Page 1

Capitolo 1. La Puglia cresce di pi첫 con Vendola


CRESCITA PIL Confronto tra Puglia – Mezzogiorno – Italia PUGLIA

Fonte: Svimez, Rapporto 2009

MEZZOGIORNO

ITALIA

3

2,6 2,5

2,6

2,3 2

2

1,8

1,7

1,6

Giunta Fitto 2001-2005

1,5

1,6

1,5 1,2 0,9

1

0,7 0,4

0,5

0,5

0,5

0

0

0,4

-0,1

-0,2

-0,3

-0,5

-0,5

Giunta Vendola 2005-2008

-1

-1,1

2005 anno di transizione

-1,1

-1,5

2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008

-1


CRESCITA PIL: CONFRONTO PUGLIA/MEZZOGIORNO - PUGLIA/ITALIA Fonte: Svimez, Rapporto 2009 2 1,7 1,5 1,3

1

1

0,9

GIUNTA FITTO 2001-2005

0,5

0,8

0,7

0,6

PUGLIA/MEZZOGIORNO PUGLIA/ITALIA

0

GIUNTA VENDOLA 2005-2008

-0,2 -0,3 -0,5

-0,5

-0,5 -0,8 -0,9

-1

-1

-0,8

ANNO DI TRANSIZIONE

-1,1

-1,5 2001

2002

2003

2004

2005

2006

2007

2008


PIL PRO-CAPITE Puglia rispetto alla media nazionale (100)


Capitolo 2. Investimenti, risparmi e spesa regionale


2. Investimenti, risparmi e spesa regionale  Il

POR 2000-2006 si è concluso nel 2008 con l'utilizzazione di tutte le risorse comunitarie previste (5300 milioni di euro).  La Regione ha rinegoziato

il debito contratto a suo tempo dalla Giunta Fitto con una riduzione del costo annuale per la Regione di circa 50 milioni.

 La Puglia è l’unica regione del Centro

essere commissariata sulla sanità.

– Sud, insieme alla Basilicata, a non


2. Investimenti, risparmi e spesa regionale  Abolizione del ticket farmaceutico

per l’80% dei pugliesi (prima pagato anche dalle fasce medio-basse), avvenuta nel 2005.  Addizionale IRPEF imposta solo per due anni su cinque e solo su redditi

superiori ai 28.000 euro.  Il 30 giugno 2009 si è chiusa la rendicontazione

dei Fondi Europei 2000 – 2006. Per la prima volta la Puglia ha speso tutte le risorse disponibili.  Nessun mutuo contratto

sulla spesa corrente.


3. Quanto è pesata sulle famiglie pugliesi la Giunta Fitto e quanto la Giunta Vendola? Entrambe le giunte hanno dovuto aumentare l’addizionale regionale sull’Irpef. Gli aumenti sono stati molto diversi per importi e per quantità di soggetti toccati.

GIUNTA FITTO

Anni di aumento dell’addizionale Percentuale di contribuenti coinvolta

Maggiore imposta versata

GIUNTA VENDOLA 3

2

100%

12,44%

€ 273.690.000 € 123.492.000


E’ inserita solo la tariffa dell’acqua essendo l’unica a responsabilità regionale. (Fonte AQP)

Andamento tariffe 2003 -2009

1,40 1,37

1,35 1,30

1,30

1,30

1,30

2006

2007

2008

1,27

1,25 1,19

1,20 1,15

1,13

1,10 1,05 1,00 2003 Incremento spesa annua famiglia tipo

2004 +12 Û

2005 +15 Û

+4 Û

1

=

=

2009 +10 Û

Se si sommano gli aumenti del periodo della Giunta Fitto , l’aumento per la famiglia tipo è stato di 31€, nel periodo della Giunta Vendola l’aumento è stato di soli 10€.


Capitolo 3.Politiche di Contesto


Trasporti Autolinee Sono stati stanziati € 37.835.000,00

Sono stati stanziati € 13.020.000,00

Anzianità media degli autobus in Puglia: 7 anni (media italiana = 9,8 anni).

Acquisto di n. 291 autobus conformi alle direttive comunitarie “Euro 4”. N. 79 autobus muniti di pedane per utenti diversamente abili, e con emissioni conformi alle direttive comunitarie “Euro 4”.


Ferrovie Sconto del 10% a favore dei pendolari e degli studenti.

