Page 1


LA CERTOSA DI BELRIGUARDO

indice

/

index

Storia

2

A Historical Overview

La Produzione

6

Making The Wine

Dalla Vite al Calice

8

From Vineyard to Goblet

I Vini

10

The Wines


STORIA A HISTORICAL OVERVIEW


La Certosa di Belriguardo sorge sulle colline

The Belriguardo Charterhouse stands on

senesi, a circa 7 km dal centro della città.

the hills surrounding Siena, about 7 km

Il contesto è di una bellezza tipicamente

from the city centre. The context is one of

toscana: un territorio dove vite e ulivo si

typically Tuscan beauty: a landscape where vines and olive trees alternate in an array of

alternano nel gioco di colori e atmosfere che

colours, creating the atmospheres that have

caratterizzano questa terra tradizionalmente

traditionally earmarked this land as being

chiamata alla produzione vinicola.

perfectly suited to winegrowing.

L’azienda agricola (circa 75 ettari di cui

The estate (which occupies an area of about

8 coltivati a vite) è situata nella zona del

75 hectares, 8 of which are cultivated as

Chianti delle Colline Senesi, dove il vitigno

vineyards) is located in the Chianti delle

sangiovese riveste un ruolo di indiscusso

Colline Senesi region, where the Sangiovese

protagonista. L’edificio storico della Certosa

grape variety holds the role of undisputed

(iniziata intorno al 1340 e completata nel

protagonist. The historical building of the

3


1347) è impreziosito da un filare di cipressi e si

Charterhouse (on which work began in

trova all’entrata della tenuta sul versante che

around 1340 and was completed in 1347) is

dà verso Siena.

enhanced by a row of cypresses and stands

I primi dodici monaci si insediarono a

at the entrance to the estate, on the slope

Belriguardo

overlook Siena.

a

partire

dal

1348,

come

The first twelve monks settled at Belriguardo

testimonia la Bolla Papale inviata da Clemente

in 1348, as stated in the Papal Bull

VI quell’anno da Avignone al vescovo di

dispatched in that same year to the Bishop

Siena. Risalgono invece alla fine del secolo

of Siena by Pope Clement VI from his exile

XVI i registri della Cantina che testimoniano

in Avignon (France). The Cellar Registers on

l’esistenza di una “pergola a braccialetto”

the other hand date back to the end of the

e di un’abbondante e pregiata produzione

16th century and testify to the existence of a

di vino venduto sul mercato di Siena. Si

“bracelet pergola” and of an abundant and

ha prova scritta dell’esistenza di tipologie

prestigious production of wine sold on the

come “Moscatello”, “Rosso” e “Bianco di

Siena market. There is written evidence of the

4


Clausura”; queste antiche denominazioni,

existence of varieties such as “Moscatello”,

originariamente attribuite ai vini prodotti

“Rosso” and “Bianco di Clausura”. These

dai monaci, sono state in parte riprese

time-honoured names, originally given to

per sottolineare lo stretto legame tra la

the wines made by the monks, have been partly revived to emphasize the close link

produzione attuale e quella antica.

between the estate’s present-day production

Il carattere forte e sicuro dei nostri vini, i loro

and that of its historical past.

profumi complessi, la struttura robusta ed

The strong and secure character of our

elegante, il corpo che consente un consumo

wines, their complex perfumes, robust

pronto, ma denota al contempo resistenza

and elegant structure and the body that

alla conservazione e all’invecchiamento,

makes them ready to drink fairly soon

sono dunque elementi da attribuirsi anche

while also preparing them for ageing and a

alle eccellenti proprietà del territorio su cui

considerable cellar life, can all be attributed

sorge la Certosa di Belriguardo.

to the excellent properties of the territory that is home to Certosa di Belriguardo.

