Issuu on Google+

Bottega della Solidarieta'

cooperativa sociale onlus

relazione annuale 2011


Siamo i semi Per noi, viandanti eternamente alla ricerca della via piÚ solitaria, non inizia il giorno dove un altro giorno finisce, e nessuna aurora ci trova dove ci ha lasciato al tramonto. Anche quando dorme la terra, noi procediamo nel viaggio. Siamo i semi della tenace pianta, ed è nella nostra maturità e pienezza di cuore che veniamo consegnati al vento e dispersi. Kahlil Gibran

2


Cari amici della nostra cooperativa, non pensavamo di farcela ma i sogni non vanno mai abbandonati…. E così nel giugno 2011 è iniziato un grande lavoro di squadra. Prima solo accenni ad una remota possibilità, poi speranze sempre più concrete, poi progetti che prendevano forma. Hanno poi iniziato a lavorare anche le nostre braccia oltre alle nostre menti e ci siamo resi conto che il sogno si stava trasformando in realtà ma che ci voleva tanta fatica, e non solo mentale…. Con tanta ostinazione e tanto entusiasmo ci siamo rimboccati le maniche ed ora il sogno si è avverato: a Savona abbiamo una Bottega più grande, e più grande, per tutti noi, vuol dire davvero molte cose. Più grande per raccogliere le idee di tutti, più grande per incontrarci, più grande per abbracciare nuovi progetti, più grande per farci sentire “più grandi”. Tutto questo ha dato una sferzata di energia alle nostre menti che ora si sentono ancora più unite per raggiungere la meta che può essere una sola: un futuro che sia veramente equo per tutti, veramente solidale e veramente sostenibile per noi, per i nostri figli e per i figli che non sono nostri. Ma più grande è la spesa dell’affitto mensile, più grande è la fatica della gestione, più grande è il rischio di impresa, più grande l’impegno progettuale. Il nostro è un cammino che arriva da lontano e vuole andare lontano ma non può farlo senza l’aiuto di tutti. Tutti dobbiamo impegnarci seriamente e raccontare a chi non la conosce la meravigliosa avventura del Commercio Equo e Solidale, ma raccontarla con un entusiasmo che sia contagioso perché solo contagiando le persone intorno a noi raggiungeremo obiettivi che altrimenti non sarebbero né pensabili né possibili. Ora non servono altre parole ma servono azioni. Vi lasciamo alla lettura della nostra relazione annuale con la speranza di essere sempre più numerosi di anno in anno. Il Consiglio di Amministrazione 3


Attivita' commerciale dettaglio La Bottega di Savona Dal 1993 al 2001 nascosta sulla terrazza sopra il cinema Filmstudio, la Bottega si è trasferita nel giugno 2001 in via Manzoni 54r, quattro vetrine ma solo 35 mq di negozio. Ma dal 1° settembre 2011, dopo due mesi intensi di lavori di cui vi parliamo nel dossier interno di questo libretto, abbiamo ben 80 mq per ospitare i profumi ed i colori dei prodotti alimentari ed artigianali del commercio equo. Sempre tanti i compagni di strada: • tanti importatori di commercio equo tra cui Altromercato, Liberomondo, Altraqualità, Bottega Solidale, Nazca; • Agrofair Altromercato con le banane, gli oritos e i manghi biologici che arrivano tutti i mercoledì; • LiberaTerra con i suoi prodotti nati nei terreni confiscati alla mafia; • la rivista e i libri di Altreconomia. Nel 2011 ha fatturato 182.541 euro IVA C. Alessandra, Andreina, Anna, Annamaria, Angela, Bruno, Bruna, Carlo, Clara, Dino, Elisabetta, Emilia, Francesca, Georgia, Laura, Lucio, Luisiana, Maresa, MariaFranca, MariaFrancesca, Maria, Mary, MariaGrazia, Mimmi, Piera, Roberta, Romana, Sandra, Sara, Silvia collaborano tutti insieme alle numerose attività e al buon andamento della Bottega.

6 4


La Bottega di Cairo montenotte Nata nel 1995 da un piccolo gruppo di volontari che lavorava, con banchetti e nelle parrocchie, per diffondere il commercio equo e solidale in Valle Bormida, la Bottega si trova in via Buffa 12. Una vetrina e ben 50mq per esporre i prodotti alimentari ed artigianali del commercio equo e solidale e anche qui ogni mercoledì arrivano banane e ananas biologici. Compagni di strada: • tanti importatori di commercio equo tra cui Altromercato, Liberomondo, Altraqualità, La Vigna; • LiberaTerra con i suoi prodotti nati nei terreni confiscati alla mafia; • la rivista Altreconomia e tanti tanti libri da far invidia ad una vera libreria. Nel 2011 ha fatturato 53.125 euro IVA C.

