta del Parlamento (Consiglio degli Stati) agli inizi del 2009. Ricordiamo che la guerra di Spagna accese un appassionato interesse nelle comunità politiche ed intellettuali internazionali e da molti fu considerata il primo scontro armato tra fascismo e antifascismo, con gli italiani – le camice nere di Mussolini da un lato, e gli oppositori del regime dall’altro – impegnati su entrambi i fronti. Bruno Palamara

Comunicato Stampa della Catena della Solidarietà Kiddy Plus - Le cartoline postali di Emil L’azione della Catena della Solidarietà Kiddy Plus prosegue e da mercoledì 3 dicembre sono state messe all’asta le cartoline di Emil Steinberger. Il celebre attore svizzero Emil offre al maggiore offerente una cartolina al mese per un anno intero con i suoi pensieri personali, le sue osservazioni e le sue costatazioni. In questo modo nasce una curiosa collezione di manoscritti di Emil. L’idea non è solo spiritosa e singolare, ma si rifà alle origini professionali di Emil, che infatti ha lavorato per la Posta e dunque è uno … specialista di cartoline postali. Tutti gli oggetti e le offerte sono messe all’asta per sette giorni sul sito ricardo.ch. La partecipazione richiede una preventiva iscrizione, che è possibile sul sito stesso ricardo.ch. Si può contribuire a questa azione a favore dell’Aiuto all’infanzia della Catena della Solidarietà e delle sue organizzazioni partner anche senza partecipare alle aste. Basta collegarsi al sito catenadella-solidarieta.ch oppure direttamente a www.kiddyplus.ch Ulteriori informazioni: Comunicazione della Catena della Solidarietà 031 3984111


svizzera 11

10 dicembre 2008 • la Pagina

Chi sarà il successore di Schmid? Presto sarà eletto il successore dell’ex ministro della difesa Samuel Schmid. In questi ultimi giorni l’attesa per questo evento è stata grande. L’Unione Democratica di Centro ha presentato due candidati: Christopher Blocher e Ueli Maurer. Il primo, molto difficilmente sarà eletto. Il secondo ha buone possibilità, avendo anche ottenuto il pieno appoggio del Partito Liberale Radicale. Maurer, nei giorni scorsi ha assicurato di “voler effettivamente diventare consigliere federale” e che la sua candidatura non è un trucco. wEgli ha anche garantito che se verrà eletto difenderà senza indugio tutte le posizioni del Consiglio federale, compresa quella sull’iniziativa popolare contro i minareti. I dubbi di alcune forze politi-

che sull’ex presidente dell’UDC sono concentrati soprattutto sulla sua capacità di essere, una volta al governo, collegiale con i suoi colleghi, il che negli anni scorsi non è riuscito a Blocher, estromesso dal governo proprio perchè accusato di non essere stato abbastanza collegiale. A sfavore di Maurer gioca anche il fatto che negli ultimi anni egli si sia attirato le antipatie delle femministe, tant’è che la settimana scorsa è uscito un manifesto, messo online dalla consigliera nazionale Ada Marra, che invitava i cittadini svizzeri ad esprimere la loro preoccupazione sulla visione retrograda di Maurer nei confronti della donna. Secondo le femministe, Maurer, non credendo nella parità dei sessi, non può fare il Consiglio federale. Molti cittadini hanno già fir-

mato il suddetto documento. La polemica era scoppiata dopo che Maurer aveva dichiarato pubblicamente non solo di essere a favore del fatto che le mamme rimangano a casa per curare i figli, ma anche che “le donne e l’ambiente provocano solo oneri e costi”. Senza dubbio, si tratta di dichiarazioni gravi e offensive nei confronti delle donne, che sicuramente non avremmo mai voluto sentire pronunciare, specie da un aspirante consigliere federale. Nel documento di Marra si legge che “in un Paese in cui le donne cercano di mettere in atto il principio dell’uguaglianza fra i sessi, cercando di avere sempre più lo spazio sociale, politico o economico loro dovuto, è impossibile eleggere ad una delle cariche più importanti dello Stato un uomo che non crede

Ueli Maurer

C. Blocher

nel principio costituzionale della parità”. Dello stesso avviso è anche il consigliere nazionale Andreas Gross, che nei giorni scorsi ha anche fatto notare che vi sono molti parlamentari borghesi che non vogliono né Blocher né Maurer e che sono alla ricerca di un’alternativa. Egli e altri esponenti del raggruppamento interpartito di parlamentari “Gruppo 13” si incontrano da tempo per evitare l’elezione nell’esecutivo di Blocher o di altri esponenti UDC, come appunto Maurer, da essi considerati nientemeno che suoi cloni.

Bruno Palamara


12 Il romanzo storico la Pagina • 10 dicembre 2008 «Il declino degli dei» - 95° capitolo

Lo spettro di Paolo Se, allontanandoci dal presente del nostro racconto, ci siamo soffermati su Ignazio di Antiochia, ciò è dipeso dalla casualità di trovarci nella città dove era nato e dove aveva operato, lasciando un segno notevole della sua concezione. Benché non fosse in effetti né una mente superiore né un teologo acuto, la sua concretezza pastorale aveva lasciato tracce significative su alcuni aspetti della pratica cristiana, tutti destinati ad avere lunga eco nel tempo. Innanzitutto Ignazio era stato il primo a definire l’esplicita ripartizione delle cariche ecclesiastiche, ancora oggi praticata nella chiesa, per cui al vescovo doveva spettare la guida della comunità, affiancato, in posizione subordinata, da presbiteri e diaconi. Se poi facciamo credito all’ipotesi che l’interruzione della successione apostolica aveva potuto essere evitata con l’escamotage della sua successione ad Evaristo, il contributo di Ignazio risulta provvidenziale alla trasformazione del vescovo di Roma, da primus inter pares a vicario di Cristo. Un’altra ragione, di natura più narrativa, che ci ha spinti a soffermarci sulla sua figura e in particolare sulla sua fine, è che in lui incontriamo un altro esempio di martirio eccellente, come era stato il caso di Cipriano, utile a farci meglio intendere da un lato, senza attenuarne la crudeltà, le ragioni “politiche” della condanna; e dall’altra, senza indulgenze vittimistiche, l’esaltazione di coscienze tanto obnubilate dalla fede, da vibrare di voluttà cannibalesca, come ben dicono le parole di Ignazio ai romani. E lo facciamo ben sapendo che quella tragedia è ancora tutta da raccontare: poiché tra poco più di dieci anni la più grande persecuzione sarà scatenata proprio da Diocleziano, che ha appena convocato il vescovo Luciano, per avere ragguagli sulla vita religiosa di Antiochia. E a questo proposito incontriamo ancora una persistenza del transito terreno di Ignazio: nel suo insistere sulla reale incarnazione di Cristo, che “realmente è nato da una vergine, e realmente è stato inchiodato per noi.” Era questa l’inequivoca dichiarazione con cui contrastava le demenze dei “doceti”, che, per evita-

L'autore del romanzo Gerardo Passannante

re a Dio il “disonor del Golgota”, consideravano l’incarnazione del Figlio solo apparente. Ma se Cristo, riteneva candidamente Ignazio, non ha veramente rivestito la carne e non ha patito sulla croce per noi, la sua è stata allora solo una finzione, e la nostra fede è vana! E forte questa impossibilità aveva sostenuto strenuamente la sua tesi, che avrebbe coinvolto prima Luciano e poi il suo presbitero Ario, che l’avrebbe portata a conseguenze catastrofiche. “Luciano di Antiochia”, disse Diocleziano, accogliendo il vescovo, che entrava esitando nella sala. “Sei tu dunque il responsabile della comunità cristiana di questa città…” “Per volontà di Dio e desiderio dei miei fratelli,” ammise l’interpellato, chinando lievemente la testa. “Bene,” considerò l’imperatore. “È mia abitudine, nell’entrare in una nuova metropoli, oltre alle autorità civili, sentire anche il parere dei responsabili delle maggiori associazioni religiose. Non che io intenda immischiarmi troppo in faccende di fede. Ciò che mi interessa, sono le questioni di ordine pubblico: e qui, nella comunità di Antiochia, mi risulta che imperversi un fervore che talvolta travalica le norme. Processioni, cerimonie, invasamenti, isterismi: e persino invettive alla mia persona.” “Ma…” tentò ribattere Luciano. “Lasciami dire, vescovo! Sai bene che è così. E la cosa mi interessa del resto relativamente. Sia però ben chiaro che chiudo facilmente un occhio sulle dispute in cui siete maestri, e che trovo noiose e inutili. Ma non tollero agitazioni che mettano in pericolo la quiete comune…!” “Augusto!” si difese Luciano, pallido e rigido, più per l’infondatezza dell’accusa che per timore della propria incolumità. “Augusto, io non pretenderò certo che il governatore di Antiochia ti abbia fatto un rapporto inesatto. Tuttavia credo, in tutta buona fede, che abbia equivocato… Antiochia è una grande città, in cui le cose che tu giustamente condanni possono accadere, e sono accadute. Ma non sarebbe giusto, nel riguardo che porto alla tua visione superiore, farne carico solo i cristiani.” “Non è certo la prima volta che ci procurate grattacapi. L’altra volta che fui qui, al seguito di Aureliano, ricordo bene le penose scene tra ve-

scovi e vescovi, per decidere a chi spettasse il posto che tu occupi...” “Ma allora era tutt’altra cosa. Noi tutti ci trovavamo in una posizione scomoda, per via della condotta e delle tesi di Paolo di Samosata.” “Paolo di Samosata?! Questo nome non mi è nuovo. Era lui vescovo ai tempi della ribelle Zenobia?” “Sì, Augusto. Ma col rispetto che porto alla carica che occupo, devo dire che egli ne era ben indegno?” “E come mai? Non professate tutti la medesima fede?” “Certo, la medesima fede. Ma su alcuni delicati passaggi delle scritture, non tutti sono dello stesso avviso.” “Sì, mi è già giunta voce anche di queste controversie, che in verità non vi fanno onore. Se la religione è la stessa, non è certo un buon segno che neanche tra di voi riusciate a mettervi d’accordo.” “Dipende dalla lettura che si dà dei testi, e dai maestri che se ne fanno interpreti. Io, per esempio, prima di venire qui, dalla natia Samosata ero andato a studiare a Edessa, presso Macario il confessore…” “Non sei dunque di qua, tu?” chiese Diocleziano, con lo sguardo nel vuoto. “No, Augusto. Qui però sono stato ordinato presbitero e da tempo dirigo la scuola locale, che, e con questo in effetti ti do ragione, sia nei metodi che nella concezione si differenzia da quella di Alessandria.” “E in che cosa si differenzia?” “Non vorrei rischiare di annoiarti su dibattiti interni alla nostra fede. Ma se davvero il mio modesto concetto può interessarti, ti dirò che per me il Logos, nonostante sia stato il creatore di tutti gli esseri, era una creatura, benché superiore a tutte le altre.” “Non capisco cosa intendi dire. Ma indovinelli di questo tipo ne avevo già sentiti durante il processo a quel Paolo… che doveva dire più o meno la stessa cosa?” “Oh, no, Augusto. Ti prego di non volermi accomunare a quella persona indegna, come purtroppo è già avvenuto in altra occasione, e che per questa presunta affinità mi costò l’espulsione dalla chiesa, in cui solo a fatica sono riuscito a rientrare.” “Ma che combinava quell’individuo di così strano, per essere inviso anche a voi.?” “Di tutto. E per un uomo di chie-

sa non v’è niente di più doloroso che dovere ammettere che anche tra i seguaci di Cristo attecchisce la mala pianta del vizio… Eppure inizialmente Paolo godeva di un certo seguito tra i vescovi, prima di alienarseli con la sua dottrina, finché un sinodo lo condannò a ritrattarla. Invece di obbedire, Paolo si diede ad acquisire grandi ricchezza con mezzi leciti e illeciti, scandalizzò la comunità ammettendo donne nella sua casa e autorizzando il clero a fare altrettanto; insultò dal pulpito tutti coloro che non lo osannavano, e così via... Ho avuto modo di assistere personalmente ad alcune di queste scene indecenti, che tanto immeritato discredito ci hanno gettato addosso: ma Paolo era nelle grazie della regina Zenobia, e non poteva essere toccato…” “Finché non ci pensammo noi,” sorrise Diocleziano, “togliendovelo dai piedi. Ricordo bene il processo contro di lui, e la sua condanna. Che fine avrà fatto?” “Che Dio lo perdoni, se è in vita. Anche se credo piuttosto che si stia da tempo macerando all’inferno.” “Bell’augurio per un confratello: uno dei tanti, se ho capito bene, che interpretava “diversamente” la medesima religione. E in che cosa consisteva la sua dottrina, per meritarsi tanto biasimo? In cosa divergeva dalla tua?” “Egli sosteneva che il Padre, il Figlio, e lo Spirito Santo fossero una singola persona e che Il Figlio e lo Spirito Santo non avessero hypostasis, ma fossero semplici attributi del Padre. “Tutto qua?” ironizzò Diocleziano. “Certo che voi cristiani siete capaci di scannarvi per minuzie ben incomprensibili…” “Consentimi di dire, Augusto, che non si tratta di minuzie. Paolo negava la Trinità e la natura divina di Cristo.” “Anche la tua teoria, mi pare, nega quella divinità.” “No, no, Augusto. Io affermo che il Logos, anche se creatura, è ben superiore a tutte le altre creature, che da lui sono state create. Per Paolo, invece, il Cristo era un semplice uomo…” “Mi sembra un’affermazione piuttosto sensata, devo dire…” “Ma Augusto: la divinità del Cristo, il fondamento della nostra fede…”


Esteri 13

10 dicembre 2008 • la Pagina

Bush e Obama: due filosofie diverse Condoleezza Rice partecipa per l'ultima volta al Vertice Nato di Bruxelles A poco più di un mese e mezzo dalla fine del suo mandato, Bush ammette che uno dei suoi errori è stata la guerra in Iraq. Era, ha confessato, un’ipotesi a cui non era preparato, ma vi è stato costretto a causa di “persone sbagliate” di cui si è fidato, riferendosi evidentemente al Pentagono e a Rumsfeld, silurato solo qualche anno dopo. Questa confessione ha “sciolto” anche gli alleati, tra cui Berlusconi, il quale ha dichiarato – ma non è la prima volta – che alla Casa Bianca cercò di convincere Bush a non fare la guerra a Saddam. Il capo del governo italiano ha detto che aveva offerto un “esilio dorato” a Saddam Hussein e che aveva quasi convinto Bush a praticare questa strada, ma poi “Saddam ha detto no a Gheddafi”. Pare che Saddam Hussein abbia rifiutato, temendo la vendetta dei curdi per averne ammazzato a migliaia con il gas. Resta il fatto che ormai non si può più tornare indietro e che la presi-

denza Bush va giudicata per quello che ha fatto. Pier Luigi Battista sul Magazine del Corriere della Sera, si chiede se, malgrado i quattro mila morti americani e le molte migliaia di vittime irachene, la situazione non sia migliore rispetto a prima, alludendo al governo democraticamente eletto, alle attività riprese, ai servizi tornati in parte a funzionare, alla vita civile più libera, alla diminuzione degli attentati, al livello di dialogo tra le varie tribù. La storia, comunque, darà un giudizio più appropriato. Le diversità di vedute tra il Presidente eletto e quello ancora in carica si sono manifestate in modo netto sui finanziamenti alle industrie dell’auto. Obama vorrebbe stanziare miliardi di dollari per aiutare un’industria strategica e Bush, invece sostiene che con i soldi dei contribuenti non si possono tamponare errori e responsabilità che i manager dell’auto tentano di scaricare sui cittadini.

La partita, per quanto si faccia sempre più grave (da una parte i consumi negli Usa sono saliti del 7% rispetto all’anno scorso, dall’altra i posti di lavoro persi sono già cinquecentomila) è ancora aperta. Obama, completata la squadra con la nomina ufficiale di Hillary Clinton a Segretario di Stato (“tanto, poi decido io”, ha detto alludendo alle possibili interferenze dell’ex Presidente e alla eventuale invadenza di Hillary), sta cercando di coinvolgere anche illustri esponenti del partito repubblicano, dopo le iniziali aperture di McCain. C’è ad esempio il governatore della California, Arnold Schwarzenegger, che ha chiesto impegni alla nuova amministrazione e contemporaneamente ha offerto collaborazione per affrontare il momento difficile della crisi. La collaborazione è assicurata anche dalla candidata alla vice presidenza, Sarah Palin, governatrice dell’Alaska. Insomma, malgrado ci siano critiche da varie parti, Obama e la sua squadra si stanno collocando nella posizione migliore per governare ed assicurare il cambiamento promesso. Intanto, dalle varie zone del mondo provengono notizie buone e notizie cattive. Quella cattiva viene dall’Afghanistan, dove Karzai sem-

bra non credere alle possibilità che i talebani siano sconfitti ed agisce prendendo le distanze dagli alleati considerandoli “stranieri” e offrendo la mano tesa del dialogo ai talebani stessi. Per Obama sarà un alleato inaffidabile, a meno che il coinvolgimento militare degli Usa non sia talmente forte da poter sperare in una vittoria. E’ ancora presto per prevedere un percorso al posto di un altro, ma i tempi delle scelte determinanti si stanno avvicinando. La notizia buona proviene dalla Russia. C’è stato il vertice Nato a Bruxelles, con l’ultima partecipazione di Condoleezza Rice, Segretario di Stato di Bush, la quale si è detta non contraria al dialogo con la Russia. Le tappe di questo dialogo, per meglio dire del disgelo con la Russia, sono state sostenute dal rallentamento dell’adesione della Georgia e dell’Ucraina alla Nato e con l’apertura a rivedere gli accordi per lo scudo spaziale in Polonia e nella Repubblica Ceca (quest’ultimo punto anticipato da Obama all’indomani della sua elezione). La nuova fase aperta da Obama è stata accolta dalla Russia e questo è un buon augurio.


