Issuu on Google+

Settimanale di informazione - Anno IV numero 1 - Domenica 8 Gennaio 2012 DISTRIBUZIONE GRATUITA

Benvenuto 2012

che anno sarĂ ?

Domenica 8 Gennaio 2012

e-mail:promoartsrl@virgilio.it 1


EDITORIALE

BENVENUTO 2012 - CHE ANNO SARÀ? PREOCCUPAZIONI, INCERTEZZE E SPERANZE PER IL NUOVO ANNO di Rino Tomasiello Un anno che inizia è come un bambino che nasce : si porta con sé preoccupazioni, ansie, incertezze, sogni, speranze, per i giorni a venire. Che anno sarà, quello appena iniziato? E’ difficile prevederlo. Intanto cominciamo ad esorcizzare la famosa profezia dei Maya, sulla fine del mondo a Dicembre, che non ha alcun fondamento e il fatto che abbia tanta eco deve far riflettere non sul futuro ma sul presente, in cui l’ignoranza tribale si diffonde attraverso computer e telefonini. Tuttavia l’allarme per un “annus horribilis” esiste, è concreto. Sacrifici, lacrime e sangue, tagli, le parole più gettonate di questi giorni. La crisi si avverte per strada, nei negozi, ai mercatini,nei luoghi di svago. Gli indici in calo degli italiani in vacanza per le feste, sono stati indicativi; quelli del consumo per i cenoni della vigilia di Natale e Capodanno, anche. I rincari della benzina, dell’energia elettrica, del gas, del canone tv ecc. ecc. fanno il resto. La recessione è lì, ma è un passaggio obbligato verso la ripresa, assicurano gli economisti. E allora dobbiamo essere ottimisti, ci deve accompagnare la speranza di svolte, di cambiamenti, di risalite che porteranno più stabilità politica, più crescita economica, più giustizia sociale. Non possiamo però, come fanno gli struzzi in caso di pericolo, mettere la testa sotto la sabbia. Guardandoci intorno gli interrogativi sono tanti. L’austerità imposta dai leader europei porterà ad un ulteriore rallentamento dell’economia e l’incubo spread continuerà a tormentarci? La collera popolare all’origine della primavera araba, troverà un suo orizzonte certo o si continuerà con i bagni di sangue, senza trovare la risposta certa per la sostituzione dei dittatori abbattuti? Le elezioni negli USA premieranno gli sforzi di Obama o, come avviene per ogni forma di populismo, gli elettori non sapranno cogliere la differenza fra propaganda e responsabilità? Le manifestazioni di protesta contro i brogli

elettorali di Putin,disarcioneranno dal potere il tiranno e daranno ai russi la vera libertà e l’autentica democrazia? Sono interrogativi legittimi e preoccupati. A Casoria la città aspetta un governo autorevole e forte. L’Amministrazione comunale ha consumato abbondantemente il bonus della” luna di miele” con gli elettori,il tempo del rodaggio e dei posizionamenti è scaduto. E’ tempo, nel 2012, di porre fine alle incomprensioni, ai litigi, ai mal di pancia e ai musi lunghi e governare. Occorre una strategia programmatica di lungo periodo, tra le forze della coalizione che ha vinto le elezioni,per dare risposte ai cittadini e tracci “strategie future per la rinascita della città”. C’è fame di lavoro, lo testimoniano drammaticamente le migliaia di partecipanti alle recenti prove per l’assunzione di 10 vigili urbani. C’è fame di sicurezza, sono aumentati i furti e le rapine, con una microcriminalità sempre più violenta e senza scrupoli. C’è fame di vivibilità. La “morte” della centrale a biomassa come i lusinghieri risultati della raccolta differenziata sono segnali in controtendenza. Ma non basta. Compito della politica non è quello di promettere posti di lavoro, ma favorire le condizioni perché il territorio, in uno sviluppo ecosostenibile, crei occasioni di lavoro. La disoccupazione oggi fa registrare uno scontro sociale senza precedenti e colpisce le classi più disagiate, negando alle persone dignità e prospettiva. Il 2012 è anche l’anno olimpico. L’appuntamento è a Londra il 27 Luglio. Nella regale capitale inglese (dopo Pechino)ci saranno i rappresentanti della Casoria sportiva, quella del sudore e del silenzio. Picardi e Sarmiento, il nostro orgoglio,meravigliosi testimoni del sacrificio e della passione, saranno lì a difendere i nostri colori e a confermare il loro talento, con l’umiltà dei grandi. Ce la faranno? Ce la faremo? Ce la dobbiamo fare! Buon 2012 a tutti!

www.remax.it/20670031-61

2

Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1


ATTUALITA’

