XXII° Settimana Africana Regionale 2019

Page 1

settImana afrICana reGIonaLe 29 settembre 5 ottobre 2019

fano

Spettacoli, muSica, cinema, laboratori, Sport, convegni e teStimonianze


una Settimana Di incontri contro la globalizzazione Dell’inDifferenza La XXII° edizione della Settimana Africana Regionale si apre con la celebrazione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato (29 Settembre 2019). Condividiamo parte del messaggio di Papa Francesco in preparazione a questo importante appuntamento, che sia di riflessione per ognuno di noi. Le società economicamente più avanzate sviluppano al proprio interno la tendenza a un accentuato individualismo che, unito alla mentalità utilitaristica e moltiplicato dalla rete mediatica, produce la “globalizzazione dell’indifferenza”. In questo scenario, i migranti, i rifugiati, gli sfollati e le vittime della tratta sono diventati emblema dell’esclusione perché, oltre ai disagi che la loro condizione di per sé comporta, sono spesso caricati di un giudizio negativo che li considera come causa dei mali sociali. L’atteggiamento nei loro confronti rappresenta un campanello di allarme che avvisa del declino morale a cui si va incontro se si continua a concedere terreno alla cultura dello scarto. Infatti, su questa via, ogni soggetto che non rientra nei canoni del benessere fisico, psichico e sociale diventa a rischio di emarginazione e di esclusione. Per questo, la presenza dei migranti e dei rifugiati – come, in generale, delle persone vulnerabili – rappresenta oggi un invito a recuperare alcune dimensioni essenziali della nostra esistenza cristiana e della nostra umanità, che rischiano di assopirsi in un tenore di vita ricco di comodità. Ecco perché “non si tratta solo di migranti”, vale a dire: interessandoci di loro ci interessiamo anche di noi, di tutti; prendendoci cura di loro, cresciamo tutti; ascoltando loro, diamo voce anche a quella parte di noi che forse teniamo nascosta perché oggi non è ben vista.”


settImana afrICana reGIonaLe a xxii eDizione

Mercoledì 25 Settembre ore 19.00 Ristorante “Da Fiore” Via Roma, 201 Saluto di Dimitri Tinti, Assessore ai Servizi Sociali Incontro di presentazione degli interventi di cooperazione internazionale in Kenya, Tanzania e Zambia. a seguire... Cena Solidale Info e prenotazioni: info@lafricachiama.org – 0721 865159

Domenica 29 Settembre ore 9.30 Oratorio San Cristoforo Saluto di Caterina Del Bianco, Assessore allo Sport Torneo di calcio Fratelli di Sport 4° edizione Organizzato dalla Polisportiva Sport Benessere e Salute Mentale e con la partecipazione di Matteo Vitali, campione del mondo di calcio a 5 di Crazy for Football. Tensostruttura Sassonia, Viale Adriatico In occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, evento in collaborazione con l’Ufficio Pastorale Migrantes. ore 18.30 Preghiera interreligiosa per le vittime dell’immigrazione. ore 19.30 Cena condivisa. Ognuno porti del cibo da condividere. ore 21.00 Concerto "A me navigante" Anissa Gouizi voce, canto e percussioni Gionni Di Clemente Oud, bouzuki, chitarre e effetti Domenico Candellori Percussioni Il progetto della cantautrice italo-algerina Anissa Gouizi presenta un insieme di testi e melodie originali in varie lingue e suoni. Un viaggio che parla d’amore e di ingiustizie, di terra e anche di speranza. Un viaggio che parla in vari stili musicali come quello araboandaluso, Gnawa, lo stile Chaabi di Algeri e la tradizione popolare italiana.


Lunedì 30 Settembre Dalle ore 19.00 alle ore 21.00 Oratorio Papa Francesco Parrocchia Gran Madre di Dio Via del Ponte,10 Laboratorio di cucina etnica “Stanco del solito cibo? Gambia la tua dieta!” La nostra ricetta? Un giovanissimo cuoco gambiano di nome Ismaila, un gruppo di persone affamate (di curiosità, si intende), cibo e simpatia q.b. Quota di partecipazione: 10 euro. Posti limitati. Per iscrizioni lafricachiamaitalia@gmail.com 0721 865159

Martedì 1 Ottobre ore 18.00 Mediateca Montanari “Bakhita, il fascino di una donna libera” di Roberto Italo Zanini. L’autore conversa con Marco Gasparini, direttore del Centro Missionario Diocesano. Santa Giuseppina Bakhita si fa notare sempre di più per la sua straordinaria attualità. Citata in documenti ufficiali della Chiesa, è attuale come africana, come migrante. Ma soprattutto è attuale come donna. Roberto Italo Zanini è giornalista e lavora presso la redazione romana di Avvenire. Si occupa di cultura. Ha collaborato con la rivista Popoli e Missione, settimanali diocesani e quotidiani locali. Dai suoi libri su Bakhita è stata tratta l’omonima fiction televisiva.

