Issuu on Google+

PROGETTO CORONA VERDE Masterplan d’ambito area sud

Comune capofila Città di NICHELINO

Febbraio 2011

elaborato a cura di Studio Castelnovi


CORONA VERDE

MASTERPLAN DELL’AMBITO SUD

PROGRAMMA DI INTERVENTI

A

Valorizzazione ambientale e fruibilità della fascia fluviale del Sangone

3. Il programma di interventi A rinforza il ruolo del fiume come asse portante sia degli aspetti ambientali che di quelli fruitivi lungo un traccciato che si protende oltre i confini dell’Ambito: da una parte verso i Laghi di Avigliana (vedi Programma B) e la Dora, dall’altra integrando le due sponde, per un lungo tratto divise tra Torino (che definisce un Ambito di CV a sè stante) e i Comuni di prima cintura dell’Ambito sud. Con Torino vanno condivisi programmi e progetti, in particolare per quelle parti ancora poco definite e importanti come mete o attestamenti infrastrutturali. In particolare per il Drosso e Stupinigi il Programma, integrato con le strategie dell’ambito di Torino, possono costituire la base per una progettazione di grande rilievo territoriale nel valorizzare siti di eccellenza (Siti Unesco)

5. In queste condizioni il programma di intervento risulta di grande interesse rispetto ai criteri adottati dalla Regione (v.Disciplinare). Infatti il Programma da una parte dà un grande impulso al Piano di azione del Contratto di fiume, già adottato da anni, che è comunque stato riconosciuto come elemento fondante delle strategie di CV fin dallo Schema Direttore, dall’altra coordina e integra le iniziative comunali lungo l’asta del fiume, ormai conquistate al tema della difesa ambientale e della accessibilità ciclabile. Inoltre l’integrazione progettuale ed operativa con il Programma C, per la qualificazione del M.S.Giorgio, evidenzia un processo di valorizzazione ormai a scala territoriale, che prospetta di estendersi ai Laghi di Avigliana (pr.int.B). In caso il Programma sta ottenendo un primo risultato progettuale di rilievo, sia per la collaborazione tra quasi tutti i comuni coinvolti, sia per l’effetto di continuità ed integrazione dell’infrastrutturazione “dolce” lungo il fiume, che è stato affrontata anche nelle situazioni di più difficile accessibilità o di infrastrutture, come quelle affrontate nel tratto di Nichelino e Moncalieri. Nonostante la ridotta emersione di iniziative private di interesse per la gestione dei servizi e delle attrezzature, diventa urgente avviare una sperimentazione sostenibile (anche per le casse comunali) in cui operatori privati associati si convenzionino con i comuni della fascia, per gli aspetti di sicurezza, gestione delle attività per il turismo naturalistico e didattico e manutenzione dei percorsi, delle fasce spondali e delle altre aree verdi. Nel quadro riassuntivo degli interventi tali aspetti poco rilevano perchè assumono importanza prevalentemente nella fase successiva alla realizzazione delle opere, normalmente non contabilizzata nè monitorata. In sintesi valutativa rispetto ai criteri stabiliti, il Programma di intervento C risulta 15/18:

4. Per quanto riguarda l’integrazione delle strategie interne all’ambito, per le parti che tengono in relazione i diversi programmi, il risultato è molto positivo: gli interventi di valorizzazione del Sangone e il sistema dei percorsi costituiscono una fascia continua che, senza soluzione, si integra con i programmi che riguardano i territori limitrofi: B (laghi di Avigliana) , C (Monte.S.Giorgio), E (Rotte di Stupinigi) , F (Po), come risulta evidente dalla planimetria allegata.

I completamento di progetto già avviato II contributo a progetto strategico generale di Corona Verde III contributo a progetto strategico regionale o provinciale per biodiversità IV contr. a progetto strategico regionale/provinciale per qualità paesaggistica V contributo a progetto strategico regionale o provinciale per fruizione VI utilizzo di fondi, iniziative o int. speciali che aumentano la fattibilità valori: alto 3 medio 2 basso 1 assente 0

1. La situazione territoriale del Sangone nel tratto di pianura ha aspetti peculiari che devono essere tenuti in conto nella definizione delle strategie di Corona Verde: nella parte più a monte caratterizza paesisticamente e ambientalmente un territorio in trasformazione, nella parte più a valle è l’asse portante di una fascia che, pur ristretta e costretta, costituisce l’unico corridoio ambientale in un tratto di circa 10 chilometri di insediamento denso. 2. Pur in presenza di situazioni contestuali così differenti il Programma di interventi A assume per la fascia del Sangone obiettivi omogenei, conformi a quelli assunti per le altre aste fluviali coinvolte in Corona Verde: potenziare la fascia vegetata lungo il fiume e valorizzare le risorse naturalistiche presenti o ripristinabili; assicurare una possibilità di fruizione spondale sistematica, superando le discontinuità provocate dalle infrastrutture o dagli affacci di insediamenti.

3 3 3 1 2 3

1


6. In termini di fattibilità, come emerge dalla tabella seguente, il Programma di interventi A risulta discretamente avviato nei Progetti di interventi 1, 2 e 3, che riuniscono gli interventi immediatamente attivabili dall’ente pubblico, in particolare impegnati per rendere completa e qualificata la infrastrutturazione “dolce” lungo le sponde del fiume da Trana al Po. Al contrario risulta poco attivata la parte di riqualificazione di aree ex industriali (i progetti in questa fase non consentono interventi su siti da bonificare) o di realizzazione di parchi periurbani spondali, previsti in molti casi dagli strumenti urbanistici ma sinora non avviati neppure in acquisizione delle aree. Nel complesso i progetti affrontano interventi per poco meno di ¼ di quanto previsto per il Programma, come risulta dala tabella seguente.

7. In termini di risultati attesi (distinti per periodo, come richiesto nel disciplinare), il programma risulta interessante. Infatti, alla luce di quanto sopra descritto emerge la volontà di coordinamento e di integrazione interisituzionalie, già promossa dalla lunga attività del Contratto di fiume, con la prospettiva concreta di ottenere risultati significativi nella valorizzazione del paesaggio e del sistema ambientale fluviale, oggi trascurato anche per la ridotta accessibilità e conoscenza da parte degli abitanti stessi dei comuni rivieraschi. Ovviamente tali risultati emergeranno solo nel medio periodo, dopo la fase di realizzazione di una continuità di percorsi che congiungano il fiume al territorio e di accessibilità lungo e attraverso le sue sponde.

Quadro dei costi previsti per tipo d’intervento e per i progetti 1, 2, 3

Risultati attesi

tipo di intervento infrastrutture attrezzature nodi infrastrutturali ricettività riqualificaz. e manutenz ambientale filari int. di mitigazione riqualif. aree industriali costo totale

totale dimens *x progr 27.600 2 172

totale costo x tipo intervento x programma €3.251.000 €760.000 €4.060.000

1 2.935.904

€100.000 €11.690.000

0,5 55,7

0 17.001

0,0 0,6

0 € 645.000

0,0 5,5

3.800 3.800

€185.000 €184.000

0,9 0,9

500 0

13,2 0,0

€ 45.000 0

24,3 0,0

1

€770.000

3,7

0

0,0

0

0,0

€21.000.000

100,0

€ 4.805.000

22,9

% tipo totale % dim totale costo in int. su dimen in proget progetto 1 totale progetto /dim program progr 15,5 9.950 36,1 € 2.125.000 3,6 1 50,0 € 60.000 19,3 168 97,7 €1.930.000

% costo prog su tot int per tipo 65,4 7,9 47,5

effetti - trasversalità operativa e istituzionale e ruolo dell’intervento in politiche locali o di settore; 3 - integrazione e valenza territoriale; 3 - approccio multidisciplinare e multiscalare; 3 - fattibilità attuativa e gestionale; 2 - gestione economica; 1 - contributo alla tutela e all’incremento del 2 potenziale di biodiversità; - contributo al miglioramento della qualità 2 paesaggistica. totale 16 valori: ottimo 3 buono 2 sufficiente 1 assente 0

di cui nel periodo breve medio lungo 1 1 1 1 1 1

2 2 2 1 1 2

3 3 3 2 1 2

1

2

2

7

12

16

*

le dimensioni sono espresse in numero di attrezzature o nodi, metri lineari per infrastrutture, mitigazioni e filari, metri quadrati per aree

In questa condizione la distribuzione degli investimenti per tipo di intervento nel Programma risulta equilibrata, attribuendo circa il 60%% dei costi di intervento ad opere di diretto interesse ambientale o paesistico (riqualificazione ambientale, o di aree industriali, filari), contro circa il 35% attribuiti ad infrastrutture, e la parte restante ad attrezzature (5%). Viceversa è molto squilibrata la tipologia degli interventi immediatamente realizzabili nell’ambito dei progetti, che attiva molte delle infrastrutture e attrezzature previste (circa il 50%) ma pochissimo (meno del 10%) delle opere di qualificazione ambientale. 2


CORONA VERDE

MASTERPLAN DELL’AMBITO DI NICHELINO

PROGRAMMA DI INTERVENTI A

SCHEDA PROGETTO 1 Sistema di interventi per la sistemazione naturalistica spondale e la fruizione ciclopedonale del Sangone - Tratto pedemontano Contesto territoriale e collegamenti intra ed extra ambito: Il progetto si inserisce nel Programma di interventI A (Sistemazione naturalistica e fruitiva della fascia spondale del Sangone) nel tratto più a monte, dove la prossimità del Monte S.Giorgio e del compendio dei Laghi di Avigliana (la cui importanza naturalistica è riconosciuta dall’istituzione di aree protette) della Collina morenica, fa naturalmente svolgere alla fascia fluviale un ruolo di nodo delle connessioni tra ambiti e contesti diversi e molto importanti per gli aspetti ambientali e paesistici.