Acquisti: Trenitalia + 17 locomotori, 15 Vivalto, 4 semipilota Ferrovie Sud-Est + 23 treni Ferrovie Nord Barese + 8 treni, 4 autobus Ferrovie del Gargano + 4 treni Ferrovie Appulo-Lucane + 5 treni Sono stati stanziati € 5.200.000,00 per l’acquisto di 1 elicottero per il collegamento con le Isole Tremiti


Aeroporti pugliesi Crescita passeggeri nazionali 2004-2008: + 39% Crescita passeggeri internazionali 2004-2008: +40%

Le destinazioni complessive sono passate tra il 2001 e il 2009 da 10 a 50 (+500%). Le destinazioni nazionali da 6 a 19 (+217%).

Le destinazioni internazionali da 4 a 31 (+675%).


Viabilità Puglia

Morti sulle strade (70 in meno)

2005

423

2008

353

•11 interventi nella provincia di Bari, 9 in provincia di Brindisi,8 per il tarantino; più imponenti gli interventi in provincia di Foggia (44) e soprattutto Lecce (57).

•Attivazione della metropolitana di superficie Bari C.le-Q. S. Paolo.


Viabilità Costruzione della bretella ferroviaria della Ferrovia Nord-Barese che collegherà il centro di Bari con l’Aeroporto (Bari diventa così la terza città italiana a disporre di un simile collegamento strategico) Il Nodo ferroviario di Bari. Interventi per il potenziamento e la messa in sicurezza delle ferrovie secondarie. Completamento dei raccordi stradali con i porti e gli interventi nelle aree aeroportuali. E’ giunta a compimento la Strada Regionale n°6 dallo svincolo autostradale di Canosa di Puglia a Minervino Murge (1° lotto ) e da Minervino Murge a Spinazzola (2° lotto)


Arrivi complessivi di turisti in Puglia, periodo 2005-2008 Turisti in Puglia

+ 17,4%

Turisti stranieri

+15,2%

Turisti italiani

+17,8%

Nel 2009, la meta preferita per le vacanze in Italia è la Puglia. Nel trimestre luglio-settembre tra le principali destinazioni per le vacanze lunghe ci sono state la Puglia (9,8% delle vacanze lunghe in Italia), la Sardegna (7,4%), la Sicilia (7,1%).


Sviluppo urbano sostenibile Cultura  Ricostruzione e riapertura del Teatro Petruzzelli: € 6,5 milioni. Per le stagioni lirico-sinfoniche della Fondazione Petruzzelli sono stati destinati € 2 milioni.  L’assessorato ha promosso attività di spettacolo dal vivo investendo € 3,5 milioni nel circuito di distribuzione di spettacoli, come il Festival della Valle d’Itria.  La Puglia come fabbrica di cultura si manifesta nella Apulia Film Commission.

Due cineporti, uno a Bari e l’altro a Lecce.


Sviluppo urbano sostenibile Cultura L’assessorato ha sostenuto con € 3.5 milioni le produzioni cinematografiche attraverso la Apulia Film Commission, finanziando 70 film.

7 produzioni internazionali. 3 film presentati alla Festa del Cinema di Roma. 4 film alla Mostra di Venezia. Puglia

Spesa regionale per la cultura per ogni cittadino pugliese

2005

50 centesimi

2009

4 euro


Edilizia abitativa  Piano Casa Regionale, per la prima volta in Puglia, finanziato con 210 milioni di euro.

Riforma degli Istituti Autonomi per le Case Popolari. Interventi sulle periferie, finanziati con 215 milioni di euro.  I Programmi Integrati di Riqualificazione delle Periferie (PIRP), unico programma regionale in Italia. La risposta dei Comuni è stata straordinaria, al di là delle aspettative più ottimistiche, con ben 127 programmi trasmessi alla Regione.


Edilizia abitativa Bando di gara per il programma di riqualificazione urbana per alloggi a canone sostenibile, con un finanziamento pubblico pari a 24 milioni di euro. Alloggi di edilizia residenziale sociale da destinare:

Alle fasce sociali in possesso dei requisiti per l’accesso. A categorie di utenti che mostrano comunque difficoltà di accesso a un alloggio dignitoso, quali giovani coppie, anziani, diversamente abili, vittime di violenza di genere.


Tutela delle acque Acquedotto Pugliese  Perdite fisiche: ridotte significativamente (oggi pari al 35%). Risparmiati nell’ultimo triennio circa 40 milioni di metri cubi d’acqua. Sistema informativo per il controllo delle varie Unità Territoriali.