Mercoledì 2 Ottobre ore 16.00 Mediateca Montanari Laboratorio di riciclo creativo per bambini “Maschere e strumenti africani” Il laboratorio propone la realizzazione di maschere di animali e di strumenti musicali africani – tamburi e maracas - attraverso l’utilizzo di materiali di riciclo come tappi, contenitori di plastica e rotoli di carta. L’obbiettivo è quello di stimolare la creatività dei bambini e di sensibilizzarli alla logica del riuso di risorse che si possono trovare facilmente in casa e che altrimenti verrebbero buttate. Proprio come i bambini africani che spesso si costruiscono i giocattoli da soli usando materiali di scarto. Durata 1h e 30 min. – Per bambini da 6 a 12 anni


ore 17.00 Sala da Té “L’Uccellin Bel Verde” Via Rinalducci, 5

“Another day of life: l’Africa di Kapuściński” Reading a cura di Francesca Giommi “Un viaggio non inizia nel momento in cui partiamo né finisce nel momento in cui raggiungiamo la meta. In realtà comincia molto prima e non finisce mai, dato che il nastro dei ricordi continua a scorrerci dentro anche dopo che ci siamo fermati. È il virus del viaggio, malattia sostanzialmente incurabile.“ Ryszard Kapuściński

ore 18.30 Cinema Politeama Proiezione del film “Ancora un giorno.” Regia di Raul de la Fuente, Damian Nenow. "Make sure they won't forget us." Forse è questo l'imperativo che risuona nella mente di Ryszard Kapuściński, giornalista nonché autore del libro che dà il titolo al film. Scritto all'indomani del suo viaggio in Angola nel 1975, nel pieno della Guerra Civile, il reporter polacco vuole essere sicuro che nessuno dimentichi ciò che è successo. Raúl de la Fuente e Damian Nenow recuperano il suo messaggio e lo trasformano con grande audacia in un lungometraggio animato, accompagnato da interviste in liveaction. Ingresso € 5,00

Giovedì 3 Ottobre ore 18.00 Mediateca Montanari “Alla deriva” I migranti, le rotte del Mar Mediterraneo, le Ong: il naufragio della politica, che nega i diritti per fabbricare il consenso.

di Duccio Facchini L’autore conversa con Marco Labbate. Giornalista della rivista Altreconomia, coautore di "Armi, un affare di Stato" (Chiarelettere) e autore di "Mi cercarono l'anima. Storia di Stefano Cucchi", "Trolls Inc.", "Kenya. Una guida di turismo responsabile" e "Le ragioni del NO" (Altreconomia).


Venerdì 4 Ottobre ore 18.00 Mediateca Montanari Kossi Komla-Ebri, principale esponente della letteratura migrante in lingua italiana, conversa con Francesca Giommi . Nato a Tsévié, in Togo, nel 1954, ha ottenuto la maturità in Francia, e si è infine trasferito in Italia, dove si è laureato in Medicina e Chirurgia a Bologna nel 1982, specializzandosi poi in Chirurgia Generale all'Università degli Studi di Milano. Scrittore della letteratura migrante in lingua italiana, ha pubblicato diversi libri di racconti, fra cui Imbarazzismi, una serie di piccoli racconti di quotidiana discriminazione in Italia e un romanzo, Neyla.

ore 21.15 Chiesa di Santa Maria del Gonfalone, Via Rinalducci, 11

Il dono della profezia: da Hélder Camara a Papa Francesco Incontro con Marcelo Barros. Interverranno Don Marco Presciutti, Vicario Generale Diocesi Fano Fossombrone Cagli e Pergola e Roberto Ansuini presidente APiTO. Marcelo Barros, benedettino brasiliano, eco-teologo della liberazione, 73 anni, è biblista e scrittore. Entra nel monastero benedettino di Recife a 18 anni. Ordinato sacerdote nel 1969 dall' arcivescovo dei poveri, dom Hélder Câmara, di cui diviene stretto collaboratore della pastorale giovanile e l'ecumenismo.


Venerdì 4 Ottobre ore 22.00 Giardini di Piazza Amiani

Anteprima della Notte Nera 2019 con Devon Miles & Pacio dj Direttamente dall' Ortigia Sound System Festival, passando per il JovaBeachParty e il Mana Festival (Austria), Devon Miles aprirà l’anteprima della Notte Nera 2019. Devon porterà tutto il suo repertorio musicale, new roots-dancehall, attento alle tematiche sociali come l’uguaglianza tra popoli, la libertà e i diritti umani. Ad accompagnarlo nello show, alla consolle, ci sarà Pacio (Nicolò Pacieri).