5


LA PRODUZIONE MAKING THE WINE


Il vino è da sempre una passione di Gianna

Wine has always been one of the passions of

Nannini che, rivolgendosi a vinificatori

Gianna Nannini who, engaging the services of qualified winemaking experts, first and foremost the oenologist Renzo Cotarella, has ensured that Certosa di Belriguardo has become one of the most renowned and interesting estates in the area. After gaining popularity on foreign markets, Gianna Nannini is now approaching the Italian wine sector with determination, enthusiasm and professionalism, presenting a range of selected products of the finest quality, capable of offering an original interpretation of a territory to which Gianna Nannini feels a strong connection, without dramatically changing its characteristics. The three wines perfectly express the land with all its perfumes, scents and its volatile strength.

esperti e qualificati, ha fatto sì che la Certosa di Belriguardo venisse annoverata tra le aziende agricole più interessanti della zona. Dopo aver raccolto consensi all’estero, Gianna sul

Nannini

palcoscenico

convinzione,

si

affaccia

vinicolo

energia

e

adesso

italiano

con

professionalità

presentando una gamma di prodotti scelti di altissima qualità in grado di interpretare in maniera originale, ma senza stravolgerne le caratteristiche, un territorio a cui Gianna Nannini si sente molto alegata. In tutti i vini, infatti, si esprime la terra coi suoi profumi, i suoi sentori, la sua forza dirompente.

7


DALLA VITE AL CALICE FROM VINEYARD TO GOBLET


The grape harvest is a crucial moment in the production cycle and, as such, is entrusted to qualified personnel who select and handpick only the finest grapes, which are processed in the cellars of the Charterhouse. This is where the various vinification and ageing processes take place, initially in steel and then in concrete and wood, with timing differing according to the type of wine. At least six months of bottle ageing are necessary before the product is released for sale, this being the time required to obtain a great Tuscan wine.

La vendemmia è un momento cruciale del ciclo produttivo per cui viene affidata a personale qualificato che manualmente seleziona e raccoglie solo le uve migliori che vengono lavorate direttamente nelle cantine della Certosa. Qui avvengono i vari processi di vinificazione e invecchiamento, prima in acciaio e successivamente in cemento e legno con tempistiche diverse a seconda della tipologia di vino. Occorrono minimo sei mesi di affinamento in bottiglia prima che il prodotto esca sul mercato, il tempo necessario per ottenere un grande vino toscano.

9


I VINI THE WINES


Certosa di Belriguardo wines are made

I vini della Certosa di Belriguardo sono prodotti seguendo metodologie all’avanguardia nel rispetto delle caratteristiche autoctone delle uve. La materia prima è quindi di fondamentale importanza in un processo produttivo che si basa innanzitutto sulla cura scrupolosa dei vigneti. L’estensione volutamente limitata della superficie a vite permette ai nostri esperti di operare sulle piante in modo completamente manuale nelle fasi di potatura e diradamento; la contenuta resa finale per ettaro rispecchia una filosofia aziendale che ha come priorità assoluta il raggiungimento di un livello qualitativo molto alto. È per questo che sono occorsi numerosi tentativi prima di cominciare ad imbottigliare e commercializzare i vini che oggi portano il marchio della Certosa di Belriguardo.

in

compliance

with

state-of-the-art

methods, respecting the autochthonous characteristics of the grapes. The raw material is of fundamental importance in a production process based, first and foremost, on the meticulous tending of the vineyards. The purposely limited extension of the area cultivated with vines allows our experts to prune the plants and thin out the bunches entirely by hand and the reduced final yield per hectare reflects a philosophy which prioritises exceptionally high quality. This is why numerous attempts were made before we started to bottle and sell the three wines that bear the Certosa di Belriguardo mark today.

11


in no VINO LIBERO!

in no VINO LIBERO!

Il primo Vino Libero della Toscana, 100%

Tuscany’s first Vino Libero, 100% Sangiovese,

sangiovese, è ottenuto senza impiego di concimi

is made without the use of chemical fertilisers

DI SAN GIOVE

DI SAN GIOVE

chimici, diserbanti e con bassissimo contenuto di

and weed killers and with a very low content in

solforosa.

sulphites. innovativo

in no aims to be an innovative wine while

nella tradizione toscana della produzione del

observing the Tuscany tradition for the production

in no

vuole

essere

un

vino

of Sangiovese, thanks to the union of two 100%

Sangiovese, grazie all’unione di due Sangiovesi in

DI SAN GIOVE

Sangiovese wines produced from vineyards that

DI SAN GIOVE

purezza, prodotti da vigne con notevoli differenze,

are considerably different in terms of age and soil.

sia di età che dal punto di vista pedologico.

in no Vino Libero is the product of the meeting

in no Vino Libero è nato dall’incontro di due

of two free spirits, Gianna Nannini and Oscar

spiriti liberi, Gianna Nannini e Oscar Farinetti.

Farinetti.