14

ginevra la Pagina • 10 dicembre 2008 pagina a cura di Carmelo Vaccaro www.perso.ch/carmelo.vaccaro

Festival alberi e luci La città di Ginevra inzia a festeggiare il Natale Venerdì 28 novembre alle 19.00 si sono accese le luci sulla Città di Ginevra per un evento unico nel suo genere: Il Festival Alberi e Luci. “Un Festival de l’inattendu”. Con questa frase Manuel Tornare, Sindaco di Ginevra, ha definito l’8° Festival Alberi e Luci che si potrà ammirare dal 28 novembre 2008 al 4 gennaio 2009. In una informativa per la stampa, Manuel Tornare ha comunicato: “Per l’ottavo anno consecutivo, il Festival Alberi e Luci illumina artisticamente Ginevra per la più grande gioia dei suoi abitanti e visitatori. Il nostro magnifico patrimonio di alberi è messo in luce da diversi artisti internazionali. Fare uscire l’arte contemporanea dai Musei per esporla nelle vie e dare valore al centro Città durante le Feste di fine anno: tale è la sfida lanciata

dai dodici artisti scelti per questa edizione. Quest’anno, il Festival si concentra sulla Rade. Potrete scoprire dodici siti per le vostre passeggiate notturne. Le Jardin anglais è particolarmente apprezzabile per le sue quattro opere. Spero che questo Festival susciti sogni, riflessioni e discussioni. Come tengo a precisare ogni anno, per la Città di Ginevra sarebbe impossibile realizzare tale Festival senza il sostegno importante degli associati privati. Tengo a ringraziarli vivamente, particolarmente quest’anno, in un periodo di crisi finanziaria ed economica. Questa cooperazione tra pubblico e privato è un esempio della politica che pratichiamo anche in altri settori, come lo sport o la piccola infanzia. È unendo le nostre forze che permettiamo a Ginevra di far parte

di quel gruppo di Città che hanno la migliore qualità di vita al mondo. Ringrazio tutte le persone che hanno permesso a questo Festival di diventare una realtà: la Società «Grand Chelem Management SA» per il suo eccellente lavoro, tutti gli organizzatori, gli artisti, gli sponsor e particolarmente la SIG che ci sostiene dall’inizio come associato principale. Non dimenticherò le collaboratrici e i collaboratori del Service des espaces verts che, ogni anno, si superano adattandosi a tutte le condizioni meteorologiche per montare e smontare le opere. Vi auguro un buon Festival e delle belle feste di fine anno». Gli organizzatori hanno disposto i siti in modo di presentare il Centro Città sotto un altro aspetto: vestire Ginevra per farla

apparire come una stella e gli artisti sono chiamati a realizzare fantasie uniche volte a far sognare i numerosi visitatori. Si annuncia un Festival elettrizzante, che accompagnerà i ginevrini ed i turisti durante le prossime festività di fine anno e che conferma la Città di Ginevra all’avanguardia per l’innovazione culturale ed i suoi amministratori sempre disponibili a progetti che rendano Ginevra una Città unica. Per maggiori informazioni: http://www.arbresetlumieres.ch http://www.ville-ge.ch

I festeggiamenti dell’Associazione Lucchesi nel Mondo

Continuano le piacevoli serate conviviali che molte Associazioni programmano da anni. Il 29 novembre scorso centottanta connazionali hanno condiviso una cena toscana in occasione della festa di Natale dell’Associazione Lucchesi nel Mondo nella sala des Bossons a Onex. Il Presidente Menotti Bacci ed il suo Comitato, hanno avuto l’onore di ospitare il Console Generale d’Ita-

lia, Alberto Colella, il Vice Console Francesco Cacciatore ed i Presidenti del Com.It.Es. Francesco Celia, dell’Ass. Pugliese Antonio Scarlino, dell’Ass. Calabrese Silvio Isabella, del Club Forza Cesena Oliviero Bisacchi, dell’Ass. EmilianoRomagnoli Carmen Leonelli, il rappresentante del Fogolâr Furlan Carlo Battistella e il Coordinatore della S.A.I.G. Carmelo Vaccaro. Una serata danzante dove Franco Mazzola ed il suo collega, che formano “Il Duo di Casa Nostra”, hanno incantato con la loro travolgente musica i lucchesi, i toscani e i simpatizzanti

presenti in sala. In questa occasione si desidera informare che ricorrendo il 40° Anniversario dell’Associazione Lucchesi nel Mondo nella Provincia di Lucca, oltre ai festeggiamenti in occasione del 150° Anniversario delle nascita di Giacomo Puccini, sono stati festeggiati 14 lucchesi residenti all’Estero premiati dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Lucca quali lucchesi che si sono distinti all’Estero. Proprio ad un nostro amico lucchese, membro dell’Associazione Lucchesi nel Mondo di Ginevra, è stato riconosciuto questo importante merito. Infatti,

Vittorio Bacci (foto sopra) il 13 settembre scorso, durante una cerimonia ufficiale, è stato insignito dal Sindaco di Bagni di Lucca, Giancarlo Donati, del titolo di “lucchese che si è distinto all’Estero”. La S.A.I.G. formula i migliori auguri per il meritato riconoscimento.


cronaca 15

10 dicembre 2008 • la Pagina

Basta alla doppia tariffa per i passeggeri obesi A deciderlo una sentenza delle Corte Suprema canadese Le compagnie aeree non hanno problemi di mercato, l’aereo è il mezzo più sicuro e sempre più viaggiatori percorrono senza problemi distanze che con altri mezzi sarebbe impossibile. Ciò spiega come mai le persone che hanno paura dell’aereo diventano una fetta di mercato senza attrattiva. Chi ha paura, non viaggia. Al massimo si cerca di far capire razionalmente ciò che razionale non è. Diverso è il discorso per quelli che non hanno paura, viaggiano volentieri ma sono costretti a pagare un biglietto e mezzo o due pur essendo una sola persona. Come si spiega? Si spiega col peso, col volume e col motto: occupi due e paghi due. Il caso è venuto alla ribalta perchè i viaggiatori oversize sono sempre più numerosi. Gli italiani,

per dire, di grande stazza sono circa il 10 per cento; un po’ di più gli americani. Nei Paesi industrializzati le percentuali si aggirano sugli stessi valori. Si comprende come in aereo pagare per due diventa, è il caso di dirlo, un peso enorme. Il guaio è che le poltrone tendono a restringersi per avere a disposizione più posti, ma questo contrasta con le esigenze degli obesi per i quali sedersi su una poltrona normale è un’impresa difficile. C’è proprio una mancanza di spazio, il sedere non c’entra. Dovrebbero aumentare le dimensioni, ma, come detto, avviene esattamente il contrario. Insomma lo scontento è aumentato al punto che c’è stato bisogno di ricorrere alle carte bollate. Prendiamo Air Canada e WestJet: il loro motto è che si paga

per quel che si occupa. Uno sceneggiatore e regista francese, JeanJacques Jauffret, 43 anni e 160 chili, ha fatto causa a Air France per essere stato umiliato davanti ad altre persone: in pratica gli hanno misurato la circonferenza. Ha fatto causa e l’ha vinta, con un risarcimento di 8 mila euro più il rimborso di 500 euro del biglietto. Non tutti, però, hanno la pazienza e la possibilità di andare da un avvocato, per cui pagano due biglietti (Air France, appunto, ma anche Policy, British Airways) oppure un biglietto e mezzo (Air One). Ciò che dà fastidio è che bisogna pagare per due biglietti anche quando l’aereo è mezzo vuoto, anche se molte compagnie, in questi casi, chiudono un occhio. Insomma, da una parte le compagnie che fanno un calcolo a po-

sto (se ne occupi due devi pagare per due), dall’altra i viaggiatori che calcolano a persona (sei uno e paghi un biglietto), in mezzo c’è il tribunale. In particolare è da registrare la sentenza della Suprema Corte canadese, che ha stabilito che i viaggiatori devono pagare un solo biglietto anche quando occupano due posti. Presumibilmente questa sentenza farà scuola anche in altri Paesi, per cui le compagnie stanno correndo ai ripari. In Italia, ad esempio, si sta andando verso i sedili “conformati”, cioè allargati, per permettere ad un obeso di occupare più spazio, ma in un solo posto. Certo, quelli conformati non saranno molti, ma almeno una soluzione è stata trovata, senza rischi giudiziari per le compagnie e con soddisfazione per le tasche dei viaggiatori.


16 politica la Pagina • 10 dicembre 2008

Il bisticcio del PD Esponenti importanti del Partito Democratico chiedono la creazione di una federazione regionale del PD e, quindi, una federazione del Nord, che abbia lo scopo e la capacità di intercettare l’elettorato che fino ad adesso ha votato altrimenti. Al centro romano la cosa non piace, se ne discute, ma non piace.  Tuttavia l’idea non è peregrina, anzi, riscuote un interesse strategico, perché rimetterebbe in gioco tutte le pretese di rappresentare interessi regionali che oggi sono ad appannaggio quasi esclusivo della Lega Nord. Chi al Nord, esponente del

PD, governa le città, sà che non è facile comunicare con gli interessi delle regioni settentrionali, produttive e motori economici dell’intero Paese; soprattutto non è semplice coniugare interessi legittimi e diritti soggettivi in processi di integrazione sociale che vedono sempre più una presenza straniera, tra l’altro anche indispensabile, per lo stesso motore economico. Gli esponenti settentrionali del PD sanno che la sfida è al Nord, sia sul piano nazionale che sul piano europeo. E per europeo intendiamo l’aspetto trans regionale  (Insubria; Tirolo; “Mitteleuropa” ecc.). La transregionalità ha oggi uno spazio nuovo ed innovativo al

di sopra delle frontiere nazionali. Diciamo che il confronto è similare al raffronto tra l’economia ed il commercio di una volta e la globalizzazione di oggi. In questo scenario tutti i protagonisti della vita politica sanno che il consenso elettorale va guadagnato sul soddisfacimento dei bisogni primari, secondari e complementari che permettono ad una società multietnica di convivere in maniera più facilitata e più integrata negli schemi economici e socio-economici. Quindi vedere la creazione di una rappresentanza partitica regionale può rappresentare uno slancio per un’azione territoriale più efficace ed in-

cisiva, soprattutto attraverso una piattaforma di progetti e proposte concrete (visibili e praticabili) nelle quali il popolo progressista, e non solo, potrà identificarsi.   Antonio Giacchetta  

Donare gli organi vuol dire donare la vita PENSACI

044/431 70 37

Schegge impazzite

di A.G.

a) Siamo in clima natalizio. Ma in politica non mancano i guastafeste! Riesplode il caso De Magistris, il magistrato rimosso da Catanzaro per avere dato fastidio a Prodi e Mastella. Ora si indaga a tutto campo sui perché, sui percome e sui filtri di altre procure.  Ora la procura di Salerno indaga sulle irregolarità presunte della procura di Catanzaro. Vedremo cosa accadrà. Napolitano Presidente ha chiesto di essere documentato. Vedrà anche lui… e…vedremo anche noi.  b) Veltroni ha paura! Di chi? D’Alema giura lealtà. Rutelli giura che non entrerà mai nel PSE. Marini giura di non morire mai socialista. Veltroni per altro giura di non essere mai nato socialista. Allora paura di cosa? Forse dell’ombra del PD ancora senza anima??!!  c) Licio Gelli ricompare e chiede che il PD scompaia; anzi va oltre dice che, dopo Berlusconi, potrebbe esserci Cicchitto. Bel regalo agli italiani! Gelli dice che Cicchitto è una brava persona e che stava con lui nella Loggia P2. Caro Gelli, a dire il vero, come regalo di Natale preferiamo risparmiarci Cicchitto. (Non perdi mai l’occasione per tacere).


cronaca 17

10 dicembre 2008 • la Pagina

Saperi, sapori e suoni d'Abruzzo Grande festa sabato pomeriggio 15 novembre al centro abruzzese di Emmenbrücke. Qui, alla presenza del presidente del Comites di Lucerna, Alberto Grilli, e del presidente della commissione cultura dello stesso Comites, Giulio Rossi, si è tenuta la manifestazione Saperi, Sapori e Suoni dell’Abruzzo, organizzata dalla commissione cultura e dalla locale associazione abruzzese. In evidenza tre splendide signore: la neo presidente del centro abruzzese Maria Luisa Bevacqua e la sua collaboratrice Carmela Sbaraglia, che insieme hanno coordinato la parte logisti-

ca della manifestazione, e l’insegnante lucernese Natalia SchärGeraci, che ne ha magistralmente curato la presentazione. Hanno allietato il pomeriggio con canzoni, poesie, musiche e cenni storici cinque rappresentanti del coro “Colline verdi teatine” dell’associazione Primavera 94 di San Giovanni Teatino (CH), venuti dall’Italia, ed alcuni interpreti della locale commissione cultura. La signora Schär ha iniziato la sua presentazione con alcuni cenni storici per poi introdurre il gruppo teatino, rigorosamente in costume d’epoca, il quale, dopo l’esecuzione dell’Inno Nazionale

ha iniziato la sua esibizione con “campagnola bella” per finire, dopo circa 90 minuti, in uno scroscio di applausi, con “vola vola”. Ad ogni pezzo vocale o strumentale (fisarmonica e dubotte), venivano alternate scenette, ritagli storici, ritratti di personaggi e poesie. La parte conclusiva è stata affidata ai sapori d’Abruzzo. È stato questo il momento dello sponsor della manifestazione, il signor Maurizio de Francesco, proprietario dell’hotel Dragonara di san Giovanni Teatino (CH), che dopo una breve presentazione ci ha lasciati passare in rassegna le prelibatezze di una tavola riccamente imbandita: formaggi, bruschette e salumi dai tanti colori, più rossi, meno rossi, più scuri, meno scuri etc etc.

Siamo poi passati alla degustazione. È stato bello immergersi in quei profumi e in quei sapori della terra natia, il tutto innaffiato da vini bianchi e rossi. Dopo cotanto aperitivo, quando si pensava che la manifestazione fosse agli sgoccioli, gli abruzzesi hanno voluto sorprenderci invitandoci a prendere posto ai tavoli e deliziandoci con un assaggio di fettuccine tipiche seguite da una zuppa di taglierini e zolfini. Chi conosce il fagiolo zolfino sa di cosa sto parlando! A scorte ultimate, ci siamo salutati con un brindisi e con la promessa di ritrovarci ancora, parafrasando il vate abruzzese “chi sa dove, chi sa dove!”

Antonio De Angelis


18 eventi la Pagina • 10 dicembre 2008

Tiziano Ferro e Laura Pausini testimonial Avis Diversi personaggi dello spettacolo e non, hanno chiaramente condiviso il nostro impegno e ci hanno aiutato nella divulgazione del dono del sangue, consapevoli dell’importanza dell’attività che svolgiamo. Oggi, come Avis Svizzera e, precisamente, come comunale di Zurigo, siamo in contatto

con lo Staff di Laura Pausini che verrà molto probabilmente in concerto qui a Zurigo nel prossimo mese di maggio (il giorno è ancora da definire). Esiste la concreta possibilità di incontrarla e ci stiamo impegnando anche nell’eventualità di portare assieme a noi, all’incontro, un donatore o una

donatrice che esplicitamente ci farà pervenire l’intenzione di partecipare a questa nostra iniziativa. E’ chiaro che non sarà possibile accontentare tutti coloro che vorranno conoscerla! La persona che potrà venire con noi verrà sorteggiata, così come il biglietto per il concerto della Pausini che la sede di Zurigo darà come regalo ai donatori che ne facciano richiesta. Realizzeremo un progetto simile con il cantante Tiziano Ferro (Testimonial dell’Avis)

da me incontrato il 28 novembre e che sarà in concerto qui a Zurigo il 28 Aprile prossimo. Tutte le informazioni relative alle nostre attività in corso verranno pubblicate sul sito internet e diffuse tramite i mass media, italiani e non, presenti. Segretario sezione AVIS Zurigo Virelli Antonio Birmensdorferstrasse 21 8953 Dietikon (Zurigo) Tel. 079 241 18 16 Email: virant@hispeed.ch www.avis-svizzera.ch


LETTO DAL PARRUCCHIERE 19

10 dicembre 2008 • la Pagina

Barbara D'Urso e l'ex Michele

Eleonaora e la storia con Max

Dal bacio al passo di danza

Fila liscia la storia tra Eleonora Pedron, 26 anni, ex miss Italia, e Max Biaggi, 37, campione di motociclismo. I due vanno avanti da quattro anni e la loro storia si consolida col passare del tempo, tanto che pensano di convolare a nozze fra non molto. Passeggiando per Milano, i due sono entrati in una gioielleria e lui le ha comprato un pendente di valore. Doveva essere un anello, ma per quello c’è tempo.

Continua anche fuori dall’Isola la commedia degli equivoci tra Belen Rodriguez, fidanzata con il calciatore Marco Borriello e Rossano Rubicondi, 36 anni, marito della miliardaria Ivana Trump. I due sono stati sorpresi a baciarsi, lo ha raccontato la vincitrice Vladimir Luxuria, ma loro hanno più o meno negato o minimizzato. Ritrovatisi in studio, lei è corsa ad abbracciarlo, danzando con lui. E Marco cosa dice?

E’ durato sei anni il matrimonio di Barbara D’Urso con Michele Carfora. Nel 2006 si sono lasciati. In questo momento Michele si sta riaffermando artisticamente. Il ballerino recita insieme a Bianca Guaccero nel musical “Poveri ma belli”, diretto da Massimo Ranieri. Dopo la separazione da Barbara, Michele sta con una ballerina di 24 anni, che si sta separando da suo marito. Dopo penseranno al loro futuro.

Stefania Orlando si sposa Altro che una storia finita. A smentire la notizia è Stefania Orlando, rivelando che per l’anno nuovo ha intenzione di regalarsi niente meno che un matrimonio. E così racconta: “Non è vero che sono in crisi con Simone. Anzi, l’anno prossimo lo sposo”. La notizia si era sparsa dopo una scenata pubblica in cui la showgirl era stata vista litigare con Gianlorenzi in un ristorante romano.

Da Roma alla Romania Lei, 40 anni, bella donna, ex show-girl ed ora in politica è Ramona Badescu. E’ stata nominata consigliera di Alemanno per i rapporti con la comunità rumena in Italia, ma a far parlare di sé è la presunta relazione con il primo ministro rumeno Calin Popescu Tariceanu, 56 anni, in procinto di separarsi dalla moglie. In Romania parlano di loro come di due innamorati; loro negano ma i toni sono poco convincenti.

Sei sms per Boris Becker

Dall'Isola a Milano

Boris Becker, 41 anni, ex campione tedesco di tennis, è stato lasciato da Sandy MeyerWolden, 25 anni, modella e disegnatrice di gioielli, figlia del manager di Boris. Fin qui la notizia appare comune, ma quello che è strano è il modo con cui è stato lasciato: “Mi ha mandato”, ha detto lui, “un sms per dirmi che tra noi era finito e per essere certa che lo avessi ricevuto lo ha mandato sei volte”.

Non c’è che dire: a qualcuno l’Isola dei Famosi porta fortuna o amore. E’ successo a Leonardo Tumiotto. Durante la permanenza sull’Isola è nato l’amore tra lui e Veridiana, 22 anni, ma non ci sono state manifestazioni d’affetto. Poi, quando la trasmissione è finita e si sono ritrovati nello studio, si sono lasciati andare ed ora pensano di andare a vivere insieme a Milano.

Barale provoca Trentalance Franco Trentalance è la talpa del realty di Italia 1. Dopo aver visto sfumare il bottino per un pugno di televoti, si consola parlando di donne: “Senza nulla togliere a Natalie, Paola è una donna più intrigante sia per il carattere che per il modo in cui vive determinate situazioni”. Colpito, pare, dal bacio che la bella Paola Barale gli ha stampato durante la prova del controllo cardiaco.


20

svizzera la Pagina • 10 dicembre 2008

Il “Märlitram” di Jelmoli crea un’atmosfera natalizia Quando passa il “Märlitram” nostalgico di Jelmoli vuol dire che Natale si sta avvicinando sempre di più. Quest’anno i piccoli passeggeri dal 1° fino al 23 dicembre 2008 possono salire su un tram grazioso in compagnia di Babbo Natale e di tanti angioletti. Per una volta i piccoli dai 4 ai 10 anni possono percorrere un grande viaggio attraverso le strade di Zurigo e sognare un mondo pieno di favole. Il tram è decorato con tante luci e all’interno Babbo Natale e tanti incantevoli angeli aspettano i bambini per viaggiare con loro attraverso la città, raccontare favole e cantare canzoni natalizie. I bambini possono salire alla fermata Bellevue. Dalle 14 alle 19 il tram parte ogni 25 minuti, attraversa il Limmatquai e il Central per poi passare dal-

la Bahnhofstrasse e ritornare al Bellevue, dove i bambini possono salutare Babbo Natale e ricevere un Tirggel. Il Märlitram viaggia ogni giorno, tranne domenica 14 dicembre, quando a Zurigo si festeggia il Silvesterlauf. I biglietti, per Fr. 6.-, si possono comprare già una settimana prima al Jelmoli Kundendienst, terzo piano. Con il biglietto i bambini ricevono anche un disegno da colorare. Chi riesce a colorarlo con più fantasia e creatività può vincere un “Goldtaler”. Per l’anniversario di 50 anni Sämi Weber e Stefan Fey hanno realizzato l’uscita del libro per bambini “Sternestaub im Märlitram” (La polvere delle stelle sul Märlitram); la storia si può anche comprare in forma di CD, al Jelmoli o in tutte le VBZTicketerias.