CI VUOLE CORAGGIO A CHIAMARLA FESTA 2 MORTI E 561 FERITI: È ANCORA UNA “GUERRA” LA NOTTE DI CAPODANNO di Antonio Di Napoli Cercare di essere obiettivi, in questi casi, non è semplice. La notte di Capodanno, anche quella appena trascorsa, è l’evento annuale per antonomasia, è il momento in cui si tirano le somme di un anno passato e si augurano eccellenti propositi per quello a venire, è il giorno della grande festa, dei festeggiamenti comuni e dei folclori popolari, dei dodici acini d’uva mangiati negli ultimi dodici rintocchi prima della mezzanotte durante un singolare rituale spagnolo, delle tavolate, imbandite e rumorose, viventi grazie ai nostri parenti e amici, dell’immancabile parata culinaria e ipercalorica a base di pesce, frutti di mare, zampone, lenticchie e bollicine, crisi economica “nonostante tutto”. Ma la notte di Capodanno, anche quella appena trascorsa, è anche la notte delle stelle filanti, del cielo tempestato di colori, dei fuochi d’artificio, degli spettacoli pirotecnici e degli assordanti botti e tutto ciò, apparentemente innocuo, deliziosamente goliardico e fanciullesco, da puer aeternus, contrasterebbe con il voluto disappunto grammaticale di inizio frase; la mera verità è che, purtroppo, questo piacevole momento tramuta la celebrazione dell’evento in una grottesca scena del miglior film di paura, a causa della disattenzione, della superficialità, dell’ostentazione,

della sconsiderazione di alcuni. E allora non bastano i reiterati controlli, gli avvenuti sequestri di merce illegale – solo a Casoria sono stati confiscati 500Kg di botti non autorizzati e in tutta Italia denunciate più di 400 persone –, gli incessanti avvisi e divieti delle forze dell’ordine e delle cariche istituzionali affinché questo angosciante bollettino di guerra non assuma un amaro sapo-

re e presenti un salato conto da pagare: un morto in Campania – la vittima è stata raggiunta alla scapola sinistra da una pallottola vagante – uno a Roma e cinquecentosessantuno feriti in tutta Italia, di cui quarantaquattro gravi, sessantotto bambini sotto i 12 anni e cinquantanove ragazzi tra i 12 e i 18 anni. A questo già preoccupante quadro si affianca un palese costo sociale provocato dai danni materiali alle città, ai servizi, alla res publica. Ed è così che a Napoli, mestamente e irrimediabilmente maglia nera quando si tratta di notizie del genere, sono stati centoquaranta gli interventi eseguiti dai vigili del fuoco per spegnere i roghi causati dai cumuli di rifiuti incendiati dai botti che hanno provocato danni anche alle vie del centro, alla segnaletica stradale e alle autovetture parcheggiate. Perversa inciviltà o pura incoscienza!? Non ci è dato saperlo, ma il silenzio di queste risposte diventa autenticamente assordante e basterebbe utilizzare un minimo di intelletto e giudizio durante queste occasioni per evitare gli scenari raccontati e per invece menzionare solo attimi e momenti di serenità e salute che in questo periodo sociale così incerto, magari, non guasterebbero affatto. Magari. Possiamo solo, al contrario, immaginarla con fantasia e fervida inventiva, rendendola perfetta e come dovrebbe essere ricordata, la notte di Capodanno, anche quella appena trascorsa.

Corso Umberto I 15/17-80026 Casoria (NA) Tel 081 7574976- Fax 081 5400027 sito www.farmaciameo.com Domenica 8 Gennaio 2012

3


ATTUALITA’

SE LE POLITICHE SOCIALI RISCHIANO DI DIVENTARE A-SOCIALI

GLI EFFETTI DEI TAGLI SULL’AMBITO TERRITORIALE CASORIA-CASAVATORE - ARZANO di Luisa Marro Tempi di crisi, tempi di tagli anche e soprattutto nelle politiche sociali. Ma cosa sono le politiche sociali? Esse rappresentano la risposta che le istituzioni politiche dovrebbero dare in termini di programmazione e in termini economici ai bisogni sociali, a dei bisogni reali di persone che vivono in uno stato di disagio. Sono bisogni che riguardano bambini, giovani, disabili, le famiglie dei disabili, anziani, madri nubili, ex carcerati, disoccupati, precari. Eppure il panorama dei tagli consegnato dall’ex governo Berlusconi è desolante: il Fondo Nazionale per le politiche sociali, un po’ il padre di tutti i fondi per il sociale, nato tre anni prima della legge quadro 328, da 1.000.800.000 euro è stato ridimensionato a 150 milioni di euro, mentre il Fondo Nazionale per la non autosufficienza da 244 milioni di euro ha subito un drastico azzeramento. Un azzeramento quest’ultimo pesante, rispetto a cui la risposta da parte di sindacati, terzo settore, rappresentanza dei Comuni (che più di tutti lo pagheranno) è stata finora flebile, quasi rassegnata. Mentre il Fondo Nazionale per il sostegno alla locazione è diminuito, dal 2008 al 2011, dell’84% e per il 2012 risulta sia anche esso azzerato. Altra nota dolente è il decreto commissariale 77/11, che impone agli ambiti sociali territoriali il vincolo di attenersi agli obblighi di compartecipazione in materia di concorso alle spese per prestazioni socio-sanitarie. Il Decreto commissariale n.77 aggiungendosi alla ormai cronica carenza di risorse, a seguito dei tagli operati dal Governo centrale e delle difficoltà finanziarie dell’Ente Regione, comporta un ulteriore carico di spesa per i Comuni dovuto alla compartecipazione alle prestazioni socio-sanitarie e pone direttamente in

