Issuu on Google+

SMALL business//BIG design

D’UN TEMPO

[I SIGNORI DEL TEMPO] G/09

www.laboworks.org


2


SMALL business//BIG design

D’UN TEMPO [I SIGNORI DEL TEMPO]

di 778779 Beatrice Pellegatta 779454 Erika Putzolu 778066 Francesco Redolfi

3


SCUOLA DEL DESIGN POLITECNICO DI MILANO

LABORATORIO DI METAPROGETTO 2.L/sez.I4 aa. 2012/2013 FRANCESCA MURIALDO SILVIA GIRARDI tutor CRISTINA FOGLIA FRANCESCA VARGIU laboworks.org

solo per uso didattico; non destinato a fini commerciali 4


SMALL business//BIG design

INDICE

01/ RILIEVO *INQUADRAMENTO *FOTO *SCHIZZI 02/ANALISI *EMERGENZE *BRIEF *SPAZIO

*CASI STUDIO

03/ CONCEPT

*TEMA DI PROGETTO

*TIPO DI INTERVENTO

04/ SISTEMA DI PROGETTO

*RELAZIONI SPAZIALI

*RAPPORTO TRA SPAZIO e FUNZIONE

*RAPPORTO TRA SPAZIOePERSONE

05/ NEGOZIO (778066 Francesco Redolfi) 06/ MUSEO (778779 Beatrice Pellegatta) 07/ VETRINE (779454 Erika Putzolu) 5


6


SMALL business//BIG design

01/RILIEVO

7


01/RILIEVO INQUADRAMENTO

AFFLUENZA PERSONE

affluenza persone

25

20

15

10

sabato

giovedì

venerdì

giorni della settimana

mercoledì

martedì

lunedì

5

TIPO DI CLIENTELA clientela occasionale 20%

clientela straniera 10%

clientela collezionista 70%

8


I SIGNORI DEL TEMPO

VI

A

ON AV S A

A

CO

NI

VI

ZU

GN

A

BIO

OB

PR

BO

ND

A

SA ES

CR

AL

I

VI

A

A

RI

A VI

C

TA R

O

R FO O ST

OM OL

OR

VIA

VIA

VIA VENTIMIGLIA

A

R VA BA

R BA

M

VIA

B TA IVA

VI

STAZ IO PTA G NE ENOV A

A

GO

RI

ZI

A

VIA VIGEVAN

O

VIA

S CA

VIA

VA LE

NZ

A

SICO

COR

VIA E AL

ESE

DI RIPA

TICIN A T OR

P

Ristorazione Arte e cultura

9


01/RILIEVO FOTO

esterno/vetrina

interno/spazio commerciale

interno/spazio laboratorio 10


11


01/RILIEVO FOTO

esterno/facciate

esterno/vetrina

interno/negozio in fase di realizzazione 12


13


01/RILIEVO SCHIZZI

14


15


01/RILIEVO SCHIZZI

16


17


18


SMALL business//BIG design

02/ANALISI

19


02/ANALISI EMERGENZE

20


I SIGNORI DEL TEMPO lavoro artigianale

scarsa concorrenza

ambiente familiare clientela collezionista

merce diversificata e ricercata

21


02/ANALISI BRIEF

PIU’ SPAZIO Si espande nel locale a fianco, sempre nello stesso palazzo; il vecchio negozio rimane a disposizione del proprietario per altri usi.

L’ OROLOGIO AL CENTRO Il lavoro artigianale dell’orologiaio e l’esperienza nel campo sono il punto distintivo del negozio. Il proprietario lavora su un bancone a contatto diretto con la clientela.

22


ALLESTIMENTO INFORMALE Il lavoro artigianale si rispecchia nell’arredamento da “bottega” scelto dal proprietario.

IL VALORE DELLA COLLEZIONE La passione per gli orologi di secondo polso e la ristrettezza di questo mercato, attira l’attenzione anche di clienti esteri, che costituiscono il 10% dei clienti del negozio.

