Page 1


Palm Beach Resort & spa Maldives Un paradiso terrestre; una preziosa combinazione tra natura e complessi costruiti dall'uomo in cui coesistono sinergicamente la bellezza dell'arcaica madre terra e il lusso del Resort che splende di luce propria.


Una struttura realizzata nel pieno rispetto della natura, pensata per soddisfare le esigenze di chi ha voglia di trascorrere una vacanza nel segno del relax.

www.sportingvacanze.it - Roma, Via Barberini 30 - Tel 06.45410410


In autunno con i prezzi MINI viaggi alla grande in tutta Italia

Trenitalia, il modo migliore di viaggiare nel rispetto dell’ambiente Il numero di posti in offerta è limitato e variabile, a seconda dei giorni della settimana, dei treni e della classe. Le operazioni di cambio e rimborso del biglietto sono soggette a restrizioni, l’accesso ad altro treno non è consentito.


Scopri le più belle città italiane. Vivi l’autunno con Trenitalia! Il biglietto è acquistabile, previa disponibilità del posto, fino alla mezzanotte di due giorni precedenti la partenza presso tutti i canali di vendita di Trenitalia. I prezzi MINI sono soggetti a variazioni. Scopri i dettagli su www.trenitalia.com o presso tutti i canali di vendita.


Trenitalia, il modo migliore di viaggiare nel rispetto dell’ambiente L’offerta è acquistabile fino alle ore 24 del giorno precedente la partenza del treno. Il cambio della prenotazione e del biglietto, il rimborso e l’accesso ad altro treno non sono consentiti.


Un motivo in più per tornare in giornata.

Offerta Andata e Ritorno in giornata: Roma-Milano da 109 euro L’offerta non è cumulabile con altre riduzioni compresa quella per i ragazzi. Per informazioni visita il sito www.trenitalia.com.


La formula magica del tuo prossimo viaggio.

Con i suoi sapori, gli odori e i colori inconfondibili, l’autunno ci invita a viaggiare. Per un fine settimana di relax e benessere o un goloso percorso enogastronomico, scegli Weekend Autunno Maggiore, la formula che ti permette di vivere appieno la magia di questa romantica stagione a condizioni vantaggiose. Prenotando la tua vettura almeno due settimane prima della partenza, Maggiore ti riserva una tariffa imbattibile ed il 50% di sconto su navigatore, baby seat e seconda guida. Formula valida in Italia per noleggi prepagati fino al 21/12/2011. Scopri tutti i dettagli su maggiore.it o chiamando l’199 151 120. Promozione soggetta a revoca e a disponibilità .

Maggiore Design & Asymetrix

Weekend Autunno Maggiore


BEN VENUTI A BORDO

Viaggia in famiglia a prezzi speciali

I bimbi pagano la metà, ogni adulto risparmia il 20%. Trenitalia, il modo migliore di viaggiare nel rispetto dell’ambiente L’offerta Familia è valida per gruppi da 2 a 5 persone composti da almeno un adulto e un bambino di età inferiore a 12 anni. L’offerta prevede lo sconto del 50% per i bambini fino a 12 anni (30% per cuccette e VL) e il 20% per le altre persone. L’offerta NON è valida per i treni regionali. Il prezzo minimo è, al netto dello sconto, di almeno 10 euro per ogni componente di età superiore ai 12 anni, fatti salvi i minimi tariffari previsti per il treno utilizzato. Il numero dei posti è limitato e variabile, a seconda dei giorni della settimana, dei treni e della classe. Le operazioni di cambio prenotazione/biglietto e rimborso sono soggette a restrizioni. Per i dettagli sull’offerta vai su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita

OTT2011

13


IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO III NUMERO 9 OTTOBRE 2011

59 Science Gallery Da Bergamo a Genova, la ricerca scende in piazza. Quattro chiacchiere con i cervelloni mondiali, tra questioni di chimica e futuro della conoscenza.

SOMMARIO In questo numero 110

68

20 25 33 37 43 48 52

A B C D E F G

genda

68 Nell@ Rete

acheca

hi ‘autore

conomia ashion

Il mondo del web a bordo del Frecciarossa. Sul filo della ragnatela più grande del mondo, l’e-Festival indaga il fenomeno più discusso degli ultimi tempi. Sotto inchiesta i rischi dell’internet addiction secondo Federico Tonioni e il cyber-attivismo di Hassan Al Djhami.

Detective story surrealista e poetica tra gli angoli più stravaganti della Ville Lumière. Al Museo Alinari di Firenze gli scatti di Bettina Rheims e i filmati di Serge Bramly.

82 Portrait de femme

Italia in crisi: inflazione, prezzi alti e consumi in picchiata. E neanche la cara vecchia tavola è risparmiata.

A tu per tu con Cristiana Capotondi, contesa tra cinema e tv e pronta alla sfida dei new media.

usto

88 Cinema di Stelle

Al Festival del Film di Roma con Pupi Avati e Carlo Delle Piane. Al Bar Sport con Claudio Bisio, e in Frecciarossa per Il matrimonio a Parigi di Massimo Boldi e Biagio Izzo.

92 PRECISAZIONE Per le foto di Francesca Martino, pubblicate sul numero di agosto-settembre in copertina interna e alle pp. 69 e 70, Capelli: Saada Adel – Dede - www.simonebelli.it; Trucco: Make up Studio Secrets L’Oréal Paris - Simone Belli; Styling: Massimo Cantini Parrini.

110 Rose c’est Paris

97 Autumn in chocolate

119 Mangia che (forse)

ti passa

125 World Wide Music Viaggio tra le note con Evanescence, Luca Carboni, Richard Galliano e Paul Kalkbrenner. Musical on stage con Whoopi Goldberg, Loretta Grace e Chiara Noschese.

126

La Città dei Baci torna protagonista. Emozioni al cacao con Hassani Shapi e Nabiha Akkari, nelle sale con Lezioni di cioccolato 2.

105 90 volte Gucci

Compleanno in Frecciarossa per l’esclusivo marchio made in Italy. Pezzi storici della maison con la stella creativa Frida Giannini.

ERRATA CORRIGE 155 Nel numero di agosto-settembre, a pag. Appuntamenti di living e design, CruciFreccia, almanacco, oroscopo e fumetto. 101 la provincia di riferimento per la mostra Tra il sublime e l’idiota è Macerata, mentre nella traduzione inglese si riportava erroneamente Massa Carrara. OTT2011

15


IL MENSILE PER I VIAGGIATORI DI FERROVIE DELLO STATO ITALIANE ANNO III - NUMERO 9 - OTTOBRE 2011

141

REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N° 284/97 DEL 16/5/97

Foto e illustrazioni Ansel Adams, ANSA, Archivio fotografico Ferrovie dello Stato Italiane, Giuseppe Aquino, Giovanni Canitano, Alberto Cocchi, Collezione GNAM, Diego Di Vittorio/MariFilm, Foto Bizzi, Fotolia, Foto Scala - Firenze, Paolo Ranzani, Barbara Ledda, Stage Italia, Succession Picasso - by SIAE 2011, Angelo Turetta, Timothy White La foto di Cristiana Capotondi in copertina è di © Francesca Martino/Photomovie Per le immagini pubblicate si resta a disposizione degli aventi diritto che non si siano potuti reperire.

Semestrale in crescita per FS Italiane

Confermato il trend positivo del Gruppo FS anche nei primi 6 mesi del 2011, con previsioni di crescita fino alla chiusura dell’anno. Risultato netto semestrale a +90 milioni, con un incremento del 164,7%. EBITDA (MOL) a + 7,7%, soprattutto grazie all’aumento di traffico Alta Velocità e merci, e +21,4% per l’EBIT.

141

Videoinformazione ad Alta Velocità

Con La Freccia.TV news, interviste e curiosità dal mondo FS e non solo. Autunno tra le star del red carpet capitolino: dal 27 ottobre al 4 novembre, la web TV di FS Italiane segue la VI edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. On line tutti i filmati di settembre: e-Festival di Milano, Biennale del Cinema di Venezia e Festival della Letteratura di Mantova.

149

EDITORE

Direzione Centrale Relazioni con i Media e Redazione di Gruppo Piazza della Croce Rossa, 1 | 00161 Roma Tel. 06 44105355 | www.fsitaliane.it Direttore Responsabile Federico Fabretti Capo Redattore Claudia Frattini In Redazione Luigi Cipriani, Silvia Del Vecchio, Cecilia Morrico Segreteria di Redazione Francesca Ventre Photo Editor Vincenzo Tafuri Contatti di Redazione Tel. 06 44105298 lafreccia@fsitaliane.it Hanno collaborato a questo numero Gaspare Baglio, Gian Paolo Collacciani, Federica Demaria, Stefano Ebner, M. Pia Fanciulli, Nello Fantozzi, Candida Francescone, Alessio Giobbi, Cristiana Meo Bizzari, Giuliano Papalini, Lorenza Perino, Petrus, Betti Puoti, Simone Sacco, Flavio Scheggi, Antonio Terlizzi, Lorenzo Terranera, Adua Villa, Gianfranco Vissani REALIZZAZIONE E PROGETTO GRAFICO Via A. Gramsci, 19 | 81031 Aversa (CE) Tel. 081 8906734 | info@graficanappa.com Coordinamento Tecnico Antonio Nappa Coordinamento Organizzativo Massimiliano Santoli Direzione Creativa Giulio Lippi Traduzioni Lorenza Perino CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ

Via Melzi d’Eril, 29 | 20154 Milano Tel. 02 76318838 | Fax 02 33601695 info@emotionaladv.it | www.emotionaladv.it Responsabile di Testata Raffaella Romanenghi Segreteria di Direzione Emanuela Bottanelli Gestione Materiali Selene Merati selenemerati@emotionaladv.it 16

OTT2011


Combinazione perfetta

Due alleati per una pelle subito pi첫 giovane

Levigata in

1 solo giorno

Impeccabile in

1 solo tocco

Per una pelle due volte pi첫 bella. Bio-Performance Super Corrective Serum, siero ad effetto levigante istantaneo che aumenta la sintesi di collagene, elastina e acido ialuronico. Perfect Refining Foundation, fondotinta impalpabile e coprente che idrata, leviga e resiste oltre 15 ore. Due semplici passi verso la perfezione. www.shiseido.it Diventa fan di Shiseido Italia su Facebook


FRECCIA CO VER

Breakfast at Tiffany’s is 50 this year. On this occasion Rome celebrates the divina Audrey Hepburn with an exhibition at the Museum Ara Pacis. From 26th October to 4th December, a selection of unpublished photos will show pieces of ordinary life in Rome during the film Roman Holiday that allowed her to win the Best Actress Oscar.

LA MUSA DELL’ELEGANZA di Candida Francescone

C

AUDREY HEPBURN A passeggio per le vie del Centro, Roma 1968 Elio Sorci © Camera Press/ Photomasi

Colazione con Audrey Sam Wasson

Rizzoli, pp. 252, ¤ 17,90

«Io vado pazza per Tiffany: specie in quei giorni in cui mi prendono le paturnie», parola di Holly Golightly/ Audrey Hepburn. Sam Wasson cuce insieme aneddoti sulla realizzazione del mitico film di Blake Edwards e una pungente analisi della società anni Sessanta, durante i quali la Hepburn riuscì a conquistare il cuore di tutti vestendo lo stile (memorabile) di una donna disinibita e decisamente anticonformista.

erte luci della ribalta rovinano la carnagione a una ragazza», avvertiva Holly Golightly in Colazione da Tiffany. Certamente non quelle che hanno illuminato per decenni il volto della protagonista, consacrandola eterna regina dell’eleganza. Nell’anno in cui il capolavoro cinematografico di Blake Edwards compie mezzo secolo, Roma festeggia la divina Audrey Hepburn con una mostra-tributo al Museo dell’Ara Pacis. Dal 26 ottobre al 4 dicembre, una selezione di foto inedite riprendono attimi di vita quotidiana nella Capitale durante le riprese di Vacanze Romane, il film che le regalò l’Oscar come migliore attrice. Un’occasione imperdibile per ammirare il candore e l’eleganza di una star di prim’ordine e scoprirne anche il lato più irriverente e ironico. Focus sul legame particolare tra la diva e la Città Eterna negli scatti privati in compagnia del marito Andrea Dotti e del figlio Luca. Senza dimenticare la sua “terza carriera” – dopo quella di artista e di madre – come Ambasciatrice di Buona Volontà per l’Unicef. [www.arapacis.it] OTT2011

19


A

genda

Torino//fino al 4 dic Torinodanza

Modena//fino al 29 gen La natura è il mio regno

Festival sulle punte tra i teatri Carignano, Gobetti, Cavallerizza Reale e Fonderie Limone Moncalieri. Dal 13 al 16 ottobre sul palco le migliori compagnie italiane, ma anche l’arte circense contemporanea e quella femminile delle coreografe Maguy Marin, Anne Teresa De Keersmaeker e Karine Saporta.

L’America incontaminata è a Modena, negli spazi dell’ex ospedale Sant’Agostino, attraverso i ritratti fotografici di Ansel Adams. Dal granitico Half Dome rischiarato dalla luna alle profondità dei canyon dell’Arizona, dalle caverne del parco Yosemite alle distese rocciose del deserto di Manzanar.

[www.torinodanzafestival.it]

[www.fondazionefotografia.it]

Until 4th December Torino will be dancing on points, with the best Italian corps de ballet from 13th to 16th October, some circus companies and three international choreographers.

Pure America to be seen in Modena through the shots by Ansel Adams. From the motionless Half Dome under the moonshine to the deepest canyons of Arizona and the caves of Yosemite park.

Milano//20 oTT>26 feb Più che un pittore, Cézanne

Appuntamento a Palazzo Reale di Milano dal 20 ottobre per conoscere da vicino l’opera e la vita del grande maestro di Aix-en-Provence, tenace e solitario inventore di un linguaggio unico capace di trasformare l’arte del secolo scorso. Dalle prime opere del 1860 ai magnifici ritratti, dalle nature morte agli ultimi dipinti del 1906, 50 capolavori prestati dai maggiori musei del mondo raccontano l’attività di Cézanne en plein air e nei celebri atéliers provenzali, dove rielaborava e rifiniva volti, paesaggi e oggetti incontrati durante le sue escursioni quotidiane. The appointment at Palazzo Reale in Milan is from 20th October to look closely at the works and life of the big painter from la Aix-en-Provence. From the first pictures of 1860 to the wonderful portraits, still life paintings and landscapes of the last period. Fifty masterpieces talk about Cézanne’s activity in Provence.

[www.artpalazzoreale.it]

20

OTT2011

Pisa//14 oTT>29 gen 200 volte Picasso

lucca//fino al 15 gen Guggenheim su carta

Da Barcellona al Lungarno, la furia creativa di Pablo Picasso si libera nelle sale di Palazzo Blu. Duecento opere, tra dipinti, ceramiche, litografie, acqueforti, disegni e libri, esplorano la volontà di essere pittore travolgendo ogni percorso artistico del XX secolo.

Le opere meno conosciute della Collezione Peggy Guggenheim sono i tesori svelati al Lucca Center of Contemporary Art. Disegni e oli su carta di interpreti del Novecento, come Alexander Calder, Max Ernst, Lucio Fontana, Vasily Kandinsky, Man Ray, Piet Mondrian, Diego Rivera e Yves Tanguy.

From Barcellona to Lungarno, 200 paintings, porcelains, lithographs, etched engraving, drawings and books express Picasso’s furious creativity.

[www.palazzoblu.org]

The hidden treasures of the Peggy Guggenheim’s Collection on show at the Lucca Center of Contemporary Art. Drawings and paper oil painting by artists such as Ernst, Fontana, Kandinsky, Mondrian and Tanguy.

[www.luccamuseum.com]


A cura di Silvia Del Vecchio

ravenna//28>30 oTT Ravenna Jazz

roMa//26 oTT>11 dic Digitalife2

roMa//31 oTT Italia-Russia Gala

Sei concerti in tre serate al Teatro Alighieri di Ravenna. Venerdì 28 omaggio a Miles Davis, mostro sacro del jazz, con le visioni elettroacustiche di Martux_M e la tromba di Fabrizio Bosso e Paolo Fresu. Mentre il 29 e il 30 Uri Caine, Gianluca Petrella e Danilo Rea reinterpretano il compositore Nino Rota.

Il futuro del digitale e le nuove tecnologie della comunicazione al centro di incontri, mostre e performance interattive negli spazi della Ex GIL a Trastevere. Installazioni visionarie e sculture musicali per abbattere le barriere temporali e rielaborare la complessità della natura e dei rapporti umani.

Lunedì 31 al Teatro dell’Opera di Roma gran gala in collaborazione con il Bolshoi di Mosca. Diretti da Vladimir Vasiliev, i più grandi interpreti del balletto e della lirica russi e italiani, come Svetlana Zakharova, Giuseppe Picone e Tatiana Pavolskaya, suggellano l’incontro culturale tra i due Paesi.

[www.romaeuropa.net]

[www.operaroma.it]

At the Teatro Alighieri in Ravenna, a tribute to Miles Davis on Friday 28th with Martux_M, Fabrizio Bosso and Paolo Fresu, and to Nino Rota on 29th and 30th with Uri Caine, Gianluca Petrella and Danilo Rea.

[www.erjn.it]

Meetings, exhibitions, music sculptures, interactive performances and visionary installations focused on new computer and communication technologies, at the Ex GIL in Trastevere.

On Monday 31st, in association with the Bolshoi Theatre of Moscow, the artists Svetlana Zakharova, Giuseppe Picone and Tatiana Pavolskaya will perform at the Gran Gala in the Teatro dell’Opera in Rome.

solidarieTÀ

Destinazione volontariato naPoli//13>16 oTT Artecinema

caserTa//fino Ta//fino al 13 nov T Reggia contemporanea

Al Teatro Augusteo di Napoli il Festival Internazionale di Film sull’Arte Contemporanea. Celebri creativi, fotografi e architetti degli ultimi 50 anni, come Abramovic, Bansky, Basquiat, Kapoor, LeWitt, Hadid, Toscani e Vitali, raccontati attraverso un’accurata selezione di documentari e interviste.

Cinquant’anni di arte in Italia in 50 opere provenienti dalle collezioni GNAM e Terrae Motus. Tra miti contemporanei e nuovi paesaggi, alla Reggia di Caserta fino al 13 novembre si va dalla pop all’arte povera fino alla transavanguardia, con Boetti, Ontani, Paladino, Schifano, Burri e Pascali.

[www.artecinema.com]

[www.reggiadicaserta.beniculturali.it]

At the International Festival of Contemporary Art Films documentaries and interviews focused on the biggest creative talents of the last 50’s, such as Abramovic, Bansky, Basquiat, Kapoor, Hadid and Toscani.

At La Reggia di Caserta, until 13th November, fifty years of Italian art illustrated in the 50 works of the GNAM and Terrae Motus collections. From the pop art to the transavanguard movement with Boetti, Paladino, Schifano, Burri and Pascali.

Il treno unisce l’Italia che aiuta. Non un semplice slogan, ma il “cuore” tematico del concorso fotografico nazionale promosso da Ferrovie dello Stato Italiane in collaborazione con Progetto ImmigazioneOggi. Obiettivi puntati sulle stazioni ferroviarie, come luoghi di solidarietà e prima accoglienza per le persone ai margini. Gli scatti possono essere inviati on line fino al 28 ottobre e votati fino all’11 novembre su immigrazioneoggi.it. Anteprima alla cerimonia di chiusura dell’Anno Europeo del Volontariato, poi un tour di mostre itineranti su e giù per l’Italia. [www.immigrazioneoggi.it]

OTT2011

21


A

genda

Il gIoco sI fa a lucca di Alessio Giobbi

Dal 28 ottobre al 1° novembre Lucca Comics & Games, il principale festival nazionale dedicato al fumetto e al gioco, ispirato quest’anno alla grande avventura e al mito di Emilio Salgari. Tantissime le iniziative della cinque-giorni toscana, tra mostre, cosplay, presentazioni, giochi, musica e fantasia. Tra gli appuntamenti da non perdere, sabato 29 l’arrivo direttamente dal Giappone di 11 giocatori di calcio in onore del celebre cartoon anni ‘80 Holly e Benji e l’esibizione delle ballerine di pole dance Tokyo Dolores. Domenica 30 tocca alla AUN-J Classic Orchestra, che ripercorre la tradizione musicale giapponese delle colonne sonore, un repertorio animato che va da Il mio amico Totoro a La Principessa Mononoke e La città incantata. Lunedì 31, l’anteprima nazionale del film Immortals, sulla mitologia dell’antica Grecia, e la performance dei Roborama, eccezionalmente a Lucca per il primo robot show al mondo, realizzato dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. [www.luccacomicsandgames.com] From 28th October to 1st November, the biggest national Festival Lucca Comics & Games will be inspired to the great adventure and myth of Emilio Salgari.

cIak sI gIra!

Dopo oltre 2 mesi di applausi a Parigi, Arturo Brachetti porta lo show campione d’incassi su e giù per l’Italia. Dal 18 ottobre all’11 dicembre, in collaborazione con il Festival Internazionale del Film di Roma e Rai Radio2, 80 trasformazioni dello straordinario illusionista per un sorprendente viaggio nell’universo del cinema e della tv. [www.murcianoiniziative.com]

22

OTT2011


Margareth MadĂŠ


B

A cura di Gaspare Baglio

acheca

cineMa//1 This must be the place

cineMa//2 I tre moschettieri 3D

cineMa//3 Super

Regia: Paolo Sorrentino L’ex rockstar Cheyenne (Sean Penn) si è ritirata a Dublino da anni. Torna a New York per la morte del padre, da cui eredita un diario che gli svela la sua ossessione: un criminale nazista fuggito negli USA. Senza alcuna dote investigativa si mette alla ricerca di un arzillo novantenne. Dal 14 ottobre.

Regia: Paul W. S. Anderson Athos, Portos, Aramis e il mitico D’Artagnan tornano sul grande schermo per scongiurare un diabolico piano ordito dal cardinale Richelieu ai danni della Corona di Francia. Elettrizzanti i duelli tridimensionali. Cast stellare - Orlando Bloom e Milla Jovovich - nelle sale dal 14 ottobre.

Regia: James Gunn Quando la moglie lo lascia per un malvivente, Frank si trasforma nell’eroe mascherato Crimson Bolt. E ingaggia una lotta al crimine insieme alla sua folle aiutante Boltie. Elle Page, Liv Tyler e Kevin Bacon sono i protagonisti di un film da record al box office USA. Sul grande schermo dal 14 ottobre.

Cheyenne, ex rock star, has been living in Dublin for years. He goes back to New York after his father’s death. Through his diary he discovers his father’s obsession: a Nazi criminal escaped from the U.S.A.

Athos, Portos, Aramis and D’Artagnan are back at the cinema to act against the perfidious Cardinal Richelieu. A film with a stellar cast - Orlando Bloom and Milla Jovovich - and three-dimensional duels.

After his wife leaves him for a charming criminal, Frank becomes the hero Crimson Bolt. And he starts a personal fight against crime, together with Boltie, his crazy assistant.

cineMa//dvd DNC Entertainment lancia un autunno ricco di storie da non perdere. Start con Mother & Child, toccante film sulla maternità prodotto dal regista Alejandro González Iñárritu, con Naomi Watts, Annette Bening e Samuel L. Jackson. A fine ottobre arriva il blockbuster Nurse Jackie – Terapia d’urto, dissacrante serial Showtime. Protagonista una cinica infermiera newyorchese dell’All Saints’ Hospital, alle prese con problemi familiari e lavorativi. Sfumature da black comedy con Edie Falco, direttamente dalla serie cult I Soprano.

A fall with a lot of new events: the moving film Mother & Child about motherhood, with Naomi Watts, Annette Bening and Samuel L. Jackson. Nurse Jackie, the TV series not to be missed, with the extraordinary Edie Falco of the HBO series The Sopranos. OTT2011

25


B

acheca

libri//focus La verità, soltanto la verità Helen Humpreys Playground, pp. 248 ¤ 16

È il 1830, e in una Parigi putrida ma artisticamente fremente vive il poeta Charles Sainte-Beuve. L’uomo nasconde un segreto: un’anomalia fisica sembra negargli la possibilità dell’amore e ormai rassegnato si rifugia nella letteratura. Colpo di scena, l’incontro con la moglie del giovane Victor Hugo riaccende impreviste speranze di passione. Adèle è una donna moderna, che rifiuta la retorica delle gerarchie maschiliste e subisce il fascino, goffo e riservato, di Sainte-Beuve. È l’inizio di una relazione entusiasmante, dolorosa e segnata dall’assenza. Dalla pluripremiata penna di Helen Humpreys. Paris, 1830. The poet Charles Sainte-Beuve suffers from a pathology that makes him incapable to love. After he meets Adèle, the young Victor Hugo’s wife, he feels passion again. Written by the brilliant Helen Humpreys.

26

OTT2011

libri//1 Saltare il muro

libri//2 Un lungo silenzio

Maximilien Le Roy

Ángeles Caso

001 Edizioni, pp. 104 ¤ 14

Marcos y Marcos, pp. 224 ¤ 15

Uno spaccato della vita di Mahmoud, giovane palestinese confinato nella sua terra a causa del conflitto con Israele. Riesce a evadere soltanto con i pensieri, immaginando un futuro migliore. Graphic novel che distrugge simbolicamente i muri divisori tra gli uomini, selezionata per il Premio France Info.

Mahmoud cannot get out of the occupied territories of Palestina. He can do it only through his mind, imagining a better future. This graphic novel symbolically destroys the separation walls between people.

Dopo la guerra civile spagnola vinta dai franchisti, le donne della famiglia Vega tornano a casa. Ma non sarà facile riprendere la propria vita: il marito di Maria Luisa è in galera e la sfida per un tetto e un lavoro è durissima. Le difficoltà non avranno la meglio. La vera storia della madre dell’autrice, omaggio al coraggio femminile. Further to the Spanish civil war won by Franco supporters, the women of the Vega’s go back home to build a new future. This is the true story of the writer’s mother, a tribute to women’s courage.

Musica//1

Musica//2

That’s Entertainment The John Wilson Orchestra

NKOTBSB New Kids On The Block & Backstreet Boys

La golden age dei musical di Hollywood e Broadway in una galleria di brani arcinoti. Da Singin’ in the rain a Sette spose per sette fratelli fino a Un americano a Parigi. Spettacolo assicurato.

The golden age of Hollywood and Broadway musicals: plenty of wellknown songs.

Dopo il tour coast to coast e la reunion delle 2 boyband più famose d’America, ecco il cd con le grandi hits, un mash up, 2 inediti e dvd live. Il singolo di lancio è Don’t turn out the lights. For fans only.

After the coast to coast tour and the reunion of the most famous American boy bands, here is the cd that includes the famous hits, a mash up and two new songs.


libri//3 Il muchacho

libri//4 Tarantola

libri//5 Malcom

Roberto Parpaglioni

Thierry Jonquet

Massimo Cuomo

Cavallo Di Ferro, pp. 368 ¤ 18

Einaudi, pp. 146 ¤ 12

Edizioni e/o, pp. 288 ¤ 18

Saverio trascorre un’infanzia agiata nella Roma della Dolce Vita. Il nonno è un produttore cinematografico, il papà un ambizioso commerciante e la mamma passa la giornata ad arredare un attico ai Parioli. Sulle note di We can work it out dei Beatles, il ragazzo cresce e si divide tra le sue passioni, finché un viaggio a Barcellona non lo spinge verso la maturità. Saverio lives comfortably in Rome during the Dolce Vita period. To the tune of We can work it out by The Beatles, he cultivates his passions. A trip to Barcelona will push him towards maturity.

Un famoso chirurgo plastico tiene prigioniera una delle sue belle creature, che mostra in giro con orgoglio e costringe a prostituirsi. Quale terribile segreto li tiene uniti? Un noir che affonda radici nell’identità dei corpi, fonte d’ispirazione per il nuovo film di Pedro Almodóvar La pelle che abito, con Antonio Banderas, Elena Anaya e Marisa Paredes.

A famous surgeon kidnaps one of his beauties and forces her to work as prostitute. But they have a terrible secret in common. This is the book that inspired Almodóvar’s film La piel que habito.

Abbandonato dalla fidanzata e senza lavoro, Marcello tira a campare mettendo all’asta su eBay i mobili di casa e i suoi ricordi più cari. Fino a quando, in un’afosa domenica d’estate, un barbone gli regala una scheda telefonica, che gli cambia la vita sms dopo sms. Ritratto ironico e tagliente di un antieroe, vittima grottesca di un vortice di coincidenze.

The single and moneyless Marcello’s life is falling apart. In a summer afternoon, his life changes after he meets a homeless man. This is the ironical portrait of a modern anti-hero.

Musica//3

Musica//4

Musica//5

Mylo Xyloto Coldplay

iTunes Festival: London 2011 Moby

Nothing but the beat David Guetta

Ritorna la band britannica con un nuovo progetto discografico, secondo il frontman Chris Martin «il disco migliore mai fatto, ma forse anche l’ultimo». Il singolo di lancio Paradise è già una hit.

Introduced by the song Paradise, here is the new cd of Chris Martin’s band after a three-year silence.

Per la serie “un newyorchese a Londra”, il genietto Moby regala ai fan - e non – un live mix di dance e pop con blues, ambient e psichedelica. Ascoltarlo è come il titolo di una sua canzone: The right thing.

The New York artist Moby gives us a dance, pop&blues, ambient and psychedelic live mix. Not to be missed.

Disco-evento del dj superstar che arriva dalla Ville Lumière e conta oltre 20 milioni di followers su Facebook. Un lavoro tutto da ballare, impreziosito da featuring ultimo grido: Usher, Will.I.am, Lil’ Wayne, 50 Cent e Nicki Minaj. Must d’autunno.

This is an event for the French superstar dj. An exciting new dance record, featuring precious top-level artists. OTT2011

27


B

acheca

INTERVISTA A SILVIO MUCCINO E CARLA VANGELISTA

di Francesca Ventre

SINFONIA DI UNA

RIVOLUZIONE

Silvio Muccino and Carla Vangelista are back in the bookstore with the stories of Sofia and Matteo, two teenagers of the 60’s and 2000’s. Rivoluzione n. 9 describes, without judgments, teenage years.

Dopo il successo di Parlami d’amore, Silvio Muccino e Carla Vangelista tornano in libreria con le storie parallele di Sofia e Matteo, adolescenti anni ’60 e 2000 protagonisti di Rivoluzione n. 9 (Mondadori). Un romanzo a 4 mani che si dichiara già dal titolo... Carla – “Rivoluzione”, perché l’adolescenza è il momento più sconvolgente della vita. “9”, perché uno dei personaggi racconta a Matteo che da ragazzo ascoltava la nona sinfonia di Beethoven, chiamandola “rivoluzione n. 9”. Come si fa a scrivere in 2 un romanzo? Silvio – A differenza di un film, ognuno ha molta libertà. Questo libro è un incontro virtuale tra 2 adolescenti con 40 anni di differen28

OTT2011

za. Un romanzo di formazione, anche se la storia di Matteo la definirei più una diseducazione sentimentale, un’educazione alla disobbedienza. Perché hai scelto di parlare di adolescenza alla soglia dei 30 anni? [S] Perché la mia vita ora sta cambiando enormemente, è come una seconda giovinezza. Devo fare scelte e rinunce. A 16 anni impari a dire no per la prima volta, perché se ti ribelli in quel momento sarai capace di farlo anche dopo. In più per motivi di lavoro non ho vissuto appieno la mia adolescenza, l’ho ritrovata adesso per dirle addio. Il rapporto tra voi e i giovani d’oggi? [C] Sento poche attinenze con loro,

pur provando empatia. Nel ’68 abbiamo protestato e commesso errori, ma per costruire qualcosa. Purtroppo oggi la vitalità dei ragazzi è spenta da una società claustrofobica. [S] Io pure sento la diversità. Quando mi è capitato di incontrare ragazzi che vengono da realtà problematiche, ho notato che non sognano più. Parlandoci, però, si risvegliano dal torpore. Qual è il vostro modello di famiglia? Le madri del libro, ad esempio, incarnano molte fragilità… [C] Pur essendo di periodi diversi, sono accomunate dall’ossessività. Non credo al concetto assoluto di famiglia, perché il nostro è ormai un mondo robotico. Per ripartire bisogna rispettare gli altri. [S] Credo che oggi i ruoli si siano sovvertiti e questo non è positivo. Un figlio che fa da genitore, per esempio, si deve assumere responsabilità che non gli permettono di ribellarsi. Sperate nel successo di Parlami d’amore? [C] Ci siamo imposti di non aspettarci niente. Ci “accontentiamo” di una bella emozione e di una paura tremenda. [S] Mi sono preso una vacanza dalle ambizioni e dagli impegni del cinema. Ho voluto mostrare che l’adolescenza raccontata con onestà è universalmente condivisibile. Ad ogni età.


The exclusive outlet destination for shopping top brands at bargain prices

The Mall è un centro outlet di lusso ideato per offrire al visitatore prodotti deidesigner più esclusivi al mondo a prezzi estremamente vantaggiosi.

The Mall is a luxury outlet centre tailored to offer the visitor products of the world’s most exclusive designers at the very best prices.

COME ARRIVARE AUTO Prendere l’autostrada A1 ed uscire al casello autostradale di “Incisa-Reggello”. Proseguire sulla destra in direzione Pontassieve fino a raggiungere Leccio. The Mall si trova sulla sinistra appena superato il centro di Leccio.