Just Marriott Gli Amici di Balera ed il team del Ristorante AL PONTE augurano a tutti i lettori de La Pagina Buon Natale e Felicissimo Anno Nuovo Info: Michele Suriano Tel. P. 043 377 03 91 Tel/Fax 043 377 96 22 Ristorante Pizzeria

AL PONTE

SALA per FESTE FAMILIARI e BANCHETTI Venerdì, sabato e domenica sera BUFFET DI ANTIPASTI A DISCREZIONE Kronenstr. 4, 8134 Adliswil, tel. 044/709 05 45

Un matrimonio è unico – come anche gli sposi. Per soddisfare ogni tipo di esigenza, l’hotel Zürich Marriott offre, insieme alla sua impresa di catering Mangosteen Catering, tante idee e temi per i matrimoni. Festivo e con tante possibilità per la notte, oppure controcorrente e in un posto particolare: sia per l’hotel Zürich Marriott che per il Mangosteen Catering gli sposi verranno consultati da un organizzatore di matrimoni che li seguirà dalla prima conversazione fino agli ultimi saluti agli invitati. Zürich Marriott Hotel La posizione dell’hotel nel centro della città, sulla riva del Limmat, di fronte al parco della città, rende possibile organizzare un apèro nel mezzo della città di Zurigo. In seguito gli invitati potranno arrivare, in pochi passi, all’hotel, dove si potrà continuare a festeggiare mangiando e divertendosi. Da qualche mese è a diposizione la nuova sala da danza “Millennium”. Senza colonne, con un’area di 470 m2 e una grande vista sul parco è disponibile per fare non solo dei matrimoni piccoli ma anche grandi. La cena di prova, il pernottamento incluso, il parcheggio, la colazione ed anche un regalo, verranno offerti dal Zürich Marriott Hotel. Mangosteen Catering Il Mangosteen Catering è l’evento del Zürich Marriott Hotel. Con Mangosteen Catering è possibile realizzare degli eventi anche fuori casa. Sia nella ricerca per un posto adeguato che nella scelta della decorazione, del cibo e delle bevande, l’organizzatore di matrimoni si occuperà di tutto, come richiesto dagli sposi. Anche le idee più strane potranno essere realizzate. Per altre informazioni www.zurichmarriott.ch - www.mangosteen.ch


societa' 21

10 dicembre 2008 • la Pagina

Il primato del Colosseo Si aggiudica il primo posto con oltre 20 milioni di clic nel 2008: così il Colosseo risulta il monumento italiano più ammirato e cliccato sul web. A seguire la Torre di Pisa, il Duomo di Milano e San Pietro a Roma Merito dello strapotere cinematografico hollywoodiano e, certamente, della bellezza del monumento. E' anche grazie a una delle principali produzioni cinematografiche degli ultimi anni, “Jumper” della 20th Century Fox (eccezionalmente girato all'interno dell'Anfiteatro Flavio e costato oltre 15milioni di euro), se il Colosseo è il monumento italiano più cliccato su Internet, con oltre 20 milioni di contatti web solo nel 2008. A seguire, nella classifica delle preferenze, la Torre di Pisa, con 16,3 milioni di contatti, il Duomo di Milano con 12,4 milioni di clic, San Pietro a Roma (10,8 milioni di contatti), il campanile di Giotto a Firenze (8,5 milioni), Castel dell'Ovo a Napoli (7,8 milioni) e i templi di Paestum (7,2 milioni). Il dato emerge da una ricerca effettuata sulla stampa internazionale dall'Osservatorio “Nathan il Saggio”. Spinto dal fortissimo traino generato dal film campione d'incassi con Hayden Christensen (“Jumper” è un thriller d’azione incentrato sulle avventure di un giovane che scopre di possedere l'incredibile dote che gli permette di teletrasportarsi in qualsiasi parte del mondo, grande successo al botteghino, amatissimo dai giovani), il Colosseo balza in testa alla

classifica dei siti italiani più visitati sul web. “I dati confermano che l'offerta turistica della Regione Lazio e della città di Roma non hanno presa soltanto su un pubblico adulto e abituato a viaggiare, ma catalizzano l'attenzione di massa di un target internazionale giovane e culturalmente qualificato che, in virtù di queste qualità, contribuisce ad allargare il bacino di utenza dei turisti che visitano la nostra Regione” afferma Claudio Mancini, assessore al Turismo della Regione Lazio. Nelle citazioni di oltre 100 testate internazionali di 12 aree geografiche del mondo, il celebre monumento romano viene cliccato prevalentemente per ricercare ricostruzioni virtuali che ne rappresentino la struttura nella sua forma originaria. Moltissime le citazioni della stampa generalista e le

recensioni nelle pagine dedicate alle notizie del web. Il Los Angeles Times (Usa) commenta: “Le animazioni in 3D del Colosseo sono uno dei passatempi preferiti degli internauti. Navigando on line si trovano centinaia di siti che consentono un viaggio nel tempo, riportando il Colosseo all'antico splendore di lotta e di potere”. The Sydney Morning Herald, (Australia) ha scritto: “Per tutti quei turisti che lottano per dare un senso alle rovine attorno al Foro Romano, arriva un nuovo show ad alta tecnologia che dà un aspetto tutto tridimensionale alla vita del popolo e dei gladiatori dell'antica Roma. Mescolando animazione hollywoodiana e tecnologia dei videogiochi alle versioni create dai tecnici degli studios di Cinecittà degli antichi affreschi romani e grazie anche alla ricerca accademica, il sistema “3D Rewind Rome” riporta il visitatore indietro nel tempo fino al 310 a.C., al

MINIPUBBLICITA’ LEI CERCA LUI Donna libera, giovanile, interessata culturalmente, seria e simpatica vorrebbe conoscere gentiluomo, onesto alla pari 50-60 anni per bella amicizia, se sei interessato telefona allo 077 469 41 04 Donna semplice, simpatica, seria e amante di musica e ballo, cerca compagno libero dai 60-65 anni, onesto, affidabile, no perditempo, no avventure. ZH e dintorni, telefona allo 078 646 05 60

PER INSERIRE IN QUESTA RUBRICA Scrivere il testo (massimo 30 parole) e inviarlo, allegando Fr. 30.- (in banconote o francobolli) in busta chiusa a: LA PAGINA - Minipubblicità, Militärstrasse 84, 8004 Zurigo.

regno dell'imperatore Massenzio”. Segue, tra i monumenti più amati e cliccati del nostro BelPaese, la Torre di Pisa con 16,3 milioni di contatti in ragione, soprattutto, della curiosità sui motivi scientifici della sua “pendenza” e sulle tecniche conservative che vengono applicate al simbolo di Piazza dei Miracoli. Al terzo posto, a sorpresa, il Duomo di Milano, cliccatissimo in Oriente, anche in virtú dei recentissimi lavori di restauro che hanno riportato la Cattedrale milanese al suo antico splendore tardo gotico.


22 RADIO L'ORA ITALIANA la Pagina • 10 DICEMBRE 2008

25 ANNI DI VITA!

Carissimi ascoltatrici e tre 1200 persone di tutte le ascoltatori di Radio L’Ora età, dai bambini ai nonni, è Italiana, stata ancora una volta la testimonianza del valore pola grandiosa festa per fe- polare e umano che insieme steggiare il 25° anniversario in tutti questi anni abbiamo della nostra e vostra radio fatto acquisire a modo nostro con la partecipazione di ol- a questo straordinario mez-

zo di comunicazione che ci fa sentire uniti anche se non ci conosciamo. Così come è stato alla festa per questo grande incontro, dove ognuno si sentiva di partecipare ad un evento familiare e amichevole, pertanto mi sento di ringraziare immensamente tutti i partecipanti e, soprattutto, abbraccio uno per uno tutti quelli che non abbiamo potuto ospitare per mancanza di posti. Ringrazio tutte le 78 persone che hanno lavorato volontariamente con impegno e responsabilità ai vari settori per realizzare e far riuscire questo grande evento, ma voglio anche ricordare che se siamo arrivati a questo 25° anniversario è stato anche grazie ai tanti collaboratori e collaboratrici che con impegno e passione si sono susseguiti alla conduzione iniziata con una sola ora di trasmis-

sione e arrivando oggi a 4 ore ogni domenica più un’ora per bambini e un’ora e mezza di musica popolare ogni due settimane con un team di 13 persone che con rinnovato senso di responsabilità, impegno e passione fa di tutto per poter realizzare puntualmente e sempre al meglio delle proprie capacità la trasmissione radiofonica con contenuti sociali, culturali, musicali e tanto altro. Tenendo conto dell’attualità delle cose e della realtà in cui viviamo, con una visione e un mondo proprio di analisi e di comunicazione consapevoli, e convinti di fare un servizio importante, utile e necessario per tutta la comunità italiana e per la società in generale. Ancora un infinito GRAZIE a tutti con auguri sinceri di buone festività. Angelo Tinari

Veglione di fine anno 2008 Raccolta di

Bar Incontro Bülach Menu: Aperitivo della casa Antipasto all’Italiana

Radio L’Ora Italiana promuove una iniziativa sotto il segno della solidarietà con la raccolta di giocattoli usati destinati ai bambini bisognosi di tutto il mondo. I giocattoli si possono consegnare la domenica dalle ore 8.00 alle ore 11.00 durante la trasmissione radiofonica alla Militärstr. 85A, 8004 Zurigo. Tutti i giocattoli saranno rinnovati dal gruppo SOLIDARIETÀ dell’Ospedale del Giocattolo di Lugano che li rinnoverà e li consegnerà ai bambini poveri in tutto il mondo.

Tortellini alla panna Penne allo spumante Sorbetto Insalata mista scampi e calamari Arrosto di vitello con patate al rosmarino e cime di rapa Dessert a sorpresa con panettone e... a partire da mezzanotte... Lenticchie a volontà Prezzo* adulti Prezzo* bambini 7-12 anni

giocattoli usati

110.- Fr. 50.- Fr.

Per prenotazioni contattate Maura

Te. 076 276 37 47 (prenotazioni fino al 20 dicembre) Bar Incontro • Feldstrasse 85 • 8180 Bülach

Appello Cerchiamo altri punti di raccolta presso associazioni e privati che saranno informati tramite Radio L'Ora Italiana e La Pagina. Informazioni: 076 387 39 38


SALUTE 23

10 dicembre 2008 • la Pagina

Con il freddo arrivano i dolori e l'australiana Sembra essere l'influenza stagionale più forte degli ultimi tempi Gli specialisti prevedono che durante le feste natalizie l'epidemia colpirà circa 5 milioni di italiani. La miglior cura è stare a letto e assumere molti liquidi Il freddo è già arrivato e con esso la maggiore possibilità del virus influenzale, il cui arrivo in grande stile è previsto per il mese di dicembre. Quest’anno l’influenza è chiamata “australiana” perché è dal nuovo continente che proviene il virus che è già stato isolato per la preparazione del vaccino, che ha bisogno di un tempo di circa due settimane prima di esercitare la sua azione di prevenzione. E’ consigliabile che le persone oltre i sessantacinque anni facciano il vaccino, non tanto per la pericolosità dell’influenza, quanto perché in genere le persone anziane hanno anche altre patologie che possono aggiungersi all’influenza creando problemi più gravi, soprattutto se si soffre di cardiopatie più o meno gravi, di diabete e se si hanno problemi respiratori. L'effetto del vaccino non implica necessariamente una completa difesa dall'influenza, nel senso che farlo non vuol dire escludere del tutto la possibilità di essere colpiti dal virus, ma solo che questo, in

caso di vaccinazione, comporta una serie di sintomatologie più attenuate. Il vaccino può essere somministrato a tutti, anche a chi è stato sottoposto a chemioterapia o ha subito dei trapianti, tranne a coloro che prendono determinati farmaci, ad esempio coloro che combattono l’artrite reumatoide. A questo punto la domanda sorge spontanea: bisogna prendere farmaci e se si quali per combattere l’influenza? Diciamo che la cosa migliore per combattere l’influenza è stare a letto, bevendo molte spremute di frutta e assumendo molti liquidi. Non è necessario ricorrere agli antibiotici, a meno che non si tratti di complicazioni bronchiali. Ma con il freddo si fanno vivi anche i dolori reumatici, che sono causati da numerose malattie che colpiscono una fetta consistente di popolazione. Si va dall’artrite reumatoide all’artrosi. La prima ha un numero enorme di forme, si parla di 150 tipi. Ma anche l’ar-

trosi ha le sue varietà e i punti in cui prevalentemente si concentra. L’una e l’altra riguardano le ossa e in particolare le articolazioni. In genere queste patologie si legano all’età avanzata, ma non è del tutto vero. L’artrite reumatoide, ad esempio, ha picchi elevati nell’età giovanile. Riguarda soprattutto le donne e meno gli uomini. “L’artrosi”, dice il dottor Matteo Longhi, direttore del reparto di Reumatologia dell’Istituto ortopedico Galeazzi di Milano, “la malattia reumatica degenerativa più comune, ha una componente infiammatoria minima, ma presenta nel tempo una limitazione del movimento articolare, anche grave. Il mal di schiena è accusato da 8 persone su 10 almeno una volta nella vita: la lombalgia e il dolore cervicale sono i più frequenti. La fibromialgia è una patologia emersa negli ultimi anni e legata sia alla sfera fisica che a quella psichica. Provoca dolori in punti precisi dei muscoli o dove i muscoli s’inseriscono alle articolazioni. Poi ci sono le forme infiammatorie, le artriti con capostipite le artriti reumatoidi.

Dal 1999, grazie all’introduzione dei cosiddetti farmaci biologici, cioè prodotti con tecniche di biologia molecolare, si riesce ad intervenire subito e si ritarda o addirittura si blocca l’infiammazione. A breve,poi, dovrebbero iniziare le sperimentazioni di vaccini. L’osteoporosi è la malattia tipica delle donne post-menopausa. Un tempo rara, nell’uomo, oggi lo è meno o, forse, la si diagnostica meglio e più spesso”. Uno dei fattori che favoriscono l’insorgere di questi sintomi è il freddo della cattiva stagione, con un conseguente minor tempo di esposizione al sole: ecco il motivo per cui un’alimentazione con più calcio (latte e uova) e vitamina D è indicata, come pure è indicato il movimento, purché non esagerato. Come si vede sia l'influenza che i dolori reumatici sono legati alle condizioni atmosferiche quindi prima di tutto si raccomanda di ripararsi dal freddo e di non stare in ambienti troppo umidi.

Telecomandi e rubinetti sono alleati del raffreddore I primi freddi segnano l’inizio di raffreddore e influenza. Ma rimanere a casa non aiuta certo a proteggerci, anzi tutto il contrario. Una ricerca dell’Università della Virginia ha infatti scoperto che semplici e comuni oggetti di casa, come il telecomando della tv, il rubinetto del bagno e la porta del frigorifero, sono dei veri e propri ricettacoli del rinovirus, responsabile del raffreddore. Su 30 case studiate, è risultato positivo il 42% . Anche se

tosse e starnuti contribuiscono a diffondere questo fastidioso malanno, gli oggetti che usiamo ogni giorno in casa rappresentano una “culla” accogliente per il virus. “Il virus riesce a sopravvivere – spiegano i ricercatori – sulle superfici di casa addirittura uno o due giorni. Ciò significa che ogni singolo membro di casa o visitatore può diffondere il virus agli altri componenti della famiglia toccando semplicemente la maniglia della porta e i rubi-

netti. Una pulizia profonda e regolare è dunque fondamentale”. Gli scienziati hanno rilevato il rinovirus sulle punte delle dita di almeno un quarto dei soggetti analizzati un’ora dopo che avevano toccato le superfici con il virus, e in oltre la metà dei soggetti studiati 48 ore dopo. “Molta gente – spiega Birgit Winther, coordinatrice dello studio – spruzza nell’aria spray disinfettanti, ma il problema è che fondamentalmente il rino-

virus non si diffonde attraverso l’aria. Quello che bisogna fare per evitare il contagio invece è pulire regolarmente le superfici e gli oggetti di casa”.


24 svizzera la Pagina • 10 dicembre 2008

Max Bill 100 Zurigo celebra i 100 anni dalla nascita del maggior esponente dell’arte concreta e l’Hause Konstruktiv rende omaggio all’artista con una mostra che resterà aperta fino al 22 marzo

Manifesto ufficiale della mostra nell'edificio dell' Haus Konstruktiv Passeggiando per la via più importante di Zurigo è impossibile non notare l’imponente scultura in granito, detta scultura-Pavillon (1983), che si erge su di un lato della Bahnhofstrasse, davanti alla sede principale della grande banca UBS. L’autore di questa imponente opera scultorea è Max Bill, lo stesso a cui già la città di Zurigo ha reso omaggio, tempo addietro, intitolandogli la piazza ad Oerlikon, la Max Bill Platz appunto, realizzata con una pavimentazione progettata dall’artista stesso, mentre in questi giorni, l’Haus Konstruktiv gli dedicata una mostra per celebrare il 100° anniversario della sua nascita. Max Bill nasce a Winterthur nel 1908 ma la sua formazione artistica avviene a Zurigo, dove si trasferisce negli anni ’30 ed apre uno studio, che diventa la sua base operativa. Nonostante si definisse semplicemente un architetto, si cimenta in diversi campi artistici: dalla pittura alla scultura, alla decorazione o al design, ma è anche insegnante e teorico nonché ideatore, nel ’36, del famoso concetto secondo cui “l’arte concreta attinge a forme, li-

nee e colori autonomamente elaborati dalla personale immaginazione dell’artista anziché dai processi di astrazione delle immagini della natura”. Max Bill, che proprio per la poliedricità della sua arte viene definito “artista universale”, si affer-

l’esempio lampante degli esperimenti sul colore o dell’interesse per le forme geometriche, in modo particolare il quadrato. Affianco a questa, un’altra sala ospita la Sculpture Parck Cabinet (visitabile fino al 1° febbraio), pro-