Enti proponenti e beneficiari: Comuni di Trana, Sangano, Bruino, Rivalta di Torino, Orbassano, Piossasco Gli interventi ricadono sui territori dei Comuni che li propongono, salvo l’intervento 7a localizzato in comune di Trana ma il cui proponente e beneficiario è il comune di Piossasco.

Tipologia di intervento (temi tratti dal Disciplinare par. 2.2.1).: • Valorizzazione del ruolo fondamentale di connessione ambientale del Sangone assicurando continuità delle componenti ambientali fondamentali e recupero della funzionalità fluviale anche nei tratti e nei periodi di maggiore interferenza antropica. • Qualificazione dell’accessibilità e della fruizione per loisirs del fiume, inseriti in un programma complessivo di tratti di fasce fluviali, o di greenways • Promozione di itinerari locali, connessi con sistemi di mete per fruizioni didattiche e di loisirs, (completamento di infrastrutture sentieristiche o ciclabili sicure,.) per ottimizzare la fruizione Descrizione del progetto in relazione alle strategie ed obiettivi di CV e del masterplan: Dato il ruolo di nodo territoriale del tratto, sono ritenuti prevalenti e strutturali gli interventi che favoriscono la connettività ambientale e fruitiva, contribuendo in modo sostanziale a completare la continuità della fruizione ciclopedonale, e portando un primo contributo al programma di qualificazione di ampie fasce spondali del fiume e di regolazione idraulica in riferimento ai requisiti ambientali, ad oggi solo in piccola parte realizzati. Quindi il Progetto prevede un sistema di interventi che, nel loro insieme ed integrati con quanto già realizzato, migliorano la funzionalità di alcune connessioni: • la permeabilità ambientale lungo il Sangone nella strettoia naturale di Trana, critica per le opere infrastrutturali e insediative del centro urbano vicino, • l’efficienza delle relazioni idrauliche e di funzionalità ambientale tra Sangone e Sangonetto, con la rifunzionalizzazione della presa del Canale di Piossasco, • la continuità di fruizione ciclopedonale lungo il Sangone, da Trana a Rivalta, in continuità con gli itinerari già fruibili a risalire verso i laghi di Avigliana e lungo il Sangone a scendere, nonché con i percorsi in progetto verso Piossasco e il Chisola (vedi scheda progetto 5). Tali connessioni rispondono pienamente a quanto definito come obiettivo di CV e specificato come requisito nelle swot di ambito presentate a giugno 2010, come meglio dettagliato nello schema riassuntivo dei requisiti e delle prestazioni del programma di intervento A. Inserimento degli interventi in altri programmi e sinergia con altre fonti di finanziamento: Il progetto nel suo insieme corrisponde a quanto previsto nel Contratto di fiume Sangone tra gli interventi necessari alla riqualificazione spondale e alla valorizzazione fruitiva dei percorsi Nel PTI di Rivoli sono inserite le ipotesi del Comune di Bruino il “completamento del parco Sangone. Miglioramento fruizione naturalistica del sistema fluviale:completamento e manutenzione piste ciclabili, sentieri, sosta”. Comunque nei piani sopra indicati gli interventi non sono oggetto di specifici finanziamenti . 1


Rosta

percorsi ciclopedonali strutturali/sentieri esistenti connessioni ciclopedonali in progetto connessioni ciclopedonali esistenti interventi puntuali

Reano

fasce di mitigazione

Rivoli

bordi urbani da ridefinire

sistemazioni di percorsi ciclopedonali (arredo, segnaletica) sistemazioni di percorsi ciclopedonali (fondo, arredo) realizzazione exnovo percorsi ciclopedonali altri interventi lineari (piantumazioni, sistemazioni, etc) parchi/giardini esistenti e aree di pertinenza di beni

Villarbasse

aree di interresse ambientale esistenti interventi su parchi/giardini e aree di pertinenza di beni interventi di rinaturalizzazione

1a

4a

Trana

2c

5a

8a

12a

1c

7a

8a

6a

93a

3a

interventi proposti a finanziamento

2a

aree e percorsi finanziati extra CV

10a

94a

9a

11a

23a

21a

92a

22 a

14a

Sangano

20a

15a

19a

3c

13a

4c

13

c

Bruino

5c

Piossasco

[programma di interventi A - progetto 1]

Rivalta di Torino 16a

24a

17a 18a


Interventi specifici costitutivi del sistema 1 COMUNE N. * INTERVENTO SPECIFICO RUOLO NEL PROGRAMMA ** Riqualificazione fascia fluviale e fascia attrezzata di bordo del centro urbano (area oratorio) Strutturale Trana 1a Realizzazione exnovo pista ciclabile in destra Sangone, zona Fucina Strutturale Trana 4a Ripristino dell'opera di presa del canale comunale di Piossasco Nodale strutturale Trana 7a Strutturale Sangano 10a Realizzazione exnovo pista ciclabile in destra Sangone da confine comune di Trana a ponte Sangone Nodale complementare Sangano 92a Realizzazione passerella sul Sangone in località Devisio Strutturale Bruino 13a Realizzazione exnovo ciclopista tra Parco e confine Rivalta Strutturale Rivalta 16a Realizzazione exnovo ciclopista (tra confine Bruino e Via Piossasco all’altezza della Cascina Prabernasca) * i numeri fanno riferimento alla sequenza individuata nel programma di intervento, comprensiva degli interventi immediatamente attivabili e di altri interventi, attesi ma non immediatamente fattibili (per indisponibilità delle aree o dei fondi necessari).

** il ruolo nel programma può essere strutturale, ove il programma non raggiunga i suoi obiettivi primari a meno dell’intervento; nodale, ove l’intervento faciliti una connessione in altro modo esistente ma inefficiente o pericolosa; complementare, ove l’intervento costituisca parte importante delle strategie del programma ma non sia indispensabile per la sua funzionalità essenziale.

Riqualificazione fascia fluviale e fascia attrezzata di bordo del centro urbano (area oratorio)

IS 1a

Soggetto: Comune di Trana Descrizione intervento: Sistemazione naturalistica della fascia fluviale e riqualificazione per la fruizione dell’area attrezzata nel tratto frontistante il bordo urbano del centro storico, per un’area complessiva di circa 7.000 mq,. L’intervento ha carattere strutturale in quanto assicura: • la connessione ambientale lungo la fascia fluviale in un tratto critico per la presenza di infrastrutture ed insediamenti su entrambi i lati • la continuità ciclopedonale dalla Passerella già realizzata all’area da sistemare, e da questa all’itinerario già previsto verso i Laghi di Avigliana, attraverso il centro storico. I costi di intervento previsti sono connessi alla specificità dell’opera : € 15.000 per la riqualificazione naturalistica della fascia spondale e €25.000 per la riqualificazione dell’area attrezzata sovrastante (arredo e fondo)

2


IS 4a

Realizzazione exnovo pista ciclabile in destra Sangone, zona Fucina Soggetto: Comune di Trana

Descrizione intervento: Completamento di pista ciclabile lungo la sponda destra del Sangone, con un tratto di 1.500 m. attraverso l’area Fucina, per la quale il Programma prevede un futuro intervento di qualificazione con funzioni museali e didattiche. I costi previsti sono ridotti, (50 €/m netti, data la preesistenza di tratti di tracciato carrabile). L’intervento ha carattere strutturale, assicurando una continuità ciclabile lungo il Sangone (con int.10a) e qualificata paesisticamente, alternativa al percorso lungo la SP, inadatto al transito di bici.

Ripristino dell'opera di presa del canale comunale di Piossasco

IS 7a Soggetto: Comune di Piossasco. L’opera di presa è in comune di Trana. Il canale si sviluppa in comune di Sangano, Trana e Piossasco. La Provincia propone l’attuazione dell’intervento nel quadro delle opere per il Contratto di fiume e per la valorizzazione dell’area protetta del Monte S.Giorgio. Descrizione intervento: Sistemazione ed adeguamento dell’opera di presa del canale comunale di Piossasco, oggi malfunzionante e poco regolabile. L’intervento ha carattere nodale perchè produce effetti complessivi sulle aste fluviali. Infatti la regolazione dei flussi idraulici consente una più corretta gestione del DMV (deflusso minimo vitale) sia per il Sangone che per il Sangonetto). In particolare le opere consistono in: ƒ strutture in ferro per la regimazione presso il punto di presa ( comprese le opere murarie); ƒ installazione di misuratore di flusso ad energia solare (la fornitura è a carico dalla Regione Piemonte; ƒ rampa di risalita per l’ittiofauna in prossimità della presa per la ripartizione dell’acqua in caso di magra (sostitutiva di quella esistente, oggi danneggiata ed inefficace); I costi previsti ( 60.000 €. lordi) sono connessi alla specificità dell’opera. 3


Realizzazione exnovo pista ciclabile in destra Sangone da confine comune di Trana a ponte Sangone

IS 10a

Sogetto: Comune di Sangano Descrizione intervento: Completamento della pista ciclabile denominata „greenways della Valsangone‟ (che attualmente termina al ponte della SP 184 Rivoli-Sangano) lungo la sponda destra del Sangone, con un tratto exnovo di 800 m. I costi previsti rientrano nello standard (60 €/m netti). L‟intervento ha carattere strutturale, poiché, con l‟intervento 4a, assicura una continuità ciclabile sicura e qualificata paesisticamente lungo il Sangone sino ai Laghi di Avigliana , in alternativa al percorso sulla SP, inadatto al transito di bici.