HOW TO GET THERE CAR From Rome, Florence or Milan, take the A1 Motorway and the exit marked “IncisaReggello”. Follow the road on the right towards Pontassieve until reaching Leccio. Soon after passing Leccio, The Mall will be on the left.

TRENO Prendere il treno dalla stazione Santa Maria Novella di Firenze fino a Rignano Sull’Arno. All’arrivo, continuare il viaggio prendendo un taxi (5 minuti).

TRAIN Take the train from Florence’s Santa Maria Novella station to Rignano Sull’Arno. At the arrival, continue journey by available taxi (5 minutes).

SERVIZIO NAVETTA E TRASPORTO PUBBLICO Servizi giornalieri collegano il centro di Firenze a The Mall e viceversa. Per maggiori informazioni contattare il centro informazioni.

PUBLIC TRANSPORT & SHUTTLE BUS SERVICE There is a daily service from Florence to and from The Mall. For information please contact the Information Centre.

ORARIO DI APERTURA Lun-Dom 10.00-19.00

www.themall.it

OPENING HOURS Mon-Sun 10.00-19.00 The Mall - Via Europa 8 50060 Leccio Reggello - Firenze, Italia T +39 055 8657775 / F +39 055 8657801 info@themall.it

alexander mcqueen armani jeans balenciaga bottega veneta burberry dior ermenegildo zegna fendi giorgio armani gucci hogan i pinco pallino loro piana marni pucci roberto cavalli salvatore ferragamo sergio rossi stella mccartney tod’s valentino yves saint laurent


B

acheca

INTERVISTA A FEDERICO ZAMPAGLIONE

di Cristiana Meo Bizzari

Gli amanti del brivido non avranno tregua. Dopo il successo nel Regno Unito, Horror Channel arriva anche su Sky Italia (canale 134): tutto il thriller minuto per minuto, titoli cult, film indipendenti e reportage dai festival per intenditori, come il FrightFest di Londra. Aperitivo ad ottobre con ReGenesis, Blood Ties, Vampire High e The Collector. Testimonial d’eccezione Federico Zampaglione, che reduce dal successo di Shadow lancia con entusiasmo il nuovo canale tematico. Artista poliedrico e sensibile, musicista e regista acclamato anche all’estero come il nuovo Dario Argento, racconta alla Freccia la storia di un grande amore: quello per l’horror. Come nasce questa passione? Prima di quella per la musica. A 4 anni al luna park con mio padre ho scoperto l’attrazione per la paura. Tra i miei giocattoli non c’era Big Jim, ma vampiri e icone horror che colleziono ancora. Sono cresciuto a pane e Lucio Fulci, Dario Argento e Sergio Martino. Il tuo Shadow è l’horror italiano più apprezzato degli ultimi anni. Ti aspettavi il successo mondiale? Assolutamente no! Da me ci si aspettava un film impegnato, di nicchia, non un horror. Ma a 43 anni ho capito che gli schemi non contano. Le follie, se c’è amore, si possono fare. E io amo questo genere, ho scelto la sincerità ed è andata bene. Il futuro dell’horror tricolore? Intravedo segnali di rinascita e ho fiducia nei cicli dell’arte. Torneremo ad essere leader in questo campo. 30

OTT2011

Il tuo film cult? Primi, a pari merito, Profondo rosso e Suspiria di Argento, poi Non aprite quella porta di Tobe Hooper e La casa delle finestre che ridono di Pupi Avati. Girati negli anni ’70, terrorizzano ancora oggi. Domani, musica o cinema? Entrambi: alternare mi permette di non cadere nell’abitudine. Continuerò a suonare con i Tiromancino perché amo il rapporto diretto con la gente, ma farò anche cinema: Tulpa è la mia nuova sfida. [www.horrorchannel.eu]

DVD Da BrIVIDI

Per una notte di Halloween in pieno stile, 2 dvd “da paura”. Una partita di softair tra amici si trasforma in un incubo sugli schermi di At the end of the day - Un giorno senza fine di Cosimo Alemà: quello che era iniziato come un semplice gioco alla guerra diventa una spaventosa e reale caccia all’uomo. Dolcetto o scherzetto anche con Snoop Dogg’s Hood of Horror del regista premio Oscar Stacy Title. Protagonista il famoso rapper, ma in veste di maestro di malvagità e orrore.


Shops: Eredi Chiarini Firenze - Olympic Torino - Metropolitan Museum Milano Cabala Padova - Massa Martina Franca - London Putignano - Tessabit Como De Matteo Napoli - Spinnaker Alassio - After Fashion Reggio Calabria Budget Catania - Scalia Agrigento - Zita Fabiani Roma - La Sfinge Trieste


C

hi

RADIO

MAX POWER di Gaspare Baglio

Television and movie screen writer, actor, script writer and director: Massimiliano Bruno always manages to get a smile out of people and make them think. Mister Bruno works for the TV, with programmes such as the Boris and Saturday Night Live on the La 7 channel, and off stage as well with, for instance Non perdiamoci di vista on the Rai3 and with the successful film Nessuno mi può giudicare as director for the first time.

A

utore, attore, sceneggiatore e regista. Istrione da palcoscenico, Massimiliano Bruno riesce sempre a strappare un sorriso, lasciando però, dopo le risate, un retrogusto amaro che fa riflettere. Mister Bruno alterna programmi tv - come la serie Boris e Saturday Night Live su La7 oppure 80° minuto su FX a esperienze dietro le quinte: da Non perdiamoci di vista su Rai3 al film campione d'incassi Nessuno mi può giudicare, che lo ha visto per la prima volta nei panni di regista per il cinema.

Massimiliano Bruno Il primo pensiero quando sali in treno? Devo farmi dare la password per collegarmi ad Internet col servizio gratuito di Trenitalia.

Non viaggi mai senza? Un pacco di riviste e quotidiani. A volte un libro. Mi piace spostarmi in treno perché ho il tempo di leggere tanto e senza fretta.

Il treno della vita? Quando mi hanno proposto di dirigere il mio primo film come regista, Nessuno mi può giudicare. Ne avevo già scritti tanti, ma stare dietro alla macchina da presa è sicuramente un'emozione diversa e un modo più completo di mettere la firma su un film. Quel treno per fortuna l'ho preso. Chissà dove mi porterà…

Prossima tappa? Città di Castello, in Umbria, per le prove dello spettacolo Potere alle parole insieme al rapper Frankie Hi NRG. Debutteremo l’11 ottobre al Nuovo Ambra alla Garbatella, un teatro romano nato da poco. Reciterò i miei monologhi e Frankie canterà le sue canzoni. Un bell’esperimento. Non vedo l'ora.

Frecciarossa è? Un modo veloce e confortevole di viaggiare.

L'ultimo pensiero prima di scendere? Già arrivati? Volevo leggere ancora... OTT2011

33


C

hi

lE TaPPE MassIMIlIaNo BruNo

PoTErE allE ParolE

brigadiere con Nino Manfredi

Frankie Hi NRG ripercorre le sue rime in un'inedita messa in scena on stage, per sussurrare la rabbia e l'impegno che hanno animato 20 anni di carriera. Una mitragliatrice condivisa con Massimiliano Bruno, autore poliedrico della scena teatrale e cinematografica italiana e regista campione al box office con Nessuno mi può giudicare. Sul palco con l'amico Frankie, Massimiliano interpreta storie estreme e regala monologhi dissacranti, dando corpo a riflessioni che raccontano l'Italia e i suoi pezzi di varia umanità. Una vera e propria battaglia di parole senza mezze misure e peli sulla lingua, che con la musica trovano il mood comune nel loro urlo di riflessione. Dal 10 al 23 ottobre al Nuovo Ambra di Roma.

1999 Ancora al cinema con Si fa presto a dire

...e Chi 2

1991 Scrive e interpreta per il teatro Pazzo Max al fianco di Sergio Zecca

1993 Ancora on stage con Restiamo amici lo dici a tua sorella 1996 Porta in teatro Karmacoma e Oreama con Claudio Santamaria

1997 In tv su Rai1 nella fiction Linda e il

1998 Scrive la pièce Cose che capitano e la interpreta con Paola Cortellesi. Debutta al cinema con Barbara di Angelo Orlando amore di Enrico Brignano

2000 Nel cast della serie di Canale 5 Non ho l’età

Frankie Hi NRG

2004 Un anno a tutta tv: la fiction La omicidi su Rai1, il programma Due sul divano a La 7 e lo show di Paola Cortellesi Nessundorma su Rai2

E con Massimiliano come è andata? Benissimo. È piacevole e disponibile. Ci siamo detti spesso che avremmo dovuto fare qualcosa insieme. E il momento è arrivato.

Settimana dimensione. Sul grande schermo con Il giorno più bello di Massimo Cappelli

I tuoi 20 anni di carriera in 5 parole? Troppe parole per tante persone

2002 Autore del programma di Rai1 Sì, sì, è proprio lui e attore dello show Assolo su La 7

2005 A La 7 con Saturday Night Live e

2006 È tra i protagonisti della serie cult di

Rai2 L’ispettore Coliandro. Sceneggia con Fausto Brizzi lo sbanca box office Notte prima degli esami e il successo di Canale 5 I Cesaroni. Scrive per il teatro Gli ultimi saranno gli ultimi, premiato dalla critica e con i riconoscimenti ETI gli olimpici del teatro e Anima

2007 Nel cast della serie Fox Boris. Figura tra gli autori di Quelli che il calcio... su Rai2 2008 Sceneggiatore e interprete di Questa

notte è ancora nostra di Luca Miniero e Paolo Genovese. Conduce 80° minuto su Sky FX ed è autore del programma di Paola Cortellesi Non perdiamoci di vista su Rai3

2009 Recita nel film di Mauro Mancini

Feisbum, bissa in tv con Boris e L’ispettore Coliandro e scrive con Fausto Brizzi il lungometraggio Ex

2010 Al cinema co-sceneggia e interpreta

Maschi contro femmine di Fausto Brizzi e recita in Questo mondo è per te di Francesco Falaschi

2011 Grande successo per la sua prima regia cinematografica di Nessuno mi può giudicare. A teatro con Frankie Hi NRG Mc in Potere alle parole 34

OTT2011

Guru dell’hip hop italiano, è stato uno dei pionieri del rap e con i suoi testi al vetriolo riesce sempre a far toccare con mano i temi più scottanti di attualità. Dall’11 ottobre porta in teatro con Massimiliano Bruno Potere alle parole. Potere alle parole è? Incentrato sulla parola recitata, rappata, musicata e in prosa. I testi miei e di Massimiliano si rincorrono per descrivere in maniera emozionante e comica pezzi di umanità e d’Italia che a volte non vorremmo raccontare, ma che declinano il nostro modo di essere.

L’evoluzione del rap in Italia? Ho la sensazione che voglia emulare il rap americano, che rappresenta una degenerazione rispetto a quello originale. C’è troppa attenzione a temi come il denaro, il non rispetto della donna, il successo e la magnificazione del sé. E troppo poca verso la coscienza civile, la dialettica e l’importanza di essere cronisti di quello che accade intorno. Tra le nuove leve chi preferisci? Valuto le persone dal punto di vista umano, più che da quello artistico. Ghemon, oltre a scrivere bene, mi piace come persona. Dopo Potere alle parole? Tanti live con dj Pandaj, una mostra fotografica tra dicembre e gennaio e qualche serata alla consolle. In primavera uscirà anche il film di Carlo Virzì Il più grande di tutti, che mi vede tra i protagonisti. G.B.


Per termini e condizioni visita la pagina Offerte del sito www.unahotels.it

suite3.it

,

Per tutti, la bellezza dell’Italia è scontata. Del 15%.

Non perdete l’offerta Trip in Italy, dedicata a chi prenota un soggiorno UNA Hotels & Resorts o UNAWAY Hotels in almeno 2 città diverse: uno speciale 15% di sconto su qualsiasi tariffa. Anche quelle promozionali. La bellezza dell’Italia non è mai stata così invitante.

Per informazioni e prenotazioni:

BARI - BENEVENTO - BERGAMO - BIELLA - BOLOGNA - BRESCIA - CATANIA - CESENA - FERRARA FIRENZE - LODI - MILANO - MODENA - NAPOLI - ROMA - SIRACUSA - VENEZIA - VERSILIA

Numero verde - 800 606162

reservations@unahotels.it

www.unahotels.it


D

'autore

A cura di Giuliano Papalini PAePA arte e comunicazione paepa2010@libero.it

N

ella Babele della modernità, l’arte ha abbandonato da tempo i mezzi espressivi tradizionali per esplorare i nuovi linguaggi della contemporaneità. Sempre più numerosi gli artisti che hanno appeso al chiodo pennello e colori per cimentarsi con la vasta gamma delle discipline plastiche. Dall’uso di materiali poveri alle nuove tecnologie, dalla manipolazione della luce alla body art. E c’è chi, come Emanuela Fiorelli e Arthur Duff, sceglie semplicemente il filo per esprimere la propria creatività visionaria. Complesse architetture, trame raffinate e affascinanti invadono lo spazio e trasmettono una forte carica espressiva, conquistando l’attenzione del mercato e il consenso della critica e dei collezionisti.

arThur Duff

In alto Black Stars M2 (2003) Arthur Duff Corde in poliestere su telaio 200x200 cm Courtesy dell’artista

In the confusion of modern times, art has abandoned for ages the traditional means of expression in order to explore new contemporary languages. Artists are more and more interested in plastic disciplines, and focus their attention on poor materials and new technologies, such as light manipulation and body art. Artists like Emanuela Fiorelli and Arthur Duff express their visionary creativity by simply using threads. The complex architectures and elegant textures they create impressively invade the space.

(1973, Wiesbaden) Ha la mania ossessiva dello spazio e del rapporto tra luogo finito e dimensionalità infinita. Un argomento piuttosto battuto da quando Lucio Fontana, squarciando la tela, ha liberato l’arte aprendogli le porte del cosmo. Ma Arthur Duff lo fa in modo del tutto originale, servendosi di un linguaggio apparentemente curioso ma particolarmente efficace. Annoda il filo con maestria fino a creare delle fantastiche “trame spaziali”: parole, messaggi e urla si perdono man mano nello spazio, che costituito idealmente da funi e corde, e invaso da migliaia di nodi, diventa l’unità di misura infinita. Dopo il nodo, è stata la volta delle installazioni a raggi laser e poi l’ultima variante delle parole ricamate. In rilievo su tela mimetica, hanno un effetto volutamente ambivalente di vedo-non vedo, che allude al rapporto superficie-supporto dove il camouflage assume la valenza dell’ambiguità insita nel linguaggio. Mentre rivela, nasconde, confonde. Particolarmente intensa la sua attività espositiva, dalla XIV Biennale Internazionale di Scultura di Carrara alla capitolina Spin series presso il complesso monumentale di S. Spirito in Sassia. Attualmente alcuni suoi lavori sono in mostra al Macro di Roma e al Guggenheim di Venezia. Gallerie di riferimento: Galica di Milano e La Città di Verona. Prezzi: da 5 a 20mila euro per i lavori a parete. Per le installazioni le quotazioni variano a seconda delle tecniche.

OTT2011

37


D

'autore

EMaNuEla fIorEllI

(1970, Roma) Migrando tra Italia, Turchia, Polonia e Stati Uniti, ha affinato una modalità artistica unica che sfrutta telai in legno, tarlatane e fili. «Materiali che rimandano a un settore operativo, considerato per secoli di pertinenza femminile, legato agli ambienti domestici: quello della tessitura», ricorda la critica Silvia Pegoraro. Riscattato dalla sua condizione di minorità, si è trasformato in una ricerca di estremo rigore teoretico e grande raffinatezza ogget-

38

OTT2011

tuale. Fra le più pure plasticiennes della nostra epoca, per Pegoraro il lavoro della Fiorelli rappresenta la forza del disegno assoluto: «un rigore matematico, estetico e architettonico vincolato al concetto di una spazialità avvolgente, strutturata dalle trasparenze delle tarlatane, dalla perfezione dei telai, dal dinamismo musicale dei fili». Intensa la sua attività espositiva in spazi pubblici e privati. Nel 2004 vince il Premio Accademia Nazionale di San Luca per la Pittura. Nel 2007 è invitata da Michele Emmer a elaborare un intervento e un’installazione nell’ambito del convegno Matematica e Cultura all’Università Cà Foscari di Venezia. Più recentemente ha partecipato a Experimenta, la collezione del Ministero degli Affari Esteri che promuove oltre confine lavori delle ultime generazioni. L’esposizione è partita da Roma per girare il mondo: Atene, Istanbul, Lione, Mosca, Pechino, Shanghai, Sydney e San Paolo. Le sue opere, particolarmente apprezzate dal mercato anche per le quotazioni ancora contenute, stanno entrando in importanti collezioni. Attualmente è in mostra presso la Galleria Fabbri Contemporary Art di Milano e dal 6 al 10 ottobre è negli stand delle Gallerie Cattani e Fioretto ad Art Verona. Gallerie di riferimento: Arte Marchetti di Roma, Antonella Cattani Contemporary Art di Bolzano, Fioretto di Padova, Fabbri Contemporary Art di Milano, Spazia di Bologna, Paola Verrengia di Salerno e Westend Galerie di Francoforte. Prezzi: i lavori a parete vanno da 3 a oltre 8mila euro a seconda delle dimensioni. Le installazioni possono raggiungere i 15mila euro.

In alto a sinistra Filocittà (2009) Emanuela Fiorelli Filo elastico e tarlatana su tela serigrafata 137x114x11 cm Courtesy dell’artista In basso a sinistra Red Up (2009) Emanuela Fiorelli Filo di cotone e tarlatana su tela serigrafata 100x80x11 cm Courtesy dell’artista Nella pagina successiva a destra Tutto (1988) Alighiero Boetti Arazzo 124,3x266,3 cm Courtesy Christie’s by SIAE 2011


Catullo Sylwan

Dove trovi tutte le risposte che cerchi? 

A F F I T T O





 

La soluzione su: http://blog.casa.it/soluzione-cruciverba/

  

 





ORIZZONTALI

*3.876.355, fonte Nielsen SiteCensus – Marzo 2011

2. locazione temporanea 5. casa indipendente 9. edificio con piĂš appartamenti 10. riutilizzo del sottotetto 12. ottimo per artigiani 13. ampia veduta sulla cittĂ

VERTICALI

1. lo cercano i single 3. acqua e calore indipendenti 4. spazio verde adiacente alla casa 6. i vicini di casa 7. appartamento di un locale 8. ottimo per coppie giovani 9. rimessaggio materiali 11. si parcheggia l’auto

La soluzione è www.casa.it ,1,7$/,$

IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER CHI CERCA CASA Ăˆ CASA.IT Casa.it, il portale immobiliare n°1 in Italia, con 4 Milioni* di utenti unici al mese, da 15 anni è il punto di riferimento per chi cerca casa. PerchĂŠ Casa.it è il modo piĂš semplice per trovare casa, con migliaia di annunci consultabili 24 ore su 24.


D glI INVEsTITorI sI rIfugIaNo NEll’arTE

'autore

L’arte moderna e contemporanea sembra essere uno dei rifugi preferiti dagli investitori in fuga dai mercati finanziari. Le principali case d’asta, archiviato positivamente il primo semestre 2011, prevedono un’ulteriore crescita dei ricavi in questa seconda parte dell’anno. In Italia testa a testa tra Sotheby’s, con 15,5 milioni di fatturato, e Christie’s, con 14,7 milioni. Ma emergono anche altre realtà, come la viennese Dorotheum e le italiane Farsetti di Prato, Meeting Art di Vercelli, Cambi di Genova, Porro di Milano, Blindarte di Napoli e Pandolfini di Firenze. Se i dipinti antichi e l’arte moderna danno qualche soddisfazione, è il filone contemporaneo a fare la parte del leone, con un incremento medio del giro d’affari di oltre il 16%. Da Christie’s Italia le due sessioni dell’asta di Arte Moderna e Contemporanea di maggio hanno totalizzato ricavi per quasi 8 milioni di euro, oltre il 40% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno

precedente. E Sotheby’s non è stata da meno. Si festeggia anche la stagione primaverile 2011 della Dorotheum: eccellenti le performance del contemporaneo e molto richieste le opere anni Sessanta: una Superficie bianca di Enrico Castellani è stata aggiudicata per 467mila euro e un magnifico cirè Arancione di Agostino Bonalumi ha superato abbondantemente la soglia dei 200mila. Molto attesa la sessione autunnale dell’Italian Sale, il tradizionale appuntamento londinese della grande arte italiana previsto per metà ottobre. Sotheby’s mette all’incanto una selezione di opere d’arte povera, tra cui la scultura in vetro di murano di Luciano Fabro Piede (1972), stimata tra 280mila e 350mila sterline. Christie’s propone Tutto (1988), un meraviglioso arazzo di Alighiero Boetti stimato 1.200.000 – 1.800.000 sterline, più un Concetto spaziale, Attese di Lucio Fontana (1966) a 1.000.000 – 1.500.000 sterline e un Ferro (1958) di Alberto Burri a 300 – 400mila sterline.

ToP TEN DEglI arTIsTI ITalIaNI IN asTa SOTHEBY’S Lucio Fontana, Concetto Spaziale (1965) New York ¤ 4.343.545 Marino Marini, L’idea del Cavaliere (1955) Londra ¤ 4.931.900 Alighiero Boetti, Tutto (1988) Londra ¤ 2.117.966 Giorgio Morandi, Natura morta (1920) Londra ¤ 1.587.916 Giorgio De Chirico, Archeologi (1961) Milano ¤ 360.750 Piero Manzoni, Base magica (1961) Milano ¤ 280.000 Alberto Savinio, Natura morta con orologio (1926-27) Milano ¤ 220.000 Enrico Castellani, Superficie seta (1960) Milano ¤ 180.750 Alberto Burri, Nero plastica (1964) Londra ¤ 153.521 Agostino Bonalumi, Rosso (1975) Milano ¤ 65.000 CHRSTIE’S Giorgio De Chirico, Ettore and Andromaca (1923) New York ¤ 3.206.955 Lucio Fontana, Concetto Spaziale (1961) Londra ¤ 3.250.530 Piero Manzoni, Achrome (1958-59) Londra ¤ 2.583.577 Alighiero Boetti, Mappa del mondo (1988) New York ¤ 1.800.000 Enrico Castellani, Superficie bianca (1967) Milano ¤ 504.800 Amedeo Modigliani, Nu debout (1910-11) Londra ¤ 430.000

coNTINua la BIENNalE D’arTE

ILLUMInazioni, la 54. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia curata da Bice Curiger, prosegue fino al 27 novembre ai Giardini dell’Arsenale. In scena le opere di 83 artisti da tutto il mondo, di cui 32 giovani, insieme a 89 partecipazioni nazionali e a 37 eventi collaterali. [www.labiennale.org] 40

OTT2011

Giovanni Anselmo, Trecento milioni di anni (1969) Milano ¤ 187.000 Piero Dorazio, Verdino (1962) Milano ¤ 183.500 Zoran Antonio Music, Cavallo azzurro (1950) Milano ¤ 183.000 Mario Merz, Senza titolo (1967) Milano ¤ 89.000


Towards a safer world.

Ansaldo STS, società di Finmeccanica, è leader nel settore della tecnologia per il trasporto ferroviario e metropolitano. La Società opera con due unità di business, “Trasportation Solutions” e “Signalling”, nella progettazione, realizzazione e gestione di sistemi di trasporto e segnalamento. Ansaldo STS riveste il ruolo di main contractor e integratore di sistemi, con soluzioni "chiavi in mano", nell’ambito di importanti progetti a livello mondiale. Ansaldo STS conta oltre 4300 dipendenti in 28 paesi.

www.ansaldo-sts.com


A cura di Gian Paolo Collacciani

E

conomia

A tutto tablet

Ai blocchi di partenza il “Sanremo dell’innovazione”: Smau, l’evento dell’Information & Communication Technology. Dal 19 al 21 ottobre a Fieramilanocity, una 48esima edizione ricca di premi, workshop, laboratori e contest. Tutto per i manager d’azienda, Pubbliche Amministrazioni e operatori ICT.

GIOVANI INGEGNERI CRESCONO IN CASA FS

Anche quest’anno il Gruppo guidato dall’AD Mauro Moretti promuove il Master Universitario di II Livello in Ingegneria delle Infrastrutture e dei Sistemi Ferroviari, insieme all’Università degli Studi La Sapienza, AnsaldoBreda e AnsaldoSTS. Sette mesi - da gennaio a luglio 2012 - di full immersion per laureati in ingegneria: ore d’aula, visite a cantieri e impianti, esperienze sul campo, confronto con i manager di FS Italiane e stage presso una delle aziende partner. Trentacinque borse di studio, per complessivi 63mila euro, saranno assegnate in base al merito e alla residenza. Giovedì 17 novembre la scadenza del termine per la presentazione delle domande. Bando e regolamento su www.fsitaliane.it/lavoraconnoi

In primo piano tablet e smartphone, imprescindibili strumenti per pianificare e gestire il lavoro di tutti i giorni. E anche 4 laboratori dedicati al cloud computing, organizzati dalla School of Management del Politecnico di Milano, più 2 di Business Intelligence e Project Management promossi dalla Sda Bocconi School of Management. Grande novità per i lettori della Freccia: registrandosi al link: www.smau.it/ invite/lafreccia, si potrà partecipare gratuitamente agli oltre 300 eventi in programma. Basta compilare il modulo di registrazione e stampare l’agenda personale, che dovrà essere consegnata alla reception della Fiera per ricevere il biglietto d’ingresso valido in uno dei 3 giorni della manifestazione. [www.smau.it] Smau, the Information & Communication Technology event is about to start. From 19th to 21st October, plenty of awards, workshops, laboratories and contests at the 48th Fieramilanocity, to meet the needs of managers, public administrations and ICT operators.

OTT2011

43


E

conomia

A cura di Luigi Cipriani

ANGOLO DEL CONSUMATORE Risposte scontate

Risparmiare si può con il nuovo sistema e-commerce per acquisti a prezzi ribassati. Madai assomiglia a un quiz tv: rispondere a una serie di domande assicura sconti progressivi. Maggiore il numero di risposte corrette, minore il prezzo finale. [www.madai.com]

Dialogo e consumo

La capitale del consumo consapevole. Si parla di Europa, Responsabilità Sociale e Consumatori a Roma il 14 ottobre con l’ammistratore delegato di Ipsos Nando Pagnoncelli, per capire la situazione dell’Italia in crisi. E intanto il mercato si avvia sempre più sulla strada del dialogo: «Il nostro compito è quello di risolvere, entro 40/50 giorni, le controversie tra associazioni e imprese, con il 95% dei casi risolti», spiega Sergio Veroli, Presidente di Consumers’ Forum. «Ci occupiamo inoltre di formare figure professionali che si occupino di rappresentare aziende e associazioni nei tavoli di conciliazione, con l’obiettivo di migliorare politiche consumeristiche e vita dei cittadini». [www.consumersforum.it]

INTERVISTA A JACOPO MORELLI

Mutui&Manovra

Accendere un mutuo per l’acquisto della prima casa è spesso l’unica strada possibile per diventare proprietari. Purtroppo le cose si complicano: la manovra economica approvata il 17 settembre riduce infatti la detrazione degli interessi sul mutuo della prima casa del 5% nel 2012 e del 20% (in caso di mancata riforma del fisco con leggedelega) nel 2013. Nella stessa misura sarà reintrodotta anche l’Irpef sulla prima casa in base alla rendita catastale.

44

OTT2011

Incontriamo Jacopo Morelli, 35 anni, da pochi mesi alla guida dei Giovani Imprenditori di Confindustria. Presidente e amministratore delegato di EmmeEmme S.p.A., azienda di produzione e distribuzione di arredamento, Morelli si sta preparando al consueto appuntamento che i Giovani di viale dell'Astronomia organizzano il 21 e 22 ottobre a Capri. Come guarda i mutamenti di questi tempi un giovane che fa impresa?

Con occhi contemporanei, preoccupato dall'instabilità del presente e dalla forte incertezza del futuro. Ma anche con occhi di chi ha scelto di fare impresa e, quindi, di farsi carico della responsabilità di rischiare per creare lavoro e produrre benessere. Quanto possono incidere i giovani in questo scenario? Possono e devono fare molto, perché hanno energia e fame di vita. In questo momento a loro viene chiesto il coraggio più grande. Per le altre generazioni si tratta di rimodulare il modello attuale, per la nostra di progettare e riscrivere l’intero futuro. Con cosa si scontrano? Con un sistema sociale e politico che non vuole affrontare le sfide del cambiamento. La ricerca del consenso fa sì che ci si preoccupi solo dell’immediato e di tanti piccoli interessi particolari, rispetto a quello generale del Paese. I giovani devono riprendere in mano il futuro. Il suo messaggio dal palco di Capri? Di lavorare di più e meglio, di investire sulle proprie aziende, di essere innovativi. Ma soprattutto tra i nostri doveri ci deve essere quello di impegnarsi insieme per un’Italia più forte e orgogliosa!


CERCHI LA PROFESSIONE VINCENTE? DIVENTA AGENTE SPECIALE. AGENTE IMMOBILIARE SPECIALE SOLO AFFITTI LICENZA DI AFFITTARE

Vuoi garantirti il ruolo da protagonista del mercato immobiliare? Punta in alto: apri la tua agenzia Solo Affitti e diventa imprenditore autonomo con il marchio leader. Oltre 300 agenzie in tutt’Italia, più di 3 milioni di contatti l’anno, una formazione specifica e completa: insomma, la scenografia perfetta per interpretare la tua parte di primo attore ed avere in mano le chiavi del successo del tuo business.


tatticadv.it

www.soloaffitti.it


F

ashion

Goodie Bag

Torna in edizione couture la borsa etica di Coccinelle. A sostegno dei bambini di Haiti la Goodie Bag ecopelle in stampa pitone, grazie alla Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus e alla testimonial d’eccezione Martina Colombari. Goodie Bag eco-leather with python print by Coccinelle. To help children in Haiti, thanks to the Fondazione Francesca Rava – N.P.H. Italia Onlus. [www.coccinelle.com] [www.nph-italia.org]

SNAKE, ANIMALIER ED ECOFRIENDLY.

Romantic allure

Tra romantico e rétro la nuova linea di Twin Set Simona Barbieri. Nero e beige, contornati da pellicce ecologiche e inserti grigi con stampa animalier. Seduzione ai primi freddi.

Between romantic and old-style the new line by Twin Set Simona Barbieri. Eco-furs and some grey colours with animalier print.

[www.twin-set.it]

48

OTT2011

Ecochic

È la pelliccia ecologica l’it-piece dell’autunnoinverno 2011-2012 di Elisabetta Franchi, perché se il mondo diventa più green, la moda non è da meno. La nuova ecoattitude contagia anche i look book, ora in carta certificata FSC. It-piece is the eco-fur of the FW 2011-2012 collection by Elisabetta Franchi. A new eco-attitude combining elegance with the brand style.

[www.elisabettafranchi.it]


A cura di Cecilia Morrico

Illusions d’Ombre

Per uno sguardo felino unito all’incanto di riflessi preziosi, Illusions d’Ombre (¤ 28) di Chanel. Formula inedita per gli ombretti iridescenti a lunga tenuta dalla consistenza in crema-polvere che si fonde con la pelle in assoluta leggerezza. Illusions d’Ombre (¤28) by Chanel,, iridescent and long lasting eyeshadows for a feline glance combining with enchanting precious reflexes.

[www.chanel.com]

Pelouche

Destinata a diventare vero pezzo da collezione la Pelouche faux fur bag di Miu Miu. Coloratissima, con dettagli raffinati e animo verde, è realizzata in pelliccia ecologica.

Heritage

Country time

Incontro tra sportswear americano e country classico inglese per la nuova donna Tory Burch. Parola d’ordine “combinare”: tweed destrutturati e ruvidi tessuti scozzesi, maglie shetland con montone, velluto con chiffon, pizzo e paillettes. When American sportswear meets English classic country style for the new Tory Burch woman.

[www.toryburch.com]

Stuart Weitzman celebra il suo 25esimo anniversario nel mondo della moda di lusso con il sandalo Heritage (¤ 335) in edizione limitata. Ispirata al modello storico la nuova variante con plateau in ecopitone stampa leopardo.

The colorful eco-fur Pelouche faux fur bag by Miu Miu will definitely become a real collection piece.

[www.miumiu.com]

Stuart Weitzman celebrates its 25th anniversary in the world of luxury fashion with the eco-python sandal with leopard print Heritage (¤ 335).

[www. stuartweitzman.com] OTT2011

49


F

ashion

Ultima frontiera

Nuovo volto per le giacche da uomo Herno del prossimo inverno. Ai soliti modelli si aggiungono le varianti di stagione: montgomery, giacca doppiopetto, parka in versione corta e lunga.

New men’s suits by Herno: montgomery coats, doublebreasted suits, long and short parkas.

[www.herno.it]

Lifestyle

Esploratore urbano, l’uomo Adhoc unisce eleganza e vestibilità con passione e intelligenza. Lavorazioni accurate e attenzione al dettaglio per un mondo da vivere e non da affrontare. Adhoc man is an urban explorer who combines elegance and wearability with passion and intelligence. [www.adhoc1959.eu]

TAGLI SARTORIALI, GIACCONI E SOTTOGIACCHE. New edition

American history

Ispirato al mondo workwear l’inverno di Smith’s American. Rivisitazioni di modelli storici del brand per una collezione unica ed esclusiva. Materiali tra i più ricercati dai cotoni oleati alla lana iuta. Smith’s American winter revisits its old designs to present a unique and exclusive collection.