23


02/ANALISI SPAZIO

N 24


Prospetto negozi (attuale - nuovo) Scala 1:50 25


Pianta negozio attuale Scala 1:50

N 26


A

A’

Sezione negozio attuale Scala 1:50 27


N 28


Pianta negozio nuovo - Piano Terra Scala 1:50 29


30


Pianta negozio nuovo - Soppalco Scala 1:50 31


32


A

A’

Sezione negozio nuovo Scala 1:50 33


02/ANALISI CASI STUDIO Questo piccolo museo è la conseguenza di una passione di una famiglia, la quale collezionava occhiali da quattro generazioni . Il museo è stato fondato dal padre Jan Theunissen più di 35 anni fa, ma l’ ossessione per gli occhiali per questa famiglia risale al secolo 19. Due piani di esposizione per stimolare la fantasia del visitatore e tuffarsi così nel passato. Jan Theunissen/Het Nationaal Brilmuseum/Amsterdam/1977

Contrariamente al solito negozio affollato di gioielli, i due progettisti hanno preferito esporre solo alcuni pezzi rari, unici ed esclusivi. Creando così un’ atmosfera misteriosa, senza peso e teatrale. Vaillo e Irigaray/D Jewellery/Pamplona/2007

Si tratta di “pareti sensoriali” che fanno da filtro tra i negozi e gli spazi di attesa dell’ aereoporto; composizioni di forme e materiali che suggeriscono esperienze fisiche ed emotive in grado di richiamare l’identità regionale. È, infatti, una sorpresa trovarsi di fronte a colorate pianelle di “cotto fatte a mano”, che personalizzano l’ambiente e lo rendono caldo ed accogliente, rimandando alle suggestioni evocate da un retroterra di colori e sapori tipicamente siciliano. Vighy e Traverso/Palermo airport retail/Sicilia/2009 34


35


36


SMALL business//BIG design

03/CONCEPT D’UN TEMPO

37


03/CONCEPT TEMA DI PROGETTO

L’ idea del Museo-Negozio nasce dalla volontà di far conoscere e capire una passione come quella degli orologi di secondo polso. Da qui si è voluto creare un museo dove esporre una raccolta di pezzi affiancati da testi esplicativi, con l’obbiettivo di creare una storia dell’orologio. Il negozio, invece, oltre alla parte espositiva metterà in luce l’opera dell’artigiano. Questi due ambienti saranno complementari e ben riconoscibili dall’ esterno.

38


MUSEO ...come esposizione di pezzi unici

...come ingranaggio

OROLOGIO ...come collezionismo

...come artigianato

NEGOZIO

39


03/CONCEPT TIPO DI INTERVENTO

Il negozio esistente, i Signori del Tempo, si trasferirà nel locale a fianco. Il vecchio negozio, sempre a disposizione dei proprietari, verrà adibito a museo. Il tipo di intervento consiste quindi nel realizzare due spazi complementari: verrà adottata la stessa suddivisione funzionale.

40


PRIMA

NEGOZIO

DOPO

MUSEO

NEGOZIO

41


42


SMALL business//BIG design

04/SISTEMA DI PROGETTO

43


04/SISTEMA DI PROGETTO RELAZIONI SPAZIALI

Oltre all’attività di vendita già esistente, aumentando la superficie a disposizione, si riorganizzano le funzione esistenti e se ne affiancano di nuove: NEGOZIO -spazio laboratorio -spazio espositivo commerciale ordinato -spazio per transazioni riservate MUSEO -spazio di proiezione del lavoro artigianale -spazio espositivo museale -spazio interattivo