Annamaria, Bruna, Clara, Elisa, Francesca, Giovanna, Giulia, Guido, Margherita, Maria Teresa, Michele, Micol, Roberta, Roberto, Rosanna, Susanna collaborano tutti insieme alle numerose attività e al buon andamento della Bottega.

5

7


IL COMMERCIO EQUO TRA MARE E MONTI Attivita' di promozione tra Valle Bormida e Celle Ligure CENGIO

CELLE LIGURE

Da più di 11 anni uno storico piccolo gruppo di volontari diffonde i prodotti alimentari equi nella parrocchia di Santa Barbara

Nel 2011 i volontari di Savona hanno allestito la VIII edizione della MOSTRA MERCATO ESTIVA ospitata nei bellissimi locali della Sala Consigliare in via Bagno e molto attesa dai turisti affezionati dell’equo. Ogni edizione presentiamo nuovi progetti dal Sud del mondo: il 2011 è stato l’anno del progetto OXIDOS della Colombia con meravigliosi oggetti in metallo riciclato dipinti a mano come orologi, manichini, bacheche e calamite.

COSSERIA Da quattro anni un gruppo di appoggio lavora attraverso banchetti e mercatini

MILLESIMO Un gruppo storico che conosce e diffonde il commercio equo e solidale da molto tempo. Nel 2011 abbiamo aperto con questi amici una piccola ma vera Botteghina proprio di fronte alla parrocchia in pieno centro storico (uno dei centri storici più belli di Liguria!) che speriamo possa diventare il fulcro di tante iniziative locali.

Ecco i risultati del lavoro dei volontari sul territorio:

6

6

Cengio: 3.222 euro

Cosseria: 1.036 euro

Millesimo: 4.901 euro

Celle Ligure: 11.675 euro


Attivita' con aziende REGALISTICA AZIENDALE Il servizio di regalistica aziendale equa e solidale è dedicato a tutte le aziende, enti pubblici e privati, associazioni o liberi professionisti che desiderano regalare ai propri clienti, fornitori, contatti, doni di qualità e di alto valore sociale. Prodotti da ricorrenza, alimentari biologici e di alta qualità, oggetti d’artigianato e cosmetici naturali per chi vuole supportare anche attraverso il dono aziendale un’economia che pone al centro l’uomo e l’ambiente: un’economia che instaura rapporti diretti con le piccole comunità di produttori del sud del mondo, garantendo il giusto prezzo e il controllo della filiera.

PROGETTO NORDICONAD I prodotti Altromercato grande distribuzione

nella

La nostra cooperativa continua la distribuzione dei prodotti alimentari Altromercato nella catena di supermercati Nordiconad della Liguria di ponente. Nel 2011 abbiamo servito ben 12 punti vendita Conad da Albissola Marina a Latte di Ventimiglia, passando per Carcare, Andora e Imperia. Lo scaffale Altromercato fa bella mostra di se in mezzo alle luci e ai riflessi di mille altri prodotti, tutti passano veloci ma la forza del nostro messaggio e la bontà dei prodotti riescono a bucare l’apparente indifferenza e lo scaffale si svuota in fretta. Forse funziona, forse è la scelta giusta! 7


Risparmio solidale quando la finanza e' etica Il risparmio solidale, altrimenti detto Prestito Sociale, rappresenta sempre di più una risorsa di primaria importanza per la nostra cooperativa, poiché le fornisce i mezzi economici necessari allo sviluppo della sua missione e quindi delle numerose attività collegate. Contemporaneamente consente ai soci di ottenere una giusta remunerazione del proprio prestito e di partecipare attivamente alla realizzazione degli scopi sociali e statutari. La cifra significativa di 71.939 euro raggiunta dal Prestito Sociale

DIVENTA SOCIO Aggiungi anche la tua tessera al grande puzzle della nostra cooperativa. Una quota non è una donazione ma la partecipazione ad un nuovo modo di fare impresa sociale. Con una quota da 30 euro puoi diventare socio e • Essere partecipe della vita della cooperativa attraverso l’assemblea soci • Contribuire alla diffusione del consumo consapevole nel nostro territorio • Sostenere di più i contadini e gli artigiani coinvolti nel commercio equo • Aprire un libretto di deposito presso la cooperativa