Realizzazione passerella sul Sangone in località Devisio

IS 92a Soggetto: Comune di Sangano e Comune di Villarbasse. * * L‟intervento riguarda una connessione interambito (Nichelino-Rivoli) ed è descritto ed inquadrato economicamente nel Masterplan dell‟ambito di Rivoli Descrizione intervento: Passerella ciclopedonale sul Sangone per la connessione fra gli itinerari lungo la sponda destra e quelli previsti di attraversamento della Collina morenica (vedi masterplan d‟ambito di Rivoli) e di sviluppo lungo il Sangone in sponda sinistra, da Trana a Rivalta (int. 2a 9a 20a di completamento delle ciclabili in sx, previsti nel programma e non nel progetto). I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 360.000 €. netti. L‟intervento ha carattere nodale complementare, dato che costituisce un‟alternativa al ponte stradale più a monte, oggi poco sicuro per il transito ciclabile (int.11a per la messa in sicurezza, previsto nel programma e non nel progetto). I costi dell‟intervento sono condivisi tra comune di Sangano e Comune di Villarbasse; la quota di Villarbasse è contabilizzata tra gli interventi previsti nell‟ambito di Rivoli.

4


IS 13a

Realizzazione exnovo ciclopista tra Parco e confine Rivalta Soggetto: Comune di Bruino

Descrizione intervento: Completamento exnovo di una pista ciclabile in sponda destra del Sangone per una lunghezza complessiva di 200 m. I costi previsti rientrano nello standard (75 €/m netti). L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di connettere il percorso ciclopedonale esistente lungo il Sangone fino al Comune di Rivalta (nel quale prosegue con l‟intervento 16a )

Realizzazione exnovo ciclopista (tra confine Bruino e Via Piossasco all’altezza della Cascina Prabernasca)

IS 16a

Soggetto: Comune di Rivalta Descrizione intervento: Completamento exnovo di una pista ciclabile in sponda destra del Sangone per una lunghezza complessiva di 1.600 m., in parte su tracciati storici. I costi previsti sono standard (75 €/m netti). L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di connettere il percorso ciclopedonale lungo il Sangone dal tratto previsto (int.13a) in Comune di Bruino con quello esistente in via Piossasco, in l‟assialità con la cascina Prabernasca.

5


CONDIZIONI DEL PROGETTO: Intervento specifico

Disponibilità aree

Compatibilità con strumenti urbanistici

Presenza di progettualità Fenomeni di inquinamento e Criticità (conflittualità, Opportunità (accordi di e altri soggetti interventi bonifica autorizz. necessarie, vincoli ) collab., coerenza con piani )

1a

SI

SI

NO

4a

SI

SI

NO

7a

SI

SI

NO

10a

SI

SI

NO

92a

SI

SI

NO

aut. Parco Po-Sangone e Agenzia interregionale per il fiume Po (A.I.Po)

13a

SI

SI

NO

aut. Parco Po-Sangone.

16a

SI

SI

NO

Stato attuale del progetto

Studio di fattibilità

accordo con comune di Villarbasse Progetto preliminare

COSTI ATTESI E COFINANZIAMENTO: Intervento Specifico

A. Ruolo nel programma

B. Dim

C. Costo di intervento

D. IVA (10% di C)

F. E. Costo lordo Costi tot tecnici, (C+D+E) IVA e altri (arrot. a oneri 5.000€)

G. Quota cofinanz.

H. Finanz. richiesto (=F-G)

Comune

Intervento specifico

1a

Trana

Riqualificazione fascia fluviale e fascia attrezzata di bordo del centro Strutturale urbano (area oratorio)

7.000

€42.000

€4.200

€8.400

€55.000

€11.000

€44.000

4a

Trana

Realizzazione exnovo pista ciclabile in destra Sangone, zona Fucina

Strutturale

1.500

€110.250

€11.025

€22.050

€145.000

€29.000

€116.000

7a *

Piossasco e Trana

Ripristino dell'opera di presa del canale comunale di Piossasco

Nodale strutturale

1

€45.675

€4.568

€9.135

€60.000

€12.000

€48.000

10a

Sangano

Realizzazione exnovo pista ciclabile in destra Sangone da confine comune di Trana a ponte Sangone

Strutturale

800

€49.560

€4.956

€9.912

€65.000

€13.000

€52.000

Sangano e Villarbasse

Realizzazione passerella sul Sangone in località Devisio

Nodale complementare

1

€189.000

€18.900

€37.800

€245.000

€49.000

€196.000

13a

Bruino

Realizzazione exnovo ciclopista tra Parco e confine Rivalta

Strutturale

200

€15.750

€1.575

€3.150

€20.000

€4.000

€16.000

16a

Rivalta

Realizzazione exnovo ciclopista (tra confine Bruino e Via Piossasco all’altezza della Cascina Prabernasca)

Strutturale

1.600

€210.000

€21.000

€42.000

€275.000

€55.000

€220.000

€662.235

€66.224

€132.447

€865.000

€173.000

€692.000

€ 473.235

€ 47.324

€ 94.647

€ 620.000

€124.000

€496.000

92a **

TOTALE Totale interventi strutturali per i quali si richiede il finanziamento in maniera prioritaria

* Intervento cofinanziato dal Comune di Piossasco 7


ASPETTI DI GESTIONE E MANUTENZIONE: In tutti i capitolati d‟appalto sono previsti a carico dell‟impresa gli oneri di gestione e manutenzione, per 5 anni.

ELEMENTI DI PREMIALITÀ’ (il punteggio di valutazione è crescente: 3 requisiti di massimo valore, 0 assenza di requisiti) Valutazione complessiva

13

Immediata cantierabilità del progetto

2

Trasversalità operativa e istituzionale

2

Coinvolgimento di operatori privati e 0 associazioni pertinenti all‟obiettivo Valenza multidisciplinare (integrazione 1 aspetti ambientali, paesaggistici, fruitivi) Inserimento in altre progettualità

2

Collegamento con interventi di Ambiti limitrofi

2

Presenza contestuale di azioni immateriali e di sensibilizzazione

2

Valore di presidio sociale per il territorio Impiego di pratiche di perequazione territoriale/ urbanistica Impiego di pratiche di compensazione ecologica e paesaggistica

1

Tutte le aree necessarie sono in disponibilità dei proponenti, gli interventi in progetto (salvo 92a, passerella sul Sangone) hanno bassissimo impatto ambientale e quindi sono ottenibili in tempi brevi le autorizzazioni necessarie dal parco del Po-Sangone. Per gli iinterventi 7a e 13a i Comuni hanno già predisposto progettii preliminari Il progetto interessa complessivamente 5 Comuni (Trana, Bruino, Sangano, Rivalta e Villarbasse) e la Provincia di Torino, che garantisce una uniformità di prestazioni progettuali e realizzative

Integrazione degli interventi per il miglioramento della fruizione nel quadro di interventi per la qualificazione ambientale e paesaggistica della fascia fluviale Il progetto è parte integrante, insieme al progetto 2 e 3, del Programma di intervento A (Sangone), che prevede di realizzare in questa fase (2011-2013) la completa fruibilità ciclopedonale lungo le sponde del Sangone, dai Laghi di Avigliana alla confluenza nel Po. Con Ambito di Rivoli: intervento 92a: connessione tra Sangone e Collina Morenica; intervento 1a connessione tra Sangone e Laghi di Avigliana) per la continuità dei percorsi ciclopedonali di Corona Verde e per le connessioni ambientali Sangone-Dora Nel quadro del Programma di intervento A (Sangone) sono previste azioni (da attivare fuori dal progr. PORFESR) per:  l‟attuazione di buone pratiche per la gestione di acque e spazi spondali (previste dal Contratto di fiume Sangone);  l‟organizzazione dell‟offerta di ricettività agrituristica entro un progetto di marchio, pubblicizzazione e segnalazione degli itinerari e delle mete, esteso all‟ambito a sud di Torino o all‟intera CV;  la promozione e delle modalità colturali della fascia rurale allargata intorno al fiume, prioritarie rispetto all‟accesso alle misure del PSR per la tutela della biodiversità; La possibilità di fruizione sistematica e quindi di presidio della fascia spondale riduce l‟incidenza dei processi di l‟abbandono e di utilizzo marginale e incontrollato

0 1

Nel Masterplan al progetto si accompagnano impegni dei Comuni di Trana, Bruino e Sangano ad applicare misure di qualificazione progettuale, compensazione e mitigazione ambientale e paesistica per quanto riguarda i fronti costruiti verso fiume

TEMPISTICHE PRESUNTE: I tempi prevedibili di progettazione e autorizzazione sono coerenti con le scadenze definite dal Programma POR FESR, salvo eventuali rischi di ritardo relativamente alle autorizzazioni (A.I.Po) per l‟intervento specifico 92a (passerella su Sangone)

6


CORONA VERDE

MASTERPLAN DELL’AMBITO DI NICHELINO

PROGRAMMA DI INTERVENTI A

SCHEDA PROGETTO 2 Sistema di interventi per la sistemazione naturalistica spondale e la fruizione ciclopedonale del Sangone - Tratto Intermedio Contesto territoriale e collegamenti intra ed extra ambito: Il progetto si inserisce nel Programma di interventi A (Sistemazione naturalistica e fruitiva della fascia spondale del Sangone) nel tratto intermedio, che costituisce un grande nodo di relazioni ambientali e storiche tra l’asse del Sangone e quello ad esso ortogonale del compendio di Stupinigi, incrociandosi con gli interventi del Programma E (Rotte di Stupinigi) e con quelli previsti dal Comune di Torino (ambito a sé stante). La prossimità degli insediamenti urbani ed industriali di Torino, Beinasco e Nichelino e l’interferenza di grandi infrastrutture riducono in molti punti la fascia fluviale e il contesto paesistico di Stupinigi, che comunque sono ancora recuperabili per potenziare il ruolo di polo ambientale e storico e di connessione tra contesti diversi.