[www.smithsamerican.eu] 50

OTT2011

Underwear e non solo. Julipet propone in anteprima una serie interamente dedicata ai sottogiacca. Morbidissimo jersey in 5 colori: nero, grigio, blu navy, rubino e viola. Julipet presents a new collection of shirts. Very soft jerseys in 5 colors: black, grey, navy blue, ruby red and violet

[www.julipet.it]


G

usto

A cura di Gianfranco Vissani

l’ITalIa DEll’olIo

Partenza il 15 ottobre dalla Sicilia, arrivo il 18 dicembre in Trentino Alto Adige. Il Belpaese unito dal Girolio, 17 appuntamenti alla scoperta dell’olivicoltura italiana: convegni, degustazioni e spettacoli per festeggiare l’oro verde. L’olio nuovo torna protagonista anche a Trevi (PG), il 29 e 30 ottobre: Festivol offre prodotti unici, menu a chilometri zero, mercatini, concerti e mostre. Umbria protagonista fino all’11 dicembre con Frantoi Aperti, 7 weekend dedicati al gusto dell’extravergine d’oliva Dop. [www.cittadellolio.it] [www.festivol.it] [www.frantoiaperti.net] 52

OTT2011

H

a origini antiche e ne esistono moltissime varietà. Dalla zucca, egiziani, indiani d’Oriente, arabi e romani ricavavano recipienti impermeabili adatti a contenere il sale e borracce per l’acqua utili a mercanti e pellegrini nei lunghi viaggi. Poi il boom delle grandi zucche gialle, dopo la scoperta dell’America, ha contribuito al folklore della notte di Halloween. Facilmente reperibile e alla portata di tutti, amata per la polpa dolce e abbondante, si raccoglie in autunno e si conserva per tutto l’inverno. Ottima per preparare zuppe, in combinazione con patate e porri che ne bilanciano bene il sapore, o anche con amaretti e mostarda, come insegna la

cucina romagnola. Basta cuocere in forno la polpa tagliata a tranci, avvolta in carta stagnola che ne esalta il gusto rendendola più asciutta e gradevole al palato. L’importante è che sia matura al punto giusto e di qualità: come la Marina di Chioggia, dalla forma schiacciata alle estremità e la buccia di colore verde cosparsa di piccoli bitorzoli; oppure la Piena di Napoli, simile a una clava e lunga anche un metro, o la Mammouth, che si distingue per le dimensioni eccezionali e può arrivare a un quintale di peso. Un’unica accortezza: le zucche intere si conservano a lungo, ma una volta tagliate avvizziscono presto, dunque l’extralarge non è consigliabile per l’uso domestico.


Cappellacci di zucca gialla con burro di amaretto e julienne di tartufo bianco

Gamberoni rossi con gâteau di zucca gialla e lardo di colonnata

Ingredienti per 4 persone 12 gamberoni rossi, 8 fettine sottilissime di lardo di colonnata, 250 gr purea di zucca gialla, 30 Ingredienti per 4 persone gr grana, 2 uova, 20 cl panna, 200 gr pasta all’uovo, 300 gr purea di zucca gialla, 30 gr mostarda di mantovana, 50 gr 1 pizzico noce moscata, 15 gr grana, 100 gr burro, 20 gr amaretti in polvere, 5 cl amaretto (liquore), 20 gr tartufo bianco, scalogno, 20 cl brodo vegetale, olio sale e pepe q.b. 1 spicchio aglio, 1 foglia alloro, Preparazione 4 cimette rosmarino, olio sale e Tritare finemente la mostarda mantovana e mescolarla alla purea di zucca, unire il grana pepe q.b. e aggiustare di sale e pepe. Lavorare il burro con la polvere di amaretto e il liquore fino Preparazione a ottenere un composto omogeneo. Tagliare il tartufo a fettine sottili e poi a julienne. Sgusciare i gamberoni e Confezionare i cappellacci con il composto appena preparato, cuocerli in abbondante acqua conservare le teste. Mescolare salata, saltarli in padella con il burro all’amaretto e disporli al centro di un piatto piano. la purea di zucca, il grana, la Servire con una nuvola di julienne di tartufo. panna, le uova e un pizzico di noce moscata. Aggiustare di sale e pepe, versare il composto in 4 stampi bassi e larghi (precedentemente unti) e cuocere in forno a bagnomaria per 25 minuti a 120°C. Nel frattempo preparare la salsa con 3 teste: in una casseruola Pan brioche tostato far sudare lo scalogno con olio, aglio e alloro, aggiungere le teste con mousse di zucca gialla, tagliate a metà e far andare per salsa di cioccolato qualche minuto, poi versare il brodo e appena raggiunge il e julienne di zucca fritta bollore allontanare dal fuoco. Ingredienti per 4 persone Togliere aglio, alloro e gusci, 550 gr zucca gialla, 2 fogli grandi colla di frullare e passare allo chinois, pesce, 100 gr zucchero, zucchero a velo q.b., poi aggiustare di densità e 10 cl acqua, 4 fette pan brioche. Per la salsa: sapore. Cuocere velocemente 10 cl acqua, 15 cl panna, 150 gr zucchero, 80 gr le code dei gamberoni in una cacao. padella antiaderente e adagiarle Preparazione su un piatto piano, disponendo Preparare una purea facendo cuocere 400 gr di fianco il gâteau di zucca di zucca con acqua e zucchero, poi setacciarla con sopra 2 roselline fatte ancora calda e unirvi la colla di pesce con il lardo. Versare la salsa e precedentemente ammollata. Far raffreddare, completare con un filo d’olio e incorporare la panna montata e con il composto una cimetta di rosmarino. ottenuto formare delle quenelles da freddare in frigo. Per la salsa, portare a bollore lo zucchero con l’acqua, unire il cacao e la panna e far bollire nuovamente, poi filtrare e far raffreddare. Tostare il pan brioche e tagliarlo con un coppapasta tondo. Tagliare a julienne la zucca rimasta e friggerla, formare 4 nuvole prima che si freddi (per evitare che si rompa tutta) e cospargerle con abbondante zucchero a velo. Adagiare al centro di un piatto piano il pan brioche e poggiarvi sopra 3 quenelles di mousse di zucca, formando una stella e versando la salsa a decoro. Completare con la julienne fritta. OTT2011

53


G

usto

diVino sound di Adua Villa

BREVISSIME e Gustose

Italiani tutti pizza, mozzarella e mandolino? Le cose cambiano, si sa, ma una certezza resta: oltre confine il Belpaese si impegna sempre a fare bella figura. Se ne accorge anche chi, dal 9 al 16 ottobre, ha modo di attraversare gli Stati Uniti facendo tappa a New York, Los Angeles e Miami: spopola l’HitWeek, il festival della musica italiana in America, che quest’anno ospita Subsonica, Casino Royale, Caparezza, Nicola Conte, Après la Classe e tanti altri talenti nostrani. Non solo note, ma eccellenza made in Italy a 360 gradi. Vino compreso naturalmente, con un occhio sempre attento all’imbattibile rapporto qualità-prezzo. Tra le città protagoniste la romantica Verona, terra madre dell’Amarone, rinomato per i suoi nobili trascorsi e fiore all’occhiello dell’azienda Gerardo Cesari. Dal 1936 produce qualità dal cuore classico della Valpolicella, e va per la maggiore nel mercato statunitense e canadese. Dai celebri vitigni delle colline venete, prendono corpo nuovi divini progetti, come il Jèma, nato con la vendemmia 2005, a base di uva Corvina 100%, grande espressione di purezza, colore e profumo per una musicalità tutta italiana. [www.aduavilla.it] [www.hitweek.it]

54

gusTo aMaroNE

Adua Villa consiglia TERRE DA VINO Letteratura, cucina e fotografia nella cantina Terre da Vino a Barolo (CN). Secondo e terzo weekend di ottobre alla scoperta di Cesare Pavese, dei paesaggi e dei grandi prodotti enologici del territorio abbinati ai piatti tipici. [www.terredavino.it] LA FAVOLA DI ERBALUCE Fermo, spumante e passito, l’Erbaluce di Caluso si può degustare al Castello di Masino di Ivrea, a pochi chilometri da Torino. Ventisette aziende per apprezzare al meglio le caratteristiche di un vino legato alla leggenda della ninfa Albaluce. [www.artevino.it] OTT2011

AUTOCHTONA L’Unità d’Italia nei vitigni autoctoni alla Fiera di Bolzano. Dal 17 al 20 ottobre, forum su oltre 150 vini provenienti da 10 diverse regioni, incontri, presentazioni, tasting e mescite per buyer, chef, sommelier ed esperti. Tra eccellenti etichette altoatesine e non solo. [www.autochtona.it]

AZIENDA Gerardo Cesari BOTTIGLIA Amarone Bosan ANNATA 2003 PRODUZIONE 30mila bottiglie CARATTERISTICHE Vino dal particolare aroma di ciliegia, con sentori di spezie, cacao e vaniglia. Pieno e vellutato il gusto, mostra tutta la sua potenza in un corpo prorompente, caldo ed elegante. ABBINAMENTO Ottimo vino da conversazione, si lega bene con cacciagione, carne grigliata e stufata. [www.cesariverona.it]


INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Autunno di-vino Con

unA HoteLs & ResoRts ChI hA dETTO ChE LA FINE dELL’EsTATE sIA sINONIMO dI FINE dELLE VACANZE? OTTOBRE sI APRE ALL’INsEgNA dEI sAPORI dELL’AUTUNNO gRAZIE ALLE sPECIALI PROPOsTE dI UNA hOTELs & REsORTs ChE OFFRE sOggIORNI IN LOCATION UNIChE dAL NORd AL sUd dELLA PENIsOLA, CON dEgUsTAZIONI Ed EsPERIENZE CULINARIE EsCLUsIVE IN gRAdO dI sOddIsFARE ANChE I PALATI PIù EsIgENTI. Degustazione in Franciacorta Bergamo e Brescia UNA hotel Bergamo e UNA hotel Brescia propongono uno speciale pacchetto dedicato a chi desidera assaporare la Franciacorta, un territorio caratterizzato da filari di viti, dolci colline e piccoli borghi e dal suo tesoro più prezioso: il vino. Il pacchetto include una visita con degustazione presso la rinomata cantina Barboglio de gaioncelli, tra le più antiche del territorio. Tariffa a partire da 41 euro a persona ► soggiorno di 1 notte in camera doppia con colazione a buffet ► drink di benvenuto ► Visita guidata presso la cantina Barboglio de gaioncelli e degustazione di un prodotto a scelta

tra MoDena e sapori Modena UNA hotel Modena, il nuovo design hotel della città, offre una speciale proposta per scoprire le eccellenze tipiche modenesi - il Parmigiano Reggiano e l’aceto balsamico attraverso la visita di un caseificio ed un’acetaia insieme ai tesori di Modena e all’imperdibile museo Ferrari di Maranello. Tariffa a partire da 110 euro a persona ► soggiorno di 1 notte in camera doppia con colazione a buffet ► Accesso al bagno turco e alla palestra del centro benessere ► Visita guidata ad un caseificio di Parmigiano Reggiano e ad un’acetaia di balsamico tradizionale con degustazione ► Passeggiata guidata alla scoperta dei tesori di Modena


Degustazione cantina planeta Catania Con UNA hotel Palace di Catania, gli ospiti saranno rapiti dalla bellezza dei luoghi presso Noto, in provincia di siracusa. Nell’offerta è inclusa la visita alla cantina “Planeta”, la cui degustazione comprenderà le varietà ivi coltivate, quali il Nero d’Avola ed il Moscato Bianco, che compongono rispettivamente i vini santa Cecilia e Moscato di Noto d.O.C. Tariffa a partire da 54 euro a persona, a notte ► ► ► ►

soggiorno di 3 notti in camera doppia con colazione a buffet happy hour: drink e buffet gratuito Trasferimento e visita alla cantina Planeta di Noto con degustazione Pacchetto relax: bagno turco, accappatoio, ciabattine e tisana

una straDa Del vino Lodi Nei week end di vendemmia, UNA hotel Lodi conduce i suoi ospiti in un suggestivo percorso eno-gastronomico per visitare un’azienda vinicola lodigiana, passeggiando nei vigneti e degustando prelibati vini. Tariffa a partire da 45 euro a persona ► soggiorno di 1 notte in camera doppia con colazione a buffet ► Cena tipica regionale ► Percorso pomeridiano eno-gastronomico e visita all’azienda vinicola “Poderi di san Pietro” con passeggiata nei vigneti e degustazioni

DegustanDo il golF Biella UNA golf hotel Cavaglià propone uno speciale pacchetto di golf - per giocare nel campo 9 + 6 buche annesso all’hotel - e cultura. sono incluse nell’offerta la visita al suggestivo Castello di Masino e la degustazione presso l’enoteca regionale della serra del Vino, situata nel Castello di Roppolo, nella quale sono presenti 250 tipi di vini, spumanti e grappe in esposizione permanente, prodotti da oltre 100 aziende vitivinicole. Tariffa a partire da 90 euro a persona, a notte ► ► ► ► ►

soggiorno di 2 notti in camera doppia con colazione a buffet 1/2 ora di lezione al giorno e ingressi illimitati al campo pratica 1 ingresso al giorno per il percorso executive Ingresso al Castello di Masino degustazione di vino accompagnata da formaggi e salumi tipici presso l’enoteca regionale della serra del Vino

Per info e prenotazioni Numero Verde 800 60 61 62 reservations@unahotels.it www.unahotels.it Citare al telefono o inserire il codice P-FRECCIA10 nel box prenotazioni del sito www.unahotels.it (dopo aver selezionato l’hotel).


FERMATA DEL MESE SCIENCE

SFIDA AD ALTA VELOCITÀ: I NEUTRINI BATTONO LA LUCE. LA RICERCA SCENDE IN PIAZZA A BERGAMO E GENOVA, TRA QUESTIONI DI CHIMICA E FUTURO DELLA CONOSCENZA. di Silvia Del Vecchio - Traduzioni di Lorenza Perino

È

questione di chimica. Il 2011 rende omaggio a una disciplina tenuta per secoli in bilico tra magia e realtà, oggi motore di sviluppo dell’economia mondiale. Tutto è chimica, dai farmaci ai fertilizzanti fino alle tecnologie verdi, corpo umano e pianeta compresi. Presente e futuro della scienza vanno a braccetto a Bergamo dal 1° al 16 ottobre e a Genova dal 21 al 2 novembre, tra conferenze e incontri molecolari, mostre, quiz e cruciverba speciali. Celebrando 150 anni di eccellenza italiana, ma non solo. Tra premi Nobel e nuove tecnologie, viaggio alla scoperta di ingegnose intuizioni.

Researchers gather to meet people in Bergamo (1st to 16th October) and in Genoa (21st to 2nd November). Just a chat with the world’s most famous researchers about chemistry and future of knowledge.

OTT2011

59


FERMATA DEL MESE SCIENCE

a

con

BRUNO MURARI - DIANA REISS - STEFANO BARTEZZAGHI

OTTOBRE

8

60

I SENSORI AL SILICIO DI BRUNO MURARI

[ex direttore dei laboratori di ricerca STMicroelectronics]

polsi è diventato realtà.

Grazie alle sue ricerche sono nati i MEMS… …e hanno fatto la fortuna del Nintendo Wii e dell’iPhone! I Micro Electro-Mechanical Systems (MEMS) sono sensori e attuatori realizzati col silicio, dispositivi microelettromeccanici che, sfruttando le stesse macchine già in uso per lavorare il silicio, hanno aperto la strada a nuove invenzioni basate sull’interazione uomo-macchina. Dal fatturato zero del 2003, entro pochi anni la mia squadra porterà risultati per un miliardo di dollari.

In futuro prevede ulteriori passi avanti? Enormi, abbiamo aperto una nicchia di mercato che diventerà presto una caverna. Fantasia e business model sono gli ingredienti che fanno la differenza in prodotti di questo tipo, le applicazioni possibili sono infinite e permettono di risolvere problemi comuni nella vita reale. La sfida è far capire all’uomo della strada, al cittadino, che la sua idea può fare la differenza. Abbiamo bisogno del contributo di tante menti e di nuovi giovani imprenditori.

Come ci si sente a essere l’inventore di un tale gioiello? A novembre compio 50 anni di attività nella microelettronica, la mia vita è fatta di innovazioni ed emozioni. Ma rispetto alle invenzioni precedenti, i MEMS sono appetibili per l’utilizzatore finale: li chiamiamo “prodotti sexy”, perché chi li usa ne percepisce il vantaggio. Quando con la mia squadra ho iniziato a pensarci, volevo creare qualcosa che, per esempio, consentisse al computer di capire immediatamente la natura del gioco: se misurare e tradurre con la tastiera l’accelerazione del polso e l’inclinazione della racchetta era impossibile, con i sensori applicati ai

Un campo di applicazione plausibile? Quello medico: è reale ipotizzare il superamento del ricovero con l’ospedalizzazione a domicilio. I sensori renderanno possibile il monitoraggio a distanza dei parametri vitali e la chiamata di soccorso.

OTT2011

Vorrebbe rinascere tra 200 anni? Sicuramente sì, ma credo che non capirei assolutamente nulla di quello che è successo nel frattempo. Lo sviluppo è talmente galoppante da un decennio all’altro che si fatica a comprendere i cambiamenti avvenuti.

OTTOBRE

9

I DELFINI DI DIANA REISS [ricercatrice del dipartimento di psicologia all’Hunter College di New York]

Anche i delfini si specchiano è il titolo della sua conferenza. Una scoperta recente? Sì, frutto di una ricerca sulla capacità cognitiva dei mammiferi. In alcuni video, mostro i delfini mentre passano il tempo a guardarsi allo specchio facendo le bolle con la bocca o strani movimenti con il corpo, e illustro gli ultimi studi sulle intuizioni degli elefanti in situazioni di difficoltà. Si dice che i delfini siano mammiferi intelligenti. Quanto? Siamo ancora lontani dal comprendere il loro livello di intelligenza. Sappiamo che sono animali molto socievoli, con memoria acustica e visiva e sviluppate capacità cognitive nel risolvere circostanze problematiche. Per esempio? Sono cacciatori opportunisti: catturano il pesce in svariati modi, da soli, in gruppo o addirittura lavorando in simbiosi con i pescatori. Spesso testano le azioni nella contingenza, imparano osservando e conservano le strategie che hanno funzionato. Ma non abbiamo ancora condotto studi per capire se riescono, senza fare prove, a intuire come risolvere situazioni difficili. Uomini e delfini? Pur venendo da ambienti evolutivi differenti e avendo una conformazione fisica completamente diversa, molti comportamenti cognitivi e sociali ci uniscono. L’amicizia tra specie è possibile, uomini e animali possono sviluppare legami emotivi e sociali. A quale ricerca sta lavorando attualmente? Sto conducendo molti studi con dottorandi e frequentatori di master sull’auto-riconoscimento allo specchio dei delfini e degli elefanti asiatici in base all’età e sulla comunicazione vocale di delfini e ippopotami. Per approfondire il loro livello cognitivo, stiamo sviluppando un sofisticato schermo tattile subacqueo.


Radisson Blu Hotel, Milan

Abbandonatevi. L’estate firmata Radisson Blu Milano Quest’estate fate una pausa. Scegliete uno dei nostri hotel di prima categoria immersi nella natura o in centro città, con spa o campo da golf. Approfittate del design elegante, dell’ottima posizione e del nostro servizio clienti “Yes, I Can!” in Milano, Padova o Roma e in oltre 200 hotel in Europa, Medio Oriente e Africa.

Milano • Padova • Roma

00 800 3333 3333

radissonblu.com


FERMATA DEL MESE SCIENCE

al Festival della Scienza di Genova con FLAVIO OREGLIO - GEORGE SOMERO

OTTOBRE

15

EVGENY MOROZOV - ALESSANDRO VESPIGNANI

I CRUCIVERBA CHIMICI DI STEFANO BARTEZZAGHI [enigmista, saggista e cultore di giochi e parole] Ha preparato uno speciale cruciverba chimico per il Festival. Roba da esperti? Per chi come me compone giochi per la carta stampata e Internet, ogni incontro con il pubblico in carne e ossa è un sollievo: c’è qualcuno dall’altra parte! Risolvere il cruciverba chimico è un modo per divertirsi insieme. Non so se servirà ad avvicinare le persone alla scienza, a me serve per ritornare a una gloriosa tradizione familiare: mio padre, Piero Bartezzaghi, prima di diventare autore di cruciverba, studiava e lavorava da perito chimico. Sono due campi inaspettatamente legati, e lo dimostrerò. Per giocare con le parole così bene serve molto allenamento… Considerando che mi capita anche di trovare giochi di parole nei sogni, il riposo è raro. Di faticoso, però, c’è poco: scrivere articoli e libri, mettere tutto su carta e dargli forma. Ma dell’osservazione linguistica non mi stanco mai. Non è da tutti crescere in una famiglia di enigmisti. Per lei un cruciverba è? Se non si hanno scadenze incalzanti, mettersi con carta a quadretti, matita e gomma a comporre un cruciverba è un piacere superiore a quello dato da un bel film. Spesso, per me, è un passatempo da treno. Uno sguardo al futuro: cosa si sta perdendo con l’uso scorretto delle parole? Sicuramente c’è un restringimento delle risorse espressive: molti limitano la lingua a poche parole standard e sono abituati a vivere in un mondo di relazioni personali e professionali linguisticamente povero. Ma fenomeni come l’ormai più che decennale boom dei festival culturali dimostrano che non siamo solo un popolo di telespettatori: c’è anche chi domanda sapere e intrattenimento colto. Le sue letture preferite? Naturalmente saggistica sulle diverse questioni legate al linguaggio. Poi letteratura italiana e americana del Novecento e contemporanea, specialmente Don DeLillo e David Foster Fallace. E Harry Potter. 62

OTT2011

OTTOBRE

28

LE RISATE SCIENTIFICHE DI FLAVIO OREGLIO [cabarettista e scrittore]

A Genova racconta il suo libro Storia curiosa della scienza con lo spettacolo Sulle spalle dei giganti. Chi sono i giganti? Mi sono ispirato all’affermazione di Newton, che a sua volta citava il filosofo francese del XII secolo Bernard de Chartres: «Siamo come nani sulle spalle di giganti, così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane». Oggi, come ieri, la cultura umana cresce grazie alle intuizioni e alle scoperte di ogni epoca. Per uno spettacolo che tratta di scienza mi sembrava un bellissimo titolo. Ricordando i momenti più significativi vissuti a scuola, si interroga in chiave umoristica sulle contraddizioni della società. Perché? L’umorismo è solo un vestito che ricopre il pensiero. La scienza non nasce nel Seicento con Galileo e Copernico. L’idea che va per la maggiore non è esatta e in questa errata percezione la scuola ci mette del suo. L’approccio scientifico vede la luce nell’antichità, l’apice si ha con i Greci, da Talete e Pitagora a Euclide, Archimede e Apollonio. Poi, con l’Impero Romano e

il Cristianesimo, le voci pagane vengono zittite. I grandi del XVII secolo hanno solo rimesso in moto la macchina del pensiero. E di questo dobbiamo ringraziare il popolo arabo. È la sua battaglia culturale? Non si possono nascondere i lati problematici della storia. Quello che racconto non è frutto di documenti segreti o ritrovamenti nel Mar Morto, fa parte della cosiddetta “cultura ufficiale”. Ma lo racconto a modo mio: rileggendo le bozze del libro mi sono messo a ridere, sorprende anche me che l’ho scritto! Le piacerebbe tornare indietro nel tempo? Più cose si sanno meglio è. Non ci sto a tornare in un’epoca inferiore, mi piacerebbe andare avanti. Ma in futuro potremmo anche essere più ignoranti di oggi. Mentre la conoscenza cresce sempre, la volontà politica di diffonderla fluttua. Progetti? Per ora mi basta questo lavoro tra teatro e libro, e Musicomedians, il mio centro studi sul cabaret. Il fronte discografico è sempre aperto e conto di fare al più presto un’antologia con qualche inedito. Anche se molti non lo sanno, suono, canto e scrivo musica.


FERMATA DEL MESE SCIENCE

LE EVOLUZIONI OTTOBRE SOTTOMARINE DI GEORGE SOMERO [biologo marino, professore e ricercatore all’Università di Stanford]

29

Cosa succede sott’acqua? Dalle mie ricerche sugli animali marini antartici si è visto che hanno perso le informazioni genetiche che gli permetterebbero di vivere ad alte temperature. Questo perché per oltre 10 milioni di anni non hanno dovuto far fronte a variazioni termiche, adattandosi al freddo. Ma il surriscaldamento dell’oceano potrebbe determinare sfide difficili e provocare estinzioni. Quali sono i limiti della termoregolazione delle specie? I pesci antartici non hanno una reale capacità di controllare la temperatura corporea. Normalmente vivono in prossimità del punto di congelamento dell’acqua, a circa -1,9°C e muoiono intorno a 4-8°C. La tolleranza di calore è molto bassa e molti invertebrati antartici, come stelle marine e vongole, vivono al limite della morte termica. Le variazioni del clima influiscono su tutte le specie viventi. Anche l’uomo può sperare in un’evoluzione genetica? Nel corso dei prossimi secoli gli effetti del cambiamento climatico saranno enormi. Se non si

NOVEMBRE

1

LA NET DELUSION DI EVGENY MOROZOV [professore e ricercatore alle Università Georgetown e Stanford, scrittore e blogger]

È attratto dal lato oscuro della tecnologia moderna. Perché? Si sente sempre parlare di «rivoluzione Twitter e Facebook», ancor di più dopo la Primavera Araba, senza considerare che la tecnologia è stata di grande aiuto per i dittatori e i regimi totalitari. In Medio Oriente Internet è

ridurranno le emissioni di gas serra e l’uso eccessivo dell’aria condizionata, gli esseri umani non sapranno fronteggiare la situazione. Cambiare mentalità è tutto ciò che si può fare per potersi adattare alle sfide globali. L’aumento di temperatura e l’umidità renderanno molte regioni inabitabili da uomini e altri mammiferi, provocando spostamenti della popolazione verso latitudini più alte. Attualmente cosa sta studiando? L’acclimatizzazione di alcune specie alle alterazioni di temperatura e alla concentrazione di ossigeno del mare. Mi interessa l’impatto dei mutamenti del globo sulla vita sott’acqua. Vorrebbe rinascere tra due secoli? Onestamente ho paura di quello che potrei vedere. Sono affascinato dal futuro della fisica, ma pessimista riguardo alle capacità degli esseri umani di agire razionalmente rispetto a problemi di lunga scadenza, come i cambiamenti climatici, che comportano rinunce a breve termine. Al Gore ha detto bene quando ha parlato di «scomode verità». usato per effettuare controlli sofisticati, fare propaganda e lanciare attacchi cibernetici. Sto cercando di capire perché si enfatizza il suo potenziale di libertà, trascurando quello repressivo. In principio difendeva la libertà di espressione in Rete, poi ha scritto Net Delusion. È deluso soprattutto da cosa? È vero, ho esordito come ardente

sostenitore del potenziale di libertà di Internet. Il mio primo lavoro è stato presso un’organizzazione no profit il cui obiettivo era influenzare, attraverso gli allora nascenti social media, gli Stati dell’ex Unione Sovietica. Sono rimasto deluso da tante cose: il nostro lavoro non ha avuto l’effetto rivoluzionario che ci aspettavamo. I giovani bielorussi o kazachi usavano Twitter e Facebook per divertimento, non per opporsi ai governi. Era un’altra forma di dipendenza televisiva. Poi ho scoperto che i governi autoritari contro cui stavamo lottando non erano così muti o tecnofobici, anzi, alcuni allineavano il web ai piani politici. Quindi non crede che Internet possa contribuire ad abbattere i regimi autoritari? Se il regime è già in declino e il dittatore non è particolarmente a suo agio con la tecnologia, come Mubarak e Ben Ali, l’impatto della comunicazione on line può essere positivo e aiutare a far scendere la gente in piazza. Ma non è così frequente, e quando succede si tende ad attribuire solo a Internet il motivo del successo. La libertà dei new media comporta dipendenza. Un paradosso? Esistono diversi tipi di dipendenza tecnologica. Dai lievi ai più insidiosi, come la mania di dare la colpa alla tecnologia per qualsiasi tipo di cambiamento avvenga nella società, che chiamo “internetcentrismo”. Le proteste giovanili in Medio Oriente? Esistono grazie a Facebook. Un aumento di crimini e terrorismo? Sicuramente si tratta di terrorismo cibernetico. Surriscaldamento del globo? È dovuto al cloud computing. A lungo andare questa tendenza può essere pericolosa. Cosa intravede nel futuro della Rete? Penso che Internet non possa sopravvivere così com’è. È probabile che diventi un vantaggio per i consumatori e una condanna per i cittadini. Seguendo l’evoluzione dell’industria pubblicitaria, ci verrà costruito addosso per farci passare sempre più tempo nei nostri involucri. OTT2011

65


FERMATA DEL MESE SCIENCE

NOVEMBRE

1

LE PANDEMIE DI ALESSANDRO VESPIGNANI [direttore scientifico della Fondazione ISI di Torino]

Come interpretare le pandemie del XXI secolo? Gli uomini e le loro attività sono il mezzo di trasporto usato da virus e batteri. La SARS e l’H1N1 insegnano che in un mondo in cui milioni di persone si muovono ogni giorno da un continente all’altro, diventa fondamentale studiare la diffusione spaziale delle malattie emergenti, anticipando quando, dove e con quale intensità potranno colpire. L’obiettivo è sviluppare modelli computazionali simili a quelli utilizzati nella predizione della traiettoria di un ciclone. Uno sforzo scientifico su larga scala che coinvolge fisici, statistici, scienziati sociali, informatici ed epidemiologi. Cosa ha scoperto di recente sulla propagazione delle epidemie? Studiando le dinamiche di diffusione globale ed eventuali misure di restrizione dei viaggi internazionali, si è dimostrato che le limitazioni alla mobilità per essere efficaci dovrebbero produrre una diminuzione di oltre il 90% del traffico globale. Con costi economicamente e socialmente distruttivi per il mondo come è ora. Occorrono quindi strategie di contenimento innovative, legate alla conoscenza che abbiamo acquisito sulle interazioni tra gli individui.

66

OTT2011

Quanto contano il comportamento sociale e le abitudini culturali? Sono i canali di diffusione delle malattie. Per esempio, i calendari scolastici e le vacanze hanno un impatto determinante, e lo stesso vale per le abitudini alimentari, il livello di consapevolezza delle norme igieniche e l’accesso a medicinali e strutture sanitarie. Molte epidemie che nei Paesi sviluppati non rappresentano un problema, possono essere distruttive nel Terzo Mondo. La sua massima preoccupazione? I limiti della rete di interdipendenze economiche, energetiche e sociali della società globale. Da progressi impensabili dieci anni fa, nascono fragilità drammatiche. Una pandemia potrebbe avere effetti devastanti sull’economia ed è sempre più complicato controllare i rischi sistemici. Cosa sta inseguendo attualmente? L’idea di riuscire a descrivere epidemie molto diverse da quelle del mondo biologico, fenomeni di contagio della conoscenza, delle abitudini culturali. Anche attraverso l’enorme massa di dati che arriva da Facebook e Twitter.

fuTuro aD alTIssIMa VElocITà

Oltre Einstein e la velocità della luce con i neutrini, che la battono su una distanza di 730 km impiegando circa 60 nanosecondi in meno. Il risultato è stato ottenuto dall’esperimento Cngs (Cern Neutrino to Gran Sasso), lanciando un fascio di neutrini da Ginevra ai Laboratori dell’Infn sul Gran Sasso. All’incredibile scoperta lavorano 160 ricercatori di 11 Paesi. [www.infn.it]

Il TrENo aIuTa l’aMBIENTE

Chi viaggia sui binari dell’Alta Velocità è amico dei luoghi che attraversa. A un sistema industriale dei trasporti responsabile del 25% dell’inquinamento ambientale globale, con stime di crescita esponenziale al 2050, le Frecce FS rispondono con 1000 chilometri di rete veloce da Torino a Salerno e oltre 1 milione e 700mila passeggeri al mese. Una crescita che si dimostra costante e che vale 30mila tonnellate di CO2 in meno all’anno, come confermano i dati del Rapporto di Sostenibilità 2010 di FS Italiane. A conti fatti, chi sceglie il treno produce in media il 76% di gas serra in meno rispetto a chi usa l’aereo, e il 66% in meno di chi prende l’auto. Riduzione dell’inquinamento e del consumo energetico anche nel trasporto locale: sono 2 milioni i pendolari che ogni giorno vanno al lavoro in treno facendo risparmiare all’atmosfera 1.400.000 tonnellate di emissioni nocive all’anno.


ANDATA E RITORNO ON WEB

INTERVISTA A VITTORIO ZAMBARDINO

B

it, bit, bit. Non si parla d’altro. Materia di studio, fenomeno sociologico, utopia della libertà d’espressione, il World Wide Web non si ferma mai e ridisegna ogni gesto quotidiano. Stravolge il tempo, ridefinisce l’economia e anche i confini della privacy. Ma tra opportunità, rischi e trappole degli hacker, meglio avere sempre un approccio critico. Per sciogliere la fitta Rete, Vittorio Zambardino, giornalista e fondatore di repubblica.it, spiega le mille facce di Internet.