4

capo ai Comuni associati l’onere di corrispondere alla fatturazione della quota di loro competenza. Ciò determina, a fronte di una già drastica riduzione negli ultimi anni delle risorse trasferite, l’onere della spesa per tali prestazioni senza tuttavia destinare agli stessi Comuni quelle risorse che precedentemente si destinavano al Servizio Sanitario Nazionale attraverso il Fondo Sanitario Nazionale e la quota capitaria. Situazione questa, che mette definitivamente i Comuni in ginocchio. L’ambito territoriale n. 6 Casoria, Casavatore, Arzano, in caso di attuazione del decreto n.77/11 dovrebbe aumentare la compartecipazione alla

spesa sociale di ulteriori Euro 10,00 per abitante oltre alla compensazione per il taglio dei fondi nazionali per un aumento totale di Euro 15,00 per abitante oltre ai 10,00 Euro che attualmente vengono versati, per un totale complessivo di Euro 25,00 per abitante che moltiplicato per gli abitanti del Comune di Casoria sarebbe pari ad Euro 1.700.000,00 per il bilancio 2012 contro gli attuali 800.000,00 Euro circa previsti nel bilancio 2011. In questo modo si deve cercare di tamponare il deficit sanitario della regione Campania e si corre il rischio di “sanitarizzare” l’assistenza, di spostarla verso le situazioni più gravi e di ridurne i contenuti più propriamente sociali, di orientamento promozionali, preventivi, domiciliari, di comunità. Inoltre, la conseguenza probabile è il forte ridimensionamento dei servizi ai cittadini e di quelle professionalità sociali, patrimonio importante del nostro territorio, che operando quotidianamente sui bisogni hanno contribuito ad elevare la qualità della vita delle famiglie che più necessitano di servizi a carattere sociale. Si rischia, inoltre, di bloccare il complesso percorso di applicazione della legge quadro 328, che è la legge per l’assistenza, finalizzata a promuovere interventi sociali, assistenziali e sociosanitari che garantiscano un aiuto concreto alle persone e alle famiglie in difficoltà. Così come si rischia di bloccare il piano sociale di zona avviato attraverso un intenso confronto con le realtà istituzionali e del privato-sociale. E’ notizia dell’ultima ora che il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro abbia intenzione di congelare il decreto commissariale n.77/11 dando seguito alle richieste dei tanti Comuni Campani che ne hanno richiesto la sospensione perché ritenuto illegittimo ed inopportuno. Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1


ATTUALITA’

L’ALENIA DECOLLA VERSO IL NORD CASORIA OUT - POMIGLIANO RUOLO DI SECONDO PIANO di Rosaria Mainella Siamo travolti dalla crisi internazionale e siamo costretti a fare i conti con quella che sembra una “brusca depressione”, iniziamo quindi ad abituarci alle fabbriche che chiudono, agli imprenditori che dismettono le attività, agli operai in cassa integrazione e alla disintegrazione progressiva dei posti di lavoro.Cadiamo spesso però nella trappola della congiuntura economica che non è sempre causa delle abili mosse dei nostri scaltri imprenditori. La notizia della chiusura dell’Alenia a Casoria è stata infatti sicuramente categorizzata nell’alveo delle conseguenze della crisi, non è certo che sia così. Certa è la dismissione dello stabilimento produttivo casoriano perchè inidoneo e non in linea con gli standard tecnologici dell’azienda. In sintesi l’Alenia di Casoria chiude perchè il gruppo preferisce smistare gli operai altramente specializzati nei siti di Nola e Pomigliano, entrambi oggetto di notevoli interventi di modernizzazione, piuttosto che ammodernare il sito di Casoria. In effetti dismettere l’impianto industriale rientra nell’ambito di una strategia di razionalizzazione produttiva che punta a eliminare gli anelli deboli e a concentrarsi sui poli produttivi più promettenti.

Domenica 8 Gennaio 2012

Questa riorganizzazione che conduce ad una riduzione dei siti, porterà con sè anche la riduzione delle attività ed inevitabilmente delle maestranze e la soppressione di circa 800 posti di lavoro a livello aggregato, anche se è stato dichiarato che gli esuberi non riguardano Casoria. I lavoratori operativi nel sito casoriano, che attualmente operano a pieno regime con un ottimo carico di lavoro e non

pochi straordinari, verranno spostati nei due restanti baluardi produttivi campani. L’accettazione dell’accordo è stata “fluidificata” dal riconoscimento di un rimborso spese per lo spostamento, nell’ordine dei 13-18 euro al giorno a ciscun operaio, veri e propri incentivi per facilitare la trattativa e rimborsare i sacrifici degli operai costretti a spostarsi.

E il Comune? Il ruolo svolto dall’Amministrazione, a sentire le sigle sindacali CGIL e FIOM, è stato per il momento poco incisivo, sono state accettate le promesse dell’azienda nell’ambito di una vertenza che presenta luci ed ombre in egual misura. L’Alenia cederà i suoli al Comune, quest’ultimo dovrà aprire un tavolo di confronto per procedere ad una vera e propria riconversione industriale per evitare solite speculazioni edilizie o l’installazione dell’ennesimo centro per la grande distribuzione. La criticità dello smembramento del sito produttivo dell’Alenia a Casoria non impatterà direttamente e con violenza sugli operai ma sulla città innanzitutto, e lancia una sfida importantissima all’Amministrazione. Riconvertire l’area, creare occupazione, generare attività e stimolare quindi la crescita economica del territorio devono essere gli obiettivi del Comune, che ha una responsabilità importante ,trasformare la chiusura del sito in un’occasione di rilancio. La sfida non è tra le più semplici ma siamo fiduciosi e ben disposti e la trasformazione ed il rilancio sono possibili.