L’acqua del rubinetto di casa è più buona... è più sana è più controllata è più economica

n sprecarla fanne buon uso, ma no

www.asetservizi.it


ore 16.00 Ritrovo al Pincio di fronte l’Arco d’Augusto Musica con Crazy Djembe, percussioni africane Corteo verso i Giardini di Piazza Amiani

ore 16.30 Giardini Piazza Amiani Saluto del Sindaco e delle autorità

Consegna del Premio “Ho l’Africa nel Cuore” all’Onorevole Pietro Bartolo Medico di Lampedusa e Europarlamentare Pietro Bartolo, medico di Lampedusa, dal 1991 si occupa del poliambulatorio dell'isola. Da sempre in prima linea nel soccorso ai migranti, si è meritato numerose onorificenze, tra cui il titolo di «Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana» conferitogli dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il premio Sérgio Vieira de Mello (Cracovia 2015) e il premio Don Beppe Diana. Pietro Bartolo ha deciso di vivere in prima persona quella che è stata definita la più grande emergenza umanitaria del nostro tempo.

ore 18.00

Concerto del Coro Gospel Fano Gospel Choir “Quando lasciamo risuonare la libertà acceleriamo anche quel giorno in cui tutti i figli di Dio, neri e bianchi, ebrei e gentili, cattolici e protestanti, sapranno unire le mani e cantare con le parole del vecchio spiritual: Liberi finalmente!” M.L. King.


ore 19.00 Incontro con Jerome Ngom “Senghor e il dialogo tra le culture” A cura della “Associazione Cittadini Senegalesi di Fano”

dalle ore 19.00 in poi

Per le strade del mondo Performance musicali itineranti a cura di Festival Internazionale di Musiche dal Mondo Via del Canto. ore 21.30

Sam Osuyi Symbol in concerto Dalla Nigeria Sam presenterà il suo nuovo disco, Live and let live, un inno raggae alla libertà dei popoli. ore 22.30

Afreak in concerto Afreak roots reggae band, solido insediamento roots reggae romagnolo. Brani inediti dal patwa giamaicano fino al dialetto romagnolo, roots come solida base per sperimentazioni originali. “La nostra idea del reggae è quella di un bioritmo essenziale, groove viva e pulsante capace di connettere, nata in un contesto di sofferenza e riscatto, sempre dalla gente e per la gente. Esaltiamo il dono della vita, il fuoco che brucia dentro e illumina anche il momento più buio, ponendoti oltre i tuoi stessi limiti. Che tu possa sempre sentirlo e alimentarlo.”


L’afrICa ChIama. riSponDi Si’ alla vita chi Siamo e coSa facciamo L’Africa Chiama è un’organizzazione umanitaria, formata da un gruppo di famiglie aperte all’accoglienza e alla condivisione, che opera da anni per accendere i riflettori sul continente più dimenticato ed oppresso e per restituire ai bambini africani la loro infanzia negata e violata. L’Africa Chiama si prende cura ogni giorno di 21.000 bambini in grave difficoltà in Kenya, Tanzania e Zambia. In Africa operiamo con interventi concreti, mirati e trasparenti nei seguenti settori: – Alimentazione – Accoglienza – Istruzione e formazione – Prevenzione e assistenza sanitaria – Microcredito e progetti di sviluppo – Inclusione sociale per bambini disabili – Sensibilizzazione ed advocacy In Italia promuoviamo interventi e iniziative volte a favorire l’integrazione fra i popoli e la giustizia sociale – Corsi e convegni per approfondire conoscenza dell’Africa – Eventi ed iniziative per innalzare il coinvolgimento della società civile all’impegno sociale – Percorsi di educazione alla mondialità per alunni e insegnanti – Supporto scolastico a bambini e ragazzi stranieri; – Programmi di orientamento socio-sanitario e lavorativo rivolti a persone straniere

come aiutarci – – – – – – –

Impegnarti con il sostegno a distanza Fare la scelta della bomboniera solidale Diventare Amico di L’Africa Chiama Avviare un gemellaggio fra scuole, comuni, province ecc. Fare volontariato in Italia e in Africa Disporre di un lascito testamentario Destinarci il tuo 5xMille inserendo il nostro C.F. 90021270419 nella Dichiarazione dei Redditi


con il sostegno di

Hotel Continental Fano Viale Adriatico, 148 – 61032 FANO PU, Italia tel. 0721 800670 – fax 0721 801490 www.hotelcontinental-fano.it info@hotelcontinental-fano.it

GASTRONOMIA PASTA FRESCA


con il patrocinio e il sostegno di: Comune di Fano Assessorato ai Servizi Sociali

grafica e stampa tipografica sonciniana srl

con il sostegno e la collaborazione di:

Associazione Cittadini Senegalesi di Fano

Progetto “Officina di pace! Laboratori e volontariato per promuovere una società multiculturale e inclusiva!” Finanziato dalla Regione Marche con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.

Tutti gli eventi sono gratuiti, ogni offerta sarà un dono prezioso per i “nostri” 21.000 bambini in Africa. segui lafricachiama

L’AFRICA CHIAMA OnLuS ONG Via della Giustizia 6/D - Fano PU tel. e fax 0721 865159 - cell. 335 258290 info@lafricachiama.org www.lafricachiama.org