Enti proponenti e beneficiari: Comuni di Beinasco e Nichelino. Gli interventi ricadono sui territori dei Comuni che li propongono. Tipologia di intervento (temi tratti dal Disciplinare par. 2.2.1):

• Valorizzazione del ruolo fondamentale di connessione ambientale del Sangone assicurando continuità delle componenti ambientali fondamentali e recupero della funzionalità fluviale anche nei tratti e nei periodi di maggiore interferenza antropica. • Qualificazione dell’accessibilità e della fruizione per loisirs del fiume, in un programma di sistemazione della fascia e di greenways estese all’intera asta • Qualificazione paesistica dei contesti e degli accessi alle mete di interesse culturale e naturalistico, in particolare dove segnalato dai Masterplan d’ambito, attraverso un complesso di interventi diversi, • Potenziamento delle connessioni ambientali e fruitive tra i parchi urbani e quelli periurbani, con ottimizzazione degli usi di spazi residuali, l’integrazione di aree coltivate come parte costitutiva di parchi e giardini, la formazione di corridoi verdi con spazi sufficienti per filari alberati e percorsi ciclopedonali in sede propria

Descrizione del progetto in relazione alle strategie ed obiettivi di CV e del masterplan: In un contesto di grande pressione antropica e urbanizzativa il Progetto prevede un sistema di interventi che, nel loro insieme ed integrati con quanto già realizzato, assicurano la funzionalità di alcune connessioni (definite strutturali in quanto rispondono pienamente agli obiettivi di CV e rispondenti ai requisiti del programma di intervento A). ƒ la continuità di fruizione ciclopedonale lungo il Sangone, da Orbassano al Parco del Boschetto, in continuità con gli altri tratti dell’itinerario già fruibili e con un corredo di qualificazione vegetazionale e di superamento di barriere e recinzioni che aumentano in qualche misura anche la permeabilità ambientale lungo il fiume e le connessioni con le aree verdi presenti nel contesto ƒ il miglioramento fruitivo e paesistico delle relazioni tra le parti urbanizzate di Nichelino e di Beinasco e il compendio di Stupinigi, anche con la formazione di una “Porta” di ingresso al Parco, leggibile e segnalata, posta immediatamente a sud del nodo infrastrutturale della tangenziale. Dato il ruolo di nodo territoriale del luogo sono ritenuti prevalenti e strutturali gli interventi che favoriscono la connettività ambientale e fruitiva lungo l’asta fluviale e per il compendio di Stupinigi . Il Progetto tiene conto di quanto previsto nel Progetto 6 (connessioni tra Volvera e il Castello del Drosso), fermo restando che gran parte delle azioni necessarie per la valorizzazione ambientale e fruitiva del nodo sono previste nel quadro degli interventi di compensazione per il termovalorizzatore del Gerbido, e quindi non sono inserite in questo Progetto. Inserimento degli interventi in altri programmi e sinergia con altre fonti di finanziamento: Il progetto nel suo insieme corrisponde a quanto previsto nel Contratto di fiume Sangone tra gli interventi necessari alla riqualificazione spondale e alla valorizzazione fruitiva dei percorsi. Il progetto è integrato con il Contratto di Fiume Sangone ed è da integrare con le iniziative regionali per la qualificazione dei Poderi di Stupinigi 1


Interventi specifici costitutivi del sistema 2 COMUNE N. * INTERVENTO SPECIFICO Beinasco 45a Superamento criticità di attraversamento e strettoia della ciclopista lungo Sangone Beinasco 46a Sistemazione ciclabile per allaccio al sistema Rotte di Stupinigi Beinasco 47a Sistemazione ciclopista, per allaccio ciclabile rotta Palmero Beinasco 48a Superamento criticità di attraversamento Beinasco 53a Tratto ciclabile su Via Rondò sino a Strada del Sangone Beinasco 54a Impianto filare lungo via Rondò Nichelino 56a Porta del Parco di Stupinigi - Riqualificazione aree lungo v.Torino tra ponte Sangone e v.Rondò Bernardo Nichelino 57a Sistemazione del viale Torino, tra viale Rondò Bernardo e poderi juvarriani Nichelino 58a Viale di nuova connessione tra cavalcavia XXV Aprile e viale Torino (area ex Galoppatoio) Nichelino 59a Viale di connessione ciclopedonale lungo via XXV Aprile (collegamento v. Fenestrelle con Palazzina Stupinigi) Nichelino 60a Sistemazione a viale da via XXV Aprile a Parco Boschetto * i numeri fanno riferimento alla sequenza individuata nel programma di intervento, comprensiva degli interventi immediatamente attivabili

RUOLO NEL PROGRAMMA ** Complementare Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Complementare Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale

e di altri interventi, attesi ma non immediatamente fattibili (per indisponibilità delle aree o dei fondi necessari). ** il ruolo nel programma può essere strutturale, ove il programma non raggiunga i suoi obiettivi primari a meno dell’intervento; nodale, ove l’intervento faciliti una connessione in altro modo esistente ma inefficiente o pericolosa; complementare, ove l’intervento costituisca parte importante delle strategie del programma ma non sia indispensabile per la sua funzionalità essenziale.

Superamento criticità di attraversamento e strettoia della ciclopista lungo Sangone

IS 45a

Soggetto: Comune di Beinasco Descrizione intervento: Sistemazione dell’attraversamento ciclabile di via Torino – Strada Orbassano e messa in sicurezza e qualificazione paesaggistica della strettoia lungo via Borgaretto per un tratto di 100 m. I costi previsti sono connessi alla specificità dell’opera e quantificati in 190.000 €. L’intervento ha carattere complementare.

2


IS 46a

Sistemazione ciclabile per allaccio al sistema Rotte di Stupinigi Soggetto: Comune di Beinasco

Descrizione intervento: Sistemazione del fondo e della segnaletica della pista ciclabile, per un tratto di 300 m, che consente di connettere la parte urbanizzata di Beinasco al sistema delle Rotte di caccia di Stupinigi e al sistema delle ciclabili di Torino che passa dal Castello del Drosso. Connessione Sangone-Parco Stupinigi. I costi previsti rientrano nello standard (85 €/m). L‟intervento, connesso con 47a ha carattere strutturale in quanto consente una continuità dal percorso ciclopedonale esistente lungo il Sangone alla Rotta Palmero e all‟intero sistema delle Rotte del Parco di Stupinigi (programma di intervento E).

IS 47a

Sistemazione ciclopista per allaccio ciclabile rotta Palmero Soggetto: Comune di Beinasco

Descrizione intervento: Sistemazione della segnaletica della pista ciclabile, per un tratto di 380 m, che consente di connettere il Comune di Beinasco al sistema delle Rotte di caccia di Stupinigi (Rotta Palmero) e al sistema delle ciclabili di Torino che passa dal Castello del Drosso. I costi previsti sono standard (95 €/m). L‟intervento, connesso con 46a ha carattere strutturale in quanto consente una continuità dal percorso ciclopedonale esistente lungo il Sangone alla Rotta Palmero e all‟intero sistema delle Rotte del Parco di Stupinigi (programma di intervento E).

3


IS 48a

Superamento criticità di attraversamento Soggetto: Comune di Beinasco

Descrizione intervento: Sistemazione e messa in sicurezza dell‟attraversamento ciclabile di Strada Borgaretto, per un tratto di 60 m. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 30.000 €. L‟intervento ha carattere strutturale, poiché assicura la continuità in sicurezza del percorso ciclabile di connessione tra le piste esistenti lungo il Sangone e il Parco di Stupinigi. L‟intervento è contestuale alla realizzazione degli interventi 46a e 48a, e alla connessione con quanto previsto nel programma di intervento E.

IS 53a

Tratto ciclabile su Via Rondò sino a Strada del Sangone Soggetto: Comune di Beinasco

Descrizione intervento: Completamento della pista ciclabile in sponda destra del Sangone con un tratto di nuova costruzione per una lunghezza complessiva di 500 m, in buona parte su tracciati esistenti. I costi previsti rientrano nello standard. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di connettere il percorso ciclopedonale lungo il Sangone con la Palazzina di Caccia di Stupinigi (e gli interventi del programma E). L‟intervento è previsto nel PTI (Rivoli) ed interessa aree di cui è prevista la sistemazione tra gli interventi di compensazione del Termovalorizzatore.

