Page 1

XI PREMIO

RODOLFO SONEGO


XI PREMIO

RODOLFO SONEGO

Concorso per sceneggiature originali di cortometraggi


TIMELINE Festival internazionale di cinema indipendente 15° Lago Film Fest Revine Lago, Treviso 18 - 22 luglio 2019 ┃ Biennale Cinema 76° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia Italian Pavilion, Hotel Excelsior 2 settembre 2019 ┃ Centro Nazionale del Cortometraggio 4° Torino Short Film Market Circolo dei Lettori, Torino 23 novembre 2019


INDICE XI Premio Rodolfo Sonego La Giuria I Tutor I Mentori Daniel Coffaro – Al termine della notte Zeno Du Ban – Gaia Rebecca Gatti – Colomba Michela Nuti / Gemma Pistis – Un (quasi) rapimento sull’A4 Chiara Lazzaretti – Diana_Zen ha iniziato a seguirti Ruben Marciano – Gelsomina Riccardo Mastrocola – Bed Therapy Martina Funmilayo Ogunleye – Chiedi all’Oracolo Alfredo Vazzoler – Figlie di nessuno

12 54 78 110 144 162 184 198 222

6 8 10 11


XI PREMIO

RODOLFO SONEGO Il Premio Rodolfo Sonego, concorso per sceneggiature di cortometraggi, nasce a Lago Film Fest e cresce con il supporto di Scuola Holden, con l’obiettivo di ricordare e onorare il lavoro di uno dei padri della commedia all’italiana. Il concorso mira a ricreare quella realtà da bottega tanto cara a Sonego, dando ai giovani autori delle sceneggiature migliori la possibilità di crescere, confrontarsi e sviluppare un percorso formativo in tre tappe. La prima è stata a luglio il Summer Camp, laboratorio di quattro giornate nella cornice di Lago Film Fest 2019, dove i 9 finalisti selezionati hanno avuto la possibilità di lavorare alle loro storie, affiancati da tutor e mentori professionisti, sul tema scelto per questa edizione: “Lead Female Character”, ovvero racconti incentrati su personaggi femminili. È sempre più evidente come in tv, al cinema e sul web, ci siano storie trainate da personaggi femminili. Ragazze, donne, bambine, anziane. Un forte segnale di quanto sia importante saper ascoltare quello che accade là fuori. Da Fleabag a Eve Polastri di Killing Eve, da Midge Marvelous Mrs.Maisel a Grace Hanson e Frankie Bergstein di Grace & Frankie. E poi ancora chi non ricorda La Sposa di Kill Bill, fino alla Anna di Gran Bretagna in The Favourite. Il “Lead Female Character” può essere difficile da definire. Il termine presenta una serie di caratteristiche che fino a qualche anno fa sembravano difficili da immaginare. Se diamo un’occhiata alla categoria “lead female character” su Netflix, per esempio, notiamo una vasta gamma di eroine. Cosa è cambiato? Complici i grossi cambiamenti sociali, le narrazioni con un punto di vista femminile sono aumentate. E sono aumentate anche le sfaccettature delle protagoniste. Personaggi femminili conflittuali, complicati e imperfetti. Vulnerabili, avvincenti. E cosa ancora più importante, reali. Cerchiamo storie con protagoniste donne capaci di farci tifare per loro, e con loro. Possono essere donne forti, arrabbiate, ambiziose, insicure, infelici. L’importante è che siano donne al di fuori dei cliché a cui siamo abituati, capaci di trainarci in una storia senza limiti di genere per il loro coraggio, ma anche per via dei loro difetti. Nella seconda tappa, Il Premio Sonego sbarca ora alla 76ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, presso la sala Conferenze Tropicana dell’Hotel Excelsior, per una sessione di pitch di fronte a una platea di produttori e professionisti, con l’obiettivo di affinare ulteriormente i progetti, consolidare le collaborazioni avviate, coinvolgere nuovi partner. L’ultimo appuntamento a novembre, al Torino Short Film Market, dove i finalisti presenteranno le loro storie alla ricerca di co-produzioni internazionali, e dove si svolgerà la cerimonia di premiazione. Il Premio Rodolfo Sonego è realizzato con il sostegno del MiBAC Ministero per i beni e le attività culturali e il patrocinio della Regione del Veneto.