SUL FILO DELLA RAGNATELA PIù GRANDE DEL MONDO CON VITTORIO ZAMBARDINO. PREGI E DIFETTI DEL FENOMENO AL CUBO PIù DISCUSSO DEGLI ULTIMI TEMPI. di Cecilia Morrico

Strengths and weaknesses of the world’s biggest web. Vittorio Zambardino, the journalist who has created repubblica.it, investigates the most discussed events of present times: the World Wide Web and its risks and opportunities, Wikileaks, the evolution of information and cyber-militancy. 68

OTT2011

La Rete: da strumento a fine? È entrambe le cose. Una piattaforma indifferente ai contenuti che vi transitano, un tubo stupido, che tale deve rimanere per garantire la libertà di tutti. C’è chi vorrebbe usarla solo come strumento, per trasmettere programmi televisivi su un nuovo “canale”. E c’è chi la utilizza per creare novità, come viaggi e vacanze last minute on line. Rivoluzioni vere e proprie.


E l’impatto con l’industria della cultura? Il web ha fatto esplodere la cultura e ha messo in crisi tutto ciò che era vecchio. Ma pare che il passato non capisca e pensi solo a difendersi. Per esempio l’insegnante che vive come una frustrazione il fatto che i suoi alunni «copiano da Google». Ma quella è una fonte di pepite d’oro e proprio come l’oro in miniera lo si trova nascosto in mezzo ad altre rocce. È giusto parlare di cyber-attivismo? Basterebbe vedere quello che succede da un anno a questa parte nei paesi del Nord Africa e dell’Oriente, come l’Iran. La gente, e soprattutto i giovani, usano telefoni e Internet - il web mobile, che è la vera novità di questi anni - per documentare la repressione e le violenze, informare i loro simili e invitarli a partecipare. Cosa dobbiamo temere ? Che le mettano il bavaglio, sono in molti a volerlo. Cosa pensa del fenomeno Assange e Wikileaks? Ha fatto una grande paura a governi, diplomatici e giornali. Dimostra che il potere di informare non è più nelle mani di esperti e politici, di quelli che custodiscono i segreti, ma è alla portata di tutti. L’operazione Wikileaks non è stata gratuita per chi le ha dato vita. Bradley Manning, il giovane soldato che ha copiato i 250mila cablogrammi su un dvd, è ancora in prigione e in isolamento. Assange stesso rischia l’estradizione dalla Svezia negli Stati Uniti. Quelli di Wikileaks hanno commesso molti errori, l’unico gravissimo è quello di aver rotto il rapporto di collaborazione con i giornali che gli “ripulivano” i testi dai dati sensibili che potevano nuocere alle persone menzionate nei cablo. Era una rete di protezione importante. Ma la rottura è anche il prodotto della pressione dei governi sugli editori. Come cambia l’informazione? È già cambiata radicalmente, ma i giornali e la televisione non lo sanno. Eppure non fanno altro che trasmettere video presi dalla Rete. Si sono rotti due pilastri della vecchia informazione: il criterio di autorevolezza delle fonti e quello del tempo. Ormai si accreditano fonti nuove e diverse, ovviamente qualche volta prendendo cantonate. Il tempo non c’è più: una borsa cade a Tokyo mentre Londra dorme, un tweet informa di un terremoto mentre i giornalisti guardano ancora lo schermo vuoto dei dispacci di agenzia. È cambiato il mondo. Finiremo per accorgercene.

La sorpresa è grande quando, usciti dalla galleria, trovi davanti agli occhi la neve. Un immenso mare bianco sotto il cielo emiliano, sarà l’euforia di tornare a casa dopo una settimana di lavoro o semplicemente lo stupore del paesaggio. Parole appuntate in treno su un tovagliolo, un volantino o un’agenda, scritte per ispirazione, noia o soltanto per fissare un pensiero nel breve lasso di tempo tra partenza e arrivo. Spunti che non cadono nel vuoto grazie al concorso in Rete Racconti in linea. Storie del Frecciarossa, una cronaca collettiva di viaggi ad Alta Velocità nata e cresciuta in casa FS nel vero spirito di community della Social Media Week. ‹‹Accedere›› all’esperienza, propria o altrui è il must di un’epoca in cui l’informazione è cambiata e ogni possibile confine è stato abbattuto dal web globale. Il continuo proliferare dei blog e la crescita a dismisura di Youtube ad opera dei suoi fruitori dimostrano che la cultura partecipativa è la nuova frontiera della conoscenza e dell’evoluzione sociale. Dalla condivisione di un semplice hobby alle disquisizioni filosofiche, si può persino diventare eroi virtuali dal volto comune esposti all’opinione e al giudizio planetario. Questa rivoluzione non lascia indifferenti, e se il viaggio, più di una volta, è legato ai grandi temi della letteratura, ecco che con l’Alta Velocità l’esperienza diventa multimediale. Per 6 mesi FS Italiane propone di condividere le proprie storie in Frecciarossa sulle tratte AV tramite una piattaforma dedicata ai clienti/scrittori delle Frecce. Tanti racconti disseminati in uno spazio interattivo in grado di costruire una mappa emozionale nell’universo internautico. Sarà infatti la Rete a proclamare i 6 vincitori che andranno a comporre gli altrettanti capitoli del primo romanzo itinerante sul web, un grande e-book curato da FS Italiane e destinato a diventare un’opera prima della cultura social network friendly. Sempre a portata di click. [www.raccontiinlinea.it]

In viaggio col treno

Ripartono i laboratori tematici del Progetto Scuola di FS Italiane. Quattro i progetti: racconti in treno, guide di viaggio, giochi da tavolo sull’evoluzione dell’Alta Velocità e un museo ferroviario. Tante le novità, come l’aggiornamento on line dei materiali su webook e 10 classi vincitrici per scoprire i centri di eccellenza firmati FS Italiane.

Web TV ufficiale del Festival della Rete è l’ultima nata fra i new media FS. La Freccia.TV, primo esempio europeo di tv ferroviaria, ha seguito in presa diretta la Social Media Week di settembre con collegamenti, interviste e approfondimenti on line. Autentica emittente e non semplice canale di video-comunicazione, entro fine anno offrirà un palinsesto di 12 ore al giorno tra programmi, TG FS, meteo, sport e format d’intrattenimento.

OTT2011

69


ANDATA E RITORNO ON WEB

VOCI, OPINIONI E CONSIGLI DAL FESTIVAL DELLA RETE. VIAGGIO A TAPPE SUL FRECCIAROSSA TRA I BIT DELL’INNOVAZIONE. di Cecilia Morrico

A journey to the centre of innovation with Frecciarossa delle StartUp at the 3rd e-Festival. A sold out event with over one thousand invitees, more than 450 sold tickets, 500 requests and 30 communication and web experts. The first 5-day event, from 19th to 23rd September, has been full of new ideas at the speed of 300 km/h, with lots of technological happenings including Social Media Week. 70

OTT2011

R

oma, Stazione Termini. Alle 8 di una calda mattina di fine estate c’è già una grande folla in fila al binario 1. Parte sul Frecciarossa delle StartUp la terza edizione dell’eFestival, un evento da tutto esaurito che ha registrato oltre 1000 adesioni, più di 450 biglietti venduti, 500 richieste e 30 esperti della comunicazione e del web. Incubatrice di nuove idee a 300 km/h, è la prima tappa di una cinque-giorni costellata da appuntamenti tecnologici che vanno di pari passo con la Social Media Week. Sulla rete reale ad Alta Velocità che collega Roma a Milano, si sono dati appuntamento, dal 19 al 23 settembre, i giovani talenti di domani per sviluppare il loro piano imprenditoriale con l’aiuto di tecnici ed esperti per mezzo del business model canvas. «Questo strumento può migliorare e facilitare lo studio del proprio progetto per capire se poi è sostenibile o

meno», spiega Fabio Lalli, Strategy Consultant ICT e guida per un giorno. Nascono così tanti laboratori con persone appassionate, tutte curve sui sedili dell’AV per trovare l’idea che faccia fronte alle richieste del terzo millennio. «Alcuni pensano a nicchie di mercato», racconta Mauro Lupi, Responsabile della divisione Digital di Ammiro Partners, «ad esempio un’applicazione legata ai porti, turistici e d’approdo, con informazioni geolocalizzate sviluppate in parte anche dagli utenti stessi. È qualcosa che non esiste, potrebbe essere un’esigenza interessante». Al termine della giornata il ritiro di tutte le nuove proposte, analizzate dagli occhi attenti dei tutor per decidere le 5 più promettenti per il web made in Italy. E se l’e-Festival significa rinascimento digitale, a suon di start up, venture capitalist e business angels, l’Italia come si piazza? «Dal punto di vista dell’innovazione siamo messi bene, anche se manca una giusta cultura imprenditoriale», commenta Lorenzo Francchini, Angel Investor e Managing director di Angels for Growth. «C’è bisogno di tante iniziative di questo tipo, anche perché le università italiane fanno fatica a sviluppare corsi di formazione adeguati alle esigenze del mercato. Per un lato bisogna aiutarle a fare cose più innovative e competitive, dall’altro ben vengano i privati come la StartUp School». Eppure, dal punto di vista della fruizione, i sondaggi sono positivi: «Le statistiche dicono che oltre il 70% degli italiani è connes-


ANDATA E RITORNO ON WEB

so - conferma Marco Zamperini, CTO at Value Team e professore IULM - e che gli utilizzatori dei social network sono oltre il 60% della popolazione. Vuol dire che ormai ogni messaggio che passa dai Social raggiunge chiunque, diventando la prima fonte d’informazione. Il passo successivo è l’approccio alla politica, al commercio, al rapporto con le aziende». Non bisogna allora aver paura di rischiare, ma essere coscienti che «in questo momento in Italia ci sono tantissime opportunità per i giovani dal punto di vista tecnologico». Secondo Riccardo Donadon, Presidente e AD HFarm, «il periodo è favorevolissimo. Con poco c’è la possibilità di programmare, costruire applicazioni, creare nuove interfacce per i servizi». Per capire meglio le opportunità della Rete Marco Montemagno, co-fondatore Augmendy e organizzatore dell’eFestival, spiega come queste crescano grazie a nuovi investitori e strumenti sempre più moderni e economici. Riassumendo, «una start up costa poco, si può capire velocemente se funziona o meno, migliorare e andare avanti». E se si pensa che il multimediale sia spesso un mondo di nerd e smanettoni, Giorgia Petrini, Consigliere Delegato GPA, incoraggia le donne a puntare sulle nuove tecnologie, «perché estremamente legate al telelavoro. Offrono tantissimo tempo da gestire in autonomia, a casa come in mobilità, in mille modi. Si può conciliare famiglia e lavoro, se l’attività è su Internet». New media e best practices per il lavoro femminile i temi fondamentali degli appuntamenti FS

alla Social Media Week. Cinque incontri per capire come affrontare in modo trasparente le criticità legate ai Social e scoprire come crescono progetti multimediali, web radio e TV. Senza dimenticare i concetti basilari del Gruppo, come le opportunità offerte dal network telematico per lo sviluppo di nuove tecnologie ecosostenibili e gli aspetti relativi alla sicurezza nell’ambito delle comunicazioni e della Rete. In primo piano i nomi top del web: Steve Chen, fondatore di Youtube, Naveen Selvadurai, di Forsquare e l’ultimo eroe del live streaming, Justin Kan, ideatore della Justin.TV. La settimana si chiude con nuove mode e miti di Internet, che ingloba sempre più un linguaggio e un’utenza diversi rispetto al cinema e alla televisione. Lo conferma Andrea Pellizzari, conduttore radiotelevisivo: «Ci sono tanti ragazzi del web che hanno un seguito pazzesco. Il piccolo schermo sta cercando di portarli dalla sua parte, ma loro non vogliono andarci. La Rete è libera». Oltre ai personaggi, anche tanti nuovi strumenti diventano tendenze, com’è il caso della geolocalizzazione che permette di consegnare servizi e prodotti a chiunque nel posto esatto in cui si trova. Una nuova frontiera del marketing, secondo Francesca Fabbri, Web Strategist di Mimulus. E in questa evoluzione dei confini non mancano le care vecchie lezioni, come quella di Marco Camisani Calzolari, CEO Speakage, che ricorda: «Social network e Internet sono strumenti molto moderni e adatti a quello che vogliono oggi gli utenti. Ma allo stesso tempo non bisogna dimenticare che il vero valore si crea a casa propria».

NuoVI TalENTI DIgITalI

alla corTE DEl rE

Tesoro della stazione di Milano Centrale, mix di mosaici e decorazioni dal sapore antico. Il Padiglione Reale, disegnato da Ulisse Stacchini e aperto nel 1931 per i Savoia, inaugura la terza edizione della Social Media Week. Diviso in due sale disposte su piani diversi, Reale e delle Armi, unite dallo scenografico scalone in marmo con gradini in onice, possiede sfarzosi arredi, mobili stile impero in modano e palissandro, bassorilievi dello scultore Ambrogio Bolgiani e un affaccio su piazza Luigi di Savoia. Dopo il restauro del 2007 realizzato da Grandi Stazioni con la Soprintenza per i Beni Architettonici di Milano, il Padiglione Reale è oggi una location ideale per ogni occasione, un luogo memorabile in mezzo al brulicante viavai delle migliaia di passeggeri della stazione ferroviaria. [info@grandistazioni.it]

Classe 1987 e idee chiare. Roberto Catini è il vincitore della borsa di studio di oltre 5mila euro promossa da FS Italiane insieme a Augmendy, per partecipare alla seconda edizione della StartUp School. Il progetto, premiato dall’AD Mauro Moretti durante la conferenza stampa del 14 settembre, consiste nella creazione di un sito web dedicato agli studenti di discipline scientifiche. Incuriosito dal master, che tratta argomenti nuovi, come creare un’azienda, trovare finanziamenti e lanciarsi sul mercato, Roberto spera di entrare a pieno titolo nel mondo dei new media. 72

OTT2011


Gioielliere in Montenapoleone dal 1945

Milano • Via Montenapoleone, 19 • Tel. +39 02 76.31.91.53 • faraone@faraonegioielli.it


ANDATA E RITORNO ON WEB

TWEET, POST, E-MAIL: È COSì CHE LE PIAZZE PROTAGONISTE DELLA PRIMAVERA ARABA SI SONO RADUNATE PER ESPRIMERE RABBIA E VOGLIA DI CAMBIAMENTO. È IL WEB IL NUOVO MOTORE DELLA DEMOCRAZIA? di Luigi Cipriani

Tweet, post and e-mail: this is how the protagonists of the Arab Spring gathered to express their rage and will of change. Is the web the new fuel for the democracy engine? 74

OTT2011

L

ibia, fine gennaio. Il vento rivoluzionario nordafricano ha cominciato a battere forte su Tripoli. Le voci corrono sul web a colpi di tweet: in pochi secondi centinaia di giovani - soprattutto studenti - si mobilitano per manifestare, mentre gli squadroni di mercenari al soldo di Gheddafi seminano morte. Nefasta per il regime si dimostra, tra le altre cose, la pagina Facebook creata da Hassan Al Dhjami, blogger e cyberattivista libico, esule in Svizzera per un decennio, che prepara la protesta del 17 febbraio, “giorno della collera”. Mercoledì 9 il sito del quotidiano Libia al-Youm riporta i timori del Raìs: «sono preoccupato, si potrebbe creare caos nel Paese». Non aveva torto l’ex leader maximo: qualche mese dopo la deposizione di Mubarak, si è abbattuta su di lui la potenza del web, capace di mettere in ginocchio regimi quarantennali. Mentre nelle stanze del potere si lotta per esorcizzare la nuova maledizione, molti mani-

festanti - tra una foto e un e’mail esibiscono, come un amuleto, l’arma letale che fa tremare i tiranni: lo smartphone. Apparentemente inoffensivo, quell’apparecchietto infernale, attraverso la posta elettronica e i social network, ha trasformato un’altra sommossa tribale facilmente sopprimibile e ancora di più occultabile in uno scandalo mondiale, dunque in una mobilitazione internazionale. Lo smartphone scuote i regimi: da piazza Tahir del Cairo alla Siria fino in Cina, impegnata ogni giorno in un duello con i blogger fra propaganda di stato e comunicazione elettronica individuale. Intanto a Tripoli ce l’hanno fatta. La ragazza con lo hijab nero attorno al capo, il bambino con il cappello a cono e il vecchio beduino con la barba grigia sono riusciti a vivere un miracolo: la liberazione. La storia è avara di giorni così memorabili, e La Freccia ha incontrato Hassan Al Dhjami per chiedere cosa prova chi questo miracolo se l’è guadagnato sul campo…


ANDATA E RITORNO ON WEB

Perché hai deciso di impegnarti per il tuo Paese? Il 28 gennaio ho aperto la mia pagina Facebook per coinvolgere i giovani e manifestare. L’ho chiamata la pagina della rivolta: 17 febbraio - il giorno della collera. Mai avrei immaginato tanti contatti e una rivoluzione come questa: la gente si è radunata ed è successo qualcosa di straordinario. Perché eri in Svizzera? Sono stato un rifugiato politico per circa 10 anni. Me ne sono andato dalla Libia perché non avevo il diritto di esprimere le mie opinioni. Sei iscritto a un partito politico? Non appartengo a un partito politico né a un’organizzazione. Ho deciso di impegnarmi per difendere la giustizia. La rivoluzione sarebbe potuta accadere senza la Rete? È stata un’arma fondamentale, perché la comunicazione è immediata e ha facilitato le cose. Sei soddisfatto della tua azione? Sì, anche perché sono rientrato definitivamente in Libia, a Bengasi, da uomo libero. Hai ricevuto minacce dal regime di Gheddafi? Sì, via e-mail e telefono, quando ho fatto la pagina e successivamente appena rientrato in Libia, finalmente libero, il 7 marzo. Cosa pensi del futuro del Nord Africa? È in mano alla gioventù - il 55% della popolazione - che vuole democrazia e libertà. Bisogna andare avanti attraverso il rispetto e la cooperazione. Per questo è necessaria una rivoluzione culturale. Il leader del futuro? Si cercano buone idee e iniziative. L’energia della gioventù farà il resto. Poi un leader lo sceglieremo votando. 76

OTT2011

Cosa farai adesso? Mi impegnerò in politica come negli ultimi 10 anni. Ho idee liberali: vorrei vedere un giorno il mio Paese come tutti gli altri, in cui non si deve andare in esilio per fare opposizione. In questo momento il Comitato di Transizione sta per scrivere una Costituzione tradizionalista musulmana. Che ne pensi? Ne vogliamo una votata dal popolo. Quali principi la ispireranno? Solo quelli democratici. Ci vogliono parlamentari che abbiano attenzione per la vita del popolo e un presidente che rispetti i diritti dell’uomo. Insomma, credi in un nuovo modello di democrazia araba? Abbiamo anche noi due mani e due piedi e siamo cittadini del mondo. In assoluto, niente è perfetto, chi lavora commette errori e, benché ci si avvicini, non si arriva mai alla perfezione.

WIkIcosTITuzIoNE

Aria nuova in Islanda, Paese di geyser e vulcani capricciosi, da quando la crisi economica del 2008 ha causato il tracollo delle banche e della valuta. Oggi i cittadini invocano trasparenza (non solo finanziaria) e rilancio con una nuova Costituzione. Dallo scorso aprile, con cadenza settimanale, l’Assemblea Costituente pubblica sul sito www.stjornlagarad. is le bozze del progetto. E tutti sono invitati al crowdsourcing, cioè condividere idee attraverso i social network. Non era mai successo prima che il web fosse il mezzo scelto per realizzare una Costituzione nazionale nel pieno rispetto della democrazia partecipativa. Certo, tutto questo è possibile in una Nazione di 320mila abitanti, di cui oltre la metà provvista di profilo Facebook. Tuttavia la Rete non basta: la legge fondamentale, in esame al Parlamento di Reykjavík dal 1° ottobre, dovrà essere approvata con un referendum. «Declare Independence», cantava l’islandese Björk nel 2008, «fabbrica la tua bandiera e alzala sempre più in alto». Un’idea arrivata fino in Tunisia dove, dai primi del mese, s’inizia a discutere della nuova Costituzione e il modello che viene dal ghiaccio non è certo passato inosservato.


suite3.it

UNA lore lk o F a t Offer €52 da tte a no

UNA NOTTE ITALIANA

Tariffa per persona a notte, in camera doppia. Il pacchetto comprende: soggiorno minimo 2 notti, omaggio partenopeo in camera, 1 cena presso l’UNA Restaurant, 1 pizza e bibita a scelta presso la limitrofa Pizzeria Trianon, 1 biglietto UNICONAPOLI valido l’intera giornata per l’utilizzo del trasporto pubblico urbano (incluse metropolitana collinare e funicolare). Prenotazioni al numero verde 800 606162 oppure su www.unahotels.it con codice P-FRECCIA10 (campo Codice Promozioni della maschera prenotazioni). Promozione riservata ad un numero limitato di camere e non cumulabile con altre offerte. Valida fino al 31/12/11.

BARI - BENEVENTO - BERGAMO - BIELLA - BOLOGNA - BRESCIA - CATANIA - FIRENZE LODI - MILANO - MODENA - NAPOLI - ROMA - SIRACUSA - VENEZIA - VERSILIA

www.unahotels.it

Numero verde - 800 606162


ANDATA E RITORNO ON WEB

La pericolosità non è nella Rete che, se usata in modo corretto, è una risorsa. Alla base c’è un malessere pregresso, come per tutti quelli che sviluppano dipendenze da cibo o stupefacenti. Internet è soltanto il mezzo che manifesta la patologia. Il fenomeno riguarda anche gli adulti? In maniera minore, per il 20% circa, ma a differenza degli adolescenti sono assidui dei siti di gioco d’azzardo e pornografici. Per questo la divisione è netta tra le due categorie patologiche. Perché il maggior numero di vittime è tra i giovani? Durante l’adolescenza si sente il bisogno di avere molti amici, i cui pareri a volte contano più di quelli genitoriali. E Facebook è un naturale moltiplicatore di relazioni, anche se web mediate.

EPOCA CHE VAI, DIPENDENZA CHE TROVI. NELL’INGHILTERRA DELL’800 LA DROGA ERA L’OPPIO. NEGLI ANNI ‘80 DEL SECOLO SCORSO È TOCCATO ALL’EROINA. OGGI, PURTROPPO, SIAMO ALL’INTERNET ADDICTION. di Luigi Cipriani

Each year has its own addiction. In 19th century, in Great Britain, the there was the evil of opium. In the 80’s there was heroine. Today, unfortunately we talk about Internet Addiction Disorders. 78

OTT2011

T

re giorni e tre notti senza mai staccarsi dallo schermo del pc. Così un trentenne cinese, citato dal Beijing Times del 22 febbraio scorso, è morto stramazzando al suolo mentre giocava senza sosta in un Internet point di Chaoyang, vicino a Pechino. Gli avrebbero certo giovato le cure del dottor Federico Tonioni, che dal 2009 ha aperto un ambulatorio per la cura della sindrome di dipendenza dalla Rete, il cosiddetto Internet Addiction Disorder, nel Reparto di Psichiatria e tossicodipendenze del Policlinico Agostino Gemelli di Roma. Certamente il caso accaduto in Cina è estremo e in Italia non c’è ancora allarme sociale, ma è importante fare attenzione, perché nella ragnatela virtuale si può anche restare intrappolati…

Quali i soggetti più a rischio? Gli adolescenti, innanzitutto. Sono nativi digitali, a differenza dei genitori, e rappresentano la maggioranza dei miei pazienti. Tre le tipologie: i dipendenti da social network, quelli da videogioco on line e gli information overload, che vagano nottate intere a trovare notizie in rete di cui non hanno bisogno. Che sintomi presenta un Internet-addict? L’isolamento progressivo dal mondo esterno. Esiste solo il monitor del pc. In molti casi s’interrompe qualsiasi attività sociale e si rifiuta addirittura il sonno per finire un videogioco. Cosa spinge fine a questo punto?

Quindi? I teenager tendono a identificarsi con il loro alter ego on line, costruendolo minuziosamente fino a mostrare la parte migliore di sé e nascondere tutto il resto. Questo è pericoloso. In che modo? È tipicamente adolescenziale raccontare bugie, magari che si è picchiato un bullo di quartiere. Ma se lo dichiari sul tuo profilo, poi te ne devi assumere la responsabilità. Un’affermazione non vera di questo tipo può portare all’isolamento perché non verificabile nella realtà. Qui può scattare la ricerca compulsiva di amicizie virtuali in cui si può continuare a fingere. Cosa fare quando si crede che il proprio figlio abbia oltrepassato la soglia? Il muro contro muro non serve, è meglio non vietare il computer. Farlo potrebbe portare a reazioni sconsiderate. La strada migliore è la sincerità, dire al proprio figlio che si sta rovinando la vita, aprendo così una breccia nella cortina di ferro. Questo è il primo passo per ritrovare la fiducia reciproca.


VIAGGIARE CO VER

Gino Severini di Alessio Giobbi

Gino Severini Expansion sphérique de la lumière centripète et centrifuge. Simultanéisme (1913-1914) olio su tela, 60x50 cm Utica (N.Y.), Munson Williams Proctor Arts Institute, Museum of Art

At Mart in Rovereto, the works by Gino Severini 18831966 are on show until 8th January, to take a thorough look at one of the most famous painter of Futurism movement. He represents a contact point between Italian and French art during the avantguard period to return, later, to classicism, thus witnessing some of the most important events of European history and culture.

L

opera completa di un grande futurista al Mart di Rovereto fino all’8 gennaio: Gino Severini 18831966. Punto di contatto tra l’arte italiana e francese d’avanguardia, ma anche ritorno al classico, il lavoro del pittore toscano si nutre di momenti importanti della storia e della cultura europea. In un’originalissima interpretazione del futurismo, dal prologo divisionista nella Roma del primo Novecento fino alla lunga stagione parigina, passando poi Du cubisme au classicisme come recita il titolo del suo libro pubblicato nel 1921. Cambio di scena nel secondo dopoguerra, all’insegna di un percorso a ritroso denso di suggestioni e proposte che anticipano i tempi. [www.mart.trento.it]

ProMozIoNI fs

FS Italiane è vettore ufficiale della rassegna Gino Severini 1883-1966 (Mart di Rovereto fino all’8 gennaio). Ingresso ridotto (7 ¤ invece di 11) per i possessori di CartaFreccia, biglietto ferroviario con destinazione Rovereto e abbonamento mensile FS. OTT2011

81


INCONTRO

HA IN MENTE IL REALISMO DELLA DONNA D’OGGI E A LUC BESSON NON DIREBBE MAI DI NO. A TU PER TU CON CRISTIANA CAPOTONDI, CONTESA TRA CINEMA E TV E PRONTA ALLA SFIDA DEI NEW MEDIA. di Claudia Frattini

Foto d’apertura © Francesca Martino / Photomovie

Q

uando si dice “bella e brava”. Sarà che ha incontrato la tv a 12 anni e il cinema a 14. O forse che lavora da sempre con i professionisti della macchina da presa, davanti e dietro l’obiettivo. Autunno sotto i riflettori per Cristiana Capotondi, che porta nelle sale il primo lavoro da regista di Ivan Cotroneo e interpreta una giovane veterinaria alle prese con una rocambolesca crisi prematrimoniale nella nuova pellicola di Alessandro Genovesi. Ironica e versatile, la “principessina della tv” non trascura mai il piccolo schermo, impegnatissima nei ciak storici della nuova miniserie televisiva firmata da Alfredo Peyretti.

82

micità e romanticismo. Il nostro regista, Alessandro Genovesi, ha realizzato un film raffinato e divertente partendo dalla crisi personale che colpisce Paolo - Fabio De Luigi - ad una settimana dalle nozze con Margherita: io. Paolo ne combina di tutti i colori ed il matrimonio sembra quasi spacciato, fino a quando… La Kryptonite nella borsa, invece, nasce dall’omonimo romanzo di Ivan Cotroneo. È una commedia, una sorta di saga familiare nella Napoli, divertente e colorata, degli anni ‘70. Io interpreto Titina, la sorella di Rosaria - Valeria Golino. Attraverso me e mio fratello Salvatore - Libero De Rienzo Peppino, il figlio di nostra sorella Rosaria, entrerà in un mondo quasi fantastico e sbalorditivo per un bambino di 9 anni. È una famiglia unita ed affettuosa la nostra, ma decisamente particolare…

A Venezia, il mese scorso, ha fatto parte della giuria di Controcampo Italiano, che ha premiato Scialla! di Francesco Bruni. Perché scegliere un film sulla paternità tutta da conquistare? Con i registi Stefano Incerti e Aureliano Amadei, miei compagni di avventura in giuria a Controcampo, siamo stati colpiti dalla capacità di Bruni di realizzare un lavoro corposo e divertente, trattando con leggerezza ed ironia il rapporto tra un padre – uno straordinario Fabrizio Bentivoglio solitario ed annoiato ed un adolescente indisciplinato e svogliato.

Notte prima degli esami (2006) l’ha incoronata a pieno titolo tra le giovani rivelazioni del cinema italiano. Perché ha rifiutato il sequel? Con la produttrice, Federica Lucisano, e con Fausto Brizzi ne abbiamo parlato. Mi sembrò che il personaggio di Claudia, che mi aveva portato così tanto successo, si fosse esaurito nel primo film.

Nel 2011 un cortometraggio e 3 film per il cinema, di cui 2 in uscita: da un lato la crisi prematrimoniale della Peggior settimana della mia vita, dall’altro le “disfunzioni” familiari della Kryptonite nella borsa… La peggior settimana della mia vita è un connubio perfetto tra co-

Ha interpretato personaggi diversissimi, dalla principessa Sissi a una ragazza malata di distrofia muscolare. Un ruolo che le piacerebbe ma non le è ancora stato proposto? Premettendo che sono molto felice di tutti i ruoli interpretati sino ad ora, quello che vorrei oggi è un

OTT2011

personaggio femminile che possa raccontare realmente come sono le donne. A volte coi personaggi femminili siamo troppo indulgenti e superficiali. Ha mai pensato alla regia? E a quale regista non direbbe mai no? Sì, c’ho pensato. Il cinema è un mestiere che amo e che spero di poter sperimentare anche in altri ruoli. Aspetto la storia che mi spinga a fare questo passo… A tal proposito, sul mio sito www.cristianacapotondi.com c’è uno spazio riservato a chi vuole inviarmi soggetti, sceneggiature o trattamenti. Mi piace leggere quello che scrivono i ragazzi e spero sempre che arrivi la storia giusta. A Luc Besson non direi mai di no, sebbene prima gli chiederei di raccontarmi il film…

CRISTIANA CAPOTONDI

VIAGGIARE

Si sente ancora la Giada di Come tu mi vuoi, che alla domanda «Non ti piace guardarci?» rispondeva «Preferisco esserci!»? Se con questo intende che voglio godermi ogni attimo, sì, lo penso sempre! In Volevo solo dormirle addosso ha sperimentato il nudo su di sé. Come è stato? Imbarazzante all’inizio, ma sapevo che non stavamo facendo nulla di volgare, era un nudo necessario al film, che doveva raccontare la distanza dei due personaggi anche in un momento così intimo. Se invece i nudi e le scene di sesso sono gratuiti, mi infastidiscono sia da attrice che da spettatrice. Sul grande schermo si è trovata spesso alle prese con amori

POR


ORTRAITDEFEMME OTT2011

83


Foto dal set La peggior settimana della mia vita Loris T. Zambelli © Photomovie

VIAGGIARE INCONTRO

più o meno maturi. Quanto è diverso nella vita reale? Spero che la mia capacità di amare non smetta mai di crescere. Cerco sempre, in ogni cosa che faccio, di dare il massimo che posso. Forse questa è la maturità? Una laurea in Scienze della Comunicazione in piena carriera cinematografica. Con vent’anni di lavoro alle spalle, come vede Cristiana “da grande”? Felice, qualunque cosa io decida di fare. New media e social network come trasformano, secondo lei, il presente e il futuro del cinema? I ragazzi oggi hanno più possibilità, possono sperimentare, confezionare film e cortometraggi amatoriali, farsi notare dalle produzioni. È questo anche il senso del mio sito. Ciò che conta è avere un’idea e saperla realizzare. E soprattutto avere l’umiltà di imparare… She is beautiful and good, probably because she started working for TV at 12, and for cinema at 14. Or just because she has been working with camera professionals ever since, in front of and behind the objective. A very busy fall for Cristiana Capotondi: the Rome Film Festival with the first work as a director by Ivan Cotroneo, and the new film by Alessandro Genovesi where she plays the role of a young veterinary who is up against an extraordinary premarital crisis. 84

OTT2011

la PEggIor sETTIMaNa DElla MIa VITa

Regia: Alessandro Genovesi Paolo e Margherita a una settimana dalle nozze. Quarant’anni lui, un buon lavoro e il caro amico Ivano sempre al fianco. Trent’anni lei, veterinaria di origini borghesi con una famiglia piuttosto eccentrica. Piacere ai futuri suoceri diventa per Paolo una missione quasi impossibile, e ogni tentativo si trasforma in disastro. L’intervento di Ivano, “o testimone”, non farà che peggiorare le cose. Ispirata alla fortunata serie televisiva della BBC, The worst week of my life, la nuova pellicola di Alessandro Genovesi porta sul grande schermo, dal 28 ottobre, una divertentissima coppia di fidanzati: Paolo (Fabio De Luigi) e Margherita (Cristiana Capotondi), travolti da un vortice di contrattempi, situazioni imbarazzanti ed eventi tragicomici a pochi giorni dal matrimonio.