La N, perfettamente centrale all’etichetta, è stata

DI SAN GIOVE

The perfectly central N on the label was taken

DI SAN GIOVE

ricavata da un manoscritto autobiografico del

from an autobiographical manuscript of Gianna’s

Nonno paterno di Gianna, Guido Nannini.

paternal grandfather, Guido Nannini.

in no Vino Libero ha un gusto assolutamente

in no Vino Libero has a very decisive yet

deciso, ma delicato che ti fa sentire libero di

delicate taste, which makes you feel free to live

vivere di esprimerti.

and express yourself.

DI SAN GIOVE

DI SAN GIOVE

SANGIOVESE Indicazione Geografica Protetta (IGP) 80% uve Sangiovese vinificate in acciaio e affinate 24 mesi in serbatoi di cemento 20% uve Sangiovese vinificate in acciaio e affinate 12 mesi in barrique nuove, 12 mesi in serbatoi di cemento Chiarificazione e filtrazione: giugno chiarifica, luglio filtrazione. Segue un periodo di 1 mese di affinamento Imbottigliamento: settembre Aspetto: rosso rubino intenso Profumo: fresco, floreale, sentori di mammola e viola, frutti rossi in particolare amarena Sapore: rotondo con buona acidità, tannino persistente e armonico

SANGIOVESE Indicazione Geografica Protetta (IGP) 80% Sangiovese grapes vinified in steel and matured for 24 months in concrete tanks. 20% Sangiovese grapes vinified in steel and matured for 12 months in new barriques and 12 months in concrete tanks. Fining and filtering: fining in June, with long filtration. The wine then matures for 1 month. Bottling: September. Colour: deep ruby red. Perfume: fresh and flowery with scents of violets and red fruit, particularly sour cherries. Flavour: Rotondo, con buona acidità, tannino persistente e armonico

13


BACCANO invita subito al secondo bicchiere. Si lascia godere fino all’ultima goccia, “gioioso” e molto profumato; la sua etichetta richiama, con l’eclissi di luna e sole, la possibilità di essere gustato sia di giorno che di notte. Baccano, con prevalenza di sangiovese e un raffinato taglio tra syrah e merlot, evoca all’esame olfattivo il profumo dei ciliegi circostanti la Certosa. Ha un corpo largo, concentrato, con tannini decisi e quasi croccanti, in armonia con una componente alcolica ben equilibrata. Notevole il finale gustativo in crescendo. Può essere servito anche fresco a 11, 12 °C. È il vino ideale per chi voglia “fare baccano”.

BACCANO invites you immediately to drink a second glass. Enjoyable right to the last “joyful” and very aromatic drop, its label features the eclipse of the sun and moon, referring to the fact that it can be drunk by day or night. With its prevalence of Sangiovese and a refined blend of Syrah and Merlot, in the nose Baccano evokes the perfume of the cherry trees that grow around the Charterhouse. It has a broad, concentrated body, with firm, almost crisp tannins which harmonise with a well-balanced alcoholic component. The palate is caressed by a lingering finish in crescendo. It can also be served cool, at 11 - 12 °C. This wine is ideal for those who want to make some noise or, as the Italians say, “fare baccano”.

I ndicazione G eografica P rotetta (IGP) Vitigno: Sangiovese 80% Syrah 20% Qualificazione: Toscano rosso Aspetto: Rosso rubino con accennate sfumature granato Profumo: Intenso, di frutta a bacca rossa Sapore: Buon corpo con tannini ben disposti ma con un anima nervosa che lo supporta Alcolicità: 13,5%

I ndicazione G eografica P rotetta (IGP) Grape varieties: 80% Sangiovese, 20% Syrah Qualification: Toscano Rosso Colour: ruby red with delicate garnet hues Perfume: intense, featuring red berries Flavour: good body with well-placed tannins, supported by a nervous soul Alcohol content: 13.5%

15


Il ROSSO DI CLAUSURA punta sulle caratteristiche qualitative del sangiovese cui si aggiunge una piccola percentuale di merlot per arrivare a un risultato inatteso per grazia ed eleganza. Se la componente speziata e gli aromi di frutta matura e confettura di prugna lo caratterizzano al naso, senza dubbio il suo pregio maggiore è la scorrevolezza vellutata al palato, dove esprime tutta la sua rotondità e suadenza nel finale sapido e appetitoso. Il Rosso di Clausura entra nell’anima già al primo sorso.