6


XI RODOLFO SONEGO

AWARD

The Rodolfo Sonego Award is competition for short film screenplays, originates at Lago Film Fest and grows thanks to Scuola Holden’s support, with the goal to remember and honour the work of one of the Great Fathers of Italian comedy. The aim of the competition is to bring back that workshop environment so dear to Sonego, giving to the best young authors the possibility to grow, to exchange views and to develop a training path divided in three steps. The first was the July Summer Camp; a four-days lab within the frame of 2019 Lago Film Fest, where the 9 selected finalists had the chance to work out their stories supported by tutors and professional mentors around the topic chosen for this edition: “Lead Female Characters”. It is increasingly visible the growth of stories lead by female characters on TV, cinema and web; girls, women, little girls, elderly women. A strong signal of how important it is to be able to capture what happens out there. From Fleabag to Eve Polastri of Killing Eve, from Midge of Marvelous Mrs. Maisel to Grace Hanson and Frankie Bergstein of Grace&Frankie. And who doesn’t remember The Bride of Kill Bill, all the way to Queen Anne of Great Britain of The Favourite. A “Lead Female Character” can be difficult to define. The sentence presupposes a series of characteristics that were hard to imagine until a few years ago. If we give a glimpse to the “Lead Female Character” category on Netflix, for instance, we notice a wide range of heroines. What’s changed? With the complicity of big social changes, narratives told from a female point of view increased, and so did the facets features of the protagonists. Female characters that bring conflicts, which are complex, flawed, vulnerable, compelling. And most important, which are real. We look for stories with female protagonists capable of make you cheer for them and with them. They may be strong women, or ambitious, or insecure, or unhappy: the crucial point is they are women out of the clichés we are used to, capable to drag us into their story with no limits thanks to their bravery as well as to their faults. As a second step, Sonego Award went to the 76° Venice Film Festival, at the Excelsior Hotel, for a pitching session in front of an audience made of producers and film industry professionals aiming to refine the scripts presentations, to make already in-place relationship more steady and to find new partners. Torino Short Film Market is the last step: the finalists will pitch their stories to look for International co-producers and one of them will be awarded of this edition’s prize. Rodolfo Sonego Award is made possible thanks to the support of MiBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali and under the patronage of Veneto Region.

7


LA

GIURIA MADDALENA RAVAGLI Nata a Faenza (RA) il 25/10/1974, frequenta Scienze Politiche a Bologna e contemporaneamente consegue il Master Europeo in Audiovisivo. Tra il 1993 e il 1995 vive a Napoli dove lavora come aiuto regia per Mario Martone, Antonietta de Lillo, Pappi Corsicato. Dopo la Menzione Speciale al premio Solinas 1999, riceve una borsa di studio al corso Rai e al corso Mediaset di sceneggiatura. Tra i titoli che ha firmato per il cinema, Bianco e Nero (regia di Cristina Comencini) Solo un padre (regia di Luca Lucini) e MarPiccolo (regia di Alessandro de Robilant). Per la televisone lavora alla Squadra, a Squadra antimafia, e alla saga di Ultimo, ed è autrice, tra gli altri, di La Narcotici (insieme a Leonardo Fasoli), di Tutta La verità (insieme a Giulia Calenda), di Scomparsa (insieme a Peter Exacoustos), di Ti verrò a Cercare (insieme a Leonardo Fasoli) Negli ultimi anni lavora a serie internazionali come Gomorra (Prima, Seconda, Terza, Quarta e Quinta stagione), Maltese, Il Romanzo del Commissario, ZeroZeroZero, Don’t leave me, Django, Red Spring, Opium (delle quali è creatrice insieme a Leonardo Fasoli). È docente al Master di Scrittura Seriale dell’Università di Perugia e al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Vive a Roma insieme al marito e a una ragguardevole quantità di figli. ANDREA PALLAORO Nato a Trento nel 1982, Andrea Pallaoro vive e lavora tra Los Angeles e New York. Dopo aver conseguito un master in regia cinematografica al California Institute of the Arts e una laurea all’Hampshire College, debutta alla regia con il cortometraggio Wunderkammer, presentato in concorso al Sundance nel 2009 e selezionato in oltre 50 festival in tutto il mondo. Nel 2013 firma il suo primo lungometraggio, Medeas, che partecipa alla 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (concorso Orizzonti) e ottiene importanti riconoscimenti in numerosi festival internazionali, tra cui Marrakech (Migliore regia) da Martin Scorsese, Tbilisi (Premio Sergej Paradžanov), Palm Springs (Miglior film – New Voices, New Visions), Camerimage (Miglior esordio – Cinematographer Award). Hannah, il suo secondo lungometraggio, partecipa alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica e ad altri rilevanti film festival internazionali ottenendo prestigiosi riconoscimenti tra cui la Coppa Volpi per Charlotte Rampling per la migliore interpretazione femminile, il premio per miglior fotografia al 53. Chicago International Film Festival, e la nomination per miglior film straniero ai Césars Awards. Nel 2013 e nel 2015 ha partecipato