Foto: Francesca Anichini

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

STARHOTELS E.c.ho. ECO CONTEMPORARY HOTEL Il nuovo comfort è ecologico Caratterizzato da un’architettura elegante, all’insegna dello scambio armonico con l’ambiente, in cui la luce naturale è grande protagonista. Un hotel “green” dal concept innovativo che offre la perfetta sintesi tra l’accurata scelta dei materiali e il basso consumo energetico. Le 143 camere dal design contemporaneo, caratterizzate da gigantografie a tema floreale, sono state pensate in chiave eco-sostenibile.

starhotels.com

Orto, scenografico e luminoso, è lo splendido ristorante circoscritto da ampie vetrate e da due pareti retroilluminate che riproducono un lussureggiante angolo di giardino coltivato con frutta, verdure e ortaggi, nel quale assaporare deliziosi piatti che privilegiano la territorialità e la stagionalità. L’offerta si completa con una spaziosa sala fitness al settimo piano e con un centro congressi composto da 5 sale riunioni.

Viale Andrea Doria, 4 Milano T: +39 055 67891 echo.mi@starhotels.it


Foto dal set La Kryptonite nella borsa Gianni Fiorito

VIAGGIARE INCONTRO

Madrina al Giro d’Italia 2011. Ciclismo, che passione? Una bellissima esperienza, un’organizzazione enorme, quella della Gazzetta dello Sport. È una disciplina che ho sempre amato, ma seguirla in modo così privilegiato è stato un regalo. Una che è stata soprannominata “principessina della tv” non può assentarsi troppo a lungo dal piccolo schermo. Progetti invernali da tubo catodico? Sto girando a Praga una miniserie per Rai1, L'Olimpiade nascosta, prodotta da Casanova Multimedia e diretta da Alfredo Peyretti, con Alessandro Roja e Andrea Bosca. È un film storico che racconta fatti realmente accaduti durante la Seconda Guerra Mondiale. Cosa resta oggi della quindicenne pubblicitaria che tra un morso di gelato e una chiacchiera con le amiche si lamentava: «…ma che ha quella che io non ho»? La birbanteria, quella resiste…

la kryPToNITE NElla Borsa

Regia: Ivan Cotroneo «Ogni famiglia ha i suoi segreti. Ma alcuni fanno più ridere di altri». Napoli, 1973. Peppino, 9 anni e una famiglia scombinata, viene adottato dai giovanissimi zii Titina e Salvatore (Cristiana Capotondi e Libero De Rienzo) e si ritrova catapultato in un mondo di balli in piazza, feste negli scantinati, collettivi femministi e una buone dose di trasgressione. Dall’omonimo romanzo di Ivan Cotroneo, per la prima volta dietro la macchina da presa, una Babele di personaggi specialissimi: una mamma tradita dalla sua fede nell’amore, un padre con un cuore molto grande, un nonno a dir poco irascibile, uno zio troppo studioso, una nonna che vede tutto e un Superman in versione nostrana ossessionato dalla kryptonite verde. Cristiana Capotondi, Valeria Golino, Luca Zingaretti, Libero De Rienzo e Fabrizio Gifuni animano un universo insieme comico e commovente. Un racconto per immagini che ricostruisce un’epoca e racconta gli anni ‘70 del grande sogno attraverso la lente di una famiglia speciale. A novembre al cinema.

OTT2011

87


VIAGGIARE CON LE STELLE

LEZIONI R DI CINEMA

oma di stelle dal 27 ottobre. Al Festival Internazionale del Film di Roma insieme a due maestri del grande schermo legati da una salda amicizia. Doppia intervista a Pupi Avati e Carlo Delle Piane, il primo in uscita con la pellicola Il cuore delle ragazze, il secondo con il libro-dvd Signore e signori (Testepiene, pp. 240 ¤ 22).

Al Festival Internazionale del Film di Roma con Pupi Avati e Carlo Delle Piane. Tra pagine e pellicole, ricordi e passioni di oltre 30 anni. di Cecilia Morrico

88

OTT2011

Un’amicizia che dura dagli anni ’70. Il ricordo più bello? [P] È difficile ridurre a un solo momento il sodalizio di anni. Carlo, mio fratello Antonio e io vivevamo la consapevolezza di andare scoprendo un nostro modo di fare cinema e questa certezza ci riempiva di energia. Quando conobbi Carlo aveva già alle spalle decine di film eppure fu anche per lui un totale rinnovarsi. La Coppa Volpi per Regalo di Natale, nel 1986, rappresentò la certificazione del lavoro che stavamo portando avanti assieme. [C] Mi sono presentato a lui la pri-

ma volta vestito come il tenente Sheridan. Pupi stava allestendo il cast di Tutti defunti tranne i morti. Era il 1977 e non ne voleva sapere di farmi recitare in un suo film. Insieme ad Antonio, suo fratello, inventammo una gag per colpirlo. Loro erano andati dal costumista per scegliere gli abiti di scena, io li avevo preceduti e mi ero camuffato da investigatore. All’improvviso uscii fuori da una porta, già vestito, pronto per girare. Non poteva non prendermi. Al Festival Internazionale del Film di Roma siete anche protagonisti… [P] In concorso con il film Il cuore grande delle ragazze, interpretato da Micaela Ramazzotti e Cesare Cremonini insieme a una squadra di attori eccezionali. È la storia di come mio nonno e mia nonna arrivarono a sposarsi, raccontata da uomini e donne del secolo scorso. [C] Io e Anna Crispino siamo ospiti e spettatori del film di Pupi. Magari il prossimo anno potrei prendervi


Sicurezza vuol dire contrastare le varie forme di illegalità

cioè PON SICUREZZA Riconversione dei beni sottratti alle mafie vuol dire riappropriarsi del territorio

cioè PON SICUREZZA Tutela del lavoro regolare vuol dire impedire la concorrenza illecita

cioè PON SICUREZZA

Sicurezza, sviluppo, giustizia, legalità, cioè PON SICUREZZA 2007-2013 L’obiettivo globale del Programma Operativo Nazionale (PON) “Sicurezza per lo sviluppo - Obiettivo Convergenza 2007-2013” è quello di diffondere migliori condizioni di sicurezza, giustizia e legalità per i cittadini e le imprese, in quelle regioni in cui i fenomeni criminali limitano fortemente lo sviluppo economico. Il Programma interessa la Calabria, la Campania, la Puglia e la Sicilia ed è cofinanziato dall’Unione Europea (50% Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e dallo Stato Italiano.

UNIONE EUROPEA

PON SICUREZZA. Il programma che punta al Sud

www.sicurezzasud.it



VIAGGIARE CON LE STELLE

pIl libro Signore e signori è una biografia, ma anche la storia del cinema italiano… [P] Il libro di Carlo è bellissimo, la storia del cinema italiano narrata da chi si è trovato a farne parte quasi casualmente per poi, giorno dopo giorno, diventarne uno dei protagonisti. [C] La biografia, scritta dal giornalista Massimo Consorti, racconta la mia vita. Sullo sfondo 60 anni di grande schermo, che ho vissuto in compagnia dei più grandi. Ricordo Totò, Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Aldo Fabrizi, Vittorio Gassman e di come, grazie a loro, ho appreso l’arte della recitazione e quella di essere uomo. Il futuro del grande schermo? [P] L’Italia negli ultimi decenni ha vissuto una crisi di creatività sempre più esplicita. Si è cercata la rassicurazione nell’omologazione, perdendo identità. Esistono straordinari autori, ma forse

DENTro Il fEsTIVal

Per non perdere nemmeno un minuto della manifestazione romana, Rai Radio2, voce ufficiale della VI edizione, trasmette a 2 passi dal red carpet con il coloratissimo pullman vetrina all'ingresso dell’Auditorium.

Qual è l’aspetto più difficile del vostro lavoro? [P] La scintilla che produrrà la storia da narrare. Il terrore che la tua creatività sia esaurita, ore di silenzio davanti alla tastiera a buttare giù strampalate combinazioni, senza che nessuna ti convinca. Poi, all’improvviso, sei raggiunto da qualcosa, un’idea si radica dentro di te, e vivi quei giorni con la trepidazione e la gioia dell’innamorato. [C] Per chi ama il cinema, non ci sono aspetti difficili. È talmente tanta la passione con la quale affronto i ruoli, che la possibilità di immedesimarmi in un altro personaggio mi procura piacere, frenesia e adrenalina. È la magia della follia.

a roMa coN

roMa IN acTIoN

Si respira aria di Dolce Vita dal 27 ottobre al 4 novembre nella Capitale. Al via la VI edizione del Festival Internazionale del Film, che riempie l’Auditorium Parco della Musica di stelle luminose del grande schermo. Non mancano i nomi che contano e le pellicole d’autore, come il film d’apertura di Luc Besson, The Lady, e il retroscena della crisi finanziaria di Too Big to Fail – Il Crollo dei Giganti, firmato da Curtis Hanson con William Hurt e Paul Giamatti. Respiro internazionale per il Marc’Aurelio all’Attore, assegnato a Richard Gere, e l’incontro con il fuoriclasse della macchina da presa Michael Mann, nella sezione L’Altro Cinema. E se Hollywood illumina il red carpet, nulla sfugge invece alla giuria presieduta dal maestro premio Oscar Ennio Morricone, insieme a un altro numero 1 della cultura italiana: Roberto Bolle. [www.romacinemafest.it]

non c’è più il cinema italiano. [C] Potrei dire che è in buona salute, ma sarei smentito dai fatti. Mancano storie universali. Abbiamo buoni professionisti ma pochissimi fuoriclasse, solisti veri.

Frecciarossa da Milano 2 h e 59 da Torino 4 h e 30 da Napoli 1 h e 10

Frecciargento da Venezia 3 h e 46 da Lamezia Terme 3 h e 59 da Bari 4 h e 03

offErTE

casTINg

Torna il concorso dedicato agli aspiranti attori. Presso lo stand del Gioco del Lotto sono aperti i casting per scegliere le 10 migliori performance. I due artisti più promettenti avranno l’opportunità di partecipare a una produzione cinematografica italiana. [www.giocodellotto.it]

Puoi arrivare risparmiando con MINI Sabato Italiano e CartaFreccia Day Offerta Familia A/R in giornata Informazioni e dettagli su offerte e promozioni alle pp. 150-151 e su fsitaliane.it

OTT2011

91


VIAGGIARE CON LE STELLE

guarDIa E laDro

Matrimonio a Parigi tutto all’italiana. Massimo Boldi, furbo ma ingenuo evasore fiscale, e Biagio Izzo, ligio capitano della Guardia di Finanza, raccontano l’Italia di oggi a bordo di un Frecciarossa attraverso lo sguardo del regista Claudio Risi. Nelle sale dal 21 ottobre.

BIsIo al Bar

Lo storico conduttore di Zelig torna al cinema con Bar Sport, firmato da Massimo Martelli. Tratto dal best seller dello scrittore bolognese Stefano Benni, un universo di situazioni e personaggi quotidiani. Dal 21 ottobre sul grande schermo un universo di situazioni e personaggi quotidiani. Come hai affrontato il tuo ruolo rispetto al libro di Benni? Nel libro al “tennico” - come pure agli altri personaggi è dedicato un solo capitolo, quindi sia in fase di sceneggiatura che di lavorazione sul set abbiamo costruito una storia e fatto interagire i vari personaggi tra loro. Le differenze rispetto al romanzo? Abbiamo sicuramente rispettato lo spirito e il carattere. Il mio personaggio è il classico logorroico che sa tutto e interviene su tutto, spesso a sproposito. Un ruolo che non mi è stato difficile interpretare…

92

OTT2011

Bar Sport vuol dire vita di provincia. Avete girato a Sant'Agata Bolognese: come ti sei trovato? Molto bene. Amo i posti piccoli, dove in poco tempo ci si conosce e, quando è possibile, si cerca di approfondire la relazione, cosa che anche a Sant'Agata Bolognese è accaduta. L'atmosfera del film? Penso sia proprio quella del libro. Un umorismo che spesso sfocia nel sarcasmo e nello sberleffo, ma con un profondo rispetto e, da parte nostra come di Benni, anche con un amore di fondo nei confronti di quel mondo un po' andato e forse pure un po' démodé. Di cosa si parlerebbe al Bar Sport dei nostri giorni? Dei soliti argomenti: calcio, donne e questioni meteorologiche. Dopo questo film dove ti vedremo? A gennaio uscirà al cinema Benvenuti al nord, seguito ideale di Benvenuti al sud, con lo stesso cast. G.B.

Chi siete nel film? Massimo - Sono Lorenzo, il furbo ma ingenuo protagonista di questa storia. Fa ricordare tanti personaggi che spesso leggiamo nelle cronache. Soggiogato dall’astuta moglie Elvira (Paola Minaccioni) e dallo scaltro socio Leonardo (Massimo Ceccherini), si muove in una Parigi sconosciuta cercando di aggiustare il tiro con la complicità della sposa del finanziere, Costanza (Annamaria Barbera). Combinando però un sacco di pasticci che sconfinano in scene assurde e divertenti. Biagio - Nel film sono Gennaro, un capitano della Finanza: integerrimo, ligio al dovere, innamorato dell’arma. Non è un lavoro, ma una missione. Sono un uomo che ispira fiducia, non scende a compromessi e mai e poi mai si farebbe corrompere, tanto meno dal ricco Manzoni (Massimo Boldi), l’evasore totale. C.M.

Bar sPorT

In ogni città o paese che si rispetti esiste un bar in cui si discute di sport e politica, si fanno scommesse, sfide ed esibizioni. Più che un ritrovo un punto di riferimento, un luogo dell’anima che accomuna e fonde un universo di situazioni e personaggi. Figure catturate dalla macchina da presa di Massimo Martelli e che si incontrano almeno una volta nella vita: dal ragioniere che si innamora della prosperosa cassiera al “tennico” che conosce tutte le formazioni di calcio, dal playboy di provincia che pubblicizza le sue avventure alle vechiette apparentemente innocue. Sul grande schermo dal 21 ottobre.


Offerta Sabato Italiano ...e scopri le città d’arte

Il sabato viaggi in due al prezzo di uno. Trenitalia, il modo migliore di viaggiare nel rispetto dell’ambiente. L’offerta è valida fino al 10 dicembre ed acquistabile fino alle ore 24 del giorno precedente la partenza del treno. Il numero dei posti è limitato e variabile, a seconda dei giorni della settimana, dei treni e della classe. Il cambio della prenotazione e del biglietto, il rimborso e l’accesso ad altro treno non sono consentiti. L’offerta non è cumulabile con altre riduzioni. Scopri i dettagli su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita.


SAPERE PER CRESCERE FORMARSI PER COMPETERE

Intervista a Giancarlo Gamberini | Presidente di Fondartigianato Vogliamo ricordare ai nostri lettori di cosa si occupa Fondartigianato? Fondartigianato è uno dei più rappresentativi fondi interprofessionali per la formazione continua dei lavoratori. Costituito nel 2003 dalle Organizzazioni imprenditoriali dell’artigianato e delle PMI (Confartigianato, CNA, Casartigiani, CLAAI) e dalle Organizzazioni sindacali CGIL, CISl e UIL, ha il compito di finanziare progetti di formazione continua finalizzata a migliorare le conoscenze e le competenze professionali dei dipendenti e contribuire alla crescita competitiva delle imprese aderenti. Come noto l’adesione al nostro Fondo da parte dell’impresa è un atto molto semplice e assolutamente gratuito, dal momento che comporta automaticamente la destinazione al Fondo tramite l’INPS del contributo dello 0,30 del monte salari già ricompreso nell’1,61% che le aziende devono pagare per l’assicurazione contro la disoccupazione involontaria. Altrettanto semplice e gratuito è il percorso che porta alla presentazione del proprio progetto formativo all’organismo che dovrà poi valutarne l’ammissibilità e finanziabilità. A distanza di qualche tempo dalla nostra ultima intervista, quali sono le principali novità intervenute? 94

OTT2011

Le novità sono tante e riguardano sia l’ulteriore implementazione delle linee e delle aree d’intervento formative supportate dai nostri inviti, sia la progressiva “messa in qualità” di tutte le nostre procedure di valutazione, controllo, monitoraggio dei progetti formativi finanziati, nonché delle procedure amministrative e di controllo di gestione. Inoltre il nostro nuovo sistema informativo garantisce ulteriori ambiti di miglioramento in termini di rapidità e di efficacia. Si è chiusa da poco la programmazione effettiva degli Inviti 1°, 2°, e 3° - 2009 e l’esito è ancora una volta rilevante: oltre 42 milioni di euro di progetti finanziati (1.631), 36.266 i lavoratori coinvolti e 4.145 le imprese. Questi numeri descrivono bene il quadro complessivo dell’attività. Tuttavia, sarebbe utile comprendere meglio gli aspetti di contenuto e qualità degli interventi di formazione finanziati. Come anticipavo, abbiamo agito sia sul piano della quantità che della qualità: i campi d’intervento che vengono interessati dagli Inviti di Fondartigianato sono ormai molteplici. Dalla formazione a sostegno dello sviluppo territoriale, a quella specificamente destinata ai lavorato-

ri delle aziende colpite dalla crisi e che quindi necessitano di percorsi formativi finalizzati anche a processi di riorganizzazione e riconversione produttiva.Altre linee sono dedicate alla sicurezza del lavoro, a specifici piani di settore definiti dalle Parti Sociali istitutive del Fondo, alle filiere e alle reti d’impresa, al sostegno dell’innovazione tecnologica e a promuovere la diffusione delle energie rinnovabili, all’alta formazione, ecc. Altre linee sono poi destinate in modo mirato alle micro imprese e alle aziende operanti nel Mezzogiorno. In parallelo è cresciuta la qualità media della progettazione formativa che viene finanziata e il Fondo sta attualmente mettendo a frutto l’esperienza maturata per sviluppare metodologie finalizzate alla certificazione delle competenze, dal momento che siamo noi per primi interessati a verificare l’effettiva spendibilità nel mercato del lavoro delle competenze acquisite dai lavoratori a fronte dei progetti formativi che abbiamo supportato. Sulla linea dedicata alla crisi, come sono andate le cose? Essa costituiva uno dei campi d’intervento più strategici, vista la pesantezza degli effetti di una crisi recessiva che ha colpito un numero rilevantissimo di piccole imprese soprattutto manifatturiere, con un ricorso massiccio alle varie forme di ammortizzatore sociale. Era anche la più complessa da gestire, in quanto comportava una diretta interazione con le modalità di utilizzo dell’ammortizzatore sociale e con interventi di politica attiva del lavoro che rientrano tra le competenze delle Regioni.Per quanto ci compete, ci siamo attivati per stimolare e costruire un modello di azione integrata tra Parti Sociali e Regioni che rientra pienamente nello spirito dell’Intesa tra Governo, Regioni e Parti Sociali “Linee guida per la formazione” del Febbraio 2010. È anche lo spirito con il quale gli organi amministrativi del Fondo stanno affrontando le nuove sfide del 2011, consapevoli che il riassorbimento degli effetti della crisi è destinato a prolungarsi nel tempo e che nello scenario dei mercati globalizzati il tema della formazione continua e della ricostruzione delle competenze costituisce sempre più un asset fondamentale per recuperare competitività nel nostro sistema produttivo e dei servizi.


Intervista a Antonio Zorzi | Vice-Presidente di Fondartigianato Possiamo affermare che il bilancio è positivo?

mentazione in modo da apportare ulteriore qualità ai nostri interventi formativi.

Credo che il 2009-2010 si possa definire un biennio difficile, caratterizzato da una crisi economica pesante; il Fondo ha cercato di fare la sua parte, a fianco di imprese e lavoratori, per sostenerli nei processi di cambiamento, rafforzando competitività e competenze.

Più nel dettaglio cosa significa ciò?

E ora come guardate al prossimo futuro, quali i nuovi traguardi da raggiungere? A marzo il Consiglio di Amministrazione ha deliberato il nuovo Invito: 1° - 2011 per un valore complessivo di 40.000.000 di ¤ a cui si aggiungono altri 4 milioni circa per continuare a sostenere le imprese in difficoltà, in quanto sappiamo di non essere completamente usciti dal tunnel della crisi. Inoltre, viste le molte richieste di formazione, pervenute dalle imprese, a valere sull’Invito 1-2011, il CdA del 5 luglio scorso ha stanziato ulteriori 19.500.000 euro, per il periodo che va da Aprile 2011 a luglio 2012.

Per esempio favorire una maggiore partecipazione delle piccolissime imprese attraverso la semplificazione e la tempestività di risposta, con l’utilizzo dello sportello continuativo per la presentazione dei Progetti formativi; ma anche l’introduzione di modalità formative come la formazione in accompagnamento, atta a sostenere ed accompagnare la persona nel proprio percorso formativo attraverso un’assistenza individuale e/o per piccolissimi gruppi omogenei. Un ulteriore aspetto molto importante per Fondartigianato è l’investimento sulle competenze maturate e riconoscibili per la singola persona, attraverso un incentivo alla certificazione. Infine, una linea di finanziamento in ambito tecnologico, che, accanto a quella rivolta alle micro imprese, ha l’obiettivo di accompagnare le aziende nei processi di innovazione produttiva ed organizzativa.

Quali sono gli aspetti e gli obiettivi principali sui cui si sviluppa l’Invito?

Si tratta di una programmazione economica e strategica particolarmente impegnativa. Quali risultati vi aspettate?

Innanzitutto, dare continuità alle strategie adottate e proseguire con la speri-

Anzitutto una risposta positiva dalle imprese e dai lavoratori, sui cui bisogni e

sulle cui attese abbiamo cercato di modellare le nostre proposte. Ci attendiamo pure il coinvolgimento di tutti i soggetti presenti nel territorio, delle associazioni imprenditoriali e sindacali e delle agenzie di formazione. Volendo essere uno strumento effettivamente al servizio delle imprese e dei lavoratori dell’artigianato e della piccola azienda, dobbiamo offrire prodotti flessibili e adattabili alle diverse e sempre nuove esigenze del sistema, ma dobbiamo anche poter contare su una rete che valorizzi le proposte formative, ne garantisca il costante monitoraggio e ne favorisca l’ulteriore adeguamento e miglioramento. Per concludere, possiamo fare la fotografia del Fondo in numeri? Adesioni, risorse, progetti, imprese e lavoratori coinvolti nella formazione? I numeri corrispondono a: 182.645 imprese aderenti; 177 milioni di euro le risorse messe a disposizione dal 2004 a luglio 2012; 5.000 progetti finanziati; 15.000 imprese interessate; 98.000 lavoratori coinvolti.

OTT2011

95


VIAGGIARE PER GOLA

AUTUMN IN CHOCOLATE

Chocolate fever is booming in the streets of Perugia. In October, Eurochocolate festival will celebrate its 18th birthday with inviting tablets and chocolate dinners, and with the chocolate lessons of Lezioni di cioccolato 2, a film with Luca Argentero and Hassani Shapi, directed by Alessio Maria Federici, at the cinema from 11th November.

AFRODISIACO, TERAPEUTICO, ELISIR D’AMORE. IL CIBO DEGLI DEI CONQUISTA GRANDI E PICCINI E LA CITTÀ DEI BACI TORNA PROTAGONISTA, ANCHE AL CINEMA. di Silvia Del Vecchio

S

ale la febbre del cacao nel mese di ottobre. Per le strade di Perugia, festeggiando i 18 anni di Eurochocolate con appetitose tavolette e serate di gola, ma anche con le Lezioni di cioccolato di Luca Argentero e Hassani Shapi, protagonisti del sequel di Alessio Maria Federici nelle sale dall’11 novembre. Le vite di Mattia (Argentero) e Kamal (Shapi) – geometra italiano il primo, operaio egiziano il secon-

do – s’incontrano per la seconda volta. Una storia partita male, sul filo della denuncia a seguito di un infortunio sul lavoro, si trasforma in una squisita opportunità. Per Kamal continuare la sua professione in Italia, e per Mattia trovarne una nuova. Nasce la speranza, ma anche una forte amicizia tra i due, a patto, però, che nessuno tocchi la giovane e bella Nawal (Nabiha Akkari), fresca di studi all’estero. OTT2011

97


VIAGGIARE PER GOLA

lEzIoNI DI cIoccolaTo coN hassaNI shaPI

muove emozioni diverse, anche contrastanti. Very strong. Per Kamal, Mattia è come un fratello minore, anche se è un po’ geloso del suo successo con le donne. Probabilmente in Egitto, da giovane, faceva una vita simile. Per Mattia, invece, Kamal è la famiglia che non ha mai avuto. Il cibo degli dei è l’elemento conciliante? Non conosco nessuno a cui non piaccia, per molti è la più grande tentazione. Rafforza l’amicizia e l’amore e unisce la famiglia. Bisogna avere un cuore veramente duro per non farsi sciogliere dal cioccolato.

L’esordio al cinema è con la fantascienza di serie A: Hassani Shapi è scelto da George Lucas per interpretare il primo maestro Jedi Eeth Koth di Star Wars (1999). Molto attivo anche a teatro e sul piccolo schermo, è tra i protagonisti di numerose commedie italiane, come Nessuno mi può giudicare di Massimiliano Bruno e Senza arte né parte di Giovanni Albanese. Soddisfatto del sequel? Molto. Solitamente il secondo film non è mai bello come il primo. All'inizio delle riprese ero un po’ in ansia, ma poi mi sono reso conto della bravura del regista Alessio Maria Federici, una vera perla. E poi è stato divertente lavorare ancora con Luca Argentero. Le strade di Mattia e Kamal s’incrociano di nuovo. In quale momento della vita stavolta? Alcuni anni dopo aver vinto il premio alla Scuola Perugina. Kamal ha un negozio di cioccolato che non va tanto bene. E neanche Mattia fa affari con la ditta di costruzioni. Così va a trovare l’amico egiziano, per capire se possono aiutarsi l’un l’altro. Un’amicizia poco comune, che

98

OTT2011

Cioccolato è? Libidine. Il tocco sensuale della mano di Dio sulla bocca, il modo per dire «ti amo», «perdonami» senza bisogno di parole, o anche «rimettiti presto», «buon compleanno», «buon Natale» e «buona Pasqua». Il cioccolato dice molto. A lezione di cioccolato cosa ha imparato? A fare i Baci Perugina, la “Piramide di Kamal” inventata per il primo film e tanti altri segreti. Mi sono divertito molto, ma prima di tutto ho imparato a rilassarmi e a cucinare con passione. Una commedia ben fatta fa riflettere sui problemi sociali anche più di un dramma? Sì, in Lezioni di cioccolato 1 e 2 le differenze culturali fanno ridere, e si riflette sui valori della famiglia e sulle difficoltà di chi cerca di integrarsi in un Paese che non conosce. C’è del buono in ogni cultura e questo il film lo dice. Un desiderio al cioccolato? Sensuale come il ricordo del suo sapore quando si scioglie lentamente in bocca... è proprio il cibo degli dei!

lEzIoNI DI cIoccolaTo coN NaBIha akkarI

Classe 1985, francese di origini tunisine, Nabiha Akkari debutta al cinema nei panni di Farah, la ragazza di cui Checco Zalone s’innamora perdutamente nel film Che bella giornata. E torna sul grande schermo nei panni di Nawal, la giovane figlia di Kamal, intelligente e sarcastica. Hassani Shapi è un buon papà? È l’attore più gentile del pianeta terra, e il personaggio di Kamal è il più divertente e accattivante di tutti. Nel film sono una fan di mio padre! E con Luca Argentero come è andata? Luca è un professionista, un vero lavoratore. Equilibrato e umile, con una grande gioia di vivere. È un piacere stargli accanto e imparare da lui. Il cioccolato ammorbidisce anche i cuori più duri? Oh sì! Il cioccolato è il cuore stesso del film, permette a personaggi tanto diversi di incontrarsi, ritrovarsi e amarsi. Non a caso nelle riunioni di famiglia si condividono cioccolatini. Si dice che «la musique adoucit les moeurs»: secondo me anche il cioccolato, e non solo la musica, addolcisce l’animo selvaggio. Cioccolato è? Qualcosa da gustare in tutte le sue forme. Mi ci perdo dentro. Nel film le differenze culturali fanno sorridere… Mi è piaciuto il realismo e il desiderio di evitare cliché. A sorpresa, emergono problemi e differenze, come nella vita di tutti i giorni. Ma se si prendono dal verso giusto, è divertente. Progetti? Un album con il mio gruppo rock, gli Hulawhy. Un desiderio al cioccolato? Bianco!


GLS corriere espresso, è sinonimo di Leader di qualità in Europa. Offriamo servizi di spedizioni espresse altamente affidabili e personalizzabili. In Italia contiamo 131 sedi e 10 centri di smistamento. Ogni giorno 110.000 clienti ci affidano le loro merci, certi delle nostre ottime performance!


VIAGGIARE PER GOLA

BUON

COMpLEANNO COMp COMpLEANNO pLEANNO

EUrOCHOCOLATE! IL FESTIVAL PIù GOLOSO D’ITALIA DIVENTA MAGGIORENNE E AD OTTOBRE TRASFORMA PERUGIA NELLA PATRIA DEL CIOCCOLATO. di Gaspare Baglio

T

anti auguri a Eurochocolate dai golosi di tutto il mondo. Da 18 anni per le strade del capoluogo umbro, la maratona per veri intenditori si fa sempre più ricca di appuntamenti. Dal 14 al 23 ottobre, 10 giorni nella patria del cioccolato, tra deliziose sculture dolci ispirate al claim 2011 Non si vive di soli ricordi e ai 150 anni dell’Unità d’Italia. E poi degustazioni, spettacoli, dimostrazioni live e visite guidate al Museo Storico Perugina. Dal web la community dolcidee.it dispensa nozioni per ottimi manicaretti, mentre le più importanti foodblogger nostrane seguono l’evento in diretta sulla Rete. Spazio anche ad assaggi speciali riservati a non udenti e non vedenti, prodotti senza glutine per celiaci, dibattiti su diabete e commercio equo solidale. [www.eurochocolate.com]

uNa rIcETTa Da… MasterChef

In anteprima assoluta per l’Italia arriva su Cielo (canale 26 del Digitale Terrestre) il primo talent show culinario. Ai fornelli di MasterChef, dal lunedì al venerdì aspiranti capocuochi si scontrano per accaparrarsi la vittoria. A giudicarli 3 fuoriclasse della cucina italiana: Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Carlo Cracco, che dedica ai lettori della Freccia una golosa ricetta fondente. [www.cielotv.it]

Cremino alle olive taggiasche

Ingredienti 300 gr panna, 50 gr zucchero invertito, 5 gr polvere di olive, 250 gr cioccolato fondente 66%, 0,5 gr timo fresco, 1 gr sale. Preparazione Portare a 80°C la panna e lo zucchero invertito. Unirvi la polvere di olive (asciugate in essiccatoio tapenade fino a renderla una “polvere” appena umida) e il timo fresco, lasciare in infusione per 3-4 minuti e filtrare. Bollire la panna aromatizzata e versare sul cioccolato tritato e aggiungere il sale. Una volta creata l’emulsione incorporare i due prodotti fino a ottenere una consistenza liscia e cremosa. Colare in mezze sfere da mignon e congelare. 100

OTT2011


Shake the body.

porsche design

Novità 2011. Una penna intuitiva da usare: un rapido movimento del polso fa uscire o rientrare la punta. Risultato: Shake Pen è pronta per scrivere in meno di un secondo. www.porsche-design.com


VIAGGIARE FOCUS

DA OCCIDENTE A ORIENTE LA BIENNALE INTERNAZIONALE RACCONTA UN VIAGGIO LUNGO 2000 ANNI. UNDICI MOSTRE STRAORDINARIE ATTRAVERSANO LA CAPITALE TRA STORIA, CULTURA E CONTEMPORANEITÀ. di Francesca Ventre

A

ottobre le carovane della Via della Seta si fermano a Roma, oggi come duemila anni fa in un acceso viavai di mercanti, pellegrini, missionari, esploratori e uomini d’affari. Con la Cina compriamo e vendiamo di tutto: le ultime notizie parlano di titoli di stato e aziende, ma i Romani non erano da meno, ammaliati soprattutto dal pregiato tessuto frusciante e dal mistero di mondi

In questa pagina Enrico Rondoni per la mostra Luci cinesi 1980/2010 Nella pagina seguente In alto a sinistra © Pasquale Palmieri, 2009 In basso a destra Racconti africani di MF. Plissart

102

OTT2011

sconosciuti e spesso ostili. La Caput mundi dedica alle Vie della Seta la Biennale Internazionale di cultura 2011-2012, che fa tappa nei più prestigiosi musei e monumenti capitolini: all’interno di un ricco programma di esposizioni, eventi e conferenze, fanno capolino 6 mostre imperdibili disseminate tra le Terme di Diocleziano e il Museo di Roma in Trastevere. Qui Il fascino di Beijing illustra con 100 gigantografie d’autore le attrattive contraddittorie della colossale Pechino. Cinque invece le esposizioni d’arte contemporanea ospitate negli spazi del Macro a Testaccio, con Achille Bonito Oliva a fare da guida virtuale attraverso la Grande astrazione cinese tutta permeata di tradizione. Al popoloso paese asiatico è dedicata pure la rassegna (Un)Forbidden City, una finestra sulla post-rivoluzione, dal 16 dicembre nel vecchio mattatoio romano. Il profumo d’Oriente arriva anche da Indonesia, India, Pakistan e Afghanistan, con opere di creativi sensibili alla condizione sociale e politica delle loro Nazioni. Protagonista la lunga Via, ambita già dagli Imperatori romani, solcata incessantemente da prodotti, ricchezza e idee per migliaia di chilometri e luoghi leggendari. Città esotiche come Xian, Dunhuang, Samarcanda, Aleppo o Palmira richiamano alla memoria visioni di lusso e sfarzosità.