3.000 sensori per il controllo di oltre 550 impianti. Nel 2008 recupero di circa 7% del volume immesso attualmente nel sistema idrico AQP.


Tutela delle acque Acquedotto Pugliese Depurazione delle acque

Modernizzato e internalizzato il servizio; maggiore controllo della qualità delle acque e un risparmio di circa 5 milioni di euro l’anno.

Aumento dell’efficienza nella distribuzione delle risorse idriche per il consumo umano.

Puglia

Prelievo di acqua per uso potabile

2002

524.173.000 metri cubi

2007

530.185.000 metri cubi


Energia  La potenza elettrica degli impianti eolici pugliesi è passata dai 640 megawatt (MW) del 2007 ai 946 del 2008, con una differenza di 306 MW.  La vera rivoluzione è nel fotovoltaico, secondo i dati diffusi dal Gestore dei Servizi Elettrici (GSE). Settembre 2008: la Puglia era la terza regione in Italia. Aprile 2009: la Puglia era prima (seguita dalla Lombardia, l’Emilia Romagna e il Piemonte) con 56,503 megawatt di potenza elettrica installata e 2.694 impianti.


Energia

La Puglia produce un quarto di tutta l’energia eolica nazionale.

La Puglia produce da tutte le fonti energetiche l’88,8% di energia in più rispetto al suo consumo.


Energia giugno 2009 un altro salto: secondo il GSE la Puglia arriva a produrre 68,177 MW di potenza elettrica e gli impianti diventano 3.177. 483 . Gli impianti sono piccolissimi, si vedono collocati sui tetti, sui vigneti, persino sui distributori di benzina.

Trasformazione della centrale ENEL di Bari (140 MW) da olio combustibile a gas.  Progetto di costruzione a Brindisi, su 30 ettari di area industriale, della più grande centrale fotovoltaica-solare d’Europa (11 MW).


Energie rinnovabili PUGLIA

Energia in pi첫 rispetto al suo consumo

+88,8%

Energia eolica sul totale nazionale

25,32%

Energia fotovoltaica sul totale nazionale

13,44%


Rifiuti e bonifiche siti inquinati

Costruzione di impianti di biostabilizzazione e produzione di cdr per la riduzione della quantitĂ di rifiuti da portare in discarica Impianti di biostabilizzazione dei Comuni di Bari, Cavallino , Ugento, Spinazzola , Foggia, Cerignola, Deliceto, Conversano, nonchĂŠ degli impianti di CDR dei Comuni di Cavallino e di Manfredonia.


Aree protette e biodiversità Nel 2005 la zona dell’Alta Murgia fra Gravina e Altamura, rischiava di diventare una discarica a cielo aperto.

Oggi è un parco naturale, un’area protetta che ha mantenuto tutto il suo valore ambientale ed è a disposizione della comunità pugliese.


Ambiente marino costiero ďƒź Nel 2006 approvata la Legge regionale n. 17/2006 sulla tutela e valorizzazione del bene demaniale marittimo. - Il 60% di spiagge libere garantite. - Impianti balneari leggeri ed ecocompatibili. - Riconversione degli stabilimenti in cemento armato giĂ esistenti. - Accesso libero alle spiagge. - Demolizione delle recinzioni. - Attivazione di un numero verde per la denuncia di abusi da parte dei cittadini.

Capire cosa sta accadendo lungo i 970 km della costa pugliese, esposta a un forte rischio erosivo.


Protezione Civile  1° premio per la migliore prevenzione antincendio fra tutte le Regioni italiane conferito alla Puglia da Legambiente nell’ambito dell’iniziativa “Ecosistema incendi 2009”. Nuova sede per la Protezione Civile, nella ex aerostazione civile di Palese (Ba), dotata di tutti gli strumenti tecnologici e informativi più all’avanguardia. La Protezione Civile Puglia si è dotata inoltre di: Un numero verde per la segnalazione degli incendi e delle calamità. Un sito internet in cui sono raccolte tutte le informazioni necessarie. Meteo in tempo reale. Servizio cartografico.


Protezione Civile  La Protezione Civile Puglia può contare due Boss Fire (i mezzi per il controllo e lo spegnimento degli incendi) a Grottaglie, e altri due a Foggia. Il Centro Funzionale Regionale multi rischio della Protezione Civile regionale, mette a disposizione i dati in tempo reale delle 80 stazioni dell’Idrografico.