8


all’ Artist Residency Program di Yaddo, e nel 2017 ha vinto il Jerome Foundation Grant per il suo prossimo film, Monica, le cui riprese inizieranno nel 2019. Ha partecipato nelle giurie di diversi festival cinematografici internazionali tra cui la 75 ° Mostra del cinema di Venezia, del Chicago International Film Festival e del Black Nights Tallinn International Film Festival. Andrea vive tra New York e Los Angeles dove insegna film directing nel Master program del California Institute of the Arts. ANGELO CURCI Dall’età di sette anni studia danza classica, moderna e contemporanea e prende parte a workshop con maestri di fama internazionale, vincendo borse di studio per lezioni in prestigiose accademie all’estero (Studio Harmonic, AMDA, Peridance Capezio Center). Dopo il liceo scientifico lavora come speaker radiotelevisivo per Radionorba, prende parte a progetti di danza contemporanea e teatro-danza come performer, fino alla partecipazione a un numero internazionale di Big Stage Illusions in scena a Rimini, Parigi e in Cina. Nello stesso tempo porta in scena spettacoli teatrali di cui è autore, interprete e regista. Affianca l’attore e regista Gianluca Ferrato come assistente ai corsi di musical junior e avanzato al Trentino Danza Estate, stage internazionale a Tesero (TN) e nei laboratori teatrali presso il Dart, a Putignano (BA). Dopo la laurea in Comunicazione Linguistica e Interculturale a Bari si trasferisce a Torino, dove frequenta e si diploma alla Scuola Holden. Vince il Premio Rodolfo Sonego 2018 con la sceneggiatura La nostra estate e il concorso Tagliacorto2019 con il cortometraggio Reconnect, di cui è sceneggiatore e protagonista.

9


I

TUTOR AARON ARIOTTI Aaron Ariotti nasce a Torino. Dopo aver frequentato la Scuola Holden, nel 1997, si trasferisce a Roma dove frequenta il Corso di Formazione organizzato dalla Rai e, tre anni più tardi, la Scuola Fiction Mediatrade. Per undici anni si è occupato principalmente di serialità televisiva, lavorando come sceneggiatore per diverse serie tv (Ugo, Don Luca II, Grandi domani, Centovetrine, Sottocasa, I Cesaroni, Il tredicesimo apostolo, Denaro Rosso Sangue). Nel 2011 ha firmato un soggetto di serie con Stefano Accorsi (Etrangers) destinato al mercato francese. Ha da poco terminato di scrivere una sceneggiatura per il cinema. Attualmente ricopre il ruolo di Coordinatore del College di Serialità alla Scuola Holden e collabora in qualità di docente con la Scuola Belleville di Milano. Ѐ socio fondatore di WGI. CHIARA LAUDANI Dopo aver conseguito il Master in tecnica della narrazione alla scuola Holden, vince il premio Solinas con il soggetto Un indiano metropolitano. Vince il festival Corto in Bra con la sceneggiatura del cortometraggio Bondy Beach. Vince il premio Medusa distribuzione con la sceneggiatura di Shimessalinu! Che D…o ce ne scampi e liberi! Scrive per il cinema (Il giorno più bello, Questa notte è ancora nostra, Tre giorni dopo), per la TV (Extravergine, Tutta colpa di Freud - la serie, The Comedians, Donne di Camilleri, Il giovane Montalbano), per documentari (La guerra dei vulcani, Il mondiale dimenticato, Looking for Kadija). DAVIDE SERINO Davide Serino è uno sceneggiatore e vive a Roma. Ha lavorato per Sky (1992 e 1993, The comedians), Rai (Donne, tratta da racconti brevi di Andrea Camilleri; due serie che ha scritto per Rai Uno sono attualmente in corso di riprese), Amazon (una serie originale in via di sviluppo). Attualmente sta lavorando anche con la Germania. Il suo work in progress più eccitante: la prima serie TV di Marco Bellocchio, Esterno notte.