4


IS 54a

Impianto filare lungo via Rondò Soggetto: Comune di Beinasco

Descrizione intervento: Impianto di filare lungo via Rondò, per una lunghezza complessiva di 500 m, per qualificare paesisticamente il tratto ciclabile (int. 53a) adiacente, al quale è complementare. L‟intervento è reso possibile dalla riduzione del traffico lungo la via, in relazione all‟apertura della bretella complanare alla Tangenziale. I costi previsti rientrano nello standard. L‟intervento, nonostante l‟importante effetto di mitigazione paesistica, ha carattere complementare (in quanto in assenza della sua realizzazione è comunque assicurata la connessione ciclopedonale Sangone-Stupinigi). L‟intervento interessa un asse di cui è prevista la sistemazione tra gli interventi di compensazione del Termovalorizzatore.

IS 57a

Sistemazione del viale Torino, tra viale Rondò Bernardo e poderi juvarriani Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Sistemazione con arredo e qualificazione del fondo e dell‟assetto vegetazionale laterale e i parcheggi di attestamento opportunamente mitigati lungo viale Torino, per una lunghezza complessiva di 800 m. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 200.000. L‟intervento ha carattere strutturale per la centralità nel progetto di valorizzazione della “Porta” di Stupinigil (int.56a) e la connessione con i punti di arrivo dei percorsi e l‟attestamento veicolare per il compendio di Stupinigi, in particolare in previsione di interventi di rifunzionalizzazione degli edifici del “Poderi”

5


Porta del Parco di Stupinigi - Riqualificazione aree lungo viale Torino tra ponte Sangone e viale Rondò Bernardo

IS 56a

Soggetto: Comune di Nichelino Descrizione intervento: Riqualificazione dell‟area lungo viale Torino, tra il ponte Sangone e viale Rond Bernardo con inserimento di attrezzatura per i parcheggi di attestamento, la connessione armonica dei percorsi e di elemento segnaletico della “porta del Parco”. I costi previsti non possono essere parametrizzati, ma sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 500.000 €. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto definisce paesaggisticamente la porta di accesso a Stupinigi nel punto in cui l‟asse viario consente l‟inquadratura della palazzina e assicura la continuità ciclopedonale dal sistema delle ciclabili di Torino, Nichelino e Beinasco alla Palazzina di Stupinigi e all‟area manifestazioni di Nichelino, con un ruolo determinate nella connessione tra il programma di intervento A (Sangone) e il programma di intervento E (Volvera-Stupinigi-Drosso).

6


Viale di nuova connessione tra cavalcavia XXV Aprile e viale Torino (area ex Galoppatoio)

IS 58a

Soggetto: Comune di Nichelino Descrizione intervento: Nuova connessione tra V.Torino e il cavalcavia con viale alberato (ciclopedonale) lungo le aree dell‟e galoppatoio, utilizzabile, in prospettiva, come sede di manifestazioni. Il percorso, in parte in rilevato per la connessione in quota, ha una lunghezza complessiva di 500 m. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 100 €/m. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente (con l‟intervento 59a) una connessione qualificata da Nichelino all‟area di “Porta” della Palazzina di Caccia di Stupinigi e con l‟area manifestazioni.

7


Viale di connessione ciclopedonale lungo XXV aprile (collegamento via Fenestrelle con Palazzina di Stupinigi)

IS 59a

Soggetto: Comune di Nichelino Descrizione intervento: Formazione di viale alberato in allargamento (fino a 5 m.) della attuale pista ciclabile lungo via XXV Aprile (cavalcavia della tangenziale, per una lunghezza complessiva di 1.400m. . Per allargare l‟attuale sede del marciapiede ciclabile si prevede il rinforzo del rilevato esistente e la sistemazione delle aree residuali al piede, la formazione di un filare piantumato tra la sede stradale e il percorso ciclopedonale I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 800.000€ complessivi. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di connettere il percorso ciclopedonale dalla Palazzina di Caccia di Stupinigi ( e con l‟area di “porta” connessa con int. 58a) fino al centro di Nichelino, ed è prolungato con un viale sino al Parco del Boschetto int. 60a).

8


IS 60a

Sistemazione a viale da via XXV Aprile a Parco Boschetto Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Completamento di piantumazione a viale e sistemazione dell‟arredo con pista ciclabile lungo via Pracavallo via Fenestrelle, per una lunghezza complessiva di 500 m, con sistemazione per usi pedonali e ciclabile, interessando in modo particolare le aree agli esremi (“porta” del Parco del Boschetto e “piazza V Aprile”, da formare anche con parti di uso pubblico sul lato nordest della rotonda). I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 150.000 €. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto connette e qualifica il percorso dal cavalcavia (e quindi dall‟area di Stupinigi, v. int. 59a) e il Parco del Boschetto, nodo dei percorsi lungo il Sangone.

9


ASPETTI DI GESTIONE E MANUTENZIONE: In tutti i capitolati d‟appalto sono previsti a carico dell‟impresa gli oneri di gestione e manutenzione, per 5 anni.

TEMPISTICHE PRESUNTE: I tempi prevedibili di progettazione e autorizzazione sono coerenti con le scadenze definite dal Programma POR FESR (per gli interventi 56a e 57a, che comportano tempi di progettazione lunghi, sono prevedibili tempi di cantiere più ridotti, in modo da stare complessivamente nei 30 mesi prescritti).

ELEMENTI DI PREMIALITÀ’ (il punteggio di valutazione è crescente: 3 requisiti di massimo valore, 0 assenza di requisiti ) Valutazione complessiva Immediata cantierabilità del progetto

13 2

Trasversalità operativa e istituzionale

2

Coinvolgimento di operatori privati e Valenza multidisciplinare (integrazione aspetti ambientali, paesaggistici, fruitivi) Inserimento in altre progettualità

0 2

Possibilità di collegamento con interventi di Ambiti limitrofi Presenza contestuale di azioni immateriali e di sensibilizzazione

1

Valore di presidio sociale per il territorio

1

Impiego di pratiche di perequazione territoriale/ urbanistica Impiego di compensazione ecol. e paes.

1

2

2

Le aree necessarie sono in disponibilità dei proponenti o di altri enti pubblici (Regione); gli interventi in progetto hanno basso impatto ambientale e quindi sono ottenibili in tempi brevi le autorizzazioni necessarie, salvo il caso dell‟area di Porta di Stupinigi, per la quale va previsto un tavolo di coprogettazione con i soggetti interessati. Gli interventi in Comune di Beinasco sono dotati di progetto preliminare Il progetto interessa complessivamente 2 Comuni (Beinasco e Nichelino) e la Regione (proprietà ex Mauriziano), e richiede, per le parti che interessano Stupinigi, un coordinamento con l‟ nte Parco e il Ministero per quanto riguarda il piano di gestione del Sito Unesco (Residenze Sabaude): tutti gli enti sono coinvolti nel progetto CV e sono disposti ad attivare immediatamente un tavolo di coprogettazione per garantire una uniformità di prestazioni progettuali e realizzative qualificate Integrazione degli aspetti di valorizzazione ambientale fruitiva e paesaggistica nel contesto della fascia fluviale e della fascia di relazione tra Stupinigi e Nichelino Il progetto è parte integrante: - del Programma di intervento A (Sangone), insieme al progetto 1 e 3,, che prevede di realizzare in questa fase (2011-2013) la completa fruibilità ciclopedonale lungo le sponde del Sangone, dai Laghi di Avigliana alla confluenza Po. - del programma di valorizzazione dei Poderi, che la Regione sta predisponendo per i possedimenti dell‟e Mauriziano. Connessioni con il Programma d‟ambito di Torino (attraversamenti del Sangone per Stupinigi, Parco del Boschetto-Mausoleo Bella Rosin, continuità del sistema delle ciclabili e del trasporto pubblico verso Stupinigi) Nel quadro del Programma di intervento A (Sangone) sono previste azioni (da attivare fuori dal progr. PORFESR) per:  l‟attuazione di buone pratiche per la gestione di acque e spazi spondali previste dal Contratto di fiume Sangone);  l‟organizzazione dell‟offerta di ricettività agrituristica entro un progetto di marchio, pubblicizzazione e segnalazione degli itinerari e delle mete, esteso all‟intera CV e/o all‟ambito a sud di Torino;  la promozione e delle modalità colturali della fascia rurale allargata intorno al fiume, prioritarie rispetto all‟accesso alle misure del PSR per la tutela della biodiversità; La possibilità di coinvolgimento di Viale Torino entro il circuito dei percorsi urbani, facilmente e piacevolmente accessibili a piedi o in bici assicura una connessione urbana con le attività che si collocheranno nei Poderi e un presidio per evitare utilizzi marginali e impropri Il tratto di via Rondò in Comune di Nichelino viene valorizzato con viale alberato e ampia ciclabile come perequazione entro il progetto di riuso dell‟area insediata a nord della strada (proprietà e mauriziano) (non attivato nell‟immediato)

0

10


CONDIZIONI DEL PROGETTO: Intervento specifico

Disponibilità aree

Compatibilità con strumenti urbanistici

Presenza di progettualità Fenomeni di inquinamento e Criticità (conflittualità, Opportunità (accordi di e altri soggetti interventi bonifica autorizz. necessarie, vincoli ) collab., coerenza con piani )

45a

SI

SI

SI

NO

Progetto preliminare

46a

SI

SI

NO

NO

Progetto preliminare

47a

SI

SI

NO

NO

Progetto preliminare

48a

SI

SI

SI

NO

Progetto preliminare

53a

SI

SI

SI (PTI Rivoli)

NO

Progetto preliminare

54a

SI

SI

SI (Compensazioni Termovalorizzatore)

NO

Studio di fattibilità

56a

SI

SI

NO

NO

57a

SI

SI

NO

NO

58a

SI *

SI

NO

NO

59a

SI

SI

NO

NO

60a

SI

SI

NO

NO

autoriz: Parco Stupinigi e Min.Beni cult. autoriz: Parco Stupinigi e Min.Beni cult. autoriz: Parco Stupinigi e Min.Beni cult.