Un servizio fondamentale in una terra in cui fino a qualche anno addietro, si moriva di alluvioni e si rischiavano frane e smottamenti durante le piogge.


Capitolo 4. Politiche per il sistema produttivo e l’innovazione


Ricerca, sviluppo e trasferimento Con parte delle disponibilità finanziarie del Fondo Unico regionale e della Misura POR 4.17, sono state finanziate oltre 1.000 Piccole e Medie Imprese (PMI). Finanziamento del Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie, diretto dal prof. Roberto Cingolani.

Polo tecnologico, con oltre duecento ricercatori impiegati, di livello internazionale nei settori dell’energia e del biomedicale.


Ricerca, sviluppo e trasferimento  L’aerospaziale: le grandi imprese sono quattro, ad esse si affiancano un numero di piccole e medie imprese

Prodotto verticalizzato e opportunità di business anche sul mercato internazionale.

Gli addetti del comparto aerospaziale in Puglia sono oggi oltre 4.100 unità (4500 + l’indotto).


Innovazione nella P.A. 

Partecipazione

Legge sulla trasparenza: 250 emendamenti alla legge sono stati inviati dai cittadini. 125 sono stati accolti. Legge sullo Sport per tutti: 135 emendamenti alla legge sono pervenuti da sportivi, organizzazioni ed enti. 65 emendamenti sono stati accolti. Programmi Integrati di Riqualificazione delle Periferie. Disciplina della tutela e dell'uso della costa: la norma è stata elaborata e sottoscritta sia dagli operatori economici del settore balneare che dalle associazioni ambientaliste. Audit Civico: 200 volontari si sono impegnati a rilevare la qualità dei servizi per la salute. Accorda le tue idee: 631 contributi alla redazione del Documento Strategico Regionale per l'utilizzo dei fondi comunitari 2007-2013.


Innovazione nella P.A. Partecipazione Bollenti Spiriti: oltre 5.000 tra persone singole, associazioni e imprese giovanili aderiscono alla comunità on-line di Bollenti Spiriti. l sito di Bollenti Spiriti ha fatto registrare più di 12 milioni di accessi. Piano Regionale di Salute: grazie agli 803 contributi pervenuti, interi capitoli del Piano approvato dal Consiglio regionale sono stati scritti dai cittadini. Piano Paesaggistico: 360 segnalazioni di cittadini e associazioni relative ad "offese” o "beni” del paesaggio.

Piano Regionale delle Coste: 6.050 cittadini sono stati informati e coinvolti nella redazione del piano. Cast: Cittadini e Amministratori per lo Sviluppo dei Territori.

Diffusione della cultura della cittadinanza attiva. (Sei edizioni una per provincia pugliese)


Innovazione nella P.A. Trasparenza Approvazione della Legge Regionale n. 15 del 20 giugno 2008 “Principi e linee guida in materia di trasparenza dell’attività amministrativa nella Regione Puglia.” Tutti i cittadini, grazie alla Legge sulla Trasparenza, possono: accedere a tutte le informazioni sulle attività dell'Amministrazione in qualsiasi momento e senza giustificare il loro utilizzo; acquisire, dal sito istituzionale della regione Puglia, tutti i dati su consulenze e incarichi; conoscere reddito e retribuzione di politici e dirigenti regionali; consultare le delibere di giunta e le leggi regionali.

La trasparenza si allarga agli appalti con EmPulia: un centro di acquisti elettronico dove domanda e offerta si incontrano in modo chiaro, semplice e veloce.

Competitività e concorrenza nelle procedure di affidamento delle forniture di beni e servizi.


Innovazione nella P.A. Organizzazione ďƒźGaia: nuovo modello di organizzazione della Regione Puglia pensato e costruito per non essere subalterno alla politica. ďƒźI primi concorsi pubblici nella storia della Regione Puglia.

Sei concorsi per selezionare e assumere 70 dirigenti e 60 funzionari.

80 posti per i diplomati messi a concorso. Concorsi anche per gli interni con 120 posti per un salto di categoria.


Innovazione nella P.A. Organizzazione Il decentramento: cancellazione delle comunità montane, stabilizzazione di 1200 lavoratori irrigui e forestali.

Il risultato concreto è un risparmio per le casse dalla Regione.

Avvicinamento delle funzioni ai luoghi da cui nascono i bisogni.