10


I

MENTORI FABULA (Andrea Binasco e Matteo Di Pascale) Andrea Binasco e Matteo Di Pascale, sono due ragazzi torinesi con in comune la passione per le storie e per la loro struttura. Da qui l’idea per Fabula Storytelling Cards, un mazzo di carte, basato su “Il viaggio dell’eroe” di Chris Vogler, e su “L'eroe dai mille volti” di Joseph Campbell. Con il mazzo di carte Fabula si analizza la propria storia avendo la possibilità di individuare eventuali punti deboli o aree di miglioramento. MARINA PIERRI Giornalista televisiva specializzata nell’analisi della rappresentazione femminile e dei meccanismi della citazione. Scrive per diverse testate, tra cui Vice, Corriere della Sera e Wired. È, tra le altre cose, Direttrice Artistica del Fest - il Festival delle Serie Tv e coordinatrice e docente allo IED di Milano. FRANCESCA MAZZOLENI Nata a Catania nel 1989, si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia nel 2015. Ha diretto cortometraggi e documentari (Nowhere, Lo so che mi senti, 1989) per i quali ha vinto diversi premi, ed è stata l’assistente alla regia nel film di Marco Danieli La ragazza del Mondo. Succede è il suo primo film. PIETRO SEGHETTI Nato a Roma nel 1990, nel 2011 vince il Premio Internazionale Mattador per la sceneggiatura per il miglior soggetto con Il Lavoro dell’Attore; lo stesso anno inizia a lavorare nello staff editoriale di Sky Cinema Italia. Dopo un’esperienza come Editor Junior presso alcuni programmi di Real TIme, è Editor alla Pepito Produzioni, dove lavora a film per il cinema e a film e serie tv per Rai Uno. È autore di cortometraggi e testi teatrali (Il Premio, Lo so che mi senti, 1989) che hanno partecipato a festival e premi internazionali: tra i tanti, Nastri d’Argento, Inside Out Toronto LGBT Film Festival e Festival del nuovo cinema italiano (Tremblay-en-France). È lo sceneggiatore del film Succede. uonnabi (Flora Ciccarelli e Giovanni Mauriello) uonnabi è un collettivo artistico di Torino con all’attivo una rivista online (medium.com/uonnabi) e progetti editoriali, fotografici e audiovisivi (Sissy That Talk! , Le cose che abbiamo in comune, corto vincitore del Festival Lavori in Corto, Trans Of Turin e Armonia, documentario presentato al Torino Film Festival e al Lovers Film Festival). Ha collaborato con diverse realtà culturali torinesi (Circolo dei Lettori, Ass. Museo Nazionale del Cinema, Ass. Elvira, San Salvario Emporium) e non (Effequ, D.A.T.E. Sneakers). 11


AL TERMINE DELLA NOTTE

DANIEL COFFARO

Daniel Coffaro è nato nel 1988 in un paesino tra le montagne di Torino. Il 16 novembre, per chi si interessa di astrologia. Ha un titolo di studi in fotografia e ha conseguito un Master in Scrittura per il Cinema presso la Scuola Holden. Si trova a suo agio passeggiando nel bosco, guardando un film o al cospetto di un gatto. Si è impiegato come produttore esecutivo in numerosi set di film e documentari, creando contenuti anche per RAI. Attualmente lavora come storyteller con agenzie di comunicazione e come sceneggiatore di prodotti cinematografici, audiovisivi e videoludici. I suoi riferimenti artistici sono il regista Denis Villeneuve, lo sceneggiatore Charlie Kaufman e tutto l’equipaggio di Cowboy Bebop. IT