Pavillon-Skulptur

vicino l’estro e l’ingegno di Max Bill facendo una passeggiata tra le opere scultoree. Nella stessa sala sono stati installati riproduttori audio-visivi dove è possibile assistere a film-documentari che attestano i processi creativi delle opere del maestro. Negli ambienti successivi si possono ammirare dipinti e acquarelli (tra cui le riproduzioni di alcuni paesaggi italiani), disegni e schizzi in cui la figura geometrica è sempre presente e dove sono visibili gli influssi di Paul Klee, del cubismo o dell’espressionismo. A questi si alternano sculture e figure plastiche in cui si nota l’interesse per lo studio della rotazione dei corpi nello spazio. Un’ampia sezione è dedicata anche alla prima retrospettiva realizzata dall’autore nel ’51 al Museu de Arte in

ma quindi nel secolo scorso come figura di rilievo dell’arte concreta. Nelle sue opere effettua studi sul colore, sperimenta forme geometriche pure ed essenziali e calcoli matematici, sviluppando l’interessante nozione che arte e matematica si intersecano l’uno con l’altro. Dopo ben due anni di preparativi la mostra è stata inaugurata il 19 novembre e, comprendendo oltre 120 opere dell’autore, tra cui alcune inedite, si presenta come l’esposizione più completa della Sculpture Park cabinet di Olaf Nicolai versatilità artistica di Max Bill. Il visitatore, entrando, è accolto da gettata da Olaf Nicolai, che si pre- São Paulo, attestata dai documenti un’ampia sala dedicata alle tele senta come un ambiente accoglien- originali dell’epoca. La mostra, di grandi dimensioni che sono te dove il visitatore può scoprire da che occupa l’intero complesso del ewz Unterwerk Selnau, si estende nello spazio urbano della città di Zurigo. A partire, infatti, dalla scultura Pavillon di Bahnhofstrasse sono stati sistemati dei manifesti celebranti i cento anni dell’artista che prodotti Italiani di qualità seguono un percorso che porta direttamente al museo e dove i passanti possono trovare informazioni Antipasti -dolci – vini di qualità Rossi e Bianchi e spiegazioni sulle opere urbane Presentazione e degustazione a scelta dell’artista sparse in tutto il mondo. La mostra è ancora visibile fino offriamo esclusività italiana con i prodotti e ingredienti al 22 marzo 2009. Per maggiori inVenerdì e Sabato 12 - 13 Dic.2008 09:00 - 18:00 formazioni consultare il sito www. Domenica 14 Dic 10:00 - 14:00 hauskonstruktiv.ch Industriestrasse 6, 5604 Hendchiken Aargau (vicino PopCC)

menu natalizio

LIBERA

Eveline Bentivegna


turismo 25

10 dicembre 2008 • la Pagina

Luci e profumi del Natale in Trentino È una lunga tradizione quella che si ripete ogni anno nel periodo dell'Avvento in Trentino: con il Natale ritorna la magica atmosfera dei mercatini, con un tripudio di luci, musica, colori, giochi e sapori Non solo sci ma anche relax, grandi mostre, eventi, piaceri della tavola, benessere: è quello che offre la stagione invernale del Trentino. Le Dolomiti di Brenta ad ovest, l'Altopiano di Folgaria a sud, le Pale di San Martino ad est e le Dolomiti di Fassa a nord. Sono i quattro punti cardinali all'interno dei quali si sviluppa il circuito sciistico tra i più importanti dell'arco alpino. Ben 800 chilometri di piste, 300 impianti di risalita, skipass tecnologicamente avanzati, due soli sistemi per quasi tutto il territorio, una decina di snowpark per gli appassionati della tavola, percorsi fra boschi e altopiani, cime da scoprire con gli sci da alpinismo, 500 km di tracciati e una ventina di centri attrezzati per il fondo. Inoltre camminate con le racchette da neve, nordic walking, pattinaggio, sled-dog e arrampicate su ghiaccio. Il tutto fra natura, relax, sapori, eventi, arte, benessere. Insomma, il luogo ideale dove passare le vacanze di Natale insieme con la famiglia. Gli impianti sono circa 300, l'innevamento programmato garantisce il 90% delle piste, gli hotel e le strutture ricettive possono vantare una potenzialità di oltre 400 mila posti letto suddivisi tra 1.574 esercizi alberghieri, dei quali 1328 sono alberghi, 173 sono garni, 65

residence e 8 villaggi-alberghi. E poi campeggi, agriturismi, bed&breakfast, seconde case. Il Trentino vanta anche una proposta enogastronomica di qualità, con vini buoni e piatti tipici. Da ricordare che in Trentino ci sono tre Parchi naturali (Paneveggio-Pale di San Martino, Adamello-Brenta e Stelvio) che anche d'inverno offrono ampia gamma di proposte. Come complemento dell'ambiente alpino il Trentino ha puntato sul campo del benessere. Negli alberghi con il marchio “Vita Nova - Trentino Wellness” ci sono spazi interamente dedicati al relax e al fitness. E poi c'é la storia, che ha lasciato sul territorio un'impronta di arte e cultura. Sospeso fra Nordeuropea e Mediterraneo, il Trentino fin dall'antichità è stato terra di transito e di incontri, su cui si sono stratificati stili e memorie. Restano oggi monumenti, chiese, castelli e cittadine di grande eleganza. A cominciare da Trento, capoluogo di provincia, conosciuta in particolare per aver ospitato il più famoso e lungo Concilio della Chiesa cattolica (1545 1563). In tutto sul territorio trentino sono presenti 17 sedi musei di notevole importanza oltre a numerose piccole raccolte e collezioni nei musei civici. Nei due più grandi centri,

al Buonconsiglio di Trento e al Mart di Rovereto, sono ospitate mostre di caratura internazionale. Numerosi appuntamenti di diverso tipo, tutti tradizionali, rimandano al Natale. Unica l'atmosfera che si respira quando tornano i mercatini, simpatiche casette di legno, dove si possono scoprire i tesori che artigiani raffinati ci vengono a proporre. I mercatini sono anche il luogo dove è possibile incontrare e gustare i prodotti tipici della gastronomia trentina (come carne salata, strudel, tortel di patate e canederli) e dell'enologia come agli irrinunciabili vin brulè, offerti e “illustrati” rispettivamente da cuochi e sommelier di classe. Il tutto con contorno di musiche, canti natalizi e improvvisazioni per i più piccini. A Trento le casette sono ospitate tra le mura merlate in piazza Fiera. Le bancarelle sono aperte dal 22 novembre fino alla Vigilia e offrono un'ampia varietà di oggetti per scegliere l'idea regalo più originale tra le sculture di legno, le ceramiche, le composizioni floreali, i prodotti dell'artigianato, gli addobbi per l'albero e per il presepe. In molte città e paesi luci, suoni, giochi e profumi annunciano con gioia l'arrivo del Santo Natale.

VIAGGI

CAMPANIA BASILICATA CALABRIA ogni lunedì, mercoledì, venerdì e sabato

TEL. 071/966 51 22 TEL. 052/212 28 47


26 tecnologia la Pagina • 10 dicembre 2008

La prima missione indiana sulla luna L'obiettivo principale della missione è rivolto alla ricerca dell'Elio-3, isotopo rarissimo sulla Terra ricercato per realizzare programmi di energia nucleare

Il tricolore indiano è atterrato sulla Luna, facendo posizionare l’India al quarto Paese al mondo per aver toccato il suolo lunare. Il Mip (Moon Impact Probe), il modulo sganciato dalla sonda-madre Chandrayaan-I ha toccato il suolo del satellite terrestre, precisamente nella parte meridionale. Il modulo, ai cui quattro lati è disegnata la bandiera indiana, è stato lanciato dalla sonda indiana quando questa orbitava a 100 km dalla superficie lunare, dopo 23 giorni di permanenza nello spazio. Dopo Stati Uniti, Ex Unione Sovietica e Unione Europea, il modulo indiano di 35 chili porta il Paese di Gandhi nel gotha mondiale delle esplorazioni spaziali, piazzando l’India nell’elite di pochissime nazioni che possono vantare un atterraggio lunare (o se si vuole un allunaggio) e sbaragliando la concorrenza asiatica, soprattutto cinese e giapponese (il Giappone comunque ha già

una sonda in orbita intorno alla Luna). Ma l’India vuole di più: tra gli strumenti a bordo del Mip ce ne sono anche un paio che potranno aiutare gli scienziati indiani dell’Isro (Indian Space Research Organisation) a realizzare le altre due missioni Chandrayaan, che dovrebbero portare nel 2010 un robot indiano sulla luna e dopo qualche anno anche il primo astronauta indiano. Intanto dalla telecamera del Mip, sono arrivate a Bangalore, sede della sala di controllo dell’Isro, le prime immagini della superficie lunare. Oltre al Mip, il satellite indiano Chandrayaan trasporta altri 10 strumenti scientifici progettati e realizzati da altri Paesi, che verranno messi in funzione nei prossimi giorni. Il modulo raccoglierà dati geologici della Luna. Ma la missione indiana è rivolta, soprattutto, alla ricer-

CREDITI FR. MENSILITÀ

5’000.10’000.15’000.25’000.35’000.55’000.65’000.80’000.-

104.209.314.524.734.1’154.1’364.1’679.-

Su richiesta altri finanziamenti da: 81’000.- - 130’000.-

• Esempi di mensilità

con assicurazione inclusa

• Altre somme o mensilità diverse sono possibili

• Anche se avete già altri crediti è possibile fare un solo credito con una comoda mensilità

• Consulenza gratuita

• • • •

Nel modo più semplice Massima discrezione Con un risparmio fino al 4% Nuovo Crediti anche per invalidi/pensionati

• Finanziamenti anche per lavoratori temporanei

• 9,9 - 11,9 p.a.

ITALCREDITI - Haselstrasse 33 - 5400 Baden agenziaitalia@bluewin.ch

La concessione di crediti è vietata se conduce ad un indebitamento eccessivo

ca dell’elio-3, un isotopo rarissimo sulla Terra che invece abbonda sulla luna, anche se è molto difficile da estrarre. Questo servirebbe per la fusione nucleare, potenzialmente un’importantissima fonte d’energia del futuro. Si è calcolato che una tonnellata di elio3, più o meno la stiva di uno shuttle, potrebbe bastare per un anno di consumo di elettricità per gli Stati Uniti d'America. Pur essendo un combustibile nucleare ha il vantaggio di essere completamente pulito, non ha scorie radioattive perché impiegato fondendo nuclei atomici leggeri e non spaccando elementi pesanti come l'uranio. La missione spaziale è l’ennesimo passo dell’India in direzione di un rafforzamento della sua posizione internazionale dopo la deroga concessale, il mese scorso, al Trattato di non proliferazione nucleare (Tnp),

non firmato da New Delhi; deroga che ha permesso al Paese di firmare accordi di cooperazione con Stati Uniti e Francia in materia di energia atomica. La missione indiana, del costo di 80 milioni di dollari, un’inezia rispetto agli stanziamenti della Nasa americana, è il culmine del programma spaziale indiano cominciato nel 1963. E’ significativo che l’atterraggio del modulo lunare indiano sia avvenuto proprio nel giorno in cui l’India commemorava il suo primo capo del governo. La sonda lunare indiana è rimasta nell’orbita terrestre per diversi giorni, per poi entrare in quella lunare. All’atterraggio della sonda sulla luna, gli scienziati indiani dell’Isro, con i quali sia il primo ministro Manmohan Singh che il presidente del Partito del Congresso Idiano Sonia Gandhi si sono vivamente complimentati, si sono lasciati andare a manifestazioni di giubilo; questo, però, solo dopo aver presentato al tempio le offerte agli Dei, di buon auspicio, come era già avvenuto in occasione del lancio.


RECENSIONI 27

IN LIBRERIA Tutto in una notte Tokyo, un quartiere che inizia a vivere quando cala il buio. Alcune persone sono casualmente coinvolte in una squallida vicenda di violenza. In un hotel gestito da Kaoru, una giovane prostituta cinese viene picchiata. In una caffetteria Mari, studentessa di cinese, sta leggendo un libro; Takahashi, un musicista jazz, vorrebbe attaccare discorso ma si scontra con la sua reticenza.

Quando Kaoru cerca qualcuno che faccia da interprete alla prostituta ferita, Takahashi, le suggerisce la giovane. Mari viene a contatto con un ambiente a lei estraneo, ma paradossalmente riesce a comunicare con le persone che vi incontra in modo spontaneo. Così vince la riluttanza a parlare di Eri, la sorella maggiore, caduta in un letargo volontario dal quale non sembra volersi svegliare.

10 dicembre 2008 • la Pagina

L’immagine della ragazza che sta per essere inghiottita nel nulla attraverso lo schermo di un televisore apre un pericoloso spazio onirico nel quale rischia di scivolare la realtà.

• Haruki Murakami • After Dark • Einaudi • pp 178 • Fr. 33.-

Alla ricerca della verità Sono le tre di notte del 4 novembre. Il dottor Carlo Lonati viene chiamato per un’urgenza, il paziente lo conosce bene. Attraversa sotto una pioggia micronizzata i cinquecento metri che lo separano dalla casa del notaio Luciano Galimberti, suo antico compagno di bagordi. Può solo constatarne la morte per infarto. Ma c’è qualcosa che non lo convince... nelle ore successive arrivano altri indizi e i

sospetti crescono. Il dottore non può fare a meno di indagare: vuole sapere se il suo vecchio amico è davvero morto per cause naturali. Per farlo, dovrà conquistare la fiducia della moglie e della figlia di Galimberti. E scoprire che la verità si trova forse sull’altra sponda del lago di Como... “Dopo lunga e penosa malattia” è l’unico giallo scritto da Andrea Vitali. E forse non è un caso che abbia come

protagonista un medico sensibile e acuto. L’indagine è concentrata in una settimana, tra le esitazioni dell’improvvisato detective e il moltiplicarsi di tracce e confidenze, fino al colpo di scena finale.

• Andrea Vitali • Dopo lunga e penosa malattia • Garzanti • pp 176 • Fr. 27.-

Leggende del mondo emerso Adhara si risveglia in un prato. Non ricorda precisamente come è arrivata in quel luogo, non riesce neppure a ricostruire in quale luogo si trovi, ma soprattutto non ricorda chi è. Muovendosi in un mondo che le è completamente sconosciuto, pian piano scopre di avere una serie di inquietanti capacità, mentre incontra AmhaI, un

giovane apprendista Cavaliere di Drago dall’animo tormentato che è pronto ad aiutarla a riscoprire se stessa. Ma sul Mondo Emerso, che da cinquant’anni vive un periodo di pace e prosperità, incombe una nuova, oscura minaccia, proveniente da un passato remoto e dimenticato. Il destino di AmhaI e Adhara e di vecchie

e nuove conoscenze si legherà sempre più strettamente alle forze occulte che stanno cercando nuovamente di prendere il sopravvento. • Licia Troisi • Il destino di Adhara • Mondadori • pp 460 • Fr. 33.-

Un angelo può cambiare la vita Jacomo Robusti, detto il Tintoretto, pittore ambizioso e anticonformista, pronto a combattere con ogni mezzo per affermarsi e a sacrificare tutto e tutti al suo talento. Venezia alla fine del Cinquecento, ricca e fragile, minacciata dalle guerre coi Turchi e dall’epidemia di peste. Una famiglia sempre più numerosa: i figli maschi ribelli, le femmine destinate al monastero. E al centro di questa vita creativa l’amatissima figlia illegittima Marietta,

educata alla musica e alla pittura per restargli accanto. Bambina vestita da maschio, ragazzina e infine donna, Marietta diventa il suo sogno e la sua creazione più riuscita. Ma sarà proprio l’allieva ad insegnare al maestro che cosa dà significato alla vita. • Melania G. Mazzucco • La lunga attesa dell'angelo • Rizzoli • pp 417 • Fr. 39.-

I libri più venduti della settimana

Narrativa italiana 1°- Venuto al mondo (Mazzantini) 2°- La solitudine dei numeri (Giordano) 3°- L'età del dubbio (Camilleri)

Narrativa straniera 1°- Twilight (Meyer) 2°- New Moon (Meyer) 3°- Breaking Dawn (Meyer)

Saggistica 1°- Conversazioni notturne (Martini-Sporchill) 2°- La folie di Baudelaire (Calasso) 3°- L'aquila e il pollo fritto (Zucconi)

ordina i tuoi libri allo 043/322 17 17


BADENERSTRASSE 526 – D ENERSTRAÜRICH TEL: 044/492 46 41 / EMAIL: INFO@BOCCIACONO.CH

SALUTATE L`ANNO NUOVO CON NOI…

M E N U

APERITIVO CON PROSECCO E RICCO BUFFET ( PROSCIUTTO DI PARMA GRANA PADANA ETC. ) ANTIPASTO ALL`ITALIANA DELIZIOSA LASAGNETTA DELLA CASA INSALATINA DI STAGIONE BRASATO DI MANZO AL BAROLO

GRATIN DI PATATE E BOUQUET DI VERDURE

DESSERT ( FRUTTA AL BUFFET ) LENTICCHIE E ZAMPONE, A NOTTE FONDA… MUSICA DAL VIVO CON I BOOMERANG BAND FINO ALLE 04.00

CONO E IL TEAM AUGURANO A TUTTI UN PROSPERO E FELICE 2009!!! ADULTI FR. 150.— / BAMBINI FINO A 12 ANNI FR. 50.—

VINO, ACQUA CAFFÈ E PROSECCO A MEZZANOTTE, COMPRESI NEL PREZZO!

NB: RITENIAMO VALIDA LA V OSTRA RISERVAZIONE SOLO DOPO AVVENUTO PAGAMENTO DELLA INTERA SOMMA!


moda 29

10 dicembre 2008 • la Pagina

Fashion

winter Gala Gloves

by

2009

Un inverno da prendere...con i guanti! Ritornano di gran moda e con una vasta scelta i guanti, un accessorio che era finito nel dimenticatoio I guanti gettano la loro sfida e per Natale salgono nella top ten degli accessori-fashion più economici da regalare. Nel corso del tempo i guanti hanno conosciuto alti e bassi nell’indice di gradimento delle signore. Oggi tornano di gran moda e addirittura c’è chi, a Roma, presenta una collezione di pezzi unici. L’azienda che la firma è Gala Gloves, marchio con negozi a Roma, Milano e Parigi, che produce guanti per Etro, Furla, Max Mara, e distribuisce in Giappone, in Gran Bretagna e nei department-stores di New York. Il marchio appartiene alla famiglia Pellone, guantai napoletani dal 1930, che oggi producono, con appena 11 dipendenti, 60 mila paia di guanti l’anno, realizzati per buona parte a mano e, solo a fine produzione, a macchina. I guanti insomma, per la famiglia napoletana sono una vera e propria passione, tanto che Alessandro Pellone, quarta generazione della famiglia, riveste il doppio ruolo di stilista della maison e di amministratore delegato dell’azienda e lavora, come spesso succede ai capi, minimo 12 ore al giorno. Lo rivela Anna Gallo, direttore commerciale dell’azienda, che ha presentato a Roma i pezzi unici della nuova collezione (l’edizione è limitata, sono appena venti paia di guanti, anche da uomo, tutti in pelli pregiate). “I guanti nascono studiando le pelli, selezionate in partenza – racconta Gallo – poi arriva

il disegno. Per il pecari e il pitone, pelli protette, chiediamo permessi speciali. Si passa dunque alla tintura delle pelli e al loro tiraggio per renderle morbide, elastiche e sottili. Le pelli rettangolari vengono poi sagomate su modelli di mani a quattro dita. Il pollice si aggiunge dopo con la saldatura. Con piccoli pezzi di pelle dello stesso colore, le maestre operaie saldano i due lati dei guanti a mano, e poi li cuciono a mano o con la macchina. L’interno del guanto viene realizzato su modelli di ferro, cucito e poi stirato a caldo”. La leggenda narra che la dea Venere, correndo in un bosco del monte Olimpo, cadde su un cespuglio di rovi graffiando le sue mani perfette. Le Grazie cucirono delle sottili bende attorno alle sue dita e

ai suoi palmi, affinché vi aderissero. Così nacquero i guanti, ma in realtà è più probabile che essi videro la luce non in Grecia, ma in qualche luogo del freddo Nord. Dal IV secolo d.C., i guanti persero la loro funzione di oggetto parafreddo per assurgere a simbolo di eleganza e di potenza. Nel Medioevo, i nobili li portavano in velluto, tempestati di gemme, mentre i cavalieri li preferivano in maglia d’acciaio, per proteggere le mani nel sollevare le pesanti spade. In quel periodo i guanti furono accessori maschili, ed un decreto proibì alle donne di portarle, poiché esclusivo segno di maschia autorità, strumento di sfida a duello, lanciato o sbattuto con sprezzo sul volto dell’avversario, e di solen-

ne richiesta di vendetta contro un’ingiustizia. Fu solo nel IX secolo che le donne riuscirono di nuovo ad impossessarsene, facendone degli accessori lussuosi: pelli pregiate, tessuti preziosi, ricami di perle e gemme. Col passare del tempo, i guanti riacquistarono il loro ruolo di protezione delle mani; divennero sobri, di lana o pelle foderata di pelliccia per l’inverno, di nappa sottile o filet per l’estate. Fino a metà Novecento, furono degli accessori indispensabili che rivestivano anche una funzione igienica, riparando le mani da germi. Alla fine agli anni ‘60, in Italia, si potevano ancora incontrare distinte e giovani signore che non sarebbero mai uscite di casa senza guanti.


Offerte speciali dal 11 al 17 dicembre 2008

Prezzi vantaggiosi grazie alla collaborazione dei nostri fornitori! Prezzi validi solo presso il Quadrifoglio Schlieren per i possessori della Carta Family. Fino ad esaurimento scorte

15% su tutto l’assortimento incluse offerte per i possessori della Carta Family valido dal 11.12 al 13.12.2008

ogni giovedì, venerdì e sabato, il pane fresco direttamente dalla

Calabria

Altamura

e

Panettone DAIS Fr.

12.95/p.

anziché Fr. 17.95/p.

Pandoro DAIS 750gr. incartato a mano

Fr. 12.95/p.

anziché Fr. 17.95/p.

750gr. incartato a mano

Carciofi Puglia

Spumante Asti Martini

a cassa intera da 24pezzi

Fr. 9.95/bott.

Fr. 0.95/p.

anziché Fr. 15.95/bott.

prezzo singolo Fr. 1.30/pezzo

bott. 75cl

Orari d'apertura: lunedì chiuso • martedì - venerdì dalle 9.00-12.00/13.30-18.00 • sabato dalle 8.30-16.00 orario continuato


GASTRONOMIA 33

10 dicembre 2008 • la Pagina

I primi piatti del Natale 2009 Spaghetti con spada e capperi Difficoltà: media Preparazione: 30 min Ingredienti per 4: 350 g di spaghetti, 250 g di pesce spada, 200g di pomodorini ciliegini, capperi, prezzemolo, basilico fresco, menta, 1 spicchio d’aglio, peperoncino fresco

Preparazione: Dividete i pomodorini, tagliate il pesce spada a dadini e dissalate i capperi in acqua tiepida. Tritate il basilico, la menta e il prezzemolo. Rosolate l'aglio con un po' di olio a fuoco medio e quando sarà dorato, toglietelo e aggiunge-

te il pesce spada, i capperi e i pomodori che avrete precedentemente rosolato in padella con un po' di olio. Quando la pasta sarà cotta sco- il trito di erbe aromatiche, il latela, saltatela nella padella peperoncino e un po' di olio a insieme al condimento, unite crudo. Il piatto è pronto.