8

nel 2011, peraltro in continuo aumento negli anni, testimonia la fiducia e la fedeltà che i soci risparmiatori accordano alle scelte della nostra cooperativa, alla sua struttura organizzativa ed ai suoi meccanismi trasparenti. Il capitale sociale, inoltre, è aumentato in modo significativo arrivando a 58.940 euro, soprattutto grazie alle quote sottoscritte dai soci risparmiatori. Questo ha rafforzato economicamente la nostra Cooperativa assicurandole una migliore stabilità di lungo periodo ed una discreta autonomia dal credito bancario tradizionale. I soci che hanno aperto un libretto di deposito, oltre al valore sociale che hanno dato al loro denaro, hanno ricevuto sul loro deposito un interesse del 2,18% (tasso di interesse indicativo calcolato sulla somma di capitale e risparmio). SPORTELLO RISPARMIO SOLIDALE e-mail: risparmiosolidale@gmail.com


COFFEE BREAK E BANQUETING IL SAPORE EQUO e' SERVITO! Una colazione di lavoro, una pausa durante un convegno, una merenda in comunità, un aperitivo dopo una conferenza o prima di una festa, un coffee break durante un evento, una degustazione al termine di uno spettacolo; in queste e tantissime altre occasioni i prodotti del commercio equo e solidale sono garanzia di qualità e soddisfazione per tutti. La nostra realtà, da molti anni ormai, utilizza i prodotti del commercio equo e solidale e della cooperazione sociale per ideare e realizzare momenti di pausa davvero alternativi a disposizione di aziende, enti pubblici e privati, comunità, gruppi, feste organizzate. Gli operatori della cooperativa si occupano del sopralluogo preventivo, dell’allestimento dei tavoli, della fornitura di tutti i prodotti alimentari e del servizio a buffet ed utilizzano sempre stoviglie in materiale rigorosamente biodegradabile. La Bottega negli ultimi anni ha già lavorato con amministrazioni comunali locali, con il Laboratorio di Educazione Ambientale, con Confcooperative e con molti altri soggetti della provincia.

Sei interessato ad un coffee break, ad un aperitivo o ad una merenda equi e solidali, biologici e sociali? Contattaci al n° 019 802178 o alla mail bdmsavona@gmail.com chiedendo di Elisabetta o Roberta

9


progetti culturali QUANDO L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE SCEGLIE L'EQUO Nelle mense scolastiche del Comune di Savona mercoledì 13 aprile 2011 è stato proposto un menù etnico con prodotti del commercio equo e solidale. Il Comune di Savona, che dal 2004 ha introdotto le banane eque Altromercato nella ristorazione scolastica, la ditta Camst e la nostra cooperativa hanno lavorato insieme per concludere in questo modo il percorso di formazione “Il mondo in tavola”, finanziato dalla Regione Liguria e tenutosi in Sala Rossa a Savona dall’ottobre 2010 al marzo 2011.

1300 bambini e 100 docenti hanno assaggiato il menù equo ed etnico.

Ben 1300 bambini e 100 docenti hanno assaggiato il menù equo ed etnico. Presso la scuola elementare XXV Aprile è stato organizzato, lo stesso giorno e con lo stesso menù, un pranzo per il Sindaco, gli assessori, i dirigenti del settore ristorazione, i dirigenti scolastici, i docenti ed i genitori del Comitato Mensa e gli operatori della Bottega. Tutti insieme per festeggiare l’equosolidale e per studiare nuovi progetti per la scuola sia dal punto di vista della ristorazione che dal punto di vista della creazione di unità didattiche dedicate all’educazione alla mondialità.

mondo in tavola Dopo il successo del 2010 si è svolta la seconda edizione del percorso “Il mondo in Tavola”, questa volta interamente finanziato dal Comune di Savona attraverso l’Assessorato ai Servizi alla Persona, Attività Educative e Città Solidale. Tanti docenti, cittadini e nostri soci hanno potuto scoprire i segreti del rito del caffè in Etiopia, la storia e le virtù delle spezie di Sri Lanka e viaggiare attraverso i libri dello storico Montanari, delle romanziere Ngozi Adichie, Chitra Divakaruni, Radhika Jha e tanti altri autori del nord e del sud del mondo appassionati di gastronomia.

10


11


progetti culturali Food&Film Cinema, cibo per la mente Seconda rassegna cinematografica per parlare del buon cibo e della cattiva economia. Dopo il successo di pubblico del 2010 la cooperativa ha riproposto anche nell’aprile 2011 la rassegna cinematografica organizzata grazie al contributo della Regione Liguria. Attraverso Food&Film, che speriamo possa diventare un appuntamento fisso per i savonesi, intendiamo stimolare ad una riflessione sul valore culturale del cibo, sulla memoria gastronomica come patrimonio da salvare e sugli effetti economici, sociali e ambientali della produzione mondiale a livello industriale. Nel 2011, in stretta collaborazione con il Festival "Tutti nello stesso piatto" di Trento, organizzato dalla coop. Mandacarù, abbiamo proposto 4 film e 2 corti, tutti materiali inediti, in prima assoluta per la Liguria.