Daniel Coffaro was born in 1988 in a village in the mountainsof Turin. November 16, for those who are interested in astrology. He holds a degree in photography and a Master in Film Writing from Scuola Holden. He finds his love walking in the woods, watching a movie or a cat’s face. He has worked as an executive producer on numerous sets of films and documentaries, together with creating also content for RAI. He currently works as a storyteller with communication agencies and as a screenwriter for cinema, audio-visual and video game content. His artistic references are director Denis Villeneuve, screenwriter Charlie Kaufman and all the Cowboy Bebop crew. EN

danielcoffaro.nu@gmail.com 12


13 Artwork by Michela Paoletti


ITA

Da un giorno all’altro è scesa la notte e il sole non è più sorto. Mentre è in atto una crisi mondiale, l’unica cosa che preoccupa la piccola Luna è il fatto che mamma e papà non stiano più insieme. Per mezzo di un viaggio solitario che la porterà a perdersi nel labirinto della notte, Luna dovrà capire che i genitori non possono più amarsi, ma che non smetteranno mai di amarla. Solo così potrà ritrovare la sua personalissima alba. IT

14


15


16


17


18


19


20


21


22


23


24


25


26


27


28


29


30


31


32


33


ENG

Suddenly the night comes and the sun doesn’t rise anymore. While a global crisis is taking place, the only thing that worries little Luna is the fact that mom and dad are no longer together. Through a solitary journey that will lead her to get lost in the labyrinth of the night, Luna must understand that her parents can no longer love each other, but that they will never stop loving her. Through this journey she will be able to discover her very personal dawn. EN

34


35


36


37


38


39


40


41


42


43


44


45


46


47


48


49


50


51


52


53


GAIA

ZENO DU BAN

Zeno nasce a Trieste, la città di Joyce, di Svevo, di Saba. Quando sente citare la sua città in Dalla Russia con Amore, si accorge che qualcuno scriva film per lavoro. Appena uscito dal liceo, si iscrive al College Serialità della Scuola Holden e ne esce due anni dopo con una menzione speciale al Premio Phoebe. Da allora continua a cercare qualcuno abbastanza folle da pagarlo per fare quello che ama: sceneggiate. IT

Zeno was born in Trieste, the city of Joyce, Svevo and Saba. When he heard his city mentioned in From Russia with Love, he realises that there is someone who writes films as a job. After finishing high school, he goes to the Seriality College at Scuola Holden, and two years after he goes out from it with a special mention at the Phoebe award. Since then he is looking for someone crazy enough to pay him for doing what he loves: dramas. EN

zeno.duban@gmail.com 54


55 Artwork by Matteo Dang


ITA

Gaia parla di una ragazza che lotta disperatamente per liberarsi del fantasma di sua madre, mentre una tempesta rischia di vanificare i suoi tentativi di rendere di nuovo fertile il campo di famiglia, abbandonato dalla madre. IT

56


57


58


59


60


61


62


63


64


65


66


67


ENG

Gaia is the story of a girl who is desperately trying to get rid of her mother’s ghost, while a storm threatens to spoil the family field which she’s been trying to make fertile again, after her mother abandoned it. EN

68


69


70


71


72


73


74


75


76


77


COLOMBA

REBECCA GATTI

Romana, classe 1995, figlia di un pilota dalle idee filodestrorse (questa parola l’ha inventata lei, non preoccupatevi) e di una profuga libica. Con la stessa confusione con la quale è nata consegue una laurea in Lettere Classiche, poi impazzisce e si mette in testa l’idea della scrittura, ed ecco che arriva alla scuola Holden. Amante dei drammoni e del black humor, forse ha anche dei pregi. Adora lavorare in gruppo, specialmente con le sue 23 personalità. Questa biografia l’ha scritta quella che crede di essere Giulio Cesare. IT