ROSSO DI CLAUSURA focuses on the characteristics of Sangiovese, with the addition of a small percentage of Merlot to achieve an unexpected result in terms of grace and elegance. If the spicy component and the aromas of ripe fruit and plum jam characterise the nose, undoubtedly its greatest quality is the way it slips like velvet across the palate, where it expresses all its roundness and persuasiveness in the appetisingly savoury finish. Rosso di Clausura invades the soul with the very first sip.

I ndicazione G eografica P rotetta (IGP) Vitigno: Sangiovese 80% Merlot 20% Qualificazione: Toscano rosso Aspetto: Limpido, rosso granato intenso Profumo: Molto intenso, persistente, eccellente Sapore: Robusto, equilibrato, molto intenso, persistente Alcolicità: 14%

I ndicazione G eografica P rotetta (IGP) Grape varieties: 80% Sangiovese, 20% Merlot Qualification: Toscano Rosso Colour: clear, deep garnet red Perfume: very intense, persistent and excellent Flavour: sturdy, balanced, very intense and persistent Alcohol content: 14%

17


Il CHIOSTRO DI VENERE vede una prevalenza di cabernet sauvignon, completato con sangiovese. È un vino dalla struttura imponente, molto pieno; dotato di un ottimo equilibrio gustativo incede avvolgente al palato con rara raffinatezza. Al naso vaniglia e cuoio in successione lasciano spazio a frutti di bosco come ribes e mora; il suo gusto è profondo, largo come densità e sicuramente molto persistente in un finale invitante. Un grande toscano dallo spirito avventuriero.

CHIOSTRO DI VENERE features a prevalence of Cabernet Sauvignon, completed with Sangiovese. A very full wine with an imposing structure, characterised by an excellent balance in the mouth, it invades the palate with rare elegance. In the nose, vanilla is followed by leather, giving way to fruits of the forest, like blackcurrants and blackberries. Its taste is deep, broadly dense and definitely very persistent in an inviting finish. A great Tuscan with an adventurous spirit.

I ndicazione G eografica P rotetta (IGP) Vitigno: Sangiovese 60% Cabernet 40% Qualificazione: Toscano rosso Aspetto: Rosso rubino carico Profumo: Intenso, di frutta a bacca rossa, completari da sentori di legno; all’assaggio è di buon corpo, morbido e piacevole Sapore: Ha un finale dolce e saporito Alcolicità: 14%

I ndicazione G eografica P rotetta (IGP) Grape varieties: 60% Sangiovese, 40% Cabernet Qualification: Toscano Rosso Colour: bright ruby red Perfume: intense, with red berries completed by scents of wood, smooth and pleasant with good body Flavour: it has a sweet and tasty finish Alcohol content: 14%

19


Un vero CHIANTI! Il Sangiovese è la vera anima di questo vino. Il clima ed il terreno della Certosa di Belriguardo donano a questo vino la sua grande personalità. Profumato, con sentori di viola, frutti rossi, prugna e amarena con note speziate, esaltano la complessità e l’estrema particolarità del nostro prodotto. La spiccata acidità lo rende particolarmente indicato per accompagnare piatti ricchi di sapori. Notevole la sua attitudine all’invecchiamento.

A real CHIANTI! The real soul of this Chianti is Sangiovese. The climate and soil of Certosa di Belriguardo give this wine its great personality. Perfumed with scents of violet, red fruit, plum and sour cherry, with spicy notes that enhance the complexity and outstanding particularity of our product. Marked acidity makes it perfect for pairing with richly flavoured dishes. It has a considerable aptitude for ageing.

D enominazione O rigine C ontrollata G arantita (D.O.C.G.) Vitigno: 100% Sangiovese Qualificazione: Chianti D.O.C.G. Aspetto: Rosso rubino acceso Profumo: Frutta rossa, amarena, prugna Sapore: Armonico e vellutato Affinamento: 3 mesi serbatoio cemento, 1 mese in bottiglia Temperatura di servizio: 16 °C Alcolicità: 12,5%

D enominazione O rigine C ontrollata G arantita (D.O.C.G.) Grape variety: 100% Sangiovese Qualification: Chianti D.O.C.G. Colour: bright ruby red Perfume: red fruit, sour cherry and plum Flavour: harmonious and velvety Maturing: 3 months in concrete tanks, 1 month in the bottle Serving temperature: 16 °C Alcohol content: 12.5%

21


www.certodasibelriguardo.com

info@certodasibelriguardo.com


Brochure  

La Certosa di Belriguardo

Advertisement
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you