Issuu on Google+

AL CENTRO DEL GIORNALE IL POSTER DI MISS ITALIA 2008

14 SETTEMBRE - NONA EDIZIONE

e. press - editoriale press srl - www.epressonline.com

3

DISTRIBUZIONE GRATUITA

VINCE ANCHE L’AUDITEL: SHARE DEL 34,73% PAOLO DE ANDREIS LO AVEVA DETTO. I conti si fanno alla fine e, con lo spettacolo (e con il cattivo tempo) gli ascolti arriveranno. Reduce da un “percorso” Auditel accidentato quest’anno come mai nel passato - in genere Miss Italia aveva sempre o quasi vinto le sue serate - il dato della finale è quello che ci si aspettava. 5.682.724 gli spettatori davanti alla tv, 34,73% lo share. Niente da vedere con i record da dieci milioni di qualche anno fa, ma sono davvero altri tempi ed è un’altra televisione. Onore al

FOTO CLAUDIO LIBERA

merito innanzitutto del capostruttura di Raiuno che ha avuto polso saldo nel difendere sempre la sua squadra ed il suo programma, a Carlo Conti che non s’è fatto insabbiare dalle polemiche e a Patrizia Mirigliani che, in sella ad un Concorso che funziona strabene (oltre 21mila iscrizioni per questa edizione), ha evitato con saggezza di intervenire “in corso d’opera”. Da domani è Miss Italia 2009 e lì si potrà fare tesoro delle esperienze, di ciò che funziona e di ciò che deve cambiare.

L’ITALIA DICE MIRIAM


7

Gazzetta, appuntamento al 15° anno

®

dalla più antica tradizione il più dolce ricordo di Salsomaggiore

ANCORA UNA VOLTA, la quattordicesima, è il momento dei saluti e degli arrivederci. La Gazzetta di Miss Italia lo fa soddisfatta per l’esito del Concorso e per l’ottima accoglienza ricevuta. Quest’anno abbiamo realizzato, in aggiunta al solito programma in tempo reale che si è articolato in 10 uscite, un’edizione anteprima, in 20mila copie, tabloid a colori da 16 pagine, che presentava le prefinaliste. E’ andata a ruba. La distribuzione è stata estesa all’intera area dell’Emilia che gravita su Salsomaggiore, presso la grande distribuzione con marchio Conad. Grazie a tutti coloro che ci hanno supportato

largo Roma, 5/A - tel. 0524.575356

ALIMENTARI - PANIFICI in questa iniziativa. Un saluto, ci sia consentito, affettuoso, a Enzo e Patrizia Mirigliani e a Lauro Micheli. A Salso ci si incrocia di fretta, ma sappiamo di poter contare sempre su di loro. A Marcello Cambi, fondamentale “spon da” per noi che facciamo informazione. Grazie a Enrico Lucherini che, “istigato” da Patrizia, ci ha regalato pennel late della sua verve firmando una rubrica su queste pagine. Grazie a mister Cotonella

Maurizio Zannier, a Peugeot Italia e Monica Soldini nonché a Salso ed ai suoi commercianti, che hanno creduto e contribuito a sostenere la Gazzetta. Grazie a Claudio Libera, amico e collega sempre pronto e disponibile. Torniamo nella nostra Napoli e cominceremo presto a pensare cosa inventare di nuovo - e speriamo utile e divertente - per i 70 anni di Miss Italia. esb

questa edizione è prodotta e assemblata con una sistema di stampa Gestetner CS555