Stato attuale del progetto

Tavolo di coprogrttazione con Parco e Min.BCA Tavolo di coprogrttazione con Parco e Min.BCA Tavolo di coprogrttazione con Parco e Min.BCA

* In collaborazione con Regione Piemonte, proprietaria delle aree dell‟e Galoppatoio

11


COSTI ATTESI E COFINANZIAMENTO:

A. Ruolo nel programma

B. Dim

C. Costo di intervento

D. IVA (10% di C)

E. Costi tecnici, IVA e altri oneri

F. Costo lordo tot (C+D+E) (arrot. a 5.000€)

G. Quota cofinanz.

H. Finanz. richiesto (=F-G)

Intervento Specifico

Comune

Intervento specifico

45a

Beinasco

Superamento criticità di attraversamento e strettoia della Complementare ciclopista lungo Sangone

100

€146.160

€14.616

€29.232

€190.000

€38.000

€152.000

46a

Beinasco

Sistemazione ciclabile per allaccio al sistema Rotte di Strutturale Stupinigi

300

€19.530

€1.953

€3.906

€25.000

€5.000

€20.000

47a

Beinasco

Sistemazione ciclopista, per allaccio ciclabile rotta Palmero

Strutturale

380

€24.738

€2.474

€4.948

€35.000

€7.000

€28.000

48a

Beinasco

Superamento criticità di attraversamento

Strutturale

60

€23.058

€2.306

€4.612

€30.000

€6.000

€24.000

53a

Beinasco

Tratto ciclabile su Via Rondò sino a Strada del Sangone

Strutturale

500

€38.325

€3.833

€7.665

€50.000

€10.000

€40.000

54a

Beinasco

Impianto filare lungo via Rondò

Complementare

500

€32.550

€3.255

€6.510

€45.000

€9.000

€36.000

56a

Nichelino

Porta del Parco di Stupinigi - Riqualificazione aree lungo Strutturale v.Torino tra ponte Sangone e v.Rondò Bernardo

1

€384.615

€38.462

€76.923

€500.000 €100.000

€400.000

57a

Nichelino

Sistemazione del viale Torino, tra viale Rondò Bernardo e Strutturale poderi juvarriani

800

€153.720

€15.372

€30.744

€200.000

€40.000

€160.000

58a

Nichelino

Viale di nuova connessione tra cavalcavia XXV Aprile e Strutturale viale Torino (area ex Galoppatoio)

500

€77.175

€7.718

€15.435

€100.000

€20.000

€80.000

59a

Nichelino

Viale di connessione ciclopedonale lungo via XXV Aprile Strutturale (collegamento v. Fenestrelle con Palazzina Stupinigi)

1.400

€615.930

€61.593 €123.186

€800.000 €160.000

€640.000

60a

Nichelino

Sistemazione a viale da via XXV Aprile a Parco Boschetto

500

€115.500

€11.550

€150.000

€30.000

€120.000

€1.631.301 €163.130 €326.260 €2.125.000 €425.000

€1.700.000

€1.452.591 €145.259 €290.518 €1.890.000 €378.000

€1.512.000

TOTALE Totale interventi strutturali per i quali si richiede il finanziamento in maniera prioritaria

Strutturale

€23.100

12


CORONA VERDE

MASTERPLAN DELL’AMBITO DI NICHELINO

PROGRAMMA DI INTERVENTI A

SCHEDA PROGETTO 3 Sistema di interventi per la sistemazione naturalistica spondale e la fruizione ciclopedonale del Sangone - Tratto urbano Contesto territoriale e collegamenti intra ed extra ambito: Il progetto si inserisce nel Programma di interventI A (Sistemazione naturalistica e fruitiva della fascia spondale del Sangone) nel tratto più a valle, dove la prossimità degli insediamenti urbani di Torino, Nichelino e Moncalieri e l’interferenza di una dozzina di grandi infrastrutture di fatto impedisce alla fascia fluviale di svolgere il ruolo di nodo delle connessioni tra contesti diversi e molto importanti per gli aspetti ambientali e paesistici. Il Progetto completa dagli interventi previsti nel Progetto 1 e 2 nel tratto più a monte e realizza un obiettivo del Programma di intervento A, di assicurare una continuità di fruizione ciclopedonale lungo il Sangone da Trana al Po e, in corrispondenza delle aree a Parco urbano circostanti, si assicura una buona connettività con il sistema di ciclabili urbane anche nell’ambito limitrofo, di Torino e in connessione con il programma di intervento F (Po).

Enti proponenti e beneficiari: Comuni di Nichelino e Moncalieri. Gli interventi ricadono sui territori dei Comuni che li propongono. Tipologia di intervento (temi tratti dal Disciplinare par. 2.2.1):

• Valorizzazione del ruolo fondamentale di connessione ambientale del Sangone assicurando per quanto possibile continuità delle componenti ambientali fondamentali e recupero della funzionalità fluviale anche nei tratti e nei periodi di maggiore interferenza antropica. • Qualificazione dell’accessibilità e della fruizione per loisirs del fiume, inseriti in un programma complessivo di tratti di fasce fluviali, o di greenways

Descrizione del progetto in relazione alle strategie ed obiettivi di CV e del masterplan: In un contesto di grande pressione antropica e urbanizzativa il Progetto prevede un sistema di interventi che, nel loro insieme ed integrati con quanto già realizzato, assicurano la funzionalità di alcune connessioni oggi mancanti o disagiate: ƒ la continuità di fruizione ciclopedonale lungo il Sangone, da Orbassano alla confluenza, in continuità con gli itinerari già fruibili. ƒ una maggiore permeabilità ambientale lungo il Sangone, ottenuta entro gli stretti spazi disponibili, assicurando la continuità dei percorsi e, a partire dalla fascia fluviale, alcune connessioni qualificate attraverso parchi urbani e periurbani limitrofi, agibili o in progetto, che per buona parte costituiscono un bordo al tessuto urbano. Tali connessioni rispondono pienamente a quanto definito come obiettivo di CV e specificato come requisito nelle swot di ambito presentate a giugno 2010, come meglio dettagliato nello schema riassuntivo dei requisiti e delle prestazioni del programma di intervento A. Dato il ruolo di nodo territoriale del luogo rispetto al contesto, sono ritenuti prevalenti e strutturali tutti gli interventi che favoriscono la connettività ambientale e fruitiva. Inserimento degli interventi in altri programmi e sinergia con altre fonti di finanziamento: Il progetto nel suo insieme corrisponde a quanto previsto nel Contratto di fiume Sangone tra gli interventi necessari alla riqualificazione spondale e alla valorizzazione fruitiva dei percorsi (in particolare è previsto il sottopasso di C.Trieste int.88a). Inoltre la valorizzazione delle sponde del Sangone è inserita come strategia prioritaria nel Masterplan Nichelino 2010, che il comune di Nichelino sta redigendo sulla scorta delle indicazioni del concorso di idee ad esso connesso

1


Interventi specifici costitutivi del sistema 3 COMUNE Nichelino Nichelino Nichelino Nichelino Nichelino Nichelino Nichelino Nichelino Nichelino Moncalieri Moncalieri Moncalieri Moncalieri Moncalieri Moncalieri Moncalieri Moncalieri

N. * 67a 68a 69a 71a 72a 73a 74a 76a 77a 83a 81a 82a 84a 85a 87a 86a 88a

INTERVENTO SPECIFICO Sistemazione accesso da est al parco Boschetto Raccordo ciclabile tra parco del Boschetto e via Torricelli Sistemazione via Torricelli sino a via Artom per passaggio ciclabile Qualificazione area spondale dx Sangone "spiaggia Sangone" Completamento ciclabile e sottopasso via Artom Sistemazione ciclabile lungo la “Spiaggia del Sangone”, tra via Artom e via Torino Sistemazione sottopasso via Torino in sponda destra Sangone Sistemazione ciclabile lungo Sangone, a valle di via Torino Sistemazione ciclabile lungo Sangone, in tratto prossimo al confine Nichelino Moncalieri Sottopasso ciclopedonale della ferrovia Sistemazione ciclabile d'argine con allargamento sezione, a monte delle Fonderie Limone Sistemazione ciclabile d'argine, dx Sangone Sistemazione del tratto a valle della ferrovia della ciclabile d'argine con adeguamento della sezione Sistemazione tratto di ciclabile d'argine, a monte della ferrovia Sistemazione fascia spondale con ciclabile e filare, lungo Via S.Giovanni Bosco Attraversamento protetto di corso Roma Sottopassaggio ciclabile di corso Trieste

RUOLO NEL PROGRAMMA ** Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Nodale strutturale Strutturale Strutturale Nodale strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Strutturale Nodale strutturale Nodale strutturale

* i numeri fanno riferimento alla sequenza individuata nel programma di intervento, comprensiva degli interventi immediatamente attivabili e di altri interventi, attesi ma non immediatamente fattibili (per indisponibilità delle aree o dei fondi necessari).