VIE DElla sTorIa

Nuovo Patrimonio Mondiale dell’Umanità, i Longobardi sono il tassello numero 46 delle meraviglie italiane degne del prestigioso riconoscimento. L’Italia Langobardorum è un mosaico di luoghi, testimonianze e monumenti che racconta l’espansione da nord a sud del potere di questi “barbari” tra il 568 e il 774 d.C. Sette siti da ammirare lungo la Penisola, tra cui l’originale Tempietto di Cividale del Friuli e il Complesso di San Salvatore e Santa Giulia a Brescia. Per poi spingersi a sud nella scenografica Chiesa di Santa Sofia a Benevento fino al Santuario di Monte Sant’Angelo (FG), da secoli meta principale dei devoti di San Michele. [www.italialangobardorum.it]

A Trento interessanti testimonianze della libera circolazione di persone, idee e merci tra Mediterraneo e centro Europa dalla preistoria alla romanità. Le grandi vie delle civiltà, con 800 reperti di eccezionale valore, si fermano fino al 13 novembre al Castello del Buonconsiglio. Gioielli, armi, opere d’arte e vasellame, pannelli e mezzi multimediali per stimolare l’interesse su incontri e scontri millenari di civiltà. A dimostrazione che migrare in un mondo globalizzato non è un’invenzione degli anni 2000. [www.legrandivie.it]

Un rotolo di seta dipinto è il tesoro più raro esposto per la prima volta al mondo nella mostra a Oriente. Città, uomini e Dei sulle Vie della Seta. Una mappa lunga 30 metri, la Carta del paesaggio mongolo, (foto a destra), diventa simbolo di una civiltà multietnica e tollerante tra religioni e culture buddiste, cristiane e musulmane. Saltata fuori di recente in Giappone, veste gli spazi delle Terme di Diocleziano aperti per l’occasione dal 21 ottobre al 26 febbraio. Un viaggio sonoro ed emotivo dal regno del Gansu fino al Mar Rosso, rievocato dalle installazioni interattive di un singolare progetto multimediale. Ma le meraviglie non finiscono qui: prestito eccezionale della Biblioteca Medicea Laurenziana la Bibbia di Marco Polo, manoscritto dei tempi del famoso mercante veneziano. Che aspirando, a ragione, a grandi guadagni sfida l’ignoto e conquista i potenti dagli occhi a mandorla. Anticipato nei pericolosi viaggi d’affari dal padre e dallo zio, Niccolò e Marco, intermediari anche di delicati rapporti internazionali alla corte di Kubilai Khan, eredita da loro la passione per il commercio. Storie e scenari descritti nel Milione, un diario di viaggio imitato e riproposto ai Mercati di Traiano dal fotografo turco Arif Asci: 8 persone e 10 cammelli attraverso Kyrgyzstan, Turkmenistan e Iran sono l’equipaggio dell’Ultima carovana, che regala immagini e video di questa affascinante avventura. Un viaggio esilarante da Xian, dove l’Esercito di terracotta protegge da secoli l’imperatore cinese Qin, fino a Istanbul, l’antica Costantinopoli e città di frontiera tra Asia ed Europa. Da ieri a oggi nei click di Luci cinesi: 1981/2011, che descrivono gli ultimi 30 anni di trasformazioni della Repubblica Popolare. Non solo seta. Al metallo più prezioso è intitolata la mostra Il Vello d’oro: antichi tesori della Georgia, dall’11 novembre al 5 febbraio presso lo spettacolare Museo dei Fori. Rivive il mito degli Argonauti, viaggiatori epici alla ricerca di fortuna e del raro mantello, insieme alla tragica leggenda di Giasone e

Medea. Nelle sale di Palazzo Braschi, invece, la carovana si ferma a Dvin, metropoli dell’antica Armenia e ponte geografico-culturale tra i due angoli del mondo. Perché l’Estremo e il Medio Oriente non smettono di incantare l’Occidente e di sfidarlo nei millenni in un continuo confronto che lascia sempre aperto un passaggio verso est. [www.viedellaseta.roma.it]

VIE coNTEMPoraNEE

Danza, musica, teatro e sperimentazione percorrono le strade di Modena, Carpi, Vignola e Castelfranco Emilia dal 14 al 22 ottobre. VIE Scena Contemporanea festival è il palcoscenico urbano di perfomance esclusive, come Racconti africani da Shakespeare, del regista polacco Krysztof Warlikowski, in omaggio a 3 capolavori del famoso tragediografo. Il rito funebre nella tradizione popolare è invece la scelta coraggiosa del fuoriclasse lettone Alvis Hermanis, impegnato nello spettacolo di grande poesia e delicato umorismo Kapusvetki – Graveyard party. Tra le proposte italiane 2 lavori di Pippo Delbono, Dopo la battaglia e Amore e carne. Altri momenti artistici, come Vision disturbance e C’est du chinois, rappresentano la difficoltà di comunicare in un mondo globalizzato abitato da molte lingue, spesso incomprensibili. Sul palco anche i bambini, che in Before your very eyes recitano davanti a un pubblico adulto. [www.viefestivalmodena.it]

OTT2011

103


I tuoi affari cominciano dal noleggio.

Business Pack è la nuova formula di noleggio Maggiore dedicata a chi si muove per lavoro. In un unico pacchetto trovi tutti i vantaggi per rendere il tuo viaggio d’affari davvero piacevole e conveniente. Business Pack ti riserva il 50% di riduzione sul supplemento eliminazione/riduzione quota danni - furto (STK), sui navigatori satellitari Basic (GPS), Evolution (NVS) e sul servizio Viaggio a Lasciare. Scegli il tuo Business Pack e prenota con almeno 7 giorni di anticipo. Per te, un ulteriore 10% di riduzione. Business Pack, la formula di noleggio che mette in moto i tuoi affari. I navigatori satellitari Basic/Evolution sono soggetti a disponibilità presso l’agenzia di noleggio. Scopri tutti i dettagli su maggiore.it o chiamando l’199 151 120. Promozione soggetta a revoca e a disponibilità.

Maggiore Design & Asymetrix

Maggiore Business Pack


VIAGGIARE AV

VIAGGIO DI COMPLEANNO IN FRECCIAROSSA PER L’ESCLUSIVO MARCHIO MADE IN ITALY. TRA PEZZI STORICI DELLA MAISON E NUOVE COLLEZIONI, LA STELLA CREATIVA DI FRIDA GIANNINI. di Cecilia Morrico

E

Collezione Gucci A/I 2011-2012

A museum at the age of 90: an important goal achieved by Gucci. In September, the legendary Italian brand, in order to celebrate its 90th year of activity will open a museum in Florence, the hometown, where it will be possible to admire its invaluable treasure.

leganza per eccellenza, stile senza tempo. Il lusso più desiderato al mondo. Gli appassionati di Gucci si sono dati appuntamento alla stazione di Milano Centrale lunedì 26 settembre, per un viaggio ad Alta Velocità che ha spalancato le porte del Museo più glamour d’Italia. Destinazione Firenze, per vivere la magia dell’esclusiva casa di moda nata come azienda specializzata in pelletterie artigianali nel 1921. Lo stile inconfondibile del fondatore, Guccio Gucci, ha attraversato la seconda Guerra Mondiale e gli avvenimenti più importanti del Novecento, per affermarsi, oggi più che mai, come simbolo prestigioso del Belpaese. Origini aristocratiche per l’esclusiva icona del morsetto, sollecitata dai primissimi clienti del laboratorio in via delle Caldaie, dediti agli sport ippici. Non è stata tutta rose e fiori, ma sempre e comunque di necessità virtù: nei difficili anni della dittatura fascista, la carenza di materiali importati dall’estero spinge a sperimentare tessuti atipici, come canapa, lino e iuta. E dalla geniale idea di usare canne brunite come manici nasce uno dei prodotti simbolo della maison, la mitica borsa Bamboo. Rapida l’ascesa di un design senza tempo, che negli anni Cinquanta trova amore corrisposto presso star del cinema e personalità del jet set: la signora Kennedy, icona di stile, indossa OTT2011

105


VIAGGIARE AV

la tracolla oggi conosciuta come Jackie O, sfoggiata anche da Barbara Streisand, e dalla bellisima moglie di Peter Sellers, Britt Ekland. Il classico mocassino con il dettaglio del morsetto fa il suo ingresso ufficiale al Metropolitan Museum of Art di New York e vede la luce la famosa sciarpa in seta a motivi Flora creata per la principessa di Monaco Grace Kelly. Negli anni ’90 arriva anche la notorietà oltre confine, grazie alla straordinaria unione di tradizione e innovazione insieme alla guida di Tom Ford. E nel 2006 il talento unico e la visione moderna di Frida Giannini, già direttore creativo degli accessori, dettano le leggi del marchio novantenario, con mano rivoluzionaria. «Nel corso dell’anno abbiamo celebrato il nostro anniversario in molti modi diversi», spiega Frida. In visibilio gli amanti della maison di fronte alla tradizione che rivive nelle nuove creazioni: «La mia visione implica una sorta di matrimonio tra passato, presente e futuro. Il mio impegno è profondamente connesso all’incredibile storia di Gucci, lunga novant’anni, e alla sua eccellenza nel settore del lusso, da sempre fonte d’ispirazione». Nasce così la 1921 collection, caratterizzata dal logo "G. GUCCI Firenze 1921" per «rende-

a fIrENzE coN Frecce FS da Roma 1 h e 35 da Bologna 37 m da Napoli 3 h da Venezia 2 h e 03 da Milano 1 h e 45

re omaggio alle icone, alle lavorazioni e ai materiali pregiati per cui il marchio è diventato famoso. Ogni articolo di questa collezione racconta una storia e rappresenta un capitolo importante del nostro ricco patrimonio». Ma il compleanno non si ferma qui: per il 150esimo anniversario d’Italia, ecco l’edizione speciale dell’iconica Fiat 500 firmata dall’azienda fiorentina, perfetta combinazione tra artigianalità e stile. E la recente Aquariva by Gucci, dall’unione con le barche Riva per rievocare la Dolce Vita. Sempre dagli scatti anni Cinquanta, la campagna Forever Now celebra la tradizione con le immagini di Foto Locchi davanti al laboratorio di via delle Caldaie, per immortalare il desiderio di Guccio Gucci «di realizzare ciò che dura per sempre». A 300 all’ora in Frecciarossa è facile raggiungere il capoluogo toscano e il nuovo Museo di 3 piani e 1700 metri quadri. Tra i tesori esposti nello storico Palazzo della Mercanzia in piazza della Signoria, spicca la Cadillac Seville disegnata dal fondatore nel ’79, piccolo assaggio di una mostra capace di sorprendere con i simboli della maison, dal morsetto alle più originali creazioni. Una collezione permanente affiancata da un’installa-

Frida Giannini

zione d’arte contemporanea della Pinault Foundation. Da novembre anche in libreria nel volume Gucci: The Making Of (Rizzoli), curato da Frida Giannini. Una ricca composizione di 52 saggi inediti e oltre 700 immagini in parte mai viste, erudito tributo di autori vari al patrimonio storico e all’influenza della casa di lusso che ha fatto un pezzo di storia italiana.

“L’uomo. La passione. Il sogno. La storia di Guccio Gucci dal 1921 a Firenze. Autentica, duratura, rivolta alla perfezione assoluta.” Campagna ADV Forever Now

offErTE

Puoi arrivare risparmiando con MINI Sabato Italiano e CartaFreccia Day Offerta Familia A/R in giornata Informazioni e dettagli su offerte e promozioni alle pp. 150-151 e su fsitaliane.it 106

OTT2011

1921 Collection Borsa New Bamboo


VIAGGIARE AV

gIorgIo VasarI

Alla Galleria Comunale di Arezzo fino all’11 dicembre, Giorgio Vasari Disegnatore e Pittore. Istudio, diligenza et amorevole fatica. A 500 anni dalla nascita, la città toscana ripercorre l’evoluzione stilistica del sommo maestro, filosofo e poeta, partendo dalle prime opere fino ai lavori testamento. In mostra per la prima volta pezzi unici provenienti anche da collezioni private e un capolavoro – mai esposto prima in Italia – direttamente dalle Cappelle vaticane e raffigurante un’Annunciazione. [www.arezzocittadelvasari.it]

Sandro Botticelli, Re Mida consigliato dal Sospetto e dall’Ignoranza, La Calunnia, particolare, 1497 circa, Firenze, Galleria degli Uffizi

DENaro E BEllEzza I BANCHIERI, BOTTICELLI E IL ROGO DELLE VANITÀ di Lorenza Perino

lE sTaNzE DEI TEsorI

Dal 3 ottobre al 15 aprile Le stanze dei tesori. Meraviglie dei collezionisti nei musei di Firenze. Un percorso espositivo che comprende le più grandi raccolte in Italia e si snoda attraverso piccoli e grandi musei della Città del Giglio: Bardini, Horne, Palazzo Davanzati e Casa Siviero nel centro storico, la Fondazione Romano in Oltrarno, lo Stibbert nel quartiere Rifredi e il Sacro Bandini a Fiesole. [www.stanzedeitesori.it]

JourNéE ParTIculIèrEs

Appuntamento sabato 15 e domenica 16 ottobre con le Journée Particulières. Organizzate dal gruppo LVMH e le sue Maison d’elite, per scoprire i tesori di un patrimonio unico attraverso i 25 siti più emblematici d’Italia, Francia, Spagna, Regno Unito e Polonia. Tra le aperture del Belpaese Villa Pucci in Toscana e Palazzo Fendi a Roma. [www.lesjourneesparticulieres.fr]

108

OTT2011

Capolavori di Botticelli, Beato Angelico e Piero del Pollaiolo trasformano il denaro e gli antichi percorsi del commercio in bellezza. A Firenze un’interessante mostra interpreta in modo originale il legame tra l’ascesa del moderno sistema bancario e la produzione culturale europea. Un’intrecciarsi di vicende economiche e d’arte, religiose e politiche, che hanno determinato la vita e l’economia dal Medioevo al Rinascimento. Nelle sale di Palazzo Strozzi fino al 22 gennaio prendono corpo, luce e colore le relazioni di potere tra mecenati, banchieri, case regnanti e artisti. Un’occasione per comprendere, in una prospettiva interdisciplinare, come immensi patrimoni diventano indispensabili strumenti nella gestione dei rapporti internazionali. In prima fila i lavori per le famiglie di mercantibanchieri. Ma anche monete, casseforti e tessuti pregiati si affiancano alla rappresentazione di una società messa in crisi dal ciclone politico-religioso di Girolamo Savonarola. [www.palazzostrozzi.org]

ProMozIoNI fs

Ingresso ridotto (8 ¤ invece di 10) alla mostra e sconto del 10% sul prezzo del catalogo per i possessori di biglietto ferroviario per Firenze, soci CartaFreccia, titolari di Eurail Italy, Interrail o altro Pass destinato alla clientela europea ed extraeuropea.


VIAGGIARE VISIONI

LA VILLE LUMIÈRE TRASLOCA NELLA CITTÀ DEL GIGLIO. UNA DETECTIVE STORY SURREALISTA E POETICA TRA SCATTI D’AUTORE, FILM E CELEBRI INCONTRI. di Flavio Scheggi

Foto di © Bettina Rheims

P

arigi, Bettina Rheims e Serge Bramly. Fino al 27 novembre un allegorico ménage à trois al Museo Nazionale Alinari della Fotografia di Firenze. Ricco e complesso come la città che l’ha ispirato, Rose c’est Paris mescola gli scatti dell’artista francese e le riprese dello scrittore e sceneggiatore tunisino. Un’alternanza di episodi compongono, come una serie di quadri viventi, un’opera d’arte in due formati diversi ma complementari. Visioni surrealiste e identità confuse s’intrecciano a complotti, ossessioni e desideri, in una detective story tra le strade, i caffè, le fabbriche abbandonate e i grand hotel della Ville Lumière. Una storia poetica e immaginaria accompagna la giovane e intensa B. alla ricerca della sua gemella scomparsa Rose. Tra ipotesi di rapimento, scambi d’identità e celebri incontri con Naomi Campbell, Monica Bellucci e Charlotte Rampling, parte il viaggio sorprendente tra gli angoli più stravaganti e meno conosciuti della metropoli, dai depositi abbandonati della Biblioteca Nazionale agli scantinati del Palazzo di Giustizia, dalla cupola dell’Osservatorio ai canali sotterranei. [www.mnaf.it] [www.alinarifondazione.it]

Diadema Parigi L'Osservatorio di Parigi, Avenue Denfert-Rochereau (marzo 2009)

Paris, Bettina Rheims e Serge Bramly. An allegorical menage à trois at the Museo Nazionale Alinari della Fotografia in Florence until 27th of November. Rose c’est Paris is a significant and complex story just like the city it refers to, where the shots by the French artist and the filming by the Tunisian writer merge together. Surrealistic visions and confused identities mixed with intrigues, obsessions and desires in a detective story in the streets, coffees, abandoned factories and grand hotel of Ville Lumière. 110

OTT2011


Abito di gala Le Meurice, rue de Rivoli (febbraio 2009)

OTT2011

111


VIAGGIARE VISIONI

Dietro la facciata dei giorni ordinari Epicerie Izraël, rue François Miron (marzo 2009)

112

OTT2011


La giullare Torre del Palazzo di Giustizia, côté quai des Orfèvres (marzo 2009)

OTT2011

113


VIAGGIARE VISIONI

Le muse inquietanti H么tel Rotary, rue de Vintimille (febbraio 2009)

114

OTT2011


VIAGGIARE VISIONI

ProMozIoNI fs

Ingresso ridotto alla mostra (¤ 8,50 invece di 12) per i soci CartaFreccia e i possessori di biglietto Eurostar AV con destinazione Roma.

l’arMoNIa PErfETTa DI PIET MoNDrIaN

Linee orizzontali e verticali nei colori primari. L’inconfondibile tratto di Piet Mondrian è al Complesso del Vittoriano di Roma dall’8 ottobre al 29 gennaio: L’armonia perfetta raccoglie in 70 oli e disegni l’intensa attività del pittore olandese e oltre 40 opere di artisti che hanno influenzato l’evoluzione verso l’arte astratta di uno dei maestri del XX secolo. [www.beniculturali.it] At the Complesso del Vittoriano in Rome from 8th October to 29th January L’armonia perfetta by Piet Mondrian is on show with 70 oil paintings, drawings and more than 40 works by the artists who have influenced his evolution towards the abstractism.

MaI DIrE ParIgI

In libreria dal 9 novembre una guida diversa da tutte le altre: Conosci Parigi? di Raymond Queneau (Barbès Editore, pp. 230, ¤ 15), risponde alle domande più curiose sulla capitale francese. La storia si mescola all’aneddoto, in 30 mappe e tante scoperte tra i luoghi più originali e strani della città, con lo stile geniale di un grande autore del Novecento.

116

OTT2011

Composizione con grande piano rosso, giallo, nero, grigio e blu (1921) Piet Mondrian Olio su tela, 59,5 x 59,5 cm L’Aia, Collezione Gemeentemuseum Den Haag © L’Aia, Collezione Gemeentemuseum Den Haag


VIAGGIARE SOCIETA '

ITALIA IN CRISI: INFLAZIONE, PREZZI ALTI E CONSUMI IN PICCHIATA. E NEANCHE LA CARA ABITUDINE CONVIVIALE DELLA TAVOLA IMBANDITA È RISPARMIATA. SOLO IL BIO LASCIA BEN SPERARE. di Luigi Cipriani

OTT2011

119


VIAGGIARE

C

SOCIETA '

on il Paese che s’impoverisce e il timore della recessione, anche i consumi soffrono la crisi. Secondo l’Istat, ad agosto l’indice della fiducia dei consumatori scende di oltre 3 punti, anche se la previsione di fine anno resta positiva e punta al +0,8%. Intanto l’aumento dell’Iva dal 20 al 21% permette all’Italia di recuperare circa 4 miliardi di euro e tirare un po’ il fiato dalla pressione dei mercati finanziari. Ma i prezzi lievitano dello 0,8% - fonte Codacons - e l’80% delle famiglie ritiene di vivere al di sotto, o sul limite, di uno standard socialmente accettabile. Lancia l’allarme anche lo studio pubblicato il 29 agosto da Confcommercio: 17 regioni su 20 registrano livelli di consumo inferiori al 2000. Solo Friuli, Molise e Basilicata migliorano, e negli ultimi anni si riduce il contributo del sud rispetto al totale nazionale: dal 27,2% del 2007 al 26,6% attuale. Mentre il Codacons stima, a causa dell’intervento sull’Iva, un rincaro dei prezzi - soprattutto bollette, caffè e vino - di 290 euro per famiglia (385 per un nucleo di 4 persone) e il Presidente Carlo Rienzi ha dichiarato: «il rialzo porterà a un aumento di tutti i prodotti indistintamente. Saremo destinati a veder salire anche l’inflazione», che ad agosto arriva al 2,8% (Istat). Si cominciano a intravedere chiari segnali di declassamento delle famiglie italiane, ormai lontane dal cliché di popolo attento al portafoglio: il tasso di risparmio, calato di 10 punti percentuali rispetto agli anni ’90, è oggi inferiore a quello di Francia e Germania. È come se il Belpaese stesse progressivamente cambiando pelle: meno “formiche” che risparmiano e, seppur controvoglia, meno “cicale” che spendono. Questo emerge del Rapporto Consumi e Distribuzione 2011 di Coop, elaborato dagli Istituti Ref (Ri-

120

OTT2011

rIDIaMocI soPra

«Dottore che devo fare con contro ansie e paure da crisi economica? Rischio un infarto». «Non si preoccupi, adesso le prescrivo un farmaco salvavita: una risata di 15 minuti al giorno, da assumere in orari a scelta, magari davanti alla tv o al cinema, in compagnia di amici e famiglia. Ma perché abbia effetto, mi raccomando, non deve mai dimenticarla». A tutti potrebbe succedere di ricevere un consiglio del genere dal medico di fiducia. Ridere per un quarto d’ora, infatti, stimola il cervello a produrre endorfine e le arterie si dilatano. Lo stesso effetto di un’attività sportiva o di un farmaco anticolesterolo. Sono i risultati di uno studio decennale presentato dagli esperti dell’European Society of Cardiology, riuniti in congresso l’estate scorsa nella capitale francese. Una buona notizia contro attacchi di cuore o ictus, patologie purtroppo responsabili di 2 morti su 5 in Italia. A una risata della giusta durata, basta poi aggiungere altre semplici accortezze: olio d’oliva a tavola e in cucina, un bicchiere di vino a pasto, divieto assoluto a fumo ed eccessi. Essere astemi fa male come alzare il gomito, soprattutto per le donne: parola dei ricercatori dell'Harvard School of Public Health. F. V.


VIAGGIARE SOCIETA '

cerche economia e finanza) e Nielsen. Il carrello della spesa è sempre più povero e i conti quadrano solo tagliando sui generi alimentari, di lusso e destinati alla salute, mentre cresce il cibo etnico a prezzi modici. Una delle poche scialuppe di salvataggio restano le promozioni, grazie alle quali il 63% dei consumatori dichiara di aver risparmiato nell’ultimo anno. Con la disponibilità economica in diminuzione, gli italiani fanno di necessità virtù, e guadagnano in scaltrezza: cercano offerte, fiutano nuovi itinerari di shopping nei discount e drugstore specialistici. Inoltre sono diventati nomadi (il 35% vaga da un punto vendita all’altro) e danno battaglia agli sprechi: confezioni più piccole, meno cibi freschi, utensili per la casa, acqua minerale (quella frizzante perde l'8% nell'ultimo anno) e plastica off limits. Il web fa la sua parte e cavalca l’ascesa dei siti che comparano i prezzi delle grandi catene di distribuzione.

grEEN VIllagE

Il piatto piange anche a tavola, che vede precipitare i consumi del 6% per la carne di vitello e del 5% per i prodotti ittici. E secondo l’analisi della Coldiretti relativa al primo semestre 2011, diminuiscono anche gli acquisti di pane (9%), pasta (4%), frutta (3%) e latte fresco (2%), mentre la spesa delle famiglie per trasporti, combustibili ed energia elettrica sorpassa alimentari e bevande. Basti pensare che il prezzo di un litro di benzina alla pompa è maggiore di uno di latte fresco e di un chilo di pasta. Ma qualche dato positivo c’è: gli acquisti di prodotti biologici aumentano dell’11% e la spesa diretta dai produttori segna un +18% tra cantine, malghe, frantoi e mercati agricoli. Chissà che a beneficiare dell’incertezza economica non sia la dieta mediterranea: sana e a chilometri zero.

Vendita stagionale diretta, filiera corta o a km zero, niente OGM e prodotti dell’agricoltura italiana con indicazione di provenienza. Questi i servizi offerti dalla Fondazione Campagna Amica, per una spesa consapevole e, soprattutto, sana, da sud a nord dello Stivale. [www.campagnamica.it].

laVoraTorI al VErDE

Almeno 200mila giovani hanno trascorso l’estate 2011 a lavorare nei campi, soprattutto per la raccolta di frutta, verdura e uva. Al sud si vendemmia a ottobre e l’offerta di lavoro è ancora alta. Dicono questo gli ultimi dati diffusi da Coldiretti, che sottolineano l’importanza dei circa 30mila immigrati che «hanno salvato la produzione vinicola». [www.coldiretti.it]

122

OTT2011


Fondo paritetico nazionale interprofessionale per la formazione continua

Occorre un cambiamento culturale aziendale

CONCILIARE LAVORO E FAMIGLIA Formazienda promuove e finanzia progetti formativi di welfare aziendale

A seguito dell’iniziativa promossa dal Ministero delle Pari Opportunità con la quale si è voluto dare maggior vigore al “Fondo per le politiche relative ai diritti e alle pari opportunità” stanziando 40 milioni di euro per sostenere progetti di conciliazione lavoro-famiglia, Formazienda ha ritenuto opportuno favorire l’accesso alla formazione per le imprese che intendono avviare un cambiamento culturale nell’organizzazione del lavoro, conciliando gli orari della vita lavorativa con i tempi della famiglia. Infatti, in un periodo “delicato” come quello che stiamo vivendo, in cui il sistema economico è messo a dura prova, si ritiene che una maggiore armonia tra i due ambienti possa creare un circolo virtuoso che conduce a reciproci effetti positivi. Abbiamo chiesto al direttore Rossella Spada le ragioni per cui il Fondo Formazienda promuove e finanzia prioritariamente progetti formativi in merito alla conciliazione tra famiglia e lavoro. Direttore, per quali ragioni il Fondo individua come prioritari i progetti formativi di welfare aziendale? In un contesto in cui le imprese investono poco in formazione e si assiste a sporadiche politiche di welfare aziendale, Formazienda intende favorire la diffusione di un cambiamento culturale nelle imprese, soprattutto in quelle micro e piccole, volto a concepire la conciliazione lavoro e famiglia quale elemento rafforzativo della competitivitá delle aziende nel mercato globale. Un cambiamento culturale nelle aziende? É quello che vogliamo ottenere o, comunque, contribuire a diffondere. La stragrande maggioranza delle impre-

se interpreta in modo distorto le politiche di welfare aziendale inquadrandole come un costo che non si correla direttamente ad alcun ricavo. Niente di più sbagliato! Con politiche di conciliazione di orari di lavoro e famiglia le imprese possono attendersi importanti risultati i cui effetti producono maggior redditività, quali, ad esempio: • incremento dell’attaccamento dei lavoratori al brand aziendale; • miglioramento del contesto e delle performance aziendali; • miglioramento del benessere e quindi della produttività delle lavoratrici; • riduzione del periodo di assenza delle madri per maternità; • riduzione delle dimissioni delle madri. Quale progetto consiglia di leggere come best practice da promuovere? I progetti che coinvolgono micro e piccole imprese su questa tematica sono davvero pochi, e di certo non sono numerosi quelli delle grandi imprese. Tra i progetti che conosco, ritengo all’avanguardia quello fortemente voluto da Confsal e Sistema Commercio e Impresa denominato “In armonia lavoro e famiglia”, composto da tre aree di intervento che si articolano in specifiche misure: organizzazione del lavoro (banca delle ore, sviluppo e gestione di piani di congedo per la maternità/paternitá e orari flessibili in entrata e in uscita); servizi di conciliazione, completamente gratuiti per dipendenti e collaboratori (stireria, maggiordomo, taxi); integrazione al 100% dello stipendio in caso di maternità obbligatoria e facoltativa. Il progetto è scaricabile dal sito www.asvicom.it.

Formazienda prevede l’apertura di un avviso specifico sul tema della conciliazione? Nell’ambito dell’avviso n. 3/2011, le imprese interessate possono trovare lo spazio necessario per candidare progetti formativi di questa natura. Come possono aderire le imprese al Fondo? Aderire al Fondo è semplice e non comporta alcun costo aggiuntivo per le imprese. Bisogna inserire il codice FORM in un’apposita sezione dell’Uniemens. In questo modo, il contributo integrativo contro la disoccupazione involontaria (0.30% delle retribuzioni) versato all’INPS viene accantonato su un conto del Fondo e potrà essere utilizzato per il finanziamento di progetti di formazione dei dipendenti delle imprese aderenti. Per le modalità tecniche di adesione al Fondo invitiamo a visitare il sito www.formazienda.com.

Il direttore del Fondo Formazienda Rossella Spada

Via Olivetti, 17 - 26013 Crema (CR) Tel. 0373 47 21 68 Fax: 0373 47 21 63 Email: info@formazienda.com www.formazienda.com

OTT2011

123


VIAGGIARE

SPECIALE MUSICA

EVANESCENCE

Foto di Chapman Baehler

E il mercato? Il vostro precedente lavoro, The Open Door, pur non vendendo le cifre record di Fallen, è stato molto considerato da fans e critica. Per quest’opera avevo molte più cose da spiegare a me stessa che conferme commerciali da dare alla casa discografica. Il titolo deriva proprio da questo: abbiamo cercato di capire cosa fossero diventati gli Evanescence nel 2011, una formazione più attenta alle idee di ciascuno. Una band più forte, insomma.

CINQUE ANNI DOPO ThE OPEN DOOr ARRIVA L’ALBUM EPONIMO DEGLI EVANESCENCE, IL «PIù DEMOCRATICO» MAI PARTORITO DALL’IRRIDUCIBILE PIANOFORTE DI AMY LEE. di Simone Sacco

A

Five years after the release of The Open Door, here is the eponymous album by Evanescence, the most “democratic one” ever delivered by Amy Lee’s pianoforte.

Evanescence è l’album più democratico su cui ho lavorato finora.

guardarla da vicino, Amy Lee è ancora più pallida e lattiginosa di come appare nei video della sua amatissima piano-oriented band, gli Evanescence. E lei, a farglielo notare, mica si offende: «Sì, pallida è un aggettivo che mi porto appresso volentieri. Così come golosa e curiosa, di buona musica, ovviamente, viaggi e arte in generale». Sembra impossibile che questa ragazza alla mano, non ancora trentenne, sia una delle più affermate rockstar in circolazione, con più di 20 milioni di copie al suo attivo e un nuovo album finalmente pronto dopo un’assenza di 5 anni. Eppure è così, e la “piccola” Amy alle pose da rocker maledetta preferisce sempre un paio di

passaggi melodici sulla tastiera del pianoforte. Novella Kate Bush folgorata sulla via dell’hard rock metallico… Come mai tutto questo tempo per il nuovo disco? Cinque anni sono un’attesa degna degli U2 o dei Red Hot Chili Peppers… Tutto è nato dal processo di scrittura dei brani che, stavolta, è stato più lungo del previsto. Non è che siamo stati chiusi in una stanza a fissarci a vicenda in attesa che io partorissi qualche idea al pianoforte. Siamo andati in tour, abbiamo vissuto come una vera band e, circa 2 anni fa, ci siamo confrontati sul materiale che ognuno di noi aveva raccolto. Da questo punto di vista

In Evanescence, però, il ruolo del tuo pianoforte è ancora alla base di tutto. È un discorso di arrangiamento, fermo restando che, sì, adoro suonare il mio strumento e pestare sui tasti creando questa musica così affascinante! Attenzione, però. Se per caso non sono io a uscirmene con un’idea melodica, ecco che interviene subito Terry (Balsamo, il chitarrista, ndr) o addirittura il nostro batterista Will Hunt. Il primo singolo, What You Want, è subito piaciuto alle radio. Forse per quel mix di elettronica e feeling autentico… Sì, quella è stata una grande idea del nostro collaboratore Chris Vrenna, che è un mago nell’inventare soluzioni che sanno molto di Depeche Mode e, ovviamente, di Nine Inch Nails. Sono contenta che quel singolo piaccia: non sai mai quale brano scegliere per ripresentarti al tuo pubblico dopo tanto tempo. Adesso, però, dovrete anche tornare in concerto. È già in programma qualche data italiana? A ottobre scatteranno le nostre prime apparizioni negli Stati Uniti e speriamo di raggiungere l’Europa, Italia compresa, il prossimo inverno tra gennaio e febbraio. OTT2011

125


VIAGGIARE SPECIALE MUSICA

LUCA CARBONI

Senza titolo is the last album by Luca Carboni, including 10 new songs and the bonus trackIl fiume, available only on iTunes. After 5 years of absence, the artist from Bologna comes back to the music world talking about feelings, escape desires, search for self, as well as showing pieces of Italy and of the world with a bit of sarcasm. Throughout Italy, his tour will start from Rome on 7th December to arrive in Milan on Tuesday 20th.