Farfalle al salmone Difficoltà: facile Preparazione: 20 min Ingredienti per 4 persone: 30 g di burro, erba cipollina tritata, 200 ml di panna da cucina o fresca,

Grande Veglione

Musica dal vivo con Michele da Claudio

e Maria

menu di 7 portate a Fr. 89.50 Claudio & Maria Napoleone Bahnhofstrasse 39 · 8706 Meilen · Tel. 044 923 04 08 www.bahnhof-meilen.ch

400 g di farfalle, 100 g di salmone affumicato, scalogno, 1/2 bicchiere di vino, prezzemolo per guarnire Preparazione: Tritate finemente lo scalogno e fatelo appassire nel burro; riducete le fettine di salmone affumicato in sottili listarelle e aggiungetele allo scalogno, poi

bagnate il tutto con mezzo bicchiere di vino e fate evaporare. Far cuocere per 5 minuti a fuoco lento, dopodichè aggiungete la panna. Spegnete il fuoco pochi istanti dopo e spolverate il tutto con un trito di erba cipollina. Lessate le farfalle, scolatele al dente, fatele saltare nel sughetto appena preparato e servite.

Riso con gamberetti e zucchine Difficoltà: media Preparazione: 30 minuti Ingredienti per 4 persone: 500 g riso, 1\2 cipolla, brodo vegetale o di pesce, 500 g di zucchine, 600 g di gamberetti, un limone, 1 foglia di alloro, zafferano, olio extra vergine di oliva, prezzemolo Preparazione: Sbollentare i gamberetti, in precedenza lavati, in acqua con limone e alloro, scolarli e spellarli. Tritare la cipolla, tagliare le zucchine a listarelle e far rosolare con un po' di olio. Poi aggiungere il riso e continuare la cottura aggiungendo man mano del brodo vegetale. A cottura ultimata aggiungere lo zafferano, mantecare con l'olio ed una manciata di prezzemolo e servire caldo.


34 TELEVISIONE la Pagina • 10 dicembre 2008

23.05

06.50 Mediashopping 06.55 Cartoni animati 10.45 Tf – Una pupa in libreria 11.20 Tf – V.I.P. 12.25 Studio Aperto 12.58 Meteo 13.00 Studio Sport 13.37 Mediashopping 13.40 Tf – La vita secondo Jim 14.05 Film – Austin Powers La spia che ci provava 16.00 Film – Thunderbirds 18.00 Tf – La tata 18.30 Studio Aperto 18.58 Meteo 19.05 Film – Monster house 21.00 Film – Lemony Snicket Una serie di sfortunati eventi 23.10 Evento – Rewind 00.40 Studio Sport 01.05 Mediashopping

o l'abb at iama! ch 043 322 17 17

on

ame n t

Jim McAllister oltre che consigliere del comitato studentesco è un insegnante molto popolare. Dopo essere stato nominato per tre volte negli ultimi dodici anni "insegnante dell'anno", ora è pronto a rimettere tutto in ballo per un'elezione scolastica. L'insegnante vuole, infatti, mettere un freno all'ambizione della studentessa Tracy Flick per la quale il liceo altro non è che il primo gradino della scala che la porterà ad una brillante carriera: il suo prossimo passo è la presidenza del comitato studentesco. McAllister propone allora un suo candidato alla presidenza: Paul Metzler. Il duello fra i due è reso ancor più interessante dal terzo incomodo, Tammy, la sorella emarginata di Paul.

06.00 Tg 5 Prima pagina 07.55 Info – Traffico 07.57 Meteo 5 08.00 Tg 5 Mattina 08.50 Music. – Loggione 09.30 Show – Amici libri 10.00 Info – Superpartes 10.40 Film – Qualcuno come te 13.00 Tg 5 Giorno 13.39 Meteo 5 13.40 Sitcom – Supermercato 14.10 Show – Amici 15.30 Info – Verissimo 18.50 Quiz – Chi vuol essere milionario 20.00 Tg 5 Sera 20.30 Meteo 5 20.31 Show – Striscia la notizia 21.10 Film – Crociera Vianello 23.10 Film – Inganni 00.50 Nonsolomoda 01.30 Tg 5 Notte 01.50 Meteo 5 01.51 Show – Striscia la notizia (r) 02.30 Mediashopping 02.44 Film – Sleep Murder 04.17 Mediashopping 04.29 Tg 5 (r) 04.59 Meteo 5 (r)

rin n o v

TSI 1

08.00 Fantabasco 09.00 Rai Educational 09.25 Sci: Slalom gigante femminile 10.30 Sci: Slalom gigante maschile 11.30 Tgr Levante 11.45 Tgr Italia Agricoltura 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 Sci: Slalom gigante femminile 13.30 Sci: Slalom gigante maschile 14.00 Tg Regione 14.20 Tg 3 14.50 Tgr Ambiente Italia 15.50 Tg3 Flash L.I.S. 15.55 Rai Sport Sabato Sport 16.20 Calcio: Magazine Champions League 16.45 Ciclismo: Giro d'Italia 17.05 Calcio a 5 18.10 90' Minuto Serie B 18.55 Meteo 3 19.00 Tg 3 19.30 Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa 21.30 Ulisse 23.25 Tg 3 23.40 Tg Regione 23.45 Un giorno in Pretura

Rete

Italia

  Canale

occhio ai programmi

Election

06.45 Mattina in famiglia 08.00 Tg 2 Mattina 09.30 Tg 2 Mattina L.I.S. 10.15 Sulla via di Damasco 10.45 Info – Quello che 11.25 Aprirai 11.35 Mezzogiorno in famiglia 13.00 Tg 2 Giorno 13.25 Rai Sport Dribbling 13.55 Sci: Slalom gigante maschile 14.30 Telethon 18.00 Tg 2 20.25 Estrazioni del lotto 20.30 Tg 2 Sera 21.05 Tf – Cold Case 22.40 Rai Sport Sabato Sprint 23.20 Tg 2 Notte 23.30 Tg 2 Dossier 00.15 Tg 2 Storie 01.00 Tg 2 Mizar 01.30 Tg 2 Motori 01.50 Show – X Factor - I casting 02.20 Meteo 2 02.25 Appuntam. al cinema 02.30 Il mio 68 02.50 Il Caffè 03.50 Cercando Cercando 04.15 NET.T.UN.O

ai

06.00 Il Quotidiano (r) 07.00 Euronews 08.00 Agenda TSI 09.25 Sci: Slalom gigante femminile 10.25 Sci: Slalom gigante maschile 11.25 Sci: 10 Km femminile 12.25 Sci: Slalom gigante femminile 13.25 Sci: Slalom gigante maschile 14.25 Sci: 15 Km maschile 15.40 Ippica: Caccia senza sella 16.50 Red Bull Jungfrau Stafette 17.40 Calcio: Super League 18.55 Red Bull Jungfrau Stafette 19.45 Sport Adventure 20.10 Sport Club (r) 21.00 Fuoricampo 22.35 Sportsera hockey 23.25 Ippica: sfida dei campioni

06.10 Soap – Incantesimo 9 06.30 Sabato & Domenica 09.35 Info – Settegiorni 10.25 Aprirai 10.35 Appuntam. al cinema 10.40 Tuttobenessere Telethon 11.30 Occhio alla spesa 12.00 La prova del cuoco 13.30 Telegiornale giorno 14.00 Easy Driver 14.30 Effetto Sabato 17.00 Tg 1 ­­   17.10 A sua immagine 17.40 Tg 1 L.I.S. 17.45 Passaggio a Nord-Ovest 18.50 Quiz – L'eredità 20.00 Tg 1 Sera 20.35 Affari tuoi 21.30 Show – Serata d'Onore 23.50 Tg 1 23.55 Applausi 00.35 Tg 1 Notte 00.45 Che tempo fa 00.50 Estrazioni del lotto 00.55 Appuntam. al cinema 01.00 Telethon 02.30 Pioggia Sporca 03.00 Film – La 25a ora

H

dicembre

05.50 Telegiornale Notte (r) 06.00 Il Quotidiano (r) 06.50 Euronews 08.00 Cartoni animati 10.30 MicroMacro 11.00 Patti chiari (r) 12.05 Segni dei tempi 12.30 Telegiornale 12.50 Documentario 13.45 Tf – Le cose che amo di te 14.10 Film – Lo specchio dell'anima 15.40 Documentario 16.05 Film – Nick e la renna che non sapeva volare 17.30 Documentario 18.00 Telegiornale flash 18.05 Cartoni animati 18.35 Strada Regina 19.00 Il Quotidiano 19.40 Buonasera Week End 19.55 Lotto svizzero 20.00 Telegiornale Sera 20.30 Meteo 20.40 Quiz – Cash 21.00 Quiz – 50 22.50 Telegiornale Notte 23.05 Film – Election (azione) 00.40 Repliche continuate

o?

13 sabato

06.20 Tg4 Rassegna Stampa 06.35 Tf – Vita da strega 07.05 Mediashopping 07.40 Tf – Le stagioni del cuore 10.00 Cult. – Vivere meglio 11.30 Tg 4 Giorno 11.38 Info – Traffico 11.40 S-News – Cuochi senza frontiere 13.30 Tg 4 Giorno 13.54 Meteo 14.00 S-News – Forum 15.00 Film – Poirot: memorie di un delitto (giallo) 17.00 Tf – Monk 18.00 Documentario 18.55 Tg 4 Sera 19.19 Meteo 19.35 Tf – Walker Texas Ranger 21.30 Film – Wallander: il fratello gemello (thriller) 23.15 Guida al Campionato 00.05 Info – Sipario notte 00.55 Tg 4 Rassegna Stampa 01.10 Show – Ieri e Oggi in Tv 01.50 Mediashopping 01.55 Show – Ieri e Oggi in Tv 02.30 Mediashopping 02.45 Film – Il terrore dell'Oklahoma


36 TELEVISIONE la Pagina • 10 dicembre 2008

ABBONAT I 043 322 17 17

Un'ottima annata A good year

Canale 5

21.30

06.00 Tg 5 Prima Pagina 07.55 Info – Traffico 08.00 Tg 5 Mattina 08.51 Cult. – Le frontiere dello Spirito 09.45 Info – Verissimo (r) 13.00 Tg 5 Giorno 13.39 Meteo 5 13.40 Tf – Belli dentro 14.10 Real – Amici 16.30 T-Show – Questa Domenica 18.50 Quiz – Chi vuol essere milionario 20.00 Tg 5 Sera 20.40 Show – Paperissima Sprint 21.30 Film – Un'ottima annata - A good year 00.00 Film – Scintille d'amore 01.30 Tg 5 Notte 02.09 Meteo 5 02.10 Show – Paperissima Sprint

o l'abb at iama! ch 043 322 17 17

on

ame n t

Un uomo d'affari inglese, Max Skinner, riceve una convocazione da un notaio provenzale che lo invita ad esaminare la situazione testamentaria del vecchio zio Henry, appena morto. Max era cresciuto con l'anziano, imparando da lui la vita e molto altro. Ora, dopo tanti anni, torna in Provenza e trova, oltre a tanti ricordi, persone del suo passato e nuove figure. Su tutte una figlia illegittima dello zio venuta a cercare le proprie radici, ma che lui teme voglia avanzare pretese sul terreno e la vigna, ed una deliziosa locandiera del paese, che lo inebrierà più di un vino “da boutique”.

06.45 Mattina in famiglia 08.00 Tg 2 Mattina 09.30 Tg 2 Mattina L.I.S. 10.05 Ragazzi c'è Voyager 11.30 Mezzogiorno in famiglia 13.00 Tg 2 Giorno 13.25 Sci: Slalom speciale maschile 14.30 Quelli che... aspettano 15.30 Quelli che il calcio e ... 17.05 Rai Sport Stadio Sprint 18.00 Tg 2 18.05 Rai Sport 90' minuto 19.00 Rai Sport Numero 1 19.25 Tf – Friends 19.50 Sitcom – Piloti 20.30 Tg 2 sera 21.00 Tf – N.C.I.S. 21.50 Tf – Criminal Minds 22.35 La Domenica Sportiva 01.00 Tg 2 Notte 01.20 Protestantesimo 01.50 Show – X Factor - I casting 02.20 Almanacco 02.25 Meteo 2 02.35 No, non è un paese per vecchi! ma per rimbambiti sì! 03.45 Videocomic 04.15 NET.T.UN.O.

Italia

  Canale

occhio ai programmi

rin n o v i a

08.05 Fuoricampo 09.35 Sci: Slalom femminile 10.25 Sci: Slalom maschile 11.50 Telesguard (r) 12.00 Euronews 12.25 Sci: Slalom femminile 13.25 Sci: Slalom maschile 14.30 Sport Adventure 14.55 Sci di fondo 16.05 Lo specchio dell'Euro 17.00 Ippica: Coppa del mondo 2008 18.55 La Partita 19.30 La domenica sportiva 20.15 Tf – NUMB3RS 21.00 Tf – Life

06.00 Info – Quello che 06.30 Sabato & Domenica 09.30 Stella del Sud 10.00 Linea Verde Orizzonti 10.30 A sua immagine 10.55 Santa Messa 12.20 Linea verde 13.30 Tg 1 Giorno 14.00 Domenica In - L'arena 15.15 Domenica In…sieme 16.30 Tg 1 L.I.S. 16.35 Domenica In - 100 e lode 18.00 Domenica In - 7 giorni 20.00 Tg1 Sera 20.35 Rai Tg Sport 20.40 Affari Tuoi 21.30 Minis. – Tutti pazzi per amore (commedia) 23.35 Tg 1 23.40 Speciale Tg1 00.40 Oltremoda 01.15 Tg 1 Notte 01.30 Che tempo fa 01.35 Cinematografo 02.35 Sottovoce 03.40 SuperStar 04.10 Film – Gran varietà 05.15 SuperStar

H

dicembre

06.35 Buonasera Week End (r) 06.50 Euronews 07.15 Strada Regina 07.35 Svizra Rumantscha 08.10 Cartoni animati 09.30 Show – S-Quot (r) 10.25 Paganini 12.30 Telegiornale 12.45 Meteo Regionale 12.50 Film – McBride Omicidio dopo mezzanotte 14.15 Tf – NUMB3RS 15.00 Tf – One Tree Hill 15.40 Documentario 16.00 Telegiornale flash 16.05 Tf – Streghe 16.50 Tf – Una mamma per amica 17.35 Tf – Tutti odiano Chris 18.00 Telegiornale flash 18.05 Documentario 19.00 Il Quotidiano 19.20 Controluce 20.00 Telegiornale sera 20.30 Insieme 20.35 Meteo 20.40 Quiz – Cash 21.05 Storie 23.15 Telegiornale Notte

o?

14

DOMENICA

+

06.57 Mediashopping 07.00 Info – Super Partes 07.45 Cartoni animati 10.55 Sitcom – Raven 11.25 Tf – Willy il principe di Bel Air 12.25 Studio Aperto 12.58 Meteo 13.00 Guida al Campionato 14.00 Film – Merlino e l'apprendista stregone 15.27 Tgcom 15.30 Meteo 16.55 Film – Fievel sbarca in America (animazione) 17.39 Tgcom 18.30 Studio Aperto 18.58 Meteo 19.00 Sitcom – Tutto in famiglia 19.30 Film – Piccola peste 21.00 Film – Piccola peste Torna a far danni (commedia) 22.50 Minis. – Taken 01.00 Mediashopping 01.10 Studio Sport 01.35 Shopping by Night 01.50 Film – Tutti gli uomini del deficiente (commedia) 03.35 Shopping by Night 03.50 Tf – Lois & Clark

06.00 Fuori Orario 07.40 E' domenica papà 08.40 Sitcom – Aia 09.20 Appuntam. al cinema 09.25 Sci: Slalom speciale femminile 10.30 Sci: Slalom speciale maschile 11.25 Tgr Buongiorno Europa 11.45 Tgr RegionEuropa 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 TeleCamere 13.30 Passepartout 14.00 Tg Regione 14.15 Tg 3 Giorno 14.30 In 1/2 h 15.00 Tg3 Flash L.I.S. 15.05 Alle falde del Kilimangiaro 18.00 Per un pugno di libri 18.55 Meteo 3 19.00 Tg 3 Sera 19.30 Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Che tempo che fa 21.30 Elisir 23.15 Tg 3 23.25 Tg Regione 23.35 Glob 00.35 Tg 3 Notte

Rete 06.05 Tf – Commissario Saint Martin 06.55 Tg 4 Rassegna Stampa 07.05 Mediashopping 07.25 Info – Super Partes 08.55 Sitcom – Vita da strega 09.30 Mediashopping 09.35 Documentario 10.00 Santa Messa 11.00 S-News – Pianeta Mare 11.30 Tg 4 11.38 Info – Traffico 11.40 S-News – Pianeta Mare 12.10 S-News – Melaverde 13.30 Tg 4 Giorno 13.54 Meteo 14.05 Film – Alwais - Per sempre 16.30 Film – Panico nello stadio (drammatico) 18.55 Tg 4 Sera 19.19 Meteo 4 19.35 Tf – Colombo 21.30 Tf – Siska 22.30 Contro Campo Posticipo 22.40 Contro Campo 00.55 Fuori Campo 01.20 Info – Sipario notte 02.10 Tg 4 Rassegna Stampa 02.25 Mediashopping


Varia 37

10 dicembre 2008 • la Pagina

0901

★ OROSCOPO ★ ★ ★ Ariete

(21 marzo - 20 aprile)

Siete più passionali che romantici e il desiderio fisico potrebbe vincere su quello del cuore. Non drammatizzate se qualcosa andrà storto o se qualche contrattempo vi rovina la serata. C’è sempre tempo per rifarsi con gli interessi.

Ordinali!

043/ 322 17 17 Antonio Capitani prevede mese per mese gli avvenimenti che caratterizzeranno tutto l'anno nuovo. Come sarà il nostro 2009? Splendente sotto l'influsso di Venere, oppure nefasto a causa di Saturno contro? Troveremo l'amore, oppure sarà il momento propizio per cambiare lavoro? Antonio Capitani pag 286

Fr. 18.-

Guida Astrologica 2009

Studio Marte Cartomanzia in diretta esperienza da generazioni

Gaia Giada

0901 58 80 11 0901 56 99 36

7 giorni su 7 • 24 ore su 24 • Fr. 2.50/min

Toro

massima riservatezza

Amore, salute, lavoro. Come sarà il 2009? Da uno dei volti più noti dell'astrologia italiana, per segno tutFr. 18.- segno te le previsioni per il nuovo anno. E in più, il calcolo dell'ascendente con tabelle di facile consultazione; le caratteristiche dei bambini nati nel 2009; le affinità di coppia con le nuove tabelle per conoscere mese per mese il grado d'intesa tra lui e lei. Paolo Fox - pag 239

massima serietà

L'oroscopo 2009

(21 aprile - 20 maggio)

E’ un momento delicato, la concorrenza è agguerrita, soprattutto nel campo del commercio, ma per quanto non sia eccezionale, c’è la protezione di Mercurio che vi spinge ad osare. I giorni favorevoli sono quelli dispari della settimana.

Gemelli

(21 maggio - 21 giugno)

Chi di voi vive una relazione stanca, dovrà confrontarsi per ritrovare intenti comuni. Niente polemiche, né sul lavoro, né a scuola o in ufficio. E’ l’occasione adatta per farsi i fatti propri e pensare ai familiari che hanno bisogno di voi.

Cancro

(22 giugno - 22 luglio)

La passione tenderà a scemare e così pure il romanticismo. Nessuna preoccupazione: è normale che ciò avvenga, dopo le performance delle settimane precedenti. Se di dissapori si tratta, questi evaporeranno in men che non ve ne accorgiate.