20

12

Non possiamo dimenticare il volto velato di Abeba, la protagonista del corto “Coffee e Allah”, giovane donna etiopica emigrata in Nuova Zelanda, impegnata in una simbolica partita a badminton con l’altro e l’altrove. Così come rimangono indimenticabili la denuncia della drammatica condizione dei coltivatori di caffè in Etiopia portata avanti da Marc Francis, regista del film “Black gold” ed il desiderio di riscatto dei coltivatori di banane danneggiati dai pesticidi protagonisti del film “Bananas” di F. Gertten. La rassegna è terminata con una ventata di speranza con la proiezione del filmdoc “Fair Tales” di N.Moruzzi e G.Pompili prodotto da Altromercato nel 2010. Il viaggio di Kalhua, cantante spagnola di origine marocchina, attraverso il Mediterraneo alla scoperta di alcune esperienze significative di economia sostenibile e commercio equo solidale in paesi al centro di importanti e drammatici cambiamenti come Marocco, Egitto e Palestina diventa il pretesto per conoscere ancora più da vicino i prodotti ed i progetti presenti nelle nostre botteghe.


La Bottega della Solidarietà onlus con il contributo della Regione Liguria presenta

Rassegna cinematografica per parlare del buon cibo e della cattiva economia Giovedì 7 aprile ore 21

Immer Essen! Indiens mobile Köche (Cucine ambulanti in india) regia di Antje Christ India, Germania 2010, 45’

Coffee & Allah

regia di Sima Urale Nuova Zelanda 2007, 14’

Giovedì 14 aprile ore 21

Black Gold

regia di Nick Francis e Mark Francis

Giovedì 21 aprile ore 21

Bananas!

regia di Fredrik Gertten Svezia 2009, 87’

Giovedì 28 aprile ore 21

Fair tales

regia di Nicola Moruzzi e Giovanni Pompili Italia 2010, 53’

How to destroy the world

Gran Bretagna 2008, 4 episodi di 2’

studio

INGRESSO GRATUITO nuovofilmstudio piazza Diaz 46 r - Savona Al termine di ogni proiezione gli amici della Bottega della Solidarietà proporranno una degustazione di prodotti del Commercio Equo e Solidale, buoni per chi li produce, buoni per chi li consuma.

Bottega della Solidarietà - Cooperativa Sociale •Savona, via Manzoni 54 r - tel. 019802178 •Cairo M.tte, via Buffa12 - tel. 019502807 In collaborazione con il Festival di Trento “Tutti nello stesso piatto”

13


progetto togo

14

Il 2011 ha visto la nostra cooperativa nuovamente coinvolta in questo paese. È stato l’anno di conclusione di un progetto importante realizzatosi in collaborazione con la Provincia di Savona, il Comune di Ceriale e il CeRSAA di Albenga con un finanziamento della Regione Liguria. Proposto dall’organizzazione togolese A.V.E, con la quale siamo in contatto ormai dal 2008, il progetto si poneva l’obiettivo di lavorare sulla problematica dell’abbandono delle terre agricole e dei villaggi per una ricerca di migliore fortuna nelle città con un conseguente inurbamento di massa e la scomparsa della figura dell’agricoltore e dei saperi tradizionali ad esso legati. Il progetto nasce con lo scopo di sostenere durevolmente l’attività agricola all’interno di piccole imprese famigliari già esistenti per assicurare la sussistenza alimentare ai villaggi e per generare reddito dall’attività agricola. Si è ritenuto quindi fondamentale iniziare a lavorare sulla formazione agricola di base per valorizzare la “professione” dell’agricoltore trasmettendo competenze utili a rispondere

alle sfide richieste dal mercato, sia quello locale che quello legato all’esportazione. Il Progetto ha formato 11 contadini (9 uomini e 2 donne) con una età fra i 20 e i 35 anni, appartenenti ad un contesto famigliare radicato nei villaggi e che disponevano di terra coltivabile mettendo così in moto un meccanismo virtuoso all’interno delle comunità rurali. La missione di valutazione finale si è svolta nell’agosto 2011; in quell’occasione si è potuto completare anche il percorso attivato con il CeRIST (Centro di Ricerca per l’Innovazione e lo Sviluppo del Turismo) dell’Università di Genova. Una laureanda del Corso di laurea in Geografia ha seguito la nostra socia, Sara De Rosa, durante le visite ai beneficiari del progetto; in un “viaggio paese” della durata di tre settimane ha potuto raccogliere materiale per la sua tesi riguardante il rapporto tra turismo, economia e cooperazione. Questa interessante esperienza è stata resa possibile da un finanziamento regionale che ha sostenuto le fasi, di scambio e collaborazione con l’Università, che hanno preceduto il viaggio.