LUCA SENZA TITOLO di Francesca Ventre

S

enza titolo è l’ultimo album di Luca Carboni, 10 brani inediti più la bonus track Il fiume, disponibile solo su iTunes. Dopo 5 anni di assenza, il cantautore bolognese torna nel mondo della musica per raccontare sentimenti, voglia di evasione, ricerca di sé, pezzi d’Italia e del mondo anche con un pizzico d’ironia. Su e giù per lo Stivale, con partenza da Roma il 7 dicembre e arrivo a Milano martedì 20. Cosa è cambiato e cosa no? In stile, generi, contenuti… Mi auguro che l’album racconti nuovi punti di vista. È infatti anche figlio di un mio cambiamento personale. Adesso, per buona parte dell’anno vivo sull’Appennino, a stretto contatto con la natura. E ho scoperto che la vita non è solo corsa frenetica, ma anche assecondare i propri pensieri per conoscersi meglio. Nella canzone di apertura, Non finisce mica il mondo, che in chiave ottimistica condiziona anche le altre, racconto questa voglia di impossessarsi 126

OTT2011

del proprio tempo. Nell’album comunque c’è ancora il mio stile che la gente, spero, riconoscerà. Ci vuole ancora “un fisico bestiale” o sarebbe meglio essere “persone silenziose”? Io non sono mai stato aggressivo o dominatore, ma credo ci voglia una buona dose di tutti e due. Un fisico bestiale come forza interiore per non trovarsi allo sbando e farsi troppo condizionare. La silenziosità per saper stare con se stessi e trovare felicità nel poco. In Riccione Alexander Platz è presente invece un aspetto negativo dello stare zitti. Critico la mia generazione, che negli anni ‘80 ha avuto idee, voleva fare chissà che cosa. Ma poi, andando avanti, si è persa. I cinquantenni di oggi dove sono? Poco incisivi nel sociale, non si sentono più. Fare le valigie, Senza strade, Liberi di andare dicono molto del tuo modo di vedere la vita. Cos’è per te il viaggio? Una condizione inevitabile e fon-

damentale dell’uomo. La vita è viaggio e sono attratto dallo spirito nomade. Viaggiare significa anche sperimentare altro, come costruire mobili con legno riciclato. Il treno è poi un simbolo affascinante, molto legato ai miei ricordi d’infanzia. Mio nonno era ferroviere, all’uscita dalla scuola mi accompagnava in stazione a vedere i treni. Dopo pranzo, ogni giorno esclusa la domenica, andava da Bologna a Firenze, dove prendeva il caffè e giocava a carte con gli amici. Per poi tornare a casa a ora di cena. Ha anticipato l’Alta Velocità e il cambio di abitudini degli italiani… Infatti! Non parli molto della tua famiglia. La canzone Madre è una commovente eccezione: come è nata? La mia mamma non c’è più dal 2000, in quel momento non ero pronto a parlarne. Invece per quest’ultimo album un pomeriggio ho scritto di getto una canzone, personale ma che abbraccia un tema universale. Prevale la paura o l’emozione di tornare sul palco con il prossimo tour? È sempre un esame particolare: avevo dimenticato com’era la tensione dell’uscita. Mi aspetto attenzione, anche se ci sono stati cambiamenti negli ultimi anni ed è un momento critico per la discografia. Ma spero sempre che si possa aggiungere un tassello per comunicare qualcosa. Ogni volta è un’esperienza nuova, perché il mondo cambia. La canzone a cui tieni di più? Cazzo che bello l’amore, una di quelle ironiche e leggere, in cui mi riconosco molto. Spero che non venga ritenuta volgare, perché ha quella parola nel titolo. L’ironia è entrata in tante mie canzoni, da Solarium a Ci vuole un fisico bestiale e Mare mare. L’ironia è spesso un rifugio per i più riservati… (Timidamente, da persona notoriamente silenziosa, annuisce) [www.lucacarboni.it]


Amedeo Modigliani, Nudo, 1917. New York, Solomon R. Guggenheim Museum

GLI ANNI FOLLI

La Parigi di Modigliani, Picasso e Dalí FERRARA PALAZZO DEI DIAMANTI 11 settembre 2011 – 8 gennaio 2012 Informazioni e prevendita: tel. 0532 244949 Aperto tutti i giorni, feriali e festivi, lunedì incluso: 9.00 / 19.00 www.palazzodiamanti.it

COMUNE DI FERRARA

PROVINCIA DI FERRARA

1918 1933


VIAGGIARE SPECIALE MUSICA

Cosa si prova a omaggiare Nino Rota? Grande rispetto. Ero un bambino quando andai al cinema a vedere La strada, e senza sapere che le musiche fossero sue mi emozionai.

DOPO UNA LUNGA STORIA DI SUCCESSI INTERNAZIONALI, GALLIANO APPRODA A TORINO PER OMAGGIARE IL MAESTRO NINO ROTA.

È la seconda volta che suoni in suo onore. Perché? Quest’anno è il centenario della nascita del “maestro” e ci saranno delle novità.

Further to the success obtained at the international level, Richard Galliano arrives in Torino to pay homage to the big Nino Rota.

Insomma, grande spettacolo con gli arrangiamenti jazz della tua fisarmonica. Ma alcuni musicisti, come André Hodeir, ritengono questo strumento inadatto al genere... Non è vero, anzi per me è lo strumento del futuro. Certo, è più utilizzato per suonare musica popolare, ma nel jazz ha una lunga tradizione.

RICHARD GALLIANO

di Luigi Cipriani

Foto di Alix Laveau

R

lINguaggI Jazz

Il Conservatorio di Torino riapre i battenti per la nuova stagione. Dal 29 ottobre al 17 marzo 2012 si parla una sola lingua, quella del Jazz. Apre Richard Galliano con l’omaggio a Nino Rota e seguono, tra gli altri: il 27 novembre Paolo Fresu in Mistico Mediterraneo, giovedì 15 e sabato 17 dicembre le star della musica religiosa afroamericana Selvys Gospel Singers. Chiude, sabato 17 marzo, il trombettista torinese Giorgio Li Calzi. [www.centrojazztorino.it] 128

OTT2011

iccioli scuri e fisarmonica al seguito, Richard Galliano nella sua lunga carriera ha suonato insieme a quelli che contano. Chet Baker e l’amico Ástor Piazzolla, ad esempio, che gli ha fatto capire «l’importanza di ascoltare la musica nel proprio sangue, nel flusso dei ricordi, nella memoria familiare. Anche lui, come me, discendeva da emigrati». Nato, infatti, in un sobborgo di Nizza, Galliano ha conosciuto la musica grazie a papà Luciano, chiare origini italiane e insegnante fisarmonicista. Tra i suoi grandi successi l’interpretazione di Bach, «il dio della musica», e tra i suoi miti sicuramente Nino Rota, compositore di oltre 150 colonne sonore: per Il Padrino di Francis Ford Coppola e di sottofondo a La Strada, I Vitelloni, 8 e mezzo e altri grandi successi di Federico Fellini. A Torino il 29 ottobre apre la stagione di Linguaggi Jazz con un’ensemble d’eccezione. E per il tributo al maestro milanese mette mani e fiato anche al trombone…

Oltre all’ensemble, quali? Qualche pezzo in più dal Padrino e, appunto, da La strada.

Così come in relazione al viaggio… È lo strumento degli emigranti, perché si porta a tracolla. Molto comune nel Belpaese, che è stato terra d’emigrazione. In Brasile ho sentito i discendenti delle colonie italiane suonarla, e anch’io sono uno di loro. In che modo questa radice etnica ha influenzato la tua musica? Credo sia molto caratterizzante. Il grande Astor Piazzolla mi diceva: «suoni proprio da italiano». Come me, tantissimi altri: il musicista italoamericano Franc Marocco, a Los Angeles, suona standard jazz con la fisarmonica. Comunque un pezzo del nostro Paese te lo porti sempre dietro… Si, suono una Victoria costruita a Castelfidardo, nelle Marche. È molto antica, uno “Stradivarius a mantice”: me l’ha regalata mio padre quando avevo 13 anni.


HEALTH CLUB C o r s o Ve n e z i a 5 0 Green Concept

Milano - C.so Venezia 50

800.58.98.51 info@corsovenezia50.com

corsovenezia50.com


VIAGGIARE SPECIALE MUSICA

Che rapporti professionali hai con tuo fratello-musicista Fritz? Ci siamo influenzati: i miei primi beat erano più minimal e lui, che proviene dall’hip hop, ha inciso sul mio sound attuale.

Foto di Thomas Lohr

DOPO L’EXPLOIT CINEMATOGRAFICO DI BErLIN CALLINg, PAUL KALKBRENNER PRESENTA A ROMA IL SUO NUOVO ALBUM. UN SOUND ISPIRATO AL RECENTE PASSATO, MA CON QUALCHE NOVITÀ TUTTA DA SCOPRIRE.

PAUL KALKBRENNER

A

Following the great performance in the movie Berlin Calling, Paul Kalkbrenner presents his new album in Rome. The sound is inspired by the recent past but includes some new features to discover.

ttore, compositore e musicista. Ma non chiamatelo dj: «Non metto dischi, creo musica tutta la settimana e quando suono nel weekend utilizzo i beat che ho composto. Come un calciatore che si allena e poi dà il meglio in partita». Non a caso, da giocatore che si rispetti, Paul Kalkbrenner indossa spesso magliette di squadre di calcio d’epoca durante le sue notti di note nei club di tutto il mondo. Come quella dell’Argentina ’86, nel trailer di Berlin Calling (2008), pellicola di successo firmata da Hannes Stöhr in cui interpreta DJ Ickarus e racconta lo spaccato di una Berlino tutta party, droghe e musica elettronica. A Roma, invece, arriva in tour insieme alla graziosa fidanzata e a una crew scatenata per presentare il nuovo album Icke Wieder. «È un unico beat in dieci tracce, un viaggio che non s’interrompe mai, come ai bei vecchi tempi…». Quali tempi? Prima di Berlin Calling. Riconosco

che Sky and Sand, il beat più celebre della colonna sonora, è stata una hit. Volevo qualcosa di diverso e spero di esserci riuscito.

Avete composto insieme anche una parte della colonna sonora di Berlin Calling. A proposito, come ti hanno convinto a diventare DJ Ickarus? Prima mi è stato chiesto di fare la musica, poi, mentre il film prendeva forma, il regista Hannes Stöhr mi ha convinto che sarei stato perfetto per il ruolo. In realtà conoscevo già il copione da almeno due anni, ma è stato molto duro girarlo.

Diverso in che senso? Non un sound che si balla solo nei club, ma adatto a tutte le situazioni della vita: minimale e senza vocalist. Credo addirittura che diventi un po’ più bello ogni volta che si riascolta.

Perché? Mi dovevo svegliare alle prime luci dell’alba e addormentarmi al tramonto. Non avevamo budget a sufficienza per l’illuminazione artificiale.

Suonare soltanto musica autoprodotta è una difficoltà o un incentivo a crearne di nuova? È una scelta spontanea: non mi piacerebbe andare il lunedì a comprare dischi di altri per far ballare i clubbers, come fanno i dj. Ne produco così tanta che mi basta: quando salgo sul palco la arrangio e nessuno può dirmi di suonare buona musica non mia…

Ti assomiglia la folle personalità di DJ Ickarus? Suona la mia musica, cammina come me, ma io non sono mai finito all’ospedale in quelle condizioni. Certo, racconta situazioni che vedo spesso nel mio ambiente.

Ma così c’è il rischio di non essere aggiornato sul mercato discografico… È una cosa fantastica! Durante la settimana, leggo e amo stare in silenzio.

Quindi, più musicista o più attore? Sono già impegnato abbastanza così: creo musica e amo il mio lavoro.

di Luigi Cipriani

Quanto ha influito sulla tua carriera? Un trampolino di lancio.

OTT2011

131


VIAGGIARE SPECIALE MUSICA

WHOOPI GOLDBERG

Musical on stage A trip into the most awaited musicals of the season: Sister Act by Whoopi Goldberg with Loretta Grace from 27th October at the Teatro Nazionale of Milan, and Mamma Mia! with Chiara Noschese and the Abba’s songs from Thursday 13th at the Brancaccio in Rome.

VIAGGIO NELLE COMMEDIE CANTATE PIù ATTESE DELLA STAGIONE: SISTEr ACT DI WHOOPI GOLDBERG CON LORETTA GRACE E MAMMA MIA! CON CHIARA NOSCHESE. di Gaspare Baglio

Cosa ti aspetti dalla versione italiana di Sister Act - il musical? Che gli spettatori si divertano. Lo show è differente rispetto al film e ci sono meravigliose musiche di Alan Menken. È adatto alle famiglie, ai grandi e ai piccini. E poi è una lettera d’amore alla Chiesa. Spero proprio che il Papa venga a vederlo! Perché tanto successo? Al pubblico piace vedere suore canterine e stravaganti, che non ti aspetteresti mai di trovare in un convento.

a MIlaNo coN Frecce FS da Roma 2 h e 59 da Bologna 1 h 05 da Salerno 5 h e 43 da Venezia 2 h e 27

offErTE

Puoi arrivare risparmiando con MINI Sabato Italiano e CartaFreccia Day Offerta Familia A/R in giornata Informazioni e dettagli su offerte e promozioni alle pp. 150-151 e su fsitaliane.it 132

P

oche attrici riescono a lasciare un segno sempre positivo nel cuore del pubblico. Whoopi Goldberg è una di queste. Chi non la ricorda nel toccante Il colore viola o in Ghost (con l’indimenticato Patrick Swayze), che le valse l’Oscar come migliore attrice non protagonista? Non tutti sanno, però, che la Goldberg è uno dei 10 personaggi dello star system che ha vinto tutti i riconoscimenti americani esistenti: dall’Academy Award al Tony passando per il Grammy, l’Emmy e il Golden Globe. La prossima tappa è dietro le quinte, produttrice, insieme a Stage Entertainment, di un caleidoscopico Sister Act in versione musicale. Il debutto al Teatro Nazionale di Milano il 27 ottobre. A tenere il tempo, questa volta in platea, ci sarà una nuova, ma sempre meravigliosa Deloris Van Cartier.

OTT2011

Sister Act è ambientato negli anni ’70. Tu come li hai vissuti? Divertendomi, c’era la discomusic che metteva allegria. Il momento più bello della tua carriera? Lo saprò solo sul letto di morte... A questo proposito, è vera la storia che prima della popolarità facevi la truccatrice di cadaveri? Verissima. Un’esperienza sconcertante che mi rendeva molto triste. Progetti futuri? Continuare a vivere sorridendo, in mezzo a gente interessante e con la mia meravigliosa famiglia.


BON I FA C IO

ERESA S. TERESA A G ALLURA L A M ADDA L EN A PA L AU

PO RT O CERVO

ARZA C HEN A G O L F O ARA NCI

T EM PI O O L BI A


VIAGGIARE SPECIALE MUSICA

chIara NoschEsE Pioniera del musical made in Italy, Chiara Noschese è la protagonista di Mamma mia! (in alternanza con Francesca Taverni). Dal 13 ottobre al Teatro Brancaccio di Roma, i successi degli Abba danno energia alla storia scritta da Catherine Johnson e diretta da Phyllida Lloyd. Mamma Mia! a Roma. Previsioni? Spero che il pubblico di casa mia possa amare il musical come ha fatto quello milanese. Sono molto emozionata. Perché italianizzare i testi? Mamma Mia! è tradotto in tutto il mondo. Le canzoni in italiano permettono di seguire la storia e la nostra lingua si sposa perfettamente con le musiche degli Abba. Una vera magia… La produzione, però è internazionale… Si affrontano i progetti in maniera più rigida, perché il teatro è anche rigore. Lavorare per la Stage, che allestisce questo musical in tutto il mondo, mi ha aperto la mente e fatto imparare cose nuove. Non solo Mamma mia! Hai

lorETTa gracE

A vestire i panni di Deloris Van Cartier al Teatro Nazionale di Milano è Loretta Grace, una delle più interessanti voci black del panorama italiano. Cosa si prova a essere la protagonista di Sister Act? È un onore interpretare il ruolo di Whoopi Goldberg, che adoro. Spero solo di essere all’altezza. Ti aspettavi di superare il casting? Credo nelle mie possibilità. Le selezioni sono state durissime, ma 134

OTT2011

scelto anche il cast di Sister Act. Difficile? Avevo paura di non essere in grado, ma mi sono accorta che dopo 20 anni di lavoro possiedo le competenze per farlo. Sono stata fiera di me e grata a chi mi ha dato questa possibilità. Italia come Broadway? Certo! Il pubblico italiano apprezza questo genere di spettacoli e ci sono molti ragazzi che si preparano alla tripla “minaccia”: ballo, canto e recitazione.

a roMa coN Frecciarossa da Milano 2 h e 59 da Torino 4 h e 30 da Napoli 1 h e 10

Frecciargento da Venezia 3 h e 46 da Lamezia Terme 3 h e 59 da Bari 4 h e 03

offErTE

Puoi arrivare risparmiando con MINI Sabato Italiano e CartaFreccia Day Offerta Familia A/R in giornata Informazioni e dettagli su offerte e promozioni alle pp. 150-151 e su fsitaliane.it volere è potere. E io questo ruolo lo volevo davvero. Prima di Sister Act? Sono una cantante: ho aperto i concerti di tanti professionisti, come Joe Cocker, e ho un disco in stand-by. Cosa rappresenta questo musical per te? Un trampolino di lancio. Lavorare per una compagnia internazionale come la Stage è un privilegio. Un sogno che si realizza e mi auguro continui a lungo.


Sarà il prossimo

Foto: Jenny Matthews/ActionAid - Grafica: Marco Binelli

Einstein?

Aiutalo a diventare grande, con l’adozione a distanza. Milioni di bambini nel Sud del mondo crescono malnutriti e senza diritti. Ma chissà cosa potrebbero fare se potessero avere cibo, acqua potabile, cure mediche e un’istruzione. Adotta un bambino a distanza, aiuterai lui e la sua comunità a costruirsi un futuro migliore. Oggi cambiare il mondo dipende da te. Un giorno, dipenderà da lui! Per ricevere le informazioni sul bambino e la comunità che potrai sostenere, spedisci in busta chiusa il coupon qui riportato a: ActionAid - Via Broggi 19/A - 20129 Milano, invialo via fax al numero 02/29537373 oppure chiamaci allo 02/742001. Nome

Cognome

Via Cap Tel

n° Città

Prov Cell

E-mail

Ai sensi del d.lgs. 196/2003, La informiamo che: a) titolare del trattamento è ActionAid International Italia Onlus (di seguito, AA) - Milano, via Broggi 19/A; b) responsabile del trattamento è il dott. Marco De Ponte, domiciliato presso AA; c) i Suoi dati saranno trattati (anche elettronicamente) soltanto dai responsabili e dagli incaricati autorizzati, esclusivamente per l’invio del materiale da Lei richiesto e per il perseguimento delle attività di solidarietà e beneficenza svolte da AA; d) i Suoi dati saranno comunicati a terzi esclusivamente per consentire l’invio del materiale informativo; e) il conferimento dei dati è facoltativo, ma in mancanza non potremo evadere la Sua richiesta; f) ricorrendone gli estremi, può rivolgersi all’indicato responsabile per conoscere i Suoi dati, verificare le modalità del trattamento, ottenere che i dati siano integrati, modificati, cancellati, ovvero per opporsi al trattamento degli stessi e all’invio di materiale. Preso atto di quanto precede, acconsento al trattamento dei miei dati. FRE001

Data e luogo

Firma

Per informazioni chiama lo 02/742001, vai sul sito www.actionaid.it o scrivi a richieste@actionaid.org


VIAGGIARE SPECIALE SPORT

A FIL DI SPADA di Nello Fantozzi

From 8th to 16th October, at the Palaghiaccio in Catania more than one thousand athletes, from up to 130 countries, will perform individual and team competitions to the 73rd World Fencing Championships. Duels at the last gasp with the Italian champions Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Aldo Montano and Matteo Tagliariol.

corrErE PEr la PacE

Un messaggio di pace in Terra Santa nel linguaggio universale dello sport. A Betlemme dal 21 al 25 ottobre il progetto JPII Games – Pilgrims of Peace, promosso dal Centro Sportivo Italiano e Opera Romana Pellegrinaggi, affianca attività e competizioni coinvolgendo federazioni e squadre locali. Due i momenti clou lunedì 24: il triangolare di calcio a 5 tra israeliani, palestinesi e italiani e la storica maratona di 12 chilometri verso Gerusalemme. [www.jpiigames.com]

P

iù di mille atleti impegnati nelle prove individuali, oltre 600 in quelle a squadre, in rappresentanza di 130 Paesi. Grandi numeri per la 73esima edizione dei Mondiali di Scherma, in programma al Palaghiaccio di Catania dall’8 al 16 ottobre. Alte le aspettative degli Azzurri, chiamati a difendere il primo posto conquistato a Parigi 2010. Nel fioretto le “rivali” Valentina Vezzali ed Elisa Di Francisca si danno battaglia fino all’ultimo respiro su una pedana tutta d’oro. Campionessa olimpica la prima,

mondiale ed europea in carica la seconda. Tra gli uomini cresce l’attesa per gli assalti di Aldo Montano nella sciabola, oro ad Atene 2004, e del “Re di Spade” Matteo Tagliariol, sul gradino più alto del podio a Pechino 2008. Non è un caso se gli incontri vengono spesso definiti «una partita a scacchi con i muscoli». Velocità, coordinazione, riflessi, tattica, forza, concentrazione e autocontrollo sono infatti le qualità essenziali di ogni campione. Ecco cosa hanno detto alla Freccia i fuoriclasse azzurri alla vigilia della “singolar tenzone”. OTT2011

137


VIAGGIARE SPECIALE SPORT

le risposte di ValENTINa VEzzalI [1] A 6 anni, guardando tirare mia sorella, ripetevo i suoi gesti. [2] Uno sport portatore di valori. [3] Il fioretto coniuga la bellezza del gesto tecnico alla precisione del colpo. [4] I miei punti di forza sono la concentrazione, la lucidità e il carattere. [5] La chiusura. [6] Prego e poi canto a voce alta. È il mio modo di concentrarmi.

le risposte di ElIsa DI fraNcIsca [1] Attirata dai successi della Società di Jesi. [2] Divertimento e grande passione. [3] Il fioretto è la base della scherma. [4] Un mix: fantasioso, creativo ed estroso. [5] Finta e cavazione (quando ci si libera dall’arma dell’avversario - ndr). [6] Che Dio ce la mandi buona!

lE DoMaNDE [1] Come è nato l’amore per la scherma? [2] La scherma è disciplina. Ma anche… [3] Cos’ha la tua arma in più rispetto alle altre? [4] Ognuno ha il suo stile. Qual è il tuo modo di tirare? [5] Il tuo colpo migliore? [6] L’ultimo pensiero prima di salire in pedana?

le risposte di MaTTEo TaglIarIol

le risposte di alDo MoNTaNo

[1] Sin da piccolo ero un appassionato di D’Artagnan e dei moschettieri.

[1] Grazie alla mia famiglia, sono stati tutti schermidori.

[2] Un’espressione di quello che hai dentro.

[3] Nella sciabola puoi perdere o vincere in un secondo, tutto dipende da te.

[3] Non ci sono convenzioni, tutto il corpo è bersaglio valido nelle gare di spada. [4] L’attacco, cerco di imporre il mio ritmo. [5] L’affondo dritto. [6] Tendo a liberare la mente.

138

OTT2011

[2] Una scuola di vita.

[4] La difesa e poi, al momento giusto, l’attacco fulmineo. [5] La parata. [6] La paura di non vincere, ma indossata la maschera tutto svanisce e si trasforma in carica esplosiva.


CHIANCIANO TERME E LA VAL DI CHIANA SENESE: dopo il congresso o il meeting, un po’ di relax nelle terme del territorio CHIANCIANO TERME E VAL DI CHIANA I centri termali di Chianciano Terme e Val di Chiana senese sono tutti vicini a luoghi che meritano una visita attenta. Famosi in tutto il mondo per quel contenuto incredibile di cose da scoprire che li fanno sembrare un gioco di bellissime scatole cinesi. La Provincia di Siena si può definire una delle “più termali d’Italia” e vanta la presenza di ben 4 siti dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Due di questi, Pienza e la Val d’Orcia, sono tutti prossimi a Chianciano Terme e alla Val di Chiana, costituendo una ricchezza paesaggistica, storica e culturale davvero unica. È il caso del Centro Termale Fonteverde, che ha anche un ottimo resort (5 stelle) di grande fascino e bellezza con uno spazio meeting (la Casina delle Rose) perfettamente attrezzato, e il valore aggiunto di poter uscire dai lavori e godere di queste terme, che sono state definite da una nota rivista americana “le più belle del mondo”. Tutto attorno un panorama dal fascino indescrivibile; la val d’Orcia è a due passi e così anche il Monte Cetona, autentico polmone verde, in un mare incontaminato di campagna toscana, con una flora e una

fauna ricchissime. È il caso anche delle Terme di Chianciano, che hanno un’offerta termale tra le più complete d’Italia, si sviluppano in un insieme di parchi, attigui e collegati, con un’offerta congressuale variegata e articolata, in modo da poter ospitare meeting, seminari, convegni e congressi con numeri variabili, fino a sfiorare i mille partecipanti. Anche qui la possibilità di frazionare i lavori, o coronarli in modo splendido, approfittando di cure termali classiche, come quelle idropiniche (Parco Fucoli e Parco Acquasanta con diverse acque termali) e inalazioni; oppure di passare un po’ di tempo nelle bellissime Terme Sensoriali, disegnate dal celebre architetto Paolo Bodega, e dal design modernissimo. Sono state realizzate all’interno del Parco Acquasanta, al momento l’unico centro in Italia basato sui criteri della naturopatia, che coniuga i chakra con soluzioni architettoniche innovative. Venti diverse esperienze articolate in 4 specifici percorsi sensoriali della durata di circa 3 ore e mezza (depurativo, rilassante, energizzante e riequilibrante) per armonizzare il campo

energetico umano attraverso un’efficace azione sui cinque elementi (acqua, terra, aria, fuoco ed etere), che corrispondono, infatti, alle diverse aree in cui questo spazio è suddiviso. Al termine di questi percorsi, niente di meglio di un massaggio: il giusto relax, dopo una giornata di lavoro e di incontri impegnativi, per ritrovare equilibrio psicofisico. Anche le Terme di Montepulciano hanno un loro spazio meeting e durante il tempo libero c’è la possibilità di godersi queste acque dalle proprietà terapeutiche scientificamente provate. Dappertutto sarà anche possibile “assaggiare” questo territorio, degustarlo insieme ai sapori dei vini, della carne, degli oli e della migliore civiltà italiana. www.congressi.vivichiancianoterme.it www.iphone.vivichiancianoterme.it Centro Servizi Turistici Piazza Italia, 67 53042 Chianciano Terme (SI) tel. 0578 671122/3 per prenotazione servizi turistici prenota@terresiena.it OTT2011

139


Cartafreccia Day: viaggiare di sabato costa la metà.

Con Cartafreccia il sabato paghi solo il 50%. Trenitalia, il modo migliore di viaggiare nel rispetto dell’ambiente. Offerta valida fino al 10 dicembre e riservata ai soci Cartafreccia che acquistano un biglietto per viaggiare di sabato. Numero dei posti limitato e variabile a seconda dei treni e della classe. Non consentite le operazioni di cambio biglietto/prenotazione, accesso ad altro treno e rimborso. A bordo treno il cliente dovrà esibire la Cartafreccia ed un documento di identità. Iscriversi a CartaFreccia è gratuito. Richiedi la tua carta e scopri l’offerta su www.trenitalia.com e presso tutti i canali di vendita.


The positive trend for Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane FOCUS ON is confirmed also for the next 6 months of 2011, with a growth foreseen up to the year close. On 30th June, EBITDA (MOL) margin was equal to 841 millions Confermato il trend positivo del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane anEuros, with a 7,7% increase. EBIT margin reached che nei primi 6 mesi del 2011, con previsioni di crescita fino alla chiusu278 millions and the six-month net result was ra dell’anno. A settembre il CdA ha approvato la relazione finanziaria di equal to 90 millions, with a 164,7% increase. Gruppo al 30 giugno, che registra un EBITDA (MOL) di 841 milioni di euro,

Semestrale: continua la crescita

in crescita del 7,7%. Un risultato ottenuto soprattutto grazie all’aumento Green light to FS Italiane for the di traffico Alta Velocità e merci. L’EBIT raggiunge i 278 milioni, con un environmental sustainability aimed at saving +21,4%. Infine, il risultato netto semestrale, +90 milioni, segna un incre30 thousand tonnes CO2 emissions per mento del 164,7%. Ottima anche la performance delle 2 maggiori società year. Trains produce 76% less greenhouse gas emissions than planes, and 66% del Gruppo. Per la prima volta Trenitalia chiude in positivo, con un utile less than cars. netto di 32 milioni di euro. RFI raggiunge invece un risultato netto di +64 milioni.

The successful summer offers go on. On Saturdays you can travel Semaforo verde a FS Italiane anche per il rispetto dell’ambiente. Come with 2for1 train tickets, and with conferma l’ultimo Rapporto di Sostenibilità, con 1000 chilometri di Alta CartaFreccia Day you can save Velocità da Torino a Salerno e oltre 1 milione e 700mila passeggeri al 50%. The MINI promotion mese, il risparmio è di 30mila tonnellate di CO2 all’anno. Chi sceglie il treno continues as well, to save up produce in media il 76% di gas serra in meno rispetto a chi usa l’aereo, e il to 60%. You can also travel 66% di chi prende l’auto. Rome-Milan in the same day with a second class Prorogate le promozioni, che hanno riscosso tanto successo per tutta l’ereturn ticket at only 109 Euros, and take state. Il sabato si viaggia in 2 e paga 1 e con CartaFreccia Day sconto del advantage of Offerta 50%. Proseguono anche le offerte MINI, per risparmiare fino al 60%, l’AnFamilia discounts. data e Ritorno in giornata a 109 euro in seconda classe e l’Offerta Familia. OTT2011

141


PRIMA CLASSE FIRST CLASS

142

OTT2011

SECONDA CLASSE SECOND CLASS

CARATTERISTICHE TECNICHE

Velocità max: 360 km/h Posti: 195 (prima classe) 408 (seconda classe) Trasporto disabili: previsto


SER VIZI A BORDO ON BOARD SER VICES

SEDUTE SEATINGS

IN PRIMA CLASSE ON FIRST CLASS

Welcome drink Welcome drinks Snack dolce e salato Snacks Quotidiano gratuito Free newspapers

SALOTTINO Luce individuale

PER TUTTI FOR ALL PASSENGERS

Comando luce individuale Presa di corrente

ma x

112

Regolazione inclinazione

Vettura bar/ristorante, connessione WiFi, monitor informativi in ogni vettura, spazio per bagagli di grandi dimensioni.

Tavolo pieghevole

Wagon cafe/restaurant, WiFi, informative monitor, space for large luggage.

12

78 214

PRIMA CLASSE FIRST CLASS Luce individuale

POSIZIONE DEL SEDILE Tavolo reclinabile

Presa di

Tavolo pieghevole

ma corrente x1 15째

39

Regolazione inclinazione

12

78 106

SECONDA CLASSE SECOND CLASS Luce individuale

Tavolo reclinabile

Presa di

Tavolo pieghevole

LUCE DI CORTESIA

Per una migliore lettura premere il pulsante posto sotto il numero del proprio posto per accendere o spengere la luce di cortesia.

ma corrente x1 12째

39

PRESA ELETTRICA

12

Regolazione inclinazione

75 106

In prima classe Premere il tasto sul bracciolo per far scorrere automaticamente il sedile. Mantenere premuto il pulsante fino al raggiungimento della posizione desiderata. In seconda classe Tirare la leva posta sotto il sedile e contemporaneamente spingere il sedile in avanti o indietro per passare dalla posizione normale a quella relax.

Le prese elettriche sono posizionate sotto il tavolino. Possono essere utilizzate per dispositivi funzionanti a 220v.

OTT2011

143


PRIMA CLASSE FIRST CLASS

144

OTT2011

SECONDA CLASSE SECOND CLASS

CARATTERISTICHE TECNICHE

Velocità max: 280 km/h Posti: 100 (prima classe) 332 (seconda classe) Trasporto disabili: previsto


SEDUTE SEATINGS

SER VIZI A BORDO ON BOARD SER VICES IN PRIMA CLASSE ON FIRST CLASS

Welcome drink Welcome drinks Snack dolce e salato Snacks Quotidiano gratuito sui treni della mattina

SALOTTINO Luce individuale

Free newspapers in the morning PER TUTTI FOR ALL PASSENGERS

Tavolo pieghevole

117

Vettura bar, monitor LCD touch screen nel vestibolo, monitor LCD e monitor a LED in ogni vettura, spazio per bagagli di grandi dimensioni.

°

Wagon cafe, LCD touch screen monitor in every carriage, space for large luggage.

55

Regolazione inclinazione

10,6

Presa di corrente

83 200

PRIMA CLASSE FIRST CLASS

Luce individuale

POSIZIONE DEL SEDILE Tavolo pieghevole

Tavolo reclinabile

90

°

117

°

10,6 30

Presa di corrente

Regolazione inclinazione

83

Spingere la leva accanto al sedile e contemporaneamente spingere il sedile nella posizione desiderata. Riportare la leva nella posizione di partenza per bloccare lo schienale.

95

LUCE DI CORTESIA

SECONDA CLASSE SECOND CLASS

Luce individuale

Per una migliore lettura è possibile attivare la luce situata fra i due sedili adiacenti premendo il pulsante di accensione.