La Puglia è la regione italiana con il minor numero di dirigenti regionali ogni 1.000 abitanti

(2,7). Meno burocrazia anche nella riorganizzazione delle strutture dirigenziali, passate da 145 a

125.


Nel 2008 la Regionecha provveduto al riconoscimento di nove distretti produttivi, che interessano 1.297 imprese.

Nel 2006 la Puglia era l’unica regione nel Mezzogiorno ad aver registrato un calo delle vendite estere, rispetto al 2005, dell’1,6%.


Capitolo 5. Inclusione sociale, lavoro, formazione e welfare


Lavoro

1° premio per la migliore Legge regionale di contrasto al “lavoro nero” conferito alla Regione Puglia dal Regional Champion Employment Awards 2008, l’Oscar europeo delle leggi.

Stabilizzazione dei lavoratori dei call center, dando a 1586 ragazze e ragazzi di Taranto la certezza di una rapporto a tempo indeterminato.


Tasso di occupazione: +2,3%

70,00%

Tasso di Occupazione 2005

57,50% 58,70%

60,00% 50,00%

Tasso di Occupazione 2008

46,70%

45,80% 46,10%

44,40%

40,00%

30,00% 20,00% 10,00% 0,00% Puglia

Mezzogiorno

Italia


Tasso di occupazione femminile: + 3,4%


Formazione

ďƒźFinanziate complessivamente 8.769 borse di studio (avviso 5/2006, 1/2008, 4/2008). ďƒźProgetto contro la dispersione scolastica che da lavoro a 1500 insegnanti precari, per 6 mesi, con stipendi superiori a quelli statali. ďƒźFinanziamento di 22 milioni di euro per contrastare la dispersione scolastica e i tagli del personale (insegnanti, personale ATA ed amministrativo).


Tasso di disoccupazione: -3% Tasso di disoccupazione femminile: -5,1%


Inclusione sociale e salute Sanità -50% è la riduzione della mortalità da infarto e di ricoveri inappropriati grazie al Progetto regionale di telecardiologia. 36.000 vite salvate in 5 anni.

La Puglia è stata la prima Regione italiana ad utilizzare in maniera sistematica ed istituzionalizzata la telecardiologia nelle emergenze.

Una équipe di cardiologi ha fornito in tempo reale la corretta diagnosi elettrocardiografica, analizzando sui monitor il tracciato ottenuto dalla decodificazione del segnale acustico, inviato dalla ambulanza per telefono.


Inclusione sociale e salute Sanità abrogazione del ticket farmaceutico per circa due milioni di Pugliesi (le fasce di reddito medio-basse, gli anziani ultrasessantacinquenni, e gli esenti per patologia). 1° posto in Italia per la gratuità degli screening al colon-retto per i cittadini fra 50 e 70 anni, cervicouterino per le donne fra i 25 e 64 anni e l’estensione di quello mammario per le donne fra i 40 ai 49 anni. Introduzione della vaccinazione anti papilloma virus (HPV) per le bambine nate negli anni 1996 e 1997. L’attivazione e l’estensione dello screening mammario gratuito per le donne di età compresa fra i 50 e i 69 anni. Primi in Italia ad effettuare lo screening colon-retto gratuito per i parenti di I grado e per i cittadini dai 50 ai 70 anni.

Screening cervico-uterino gratuito per le donne di età compresa tra i 25 ei 64 anni.


Numero di elettrocardiogrammi eseguiti

Numero di posti letto


Inclusione sociale e salute Sanità Stabilizzati oltre 4.000 precari e comunque evitato lo squilibrio di bilancio per gli anni 2005 e 2006 recuperando maggiori risorse dal Fondo sanitari. Costituita la Banca per la raccolta e conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale ed ha finanziato l’attivazione di altre due PET-TAC. Accordo di programma per 456 milioni di euro

500 nuovi posti letto

Ospedale Vito Fazzi di Lecce. Policlinico di Bari. Policlinico di Foggia. a Bari (Di Venere e San Paolo). in provincia di Lecce (Casarano). una serie di interventi su ospedali minori.