Roman, born in 1995, she is the daughter of a pilot with slightly right-wing ideas (she has invented a word for this in italian) and a Libyan refugee. With the same confusion with which she was born, she obtained a degree in Classical Literature. She went mad and then decided to become a writer, and here that she landed to the Holden school. A lover of drama and black humor. Maybe she also has some virtues. She loves working in groups, especially with her different 23 personalities. This biography has been written by the one who believes to be Julius Caesar. EN

rebeccagatti610@gmail.com 78


Artwork by Daniele Vanzo

Colomba Rebecca Gatti

79


ITA

In pieno regime fascista, una ragazza lotta per la sua libertĂ e per quella delle sue compagne di manicomio, lasciando loro una missione che le unirĂ  per sempre. IT

80


81


82


83


84


85


86


87


88


89


90


91


92


93


ENG

During a full blown fascist regime, a girl is fighting for her own freedom and the ones of her companions, in mental asylum. They are left with a mission which will bound them forever. EN

94


95


96


97


98


99


100


101


102


103


104


105


106


107


108


109


UN (QUASI) RAPIMENTO SULL’A4

MICHELA NUTI / GEMMA PISTIS

Michela Nuti, 26 anni. Sognava di condurre TRL, ma si è diplomata alla Scuola Holden. Scrivere storie è comunque un buon metodo per sfogare il suo bisogno d’attenzione. Le piacciono le cose pratiche, per questo gira con un moschettone per non perdere le chiavi. Gemma Pistis, 23 anni. Sarebbe voluta essere come Claire Underwood, ma la verità è che è finita come Leslie Knope. In ogni caso, pensa ancora di avere tutte le carte in regola per diventare presidentessa degli Stati Uniti. Nel frattempo si è laureata in Comunicazione e diplomata alla Scuola Holden. IT

Michela Nuti, 26 years old. She was dreaming of being the host of TRL, but then she graduated at Scuola Holden. Writing stories is a good method to pour out her need of attention. She likes practical things, that’s why she goes around with a snap-hook to not lose her keys. Gemma Pistis, 23 years old. She would have loved to be like Claire Underwood, but in the end she became like Leslie Knope. Anyway she still thin she has all the quality to become the President of United States. Meanwhile, she graduated in Communication and got a diploma at Scuola Holden. EN

mnuti63@gmail.com gemma.pistis@gmail.com 110


111 Artwork by Andrea Dalla Barba


ITA

Ester deve sposarsi e sua sorella Mina dovrebbe accompagnarla alla cerimonia. Peccato che Mina abbia deciso di rapirla: tra crisi nell’abitacolo, autogrill e pompe di benzina, le due sorelle verranno a patti con loro stesse. IT

112


113


114


115


116


117


118


119


120


121


122


123


124


125


126


127


ENG

Ester must get married that day, and her sister Mina should accompany her to the ceremony. Too bad that Mina has decided to kidnap her sister: a major crisis in the cabin, autogrill and gas station, the two sisters will come to terms with themselves. EN

128


129


130


131


132


133


134


135


136


137


138


139


140


141


142


143


DIANA_ZEN HA INIZIATO A SEGUIRT

CHIARA LAZZARETTI

Nata a Rimini e laureata in Scienze della Comunicazione all’Università di Bologna. Ha lavorato come copywriter e web editor per varie agenzie pubblicitarie e aziende, coltivando sempre la passione per la scrittura e per la drammaturgia cinematografica. Anni fa vince una borsa di studio per una scuola di sceneggiatura a Roma, Sentieri Selvaggi. Nel 2018 ha frequentato il corso Fiction di Bottega Finzioni, a Bologna. Finalista al concorso Professione Autore 2018, in collaborazione con Mediaset, ha trascorso una settimana di workshop sul mestiere dell’autore televisivo, a Varazze. Nel 2019 ha seguito un corso sulle Web series. IT