44


NEGOZIO

Spazio trattative riservate

Spazio servizio

Spazio vendita

Spazio laboratorio

MUSEO

Spazio interattivo

Spazio espositivo

Spazio proiezione video

45


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE processo progettuale

NEGOZIO

MUSEO

Spazio laboratorio

Spazio proiezione del lavoro artigianale

Spazio esposizione commerciale

Spazio esposizione museale

Spazio interattivo

Spazio riservato

46


Negozio esistente

Acquisto nuovo locale

MUSEO esposizione

NEGOZIO vendita

47


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE processo progettuale

MUSEO SCALA 1:50 48


NEGOZIO SCALA 1:50 49


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE confronto SDF/PRO

NEGOZIO I SIGNORI DEL TEMPO

attrezzi da lavoro oggettistica orologi

CASSAFORTE PENDOLO BANCO DA LAVORO

libri di settore materiale ufficio

ZONA CLIENTI

50


NEGOZIO D’UN TEMPO

MUSEO

Tablet Libri e riviste di settore Zona di proiezione

51


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE pianta negozio

SCALA 1:50

52


N

53


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE pianta soppalco negozio

54


N

55


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE sezione negozio

SCALA 1:50

56


57


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE pianta museo

SCALA 1:50

58


N

59


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE sezione museo

SCALA 1:50

60


61


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOeFUNZIONE prospetto

62


SCALA 1:50

63


04/SISTEMA DI PROGETTO RAPPORTO TRA SPAZIOePERSONE

64


65


04/SISTEMA DI PROGETTO VISTE D’INSIEME Vetrine

66


67


04/SISTEMA DI PROGETTO VISTE D’INSIEME Interni

68


69


70


SMALL business//BIG design

05/NEGOZIO

Francesco Redolfi

71


05/NEGOZIO INDIVIDUAZIONE DELL’AREA DI PROGETTO NEL LAYOUT GENERALE

Il focus di progetto va ad analizzare il NEGOZIO nelle sue parti principali: - PAVIMENTI e RIVESTIMENTI - LABORATORIO: MOBILI e MATERIALI - SPAZIO VENDITA: MOBILI e MATERIALI - ILLUMINAZIONE - dettaglio BANCONE DA LAVORO

Nella pagina a fianco è in evidenza l’area considerata rispetto al progetto principale: viene analizzata la parte visibile alla maggior parte dei clienti, evitando la parte riservata e gli spazi di servizio.

72 72


PIANTA SCALA 1:100

SEZIONE SCALA 1:100

73 73


05/NEGOZIO TEMA DI PROGETTO

ATMOSFERA FAMILIARE Sebbene il negozio tratti soprattutto oggetti di valore il progetto vuole creare un ambiente familiare, che non metta in soggezione il cliente. Anche nel focus sul negozio viene mantenuto questo tema, creando un ambiente accogliente e caldo.

74 74


ARTIGIANALITA’ E STORIA Anche il negozio - come il progetto generale evidenzia artigianalità e storia dell’oggetto: ogni spazio è concepito per far risaltare l’orologio, la meccanica ed il valore dello stesso.

75 75


05/NEGOZIO INGREDIENTI

SCALA 1:100

76 76


SPAZIO VENDITA L’ambiente di vendita retrostante al laboratorio, dove si svolgono trattative e dove si dialoga con i clienti. Ho optato per utilizzare prevalentemente materiali naturali, soprattutto legno: è familiare ma al tempo stesso crea un’atmosfera che mette in evidenza il valore dei pezzi trattati.

LABORATORIO Per sottolineare l’artigianalità del negozio il laboratorio è stato portato in vetrina, dove si può vedere il proprietario e gli addetti lavorare sugli orologi. Ho voluto fare in modo che questo spazio fosse un “retrobottega“ portato alla vista del cliente, quindi - per scelta - non rifinito e maggiormente funzionale, ad evidenziare il lavoro sugli orologi stessi.

77

77


05/NEGOZIO ELEMENTI PAVIMENTI E RIVESTIMENTI

3 2

4

1

78 78


1.

PAVIMENTO

MATERIALE:

parquet industriale

Marca: Original Parquet Modello: Walking Massello Essenza: Iroko Misura di posa: quadrati 30x30 cm Altezza listelli: 2,0 cm

Ho utilizzato il parquet industriale prima di tutto per la sensazione del vero legno, che non è laminato o porcellanato. Inoltre è molto resistente, durevole nel tempo (si può lamare molte volte) e adatto ad affiancarsi ai due ambienti.