5


CURIOSITA’

IL SINDACO, LA GIUNTA...LE STELLE

ASTRI DI SAGGEZZA: TUTTI I SEGRETI RISERVATI DALLE STELLE AGLI AMMINISTRATORI di Maria Rosaria Rocco All’inizio di ogni nuovo anno si fa un gran parlare di astrologia, segni zodiacali e costellazioni, impazzano in internet e sulle riviste svariate previsioni, per comprendere la natura e il temperamento dei segni zodiacali nell’anno nuovo che verrà. Il 2012 è stato eletto l’anno del grande inizio: nuova vita, amori che cambiano, strade inesplorate, ma soprattutto manovre, tagli e spesso tanta paura, a volte infondata. Il denaro? Non preoccupatevi arriverà anche quello. Il nostro Comune riversa in una situazione astrale abbastanza positiva, sotto il segno della rinascita e della fortuna, ma ai nostri politici cosa aspetta? Gli astri che dicono? Lavoreranno bene per Casoria? Partiamo dai nostri Assessori per poi finire al nostro Sindaco, scoprendo il loro segno zodiacale cosa nasconde per questo nuovo anno e nel campo lavorativo cosa li aspetterà: Raffaele Bene (Assessore Bilancio, Programmazione Economica, Politiche delle Entrate e l’acquisizione di Fondi Comunitari) è nato sotto il segno del Sagittario. Il nato nel segno del Sagittario ha una grande disponibilità a socializzare,difatti è un mondano, sempre attorniato da

amici, fiducioso, allegro ed espansivo. Pieno di slanci, grandi ideali e idee in continua evoluzione. Il suo ottimismo lo spinge a non abbattersi mai, anche nelle situazioni più difficili. Il 2012 spinge il Sagittario all’arrembaggio come non mai, ma la voglia di strafare segnala rallentamenti, dispersione di forze, ma molte soddisfazioni attendono chi lavora alle dipendenze altrui, specie nella prima parte dell’anno. Marzo, aprile, luglio, agosto, novembre, dicembre sono ottimi periodi che regalano una marcia in più. Tommaso Casillo, (Assessore, Sicurezza Urbana, Mobilità Urbana, Attività Produttive, Commercio, Fonti Energetiche, Sport, Ciclo Acque) è

nato sotto il segno dell’Acquario come l’Assessore Pasquale Tignola (Politiche Ambientali e Igiene Urbana, Risorse Umane, AA. GG). Entrambi descritti dal loro segno come uomini solidali, originali e un po’ anticonformisti in quanto l’Acquario è il segno dell’uguaglianza, comprensione e solidarietà. Eccentrico e vanitoso sempre desideroso di essere considerato eccezionale. Inclini alle idee innovative, intuitivi e fantasiosi,in ogni acquario si nasconde un piccolo innovatore. Anno positivo, questo nuovo che avanza, regala rigore e determinazione, da giugno fino ad ottobre è una garanzia di risultati conseguiti, di traguardi raggiunti, di progetti realizzati. Invece, Giovanni Gagliardi (Pianificazione e Assetto del Territorio, Edilizia Privata, Politiche Idrogeologiche) e Luisa Marro (Pubblica Istruzione, Politiche Sociali e Giovanili, Cultura, Turismo, Spettacolo) sono nati entrambi sotto il segno della Bilancia. Comunicativi, eleganti, riflessivi , i nati della Bilancia, sono alla continua ricerca dell’armonia. Diplomatici per eccellenza sanno valutare con obiettività situazioni, fatti e persone. Anche il 2012 è molto esigente nei confronti della Bilancia, rappresentato da ostacoli da superare, caratterizzato

O L L I R I iC

Abbigliamento moderno s.r.l.

l l . F

orario apertura 9:30 - 13:30 15:30 - 20:00 APERTO DOMENICA MATTINA

Via Lipari, 60 - 80026 Casoria (NA)