Tavolo pieghevole

Tavolo reclinabile

90

°

117

°

10,6 30

Presa di corrente

Regolazione inclinazione

83

PRESA ELETTRICA

Seduto al proprio posto è possibile utilizzare la presa elettrica per caricare il proprio cellulare o PC.

90

OTT2011

145


RISTORAZIONE Il ristorante Gourmet delle Frecce FS è organizzato per soddisfare le esigenze di viaggio e di appetito di ogni cliente, con una gamma sempre ricca e variegata di prodotti. Ai passeggeri della prima classe viene offerta, come cordiale segno di benvenuto, una bevanda calda o una bibita fresca, accompagnata da uno snack dolce o salato delle migliori marche italiane e, sui treni AV no stop, da un gustoso spuntino artigianale fresco. Welcome drink d’autunno con la casa vinicola umbra Arnaldo Caprai: in degustazione l’Anima Umbra IGT 2009, dal colore rosso brillante, con note caratteristiche di frutta che si sposano perfettamente con i piatti tipici della tradizione gastronomica del Belpaese. Dal 24 al 29 ottobre, Arnaldo Caprai accoglie i clienti Frecciarossa con degustazioni guidate di vini bianchi e rossi selezionati tra le migliori etichette, come l’ottimo Sagrantino di Montefalco. Nei Freccia Club di Roma e Milano tutte le informazioni dettagliate sui treni coinvolti dall’iniziativa. Per un break gustoso e di qualità, presso il bar sono disponibili appetitose bontà di panineria e piccola pasticceria, abbinate a formule convenienti come i menu Buongiorno, Sfizio Dolce o Salato. Immancabile il Caffè Espresso Illy, eccellenza made in Italy da gustare durante il viaggio. Fall winter drink with Arnaldo Caprai wine house: Anima Umbra IGT 2009 is a brilliant red wine with fruit flavour characteristics that perfectly combine with the typical dishes of the Italian cooking tradition. From 24th to 29th October, Arnaldo Caprai will welcome Frecciarossa passengers to taste white and red wines selected among the best brands, such as the very good Sagrantino di Montefalco. At Frecciarossa Clubs in Rome and Milan it is possible to have all the details about the trains involved in the event. To have a quality and tasty break, at the bar there is a wide range of bakery delicacies and pastries you can have with Buongiorno, Sfizio Dolce or Salato menues. As usual, you can have Caffè Espresso Illy, the made in Italy excellence to be tasted during the journey.

146

OTT2011


Viaggia Eco. Scegli Trenitalia. Chi sceglie Trenitalia rispetta l’ambiente e guadagna punti verdi.

Per ogni viaggio dei clienti Cartafreccia, le emissioni di CO2 risparmiate rispetto alle altre modalitĂ di trasporto sono convertite in punti verdi che si aggiungono ai normali punti fedeltĂ , utili per ottenere biglietti gratuiti o premi dal catalogo. Per informazioni visita il sito www.trenitalia.com


SICUREZZA

SUGGERIMENTI PER UN VIAGGIO SICURO a cura della Protezione Aziendale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane

Le stazioni sono più di un luogo di passaggio, così come i treni sono più di un semplice mezzo di trasporto. La sicurezza non è un prodotto, ma un valore sociale: è impegno quotidiano di tutti gli operatori della Polfer e del Gruppo FS Italiane, oltre che comportamento attento da parte dei passeggeri.

Il consiglio dell’esperto GESTIRE L’INCERTO Fare in modo che non avvengano imprevisti indesiderati. E in caso contrario organizzare una pronta reazione in grado di contenere l’impatto dell’evento e favorire il ripristino della normalità nel più breve tempo possibile. Così può essere definita l’essenza del moderno ruolo della Security aziendale. Le grandi imprese si avvalgono infatti del Security Manager, una figura che sa coniugare competenze organizzative, giuridiche e tecnologiche per gestire al meglio le risorse umane, le infrastrutture e i sistemi di sicurezza. Anche in situazioni di crisi e in mancanza di informazioni o certezze, il Security Manager si assume l’onere di prendere decisioni, grazie a una consolidata percezione dell’evoluzione dei fenomeni e alla capacità di identificare strategie e azioni appropriate. Per essere all’altezza del compito, oltre alla passione per un lavoro che non ha orari, occorre una formazione specialistica, oggi non facilmente reperibile sul mercato. Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane supporta iniziative didattiche mirate, come il Master in Homeland Security – Sistemi, metodi e strumentazione per la security e il crisis management dell’Università Campus Bio-Medico di Roma. [www.masterhomelandsecurity.eu] 148

OTT2011

COSA PUOI FARE TU

COSA FACCIAMO NOI

IN STAZIONE Non perdere mai di vista il bagaglio (se incustodito viene sottoposto a controlli di polizia) Chiudi le borse tenendo separati denaro e documenti Non accettare biglietti dagli sconosciuti: acquistali solo utilizzando i canali di vendita ufficiali Fai attenzione nei luoghi in cui operano i borseggiatori (atrii, biglietterie e aree self-service) Non acquistare servizi e merci da persone prive di regolare licenza IN TRENO Posiziona i bagagli sulla cappelliera sopra il tuo posto Non lasciare incustoditi gli oggetti di valore e tieni con te il biglietto Non acquistare merci da venditori abusivi e non accettare cibi o bevande da persone occasionalmente conosciute in viaggio Per qualsiasi problema rivolgiti al personale in servizio

SECURITY Abbiamo installato nelle principali stazioni sistemi di videosorveglianza e colonnine SOS Presenziamo stazioni e treni con personale specializzato Abbiamo istituito un canale telefonico diretto tra treno e Polfer per rapidi interventi delle Forze dell’Ordine su tutto il territorio a contrasto degli illeciti Monitoriamo le transazioni on line per impedire acquisti con Carte di Credito frodate Lavoriamo H 24 insieme alla Polizia Postale per prevenire gli attacchi informatici Abbiamo intensificato il controllo dei biglietti (No ticket, no parti) Collaboriamo con Protezione Civile e Ministero dell’Interno nelle situazioni di emergenza

ATTENZIONE AI TRUCCHI PIÙ USATI PER DERUBARE Urtare la vittima Utilizzare cartoni, giornali o indumenti per coprire il movimento delle mani durante il borseggio Provocare assembramento durante la salita e la discesa dai treni Sporcare di proposito la vittima per poi offrirle aiuto Chiedere informazioni per distrarre la vittima Raccontare storie commoventi per elemosinare denaro

Security is a constant commitment of all the staff of Gruppo FS and Polfer, the railway police. The main stations, supervised by specialised staff, are fitted with surveillance systems and SOS columns. A train-Polfer phone network makes it possible to rapidly combat illegal behaviour nationwide. On-line ticket purchases are monitored in collaboration with the Postal Police in order to prevent IT fraud. Group Ferrovie dello Stato Italiane recommends contacting the service staff and paying special attention when purchasing tickets, looking after luggage and the possible presence of bag snatchers and unlicensed sellers.


I SEGRETI DEL CINEMA

RADIO

La giornalista Francesca Romana Massaro presenta a FSNews Radio Il cinema come nessuno ve l’ha mai raccontato – Storie di grandi film, di grandi personaggi, di grandi censure (Emmebi Edizioni). Un’occasione per scoprire dalla viva voce dell’autrice aneddoti e ricordi attraverso un interessante viaggio dietro le quinte della settima arte. Anni di ricerche racchiusi in 30 capitoli, per raccontare manie, curiosità e segreti di divi e pellicole come Il Decameron, Arancia Meccanica, Ultimo tango a Parigi e C’era una volta in America.

PODCAST DEL MESE

Una settimana da ex? Si può vivere su FSNews Radio con le interviste al cast del film di Carlo Vanzina Ex – Amici come prima: Paolo Ruffini, Enrico Brignano, Alessandro Gassman, Gabriella Pession, Tosca D’Aquino, Anna Foglietta, Natasha Stefanenko e Teresa Mannino. Spazio anche a Massimiliano Bruno e Frankie Hi NRG, protagonisti dello spettacolo teatrale Potere alle parole, e a Jane Alexander, conduttrice del programa Mistero su Italia1.

10 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

I brani più trasmessi da FSNews Radio

Negrita – Brucerò per te Laura Pausini – Benvenuto Emma – Sarò libera Marco Mengoni – Solo Negramaro – Io no lascio traccia Zucchero – Chocabeck Jovanotti – La notte dei desideri Modà – Salvami Noemi – Poi inventi il mondo Michele Zarrillo – La prima cosa che farò

A cura di R. Piccini, A. Iamundo e A. Mantua

Ogni giorno, 24 ore su 24, notizie in tempo reale sulla circolazione ferroviaria, aggiornamenti dall’Italia e dal mondo con i GR Ansa Live e i grandi successi della musica italiana. Per collegarsi basta un clic su www.fsnews.it, il quotidiano on line del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane. La prima web radio ferroviaria, diffusa nel circuito Freccia Club, raggiungerà entro fine anno più di 500 stazioni italiane. È ascoltabile anche al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, al Treno Museo di Villarosa e sul sito del DLF. FSNews Radio offre consigli per il weekend e interviste ai tanti amici del treno, dai protagonisti dello spettacolo e della cultura ai campioni dello sport. Every day, round the clock, real time news on rail transport, updates from Italy and the world, the greatest hits of Italian music and interviews with entertainment and cultural personalities. The first railway web radio, broadcast in the Freccia Club circuit, will reach more than 500 Italian stations by the end of the year: to connect, click on www.fsnews.it

WEB TV A 300 ALL’ORA

Autunno ricco su La Freccia.TV: prosegue la videoinformazione on line con news, interviste e curiosità dal mondo FS e non solo. Da giovedì 27 ottobre a venerdì 4 novembre, la web tv ad Alta Velocità segue la VI edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Ai microfoni tutte le movie star del red carpet capitolino, in collaborazione con la Fondazione Ente dello Spettacolo. [www.entespettacolo.it] Sul sito dedicato al canale di FS Italiane tutti i filmati di settembre: dall’eFestival di Milano alla 68. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, dal Festival della Letteratura di Mantova al convegno di Assisi Rispettare l’ambiente, tra infrastrutture, innovazione, sviluppo e cura dell’uomo. Info su www.fsitaliane.it > La freccia.tv

OTT2011

149


OFFERTA

Con le offerte MINI sconti fino al 60% sul biglietto Base in prima e in seconda. Per esempio da Napoli a Bologna si viaggia a partire da 29 euro. Il numero dei posti è limitato.

Il Gruppo Fs promuove Sabato Italiano. Fino al 10 dicembre si viaggia in 2, ma paga uno solo, in prima e seconda classe, su tutti i treni del trasporto nazionale.

Con CartaFreccia Day fino al 10 dicembre sconto del 50% per i possessori della card che viaggiano di sabato su tutto il network FS.

Con Offerta Familia sconti dal 20% fino al 50% per viaggiare in gruppi da 2 a 5 persone con almeno un bambino sotto i 12 anni. Il numero dei posti è limitato.

School Group Italy è l’offerta riservata ai gruppi di almeno 10 studenti di scuole di ogni grado e universitari. Si viaggia a partire da 30 euro in Eurostar e da 40 sui treni AV.

carnet ok.pdf

19-04-2010

L’Andata e Ritorno in giornata, in Frecciarossa o Frecciargento da e per qualsiasi destinazione, costa 109 euro in seconda classe e 149 in prima. Il cambio della prenotazione e del biglietto, il rimborso e l’accesso ad altro treno non sono consentiti.

16:25:03

CARNET

VIAGGI

Con il Carnet 10 viaggi 20% di risparmio sul prezzo del biglietto Base per viaggiare in Frecciarossa, Frecciargento ed Eurostar City.

C

M

Y

CM

MY

CY

CMY

K

Paghi 8 biglietti, fai 10 viaggi e risparmi il 20% sui treni Frecciarossa e Frecciargento

The MINI low cost promotion continues with one million seats every month. You can travel from Rome to Milan at only 49 Euros and from Naples to Bologna at just 29 Euros. With Offerta Familia, 20% to 50% discount for groups of 2 to 5 people with at least one under 12 kid. With Sabato italiano and CartaFreccia Day offers, you can travel with a 2for1 train ticket on the whole FS network, and CartaFreccia holders save 50%. Information and details at: [www.fsitaliane.it] 150

OTT2011

Il biglietto Base è la soluzione senza limiti di disponibilità che consente di viaggiare con la comodità di sempre.

Il biglietto Flessibile garantisce la massima flessibilità di utilizzo con il 25% in più rispetto al biglietto Base.


Frecce Alta Velocità Monaco (Brennero) Zurigo (Chiasso) Ginevra-Basilea (Domodossola) Parigi (Domodossola)

Vienna (Tarvisio)

4 Barcellona (Modane)

Brescia

20

4

2 Lubiana/Budapest (Villa Opicina) Verona

Piacenza 10

44

46 NO STOP

28 NO STOP 2

38

32

44

38

ROMA Foggia

4

8

40 Napoli

Bari

8

Salerno

6

2 Lamezia T.

© Fototeca ENIT

2

Principali collegamenti Frecciarossa Principali collegamenti Frecciargento Rotte Internazionali

NOTA: Mappa aggiornata a maggio 2011

Durata del viaggio 2h 59‘ Milano - Roma 1h 45‘ Milano - Firenze 37‘ Bologna - Firenze 1h 10‘ Roma - Napoli 1h 03‘ Torino - Milano 4h 30 30‘ Torino - Roma Frequenza giornaliera 82 collegamenti

Durata del viaggio 3h 00‘ Roma - Verona 3h 32‘ Roma - Venezia 4h 48 48‘ Roma - Bolzano 3h 59 59‘ Roma - Lamezia T. 11‘ Napoli - Venezia 5h 11 Frequenza giornaliera 50 collegamenti

OTT2011

151


AGENDA MOSTRE IN TRENO E PAGO MENO

Numerosi e interessanti gli appuntamenti culturali nelle principali città d’Italia raggiungibili in AV. Per i viaggiatori che arrivano in treno sconti sul biglietto d’ingresso alle mostre. roMa Macro Summer 2011 al Museo d’Arte Contemporanea fino al 30 ottobre. Biglietto di ingresso ridotto da 10 a 8 euro per i residenti nel Comune di Roma, da 11 a 9 per i non residenti, i possessori di ticket Frecciarossa e Frecciargento con destinazione Roma. Ingresso gratis per i titolari di CartaFreccia Oro e Platino. fIrENzE Denaro e Bellezza. I banchieri, Botticelli e il rogo delle vanità, Palazzo Strozzi fino al 22 gennaio 2012. Sconto sul biglietto di ingresso alla mostra, da 10 a 8 euro, e del 10% sul prezzo del catalogo ufficiale in vendita presso il bookshop per tutti i possessori di biglietto per Firenze, soci CartaFreccia, viaggiatori in possesso di biglietto Eurail Italy Pass e Interrail o di altro pass di FS Italiane destinato alla clientela europea ed extraeuropea. Mostre progetto Firenze 2011. Un anno ad arte: Lorenzo Bartolini. Scultore del Bello Naturale, Galleria dell’Accademia fino al 6 novembre; Vasari, gli Uffizi e il Duca, Galleria degli Uffizi fino al 30 ottobre. La bella Italia. Arte e identità delle città capitali, Palazzo Pitti dall’11 ottobre al 4 marzo 2012. Per i titolari CartaFreccia e i possessori di biglietto AV per Firenze ingresso prioritario alle Gallerie degli Uffizi e dell’Accademia e ai Musei di Palazzo Pitti, biglietto ridotto del 50% per i Musei San Marco, delle Cappelle Medicee e Nazionale del Bargello, e ancora sconti sul servizio di audio guida e sugli acquisti presso i bookshop museali. VENEzIa Julian Schnabel fino al 27 novembre al Museo Correr. Ingresso ridotto (euro 8 anziché 10) alla mostra per i possessori di biglietto Frecciargento e Frecciabianca con destinazione Venezia e i titolari CartaFreccia. Musei Civici Veneziani fino al 30 giugno 2012. Sconto di 2 euro sul biglietto d’ingresso ai Musei dell’Area Marciana (Palazzo Ducale, Museo Correr, Museo Archeologico e Biblioteca Marciana) e cassa veloce per i viaggiatori Frecciargento e Frecciabianca diretti a Venezia, i clienti CartaFreccia e i possessori di biglietto internazionale con destinazione italiana, Pass Interrail ed Eurail. Per i fidelizzati CartaFreccia sconto del 10% sui i prodotti Skira nei bookshop e caffetterie Culto del sistema museale (con un minimo di 5 euro di spesa). 54° Esposizione Internazionale d’Arte dal titolo ILLUMInazioni, ai Giardini e all’Arsenale fino al 27 novembre. Ingresso scontato (16 euro anziché 20) per i possessori di biglietto Frecciabianca o Frecciargento con destinazione Venezia e i soci CartaFreccia. La data presente sul titolo di viaggio può essere antecedente di massimo tre giorni a quella di visita.

152

OTT2011

CON LE FRECCE SCONTI NEI MUSEI ROMANI

Agevolazioni, sconti e ingressi gratis a musei e siti archeologici della Capitale. Tanti i vantaggi per chi raggiunge Roma con l’Alta Velocità per visitare i suoi tesori. Fino al 31 dicembre ai clienti Frecciarossa, Frecciargento e ai titolari di CartaFreccia Oro e Platino è riservata una riduzione sull’ingresso a 17 importanti poli museali, dai Capitolini al Planetario. Sconto del 10% per chi acquista nei bookshop e 2 euro in meno per la carta Roma Pass. Infine visite gratuite la prima domenica del mese: il 6 novembre al Museo di Palazzo Braschi e il 4 dicembre ai Mercati di Traiano. [www.trenitalia.com] [www.museiincomuneroma.it] [www.romapass.it]

FS ITALIANE. SICUREZZA INTERNAZIONALE

Proteggere l’infrastruttura e i treni in un mercato liberalizzato è il tema dell’UIC World Security Congress, promosso a settembre da FS Italiane in collaborazione con l’Union Internationale des Chemins de Fer. Esperti e imprese internazionali a confronto su: prevenzione, rischi globali, liberalizzazione e tecnologie. Attenzione puntata anche sulle misure per sventare attacchi terroristici, sul fenomeno mondiale dei furti di rame e sulla microcriminalità a bordo treno e in stazione. L’AD FS Mauro Moretti ha sottolineato come le metodologie avanzate abbiano portato in pochi anni a una diminuzione dei furti.

FS - ITALIA 150

Il Gruppo FS è protagonista dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario nazionale con mostre, manifestazioni e iniziative realizzate in collaborazione con Esperienza Italia 150°. Torino - Esperienza Italia Ex Officine Grandi Riparazioni. La mostra Fare gli italiani. 150 anni di storia nazionale racconta vicende e persone che hanno costruito il futuro nazionale dall’Unità a oggi. Il Gruppo FS è presente con foto, filmati e materiali d’archivio. La mostra Stazione Futuro. Qui si rifà l’Italia è un viaggio che prende avvio nel presente per guardare all’Italia di domani. In esposizione i plastici delle stazioni AV di Firenze Belfiore e Napoli Afragola, e anche la maquette del treno superveloce ETR 1000. Sconti Per i possessori di Carte Fedeltà, riduzione su abbonamenti e biglietti d’ingresso alle esposizioni. Per le mostre allestite nelle Officine Grandi Riparazioni 7 euro invece di 10 e per la Venaria Reale, che ospita altre interessanti iniziative sull’Unità, 8 invece di 12. L’abbonamento (utilizzabile in 2 giorni anche non consecutivi) costa 20 euro invece di 28. Il pacchetto comprende un ingresso a tutte le mostre delle OGR, una visita della Reggia di Venaria e, all’interno di questa, l’ingresso a una mostra a scelta.


PIÙ MERCI FS IN EUROPA

Le merci viaggiano sempre più su binari europei. In Francia, da Amberieu a Modane, 200 km di linea percorsi da 5 coppie di treni a settimana trasportano un volume pari a circa 30mila camion. Per la prima volta una grande impresa ferroviaria estera, Trenitalia Cargo, opera direttamente in territorio d’Oltralpe con i suoi macchinisti, senza ricorrere agli ex-dipendenti SNCF. Nei Paesi Bassi invece, TX Logistics, società del Gruppo FS, collega con la stessa frequenza la città olandese Venlo, sede di una sua succursale, a Melzo (Milano) con treni composti da 32 container di prodotti deperibili e commerciali.

ITALFERR NEI BALCANI

L’eccellenza italiana del Gruppo FS arriva nei Balcani. La società di ingegneria Italferr ha ottenuto l’incarico di monitorare l’ammodernamento delle infrastrutture in Macedonia e Serbia. Gli interventi prevedono il completo rinnovo dell’armamento su 150 chilometri di linea lungo il Corridoio X. Inoltre, il Consorzio Italferr-IRD Engineering ha concluso in Bosnia-Erzegovina un importante progetto di assistenza tecnica per adeguare i regolamenti ferroviari dei Paesi balcanici alle direttive europee. Le Ferrovie Italiane entrano così nel mercato macedone e rafforzano la presenza in Serbia, dove Italferr ha avviato un nuovo progetto per la creazione di un sistema di gestione e manutenzione dell’infrastruttura e concluso lo studio per l’ammodernamento della linea Belgrado-Bar. [www.italferr.it]

WiFi A 300 ALL’ORA Internet gratis sul Frecciarossa e per i soci FrecciaOro e Platino anche nei Freccia Club di Roma Termini e nelle stazioni Centrali di Milano, Bologna e Napoli. Un vero e proprio mobile office ad Alta Velocità per navigare WiFi e UMTS e telefonare senza interruzioni anche in galleria. 74 nodi esterni ripetono il segnale lungo i 1000 chilometri AV, mentre l’intera flotta è attrezzata con una nuova strumentazione radiomobile e punti di accesso WiFi in ogni carrozza. Per accedere al servizio WiFi è sufficiente collegarsi al Portale di Treno e indicare il proprio numero di cellulare per ricevere via SMS le credenziali. Come collegarsi a bordo Basta 1 centesimo per navigare in rete a bordo dei Frecciarossa, con netbook, notebook, tablet e smartphone equipaggiati con dispositivi WiFi 802.11 b/g: 1] selezionare la rete “WiFi Frecciarossa” dall’elenco dei network disponibili; 2] disabilitare il Proxy, se selezionato; 3] lanciare il browser digitando l’URL desiderato; 4] acquistare con carta di credito le credenziali per l’accesso, valide 24 ore. Info e costi su www.trenitalia.com

PER I CLIENTI Acquisto biglietti e abbonamenti, informazioni su servizi e attività del Gruppo FS dal portale www.fsitaliane.it. Cambio di prenotazione ticketless, orari e notizie sul traffico ferroviario, richieste di rimborso e bonus chiamando il numero 199.89.20.21 (06 3000 per utenze non abilitate verso i numeri 199) al costo di 9,91 cent al minuto senza scatto alla risposta da rete fissa. Informazioni sui servizi AV, assistenza Cartaviaggio e acquisto biglietti anche all’892021 (al costo di 30 cent per scatto alla risposta e 54 cent al minuto da telefono fisso; dal cellulare, la tariffa dipende dal gestore di telefonia mobile) e al numero +39 06 68475475 per chi chiama all’estero. Attivi tutti i giorni 24 ore su 24 i call center Trenitalia.

PIÙ PUNTI CARTAFRECCIA CON ENEL ENERGIA

I consumi energetici si trasformano in punti CartaFreccia. Un accordo tra FS Italiane ed Enel Energia consente di trasferire punti di Enelpremia sulla fidelity card Trenitalia, che offre promozioni, offerte e servizi dedicati. Per ogni 800 punti Energia se ne possono ottenere 80 CartaFreccia. Per i titolari, biglietti omaggio e premi da scegliere in catalogo, già a partire da 1000 punti. [www.trenitalia.com] [www.enelenergia.it]

LA POSTA Spettabile Redazione, è passato ormai un anno dall’avvio del WiFi a bordo dei treni, ma si registrano ancora problemi nella linea. Da cosa dipendono e quando verranno risolti? Marco ‘73 Gentile Marco, come immaginerà il WiFi sul Frecciarossa è un progetto particolarmente complesso. Unico nel suo genere, per quanto riguarda la tecnologia utilizzata (rete 3G) – gli altri operatori utilizzano il satellite poiché nelle loro “orografie” con assenza di tunnel ciò è possibile – e per la velocità di 300 km/h. Telecom, nel corso di questo primo anno, ha raccolto una serie di evidenze sperimentali e ha recentemente affermato che è necessario potenziare ancora l’infrastruttura a terra. Ha infatti pianificato entro l’anno l’installazione di ulteriori 11 nuovi siti e la trasformazione da provvisori a definitivi di altri 12. Sta inoltre sperimentando l’impiego di apparati a bordo che consentano meccanismi di compressione più avanzati.

Information on High-Speed services, Cartaviaggio assistance and purchase of tickets at the call center 892021, active 24/7 (at the cost of 30 eurocents on response and 54 eurocents per minute from a landline phone; the cost from a mobile phone depends on the provider), and at +39 06 68475475 for international callers. OTT2011

153


TAPPE DESIGN

DELL’ALTA VELOCITÀ

di Federica Demaria

A un passo dal lungomare di Napoli, davanti Castel dell’Ovo, l’Hotel Royal Continental reinventa il design dell’ospitalità. Nato nel 1955 dall’intuizione dell’architetto Gio Ponti, incanta grazie alla cura del dettaglio. Attento anche all’ambiente con una serie di best practices come alimenti a km 0 e stampa su carta ecologica. In Naples, not far from the promenade, there is the new Hotel Royal Continental. It has been carefully designed for its guests with particular attention to some eco-friendly best practises as well, such as “km. 0” food (a food with local, low impact primary ingredients) and eco press.

[www.royalgroup.it]

OTT2011

155


DESIGN

Space House

Alla Fiera di Roma, Moa Casa manda in scena l’arredo e il design made in Italy, shakerando tradizione e ultime frontiere tecnologiche. Letti e tavoli si trasformano per adattarsi agli ambienti, mentre la cappa “spaziale” resta sospesa come una bolla d’aria. Until 7th November at the Nuova Fiera di Roma Moa Casa shows a new Made in Italy furniture design mixing tradition with the latest techniques.

[www.moacasa.com]

Sogni D’Artista

Fino al 12 novembre alla Galleria Otto di Firenze, Oh! Nirica, quando i sogni incontrano la materia. Più di 40 artisti da tutto il mondo interpretano i temi del sonno e del sogno per costruire letti, utensili e arredi per dormire bene. Until 12th November, at the Galleria Otto in Florence, on show Oh! Nirica, quando i sogni incontrano la materia (when dreams meet reality), where 40 artists introduce new sleep objects.

[www.ottoluogodellarte.it]

Connection Design

Firmata RCS, Meet Design è l’innovativa piattaforma multicanale nata per divulgare l’italian style presso aziende, creativi e consumatori. Show, Talents e People le tre aree Meet per veicolare valori, progetti e prodotti del settore. RCS launches the innovative multi-channel platform created to show the Italian style to companies, creative talents and consumers. e presso aziende, creativi e consumatori.

[www.meetdesign.it] 156

OTT2011


GIOCHI E SPIGOLATURE

F CRUCI E C C I A

di Petrus

Queste detto in breve

Rammendate, aggiustate

Il colore Abbellito Seguaci dello Il proprio... Iniziali di del partito Il più breve con squattrinacomodo Guareschi di Bossi andare fronzoli to

Dolori, sofferenze

Martin, filosofo tedesco

Canti di gruppo

Termine di legge

Comando militare

L'attrice Calamai

Iris, scrittrice irlandese

Non crede in Dio Sposò Giacobbe

Antiestetico sfogo... giovanile

Amarcord tricolore nella Capitale. Fino al 23 ottobre a Palazzo Incontro, la mostra Panini 1961-2011. Una storia italiana racconta 50 anni della famiglia delle figurine. Per rivivere l’emozione dell’apertura della fatidica bustina, con la speranza di trovare l’immagine mancante per completare l’album. [www.fandangoincontro.it]

Insieme a Elenco di attori

La città...de Janeiro

Non del tutto... pio

Iniziali della Tamaro

Tebe ne aveva cento

Fabbrica fiammiferi paraffinati

[www.barbanera.it]

curE D’auTuNNo

SPI GO LA TU RE

È il momento di prendersi cura dei capelli reduci dallo stress dell’estate, procurato dall’acqua di mare e piscina o dai raggi del sole. Fa bene consumare miglio e alghe, alimenti assai ricchi di minerali, o anche lievito di birra in compresse, ricco di vitamina B. È inoltre utile massaggiare delicatamente il cuoio capelluto. A testa in giù ungere i capelli, prima di lavarli, per 40 minuti con olio di mandorle e noce, oppure fare degli impacchi con olio di ricino. Risciacquare poi con acqua fredda. Se i capelli appaiono anche secchi e radi, aggiungere alla dieta alimenti ricchi di ferro: legumi (soprattutto lenticchie), cacao, fichi e frutta secca.

OTT2011

A G L I G G E R I G E O C H L I A C A S T O R T E N A I O

158

A V D E O R R D N E O P R I

Buon compleanno il 1° ottobre a Samuele Bersani, il 2 a Romina Power, il 3 a Carmen Russo, il 4 a Cristiano Lucarelli, il 5 a Kate Winslet, il 6 a Ivan Graziani, il 7 a Marcello Abbado, l’8 a Sigourney Weaver, il 9 a Gianni Mura, il 10 ad Antonio Albanese, l’11 a Gianmarco Tognazzi, il 12 a Luca Carboni, il 13 a Margaret Thatcher, il 14 a Roger Moore, il 15 a Didier Deschamps, il 16 ad Angela Lansbury, il 17 a Philippe Daverio, il 18 a Jean-Claude Van Damme, il 19 a Tiberio Timperi, il 20 a Danny Boyle, il 21 a Winona Ryder, il 22 a Valeria Golino, il 23 a Pelè, il 24 a Mario Sconcerti, il 25 a Orso Maria Guerrini, il 26 a Hillary Clinton, il 27 a Roberto Benigni, il 28 a Bill Gates, il 29 a Luciana Littizzetto, il 30 a Diego Armando Maradona, il 31 a Bud Spencer.

S T R H E I C U C I T E

La ripresa a pieno ritmo della vita in città dà il via a tanti appuntamenti, come inaugurazioni di mostre, anteprime e presentazioni in libreria. Se poi l’autore è molto conosciuto, non mancherà un cocktail o magari un happy hour, con la torta che riproduce la copertina. Cosa si consiglia in questo caso? Di comportarsi come ad un anniversario si fanno gli auguri, si omaggia con un regalo, o semplicemente si acquista una copia del libro. I più solerti richiedono un autografo e l’autore a sua volta personalizza la dedica evitando frasi scontate.

M A R S C

ha haPPy hour IN lIBrErIa


Più noleggi italiano, più vinci la 500 tricolore.

Dall’incontro tra il noleggio Italian Style per eccellenza e il mito italiano delle auto, nasce il grande concorso Maggiore Win, pensato per farti vincere un’esclusiva Fiat 500 tricolore. Un’occasione imperdibile per rimanere a bordo di un mondo fatto di inimitabilità tipicamente italiana, un mondo nel quale, noi di Maggiore, costruiamo ogni giorno la nostra identità. Affrettati perché ogni noleggio ora vale doppio e le probabilità di essere estratto aumentano. Scegli Maggiore, scegli il noleggio che ti premia. Concorso valido: dal 3 giugno al 3 dicembre 2011 per noleggi di auto in Italia con inizio e riconsegna dell’auto nel periodo dal 3 giugno al 30 novembre 2011. Totale montepremi euro 14.150.00 (iva esclusa). Regolamento integrale disponibile su maggiore.it

Maggiore Design & Asymetrix

Concorso Maggiore Win


a cura di

OROSCOPO E FUMETTO

ARIETE È un mese dai due volti, situazioni e sentimenti opposti si alternano, ma con la giusta determinazione tutto andrà per il verso giusto.

LEONE Viaggiate a tutta velocità verso il successo, ma non siate eccessivi e cercate di trovare la giusta misura nelle cose.

SAGITTARIO L’iperattività vi rende inafferrabili ed efficienti, anche l’amore gode del vostro momento magico, ma occhio allo stress.

160

OTT2011

TORO Si annuncia un autunno burrascoso, non riuscite a risparmiarvi le irritazioni e tutto risentirà della vostra suscettibilità.

VERGINE Vivrete momenti memorabili, avete seminato bene ed è giunto il momento di raccogliere: sul lavoro come in amore.

CAPRICORNO Troverete la forza per fermarvi e godervi un po’ di tranquillità. La luce in fondo al tunnel si avvicina a grande velocità.

GEMELLI È autunno, ma sembra primavera, la vostra vita è un fiorire di incontri e opportunità, il fascino vi aiuterà a cogliere quelle giuste.

BILANCIA In amore preparatevi ad un viaggio tormentato, mentre salute e lavoro vi regaleranno tempi di piacevole benessere.

ACQUARIO Quanti impegni affollano la vostra agenda! Troverete il tempo per godere anche dei piaceri che amore e amicizia vi regaleranno?

CANCRO Il mondo vi sorride, nonostante una testardaggine da record. I vostri progetti e i vostri sogni si trasformeranno in realtà.

SCORPIONE Neppure le tensioni dei prossimi giorni riusciranno a turbare i vostri affetti, per tutto il resto c’è tempo, non abbiate fretta.

PESCI È il tempo di trasformare l’uva in vino. Sappiate concretizzare i vostri progetti, forti di una forma smagliante e il cuore nello zucchero.


La Freccia Ottobre 2011  

La Freccia Ottobre 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you