Studenti Universitari in visita in Togo

Studentessa del corso di formazione agricola


La Bottega e' piu' grande, Savona e' piu' equa ! Piccolo album di un ampliamento


Artigianato nella ‘vecchia’ Bottega

Alimentari nella ‘vecchia’ Bottega

Alimentari nella ‘vecchia’ Bottega

Demolizione e allargamento

16


Comincia la ricostruzione

Posa del nuovo pavimento

apertura del varco tra i due locali

Montati i primi scaffali

Vecchi pannelli, nuova Bottega! 17 9


Arrivano i mobili

Il negozio prende forma

Gli ultimi ritocchi

Vetrine splendenti!

18


Costi allargamento Bottega Lavori effettuati da giugno a settembre 2011 Tende esterne x tutte vetrine (n°6) 2.160 € (1.800 + iva) Tende interne (n°2) 125 € (104 + iva) Pavimento in laminato 1.500 € (1250 + iva) 3.794 € (3162 + iva) Tappeto ingresso 117 € (97 + iva) Punti luce 919,51 € (766 + iva) 168,84 € (140 + iva) Lampadine a basso consumo e fili 130,88 € (108 + iva) Elementi per rifiniture 139 € (116 + iva) Geometra Tot. 1517 € Impresa Edile: 7.200 € (6.000 + iva) Svuotamento locale 14.400 € (12.000 + iva) Impianto elettrico nuovo 5.154 € (4.260 + iva) Cartongessi Muri Apertura varchi Controsoffitto Posa parquet in laminato Termosifoni Porta scorrevole interna 444 € (370 + iva) Insegne Altromercato GRATIS in omaggio dal Consorzio Telefoni 42 € (35 + iva) Mobilio 2.082 € (1.735,47 + iva) Pannelli esterni x marmi - grafica 375 € Pannelli esterni x marmi – stampa 847 € (700 + iva) Comune SV diritti 20 € Verniciatura serrande 576 € (480 + iva) Manutenzione serrande 423 € (350 + iva) TOTALE con IVA 42.134,23 TOTALE imponibile 35.385,47

19 13


17 Settembre 2011, Inaugurazione!

20

Il pubblico

Ugo Dighero show

Foto di gruppo con Dighero

Musicisti: In Vivo Veritas


Alessandra e Silvia offrono la merenda equa.

Mimmi e Maria

apertura del varco tra i due locali

11

Piera

Marcello e Paolo e i vini di Libera 21


22


i nostri percorsi didattici Avere il coraggio di dire ai giovani che essi sono tutti sovrani, per cui l'obbedienza non è ormai più una virtù, ma la più subdola delle tentazioni, che non credano di potersene far scudo né davanti agli uomini né a Dio, che bisogna che si sentano ognuno l’unico responsabile di tutto. Da Lettera ai giudici di Don Lorenzo Milani

nel 2011 Dal 1994 ad oggi: • Abbiamo progettato decine di percorsi di educazione alla mondialità • Abbiamo lavorato con le scuole di ogni ordine e grado della provincia di Savona • Abbiamo incontrato migliaia di studenti realizzando con loro decine di unità didattiche • Abbiamo organizzato percorsi di aggiornamento per docenti sulle tematiche interculturali

• più di 10 scuole coinvolte • più di 360 ore di attività in classe con gli alunni • più di 50 ore di programmazione con i docenti • più di 1400 studenti coinvolti • più di 75 docenti incontrati • più di 300 kit didattici consegnati

23 23


i nostri percorsi didattici Fiori e Diritti:

l'incredibile viaggio dei fiori recisi Il percorso per le classi Anche nel 2011 è proseguito il nostro impegno a fianco del movimento Fiori e Diritti, nato a Genova all’interno della cooperativa La Bottega Solidale. Dopo tante iniziative dal 2008 al 2010 finanziate dalla Regione Liguria siamo riusciti a coinvolgere l’Amministrazione Provinciale di Savona, che da ben due anni sostiene il movimento, in ulteriori attività educative e di sensibilizzazione. La nostra Provincia, infatti, ha reso possibile la realizzazione di tutti i materiali editoriali (volantini, cd e dvd) e della mostra a pannelli che è stata esposta dal 24 al 29 gennaio nella Sala Mostre di via IV Novembre e che è stata visitata da ben 300 alunni degli istituti superiori L.B.Alberti, G.Ferraris e G.Della Rovere che sono stati anche coinvolti in attività didattiche ideate e realizzate dagli esperti della nostra cooperativa.