2.

PARETE LABORATORIO

MATERIALE:

cemento grezzo

Il cemento alle pareti esalta il laboratorio come vero e proprio ambiente di lavoro, in cui non c’è sempre pulizia e ordine, ed è a tono con l’atmosfera e gli arredi.

3.

PARETE SPAZIO VENDITA

MATERIALE:

stucco veneziano

Marca: Antica Signoria Modello: Chiffon Colore: Verde chiaro

Ho scelto lo stucco veneziano per dare all’ambiente un’atmosfera più importante ma senza essere sfarzosa, in modo da mettere il cliente a proprio agio e nel contempo mostrare qualcosa di non caratteristico ed elegante.

4.

PARETE SPAZIO VENDITA

MATERIALE:

cartongesso intonacato

Marca: Knauf Modello: W11 Colore: intonaco verde Motivo: spatolato - ad imitare lo stucco veneziano

79 79


05/NEGOZIO ELEMENTI LABORATORIO: MOBILI e MATERIALI

2

5

3

1 4

1 6

80

80


1.

BANCONI DA LAVORO Banconi da orologiaio in acciaio e legno, con poggiagomiti e spazio per morsa. Misura: 150x60 cm Altezza: 110cm

analizzato nel DETTAGLIO di seguito

2.

MOBILE ATTREZZI Materiale: legno di Rovere

Mobile in legno impiallacciato con piani di appoggio per attrezzatura.

3.

Altezza: 240 cm

PULITRICE Macchina pulitrice per orologi con a fianco piano di lavoro.

4.

Materiali: plastica, acciaio Misura: 50x50 cm Altezza: 150 cm

SCAFFALATURA ATTREZZI Materiale: acciaio

Mobile aperto con piani di appoggio per attrezzatura e oggetti anche di medie dimensioni.

5.

Misura: 200x35 cm Altezza: 240 cm

CASSAFORTE Cassaforte blindata per orologi e oggetti di valore.

6.

Materiale: acciaio Misura: 100x35 cm Altezza: 200 cm

DOPPIA PORTA Doppia porta in vetro blindato.

Materiale: vetro

Misura: 150x150 cm Altezza: 240 cm

81 81


05/NEGOZIO ELEMENTI SPAZIO VENDITA: MOBILI e MATERIALI

3

1

2

4

82 82


1.

BANCONE PER VENDITA

MATERIALE:

legno Noce scuro - massello

Il bancone per la vendita è formato da una lastra di legno massello sovrapposta a tre cassettiere. Essendo massello l’andatura del bordo è irregolare, e questo aggiunge tono all’ambiente. Misura: 300x45 cm Altezza: 75cm

2.

MOBILE PER ESPOSIZIONE

MATERIALE:

legno Rovere scuro

Il mobile per l’esposizione si estende lungo buona parte della parete del negozio. È diviso in moduli così da rifarsi alla vetrina e da fare in modo che si possa esporre ogni orologio rispetto al suo valore. Misura: 300x30 cm Altezza (massima): 220cm

3.

MOBILE PER LIBRI

MATERIALE:

legno Rovere scuro

Mobile per libri e materiale dei dipendenti. Contiene quello che non ci sta nelle cassettiere, ed ha materiali e dettagli uguali al mobile per l’esposizione. Misura: 120x35 cm Altezza (massima): 220cm

4.

