__MAIN_TEXT__

Page 1

“E quindi uscimmo a riveder le stelle” Inferno XXXIV, 139 della Divina Commedia di Dante Alighieri

le stelle ci guardano

A

lzando lo sguardo in una notte invernale fredda e limpidissima, lontano dalle luci invadenti del nostro mondo di umani atterriti dal buio, possiamo sperimentare l’Infinito e provare la sensazione di perderci e rimanere nel silenzio attonito al cospetto di uno spettacolo che si riaccende ogni giorno sopra le nostre teste ma che ormai fa parte di un’epoca non troppo lontana dove, qualche volta, ci si ritrovava con il naso in sù a guardar le stelle e farsi domande spesso inevase. L’uomo è stato posseduto dal loro fascino e incanto misterioso, ha coniato mille leggende e scritto storie, navigato tra astrologia, astronomia e astrofisica. Giotto ha tentato di riprodurle nella favolosa cappella degli Scrovegni a Padova e nell’affresco della natività si è ispirato alla cometa di Halley apparsa nei cieli del 1301. A Ravenna il mausoleo di Galla Placidia ci offre la sua cupola dominata dalla Croce in una volta di stelle su sfondo azzurro di una bellezza abbagliante. Vincent Van Gogh ha dipinto la sua inquietudine profonda e disperata nella Notte Stellata e in quella sul Rodano. Cortina, in una delle tante notti invernali serene e perfette, è il luogo ideale dove ammirare la volta stellata in originale. Il Col Druscié offre ai villeggianti non solo l’omonimo rifugio, dove scaldarsi e rifocillarsi durante le ore sciistiche, ma anche l’Osservatorio posto nelle vicinanze dell’arrivo del primo tronco della funivia Freccia nel Cielo che parte dal piazzale dietro lo stadio del ghiaccio. L’Osservatorio Astronomico “Helmut Ullrich” è situato a 1780 mt. di quota. All’interno delle due cupole trovano posto un telescopio Newton di 50 cm. di diametro e uno Schmidt Cassegrain Celestron 11”. Il sofisticato ed innovativo sistema di controllo via Internet “Astroweb” presiede all’intera gestione dell’attività di osservazione: dal puntamento,

L’osservatorio del Col Druscié per sentirsi più vicini al cielo testo di Lalla Facco – foto di Diego Gaspari Bandion

2

C.M. ~ LUOGHI

C.M. ~ LUOGHI

3


L

alla ripresa fino all’archiviazione e allo scarico delle immagini sul proprio computer di casa. I ricercatori dell’osservatorio si occupano principalmente di studi riguardanti le comete e osservazioni di galassie per la ricerca di supernovae. Nell’ambito del programma CROSS (Col Druscié Reomote Observatory Supernovae Search Program) sono già state scoperte una trentina di supernovae ed un pianetino, battezzato “Cortina d’Ampezzo”. Le condizioni meteorologiche che mediamente si possono trovare al Col Druscié sono particolarmente favorevoli soprattutto nelle lunghe notti dei mesi autunnali ed invernali. In questo periodo si hanno in media quasi i due terzi delle serate a cielo sereno di tutto l’anno. Nella quasi totalità di esse si supera abbondantemente la sesta magnitudine visuale, non di rado giungendo alla settima e anche la visione della Via Lattea, sintomo di ottima qualità del cielo, è sempre possibile. “L’entusiasmante avventura della conoscenza dell’Universo è paragonata da Galileo a un “gran libro” scritto nel linguaggio della matematica”. (“Da Galileo alle stelle” ed. Biblos) Ma oltre alle regole scientifiche che ordinano il moto perpetuo dei corpi celesti ci sono quelle romantiche che suppliscono l’incapacità a raccogliere la loro immensità. Potete quindi scegliere una stella e, per le festività, dedicarla a chi amate. Un regalo originale, poco costoso ma senza dubbio di valore astronomico! Info: Visite guidate il venerdì sera su prenotazione al 338 6163428 o info@cortinastelle.it (minimo 10 partecipanti - massimo 50) 4

C.M. ~ LUOGHI

ooking at the stars on a clear winter night, far from intrusive lights, we can experience the Infinite. Man was possessed by their mystery and created legends, Giotto attempted to reproduce them in the Scrovegni Chapel in Padua and in the fresco of the Nativity, he was inspired by Halley’s comet that appeared in the sky in 1301. In Ravenna the mausoleum of Galla Placidia’s dome is dominated by the Cross in a vault of stars. Vincent Van Gogh painted his Starry Night Over the Rhone. Cortina is the perfect place to admire stars. The Col Druscié offers, not only the homonymous refuge, to warm oneself, but also the Observatory. The “Helmut Ullrich” Astronomic Observatory is located at 1780 mt. Within the two domes there is a 50 cm diameter Newton telescope and a Schmidt Cassegrain Celestron 11”. The “Astroweb” internet control system manages the entire observation activities. The Centre’s researchers mainly deal with comet studies and

observing galaxies for supernovae research. Under the CROSS program (Col Druscié Reomote Observatory Supernovae Search Program) about thirty supernovae discoveries have been made including a small planet, baptized “Cortina d’Ampezzo”. Average meteorological conditions at Col Druscié are particularly favorable. “The exciting adventure of knowledge of the universe is compared by Galileo to a “great book” written in the language of Mathematics” (“From Galileo to the stars” ed. Biblos). In addition to scientific rules ordering the perpetual motion of stars there are those of romance that substitute the incapacity to gather their immensity. You can choose a star to dedicate it to those you love. An original gift. Info: guided tours on Friday evenings upon reservation at 338 6163428 or info@cortinastelle.it (minimum 10 participants - maximum 50)

alla scoperta della volta celeste È aperto il nuovo planetario Nicolò Cusano, nei pressi dello stadio del ghiaccio (www.cortinastelle.it/planetario.htm). È inoltre attivo il nuovo sistema di controllo via internet dell’osservatorio del Col Druscié “Sky on the Web” (www.skyontheweb.org). Per accedervi si potrà digitare dalla pagina di login la username = guest password = guest. Il sistema permette di riprendere immagini tramite l’Osservatorio del Col Drusciè direttamente dal proprio PC o addirittura dallo smart phone. Si tratta del primo sistema del genere in Europa e del secondo al mondo che dà questa possibilità agli appassionati e curiosi del cielo. Tramite il proprio PC si può infatti aprire la cupola dell’osservatorio, puntare il telescopio, riprendere immagini di qualsiasi oggetto del Profondo Cielo e scaricare le immagini sul proprio computer una volta terminate. www.cortinastelle.it The new Planetarium Nicolò Cusano is open (www.cortinastelle.it/ planetario.htm) as also the new internet control system of the Col Druscié observatory “Sky on the Web” (www.skyontheweb.org). The system allows one to download images directly to PC or smart phone. This is the 1st system of this kind in Europe and the 2nd worldwide. Through PC one can open the dome of the Observatory, aim, and take pictures. www.cortinastelle.it.

P

Profile for Lalla Facco

Le stelle ci guardano  

L'Osservatorio del Col Druscié per sentirsi più vicini al cielo

Le stelle ci guardano  

L'Osservatorio del Col Druscié per sentirsi più vicini al cielo

Advertisement