Servizi sociali Numero strutture – servizi nido –

Assistenza anziani: ADI (assistenza domiciliare integrata)


Servizi sociali 4.000 sono le famiglie pugliesi che hanno accesso all’Assegno di Cura regionale per il sostegno al carico di assistenza di membri della famiglia non autosufficienti. Nel febbraio 2009 è stato introdotto l’Assegno di Cura per i malati di SLA in condizioni di non autosufficienza (2 milioni di euro per ogni annualità). Prima Dote per i Nuovi Nati fino: cinque milioni di euro per l’anno 2006 e tre milioni di euro per il 2007. Piano Straordinario per gli Asili Nido: stanziamento di oltre dieci milioni (sono già stati finanziati 118 asili nido pubblici). Finanziamenti per i Centri Risorse per le Famiglie, istituiti grazie a un protocollo con le Amministrazioni Provinciali.

È la prima legge regionale in Italia che estende i diritti finora previsti solo per la famiglia intesa in senso tradizionale a ogni altro tipo di unione.


Disabili 6000 disabili e i loro nuclei familiari hanno avuto accesso ai contributi economici per l’acquisto di pc e ausili informatici (circa 14 milioni di euro).

Circa 200 nuclei familiari e 50 associazioni hanno avuto accesso ai contributi per adattare le autovetture per la mobilità dei disabili.  Circa 80 progetti di informazione, comunicazione, formazione finanziati ad altrettante associazioni di famiglie di disabili (circa 700.000 euro di spesa). Sono stati potenziati i finanziamenti alle Province per gli interventi di integrazione scolastica nelle scuole medie superiori.


Immigrati Attivati 3 alberghi diffusi nei Comuni di Foggia, Cerignola e San Severo, per circa 200 posti letto per lavoratori stagionali immigrati, dal 2006. È stata allestita una rete di prima assistenza igienico-sanitaria per i lavoratori stagionali: 20 cisterne per la erogazione di acqua potabile e 60 bagni chimici.

Apporto dell’organizzazione Medici Senza Frontiere, che ha condotto un costante presidio del territorio. Sono stati realizzati i corsi di lingua italiana: 25 corsi per 625 partecipanti in totale e certificazione finale del livello.


Sport La legge per lo sviluppo dello sport per tutti ha introdotto i Buoni Sport per:

campi e palazzetti comunali ammodernati; palestre scolastiche a norma; sostegno a famiglie per consentire a minori e diversamente abili di praticare attività sportiva; inserimento della pratica sportiva nei centri di giustizia minorile. 53 milioni di euro per l'impiantistica sportiva, in 262 oratori parrocchiali. La Regione ha sponsorizzato le squadre che, in ogni disciplina, militano nella massima serie e che portano sulle maglie il simbolo “Puglia per tutte le stagioni”. In cinque anni sono state 112 le manifestazioni sportive nazionali ed internazionali che si sono svolte in Puglia.


Politiche giovanili Quasi 200 milioni di euro investiti sui giovani pugliesi. Prima del 2005, la spesa della Regione Puglia per le politiche in favore dei giovani era di 0 Euro.

Laboratori Urbani: 160 edifici di proprietĂ pubblica, dismessi o abbandonati, sono stati recuperati e stanno diventando spazi per la creativitĂ , il lavoro e l'espressione giovanile (44 milioni di Euro). Principi attivi: 422 progetti di creativitĂ  e impresa giovanile finanziati dalla Regione stanno animando il nostro territorio (13 milioni di Euro). Servizio civile: 3.383 volontari.

Meeting Mondiale dei giovani: 500 delegati e 1000 giovani partecipanti provenienti da 124 diversi paesi di tutti i continenti del mondo, a Bari. .


Legalità Libera il Bene: un bando, un investimento di 7,5 milioni di euro. Solo in Puglia, oltre 700 i beni confiscati sono a disposizione degli enti locali. I Campi di Torchiarolo: riattivazione dei campi e poi il riscatto della villa del boss con un contributo di 200.000 Euro. Su quei campi è nata “Libera terra”, una cooperativa che produce grano e vino.

MOMArt: ex discoteca di Adelfia sequestrata nell'ottobre 2007 alla malavita barese. La Regione Puglia ha sostenuto la nascita del Motore Meridiano delle Arti.

Il Momart è il primo esperimento in Italia di riuso sociale di un bene sequestrato (e non confiscato) alla criminalità organizzata.

Treno della Memoria: dal 2006 migliaia di studenti pugliesi partono ogni anno alla volta di Cracovia, Auschwitz e Birkenau.

Politiche economiche 2005/2009  

La Puglia cresce di più con Vendola: Investimenti, risparmi e spesa regionale.