Tel./Fax 081.5846111 e-mail: abb.fratellicirillo@libero.it

6

Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1


CURIOSITA’ dai primi sei mesi dell’anno un po’ grigi, schiariti poi da giugno. Da giugno all’inizio di ottobre, ha davanti un periodo eccellente, sfruttalo fino all’ultimo giorno, all’ultima ora, perché è in questi mesi che si potranno ottenere i risultati migliori nel lavoro, i guadagni più consistenti, le soddisfazioni che contano. Mariano Marino (Assessore Patrimonio, Decentramento e Servizi demografici) è nato sotto il segno del Cancro. Volubili, lunatici, permalosi e nostalgici. Il Cancro nell’arco di un solo giorno cambia negli umori, negli interessi, nelle decisioni. Spesso svampiti, fantasiosi e stravaganti, possiedono un innato senso artistico. Capaci di fare battaglie sociali importanti e di armarsi a favore delle persone più indifese, sente un profondo amore per le persone indifese. La situazione nel 2012 per il Cancro è in costante miglioramento, da febbraio la fantasia galoppa, l’intuizione è al massimo, con antenne potenti che guidano anche nei momenti difficili. Da ottobre la meta è più chiara,con la consapevolezza delle strategie da usare. La prima parte dell’anno promette molte soddisfazioni. Sergio D’Anna (Vicesindaco) è sotto il segno del Capricorno. I nativi del segno del Capricorno sono molto affidabili, schietti, spesso indecisi, distratti, ma sono estremamente fedeli. Possono essere filosofi e idealisti o avventurieri e passionali. I primi sei mesi del 2012 saranno straordinari, concentrandosi sul periodo

Domenica 8 Gennaio 2012

che va da gennaio a giugno potranno ottenere quello che più preme. Luglio vede rallentamenti sul lavoro mentre ottobre vede il pieno successo dei progetti creati durante gli anni precedenti. Per i Capricorni decisi c’è da parte loro iniziativa e sprint, la fortuna è dalla loro parte. Infine il nostro Sindaco Vincenzo Carfora, nato sotto il segno del Toro, è considerato il segno più testardo dello zodiaco, ma non bisogna dimenticare che la testardaggine ha un risvolto favorevole che si chiama tenacia e che assieme ad un’altra dote, la pazienza, lo portano a superare le difficoltà. Il lavoro è visto come il modo migliore per ottenere ciò che vuole ed anche per vincere la sua naturale indolenza. Difficile non volere bene ad una persona del Toro tanto affabile, presente e determinata, vive sempre in maniera molto razionale.

Tutta la prima parte dell’anno è straordinaria e assicura il massimo favore, con il successo degli obiettivi nei primi mesi con periodi di benevolenza. Da ottobre in poi, invece, qualche rallentamento e ridimensionamento: poca cosa, comunque. Potrà realizzare progetti o programmi importanti, chiedere miglioramenti strumentali, allargare il giro d’affari con i mesi estivi e quelli finali dell’anno particolarmente grintosi. Tutte queste previsioni astrali favorevoli rendono il 2012 un ‘anno ricco di aspettative per il Comune di Casoria, ma solo gli astri non bastano, serviranno impegno e tenacia per far fronte ad un periodo ricco di innovazioni e cambiamenti. La previsione astrale per i cittadini è quella di vivere un nuovo anno che sia davvero eccezionale, che doni serenità e ricchezza e che renda tutti un po’ più consapevoli dei ruoli che svolgono, credere e guardare con occhi diversi l’anno che verrà, fatto di speranze e voglia di rivincita; troppe le cose negative che ci hanno accompagnato nel 2011, troppi i disoccupati, gli anziani con pensioni bassissime, i commercianti con problemi economici. Un augurio non basta, serve davvero scendere in campo e lottare, credere in ciò che siamo e chi ci rappresenta. Galileo Galilei scriveva così: “Non basta guardare, occorre guardare con occhi che vogliono vedere, che credono in quello che vedono. “

7


CRONACA

CASORIA SUI GIORNALI SETTE GIORNI DI RASSEGNA STAMPA

RIA SO I A C SU LI NA R GIO

di Antonio Di Napoli

Senzalavoro, riprende il sit in dei disoccupati fuori il Municipio. Il coordinamento ha chiesto un incontro con il primo cittadino. Muniti di striscioni hanno occupato per diverse ore lo spazio antistante la casa comunale situata in piazza Cirillo. Topi in piazza Benedetto XV, allarme dei residenti. I cittadini hanno esortato l’Asl ad effettuare la derattizzazione e l’amministrazione per la pulizia del quartiere. Giustificata la paura dei cittadini che temono rischi sanitari e diffusione di malattie. Erano su uno scooter rubato, fermati. Manette ai polsi per Mario Zanfardino e Umberto Di Chiara, colti alla guida di un ciclomotore il cui furto era stato denunciato il 21 dicembre scorso. Al tavolo istituzioni e sindacati per calmierare i prezzi: parte l’Osservatorio per i servizi. Tutti i componenti della prima riunione hanno concordato di indirizzare in maniera prioritaria tutti gli sforzi possibili per contrastare l’evasione fiscale ed evitare ulteriori incrementi di tasse e tariffe per i cittadini.

NAPOLI NORD

Tentano rapina ad un Tabacchi, messi in fuga da un agente. Erano muniti di armi-giocattolo. Sventata da un agente della polizia di stato libero dal servizio, una rapina in un Tabacchi di Casoria, già finito in precedenza nel mirino dei malviventi. Case e megastore, nuove tecniche di rapina. Scatta l’allarme dopo l’assalto al Decathlon. Boom di raid negli appartamenti: più 70%. I malviventi puntano su bersagli facili quando le banche e le poste sono protette dalla tecnologia: da un’abitazione si possono portare via anche 50mila euro tra denaro e preziosi.