Leone

(23 luglio - 22 agosto)

Lucidi e obiettivi grazie a Marte in Sagittario, focoso come mai lo è stato, ma in armonia con la vostra natura. C’è una ripresa generale della condizione fisica, anche se solo per quelli della seconda decade. Gli altri seguiranno.

Vergine

(23 agosto - 22 settembre)

EROTIC0 0906

Se qualcosa non vi convince nella persona amata, parlatene con la dovuta delicatezza. Il silenzio alimenterebbe solo dubbi e sospetti, difficili poi da allontanare. In economia è un momento difficile: non buttatevi senza riflettere.

Bilancia

(23 settembre - 22 ottobre)

Potranno emergere incomprensioni e vi sentirete un po’ trascurati, ma fareste male a darvi troppo peso. Nella coppia c’è affiatamento e attrazione. Passate con serenità questo periodo di pace. Puntate piuttosto su progetti elevati.

Scorpione

(23 ottobre - 21 novembre)

Fra breve, nel vostro segno, si formerà anche il novilunio e con i luminari congiunti a Marte e Mercurio sarà un ottimo momento per iniziare qualcosa di nuovo come un lavoro o una relazione. Avete un Pesci dalla vostra parte.

Sagittario

(22 novembre - 20 dicembre)

Marte, Sole e Mercurio vi infondono un grande ottimismo, entusiasmo e calore umano e tenderanno ad aumentare. Quindi, anche chi di voi sta attraversando un periodo difficile guarderà le cose dal giusto punto di vista e si sentirà sollevato.

Capricorno

(21 dicembre - 19 gennaio)

Ritroverete il consueto buon senso, lasciate perdere situazioni incerte o troppo faticose, riscoprite il rapporto esistente, tutto sommato non ancora interamente approfondito. Presto, da una situazione imprevista, tirerete un respiro di sollievo.

Acquario

(20 gennaio - 19 febbraio)

Dialogo disturbato da dubbi o sospetti: vi ritroverete a dire cose un po’ spiacevoli. Non date corpo alle ombre ma cercate di volare alto. Trovate consolazione nel sapere che il peggio è passato e i prossimi giorni saranno una benedizione.

Pesci

(20 febbraio - 20 marzo)

Il lavoro potrebbe togliere energie alla vita privata. Tanta voglia di ritrovarsi e di apprezzare le cose semplici e solide. Si aprirà un periodo di molta creatività, soprattutto per chi ha un animo di artista. Non indulgete su cose futili, guardate al sodo.

Nuovo L'oroscopo personalizzato e scientifico. Chiami adesso !

0901 57 89 74

Fr. 4.23/min.

CARTOMANZIA

★★

Per una precisa calcolazione ci occorrono: Data e ora di nascità ed il luogo


38 TELEVISIONE la Pagina • 10 dicembre 2008

15 Lunedi

o l'abb at iama! ch 043 322 17 17

on

ame n t

Nel 1925 due sorelle gemelle di sei anni appena, Anna e Lotte, vengono separate crudelmente dopo la morte dei genitori. Una vita passata a cercare un ricongiungimento, un segno che le possa far rincontrare. Poco prima della seconda guerra mondiale si ritrovano dolorosamente: Lotte sposa di un ragazzo ebreo, Anna diventa moglie di un soldato delle SS. La storia divide nuovamente le due sorelle e solo cinquant’anni piú tardi sarà possibile un nuovo disperato riavvicinamento.

06.30 Mediashopping 06.35 Cartoni animati 09.05 Tf – Starsky & Hutch 10.10 Tf – Super Car 12.25 Studio Aperto 13.00 Studio Sport 13.40 Cartoni animati 15.00 Tf – Passo adelante 15.55 Sitcom – Zack & Cody al Grand Hotel 16.50 Cartoni animati 18.30 Studio Aperto 19.05 Sitcom – Don Luca c'è 19.35 Sitcom – Medici miei 20.05 Sitcom – Camera café Ristretto 20.15 Sitcom – Camera café 20.30 Quiz – La ruota della fortuna 21.10 Tf – Merlin 23.05 Minis. – Taken 01.30 Studio Sport

rin n o v

23.10

06.00 Tg 5 Prima Pagina 07.55 Info – Traffico 07.57 Meteo 5 07.58 Borse e monete 08.00 Tg 5 Mattina 08.40 Show – Mattino Cinque 11.00 S-News – Forum 13.00 Tg 5 Giorno 13.39 Meteo 5 13.40 Soap – Beautiful 14.10 Soap – Centovetrine 14.45 Show – Uomini e donne 16.15 Real – Amici 16.55 Info – Pomeriggio Cinque 18.50 Quiz – Chi vuol essere milionario 20.00 Tg 5 Sera 20.30 Meteo 5 20.31 Show – Striscia la notizia 21.10 Minis. – Carnera il campione più grande 23.30 Info – Matrix 01.30 Tg 5 Notte 02.00 Show – Striscia la notizia (r) 02.32 Mediashopping 02.45 Real – Amici (r) 03.30 Mediashopping 03.42 Tg 5 Notte (r) 04.13 Tf – Otto sotto un tetto

ai

TSI 1

06.30 Il caffè di Corradino Mineo 07.30 Tgr Buongiorno Regione 08.15 Rai Educational 09.15 Verba volant 09.20 Cominciamo bene - Prima 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 Tg3 Shukran 12.45 Le storie 13.05 Telen. – Terra nostra 14.00 Tg Regione 14.20 Tg 3 Giorno 14.50 Tgr Leonardo 15.00 Tgr Neapolis 15.10 Tgr 3 Flash L.I.S. 15.15 La Tv dei ragazzi 16.00 Tg3 GT Ragazzi 17.50 Geo & Geo 18.15 Meteo 3 19.00 Tg 3 Sera 19.30 Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Soap – Agrodolce 20.35 Tf – Un posto al sole 21.10 Chi l'ha visto? 23.10 Rai Sport Replay 00.00 Tg 3 Linea notte 00.10 Tg Regione 01.00 Appuntam. al cinema

Rete

Italia

  Canale

occhio ai programmi

Twin Sisters

06.55 Quasi le sette 07.00 Cartoni animati 09.30 Sorgente di vita 10.00 Tg2punto.it 11.00 Show – Insieme sul Due 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e società 14.00 Show – Scalo 76 Cargo 14.45 Attualità – Italia allo specchio 16.15 Ricomincio da qui 17.20 Tf – Julia 18.10 Rai Tg Sport 18.30 Tg2 19.00 Show – X Factor - I casting 19.35 Tf – Squadra Speciale Cobra 11 20.30 Tg2 21.05 Film – Rush Hour 3 Missione Parigi 22.35 Tg2 22.50 Film – F.B.I. Operazione tata 00.25 Show – X Factor - I casting 00.55 Tg Parlamento 01.05 Protestantesimo 01.35 Almanacco 01.45 Meteo 2 01.50 Appuntam. al cinema

H

08.00 Euronews 09.10 Tf – Siska 10.10 Quiz – Zerovero 10.50 I Cucinatori 11.30 Euronews 12.05 Storie 14.20 Euronews 16.45 DiADà 18.40 Tf – Le sorelle McLeod 19.25 Tf – Squadra med - Il coraggio delle donne 20.05 Tf – Il Commissario Rex 21.00 Tf – Linea di confine 22.40 Calcio: Champions League 23.10 Film – Twin Sisters 01.20 Il Quotidiano (r) 01.55 Contesto (r) 02.10 Telegiornale notte (r)

06.10 Tf – Incantesimo 9 06.30 Tg 1 06.45 Unomattina 07.00 Tg 1 Mattina 07.30 Tg 1 L.I.S. 08.00 Tg 1 09.05 I Tg della Storia 10.00 Verdetto finale 11.00 Occhio alla spesa 11.30 Tg 1 12.00 La prova del cuoco 13.30 Tg 1 Giorno 14.00 Tg 1 Economia 14.10 Festa Italiana 16.15 La vita in diretta 16.50 Tg Parlamento 17.00 Tg 1 18.50 Quiz – L'eredità 20.00 Tg 1 Sera 20.30 Affari tuoi 21.10 Minis. – Artemisia Sanchez 23.00 Tg 1 23.05 Porta a Porta 00.40 Tg 1 Notte 01.10 Che tempo fa 01.15 Appuntam. al cinema 01.20 Sottovoce 01.50 Rai Educational

o?

dicembre

07.30 Tf – 8 semplici regole 07.55 Latelemattina 08.00 TG mattina 08.25 Filosofia e benessere 08.55 La Storia del Regionale 09.25 Documentario 10.20 Tf – Magnum P.I. 11.05 Tf – Anteprima straordinaria - Ultime dal cielo 12.00 Quiz – Molla l'osso 12.30 Telegiornale 12.50 Latele 13.05 Tf – 8 semplici regole 13.25 Tf – Il Commissario Rex 14.15 Tf – Squadra med – Il coraggio delle donne 15.00 Tf – Le sorelle McLeod 15.45 Documentario 16.05 Tf – Siska 17.15 I Cucinatori 18.00 Telegiornale flash 18.10 Quiz – Zerovero 19.00 Il Quotidiano 19.40 Contesto 20.00 Telegiornale Sera 20.35 Tf – Affari di famiglia 21.00 Film – 22.55 Latele

05.40 Tg4 Rassegna Stampa 06.05 Tf – Chips 06.55 Mediashopping 07.30 Tf – Quincy 08.30 Tf – Hunter 09.35 Soap – Febbre d'amore 10.30 Telen. – Bianca 11.30 Tg 4 11.38 Info – Traffico 11.40 Soap – My Life 12.40 Tf – Detective in corsia 13.30 Tg 4 Giorno 13.54 Meteo 4 14.00 S-News – Forum 15.00 Tf – Wolff un poliziotto a Berlino 15.55 Soap – Sentieri 16.15 Film – Tre soldi nella fontana 18.40 Soap – Tempesta d'amore 18.55 Tg 4 Sera 19.19 Meteo 4 19.35 Soap – Tempesta d'amore 20.20 Tf – Walker Texas Ranger 21.10 Film – Presunto innocente 23.55 Film – Nel nome del padre 01.08 Tg4 Rassegna Stampa 02.05 Cult. – Vivere meglio 03.05 Cult – Peste e corna e gocce di storia


10 dicembre 2008 • la Pagina

appuntamenti

appuntamenti

organizza

organizza

organizza

San Nikolao

4 Giornata Campionato Futsal

Inter Club Walter Zenga 17° Torneo di calcetto 1 Febbraio 2009 presso

Palestra di Volketswil Kultur-und Sportzentrum Gries Coppe per le prime 4 classificate, trofeo disciplina e targa al miglior portiere. Costo di partecipazione per squadra Fr. 150.- Termine iscrizioni: 15 gennaio 2009 Chiamare lo 044 743 82 82 oppure lo 044 945 21 17 e-mail: interclub@sunrise.ch

appuntamenti

Club Noi di Rotkreuz

Us Avellino Zurigo

a

sabato 13 dicembre ore 19.00 presso

Zentrum Dorfmatt Rotkreuz Musica con il complesso I

Casa Nostra

Ballo, tombola e cucina gestita dal Consiglio Entrata gratuita

presso

Sporthalle Langacker-Herrliberg

appuntamenti

appuntamenti

San Silvestro 2008/2009 a Salsomaggiore Terme

Circolo Culturale Sandro Pertini Dietikon

organizzano

Visita ai mondi di cristallo Swarovski e al Mercatino di Natale

dal 30 dicembre 2008 al 2 gennaio 2009

sabato 13 dicembre ore 18.30

Mario Pingitore Tel 044 740 54 01 (dopo le 18.00)

Musica e Ballo con

The Music Band ANT

Cena a base di radicchio.

organizza

sabato 13 dicembre 2008 programma

Zentrum di Oberengstringen

Per informazioni:

Entrata Fr. 40.-

Per prenotazioni: Sig.ra Ferro 044 321 08 34

Compleanno!

Torneo F-Juniores 14 dicembre ore 15.00-18.30

Associazione Trevisani nel Mondo di Zurigo e Coro Penne Nere

presso

Buon

14 dicembre ore 9.00-14.30

appuntamenti

Festa di fine anno

varia 39

Partenza da Dietikon, piazzale Stadthalle ore 06.00 da Zurigo, parcheggio autobus dietro stazione FFS, ore 06.30 Visita ai mondi di cristallo swarovski a Wattens e al mercatino di Natale a Innsbruck. Pranzo libero Il prezzo comprende il viaggio in autobus e i biglietti di entrata

Per il tuo

15° compleanno

compiuto il 4 dicembre mamma e papà, Fabio, Tiziana, Sonia, Romeo, gli zii, le zie e tutte le tue amiche ti augurano un mondo di bene

Auguri Monia!

Fr. 60.-

GIOCHI della settimana nr 50 rebus (10,8)

sudoku

Rebus (8,5) Viole N tomo RBO = Violento morbo

Soluzione

Soluzioni della settimana nr 49

Le soluzioni di questi giochi nella prossima edizione del giornale


40 TELEVISIONE la Pagina • 10 dicembre 2008

16 martedi

Fantozzi

Rete 4

21.10

Rete

Italia

07.30 Tf – Quincy 08.30 Tf – Hunter 09.35 Soap – Febbre d'amore 10.30 Telen. – Bianca 11.30 Tg 4 Giorno 11.38 Info – Traffico 11.40 Soap – My Life 12.40 Tf – Detective in corsia 13.30 Tg 4 Giorno 14.00 S-News – Forum 15.00 Tf – Wolff un poliziotto a Berlino 15.55 Soap – Sentieri 16.20 Film – Carambola filotto... tutti in buca 18.40 Soap – Tempesta d'amore 18.55 Tg 4 Sera 19.35 Soap – Tempesta d'amore 20.20 Tf – Walker Texas Ranger 21.10 Film – Fantozzi

rinnova chiama! 043 322 17 17

i

bb

to

06.30 Mediashopping 06.35 Cartoni animati 09.05 Tf – Starsky & Hutch 10.10 Tf – Super Car 12.25 Studio Aperto 12.58 Meteo 13.00 Studio Sport 13.40 Cartoni animati 15.00 Tf – Paso adelante 15.55 Tf – Zack & Cody al Grand Hotel 16.50 Cartoni animati 18.30 Studio Aperto 18.58 Meteo 19.05 Sitcom – Don Luca c'è 19.35 Sitcom – Medici miei 20.05 Sitcom – Camera café Ristretto 20.15 Sitcom – Camera café 20.30 Quiz – La ruota della fortuna 21.10 Tf – Terminator: The Sarah Connor Chronicles 22.10 Tf – Bionic Woman 23.05 Tf – Journeyman 00.00 Show – Saturday night live 01.15 Studio Sport 01.40 Mediashopping 01.45 Studio Aperto - La giornata 02.00 Real – Talent 1 Player

L' a

Il film racconta le giornate del ragionier Ugo Fantozzi, più che un impiegato, uno zerbino umano. Dopo aver lottato con i mezzi pubblici perennemente strapieni, il ragionier Ugo Fantozzi arriva finalmente in ufficio; qui i colleghi lo sfruttano per farsi sbrigare il proprio lavoro, il collega ragionier Filini lo coinvolge in iniziative terrificanti, come partite di calcio tra scapoli ed ammogliati, gite aziendali e feste di fine anno. E a casa non va meglio con la moglie e Mariangela e la loro terrificante bambina. Innamorato follemente e segretamente della collega, la vivace signorina Silvani, Fantozzi tenta sempre di invitarla a pranzo senza però riscuotere successo.

06.00 Tg 5 Prima Pagina 07.55 Info – Traffico 07.57 Meteo 5 07.58 Borse e monete 08.00 Tg 5 Mattina 08.40 Show – Mattino Cinque 11.00 S-News – Forum 13.00 Tg 5 Giorno 13.39 Meteo 5 13.40 Soap – Beautiful 14.10 Soap – Centovetrine 14.45 Show – Uomini e donne 16.15 Real – Amici 16.55 Info – Pomeriggio Cinque 18.50 Quiz – Chi vuol essere milionario - Edizione straordinaria 20.00 Tg 5 Sera 20.30 Meteo 5 20.31 Show – Striscia la notizia 21.10 Minis. – Carnera il campione più grande 23.30 Film – Angel eyes Occhi d'angelo (fantastico) 01.30 Tg5 Notte 01.59 Meteo 5 02.00 Show – Striscia la notizia (r) 02.32 Mediashopping 02.45 Real – Amici (r) 03.30 Mediashopping

06.00 Rai News 24 06.30 Il caffè di Corradino Mineo 07.30 Tgr Buongiorno Regione 08.15 Rai Educational 09.15 Verba volant 09.20 Cominciamo bene Prima 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 Tg3 Punto donna 12.45 Le storie 13.05 Telen. – Terra nostra 14.00 Tg Regione 14.20 Tg 3 Giorno 14.50 Tgr Leonardo 15.00 Tgr Neapolis 15.10 Tg3 Flash L.I.S. 15.15 La Tv dei ragazzi 16.00 Tg3 GT Ragazzi 17.50 Geo & Geo 18.15 Meteo 3 19.00 Tg 3 Sera 19.30 Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Soap – Agrodolce 20.35 Tf – Un posto al sole 21.10 Ballarò 23.20 Show – Parla con me 00.00 Tg 3 Linea notte 00.10 Tg Regione

?