She was born in Rimini, and she holds a degree in Communication at Bologna University. She has worked as copywriter and web editor for advertising agencies and companies, but keeping her passion for writing and cinematografic dramaturgy. She got a scholarship for a screenwriting school in Rome some year ago, Sentieri Selvaggi. In 2018 she attended the Fiction course at Bottega Finzioni, Bologna. She was one of the finalists at the competition Professione Autore 2018, organised in collaboration with Mediaset, and she attended a one week workshop on the profession of the television author, in Varazze. In 2019 she took a course on Web series. EN

chiara.lazzaretti@gmail.com 144


145 Artwork by Francesca Colombara


Nadia ha 28 anni, una vita normale e un fidanzato violento. All’ennesima vessazione di lui, in lei, che pensa di poter sopportare come sempre la situazione, qualcosa, nel profondo, si rompe. Il mattino seguente scopre di avere una nuova follower su Instagram: Diana_Zen, una ragazza che sembra essere il suo Doppelgänger. Per Nadia inizia un incubo, perché Diana comincia a perseguitarla sul social e nella vita reale. Riuscirà Nadia a capire che Diana è l’ unica via d’uscita dalla sua relazione violenta? IT

Nadia is 28. She has a normal life and an abusive boyfriend. After the latest of a series of abuses, something deep inside her breaks up. The following morning, she finds out she has a new follower on Instagram: Diana_Zen. Diana is identical with Nadia, she seems her Doppelgänger. Diana is terrified because Diana starts following her on Instagram and in real life. Will Nadia understand that Diana is her only chance at freedom? EN

146


147


148


149


150


151


152


153


154


155


156


157


158


159


160


161


GELSOMINA

RUBEN MARCIANO

Ruben Marciano ha frequentato il corso di Sceneggiatura alla “Gian Maria Volonté” e il Master RAI di Scrittura Televisiva, lavorando successivamente come assistente alla regia e lettore presso Fandango e Rodeo Drive. Si è pure laureato in Psicologia, con una tesi su Salvini. IT

Ruben Marciano has attended the Screenwriting course at Gian Maria Volonté school and RAI Master on TV writing. He then worked as assistant director at Fandango and Rodeo Drive. He even holds a Psychology degree, with a thesis about Salvini. EN

ruben.marciano@yahoo.it 162


163 Artwork by Alice Berti


Una valletta disperata è pronta a tutto pur di diventare una stella del Cinema, compreso ricattare un regista a lei noto per avere nel suo nuovo film di denuncia sociale il ruolo da protagonista, quello di un’operaia sola e menomata. Peccato che la produzione per la parte voglia un’attrice a cui manchi un piede. Per davvero. IT

A desperate TV hostess is ready to do anything to become a movie star, including blackmailing a director to have the leading role in a new “kitchen sink” film: the role of a struggling factory girl who suffered an accident at work. Too bad the production wants an actress with a foot missing. For real. EN

164


165


166


167


168


169


170


171


172


173


174


175


176


177


178


179


180


181


182


183


BED THERAPY

RICCARDO MASTROCOLA

Crede che non abbia senso contenere l’entusiasmo, infatti non parla, urla. Rompe il ghiaccio con battute terrificanti. Tre anni per capire che lo storytelling non serve solo per fare il simpatico alle feste. La seconda certezza che ha nella vita. L’altra è il calcetto. IT

He believes that it doesn’t make sense to contain enthusiasm, in fact he doesn’t talk, he screams. He breaks the silence with terrifying jokes. It took him three years to understand that storytelling is not just for being the brilliant one at parties. This is the second certainty he has in life. The other is soccer. EN

r.mastrocola@live.com 184


185 Artwork by Matteo Signorelli


Lucrezia e Arianna sono due amiche all’Ikea di sabato pomeriggio. Tutto nella norma fino a quando si lanciano su un letto in esposizione e Luca, un addetto alla clientela, le raggiunge per chiederle di alzarsi. La discussione che ne segue trasforma il letto su cui sono sdraiate in un bizzarro melting pot di persone che sembrano aver trovato una zona di comfort, ma che forse potevano ambire a qualcosa in piÚ. IT

