Issuu on Google+

La Bottega d’arte “Danza e Interpretazione simbolica”. Riflessioni: Pensiamo di avere una percezione di noi stessi ben chiara e precisa; ma a volte capita che se ci soffermiamo davanti ad uno specchio cogliamo dei particolari o dei movimenti di noi stessi che ci fanno riflettere e ci portano a fare altre considerazioni. A me è successo con l’esperienza vissuta con la serata del 4 febbraio, il lavoro svolto da Maurizio e la sua lettura dell’opera mi ha messo di fronte ad uno specchio riflettendomi un’immagine di me se pur conosciuta e solita, ma eppur nuova, facendo nascere un desiderio profondo di dar vita e forma a questo nuovo. Incrociare sinergie non è facile e quando questo accade si entra in un’alchimia particolare che crea un fermento, una scintilla che si muove nel desiderio di altri possibili orizzonti; un rimbalzo di conosciuto e non, in ogni caso estremamente affascinante che apre al “nuovo”. Maria Teresa Moroni

Nel lasciarmi trasportare dall’esperienza ho percepito un contenitore danzante come un grembo accogliente pronto per dare spazio a corpi, carezze, e emozioni che spingono per una nuova nascita, con il sapere di una rinnovata fiducia. Maurizio Zanolli


Semplicità di essere, di mostrarsi e di dichiararsi. Il disegno E’. Può avere molte interpretazioni, ma portano verso una direzione semplice e naturale. Così dovrebbe essere anche nella danza. In quel momento sei come un pennello tenuto in mano e tu hai il solo compito di svuotarti completamente e di accettare di essere un mezzo per compiere un capolavoro. Questo è quello che mi ha lasciato dentro la serata. Non è tanto quello che ha detto o disegnato Maurizio, frutto di una mente molto allenata e capace, ma come ha disegnato. I vari tipi di pennelli, i colori, l’elasticità del polso che disegna sono tutti elementi che ci possono insegnare molto nella danza: i pennelli siamo noi, i colori è quello che muoviamo e l’elasticità del polso è la nostra capacità o meno di svuotarci e accettare il proprio compito. Silvia

Il coinvolgimento delle persone si è aperto come un fiore al desiderio di partecipazione, “un esserci”, diventato sostegno e amorevole abbraccio di una sintonia creata spontaneamente dalla condivisione.

La Bottega d’arte Via Dosso 19 - Lazise (VR) - Telefono e fax: 045 6470043 cell. 349-3560495 Sito web: www.labottegadarte.com - E-mail: mariateresa@labottegadarte.com


2010-Riflessioni - danza e interpretazione simbolica