Sarah Manzoeto, la voce di Casoria a “Sanremo Social”. 17enne, studentessa di Casoria, è in gara per “Sanremo Social”, un’iniziativa internet per accedere al più famoso festival della canzone italiana. La sua canzone si può ascoltare e votare su Facebook fino ad oggi 8 gennaio 2012.

8

Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1


RUBRICA

L’ALTROLATO... DEL WEB BUONI PROPOSITI PER IL NUOVO ANNO... di Roberta Formisano Sono passate già 168 ore dalla fine del 2011, e il 2012 si è lasciato alle spalle una serie di avvenimenti. I “cambi di guida” come le sommosse popolari in Egitto e la conseguente dimissione di Mubarak, la morte di Osama Bin Laden, le dimissioni di Berlusconi da Presidente del Consiglio italiano, che ha lasciato le redini al governo tecnico di Monti. I “disastri” come quello petrolifero della Nuova Zelanda, o gli incidenti, conseguenza del terremoto e relativo tsunami, che hanno colpito Fukushima (e sono ancora in corso), i 600 tornado che in un solo mese hanno colpito gli Stati Uniti, le tremende alluvioni in Algeria, in Liguria e Toscana. Gli “eroi che nascono”, il Barcellona vinci-tutto, il Milan che vince lo scudetto, Sebastian Vettel campione di F1, il Settebello, nazionale italiana di pallanuoto maschile, campione del mondo. Ci sono “altri che ci hanno lasciato”, Marco Simoncelli, Steve Jobs, Amy Winehouse, il grande regista Ken Russell, la scrittrice Annie McCaffrey. Non sono mancati “fatti memorabili”, i neutrini più veloci della luce, il 150° dell’Unità d’Italia, la santificazione di Giovanni Paolo II, il matrimonio di William e Kate, la guerra in Iraq, l’assalto da parte dei black bloc a Roma, gli indignados di tutto il mondo invece hanno protestato

pacificamente scendendo in piazza, , e infine l’inaugurazione del Memorial Museum 11 settembre. Il 2011 ha portato con sé tante cose. Ma cosa ci riserverà questo 2012? Sul web non sono mancati i buoni propositi da parte dei giovani “di passaggio” nel nostro gruppo su facebook. Conoscere divi del cinema o del mondo della musica, smettere di fumare, andare in palestra, mettersi a dieta, superare esami all’università,

STAMPA OFFSET - DEPLIANTISTICA MANIFESTI - EDITORIA Domenica 8 Gennaio 2012

laurearsi, vincere alla lotteria! C’è chi vuole spingersi oltre, viaggiando magari verso Londra, Parigi, Budapest, e perché no, New York, Giappone. Chi chiede più sincerità e meno egoismo da parte delle persone più care e chi si propone di essere spudoratamente felice. C’è chi deciso, vuole cambiare vita, e chi semplicemente vuole maturare, essere più forte, ottenere ciò che vuole e impegnarsi affinché ciò si realizzi al 100%. Non manca chi chiede di dimezzare lo stipendio ai politici, o far pagare l’ICI a Monti, o addirittura mandare in strada tutti i politici a vivere come barboni. Ma ciò che più di tutto ha attirato la mia attenzione sono stati i propositi sul vendicarsi, scappare di casa e arrivare vivi all’anno successivo. Mancanza di ottimismo, di fiducia, di valori? Di sicuro c’è anche chi non fa affatto propositi per il nuovo anno! E infine 25.477 persone hanno condiviso il proposito di “sopravvivere alla faccia dei Maya”. E’ ormai risaputa la famosa previsione degli antichi Maya riguardante il 21 dicembre 2012: secondo il loro calendario, cade in questa data la fine di un’era cosmica. Il punto è, crederci oppure no? Nel frattempo non ci resta che vivere, essere protagonisti e compartecipi di ogni mutamento che ci attende!

80026 Casoria (Na) - Via P. Nenni (zona ind.le) Tel. +39 0817580509/0817585954 Fax +39 0815404479 info@griecam.com

9


10

Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1


SPORT

CASORIA E LE REALTA’ SPORTIVE UNO SGUARDO SULLE ATTIVITA’ CHE ANIMANO LA NOSTRA CITTA’ di Sundra Sorrentino

L’inizio del 2012, anno Olimpico, ci offre lo spunto per parlare delle realtà sportive che animano la nostra città. Non dimentichiamo, infatti, che Casoria ospita il famoso Palazzetto dello sport, struttura efficientissima e di notevole spessore, che, nata nel 2004, conta oggi moltissimi iscritti, soprattutto giovanissimi. A dimostrazione che i risultati delle statistiche non devono essere dogmaticamente universalizzati. Il centro sportivo comprende un campo attrezzato per partite di pallavolo e basket. Qui è possibile, inoltre, praticare anche il pugilato, nella palestra gestita da Antonio Picardi (ex-pugile professionista), e il nuoto, nella Piscina situata nella medesima area del PalaCasoria. Passione, sacrificio, talento. Lo sport, prima ancora di fortificare i muscoli, ci dona l’opportunità di comprendere valori fondamentali anche nella vita: la solidarietà, il duro lavoro, il rispetto dell’avversario, la tolleranza verso le altrui vittorie, la sana competizione. Passione, sacrificio, talento. E’ l’aria che si respira qui, al PalaCasoria, a suggerirci l’importanza di questi tre elementi, ingredienti basilari per il conseguimento di gratificanti vittorie. Domenica 8 Gennaio 2012