Lucrezia and Arianna are two friends at Ikea on a Saturday afternoon. Everything looks in the standard up to when they lay down on a bed on display and Luca, a sales assistant, reaches to them, asking to get up. The discussion that follows, transforms the bed on which they are lying in a bizarre melting pot of people who seem to have found an area of comfort, but perhaps they could aspire to something more. EN

186


187


188


189


190


191


192


193


194


195


196


197


CHIEDI ALL’ORACOLO

MARTINA FUNMILAYO OGUNLEYE

Martina Funmilayo Ogunleye nasce tra le montagne del vicentino il 22 Luglio 1993. Scrive il suo primo componimento all’età di 8 anni, una filastrocca dedicata alla mamma. Negli anni del liceo, fonda e dirige il giornalino scolastico conosciuto come “Il Caffè Corretto”, si trasferisce poi a Padova, dove risiede tuttora, per completare gli studi di Medicina e Chirurgia. Nel 2012 partecipa e arriva in semifinale al Premio Campiello Giovani, con un racconto, Morte Di Un Convinto Viaggiatore, liberamente ispirato alla morte del giornalista e politico italiano Lucio Magri. Scrive assiduamente anche poesie, ancora inedite. IT

Martina Funmilayo Ogunleye was born in the mountains of Vicenza on 22 July 1993. She wrote her first composition at the age of 8, a nursery rhyme dedicated to her mother. During her high school years, she founded and directed the school magazine known as “Il Caffè Corretto”, she then moved to Padua, where she still lives, to complete her studies in Medicine. In 2012 she participated and arrived in the semifinals at the Campiello Giovani Award, with a story, Morte Di Un Convinto Viaggiatore, freely inspired by the death of the Italian journalist and politician Lucio Magri. She also writes poems, still unpublished. EN

ziamartiblu@gmail.com 198


199 Artwork by Monica Zulian


Certe volte nella vita servirebbe proprio un miracolo. Ma ad Elisabetta e Augusta, due donne in viaggio, con tante domande e poche risposte, è bastato un Oracolo... o quasi. IT

Sometimes you would really need a miracle in life. But Elisabetta and Augusta, two travelling women, with a lot of questions and few answers, didn’t need a miracle, they were just enough with an Oracle... or almost. EN

200


201


202


203


204


205


206


207


208


209


210


211


212


213


214


215


216


217


218


219


220


221


FIGLIE DI NESSUNO

ALFREDO VAZZOLER

Di Milano, 25 anni. Precario in ambito editoriale e pubblicitario, amante delle storie in cui ci si mena e ci si spara. Ciononostante, una persona pacifica. IT

Born in Milan, 25 years old. With an unstable job in publishing and advertising, he is a lover of stories in which people are involved into fights and shooting. Nevertheless, he is a peaceful person. EN

vazzoler.alfredo@gmail.com 222


223 Artwork by Alessandro Pugiotto


In una periferia fatta di violenza domestica e malavita, due sorelle devono seppellire il padre e scappare dai suoi soci criminali. IT

In a suburb made of domestic violence and underworld, two sisters have to bury their father and escape from his criminal partners. EN

224


225


226


227


228


229


230


231


232


233


234


235


236


237


Viviana Carlet Lago Film Fest art director viviana@lagofest.org Carlo Migotto Lago Film Fest general manager carlo@lagofest.org Alessandro Bosi Mary Stella Brugiati Premio Rodolfo Sonego project manager premiosonego@lagofest.org makethastudio graphic design info@makethatstudio.com Morena Faverin communication morena@lagofest.org Collettivo La Spice team studiolaspice@gmail.com

www.lagofest.org

con il supporto di

con il patrocinio di

con il supporto di

realizzato da

238


239


Profile for Lago Film Fest

Premio Rodolfo Sonego 2018 - Book of projects con sceneggiature integrali  

Concorso dedicato a sceneggiature di cortometraggi. La pubblicazione contiene i progetti finalisti dell'undicesima edizione e le sceneggiat...

Premio Rodolfo Sonego 2018 - Book of projects con sceneggiature integrali  

Concorso dedicato a sceneggiature di cortometraggi. La pubblicazione contiene i progetti finalisti dell'undicesima edizione e le sceneggiat...

Advertisement