24

Il Convegno Mercoledì 26 gennaio dalle ore 10,30 alle 12,30 si è svolto, nella Sala Mostre della Provincia di Savona in via IV Novembre, il CONVEGNO “FIORI E DIRITTI: l’incredibile viaggio dei fiori recisi” interamente dedicato al dramma sociale dello sfruttamento e al dramma ambientale dei pesticidi nelle piantagioni di fiori del sud del mondo. Il convegno è stato organizzato con la Provincia di Savona e in collaborazione con il Distretto Floricolo del Ponente Ligure che da alcuni anni si occupa di questi temi e del progetto di certificazione dei fiori recisi prodotti in Liguria, in collaborazione con il nostro movimento Fiori e Diritti. Al convegno sono intervenuti: • il Presidente della Provincia Angelo Vaccarezza • Cristiano Calvi, autore del libro “Rose & Lavoro”, responsabile del Movimento Fiori e Diritti e coordinatore del nuovo marchio di certificazione “Fiore Giusto” • Zabida Boulhadeim, responsabile sportello immigrati alla Cisl di Alberga, che ha raccolto tante esperienze di migranti che lavorano nelle nostre serre Erano presenti anche 100 studenti delle classi delle Scuole Medie Pertini e dell’Istituto per Geometri L.B Alberti che nel 2010/2011 avevano già lavorato al progetto didattico Fiori e Diritti. Durante il convegno sono stati presentati per la prima volta a Savona i primi fiori liguri certificati da un punto di vista ambientale e sociale e sono stati consegnati ai docenti nuovi materiali editoriali dedicati alla produzione di fiori recisi ed allo sviluppo sostenibile. L’incontro si è concluso con la consegna simbolica di un mazzo di fiori locali certificati “Fiore Giusto” al Presidente della Provincia di Savona.


Dietro alla vendita di un fiore c’è un’economia importante, in Liguria, in Italia e nel Mondo. Quanto importante? Nel mondo 1,3 milioni di ettari sono destinati alle produzioni florovivaistiche, per un valore che raggiunge quasi 37.000 milioni di euro e coinvolge circa 170.000 aziende. Centinaia di migliaia sono gli uomini e le donne che lavorando nelle serre rendono possibile il nostro acquisto dal fiorista. Pochi sanno che l’Italia non è solo un Paese produttore di fiori, ma anche importatore dall’estero. Oltre 130mila tonnellate di fiori arrivano dal Sud del mondo per un valore di circa 400mila euro, principalmente dal Kenya, Etiopia, Ecuador e Colombia. Non tutti sanno che la produzione di fiori, soprattutto nei paesi del Sud del Mondo, ha spesso gravi implicazioni ambientali e socioeconomiche: è causa di danni ambientali inestimabili, nasce da sfruttamento, privazioni e abusi, nasconde la storia di centinaia di migliaia di donne, uomini e bambini che lavorano in condizioni inique.

25


i nostri percorsi didattici SGUARDI SULL'AFRICA

Impronte visive e suggestive narrazioni Nel 2011 abbiamo portato a compimento il progetto dedicato alle letterature d’Africa iniziato con le classi nel novembre 2010 con la proiezione di 4 famosi film africani. Si trattava di un percorso didattico finanziato dalla Regione Liguria (l.r.28/’98) che abbiamo progettato e realizzato in collaborazione con l’Associazione Melisandra, l’Associazione Savona nel cuore dell’Africa, l’Associazione NuovoFilmstudio e l’Ufficio Cooperazione della Provincia di Savona. Nel mese di marzo 2011 gli operatori della nostra cooperativa hanno iniziato il lavoro in aula con gli alunni del Liceo Statale G. Della Rovere di Savona, ben 100 studenti di 4 classi. L’unità didattica desiderava offrire ai ragazzi uno sguardo dettagliato alle esperienze letterarie del grande continente

Savona nel cuore dell’Africa onlus

26

Provincia

africano: abbiamo viaggiato tra i poemi epici dell’epoca dei grandi regni dell’ovest come il Sundiata, le radici della cultura orale attraverso la figura del griot, la narrativa dell’area subsahariana dell’epoca coloniale e postcoloniale. Gli alunni ed i loro docenti hanno potuto conoscere letterati poco noti in Europa e leggere alcune delle loro meravigliose pagine. Da Ahmadou Kourouma a Leopold Senghor da Bernard Dadiè a Sefi Atta, da Wole Soyinka a Niyi Osundare abbiamo percorso un tratto della letteratura africana francofona e anglofona. Da questo incontro e dalla passione per l’intercultura dei nostri esperti è nata una piccola antologia con testo a fronte in lingua “Sguardi sull’Africa”, pubblicata da L. Editrice di Savona, che è stata presentata nella Sala Consigliare della nostra Provincia il 7 dicembre 2011 alla presenza di tutti gli alunni ed i docenti coinvolti nell’itinerario didattico.