  Canale

occhio ai programmi

07.00 Cartoni animati 09.45 Rai Educational 10.00 Tg2punto.it 11.00 Show – Insieme sul Due 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e società 13.55 Medicina 33 14.00 Show – Scalo 76 Cargo 14.45 Attualità – Italia allo specchio 16.15 Ricomincio da qui 17.20 Tf – Julia 18.05 Tg 2 Flash L.I.S. 18.10 Rai Tg Sport 18.30 Tg 2 19.00 Show – X Factor - I casting 19.35 Tf – Squadra Speciale Cobra 11 20.25 Estrazioni del Lotto 20.30 Tg 2 21.05 Tf – Private Practice 21.50 Tf – Desperate Housewives 23.25 Tg 2 23.40 Film – La stanza dei segreti 01.10 Tg Parlamento 01.20 Premio Nazionale per il Lavoro 2008 02.05 Almanacco

to

07.10 Cartoni animati 08.00 Euronews 09.10 Tf – Siska 10.10 Quiz – Zerovero 10.50 I Cucinatori 11.30 Euronews 11.50 Telesguard (r) 12.00 Euronews 16.30 DiADà 17.30 Documentario 18.40 Tf – Le sorelle McLeod 19.25 Tf – Squadra med - Il coraggio delle donne 20.10 Tf – Il commissario Rex 21.00 Sportciak 23.10 I grandi documentari 00.10 Il Quotidiano (r) 00.45 Contesto (r)

06.00 Euronews 06.05 Anima Good News 06.10 Tf – Incantesimo 9 06.30 Tg 1 06.45 Unomattina 07.30 Tg 1 L.I.S. 08.00 Tg 1 Mattina 09.30 Tg 1 Flash 10.00 S-News – Verdetto finale 11.00 Occhio alla spesa 11.30 Tg1 12.00 La prova del cuoco 13.30 Tg 1 Giorno 14.00 Tg 1 Economia 14.10 Festa Italiana 16.15 La vita in diretta 16.50 Tg Parlamento 18.50 Quiz – L'eredità 20.00 Tg 1 Sera 20.30 Affari tuoi 21.10 Minis. – Artemisia Sanchez 23.05 Tg1 23.10 Porta a Porta 00.45 Tg 1 Notte 01.15 Che tempo fa 01.20 Appuntam. al cinema 01.25 Sottovoce 01.55 Rai Educational

Ha

dicembre

07.30 Tf – 8 semplici regole 07.55 Latelemattina 08.00 TG mattina 08.25 Filosofia e benessere 08.55 La Storia del Regionale 09.25 Documentario 10.15 Tf – Magnum P.I. 11.00 Tf – Anteprima straordinaria - Ultime dal cielo 11.45 Latele 12.00 Quiz – Molla l'osso 12.30 Telegiornale 12.50 Latele 13.00 Tf – Doppia coppia 13.25 Tf – Il Commissario Rex 14.15 Tf – Squadra med – Il coraggio delle donne 14.55 Tf – Le sorelle McLeod 15.45 Documentario 16.05 Tf – Siska 17.15 I Cucinatori 18.10 Quiz – Zerovero 19.00 Il Quotidiano 19.40 Contesto 20.00 Telegiornale Sera 20.40 Tf – Affari di famiglia 21.05 Tf – Private Practice 21.50 Tf – Dr. House

onamen


PICCOLO SCHERMO 41

10 dicembre 2008 • la Pagina

dal 17 al 21 Febbraio 2009

Secondo Festival della canzone italiana per Paolo Bonolis, che sarà affiancato dal suo inseparabile collega Luca Laurenti. Tante le novità introdotte, 5 partner conduttrici e molti ospiti internazionali Cinque donne belle e brave, una per ogni serata, al fianco di Paolo Bonolis; le incursioni surreali di Luca Laurenti; superospiti d’Oltreoceano e una scenografia in stile Broadway. Sono questi alcuni dei punti intorno ai quali ruoterà il prossimo Festival di Sanremo, previsto dal 17 al 21 febbraio. Il ritardo con cui è stata firmata la convenzione tra la Rai ed il Comune di Sanremo e l’anticipo della partenza del Festival di una settimana rispetto agli anni passati, lascia poco tempo agli organizzatori per comporre il complesso puzzle della storica kermesse che, quest’anno, punta ad una “competizione spietata” tra i cantanti (15 Big e 8 Proposte) e, per la prima volta, coinvolge i giovani attraverso una gara ad hoc su internet. Ma, come per ogni Festival che si rispetti, le polemiche sono già cominciate: al Mei (Meeting Etichette Indipendenti in corso a Faenza) è stato osservato un minuto di silenzio contro il nuovo regolamento che “penalizza i giovani talenti indipendenti”, in quanto c’è l’obbligo per le giovani promesse di avere un “padrino” di livello internazionale. In tempi di crisi economica, Bonolis ha deciso di cancellare il Dopofestival (come, d’altra parte, aveva fatto anche nella sua precedente edizione, quella del 2005, alla cui conduzione era stato affiancato da Antonella Clerici) per investi-

re tutto il badget disponibile sul Festival vero e proprio e, probabilmente, anche sui superospiti stranieri. Bonolis si è infatti recato personalmente a New York, per una trasferta mirata a dare la caccia ai grandi nomi del cinema e dello spettacolo. Secondo indiscrezioni, il fascino della Grande Mela ispirerà anche la scenografia del Teatro Ariston prevista per quest'anno. Per quanto riguarda invece i grandi ospiti, oltre ad Angelina Jolie, sulla cui presenza sono già circolate varie voci, tra le star più appetibili potrebbero esserci Al Pacino, che sta per girare un film sulla vita di Salvator Dalì, e Scarlett Johansson, che ha parecchi film in lavorazione e non ha mai partecipato a programmi tv italiani. Bonolis potrebbe puntare anche a Woody Allen: il famoso regista sta girando proprio a New York il suo nuovo film, “Wathever Works”. Un colpaccio sarebbe portare al Festival anche Jennifer Lopez, popstar, attrice, stilista e mamma di due gemelli, da anni corteggiata da Sanremo, ma finora mai arrivata davanti al pubblico dell'Ariston. Si fa anche il nome dell’esilarante attore di colore Eddie Murphy, che sta lavorando a quattro film e che, a pochi giorni dall’insediamento del nuovo Presidente Usa alla Casa Bianca, potrebbe cavalcare l’effetto Obama. Per il momento, comunque, è supercerta la presenza del

caro Luca Laurenti, vecchio amico e compagno di tanti programmi, che Bonolis considera un “portafortuna” e che stavolta non sarà una spalla ma farà incursioni durante i vari momenti dello spettacolo. L’alternanza di 5 donne non solo belle ma anche brave sul palco, permetterà invece allo showman di giocare con

diverse personalità e stili. Tanti cambiamenti, quindi, nella formula Bonolis, come già era avenuto nella sua edizione del 2005 che riscosse un notevole successo di pubblico. Ma, tra le tante novità, un punto fermo rimane...anzi più che un punto una scala: la famosa e temuta scala dell’Ariston, infatti, ci sarà anche quest’anno!


42 TELEVISIONE la Pagina • 10 dicembre 2008

17

mercoledi

o l'abb at iama! Ch 043 322 17 17

on

ame n t

In una New York con le strade ricoperte di neve, pochi giorni prima di Natale, alcune persone sole e deluse dalla vita si incontrano, proprio mentre stanno tutte aspettando il "miracolo" che cambi la loro esistenza. Rose, una donna generosa, è l'unica a prendersi cura della madre malata e ad andarla a trovare in ospedale, mentre la sua vita sentimentale è inesistente. Mike è un poliziotto e la sua gelosia rischia di far naufragare la relazione con la bella e vitale Nina. Artie, gestore di un ristorante è ossessionato dalla convinzione che Mike sia la reincarnazione di sua moglie...

06.30 Mediashopping 06.35 Cartoni animati 09.05 Tf – Starsky & Hutch 10.10 Tf – Super Car 12.25 Studio Aperto 13.00 Studio Sport 13.40 Cartoni animati 15.00 Tf – Paso adelante 15.55 Tf – Zack & Cody al Grand Hotel 16.50 Cartoni animati 18.30 Studio Aperto 19.05 Sitcom – Don Luca c'è 19.35 Sitcom – Medici miei 20.05 Sitcom – Camera café Ristretto 20.15 Sitcom – Camera café 20.30 Quiz – La ruota della fortuna 21.10 Film – Penelope 23.20 Show – Quello che le donne non dicono

rin n o v

21.05

06.00 Tg 5 Prima Pagina 07.55 Info – Traffico 07.58 Borse e monete 08.00 Tg 5 Mattina 08.40 Show – Mattino Cinque 11.00 S-News – Forum 13.00 Tg 5 Giorno 13.39 Meteo 5 13.40 Soap – Beautiful 14.10 Soap – Centovetrine 14.45 Show – Uomini e donne 16.15 Real – Amici 16.55 Info – Pomeriggio Cinque 18.50 Quiz – Chi vuol essere milionario - Edizione straordinaria 20.00 Tg 5 Sera 20.30 Meteo 5 20.31 Show – Striscia la notizia 21.10 Film – Oliver Twist 00.00 Info – Matrix 01.30 Tg 5 Notte 01.59 Meteo 5 02.00 Show – Striscia la notizia (r) 02.32 Mediashopping 02.45 Real – Amici (r) 03.30 Mediashopping 03.42 Tg5 (r) 04.13 Tf – Otto sotto un tetto 05.27 Mediashopping

ai

TSI 1

06.30 Il caffè di Corradino Mineo 07.30 Tgr Buongiorno Regione 08.15 Rai Educational 09.15 Verba volant 09.20 Cominciamo bene Prima 12.00 Tg3 Rai Sport Notizie 12.25 Tg3 Agritre 12.45 Le storie 13.05 Telen. – Terra nostra 14.00 Tg Regione 14.20 Tg 3 Giorno 14.50 Tgr Leonardo 15.00 Tgr Neapolis 15.10 Tg3 Flash L.I.S. 15.15 La Tv dei Ragazzi 16.00 Tg3 GT Ragazzi 17.50 Geo & Geo 18.15 Meteo 3 19.00 Tg 3 19.30 Tg Regione 20.00 Blob 20.05 Soap – Agrodolce 20.30 Tf – Un posto al sole 21.00 Calcio: Tim Cup Roma - Bologna 21.50 – Tg 3 22.55 Show – Parla con me 00.00 Tg 3 Linea notte

Rete

Italia

  Canale

occhio ai programmi

Un amore sotto l'albero

07.00 Cartoni animati 09.45 Rai Educational 10.00 Tg2punto.it 11.00 Show – Insieme sul Due 11.30 Cerimonia di consegna dei "Collari d'oro" 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e società 13.55 Medicina 33 14.00 Show – Scalo 76 Cargo 14.45 Attualità – Italia allo specchio 16.15 Ricomincio da qui 16.55 Tg2 Flash L.I.S. 17.00 Calcio: Tim Cup Fiorentina - Torino 17.45 Tg 2 19.00 Show – X Factor - I casting 19.35 Tf – Squadra Speciale Cobra 11 20.30 Tg2 Sera 21.10 Film – Starsky & Hutch 22.45 Tg 2 23.00 Rai Educational 00.05 Magazine sul 2 00.35 Show – X Factor - I casting 01.05 Tg Parlamento 01.15 RaiSport Reparto Corse

H

08.00 Euronews 09.10 Tf – Siska 10.10 Quiz – Zerovero 10.50 I Cucinatori 11.30 Euronews 12.00 Patti chiari (r) 13.00 Euronews 16.30 DiADà 17.30 Documentario 18.50 Tf – Zack e Cody al Grand Hotel 19.15 Tf – Hannah Montana 19.40 Tf – Blue Water High 20.10 Documentario 21.00 Film – Hollywood homicide 22.50 Il Quotidiano (r) 23.25 Contesto (r) 23.40 Telegiornale notte (r)

06.10 Tf – Incantesimo 9 06.30 Tg 1 06.45 Unomattina 07.35 Tg Parlamento 08.00 Tg 1 Mattina 09.30 Tg 1 Flash 10.00 S-News – Verdetto finale 11.00 Occhio alla spesa 11.30 Tg 1 12.00 La prova del cuoco 13.30 Tg 1 Giorno 14.00 Tg 1 Economia 14.10 Festa Italiana 16.15 La vita in diretta 16.50 Tg Parlamento 17.00 Tg 1 18.50 Quiz – L'eredità 20.00 Tg 1 Sera 20.30 Affari tuoi 21.10 Show – Carramba! Che fortuna 23.15 Tg 1 23.20 Porta a Porta 00.55 Tg 1 Notte 01.25 Che tempo fa 01.30 Appuntam. al cinema 01.35 Sottovoce 02.05 Rai Educational

o?

dicembre

07.30 Tf – Doppia coppia 08.05 Latelemattina 08.25 Filosofia e benessere 08.55 La Storia del Regionale 09.25 Documentario 10.15 Tf – Magnum P.I. 11.00 Tf – Anteprima straordinaria - Ultime dal cielo 11.45 Latele 12.00 Quiz – Molla l'osso 12.30 Telegiornale 13.00 Tf – Doppia coppia 13.25 Show – S-Quot 14.25 Tf – Zack e Cody al Grand Hotel 14.50 Tf – Hannah Montana 15.15 Tf – Blue Water High 15.45 Documentario 16.05 Tf – Siska 17.15 I Cucinatori 18.10 Quiz – Zerovero 19.00 Il Quotidiano 19.40 Contesto 20.00 Telegiornale Sera 20.40 Tf – Affari di famiglia 21.05 Film – Un amore sotto l'albero (drammatico) 22.40 Latele

05.40 Tg 4 Rassegna Stampa 06.05 Tf – Chips 06.55 Mediashopping 07.30 Tf – Quincy 08.30 Tf – Hunter 09.35 Soap – Febbre d'amore 10.30 Telen. – Bianca 11.30 Tg 4 Giorno 11.38 Info – Traffico 11.40 Soap – My Life 12.40 Tf – Detective in corsia 13.30 Tg 4 Giorno 13.54 Meteo 14.00 S-News – Forum 15.00 Tf – Wolff un poliziotto a Berlino 15.55 Film – Le nevi del Kilimangiaro (drammatico) 18.40 Soap – Tempesta d'amore 18.55 Tg 4 Sera 19.35 Tf – Walker Texas Ranger 20.35 Calcio: Coppa Uefa Milan - Wolfsburg 22.45 S-News – Commedia che passione 23.50 Film – Vieni via con me 01.50 Tg 4 Rassegna Stampa 02.25 Film – La guerra del ferro - Ironmaster (avventura)


musica 43

10 dicembre 2008 • la Pagina

Laura Pausini canta la sua “Primavera in anticipo” Scritto in quattro anni, con la collaborazione di Daniel Vuletic e di Cheope, questo nuovo album è composto da quattordici canzoni più due bonus track. In occasione della sua presenza a Zurigo per l’evento Energy Stars for Free, Laura Pausini ci ha concesso un’intervista, rinnovando l'appuntamento per il prossimo concerto fissato a Zurigo l'8 maggio di

Laura, si può dire che nelle quattordici canzoni del nuovo lavoro ci sono i tuoi ultimi quattro anni di vita ? Sì, assolutamente si. C’è la mia vita, ci sono le mie paure, l’amore e anche qualche momento triste, legato alla scomparsa di mia nonna. L’album ha quattro stagionalità diverse, come le stagioni dell’anno. Un disco dalle diverse sfaccettature. Se lo confronti con “Resta in ascolto” a cosa pensi? Non avrei mai visto la primavera se non fossi rimasta in ascolto. Sono due dischi molto sinceri, entrambi parlano in maniera trasparente di me, il primo è il riflesso di una ragazza fragile e disperata con voglia di reagire e urlare; il secondo un cammino verso uno stato d’animo più sereno, una pace interiore ed un equilibrio tanto desiderato. “Invece no” è il singolo che ha fatto da apripista all’album. Il brano è un canto libero e sereno in cui la tua voce, come davanti ad uno specchio, racconta la consapevolezza di ciò che non c’è più e la sofferenza per averlo perso. E’ riferito alla nonna dunque ? Sì, a lei ed anche ad un’altra persona cara di famiglia che è scomparsa poco tempo fa. “Invece no”, tra tutte quelle che ho composto e cantato nella mia carriera, è la canzone che mi fa più paura. Ma è anche quella che mi rende più serena. Il video di “Invece no” è stato realizzato da Alessandro D’Alatri, regista italiano tra i più apprezzati e conosciuti. Com’è stato lavorare con lui ? Mi sono trovata benissimo e

Bruno Indelicato

secondo me l’ottima riuscita del video è veramente da accreditare a D’Alatri, che tra l’altro qualche mese fa ha ricevuto anche il Premio Città di Trieste 2008 come riconoscimento alla sua carriera per il cinema. L’album vanta le collaborazioni di Niccolò Agliardi, Cheope, Paolo Carta e Daniel Vuletic. La canzone “Prima che esci” è scritta da Gianluca Grignani. Sì, ho avuto l’appoggio dei miei collaboratori, con i quali lavoro da anni, e poi anche del mio fidanzato e chitarrista della mia band, Paolo Carta, che mi ha aiutata moltissimo. Con Gianluca Grignani c’è un’amicizia grandissima e ci stimiamo molto a vicenda. Ha voluto scrivere una canzona per me, mi è piaciuta subito e l’ho cantata. Il nuovo album pare proprio rispecchiare la felicità che stai vivendo in questo periodo, serena, innamoratissima del tuo fidanzato, Paolo Carta, appunto. E’ cosi ? Sì, ho trovato finalmente l’equilibrio giusto. Mi trovo molto bene con lui e sono innamoratissima. Il duetto “Primavera in anticipo (It’s my song)” è con il cantante inglese James Blunt, il quale risulta anche co-autore del brano insieme a te. Per me è stato un grande onore cantare con lui che in più è anche co-autore, avendo lavorato attivamente al pezzo. Il fatto che una star di quel calibro abbia anche cantato in italiano e in spagnolo per me, mi riempie di gioia. Parlavi di stagioni prima. “Invece no”, rappresenta l’inverno. Anche “Il mio beneficio?”

Sì, metaforicamente rappresenta l’inverno, il dolore, la rassegnazione, anche il vittimismo. Non sono più disposta a sentirmi vittima, non in quel modo. Quest’ultimo lavoro rappresenta una parte di me importante che non rinnego e che mi ha insegnato ad essere molto più combattiva. “Mille braccia” ha un’energia beneaugurante, è un’autentica cascata di positività. Siamo in estate dunque ? Direi di sì. “Mille braccia” rappresenta un momento bello, pieno di luce e positivo. Potrebbe essere anche la primavera però. “Sorella terra” è un canto di attualità che si concentra sul rapporto intimo ed ancestrale che ci unisce al nostro pianeta. Quanto è importante la natura per te ? Per me è importantissima. E mi rattrista il fatto che in Italia il verde venga curato molto poco. Qui in Svizzera c’è molto più rispetto per la natura. Ci sono degli obblighi da parte dei comuni e ci sono anche in Italia, ma non vengono rispettati. Questa canzone vorrei cantarla nei miei concerti, anche perchè abbiamo fatto una ricerca musicale particolare. Abbiamo riprodotto dei suoni che assomigliano ai rumori della natura, le foglie, il vento ecc. Per questo vi siete recati anche a Londra a registrare parte dell’album ? Anche, sì. Difatti vi sono gli archi dei celebri Abbey Road Studios di Londra (n.d.r. quelli dei Beatles), e ognuna delle 14 canzoni conserva le sue innumerevoli sfumature. E qui ci vuole grande ricerca. Poi c’è una dichiarazione d’amore sincera in “Un fatto ovvio”…. Eh sì, questo è proprio un fatto ovvio (sorride Laura). E c’è anche un’altra ballad, molto sensuale, “Nel mondo più sincero che c’è”. Anche qui esprimo tutta la mia sincera sensibilità senza nascondere le emozioni e i sentimenti.

Oggi i grandi Festival come Sanremo sembrano aver perso appeal per i giovani cantanti che sempre più sono orientati verso trasmissioni come “X Factor” o “Amici”. Fiorella Mannoia dice che non è alle giurie che bisogna sottoporre il proprio talento ma al pubblico. Sei d’accordo? Il pubblico è il giudice unico e decide la nostra fortuna o il nostro destino verso differenti strade. Fiorella per me è da sempre un esempio, nella sua interpretazione e nei suoi pensieri, ma penso che sia Sanremo, che X Factor, che Amici siano dei buoni passi verso il pubblico. Come mai nascono tutti questi talent show secondo te? Da quando, nel mondo, i famosi talent scout non esistono più, questi programmi ne fanno le veci. Purtroppo a volte cercano più lo spettacolo che la qualità o la profondità, ma è un discorso molto lungo e complicato. Secondo me parte tutto da ciò che vedono oggi i ragazzi. La musica è tutto tranne successo... se ne sei consapevole, vivi il successo come una fortunata coincidenza e non come dipendenza. Hai dichiarato che per sposarti aspetti ancora un po’. Quindi qual è il tuo prossimo obiettivo dopo la promozione dell'album? Il primo obiettivo è di fare un tour di 1 anno. Non l’ho mai fatto, sono desiderosa di cantare ovunque. Anche dove non sono stata mai. Da gennaio penso che potremo annunciare le date del tour mondiale, ma posso anticipare che verrò a Zurigo e Ginevra a maggio del 2009. Qualche altro desiderio nel cassetto? Sì, ho un’altro desiderio a cui penso da cinque anni a questa parte e che spero un giorno di realizzare: un disco di Natale, anche se non ho ancora avuto il tempo di farlo. Quindi non mi fermerò mai finchè avrò l’entusiasmo.


