I Carabinieri della Lombardia cosa aspettano?

Page 1

24 aprile 2015

il diario di michele fornicola Nuovo Capitolo 03 pagina 32

Impedire ad alcuni delegati di svolgere il proprio mandato elettorale significa alterare gli equilibri assembleari voluti dal d legislatore con gravi conseguenze riguardo la validità delle votazioni per l’approvazione delle delibere.

Presidente, la Sua coscienza osta insuperabilmente a riconoscere “l’esercizio “l’esercizio dei diritti”, diritti i principi di democrazia (tra cui confronto/dibattito) su cui fondano le funzioni qualsiasi organismo Colonnello Luciano Guglielmi Presidente CoBaR Lombardia

rappresentativo rappresentativo-eletto ?

In questi due anni ha dimostrato che “nessun

comandante omandante”

è

riuscito e riuscirà ad imporLe impor e un comportamento che si basa sui criteri di giustizia dettati dalla vigente normativa.

e poi, fortunatamente…. ortunatamente…. potrà lasciare il proprio “seggio” di delegato al

prossimo della lista… lista

Ma, nell’Arma ell’Arma dei Carabinieri, Carabinieri oggi, le e indicazioni del Sig. Comandante Generale del 31 maggio 1999 si possono considerare ancora valide ed attuali ?


DOPO DUE ANNI Come si possono considerare le condizioni, psicologiche dei 5 delegati “legati ed imbavagliati� del CoBaR Lombardia ?



Il Comportamento del Presidente del CoBar Lombardia credo non possa essere considerato rappresentativo, in alcun modo, della categoria degli Ufficiali dei Carabinieri neanche della Legione Lombardia. Ufficiali che operano nel rispetto delle norme interne e della Legge, nell’interesse del’Istituzione e, anzitutto nel rispetto della dignità dei propri collaboratori.