E’ proprio di questo che vogliamo parlare, delle vittorie conquistate nel 2011 dalle due giovani squadre casoriane: quella di pallavolo, e quella di pallacanestro. La prima, la Giotto Volley è stata fondata nel 1985, la consacrazione della squadra arriva però solo nel 2003, essa avrà la sua prima esperienza nazionale nel 2005, e accederà alla B1, dove è situata tuttora, nel 2009. La secondo, la Casaurea Basket, ha trovato nel 2011, l’anno della propria rivincita, come afferma il direttore sportivo Francesco Galdi. Il resoconto dell’anno orami

trascorso, è quindi sicuramente positivo, nonostante l’incertezza della squadra durante la fase iniziale del Campionato. Dopo le prime sconfitte, dovute a scelte tecniche sbagliate, 4 vittorie consecutive, portano la squadra ai vertici della classifica della C2 (a livello regionale naturalmente) e le permettono di accedere ai Playoff. Galdi ha tutte le ragioni di credere che, se continua così, la squadra approderà al più presto alla C1. La prima partita del 2012 si terrà il 15 Gennaio, e sarà giocata contro l’Ass. Pall. Cercola. Essendo in tema di vittorie, non potremmo non menzionare il Campione Olimpico Vincenzo Picardi, pugile, la cui carriera è costellata di grandiose medaglie (5 titoli italiani assoluti, il bronzo ai Campionati dell’Unione Europea, a quelli Mondiali, e alle Olimpiadi di Pechino nel 2008). Molto probabilmente, anche quest’anno a Londra avrà modo di portare alto il nome della nostra città, facendo sognare ancora una volta il pubblico che da sempre lo sostiene. La palestra, in cui suo padre Antonio allena da anni, è frequentata da ragazzi provenienti anche dalle province circostanti, data la scarsità di risorse affini a questo sport in tali città.

11


12

Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1


Domenica 8 Gennaio 2012

13


RUBRICA

A TU PER TU CON LE TASSE NUOVA ICI 2012 di Vincenzo Carboncino “Tutto quello che esce dalla porta (qui va anche bene sottolineare di casa propria) entra dalla finestra”. Ebbene questo è quello che è accaduto proprio alla tassazione sugli immobili, che però proprio nell’uscire di CASA ha perso il suo vecchio e simpatico nome di ICI e ha preso quello nuovo di IMU (imposta municipale) e stavolta sarà applicata anche sulla prima casa. Così come accade nel mondo del commercio in cui al cambiamento di nome di un prodotto o di un servizio di identico contenuto spesso si associa anche un cambiamento di prezzo, anche per l’IMU è accaduta la stessa cosa. Questa imposta pur determinando la base imponibile sulla rendita catastale dell’immobile (da non confondere con il valore dell’immobile) come già la precedente ICI, prevede il consueto fattore di rivalutazione del 5% ed un moltiplicatore di adeguamento che dal precedente 100 arriva a 160!!! La reintroduzione dell’ICI è stata decisa nel decreto Monti del 4 dicembre 2011 (c. decreto Salva Italia) a cui facciamo riferimento in questa pagina. La nuova ICI, preferiamo chiamarla così per ragioni di simpatia, prevede due aliquote di imposta una Aliquota di base allo 0,76% che è quella pagata da tutti gli immobili a partire dalla seconda casa in poi che equivale quasi ad un 8 per mille sul valore immobiliare della casa. L’altra, Aliquota ridotta allo 0,4% sarà applicata sulla prima casa

14

( abitazione principale ) ed equivale ad un 4 per mille del valore immobiliare della casa. La nuova ICI-IMU, così come la vecchia ICI, dovrà essere pagata dai proprietari degli immobili ogni anno anche se sembrerebbe destinata a rimanere in vigore solo fino al 2014. Così come sottolineato prima, a causa dei moltiplicatori di adeguamento che, di fatto, innalzeranno la base imponibile per la prima casa e aumenteranno vertiginosamente quella delle seconde case, l’IMU comporterà un prelievo fiscale di gran lunga maggiore a quello della precedente ICI. Chi beneficerà di questo innalzamento???? Il gettito fiscale della nuova ICI andrà a finanziare innanzitutto le casse dei Comuni e quelle dello Stato. I Comuni in particolare, nell’ambito della propria politica fiscale e nell’esercizio della rispettiva autonomia finanziaria, avranno la facoltà di variare le aliquote di 0,3 punti percentuali al rialzo o al ribasso, e di 0,2 punti percentuali nel caso dell’aliquota ridotta . A contemperare gli effetti di questo rincaro nella tassazione, la norma, ormai approvata definitivamente dal Parlamento, prevede una detrazione di 200 euro dall’imposta per la prima casa. Una ulteriore detrazione di 50 euro è prevista per ogni figlio residente di età inferiore a 26 anni, fino ad una detrazione massima di 400 euro per i figli residenti nell’immobile in questione.

Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1


AGENDA

ALL’ARTISTA GAETANO SCIALO’ di Vittorio Scialò

Fin dall’infanzia, Gaetano Scialò intraprese l’arte della scultura dedicandosi alla realizzazione di pastori per il presepe. In giovane età riuscì ad unire questa sua splendida passione all’arte della pittura. Nonostante il quotidiano impegno nel suo lavoro di dipendente e la presenza continua come buon padre di famiglia, era capace di trovare anche il tempo per dedicarsi alla sua straordinaria passione. Quante opere in pittura ha realizzato oltre a numerose opere di scultura che gli hanno dato l’opportunità di partecipare a svariati concorsi artistici. Era una persona molto umile sia nella vita quotidiana che nell’arte, voi... voi forse l’avete conosciuto, aveva una piccola bottega in via Francesco Petrarca, a Casoria, dove spesso e volentieri veniva circondato da persone che si fermavano lì, solo per vederlo lavorare, ed incantati ammiravano quelle piccole statuine realizzate con le sue mani che man mano prendevano forma.

IDV - FLI - NOI D’ARPINO IN CONSIGLIO COMUNALE NASCE IL TERZO GRUPPO Comunicato stampa del 03.01.2011 I gruppi consiliari italia dei valori, futuro e liberta’ e movimento noi d’arpino, alla luce delle recenti vicende che hanno di fatto rallentato l’azione politica della amministrazione del sindaco carfora, si sono riuniti il giorno 31.12.2011 ed al fine di rilanciare la stessa hanno assunto le seguenti decisioni: A) Nella assoluta indipendenza dei singoli gruppi consiliari si stabilisce la creazione di un coordinamento delle suddette forze che intende rivitalizzare l’attività politico – amministrativa dell’attuale governo cittadino. B) tale coordinamento intende affrontare in maniera unitaria le problematiche emergenti dalla attuale situazione politica con l’obiettivo di assicurare una amministrazione trasparente e corretta cosi’ come il dato elettorale espresso dalla citta’ richiedeva. C) Il coordinamento nasce nella logica della unitarieta’, della coesione e della condivisione ponendosi quale interlocutore unico sia nei confronti del sindaco che delle altre forze di maggioranza al fine che, congiuntamente, si possa onorare il programma elettorale che ha condotto l’attuale maggioranza al governo della città.

LA COLLABORAZIONE E’ APERTA A TUTTI Il Direttore responsabile, in autonomia, decide cosa pubblicare

PER LA TUA PUBBLICITA’ e-mail: dinapoli.ant@libero.it

Si, quel vecchietto con il camice blu tutto affaccendato ed assorto nelle sue opere, rapito dalla sua fantasia, era mio padre. Negli ultimi anni della sua vita si dedicò al restauro della statua del Cristo Crocifisso e della Madonna Immacolata che oggi possiamo ammirare nella chiesa di S. Benedetto. Inoltre ha realizzato la statua di S. Mauro che oggi noi figli, con grande piacere ed orgoglio, doniamo alla chiesetta Immacolata Concezione nel Rione Gescal di via Francesco Petrarca in Casoria in suo ricordo. Domenica 8 Gennaio 2012

Settimanale Indipendente Reg. Trib. Napoli N. 7109 del 23/10/2009 Editore Associazione Orizzonti Liberi Direttore Responsabile Pellegrino Tomasiello Capo - redattore Antonio Di Napoli Redazione Via Pio XII, 80 - 80026 Casoria (NA) Tel./Fax 0817362661 e-mail: dinapoli.ant@libero.it Impaginazione e grafica VECAPRINT srl

Chiuso in redazione il 04/01/2012 - tiratura 5.000 copie

15


i n o u B e t n e m l a Natur

Offerte v alide solo n el punto vendita indic a to arrigoni passata 680 gr

3

PEZZI gri gri pomodorini 400 gr

pavesi gocciole 500 gr

1,79

1,00

sorgesana acqua naturale 6 x 2 litri

1,00

3

arrigoni piselli medi 500 gr

PEZZI

1,00

3 soresina fette proVolone dolce/piccante 200 gr

1,00

yoga succo Vari gusti bottiglia 1 litro

0,69

16

0,50

1,00

santal succo Vari gusti 3 x 200 ml

0,78

1,49 flora riso originario 1 Kg

tandoi farina “00” 1 Kg

granarolo latte p.s. uht bricK 1 litro

1,00

PEZZI

insuperabile tonno 3 x 80 gr

carapelli olio di girasole 1 litro

2,00

1,00

maggi dado brodo x 10 100 gr sisa pangrattato Vasetto 400 gr

1,00

0,50

alba laVatrice 1,5 litri santarosa confettura Vari gusti 350 gr

ida gnocchi di patate 1 Kg

1,00

1,00

1,00

raspini guanciale italiano cubetti 2 x 60 gr

1,00

Settimanale Indipendente - Anno IV numero 1 I prezzi possono subire variazioni nel caso di eventuali errori tipografici, ribassi o modifiche alle leggi fiscali. Offerte valide fino ad esaurimento scorte. La direzione si riserva la facoltà di stabilire le quantità massime vendibili.Le foto riportate sul volantino sono puramente indicative.


L'Altrolato - Anno IV numero 1 - Domenica 08 Gennaio 2012