44 TELEVISIONE la Pagina • 10 dicembre 2008

18 giovedi

21.00

06.05 Tf – Chips 07.30 Tf – Quincy 08.30 Tf – Hunter 09.35 Soap – Febbre d'amore 10.30 Telen. – Bianca 11.30 Tg 4 Giorno 11.40 Soap – My Life 12.40 Tf – Detective in corsia 13.30 Tg 4 Giorno 14.00 S-News – Forum 15.00 Tf – Wolff un poliziotto a Berlino 15.55 Soap – Sentieri 16.05 Film – La mascotte dell'aeroporto (commedia) 18.40 Soap – Tempesta d'amore 18.55 Tg 4 Sera 19.35 Soap – Tempesta d'amore 20.20 Tf – Walker Texas Ranger 21.10 Film – Evelyn 23.30 Film – Pazzi in Alabama

o l'abb at iama! ch 043 322 17 17

ament

ABBONAT I 043 322 17 17

06.30 Mediashopping 06.35 Cartoni animati 09.05 Tf – Starsky & Hutch 10.05 Mediashopping 10.10 Tf – Super Car 12.25 Studio Aperto 12.58 Meteo 13.00 Studio Sport 13.40 Cartoni animati 15.00 Tf – Paso adelante 15.55 Tf – Zack & Cody la grand Hotel 16.50 Cartoni animati 18.30 Studio Aperto 19.05 Sitcom – Don Luca c'è 19.35 Sitcom – Medici miei 20.05 Sitcom – Camera Café Ristretto 20.15 Sitcom – Camera Café 20.30 Quiz – La ruota della fortuna 21.10 Show – Matricole & Meteore 23.50 Swow – Poker1mania 00.50 Show– Passion 01.15 Studio Sport 01.45 Studio Aperto - La giornata 02.00 Real – Talent 1 Player 02.20 Shopping by Night 02.35 Tf – Rescue Me 03.55 Shopping by Night

on

Un ex campione di football, Mike, e una cantante sconosciuta, Terry, rispettivamente fidanzati con Lynn e Ken, si incontrano durante un viaggio aereo e fra i due é subito amore. Nel corso del viaggio si danno appuntamento sull'Empire State Building dopo tre mesi: qualora uno non si presentasse, l'altro non dovrà più chiederne notizia. Mentre si reca all'appuntamento, Terry viene però investita e perde l'uso delle gambe. Piena di vergogna, preferisce non cercare Mike e lasciargli credere di non voler più stare con lui. Qualche tempo dopo, però, i due si incontrano nuovamente...

06.00 Tg 5 Prima Pagina 07.55 Traffico 07.58 Borse e monete 08.00 Tg 5 Mattina 08.40 Show – Mattino Cinque 11.00 S-News – Forum 13.00 Tg 5 Giorno 13.39 Meteo 5 13.40 Soap – Beautiful 14.10 Soap – Centovetrine 14.45 Show – Uomini e donne 16.15 Real – Amici 16.55 Info – Pomeriggio Cinque 18.50 Quiz – Chi vuol essere milionario - Edizione strairdinaria 20.00 Tg 5 Sera 20.31 Show – Striscia la notizia 21.10 Minis. – Il capo dei capi 23.30 Info – Terra! 00.30 S-News – Nonsolomoda 01.00 Tg 5 Notte 01.29 Meteo 5 01.30 Show – Striscia la notizia (r) 02.02 Mediashopping 02.15 Real – Amici (r) 03.00 Mediashopping

Rete

Italia

rinnov

Love Affair Un grande amore

TSI 2

06.30 Il caffé di Corradino Mineo 07.30 Tgr Buongiorno Regione 08.15 Rai Educational 09.15 Verba volant 09.20 Cominciamo bene Prima 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.25 Tg3 ChiE'discena 12.45 Le storie 13.05 Telen. – Terra nostra 14.00 Tg Regione 14.20 Tg 3 14.50 Tgr Leonardo 15.00 Tgr Neapolis 15.15 La Tv dei ragazzi 16.00 Tg3 GT Ragazzi 17.50 Geo & Geo 18.15 Meteo 3 19.00 Tg 3 19.30 Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Soap – Agrodolce 20.35 Tf – Un posto al sole 21.10 Film – Il rapporto Pelican 23.35 Show – Parla con me 00.00 Tg 3 Linea notte 00.10 Tg Regione 01.00 Appuntam. al cinema 01.10 Rai Educational

ai

  Canale

occhio ai programmi

06.55 Quasi le sette 07.00 Cartoni animati 09.45 Rai Educational 10.00 Tg2punto.it 11.00 Show – Insieme sul Due 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg 2 Costume e società 13.55 Medicina 33 14.00 Show – Scalo 76 Cargo 14.45 Attaualità – Italia alla specchio 16.15 Ricomincio da qui 17.20 Tf – Julia 18.10 Rai Tg Sport 18.30 Tg 2 19.00 Show – X Factor - I casting 19.35 Tf – Squadra Speciale Cobra 11 20.25 Estrazioni del lotto 20.30 Tg 2 Sera 21.05 Annozero 23.20 Tg 2 23.35 Stracult Show 01.15 Tg Parlamento 01.25 Magazine sul 2 01.55 Almanacco 02.00 Meteo 2 02.05 Appuntam. al cinema

H

08.00 Euronews 09.10 Tf – Siska 10.10 Quiz – Zerovero 10.50 I Cucinatori 11.30 Euronews 11.50 Telesguard (r) 12.05 Euronews 16.30 DiADà 17.30 Documentario 18.40 Tf – Le sorelle McLeod 19.25 Tf – Beautiful People 20.10 Tf – Il Commissario Rex 21.00 Film – Love Affair - Un grande amore (commedia) 22.45 Sport Club 23.35 Glamour's best dressed 00.25 Il Quotidiano (r) 01.00 Contesto (r)

06.05 Anima Good News 06.10 Tf – Incantesimo 9 06.30 Tg 1 06.45 Unomattina 08.00 Tg 1 Mattina 09.30 Tg 1 Flash 10.00 S-News – Verdetto finale 11.00 Occhio alla spesa 11.30 Tg 1 12.00 La prova de cuoco 13.30 Tg 1 Giorno 14.00 Tg 1 Economia 14.10 Festa Italiana 16.15 La vita in diretta 16.50 Tg Parlamento 18.50 Quiz – L'eredità 20.00 Tg 1 Sera 20.30 Affari tuoi 21.10 Minis. – Alì Baba e i 40 ladroni (prima parte) 23.15 Tg 1 23.20 Porta a Porta 00.55 Tg1 Notte 01.25 Che tempo fa 01.30 Estrazioni del lotto 01.35 Appuntam. al cinema 01.40 Sottovoce 02.10 Rai Educational

o?

dicembre

07.05 Latelemattina 07.30 Tf – Doppia coppia 07.55 Latelemattina 08.00 TG mattina 08.25 Filosofia e benessere 09.00 La Storia del Regionale 09.25 Agenda TSI 10.15 Tf – Magnum P.I. 11.00 Tf – Anteprima straordinaria - Ultime dal cielo 12.00 Quiz – Molla l'osso 12.30 Telegiornale 12.50 Latele 13.05 Tf – Doppia coppia 13.25 Tf – Il Commissario Rex 14.15 Tf – Beautiful People 14.55 Tf – Le sorelle McLeod 15.45 Documentario 16.05 Tf – Siska 17.15 I Cucinatori 18.10 Quiz – Zerovero 19.00 Il Quotidiano 19.40 Contesto 20.00 Telegiornale Sera 20.35 Tf – Affari di famiglia 21.00 Falò 22.05 Classe Politique 23.15 Latele


10 dicembre 2008 • la Pagina

Un mito italiano compie 60 anni L'intramontabile Ape rappresenta uno status symbol Made in Italy, riscuotendo forti successi anche all'estero L’Ape, il “tre ruote” di Piaggio ha celebrato a Pontedera i suoi sessant’anni di grandi successi. In tutto questo tempo il veicolo, artefice della storia dello sviluppo economico italiano, ha fatto strada e oggi, grazie alla produzione negli stabilimenti Piaggio di Pontedera e di Baramati in India, ha conquistato anche i mercati internazionali, sia nei Paesi europei sia nei mercati emergenti dell’Asia. Una vera e propria “success story”, quindi, quella dell’Ape, entrata in produzione nel 1948 solo due anni dopo la Vespa, e festeggiata “in pompa magna” a Pontedera. Infatti, per due giorni, la città toscana è stata teatro dei festeggiamenti con una mostra fotografica al Museo Piaggio, un’esposizione di modelli storici, raduno

e sfilata di collezionisti e appassionati con i propri “tre ruote”, e una grande Caccia al Tesoro, che si è svolta, naturalmente, su Ape. “Festeggiamo un vero e proprio “mito su tre ruote”, nato sessanta anni fa dall’intuizione di Corradino D’Ascanio, che già aveva rivoluzionato la mobilità individuale inventando la Vespa” ha affermato Franco Fenoglio che guida la nuova divisione “Piaggio Veicoli Commerciali”, che dal primo gennaio di quest’anno opera a livello world-wide nel settore del trasporto commerciale a tre e quattro ruote con le linee di prodotto Ape, Porter e Quargo. Il primo esemplare costava circa 170 mila lire e conservava della Vespa - pur nella sua struttura a tre ruote - tutte le caratteristiche fondamentali. “Ape, oltre

ad avere una simpatia unica – ha osservato ancora Franco Fenoglio – è un prodotto di successo, un veicolo conosciuto in tutto il mondo, un perfetto compagno di lavoro dalla versatilità senza pari, in grado di trasportare, grazie alla sua costruzione estremamente robusta ed affidabile, carichi superiore al suo peso. Oggi, dopo quasi 2 milioni di unità vendute solo in Europa, Ape costituisce ancora uno dei prodotti di riferimento per il Gruppo Piaggio. Ogni anno più di 10.000 esemplari escono dagli stabilimenti di Pontedera per lavorare sulle strade di tutta Europa, mentre per il mercato indiano ed asiatico ne sono prodotti più di 150.000; Piaggio si conferma così leader assoluto del mercato indiano delle 3 ruote.

motori 45


46 TELEVISIONE la Pagina • 10 dicembre 2008

19 venerdi

21.00

06.35 Cartoni animati 09.05 Tf – Starsky & Hutch 10.10 Tf – Super Car 12.25 Studio Aperto 13.00 Studio Sport 13.40 Cartoni animati 15.00 Tf – Paso adelante 15.55 Tf – Zack & Cody al Grand Hotel 16.50 Cartoni animati 18.30 Studio Aperto 18.58 Meteo 19.05 Sitcom – Don Luca c'è 19.35 Sitcom – Medici miei 20.05 Sitcom – Camera café Ristretto 20.15 Sitcom – Camera café 20.30 Quiz – La ruota della fortuna 21.10 Tf – C.S.I. Miami 22.10 Tf – Standoff 23.05 Minis. – Quo vadis, baby?

o l'abb at iama! ch 043 322 17 17

on

ame n t

Buddy è un orfanello che accidentalmente finisce nel sacco di Babbo Natale, si ritrova al Polo Nord nel suo laboratorio e cresce assieme agli elfi. Una volta cresciuto, ormai trentenne, credendo di essere un elfo ma essendo il doppio dei suoi amici, Papà Elfo è costretto a raccontargli la verità. Buddy a questo punto, vestito da elfo, parte per New York alla ricerca del padre, capo di una sgangherata casa editrice. Lo attendono mirabolanti avventure, buffi ostacoli e divertenti contrattempi. Nella sua nuova casa troverà anche il tempo di innamorarsi e di far trionfare lo “spirito del Natale”.

06.00 Tg 5 Prima Pagina 07.55 Info – Traffico 07.57 Meteo 5 07.58 Info – Borse e monete 08.00 Tg 5 Mattina 08.40 Show – Mattino Cinque 11.00 S-News – Forum 13.00 Tg 5 Giorno 13.39 Meteo 5 13.40 Soap – Beautiful 14.10 Soap – Centovetrine 14.45 Show – Uomini e donne 16.15 Real – Amici 16.55 Info – Pomeriggio Cinque 18.50 Quiz – Chi vuol essere milionario - Edizione straordinaria 20.00 Tg 5 Sera 20.30 Meteo 5 20.31 Show – Striscia la notizia 21.10 Show – Superpaperissima Errori in Tv 23.00 Info – Matrix 01.15 Tg 5 Notte 01.44 Meteo 5 01.45 Show – Striscia la notizia (r) 02.17 Mediashopping 02.30 Real – Amici (r) 03.15 Mediashopping 03.27 Tg5 (r)

rin n o v i a

TSI 2

06.00 Rai News 24 06.30 Il caffè di Corradino Mineo 07.30 Tgr Buongiorno Regione 08.15 Rai Educational 09.15 Verba volant 09.20 Cominciamo Bene Prima 12.00 Tg3 Rai Sport Notizie 12.10 Sci: Super gigante maschile 13.30 Documentario 14.00 Tg Regione 14.20 Tg 3 14.50 Tgr Leonardo 15.00 Tgr Neapolis 15.10 Tg3 Flash L.I.S. 15.15 La Tv dei ragazzi 16.00 Tg3 GT Ragazzi 17.50 Geo & Geo 18.15 Meteo 3 19.00 Tg 3 19.30 Tg Regione 20.00 Blob 20.10 Soap – Agrodolce 20.35 Tf – Un posto al sole 21.10 Mi manda Raitre 23.10 Show – Parla con me 00.00 Tg 3 Linea notte 00.10 Tg Regione 01.00 Appuntam. al cinema

Rete

Italia

  Canale

occhio ai programmi

Elf

06.55 Quasi le sette 07.00 Cartoni animati 09.45 Rai Educational 10.00 Tg2punto.it 11.00 Show – Insieme sul Due 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg 2 Costume e società 13.50 Tg 2 Sì Viaggiare 14.00 Show – Scalo 76 Cargo 14.45 Attualità – Italia allo specchio 16.15 Ricomincio da qui 17.20 Tf – Julia 18.05 Tg 2 Flash L.I.S. 18.10 Rai Tg Sport 18.30 Tg 2 19.00 Show – X Factor - I casting 19.35 Tf – Squadra Speciale Cobra 11 20.30 Tg 2 Sera 21.05 Tf – Close to home 21.50 Tf – Justice 23.25 Tg 2 23.40 Palcoscenico 01.15 Tg Parlamento 01.25 Show – X Factor - I casting 01.55 Meteo 2 02.00 Appuntam. al cinema

H

08.00 Euronews 09.10 Tf – Siska 10.10 Quiz – Zerovero 10.40 Sci: Super G femminile 11.50 Telesguard (r) 12.00 Falò (r) 13.00 Svizra Rumantscha 13.30 Euronews 13.40 Sci: Slalom femminile 14.30 Euronews 16.30 DiADà 17.30 Documentario 18.40 Tf – Le sorelle McLeod 19.25 Tf – Beautiful People 20.10 Tf – Il Commissario Rex 21.00 Film – Elf (commedia) 22.35 Film – 36 (poliziesco) 00.20 Il Quotidiano (r)

06.10 Soap – Incantesimo 9 06.30 Tg 1 06.45 Unomattina 08.00 Tg 1 Mattina 09.30 Tg1 Flash 10.00 S-News – Verdetto finale 11.00 Occhio alla spesa 11.30 Tg1 12.00 La prova del cuoco 13.30 Tg 1 Giorno 14.00 Tg 1 Economia 14.10 Festa Italiana 16.15 La vita in diretta 16.50 Tg Parlamento 18.50 Quiz – L'eredità 20.00 Tg 1 Sera 20.30 Affari tuoi 21.10 Minis. – Alì Baba e i 40 ladroni (seconda parte) 22.55 Tg 1 23.00 TV7 00.00 L'appuntamento 00.30 Tg 1 Notte 01.00 Che tempo fa 01.05 Appuntam. al cinema 01.10 Sottovoce 01.40 Rai Educational 02.15 SuperStar

o?

dicembre

07.30 Tf – Doppia coppia 08.00 TG mattina 08.25 Filosofia e benessere 08.55 La Storia del Regionale 09.25 Documentario 10.15 Tf – Magnum P.I. 11.00 Tf – Anteprima straordinaria - Ultime dal cielo 11.40 Latele 12.00 Quiz – Molla l'osso 12.30 Telegiornale 12.50 Latele 13.05 Tf – Doppia coppia 13.25 Tf – Il Commissario Rex 14.10 Tf – Beautiful People 14.55 Tf – Le sorelle McLeod 15.45 Documentario 16.05 Tf – Siska 17.10 I Cucinatori 18.10 Quiz – Zerovero 19.00 Il Quotidiano 19.40 Contesto 20.00 Telegiornale Sera 20.40 Tf – Affari di famiglia 21.05 Info – Patti chiari 22.10 MicroMacro 22.45 Tf – CSI Miami 23.30 Telegiornale Notte

05.40 Tg4 Rassegna Stampa 06.05 Tf – Chips 07.30 Tf – Quincy 08.30 Tf – Hunter 09.35 Soap – Febbre d'amore 10.30 Telen. – Bianca 11.30 Tg 4 Giorno 11.38 Info – Traffico 11.40 Soap – My Life 12.40 Tf – Detective in corsia 13.30 Tg 4 giorno 13.54 Meteo 14.00 S-News – Forum 15.00 Tf – Wolff un poliziotto a Berlino 15.55 Film – I moschettieri del mare (avventura) 18.40 Soap – Tempesta d'amore 18.55 Tg 4 19.35 Soap – Tempesta d'amore 20.20 Tf – Walker Texas Ranger 21.10 Soap – Tempesta d'amore 23.25 Film – I soldi degli altri 01.25 Tg 4 Rassegna Stampa 01.50 Music. – Canzoni d'inverno 2 03.10 Film – Dì di si 05.05 Cult. – Peste e corna e gocce di storia 05.10 Telen. – Terra nostra 2


AGENDA 47

10 dicembre 2008 • la Pagina

WWW.dx2.ch X tutti gli eventi

IN GIRO PER I MUSEI ZURIGO

Daniel Pasteiner Suzie Q Projects Limmatstrasse 265 Fino al 17 Gennaio 2009 Orari: Mar-Ven 12.00-18.00 Sab 11.00-17.00 (appuntamento)

Se vuoi ascoltare le nuove canzoni dei dx2 componi il www.myspace.com/dx2brothers MusiSportCultura Ass. di Promozione Italiana Tel. 055 442 44 29 - 078 740 50 29 duo.demarco@sunrise.ch

CHIASSO

Silvano Repetto Centro Arte Contemporanea Chiasso

Dante Alighieri, 10 Fino al 10 Gennaio 2009 Orari: Gio-Ven-Sab 15.00-19.00 ASCONIA + LATINO CALABRESE

Collettiva

WWW.MYSPACE.COM/FOLKSABICI

Museo Comunale d'Arte Moderna Borgo, 34 Fino al 28 Dicembre 2008

Orari: Gio-Ven 10.00-12.00/15.00-18.00 Festivi e Dom 16.00-18.00 ZURIGO

Roberto

Laura

Per ogni occasione la musica adatta con professionalità Contattaci ai Nr: Tel/Fax 044 726 04 77 (Aldo) Natel 078 649 83 75 (Aldo) Natel 079 209 69 58 (Robi)

Tel./ Fax 044 462 86 57 Natel 076 562 86 57 Uetlibergstrasse 105 • 8045 Zurigo

Ian Wallace

Aldo

Kunsthalle Zutich

Limmatstrasse, 270 Fino al'11 Gennaio 2009 Orari: Mar-Mer-Ven 12.00-18.00 Gio 12.00-20.00 Sab-Dom 11.00-17.00 VEVEY

Romano Imhof

Balthasar Burkhard

Musee Jenish Avenue de la gare 2 Fino al'11 Gennaio 2009 Orari: Lunedì chiuso Mar-Dom 11.00-17.30

Dipl. Zahnprothetiker Alte Landstrasse 10 8810 Horgen

Tel. 044 725 40 73 Albisriederstr. 258 • 8047 Zurigo

Tel. 044 401 05 11 Lasciate controllare la funzionalità, la stabilità e la tenuta delle vostre protesi dentarie ogni 1-2 anni.

ST. GALLEN

Loris Greaud

Neue Kunsthalle

Davidstrasse, 40 Fino al 25 gennaio 2009 Orari: Mar-Ven 12.00-18.00 Sab-Dom 11.00-17.00

IN GIRO PER I MUSEI


ABBONATI e viaggi * GRATIS per un anno *

Ti regaliamo una vignetta autostradale CH 2009

un abbonamento annuo a La Pagina al costo di 95.- Fr. Dopo il versamento della quota, con la polizza di versamento che mi invierete, riceverò il regalo da me scelto: Sì, Sottoscrivo

Buono libri Fr. 30 -.

Vignetta autostradale CH 2009

Nome: ................. Cognome: ..................................... Via Nr.: ................................................................... CAP: ................. Città: ..................................... Telefono: ................................

Firma: ........................

IL PRESENTE TAGLIANDO, COMPILATO IN TUTTE LE SUE PARTI, È DA INVIARE A: LA PAGINA • MILITÄRSTRASSE 84 • 8004 ZURIGO

10.12.08  

10.12.08, archivio

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you