Tamburo di pioggia I tetti sfrigolano all’incitar del tocco, loquaci come timpani tesi dalle dita ferree della siccità Le vie si lanciano in liquide danze cui si uniscono gambe nell’orchestra della strada Le vie si lanciano in liquide danze che scivolano eloquenti sulla striscia del cielo Una goccia randagia ciondola per il tetto di paglia della memoria

Ridestandomi ricordi a lungo sopiti Sotto le foglie secche del tempo: di alvei incrostati e pascoli imbruniti di mezzodì bollenti e notti infuocate di campi senza spighe e tuberi stufi Poi lo scoccar del fulmine nel suo fiammifero di pioggia Scalzi, calchiamo la terra palpitante, rigeneràti Niyi Osundare, Nigeria

27


i nostri percorsi didattici BANANE SCATENATE

Un gioco di ruolo nel bananeto Nei mesi di aprile e maggio 2011 circa 460 alunni e 25 docenti delle scuole elementari savonesi sono stati accolti nel “Bananeto Plaza do Sur”, dove hanno partecipato ad un gioco di ruolo sul lavoro in piantagione, hanno potuto lavorare sul planisfero di Arno Peters ed hanno assistito alla proiezione del documentario “Dolce frutto, storia amara” sulla drammatica situazione dei bananeros in America Latina, e sui danni provocati dall’uso massiccio di pesticidi. Il bananeto è stato realizzato in due Direzioni Didattiche della nostra città, Villapiana e Chiavella, ed è stato finanziato dal Comune di Savona, Assessorato ai Servizi alla Persona, Attività Educative e Città Solidale. Si tratta di un itinerario di educazione al consumo responsabile ideato dai nostri operatori, dedicato alla filiera della banana in America Centrale e Meridionale. Obiettivo primario dell’iniziativa è contribuire alla formazione, negli studenti, nei docenti e nel mondo giovanile più in generale, di una conoscenza critica delle tematiche e problematiche legate alla coltivazione ed al mercato della banana in tutta l’America Latina dove si assiste ancora ad un vergognoso sfruttamento dell’uomo e dell’ambiente.

28

Il lavoro dei ‘bananeros’ in piantagione

La cura del banano in piantagione

La raccolta delle banane


Maturazione delle banane

I tesorieri pagano il salario ai bananeros

Proiezione del documentario

viaggio del cacao

Anche nel 2011 è proseguito il progetto IL LUNGO VIAGGIO DEL CACAO. Il percorso alla scoperta della storia e delle leggende legate a questo prezioso frutto, che comprende anche un laboratorio di cucina per la preparazione dell’antica bevanda maya xocoatl, è stato realizzato nel febbraio 2011 presso le scuole elementari di Albisola Superiore e nel marzo 2011 con le classi delle scuole medie Pertini di Savona. Abbiamo coinvolto più di 430 alunni e 30 docenti in 70 ore di attività didattica finanziata dalla Regione Liguria.

29


la rete ligure del commercio equo

30

equoliguria

equa 2011

Le realtà liguri del commercio equo hanno costituito nel 2007 un’Associazione Temporanea di Scopo, per coordinare le attività comuni nell’ambito della Legge Regionale, quali ad esempio la fiera Equa. Equoliguria raggruppa 11 organizzazioni di commercio equo, di cui 3 importatori, in tutto il territorio regionale. 22 Botteghe del Mondo offrono prodotti provenienti da circa 200 produttori del Sud del Mondo localizzati in 70 Paesi. Riunisce oltre 4000 soci di cui 2100 operativi, 400 volontari, 50 lavoratori e lavoratrici. In liguria si svolgno 1000 ore di interventi nelle scuole all’anno, e circa 30.000 studenti consumano prodotti equosolidali nelle mense scolastiche. Il commercio equo ligure organizza oltre 100 eventi culturali e promuove e sostiene 30 campagne all’anno.