** il ruolo nel programma può essere strutturale, ove il programma non raggiunga i suoi obiettivi primari a meno dell’intervento; nodale, ove l’intervento faciliti una connessione in altro modo esistente ma inefficiente o pericolosa; complementare, ove l’intervento costituisca parte importante delle strategie del programma ma non sia indispensabile per la sua funzionalità essenziale.

2


IS 67a

Sistemazione accesso da est al parco Boschetto Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Sistemazione della fascia, e del fondo ciclabile per una lunghezza complessiva di 200 m, su tracciato esistente. (lungo via dei Mughetti), per dotare il Parco di un accesso qualificato da Est. I costi previsti sono standard (70 â‚Ź/m netti). Lâ€&#x;intervento ha carattere strutturale in quanto consente di connettere i percorsi ciclabili lungo il Sangone dal nodo del Parco del Boschetto verso est. (prosegue con lâ€&#x;intervento 68a)

3


IS 68a

Raccordo ciclabile tra parco del Boschetto e via Torricelli Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Completamento exnovo di una pista ciclabile lungo la continuazione di via dei Mughetti, per una lunghezza complessiva di 200 m. I costi previsti non possono essere parametrizzati,ma sono connessi alla specificità dell‟opera (opere di alberatura con siepe e filari verso l‟area agricola) e quantificati in 180 €/m. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di connettere i percorsi all‟interno del Parco del Boschetto con i percorsi ciclabili lungo il Sangone (connesso all‟intervento 67a, e 69a).

IS 69a

Sistemazione via Torricelli sino a via Artom per passaggio ciclabile Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: In assenza di alternative che consentano il transito lungo il fiume sino alla permanenze dei fabbricati industriali lungo le sponde arginate, si utilizza una sistemazione di via Torricelli, fino al tratto di ciclabile esistente sino al ponte di via Artom, in modo da rendere praticabile il transito per lo più in sede promiscua per una lunghezza complessiva di 800 m. I costi previsti sono standard considerato l‟intervento che ricava una sede propria su un sedime stradale esistente (115 €/m netti). L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di connettere i percorsi dal Parco del Boschetto con i percorsi ciclabili lungo il Sangone verso est (connesso all‟intervento 68a, e 72a).

4


IS 71a

Qualificazione area spondale dx Sangone "spiaggia Sangone" Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Qualificazione dell‟area spondale in destra Sangone (cosiddetta “Spiaggia del Sangone”, a nord del percorso ciclabile) per un‟area complessiva di circa 10.000 mq. I costi previsti rientrano nello standard ( 6€/m netti) L‟intervento ha carattere strutturale in quanto costituisce allo stesso tempo un miglioramento della permeabilità ambientale del Sangone in un tratto particolarmente costretto e privo di sfogo, una sistemazione per il loisirs e un miglioramento paesaggistico per la fruizione della fascia fluviale. Va considerato contestualmente alla sistemazione del tratto ciclabile adiacente, ( int. 72a e 73a).

5


IS 72a

Completamento ciclabile e sottopasso via Artom Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Sistemazione del sottopassaggio di via Artom e completamento della pista ciclabile spondale per una lunghezza complessiva di 150 m. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 110.000 € complessivi. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (con interventi 69a e 73a)

Siste azione ciclabile l n o la S ia

ia del San one

tra ia Arto

e via Torino

IS 73a

Soggetto: Comune di Nichelino Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile lungo la sponda destra del Sangone, per una lunghezza complessiva di 450 m., con rifacimento fondo e ringhiere. I costi previsti , considerate le necessità di ripristino del sedime esistente sono inferiori a 150 €/m netti. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (segue intervento 72a).

6


IS 74a

Sistemazione sottopasso via Torino in sponda destra Sangone Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Sistemazione del sottopasso di via Torino per la messa in sicurezza della pista ciclabile, nonché dei raccordi con il sistema stradale sovrastante. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 30.000 € complessivi. L‟intervento ha carattere nodale, poiché facilita la connessione lungo il Sangone, altrimenti pericolosa, in ragione del passaggio sul corso trafficato.

IS 76a

Sistemazione ciclabile lungo Sangone, a valle di via Torino Soggetto: Comune di Nichelino

Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile lungo la sponda destra del Sangone, per una lunghezza complessiva di 300 m. , con ripristino del fondo e delle ringhiere. I costi previsti rientrano nello standard (120 €/m). L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (con intervento 74a e 77a).

7


Sistemazione ciclabile lungo Sangone, in tratto prossimo al confine Nichelino Moncalieri

IS 77a

Soggetto: Comune di Nichelino Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile lungo la sponda destra del Sangone, per una lunghezza complessiva di 100 m., necessitante di opere strutturali per alcune parti a sbalzo al fine di ampliare la sezione e adeguarla alle prescrizioni di legge, oltre al ripristino del fondo e delle ringhiere. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 100.000 € complessivi. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (con intervento 76a e 81a). Il progetto deve essere autorizzato da AIP idraulico del fiume.

per la potenziale incidenza sull‟assetto

IS 83a

Sottopasso ciclopedonale della ferrovia Soggetto: Comune di Moncalieri

Descrizione intervento: Sistemazione del fornice sud del ponte ferroviario per il passaggio della pista ciclabile (passerella sospesa o pensile). I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 180.000 €. complessivi. L‟intervento ha carattere nodale ma con alto interesse strutturale, poiché consente la connessione fruitiva lungo il Sangone. (tra int. 82a e int. 84a). Il progetto deve essere autorizzato da AIP e verificato dall‟ente di gestione dell‟infrastruttura per la potenziale incidenza sull‟assetto idraulico del fiume.

8


Sistemazione ciclabile d'argine con allargamento sezione , a monte delle Fonderie Limone

IS 81a

Soggetto: Comune di Moncalieri Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile: necessitano opere strutturali con parti a sbalzo al fine di ampliare la sezione della ciclabile e adeguarla alle prescrizioni di legge lungo l‟argine della sponda destra del Sangone, per una lunghezza complessiva di 250 m. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 200.000 €. complessivi. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (con interventi 77a e 82a). Il progetto deve essere autorizzato da AIP idraulico del fiume.

per la potenziale incidenza sull‟assetto

IS 82a

Sistemazione ciclabile d'argine, dx Sangone Soggetto: Comune di Moncalieri

Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile lungo l‟argine della sponda destra del Sangone, per una lunghezza complessiva di 250 m. In parte necessitano opere strutturali per le parti a sbalzo o in scavo, al fine di ampliare la sezione e adeguarla alle prescrizioni di legge, oltre alla nuova ringhiera e all‟arredo vegetale. I costi previsti sono 175 €/m netti in ragione della qualificazione del contesto (Centro culturale Fonderie Limone) . L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (tra intervento 81a e 83a). Il progetto deve essere autorizzato da AIP idraulico del fiume.

per la potenziale incidenza sull‟assetto

9


Sistemazione del tratto a valle della ferrovia della ciclabile d'argine con adeguamento della sezione

IS 84a

Soggetto: Comune di Moncalieri Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile che necessita di allargamento della sezione lungo l‟argine della sponda destra del Sangone, per una lunghezza complessiva di 130 m. Necessitano opere strutturali per le parti a sbalzo o in scavo, al fine di ampliare la sezione e adeguarla alle prescrizioni di legge, oltre alla nuova ringhiera e all‟arredo vegetale. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera e quantificati in 140.000 €. complessivi. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (connesso a intervento 82a e 85a). Il progetto deve essere autorizzato da AIPO per la potenziale incidenza sull‟assetto idraulico del fiume.

IS 85a

Sistemazione tratto di ciclabile d'argine, a monte della ferrovia Soggetto: Comune di Moncalieri

Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile lungo l‟argine della sponda destra del Sangone, per una lunghezza complessiva di 50 m. Sono necessarie opere di ripristino del fondo e segnaletica, oltre alla nuova ringhiera e all‟arredo vegetale. I costi previsti sono connessi alla specificità dell‟opera (ridotta dimensione dell‟intervento) (stimati in 20.000 €. complessivi) L‟intervento ha carattere strutturale in quanto consente di dare continuità fruitiva alla sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile (connesso a intervento 84a e 86a).

10


Sistemazione fascia spondale con ciclabile e filare, lungo Via S.Giovanni Bosco

IS 87a

Soggetto: Comune di Moncalieri Descrizione intervento: Sistemazione di un tratto di pista ciclabile esistente lungo la sponda destra del Sangone, dell‟opera con inserimento di fascia vegetale con siepe e filari in contesto urbanizzato e sistemazione degli attacchi della pista arginale alle strade (Via S.Giovanni Bosco, c.Roma) per una lunghezza complessiva di 700 m. I costi previsti sono connessi alla specificità e quantificati in 160 €/m. L‟intervento ha carattere strutturale in quanto rende agevole la continuità fruitiva in sponda destra del Sangone, attraverso la pista ciclabile.

IS 86a

Attraversamento protetto ciclopedonale corso Roma Soggetto: Comune di Moncalieri

Descrizione intervento: Sistemazione e messa in sicurezza dell‟attraversamento ciclabile di corso Roma. (semaforizzazione, arredo, segnaletica) I costi previsti sono quantificati in 40.000 €. complessivi L‟intervento ha carattere nodale ma importanza strutturale, facilitando la connessione dei percorsi lungo il Sangone in un incrocio, oggi pericoloso, per il traffico sul corso Roma.