ZALAFFI VIA ROMAGNOSI, 4 tel. 0524-573128 VIA XXV APRILE, 4 tel. 0524-573194 V.LE MATTEOTTI, 37/B tel. 0524-573322

SALSOMAGGIORE TERME


3

FOTO SAGGESE/LA MALFA

LA FORZA DEL CONCORSO Alla fine la forza del Concorso ha sempre ragione. Oltre i mugugni, gli attacchi, le polemiche. Gli adulti avvertono il bisogno di riannodare i rapporti fra le generazioni (quello stesso che sfilaccia gli ascolti delle serate tv); i ragazzi esprimono voglia di concretezza e di azione. Miriam Leone sintetizza molto bene queste esigenze. La sua elezione pone la corona sul ritorno di Carlo Conti alla conduzione, conferisce legittimazione alla sceneggiatura delle serate finali, fa prevalere la reazione spontanea sull’emozione controllata. Ha vinto una Miss bella da ascoltare oltre che da guardare. La sua doppia incoronazione nella serata finale fa felice anche Valentina Mio, la lunga bionda riccioluta che piaceva a Enrico Lucherini per la sua faccia fatta apposta per il set. Valentina vestirà la fascia di Miss Cinema e, anche se il biglietto per l’America, verso la scuola degli Strasberg, porterà il nome di Miriam Leone, avrà le sue belle opportunità. Lo aveva detto la stessa delusissima numero 20, quando ancora pensava la corona fosse ormai cosa sua: essere state qui a Salsomaggiore ha fatto crescere tutte e cento queste ragazze, e non solo quelle, più capaci, belle e fortunate, che tornano a casa con un titolo. Enrico Sbandi

Dal ripescaggio al trionfo. Prima eliminata e poi pigliatutto. Miriam Leone era stata infatti esclusa nel corso della prima serata andata in onda martedì, ma le due giurie - quella tecnica e quella dei ragazzi - l'hanno rimessa in gara conducendola fino all'incoronazione. Più matura rispetto alla media delle concorrenti, ha 23 anni, segno zodiacale Ariete, capelli rosso-rame, Miriam è siciliana doc: nata a Catania, vive ad Acireale. Occhi verdi, era arrivata a Salsomaggiore con la fascia di “Prima Miss dell'Anno”, titolo assegnato durante la notte di San Silvestro nello spettacolo “L'anno che verrà” trasmesso su raiuno e condotto anche in quell'occasione da Carlo Conti. Le mancano due esami per conseguire la laurea in Lettere, ha un giglio tatuato sulla spalla sinistra, lo definisce “simbolo di purezza e passione”. Collabora con una radio locale, adora il suo gatto, Gaetano detto “Ninni”. Nel tempo libero scrive poesie e fa trekking sull'Etna. Ieri sera Miriam ha vinto anche il titolo di Miss Cinema, fascia che dovrà però consegnare alla

seconda classificata, Va lentina Mio (foto a destra), 18 anni, anche lei Ariete, bionda friulana, viso particolarmente espressivo somigliante a Meg Ryan. “Credo che il cinema ti porterà fortuna”', ha augurato in diretta a Miriam il presidente della giuria tecnica, E n r i c o L u c h e r i n i . Tutte cinematografiche le mani che l’hanno incoronata, quelle di due grandi come Andy Garcia e Giancarlo Giannini. E, anche se ha dovuto a termini di regolamento cedere la fascia di Miss Cinema alla seconda in classifica, sarà comunque Miriam - ha precisato Patrizia Mirigliani - a seguire il corso di recitazione gratuito di tre mesi negli Usa, in uno dei celebri 'The Lee Strasberg Theater Institute' a Los Angeles o New York. Miriam e Valentina salutano Salsomaggiore con il sorriso sulle labbra e qualche lacrima che tradisce emozioni e tensione. Dopo quattro maratone televisive con le Miss, saluta anche Carlo Conti: “per me Miss Italia finisce”, ha detto al termine del “Dopo Miss”. Ma, come abbiamo già visto, il ripescaggio a volte funziona.

FOTO SAGGESE/LA MALFA

MIRIAM PIGLIATUTTO

La Gazzetta di Miss Italia direttore Enrico Sbandi supplemento di “n.t.r. - Notiziario in Tempo Reale” - reg. trib. Na 4560 Editoriale Press srl. 081.2461083 www.epressonline.com - e.press@mclink.it “E.Press” e “La Gazzetta di Miss Italia” sono marchi di proprietà, rispettivamente, di Editoriale Press srl e Miren International srl Proprietà di articoli e foto riservata. ®

In redazione: Claudio Ravel Germana De Gregorio Stampa: in proprio presso la redazione al Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore


FOTO SAGGESE/LA MALFA

MIRIAM LEONE MISS ITALIA 2008


FOTO SAGGESE/LA MALFA

MIRIAM LEONE MISS ITALIA 2008


3

FOTO SAGGESE/LA MALFA

LA FORZA DEL CONCORSO Alla fine la forza del Concorso ha sempre ragione. Oltre i mugugni, gli attacchi, le polemiche. Gli adulti avvertono il bisogno di riannodare i rapporti fra le generazioni (quello stesso che sfilaccia gli ascolti delle serate tv); i ragazzi esprimono voglia di concretezza e di azione. Miriam Leone sintetizza molto bene queste esigenze. La sua elezione pone la corona sul ritorno di Carlo Conti alla conduzione, conferisce legittimazione alla sceneggiatura delle serate finali, fa prevalere la reazione spontanea sull’emozione controllata. Ha vinto una Miss bella da ascoltare oltre che da guardare. La sua doppia incoronazione nella serata finale fa felice anche Valentina Mio, la lunga bionda riccioluta che piaceva a Enrico Lucherini per la sua faccia fatta apposta per il set. Valentina vestirà la fascia di Miss Cinema e, anche se il biglietto per l’America, verso la scuola degli Strasberg, porterà il nome di Miriam Leone, avrà le sue belle opportunità. Lo aveva detto la stessa delusissima numero 20, quando ancora pensava la corona fosse ormai cosa sua: essere state qui a Salsomaggiore ha fatto crescere tutte e cento queste ragazze, e non solo quelle, più capaci, belle e fortunate, che tornano a casa con un titolo. Enrico Sbandi

Dal ripescaggio al trionfo. Prima eliminata e poi pigliatutto. Miriam Leone era stata infatti esclusa nel corso della prima serata andata in onda martedì, ma le due giurie - quella tecnica e quella dei ragazzi - l'hanno rimessa in gara conducendola fino all'incoronazione. Più matura rispetto alla media delle concorrenti, ha 23 anni, segno zodiacale Ariete, capelli rosso-rame, Miriam è siciliana doc: nata a Catania, vive ad Acireale. Occhi verdi, era arrivata a Salsomaggiore con la fascia di “Prima Miss dell'Anno”, titolo assegnato durante la notte di San Silvestro nello spettacolo “L'anno che verrà” trasmesso su raiuno e condotto anche in quell'occasione da Carlo Conti. Le mancano due esami per conseguire la laurea in Lettere, ha un giglio tatuato sulla spalla sinistra, lo definisce “simbolo di purezza e passione”. Collabora con una radio locale, adora il suo gatto, Gaetano detto “Ninni”. Nel tempo libero scrive poesie e fa trekking sull'Etna. Ieri sera Miriam ha vinto anche il titolo di Miss Cinema, fascia che dovrà però consegnare alla

seconda classificata, Va lentina Mio (foto a destra), 18 anni, anche lei Ariete, bionda friulana, viso particolarmente espressivo somigliante a Meg Ryan. “Credo che il cinema ti porterà fortuna”', ha augurato in diretta a Miriam il presidente della giuria tecnica, E n r i c o L u c h e r i n i . Tutte cinematografiche le mani che l’hanno incoronata, quelle di due grandi come Andy Garcia e Giancarlo Giannini. E, anche se ha dovuto a termini di regolamento cedere la fascia di Miss Cinema alla seconda in classifica, sarà comunque Miriam - ha precisato Patrizia Mirigliani - a seguire il corso di recitazione gratuito di tre mesi negli Usa, in uno dei celebri 'The Lee Strasberg Theater Institute' a Los Angeles o New York. Miriam e Valentina salutano Salsomaggiore con il sorriso sulle labbra e qualche lacrima che tradisce emozioni e tensione. Dopo quattro maratone televisive con le Miss, saluta anche Carlo Conti: “per me Miss Italia finisce”, ha detto al termine del “Dopo Miss”. Ma, come abbiamo già visto, il ripescaggio a volte funziona.