SEDIE

MATERIALE:

cuoio

Marca: Julia Modello: Anemone bassa Misure: 44x44 cm Altezza: 88 cm Sedia prodotta artigianalmente in Italia, fa risaltare l’ambiente e si intona con l’ambiente familiare. Struttura in acciaio completamente rivestita in cuoio. 83 83


05/NEGOZIO ELEMENTI ILLUMINAZIONE

Pianta SCALA 1:50 84 84


ILLUMINAZIONE PENDENTE E A TAVOLO

SPAZIO VENDITA

Jacaranda Cygnet Lamp

by John Galvin

MATERIALE: Noce Misure: diametro 30 cm Ogni parte di questa lampada è fatta a mano, ed anche per questo la lampada esalta l’artigianalità, oltre a donare tinte calde all’ambiente circostante.

LABORATORIO

Luxo L-1 (Naska Loris) MATERIALE: Acciaio e alluminio Lampada dal design unico, creata nel 1937 e tra i classici per gli ambienti di lavoro, l’ho utilizzata per caratterizzare ancor di più l’ambiente del laboratorio.

85 85

by Jac Jacobsen


05/NEGOZIO ELEMENTI ILLUMINAZIONE

Sezione SCALA 1:50 86 86


ILLUMINAZIONE A SOFFITTO

CONTROSOFFITTO

Controsoffitto Knauf D11 MATERIALE: Cartongesso Misura abbassamento soffitto: 40 cm Controsoffitto in cartongesso per l’installazione dei faretti in modo che siano nascosti e il passaggio di impianti.

FARETTI

Targetti Nautus LED MATERIALE: Acciaio e alluminio Proiettori estraibili a LED incassati nel controsoffitto, sono nascosti ed illuminano diffusamente l’ambiente.

8787


05/NEGOZIO ELEMENTI dettaglio BANCONE DA LAVORO

BANCONE DA LAVORO vista laterale, vista dall’alto e prospetto SCALA 1:10

60 40

30

110 80

88 88

20


150

40 60 20

10

40 50

2

40 30

2

30 50

26 20

110

5

140

89 89

5


05/NEGOZIO ELEMENTI dettaglio BANCONE DA LAVORO

4

1

2

3

90 90


1.

PIANO DA LAVORO Piano da lavoro con bordo per evitare caduta e perdita di oggetti e pezzi. Materiale: acciaio Misura: 150x40cm

2.

POGGIAGOMITI Poggiagomiti per orologiaio, fondamentale per chi lavora a lungo sugli orologi. Materiale: legno Misura: 130x20 cm Altezza: 10 cm

3.

CASSETTI Materiale: acciaio Misura: 40x32 cm Altezza: 10 cm

4.

SPAZIO PER MORSA Spazio vuoto, usabile per posizionare una morsa per orologi.

91

91


05/NEGOZIO VISTE D’INSIEME

FOTOMONTAGGIO

vista su spazio vendita

92 92


93 93


05/NEGOZIO VISTE D’INSIEME

FOTOMONTAGGIO

vista su laboratorio

94 94


95

95


96


SMALL business//BIG design

06/MUSEO

Beatrice Pellegatta

97


06/MUSEO INDIVIDUAZIONE DELL’AREA DI PROGETTO NEL LAYOUT GENERALE

Il focus di progetto va ad analizzare il Museo nella sua totalità: arredi, finiture e illuminazione.

98


SCALA 1:100 99


06/MUSEO INDIVIDUAZIONE DELL’AREA DI PROGETTO NEL LAYOUT GENERALE

Pianta SCALA 1:50 100


Sezione AA’ SCALA 1:50 101


06/MUSEO TEMA DI PROGETTO

L’ approccio al museo vuole essere qualche cosa di informale che segua l’ aspetto da bottega del negozio, ma che allo stesso tempo richiami l’ attenzione dei clienti più curiosi ed esigenti. Questa intenzione si riflette nell’ allestimento del locale: -un’ esposizione creata da semplici cubi girevoli; -un’ intera area interattiva dove i visitatori possono comprendere la storia di ogni pezzo attraverso la consultazione di libri e tablet.

102


103


06/MUSEO INGREDIENTI

Il MUSEO è suddiviso in due aree funzionali: AREA ESPOSITIVA: costituito da una parete di cubotti ruotabili di 360° su sè stessi nei quali sono esposti gli orologi. AREA INTERATTIVA: una libreria pensile e un bancone attrezzato con tablet e sgabelli dove poter consultare il vasto repertorio dei collezionisti di orologi.