Dal 12 al 15 maggio si è tenuta la V edizione di EQUA fiera ligure del Commercio Equosolidale - a Genova, in piazza Caricamento. Quattro giorni di sensibilizzazione e intrattenimento, per scoprire le proposte per vivere equosolidale ogni momento della giornata. Moda, Benessere, Sapori, artigianato equo, ospiti dal Sud del Mondo e un fitto programma di eventi pubblici - musica e cabaret, aperitivi critici e degustazioni, spettacoli e laboratori per i più piccoli, lezioni di cucina dal mondo - per approfondire tutte le soluzioni eque ed ecocompatibili per la vita quotidiana. La nostra cooperativa è stata protagonista delle attività con le scuole: oltre 250 bambini coinvolti nei laboratori didattici Suoni dal mondo, I Maghi delle spezie e la biodiversità in pericolo e Prepariamo lo xocoatl, l’antica bevanda maya.


i partner nazionali Altromercato

Agices

Il Consorzio Ctm altromercato, di cui la nostra cooperativa è socia, è la maggiore organizzazione di commercio equo e solidale in Italia e la seconda a livello mondiale. Ctm altromercato è un consorzio non profit di Botteghe del Mondo costituito da 130 associazioni e cooperative che gestiscono 350 Botteghe del Mondo in Italia e 3 all’estero. È attualmente un soggetto guida, a livello nazionale ed internazionale, nella promozione e nella realizzazione di iniziative di economia solidale per l’autosviluppo dei popoli, contadini e artigiani soprattutto, nel Sud del mondo.

AGICES è l’associazione di categoria delle organizzazioni di Commercio Equo e Solidale italiane. Rappresenta nel paese, nella società civile, con i media e le istituzioni locali e nazionali le esperienze e la cultura dei suoi soci: organizzazioni non profit e Botteghe del Mondo che promuovono i prodotti e i principi di un’economia di giustizia. AGICES è il luogo dove vengono messi a punto gli strumenti di gestione del commercio equo italiano, vengono discusse le priorità politiche, vengono confrontati i dati e le opinioni. E’ un luogo di confronto tra i soci e di forte crescita politica. Le organizzazioni socie di Agices aderiscono alla Carta Italiana dei Criteri approvata nel 1999 dopo numerose e affollate assemblee in cui tra l’altro è stato utilizzato per la prima volta in un ambito di questo tipo il metodo del consenso, una metodologia decisionale che si ispira ad una logica nonviolenta e che tenta di superare la netta divisione maggioranza/minoranza. Agices si occupa, attraverso visite di audit periodiche, di verificare la trasparenza e la democraticità delle procedure delle organizzazioni come la nostra cooperativa, queste verifiche rappresentano una garanzia verso soci, cittadini e istituzioni pubbliche con cui lavoriamo. www.agices.it

31


32


33


La nostra organizzazione e' una cooperativa sociale Onlus Consiglio di Amministrazione Bruno Falugi – Presidente Giovanna Piccone – Vice Presidente Consiglieri: Zita Ciangherotti Enrico Cuccadu Sara De Rosa Roberta Greco Elisabetta Manfredi Carlo Nazari Laura Parodi Socie lavoratrici: Sara De Rosa, Roberta Greco, Elisabetta Manfredi e Giovanna Piccone Settore Amministrazione: Elisabetta Manfredi Settore Vendite Grande Distribuzione Organizzata: Giovanna Piccone Settore progetti culturali ed attività educative: Roberta Greco Sara De Rosa Sportello risparmio solidale: Maria Camozzi Chi ha contribuito alle nostre attività culturali e didattiche: Comune di Savona - Comune di Celle Ligure - Provincia di Savona - Regione Liguria La Bottega della Solidarietà è membro di Confcooperative

34


Bottega della Solidarieta', UN ANNO DI ECONOMIA SOLIDALE 2 Botteghe del Mondo 200 Soci 45 Soci volontari 4 Soci lavoratori 58.940 euro di capitale sociale 71.939 euro di risparmio sociale 360 ore di formazione nelle scuole 201.103 euro di prodotti equosolidali acquistati 10.000 ore di volontariato 1 pannello fotovoltaico per illuminare le vetrine

35


Bottega della Solidarieta' cooperativa sociale

Cosa facciamo?

Dove siamo?

Commercio equo e solidale

Savona Via Manzoni 54r – tel. 019802178 bdmsavona@gmail.com

Cairo Montenotte Via Buffa 12 – tel. 019502807 bottegacairo@libero.it

Educazione alla mondialità Risparmio solidale Banqueting

www.bottegadellasolidarieta..it La Bottega della Solidarietà è socia del consorzio Altromercato

Realizzato con il contributo della Regione Liguria Redazione Roberta Greco

è membro dell’Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale ACICES

è membro di Confcooperative

Progetto grafico e impaginazione Laura Cavalleri Stampa www.graficakc.it


Bottega della solidarietà 2012