11


IS 88a

Sottopassaggio ciclabile di corso Trieste Soggetto: Comune di Moncalieri

Descrizione intervento: Sistemazione dellâ€&#x;attraversamento ciclabile di corso Trieste, attraverso la realizzazione di un sottopassaggio (con soluzioni progettuali da studiare: passerella sospesa o con rampe a sbalzo). I costi previsti sono quantificati in 170.000 â‚Ź. complessivi. Lâ€&#x;intervento ha carattere nodale ma importanza strutturale, facilitando la connessione dei percorsi lungo il Sangone in un incrocio, oggi difficile da raggiungere, per il salto di quota, e pericoloso, per il traffico sul corso Trieste. Il progetto deve essere autorizzato da AIPO per la potenziale incidenza sullâ€&#x;assetto idraulico del fiume.

12


ASPETTI DI GESTIONE E MANUTENZIONE: In tutti i capitolati d‟appalto sono previsti a carico dell‟impresa gli oneri di gestione e ma nutenzione, per 5 anni.

ELEMENTI DI PREMIALITÀ’ (il punteggio di valutazione è crescente: 3 requisiti di massimo valore, 0 assenza di requisiti) Valore complessivo Immediata cantierabilità del progetto

12 1

Trasversalità operativa e istituzionale

2

Coinvolgimento di operatori privati e 0 associazioni pertinenti all‟obiettivo Valenza multidisciplinare (integrazione 1 aspetti ambientali, paesaggistici, fruitivi) Inserimento in altre progettualità 2 Possibilità di collegamento con interventi di Ambiti limitrofi Presenza contestuale di azioni immateriali e di sensibilizzazione

2

Valore di presidio sociale per il territorio Impiego di pratiche di perequazione territoriale/ urbanistica Impiego di pratiche di compensazione ecologica e paesaggistica

1

2

Le aree necessarie sono in disponibilità dei proponenti, gli interventi in progetto hanno bassissimo impatto ambientale mentre alcuni devono essere discussi con Aipo per minimizzare il rischio di impatto per la sicurezza idraulica Il progetto interessa complessivamente 2 Comuni (Nichelino e Moncalieri) e rientra nel suo complesso e in qualche intervento specifico nel quadro strategico messo a punto per il Contratto di fiume del Sangone

Tenendo conto delle modeste disponibilità di spazio per il corridoio ambientale, il progetto avanza, per quanto possibile, una valorizzazione Integrata degli aspetti ambientali e paesistici della fascia fluviale con quelli Il progetto è parte integrante, insieme al progetto 1, del Programma di intervento A (Sangone), che prevede di realizzare in questa fase (2011-2013) la completa fruibilità ciclopedonale lungo le sponde del Sangone, dai Laghi di Avigliana alla confluenza nel Po. Il Progetto integra e completa quanto previsto nelle strategie lungo il Fiume dal Comune di Torino, che destina attenzioni per il loro completamento nel Masterplan d‟Ambito Nel quadro del Programma di intervento A (Sangone) sono previste azioni (da attivare fuori dal progr. PORFESR) per:  l‟attuazione di buone pratiche per la gestione di acque e spazi spondali previste dal Contratto di fiume Sangone);  l‟organizzazione dell‟offerta di ricettività agrituristica entro un progetto di marchio, pubblicizzazione e segnalazione degli itinerari e delle mete, esteso all‟intera CV e/o all‟ambito a sud di Torino;  la promozione e delle modalità colturali della fascia rurale allargata intorno al fiume, prioritarie rispetto all‟accesso alle misure del PSR per la tutela della biodiversità; La possibilità di fruizione sistematica della fascia fluviale riduce l‟abbandono e i processi di utilizzo residuale

0 1

Nel quadro del Programma di intervento A sono previste opere di compensazione (da interventi trasformativi urbanistici) per la valorizzazione ambientale delle fasce fluviali, mentre gli interventi per la fruizione di cui al presente progetto sono a carico pubblico

TEMPISTICHE PRESUNTE: I tempi prevedibili di progettazione e autorizzazione sono coerenti con le scadenze definite dal Programma P R F SR, salvo ritardi per l‟autorizzazione AIP .

13


CONDIZIONI DEL PROGETTO: Intervento specifico

Disponibilità aree

Compatibilità con strumenti urbanistici

Presenza di progettualità Fenomeni di inquinamento e Criticità (conflittualità, Opportunità (accordi di e altri soggetti interventi bonifica autorizz. necessarie, vincoli ) collab., coerenza con piani )

67a

SI

SI

NO

68a

SI

SI

NO

69a

SI

SI

NO

71a

SI

SI

NO

72a

SI

SI

NO

aut. Parco Po-Sangone e Agenzia interregionale per il fiume Po (A.I.Po)

73a

SI

SI

NO

aut. Parco Po-Sangone.

74a

SI

SI

NO

aut. Parco Po-Sangone e Agenzia interregionale per il fiume Po (A.I.Po)

76a

SI

SI

NO

77a

SI

SI

NO

83a

SI

SI

NO

81a

SI

SI

NO

82a

SI

SI

NO

84a

SI

SI

NO

85a

SI

SI

NO

87a

SI

SI

NO

86a

SI

SI

NO

aut. Parco Po-Sangone e Agenzia interregionale per il fiume Po (A.I.Po)

88a

SI

SI

NO

aut. Parco Po-Sangone.

Stato attuale del progetto

aut. Parco Po-Sangone e Agenzia interregionale per il fiume Po (A.I.Po)

previsto in Contratto di fiume

14


COSTI ATTESI E COFINANZIAMENTO: Intervento Comune Specifico

Intervento specifico

A. Ruolo nel programma

C. Costo di intervento

B. Dim

D. IVA (10% di C)

E. Costi tecnici, IVA e altri oneri

F. Costo lordo tot (C+D+E) (arrot. a 5.000€)

G. Quota cofinanz.

H. Finanz. richiesto (=F-G)

.

67a

Nichelino

Sistemazione accesso da est al parco Boschetto

Strutturale

200

€15.120

€1.512

€3.024

€20.000

€4.000

€16.000

68a

Nichelino

Raccordo ciclabile tra parco del Boschetto e via Torricelli

Strutturale

200

€37.800

€3.780

€7.560

€50.000

€10.000

€40.000

69a

Nichelino

Sistemazione via Torricelli sino a via Artom per passaggio ciclabile

Strutturale

800

€96.600

€9.660

€19.320

€130.000

€26.000

€104.000

71a

Nichelino

Qualificazione area spondale dx Sangone "spiaggia Sangone"

Strutturale

10.000

€63.000

€6.300

€12.600

€90.000

€18.000

€72.000

72a

Nichelino

Completamento ciclabile e sottopasso via Artom

Strutturale

150

€84.263

€8.426

€16.853

€110.000

€22.000

€88.000

Nichelino

Sistemazione ciclabile lungo la “Spiaggia del Sangone”, tra via Artom e via Torino

Strutturale

450

€68,513

€6.851

€13.703

€90.000

€18.000

€72.000

1

€23.100

€2.310

€4.620

€30.000

€6.000

€24.000

73a 74a

Nichelino

Sistemazione sottopasso via Torino in sponda destra Sangone

Nodale strutturale

76a

Nichelino

Sistemazione ciclabile lungo Sangone, a valle di via Torino

Strutturale

300

€37.800

€3.780

€7.560

€50.000

€10.000

€40.000

77a

Nichelino

Sistemazione ciclabile lungo Sangone, in tratto prossimo al confine Nichelino Moncalieri

Strutturale

100

€76.650

€7.665

€15.330

€100.000

€20.000

€80.000

83a

Moncalieri

Sottopasso ciclopedonale della ferrovia

Nodale strutturale

1

€138.600

€13.860

€27.720

€180.000

€36.000

€144.000

81a

Moncalieri

Sistemazione ciclabile d'argine con allargamento sezione, a monte delle Fonderie Limone

Strutturale

250

€153.563

€15.356

€30.713

€200.000

€40.000

€160.000

82a

Moncalieri

Sistemazione ciclabile d'argine, dx Sangone

Strutturale

250

€45.938

€4.594

€9.188

€60.000

€12.000

€48.000

84a

Moncalieri

Sistemazione del tratto a valle della ferrovia della ciclabile d'argine con adeguamento della sezione

Strutturale

130

€107.153

€10.715

€21.431

€140.000

€28.000

€112.000

85a

Moncalieri

Sistemazione tratto di ciclabile d'argine, a monte della ferrovia

Strutturale

50

€15.225

€1.523

€3.045

€20.000

€4.000

€16.000

87a

Moncalieri

Sistemazione fascia spondale con ciclabile e filare, lungo Via S.Giovanni Bosco

Strutturale

720

€302.400

€30.240

€60.480

€390.000

€78.000

€312.000

86a

Moncalieri

Attraversamento protetto di corso Roma

1

€30.765

€3.077

€6.153

€40.000

€8.000

€32.000

88a

Moncalieri

Sottopassaggio ciclabile di corso Trieste

1

€130.725

€13.073

€26.145

€170.000

€34.000

€136.000

TOTALE

€1.427.213 €142.721 €285.443 €1.870.000 €374.000

€1.496.000

Totale interventi strutturali per i quali si richiede il finanziamento in maniera prioritaria

€1.427.213 €142.721 €285.443 €1.870.000 €374.000

€1.496.000

Nodale strutturale Nodale strutturale

15


Interventi Sangone - Corona Verde 2