FOTO SAGGESE/LA MALFA

MIRIAM PIGLIATUTTO

La Gazzetta di Miss Italia direttore Enrico Sbandi supplemento di “n.t.r. - Notiziario in Tempo Reale” - reg. trib. Na 4560 Editoriale Press srl. 081.2461083 www.epressonline.com - e.press@mclink.it “E.Press” e “La Gazzetta di Miss Italia” sono marchi di proprietà, rispettivamente, di Editoriale Press srl e Miren International srl Proprietà di articoli e foto riservata. ®

In redazione: Claudio Ravel Germana De Gregorio Stampa: in proprio presso la redazione al Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore


7

Gazzetta, appuntamento al 15° anno

®

dalla più antica tradizione il più dolce ricordo di Salsomaggiore

ANCORA UNA VOLTA, la quattordicesima, è il momento dei saluti e degli arrivederci. La Gazzetta di Miss Italia lo fa soddisfatta per l’esito del Concorso e per l’ottima accoglienza ricevuta. Quest’anno abbiamo realizzato, in aggiunta al solito programma in tempo reale che si è articolato in 10 uscite, un’edizione anteprima, in 20mila copie, tabloid a colori da 16 pagine, che presentava le prefinaliste. E’ andata a ruba. La distribuzione è stata estesa all’intera area dell’Emilia che gravita su Salsomaggiore, presso la grande distribuzione con marchio Conad. Grazie a tutti coloro che ci hanno supportato

largo Roma, 5/A - tel. 0524.575356

ALIMENTARI - PANIFICI in questa iniziativa. Un saluto, ci sia consentito, affettuoso, a Enzo e Patrizia Mirigliani e a Lauro Micheli. A Salso ci si incrocia di fretta, ma sappiamo di poter contare sempre su di loro. A Marcello Cambi, fondamentale “spon da” per noi che facciamo informazione. Grazie a Enrico Lucherini che, “istigato” da Patrizia, ci ha regalato pennel late della sua verve firmando una rubrica su queste pagine. Grazie a mister Cotonella

Maurizio Zannier, a Peugeot Italia e Monica Soldini nonché a Salso ed ai suoi commercianti, che hanno creduto e contribuito a sostenere la Gazzetta. Grazie a Claudio Libera, amico e collega sempre pronto e disponibile. Torniamo nella nostra Napoli e cominceremo presto a pensare cosa inventare di nuovo - e speriamo utile e divertente - per i 70 anni di Miss Italia. esb

questa edizione è prodotta e assemblata con una sistema di stampa Gestetner CS555

ZALAFFI VIA ROMAGNOSI, 4 tel. 0524-573128 VIA XXV APRILE, 4 tel. 0524-573194 V.LE MATTEOTTI, 37/B tel. 0524-573322

SALSOMAGGIORE TERME


AL CENTRO DEL GIORNALE IL POSTER DI MISS ITALIA 2008

14 SETTEMBRE - NONA EDIZIONE

e. press - editoriale press srl - www.epressonline.com

3

DISTRIBUZIONE GRATUITA

VINCE ANCHE L’AUDITEL: SHARE DEL 34,73% PAOLO DE ANDREIS LO AVEVA DETTO. I conti si fanno alla fine e, con lo spettacolo (e con il cattivo tempo) gli ascolti arriveranno. Reduce da un “percorso” Auditel accidentato quest’anno come mai nel passato - in genere Miss Italia aveva sempre o quasi vinto le sue serate - il dato della finale è quello che ci si aspettava. 5.682.724 gli spettatori davanti alla tv, 34,73% lo share. Niente da vedere con i record da dieci milioni di qualche anno fa, ma sono davvero altri tempi ed è un’altra televisione. Onore al

FOTO CLAUDIO LIBERA

merito innanzitutto del capostruttura di Raiuno che ha avuto polso saldo nel difendere sempre la sua squadra ed il suo programma, a Carlo Conti che non s’è fatto insabbiare dalle polemiche e a Patrizia Mirigliani che, in sella ad un Concorso che funziona strabene (oltre 21mila iscrizioni per questa edizione), ha evitato con saggezza di intervenire “in corso d’opera”. Da domani è Miss Italia 2009 e lì si potrà fare tesoro delle esperienze, di ciò che funziona e di ciò che deve cambiare.

L’ITALIA DICE MIRIAM


la_gazzetta_di_miss_italia_2008_ultima_edizione