104


105


06/MUSEO ELEMENTI CUBOTTI ESPOSITIVI

I cubotti, nei quali sono contenuti gli orologi, a seconda dell’ utente ruotano su se stessi di 360°. Essi hanno una funzione espositiva, ma allo stesso tempo sono anche un elemento d’arredo che caratterizza tutto lo spazio. Sono realizzati in ROVERE CHIARO.

106


230

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT

300

107

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT


06/MUSEO ELEMENTI BANCONE

Il bancone costituisce un momento di pausa dove è possibile prendersi tutto il tempo necessario per approfondire o avvicinarsi al mondo del collezionismo di orologi mediante la consultazione di libri e tablet. E’ realizzato in ROVERE MORO

108


120

302

109

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT


06/MUSEO ELEMENTI SGABELLI

SGABELLO TABOURET HAUT Disegnato da Jean Prouvè e distribuito da Vitra. L’anello posizionato ad un terzo circa dell‘altezza delle gambe funge da elemento di raccordo e rende più stabile la struttura, assolvendo anche alla funzione di poggiapiedi. Questa interpretazione di Prouvé dello sgabello classico piace ancora oggi per le sue linee semplici e sobrie, per la chiarezza della struttura e le proporzioni perfette.

110


111


06/MUSEO ELEMENTI MENSOLE

Le mensole sono molto semplici e si collegano al restante arredo per la loro geometricità e per l’uso dello stesso materiale. Hanno la sola funzione di supporto per i libri di consultazione.

Mensole realizzate in ROVERE

112


30

50

UCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODUCT

PRODUCED BY AN AUTODESK EDUCATIONAL PRODU

113


06/MUSEO ELEMENTI LUCI

FARETTO LED VIVO ZUMBOTEL Lampada Vivo S Proiettore LED argento con adattatore universale trifase Zumtobel; ottimizzato per efficiente illuminazione d’accento in negozi o aree di vendita; faretto girevole di 360° e orientabile di 90°; armatura composta da due pezzi in pressofusione di alluminio. Comoda sostituzione di riflettori e accessori senza bisogno di utensili; il riflettore è intercambiabile. Misure: 130x306x250 mm; peso: 1.9 kg

114


40 cm

Mín. 20 cm Máx. 250 cm

22 cm

50 cm Ø 3 cm

Mín. 20 cm Máx. 200 cm

Mín. 160 cm Máx. 570 cm

FARETTO LED VIVO ZUMBOTEL La lampada puo’ assumere infinite combinazioni. E’ disponibile in sfumature opache di alluminio dorato o rossastro.

34 cm

169 cm

115


06/MUSEO ELEMENTI PAVIMENTAZIONE

Pavimentazione in gres porcellanato smaltato “Habitat White” dimensioni 12.5x50 cm

116


TABLET

Samsung Tablet Dimensione displey 9.4’’ connettività WIFI Peso 580g

117


06/MUSEO VISTE D’INSIEME

Vista interno museo

118


Vista interno museo

Vista dettaglio museo 119


07/VETRINE INDIVIDUAZIONE DELL’AREA DI PROGETTO NEL LAYOUT GENERALE

Il Focus di progetto va ad analizzare le vetrine di negozio e museo, luci e arredi, e il rapporto complementare che c’è tra loro.

120


SCALA 1:100 121


07/VETRINE INDIVIDUAZIONE DELL’AREA DI PROGETTO NEL LAYOUT GENERALE

122


SCALA 1:50 123


07/VETRINE TEMA DI PROGETTO

Negozio e museo sono separati e non contigui. L’intento è quello di fare in modo che dall’esterno il collegamento tra i due locali sia immediato. La loro distanza viene colmata dall’aspetto complementare delle due vetrine: esse sono contraddistinte da una cornice longitudinale che ne ricopre tutta la lunghezza e nel quale viene esposto da una parte il lavoro dell’artigiano in diretta (negozio), dall’altra la proiezione dell’artigiano all’opera (museo). Inoltre nel negozio la parte espositiva è un focus dell’allestimento del museo che compare in trasparenza dalla vetrina.

124


125


07/VETRINE INGREDIENTI

VETRINA NEGOZIO Si mettono in primo piano, attraverso cubotti in legno di diverse dimensioni, il lavoro artigiano del proprietario (dal vivo) e gli orologi esposti. VETRINA MUSEO Si collega a quella del negozio in quanto vi è la riproduzione di un filmato contenente dettagli della lavorazio artigianale degli orogologi. Il vetro ai lati lascia intravedere l’arredo retrostante molto simile a quello della vetrina del negozio.

126


127


07/VETRINE ELEMENTI CUBOTTI ESPOSITIVI NEGOZIO

I cubotti sono un focus della parete espositiva del museo, ma al contrario di questi sono fissi. Sono realizzati in ROVERE CHIARO.

128


129


07/VETRINE ELEMENTI LUCI CUBOTTI ESPOSITIVI NEGOZIO

OSRAM LED CONE E’ un downlight conico per montaggio a superficie, che come LED Disk, si installa con estrema facilità e rapidità. Ogni set è completo di alimentatore elettronico e cavo con spina. -2 downlight per set -Interruttore on/off -Facile da installare con il collegamento Plug&Light per mezzo di viti che non richiede forature.

130


www.osram.it

LED

131


07/VETRINE ELEMENTI SCHERMO PROIEZIONE MUSEO

SCHERMO OLOGRAFICO ADESIVO LitScreen® è un rivoluzionario monitor ad alta risoluzione ottenuto da una sottilissima pellicola applicata su cristallo o plexiglas che permette di ottenere effetti scenici straordinari. La tecnica di rifrazione della luce utilizzata conferisce agli schermi una luminosità tale da poterne permettere l’utilizzo anche in pieno giorno. Gli schermi olografici funzionano mediante un normale videoproiettore che va posizionato posteriormente rispetto allo schermo.

formato 4:3 — 40” 60” 80” formato 16:9 — 55” 98 “

132


PROIETTORE POSTERIORE

SCHERMO IN SOSPENSIONE

133


07/VETRINE ELEMENTI BUSSOLA NEGOZIO

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI INTERBLOCCATI: Il filtro interbloccato è tipicamente costituito da una doppia porta, ad ante manuali o automatiche, che separa il negozio dall’esterno. Il suo scopo è quello di avere un flusso in ingresso/uscita controllato, che permetta in caso di necessità di mettere il locale in sicurezza.

134


135


07/VETRINE VISTE D’INSIEME

Vista esterna vetrine

136


Vista esterna vetrine

Vista dettaglio vetrine 137


SMALL business//BIG design

gruppo/01

www.laboworks.org

Questo progetto vuole raccontare la storia di una passione coltivata per anni da uomini orologiai. Da un piccolo negozio disordinato, I Signori del Tempo si sono ampliati a fianco per poter incrementare la loro attività. Qui entriamo in gioco noi che, ascoltando le loro esigenze e cercando qualcosa di assolutamente nuovo rispetto alla classica gioielleria, abbiamo immaginato di riqualificare gli spazi esistenti a Negozio-Museo. Entrambi vogliono mettere l’accento sia sulla storia dell’orologio vintage che sulla lavorazione artigianale dei singoli pezzi ricercati. Nel negozio, con un classico aspetto “da bottega”,

l’artigiano lavora minuziosamente su ogni piccolo pezzo davanti al pubblico; nel museo, invece, viene raccontata la storia dell’orologio. L’idea di base è che negozio e museo siano complementari e ben riconoscibili dall’esterno, in quanto adottano uguale suddivisione funzionale degli spazi.

138


09 i signori del tempo, via Gorizia 7